Crea sito

L’Agenda di Davos 25-29-gennaio

Great Reset New World Order Wef

La data di lancio ufficiale di The Great Reset è il 25-29 gennaio a Davos, in Svizzera

di Silviu “Silview” Costinescu

Il World Economic Forum ha appena pubblicato quello che può essere chiamato solo il volantino ufficiale per il prossimo incontro di Davos 2021 dei leader del World Economic Forum, le menti dietro The Great Reset.

L’Agenda di Davos segnerà anche il lancio dell’Iniziativa Great Reset del Forum Economico Mondiale e inizierà la preparazione della Riunione Annuale Speciale in primavera.

Ogni giorno si concentrerà su uno dei cinque domini della Great Reset Initiative:

Lunedì 25 gennaio: Discorsi speciali, pannelli di leadership e sessioni di impatto sulla progettazione di sistemi economici coesi, sostenibili e resilienti

Martedì 26 gennaio: indirizzi speciali, pannelli di leadership e sessioni sull’impatto per promuovere la trasformazione e la crescita responsabili del settore

Mercoledì 27 gennaio: Discorsi speciali, gruppi di leadership e sessioni sull’impatto sul miglioramento della gestione dei nostri beni comuni globali

Giovedì 28 gennaio: indirizzi speciali, pannelli di leadership e sessioni di impatto sullo sfruttamento delle tecnologie della quarta rivoluzione industriale

Venerdì 29 gennaio: Discorsi speciali, gruppi di leadership e sessioni di impatto sull’avanzamento della
cooperazione globale e regionale

 

L’Agenda di Davos includerà:

– Capi di Stato e di governo del G20 e di organizzazioni internazionali che danno discorsi speciali sullo stato del mondo, oltre a dialogare con leader aziendali di tutto il mondo

– Leader del settore e personalità pubbliche che discutono in panel di leadership su come far avanzare e accelerare la collaborazione pubblico-privato su questioni critiche come la vaccinazione COVID-19, la creazione di posti di lavoro e il cambiamento climatico, tra gli altri

– Le comunità principali del Forum, compreso il suo International Business Council, condividono le loro intuizioni e raccomandazioni da iniziative globali, regionali e industriali in sessioni di impatto.

L’Agenda di Davos mira a informare il pubblico globale e gli oltre 25.000.000 di follower sui social media del Forum sulle questioni chiave che plasmano l’anno a venire.

Coinvolgerà anche oltre 430 città in 150 paesi che ospitano Global Shapers, una rete di giovani che promuove il dialogo, l’azione e il cambiamento.

Oltre 20.000 membri di TopLink, la nostra piattaforma di interazione digitale, e oltre 400.000 abbonati a Strategic Intelligence, la nostra app per la conoscenza leader a livello mondiale, saranno attivi anche online durante il programma della settimana.

Le sessioni live inizieranno ogni giorno dalle 08:00 alle 19:00 Central European Time (CET).

La scorsa estate, il WEF ha annunciato il raduno annuale dei ricchi e potenti sulle montagne svizzere, che sarà ritardato il prossimo anno a causa dell’impatto in corso della pandemia COVID-19.

Il World Economic Forum (WEF) ha dichiarato in una dichiarazione che il suo incontro annuale, come è ufficialmente noto a Davos, sarebbe stato ritardato fino all’estate 2021. L’evento avrebbe dovuto svolgersi a gennaio.

“La decisione non è stata presa facilmente, poiché la necessità che i leader mondiali si uniscano per progettare un percorso di recupero comune e dare forma al ‘Great Reset’ nell’era post-COVID-19 è così urgente”, Adrian Monck, amministratore delegato di public impegno al World Economic Forum, ha detto in una dichiarazione inviata ai media.

“Tuttavia, il consiglio degli esperti è che non possiamo farlo in sicurezza a gennaio”.

Da leggere sull’argomento: spiegazione molto dettagliata del grande ripristino e del nuovo ordine mondiale

Al contrario, il World Economic Forum terrà questo evento digitale di “alto livello”. I dettagli dell’evento riprogrammato saranno confermati “non appena ci sarà assicurato che tutte le condizioni sono soddisfatte per garantire la salute e la sicurezza dei nostri partecipanti e della comunità ospitante”, ha detto Monck.

Tra i partecipanti del 2020 c’erano Bill Gates, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump, il CEO di Google Sundar Pichai, il capo della Banca centrale europea Christine Lagarde, la cancelliera tedesca Angela Merkel e la giovane attivista per il clima Greta Thunberg.

Fonte: https://humansarefree.com/

®wld

L’Evento 201 – il gioco che diventa realtà

 
Bill Gates, Johns Hopkins, The World Economic Forum e The Chinese Coronavirus Pandemic
La mia convinzione è che la crisi cinese del coronavirus sia un’operazione globale, da parte delle cosiddette “élite al potere”, per provocare il pandemonio internazionale.
Resta da vedere chi ha lasciato perdere questo inferno virus. Il governo cinese, o una fazione del Partito comunista cinese, potrebbero essere coinvolti. Non escludo nulla. Forse sentivano che la loro popolazione stava diventando troppo grande. Chissà? Altri candidati: forse il MOSSAD, la CIA. MI-6, fascisti giapponesi, Bill Gates, l’OMS, il CDC, il World Economic Forum, la NATO – o forse sono tutti coinvolti.
È una situazione terribile. Non ci viene detta la verità. C’è così tanta disinformazione che viene lanciata in giro che è difficile sapere esattamente cosa sta succedendo.
Se questo virus continua a diffondersi e mutare, a parte la sofferenza, la mortalità e il caos sociale prodotto direttamente dal virus, ci saranno una miriade di effetti economici e politici. Già, le catene di approvvigionamento globali sono state influenzate negativamente.
I principali media non diranno la verità; né lo saranno i governi, l’OMS, il CDC o l’NIH, o la folla politicamente corretta nelle università. Non ti preoccupare, se questa cosa guadagna abbastanza vapore non ci saranno più università, governi o molto altro. Se il virus non li pone fine, il conseguente caos economico potrebbe semplicemente. Questa cosa è così seria.
Punti salienti di dati che meritano considerazione
 
Uno  
 
Francis Boyle, PhD, JD afferma che questo coronavirus cinese è un patogeno di bio-guerra. Guarda cosa ha da dire nel video di YouTube collegato di seguito. Fa un caso interessante. Sono propenso a concordare con lui sul fatto che si tratta di un virus armato, anche se non sono sicuro di chi (CHI?) Lo abbia scatenato.  
 
 
Conosco Francis Boyle. È molto collegato, molto intelligente e competente. Il suo pedigree accademico è Harvard, l’Università di Chicago e la U. of Illinois Law School. Conosce un sacco di persone che sanno molte cose. Ha avuto una lunga carriera nel diritto internazionale e dei diritti umani. Ha scritto l’ Atto antiterrorismo sulle armi biologiche del 1989 per il governo USSA. 
 
Due  
 
Il seguente brevetto del Pirbright Institute viene utilizzato per creare un vaccino contro il coronavirus per il pollame infetto.
 
In passato Pirbright è stato parzialmente finanziato dalla Bill and Melinda Gates Foundation. Alla luce delle informazioni che seguono, è interessante che una fondazione collegata Bill Gates sia proprietaria del brevetto per un vaccino contro il virus Corona per una malattia respiratoria nel pollame.  
 
Tre  
 
Solo due mesi prima dello scoppio dell’epidemia di coronavirus cinese, a New York City si è svolto un esercizio di pandemia globale molto curioso.  
 
201 – Un esercizio pandemico globale  
 
“Il Johns Hopkins Center for Health Security in collaborazione con il World Economic Forum e la Bill and Melinda Gates Foundation hanno ospitato l’Evento 201, un esercizio di pandemia di alto livello il 18 ottobre 2019 a New York, NY.” http://www.centerforhealthsecurity.org/event201/  
 
“L’evento 201 simula lo scoppio di un nuovo coronavirus zoonotico trasmesso da pipistrelli a maiali a persone che alla fine diventa efficacemente trasmissibile da persona a persona, portando a una grave pandemia.” ………………………………………….. ……  
 
“… man mano che i casi e le morti si accumulano, le conseguenze economiche e sociali diventano sempre più gravi”   
 
………………………………………….. …….  
 
“… Lo scenario termina al punto di 18 mesi, con 65 milioni di morti.” http://www.centerforhealthsecurity.org/event201/scenario.html  
 
Così, il Johns Hopkins Center For Health Security, la Bill and Melinda Gates Foundation e il World Economic Forum hanno organizzato uno scenario pandemico globale “romanzo zoonotico” sul Coronavirus a New York lo scorso 18 ottobre, in cui il virus ha origine in pipistrelli e salti ai maiali agli umani.  
 
Suona familiare?  
 
In meno di 60 giorni, PRECISAMENTE questo scenario ha iniziato a manifestarsi in Cina e da allora ha portato il paese a un punto morto. Il caos è solo all’inizio.  
 
I miscredenti dell’Evento 201 emisero quindi una dichiarazione di non responsabilità: il nostro virus Corona zoonotico, esercizio di pandemia globale in ottobre, non prevedeva la pandemia di Coronavirus presente, furiosa, globale, zoonotica.
 
 
No, i presidi non lo hanno “previsto”. Non dovevano. Sapevano che stava arrivando. Devono aver avuto conoscenza preliminare. Erano nel giro. Erano un “gruppo di lavoro”. L’hanno modellato. L’hanno giocato.  
 
E poche settimane dopo, lo scenario stesso in cui stavano giocando iniziò a manifestarsi nella vita reale. Che coincidenza. \sarcasmo\  
 
È tutto in bella vista. Un simpleton può collegare i punti.  
 
Per me è molto probabile che stiamo assistendo allo sviluppo di un complotto globalista contro l’umanità, in cui è implicata la Johns Hopkins University. Ricorda che Paul Wolfowitz, uno dei membri principali del movimento Project For A New American Century, che ha contribuito a gettare le basi politiche per gli attacchi di false flag dell’11 settembre, è stato dal 1994-2000 decano della School of Advanced International Studies (SAIS) presso Johns Hopkins. L’attuale Decano di SAIS è Eliot Cohen, anche membro fondatore del Progetto per un nuovo secolo americano.  
 
Quindi c’è una storia sfortunata a Johns Hopkins che non può essere negata.  
 
Per quanto riguarda il World Economic Forum, il suo sito web afferma:
Il World Economic Forum è l’Organizzazione internazionale per la cooperazione pubblico-privato.
 
Il Forum coinvolge i principali leader politici, commerciali, culturali e di altro genere della società per dare forma ai programmi globali, regionali e industriali.
 
Non commettere errori su chi e cosa sia il World Economic Forum e di chi interessi serva. In ultima analisi, è un’organizzazione di 1.000 società globali con un flusso di cassa di $ 5 miliardi o più. I suoi interessi sono quelli di ricchezza, privilegio, massiccia accumulazione di capitale e controllo aziendale.
   
Suggerirei che ciò che stiamo vedendo con la crisi cinese del coronavirus è un enorme sforzo destabilizzante globale, alla pari o superiore al caos mondiale scatenato dagli attacchi di false flag dell’11 settembre.
 
Il Forum economico mondiale è coinvolto, poiché il suo obiettivo è: “dare forma alle agende globali, regionali e del settore”, come esplicitamente esposto sul suo sito web.
 
I vari membri del consiglio del World Economic Forum valgono praticamente un commento a parte, ma per me uno dei più interessanti è Herman Gref, CEO della Russian Sberbank. https://www.weforum.org/about/leadership-and-governance  
 
Incredibilmente, Herman Gref ha rilasciato un’interessante intervista al quotidiano russo Tass, appena un mese fa, in cui ha pubblicamente rovesciato i fagioli:  
 
” Dovremmo prepararci per il collasso dell’ordine mondiale esistente. Sarà molto doloroso.” https://tass.com/top-officials/1043741  
 
Gref dovrebbe sapere come chiunque, e molto meglio della maggior parte, cosa sta per accadere. Sa sicuramente cosa sta succedendo e ha confuso la verità.
 
Sì, cari lettori, la soluzione è in atto. Un crollo molto doloroso dell’ordine mondiale esistente è stato messo in moto. Preparati per questo.  
 
Non meno di quanto ha chiaramente affermato un membro del consiglio di amministrazione del World Economic Forum.  
 
Per quanto riguarda la Bill and Melinda Gates Foundation? Non è quasi per il viaggio. Ci sono molti soldi da guadagnare dalla crisi globale da parte dei capitalisti di avvoltoi, e puoi scommettere che Bill Gates si sta posizionando strategicamente per trarre profitto dalla miseria mortale altrui. È un “business leader” mondiale, un mega miliardario, ed è lì per assicurarsi che le “agende del settore” siano ben servite, man mano che l’ordine mondiale crolla.  
 
Preparati.