Crea sito

VITE SOSPESE

VITE-SOSPESE-Manifesto-Film-2F-Poster-Originale-CinemaVITE SOSPESE 

Dottor Roberto Slaviero

Siamo in guerra

Sembrerebbe di si, viste le misure straordinarie prese dal nostro governo e dalla maggior parte dei governi occidentali.

Vogliamo snocciolare qualche dato sulla Pandemia dichiarata dall’Oms? (scrivo il 22.03.20)

Nel mondo:

265.000 positivi

11.184 morti CON corona

pari circa al 4,23 % dei positivi  ammalati.

https://www.who.int/docs/default-source/coronaviruse/situation-reports/20200321-sitrep-61-covid-19.pdf?sfvrsn=f201f85c_2 dati aggiornati al 20 marzo.

Su una popolazione di circa 7,53 miliardi (dati 2017) la percentuali di morti CON corona è pari a: 0,00067%

Italia

47.021 positivi 4.032 morti Con corona pari a circa al 8,8 % dei malati e pari allo 0,0066% della popolazione (60,48 milioni al 2018)

Salta all’occhio un dato abbastanza eclatante del piccolo Staterello di San Marino;

151 positivi 14 morti Con corona pari quasi al 10%!

La percentuale dei positivi per abitante a San Marino è pari al: 0,0046% (33400 abitanti)

A Rimini ad esempio, non molto lontano da San Marino, la percentuale di positivi per abitante è pari al: 0,0025 % (335.463 abitanti)

San Marino, quindi ha una % quasi doppia di positivi, rispetto a Rimini!

Nel 1894, Yersin e Kitasato, descrissero un batterio gram negativo, isolato ad Hong Kong dai bubboni isolati di Peste; al batterio venne dato il nome di Yersinia pestis.

Intorno all’anno 1350, la Peste pare ammazzo’ oltre un terzo della popolazione europea; stiamo parlando quindi di una % di mortalità in relazione al numero di abitanti, pari a più del 33% della popolazione!

https://www.epicentro.iss.it/peste/

Peste anno 1350: mortalità oltre il 33%

Corona anno 2020: mortalità del 0,00067%

Lascio a voi i commenti sulla Pandemia da corona!

Ciò non significa che quello che sta accadendo, soprattutto in Italia, sia rovinoso e un pensiero di amore deve raggiungere chi ha perso in pochi giorni i propri cari, e un buon viaggio nell’altra dimensione alle anime!

Adesso permettetemi di fare tre tipi di ipotesi sugli accadimenti; 

1- raccolta dati e cause dei decessi

2- attivazione di nuove reti di trasmissione elettromagnetica

3- situazione politico e strategico militare

Come segnalato dall’Istituto Superiore di Sanità italiano, la percentuale dei morti accertati da Corona, senza gravi patologie pregresse, si assesta sullo 0,8 %.

Potete controllare le conferenze stampa del Direttore dell’IIS.

Quindi stiamo parlando di POCHE decine di morti da Corona, accertate sul sangue dei deceduti!

Ho già in articoli precedenti  informato che, sempre da dati  rilevati dal ISS italiano, la mortalità a seguito di complicazioni delle normali influenze.

Ogni anno muoiono oltre 10.000 persone in Italia, principalmente per complicazioni cardio-respiratorie influenzali.

I corona sono una famiglia di virus facilmente trasmissibili, ma tendenzialmente non molto aggressivi e pericolosi.

Sappiamo già, che il virus cinese è diverso dal virus italiano, che sembrerebbe diverso ad esempio del virus tedesco!

Ma voi pensate che sia facile identificare un virus?

Stiamo parlando di grandezze nell’ordine dei 20 e 300 nanometri,

ovvero di 10 alla -9, pari a miliardesimi di 1 metro!

I microscopi ottici NON sono in grado di rilevarli e servono quindi microscopi elettronici o a forza atomica.

Ecco quindi spiegato perché, i tamponi salivari positivi al virus, o meglio ad un’infezione virale, risultano poi nelle analisi del sangue, pari a circa un 0,8 % dei positivi rilevati con la saliva!

Il batterio invece, e’ facilmente rilevabile oggigiorno, poiché trattasi di una struttura cellulare indipendente ed autonoma, che vive la sua vita senza bisogno, come invece il virus, di una cellula ospite per replicarsi!

https://it.wikipedia.org/wiki/Virus_(biologia)

Le infezioni da corona, sembra non diano immunità permanente, ovvero: gli anticorpi che l’organismo crea per combattere l’infezione, non rimangono per sempre e quindi anche la cosiddetta  ricerca del vaccino si rivelerà infruttuosa  dal punto di vista clinico, ed invece molto fruttuosa per chi lo produrrà e lo commercializzerà come panacea di tutti i mali!

Tra l’altro, vista la facile modifica a cui va incontro, vorrei sapere quale tipo di virus verrà studiato per creare il vaccino!

Ricordatevi la storia dell’Hiv-Aids, il cui vaccino a tutt’oggi non c’e’; ma quanti siero positivi hanno rovinato la propria vita o si sono suicidati?!

Siero positività vuol dire che, il nostro organismo ha “incontrato”  un virus o batterio ed ha prodotto gli anticorpi per difendersi ok!

Non deve per forza sviluppare la malattia, anzi, nel caso della Sidrome da Immune depressione  acquisita, morivano persone con stili di vita abbastanza “originali”

https://olisticoaltapusteria.com/articolo.php?hivaids

Ed abbiamo dei Governatori regionali, che vogliono fare i tamponi a tutti…

Sono forse scienziati di nuova generazione?

Nel bergamasco, dove la situazione e’ terribile, i corpi vengono cremati, per cui le cause della morte non verranno mai accertate.

Sempre la stessa storia, aveva il corona, ma è morto a causa del corona?

Fanno morire le persone da sole, senza funerali coi parenti  e cremate anche contro la loro volontà…sento puzza di forni crematori di non lunga data storica!

Quindi la raccolta dati è molto discutibile.

Punto 2

Con investimenti miliardari, si stanno attivando in gran parte del pianeta, le nuove emissioni in bande elettromagnetiche in Giga Hz, ovvero miliardi di Hz.

Le nostre cellule e Dna lavorano sugli 8 Hz!

Anche un asino capisce che le cellule umane, non possono a lungo resistere a queste emissioni invisibili all’occhio umano, ma percepibili dal punto di vista elettrico.

Non si può, in assoluto affermare che l’Internet delle cose di nuova generazione, non faccia bene alla salute, ma possiamo fare degli esempi;

 

– Whuan è la prima città 100 % 5G della Cina e credo anche del pianeta-uno dei primi focolai del corona è stato a Vo’ euganeo, e nella Cintura euganea si sta sperimentando il 5G

  • Paesi paralizzati
  • Cittadini rinchiusi
  • Traffico quasi nullo
  • Controlli digitali avanzati

Cavolo, Stalin o Hitler, per fare due nomi, avrebbero gioito per un tal controllo globale cosi fantastico, causato da un parassita di 20 nanometri che uccide senza pietà!

E poi badate, attendono il picco dell’infezione in quasi tutto il pianeta, nello stesso periodo!

Ma il corona viaggia od ha viaggiato quasi simultaneamente?Molto strano dal punto di vista medico.

Un laureando in biologia di Catania, al quale Face ha chiuso la pagina, faceva notare che ai primi di febbraio nella sua  festa di S.Agata e quasi 2 milioni di persone partecipano da tutto il mondo: se l’incubazione virale fosse di una settimana, vi sarebbero stati dati preoccupanti già a metà febbraio…a Catania e nelle nazioni dove sono ritornati i partecipanti…

Nulla di tutto ciò

Allora a livello politico cosa percepiamo;

– al 31.01 la Brexit

– l’anno scorso il trattato di Aquisgrana tra Francia e Germania

– gli Usa,vincitori con Inghilterra e Russia della seconda guerra mondiale, dicono che questa Europa a guida tedesca non gli va più bene

– la Turchia è membra della Nato e cosa succederebbe se con Siria e Russia scoppia un casino?

Andiamo a proteggere i turchi contro la Siria, che tra le altre cose in antichità è stata la culla del Cristianesimo?

E magari anche contro la Russia?

– e il Famoso fondo salva stati MES, che non si capisce bene se sia approvato o non?

Adesso, causa il corona, possiamo spendere senza problemi, Patto di Stabilità europeo sospeso! Era ora!

In England, Johnson darà l’80% degli stipendi a tutti coloro che non lavorano più, causa chiusure, mi pare fino a 2500 sterline mensili!

Loro hanno la Banca d’Inghilterra…AUTONOMA…

capite…NON la BCE…privata!

– con i crolli borsistici quante azienda stanno

passando di mano?

– l’Italia stavolta, dopo un primo trattamento malevolo da parte della Lagarde BCE, ha ottenuto le famose spese senza interessi, comunque non contabilizzate nel debito

– logico..se salta l’Italia..marameo Euro e allora le banche franco-tedesche creditrici se lo prendono…profondamante

– che ci sia la manina dello Zio Sam o di Ziao…?

Tra un po’, quando ci risveglieremo dall’incubo virale, capiremo qualcosa, anche se faranno in modo di non farci capire quasi nulla

Appello ai naviganti  

————————-

Per favore, fate quello che dovete fare presto e poi smettetela di romperci ulteriormente!

Vogliamo andare al mare,  ai laghi, nelle nostre favolose città d’arte, ed in montagna questa estate.

Credo lo vogliano anche le forze dell’Ordine, che si stanno facendo un mazzo per controllarci tutti!

Se la tirate troppo a lungo, la prossima pandemia, e quella sarà devastante, sarà la pazzia e la depressione, con conseguente ribellione della popolazione e guai seri.

Spero non vogliate proprio questo!

E voi 5gizzati, smettetela di chiedere sempre di più dalla tecnologia e accontentatevi; un sano ritorno alla natura ed alla modestia, non vi farebbe male.

Nelle disgrazie spesso, vi sono anche sfaccettature positive…

CARPE DIEM!

Auguri a tutti e mantenete la calma!

Fonte: http://olisticoaltapusteria.com/

*******************************

 Il video di un dottore incazzato – aprilo con film e TV (predefinita) –

https://mail.google.com/mail/u/0?ui=2&ik=d230fda565&attid=0.1&permmsgid=msg-a:r4133056531139878578&th=1710272306381b04&view=att&disp=safe&realattid=1710272ec90eb42f4801

 

®wld

 

Yersinia pestis – tertii millennii dirigeretur

Le paure di una nuova PIAGA mortale crescono, in quanto il Malawi diventa l’ultima nazione africana in allerta 

(Natural News)

Il Malawi è l’ultima nazione africana in pericolo nel sperimentare uno scoppio di peste mortale, in quanto la malattia continua a diffondersi in tutta l’isola del Madagascar, i rapporti sono del Daily Mail britannico.

Finora, in Madagascar circa 143 persone sono morte e altre 2.000 sono state infettate dalla malattia a causa di una epidemia verificatosi all’inizio di agosto.

Nonostante i timori che la piaga possa diffondersi, la segretaria sanitaria del Malawi afferma che il suo paese è disposto a gestire la malattia. Ma, i porosi confini tra le nazioni africane stanno alimentando l’epidemia.

Il dottor Dan Namarika, primario funzionario della salute del Malawi, ha detto ai giornalisti che il suo paese sta lavorando insieme al vicino Mozambico per prepararsi al meglio per un possibile focolaio.

“Abbiamo preparati materiali per la prevenzione delle infezioni e gruppi pronti per essere attivati ​​se si dovesse verificare un innesco”, ha detto Namarika.

Oltre al Malawi, anche diversi altri paesi africani sono stati avvertiti che la peste potrebbe diffondersi attraverso i loro confini, tra cui il Sudafrica, la Tanzania, le Seychelles, Mauritius, Kenya, Mozambico, L’assemblea, Comore e Etiopia.

L’ultima volta che la peste si è verificata in Malawi è stato nel 2002, ma le nazioni africane occidentali hanno subito un importante focolaio di Ebola nel 2014.

Le organizzazioni globali della sanità stanno raccogliendo fondi per aiutare a combattere il focolaio, inclusa l’Organizzazione mondiale della sanità, che ha accettato di fornire 3,8 milioni di sterline (circa 5 milioni di dollari), anche se l’OMS sostiene che potrebbero essere necessari sei mesi per controllare la malattia.

Il particolare ceppo di peste che attraversa l’isola al largo della costa africana sud-orientale può essere debellato con gli antibiotici e l’OMS afferma che i suoi soldi andranno verso i medicinali, oltre al personale extra medico, disinfezione delle costruzioni e carburante per le ambulanze.

Ma i numeri di casi stanno aumentando rapidamente, alimentando tra alcuni la credenza che l’epidemia potrebbe fuoriuscire. I casi nel Madagascar sono saliti all’8 per cento in una sola settimana, nonostante gli scienziati lavorino instancabilmente per impedire la diffusione della malattia all’Africa continentale.

Un esperto sanitario, il Prof. Jimmy Whitworth, ha detto al DailyMail che l’attuale epidemia di peste è la “peggiore verificatosi in 50 anni o più”.

Per quanto riguarda l’inizio dell’epidemia, i funzionari sanitari dicono di essere perplessi. Detto questo, alcuni ritengono che sia stata causata dalla peste bubbonica che è comune negli altopiani remoti dell’isola africana. Se la malattia venisse sottovalutata e non trattata, la malattia potrebbe trasformarsi nella forma polmonare, che durante l’epidemia attuale è stata trovata finora in almeno due terzi dei casi documentati.

Come osserva la Daily Mail:

I ratti trasportano i batteri Yersinia pestis che causano la peste, che viene poi passata alle loro pulci.

Gli incendi forestali fanno scappare i ratti verso le comunità rurali, il che significa che i residenti sono a rischio di essere morsi e infettati. I rapporti sui media locali suggeriscono che vi è stato un aumento del numero di incendi nei boschi.

Se le vittime non vengono trattate con antibiotici, il ceppo si diffonderà nei polmoni e lì diventa molto più virulento nella forma polmonare. Una volta che succede, le vittime possono morire entro 24 ore. Inoltre, la malattia viene trasmessa facilmente attraverso starnuti, tosse o sputi. (Relazione informativa: l’aglio uccide la peste bubbonica e altre epidemie di malattie a base patogena)

Il Madagascar sperimenta episodi di peste regolarmente. Cominciano spesso a settembre, con circa 600 casi riportati annualmente.

Ma quest’anno, lo scoppio ha visto la malattia diffusa nelle due città più grandi dell’isola dell’Oceano Indiano, Antananarivo e Toamasina. Questo è significativo perché gli esperti della salute notano che la malattia può diffondersi in forma molto più ampia e molto più rapidamente nelle regioni densamente popolate.

La DailyStar riferisce che lo scoppio di peste nel Madagascar sta diventando così grave, che la polizia locale sta prendendo l’iniziativa e il controllo dei corpi per limitare la diffusione della malattia.

L’assistente dell’OMS Charlotte Ndiaye ha affermato: “Il problema che avete ora tra le comunità in Madagascar è che la maggior parte delle famiglie non vuole restituire il corpo”. “La polizia viene a prendere il corpo. È terribile. È davvero terribile”.

Esplora altre storie su focolai di malattie infettive su Outbreak.news.

Le fonti includono:

DailyStar.co.uk

DailyMail.co.uk

NaturalNews.com

Fonte: https://www.naturalnews.com/

Traduzione e adattamento: Nin.Gish.Zid.Da