Archivi tag: Wikipedia

Le mosse di YouTube contro i liberi pensatori

YouTube introduce la teoria del complotto per scomporre le informazioni sui video 

Di AaronKesel

YouTube ha annunciato un giro di vite sui video a tema della cospirazione, che presto mostreranno delle scatole informative di debunking che rimandano a Wikipedia e ad altre fonti, secondo quanto riportato da Yahoo News.

Alla luce delle recenti narrative basate sulla cospirazione dopo le sparatorie, con molti che sostengono pochi minuti dopo un evento in cui si è verificata una falsa bandiera, YouTube ha preso le misure nelle proprie mani.

L’amministratore delegato di YouTube, Susan Wojcicki, ha descritto in dettaglio cosa la società ha definito una “potenziale soluzione”. YouTube inizierà a visualizzare collegamenti a contenuti apparentemente basati sui fatti per combattere i video cospitazionistici.

Wojcicki ha annunciato il nuovo lungometraggio, che ha definito “spunti informativi”, durante un colloquio con il redattore capo WIRED Nicholas Thompson al South della conferenza Southwest ad Austin, in Texas.

Ecco come funzionerà la nuova casella informativa in base a WIRED: se un utente cerca e fa clic su un video di cospirazione su “inserisci argomento”, YouTube si collegherà ora a una pagina di Wikipedia che mirerà a smascherare la rivendicazione accanto al video.

Un video che mette in discussione se gli umani siano mai atterrati sulla luna potrebbe essere accompagnato dalla pagina ufficiale di Wikipedia sull’atterraggio dell’Apollo sulla Luna nel 1969. Wojcicki dice che la funzione includerà solo teorie cospirative che hanno “un dibattito significativo” sulla piattaforma.

“Il nostro obiettivo è quello di iniziare con una lista di cospirazioni in rete elencate su Internet dove c’è molta discussione attiva su YouTube”, ha detto Wojcicki a SXSW.

YouTube ha fatto in modo di chiarire che non stava vietando i video o diventando un arbitro della verità.

“Le persone possono ancora guardare i video, ma poi hanno accesso a ulteriori informazioni”, ha detto Wojcicki.

Per quanto riguarda l’utilizzo di Wikipedia, il sito può anche essere modificato da chiunque che ha avuto i suoi problemi di credibilità in passato.

Ironia della sorte, Activist Post ha riferito mesi fa che da quando Google si stava dirigendo verso i pensatori critici demonizzati come “teologi della cospirazione” che fanno domande difficili nelle sue linee guida per la classificazione, YouTube non darebbe molta importanza per seguire queste azioni.

Considerando che l’origine della parola “Teorico della cospirazione” viene dalla CIA, direi usando una parola dispregiativa per discutere di chi pensa sia pericoloso. Infatti, il più modernizzato, che è anche uscito direttamente dal playbookJTIRG rivelato dal rivelatore della NSA Edward Snowden.

La disinformazione sta affliggendo Internet, ma chi deve decidere cos’è e non è disinformazione? I lettori stessi ne hanno bisogno, perché il pensiero e l’opinione di polizia aprono le porte al Consiglio di verità e alla supervisione dell’informazione dove gli amministratori (i fornitori di verità) decidono ciò che è e non è un fatto. Cosa succede quando una di queste persone non approfondisce sufficientemente e semplicemente congeda qualcosa senza guardare le prove, a causa della mancanza di informazioni o di comprensione? Censura non solo delle idee ma anche delle persone nel loro insieme che vengono effettivamente rimosse dalla discussione.

Come discusso nell’ultimo articolo di questo reporter dal titolo “le Aspirazione di YouTube: la fine della libertà di espressione o il grande risveglio per le alternative?” – l’interrogatorio è sano; e come ha esposto la scrittrice Naomi Wolf, dovresti pensare prima che sia illegale farlo. “Non è più folle valutare gli eventi di notizie per vedere se sono reali o non reali”, ha affermato nel video qui sotto. Come la storia ha dimostrato attraverso documenti declassificati (il rovesciamento di Mossadegh), è trapelato ottenendolo diplomaticamente da WikiLeaks e riportato dal giornalista assassinato Michael Hastings che ha esposto la propaganda usata contro il Senato e il Congresso, “in tutto il mondo, è ben stabilito, il Dipartimento di Stato le agenzie di intelligence si impegnano nel teatro, ed è quello che fanno, è un sistema, creare spettacoli ed eventi che le persone potrebbero non realizzare sono spettacoli ed eventi … “, dice Naomi

Hastings ha denunciato l’uso della propaganda per entrare in Afghanistan nel suo rapporto dal titolo: “L’Afghanistan denuncia che il Pentagono non vuole che tu legga”. L’articolo riguardava una relazione del Pentagono non classificata. Il rapporto ha tolto il sudario al comando operativo degli psionici delle forze armate americane rivelando diverse tecniche che il gruppo utilizza nella guerra psicologica per manipolare il pubblico, incluso ma non limitato a false informazioni di intelligence, mancanza di informazioni e manipolazione dei social media, secondo il tenente colonnello Daniel Davis. Il calcio d’inizio è che non solo quelle tattiche erano usate contro il popolo americano, ma le tattiche erano usate contro i senatori.

È un fatto estremamente preoccupante che il Complesso Industriale Militare manipoli funzionari eletti con notizie false, specialmente considerando che la propaganda non è stata legalizzata in America fino al 2012. Una precedente legislazione era stata adottata per proteggere i cittadini durante le udienze del Comitato di Chiesa come parte di un serie di indagini sugli abusi dell’intelligence durante la metà degli anni ’70, modificata dalla Smith-Mundt Act. Smith-Mundt è stato abrogato nel 2012 da Obama, secondo quanto riportato da un Business Insider: “La NDAA legalizza l’uso della propaganda sul pubblico americano”.

Come dichiarò il senatore dell’Arkansas J. William Fulbright, VOA, Radio Free Europe e molti altri “dovrebbero avere l’opportunità di prendere il loro giusto posto nel cimitero delle reliquie della Guerra Fredda”. L’emendamento di Fulbright a Smith-Mundt fu rafforzato nel 1985 dal Nebraska Il senatore Edward Zorinsky, che sosteneva che tale “propaganda” doveva essere tenuta fuori dall’America per distinguere gli Stati Uniti “dall’Unione Sovietica, dove la propaganda domestica è una delle principali attività del governo”.

Questo è estremamente pericoloso; una prospettiva potrebbe vedere le cose in un modo diverso perché una persona ha acquisito informazioni, mentre l’altra manca di tali informazioni. Ad esempio, il governo degli Stati Uniti (in particolare la CIA) ha usato la propaganda documentata sul pubblico e usa la propaganda straniera contro altri paesi. Non è solo la CIA, anche i servizi di intelligence delle altre nazioni lo fanno.

Mentre una persona potrebbe sentirsi pazza (e letteralmente lo è) l’altra persona potrebbe conoscere la precedente esistenza di OperationMockingbird, che usava giornalisti impiegati dalla CIA per produrre storie false durante gli anni ’50 e ’70 della Guerra Fredda. Hanno anche finanziato organizzazioni studentesche e culturali e riviste come organizzazioni di facciata. Questa operazione della CIA divenne nota come Operazione Mockingbird ed è stata menzionata nella famigerata collezione CIA Family Jewels.

L’equivalente britannico di Operation Mockingbird era noto come Operation Mass Appeal. Secondo quanto riferito dall’ex ispettore capo delle armi dell’ONU Scott Ritter, è stato presumibilmente gestito dall’MI6 nel periodo 1997-98 ed ha esagerato sulle armi di distruzione di massa irachene. Questa affermazione fu ulteriormente esagerata anni dopo, nel 2003, quando il governo britannico di Downing St. produsse un falso promemoria della guerra in Iraq che era stato esposto sulla base di documenti accademici. È un’affermazione che non avrebbe mai visto la luce del giorno se non fosse stato per un medico di nome David Kelly, uno degli scienziati leader che ha definito il dossier iracheno una farsa. Kelly fu poi ritrovato nei boschi, e la sua morte rimane un mistero fino ad oggi.

Un altro esempio è il modo in cui i media nel loro complesso hanno ritratto un video che è stato fatto sulla Siria (noto come “il ragazzo eroe siriano”) passato come reale, ma in seguito è stato rivelato dai cineasti norvegesi per essere stato falsificato. Di conseguenza, i media hanno dovuto eseguire il backpetring della loro storia con le retrazioni.

Anni dopo, in un incidente non correlato, cinque persone sono state arrestate per aver usato bambini nei video di Aleppo, mostrando quanto sia pericoloso riportare qualsiasi informazione fuori dalla Siria, e quanto sia importante avere liberi pensatori indipendenti.

Forse un esempio migliore, e che non coinvolge la propaganda, che possono riguardare più persone è la situazione a Flint, nel Michigan, dove l’acqua è stata avvelenata a causa di negligenza con il tentativo di essere coperta dal governo locale. YouTube come mezzo ha permesso a quei cittadini di avere voce e mostrare la noncuranza dei loro funzionari governativi. Inoltre, il governo ha persino rimosso il potere dei cittadini di citare in giudizio lo stato del Michigan per la principale contaminazione delle sue riserve idriche.

Per un momento immagina che questo sia stato definito falso; queste persone sarebbero state ignorate molto più di quanto non fossero dai media nazionali tradizionali.

Poi c’è l’irrorazione di sostanze chimiche cancerogene sui residenti degli Stati Uniti ignari e in Canada dall’Esercito durante l’operazione DEW e Operation Large Area Coverage (LAC) durante la Guerra Fredda in test legati ad armi contenenti ingredienti radioattivi destinati ad attaccare l’Unione Sovietica. Il che, sinceramente, sembra assolutamente fastidioso; ma se studi la storia, vedrai che questo è il minimo che è stato fatto durante quel periodo di tempo, cioè il famigerato programma conosciuto come Progetto MKUltra. Durante quel programma segreto, le persone di quei posti sono state testate con vari esperimenti, molte volte contro la loro volontà.

Quindi, per dire che YouTube si collegherà a una fonte che può essere modificata da chiunque e rivendicarla come la base morale della “verità” è una follia.

Per ora, per lo meno, possiamo essere grati che YouTube affermi che non escluderà completamente tutti i contenuti che designa come teoria della cospirazione (ancora), nonostante la recente epurazione di dozzine e dozzine di account collegati alla libertà di parola e pensiero libero. Ci sono anche sempre alternative come DTube, BitChute e molti altri per il caricamento di contenuti. Abbiamo bisogno di chiederci se YouTube rimuova la libertà di espressione o il grande risveglio per le alternative?

Le mosse di YouTube contro i liberi pensatori potrebbero ritorcersi contro la società in modo piuttosto grave perché la verità è più strana della finzione. Sebbene questo scrittore possa essere d’accordo con YouTube sul fatto che il mondo sia uno sferoide, decisamente non piatto o completamente tondo, è importante avere libero pensiero e parola libera. Anche se questo significa che devo condividere il pianeta con altri che pensano a diversi pianeti-terrestri o persone che credono che ogni folle corsa all’omicidio sia un falso attacco di bandiera (qualcuno potrebbe esserlo perché l’Operazione Northwoods contro Cuba e un memoriale suggerisce un attacco di falsa bandiera contro la Russia durante la Guerra Fredda che usa i civili come carne da macello, quindi non è così folle da suggerire).

I rapidi cambiamenti a cui stiamo assistendo con i principali motori sulla percezione di Internet hanno attirato l’attenzione di uno degli inventori del World Wide Web, Tim Berners-Lee. Ha osservato in una lettera aperta che “Quello che una volta era una ricca selezione di blog e siti web è stato compresso sotto il potente peso di poche piattaforme dominanti”. Vogliamo davvero che quelle piattaforme dominanti ci dicano la loro versione esclusiva della verità?

Fonte: https://www.activistpost.com/

®wld

DNA: riflessioni sul codice del software

Il DNA Spazzatura … e la coscienza umana

Una lettura per il fine settimana:

Il DNA spazzatura? O la rivelazione della Fonte della nostra mente e della nostra intelligenza? Avete pensato a fondo alle ultime scoperte della genetica?

DUF1220 – “DUF” significa un dominio (proteina) di funzione sconosciuta – presumibilmente “DNA spazzatura”. Quest’ultimo però sembra essere ciò che ci distingue come “esseri umani” e può corrispondere a una maggiore funzionalità del cervello.

In effetti abbiamo il doppio della quantità di repliche (copie) di questa proteina quale risultato delle istruzioni (codici) del nostro genoma rispetto al nostro parente genetico più vicino: lo scimpanzé.

Sembra che sia in relazione con la crescita di certe parti del cervello – e – probabilmente con le reti neuronali più sofisticate.

Secondo Wikipedia:
“DUF1220 es un dominio de proteina de función desconocida que muestra un sorprendente aumento específico de linaje humano (HLS) incrementado en número de copias y pudiera ser importante para la evolución del cerebro humano.”

Il numero di copie di dominio DUF1220 aumenta generalmente come una funzione di una specie di prossimità evolutiva agli esseri umani.

Il numero di copie di DUF1220 è più alta negli esseri umani (più di 270, con alcune variazioni da persona a persona) e si vede l’incremento dell’HLS più grande nel numero di copie (un aggiunta di 160 copie) di qualsiasi regione codificata del genoma umano. Il numero di copie DUF1220 è ridotto nelle grandi scimmie africane (stimato su 125 esemplari degli scimpanzé), più ridotto negli orangutan (92) e nelle scimmie del Vecchio Mondo (35) di una o un numero basso di copie nei mammiferi che non sono primati e assente nei mammiferi”.

“Funzione sconosciuta” può essere un altro modo di dire “DNA spazzatura” – il DNA che non è considerato, che la scienza attuale non considera, ma è chiaramente il “codice software” che ci distingue dagli altri primati in termini di intelligenza – non è spazzatura.

Wikipedia continua con questa pepita d’oro:

“I domini DUF1220 sono approssimativamente 65 aminoacidi in longitudine e sono codificati da un doppione di esoni. Nel genoma umano DUF1220, le sequenze si trovano principalmente nel cromosoma 1 nella regione 1q21.1-q21.2, con varie copie anche se se ne trovano nel 1p36, 1p13.3 y 1p12.

Le sequenze che codificano domini DUF1220 mostrano segni di selezione positiva, specialmente nei primati, e si trovano in diversi tessuti umani, compreso il cervello, e la loro espressione si limita ai neuroni”. Il significato sembrerebbe che abbiamo identificato delle aree specifiche del nostro codice del DNA (regioni di cromosomi specifici) che daranno la crescita delle funzioni superiori del cervello.

E già che siamo sulla soglia dell’essere capaci di scrivere il nostro codice del DNA, diciamo che questo ha enormi implicazioni per il nostro futuro come specie.

Il problema è che che questa linea di ricerca è diventata in un recente passato proprietà di filosofie che l’hanno utilizzata per giustificare il genocidio e la eugenetica.

Riportiamo ancora quanto questo blogger esprime a riguardo:

“Pero almeno stiamo incontrando alcune delle risposte alle nostre domande. Fino a che permettiamo che la nostra scienza sia traviata da un falso senso di correzione politica, dobbiamo eventualmente ottenere un’immagine alquanto chiara di come si evolveranno i cervelli più grandi e più intelligenti.

Però c’è un altro aspetto in gran parte ignorato da questa scoperta.

Da dove e da chi nasce tutto questo?

In primo luogo come e perché le nostre copie di questa “linea di codice” in particolare, si duplicano solo con la nostra evoluzione? Lo si può attribuire alla mutazione o al caso?

E forse è ancora più importante – questo è un codice che nessun essere umano ha scritto agli inizi – non come Microsoft Word o Photoshop che è stato scritto per programmatori umani.

Ovviamente, questo frammento di “software” ha una intenzione e un significato – in realtà ha creato la capacità di un cervello per scrivere il codice di Microsoft Word o Photoshop!

Ci sono varie maniere per arrivarci. La scienza moderna, dice solo che questo è il risultato della “selezione naturale” e della “evoluzione”.

Però, è ragionevole pensare che gli organismi unicellulari col trascorrere degli eoni di tempo hanno creato questo livello di funzionalità senza l’intervento di un’intelligenza?

Sappiamo che il “codice genetico opera come un software.”

E sappiamo che il software che abbiamo creato – programmi come Photoshop o Word – non “evolvono” a caso. Sono il risultato della pianificazione, dello sviluppo e della sforzo cosciente.

In mancanza di una parola migliore diciamo che “furono disegnati”.

Una cascata non arriverà mai ad essere intelligente. Una nube di vapore nemmeno, solo un organismo vivo che è Consapevole può forse arrivare ad essere intelligente. (questo non è un argomento per la teoria fondamentalista del Disegno Intelligente che è solo un’altra proiezione dei nostri modelli antropomorfi del pensiero umano).

E’ solo riconoscere i diversi livelli di “essere”. La mente deve essere vista come quello che è – una “dimensione” diversa dalla materia. 

Intervento Alieno?

Altri ci hanno fatto fare il grande salto, visto che sul pianeta ci sono monumenti che non possiamo spiegare, una forma superiore di vita (extraterrestre) ha deliberatamente manipolato il nostro genoma, come noi stiamo iniziando a fare con altre forme di vita ed “ha aggiornato” la nostra intelligenza con un salto qualitativo che ci ha fatto passare dalla scimmia all’essere umano.

Mentre questo è plausibile a molti livelli, non c’è una diretta evidenza di tutto questo.

E arriva la domanda:
Dove e come si evolvono questi “alieni”?

L’UNICA evidenza diretta che questo esiste – adesso SAPPIAMO che qualcosa di simile al software che adesso creano gli esseri umani, sta in funzione nel nostro essere organico.

Il ruolo della Coscienza

Se “ribaltiamo” l’idea che la coscienza è “creata” dal cervello e invece ci apriamo alla possibilità che il nostro cervello è un recettore della coscienza, allora possiamo iniziare a comprendere una realtà totalmente diversa,- tutto l’universo( di cui conosciamo una piccola parte attraverso la nostra capacità sensoriale limitata) è immensamente intelligente.

Naturalmente, questo ha profonde implicazioni per il nostro ego personale, come hanno segnalato i capi del pensiero tipo Eckhart Tolle.

Il pensiero in sé – la sua origine e il suo significato – è sottoposto ad uno scrutinio maggiore per la sua relazione con una realtà che è aldilà della capacità del pensiero stesso di comprendere totalmente; prendiamo solo la nozione di infinito – che è una parola che usiamo per descrivere l’insondabile, ma che non ha un vero “significato” – adesso sì che la nozione dell’infinito inizia ad avere un senso…

Infinito si collegherebbe in qualche modo alla Fonte del livello di significato e di intelligenza in cui ci troviamo.

Anche la nostra cosmologia si aprirebbe enormemente. Con la supremazia dell’intelletto e della mente che è evidente adesso, potremmo iniziare a intuire ciò che rappresentano realmente “le dimensioni” – i livelli di prontezza mentale che si aprono per noi solo quando si raggiunge un certo livello dell’essere (filologicamente, psicologicamente e chimicamente)

Così ci renderemmo conto delle esperienze di Percezione Extrasensoriale (PES), delle droghe, delle vite passate, delle realtà sulla morte e di ogni altro tipo di realtà mentali che la nostra scienza materiale non può iniziare ad approcciare.

Come afferma Eckhart Tolle:
“La morte non è il contrario della vita, la nascita è il contrario della morte. Nascita e morte sono parte di un’inconcepibile realtà  intelligente che sperimentiamo come Vita.” Questo significa che come specie, non dobbiamo continuare con le nostre scoperte in quest’area e e iniziare ad affettare la nostra evoluzione? Affrontiamolo – il genio è uscito dalla lampada.

Io direi che è imperativo farlo – ma farlo coscientemente con profonda reverenza per i livelli più elevati di significato e  intelligenza che in ultima istanza andremo a incontrare. E’ per questo che gli antichi fusero la scienza con il Sacro – perché era necessario che ci fosse una profonda relazione tra donare se stessi e umiltà di fronte a questo.
Ogni nostra Toda nuestra noción de un “dominio” sobre la vida debe ser visto como sin sentido, junto con todos los otros símbolos de nuestra “comprensión” conceptual de una realidad que no puede ser “explicada” en nuestros propios términos humanos.

Dobbiamo cambiare la nostra forma di vedere

Questo significa che dobbiamo smettere di costruire, crescere ed evolvere? Assolutamente no, questa è la nostra forma di essere.

Potrebbe, però, significare, tanto per cominciare, che iniziamo ad osservare con con rispetto che le relazioni con piante, api, ambiente e mezzi che abbiamo cercato di “dominare”, funzionano secondo principi più elevati e secondo delle leggi.

Questi principi, poi, non sono “ad personam” – se noi ci estingueremo come specie” non vuol dire che qualcosa è andato storto – l’universo snello nella sua infinita intelligenza continuerà senza di noi. Ne consegue che dovremmo lasciar perdere i presupposti concettuali, scientifici e religiosi che ci hanno portato a uno stato di mancanza di armonia con l’ordine naturale intelligente dal quale ci “evolviamo”.

Guardando la nostra mente come “un lavoro in progressione” e non l’essere e il fine di ogni evoluzione, potremmo iniziare a porci questioni su tutto – incluso sulla veridicità e il significato dei nostri pensieri – che a questo punto è stata l’unica Mente che forse abbiamo conosciuto.

In sua vece, dopo un esame più attento, dobbiamo comprendere che non siamo altro che una piccola frazione di tutto ciò che esiste, di un’intelligenza che codifica i geni, allo stesso modo in cui abbiamo codificato la nostra intelligenza nei computer.

Al livello attuale in cui ci troviamo non possiamo iniziare a comprendere questa intelligenza – è per questo che molti di noi “l’adorano”.

Solo perché la vita si sta esprimendo con un livello di benessere e di intelligenza più elevata di quella che possiamo comprendere oggi, non significa che dobbiamo accettare solo di “non sapere” arrendendoci totalmente.

Significa che dobbiamo studiare ciò che realmente significa “sapere” e forse come ha detto T.S. Elliot, possiamo tornare al presente e iniziare veramente a sapere come la prima volta.

di Tom Bunzel 13 ottobre 2014
dal Sito Web Collective Evolution
traduzione di Nicoletta Marino
Versione originale in inglese 
Versione in spagnolo 

wlady

“Fermateli prima che sia troppo tardi”

Vedi cosa ci hanno tolto? Chi glielo ha permesso? 

“2022 I Sopravvissuti” è un film di fantascienza del 1973 di Richard Fleischer tratto dal romanzo di Harry Harrison, con l’interpretazione magistrale di Edward G. Robinson e Charlton Heston. Possiamo dopo 42 anni dall’uscita della pellicola, collocare questa ipotesi non tanto peregrina nell’attuale era in cui viviamo. Ci sono quasi tutti i film dell’epoca in rete, ma questo solo qualche spezzone o per chi è interessato a visionarlo (nonostante quasi mezzo secolo) può averlo solo a pagamento.

Così è l’introduzione di Wikipedia:

2022: i sopravvissuti è un film di fantascienza del 1973 per la regia di Richard Fleischer. È tratto dal romanzo distopico di Harry Harrison, Largo! Largo! del 1966 e ispirato a una ricerca fatta dal Massachusetts Institute of Technology su richiesta del Club di Roma (fondato quattro anni prima dall’italiano Aurelio Peccei, assieme a premi Nobel, leader politici e intellettuali), i risultati della quale furono pubblicati nel libro Rapporto sui limiti dello sviluppo (The Limits to Growth, 1972)[1] che costituì il primo studio scientifico[2] a documentare l’insorgere della questione ambientale in termini globali.

È l’ultimo film in cui recita Edward G. Robinson, che morì di cancro nel gennaio del 1973.

Una cosa che non va sottovalutata in questa presentazione di Wikipedia è il coinvolgimento del “Club di Roma” nella questione ambientale.

Ma andiamo avanti con la missione del Club di Roma” sempre da Wikipedia:  

“La sua missione è di agire come catalizzatore dei cambiamenti globali, individuando i principali problemi che l’umanità si troverà ad affrontare, analizzandoli in un contesto mondiale e ricercando soluzioni alternative nei diversi scenari possibili. In altre parole, il Club di Roma intende essere una sorta di cenacolo di pensatori dediti ad analizzare i cambiamenti della società contemporanea.”

La trama del film è in questi termini (nota bene che va preso in seria considerazione il periodo in cui è stato pensato tutto questo, quasi mezzo secolo fa):  

«Nell’ipotesi che l’attuale linea di sviluppo continui inalterata nei cinque settori fondamentali (popolazione, industrializzazione, inquinamento, produzione di alimenti, consumo delle risorse naturali) l’umanità è destinata a raggiungere i limiti naturali dello sviluppo entro i prossimi cento anni.» (Donella Meadows, Fondazione Rockefeller.)”

“Anno 2022: la Terra è devastata dall’inquinamento e dalla sovrappopolazione. La natura incontaminata non esiste praticamente più e il clima è stravolto in senso torrido. Le stagioni si sono ridotte a una perenne estate che dura tutto l’anno, con anche 32º di temperatura all’ombra. New York City, dove si svolge la storia, è un formicaio di 40 milioni di abitanti pressati in fatiscenti condomini, il dominio tecnologico e il consumismo sono tramontati perché gli oggetti che hanno prodotto stanno cadendo a pezzi, per mancanza di ricambi; manca pure la corrente elettrica, per la crisi energetica causata dalla mancanza di petrolio; il cibo e l’acqua sono razionati.”

Conoscete bene questo scenario che si sta delineando in questi tempi, il 2022 o “2025 possedere il tempo come moltiplicatore di forza” non sono così molto lontani da noi, dove per alimentarci dovremo ricorrere (come riportato nel film) al Soylent prodotto con i cadaveri di chi ha deciso (sopprimendosi volontariamente) di morire.

Leggendo in rete i vari scenari che si stanno delineando sull’umanità, non ho potuto fare a meno di risalire nel tempo a quando (allora) la fantascienza era relegata ad una mera nicchia del mercato del divertimento ben orchestrato dalla compagine Hollywoodiana. 

Sembra che ora questi scenari catastrofici stiano accelerando; i quattro elementi fondamentali per la vita così come la conosciamo si sono alterati notevolmente: il mare e gli oceani sono in grave sofferenza dove si sta estinguendo la fauna ittica, la Terra sta mutando si sta desertificando, anche in paesi e nazioni che non lo si sospettava, un esempio è l’Amazzonia che comprende nove nazioni dell’America Latina, l’aria, a causa della geo-ingegneria per contenere la CO2, fa più danni che benefici, rendendo il terreno coltivabile sterile, avvelenando vegetazione e animali comprese le nostre alleate api; gli umani si ammalano di nuove patologie un tempo sconosciute.

Un’altra piaga in questi tempi che ci sta affliggendo è la transumanza degli esseri umani come se fossero dei veri ovini, caprini, bovini che dalla valle salgono all’alpeggio, solo che non sono animali, sono esseri umani cinicamente sloggiati, sradicati e sacrificati, togliendoli dal loro abitat naturale per interessi geopolitici, economici, guerre eterodirette pensate a tavolino da parte della élite che si nasconde dietro tante note sigle umanitarie, ecco alcuni link molto interessanti; “Le migrazioni di massa e l’ente miliardario che le “promuove” (Oim) NON SENTITE IL BISOGNO DI 120 MILIONI DI IMMIGRATI? http://www.ecplanet.com/node/4751 giusto per citarne alcuni.

Questo è un mio commento fatto sul blog “Stampa Libera”:

Il vero problema non sono gli immigrati che in tutto il mondo hanno sempre fatto le transumanze (noi stessi le abbiamo fatte in passato e continuiamo a farlo), il vero problema dicevo, è volere legare il lavoro alla massa di emigranti, perché noi demograficamente per molteplici motivi, inquinamento, infertilità dovuta all’avvelenamento dell’aria, dell’acqua e dei cibi, e diciamolo pure anche economica non facciamo più figli.

Il lavoro ci è stato inculcato come sistema per poter vivere e autofinanziarci nel consumismo sfrenato. Adesso parlano (ipocritamente) di decrescita, continuando a parlare di lavoro. Basterebbero solo tre ore al giorno, la tecnologia e le macchine ce lo permettono, ma no’ ci ci vogliono schiavi legati ad amenità di nessuna importanza, produrre, produrre, produrre, per avere un sostentamento minimo alla sopravvivenza e (come dice l’articolo) lavorare fino a 77 anni. l’ONU ci racconta molte balle, i politici (tutti), ci raccontano balle, la stessa chiesa ci prende in giro.

Oggi possiamo vivere tutti, in tutto il mondo senza combattere fare guerre, alimentarci, vestirci e nutrirsi con quello che Gaia ha sempre fatto in milioni di anni, debellare malattie, percorrendo questo nuovo millennio come una nuova età dell’oro.

Questo genocidio infinito è voluto dalla Confraternita che ha sempre odiato l’essere umano, sono passati attraverso i secoli, passandosi il testimone; una Cabala luciferina (non nel senso di luce) malefica, sadica, di demiurghi oscuri che hanno creato con il supporto degli umani gli imperi di terrore che hanno dilaniato il mondo, imperi che sono caduti per dare spazio ad altri imperi che a sua volta sono caduti a causa di guerre, genocidi, omicidi, stragi, volti sempre a dilaniare e sopprimere l’umanità in nome del “dio” emergente; tutto è iniziato la prima volta con l’arma del Diluvio. 

Ebbene smettiamola di guardare il nostro telefonino, alla veicolata televisione, i film Hollywoodiani che sono le loro profetiche armi raffinate come il film che ben ci illumina di quello che 43 anni dopo sembra avverarsi, oltre alla scuola che oggi vogliono far diventare gender. “Sii tu il cambiamento che vuoi vedere nel mondo” così scriveva Mohandas Karamchand Gandhi; nessuno meglio di te sa che ti stanno mentendo e, ricordati che tutti gli imperi sono sempre caduti inesorabilmente, da Babilonia fino ai giorno nostri.

Il film che vi consiglio di vedere, finisce con questa frase urlata:  

“Fermiamoli prima che sia troppo tardi” 

wlady