Archivi tag: solfati

La generale idea di combattere il riscaldamento globale

Harvard ha appena ospitato una conferenza sulla Geo-Ingegneria (Scie chimiche) – Ecco cosa hanno detto:

di Arjun Walia

La geoingegneria è l’intervento deliberato e su larga scala nel sistema climatico della Terra. E ‘fatto attraverso diversi mezzi, e uno di loro sta spruzzando sostanze chimiche (che sono tossiche per gli esseri umani e tutta la vita sul pianeta) nell’atmosfera attraverso palloncini o veicoli aerei.

La CIA e altre agenzie federali controllano questi programmi e, con il pretesto della sicurezza nazionale, rimangono classificati. Ciò significa che se stanno effettivamente spruzzando cose nell’atmosfera, non ne verremmo mai a conoscenza. Un rapporto del 1996 condotto da un alto personale militare negli Stati Uniti, intitolato “Weather as a Force Multiplier; Possedere il tempo nel 2025 “ rivela la presunta urgenza di implementare questi programmi.

Ma, nelle notizie più recenti, non è stato molto tempo fa quando il direttore della CIA, John O. Brennan ha espresso il suo sostegno per la geoingegneria, puoi vederlo qui.

Dall’altro lato dello stagno, la Principessa RH Basmah Bint Saud, umanitaria e figlia del re Saud, ha paragonato la scienza e i programmi di geoingegneria alle armi di distruzione di massa, sostenendo che la loro attuazione è come lanciare una bomba senza l’esplosione nucleare. Puoi guardare quell’intervista e leggere di più qui.

Harvard è una delle tante università in tutto il mondo che ora è impegnata nella ricerca di geoingegneria, come afferma sul loro sito web,

“Il programma di ricerca sulla geoingegneria solare di Harvard svilupperà metodi che potrebbero ridurre i rischi e migliorare l’efficacia della geoingegneria solare rispetto all’iniezione di solfati nella stratosfera, che è stata la proposta standard dagli anni ’70”.

Un documento del governo degli Stati Uniti stampato su richiesta del comitato del Senato degli Stati Uniti sul commercio, la scienzae i trasporti nel novembre del 1978 afferma:

“Oltre ai programmi di ricerca specifici sponsorizzati dalle agenzie federali, ci sono altre funzioni legate alle modifiche meteorologiche che vengono eseguite in diversi luoghi nel ramo esecutivo. Vari comitati e comitati consultivi federali e il loro personale – istituiti per condurre studi approfonditi e preparare rapporti completi, per fornire consigli o raccomandazioni, o per coordinare i programmi di modifica meteorologica federale – sono stati ospitati e supportati all’interno di dipartimenti, agenzie o uffici esecutivi.”

Quindi, come puoi vedere, questa informazione è stata osservata per molto tempo, e con una semplice osservazione visiva, non è difficile vedere che il labirinto dei test su qualsiasi cosa stia accadendo, è iniziato molto tempo fa, ma non lo stiamo facendo detto questo. Secondo le pubblicazioni tradizionali, questi programmi non sono ancora operativi.

Harvard afferma che vogliono sviluppare nuovi metodi, le sostanze necessarie per spruzzare nell’aria sono elencate di seguito. Se diamo un’occhiata a SPICE, un progetto di ricerca di geoingegneria finanziato dal governo del Regno Unito che collabora con le università di Oxford, Cambridge, Edimburgo e Bristol, questo è ciò che otteniamo.

Alcune delle particelle proposte per spruzzare nell’atmosfera includono:

Solfato / acido solforico / biossido di zolfo

  • Titanio
  • Carburo di silicio
  • Carbonato di calcio
  • Aluminio
  • Silice
  • Ossido di zinco

Il Dr. Marvin Herndon, PhD., Un chimico nucleare, geochimico e cosmochimico – il più noto per dedurre la composizione del nucleo interno della Terra come silicio nichelato, non parzialmente cristallizzato metallo di ferro nichel – ha pubblicato un documento rivoluzionario nel pari – rivista rivista Current Science (Indian Academy of Sciences) dal titolo “Avvelenamento d’alluminio dell’umanità e del biota terrestre con attività di geoingegneria clandestina: implicazioni per l’India”.

Il documento prosegue per discutere e citare pubblicazioni che hanno rilevato metalli pesanti come alluminio, bario, stronzio e altro in acqua piovana, ceneri volanti e altro ancora. Ad esempio, durante il periodo tra luglio 2011 e novembre 2012, sono stati raccolti e analizzati 73 campioni di acqua piovana per alluminio e bario; 71 sono stati raccolti da 60 diverse località in Germania, 1 dalla Francia e 1 dall’Austria. L’alluminio è stato rilevato nel 77% dei campioni di acqua piovana, c’era anche una concentrazione di bario molto alta e una concentrazione di stronzio molto alta.

Si discute anche di come queste concentrazioni di metalli non sono il risultato di fenomeni naturali, come ad esempio esplosioni vulcaniche. (fonte) (fonte)

Più recentemente, il Massachusetts Institute of Technology (MIT) ha pubblicato una recensione in cui si afferma che gli scienziati di Harvard stanno portando avanti piani per esperimenti di geoingegneria atmosferica. I ricercatori intendono lanciare un pallone ad alta quota che spruzza una piccola quantità di particelle riflettenti nell’atmosfera in un piano proposto per combattere il riscaldamento globale.

Secondo la recensione del MIT, “Sarebbero tra i primi esperimenti di geoingegneria ufficiale condotti al di fuori di un modello controllato di laboratorio o computer, sottolineando il crescente senso di urgenza tra gli scienziati di iniziare seriamente a studiare la possibilità come la minaccia del cambiamento climatico monta“.

Questa affermazione è falsa. Questa potrebbe essere una delle prime volte che un esperimento come questo è diventato pubblico, ma non è il primo del suo genere. Forse l’unica altra volta in cui questo tipo di attività è stato reso pubblico è stato in Cina per le Olimpiadi del 2008, dove hanno usato la manipolazione del tempo attraverso la geoingegneria per creare il clima ideale per i giochi. Per me, questo sembra un uso della tecnologia grossolanamente irresponsabile. (fonte)

L’idea generale di combattere il riscaldamento globale è fondamentalmente quella di bloccare la luce del sole attraverso metodi che la riflettono nello spazio.

Più di recente, un forum sulla ricerca sulla geoingegneria solare statunitense si è svolto a Washington, DC. E ‘stato co-ospitato dal Solar Geoengineering Research Program presso l’Università di Harvard e finanziato attraverso varie sovvenzioni da filantropi, come Bill Gates.

Il rapporto, che puoi leggere in pieno QUI, è stato presentato e discusso in quella conferenza. Se vuoi vedere il video dal vivo di quella discussione dalla conferenza, puoi fare clic QUI.

Di seguito è riportato uno screenshot con una sintesi generale del report, che illustra i pro ei contro e una miriade di potenziali implicazioni. A livello personale, credo che questo tipo di attività stia già accadendo da molto tempo, forse nel “Bilancio nero“.

Questo è anche esemplificato dalla World Meteorological Association

“Negli ultimi anni c’è stato un declino nel supporto alla ricerca di modifiche meteorologiche e la tendenza a passare direttamente a progetti operativi.” – World Meteorological Association (fonte)

La relazione è in grado di evidenziare diversi pericoli coinvolti e le difficoltà di attuare questi programmi su scala globale. Ma forse è solo l’accattonaggio di influenzare la percezione delle masse per accettare la geoingegneria, così come abbiamo accettato la guerra al terrore, basata su false premesse.

È spiacevole vivere in un periodo in cui così tante persone hanno completamente perso qualsiasi tipo di fiducia per il governo e le agenzie governative.

David W. Keith è uno degli scienziati coinvolti in questa iniziativa, ed è stato per molto tempo. È professore di fisica applicata per la Scuola Paulson di ingegneria e scienze applicate (SEAS). È anche professore all’Università di Harvard e presidente di Carbon Engineering.

La sua ricerca, che è anche citata nella relazione di Harvard di cui sopra, include un sacco di lavoro sulla valutazione e la politica della tecnologia legata al clima. Alla domanda sulla spruzzatura di questi metalli pesanti nell’atmosfera, di cui dovrebbero essere utilizzati milioni di tonnellate, ha detto questo:

“Si può finire per uccidere decine di migliaia di persone l’anno come risultato diretto di quella decisione.

Forse tutti i metalli pesanti che sono già stati spruzzati nel corso degli anni sono uno di quelli che sembrano essere una moltitudine di fattori sul motivo per cui i tassi di malattia e malattia umana continuano a crescere in modo esponenziale. Questo è anche il motivo per cui un articolo collegato in precedenza in questo articolo era preoccupato, e forse questo è il motivo per cui non ci dicono che stanno conducendo questi esperimenti da molto tempo.

Allo stesso tempo, dobbiamo essere consapevoli di potenziali ulteriori motivi, e dovremmo anche prendere in considerazione il politico della scienza.

Di seguito un eccellente frammento di una conferenza tenuta da RichardLindzen , uno dei massimi esperti mondiali nel settore e autore principale di “Processi e commenti sui processi climatici”, capitolo 7 del terzo rapporto di valutazione sui cambiamenti climatici del gruppo intergovernativo di esperti scientifici sul cambiamento climatico. Sa che tutte le scienze del clima che riceviamo è la scienza delle Nazioni Unite dell’IPCC. Uno degli scienziati menzionati nella lista del senatore, in questo video, parla della politica della scienza del clima e della manipolazione dei dati – qualcosa che affligge tutti i campi della scienza oggi.

In questi giorni, può essere difficile determinare cosa sta realmente accadendo, il nostro mondo è stato immerso nella corruzione per un tempo molto lungo, ma è bello vedere quanta consapevolezza si è diffusa in tutto il mondo a riguardo, specialmente negli ultimi 6 anni.

Fonte:  http://www.collective-evolution.com/

Professore di Harvard: la geoingegneria potrebbe uccidere”molte decine di migliaia di persone all’anno” (articolo correlato in lingua inglese)

®wld

 

deliberata distrazione

article-2553989-1b438e0b00000578-345_634x405Che cosa ha causato il fenomenale meteo di gennaio 

Da Dylan Jones

“Il cambiamento climatico”, o – come per distrarre l’attenzione dal progetto deliberato di sciogliere l’Artico

Due modalità di modifica del clima sono state la causa delle oscillazioni estreme delle condizioni climatiche e le distorsioni di accompagnamento della corrente a getto. 

index-1Nel momento in cui si stava scrivendo, i primi di gennaio 2017, l’Europa centrale e orientale era nella morsa di freddo estremamente anomalo.

index2https://www.youtube.com/watch?v=Ilukwsg7O_s

Con questo Bollettino del tempo Chris Fawkes spiega che i passanti permettono all’aria calda in regioni artiche e aria fredda in parti dell’Europa meridionale. Si noti che nei circa primi 20 secondi, l’anomala e pronunciata depressione della corrente a getto si estende verso il basso fino alla Grecia e alla Turchia.

Ora guardare il secondo video di questo articolo della BBC:

Meteo: aumento di morti a causa del freddo in Europa

Al 22° secondo, abbiamo di nuovo la  distorta immagine del modello della corrente a getto.

Chris Fawkes:

“Quello che ha portato il freddo in Europa è stato un modello molto allungato della corrente a getto  che ha permesso all’aria fredda a dirigersi verso sud fuori dall’Artico”

Ma in realtà: La corrente a getto è il risultato dell’interazione di masse d’aria fredda e calda. Essa non “consente” nulla.

“Contrariamente alla credenza popolare, la corrente a getto non causa il verificarsi di certe condizioni meteorologiche di un certo tipo. La sua esistenza è invece il risultato di determinate condizioni meteorologiche (un grande contrasto di temperatura tra due masse d’aria).”

La massa d’aria fredda è stata artificialmente intensificata, con il suo conseguente sconfinamento più a sud associata lungo il modello della corrente a getto.

In realtà, se si osserva la corrente a getto si divide e forma una cresta a nord e un trogolo a sud. Questa è un’indicazione che mentre la modifica di raffreddamento viene impiegata al sud, attraverso l’uso di agenti nucleanti ghiaccio artificiale come nitrato di potassio, nitrato di ammonio, urea e batteri, guidano le temperature sopra lo zero al di sotto, la modalità predominante della modifica è il riscaldamento, che comporta la fissazione di formazioni cirri artificiali impiegati più a nord.

Quello che è importante notare è che, mentre la Grecia e la Turchia sono inondati dal freddo, l’Artico continua a riscaldarsi a un ritmo senza precedenti. Le masse d’aria fredda non originaria della regione artica, proviene più a sud.

index3

 

 

“Previsione anomale di temperatura superficiale (°C; ombreggiatura) 10-14 gennaio 2017. Nota le temperature calde in gran parte degli Stati Uniti e nel Nord Europa con temperature fredde in Sud Europa, gran parte dell’Asia e Canada occidentale e il nord-ovest degli Stati Uniti. La previsione è del 9 gennaio 2017 GFS ensemble”.

Poiché le regioni ghiacciate e nucleata si spostano a sud vengono ulteriormente integrate, con formazioni di nubi in movimento fino a nord e verso est, nuvole che sono anche state aumentate mediante l’inseminazione, la produzione di vapore acqueo artificiale sostenute anche dalla frequenza radar, sia sul mare che a terra. Questo incontro di freddo e di caldo dà origine a intense tempeste, improvvise e innaturali con “lampi e tuoni”, “neve bagnata e pesante” che i Metereologi amano parlare.

Geoingegneria: Vortice Polare – Ghiaccio nuclearizzato 101

La natura artificiale di questi eventi è ulteriormente evidenziata dalla velocità delle temperature che passano da anormalmente basse a anormalmente elevate, una volta che le basse temperature ingegnerizzate vengono temporaneamente sospese.

Tutto questo è persistente e non un fenomeno isolato:

Questa mappa GISS sotto, mostra la partenza da temperature medie superiori dell’emisfero settentrionale invernale (dicembre-gennaio-febbraio) del periodo 2015-2016.

index4

Questo mostra lo stesso per la caduta dell’emisfero settentrionale (settembre-ottobre-novembre) nel 2016.

index5Possiamo vedere il cambiamento nella posizione del raffreddamento nella modifica del clima nell’Asia del Nord. Nonostante questo, le temperature artiche sono quasi fuori scala.

E’ in corso una definita cortina di ghiaccio tra le regioni densamente popolate d’Europa.

index6Gli eventi dei freddi anomali ricevono anche la massima attenzione dei media, alimentando il dibattito perenne tra i sostenitori del riscaldamento antropico globale e gli scettici. Tutto questo distrae dalla realtà dell’operazione deliberata per sciogliere l’Artico.

Questa è la regione dell’anomalo freddo del Nord Atlantico che aiuta la fusione del ghiaccio artico.

Secondo le notizie de il punto del blog Artic, il raffreddamento di questa regione è dovuto agli effetti di solfati industrialmente emessi.

“Il particolato, in particolare il solfato, è in grado di fornire il raffreddamento a breve termine della superficie del mare. Grandi quantità di solfato sono emessi dalle aree industriali nella parte orientale del Nord America e in Asia orientale. Sull’emisfero settentrionale, l’effetto Coriolis fa si che tali emissioni in genere raggiungano le zone sopra il vicino oceano ad est di tali aree industriali, e conseguentemente sulla superficie del mare che non viene raffreddato i modo significativo, fino a quando le particelle non cadono dal cielo. Dal momento che il solfato viene emesso su base continuativa, l’effetto di raffreddamento continua senza troppe interruzioni.

Questo solfato ha un effetto di raffreddamento sulle zone della superficie del mare dove le correnti oceaniche muovono l’acqua calda verso l’Oceano Artico. Poiché la superficie del mare si raffredda, c’è meno evaporazione, e quindi meno trasferimento di calore dall’oceano nell’atmosfera durante il tempo necessario per l’acqua di raggiungere l’oceano artico. Di conseguenza, l’acqua sotto la superficie del mare rimane più calda mentre si muove verso l’Oceano Artico. “L’enfasi è mia”.

Infatti, i solfati vengono emessi insieme con il nerofumo, che ha un effetto di riscaldamento. Affermare che le emissioni industriali siano la riduzione del riscaldamento globale in certe regioni e il riscaldamento in altri è fuorviante.

Un altro suggerimento, diverso dai particolati di solfato, è che questa regione fredda ha causato la fusione della Groenlandia. L’acqua fredda fusa aggiunta al mare presumibilmente rallenta la circolazione dell’Atlantico Meridionale Overturning (AMOC), di cui la corrente del Golfo è una parte. Questo è perché l’acqua fredda interferisce con il ciclo thermohaline, diluisce l’acqua salata quindi ha difficoltà ad andare a fondo.

Why some scientists are worried about a surprisingly cold ‘blob’ in the North Atlantic Ocean

Tuttavia, ci troviamo di fronte un problema. Che dire della fusione del ghiaccio, a basso contenuto di sale, ovunque nella regione artica? Perché non ha provocato anomale “macchie” e fredde? Perché questa teoria ignora le regioni calde anomale del nord della “macchia” fredda.

E’ più probabile che il raffreddamento per la modificazione del clima (invece di solfati) venga utilizzato per ridurre l’evaporazione e il trasferimento di calore verso l’atmosfera in cui le correnti oceaniche stanno già muovendo acqua calda verso l’Oceano Artico.

L’acqua sotto la superficie dell’oceano, ha già fatto la parte del leone nel riscaldamento globale, rimanendo più calda muovendosi verso il ghiaccio artico.

index7Totale contenuto di calore globale. I dati Nuccitelli et al. (2012)

Una delle regioni lungo il grande nastro trasportatore dell’oceano, dove il calore viene rilasciato in atmosfera, corrisponde chiaramente con l’anomala regione  fredda nel Nord Atlantico.

index8Conclusioni

Il freddo estremamente anomalo nell’Europa centrale e orientale è dovuto alla interazione di due forme della modificazione del clima, il riscaldamento e il raffreddamento.

Piuttosto che il verificarsi “cause” di condizioni climatiche, la corrente a getto è, di fatto, il risultato di queste condizioni atmosferiche, cioè il contrasto di temperatura tra due masse d’aria. Attribuendo la causa di queste condizioni per un cambiamento nella corrente a getto è come attribuire la causa di un raffreddore comune a dei starnuti.

  • La modalità del riscaldamento, riscalda le masse d’aria che invadono più a nord causando pronunciate creste nella corrente a getto.
  • La modalità di raffreddamento raffredda le masse d’aria che invadono più a sud causando pronunciate depressioni nella corrente a getto.
  • Mentre la Grecia e la Turchia sono stretti nella morsa del freddo, l’Artico ha continuato a riscaldarsi ad un ritmo senza precedenti, tanto che le temperature erano in realtà più calde di regioni dell’Europa meridionale.
  • Poiché la nucleata regione ghiacciata si sposta a sud è ulteriormente integrata, con formazioni di nubi in movimento fino a nord e verso est, che sono anche state aumentate mediante l’inseminazione delle nuvole, la produzione artificiale di vapore acqueo sostenute dalla frequenza radar, sia sul mare che a terra.
  • Questo incontro di freddo e di caldo dà origine a tempeste intense, improvvise e innaturali “lampi e tuoni” in “neve bagnata pesante”, quello che i meteorologi amano tanto parlare.
  • La natura artificiale di questi eventi è ulteriormente evidenziata dalla velocità delle temperature che tornano da anormalmente basse a anormalmente elevate, una volta che temporaneamente viene cessata la bassa temperatura del freddo ingegnerizzato.
  • Una cortina di ghiaccio è in corso di definizione tra le regioni densamente popolate d’Europa.
  • Gli eventi degli anomali freddi ricevono anche la massima attenzione dei media, alimentando un perenne dibattito tra gli antropici sostenitori del riscaldamento globale e gli scettici.
  • Tutto questo distrae dalla realtà dell’operazione deliberata per sciogliere l’Artico.
  • La modifica del clima del raffreddamento (invece dei solfati) viene utilizzato per ridurre l’evaporazione e il trasferimento di calore verso l’atmosfera in cui le correnti oceaniche muovono l’acqua calda verso l’Oceano Artico.

L’acqua sotto la superficie dell’oceano, ha già fatto la parte del leone nel riscaldamento globale, rimanendo più calda muovendosi verso il ghiaccio artico.

In uno studio futuro spiegheremo come i geoingegneri riusciranno a creare tempeste perfette senza precedenti e uragani sempre di maggiore intensità e frequenza, prodotti dagli oceani in giganti serbatoi di calore trasformati deliberatamente dal riscaldamento globale.

Aumentati e stabiliti in anticipo dal Nero Carbone, su basi di piattaforme marine munite di radar, aerei e navi dotate di radar di bordo, che emettono impulsi per la distribuzione di carichi utili d’aerosol, non c’è praticamente alcun limite di quanto possano crescere questi grandi sistemi di tempesta.

Così più a nord il ghiaccio si fonde dalle nucleate tempeste, intensificando ancora di più il gradiente di pressione, che accelera la ripartizione del ghiaccio artico. In combinazione con la già lì presente e schierata geoingegneria, aggiungendo contenuto alla nuvola già migliorata, portando precipitazioni e calore nella regione abbastanza per aumentare la temperatura del Polo Nord sopra lo zero nel mezzo dell’inverno. Questi fattori vengono accelerati nella zona di mare aperto che aumentano nell’Oceano Artico.

FONTE http://enouranois.eu/?p=1651

Ulteriore lettura:

http://www.globalresearch.ca/Demystifying-the-del clima cambiamento-dibattito / 5566164

http://enouranois.eu/?p=1451 

Pubblicato su:

http://www.nogeoingegneria.com/news-eng/what-caused-januarys-freak-weather/

Traduzione e adattamento Nin.Gish.Zid.Da