Archivi tag: sfruttamento sessuale

La Polonia cerca di proteggere i bambini dallo sfruttamento sessuale

Il governo dell’UE si oppone alla proposta di legge che fermerebbe la pedofilia

(Natural News)

La Polonia sta prendendo posizione contro la pedofilia e la perversione sessuale stabilendo chiari confini quando si tratta di educazione sessuale nelle scuole. Ora, l’Unione europea sta intervenendo sulla questione, sostenendo che la Polonia sta violando i “diritti umani” negando agli studenti un’educazione sessuale aperta.

La Polonia cerca di proteggere i bambini dallo sfruttamento sessuale, ma i cittadini si trovano ad affrontare l’opposizione dell’UE

Secondo la Costituzione polacca, i cittadini possono presentare il proprio referendum e chiamarlo a votare. Il disegno di legge polacco “Stop Pedophilia” mantiene le scuole pubbliche a nuovi standard, impedendo ai funzionari scolastici di promuovere l’attività sessuale ai minori con il pretesto di “educazione”. Oltre 265.000 cittadini polacchi hanno firmato la misura, chiedendo nuovi standard per l’educazione sessuale che proteggano i bambini dalla violenza sessuale sfruttamento.

In modo inquietante, i membri del Parlamento dell’Unione Europea stanno contestando il disegno di legge, violando la sovranità della Polonia nel processo. L’UE vuole fermare il disegno di legge perché l’educazione sessuale è una questione di “accesso alla salute, compresa la salute sessuale e riproduttiva”. In effetti, 471 deputati hanno votato per condannare il disegno di legge polacco “Stop Pedophilia”. Questi uomini di sinistra al potere affermano che il disegno di legge viola i “diritti umani” perché il disegno di legge presumibilmente criminalizza l’educazione sessuale ai minori. Ecco il passaggio che i membri dell’UE hanno condannato in modo schiacciante:

“Chiunque promuova o approvi i rapporti sessuali o altre attività sessuali da parte di un minore, in relazione all’esercizio della posizione, occupazione o attività connesse all’educazione, all’istruzione, all’assistenza sanitaria o all’assistenza di minori, o che operano nei locali scolastici o in altri settori dell’istruzione o del bambino istituto di cura, è soggetto a reclusione fino a 3 anni “.

Il disegno di legge impone forti sanzioni per gli educatori che incoraggiano il sesso minorile.

I cittadini polacchi sono stufi della cosiddetta “educazione sessuale” che sta scalpellando le menti dei loro figli. Dal 2013, l’Organizzazione mondiale della sanità e il Centro federale tedesco per l’educazione alla salute hanno assunto l’educazione sessuale del paese. In questo momento, i bambini di età compresa tra 4-6 sono tenuti a conoscere i sentimenti sessuali e come esprimere la propria sessualità. Ai bambini di età compresa tra 6 e 9 anni viene insegnato il consenso sessuale, la contraccezione e i vari modi per avere rapporti sessuali. I bambini dai 9 ai 12 anni vengono istruiti su come usare il preservativo, come avere la loro prima esperienza sessuale e come raggiungere l’orgasmo. Quando si tratta di bambini dai 12 ai 15 anni, le aule sono tenute a coinvolgere gli studenti nella discussione sui desideri sessuali “al fine di fare sesso sicuro e piacevole”.

Secondo LifeSiteNews , le regole di “educazione sessuale” imposte dall’OMS familiarizzano intensamente con gli studenti di ogni età con il concetto di omosessualità, facendo in modo che i bambini piccoli mettano in discussione i loro desideri e persino il loro genere. Questa educazione sessuale aggressiva introduce pensieri perversi nelle menti dei bambini, insegnando agli studenti ad agire secondo i loro desideri, invece di costruire relazioni sane. Questa indottrinamento di sinistra insegna alla prossima generazione ad assumere atteggiamenti sprezzanti nei confronti della sessualità. I cittadini polacchi hanno tutto il diritto di mettere in discussione queste idee di sinistra e cambiare l ‘”educazione sessuale” che sta pervertendo la mente dei loro figli. Quando i funzionari delle scuole pubbliche iniziano a parlare ai giovani studenti dei loro desideri sessuali, non solo perversa la mente del bambino, ma apre anche la porta alla possibilità di pedofilia e stupro di quel bambino.

L’Unione europea non ha interferenze negli affari polacchi. Tutti quegli eurodeputati che hanno votato per impedire alla Polonia di stabilire nuovi standard nell’educazione sessuale dovrebbero essere messi in discussione. Alla fine, questi di sinistra sono quelli che sostengono la sessualizzazione dei bambini e gli orrori della pedofilia.

Le fonti includono:

BigLeaguePolitics.com

LifeSiteNews.com

Fonte: https://www.naturalnews.com/

®wld