Crea sito

DELIRIO DI IRRAZIONALITA’

Di : Dottor Roberto Slaviero – 11.01.21

Dopo la grande performance dei brogli elettorali in Usa, uno dei giornali della nomenclatura italiana, Repubblica, esce con un titolo:

il voto elettronico può salvare la democrazia

il giornalista, se si può chiamar cosi, apre la strada ad un possibile cambiamento di sistema di votazione anche in Italia.

Infatti, se è più difficile alterare le schede con matita indelebile, con i sistemi elettronici tipo “Dominio”, si può far di tutto.

E l’Italia, pare essersi dimostrata molto attiva nei giochetti elettorali americani pro democratici; chiaramente la dittatura mediatica europea, dice l’esatto contrario, ma lo vedremo nell’immediato futuro.

Nel frattempo, dopo le festività natalizie in clausura, il governo, spaventato dai numeri covidiani in ascesa, prepara nuove chiusure e limitazioni.

C’è addirittura un ebete, non so se virologo o esperto dei parassiti nanometrici, che dichiara che, se una regione ha 250 casi su 100.000, deve diventare automaticamente zona rossa; ciò equivale allo 0,25 % della popolazione! Mamma mia, un rischio colossale per la vita sul pianeta.

Domanda?

Se avete appena chiuso l’Italia ed i numeri sono in aumento: CHE C…O SERVE IL LOCK?

Forse i nanoparassiti si insinuano nelle case attraverso gli spifferi del riscaldamento, ove possono irrobustirsi, per attaccare l’ignaro italico che, stravaccato sul divano, sta chattando sui social o guardando serie Tv!?

Mi pare che vogliano introdurre anche un altro colore, il bianco, ma oramai la confusione regna totale.

La stagione turistica invernale è compromessa nel frattempo, ed i mediocri golpisti se la ridono e se la godono e si danno appuntamento a Davos afine gennaio, per mangiare e bere e farsi beffa dei coglioni che credono ancora al virus mortale o del cinavirus, come lo chiama Trump.

Mi pare che Biden, poco tempo fa, avesse fatto capire che il virus mortale proveniva dall’amata Penisola e non dalla Cina…ma tant’è, l’Italia non mi pare se la stia passando troppo bene ed il peggio a da veni…!

Alla fine del terzo Reich, Hitler, in preda alle ultime follie allucinatorie, fece allagare la Metro di Berlino, facendo crepare quasi 300mila suoi sudditi, che vivevano al suo interno; nessuno deve cadere in mano al nemico!

Pare che il baffetto poi, se la sia svignata in Argentina, fingendo il suicidio di gruppo ..farneticazioni complottologhe…claro!

Quando invase la Russia, era convinto di avere gli Dei dalla sua parte e che il “fuoco“ che muoveva la razza germanica, avrebbe in ogni caso bruciato il “ghiaccio“ della razza russa. Da dove ricavava tali convinzioni?

Dalla teoria di un Ingegnere austriaco, un genialoide, che aveva inventato una valvola per motori, che avrebbe rivoluzionato energia e trasporti

“la valvola di Hoebriger

l’Ing, ebbe un giorno dei pensieri e visioni e formulò una interessantissima teoria sull’evoluzione del nostro cosmo.

Tale teoria, vede fuoco e ghiaccio  contendersi e disputarsi le varie fasi evolutive del sistema solare, con la Luna, una sfera di ghiaccio, che ogni tot. centinaia di migliaia di anni, cade a spirale, come acqua e sassi, sul pianeta Terra e modifica il tutto, compreso gli esseri viventi…quelli che sopravvivono logicamente.

Parla di un’età dell’oro quando, i Re Giganti, insegnarono agli umani le arti e la scienza.

Una teoria che di primo acchito può sembrare folle, ma forse molto folle non lo è!

Egli mori nel 1931 e nel mondo “esoterico“ del nascente nazionalsocialismo degli anni 20, tale teoria venne assunta come il credo assoluto.

“quando i giganti  erano ancora mescolati agli uomini, nei tempi in cui mai nessuno parlò“ diceva tra gli altri Hugo Victor

Nel 1942, Hitler mandò una spedizione nell’isola baltica di Ruegen, al comando del fisico esperto di raggi infrarossi, Heinz Fischer; dopo la guerra, egli si trasferii negli Usa e partecipò allo sviluppo della Bomba H, denigrando la sua vecchia spedizione nazista.

Cosa cercavano?

La Terra non sarebbe convessa, ovvero, noi vivremmo all’interno di una sfera, limitata esternamente dalla volta celeste; sole e luna sarebbero molto più vicini e le galassie non sarebbero altro che una nebulosa sospesa principalmente sopra il centro del pianeta.

Parlavano di Terra vuota o concava! Ma la Genesi biblica non dice più o meno le  stesse cose? Andate a vedervi le recenti rilevazioni ad infrarossi a grandi distanze…

I nazisti, avevano già sviluppato auto teleguidate, nonché  dischi volanti e razzi a lunga gittata V1 e V2, insomma forse qualche aiutino “esterno“  l’avevano avuto…poi tutto passo di mano, in direzione principalmente Anglo-Usa e Russia.

Il barone nazista Werner Von Braun, realizzatore nazista delle V1 e V2, negli Usa poi nel 1958, realizzò il più grande inganno moderno, la Nasa!

Adesso ci pensa Elon Musk a far sognare gli umani intorpiditi, con viaggi marziani…claro, se la Luna è ghiacciata…ah ah ah.

Probabilmente, se fosse stato ancora vivo, Hoerbiger, avrebbe fatto ragionare meglio Hitler, su razze pure etc e forse avremmo evitato disgrazie e milioni di morti.

Ma la storia quasi sempre combina disastri.

In ogni teoria, c’è un qualcosa di buono, ma se viene estremizzata … ahi ahi, son dolori.

Ed infatti adesso, abbiamo i teorici del “reset“, che stanno rivoluzionando il mondo occidentale, stanno facendo una rivoluzione a 180 gradi, una rivoluzione a testa in giù, ossia; normalmente sono i popoli che, sottomessi, si ribellano e poi favoriti comunque da qualche “supporter ricco“, abbattono gli steccati e vanno al potere.

Adesso, i già straricchi, vogliono irretire ancor di più i normali. Per farlo, hanno comprato  partiti, governi, sindacati, media, giornali ed oggi con il virus, medici ed esperti sanitari.

Facebook e Twitter, per non fare nomi, hanno oscurato  il profilo dell’ancora, per 9 giorni, Presidente degli Usa.

Ve lo potevate immaginare 10 anni fa, qualunque cosa si pensi o si dica di un politico, che ha gestito per 4 anni la più potente nazione del pianeta?

Questi gruppi privati, principalmente made in Usa, Silicon Valley, hanno corrotto a suon di miliardi tutta la politica.

Hanno creato enormi strutture di potere mondiale e dettano legge con le loro informazioni teleguidate.

L’ho già scritto mesi fa…uscite dai social, uscite da sta palude controllata che vi controlla, che vi mette uno contro l’altro; ritrovate la vostra indipendenza ed identità.

Nell’immediato futuro, la morsa del controllo si stringerà sempre di più, sempre più blogger e persone indesiderate saranno oscurate, avete solo una via d’uscita:

ANDATEVENE FUORI DA STA MIERDA!

Se non lo farete, sarete loro complici, come per il caso cinavirus!

Non date più uno spicciolo dei vostri soldi, non date più uno spicciolo della vostra attenzione a questi psicopatici, drogati e pedofili magari.

Loro soffrono di Delirio di Irrazionalità, credendosi i sapienti del cosmo; d il cosmo a tempi brevi li punirà.

Ma come sempre, prima, giungerà la follia umana che  includerà molti innocenti, come nella Metro di Berlino – (leggi al paragrafo “La Sconfitta“) o nelle case di una Dresda bombardata a morte e senza pietà per giorni e giorni, con bombe incendiarie dagli anglo-americani a guerra già praticamente vinta e finita.

Cattiverie spinte da odi spaventosi, creati ad arte da chi prima finanzia e fa il saccente e poi toglie e distrugge.

La Ford americana ha creato gran parte dell’esercito Nazi e la finanza Usa l’ha finanziato, anche il Senior Bush!

Nel recente; arte di credito a tutti, mutui a tutti, mutui casa finanziati al 120% ETC…

E adesso? Sono gli stessi del cinavirus! Lo capite  o no? Vi porteranno via quasi tutto, lavoro, beni e benessere!

Soldi con prestiti della banca mondiale nel terzo mondo e poi … rubate tutte le ricchezze del sottosuolo.

Schiavi che lavorano peggio delle bestie, per ricavare metalli rari, per fabbricare i vostri cazzo di telefoni smart e le vostre batterie per le auto elettriche!

A proposito, Toyota e qualche produttore tedesco, cominciano a dire che non sarà possibile una totale riconversione dal motore a scoppio all’elettrico…ma va…sul serio?

Pensate ai lobotomizzati elettrici che, in massa, alla sera mettono in carico tutte le loro auto o scooter, milioni tutti insieme: immaginate cosa accadrà al sistema elettrico del paese…plufffffff

E allora? Minchia che famo? …e…famo e centrali atomiche …per favor in poco tiempo…no se puede volver al diesel, es muy inquinante!

Negli anni 70, ricordate? Diesel diesel please, la benzina es una mierda inquinante!

Pochi anni prima però; “metti un tigre nel motore”! I meno giovani, ricorderanno la pubblicità

Manipolati sempre, creduloni sempre … ma non vi siete rotti los bananitos, ma non vi siete rotti di ascoltare questi inetti politici ed economisti racconta palle, al soldo e busta paga dei manipolatori?

La valvola di Hoeringer esiste, i suoi figli hanno sviluppato una grande azienda, la sua capacità intuitiva, ha coniato parte della storia dei motori e la sua teoria evolutiva … super bistrattata dai falsi odierni?

Chiedete un po’ ai ricconi, come mai si sono creati strutture enormi, tipo nelle Isole Svalbard in Norvegia, per preservare semi e sementi da possibili disgrazie diluviane?

Non è che sotto sotto … in effetti anche molti antichi parlavano di una Terra senza Selene…non è una figa ragazzi, è il nome greco della Luna, della Dea della Luna!

Ogni tanto si scioglie e cade in testa a sti stronzoidi umanoidi, che non capiscono una mazza e si fanno sempre infinocchiare dai potenti di turno!

A Sele’…dai…datte una mossa…ce semo rotti dei colori…cavolo…e i Daltonici?

https://it.wikipedia.org/wiki/Acromatopsia

Presidente e Governatori italiani: attendiamo con estrema sollecitudine, meglio verso una tarda ora serale, una vostra decisione in merito!

Le forze di polizia, devono aver ben chiare le idee, per applicare al meglio le vostre rigide leggi anti cinavirus….o… italianvirus…i tempi cambiano, cari democratici di tutti i tempi !!

Saluti e salute a tutti, soprattutto ai veri irrazionali genialoidi e di gran cuore!

Fonte: http://olisticoaltapusteria.com/

®wld

60 resoconti diversi sul leggendario primo re di Roma Romolo

L’indovinello di Romulus: il leggendario primo re di Roma esisteva davvero?

Recenti scavi a Roma hanno riacceso il dibattito sul fatto che il leggendario primo re di Roma, Romolo, fosse un personaggio storico o solo un’opera di fantasia. In effetti, all’inizio di quest’anno, gli archeologi hanno portato alla luce  un presunto santuario di Romolo  che risale a circa 2.600 anni fa. Oltre a questa scoperta, gli archeologi negli ultimi decenni hanno  fatto scoperte  che sembrano essere collegate al mito canonico della fondazione di Roma. Mentre la maggior parte degli accademici ha a lungo scritto Romolo come una “fabbricazione letteraria”,  alcuni hanno contestato  questa opinione prevalente e hanno sollevato nuove prove; ma ce n’è abbastanza per risolvere finalmente la controversia?

Il caso contro l’esistenza di re Romolo

Il caso contro il leggendario fondatore e re romano, Romolo, è piuttosto semplice: ci sono episodi fantastici nel racconto di Romolo che semplicemente non possono essere veri. Dopotutto, per non dire altro, sembra altamente improbabile che Romolo fosse il figlio del  dio Marte, fu salvato da una lupa carnivora selvaggia e ascese miracolosamente nei cieli, dopodiché divenne il dio Quirino che vegliava sullo stato romano . Se queste storie dubbie non fossero abbastanza dannose, ci sono altre leggende della fondazione romana in competizione che non si concentrano su un eroe omonimo.

Oltre a queste questioni, alcuni accademici hanno sostenuto che la datazione archeologica di Roma non è in linea con la presunta fondazione della città nel 753 a.C., e ci sono pochissime, se non nessuna, prove iniziali convincenti dell’esistenza del re  Romolo . Mentre gli scettici di Romolo fanno molti punti giusti, non chiudono necessariamente il caso contro un fondatore omonimo di Roma.

Denario con la testa laureata, dai capelli lunghi e barbuta di Quirino (Romolo). (Classical Numismatic Group, Inc./  CC BY SA 3.0  )

Spiegazioni del mondo reale per le leggende di Romulus

Prima di tutto, semplicemente perché nella leggenda di Romolo esistono componenti soprannaturali non significa che la nozione di fondatore di un eroe sia priva di credibilità, soprattutto considerando che c’erano alternative più plausibili e antiche. Per uno, alcuni storici antichi credevano che il padre di Romolo non fosse il dio della guerra. Piuttosto,  un ammiratore o il re canaglia di Alba Longa  – Amulio – violentò selvaggiamente e impregnò la madre di Romolo – nota come Rea Silvia – portando alla scandalosa gravidanza.

Anche la leggenda della lupa  è di origine discutibile, dato che i lupi hanno maggiori probabilità di divorare i bambini che di allattarli. Tuttavia, alcuni storici antichi sostenevano che un lupo di nome Lupa non avesse aiutato il piccolo Romolo. Invece, una prostituta lo ha fatto, e la giustificazione di questa convinzione è  che  lupa  era un termine antico  che si traduceva essenzialmente in “puttana”. Quindi, una prostituta – forse chiamata Acca Larentia – piuttosto che un lupo avrebbe potuto prendersi cura di Romulus.

Replica della lupa romana, Romolo e Remo, Capitole, Roma, Italia. ( CC0 )

Infine, l’ascensione di Romolo nei cieli dovrebbe essere motivo di scetticismo. La maggior parte dei pensatori moderni richiede prove di qualche tipo quando si confrontano con tali individui che si suppone si smaterializzino e diventino vere divinità, specialmente quelli appartenenti ai pantheon di quelle che ora sono religioni morte. Ma alcuni scrittori romani e greci credevano che la verità sulla morte e scomparsa di Romolo fosse molto più semplice: un quadro di romani  stanchi del regno dispotico e ingiusto del re Romolo, spietatamente  lo uccise,  smembrò il suo corpo, nascose i resti e poi disse a tutti che aveva subito un’apoteosi miracolosa.

Pertanto, l’esistenza di episodi soprannaturali nella leggenda canonica non è necessariamente uno sciopero contro Romolo, dato che esistevano alternative antiche più plausibili. I componenti spettacolari potrebbero essere stati creati solo per rafforzare la reputazione di re Romolo e nascondere verità sgradevoli al pubblico romano.

L’orgoglio del re Romolo. ( Dominio pubblico )

Le vedute dei miti e dell’archeologia moderna

Gli antichi scrittori conoscevano  diversi miti di fondazione  che variavano anche al di là di questi.  Dionigi di Alicarnasso  menzionò di conoscere 14 leggende,  Plutarco  ricordò 13, Festo 10 e Servio 8, ma lo stimato storico moderno TP Wiseman affermò di aver scoperto almeno  60 resoconti diversi  che esistono in qualche forma. Alcuni sono simili alla versione canonica; altri variano notevolmente; ci sono numerosi nomi diversi del fondatore e primo re di Roma, inclusi Rhomos, Rhomus, Rhomylos e, naturalmente, Romulus (molte di queste varianti hanno anche diverse genealogie); e alcune narrazioni non menzionano nemmeno un fondatore omonimo. Infatti, ha  scritto Plutarco , “Alcuni dicono che i Pelasgi, dopo aver vagato per la maggior parte della terra abitabile e sottomesso la maggior parte dell’umanità, si stabilirono in quel sito, e che grazie alla loro  forza  in guerra chiamarono la loro città Roma.”

Di solito, le numerose narrazioni contraddittorie sarebbero prove convincenti contro l’esistenza di un eroe fondatore di Roma, ma la maggior parte dei resoconti afferma che qualcuno – il cui nome era Romolo o un derivato simile – ha svolto un ruolo critico nella  fondazione di Roma. Inoltre, ogni volta che venivano incluse le date, gli antichi concordavano ampiamente che Roma fosse stata fondata intorno all’800-700 a.C.

Numerosi accademici moderni hanno rifiutato questa datazione e affermano che le prove fisiche non lo confermano. Tuttavia, i ritrovamenti degli ultimi decenni hanno messo in discussione questo punto di vista. Secondo l’ archeologo moderno  Andrea Carandini  – che non è privo di polemiche –  sono stati scoperti un antico muro del Palatino, un pavimento del Foro Romano, manufatti votivi e persino resti di una casa regale sul  Palatino e risalgono a circa 800-700 AVANTI CRISTO.

Riproduzione del blocco di pietra di Lapis Niger con l’iscrizione in latino antico. (Sailko /  CC BY-SA 3.0  ) Gli  antichi romani credevano che il Lapis Niger segnasse la tomba del primo re di Roma, Romolo, o il punto in cui fu ucciso dal senato, o il luogo in cui Faustolo, il padre adottivo di Romolo cadde in battaglia.

Molti di questi reperti sembrano anche potenzialmente legati al mito di Romolo. Dopotutto, si diceva che avesse costruito un muro sul Palatino, forse preparato il Foro per l’uso, innalzato templi dove sono state trovate reliquie votive e persino eretto una casa sul Palatino. Sebbene questi reperti archeologici siano affascinanti, purtroppo nessuno di essi conferma in modo definitivo l’esistenza di Romolo.

Gli scettici di Romolo sottolineano anche che i primi scritti e manufatti conosciuti che raccontano o almeno alludono al mito di Romolo arrivano centinaia di anni dopo la sua presunta morte. La  prima scrittura nota che  menziona il fondatore di un eroe risale alla metà del IV secolo a.C. e la prima arte e moneta indiscussa e ben attestata raffigurante Romolo risale rispettivamente al 296 e al 269/268 a.C. La prima era una statua di Romolo, Remo e Lupa, e la seconda era una moneta d’argento con il trio sul dritto.

Questo è molto tempo dopo che Romolo presumibilmente visse, ma questa non è una prova definitiva contro di lui, considerando che la scrittura e l’arte romana erano relativamente scarse per gran parte della sua storia antica. Inoltre, l’annalista  Livio affermò  che gran parte dell’inestimabile corpus di documenti antichi di Roma andò perduta durante il saccheggio gallico di Roma intorno al 390 aC, sebbene gli storici moderni mettano in dubbio la reale portata della distruzione. A parte questo, sembra lecito ritenere che la maggior parte dei primi documenti e arte di Roma potrebbero non essere sopravvissuti fino all’era moderna.

 Romolo, Victor su Acron, trascina il ricco bottino al tempio di Giove. ( Dominio pubblico)

Trovare fatti nella finzione?

Se siamo onesti, alla fine le prove a favore e contro Romolo sono nel migliore dei casi deboli. Le prove archeologiche, artistiche e numismatiche sono inconcludenti, il che lascia solo il record letterario. Plutarco ha insistito sul fatto che la nozione di un fondatore omonimo era la “tradizione più autentica”, e  Dionisio di Alicarnasso  – che raccontò una storia dettagliata della prima Roma – affermò di aver fatto affidamento sugli storici e sui resoconti “meglio accreditati”.

Mentre i documenti esistenti della fondazione di Roma sono tristemente carenti, la maggior parte dei resoconti sembra supportare la teoria di un fondatore di un eroe omonimo. Sebbene questa non sia necessariamente una prova di Romolo di  per sé , il consenso della maggioranza all’interno delle storie scritte sembra suggerire che qualcuno di nome Romolo o qualcosa di simile fosse parte integrante della fondazione di Roma intorno all’800-700 a.C.

E questo potrebbe essere plausibilmente il caso. Dopotutto, è più logico accettare che ci sia un nocciolo di verità all’interno di una leggenda per la quale ci sono ampie prove letterarie, nonostante le sue carenze, e alcune potenzialmente a sostegno di prove archeologiche accessorie   invece di credere in qualcosa quando ce n’è molto meno, se ce ne sono , prova.

Forse dove c’è fumo c’è fuoco e  forse c’è un pizzico di verità  in alcuni dei miti fondanti di Roma. Ricorda che prima che Heinrich Schliemann scoprisse e scavasse Troia, i suoi contemporanei credevano quasi universalmente che Troia e  la famosa guerra di Troia  fossero creazioni di fantasia. Eppure sono stati smentiti e si è scoperto che c’erano frammenti di verità nei racconti antichi. Forse è lo stesso con i vari miti di fondazione romana e Roma prende il nome da una persona che si profilava in grande nella sua storia antica.

Si pensa che lo scrittore e filosofo Albert Camus abbia detto: “La finzione è la menzogna attraverso la quale diciamo la verità”, e questa citazione sembra avere un significato speciale rispetto al dibattito su Romolo. La fondazione di Roma è avvolta nell’incertezza, ed è oscurata dal passare del tempo e da abbellimenti e creazioni letterarie. Tuttavia, è possibile che queste fossero  le bugie attraverso le quali gli antichi dicevano la verità .

Immagine in alto: Romolo, il leggendario primo re di Roma, ( neurobita  / Adobe Stock) esisteva davvero? ( samott  / Adobe Stock)

Di  Marc Hyden

Marc Hyden è il direttore degli affari del governo statale presso il R Street Institute. È anche l’autore di ” Romulus: The Legend of Rome’s Founding Father ” e ” Marius: The Rise and Fall of Rome’s Savior “.

Pubblicato sul siro web: https://www.ancient-origins.net/

®wld

A A A Cercasi Narratore

Corbett – 11/23/2020

COME SALVARE IL MONDO (IN UN SOLO FACILE PASSO!)

“Date a una società la giusta narrazione e si chiuderanno volentieri nella loro prigione e vi consegneranno la chiave.

Una volta che una storia del genere è saldamente radicata nelle loro teste, le persone si controllano volentieri a vicenda.”

Quiz a sorpresa: Qual è l’arma più potente mai inventata?

Il MOAB? chiedete, curiosamente. No, rispondo in modo deciso.

La bomba H? Certo che no. La bomba A, allora. Sbagliato di nuovo. La bomba a neutroni? No.

Ti do un indizio: non è affatto una bomba.

Ahhhh, i Bastoni di Dio! No. (a.d.r. punizione di dio)

Le nuove misteriose armi a microonde cinesi? Le armi a energia diretta in generale? Qualsiasi tecnologia che distrugge il mondo con cui la DARPA sta giocando nell’Area 51?

Il Dipartimento della Difesa e i loro confratelli del MIC in Cina, Russia e altrove sono senza dubbio in possesso di armi che ci farebbero impazzire se venissero rivelate al pubblico, ma senza nemmeno sapere cosa siano quelle armi posso dirvi inequivocabilmente che nessuna di esse si qualifica come l’arma più potente mai inventata.

Le nuove misteriose armi a microonde cinesi? Le armi a energia diretta in generale? Qualsiasi tecnologia che distrugge il mondo con cui la DARPA sta giocando nell’Area 51?

Che ipotesi fantastica. Ottenete punti bonus per un richiamo FLNWO comunque molto azzeccato (a.d.r.: Film, Letteratura e il Nuovo Ordine Mondiale, serie di James Corbett). E, a quanto pare, avete quasi ragione. O almeno siete sulla strada giusta.

Certamente l’arma più potente mai inventata non è considerata tradizionalmente un’arma. In realtà, è quasi completamente trascurata da tutti, anche dai più esperti che hanno saputo trovare la strada per il Rapporto Corbett. Tuttavia, senza di essa, non abbiamo alcuna possibilità di fermare il Grande Reset, di porre fine alla truffa COVID, di fermare il raggiungimento dello stato di biosicurezza o di detronizzare le potenze che non dovrebbero nemmeno esistere.

Ti arrendi? Va bene, te lo dico. L’arma più potente mai inventata è. . .

Aspetta. Aspetta. Invece di rispondere subito, lasciate che vi racconti una storia.

Negli anni Settanta del XVII secolo, le tensioni tra le colonie americane e la Madre Inghilterra erano ai massimi storici.

La legge sui francobolli. Le tasse di Townshend. Il massacro di Boston. La legge del tè. Il Tea Party. Le proteste hanno travolto le colonie, e nessuno può negare che la rabbia americana nei confronti di Re Giorgio III e del Parlamento inglese abbia raggiunto un picco di ebollizione.

Ma tuttavia, anche se gli spari che si sentivano in tutto il mondo suonavano a Lexington e a Concord per segnare l’inizio di quella che oggi chiamiamo la guerra rivoluzionaria, pochi hanno capito che le colonie americane erano impegnate in una guerra per l’indipendenza.

Perfino la Dichiarazione delle Cause e della Necessità di prendere le armi ha puntato sulla ” liberazione dell’Impero dalle calamità della guerra civile”, non sul raggiungimento dell’indipendenza dall’Inghilterra. Sebbene i ranghi di coloro che si agitavano per l’indipendenza fossero in crescita, si trattava comunque di un’idea marginale; il colonialista medio nel 1775 si credeva un suddito leale della corona britannica che cercava di assicurarsi i diritti che gli venivano concessi come cittadini inglesi.

Allora, cos’è successo?

È arrivato il buon senso, ecco cos’è successo. O, più precisamente, è comparso il buon senso. (Common Sense )

L’opuscolo politico di Thomas PaineCommon Sense, fu pubblicato il 9 gennaio 1776 e divenne rapidamente uno dei più importanti trattati politici della storia. Alcuni lo considerano addirittura il vero e proprio documento fondatore degli Stati Uniti e non la Dichiarazione d’Indipendenza. (C’è persino chi sostiene che lo stesso Paine sia stato l’autore della Dichiarazione d’Indipendenza, ma questa è un’altra storia).

È difficile sopravvalutare l’impatto che il Common Sense ha avuto nel plasmare il corso della storia americana. Ha venduto 120.000 copie solo nei primi tre mesi, pari al 5% della popolazione totale delle colonie pari a 2,5 milioni di abitanti.

Alla fine dell’anno aveva venduto 500.000 copie, ovvero un opuscolo per ogni cinque uomini, donne e bambini delle colonie. Per metterla in prospettiva, un libro oggi dovrebbe vendere 66 milioni di copie in America per raggiungere lo stesso risultato, e con queste cifre di vendita sarebbe il  tredicesimo libro più venduto di tutti i tempi.

Ma è importante sottolineare che Paine non ha ottenuto questo successo monumentale dispensando e banalità ovattate e sdolcinate, farfuglianti e scialbe, o rigurgitando quel tipo di “buon senso” che la maggior parte dei suoi lettori ritiene di avere.

No, lo ha fatto cambiando completamente e totalmente il modo in cui è stata raccontata la lotta delle colonie contro la corona. Secondo Paine, i coloni non erano inglesi offesi che cercavano un risarcimento dal loro re, come molti all’epoca credevano; erano una nazione di popoli liberi impegnati in una guerra d’indipendenza da un sovrano straniero.

Paine non ha riversato la sua argomentazione in una retorica vaporosa o in un chiacchiericcio compiacente. Al contrario, ha confrontato direttamente i suoi lettori con il suo punto di vista radicale.

Gli uomini di indole passiva guardano con una certa frivolezza ai crimini della Gran Bretagna e, sperando ancora nel meglio, sono inclini a dire la loro: “Venite, venite, torniamo ad essere amici di nuovo.”

Ma esaminate le passioni e i sentimenti dell’umanità: pensate alla dottrina della riconciliazione come base di riferimento per la natura, e poi ditemi allora se in futuro potrete amare, onorare e servire fedelmente il potere che ha portato il fuoco e la spada nella vostra terra?

Se non potete fare tutto questo, allora state solo ingannando voi stessi e con il vostro ritardo porterete la rovina ai posteri.

Il vostro futuro legame con la Gran Bretagna, che non potete né amare né onorare, sarà costrittivo e innaturale, e si formerà solo sul piano della convenienza presente, e in breve tempo precipiterà verso una crisi più miserabile della prima.

Se però lei dite che si può ancora superare le violazioni, allora le chiedo: la sua casa è stata bruciata? La vostra proprietà è stata distrutta davanti ai vostri occhi?

Vostra moglie e i vostri figli sono privi di un letto su cui sdraiarsi o di pane per vivere? Hai perso un genitore o un figlio per mano loro, e tu stesso sei il rovinato e miserabile sopravvissuto?

Se non lo hai fatto, allora non sei un giudice di coloro che lo hanno fatto. Ma se l’hai fatto, e puoi ancora stringere la mano agli assassini, allora non sei degno del nome di marito, padre, amico o amante, e qualunque sia il tuo rango o titolo nella vita, allora hai il cuore di un codardo, e lo spirito di un leccapiedi.

Paine ci è riuscito, incredibilmente, con la sola forza delle sue parole. Se avesse preso in mano una pistola e avesse sparato ad alcuni soldati britannici, avrebbe potuto farne fuori uno o due prima di essere sopraffatto.

Ma, prendendo la penna, ha fatto qualcosa di incredibilmente più efficace: ha suscitato un’intera nazione in aperta ribellione contro la più grande e temibile potenza militare ed economica del pianeta.

Ovviamente non viviamo nel mondo del 1776. Ma vale la pena di riflettere sulla storia del Common Sense perché in essa è racchiusa la risposta alla domanda: Qual è l’arma più potente mai inventata?

L’avete già capito? La narrazione è l’arma più potente. Il racconto. Idee presentate in modo da provocare certi pensieri o azioni.

Con una pistola si può uccidere un uomo. Con una bomba si può uccidere una famiglia. Con una bomba atomica si può radere al suolo una città. Ma con una storia si può controllare il mondo.

È così che miliardi di persone in tutto il mondo sono state rinchiuse come prigionieri nelle loro case lo scorso anno. Non perché ci sia un’inesauribile scorta di delinquenti della polizia ad ogni angolo di strada pronti a sparare a chiunque metta piede fuori casa, ma perché è stata costruita una narrazione tale che la stragrande maggioranza vuole rimanere a casa. Date a una società la giusta narrazione e si chiuderanno volentieri nella loro prigione e vi consegneranno la chiave.

Ecco perché miliardi di persone in tutto il mondo sono pronti a arrotolare le maniche per un “vaccino” sperimentale e non provato per una malattia con un tasso di sopravvivenza del 99%. Alle masse è stato dato un racconto in cui questo “vaccino” li libererà da una piaga mortale. Non importa quale controprova venga loro presentata; quelli che prendono il vaccino sono gli eroi giusti di questa storia, e quelli che mettono in discussione i vaccini sono i cattivi.

Ecco perché – come continuo a sottolineare nella mia serie #PropagandaWatch – i poteri che non dovrebbero esistere spendono così tanto tempo, denaro e sforzi per cercare di influenzare il pubblico attraverso la propaganda.

Se il mondo potesse essere governato semplicemente mettendo guardie armate ad ogni angolo di strada e dispositivi di ascolto in ogni casa, si può supporre che coloro che cercano di governare su di voi ricorrerebbero a questa opzione. Ma come farebbero a far sì che le guardie armate controllino i loro concittadini? Come farebbero a indurre la gente a spiare i loro vicini? Da dove verrebbero gli scagnozzi? La popolazione ha bisogno di una storia convincente sul perché coloro che detengono il potere comandano e perché è sbagliato resistere al loro dominio. Una volta che una storia del genere è saldamente radicata nelle loro teste, le persone si controllano volentieri a vicenda.

C’è un rovescio della medaglia, tuttavia, in questa visione apparentemente deprimente. Sì, le persone possono essere ingannate e ridotte in schiavitù attraverso la propaganda e la manipolazione narrativa. Questo spiega in larga misura la situazione in cui ci troviamo oggi. Ma è vero anche l’inverso. Possiamo essere liberati da una narrazione che ci aiuta a uscire dalla nostra prigione mentale. Un narratore con una storia avvincente da raccontare può ridisegnare la nostra realtà collettiva in un istante, e il mondo cambierà tutto in una volta.

Purtroppo, sembra che i poteri che non dovrebbero esistere ne siano molto più consapevoli di noi.

Per questo motivo l’esercito olandese sta prendendo di mira le voci dissenzienti nei Paesi Bassi.

Per questo motivo i militari canadesi hanno dichiarato di aver preso di mira la popolazione canadese con la guerra dell’informazione (ma non preoccupatevi, da allora hanno completamente abbandonato quel piano).

Per questo motivo l’esercito britannico ha un’intera brigata cibernetica dedicata a influenzare il comportamento pubblico online, così come le forze armate statunitensi, gli israeliani, i cinesi e i russi e ogni altro grande governo del mondo.

È proprio perché i grandi resettatori e i nuovi regolatori del nuovo ordine del mondo riconoscono il potere della storia, temono l’ascesa di un potente narratore. Hanno paura che i dissidenti arrivino e distruggano la loro narrazione costruita con cura.

Una volta etichettavano come eretico chi sovverteva il loro controllo narrativo e lo mettevano al rogo. Oggi li etichettano come agenti di disinformazione e cercano di censurarli. Tuttavia, la paura che motiva queste risposte è la stessa.

Ancora una volta, il mondo è in crisi. E, come nel 1776, siamo in pochi a comprendere la vera natura della lotta in cui siamo impegnati. Ciò di cui abbiamo bisogno è un modo per spiegare questa lotta alle masse ingannate che si sono bevute le false narrazioni.

A differenza del 1776, però, non sarà un pamphlet politico ad accendere quella scintilla di comprensione tra le masse. Ma qualcuno emergerà con una storia da raccontare. Un docente universitario o un blogger online o un attivista di strada o un pazzo venuto fuori dal deserto con barba e sandali per ricordarci che siamo esseri umani liberi e che abbiamo tutto il potere, non il piccolo gruppo di psicopatici squilibrati che cercano di dominarci.

Chiunque sia a portare questo messaggio al mondo, e qualunque forma questo messaggio prenda, si presenterà come una rivelazione; una risposta che è sempre stata sotto il nostro naso. E quando arriverà, non ci sarà bisogno di persuasione o di incantesimi per convincere il pubblico ad agire. La storia stessa costringerà il mondo ad agire.

So che queste parole cadranno per lo più nel vuoto. Una delle narrazioni che i controllori narrativi ci hanno impiantato è che le parole non hanno senso e solo un eroismo bellico di alcuni Rambo carichi di steroidi e pieni di armi può salvarci dai cattivi.

Ma chi ha studiato davvero la storia lo sa bene. Capiscono che le idee e le storie sono le uniche cose che hanno cambiato il mondo.

Dov’è Thomas Paine nel momento del bisogno?

Traduzione a cura di Nogeoingegneria 

FONTE https://www.minds.com/CorbettReport/blog/how-to-save-the-world-1177272972404084736

Guarda questo video di James Corbett.

In poche parole

Se sei un sostenitore dei lockdown, sei complice della divisione delle famiglie, sei responsabile dell’enorme sofferenza di milioni di persone in tutto il mondo. Sei complice nel far diventare le persone povere e vulnerabili della nostra società in una povertà ancora maggiore. Sei complice dell’omicidio.

QUELLO CHE NESSUNO DICE SUI LOCKDOWN

Pubblicato da: https://www.nogeoingegneria.com/

®wld

L’ANTICA PULIZIA PLANETARIA

1/11/1755…LISBONA, L’ANTICA PULIZIA PLANETARIA…MANCA POCHISSIMO ALLA PROSSIMA!

Di: Dottor Roberto Slaviero 17.10.20

Nel giorno dei Santi, nel 1755, si verificò la più immane tragedia planetaria degli ultimi 265 anni.

Nella sola Lisbona, si calcola una perdita di vite umane tra i 60 e 90mila.

Ma il sisma, seguito da tsunami spaventosi ed incendi che durarono giorni e giorni, colpì gran parte del pianeta, dall’Africa, all’Europa e Americhe.

Ciò fa pensare non ad un semplice terremoto, ma a qualcosa di più potente, uno squassare di terra e cielo, che durò, (cosi affermano le cronache), 6 MINUTI!

Avete letto bene, si, sono stati 6 minuti.

L’estensione di questo terremoto fu la caratteristica più saliente. Il sommovimento colpì maggiormente Spagna, Portogallo e Africa del Nord, ma tremò quasi tutta l’Europa, e, in quel giorno, tremarono anche le Antille. Un porto chiamato Setubal, a 30 km da Lisbona, s’inabissò.

Ad Algeri (Algeria) e a Fez, in Marocco, la scossa fu così violenta, che un paese di ottomila abitanti, situato ad otto leghe da Marrakech, fu inghiottito dalla terra con tutto il suo bestiame; poi il suolo si richiuse sugli sventurati. Il sisma si sentì anche in mare.

Alle Antille e alle Barbados, come anche in Svezia,Norvegia, Germania, Paesi Bassi, Svizzera, Italia e Corsica, si avvertirono dei tremori e leggere oscillazioni del suolo. In Gran Bretagna l’agitazione di laghi, fiumi e sorgenti fu notevole. https://it.wikipedia.org/wiki/Terremoto_di_Lisbona_del_1755

Non oso pensare alla quantità di morti che potrebbe causare  oggi, un avvenimento cosi devastante.

Pochi anni dopo tale disgrazia,  l’Europa cambiò totalmente con la Rivoluzione francese e poi con l’avvento di Napoleone, il Bonaparte di Ajaccio, di origini nobili italiche.

Prima della rivoluzione francese però, un anno dopo il disastroso terremoto, nel 1756 iniziò la guerra dei 7 anni, che vide come vincitrice la Gran Bretagna, che ottenne dai francesi il Canada.

La Spagna fu costretta a cedere la Florida.

La Prussia si affermò come maggiore potenza continentale europea. https://it.wikipedia.org/wiki/Guerra_dei_sette_anni

Il 4 luglio del 1776, con la dichiarazione di Indipendenza, redatta da Thomas Jefferson, il congresso sancì la rottura dei rapporti istituzionali con la Gran Bretagna e diede vita agli Stati Uniti.

Il primo paese, che riconobbe gli Stati Uniti fu il Marocco, che aprì i propri porti alla navi americane nel 177. Il Marocco aveva subito gravi perdite nel terremoto lisbonese…

https://it.wikipedia.org/wiki/Storia_degli_Stati_Uniti_d%27America_(1776-1789)

Le cronache storiche antecedenti all’anno del terremoto comunque non sono molte.

Probabilmente, date e avvenimenti dei secoli dall’inizio del 18.mo all’indietro, verso Cristum natum, hanno subito varie modifiche e riscritture.

I potenti del pianeta, hanno sempre cercato di modificare od occultare a loro piacimento gli avvenimenti ed al tempo Internet, Tv e Radio non esistevano.

Recenti ricerche, individuano nei sottosuoli di varie città e  località sparse nel pianeta, grossi edifici ed enormi strutture sommerse da strati di fango di alcuni metri, fango probabilmente creatosi da una catastrofe planetaria, di cui non si hanno cronache ufficiali.

E non si parla di migliaia di anni fa…avvenimenti invece di un recente passato.

Per chi ne ha voglia, ricerchi il Regno di Tartarea, scomparso appunto da tutti i libri di storia, come scomparsa è ad esempio, la 13ma tribù di Israel, che si collocava all’incirca nell’odierno Kazakistan, alcune centinaia di anni D.Cristum.

Sarebbero gli odierni Ashkenit o Askenaziti, che poco avevano a che fare con la Palestina e la genetica degli ebrei giudei: avevano solo adottato la religione di Abramo, ma la loro collocazione geografica era completamente in altro luogo.

Dopo il dissolvimento del loro impero, molti si trasferirono in Europa, ove divennero potenti commercianti e banchieri…!

Comunque, tornando a Lisbona, mi risulta che la città, non abbia poi subito altri eventi devastanti; l’Italia ne ha sofferti parecchi in più. Si parla di Lisbona, ma abbiamo visto l’estensione enorme ed anomala di tale evento sismico.

Al tempo, il Portogallo era il più importante snodo commerciale europeo e probabilmente mondiale, con ampi commerci dalle Americhe, all’Africa ed  Asia.

L’isola di Macao,di fronte alla Cina, già nel 1552 divenne colonia portoghese.

Il Brasile venne scoperto dal grande navigatore portoghese Pedro Alvarez Cabral nel 1500; in Africa … Angola, Capo Verde, Guinea Bissau, Mozambico, San Tomè…

Insomma, tanta roba mi pare per il piccolo staterello iberico dei grandi Vasco da Gama e Bartolomeo Diaz, straordinari navigatori ed esploratori.

Al tempo del 1755, venne  chiamata in causa l’ira e la punizione divina, soprattutto per una nazione che probabilmente, come molte altre, non si era comportata molto bene per il rispetto dei diritti umani, con trattamenti brutali e schiavitù varie.

Un certo reset comunque arrivò, forse per il fato o per una concatenazione di cause geologiche e per chi ci crede, per un intervento in alto Loco.

dopo alcuni anni il potere in Europa e nel mondo non fu più lo stesso.

Dopo 265 anni da allora, l’Europa si trova avvinghiata in questa morsa criminale e mortale di una guerra sporca, voluta dai potenti di oggi, che non hanno più come sede principale Lisbona.

Se al tempo, lo schiavismo era  orribile, che ve ne pare della schiavitù odierna, fatta con il lavaggio del cervello e con il terrore del virus cattivo, che sta aumentando a dismisura il livello di povertà e sottomissione?

Guerra con la quale gli psicopatici della Silicon valley  & C e delle intelligenze artificiali e dei vaccini e dei chipp forzati, europei o asiatici o americani che siano, vogliono diminuire e rincretinire la popolazione mondiale, per concentrare denaroe potere sempre più in cima alla piramide.

Ma non provate ancora nausea per queste canaglie al governo, che vorrebbero nuovamente rinchiudervi e farvi fallire, economicamente e moralmen

Ma non provate schifo per uno Stato, che opprime e toglie le libertà essenziali costituzionali, con tutti i partiti allineati? Un popolo di ubbidienti sudditi, che sognano il reddito di cittadinanza per stare a casa a fancazzare!

Ma non siete preoccupati per la sorte dei vostri figli e nipoti, che stanno venendo schiavizzati mentalmente nelle scuole tra maschere, protezioni e studi online se uno starnutisce?

Ma non capite che il virus cattivo ve lo stanno impiantando nel vostro cervello, con il tam tam quotidiano di positivi al corona? Lo capite che questi criminali possono portare avanti questa farsa indecente, ma tragica per i risvolti umani edeconomici, per anni ed anni, se continuate a credere ai quei pezzenti mentali e  medici svenduti, che vanno in Tv e Radio, per raccontarvi stronzate allucinanti e proiezioni mortali per i prossimi mesi?

Visto che la massa non si sveglia, visto che la massa ha perso il senso critico, visto che la massa ha abdicato al semplice ragionamento umano, ci penserà la Natura a sfoltire e redimere, prima che quei banditi malavitosi dei chipp e vaccini lo facciano.

A proposito di malavita: vi ricordate cosa successe negli Usa  al tempo della legge secca, quando non si potevano bere alcolici? Secondo voi le bische clandestine aumentarono?

Non vi viene in mente che, con i provvedimenti dei malavitosi al governo, chi ci guadagnerà saranno i loro compari di merende? Coprifuoco per le normali attività, ma champagne e baldracche nelle bische dorate e protette…

Ma svegliatevi cazzo e mandate a casa questi infami esecutori del piano diabolico mondiale in atto.

Come farlo? Studiate la Costituzione italiana in vigore ed applicatela! Tornando ai positivi corona, il tampone PCR rileva i seguenti ceppi della famiglia dei coronavirus presenti da molti anni:-229E

-NL63

-OC43

-HKU 1

tipici delle influenze stagionali, inoltre;

– MersCoV

– Sars-CoV

– Sars- CoV 2

Pensate poi, che i cosiddetti test falsi positivi, sono % altissime e tirate le vostre conclusioni; e fatelo presto, perché Cielo e Terra, non aspetteranno ancora molto!

Laboratori seri, non svenduti ai terroristi mondiali, stanno analizzando le mascherine usate dai sudditi idiotizzati; centinaia di migliaia di colonie batteriche concentrate, dagli stafilococchi agli streptococchi, che il suddito auto respira, tralasciando le altre porcherie organiche, tipo funghi, virus vari ed esalazioni metaboliche tossiche.

Già parlai anche della CO2, che rientra nei polmoni, creando uno stato di Ipercapnia, con acidosi metabolica.

Si sa benissimo , da decine di anni, che le malattie degenerative, tumori inclusi, prediligono ambienti acidi e con ridotto contenuto di ossigeno, per svilupparsi!

Mi pare superfluo continuare e mi pare superfluo immaginare le molte malattie che si svilupperanno nei prossimi mesi e che saranno tutte catalogate come Covid…

“il Capitano Clarke della Denia, mentre navigava a 36° e 24’ di latitudine nord, tra le nove e le dieci del mattino del 1 novembre 1755, sentì che la nave era scossa e trattenuta, come se si fosse incagliata.

Un altra nave a 48 miglia a est di San Vincente, subì un contraccolpo dal basso cosi violento, che gli uomini che si trovavano sovra coperta, furono lanciati verso l’alto di almeno mezzo metro…

Una grande onda si abbattè sulle coste spagnole e si dice che a Cadice, abbia raggiunto i 18 metri di altezza…”

Charles Lyell, geologo scozzese” (1797-1875)

Fonte: http://olisticoaltapusteria.com/

®wld

Il tempo di Omero o … I Secoli Bui XII – IX Secoli a.C.

di Edward Whelan 08 Settembre 2020 dal Sito Web ClassicalWisdom traduzione di Nicoletta Marino Versione originale in inglese

Spesso consideriamo i Greci come la quintessenza delle civiltà

 

Tuttavia, prima del grande successo del V secolo a.C. Atene e altri luoghi subirono un periodo di declino e dislocazione.

Per oltre tre secoli la Grecia ha vissuto un’età oscura quando le città furono abbandonate e la società crollò.

Tuttavia, da questo triste periodo sono emerse tendenze che hanno contribuito alle glorie della civiltà greca.

 

Il crollo della civiltà di Micene

 

Prima del 1200 a.C., l’attuale Grecia moderna era dominata dai Micenei.

Sono considerati come i primi Greci ed erano un popolo guerriero.

 

Sulla base dei loro resti archeologici si vede che hanno sviluppato una società gerarchica. Hanno costruito vasti palazzi in siti di tutta la Grecia ed erano rinomati marinai.

I Micenei furono probabilmente la fonte delle leggende sull’assedio e la caduta di Troia.

Verso il 1200 a.C., la civiltà micenea crollò e abbandonò i propri palazzi.

 

Una volta si credeva che un altro gruppo di Greci dei Balcani settentrionali, i Dori li avessero portati alla rovina. Tuttavia, negli ultimi anni, questa tesi è stata rifiutata.

 

La caduta dei Micenei fu probabilmente dovuta al crollo dell’età del bronzo, quando molte civiltà del Vicino Oriente crollarono. Spesso questo lo si imputa a un gruppo di invasori, Popolo del Mare.

 

È possibile che il cambiamento climatico abbia portato a carestie, che hanno causato la guerra civile e portato al crollo dei Micenei.

Trovato nella tomba V a Micene da Heinrich Schliemann nel 1876.Maschera mortuaria in oro nota come “Maschera di Agamennone”.Questa maschera raffigura il volto imponente di un nobile barbuto.È costituito da una lamina d’oro con dettagli repoussé.Due fori vicino alle orecchie indicano che la maschera è stata tenutalegata al viso del defunto con un laccio.

 

Le conseguenze

 

Il crollo miceneo in Grecia ha visto per secoli la fine della grandiosa struttura.

 

Le loro strutture erano stati centri di cultura e con la loro scomparsa, la conoscenza del loro sistema di scrittura noto come Linear B andò perduta.

 

La conoscenza materiale della regione diminuì come si è visto dalla scarsa qualità della ceramica del periodo. Sembra che molte zone della Grecia e delle sue isole si fossero spopolate e molti insediamenti abbandonati.

 

Ci sono prove che le città furono abbandonate e molte persone tornarono a vivere in insediamenti remoti che potevano essere facilmente difesi.

 

Non c’erano più regni con stati centralizzati e burocrazie come in passato. In quel momento sembra più probabile che la società fosse basata su clan guidati da capi principali.

 

La gente viveva in famiglie autosufficienti chiamate Oikos.

 

Gli archeologi dimostrano che il commercio a lunga distanza era crollato e mentre una volta i Micenei facevano scambi con altre civiltà, questo non avvenne più dal 12 al 9 secolo a.C.

 

Sacche di civiltà

 

Mentre gran parte della Grecia era nell’età oscura, alcune aree rimasero urbanizzate e impegnate nel commercio a lunga distanza.

 

Lefkandi, nell’isola di Eubea, era un centro commerciale e manifatturiero ed era una grande città per gli standard del tempo. Sembra che fosse una potenza marittima.

 

  La Porta dei Leoni, l’ingresso principale della cittadella di Micene, XIII secolo a.C.

 

I Micenei avevano colonizzato parti dell’isola di Cipro, dove ci sono gli elementi della loro civiltà, tra cui l’uso di una versione adattata di Lineare B.

 

Tali scoperte hanno portato alcuni esperti a credere che non esistesse l’Età Oscura e che la società greca fosse molto più sofisticata di quanto spesso si crede.

 

Con l’8° secolo, la documentazione archeologica evidenzia che insediamenti più grandi erano in aumento in termini di dimensioni e che stavano sorgendo nuove città.

A questo punto Atene e Sparta stavano cominciando a crescere.

Ci sono prove di più commercio e produzione a lunga distanza.

Anche la qualità della ceramica migliora.

Sembra che i Greci avessero molti più contatti con altre culture, come i Fenici. I Fenici erano grandi mercanti e avevano sviluppato anche un alfabeto fonetico.

 

Questo fu adottato dai Greci e, di conseguenza, ancora una volta furono in grado di diventare una società alfabetizzata.

 

La Grecia divenne piuttosto prospera nell’VIII secolo e la popolazione aumentò.

 

Ciò ha portato alla colonizzazione di altre aree soprattutto in Crimea e in Asia Minore.

  

Il Secolo di Omero?

 

Il Medioevo ha visto l’emergere della poesia di Omero. Era il più grande di tutti i poeti greci e uno dei più grandi poeti di tutta la tradizione occidentale.

 

Tradizionalmente, Omero è ritratto come un uomo cieco.

 

Omero e la sua guida (1874) di William-Adolphe Bouguereau

 

Omero è conosciuto per i due grandi poemi epici:

  • l’Iliade
  • l’Odissea…

Si trattava di originali opere di poesia orale basate sulle storie semi-leggendarie di una guerra tra Greci e Troiani e sulle avventure di Ulisse all’indomani della fine della guerra.

Gli esperti ritengono che Omero visse nel 9° secolo e può essere visto come una figura dell’Età Buia.

Tuttavia, fu anche un precursore del recupero della civiltà greca nell’VIII secolo a.C.

 

Ha usato l’alfabeto greco per scrivere le poesie orali e ha creato una nuova lingua letteraria, che ha notevolmente stimolato la crescita della cultura ellenica.

Le storie dell’Iliade e dell’Odissea hanno avuto un profondo impatto sulla società greca, compresa la sua letteratura, l’arte, l’etica e persino la mitologia. Altrettanto importante è che i poemi epici hanno contribuito a promuovere il senso comune di un’eredità e un’identità greche.

 

Omero fu un’influenza critica nello sviluppo della cultura greca classica.   

Conclusione

 

I Micenei svilupparono una grande civiltà ma, dopo il crollo dell’età del bronzo, scomparve.

 

La Grecia è decaduta socialmente, culturalmente ed economicamente. Divenne una zona povera e arretrata, e così rimase per molti secoli. Tuttavia, alcune parti del mondo greco potrebbero aver continuato ad essere avanzate e prospere.

 

La creazione di un nuovo alfabeto greco fu cruciale per la fine del Medioevo e le opere di Omero contribuirono a un Rinascimento del mondo ellenico.   

 

Bibliografia

Fonte: https://www.bibliotecapleyades.net/

®wld

Ahi serva Italia, di dolore ostello, Nave sanza nocchiere in gran tempesta, Non donna di provincie, ma bordello

Il conte Ugolino fra Dante e Pascoli | Tarantobuonasera

MUOVASI LA CAPRAIA E LA GORGOGNA…

 

Di: Dottor Roberto Slaviero 05.09.20

Nel 33.o canto, il penultimo, dell’Inferno, nella Divina Commedia del sublime Dante Alighieri, si narra di un episodio terribile, accaduto tra il Ghibellino Conte Ugolino ed il Guelfo Arcivescovo Ruggieri.

Siamo nell’Antenora infernale, la zona dei TRADITORI POLITICI, che hanno tradito la Patria o la fazione politica.

I Ghibellini parteggiavano per l’Imperatore, mentre i Guelfi, parteggiavano per il Papa.

Tra accordi e tradimenti vari, alla fine l’Arciv. Ruggieri, riuscì a far arrestare il Conte Ugolino ed altri suoi familiari che, rinchiusi in una torre, vennero fatti morire di fame, tra probabili atti di cannabilismo: un atrocità spaventosa.

Nell’Inferno Dantesco, il Conte Ugolino mastica di continuo il cranio dell’Arciv. Ruggieri, per l’eternità…

”la bocca sollevò dal fiero pasto“… il Conte, per poter proferire parola con Dante ed il suo Maestro Virgilio, nel loro viaggio infernale.

Alla fine del racconto,

il fiorentino Dante, scrisse uno dei pezzi più famosi della Commedia, contro Pisa, la città del Ruggieri:

“Ahi Pisa,vituperio delle genti del bel paese, là dove‘l si sona,

Poi che i vicini a te punir son lenti,

Muovasi la Capraia e la Gorgogna,

E faccian siepe ad Arno in su la foce, Si ch’elli annieghi in te ogni persona“

Piccola spiegazione :

– dove il si sona, è l’Italia

– la Capraia e la Gorgogna (o Gorgona) sono due isole, che si trovano davanti alla foce del fiume Arno, le quali, muovendosi e bloccando la foce, avrebbero potuto creare un immensa diga all’interno, che avrebbe annegato tutti i pisani!

Dante era un Ghibellino…

Usciti poi dal 34.mo canto…

“Vexilla regis prodeunt inferni“

ossia

“I vessilli del re dell’inferno emergono…”

Siamo nell’ultimo canto, dove Dante vedrà Lucifero con le sue grandi ali…nella Giudecca congelata!

Lucifero ha tre facce in una sola testa…siamo appunto nella Giudecca, dove ci sono i peggior peccatori,

ovvero  i

TRADITORI DEI  BENEFATTORI.

Le sue tre bocche, maciullano e sfracellano i Tre grandi Traditori;

  • – Giuda Iscariota
  • – Bruto
  • – Cassio

Tu quoque, Bruti, fili mi…

ossia

Anche tu Bruto, figlio mio…

Parole di Cesare, che riconobbe anche il figlio Marco Bruto, tra i suoi uccisori, il 15 marzo dell 44 a.C, le Idi di Marzo.

L’Iscariota, credo sappiate tutti chi fu!

La pena assegnata a Lucifero, Angelo decaduto, è quella di soffrire e far soffrire!

Virgilio, preso allora Dante sulle sue spalle, scende sopra il corpo peloso di Lucifero; quindi arrivato al centro della Terra, risale verso l’altro emisfero (Australe), vedendo il corpo di Lucifero, che è infilato al centro della Terra, dalla parte opposta, con le gambe all’aria.

Dante temeva di risalire all’Inferno, ma Virgilio lo rassicurò spiegandogli che stavano dirigendosi all’antipodo  opposto …

Nel Medioevo, vi era la concezione Aristotelica -Tolemaica, con la Terra immobile, al centro dell’Universo.

Al Nord della Terra vi era l’emisfero boreale, con le terre abitate, al Sud vi era l’emisfero Australe, con le acque ed una montagna, che costituiva il Purgatorio…

infatti l’Inferno si conclude con

“E quindi uscimmo a riveder le stelle“

Menti immaginative spettacolari…o viaggiatori astrali…

Emilio Salgari, non viaggiò mai in Malesia, ma scrisse romanzi incredibili su Sandokan e le Tigri di Mompracem.

L’immaginazione e l’intuizione, sono probabilmente, la vera realtà.

“Lascia lente le briglie del tuo ippogrifo, Astolfo, e sfrena il tuo volo ove più ferve l’opera dell’uomo.

Però non ingannarmi con false immagini, ma lascia che io veda la verità e possa poi…toccare il giusto“

Banco del Mutuo Soccorso

http://www.treccani.it/vocabolario/fervere/

Ho voluto citare i traditori della patria e dei benefattori, poiché siamo dentro ad un Reset colossale mondiale, voluto ed organizzato dai riccastri planetari, nel quale l’Italia o parti della penisola, giocano e giocheranno ruoli importanti, nello scacchiere mondiale.

Con oltre il 95% della popolazione in crisi di ossigeno e quindi non in grado di ragionare, saremo campo di battaglia di altre nazioni, che vorranno spartirsi la penisola.

Tra l’altro, abbiamo una gestione sulla scuola, tra massime idiozie di banchi, separè e maschere, che solo degli stolti imbecilli, potevano inventare.

Lasciamo perdere i danni psicologici, che i bambini avranno, nel vedere le maestre mascherate;

vedere solo gli occhi e non vedere l’espressione del parlare, ricorda situazioni di orrore e sado-maso!

Andrebbero processati immediatamente questi pervertiti!

Pare, che sempre in ambito scolastico, qualcuno voglia eliminare dagli studi, il caro Alighieri: alla nullità di pensiero e ai danni che idioti al potere possano creare, non c’è mai fine!

Mi par, comunque di capire che, il Conte, non Ugolino, ma Giuseppe, sia ormai arrivato alla fine del suo mandato:

ha fatto il lavoro sporco per le Elite, che congedandolo a breve, gli daranno comunque altri incarichi di valore.

L’Italia, è sempre più indebitata ed indebolita e quindi sarà facile darle il colpo finale.

I primi traditori della patria, dovrete ricercarli verso la fine degli anni 80, quando la moneta “al portatore,“ venne di fatto sostituita e poi integrata nella moneta Euro, di proprietà privata.

Il resto è facile da intuire;

Mani pulite aveva spazzato via tutti i partiti a parte l’ex Pci , che nel frattempo aveva cambiato il nome…

Il prode Cavaliere, oggi tamponato positivo, sebbene asintomatico, tentò di ripristinare un partito socialdemocratico, ma fu facilmente ricattabile per le sue ingenti attività imprenditoriali e pare, per una sua adesione ad una loggia massonica e quindi…promesse da marinaio.

Oggi comandano sempre più le potenti logge massoniche, la Silicon Valley e Cina technology, con le loro realtà virtuali ed Intel. Artificiali, in procinto di essere collegate agli umani, in fase di cippaggio, come accadde pochi anni fa, ai cani.

Vi è una grossa incognita, nella politica italiana, che si chiama Usa Trump e Spy Russia story: vedremo che accadrà.

Se ci capita, dopo il Conte, il potente Dragone super Mario, forse l’Italia non sarà svenduta a prezzi di saldo, ma venduta a prezzi di mercato, per cosi dire.

L’ex Governatore della BCE, mi pare stia dicendo, che la ripresa economica, sarà strettamente legata a tamponature a manetta della popolazione e vaccinazioni a largo spettro.

Non riesco a cogliere il nesso tra economia e vaccinazioni, se non quella appunto, del cippaggio canino.

Infatti, nel frattempo il Ministro della Salute, annuncia aumenti nel numero di ricerca sierologica sulla popolazione, di sieropositività al corona.

L’ingente spesa pubblica dei kit di ricerca, avrebbe una sua logica dal punto di vista storico, ovvero; stabiliamo quante persone nell’inverno trascorso, sono venuti a contatto col corona ed hanno sviluppato gli anticorpi.

Sieropositività vuol dire questo e null’altro!

Dietro a ciò vi sono anche affari enormi, per kit che costano anche 300 euro/uno, con scarsa affidabilità.

Chi si ricorda i tempi dell’Aids, negli anni 80, troverà gli stessi accadimenti e stesse metodiche.

Ahh…e il vaccino per l‘Aids…? Dov‘è?… ah ah ah

Vedo che ogni giorno che passa, spostano la data del nuovo vaccino anti corona, sempre più in là; ieri parlavano…non prima della primavera 2021.

Io, come già detto in precedenti articoli, parteggio per quello russo, spero a base di vodka!

Sarà importante vedere, in questo tumulto di follia pseudo scientifica, come la ex Chiesa Cattolica Romana si muoverà…

Resta poi, l’incognita di un bel meteorite e di forti terremoti e cicloni devastanti.

Il Cielo aiuta gli audaci, quindi niente paura, armatevi di buon senso e forza morale e avanti senza alcun timore…in fondo, anche ai tempi del Conte Ugolino, le dispute tra potenti e signorotti avevano esiti letali.

Oggi le eliminazioni fisiche sono più soft e spesso non servono più; le persone vengono ridicolarizzate e messe nel dimenticatoio.

Tornando all’Italia, già descritta dall’Alighieri 8 secoli fa, penso abbiate saputo che;

pare che i turchi ottomani guidati da Erdogan, abbiano fatto un contratto di 99 anni con la Libia cirenaica di Misurata, per il controllo del loro porto. Petrolio libico?

Cosa sta facendo il nostro super abbronzato ministro degli esteri Gigino?

“Ahi serva Italia, di dolore ostello, Nave sanza nocchiere in gran tempesta, Non donna di provincie, ma bordello“

XI canto Purgatorio

Neanche l’Eni riesce più a difendere la nostra economia.

E’ chiaro quindi, che il Gabinetto, per dirla all’inglese, del nostro governo, è teleguidato da altri!

Peccato sia miseramente fallito, il tentativo di creare una società abbastanza equilibrata, senza eccessi di ricchezza e povertà…cosa che, negli anni 80 parzialmente si realizzò; poi incominciò la lenta discesa per i “normali” e la potente ascesa dei “forti“ , con l’eliminazione dei vecchi Stati, che sono divenuti strumenti esecutivi di svariate multinazionali.

Tornando agli eventi dell’inverno passato, in Tanzania, il loro Presidente ha fatto analizzare per il corona, diversi tessuti vitali, spacciati tutti per umani; erano POSITIVI quelli di capra e di papaya

 https://www.youtube.com/watch?v=KHpn7zRX1Jc&feature=youtu.be

Viene accusato di essere un dittatore:

Il paese ha modificato le leggi che disciplinano l’aggiudicazione dei contratti minerari, dando a se stesso il diritto di rinegoziare o risolvere il contratto in caso di frode accertata.

La nuova legislazione elimina anche il diritto delle società minerarie di ricorrere all’arbitrato internazionale.

https://it.wikipedia.org/wiki/John_Magufuli

Per fortuna che il Berlusca è un POSITIVO asintomatico…non capra, ma umano!

La Telenovela continua e seguiremo il suo svolgimento!

In ultimo, la citazione su Pisa ed i pisani è assolutamente casuale.

Tra l’altro: due miei grandi amiconi del Liceo scientifico, erano un pisano ed un aretino casentinese.

Saluti a tutti e … attenti al corona: nel mio piccolo paese, ho visto stamani sul video informativo all’ingresso del centro, una scritta in bilingue:

“il corona non dorme mai!”

Fantastico…chissà cosa usa di cosi tonificante: spero di scoprirlo presto!

Fonte: http://olisticoaltapusteria.com/

®wld