Archivi tag: USA

L’energia gratuita di Tesla

La Russia vuole la freenergy andando contro gli interessi Usa

di Eduardo Capuano

Lo sai perché gli Usa vogliono fermare Putin? Perché vuole produrre elettricità gratis! ECCO COME. Gli usa vogliono fermare la Russia per evitare il crollo del petrolio. I russi stanno investendo su Tesla, tecnologia per produrre elettricità gratis via etere.

Gli usa vogliono fermare la Russia per evitare il crollo del petrolio.I russi stanno investendo su Tesla,tecnologia per produrre elettricità gratis via etere.

“SE VOGLIAMO ESSERE LIBERI dobbiamo ottenere la Free Energy di Tesla”. Così la pensano i russi. Essa potrebbe permettere la distribuzione di energia elettrica a costo zero, senza uso di cavi e accessibile a tutti sul pianeta.

Negli ultimi 20 anni gli Stati Uniti hanno distrutto mediamente 1 nazione intera ogni 2 anni, per mantenere il proprio potere basato su petrolio e dollari.

La Russia di Putin sta investendo sulla tecnologia Tesla per realizzarla, permetterebbe la distribuzione di energia elettrica senza limitazioni. MAGGIORI INFORMAZIONI

Gli Stati Uniti stanno cercando di fermare la Russia per evitare il crollo del loro impero coloniale e industriale basato sul petrolio e quindi sul sistema monetario del dollaro, valuta monetaria con cui oggi avvengono la maggior parte dei pagamenti per l’acquisto di petrolio nel mondo e su cui si basa la dittatura bancaria moderna (che si è sostituita alla sovranità degli stati nazionali).

Crollando il sistema energetico del petrolio, in poco tempo finirà il flusso di dollari che oggi alimenta le industrie d’armi americane, e quindi finirà anche la continua serie di guerre provocate, alimentate e volute dagli Stati Uniti.

CAPITO ORA PERCHÉ GLI USA DETESTANO I RUSSI?

Chissà, forse il condizionale non sarebbe qui servito se laWardenclyffe Tower del geniale scienziato serbo Nikola Tesla, costruita all’inizio del XX secolo (nella foto sopra), avesse portato alla creazione di un sistema efficace di trasmissione e di produzione di energia elettrica libera in tutto il mondo. Quello che successe cent’anni addietro è tuttora avvolto dal mistero.

Si sono conservate soltanto le impressioni prodotte su abitanti locali e su giornalisti dallo splendore celeste “per migliaia di miglia” causato dalla Torre di Tesla. Recentemente i giovani fisici russi Serghej e Leonid Plekhanov, dopo aver studiato scrupolosamente i diari e i brevetti dello scienziato, hanno deciso di rianimare il progetto di trasmissione di energia senza fili. Hanno persino raccolto mediante internet una somma rilevante per la costruzione della propria Torre. Nell’intervista a “La Voce della Russia” Leonid Plekhanov ha raccontato dei principi di funzionamento della nuova Torre:

– Intendiamo iniziare la costruzione della torre quest’autunno a 400 chilometri a nord da Mosca. Non vogliamo creare “una grande e bella cosa” per fare delle misurazioni. Il nostro approccio è quello scientifico. Condurremo ricerche in diverse condizioni meteorologiche, tenendo conto dei vari fattori. Poi questi risultati devono essere ricevuti e confermati dalla comunità scientifica. Ciò può impiegare anni, ma è importante almeno avviare il dialogo.

– Quante torri dovranno essere costruite? Sarà una rete come quella realizzata un tempo per il telegrafo ottico? Cosa può servire da fonte originaria di energia? Pile solari in deserti?

– Anche se parliamo di trasmissione senza fili, in realtà serve da “filo” la terra, il che garantisce un alto rendimento. Nel nostro caso basterà una sola torre per creare onde nel suolo di tutto il pianeta. Per quanto riguarda le fonti, è stato calcolato che la quantità di energia solare che arriva in sei ore sulla superficie di tutti i deserti del pianeta è sufficiente per rifornire per un anno di energia tutto il pianeta. Ovviamente, questo progetto è dispendioso, ma nessuno si prefigge di cambiare in un giorno tutto il sistema azionando un interruttore. Le fonti sono numerose, sia tradizionali che alternative. Il problema principale è il trasporto dell’energia fino ai centri di consumo senza la costruzione delle reti che richiedono spese ingenti.

– Perché l’industriale americano John Morgan, che all’inizio sponsorizzò il progetto di Tesla, cessò alla fine il suo finanziamento? Capì che se fosse apparsa energia libera, sarebbe arrivata l’epoca del benessere generale e non sarebbe rimasto più nessuno cui inviare le bollette?

– Tesla scrisse nel suo diario che Morgan aveva adempiuto tutti i suoi obblighi, ma il suo progetto era troppo progredito per quell’epoca. Il progetto sarebbe stato ripetuto con un successo trionfale, ma allora il mondo non era ancora pronto ad accettarlo. La trasmissione di energia senza fili è un progetto delicato in quanto coinvolge tutto il pianeta. Quindi i paesi leader dovranno accordarsi. È una questione da risolvere. In ogni caso bisogna seguire la strada dell’evoluzione, anziché quella rivoluzionaria.

– Vi rendete conto di correre il rischio di attirare su di voi l’ira, ad esempio, dei magnati del petrolio e delle maggiori compagnie dell’energia?

– Una decina d’anni fa si diceva che i giganti petroliferi non avrebbero permesso alle elettromobili di uscire sul mercato. Ma vediamo che questo settore è adesso in ascesa. Qui può sorgere una situazione simile. Per la nostra tecnologia può esistere un ottimo business driver, ossia le stesse elettromobili per le quali possono essere costruiti tanti distributori quanti ci vogliono in quanto non sarà necessario posare cavi.

– Su un portale scientifico uno scettico vi chiede: come mai è successo così che in oltre cent’anni nessuno abbia capito come costruire la Torre di Tesla?

– I motivi possono essere più di uno. Attualmente, se vieni in qualsiasi comunità scientifica e dici di disporre della teoria del funzionamento della Torre, ti risponderanno subito: grazie, arrivederci, non devi pensare di essere più intelligente di 300 accademici e dottori in scienze. Inoltre, nell’ultimo decennio si è profilata la tendenza che definirei “una specializzazione ristretta degli scienziati”. Per ricerche di carattere ristretto vengono concessi grant. Ma la Torre abbina vari indirizzi della fisica, per tale progetto ci vogliono persone appassionate. Riteniamo che ciascuno abbia diritto di difendere la propria teoria se, certo, la stessa è convalidata da prove.

– Nei vostri lavori affermate che la teoria di Tesla quadra al 100% con la fisica classica. Ed intanto si diceva che ciò è antiscientifico, che è ciarlataneria…

– Tesla non seguiva l’alveo della fisica del suo tempo. Era, in generale, una persona strana. Per interessare la gente doveva a volte ricorrere a serie azioni pubblicitarie. Questo è il motivo dell’apparizione dell’aureola mistica attorno al lavoro dello scienziato. Da qui i discorsi di tutti questi freak scientifici che non capiscono niente di fisica ma attribuiscono a Tesla le teorie del complotto secondo cui, ad esempio, lo scienziato avrebbe provocato la caduta del meteorite di Tunguzka. Inoltre, Tesla era un pratico e non era mai troppo scrupoloso nelle questioni teoriche. Ma se leggi i suoi lavori essendo armato di concezioni scientifiche moderne i suoi elaborati cominciano ad acquistare senso. Non si deve dimenticare che, grosso modo, tutte le cose elettriche nella nostra vita sono apparse grazie alle invenzioni di Tesla

Autore: Gerardo / Fonte: italianosveglia.com

http://www.ecplanet.com/node/4940 

Articoli correlati:

NIKOLA TESLA, UN GENIO DIMENTICATO
“telegeodinamica”

“artigli che si uniscono”

In Europa bisogna stare con Renzi, o italioti

di Maurizio Blondet

Premessa:

Sono molte le cose che non condivido dell’attuale governo italiano, ma condivido pienamente l’articolo che qui sotto viene esposto da Maurizio Blondet.

L’intervento che ha fatto il nostro presidente del consiglio alla UE, sulla infrazione che l’Italia avrebbe fatto nei confronti dei migranti per non rilevare le impronte digitali è puerile se non addirittura offensiva nei nostri confronti, e badate bene, nei confronti di tutti noi italiani.

Con i giochetti che i vari burattinai hanno messo le mani sul nostro paese ci hanno portati non all’austerità, ma decisamente all’indigenza di milioni di persone, in tutti i settori della vita, salute, economia ecc. Sanno come prenderci per i fondelli deridendoci, lo abbiamo visto con (l’ultimo vero statista italiano), Craxi, sappiamo tutti da molto che il dividi e impera è un buon viatico per creare fazioni avverse tra la popolazione e, “loro” lo esercitano molto bene.

Nessuno si è mai domandato perché Craxi è stato fatto fuori dalla magistratura italiana, (queste sono due ipotesi: Ipotesi 1 Ipotesi 2) non certo per disonestà, in quel periodo tutti da destra e sinistra facevano i loro affari come è sempre stato in Italia, non è una novità, il motivo è molto più truculento e va ricercato nello sgarbo fatto agli yankee in quel di Sigonella (fate una ricerca e andatevelo a leggere), così “l’ultimo statista vero” è stato cacciato con disonore, (lanciandogli anche le monetine), costretto all’esilio in terra straniera.

Poi, è arrivato il Berlusca con tutti i suoi difetti e addentellati, amico di Putin, amico di Gheddafi. Gli interessi italiani (perché erano nostri interessi di tutti noi non va dimenticato) sull’energia (gas petrolio), davano molto fastidio (come ha dato a suo tempo fastidio Mattei ed eliminato fisicamente) al triunvirato Francia, Inghilterra, USA e anche alla Germania che adesso fa i suoi affari prevaricando l’embargo imposto dagli yankee. 

Tutti contenti che il Berlusca sia stato costretto a lasciare, (pena la distruzione delle sue aziende in borsa) e tutti pronti ad andare addosso all’untore di turno (noi italiani siamo fatti così, facili da strumentalizzare).

Sappiamo cosa è arrivato dopo … “il castigamatti” Dragone che a messo in difficoltà (compresi suicidi di imprenditori dignitosi) migliaia di famiglie; massimi livelli di disoccupazione, esodati destinati (ancora oggi) ad un limbo interminabile. Colpa nostra? Sì colpa nostra! Perché con la paura di fallire gli abbiamo “concesso cessioni di sovranità“.

Tre governi si sono succeduti e senza essere mai stati eletti dal popolo; ora abbiamo un governo, nella figura del suo leader M.R. anche lui non eletto, ma solo per grazia ricevuta, è stato fulminato sulla via di Damasco, parlando chiaro alla UE, buono o cattivo che sia il premier, in questa sua presa di posizione verso la Comunità Europea, va sostenuto e non demonizzato, perché sono sicuro che tra non molto le ingerenze politiche estere faranno in modo di cacciarlo come è stato fatto per gli altri e, quello che lo sostituirà, sarà ancora peggio.

Difficilmente mi cimento nella politica e non sono nemmeno uno scrittore provetto (prevalentemente copio e incollo articoli di mio gradimento raccolti nel web) ma, come me penso siano tanti altri che leggono nel web e questo articolo di Maurizio Blondet merita di essere letto, auspicando un risveglio delle menti ormai atrofizzate degli italiani da molto tempo. wlady.

*********************************    

Un giornalista idiota ha goduto pubblicamente, sul suo giornale, di come la Merkel ha umiliato e deriso Matteo Renzi “il parolaio”. Mettendone in rilievo il fatto che Renzi in Europa non conta nulla, non lo invitano ai pre-vertici, ci minacciano di infrazione europea perché non abbiamo preso le impronte ai clandestini, eccetera.

Ora, lo so che sono prediche inutili. Ma se in Europa Renzi non conta nulla, è colpa di noi italioti. Non è Renzi; è l’Italia a non contare nulla, perché è divisa e proclama di avere schifo dei suoi leader, e pronta a dargli torto e sbranarli, al minimo segnale che venga da Berlino, Washington, Bruxelles.

Gli stranieri sanno che possono fare qualunque cosa, contro il nostro governo di turno, e trovare in Italia una parte, magari grossa, che applaude – per odio al governante di turno. E’ successo con Berlusconi: lo hanno addirittura mandato via e sostituito con un uomo loro, facendoci per giunta pagare miliardi perché, per cacciare Berlusconi, ci hanno fatto espandere lo spread di 500 punti.

Berlusconi è un pirla, e da pirla s’è lasciato cacciare; ma l’insulto, la diminuzione e l’umiliazione, l’abbiamo subita – e pagata – tutti noi. Metà di noi, pure scodinzolando, e prestandosi al golpe. Dovevamo difendere tutti insieme non Berlusconi, ma la violazione del diritto, della democrazia contro l’ingerenza straniera più offensiva. Non l’abbiamo fatto. 

Gli stranieri non dimenticano, e ce lo fanno continuamente pagare. Ci hanno fatto versare 125 miliardi al Fondo di Stabilità, la Germania se n’è servita ampiamente prendendosene 418 per salvare le sue banche, la Francia da sola se n’è accaparrata 128 – e desso a noi negano il diritto di salvare le banchette. E metà di noi godono, la maggior parte dei nostri media applaudono, perché ciò inguaia la ministra Boschi, “l’amante di Renzi” – ma vergognatevi, italioti..

Lo so che è una predica inutile. Siamo il paese che da secoli chiama lo straniero sul suo territorio, perché distrugga la fazione avversa. Però ci provo. Vi siete accorti che giornali prima favorevoli o rispettosi, cominciano a trattare Renzi come hanno trattato Berlusconi? E’ che dall’estero hanno dato l’ordine di linciaggio – perché Renzi dice cose che l’Europa non vuol sentire. Prima, Renzi piaceva alla Merkel; adeso non piace più. Ed è stata avviato il tritacarne dell’italiota.

La Nuova EuropaLa Nuova Europa

Riusciamo ad essere tutti d’accordo, anche la cosiddetta opposizione, sui punti in cui Renzi ha ragione di fonte alla oligarchia d’Europa?

Ha ragione a dire “surreale” l’apertura di una infrazione contro di noi per come non abbiamo registrato i profughi. Con queste scuse, la UE i profughi continua ad accollarceli sul gobbo, e non se ne prende che 160.

Ci obbliga a mantenerli a 30 euro al giorno, che non ci rifonde. La Merkel, che ha provocato ed aggravato l’ondata immigratoria, non ha alcuna fretta di risolvere il problema: “Ci sono problemi che noi europei abbiamo avuto bisogno di dieci anni per risolvere, e qui sono passati solo cinque mesi”.

“Ci sono un partito e un leader che controllano l’Europa in modo inaccettabile”, ha detto Renzi a preventive dei socialisti. Siete d’accordo che ha ragione? Allora sostenetelo, italioti.

La nuoa sede NATO a Bruxelles: atigli che si uniscono.

La nuova sede NATO a Bruxelles: artigli che si uniscono.

Renzi ha ragione: con la sua imposizione dell’austerità, Berlino ha trasformato la recessione in depressione profonda, in deflazione invincibile: è un comportamento per cui la Germania dovrebbe essere messa sul banco degli imputati, non lasciata alla guida.

Renzi ha più che ragione. “Le imprese tedesche fanno affari con la Russia contraddicendo le sanzioni contro Mosca per la crisi ucraina”. Ha ragione: la Germania fa’ pagare agli altri europei le sue idiozie e errori. Preferibilmente ai mediterranei. E ai piccoli (ungheresi). L’Italia è un paese grosso, che potrebbe essere temibile se dicesse qualche “No”. Bisogna deriderlo, perché se no potrebbe aggregare alleati attorno alle sue posizioni.

Ieri al pre-vertice dei socialisti europoidi, la sua posizione ha incontrato l’approvazione portoghese, belga, dell’inglese Corbyn; l’Austria si è smarcata da Berlino perché è nelle prime linee di invasione di immigrati…chi invece ha mandato a monte la giornata?

I tedeschi- naturalmente col reggicoda francese, il Moskovici. “Di sinistra”, ma quando si tratta di difendere gli interessi tedeschi, anche i più sporchi, sono indistinguibili dalla Merkel.

“Il tedesco Sigmar Gabriel, vice cancelliere, non c’era al vertice”, riferisce Huffington Post,“ E il tedesco Schulz ha parlato prima di Renzi. Il che significa che ha potuto evitarsi l’imbarazzo di commentare i toni forti usati dal premier italiano contro la Germania”. Conclusione del medium italiota: “Schulz non accoglie”.

Schulz il Kapò, è quello stesso che il giorno prima aveva commentato le elezioni in Polonia, dove ha avuto la maggioranza il partito di Kacszynski, “un golpe”.

Capito? Schulz trincia giudizi sulle elezioni altrui. Su un partito che “ha vinto le elezioni in modo legittimo e giusto, un partito che rappresenta una forte e vibrante presenza nella società polacca, che s’è sentita spinta al limite dalla precedente élite liberale e filo-europeista” (come ha scritto il giornale ceco Hospodářské noviny ). 

Ma sul governo tedesco, rispetto al quale dovrebbe essere all’opposizione, nemmeno una parola di critica. Sapete cosa vuol dire questo? Che la Germania ci sta dando di nuovo una dittatura europea. Persino senza volerlo. Una dittatura di cui stiamo già cominciando a pagare il prezzo, ed ancor più lo pagheremo, perché – lo sappiamo – quando questi ritengono di aver ragione ( o temono di non averla, o la loro coscienza di bottegai li avisa che c’è da perdere a dar ragione agli altri) vanno fino in fondo.

Allora: vogliamo provare una volta a dar ragione al governante – che ce l’ha? A non indebolirlo e deriderli preventivamente quando va’ in EU a difendere non solo i nostri legittimi interessi, ma il principio stesso dell’uguaglianza degli stati-membri, che vengono, se sono piccoli e deboli, trattati come straccioni e riempiti Magari raccontiamoci che stiamo “vigilando contro la dittatura fascista risorgente”. E’ vero, anche se non è fascismo questo. E’ peggio.

http://www.maurizioblondet.it/

http://ningizhzidda.blogspot.it/

Le cinque colonie di Marte

Un hacker ha trovato delle prove:  la NASA ha delle navi spaziali da guerra nello spazio. 

Secondo quello che dice l’hacker, (che si trova da oltre dieci anni in una battaglia legale dopo aver violato i computer della Nasa), gli Stati Uniti hanno una flotta spaziale pienamente operativa di navi da guerra. Gary McKinnon, è fermamente convinto dell’informazione che si è imbattuto, dimostra che gli Stati Uniti hanno un programma spaziale segreto, gestito dalla marina e con navi da guerra spaziali che operano nello spazio.

In una intervista sul canale TV dedicato agli UFO, McKinnon, rivela quello che ha scoperto dicendo: “ho fatto tutto questo per mesi e mesi e il mio pensiero continuo era ‘prima o poi mi chiuderanno la porta’.

McKinnon ha detto di aver usato un software chiamato ‘Landsearch’, permettendogli di cercare tutti i file e cartelle di suo interesse.

McKinnon afferma: “Ho cercato e fatto delle scansioni dei documenti, ho trovato un foglio di Excel, di “Ufficiali non terrestri. Ho scoperto ranghi e nomi, c’erano schede di trasferimento di materiale tra le navi. Ho appreso che dovrebbero essere delle navi posizionate nello spazio – tutti i nomi iniziavano con USS”

Gary McKinnon è accusato di aver causato uno dei più gravi incidenti per aver violato i computer dell’Esercito, Aeronautica, Marina e della NASA.

Durante una delle sue ultime interviste, McKinnon descrive una conversazione da parte di un ex informatore della NASA, Donna Hare, a detta di un collega, la NASA stava cercando di nascondere informazioni delicate su foto e “aerografia” UFO.

Mc Kinnon ha dichiarato: “C’era anche un collega, in un’altra stanza – anche lui relegato in uno spazio segreto, ma su diversi progetti – lui (questo collega) nel laboratorio della sua stanza, lo ha chiamato per dare un’occhiata su quello che stava lavorando.”

Mentre ci sono ancora molte persone che credono fermamente che questo sia l’ennesima falsa elaborazione dei fatti, ci sono state una serie di ex dipendenti della NASA e del governo che hanno raccolto le dichiarazioni di McKinnon.

Secondo le dichiarazioni di un ex Marine, non solo gli esseri umani si sono recati su Marte in passato, ma abbiamo sviluppato un segreto programma spaziale e una flottiglia che opera nello spazio. L’ex Marine degli Stati Uniti, è stato sul pianeta rosso per molti anni, con la missione di proteggere le cinque colonie umane dalle forme di vita autoctone marziane. Secondo l’ex Marine conosciuto come Capitano Kaye, non solo ha trascorso parte del suo tempo su Marte, ma ha anche servito a bordo di un vettore spaziale gigante per tre anni. Ha operato come Forza di Difesa di Marte (MDF) che è di proprietà e gestita dalla Corporation colonia marziana (MCC), sostanzialmente un conglomerato di istituzioni finanziarie governative e aziende tecnologiche.

Kaye e il suo team facevano parte di una sezione speciale dei Marines degli Stati Uniti, con una mansione di alto livello, proteggere e garantire l’esistenza di nuova costituzione delle cinque colonie sulla superficie del pianeta rosso. L’Earth Defence Force, è un ramo militare segreto che ingaggia reclute dai paesi come Stati Uniti, Cina, e Russia.

Una parte della testimonianza del Capitano Kaye sono in linea con un altro informatore, Michael Relfe, il quale sostiene di aver servito per 20 anni in giro sul pianeta rosso. Laura Maddalena Eisenhower, pronipote dell’ex presidente Eisenhower, afferma che sono stati compiuti enormi sforzi per reclutare una colonia umana da inviare su Marte, colonia che è guidata dal ricercatore Dr. Hal Puthoff.

Secondo “Jackie”, su Marte sono presenti esseri umani, ci sono da oltre 20 anni. ‘Jeckie’ lei e altri sei dipendenti hanno visto la stessa identica cosa, suggerendo che questa potrebbe essere la prova che dimostra l’esistenza di un segreto programma spaziale o che (addirittura) potrebbe ancora esistere.

Secondo ‘Jackie’, durante il lavoro di telemetria da parte del team, fatto dal Lander Viking, è stata notata un’impronta da parte di un piede umano sulla superficie del pianeta rosso, reso possibile da parte di un feed ripreso dal vivo su Marte.

In un’intervista al Coast-to-Coast AM, Jackie ha parlato della presenza di esseri umani su Marte, una cosa discussa tra gli altri presunti dipendenti (da anni) della NASA. Molti ufologi credono fermamente che le dichiarazioni rilasciate dalle persone di cui sopra, siano esatte e che queste informazioni siano tenute segrete al grande pubblico.

 All’interno del LINK originale ci sono  4 video in cui Gary McKinnon porta la sua testimonianza.

 Fonte: Acient Code

®wld

Men In Black il film documentario Russo

Russia & USA: lo diranno al mondo o … lo diremo noi 

Una interessante conferenza tenuta al Ministero degli Affari Esteri (MAE) sull’agenda del Primo Ministro Medvedev al Forum economico mondiale (WEF) di questa settimana afferma che la Russia avviserà il Presidente Obama che “è giunto il momento” per il mondo di conoscere la verità sugli alieni, e se gli Stati Uniti non parteciperanno al bando, il Cremlino lo farà da solo.


Il WEF (Forum) è una fondazione no-profit Svizzera, con sede a Cologny, Ginevra, si descrive come un’organizzazione internazionale indipendente impegnata a migliorare lo stato del mondo impegnando affari, leader politici, accademici e altri della società per il modellamenti globali, regionali e settoriali.

Il Forum è meglio conosciuto per la sua riunione annuale che si tiene a Davos, una località di montagna nei Grigioni, nella regione delle Alpi della Svizzera orientale. L’incontro riunisce circa 2.500 dirigenti d’azienda, top leader politici internazionali, intellettuali e giornalisti selezionati per discutere le questioni più urgenti di fronte al mondo, compresa la salute e l’ambiente.

Quest’anno è previsto che ad aprire il Forum, sarà Medvedev con ben 50 capi di governo, alla riunione che inizierà il 23 gennaio e durerà cinque giorni, tra i partecipanti saranno presenti la tedesca Angela Merkel e il britannico David Cameron.

La fondamentale nota del Forum WEF di questo anno, è l’esecutivo del sommario 2013, dove sono stati previsti per il dibattito e la discussione di un certo numero di articoli di natura X, e che comprende la “scoperta della vita aliena” di cui si afferma: “La prova della vita altrove nell’universo potrebbe avere profonde implicazioni psicologiche per sistemi di credenze umane.”

Altrettanto importante da notare è che Medvedev, dopo aver completato il 7 DICEMBRE 2012 un’intervista (videoregistrata) con i giornalisti a Mosca, ha continuato a rispondere ai giornalisti e ha formulato alcune osservazioni senza sapere che i microfoni e le telecamere erano aperti. Nell’intervista “ufficiosa” da parte di un giornalista, gli è stato poi chiesto se “il presidente gli avesse consegnato i relativi file segreti degli stranieri insieme alla valigetta necessaria per attivare l’arsenale nucleare russo,” Medvedev ha risposto:

“Insieme con la valigetta con i codici nucleari, mi è stata data anche una speciale cartella ‘top secret’. Questa cartella nella sua interezza contiene informazioni sugli alieni che hanno visitato il nostro pianeta … Insieme a questo, c’è un rapporto del servizio speciale, assolutamente segreto che esercita il controllo sugli stranieri presenti sul territorio del nostro paese … Informazioni più dettagliate su questo argomento si possono ottenere da un noto film chiamato Men In Black … Io non vi dirò quanti di loro sono in mezzo a noi perché potrebbe causare il panico.”

Da segnalazioni da parte di fonti occidentali sulla risposta scioccante di Medvedev sugli alieni, hanno dichiarato che era “uno scherzo”, menzionando il film Men In Black, in riferimento al film d’avventura americano del 1997, una commedia di fantascienza su due agenti segreti che stavano combattendo gli alieni negli gli Stati Uniti.

Medvedev, tuttavia, non si riferiva al cinema americano, ma invece stava parlando del famoso film documentario russo Men In Black che dettaglia le molte anomalie di UFO e alieni.

Sempre da citate fonti di notizie occidentali, è stato chiesto a Medvedev dove si potessero trovare “Informazioni più dettagliate su questo argomento del noto film chiamato ‘Men In Black,’ “la sua risposta effettiva è stata: “È possibile ricevere informazioni più dettagliate dopo aver visto il “film documentario” avente lo stesso nome.”

La ragione per cui le notizie propagandate in occidente sulle parole di Medvedev, sono state volutamente deformate, dopo la sua dichiarazione scioccante, un esempio è quello di aver messo in evidenza che la vita aliena è già presente sul nostro pianeta, dove il titolo di uno di questi articoli era “Il primo ministro russo Dmitri Medvedev fa una asserzione sugli alieni, e i cospirazionisti prontamente perdono le loro menti.”

Se alcuni stanno “perdendo le loro menti” sugli alieni, si deve rilevare che, non è certamente la Russia, ma il Vaticano, che nel novembre 2009 ha annunciato che si stava “preparando per la divulgazione extraterrestre”.

Allo stesso modo, e apparentemente, quelli che “perdono le loro menti” sono gli stessi funzionari del governo degli Stati Uniti, come l’ex consulente del Pentagono Timothy Good, e autore di Above Top Secret: The Worldwide UFO Cover-Up, che nel febbraio 2012 ha dichiarato che l’ex presidente Dwight Eisenhower aveva avuto tre incontri segreti con gli stranieri-alieni chiamati ‘Nordici’, il ‘patto’ è stato firmato per mantenere la loro agenda segreta sulla Terra.

Con la recente scoperta nella città russa di Vladivostok di una ruota dentata risalente a 300 milioni di anni fa, e gli scienziati, astronauti e i reporting degli utenti di YouTube sempre più strani per gli avvenimenti sulla luna, la segnalazione da parte dell’agenzia spaziale europea sulla scoperta di un migliaio di antichi fiumi su Marte, e così anche nel Regno Unito e Sri Lanka, gli scienziati stanno dicendo che ora hanno una “solida e inconfutabile prova della vita aliena” dopo aver trovato delle alghe fossili all’interno meteorite, gli unici che sembrano aver veramente “perso le loro menti” sono gli occidentali, soprattutto gli americani, che con la loro propaganda per decenni hanno coperto una delle storie più importanti di tutta la storia umana che “non siamo soli”. 

LINK

I teorici della cospirazione dicono che questo oggetto nel cielo ‘annuncia l’apocalisse’ 

Chiedete ai teorici della cospirazione di quando finirà il mondo, e una gran parte di loro vi dirà che l’incontro con i nostri Creatori avverrà quando ci “scontreremo” con Nibiru – un grande oggetto planetario responsabile del nostro eventuale oblio.

Ora, i teorici della cospirazione credono che la fine potrebbe essere qui molto presto – dopo che una donna ha postato on-line un presunto filmato del pianeta leggendario. In un video pubblicato su YouTube, l’utente Melissa Huffman cattura un misterioso corpo luminoso (pianeta? Astro?) che si vede appena sopra il sole. ‘Basta guardare quel pianeta raggiante e splendente in questo momento, qualcuno mi dice di cosa si tratta?’, Lo ha detto con una mezza pronuncia strascicata sud americana. 

Immagine: Melissa Huffman / YouTube

Commentando il video (e sulla nostra supposta sventura imminente), un utente ha scritto: ‘E’ sicuramente Nibiru. I creatori stanno arrivando‘.

Un altro ha detto: ‘Io e molta gente con me hanno aspettato questo evento per anni. Antichi documenti affermano che una volta che “Il Distruttore” sarà “visibile al mondo”, avremo solo 40 giorni per prepararci’.

A quanto pare, la fine è vicina (foto Giphy)

‘Nemesis, Assenzio, Nibiru [o il sistema Nibiru], Pianeta X, qualunque cosa si desideri chiamarlo, è chiaramente lì fuori e sembra certamente che abbia cancellato dalla faccia della terra i nostri antenati 13.000 anni fa, ed è in arrivo per un nuovo in giro.’

Offrendo una spiegazione più razionale, un utilizzatore ha affermato che la sfera misteriosa era il prodotto di un lens o flare solare.

Un altro utente motivato: ‘E’ un riflesso troposferico creato da cristalli di ghiaccio (un miraggio solare). Il pianeta che si pensa di vedere, è il Sole … quella zona sotto di essa super luminosa è la luce del Sole che viene dispersa da cristalli di ghiaccio nelle nuvole. Non c’è un pianeta lì. Questo è un fenomeno atmosferico noto – anche se è abbastanza raro’.

Eppure, dopo tutto, questa volta giorno del giudizio sarebbe imminente, scoprendo che i complottisti avevano ragione. 

Date un’occhiata all’interno di questa Arca nella roccia, dove vengono riposte le nostre forniture alimentari per l’apocalisse imminente: Questo video vi permette di dare uno sguardo sulla possibile salvezza del genere umano.

Niente di che, la CNN ha filmato un caveau adibito a rifugio a 150 metri dentro la montagna, offrendoci uno raro sguardo del suo interno. Si trova in Norvegia, la struttura potrebbe apparire come un ricovero per fantascientifici cataclismi – ma la “tana” è reale contiene un’ancora di salvezza per sopravvivere.

Essa detiene oltre 860.000 diversi tipi di semi – fondamentalmente il cibo del futuro. Come si sente dal video, la Germania, la Nigeria, Stati Uniti e India tutti hanno contribuito a donare alla banca del seme. Il rifugio è stato inizialmente creato per servire come una polizza di assicurazione per un eventuale cataclisma, ma potrebbe tornare utile e necessario per un problema più pressante.

Michael Koch di Crop Trust ci dice che: “Fondamentalmente le colture alimentari non si stanno adeguando rapidamente alle mutevoli condizioni climatiche per via del il riscaldamento globale – così i semi stivati ci assicurano di poter coltivare il cibo nei decenni a venire”.  

LINK 

Se la preparazione per l’apocalisse è nelle vostre intenzioni, allora vi potrebbero interessare questi rifugi di lusso per ricchi paranoici.

Tutte le foto per gentile concessione di Vivos Grup

 Niente da fare per i poveri, mi dispiace. I bunker sotterranei sciccosi sembrano alberghi di lusso, ma forniscono un riparo potenzialmente salva-vita – e non solo alla carta con il servizio in camera. Ricchi e potenti conservatori americani li hanno chiamati i servizi di Vivos Group, una società che costruisce bunker di lusso per tipi che non si fidano del governo per affrontare un disastro. 

I biglietti per i bunker costano più di £ 20.000

Il sito web Vivos descrive le strutture come ‘moderna Arca di Noè’, sostenendo di essere ‘la soluzione più praticabile per la continuazione della vita, fornendo un rifugio fortezza sotterranea per sopravvivere praticamente a qualsiasi catastrofe devastante sulla Terra, sia di natura cosmica, o un atto del genere umano. I rifugi sono dotati di palestra, cucce per animali, sale cinema, bar, armadi riforniti con cibo preparato, morbidi tappeti e arredi costosi. 

I rifugi sono dotati con porte di grande spessore

L’armadio viene ben fornito con il cibo

Perché non guardarsi un film mentre è in atto l’apocalisse?

Oppure brindare alla fine dell’umanità come la conosciamo al bar del rifugio

E’ anche possibile ottenere un biglietto per la festa post-apocalisse, costa $ 35.000 per gli adulti e $ 25.000 per i bambini sotto i 16 anni (circa £ 23,000 e £ 16,000, rispettivamente).

LINK 

Traduzione e adattamento a cura di Nin.Gish.Zid.Da