Crea sito

Cosa è andato a male nella modifica genetica?

Alla luna? Materiale genetico da 6,7 ​​milioni di specie terrestri

L’assicurazione contro l’estinzione per il pianeta terra è prevista inviando campioni di sperma e uova di 6,7 milioni di specie sulla luna per la custodia. Come potrebbero essere distrutte le specie terrestri per richiedere un “backup”? La modifica genetica è andata male … ⁃ TN Editor

  • Per proteggere la diversità delle specie della Terra, attualmente conserviamo materiale genetico in caveau
  • Il materiale che include semi e spore potrebbe essere utilizzato per recuperare le specie perdute
  • Ma le banche genetiche sulla Terra sono vulnerabili alle catastrofi contro le quali si assicurano
  • Gli esperti statunitensi propongono di conservare in modo più sicuro gli esemplari nei tubi di lava sulla luna
  • I depositi sarebbero congelati criogenicamente e curati da robot in levitazione

Gli scienziati hanno proposto che campioni di sperma e uova di 6,7 milioni di specie terrestri dovrebbero essere inviati a un’arca costruita sulla luna come una “moderna polizza assicurativa globale”.

Si prevede che la banca genetica lunare, che potrebbe anche ospitare campioni di semi e spore, venga costruita sotto la superficie lunare, in un tubo di lava cavo e raffreddato.

Gli esemplari depositati nell’arca sarebbero stati conservati refrigerati a temperature criogeniche, con l’impianto alimentato da pannelli solari sulla superficie lunare.

L’arca preserverà la diversità genetica della Terra in caso di catastrofe globale, come potrebbe essere causata dal  cambiamento climatico, da un  supervulcano  o da un asteroide.

“La Terra è naturalmente un ambiente instabile”, ha detto l’autore dello studio e ingegnere meccanico Jekan Thanga dell’Università dell’Arizona.

“In quanto esseri umani, circa 75.000 anni fa abbiamo avuto un incontro ravvicinato con l’eruzione del supervulcano di Toba, che ha causato un periodo di raffreddamento di 1.000 anni e, secondo alcuni, è in linea con un calo stimato della diversità umana”, ha aggiunto.

“Poiché la civiltà umana ha un’impronta così ampia, se dovesse collassare, ciò potrebbe avere un effetto a cascata negativo sul resto del pianeta.”

L’idea di creare banche genetiche per ripristinare la biodiversità perduta in futuro non è nuova: più di un milione di campioni di semi sono attualmente conservati nella  Svalbard Global Seed Vault  sull’isola di Spitsbergen nel Mar Artico, ad esempio.

Tuttavia, il professor Thanga e colleghi hanno spiegato che la localizzazione di tali strutture sulla Terra li lascia anche vulnerabili a perdite accidentali.

Il cambiamento climatico, ad esempio, ha il potenziale per spingere molte specie verso il declino terminale in futuro e, allo stesso tempo, l’innalzamento del livello del mare che accompagnerà il riscaldamento globale vedrà la volta delle Svalbard persa sotto le onde.

Rimossa ma ancora accessibile, la luna potrebbe presentare una posizione più sicura.

Costruire un deposito genetico sulla luna sarebbe un’impresa significativa, ma che secondo il professor Thanga sarebbe possibile.

Leggi la storia completa qui …

Pubblicato sul sito web: https://www.technocracy.news/

**********************************

Ti potrebbero iteressare:

Come Hackerare il software della vita

L’mRNA non soddisfa la definizione legale

®wld

Il motore per il raggiungimento dello spopolamento

L’Eugenetica è viva e vegeta e la truffa “Covid-19” è il motore per il raggiungimento dello spopolamento

Di Gary D. Barnett

“Mi chiedo solo come sarebbe essere reincarnato in un animale la cui specie era stata così ridotta di numero da essere in pericolo di estinzione. Quali sarebbero stati i suoi sentimenti verso la specie umana la cui esplosione demografica le aveva negato di esistere da qualche parte…. Devo confessare che sono tentato di chiedere la reincarnazione come virus particolarmente mortale”. ~Principe Filippo, nella sua Prefazione a “If I Were an Animal” – Regno Unito, Robin Clark Ltd., 1986.

“Il mondo oggi ha 6,8 miliardi di persone … che sono diretti a circa 9 miliardi. Se facciamo davvero un ottimo lavoro sui vaccini, sull’assistenza sanitaria e sui servizi di salute riproduttiva, potremmo ridurlo forse del 10-15%”. ~ Bill Gates

“Lo spopolamento dovrebbe essere la massima priorità della politica estera nei confronti del terzo mondo, perché l’economia statunitense richiederà grandi e crescenti quantità di minerali dall’estero, soprattutto dai paesi meno sviluppati” ~ Henry A. Kissinger

“Una popolazione totale di 250-300 milioni di persone, con un calo del 95% rispetto ai livelli attuali, sarebbe l’ideale.” ~Ted Turner

“La cosa più misericordiosa che la famiglia numerosa fa a uno dei suoi piccoli è ucciderlo.” ~Margaret Sanger, Woman and the New Race, Capitolo 5, “La malvagità di creare famiglie numerose”. (1920)

“Il fatto che ora sia molto più facile manipolare con precisione il genoma umano all’interno di embrioni vitali significa che è probabile che in futuro assisteremo all’avvento di bambini designer che possiedono tratti particolari o che sono resistenti a una specifica malattia”.

~Klaus Schwab, Plasmare il futuro della quarta rivoluzione industriale: una guida per costruire un mondo migliore

“L’eugenetica è un movimento sociale (e ‘scientifico’) basato sulla convinzione che la qualità genetica della razza umana possa essere migliorata mediante l’uso dell’allevamento selettivo, così come altri mezzi spesso moralmente criticati per eliminare gruppi di persone considerate geneticamente inferiori, incoraggiando al contempo la crescita di gruppi giudicati geneticamente superiori”.

Quelli che negano gli sforzi eugenetici di massa che esistono oggi negli Stati Uniti e nel mondo, sono bugiardi patologici, propagandisti manipolatori guidati dalla censura o completamente ignoranti di qualsiasi realtà. L’intero movimento transumano, tecnologico e tecnocratico che consuma oggi la classe dominante è fortemente basato sull’eugenetica.

Il “grande ripristino” apertamente cercato e pianificato perseguito da quelle “élite” al potere che attualmente governano questo paese e il mondo; coloro che desiderano quell’agenda “progressista” omicida e che altera l’uomo, sono l’epitome del movimento eugenetico moderno. A causa della natura atroce e del concetto sgradevole di questa crociata come descritto all’inizio del ventesimo secolo, i termini usati in passato sono stati alterati per ingannare il branco collettivo e stupido, e finora quell’inganno ha avuto successo.

Questa falsa pandemia è il primo passo utilizzato per ottenere la morte umana e l’alterazione genetica al fine di eliminare e controllare milioni o miliardi di persone comuni, ma il ragionamento in continua evoluzione per perseguire questi programmi si trasformerà presto nelle scuse dello sviluppo sostenibile e ‘ cambiamento climatico.’

E data la distruzione pianificata dell’approvvigionamento alimentare che è già in corso, e il controllo intenzionale e la scarsità di energia, le carenze di cibo ed energia appositamente create saranno utilizzate non solo per causare preoccupazione tra il pubblico, ma anche per creare panico. Questi eventi organizzati saranno accusati di razionamento di emergenza controllato dal governo, e quindi alcuni segmenti del pubblico saranno maledetti per il loro uso eccessivo di necessità vitali durante una “crisi”.

Questa è un’arma a doppio taglio, poiché senza cibo ed energia sufficienti,l’assassinio di ampie fasce della popolazione può essere ottenuto con il pretesto di sforzi di emergenza per proteggere la popolazione dipendente a spese di coloro che si sono preparati a questo tipo di situazione critica. Questo è l’ultimo uso della propaganda divisiva iniettando un istinto psicotico di sopravvivenza nelle menti di una popolazione già spaventata per soffocare l’empatia per gli altri. Queste tattiche sono semplicemente una guerra psicologica contro la classe proletaria nel suo insieme.

La ‘vaccinazione’ (iniezione di veleni), l’introduzione di agenti patogeni attraverso test, controllo mentale, blocchi, omicidio premeditato, sterilizzazione e allarmismo saranno gli strumenti utilizzati per invertire la tendenza a favore dello stato alterando artificialmente la biologia umana, con metodi invasivi manipolazione psicologica, tramite restrizioni e mandati draconiani sempre crescenti, e dal terrore sponsorizzato dallo stato per mano del braccio esecutivo del governo. Se le persone non si alzano in massa contro questo assalto, la situazione sopra descritta sarà quasi certamente il risultato.

Ormai, l’eliminazione intenzionale di alcuni esseri umani, l’alterazione genetica e mentale di altri e le grandi campagne di sterilizzazione, specialmente nei paesi in via di sviluppo, dovrebbero essere viste come un complotto ovvio che è desiderato e per alcuni aspetti è già in corso. È estremamente difficile considerare quella parte della società che rivendica la superiorità sugli altri a tal punto da voler essere in grado di decidere chi vive o muore, chi è libero o schiavo e chi deve essere modificato con la forza per essere degno di esistenza , come esseri umani. Sono semplici mostri malvagi.

L’idea dell’eugenetica non è mai scomparsa; è solo svanito nell’ombra per alcuni decenni. Ma oggi se ne discute ancora una volta più apertamente, anche se con un altro nome. I sostenitori dell’eugenetica, quelli che professano la superiorità intellettuale sugli altri in una forma o nell’altra, sono normalmente di sinistra, progressisti, postmoderni, neo-marxisti, globalisti o potenti politici che non nascondono più molte delle loro opinioni.

Includono professori universitari, scienziati, tecnocrati, organizzazioni “sanitarie” e funzionari delle istituzioni, e le presunte “élite” e le loro fondazioni esentasse che stanno tentando di ripristinare il mondo a loro piacimento. Bill Gates, ad esempio, viene subito in mente, ma ce ne sono molti, e questi tipi occupano posizioni di potere negli Stati Uniti e in tutto il mondo.

La promozione e il progresso di un certo sterminio umano, dello sviluppo transumano e della sterilizzazione di massa possono essere realizzati in molti modi, e direi che questo in una certa misura sta già accadendo ora. Vaccinazioni che alterano il gene, distruzione del sistema immunitario, inserimento di nanoparticelle, impianti di chip, tecnologie a onde radio, rilascio di armi biologiche, isolamento e tecniche psicologiche disumanizzanti, fame e circolazione di alimenti OGM sono solo alcuni dei modi per alterare la biologia umana o uccidere i dissidenti e gli indesiderabili. Questa non è fantascienza né è inverosimile. Questa ora è una realtà.

A mio parere, con il passare del tempo si verificheranno conteggi di morte più elevati, specialmente per coloro che prendono questa iniezione velenosa falsamente chiamata “vaccino”. Mesi da adesso racconteranno la storia e non sarà una bella immagine. La soluzione è la totale disobbedienza e dissenso da parte di molti. Nessuno può farlo accadere tranne ogni individuo, ma più si rifiuta di obbedire, maggiori possibilità abbiamo tutti di sopravvivere a questa guerra pianificata contro l’umanità.

Collegamenti sorgente: qui, qui, qui, qui, qui, qui e qui.

Pubblicato sul sito web: https://www.lewrockwell.com/

®wld

Ogni viaggio e/o vacanza una vaccinazione

Scienziati: può essere necessaria la vaccinazione prima di OGNI vacanza

Steve Watson

Gli scienziati dell’Università di Oxford hanno suggerito che le persone potrebbero aver bisogno di una vaccinazione contro il coronavirus non una, non due volte, ma OGNI volta che vogliono viaggiare fuori dal loro paese d’origine.

Gli scienziati hanno pubblicato un rapporto sul  Royal Society Journal la  scorsa settimana che ha riconosciuto che ci sono pochi dati su quanto siano efficienti o duraturi gli attuali vaccini, e quindi è probabile che i paesi richiedano una vaccinazione recente.

Avere infinite vaccinazioni quando non vi è alcuna indicazione di quanto siano efficaci o quali effetti collaterali a lungo termine potrebbero esserci suona assolutamente mentale, ma questo è ciò che viene suggerito.

Parlando al London Telegraph, l’epidemiologo Christopher Dye, uno dei principali autori dei rapporti, ha dichiarato: “Se pensassimo che la durata della protezione fosse solo questione di mesi, allora il tipo di criteri che potrebbero essere introdotti – non stiamo dicendo che dovrebbero be – è che quando si viaggia all’estero per un breve viaggio, andando in vacanza per esempio, si viene vaccinati ogni volta in quell’occasione per quel particolare viaggio.”

Gli scienziati hanno anche affermato che i passaporti per i vaccini sono “fattibili”, ma solo quando gli standard globali possono essere concordati.

“Un efficace sistema di passaporti vaccinali che consentirebbe il ritorno alle attività pre-Covid, compresi i viaggi, senza compromettere la salute personale o pubblica, deve soddisfare una serie di criteri esigenti”, ha affermato Dye.

Altri coautori dello studio volevano che i passaporti covid, che il ministro dei vaccini del governo ha ripetutamente affermato non saranno utilizzati a livello nazionale, “devono essere completamente esplorati”.

La professoressa Melinda Mills ha avvertito che un tale sistema “potrebbe inavvertitamente discriminare o esacerbare le disuguaglianze esistenti”, aggiungendo “L’uso previsto avrà implicazioni significative in una vasta gamma di questioni legali ed etiche”.

“È letteralmente un passaporto per consentire i viaggi internazionali o potrebbe essere utilizzato a livello nazionale per consentire ai titolari maggiori libertà?” Il professor Mills ha ulteriormente interrogato.

“Abbiamo bisogno di una discussione più ampia sui molteplici aspetti di un passaporto vaccinale, dalla scienza dell’immunità alla riservatezza dei dati, le sfide tecniche e l’etica e la legalità di come potrebbe essere utilizzato”, ha aggiunto Mills.

Di fronte ai globalisti che spingono ripetutamente per il sistema di passaporti vaccinali, Silkie Carlo, il direttore del gruppo di campagne per le libertà civili Big Brother Watch, ha scritto un importante avvertimento editoriale   che rischiamo di “emergere come una sorta di aggiunta cinese – un alto -distopia tecnologica in cui i cittadini mostrano i loro documenti identificativi del vaccino e i punteggi di rischio biologico per acquistare una pinta di latte o un riconoscimento facciale approvato dal governo per una pinta di birra “.

Carlo ha esortato che “siamo sopravvissuti al XX secolo perché i nostri antenati hanno dato la vita per la libertà. Oggi, alcuni sono disposti a rinunciare alla loro libertà per qualsiasi cosa. “

Fonte: https://summit.news/2021/02/22/scientists-vaccination-before-every-holiday-may-be-needed/

§wld

Gli alieni potrebbero essere là fuori. E li stiamo cercando

Illustrazione di ktsdesign / Shutterstock

Il mondo infestato dagli alieni

Schermare l’ipotesi di un oggetto alieno di un animale domestico suggerendo che non viene preso sul serio a causa di un difetto nel modo in cui facciamo scienza è giocare un gioco falso con i fatti.

Sapete che ci sono molti scienziati che dedicano la loro vita lavorativa a tracciare abilmente le parti più modeste del nostro sistema solare, parti che probabilmente nessuna delle nostre specie vedrà mai da vicino? Pezzi che, individualmente, sono semplici puntini nella nuvola di milioni di avanzi planetari così primordiali che circondano il nostro sole. O sei consapevole che c’è chi passa giorno dopo giorno a lottare per misurare e decodificare le straordinarie danze orbitali di esopianeti irraggiungibili, o per rilevare e interpretare i delicati spettri che rivelano la composizione di atmosfere aliene a decine di trilioni di miglia di distanza?

Se non loro, allora che dire di coloro che, per decenni, hanno affrontato alcune delle domande più scoraggianti sul fenomeno che chiamiamo vita stessa, incluso come è iniziata qui sulla Terra miliardi di anni fa, e come potrebbe essere iniziato in qualsiasi altro luogo in il cosmo? E riesci a ricordare che ci sono scienziati devoti e di talento che perseguono la squisita possibilità che da qualche parte ci siano menti aliene che inviano segnali strutturati e ricchi di informazioni, o ripropongono i loro ambienti in modi in cui noi, altri frammenti di vita pensante, potremmo essere in grado di individuare attraverso il vuoto spalancato dello spazio interstellare?

Gli alieni potrebbero essere là fuori. E li stiamo cercando.

Se potessi rispondere di sì a una di queste domande, ben fatto. Sei un cittadino ben informato del pianeta Terra, consapevole dei continui sforzi dell’umanità per dare un senso alla natura della realtà. Se, d’altra parte, non potessi rispondere affermativamente, forse non sbatteresti un occhio davanti ad articoli di giornale o titoli televisivi chiedendoti perché (oh perché?!) gli scienziati non si assumeranno il compito di “cercare alieni”. “Più seriamente? O articoli che insistono su quanto sia conservatrice la scienza quando si tratta di “pensare fuori dagli schemi”, specialmente se l’argomento è stato abusato così tante volte nel corso dei secoli letteralmente che i ricercatori ora hanno poca scelta se non quella di applicare estrema cura e cautela.

Se al momento non siete al corrente delle vostre notizie scientifiche, mi riferisco a una recente raffica di parole e opinioni che sono state, in parte, innescate dalla pubblicazione del libro Extraterrestrial dell’astrofisico teorico Avi Loeb, in cui egli tenta di dimostrare che un recente oggetto interstellare che attraversa il nostro sistema solare (l’oggetto ‘Oumuamua) potrebbe essere stato un pezzo di tecnologia, presumibilmente anche una vela leggera che rotola da un’astronave aliena, piuttosto che un pezzo di roccia ghiacciata e gas. Loeb scrive anche di come la scienza a volte possa essere eccessivamente conservatrice, indirizzando le sue lamentele in particolare sulla reticenza di elevare la questione della vita aliena a un posto più prominente nelle nostre ipotesi su ciò che vediamo nell’universo che ci circonda.

Ma basta aver trascorso un po ‘di tempo di recente nei corridoi delle chiamate scientifiche Zoom o sui social media per vedere l’infelicità espressa da molti ricercatori su tutto questo. Quell’infelicità raggiunge un livello rovente ogni volta che viene pubblicato un nuovo pezzo d’opinione che riprende questo particolare filo. Più recentemente (almeno mentre scrivo questo), è l’apparizione sul New York Times di un articolo di opinionecon il titolo “Gli alieni devono essere là fuori: perché non li cerchiamo?”, scritto dall’editorialista Farhad Manjoo. Penso che sia giusto dire che il tono del titolo, suggerendo erroneamente che la vita aliena esiste perché pensiamo che debba e che non stiamo prestando attenzione, riflette gran parte della spinta del contenuto. Raggiungendo un apice di sorta quando il pezzo usa i pensieri di Loeb sull’argomento per ammonire la scienza e le agenzie di finanziamento della scienza, per la loro “chiusura mentale” e “scetticismo riflessivo” quando si tratta di considerare cose esotiche (sì, aliene) nel mix per spiegare fenomeni cosmici nuovi o inaspettati. 

Ciò che è così incredibilmente deludente per uno scienziato come me e per tanti miei colleghi in discipline correlate – dall’astronomia alla scienza planetaria, all’astrobiologia – è che non ci sono altre voci rappresentate in questo tipo di scrittura. Nessun frammento o citazione dalle centinaia di scienziati che sono gli esperti mondiali su questioni come ‘Oumuamua, o altri oggetti extraterrestri, dagli asteroidi alle comete a (sì) blocchi interstellari, o alla Ricerca di intelligenza extraterrestre (SETI), o esopianeti, o in effetti la stessa ricerca delle cosiddette firme tecnologiche che viene menzionata fugacemente. E questo articolo non è affatto l’unico in quella strana incompletezza, dove la “due diligence” sembra essere uscita dalla finestra.

In realtà ci sono persone che pensano a tutte queste domande scientifiche, settimana dopo settimana. Scavano montagne di dati e sudano sangue per comprendere la delicata natura delle misurazioni astronomiche e della strumentazione. Costruiscono veicoli spaziali per andare in altri mondi, così come asteroidi e comete, finanziati da agenzie nazionali come NASA, ESA, JAXA, CNSA e altre. Queste persone sono entusiaste e motivate, motivate proprio da questi stessi enigmi extraterrestri: siamo soli? Da dove veniamo noi o qualsiasi altra vita?

Questi scienziati, inclusi quelli come la straordinaria Jill Tarter, una delle forze motrici e delle voci dietro SETI negli ultimi 40 anni, hanno spinto i loro strumenti e le loro abilità ai limiti assoluti nella ricerca di prove di vita extraterrestre. Spesso di fronte a un intenso scetticismo. Nonostante questo sforzo, non ci sono state prove fino ad oggi di vita extraterrestre. Ma questa mancanza di prove non è dovuta al fatto che l’impresa scientifica è uniformemente conservatrice, rigida e di vedute chiuse, come suggerito da Loeb e ripreso acriticamente da alcuni editorialisti. È perché nessuna scoperta o evento è salito al livello in cui è inspiegabile in qualsiasi altro modo. Potrebbero maggiori finanziamenti e sostegno cambiare questa storia? Forse, ma lo stesso si potrebbe dire per quasi ogni altra ambiziosa impresa scientifica, e la risposta non può essere conosciuta in anticipo.

Una proposta secondo cui un fenomeno come ‘Oumuamua è un artefatto alieno incontrerà sicuramente un respingimento. Ma questo respingimento è fondato. È il risultato del vasto lavoro di esperti scientifici proprio su questo tipo di visitatore interstellare. I nostri modelli di formazione di stelle e pianeti hanno a lungo ipotizzato l’esistenza di residui di materiale solido (planetesimi) che potrebbero trascorrere eoni spostandosi attraverso lo spazio interstellare. Hanno delineato come un intruso come ‘Oumuamua sarebbe una straordinaria scoperta. Ma sarebbe una scoperta sbalorditiva che riflette i processi naturali; serbatoi di questi planetesimi – già suggeriti dalla luce nebbiosa vista intorno ad alcune altre stelle – che possono essere espulsi e dispersi nello spazio interstellare in quantità che possono essere perfettamente coerenti con le possibilità che il nostro sistema solare venga visitato da uno.Proprio per questo un’agenzia come l’ESA sta sviluppando il proprioComet Interceptor Mission, per essere pronti a inseguire futuri visitatori interstellari.

Fonte: https://nautil.us/blog/the-alien_haunted-world

®wld

NEGANO e TACCIONO


NEGANO…  IL CROLLO FINANZIARIO!
NEGANO… L’AUMENTO DELLA POVERTÀ!
NEGANO… I DIRITTI COSTITUZIONALI!!
NEGANO… LA PERICOLOSITA DEI VACCINI!!
NEGANO… IL BUSINESS DIETRO L’IMMIGRAZIONE!
NEGANO… IL BUSINESS DELLE CASE FARMACEUTICHE!
NEGANO… IL BUSINESS DIETRO LA SOTTRAZIONE DEI MINORI!!
NEGANO… L’ESISTENZA DI LOBBY FINANZIARIE!
NEGANO….L’INSORGERE DI NUOVE PATOLOGIE DOVUTE ALLE NUOVE TECNOLOGIE!!!
NEGANO… IL DIBATTITO POLITICO CON NUOVE FORZE EMERGENTI!
NEGANO… IL CONFRONTO CON ESPERTI, SCIENZIATI, MEDICI, NON ALLINEATI AL “PENSIERO UNICO”!
NEGANO… IL DIRITTO ALLA AUTODETERMINAZIONE DEI POPOLI!
NEGANO… IL DIRITTO ALLA SCELTA DI CURA!!
NEGANO…

TACCIONO… SULLE RESPONSABILITÀ CHE CAUSANO L’IMMIGRAZIONE!!
TACCIONO… SUI PRIVILEGI E LA CORRUZIONE!!
TACCIONO… SULLA PEDOFILIA DILAGANTE!!
TACCIONO… SUL “RESET” PSICOLOGICO CHE INTENDONO ATTUARE SULLE NUOVE GENERAZIONI!
TACCIONO… SULLA SOPPRESSIONE DEI VALORI!!
TACCIONO… SUI CRIMINI EFFERATI CONTRO BAMBINI E GENITORI!
TACCIONO… SULLA MALAGIUSTIZIA!!
TACCIONO… SULLA DELINQUENZA PER LE STRADE, LA PERICOLOSITA DILAGANTE!!
TACCIONO… SULLA VIOLENZA SULLE DONNE!!!
TACCIONO… SUL DRAMMA DELLA DROGA!!
TACCIONO… SUI SUICIDI DI STATO!!!
TACCIONO… SUGLI ABUSI DI PSICOFARMACI NELLE CASE FAMIGLIA!!!
TACCIONO… SULLA COLLUSIONE DI PERSONALE AMMINISTRATIVO E GIUDIZIARIO NEL “SISTEMA AFFIDI”!
TACCIONO… DI FRONTE ALLE DENUNCE ECLATANTI DI CITTADINI CHE SFIDANO POTERI CORROTTI IN NOME DELLA GIUSTIZIA!!!
TACCIONO… SUI TUMORI CHE UCCIDONO TANTI BAMBINI DOVUTI ALLA INCURIA DI FABBRICHE O ALLO SMALTIMENTO SCRITERIATO DI MATERIALE RADIOATTIVO!
TACCIONO SULLA PERICOLOSITÀ DEI ROGHI NELLE PERIFERIE!!!
TACCIONO… SULLA CAMORRA, NDRANGHETA, SACRA CORONA E L’EMERGENTE MAFIA NIGERIANA, QUELLA RUSSA,..
TACCIONO…. SULLA LORO RESPONSABILITA DI AVER RIDOTTO LA SANITA A LAZZARETTI!
TACCIONO…SULLE LISTE D’ATTESA LUNGHISSIME X CURE IMPORTANTI E PREVENZIONE DETERMINANTI!
TACCIONO… SULLA VIOLENZA SUGLI ANZIANI IN MOLTE CASE DI CURA!!
TACCIONO… SUL TRAFFICO DI ORGANI!!
TACCIONO… SULLA SPARIZIONE DI MIGLIAIA DI MINORI!!!

ED ORA “NEGANO” LA LIBERTA DI MOVIMENTO…PER UNA “PANDEMIA” CHE SPESSO È ASINTOMATICA!!!!

MA IL TOCCO FINALE È CHE STANNO PER “NEGARE”
IL DIRITTO DI OPINIONE, DIBATTITO,
IL DIRITTO ALLA LIBERTÀ!!!!!!!

SE QUESTO DISCORSO È DA “NEGAZIONISTA”
ALLORA MI VANTO DI ESSERLO!!!

HO NEURONI CHE AD ALTRI MANCANO!!!
EVVIVA LA LIBERTA’!!!

Fonte:  https://www.facebook.com/100031933837750/posts/369374950803630/?d=n

Il NUOVO NEGAZIONISMO.

Postato su facebook da: Ivan Praticó

®wld

Il Pianeta delle scimmie

Scienziati uniscono i geni umani nei cervelli delle scimmie

Gli scienziati tecnocrati sperimentano perché possono, non perché vi sia una dimostrata necessità di farlo. Lo splicing genetico tra le specie sta diventando sempre più comune e accettato. Pochi stanno valutando i pericoli fisici o le implicazioni etiche. ⁃ TN Editor

Gli scienziati hanno ingrandito i cervelli delle scimmie unendoli a geni umani in un esperimento che ricorda Il pianeta delle scimmie.

Gli esperti hanno preso il gene noto come ARHGAP11B – che dirige le cellule staminali nel cervello umano – e lo hanno collocato nel cervello dei comuni uistitì.

L’esperimento si è concluso con i feti delle scimmie con cervelli più grandi, più avanzati e più umani, secondo lo studio pubblicato su  Science .

Gli scienziati, tuttavia, hanno scelto di abortire il feto a causa di possibili “conseguenze impreviste”.

Fa eco alla trama della serie di film Il pianeta delle scimmie, in cui una nuova razza di primati intelligenti geneticamente modificati conquista la Terra.

L’umanità conduce esperimenti sulle scimmie per renderle più intelligenti, solo perché la società umana crolla mentre le creature insorgono contro di loro.

Gli esseri umani vengono quindi lasciati a vivere in una società primitiva e tribale che è cacciata e messa in gabbia dalle stesse creature che hanno contribuito a creare.

L’Istituto Planck di biologia e genetica cellulare molecolare in Germania e l’Istituto centrale per animali sperimentali in Giappone hanno condotto i nuovi esperimenti.

Gli scienziati hanno detto che le scimmie di prova sono state lasciate con neocortecce più grandi, l’area del cervello collegata a funzioni come la cognizione e il linguaggio.

È la parte più recente del cervello ad evolversi ed è uno degli elementi chiave che rende gli esseri umani unici.

Le immagini pubblicate dagli scienziati mostrano un confronto tra un normale cervello di scimmia e quello gonfio dopo essere stato pompato con ARHGAP11B.

Si può vedere che il cervello della scimmia modificato ha quasi raddoppiato le sue dimensioni a circa 101 giorni dalla gestazione.

È stato anche scoperto che il cervello di scimmia ha sviluppato le “pieghe” o “rughe” che consentono a un cervello più grande di adattarsi all’interno dello spazio restrittivo del cranio.

L’autore dello studio Michael Heide ha detto: “Abbiamo scoperto che la neocorteccia del cervello comune uistitì era ingrandita e la superficie del cervello piegata. “

Gli scienziati hanno affermato che lo studio mostra che ARHGAP11B potrebbe aver causato l’espansione del cervello nell’evoluzione umana.

Precedenti esperimenti sui topi avevano mostrato risultati simili e portato alla teoria che il gene fosse la chiave per i cervelli più grandi degli esseri umani.

Ulteriori studi hanno anche scoperto che ARHGAP11B conteneva una sequenza di 47 aminoacidi unica per l’uomo.

Leggi la storia completa qui …

Pubblicato: https://www.technocracy.news/scientists-splice-human-genes-into-monkey-brains/

®wld

Il labirinto della regolamentazione governativa

Covid e l’escalation della tirannia medica

 

Tho Bishop, Mises Institute
Waking Times

 

La crisi del coronavirus è stata un potente strumento per evidenziare molti dei difetti che in precedenza esistevano nella società. Ha rivelato quali politici hanno una necessità intrinseca di controllare  e quali sono guidati dall’umiltà. Ci ha ricordato il potere politico che risiede nella paura e quanto sia cruciale essere scettici nei confronti delle narrative prevalenti. Ha sottolineato le diverse realtà economiche per chi vive stipendio in stipendio e per chi beneficia della finanziarizzazione economica.

 

Dovrebbe anche chiarire perfettamente il pericolo di cedere l’assistenza sanitaria allo Stato.

 

Abbiamo già visto agenti dello stato, a vari livelli, cercare di sfruttare una crisi medica virale per espandere il loro potere. Governatori e funzionari locali hanno cercato di utilizzare vaghi poteri di “emergenza” per bloccare le imprese e creare sanzioni penali, e hanno quindi attaccato qualsiasi tentativo dei giudici di frenare le loro azioni. I giudici hanno cercato di sfruttare il potere che detengono nel decidere l’affidamento dei figli per costringere i cittadini a prendere decisioni mediche con cui non sono d’accordo. Esperti del governo unti, come il dottor Anthony Fauci, nonostante le  sue stesse incongruenze, sono stati considerati l’ultima parola sulla scienza, a scapito delle voci di altri scienziati credibili.

 

Sia per progetto che per reazione istintiva, abbiamo visto uno sforzo concertato delle autorità governative, amplificato da una stampa aziendale con un’agenda politica particolarmente vivace e supportato dalle credenziali di un panorama accademico che soffre di cattura ideologica, per armare un narrativa scientifica centralizzata allo scopo di raggiungere determinati obiettivi politici. È appropriato che alcuni abbiano soprannominato questa unione “la Cattedrale”, poiché abbiamo visto il diritto divino dei re rinnovato nel diritto divino degli scienziati approvati.

 

Niente di tutto questo dovrebbe essere una sorpresa. Ludwig von Mises, FA Hayek, Murray N. Rothbard e altri hanno da tempo avvertito dei pericoli dello “scientismo”. Come ha notato Jonathan Newman su questo sito, l’abbiamo visto giocare sempre più nella cultura pop americana con il feticismo di figure come Neil deGrasse Tyson e Bill Nye.

 

Ora, fortunatamente, l’attuale sistema sanitario ha dei limiti al grado in cui noi, come individui, dobbiamo sottometterci al potere del “consenso scientifico”. Per quanto tempo, tuttavia, quella relazione medico-paziente rimarrà sacra?

 

Abbiamo già visto vari stati vietare attivamente la prescrizione di idrossiclorochina a seguito di una follia dei mass media per una storia che coinvolge un uomo che muore dopo aver digerito un detergente per pesci. L’unione dell’idrossiclorochina prescritta dal medico con un detergente tossico non è mai stata fondata né sulla scienza né sulla ragione; è stata una mossa guidata esclusivamente da una reazione partigiana all’approvazione del farmaco da parte del presidente Trump e dalla volontà dei media di girare una storia che era critica nei confronti del suo giudizio. Molti di questi stati sono stati costretti a invertire la loro decisione, poiché alcuni (anche se non tutti) studi scientifici indicano che potrebbe essere un trattamento efficace .

Ora immagina se il sistema sanitario americano fosse trasformato in un modello a pagamento unico, come la riforma Medicare for All che è stata sostenuta da alcuni dei membri più popolari del Partito Democratico. Al di là delle questioni di accesso, tempi di attesa e razionamento dell’offerta, che vediamo in posti come il Canada e il Regno Unito, qualcuno si aspetta che un sistema sanitario nazionalizzato non finisca per limitare le opzioni di trattamento disponibili tra medici e pazienti?

 

E i servizi medici a disposizione di coloro che non rispettano pienamente gli editti governativi relativi alla salute? In un sistema sanitario a pagamento unico non è plausibile che una foto sui social media non mascherata possa essere utilizzata come prova del motivo per cui qualcuno non merita le stesse cure di chi ha seguito tutte le regole?

 

Un tale nuovo livello di controllo medico richiede anche un vero sistema a pagamento unico?

 

Il labirinto della regolamentazione governativa e della burocrazia all’interno del settore sanitario, esacerbato nel mondo post-Obamacare, ha portato a un significativo consolidamento del settore dell’assicurazione sanitaria . La moderata riforma sanitaria di Joe Biden, che richiede la ricreazione di un rivale pubblico dell’assicurazione privata, porterebbe solo a un ulteriore consolidamento. Come abbiamo visto nei servizi finanziari , nella Big Tech e in altri settori, un settore consolidato è pronto per essere abusato da coloro che sono convinti della rettitudine delle proprie crociate ideologiche.

 

La risposta ai pericoli del consolidamento aziendale è il decentramento radicale. Abbiamo assistito a questo fenomeno nel settore medico con l’aumento dei medici che rinunciano al modello di servizio assicurativo dominante e offrono cure primarie dirette. Man mano che più stati hanno iniziato a piegarsi in questa tendenza, sarà interessante vedere per quanto tempo il governo federale è disposto a evitare di respingere, in particolare se vediamo il ritorno di un esecutivo democratico.

 

Dovremmo prendere sul serio quelli con segni di spunta blu su Twitter che condividono spudoratamente sogni pubblici di “commissioni per la verità” ispirate da covid e che desiderano con gioia la sofferenza di chiunque metta in discussione la scienza dietro i blocchi e i mandati delle maschere. Se il ruolo dello Stato nell’assistenza sanitaria si espande, sono proprio le persone con questo tipo di opinioni che rischiano di riempire i ranghi della sua burocrazia.

Fonte: https://www.wakingtimes.com/

******************************************

Correlato:

L’espansione dei campi di isolamento / quarantena in Canada

®wld