Crea sito

Salviamoci finchè possiamo

Italia: la Gallina d’oro chiede in prestito un uovo… 

 

“Si-amo” sempre di più… SALVIAMOCI TUTTI !!

 

Tutti i giorni vediamo che la verità su questa colossale infamia e tradimento politico, sta venendo fuori da tutte le parti.
E a questo punto, il non capire, è diventato davvero inaccettabile.

 

FUORI I MERCANTI DAL TEMPIO DELLA VITA !

——————–

RIASSUNTO PER LA FASE 2: NON ESISTE ALCUNA PANDEMIA E’ venuto il momento di ARRESTARE GLI IMBROGLIONI ed evitare 5G, guanti e museruole, vaccini, microchip e riconoscimento facciale, MES e azzeramento del contante, tutte faccie della stessa medaglia. NO AL CONTROLLO REMOTO DI TUTTE LE NOSTRE VITE !

Questo messaggio va condiviso al massimo possibile, copia/incolla, mail o come volete, per arrivare alla consapevolezza che possa salvare noi, i nostri figli, i vecchi e la nostra vita e storia.  1-2-4-8-16-32… ognuno di noi deve poter valere per dieci… e in 33 giorni abbiamo comunicato a 5 miliardi e mezzo di persone !!!

LA MONETA CE LA POSSIAMO FARE DA SOLI… La gallina che chiede a prestito un uovo…

la stupidità degli STATI dell’Eurozona che si fanno prestare i soldi che potrebbero stampare da soli; Ma visto che OGGI possiamo EMETTERE la MONETA COMMERCIALE E la MONETA COMPLEMENTARE da soli, (costituendo una associazione e avviando la carta di credito del territorio) ben oltre le galline e gli Stati SIAMO TUTTI QUANTI UNA MASSA DI GALLINE, senza offesa per le galline naturalmente.

Colao da Londra da consigli sempre da remoto, sia al governo che all’opposizione, dice che solo il 5g potranno fare il riconoscimento facciale ovunque e sapere chi sei e dove ti sposti, chi incontri e cosa dici in privato. Si aprirà così il tornello delle metro solo se sei a posto con vaccinazione, durc, tasse, contributi locali, regionali, e statali, ecc.ecc… Idem per l’uso del bancomat. Potrai essere vaccinato e/o trattato farmacologicamente e da remoto, tramite somministrazione elettromagnetica a distanza, e quant’altro, affinchè, curandoti, siano sicuri che ti ammali.

Sk e Sanofi Aventis OGGI hanno stretto un contratto e andranno a sostituire il sistema sanitario nazionale anche nella formazione dei dottori, che studieranno la “loro” medicina. Da “influenzatori” del potere politico vogliono diventate LORO IL potere politico.

Col Mes la UE appronterà una precisa sorveglianza operativa speciale sui nostri conti correnti, con potere di intervento diretto. Se non sapete ancora cosa questo significhi, allora male.

E male sentirete quando potrete ritirare solo parte della vostra pensione o stipendio, al netto delle loro trattenute sul debito ed interessi che ci imporranno, garantiti tramite questo accordo, con i nostri risparmi.

Bill Gates dice che nulla sarà come prima se non si andrà alla ID2020 : identificazione digitale obbligatoria per tutti, ovvero un chip sotto pelle.
Come dire insomma: Compratevi pure una ciotola e imparate ad abbaiare come un cane … !

Quella che stiamo vivendo è di fatto è una guerra civile.

Una guerra strana, senza bombardamenti e carri armati, ma sempre di guerra si tratta. Civile, perché la maggior parte dei nostri nemici sono proprio italiani.
Italiani Venduti e Traditori del loro stesso popolo… o, peggio, semplicemente IGNORANTI che ubbidiscono a Ordini in Disonore.

Italiani che hanno fatto in modo che fosse distrutto il potere economico e produttivo di un intera nazione.

Italiani che hanno azzerato la nostra LIBERTÀ .

Ci piegano piano piano seguendo il concetto della “rana bollita”, spingendoci, e neanche tanto piano, con le spalle al muro senza più la forza di reagire, fiaccati dalla paura e distanziamento sociale.

E noi, decine, forse centinaia di migliaia di persone finalmente consapevoli, con davanti il quadro chiaro di questa situazione, siamo circondati da milioni di amici ancora inconsapevoli, che si guardano attorno attoniti senza capire, con addosso la mascherina, i doppi guanti e scafandro, tutti pronti a farsi iniettare un vaccino, pronti ad obbedire purchè siano ordini secchi, magari scritti in Tedesco…

O impartiti altrimenti, con voce suadente, da un bell’uomo coi capelli tinti, uno che ora prega le banche di fare per noi “un atto d’amore”, le prega di avere pietà, perché lui (oltre a quanto di male ci ha già fatto) non può fare di peggio o diabolico.

Siamo in numero minore?

non credo… ma 1-2-4-8-16-32-64… ognuno di noi, da ora, se ce la fa, deve poter valere per dieci… e in 33 giorni abbiamo comunicato a 5 miliadi e mezzo di persone !!! Bill Gates e compari lo sanno bene è il porta a porta che cambia il mondo… e il mondo sarà cambiato per una vita felice di tutti gli esseri viventi (non solo Umani) !!
E magari con l’aiuto di internet acceleriamo anche di un paio di settimane…

Stiamo crescendo e “Si-amo” sempre di più, ma dobbiamo mettercela tutta.
Tutti i giorni vediamo che la verità su questa colossale infamia e tradimento politico, sta venendo fuori da tutte le parti.
E a questo punto, il non capire, è diventato davvero inaccettabile.

Ognuno di noi che condivide questo sentire e questa realtà, deve contattare più persone possibile, riuscire a documentarsi senza paura e senza mettere il capo sotto la sabbia come in molti ancora fanno.
Dobbiamo studiare bene, capire e parlare di questo con tutti gli amici, anche a costo di non sentirci inizialmente compresi.
Non dobbiamo arretrare. Mai. E mai pensare di essere al sicuro:

Nessuno sarà più al sicuro, neanche i miliardari, neanche i saggi o i cardinali, nessuno !!

Il momento è esattamente ora. SALVIAMOCI TUTTI !!

#Ilmomentoèesattamenteora

il tag è per raccogliere tutti gli articoli e post inerenti a ciò.

———————————————————–

 

Questo messaggio va assolutamente condiviso con più contatti possibile.
Non importa se facciamo anche un copia/incolla, o come volete, l’importante è arrivare a condividere un pensiero e una consapevolezza che possa salvarci.
Salvare noi, i nostri figli, i nostri vecchi e la nostra vita e storia.
Salviamoci tutti

 

Articoli correlati:

Gli Ubriachi di Potere

La colpa di semidei non eletti

Un muro di mattoni

 

®wld

Tassa di scopo & sciocchezzuole di sinistra

La tassa di scopo: È giusta una tassa di scopo sul tabacco?

È giusto tassare il tabacco per sviluppare farmaci contro le malattie ad esso legate? Sì. La risposta parrebbe scontata. Siamo proprio sicuri? Siccome il fumo può essere causa di malattie e perciò incide sul sistema sanitario, si dice, sarebbe moralmente auspicabile che l’industria del tabacco contribuisse a sovvenzionare un fondo per l’acquisto di medicinali. Un ragionamento del genere imposta la questione in termini di morale, più precisamente la morale rispetto a comportamenti individuali. Si affida così allo Stato il compito di stabilire la morale e quindi quelle azioni da perseguire, con la tassa nel nostro caso.

Siamo ancora d’accordo? No. È sufficiente preferire per un momento il metodo scientifico all’emotività per produrre una risposta diversa, e quindi negativa, alla nostra domanda iniziale. Chi fa le leggi antepone spesso l’emotività delle scelte istintive al metodo sperimentale fondato sulla libertà individuale (che tutela). Seppure l’Italia è ben lontana dall’essere una solida Democrazia Liberale, è prassi che le nostre leggi non siano fondate sulla morale quanto sulla necessità di governare la convivenza tra cittadini al fine di favorire l’estensione delle loro libertà. Questo approccio al diritto che si fonda sulle libertà soggettive ed oggettive, e non sull’etica o la morale, riguarda naturalmente anche la fiscalità.

Una tassa morale non avrebbe senso di esistere nel nostro ordinamento perché contrasterebbe con la libertà di ciascuno. Essa equivarrebbe alla tassazione del comportamento legittimo di un cittadino in questo caso, visto che il consumo di tabacco è consentito dalla legge. Il tabacco può essere tassato come qualsiasi altro bene e così succede, dato che già oggi lo Stato incassa 14 miliardi di tasse da questo settore. Ma non è dato sapere quanto di questo denaro abbia una “destinazione morale”, per esempio in ricerca e prevenzione.

Il tabacco non può invece essere (ulteriormente) tassato ad hoc per una questione morale. Se valesse la questione morale, allora dovremmo tassare anche molti altri comportamenti che possono avere conseguenze negative sulla salute o sull’ambiente. Perché non imponiamo una (ulteriore) imposta ad hoc sulla benzina, sulle automobili, sulle caldaie a gasolio, sulla carne, sui grassi, sugli alcolici, sugli zuccheri, sui giochi e su tutto ciò che può generare malattie o costi per il sistema sanitario? Perché non li tassiamo per creare un fondo per l’acquisto di farmaci o (meglio ancora) la ricerca?

La morale del legislatore è spesso doppia, cioè la si impone aggirandola, e rischia di sconfinare nella demagogia. Così ci si è inventati la tassa di scopo, una sorta di paravento per celare una mentalità statalista e paternalista. Si vuole una fiscalità non volta a fornire i servizi pubblici con le risorse a disposizione, bensì finalizzata ad escogitare mezzi sempre nuovi per spremere ulteriormente i contribuenti ed imporre comportamenti ritenuti moralmente “giusti”, salvaguardando naturalmente i privilegi (nessuno si è chiesto chi potrebbe beneficiare di un fondo per l’acquisto di medicinali? Non sarebbe “più etico e morale” finanziare la ricerca pubblica?) e gli sprechi annidati nei meccanismi dei servizi pubblici esistenti.

Anche la tassa di scopo è facilmente smontabile. Le imposte sul tabacco sono già state ritoccate con la riforma del 2015 e aumentate nel mezzo del 2017, portando molti meno milioni (-224 milioni entrate gennaio-settembre; meno 1 miliardo di gettito rispetto alle previsioni per il 2017) nelle tasche di uno Stato disperatamente alla ricerca di risorse ma che spesso dimentica di valutare a monte l’impatto di nuove tasse.

Una nuova imposta come quella che il Parlamento vorrebbe far passare rischierebbe di non garantire l’effettivo aumento di gettito e non farebbe altro che peggiorare la situazione: (i) la tassazione già regressiva (cioè, i prodotti di fascia medio–bassa pagano in proporzione più tasse di quelli di fascia alta) distorcerebbe ulteriormente l’assetto concorrenziale neutro del mercato; (ii) i volumi già in calo si ridurrebbero ulteriormente portando meno gettito, e la mancanza di una relazione tecnica circa l’impatto sul mercato di questa ulteriore tassa non aiuterebbe; (iii) il contrabbando che oggi è moderato potrebbe tornare ad esplodere nuovamente, con buona pace delle entrate sperate e della salute dei cittadini; e infine (iv) si complicherebbe la burocrazia, visto che il legislatore come sempre ha partorito la tassa ma non il suo funzionamento, lasciandolo ai burocrati, appunto.

Prima di agire di istinto, i nostri parlamentari dovrebbero provare ad affidarsi al metodo sperimentale delle Democrazie Liberali. Capirebbero allora che questa tassa oltre ad essere immorale per la libertà individuale, farebbe solo danni. Per finanziare la ricerca (quella pubblica, s’intende) ci sono altri modi, meno populisti.

@pietropaganini

Foto da Shutterstock

Fonte: http://www.tempi.it/

LUIGI DI MAIO, CON LUI AL POTERE SIAMO FREGATI NE AZZECCASSE UNA 

Tenete lontano quell’ignorantello di Luigi di Maio dal Mein Kampf. Vista la bestialità da lui sostenuta dagli USA, quella secondo la quale “bisogna operare nel sistema di tassazione come Trump”, c’è da temere che leggendo la “battaglia di Hitler” se ne innamori.

Ci sarà qualche grillino che non abbia studiato su internet?

O tempora, o mores!

R

Ps: Già che ci sono una noterella sul bullo ignorante di Rignano sull’Arno.

Qualcuno gli dica che i radicali non sono di sinistra ma liberisti di destra.
Gli aggiunga che lo “Ius Soli”, le “Unioni Civili”, il “Fine vita” sono provvedimenti importantissimi ma fanno parte di una cultura liberale, non di sinistra.
Quel personaggio se vuole parlare di sinistra deve parlare di lavoro, sanità, pensioni, scuola, diritti. E non per attaccare e distruggere (come ha fatto) ma per difendere e incrementare queste sciocchezzuole “di sinistra”.

Fonte:   http://www.fisicamente.net/portale/