Crea sito

Catherine Austin Fitts conferma gli obiettivi della tecnocrazia e del transumanesimo

In una spettacolare intervista che ha raccolto oltre 2,2 milioni di visualizzazioni nelle prime 2 settimane dalla pubblicazione, Catherine Austin Fitts espone il piano generale globale per la tecnocrazia, il transumanesimo e il controllo totale sull’umanità. Questo è un video imperdibile.

nda, corsivo mio: abilita i sottotitoli in italiano, ti potrebbe interessare per comprendere quello che sta succedendo anche in Italia. L’ipotesi transumanista non è così peregrina. Tutto questo sta già succedendo, nell’ignavia e apatia della popolazione mondiale, terrorizzata dalla paura.

Fitts è stato assistente segretario statunitense per l’edilizia abitativa e lo sviluppo urbano durante l’amministrazione George HW Bush e amministratore delegato di un’importante società di investment banking, Dillon, Read & Co.

In Tecnocrazia con Patrick M. Wood sul suo sito web Solari Report, ha scritto:

La tecnocrazia è un sistema globale progettato per implementare la gestione e il controllo delle risorse centrali attraverso la microgestione basata su regole. La crescita della tecnocrazia è resa possibile dai sistemi e dal software digitali, dall’intelligenza artificiale e dallo “specchio unidirezionale” gestito attraverso la sorveglianza 24 ore su 24, 7 giorni su 7 da agenzie di intelligence e di controllo, finanziate dai nostri dollari di tasse.

La bellezza della tecnocrazia è che può essere integrata in un’ampia varietà di sistemi politici e aziendali. Mentre gli Stati Uniti promuovono la nozione di mercato e processo democratico, i nostri sistemi possono essere convertiti in tecnocrazia con l’integrazione di un flusso infinito di regole e algoritmi governativi, bancari e aziendali che gestiscono e controllano la nostra vita quotidiana e le nostre infrastrutture. Lo stesso processo si sta sviluppando nel sistema monopartitico cinese e anche attraverso una regolamentazione sconvolgente da parte di più governi di coalizione e istituzioni dell’Unione europea.

Vedere e documentare questo processo è impegnativo. Richiede l’integrazione di operazioni complesse in molte industrie e governi diversi, ed è protetto dalla straordinaria segretezza concessa al complesso militare-industriale e alle banche centrali.

Ecco una breve clip da quell’intervista:

*****************************************

Il crimine di Manosphere

© Reuters / Kevin Lamarque

Kamala Harris – Sia gli uomini che le donne dovrebbero avere paura se diventa presidente

di Helen Buyniski
dal sito Web di RT Un desiderio?

Non è misoginia da sottolineare I molti fallimenti di Kamala Harris …uomini e donne allo stesso modo dovrebbe avere paura se lei diventa presidente …

Le “femministe” corporative si stanno schierando in legittima opposizione al vicepresidente democratico eletto Kamala Harris con un’eruzione di misoginia dalla ” manosfera “.

Ma sono le sue politiche indifendibili che dovrebbero davvero preoccupare le donne.

La ‘Manosfera’,

un ecosistema di blog, bacheche e canali Discord popolato da sciovinisti uomini imperturbabili che credono che le donne non dovrebbero nemmeno votare, figuriamoci servire in ufficio,

… è terrorizzata dalla prospettiva che Kamala Harris diventi la prima presidente donna degli Stati Uniti.

Almeno così dice Jezebel – la bibbia delle femministe aziendali e degli appassionati di politica dell’identità con due cromosomi X. L’idea che Joe Biden , che venerdì compirà 78 anni e sarebbe il presidente più anziano di sempre della nazione se inaugurato a gennaio, verrà messo da parte (o subirà un ulteriore deterioramento mentale e fisico) e Harris dato le redini è inquadrata nella articolo come,

“parte di una fantasia paranoica sul” pinkout “ginocentrico del controllo politico” femoide “”, un sogno febbricitante di testosterone.

Eppure la possibilità che Biden si faccia da parte per passare il controllo di Harris non è certo una “ teoria del complotto ” …

In effetti, è così mainstream che è stato  lanciato dalla CNN  ad agosto, mentre Quartz ha scritto un intero articolo che  riproduce lo scenario  all’inizio di questo mese.

Molti altri esperti dell’establishment non hanno nascosto il loro desiderio di vedere il vecchio centrista neoliberista bianco farsi da parte in modo che un centrista neoliberista di razza mista relativamente giovane possa prendere il suo posto, e la candidata stessa è rimasta intrappolata in un lapsus freudiano che si  riferisce  all’arrivo ” Amministrazione Harris-Biden.

Il crimine di Manosphere, quindi, è vedere la “tecnocrazia di Kamala”, introdotta sotto la copertura di un Biden che sta tramontando rapidamente, come un negativo.

Sebbene questa fazione di misogini di Internet rappresenti solo un piccolo frammento di detrattori di Harris, lo sfogo di Jezebel che stringe le perle fa parte di quello che sarà sicuramente uno sforzo su più fronti per incatramare ogni opposizione a una presidenza Harris come una conseguenza di questa palude che odia le donne , i cui tentacoli sono riusciti in qualche modo a infettare anche gli sfortunati progressisti che pensano di opporsi a Harris per le sue politiche.

Cose povere! Radicalizzati e loro non lo sanno nemmeno …!

Quelle politiche, va detto, meritano una feroce opposizione.

Amministrazione A Biden-Harris avrà americani bloccato e mascherati fino al più presto possibile in nome di annullamento Covid-19 , anche se la prova del fatto che tali misure draconiane realmente fermare la diffusione del nuovo coronavirus è  fragile nel migliore dei casi  (e uno recente lo studio ha suggerito che effettivamente  peggiorano le cose ).

Hanno promesso di tornare alla politica di Barack Obama di  sostenere i terroristi  mascherati da forze “pro-democrazia” in Siria, pur continuando l’esecrabile  sostegno di Trump  alle violazioni dei diritti umani di Israele.

Biden ha promesso di  porre il veto a Medicare for All , mentre Harris ha promesso di emanare severe   leggi sul controllo delle armi – posizioni garantite per rendere la coppia paria su entrambi i lati dello spettro politico.

Harris ha condotto una campagna sul suo record come procuratore generale della California, un  record  pieno di cattiva condotta dell’accusa , soppressione di prove scagionanti e vero sadismo ,

in quale altro modo si potrebbe descrivere la pratica di rinchiudere le madri i cui figli saltano la scuola …?

Semmai, sono le sue politiche a essere misogine, non i suoi detrattori.

Era così impopolare come candidata, ha abbandonato prima ancora che iniziassero le primarie – eppure dovremmo credere che solo chi odia le donne sia disturbato dall’idea che un giorno diventerà presidente?

Questa vecchia e stanca tattica di usare caratteristiche protette per deviare le critiche da un candidato ripugnante è stata impiegata dal Partito Democratico negli ultimi dieci anni con vari gradi di successo.

Agli occhi dell’establishment, coloro che si sono tirati indietro davanti alla sociopatica guerrafondaia del 2016 Hillary Clinton sono stati motivati ​​dalla misoginia e gli elettori che si sono opposti alla politica estera di Barack Obama “ le vite dei droni ” erano razzisti.

È un modo semplice per costringere i liberali di mente debole a rimettersi in riga e far vergognare i loro compagni ideologici di mente più forte che si rifiutano di ritirarsi dai loro principi.

Il fatto che Jezebel e il suo genere non stiano martellando anche contro i detrattori di Harris per essere anche razzisti, è una testimonianza della scarsa considerazione in cui la comunità nera la tiene.

L’idea che Harris rappresenti la ” sorellanza ” e che le donne debbano unirsi dietro di lei contro lo spauracchio della misoginia di Internet è ridicola visti i suoi precedenti e il caos che avrebbe provocato come comandante in capo.

Rappresenta il peggior tipo di opportunismo, un carrierista le cui “convinzioni” (gioco di parole) cambiano con i venti dominanti, che ha sfruttato il sesso per andare avanti in politica.

Se Biden dovesse cadere e Harris assumesse la carica di presidente, sarebbe un piccolo passo avanti per una donna e un gigantesco balzo indietro per il genere femminile …

Fonte: https://www.bibliotecapleyades.net/

***********************************

Se per caso te li sei persi:

SILVER NERVUTI: “TROVA IL NEGAZIONISTA”

BORGHI ACCUSA DURAMENTE GUALTIERI: “NON HA NESSUN MANDATO PER APPROVARE IL MES” #BYOBLU24

Parlamento della Sassonia in Germania sui Test PCR

il-ricatto-del-natale-torino-29-11-2020

®wld

la tecnocrazia ti ama solo se obbedisci e se sei taggato

 
Il Fascismo del Ticketmaster, il blocco di Biden e riduzione della popolazione, patrioti, guerra per la libertà

TecnoPopulismo: accecato dallo scientismo

Che lo scientismo e il populismo siano “gemelli malvagi del discorso civico che scacciano i giudizi sobri e deliberati che possono aiutare una nazione a restare unita e prosperare” è quasi un eufemismo.

I governi basati sul populismo non possono esistere senza la forma e la funzione dello scientismo, che postula che tutta la verità sia derivata esclusivamente dalla scienza stessa, escluse tutte le altre forme di conoscenza e pensiero. Lo scientismo fornisce la “verità assoluta” e i mezzi per imporla.

È una combinazione pericolosa che alla fine cadrà direttamente nella morsa della tecnocrazia. I populisti diranno: “Wow, non l’abbiamo mai visto arrivare”. ⁃ TN Editor

 

Molti governatori, in particolare quelli democratici, hanno giustificato i blocchi dei loro stati con lo slogan comune: “Stiamo seguendo la scienza”. Quando il segretario alla salute e ai servizi umani Alex Azar ha vietato alle agenzie sanitarie della nazione, inclusa la Food and Drug Administration, di firmare in modo indipendente qualsiasi nuova regola riguardante i vaccini, richiedendo invece la sua approvazione, alcuni esperti di virus hanno  espresso la preoccupazione  che la politica ora si sarebbe intromessa. della scienza.

Il mantra di “seguire la scienza” non è unico per la politica del virus. I politici offrono una giustificazione simile per le politiche sul cambiamento climatico. Proprio come la scienza sul Covid-19 “giustifica” i blocchi, la scienza del cambiamento climatico viene utilizzata per sostenere la  spesa e la politica normativa  che fornirà zero emissioni nette.

L’idea di seguire la scienza in opposizione alla politica è un tropo che risale all’inizio dell’era progressista. Nel 1887 Woodrow Wilson, allora professore di scienze politiche al Bryn Mawr College,  scrisse un famoso articolo sostenendo  che la pubblica amministrazione poteva essere separata dalla politica perché poteva seguire una logica scientifica piuttosto che soccombere alla corruzione della politica. Le sue idee e altre simili divennero, a loro volta, una giustificazione per uno stato amministrativo allargato. All’interno dell’amministrazione, gli esperti fornirebbero regolamenti per il bene pubblico basati sulla scienza. Questo modello di diritto amministrativo “nastro trasportatore”, infatti, suggeriva che dovevano esserci meno restrizioni costituzionali sulle agenzie amministrative che sul legislatore, perché le agenzie amministrative erano vincolate dalla scienza.

Il modello di amministrazione del nastro trasportatore è stato in gran parte abbandonato anche dalla maggior parte dei liberali. Gli esperti non sono sempre d’accordo sulla scienza. Inoltre, i fatti stessi non dettano la politica. Le considerazioni di valore sono centrali nella scelta delle politiche, in particolare quando alle agenzie amministrative viene concesso un potere delegato sostanziale dal Congresso. Ad esempio, la FCC concede licenze alle stazioni televisive nell’interesse pubblico. Ma nessun insieme di fatti può dirci qual è l’interesse pubblico. Come risultato di questo riconoscimento, il diritto amministrativo è stato riformato dalla legge sulla procedura amministrativa per richiedere un maggiore contributo pubblico sulle regole e una revisione più approfondita delle regole da parte della magistratura. Da quando Ronald Reagan,ogni presidente ha anche richiesto che le regole principali siano controllate a livello centrale per assicurarsi che siano coerenti con le scelte politiche generali dell’amministrazione.

Ma il mantra del “seguire la scienza” è ancora più problematico quando applicato alla politica che all’amministrazione. Non è possibile rendere la politica sussidiaria alla scienza. In primo luogo, i fatti sono oggetto di controversia, così come alcuni di quelli sul cambiamento climatico, ad esempio. In secondo luogo, è probabile che nessuna serie di fatti determini alcun risultato. Le politiche sui cambiamenti climatici influenzano la crescita economica e questa è un’altra serie di fatti che devono essere indagati.  E come James Rogers ha notato in questo sito , la radicale incertezza presente nella maggior parte dei giudizi sugli affari umani richiede giudizi prudenziali, non solo modelli scientifici.

Ma soprattutto, la politica richiede un dibattito sui valori, non solo sui fatti. Ci sono compromessi tra diverse politiche. Il Green New Deal può ostacolare la crescita economica e quindi danneggiare le generazioni a venire. Di conseguenza, potrebbe essere più saggio adattarsi a un clima caldo piuttosto che cercare di prevenirlo a caro prezzo. Inoltre, è una questione di valore, non di fatto, su chi dovrebbe sopportare il peso delle politiche sui cambiamenti climatici: questa generazione o le generazioni future che, a causa dell’accelerazione tecnologica, potrebbero essere sostanzialmente più ricche.

La visione del nastro trasportatore della politica si basa in ultima analisi su un errore filosofico. Non si possono derivare “dichiarazioni dovute” da “affermazioni”. David Hume ha dimostrato questo punto secoli fa. Questo riconoscimento non serve a svalutare la scienza. Usare la scienza per valutare i probabili costi e benefici delle politiche a vantaggio della scienza ci aiuta a fare migliori compromessi, qualunque siano i valori che adottiamo. Ma non può sostituire i dibattiti tra valori diversi o determinare i compromessi appropriati tra loro.

Se il nastro trasportatore della scienza che detta la politica è caduto in disgrazia nel diritto amministrativo ed è ancora più evidentemente inapplicabile alla politica in generale, perché così tanti politici stanno tornando alla sua retorica? Il motivo è che, anche se è una tradizione intellettualmente fallita, rimane politicamente utile. Lo scientismo è un tentativo di chiudere i dibattiti politici. Sposta la discussione da questioni di valore, accessibili a tutti, a questioni di fatto che sono nel dominio degli esperti, spostando così il terreno del dibattito. Inoltre ostacola l’evoluzione del consenso degli esperti, perché quando la scienza diventa una copertura per la politica, dissentire dalle linee di partito diventa più difficile anche per gli esperti. E permette ai progressisti di ritrarre i loro avversari come ignoranti. Questo è stato un tropo comune della politica progressista:i conservatori sono il partito stupido.

Ma nascondersi dietro la scienza è un male per la politica e peggio per la salute civica della nazione. Il blocco è un esempio calzante. Semplicemente non è vero che i fatti sulla trasmissione del virus siano sufficienti a giustificare da soli un blocco. Una politica di blocco può aiutare a prevenire trasmissioni e alcuni decessi. Ma comporta anche costi enormi per l’economia, per la nostra vita culturale e per il benessere mentale degli americani. Sia la minore crescita che la diminuzione della salute mentale provocano morti e altri danni. Può darsi che il blocco sia stato un fattore che ha contribuito alle rivolte che hanno colpito molte città in tutta la nazione. Questo non vuol dire che un blocco particolare non sia giustificato. Ma imporre un blocco non è una decisione che può essere basata solo sulla scienza. Anziché,richiede giudizi prudenziali del tipo che eleggiamo per fare i leader. Mentre questo saggio veniva scritto, l’Organizzazione mondiale della sanità ha annunciato  che i blocchi non dovrebbero essere il metodo principale per controllare il virus. Questo cambiamento di posizione evidenzia i pericoli di legare la politica pubblica a rivendicazioni sulla scienza contestabile.

Leggi la storia completa qui …

 

Pubblicato su: https://www.technocracy.news/technopopulism-blinded-by-scientism/

 

************************************

Articoli correlati:

L’acquisizione globale da parte dei tecnocrati

Approfondimento storico: quando i buoni governi vanno male

®wld

Paura – un’arma e un veleno per il cervello

 

 

Il caustico salario della paura perpetua

I primi tecnocrati che svilupparono la “scienza dell’ingegneria sociale” studiarono artisti del calibro di Saint-Simon, Pavlov, BF Skinner, Edward Bernays, ecc., E conoscevano perfettamente gli effetti della paura sulle persone e sulle società. Oggi è il loro strumento più utile. ⁃TN Editor 

Ho parlato a lungo sulla paura che rende gli esseri umani stupidi, e persino sul fatto che sia un’arma e un veleno per il cervello. Ma a volte mi sono anche chiesto se le persone avrebbero colpito la stanchezza della paura … quel punto in cui le persone hanno semplicemente avuto abbastanza paura e se ne sono andate.

 

A quanto pare, tuttavia, ero un po’ ottimista sulla paura della fatica. Ho letto l’ultimo libro di Robert Sapolsky,  Behave: The Biology of Humans at Our Best And Worst, e sono rimasto deluso nell’apprendere ciò che la migliore nuova ricerca mostra sull’applicazione a lungo termine della paura. (O, nella terminologia accademica,  stress sostenuto.)

 

La mia delusione, tuttavia, fu presto mitigata da due cose:

  1. Ho ottenuto informazioni su come funziona l’avvelenamento da paura.

  2. Quella neurologia umana è immensamente variabile, che ci sono eccezioni a tutto, e che se l’intero quadro fosse effettivamente oscuro come le scoperte più preoccupanti, molto tempo fa ci saremmo trasformati in nient’altro che scimmie assassine.

Ho a malapena bisogno di dirlo, ma il 2020 è stato l’anno della paura. Sono un po’ stupito dalla sua portata. C’è un certo fascino nell’assorbire tutte le storie di paura in tempi normali – la nostra capacità di guardare male negli occhi ci fa sembrare vibranti – ma il 2020 si è spinto ben oltre quel livello. Quello che stiamo incontrando è molto più del semplice porno della paura e ci sono alcuni punti vendita (compresi i siti Web) che posso solo descrivere come osceni.

Questo è più distruttivo di quanto le persone credano. 

 

Cosa ci fa la paura perpetua 

 

Cito da Sapolsky, che è uno dei migliori neuroscienziati del nostro tempo. Modificherò un po’ per semplificare e rimuovere i riferimenti all’area cerebrale, e seguirò i passaggi con alcune elaborazioni.

 

Durante lo stress prolungato, abbiamo più paura, il nostro pensiero è confuso, valutiamo male i rischi e agiamo impulsivamente per abitudine, piuttosto che incorporare nuovi dati”.

 

Sotto un lungo flusso della paura (come titoli spaventosi), il nostro pensiero si rompe. Mettiamola in modo molto semplice: potresti essere molto intelligente in sostanza, ma quando consumi ore di paura ogni giorno, diventi stupido. E per favore cerca di capire:  questo è biologico. Le tue operazioni cerebrali diventano quelle di una persona stupida. (E sì, sto usando “stupido” in modo molto antiscientifico.)

 

Ricorda anche che la paura funziona. Le persone che vendono la paura in TV, pagine web e social media vengono ricompensate per questo. Sono diventati, usando i miei termini liberamente ma non ingiustamente, spacciatori di droga, vendendo materiale dannoso da cui le persone diventano dipendenti. Inoltre, questi sono professionisti. Le società di social media sono pienamente consapevoli che i loro modelli di business dipendono dalle persone che ne sono dipendenti. Stanno attenti a mantenerli dipendenti.

 

Le paure che le persone consumano, quindi, provengono da persone che ne traggono profitto.

 

Lo stress indebolisce le connessioni che sono essenziali per incorporare nuove informazioni che  dovrebbero  spingere a passare a una nuova strategia, rafforzando al contempo le connessioni con i circuiti cerebrali abituali”.

 

In altre parole, la paura ti blocca nelle tue abitudini e nelle tue scelte precedenti. Riduce letteralmente i percorsi cerebrali che ti consentono di cambiare idea.

Questo è serio e sospetto che tu abbia già visto esempi di questo.

 

“In condizioni di stress prolungato elaboriamo le informazioni importanti dal punto di vista emotivo rapidamente e automaticamente, ma in modo meno accurato. La memoria di lavoro, il controllo degli impulsi, il processo decisionale, la valutazione del rischio e lo spostamento dei compiti sono compromessi.”

 

Ancora una volta, la paura prolungata blocca le persone in qualunque percorso si trovino già. E ancora, questo è biologico. I circuiti cerebrali sono direttamente interessati.

 

Da tutto quello che ho scritto sopra (e ci sono altri effetti sgradevoli come la violenza domestica), sembrerebbe che siamo condannati; che i nostri vicini che hanno bevuto profondamente dal fiume della paura sono bloccati dal cervello e finché il flusso della paura continua (non sembra esserci una fine in vista), diventeranno sempre più rigidi nei loro pregiudizi e quella violenza continuerà e aumenterà.

 

E per alcune persone tutto quanto sopra sarà vero. La paura distrugge nel modo più diretto: biologicamente.

 

Eppure … la biologia non è mai semplice, soprattutto a livello umano. Mentre le cose di cui sopra sono generalmente vere, ci sono sempre delle eccezioni; a volte molti di loro. Ed sono proprio quelle eccezioni che ci hanno salvato, di volta in volta.

 

I salari della paura perpetua sono menti polarizzate e bloccate. E questo porta a un’opposizione istintiva, violenza e omicidio. Lo stiamo vedendo ora e continuremo a vederlo per un po’ di tempo. Il mondo, a quanto pare, è diventato dipendente dalla paura.

 

Eppure, molti di noi lo rifiutano, e questo è ancora lontano.

 

Due giorni fa c’è stata una festa nel mio quartiere: musica, parlare, suonare, ridere e così via. È stato il primo rumore gioioso che ho sentito in pubblico da molto tempo.

 

La vita trova un modo, e soprattutto la vita umana. 

 

Leggi la storia completa qui … 

 

Postato su: https://www.technocracy.news/

 

®wld

Niente maschere in Olanda …

Tamara van Ark

Legislatore olandese sulle maschere: evitale perché la sua”efficacia non è dimostrata”

Il massimo funzionario olandese per la salute si è opposto all’uso delle maschere per il viso “perché dal punto di vista medico non esiste una comprovata efficacia della maschera” per contenere la diffusione di un virus. La macchina della propaganda Technocrat negli Stati Uniti afferma l’opposto polare ma senza prove. ⁃ Editor TN

Mercoledì il governo olandese ha consigliato al pubblico di non indossare maschere per rallentare la diffusione del coronavirus, avvertendo che la loro efficacia rimane non dimostrata.

Il ministro delle cure mediche Tamara van Ark ha preso la decisione dopo una revisione da parte del National Institute for Health (RIVM) del paese.

Invece il consiglio ufficiale è quello di aderire meglio alle regole di allontanamento sociale dopo un’ondata di casi di coronavirus negli ultimi sette giorni, afferma Van Ark in una conferenza stampa a L’Aia, riferisce Reuters .

“Perché dal punto di vista medico non esiste una comprovata efficacia delle maschere, il Consiglio dei Ministri ha deciso che non vi sarà alcun obbligo nazionale di indossare maschere non mediche”, ha affermato Van Ark.

Il capo della RIVM Jaap van Dissel ha citato studi che mostrano che le maschere aiutano a rallentare la diffusione della malattia ma non sono convinte che faranno qualsiasi cosa per contrastare l’epidemia di coronavirus nei Paesi Bassi.

Ha sostenuto che indossare le maschere in modo errato, insieme a una peggior aderenza alle regole di allontanamento sociale, potrebbe aumentare il rischio di trasmissione della malattia.

“Quindi pensiamo che se hai intenzione di usare le maschere (in un ambiente pubblico) … allora devi dare una buona formazione per questo”, ha detto.

La decisione è seguita a una riunione di funzionari sanitari e governativi dopo che i nuovi casi di coronavirus nel paese sono saliti a 1.329 la scorsa settimana, con un aumento di oltre un terzo. Da allora il livello del caso si è appiattito.

Come riportato da Breitbart News, gli olandesi hanno preso una strada diversa nella loro reazione alla pandemia globale quasi dal primo momento in cui è stata scoperta.

I negozi sono rimasti aperti e le famiglie si spostano ciclicamente nel soleggiato clima estivo nei Paesi Bassi, che ha optato per quello che definisce un “blocco intelligente” per far fronte alla minaccia del coronavirus.

Leggi la storia completa qui …

Postato su: https://www.technocracy.news/

Correlati:

Quello che devi sapere sulle maschere per il viso …

Sempre più sottomessi

®wld

L’occhio di Sauron

 

 

L’occhio di Sauron e la pandemia di sorveglianza

 

I tecnocrati che gestiscono il grande panico del 2020 stanno sfruttando ogni vantaggio per guidare verso la tecnocrazia e la dittatura scientifica. La sorveglianza è un componente chiave perché il monitoraggio fornisce l’input per i programmi di ingegneria sociale. ⁃ Editor TN 

Le mappe pandemiche sono di gran moda, oggigiorno, ma l’ultima della Electronic Frontier Foundation (EFF) è un po ‘diversa; invece di hotspot virali, mostra una piaga di snoopiness ufficiale, organizzato per posizione e ordinabile per tecnologia. Mentre documenta le intrusioni che precedono l’attuale crisi, 

 

l’Atlante della sorveglianza  è fin troppo rilevante per l’età del coronavirus. Le preoccupazioni per limitare il contagio aiutano a normalizzare il controllo dettagliato della vita delle persone e ci spingono verso uno stato di sorveglianza pervasivo. 

 

“Il database Atlas of Surveillance, contenente diverse migliaia di punti dati su oltre 3.000 dipartimenti di polizia locali e locali e uffici degli sceriffi a livello nazionale, consente a cittadini, giornalisti e accademici di rivedere i dettagli sulle tecnologie che la polizia sta implementando e fornisce una risorsa per verificare quali dispositivi e sistemi sono stati acquistati localmente”, ha annunciato EFF  il 13 luglio.

 

Gli utenti possono fare clic sulla mappa per vedere quali tecnologie di sorveglianza vengono utilizzate in determinate località. Se vuoi vedere cosa succede nella tua zona, la mappa è ricercabile con il nome di una città, contea o stato. La mappa può anche essere filtrata in base a tecnologie come telecamere indossate, droni e lettori di targhe automatizzati. 

 

L’ingresso più vicino a me è nella Prescott Valley, in Arizona, dove il dipartimento di polizia è  tra le centinaia  che hanno collaborato con Ring, la società di videocamere di proprietà di Amazon.

 

Le partnership Ring   non forniscono feed live alla polizia, ma possono richiedere registrazioni video relative a un orario e un’area specifici. Mentre la partecipazione dei clienti Ring è volontaria, le partnership sono “una soluzione intelligente per lo sviluppo di una rete di sorveglianza completamente nuova, senza il tipo di controllo che potrebbe accadere se provenisse dalla polizia o dal governo”, avverte Andrew Guthrie Ferguson, un professore presso la David A. Clarke School of Law dell’Università del Distretto di Columbia e autore di  The Rise of Big Data Policing.

 

I ricercatori  trovano pochi crimini risolti  dai partenariati di sorveglianza volontaria, ma il marketing di sicurezza domestica dell’accordo Ring promuove la cultura verso una più facile accettazione di un panopticon che opera al di fuori dell’intera gamma di protezioni per le libertà civili. Anche facilitare lo scivolamento dell’America verso uno stato di piena sorveglianza è il timore della pandemia di COVID-19.

 

I funzionari della sanità pubblica che, pochi mesi fa, si sono preoccupati di  superare le preoccupazioni sulla privacy in  merito ai sistemi di tracciamento dei contatti si sono rivolti alla solita soluzione dei governi: minacciare dure sanzioni per non conformità.

 

“I viaggiatori di alcuni stati che atterrano negli aeroporti di New York a partire da martedì potrebbero subire una multa di $ 2.000 per non aver compilato un modulo che i funzionari statali useranno per rintracciare i viaggiatori e assicurarsi che seguano le restrizioni di quarantena”, ha riferito AP   questa settimana.

 

I moduli di tracciamento obbligatori per i viaggiatori a New York seguono  i precedenti sforzi della Contea di Rockland  per costringere la cooperazione con i traccianti di contatto.

 

“La commissaria per la salute, la dott.ssa Patricia Schnabel Ruppert, ha esortato i residenti a rispettare gli sforzi di tracciamento dei contatti del Dipartimento della Salute e ha minacciato coloro che non rispettano le citazioni in giudizio e multe da 2.000 dollari al giorno”, ha annunciato la contea   il 1 luglio. 

 

Possiamo sperare che il ficcanaso legato alla salute nei movimenti e nelle attività delle persone finisca quando la pandemia passa, ma queste cose hanno un modo di essere incorporate nella cultura quando le persone si abituano a loro. In nome del controllo delle infezioni, molte aziende private stanno  monitorando attentamente i dipendenti, inclusa la loro vicinanza sul luogo di lavoro. 

 

Leggi la storia completa qui … 

 

Fonte: https://www.technocracy.news/

 

®wld