Crea sito

PROTOCOLLO CORONA

di: Dottor Roberto Slaviero collaboratore

13.04.20

Grazie all’impegno, all’intelligenza ed alla ricerca di altre strade terapeutiche, alcuni clinici specialisti di genio italico, hanno scoperto la cura per l’infezione da corona!

 

Il problema non è respiratorio, ma cardiovascolare; la morte avviene per mancanza di ossigenazione, poiché si formano nel sangue, dopo molti giorni di febbre alta, delle micro trombosi, che a livello polmonare riducono lo scambio CO2 ed O2!

 

Quindi la cura va fatta a monte e cioè, si devono sciogliere i trombi sanguigni, cosa facilmente realizzabile con un vecchio farmaco chiamato eparina o meglio l’enoxieparina.

 

Quindi ricapitolando:

 

– dopo molti giorni di febbre alta, si innesta una cascata infiammatoria citochinica, che può produrre delle trombosi nel sangue.

– i coaguli sanguigni bloccano a livello polmonare lo scambio tra anidride carbonica ed ossigeno portando alla morte, ed anche l’intubazione spesso non è in grado di risolvere la situazione, poiché il problema è il coagulo e non il virus

– nella prima fase, usando un altro vecchio farmaco, noto come antimalarico ed anti artritico, la Clorochina, si blocca la reazione infiammatoria.

– si possono usare altri farmaci specifici antiinfiammatori, che bloccano la cascata infiammatoria della COX-2 o cicloossigenasi 2, quali ad esempio il Celecoxib

– anche il cortisone, non nella fase iniziale, potrebbe disinnescare la reazione infiammatoria che poi degenera in trombosi: nella fase iniziale il cortisone, essendo un immunosoppressore, potrebbe ridurre la reazione immunitaria, che porta alla guarigione spontanea.

– in questi casi, l’utilizzo ad esempio di ibuprofene ed acido acetil salicilico, che agiscono anche sulla COX1, vanno evitati.

 

E qui mi viene in mente la strage della Spagnola del 1918-20, dove sembrerebbe che, un uso spropositato a dosi massicce di Aspirina, sia stata la causa di milioni di morti.

https://www.nogeoingegneria.com/effetti/salute/1918-influenza-spagnola-influenza-killer-o-aspirina-killer/

 

Quindi, grazie all’ingegno di clinici italici, il problema è brillantemente risolto!

Adesso le cose cambiano e probabilmente cambieranno le cure per altre forme infettive virali, avendo capito il meccanismo di azione!

Fantastico!

 

E i cosiddetti virologi o infettivologi, presenti nei salotti di Tv Pravda (Rai, Mediaset etc) cosa diranno ora? Attendono con ansia il vaccino di Gates e soci per inocularlo con mucho gusto?

 

Avete visto che e’ tutto più semplice, usando con genialità vecchi farmaci, meno costosi?

 

E avete capito che sono i medici specialisti fisiologi, cardiologi ed anatomopatologi, che in silenzio,  studiando e ragionando hanno risolto il problema, senza andare a Tv Pravda a dire stronzate di parte; vergognatevi e speriamo spariate presto da Tv e radio!

 

E adesso?

 

Riapriamo le prigioni casalinghe? Si può benissimo curare in casa il corona nelle fase iniziali, con il protocollo sopra descritto!

 

Siete stati smascherati e vediamo quanto durerete con la vostra incapacità gestionale e con i vostri subdoli consiglieri, anche sanitari, di parte, del famigerato Unico pensiero scientifico!

 

La Presidente della Commissione europea (non eletta dai popoli), tale tedesca, con sorrisi  falsi e  fastidiosi, Ursula von der Leyen dice:

 

  • – teniamo gli anziani a casa fino a fine anno
  • – mi raccomando, non prenotate le ferie

 

Non so cosa mangino o bevano, o quali pastiglie prendano,  questi presidenti non eletti; quello di prima, Juncker, si dice facesse colazione col cognac, ed oltre a non far pagare tasse in Lussemburgo ai colossi delle multinazionali, quando era primo ministro lussemburghese, da presidente della Commissione europea, era molto preoccupato di cosa pensassero i presidenti degli altri pianeti del sistema solare.

https://www.youtube.com/watch?v=hiOzbRM8AHE

 

Forse una visita psichiatrica a loro ed altri funzionari europei, al posto dei tamponi corona, non sarebbe male.

 

Tra l’altro anche l’Olanda, che pare non ci ami troppo, ospita fiscalmente multinazionali, anche italiane con % di tassazione ridicole; bella merda questa Europa!

 

Comunque, visto che ci vorrebbero far fuori con Mes o robe varie, lo Zio Sam ci sta prendendo in custodia

https://www.whitehouse.gov/presidential-actions/memorandum-providing-covid-19-assistance-italian-republic/

 

In effetti siamo una loro colonia dal dopo guerra e ci tengono particolarmente; il tentativo giallo-verde di darci in pasto alla digitalizzazione cinese, non è stata gradita dall’Amministrazione di Donald!

 

Ma veniamo adesso al personaggio che Conte ha scelto, per la fase di ricostruzione: l’ex Ceo di Vodafone

 

Mi chiedo;

 

ma tra tutti i ministri, sottosegretari, direttori dipartimentali che paghiamo profumatamente, non c’era nessuno in grado di farlo?

 

Ah ah … scusate scusate … fuoco fuochino … bisogna 5gizzare la penisola e chi meglio del ex Vodafone può farlo?

 

Huawei … fatti da parte!

 

A nessuno interessa il fatto però,  che, come abbiamo visto,  le emissioni su bande Giga riducono la forza immunitaria del Sapiens, che quindi si ammala di più: vedi Wuhan, prima città totalmente 5G nel pianeta.

 

In Lombardia tra inquinamento, polveri sottili e 5G, si è formato un cocktail ben mortale. Il sangue di molti, non è più fluido ed ossigenato e succede quello descritto prima … altro che virus cattivo!

 

Ma con il virus cattivo, si può imprigionare la gente, si può impaurire la popolazione e si può distruggere un economia e papparsela tutta!

 

Adesso veniamo agli eletti a Camera e Senato!

 

Vi invito a contattare chi avete votato alle ultime elezioni, per chiedere se hanno mantenuto le promesse fatte in campagna elettorale! Se non le hanno mantenute o peggio, se hanno fatto il contrario, facendosi comprare, vi invito ad andarli a trovare fisicamente e fare una chiacchierata, diciamo esauriente, in modo tale che raddrizzino la schiena e smettano di fare i pagliacci o falsi oppositori!

 

Ieri è risorto Cristo e questa notizia della scoperta della cura del corona, deve accompagnare la nostra resurrezione.

 

Mai più delegare persone inette o malvagie od affariste, per rappresentarci nella politica.

Controllare sempre il loro operato e se necessario intervenire fisicamente. Create dei comitati in ogni Comune, per pretendere a gran voce la moratoria sul 5G.

 

Toglietevi la paranoia delle maschere e delle distanze ed invece cercate di vivere in zone più pulite e/o pretendete la riduzione di Elettrosmog e fumi e discariche tossiche.

 

Siate più umili e accontentatevi della tecnologia in vostro possesso e non acquistate le novità 5G.

 

Se non fermeremo questo mostro tecnologico che avanza ed il business miliardario delle Intel Artificiali, la conta dei morti tra qualche anno sarà impressionante, come già previsto da alcuni

http://www.deagel.com/country/

 

Il Sole, come descritto in un mio precedente articolo,

https://olisticoaltapusteria.com/articolo.php?luminositasolareemutamenti

 

sta facendo la sua parte, per purificare il pianeta dalle malvagità; ma non sarà una scampagnata, come ricordano i tempi antichi di Atlantide e del/dei Diluvi. Il genere umano pecca di superbia e a cicli viene resettato.

 

A noi, dotati comunque di libero arbitrio, resta la possibilità di intraprendere la via giusta e smascherare i vili, i falsi oppositori ed i malvagi: cosi facendo, magari, limitiamo i danni catastrofici della pulizia, che a cicli la Creazione adotta.

 

E qui, sebbene non sia molto frequentatore di Chiese, lo scandalo delle Chiese chiuse, che il Vaticano ha permesso, è la più vile arresa  al Male, anzi; una complicità, spero dovuta a errati consigli dei loro medici!

 

In supermercato si, ed in chiesa no!

 

Il Vescovo odierno di Roma, sebbene in abito bianco, l’ha combinata grossa; ha fiaccato le speranze dei più bisognosi, facendo presagire una strage da corona, ed  ha contribuito psichicamente alla depressione e mancanza di gioia e speranza, soprattutto negli anziani, che può portare a morte precoce!

 

Segni dei Tempi e probabilmente  dopo molte disgrazie, come da varie profezie, anche la Chiesa sarà riformata … ma questi sono affari esclusivi dei porporati, a meno che, i praticanti non comincino ad intervenire direttamente e fisicamente nella disputa, senza paura del castigo “divino“!

 

Ai posteri la lettura dei prossimi eventi.

 

Ai Medici clinici, che hanno cercato un’altra via, per la ricerca della verità, dico; Mille volte Grazie! Ci avete rischiarato l’esistenza e colmati di gioia e speranza!

 

Ai falsi untori del pensiero unico scientifico, dico; avete il mio totale disprezzo, soprattutto perché avete tradito gli antichi insegnamenti dei padri della medicina, che sempre hanno cercato vie diverse per la cura delle malattie umane!

 

“Vis Medicatrix Naturae”  Galeno

“Le cose sacre devono essere insegnate solo alle persone pure, è un sacrilegio comunicarle ai profani, prima di averli iniziati ai misteri della scienza“ Ippocrate di Kos Cap 21-8

“Ma per i vili e gli increduli, gli abbietti e gli omicidi, gli immorali e i fattucchieri, gli idolatri e tutti i mentitori, è riservato lo stagno ardente di fuoco e di zolfo. è questa la seconda morte”
Apocalisse di Giovanni.

 

Fonte: http://olisticoaltapusteria.com/

 

®wld

La scomparsa della CURA dalla medicina moderna

 

La scomparsa della parola CURA dai dizionari medici  

Di Tracy Kolenchuk Pubblicato la prima volta il 20 Luglio, 2016 Aggiornato il 21 Luglio, 2019 Dal sito Web Healthicine  

Le medicine curano? 

La medicina può curare?  

Tre anni fa, ho riferito che Webster’s New World Medical Dictionary non contiene le parole cure, cure, cure, né incurabili.

Ho pensato che fosse un’eccezione.

Mi sbagliavo. Non è un’eccezione, è la regola …

Le parole “cura” e “incurabile”,

  • non compare in The Oxford Concise Medical Dictionary, Nona Edizione, 2015
  • non appaiono in The Bantam Medical Dictionary, sesta edizione, 2009
  • “Cure” non appare nel Dizionario dei termini medici di Barron, Sesta Edizione, 2013, sebbene “incurabile” sia definito come,

essere tale che una cura sia impossibile nell’ambito della pratica medica nota”

  • Medical Terminology for Dummies, Second Edition, non contiene la parola “cura”

Ho un elenco in costante crescita di dizionari medici che non definiscono cure, cure, cure, cure o incurabili.

Tre anni dopo aver scoperto la scomparsa della cura dai dizionari medici, la mia ricerca sul concetto di cura ha portato alla pubblicazione di un libro sulla cura, che copre le tre cause generali delle malattie, le malattie che ne risultano e le cure necessarie per ciascuna:

Gli elementi di cura.

Anche la cura non è definita e non è nell’indice della maggior parte, se non di tutti i principali riferimenti medici, tra cui:

  • Manuale di diagnosi e terapia di Merck
  • Guida di Harrison alla medicina interna
  • Diagnosi e cure mediche attuali di Lange

In modo coerente il DSM 5, il Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali non contiene la parola “cura” nell’indice. La cura non è definita per la malattia mentale.

Nota: la cura è definita in healthicine.

Sul serio? Cosa sta succedendo? Cure è veramente una parola proibita di quattro lettere in medicina. Perché?

La pratica medica odierna presenta serie sfide con la parola cura. Ci sono cure, ovviamente, e libri di consultazione come il Manuale di diagnosi e terapia MERCK occasionalmente si riferiscono a loro come cure.

Ma gran parte dell’uso della parola cura in MERCK e altri riferimenti è incoerente. La “cura” non è ben definita in medicina.

Un gran numero di usi della parola “cura” in MERCK sono in realtà “incurabili” o “non possono essere curati”. Non è scientificamente possibile dimostrare che una malattia non possa essere curata. L’ho rintracciato in molte edizioni di MERCK.

Anche negli anni ’50 la “cura” appariva a malapena nella MERCK, non era definita e non veniva usata in modo coerente.

Non ho risorse più indietro, tranne la versione originale di MERCK, dove le cure erano comunemente suggerite, ma per quanto posso determinare, correttamente in un singolo caso.

Se hai accesso alle versioni precedenti delle edizioni MERCK, apprezzerei il tuo aiuto per studiare questa domanda.

È interessante prendere una semplice malattia: lo scorbuto, per il quale la cura sembra essere ben nota. MERCK, Harrison e Lange contengono ciascuno voci per lo scorbuto.

Ma tutti e tre raccomandano trattamenti e non usano la parola cura

Solo uno, MERCK, in realtà fornisce una cura (a parte, e la parola cura non viene utilizzata). Harrison e Lange raccomandano un trattamento che non cura.

Secondo la FDA degli Stati Uniti, non puoi richiedere una cura nutrizionale per lo scorbuto a meno che tu non dica anche,

“quanto è diffusa una tale malattia negli Stati Uniti”.

Le cure non sono definite dalla scienza, invece, sono “definite NON” dalla politica.

Un uso comune di cura, nell’attuale edizione di MERCK, e in molti riferimenti medici è la frase “tasso di guarigione”. Tasso di guarigione meglio descritto come cura-attesa. Una cura-attesa (tasso) viene definita attendendo un periodo di tempo specificato.

Se aspetti 5 anni e il paziente è ancora vivo e il paziente non può essere diagnosticato un cancro, allora abbiamo stabilito un’attesa di cura di cinque anni’.  

Chiamarlo tasso di guarigione è una sciocchezza burocratica, propaganda. 

  

Molte organizzazioni che raccolgono fondi per “combattere” la malattia evitano la parola “cura”. La dichiarazione di missione dell’American Cancer Society non contiene la parola “cura”.

L’iniziativa US Cancer Moonshot non contiene una definizione di cancro curata.

Quando viene usata la cura , viene raramente definita e forse la cosa più importante non viene conteggiata. Se curate la vostra malattia, che si tratti di un cancro, di una depressione o anche di qualcosa di semplice come lo scorbuto, la cura non viene riconosciuta, non può essere considerata.

L’obesità non può essere curata, perché la cura non è “qualcosa” e “non qualcosa” non può essere una cura nella scienza medica di oggi.

Le cure non possono essere contate, poiché la cura non è definita, non ci sono prove per la cura. Di conseguenza: le cure non esistono. Ci sono remissioni e remissioni spontanee, ma ci sono poche cure.

Qual è la differenza tra remissione e cura?

Chiunque può chiedere la remissione – a nessuno importa. Non esiste un test per la remissione. Ma nessuno può rivendicare guarito. La cura non è definita. Quindi, se pretendi di curare, sei un ciarlatano .

Nella medicina convenzionale la cura è generalmente una sostanza o un trattamento che cura. Ecco perché non esiste “nessuna cura per il raffreddore comune”, anche se ogni persona sana guarisce da sola, e quando sono più sani lo curano più velocemente. Le cure fornite dalla salute non sono riconosciute dal campo della medicina.

Di conseguenza, ci sono molte cure invisibili.

Qualche malattia può essere curata con la medicina? Ovviamente …

Le malattie causate da parassiti, infezioni, polmonite, ecc. Sono curate dagli antibiotici. Le malattie causate da infezioni fungine sono curate da farmaci antifungini. Esistono test ben definiti per garantire che la cura sia completa.

Quindi, perché la cura non appare nella maggior parte dei dizionari medici.

Ci sono molte malattie che possono essere curate, ma non con le medicine. Qualsiasi malattia causata da una mancanza di salubrità – dall’artrite, alla depressione, alle malattie cardiache e all’ipertensione e persino all’obesità – non può essere curata con le medicine.

Non sono causati da un parassita che può essere ucciso. Possono essere curati solo con la salute.

Tutte le malattie causate da carenze, che si tratti di scorbuto, causate da una carenza nutrizionale o piaghe da decubito, causate da una carenza di movimento, una carenza di stress fisico – possono essere curate solo affrontando la causa. Nessuna medicina può curare queste condizioni.

Qualsiasi malattia causata da tossicità, da sostanze chimiche tossiche o persino da ambienti sociali tossici, non può essere curata dai medicinali. Questi possono essere curati solo affrontando la causa.

Cura e causa sono collegate. Ma non, apparentemente, nella medicina moderna. Le medicine trattano i sintomi e ignorano la causa. Di conseguenza, la cura sta scomparendo dai nostri sistemi medici, dai nostri testi medici, dai nostri dizionari medici e dalla scienza e dalla tecnologia della medicina.

Ogni causa di una malattia è come mancanza di salubrità, anche malattie parassitarie.

Non si ottiene un’infezione “a causa” dei batteri infetti, si ottiene un’infezione a causa di un taglio, o talvolta a causa di una debolezza del nostro sistema immunitario, che normalmente ci difenderebbe. Le migliori medicine agiscono migliorando la salubrità.

Ma le medicine di oggi non migliorano la salubrità. Molti riducono intenzionalmente la salubrità, nella speranza che la malattia venga maggiormente danneggiata. Le medicine di oggi non possono migliorare la salubrità.

Quindi queste medicine non possono curare. Quindi la cura non è nei dizionari medici.  

Come possiamo curare, se la cura non è nel dizionario medico?

  • Dobbiamo definire la cura, da una prospettiva scientifica, non da una prospettiva medica.
  • Abbiamo bisogno di definizioni, quindi cure ed essere testati e provati.
  • Dobbiamo definire la cura per ogni malattia e lavoro per migliorare le definizioni generali e specifiche di cura e cura.

Questo è il modo della scienza.  

Fino a quando non lo faremo, la medicina sarà sempre una pratica di superstizione, sintomi depressivi, e i pazienti e persino le loro famiglie, pur non curando mai alcuna malattia, non pretendendo mai di curare alcuna malattia. 

C’è un mito che le medicine sono destinate a curare. Ma è solo un mito …

Possiamo definire la cura? Possiamo definire guariti? Sì.

Curare una malattia è affrontare con successo una causa.  

Nota: solo un caso specifico, solo una malattia può essere curata. Nessuna malattia, nessuna classe generale di una malattia può essere curata. Ogni cura è un aneddoto. Una malattia viene curata quando la causa viene affrontata con successo. Dobbiamo curare le malattie, una alla volta.

Esistono tre definizioni utili di cura comunemente comprese:

  • Per fermare la progressione di una malattia, affrontando una causa di processo, come una dieta errata.
  • Per curare i danni causati da un infortunio.

Curare affrontando una causa di attributo, come la carie dentale o la cataratta, con trasformazione.

Oggi la medicina è bloccata sui “sintomi”, lavorando per curare i sintomi.

Quando lavoriamo per trattare i sintomi, abbiamo un problema. Un sintomo, anche in un singolo paziente, che si tratti di tosse, depressione o cancro, può avere molte cause individuali.

Quando trattiamo solo segni e sintomi, non possiamo dire se stiamo affrontando la causa, non possiamo dire se stiamo curando la malattia o no.  

È possibile, forse comune per un paziente soffrire di due o tre malattie della depressione, essere due depressi, non troppo depressi.

  • Potrebbe esserci una malattia depressiva causata da una carenza nutrizionale.
  • Potrebbe esserci una diversa malattia depressiva causata dal consumo di sostanze tossiche.
  • Qui potrebbe esserci una terza malattia da depressione causata dalla mancanza di sonno a causa di un lavoro stressante, una relazione, ecc.

La medicina moderna non tenta di curare la depressione, anche se se si risale a 50 anni fa, la maggior parte dei casi di depressione erano facilmente curati dalla salute. 

 

Ogni malattia, ogni singola malattia è un legame tra CAUSA e SINTOMI.

La malattia è comunemente diagnosticata dai sintomi , non dalla causa . Di conseguenza, qualsiasi diagnosi di una malattia potrebbe in realtà essere diversi casi di malattia.

Ciò rende la “malattia” molto difficile, apparentemente impossibile da curare.

Oggi, quando una malattia viene curata, è un miracolo, non una medicina.

Ogni malattia ha molte possibili cure, legate alla causa o alla catena causale. Possiamo definire gli Elementi della malattia e usare quella definizione per cercare le cure.

Una malattia, senza una causa che può essere affrontata, non può essere curata. Se la cura non è definita, se la cura non è nel dizionario, potremmo anche cercare un wumpus.

Una volta che abbiamo sviluppato una comprensione di base, possiamo iniziare a curare. Possiamo creare una scienza delle cure. Abbiamo tecnologie mediche. Ma non abbiamo bisogno delle tecnologie della medicina per curare, abbiamo bisogno di un linguaggio della medicina.

Possiamo rimettere “cura”, cure e cura nel dizionario – e lavorare per rimuovere “incurabile”.

Nota:

La nuova edizione 2016 del Webster’s Medical Dictionary contiene la parola cura. Tuttavia, le definizioni fornite sono pappine semplicistiche, cibo per i bambini, non per gli scienziati.

Proposta,

“per avere la salute o tornare sano, normale o di nuovo normale “e” un corso o un periodo di trattamento, in particolare: uno progettato per interrompere una dipendenza o un’abitudine compulsiva o per migliorare la salute generale”.

Incurabile appare anche in questa nuova edizione, ma sfortunatamente, è definito “impossibile da curare”, in contraddizione con la definizione di Barron e in contraddizione con la scienza e il buon senso.

Semplicemente non è possibile dimostrare che nessuna malattia non può essere curata, senza provare ogni possibile trattamento, il che non è possibile.

Ma difficilmente possiamo criticare Webster, o MERCK, Harrison, Lange o Barron o Bantam per non aver pubblicato la parola cura o non aver fornito una definizione scientifica.

La colpa sta nella scienza, o non scienza, delle burocrazie mediche odierne.

Fonte: https://www.bibliotecapleyades.net/ 

®wld