Crea sito

Il “Padre” della “Famiglia”

Sono un fisico del CERN. Abbiamo fatto qualcosa che non avremmo dovuto fare. Il collegamento ad altre dimensioni è reale e abbiamo raggiunto il Contatto!

 Parte 1, Parte 2, & PARTE 3

1) Nel pubblicare queste informazioni sto contravvenendo alle leggi internazionali in materia di privacy e segretezza. 

2) Non ho intenzione di rivelare la mia posizione perché so che ogni tentativo di dimostrare quello che ho visto o di quello che ho fatto parte si tradurrà nella mia immediata eliminazione. 

3) Il mio nome è Dr. Edward Mantill ed ero (tecnicamente lo sono tuttora) un fisico del CERN, che si trova a Ginevra, Svizzera. Sono specializzato nella ricerca di particelle subatomiche, con particolare attenzione alle interazioni dei quark. In altre parole, studio le molto piccole particelle e di come interagiscono tra loro a elevate velocità. Fino a Giovedì, 15 gennaio 2014 ero un normale scienziato che viveva e lavorava al campus del CERN. La maggior parte degli scienziati che sono direttamente coinvolti nella ricerca all’interno del campus di Ginevra, si possono occasionalmente recare a casa solo per attività sociali.

La maggior parte di voi che hanno sentito parlare del CERN avranno sentito parlare di LHC (Large Hadron Collider) il più grande strumento scientifico che supera 20 miglia di diametro e viaggia sotto il territorio sovrano dei due paesi (Svizzera, Francia). Al pubblico è stato detto che la sua costruzione ha avuto un costo in euro di decine di miliardi, al fine di studiare la nascita dell’universo e le collisioni che si svolgono all’interno del collisionatore, permettendoci una rapida panoramica del fenomeno che può essere testimoniato solo quando le particelle si colpiscono le une con le altre, questo avviene ad prezzo incredibilmente alto. Ma la macchina non è stata progettata per questo motivo, né (sin dall’inizio) è stata usata per lo stesso scopo. Lo scopo principale della costruzione del CERN Collider era quello di aprire una porta, una via. Mi spiego: l’idea della porta è entrata in fruizione nel 1960.

Dopo anni e anni di tentativi per nascondere il fenomeno UFO, tra cui fatte su larga scala e le interazioni molto pubbliche come l’incidente di Roswell, l’incidente della battaglia di Los Angeles ben prima che i governi di Stati Uniti, Gran Bretagna e Francia avessero deciso di darle la giusta importanza e comprensione di ciò che questi oggetti erano. Le ipotesi volavano di lungo e in largo. Erano UFO provenienti da un altro pianeta? Erano arrivati da un altro tempo? O era semplicemente illusione e isteria di massa alimentata dalla fervida immaginazione di un pubblico con la paura dei comunisti e della loro tecnologia? No, non erano nessuno di questi.

Il nostro universo non è altro che una pagina in un grande libro. Si pensi ad un libro chiuso riposto su di un tavolo: si vede ogni pagina impilata una sopra l’altra, un libro vincolato dalla colonna dorsale inserita tra le due copertine. Il nostro universo è una sola pagina in una vasta e onnicomprensiva del libro. E la nostra ricca pagina non è certamente l’unica, ad avere una profondità di pensiero e scrittura impegnata in essa. Ogni pagina del libro rappresenta una dimensione diversa ciascuno con la propria unica scrittura, una storia unica, è proprio un modo unico di isolarsi dalle altre pagine. Nessuna pagina viene ad interagire con le altre, così come nessuno inchiostro può infiltrarsi da una pagina all’altra. Ogni pagina, è un universo a sé stante.

Nel giro di pochi anni una miriade di scienziati hanno lavorato e condiviso la loro ricerca matematica, sotto la minaccia di essere eliminati, l’idea del libro è stata finalmente cementata. Anche se molti non si sono trovati d’accordo, la matematica era lì per sostenere l’idea del libro, ora, la matematica ci ha anche mostrato che era impossibile per una pagina interagire con un altra. Questo, fino al 1980. Nel corso del 1980 miliardi di dollari per la ricerca sono stati stanziati sull’idea se l’energia usata sia stata sufficiente, se la forza utilizzata sia stata congrua, concentrata in una piccola area (dalle dimensioni di una punta di spillo) per poter teoricamente testare la nostra pagina e avere un assaggio della pagina accanto alla nostra. Potendo così aprire una porta dal loro universo al nostro.

Quando la “famiglia” (nome in codice per un ristretto gruppo di scienziati che funzionavano come testa ai servizi del CERN) ha mostrato nel marzo del 1981 la presentazione iniziale, molti di loro hanno espresso profonda preoccupazione per le conseguenze dell’apertura di una tale porta. Ma nel bel nome della scienza, la famiglia ha deciso di condividere queste idee con i governi che costantemente finanziavano la loro ricerca. In una riunione svoltasi a Lussemburgo, i capi di stato della nuova formazione dell’Unione europea, insieme con gli Stati Uniti e la Cina, gli sono stati mostrati i piani per la costruzione di una colossale macchina che consentiva l’apertura di una porta che poteva essere chiusa a nostra discrezione. La porta sarebbe stata aperta, e il livello di energia sprigionata sarebbe stato misurato dimostrando che il CERN aveva adempiuto al suo compito, e successivamente la porta sarebbe stata chiusa. Semplicemente, Aperta, Chiusa, a piacimento.

I capi di governo hanno stanziato alla “famiglia” e al CERN un finanziamento senza limiti, nella speranza di capire che tipo di potere avrebbero trovato in un altro universo. Pensate alla possibile fonte inesauribile di energia, la leggerezza di viaggiare più veloci, armi laser che potrebbero annichilire i nemici. Le possibilità di potere era veramente sconcertante. Così, al pubblico gli è stata raccontata la favola per “comprendere l’universo”, mentre la famiglia e i governi sapevano la verità. La maggior parte degli scienziati del CERN sono stati tenuti completamente al buio, dopo tutto il collider potrebbe svolgere la sua funzione normalmente, di  come si scontrano le particelle per i cacciatori di finanziamento desiderosi di capitalizzare. Ma lo scopo è di gran lunga più nefasto, che si sarebbe verificato solo in presenza della “famiglia” e di alcuni scienziati selezionati.

Io sono il membro della famiglia per la mia divisione. Ovviamente la famiglia originaria sono tutti pensionati o estinti, ma c’è un nuovo gruppo, più giovane, più desideroso di provare a se stessi di saper reggere il timone, e le conseguenze di questo sono e saranno terribili. Così, come stabilito, mi permetto di spiegare quello che è successo lo scorso giovedì. È stata una giornata normale all’LHC, erano state programmate di effettuare due collisioni, uno alle 9 del mattino e l’altro al 6:30pm. E’ andato tutto splendidamente e gli esperimenti sono stati ritenuti un successo. Abbiamo assistito alle due collisioni e il gruppo generale di ricercatori sono rimasti molto soddisfatti del loro lavoro.

Intorno alle 7, la maggior parte della squadra era uscita fuori dalla sala di osservazione, la macchina è stata messa nella solita modalità di stand-by. Quando la camera si è svuotata, la clip dell’ID che indossavo per il controllo della mia vita, (dotata di un display che vibra), ha iniziato a vibrare. Guardai il display, ho letto una scritta verde molto tenue, la scritta che si leggeva era “Salotto”, ho capito subito quello che si cercava di fare. Alzai gli occhi dal distintivo e catturato dallo sguardo del dottor Celine D’Accord, un altro membro della famiglia alla testa sulla fisica del plasma. Anche lei aveva appena alzato gli occhi dal suo badge. Entrambi abbiamo capito e lasciato il “Soggiorno”, una grande camera sotto la struttura principale che si trova nella sezione-A. Non era una stanza speciale, era una stanza del tutto normale. Questa è stata la chiave per nascondere le nostre vere intenzioni. Se ci fossimo incontrati in un segreto bunker sotterraneo al posto del regolare seminterrato, avremmo destato dei sospetti ogni volta che si andava ad eseguire un esperimento.

Come Celine ha fatto, sono andato dal collisore alla sezione A, abbiamo girato tutto il campus, l’aria fredda e tagliente della Svizzera ha colpito la mia faccia facendola bruciare. La notte era eccezionalmente chiara, e questo fattore ha ulteriormente rafforzato il mio sospetto. Gli sono sempre piaciuti fare questi esperimenti nelle notti serene. Siamo entrati nella Sezione A e fatto a nostro modo per entrare nell’edificio principale. Le porte si aprirono appena ci siamo avvicinati e allo stesso modo le porte degli ascensori, ci siamo trovati in un’ampia sala una hall con soffitti a volta.

Il segnale RFID emesso da nostri personali badge ha fatto aprire le porte dell’ascensore anche se prima avevamo premuto il tasto. Dopo essere entrati in ascensore, le porte si sono chiuse l’ascensore ha cominciato a muoversi. “Non mi abituerò mai a questo”, ha detto Celine, riferendosi al livello di automazione degli edifici. Ci era stato programmato un incontro nel soggiorno, e l’edificio era a conoscenza di questo incontro, così tutte le luci strategicamente si accesero, gli ascensori leggevano dove dovevamo andare. Il miracolo del networking. Usciti l’ascensore che ci ha portati verso la camera del consiglio, la porta si è chiusa e al suo interno c’era la famiglia. A capo del tavolo c’era il “Padre”, un giovane fisico piuttosto ambizioso di nome Sandra O’Reilly. “Padre” che è stato designato, da quando è stato incaricato di dare ordini alla Famiglia per quanto riguarda i nostri esperimenti clandestini.

L’umore delle persone nella stanza non è mai stato teso, ma piuttosto uno stato di eccitazione controllata. La famiglia, negli ultimi 10 anni intentava questi test una volta ogni 6 mesi ma senza molto successo. Siamo passati attraverso diversi, “Padri”, dal grande Dr. Bertramberg al meno conosciuto e costantemente ubriaco dottor Yao, Ognuno di loro non era riuscito a realizzare ciò che aveva progettato la famiglia originaria. Miliardi sono stati spesi, ma ancora nessuna porta era stata aperta. L’annuncio del Padre è stato: “Stasera, proviamo con 40 Tera Electron Volts”.

http://www.anonymousmags.com/im-physicist-cern-weve-shouldnt-connecting-dimensions-real-achieved-contact/

Articoli correlati:
http://www.stampalibera.com/index.php?a=30586
http://ningizhzidda.blogspot.it/2015/06/cern-la-porta-dellinferno.html

Traduzione a cura di Nin.Gish.Zid.Da 

MARTE e la farsa dell’annuncio

NASA, Marte, Luna & le Fasce di Van Allen

di Attilio Folliero, Caracas 29/09/2015

Vedasi anche:
– Annuncio della NASA del 28/09/2015
– Annuncio della NASA del 06/12/2006
– Immagini NASA, presenti in rete, riguardanti la vita su Marte: Alberi, acqua e vita in generale;
– Marte è come la terra. La prova definitiva (Video programma in spagnolo di Jose Luis Camacho) – Sulle fasce di Van Allen (in spagnolo): “L’uomo non è mai andato sulla Luna – Parte1

Mentire è manipolare, veritare è rivoluzionare

Tutti i media del mondo hanno riportato la notizia dell’annuncio della NASA:  su Marte c’è acqua! Inoltre, d’estate su Marte le temperature arrivano fino a 23 gradi ed oltre, ossia sono temperature miti. Ciò è vero, ma è tutta una farsa, considerando che lo stesso annuncio era stato fatto dalla NASA ben 9 anni fa e riguardavo la scoperta di acqua sempre nello stesso posto di Marte, mostrando le stesse immagini riproposte oggi! Il 6 dicembre del 2006 la NASA annunciava: “NASA Images Suggest Water Still Flows in Brief Spurts on Mars“, tradotto suona più o meno: “Immagini NASA suggeriscono che l’acqua scorre su Marte”.

Tutti i media ufficiali, tutti al servizio della classe dominante (per la semplice ragione che sono di proprietà delle varie oligarchie nazionali) hanno diffuso con grande enfasi la farsa dell’annuncio odierno.

La NASA manipola tutte le informazioni di cui dispone e sicuramente la manipolazione più grande (assieme ai falsi viaggi alla Luna) riguarda proprio il pianeta Marte, che continua a chiamare “Pianeta rosso”, quando in realtà è azzurro, molto simile alla Terra, con cieli azzurri, abbondanti riserve di acqua, foreste e possibilmente anche vita animale; è possibile che ci sia anche ossigeno. Tra l’altro la stessa NASA, nella persona del suo Amministratore, Charles Bolden, non molto tempo fa, ad ottobre del 2014, aveva ammesso: “Marte era abitato da forme di vita extraterrestri”. Molte foto della NASA mostrano quello che sembrano costruzioni, resti di una antica civiltà. Le uniche differenze tra Marte e la Terra potrebbero essere la pressione atmosferica e la gravità.

L’acqua su Marte è abbondante, molto più abbondante di quello che vogliono farci credere, con tantissimi laghi e le prove sono tutte nelle immagini diffuse nel corso degli anni dalla stessa NASA (Vedasi video-programma di Jose Luis Camacho “Marte è come la terra. La prova definitiva“) 

Frammento da “Marte è come la Terra”  con la vera faccia di Marte, con cieli azzurri (e non rossi)

Inoltre, su Marte c’è una temperatura mite (23 gradi), come hanno annunciato adesso e non può essere differentemente: l’acqua, abbondantemente presente in Marte non potrebbe esistere allo stato liquido, dato che a 0 gradi congela; quindi se esiste allo stato liquido le temperature sono miti.

L’annuncio odierno della NASA porta a numerose domande inquietanti: Perché proprio adesso? Sta cercando nuovi fondi? Necessita soldi per accelerare le ricerche su Marte perché aumentano i problemi sulla Terra? Ricordiamo che esiste un rapporto dell’ONU ed esattamente della Organizzazione Meteorologica Mondiale per il quale il cambiamento climatico in atto comporta per l’umanità rischi immediati e molto più gravi di quanto immaginato fino ad ora.

Congiuntamente all’annuncio della presenza di acqua su Marte si parla anche di possibili viaggi verso il gemello della Terra (Marte è il vero pianeta gemello della Terra). Ma c’è un problema di cui la NASA continua a nascondere la verità o a dirla a metà: attorno al pianeta Terra (ed a tutti i pianeti con campo magnetico) ci sono quelle che vengono chiamate le Fasce di Van Allen, che sono sostanzialmente due: la prima va dai 1.000 chilometri dalla superficie della Terra fino a 6.000 Km; l’altra si estende da un’altitudine di 10.000 Km a 65.000.

Queste fasce, che proteggono il pianeta, sono altamente radioattive, con energia che arriva fino ai 400 milioni di volt. Per aver un termine di paragone, le energie sviluppate dall’uranio 235 all’interno di una centrale nucleare arriva a 211 milioni di volt. Ciò significa che nell’attraversarle l’uomo verrebbe letteralmente fritto. Motivo principale per cui l’uomo non è mai uscito dall’atmosfera terrestre e non è mai andato sulla Luna (Vedasi mio articolo, in spagnolo: “L’uomo non è mai andato sulla Luna – Parte 1″).

Dunque, che cerca la NASA con questo annuncio? Soldi per progetti inerenti lo sviluppo di tecnologie che proteggano l’uomo da queste radiazioni durante i viaggi spaziali, in particolare nell’attraversamento delle Fasce di van Allen? Perché manipola la NASA?

NaturalNews: Basta insabbiamenti NASA. Su Marte c’è vita, non solo acqua

Pubblicato: 29 Settembre 2015 Scritto da Cristina Bassi 

“Quando la NASA finirà questo blocco anti-scientifico sulla conoscenza ed ammetterà che c’è vita su Marte? la Viking della NASA ha scoperto vita microbica su Marte nel 1976”

(NaturalNews) Dopo anni di insabbiamento della verità sul fatto che su Marte c’è acqua che scorre, la NASA finalmente ha ammesso ciò che noi di NaturalNews vi stiamo dicendo da anni: c’è acqua che scorre su Marte.

Ho parlato di questo molte volte in interviste radio, in articoli e in dibattiti sulla la vita nel cosmo, ma la NASA deliberatamente ha insabbiato le prove dell’acqua di Marte e questo per ragioni politiche.

Si vedano gli articoli di Natural News qui, qui e qui, dove scrissi : “Su Marte c’è anche acqua liquida : un altro fatto che la NASA ha insabbiato ampiamente.”

Oggi, la NASA ha terminato il suo insabbiamento con l’acqua su Marte, ammettendo in una dichiarazione “eccezionale” che “attualmente scorre acqua liquida in modo intermittente su Marte.”

Ma dai, veramente? Lo sapevamo già.

Quando la NASA finirà questo blocco anti-scientifico sulla conoscenza ed ammetterà che c’è vita su Marte?

Sappiamo anche che la Viking della NASA ha scoperto vita microbica su Marte nel 1976, ma la NASA ancora nega la sua prova scientifica su questo fronte. (Ci fu un enorme dimenarsi in NASA negli anni ’70 per ribaltare le scoperte e dichiarare che lo strumento non era corretto e questo con ogni mezzo)

In realtà, la prova di microbi viventi fu convalidata da uno strumento, il cromatografo a gas, che era a bordo e questo in un esperimento progettato da Gilbert V. Levin. Si veda questo video per dettagli su come la NASA ha messo sotto torchio un suo scienziato per insabbiare la prova di vita su Marte.

Dalla dichiarazione odierna della NASA

“Sono state necessarie varie navicelle e molti anni, per risolvere questo mistero ed ora sappiamo che c’è acqua liquida su Marte, sulla superficie di questo pianeta freddo e desertico” ha detto Michael Meyer, scienziato di punta per il Programma Esplorazione Marte ( Mars Exploration Program) al quartier generale dell’Agenzia spaziale a
Washington. “Sembra che tanto più studiamo Marte, tanto piu’ impariamo come la vita potrebbe essere sostenuta e dove ci son risorse per sostenere la vita in futuro”

La NASA non è interessata alla VERITÀ scientifica … ma sta svolgendo un’agenda politica

Ora che la NASA ha “ufficialmente” terminato l’insabbiamento dell’acqua su Marte, non cercate scuse di massa, offerte a tutti coloro che dicono la verità da anni per cio’ che riguarda l’acqua su Marte.

Fino a ieri, tutti quelli che come noi hanno apertamente parlato di acqua che scorre su Marte, erano considerati “stravaganti”. Ora siamo improvvisamente allineati con la scienza ufficiale della NASA.

Cosa è cambiato nelle ultime 24 ore? Solo la volontà della NASA di porre fine volontariamente al suo insabbiamento anti-scienza, fatto di innegabile evidenza, visibile da anni.

NASA, sapete, è un gruppo più politico che scientifico. Ecco perché la NASA continua ampiamente a insabbiare prove di vita microbica su Marte (per non dire dei possibili artefatti di alieni antichi che precedentemente hanno visitato il Pianeta Rosso).

E se la NASA negli ultimi decenni ha insabbiato la prova evidente di acqua che scorre, dobbiamo farci la ovvia domanda: Che altro sta insabbiando la NASA?
Ve lo dico: C’è vita su Marte. Proprio ora. Che vive, si riproduce, respira e si evolve. Marte è vivo di microbi “estremofili” che vivono nel suolo e nei corsi d’acqua.
Infatti, la vita abbonda nel nostro cosmo, che significa che non siamo soli.

Se c’è acqua che scorre su Marte proprio ora, è assai impossibile discutere sul fatto che non ci sia anche vita. E se c’è vita su Marte, allora la vita è certamente qualcosa di comune in tutto il cosmo, e vive in ogni pianeta con condizioni ospitali di calore e atmosfera.

NASA, devi a Gilbert Levin enormi scuse. E’ tempo di smettere con l’insabbiamento ed ammettere pubblicamente che SU MARTE C’E’ ANCHE VITA. Ora

Fonte: 

http://www.naturalnews.com/051348_water_on_Mars_NASA_scientific_cover-up.html
traduzione: Cristina Bassi

Sources for this article include:
http://www.nasa.gov/press-release/nasa-confi…
http://www.theguardian.com/science/2015/sep/…
http://www.redicecreations.com/article.php?i..

VEDI ANCHE:

CREDO MUTWA: I FIGLI DI MARTE

UNA LUCERTOLA SU MARTE? FOTO DELLA ROVER CURIOSITY

ROCCE MISTERIOSE SU MARTE, VICINO ALLA ROVER OPPORTUNITY

PHOBOS, LA LUNA DI MARTE E’ ARTIFICIALE: LO DICE LA SCIENZA UFFICIALE

STRANA FORMAZIONE DI NUVOLE SU MARTE

Articolo pubblicato su Stampa Libera

wlady

Una Nuova Corte Planetaria

Rimuovere 6 miliardi di persone dal pianeta Terra con una nuova “costituzione della Terra” “Un Nuovo Governo Mondiale”

Gli spopolatori ci stanno provando di nuovo, stanno spingendo per la riduzione di 6 miliardi di persone sulla Terra, al fine di ottenere una capacità sostenibile sul pianeta con solo un miliardo di persone.

Ma questa volta, il piano di spopolamento potrebbe essere codificato dal Vaticano. Il professor John Schellnhuber è stato scelto in qualità di relatore per la laminazione del Vaticano nell’esposizione di un documento papale sul cambiamento climatico. Lui, è il professore che in precedenza ha affermato che il pianeta è sovrappopolato da almeno 6 miliardi di persone.

Attualmente, il Vaticano sta fornendo una piattaforma che molti pensano anticiperà una dichiarazione ufficiale della Chiesa a sostegno del rivoluzionario spopolamento in nome della “scienza e del clima”.

“Il documento presente nell’enciclica, era previsto in uscita il 18 giugno dalla Città del Vaticano”,

Breitbart.com spiega: “Nessun documento del Vaticano è stato accolto con tale aspettativa, tranne forse con l’enciclica del 1968 sulla contraccezione.

Una Nuova Corte Planetaria che abbia la capacità di raggruppare tutte le nazioni, una specie d’arena per tenere tutta l’umanità sotto controllo.

Schellnhuber, sogna ad occhi aperti una “Corte Planetaria” e una “Costituzione Planetaria per la Terra”, volto a ostacolare la capacità di ogni governo e nazione sul globo. Egli descrive tutti questi dati in HumanansAndNature.org, lui, è un potente sostenitore del clima focalizzato sul governo del pianeta, una letterale dittatura scientifica, in base a ciò che la scienza e i suoi sostenitori del cambiamento climatico potrebbero fare insieme ogni anno.

Schellnhuber afferma:

“Vorrei concludere questo breve contributo, sognando ad occhi aperti su quelle istituzioni chiave che possono portare ad un sofisticato – e quindi più appropriata convenzionale del governo mondiale.”

– La democrazia globale potrebbe essere organizzata intorno a tre principali attività, vale a dire: (i) una Costituzione della terra; (ii) un Consiglio Globale; e (iii) una Corte Planetaria.

Non posso discutere di queste iniziative qui, ma ne voglio indica comunque alcune:

 – La Costituzione della Terra dovrebbe superare la Carta delle Nazioni Unite identificando i principi guida dell’umanità nella sua ricerca della libertà, la dignità, la sicurezza e la sostenibilità;

 – Il Consiglio globale sarebbe un’assemblea di persone elette direttamente da tutti i popoli della Terra, la cui ammissibilità non dovrà essere ostacolata da quote geografiche, religiose e/o culturali;

 – La Corte Planetaria sarebbe un organismo giuridico transnazionale aperto agli appelli da parte di tutti, in particolare per quanto riguarda la violazione della Costituzione della terra.

In poche parole, Schellnhuber pensa a un nuovo modo di governare il mondo dando all’umanità una “libertà” dettata da una nuova Corte Planetaria guidata da una Costituzione della Terra che, senza dubbio, inizierà affermando che il pianeta non può supportare più di un miliardo di persone. L’altra parte di 6 miliardi di esseri viventi se ne devono andare. 

Così l’alternativa della Carta dei Diritti, questa nuova Costituzione della Terra, sarà fondata su di un progetto di legge di decessi e/o un governo globale che potrebbe ordinare lo sterminio di esseri umani, come unico modo per “salvare il clima della Terra”.

“Una enciclica senza precedenti sul tema dell’ambiente, il pontefice sostiene e prevede che lo sfruttamento da parte dell’umanità delle risorse del pianeta ha varcato i confini naturali della Terra”, il The Guardian scrive: “il mondo sta affrontando una rovina senza una vera rivoluzione nei cuori e nelle menti.”

Il The Guardian prosegue nel suo documento:

   Il papa “punta ad un cambiamento dei cuori. Quello che ci salverà non sarà la tecnologia o la scienza. Quello che ci salverà sarà la trasformazione etica della nostra società”, queste affermazioni sono state dette dal carmelitano padre Eduardo Agosta Scarel, uno scienziato del clima che insegna presso la Pontificia Università Cattolica Argentina a Buenos Aires.

Anche il governatore della California è preoccupato per l’esistenza di troppe persone.

E’ interessante notare che, il governatore della California Jerry Brown potrebbe salutare tale piano di spopolamento strutturato con un Nuovo Governo Mondiale. Ha recentemente twittato che in California ci sono troppe persone, affermando: “A un certo punto, quante persone possiamo ospitare?” Il governatore Brown sostiene che il cambiamento climatico è la causa della attuale siccità, molto peggiore di qualsiasi altra in passato.

Sia il Vaticano che Jerry Brown e altri sostenitori dello spopolamento, si uniscono come Bill Gates, che una volta ha dichiarato che i vaccini possono contribuire a ridurre la popolazione mondiale dal 10 al 15%.

In verità, i vaccini somministrati a giovani donne si sono rivelati essere deliberatamente assemblati con prodotti chimici sterilizzanti, come indicato da medici cattolici della Kenya Association, una organizzazione pro-vaccino finanziato in parte dall’UNICEF.

Un caso allarmante che è successo in Messico, il 75% dei bambini che hanno ricevuto il vaccino sono finiti in ospedale e/o deceduti poco dopo aver ricevuto l’ultimo vaccino, molti hanno speculato su questo fatto che potrebbe benissimo essere parte dello spopolamento.

Rapido spopolamento o spopolamento graduale.

Dal momento che lo spopolamento globale è uno degli obiettivi da raggiungere, è auspicabile aumentare la consapevolezza di come potrebbe essere eseguito. Quando si parla di spopolamento, le tecniche pensate dai globalisti sono 2:

SPOPOLAMENTO GRADUALE:
Questo tipo di approccio si concentra sulla sterilizzazione nascosta nei vaccini, pillole per controllo delle nascite, e “servizi sociali” iniziative che tentano educare a convincere le donne ad avere meno figli. La strategia è quella di lasciare morire lentamente l’attuale popolazione di 7 miliardi durante il parto facendolo precipitare, portando a ridursi nel tempo la popolazione. Questo modo di ridurre lentamente la popolazione nel tempo si potrebbe chiamare metodo non-violento. Molto semplicemente, nessuno dovrà morire prematuramente.

DEPOPOLAMENTO RAPIDO:
Questo approccio consiste in tecniche di eliminazione veloce di miliardi di persone, mentre la colpa viene data a qualcosa d’altro. Le ipotesi più probabili sono il rilascio di armi biologiche sparse con l’aerosol (Ebola 2.0?), assemblaggio di virus tumorali aggressivi nei vaccini (vedere la confessione di un ex scienziato della Merck Maurice Hilleman), guerra nucleare globale, l’emmisione deliberata di EMP armi per sradicare la rete elettrica, e così via. Questi senza dubbio sono le cose più ignobili e nefaste da fare per lo spopolamento globale, che si ammanterebbero di omicidi su scala globale.

Tecniche di “spopolamento graduale” sono state provate nel 1970. Esse non hanno funzionato. Poiché la popolazione mondiale ha continuato a crescere, ora, i mediatori globali del potere sembra vogliano sperimentare tecniche di “un rapido spopolamento” per raggiungere il loro obiettivo e sbarazzarsi di 6 miliardi di persone dal pianeta.

Le previsioni sono di uno spopolamento accidentale

Un’altra dimensione in questo dialogo viene fuori nella variazione tra quello “pianificato” e lo spopolamento “accidentale”.

Manco a dirlo, lo spopolamento pianificato è l’obiettivo di azioni politiche che hanno lo scopo di ridurre immediatamente e quantitativamente il numero di esseri umani che vivono sul pianeta.

Lo spopolamento accidentale è ciò che accade quando succede una catastrofe imprevista sulla civiltà moderna mentre è intenta a vivere serenamente: per esempio un guasto alla rete di illuminazione, o un galoppante inquinamento genetico delle colture che conducono ad una fame globale. Gli scienziati del cambiamento climatico incoraggiano fortemente lo scarico di anidride carbonica nell’atmosfera che inneschi in qualche modo il crollo catastrofico della società, causando la morte di milioni o miliardi di persone.

Tenendo questo in mente, i globalisti si sentono e si osservano come compassionevoli verso l’umanità invocando il previsto spopolamento, impedendo quindi un catastrofico accidentale (ad esempio una globale moria dopo la caduta del catastrofico ecosistema globale). Per esempio, questo è il modo in cui razionalizzare i programmi di sterilizzazione nascosti nei vaccini, invece di parlare di come sbarazzarsi di 6 miliardi di persone dal pianeta. In poche parole quando stanno per eliminare 6 miliardi di nostri fratelli e sorelle, nelle loro menti è vivo che amano la vita e fanno tutto questo perché stanno difendendo l’ecosistema.

Ma, in particolare, come si fa a sbarazzarsi di 6 miliardi di persone se si è dei globalisti che spingono per l’omicidio di massa in nome della scienza e del clima?

Come si eliminano 6 miliardi di persone? Il film 12 Scimmie ce lo dice!

Uccidere una persona si chiama omicidio. Uccidere 6 miliardi di persone viene indicato come “scienza del clima” Ma come lo si può attuare, con precisione?

E’ meno complicato di quanto si possa credere. Come viene rappresentato nel film delle 12 scimmie, tutto quello che serve è il lancio di un’arma biologica un virus genetico da qualsiasi significativo aeroporto, in una qualsiasi parte del mondo. (Non sto dicendo che questo sia legittimo perché è stato visto in un film. Sarebbe ridicolo. Ma, in alternativa, in questa situazione, il film mostra correttamente la realtà di quanto sia facile l’uso di un’arma biologica dispersa con l’obiettivo di eliminare la civiltà umana come la conosciamo.)

Da lì, il virus distribuito globalmente, innesca una diffusa morte e spopolamento rafforzando contemporaneamente i governi del mondo che controllano le loro popolazioni con forze di polizia e medici statali, con richieste di quarantena, restrizioni nei viaggi, vaccinazioni mediche forzate, posti di blocco sulle autostrade e così via. (Se ci pensate è una sorte ideale di stato di polizia, e da ai governi la possibilità del monitoraggio medico che si avvarrà di chip RFID da inserire nei corpi. Alcune persone sono entusiaste di esibire questa micro-chippatura della popolazione, per tanti motivi … in più IL CHIP lo trovano DIVERTENTE!)

Attualmente, l’esercito USA ha armi biologiche che potrebbero uccidere un miliardo e più di persone

Si tratta di una indiscutibile verità che l’esercito americano ha da tempo fabbricato e messo in pratica armi biologiche virali da utilizzare eventualmente come armi da guerra. (Ho già asserito in passato circa l’airborne Ebola che è fuoriuscito da un centro di ricerca medico dell’esercito americano nel 1990, portando la morte in un edificio pieno di scimmie. (…)

Mentre i trattati internazionali assicurano che tali ricerche sono state sospese, solo un pazzo può essere convinto che tali promesse vuote vengano mantenute. Infatti, la ricerca si è semplicemente trasferita in un posto nascosto, continuando normalmente e finanziata da “fondi neri”. Al giorno d’oggi, il governo degli Stati Uniti ha ceppi virali che potrebbero decimare l’umanità in meno di un anno … e potrebbe essere “accidentalmente apposta” lanciato da qualsiasi punto del pianeta senza essere rilevato.

Non a caso, se si dovesse lanciare un mortale virus per decimare l’umanità (la parola “decimare” per inciso significa uccidere 1 ogni 10, non significa “sradicare”), in questo caso ci si dovrebbe assicurare che tutta l’élite globalista acquisti il vaccino contro il virus. Normalmente, i vaccini sarebbero prodotti senza la presenza alcuna di mercurio, alluminio, formaldeide e MSG trovati in vaccini somministrati al pubblico, considerevolmente più sicuri. Ovviamente, il CDC resterebbe totalmente in silenzio su questa pandemia, così come sono stati in totale silenzio riguardante il loro scienziato Dr. William Thompson, che ha apertamente confessato di aver partecipato all’inganno scientifico presso la CDC per nascondere i legami tra vaccini e l’autismo negli afro-americani.

Il pubblico resterebbe in balia di se stesso. E, in questa situazione, indovinate chi avrebbe più possibilità di avere successo? Le persone che fanno uso di medicinali erbe e super-cibi immunostimolanti. Coloro che saranno spazzati via dal virus come arma del controllo sulla popolazione sarebbero composti da anziani, immunodepressi, e malnutriti.

Questi potrebbero essere esattamente quello che in prima istanza la “Corte Planetaria” vuole eliminare, risparmiando gli abili-corpi di lavoratori che pagano le tasse e le imposte ai governi per una economica produzione di beni sfruttata dalle imprese globaliste.

Così ora di nuovo rigetto la questione al Papa, al professor Jon Schellnhuber, Bill Gates, Ted Turner e altri appassionati di spopolamento: Come specificatamente si prevede di sbarazzarsi di 6 miliardi di persone da questo pianeta?

La parte assolutamente comica in tutto questo è che le masse del mondo attualmente hanno subito completamente un lavaggio del cervello per il clamore che viene fatto sul clima e che hanno assimilato spontaneamente avviandosi verso l’eutanasia per preservare il pianeta, uccidendo se stessi, si allineano in massa conformandosi ordinatamente! E che diamine devono acquistare il biglietto!

Sorprendentemente, non sarebbe una cattiva idea di istituire il primo premio globale darwiniano del più idiota, uomini-pecora obbedienti che si eliminano volontariamente dal pool genetico umano in una sorta di moderno sacrificio globale a Gaia. Gli Aztechi lo hanno fatto e, ha funzionato meravigliosamente! (Basta guardarsi intorno per veder quanti Aztechi ci sono ancora in giro.) In fin dei conti che cosa potrebbe andare male?

LINK in lingua originale inglese

Articoli e video correlati QUI e QUI

http://ningizhzidda.blogspot.it/

Il “vagabondaggio dei poli”

Scie chimiche, HAARP e la fiaba dell’inquinamento dell’aria per causa della CO2 contro un mega spostamento dell’asse terrestre?

Il campo magnetico della Terra sta diventando sempre più debole. Non lo diciamo noi, ma gli scienziati. Il riferimento è al documentario “Cambio magnetico: I Poli impazziti”. Da il “vagabondaggio dei poli” e persino uno “spettacolare rovesciamento dei poli” è menzionato in questo articolo.

Alla fine di questo articolo si parla di un caos magnetico. La risoluzione del campo magnetico e la minaccia del rovesciamento dei poli, ma solo astrattamente, cioè solo in un lontano futuro. Sarà vero?

Vediamolo più da vicino: I Poli hanno sempre vagato e, questo è innocuo, dicono gli scettici su Internet, che fanno anche divertenti battute sul tema delle scie chimiche e/o negano in toto questo argomento. Vi è forse una relazione tra la fanatica spruzzatura delle scie chimiche e l’utilizzo altrettanto massiccio della copertura HAARP da un polo all’altro e l’imminente inversione dei poli?

Persone molto attente si stanno già accorgendo di forti cambiamenti nella luce solare. Popoli indigeni come la comunità degli Inuit, stanno già parlando di un possibile spostamento dell’asse terrestre, perché il Sole al polo ha una durata superiore rispetto a prima. Il sole sta tramontando in una diversa posizione. Inoltre, i venti hanno cambiato radicalmente il Polo, e si possono percepire anche in Europa centrale.

Non avremmo mai pensato di collegare la tribù indigena degli Inuit a questo sito, che noi più tardi abbiamo identificato in un sotto gruppo regionale che ha inserito qualche dura critica. E’ ormai chiara la copertura U.S. sulla “scena delle scie chimiche” e che la questione “Scie Chimiche e HAARP” potrebbe avere a che fare con il possibile spostamento dei poli.

Tutto questo si inserisce nella decisione da parte delle élite per stabilire il cosiddetto “cambio climatico causato dalla CO2”, una favola globale che si adatta molto bene su tutto questo, sia le conseguenze di un imminente inversione dei poli, con le conseguenze tecniche di scie chimiche e HAARP che influenzano il campo magnetico e l’atmosfera terrestre.

Questo si inserisce molto bene nel quadro apparente di tutti i governi che sono in accordo sul tema delle scie chimiche. Ciò consentirebbe alle élite di non spruzzare solo qualche nuvola di zolfo, ma particelle metalliche altamente reattive che probabilmente formerebbero un campo magnetico artificiale. Questo tipo di “scudo” è stato in passato un tema di un film di Hollywood, il film era Highlander 2. E, come sappiamo, lo spettacolo portato avanti dalle élite per noi nei loro film di Hollywood, dicono sempre la verità anche se spettacolarizzata per le persone.

Così ci troviamo nel bel mezzo di una inversione dei poli e, la scienza lo sta già ammettendo, su quello che potrebbe accadere su una inversione dei poli concretamente non lo sappiamo perché sembra di stare ad un corso di scienza del muto.

A quanto pare però, sull’imminente spostamento dei poli, non è stato in silenzio Nostradamus. Anche se Nostradamus non ha potuto pubblicare direttamente le sue conoscenze, perché sarebbe stato eliminato come eretico. Tuttavia Nostradamus ha confezionato la sua conoscenza dell’imminente cambiamento dei poli in molti versetti crittografati.

Il nostro portavoce Dominik Storr è stato recentemente invitato ad una intervista con il Prof. Michael Vogt. Lì incontrò l’autore Stella Rose, che ha dedicato la sua vita ai versi di Nostradamus, ed è arrivato a sorprendenti e sensazionali risultati.

Fate riferimento alla prima parte del contributo di Rosenstern:
The Darkness 3 giorni Parte 1

Nota importante: Vogliamo creare il link di questo articolo, per poter dare ai nostri lettori la possibilità di ottenere informazioni complete su questo argomento. Inoltre crediamo che non solo le élite, ma anche noi persone “normali” dovremmo avere il diritto di accedere alla conoscenza dei cosiddetti “addetti ai lavori” o “illuminati”. Per rendersi conto della loro vera natura.

Chemtrail – contro propaganda ora anche nel settore sanitario

Il perché è presto detto, metà del mondo sta parlando di scie chimiche, collegato alla chimica del cielo che sorprendentemente sono molto dannose per noi, ora, i tradizionali portali di salute devono ovviamente occuparsi di scie chimiche negando tutto questo.
Per saperne di più (QUI).

Qui in Germania e negli Stati Uniti, sempre più scienziati e medici stanno parlando apertamente delle scie chimiche. Ma, il mainstream a loro non ha insegnato niente.

Kölner Stadt-Anzeiger: “Agenzia Federale per l’Ambiente capitolo scie chimiche”

Lanciata dalle alte politiche, e in modo speciale dalla massoneria che controlla “l’ambiente” e il Federal Bureau che nel nostro tema riveste un ruolo particolarmente triste, ancora una volta ha offerto i titoli delle scie chimiche. Per saperne di più su di esso l’indicazione è la città di Colonia r.

Vedi anche:
USA: piloti, medici e scienziati confermano le Chemtrails.

Sempre più medici parlano apertamente delle scie chimiche e dei loro effetti sulla salute

Istituto di Neurobiologia (INK) – Lezione Serie del 27/10/2013: Perché molte strisce che si dicono di condensazione non ordinarie visibili in cielo – influenzano la nostra acqua potabile, il nostro suolo, la nostra salute?”

Un medico di primo piano il Dr. Ruediger Dahlke parla di chemtrails

Appello del neurochirurgo Dr. Russell Blaylock B.

Kölner Stadt-Anzeiger: “Agenzia Federale per l’Ambiente capitolo scie chimiche”

Vedi anche:
Denuncia disciplinare contro il Presidente dell’Agenzia Federale per l’Ambiente per il parere sulle “Scie chimiche – pericolosi esperimenti con l’atmosfera o mera finzione”

Comunicato Stampa: denuncia disciplinare contro il Presidente dell’Agenzia Federale per l’Ambiente per il parere sulle “Scie chimiche – pericolosi esperimenti con l’atmosfera o mera finzione?”

Agenzia federale per l’ambiente: alluminio, bario e stronzio non “possono” essere misurati in aria

Il Centro tedesco per l’Aerospazio non risponde alle nostre domande chiave sulle scie chimiche.

http://www.sauberer-himmel.de/

http://ningizhzidda.blogspot.it/

Un mondo di amazzoni

Donne incinte senza lo sperma 

Che sia davvero possibile produrre il seme maschile dal midollo osseo delle donne?

Se ne è parlato circa 2 anni fa, ma con prepotenza la notizia continua ad interessare il pubblico della rete, nonostante si tratti di un argomento molto delicato e, a dir poco, inquietante. Che siamo derivati da Adamo ed Eva oppure dalla cugina scimmia, poco importa in quanto il processo evolutivo è partito e si è affermato grazie alla riproduzione. Immaginate di poterlo parzialmente interrompere, negando all’uomo la possibilità e il diritto di diventare padre. Come? Le donne potrebbero produrre da sole il seme necessario, per procreare i loro figli.

Gli scienziati inglesi dell’università di Newcastle Upon Tyne avrebbero trovato il sistema per convertire le cellule staminali del midollo osseo di una donna in sperma. Il dottore, che presiede al gruppo degli studiosi, non è Victor Frankenstein, ma il professor Karim Nayernia, il quale, dopo aver ricevuto i dovuti permessi per continuare  nella sua ricerca, è tuttora immerso nella produzione di seme “artificiale”.

Gli esperimenti si stanno concentrando sui topi da laboratorio, ovviamente femmine. Le cellule generatrici, estratte dal midollo e poi bombardate di vitamina A, avrebbero prodotto cellule spermatogonali, che a loro volta dovrebbero appunto diventare l’utile seme.

La ricerca è partita con l’obietto di risolvere il problema della fertilità per tutti quegli uomini che l’avessero persa a causa del cancro. La stessa ricerca, però, ha raggiunto risultati imprevisti tanto da spaventare lo stesso dottor Nayernia, e non certo perché preoccupato dalle conseguenze a cui si potrebbe arrivare, ma perché teme che i suoi studi possano essere interrotti.

Proprio in un periodo in cui si discute ancora sulla eticità della fecondazione assistita.

X _ YC’è chi solleva legittimi dubbi a riguardo, come ad esempio il professor Harry Moore, dell’Università di Sheffield, il quale immagina quali conseguenza potrebbe condurci la manipolazione genetica. Robin Lovell Badge, del National Institute of Medical Research, invece, sostiene che non si possa creare in laboratorio lo sperma senza il cromosoma Y, che appunto appartiene soltanto agli uomini. A meno che non si immagini, in un futuro davvero inquietante, un mondo popolato esclusivamente da donne.

Quando la realtà, supera la fantasia.


di Daniela Mancini
tratto da: donne-incinte-senza-lo-sperma

Link: http://donna.fanpage.it/
Visto su: http://www.disinformazione.it/

https://ningizhzidda.blogspot.com/

“Il controllo dell’anima”

L’INFRASTRUTTURA PER IL CONTROLLO GLOBALE


Sappiamo che è in arrivo un governo Globale, il cui fine ultimo è il controllo sull’umanità intera e delle principali azioni di ogni singola persona.
Questo sarebbe tecnicamente impossibile, gran parte dell’umanità dovrebbe lavorare in questo governo globale per controllare ogni comunicazione di ogni altro essere umano. Implicherebbe turni a rotazione di troppe persone, no, impossibile. Ma se questo lavoro lo facesse un computer… allora la cosa cambierebbe, e non poco. Con una buona programmazione ed una unica infrastruttura globale a cui partecipino, in un modo o nell’altro, tutte le persone, sarebbe possibile.
L’infrastruttura c’è: si chiama Internet.
Come sappiamo, Internet nacque qualche decennio fa per collegare insieme i computer delle basi militari americane. Poi l’esperimento si spostò ad un certo numero di college universitari americani. Dopo i primi risultati, si è arrivati a quello che vediamo oggi.
Internet è un’ossatura, ormai globale, a cui sono connessi moltissimi computer. Ogni computer rappresenta, diciamo, una persona o poche persone.
Chi lo usa per cercare informazione, chi per giocare, chi per comunicare con altre persone, chi per lavoro… appare chiaro che su Internet viaggiano contenuti. Tanti contenuti, di tutti i tipi. Questi contenuti, raccolti assieme ed opportunamente analizzati, col tempo possono costruire quello che è il modo di pensare di una persona, le sue abitudini, quello che fa, quello che dice, quello che comunica, insomma quello che è, il suo intero essere.
Questo è possibile con programmi sufficientemente complessi ed un database di informazioni ben costruito. Chi controlla una infrastruttura del genere, nel momento in cui le persone non possono fare a meno di essa per la propria vita ed il proprio lavoro, controlla tutto.
 
Il problema? Che, giorno dopo giorno, ci avviciniamo a questa prospettiva allucinante.
Il paradosso? Che ce lo stiamo costruendo da soli, prendendolo per una cosa positiva.
Da qui consideriamo alcuni elementi che, se fossero legati, indicano una forte vicinanza con questa situazione.
Il Cloud Computing: i nostri computer sono collegati in Internet. Sono composti da un monitor, un mouse ed una tastiera, ed un corpo centrale con memoria RAM [quella dove stanno i programmi che state utilizzando a computer acceso] ed un disco fisso [dove vengono conservati tutti i dati, programmi, film, insomma tutto quello che ci mettete dentro]. Bene, quello che usate e volete usare ancora sta nel disco fisso [indicato come C:], che sta dentro al vostro Pc. Immaginate che il vostro Pc non abbia più un disco fisso. Che qualcuno vi proponga di lasciare i vostri dati su un disco fisso ‘virtuale’ di capacita illimitata e con nessuna responsabilità di gestione da parte vostra come costi, messa in ordine, antivirus eccetera. Questo vuol dire che i Pc, per funzionare, avrebbero bisogno di essere connessi SEMPRE ad internet, perché i programmi che usate sono tutti in Rete. Questo comporta che siano sul computer di qualcun altro, tutti i vostri programmi e tutti i vostri dati. Vi diranno che ci tengono alla vostra privacy. Ma tutte le vostre cose sono sul Pc di altre persone, tutti i dati di lavoro, tutti i codici, tutti i dati affettivi, film e fotografie.
Se anche fossero ligi alle regole, i gestori, esiste sempre la possibilità che qualcuno possa andare a controllare quello che ne ha voglia, senza farvelo sapere.
Non è certo fantascienza, andate a dare un’occhiata a Google Gdrive, il disco fisso on-line. Lo faranno arrivare.
Google Latitude:questo c’è già. Si tratta di un’applicazione per i telefoni cellulari, basata su Google Maps, quella che ti fornisce le mappe geografiche e stradali di tutto il globo.
Ebbene, con questa applicazione, è possibile vedere sul proprio cellulare, in tempo reale, le posizioni, ovunque siano, dei propri amici [previo che anche loro abbiano Google Latitude sul telefonino], con le loro icone o facce sulla mappa. Insomma, è possibile sapere in ogni momento dove siano.
Questo a casa mia si chiama tracciare le persone. E la cosa divertente è che non c’è nessuna invasione della privacy da parte di Google. Siamo noi stessi che le diamo il consenso di tracciarci e monitorarci, tramite il sistema di localizzazione dei cellulari. Un giorno, quando succederà un’infrazione, di qualunque genere essa sia, ogni persona sarà rintracciabile. Alla faccia del Big Brother di Orwelliana memoria. E ce la costruiremo da noi.
Ilmicrochip RFID: parliamo di quello impiantabile nell’essere umano. Parliamo di quello con il codice identificativo per ogni essere umano, paragonabile al tatuaggio imposto agli ebrei nei campi di sterminio nazisti durante la Seconda Guerra Mondiale. Parliamo di quello che sarebbe pubblicizzato come necessario, come risoluzione ad un problema di caos, guerra o terrorismo.
In una società senza il denaro contante il microchip avrebbe le stesse funzioni che oggi ha un Bancomat, solo che funzionerebbe passando semplicemente la mano su un apposito lettore, essendo univoco per ogni persona. Tutto veramente facilitato! Ci sono anchepubblicità che ne illustrano tutti i vantaggi. Veramente favolosa! Praticamente un Telepass per la spesa, sempre a portata di mano. Uno Spesapass.
Peccato solo per una cosa. Se il denaro è solo elettronico, se la spesa fosse possibile solo con lo Spesapass… bè, lo Spesapass è controllato da un computer. E qualcuno, da quel computer, alla pressione di un tasto può decidere che qualcuno non possa più mangiare [ovvero fare spesa] a meno di comportarsi in un certo modo. E la fame… è il migliore modo per arrivare al cervello della gente. E dal cervello si passa all’anima. Il microchip si rivela uno strumento efficace per il controllo dell’anima di chi non ha una volontà sufficientemente forte per opporsi o per chi non volesse proprio opporsi.
Il microchip è prodotto dalla Verichip. Tra i suoi scopi, il microchip, ha il controllo dei parametri sanitari della persona [parametri del sangue, colesterolo ecc…].
La Verichip, negli ultimi anni, andava male finanziariamente, molto male [ora si chiama Xmark], quindi cercava un partner ‘forte’ per essere sostenuta.
Ebbene, l’ha trovato.
Si tratta di Microsoft, che ha comprato parte della Verichip per il suo programma Microsoft Healthvault. Si tratta di un gigantesco archivio informatico dei dati sanitari di tutti gli americani [ passerà presto ad esserlo per tutto il mondo]. La motivazione è che quest’archivio sia immediatamente utilizzabile dai medici per risalire alla documentazione sanitaria degli americani. Che c’entra il chip? Se tutti gli americani fossero chippati, non ci sarebbe nessun problema di riconoscimento del paziente se questo arrivasse in coma o in stato di incoscienza in ospedale e senza documenti. Sono partite le sperimentazioni di microchip negli ospedali americani, sui pazienti diabetici. Presto si passerà al poter entrare in certi posti di lavoro, come banche, laboratori od importanti uffici, solo se in possesso del chip. un giorno non troppo lontano sarà possibile ottenere un lavoro solo se chippati.
Tutto questo con le scuse della ‘sicurezza’ delle persone “perbene” e dei loro bambini.
Tutto questo per il controllo capillare, tramite mezzi informatici, della vita della gente.
L’amministrazione di Barack Obama. Obama stesso ha affermato di essere favorevole alla mappatura dei dati sanitari degli americani ed all’inserimento in un unico archivio informatico entro 5 anni. Da notare, nello stesso articolo, quanto voglia premere per la diffusione capillare di Internet sul suolo americano.
Joe Biden è il vice-presidente di Obama. Ha promesso un decreto alla Corte Suprema USA riguardante l’innesto obbligatorio del chip alla popolazione americana. Non c’è molto da aggiungere.
Se volete conoscere altri motivi per cui non c’è da aspettarsi nulla di buono dall’amministrazione Obama,qui ne trovate altri. Che ciascuno pensi quello che vuole.

Il brevetto di Microsoft sul corpo umano è una realtà: si tratta dello studio sulla conducibilità elettrica del corpo umano, utilizzato come antenna ricevente e trasmittente per onde elettromagnetiche. In sostanza, gli esseri umani funzionerebbero come antenne. In pratica, come per il circuito elettronico all’interno delle chiavi dell’auto o come gli RFID installati già nei prodotti per i magazzini, con il microchip od un opportuno dispositivo portato sempre addosso, si è in grado di spedire, in automatico ed in base alla conducibilità del corpo umano, un segnale di risposta a quello inviatoci da lettori posti per strada, per segnalare a tali lettori la nostra posizione e il nostro stato di salute. Il nostro stesso corpo fornirebbe, di rimbalzo, la trasmissione necessaria per la nostra localizzazione.
E questi non sono che pochi esempi. I segni del passaggio, lento ma continuo, verso una società del monitoraggio completo degli esseri umani, ci sono. I computer ne sono i mezzi, facendo il lavoro di controllo di molti uomini e senza mai stancarsi. Internet è l’infrastruttura necessaria per tutto questo. Provate a immaginarvi l’impero romano con un sistema comunicativo tipo Internet… chissà cosa avrebbero pagato per averlo!
Facciamo caso anche ad alcune cose. Nessuna tecnologia, davvero nessuna, ha conosciuto uno sviluppo veloce e globale come Internet. E la stanno portando ovunque. Persino in quei luoghi d’Africa che avrebbero bisogno più di cibo che di Internet. Troppo veloce, troppo globale come sviluppo. Tutto solo per il bisogno di comunicazione? Insomma… il bisogno di comunicazione c’è, ma lo si soddisfa anche con gli amici del paese. Tutti bisogni indotti da chi sta al potere, che ci fa credere di non poterne fare a meno. La cosa più ironica, ripeto, è che questo sistema lo costruiamo prevalentemente noi, accettando, e di buon grado, tutto quello che ci viene proposto. Al punto di non ritorno… allora ci sarà da ridere.
Qui vengono indicate due realtà collegate al sistema del numero 666, cioè nei codici a barre e nella stessa parola ‘computer’.
Si sa che è in arrivo un “Digital Tsunami” che è il flusso enorme di dati digitali che si può raccogliere analizzando ogni transazione o ogni oggetto elettronico usato dalle persone: la Ue sta studiando questa Internet 3.0 ovvero l’Internet delle Cose ( Internet of Things) e si prospetta un’allarmante impennata della Surveillance Society, la società del controllo in pieno stile Grande Fratello preconizzato da George Orwell. 
 
Internet, nella sua definizione, World Wide Web [Rete Estesa Globale], è abbreviato notoriamente in WWW. La lettera W sia nell’alfabeto greco che in quello ebraico ha valore di 6. WWW – 666.
Qui sta la sapienza. Chi ha intelligenza, computi il numero della bestia, perché è un numero d’uomo; e il suo numero è seicentosessantasei. (Apocalisse 13:18)

Articolo di Iafet

Articolo correlato QUI