Crea sito

CIÒ CHE TUTTI DOVREBBERO SAPERE SULL’EMERGENZA

CIÒ CHE TUTTI DOVREBBERO SAPERE SULL’EMERGENZA - Scardovelli intervista Stefano Manera  

 Clicca sull’immagine per guardare il video

Scardovelli intervista Stefano Manera

Mauro Scardovelli incontra il dottor Stefano Manera, anestesista e rianimatore, che nel periodo più cruciale dell’emergenza ha lavorato al pronto soccorso di Bergamo. In questa intervista disponibile su Davvero TV viene analizzato il problema Covid, individuandone e chiarendone gli aspetti più importanti e rendendoli comprensibili a tutti.

Oggi, dopo molti mesi dall’inizio dell’emergenza, non esiste ancora un piano terapeutico ufficiale per la cura del Covid-19 spiega il dottor Manera: “I medici sono disorientati. Alcuni sono addirittura spaventati dal non poter curare i pazienti perché ad oggi nessuno ha fornito, in maniera ufficiale, uno schema terapeutico da seguire”.

Secondo Manera in realtà, le tre fasi del Covid-19, per chi le ha potute osservare da vicino, sono oramai evidenti, ed è chiaro anche il tipo di interventi da adottare, a partire dalla cosiddetta fase 0: “È la fase che abbiamo in tutta la vita: quella della prevenzione. Nessuno in tutti questi mesi ha parlato di prevenzione. Perché un altro dato incontrovertibile è che i pazienti sani non si ammalano, o comunque non si complicano”.

Prevenire e intervenire con puntualità sono le misure indispensabili che, se messe concretamente al primo posto, possono modificare, risollevare e rilanciare le sorti del nostro Paese.

Segui l’intervista di Mauro Scardovelli su Davvero Tv.


VOTA ADESSO NELLA GRANDE CONSULTAZIONE POPOLARE PER SEGNALARE AL PARLAMENTO I NOMI CHE VORRESTI FOSSERO AUDITI, IN UNA NUOVA COMMISSIONE TECNICO SCIENTIFICA DI FIDUCIA DEI CITTADINI. Segui questo link: https://go.byoblu.com/GrandeConsultazionePopolare.

vota adesso la Grande Consultazione Popolare per un Comitato Tecnico Scientifico di fiducia dei cittadini in Parlamento 

 Fonte: https://www.byoblu.com/

 ®wld

Buon Ascolto

 

ComiCost in Camera dei Deputati a Roma

 
 
Oggi Mercoledì 29/07/20 ComiCost in Camera dei Deputati a Roma, Dott. Stefano Manera, Avv. Nino Filippo Moriggia ospiti On. Sara Cunial, Gruppo Misto. 
 
CONFERENZA STAMPA Coronavirus e illegittimità dei provvedimenti: il ricorso di Comicost 29 luglio dalle 14.00 alle 15.00 presso la Sala stampa della Camera dei Deputati (in Via della Missione n. 4, Roma) Violazione del principio di ragionevolezza per mancata ponderazione e bilanciamento dei diritti, dei principi, interessi e valori costituzionali, in particolare in riferimento al diritto alla salute contenuto nell’art. 32 della Carta Costituzionale, dell’invalidità del regime sanzionatorio previsto e applicato in virtù dei DPCM impugnati per violazione del famoso principio “nulla poena sine lege, nullum crimen sine lege”. Sono solo alcune delle inadempienze denunciate dal Comitato per le Libertà Costituzionali (COMICOST), presieduto dall’avv. Nino Filippo Moriggia del foro di Brescia e notificate alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, al Ministero dell’Interno e al Ministero della Salute un Ricorso Straordinario al Capo dello Stato. Il 29 luglio dalle 14.00 alle 15.00, presso la Sala stampa della Camera dei Deputati (in Via della Missione n. 4, Roma), COMICOST presenterà le motivazioni del ricorso con il qualche si chiede formalmente che venga sollevata la questione di legittimità costituzionale di queste norme. All’incontro interverranno: Avv. Nino Filippo Moriggia, presidente COMICOST che ne illustrerà i principali contenuti; Dott. Stefano Manera, medico anestesista-rianimatore, presenterà il gruppo medico scientifico del Comitato e le sue iniziative.
 
Dott. Pasquale Mario Bacco, medico legale, amministratore delegato di Meleam Spa, ha potuto invece constatare attraverso oltre 7000 esami sierologici ed alcuni esami autoptici che il virus è diventato letale per grave responsabilità del Ministero della Salute e del Governo. Non aver permesso le autopsie e quindi non permettere di comprendere subito le vere cause delle morti è stata una mancanza imperdonabile.
 
L’ OMS avendo seguito mesi prima la casistica cinese ben sapeva quali erano le vere cause dei decessi; lo stesso Ministrero della Sanità, non poteva non sapere. Ora, desecretati i documenti sensibili si potrà finalmente sapere la verità. Prof.re Marco Mamone Capria, PhD., Dipartimento di Matematica, Università degli studi di Perugia, illustrerà aspetti critici dei dati e delle analisi dati forniti da Governo, ISTAT (Istituto Nazionale di Statistica) e ISS (Istituto Superiore di Sanità), in relazione all’emergenza Coronavirus. 
 
Nel suo intervento spiegherà come il Comitato Tecnico-Scientifico (CTS) abbia dato indicazioni largamente arbitrarie, e come alcuni numeri forniti dalle fonti ufficiali siano contestabili e fuorvianti. In complementarità con le altre gravissime negligenze del Governo e dei Ministeri competenti, è verosimile che l’obiettività di certi pareri tecnici sia stata compromessa al fine di fornire una giustificazione “scientifica” del clima di terrore che si è venuto a creare e delle relative misure restrittive, ancor oggi in parte applicate, ma che appaiono sempre più irragionevoli a gran parte della cittadinanza.
 
Fonte: https://www.youtube.com/watch?v=4o6Ym7UePYk&feature=youtu.be