Crea sito

“coscienza infinita”

Il messaggio subliminale trasmesso

Parte finale di Video trascritto

Siamo ipnotizzati dalla culla alla tomba, giornalisti, politici insegnanti, studiosi, genitori che hanno sottoscritto il programma e che vogliono trasmetterlo alla prossima generazione, non per cattiveria ma perché ritengono di fare la cosa giusta per i loro figli.

Ci programmano a vedere il mondo in un certo modo e quando accogliamo una credenza che ci viene innestata di continuo, la ricreiamo nella nostra realtà sperimentata.

Ci stanno ipnotizzando, il più grande ipnotista del pianeta Terra è una scatola rettangolare che sta in un angolo della stanza, ci dice di continuo cosa dobbiamo credere che sia reale.

Bisogna sapere che quando si guarda la TV si entra in un tipo di onda celebrale vicino alla trans-ipnotica: Attraverso quel sistema passano moltissime cose, anche subliminalmente oltre che palesemente, per farci vedere il mondo in un determinato modo, vogliono manipolare ciò che c’è nella nostra mente per farci vedere il mondo come vogliono loro.

Chiunque abbia letto il libro di David Icke, (“Cronache dalla spirale del tempo”) lo saprà già, ma per chi non l’avesse letto, questo è un disegno di quattro piante, eccetto che nel mezzo del disegno c’è un massiccio messaggio subliminale, che appare molto chiaro quando ci si rende conto della sua presenza e, chi di voi non riuscisse ancora ad individuarlo (il 95% delle persone non ci riesce), guardate tra le piante e vedrete S – E – X la parola sesso.

Ora se mostro di nuovo quella immagine a chi di voi non l’avesse vista l’ultima volta, non solo sarete in grado di vedere la parola subliminale sesso, ma sarà l’unica cosa di quell’immagine che riuscirete a vedere, perché? Perché ciò che prima era subliminale ora è risalito alla mente conscia dove può essere visto e percepito.

Ecco perché le informazioni sono così importanti, prendono la manipolazione subliminale e la portano a livello conscio e, ora le persone che ne sono consapevoli, leggono il mondo come un libro aperto a paragone di ciò che facevano prima; le esclamazioni saranno: “haaa, ora so dove volevano andare a parare riesco a vedere ciò che stanno facendo”, questo è il risultato che si vuole e così facendo ci si appropria della nostra realtà.

Ma loro provano e riprovano continuamente a farci una programmazione subliminale; c’è qui una componente subliminale, si tratta di una pubblicità, la pubblicità lo fa sempre, infatti il subconscio ne è attratto, mentre il livello conscio non lo fa ma, comunque è attirato dall’immagine e non è consapevole che è il subconscio che sta subendo l’attrazione.

Il subconscio è come una spugna, riesce a vedere tutto; il livello conscio rappresenta solo una minima frazione della gamma di frequenza, cioè può vedere solo una piccola parte di realtà.

Ora qui in questa immagine, la parte subliminale è un pene, il cui compito è quello di attrarvi subliminalmente, non tanto perché non ci rendiamo conto di ciò che stiamo vedendo, ma per costringerci a guardare la foto, lo fa ininterrottamente.
 
Questa è una pubblicità di McDonald’s è talmente ovvio che quando lo si è fatto notare è stato detto: “ho! Noo! Non è possibile, siamo un’impresa commerciale che si rivolge alle famiglie“; il fatto è che se veramente credessero nella famiglia non darebbero da mangiare queste schifezze!
 

Questo è veramente avvenuto nelle elezioni Gore Bush; la prima volta Bush non è stato eletto; in una pubblicità contro Gore (in una pubblicità politica) hanno lasciato dentro la parola subliminale troppo a lungo, quando passava a velocità normale non si riusciva a vederla, ma bastava visionarla al rallentatore per poterla vedere. E proprio quando pronunciavano una frase elettorale contro Gore compariva R A T S che sarebbe stato recepito dal subconscio come Gore RATTO (associazione negativa).

Tutto questo capita continuamente intorno a noi, mentre cercano di manipolare la nostra realtà. Il Time Magazine, all’epoca in cui si opponeva fortemente a Gheddafi, cercava di demonizzarlo, (come è stato posto nella fotografia del libro), se si osserva la foto da vicino con un ingrandimento (ovviamente siamo a livello subliminale) la parole kill uccidere, o la parola sex sesso che è molto usato per attrarre la coscienza subliminale per fare guardare una foto a qualcuno.

Kill sta per: “Ho si! Uccidi Gheddafi, dobbiamo catturarlo”; è tutto subliminale, è interessante notare che  queste inclusioni erano incorporate nelle immagini delle persone a cui si riferivano, quindi era molto facile diffondere il loro contenuto nel quadro più vasto di ciò che era comunicato alla gente.

Durante l’invasione dell’Iraq, sono diventati famosi con l’appellativo di inclusioni o contenuti incorporati: I pubblicitari e altri come chiamano i messaggi subliminali? Li chiamano “inclusioni” e questo è ciò che erano quei contenuti, riferivano le notizie di guerra solo in apparenza ma, in realtà, davano la versione subliminale voluta dalle autorità.


Adesso hanno cominciato a fare questo: mettono dei soldati e altre persone dietro a persone come Bush e Blair per dare un messaggio subliminale, che ha un dato livello (come si vede nella foto) è molto semplice: “l’esercito appoggia il primo ministro”, usano ogni genere di messaggio subliminale.

Un altro esempio molto semplice è questo: hanno fatto in modo che Tony Blair prendesse in braccio il bambino (vedi foto sopra), quando si è recato in Iraq per la rima volta; per dare un messaggio subliminale molto letterale del tipo: “ehi, guarda è fantastico con i bambini”, mentre ne avevano sterminati decine di migliaia. Questo non viene menzionato da Mister Blair.

Lui in un certo senso ha esagerato (come del resto fa sempre), ma il principio di base resta questo è tutto subliminale e tenta di manipolare la nostra realtà con cose di questo genere.

Inoltre vogliono controllare ciò che c’è dentro la nostra mente e controllare anche la nostra realtà virtuale, vogliono trasformarci in robot, farci diventare dei computer per farci esistere su questo livello dell’essere, anziché su questo livello.

Perché vogliono gli alimenti geneticamente modificati? (OGM), Perché vogliono manipolare il computer della nostra mente e corpo affinché sia ancora più difficile per la coscienza umana manifestare la propria vera grandezza.

Quando le persone subiscono danni celebrali e sono incredibilmente limitate nelle loro percezioni e sono definite vegetali, restano pur sempre “coscienza infinita” e quando lasciano il corpo sono coscienza infinita.

Il problema che hanno queste persone, è che il computer è guasto, quindi la loro coscienza non può usarlo per manifestarsi, proprio come quando si sta cercando di fare una cosa al computer e non importa di quanto siamo esperti e brillanti alla tastiera, se il computer è difettoso non c’è nulla da fare; stesso principio, stessa simbologia.


E ora stanno cercando di fare questo: sopprimere, sbilanciare e destabilizzare il computer a un grado ancora maggiore dell’attuale, affinché il processo di risveglio in cui ci troviamo non riesca a manifestarsi attraverso il computer è in questo livello che loro stanno cercando di manipolare e di controllare.

Questo è il motivo degli alimenti geneticamente modificati, come il fluoruro e tutte le cose che vengono descritte ed elencate hanno qualcosa in comune, gli scienziati le definiscono “eccito-tossine”, in altre parole eccitano i neuroni al punto di impedirne il funzionamento.

Il processo elettrochimico del cervello e del corpo umano che si manifesta sotto forma di emozioni; loro stanno cercando di destabilizzare l’equilibrio elettrochimico affinché questo computer non permetta alla coscienza di non dare il suo vero genio nel mondo che stiamo sperimentando.

Il fluoruro è una eccito-tossina, i vaccini hanno lo stesso effetto e naturalmente eccitano il cervello attraverso il mercurio e altri ingredienti, il che spiega che determinati vaccini e combinazione di vaccini sono stati associati all’autismo, destabilizzando l’equilibrio elettrochimico del cervello e del corpo, quello è il concetto.

L’aspartame è una eccito-tossina, esattamente lo stesso tema che si ripete, influenza il modo in cui pensiamo, ecco perché lui era coinvolto (foto  Rumsfeld) perché ovviamente ne aveva preso molto. 

Poi arriviamo al tema dell’inquinamento elettromagnetico a cui siamo sottoposti, anche questo non accade per caso e a causa dell’effetto che ha sull’equilibro elettromagnetico del corpo umano e, sulla nostra capacità di manifestare la coscienza in tutta la sua grandezza all’interno di questa realtà detta “matrice”.


Quanto alle scie chimiche e cose di questo genere se ne occupa direttamente David Icke nella sua newsletter

Il programma HAARP con i suoi segnali radio che vengono fatti rimbalzare sulla ionosfera e inondano questa realtà con un’invasione di radiofrequenze elettromagnetiche che ha a che fare con la soppressione della nostra capacità di funzionare, al pari di antenne tetra e di tutte le altre.

Questo è il motivo di cui dobbiamo renderci conto che hanno tutte lo stesso potere perché fanno tutte parte del programma di soppressione.

Il video va avanti ancora per circa 27 minuti, parlando di “microchip” e altro ancora. Si può visionare il video intero QUI: Il video completo di Icke dura circa sette ore ma, lo si può guardare a tappe, ogni tappa o stazione parla di diversi argomenti tutti interessanti. (il video è parlato in chiara lingua italiana).

Nin.Gish.Zid.Da

Le pieghe dell’apparenza

La realtà è solo un sentimento

La realtà è un mito. Come dire: tutto ciò che ci sta intorno non è quello che sembra, cioè molte cose stanno lì, davanti ai nostri occhi, eppure non le vediamo. Ossia ciò che percepiamo non è tutto il reale.

A pensarci bene la storia dell’arte non è altro che il tentativo di <<riprodurre>> la realtà nella sua veste completa. I primi grafiti delle caverne ci mostrano i diversi tentativi dell’uomo primitivo di rappresentare sulle due dimensioni virtuali gli animali che gli facevano paura, quasi a esorcizzarli, a domarli in un’eterna immobilità, ma anche a farli riconoscere ai piccoli, una volta capaci di muoversi da soli.

Le scoperte della prospettiva pittorica, delle profondità, del trompe l’oeil, di una possibile resa della terza dimensione attraverso i chiaroscuri, ci racconta di una vocazione al realismo mai abbandonata dall’essere umano.

Prima Raffaello poi Caravaggio creano spazi, profondità e luci che Giotto non poteva neanche immaginare. E Michelangelo ha addirittura capito che sembrano più vere le cose false.

Basta dare un’occhiata alla Pietà: Maria, seduta ha tra le braccia il corpo di Cristo. A guardare bene la scultura ci si rende subito conto che se la madre si alzasse in piedi sarebbe alta quasi il doppio del figlio. Invece in quella posizione l’immagine è perfetta e congrua nelle proporzioni.

La pittura del seicento, i manieristi, fino agli iperrealisti e allo stesso Andy Warhol, si avventurano nel realismo approdando quasi alla fotografia. Solo con la coscienza di una realtà altra, non formalizzata, invisibile a occhio nudo, nascosta nelle pieghe dell’apparenza, comincia a prendere piede l’arte dei nostri tempi, anche in coincidenza con la scoperta dell’inconscio e con la crisi delle filosofie totalizzanti.

Le figure cominciano a sfumare, a farsi indiziarie (impressionismo), a spezzarsi (Picasso), a diventare astratte e informali, dove il colore e linee <<dicono>> della realtà più cose di quanto possano dire le forme.

Alla base di questa vocazione mai abbandonata dall’uomo c’è la necessità, da parte sua, di raccontarsi nelle sue verità più recondite. E non c’è modo migliore di raccontarsi se non mostrando con quale sguardo viene inquadrato il mondo, cioè la realtà circostante.

L’arte, quindi, produce oggetti testamentari che narrano la storia dell’uomo dal punto di vista del suo sentimento della realtà. Una storia più veritiera di quella appiattita sui fatti e sulle vicende politiche ed economiche che è scritta sui libri di scuola.

Ho fatto l’esempio della pittura ma se si va a confrontare il discorso con le altre arti, si noterà che la spinta a raccontare il reale è da tutte condivisa e perpetuata. La letteratura e la musica (con l’innesto di nuove sonorità) hanno attraversato gli stessi processi della pittura. Sono in perenne viaggio verso il mito della realtà, di cui è sempre impossibile un inventario definitivo.

“Pensieri Così” di Vincenzo Cerami  

Nin.Gish.Zid.Da 

IL MODEM CORTICALE

DARPA e il Modem Corteccia Celebrale

18 febbraio 2015 dal sito web EIRobot Pescador  Traduzione di Nicoletta Marino Versione originale in spagnolo

Quanto scritto in questo articolo non è Fantascienza.

Sta capitando proprio adesso ed è l’inizio di una rivoluzione tecnologica molto più grande ed ampia dell’avvento di Internet in tutto il pianeta.

L’Agenzia dei Progetti di Ricerca Avanzata della Difesa degli Stati Uniti (DARPA), agenzia che lavora per il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti, sta sviluppando un dispositivo rivoluzionario che promette di cambiare il volto del mondo e la natura propria dell’umanità.

DARPA sta lavorando attivamente per lo sviluppo di un modem nella corteccia cerebrale, un dispositivo che si collegherà direttamente con il cervello e trasmetterà immagini senza passare attraverso il sistema ottico, cioè per gli occhi né avrà bisogno di occhiali speciali, né di altri simili dispositivi.

 

Col pretesto di sviluppare un “modem per la corteccia cerebrale, affinché le persone cieche tornino a vedere”, i ricercatori di DARPA e gli esperti nel campo della tecnologia e il transumanesimo, dicono che questo dispositivo può arrivare a sostituire tutta la tecnologia di realtà virtuale e di più, qualcosa che può succedere anche prima che queste tecnologie siano applicate.

Secondo i ricercatori questo significa che progetti come Google Glass o Oculus Rift possono essere sostituiti dal programma DARPA il cui obiettivo finale è creare immagini ad alta definizione direttamente nel cervello umano.

Come nel film Matrix, il dispositivo sarà alimentato da un impianto spinale.

I piani per il progetto sono stati rivelati in una conferenza sulla biotecnologia di Silicon Valley.

 Il capo di DARPA Dott.ssa Prabhakar Arati (sinistra)  Intervistata durante le conferenze di Silicon Valley

Così come lo riporta la rivista trans umanitaria Humanity Plus:

“A corto raggio, l’obiettivo del progetto e lo sviluppo di un dispositivo grande come due monete da cinque centesimi una sull’altra, con un costo nell’ordine di 10 dollari, che mediante un’interfaccia collegata direttamente con la corteccia visiva, permetterebbe di visualizzare immagini dalla qualità iniziale pari a quella di un antico orologio a LED.

 

Le implicazioni di questo progetto sono sorprendenti. Considerate una versione più avanzata del dispositivo capace di creare schermi visivi ad alta risoluzione nel nostro cervello.

 

Primo: questa tecnologia si potrà utilizzare per restituire la funzione sensoriale alle persone cieche.

Secondo: il dispositivo potrà sostituire tutta la realtà virtuale e tutti gli schermi a realtà aumentata come quella dei dispositivi mobile o i dispositivi tipo Google Glass o Oculus Rift.

Superando del tutto il sistema sensoriale visuale e accedendo direttamente al cervello, un modem corticale può mostrare immagini direttamente nella corteccia visuale, facendo sì che quelle stesse immagini si sovrappongano alla visione del mondo reale che noi abbiamo.

Realtà Aumentata offerta da Google Glass

Del resto i metodi della opto genetica permettono una lettura e una scrittura di informazione.

Possiamo immaginare che una volta sviluppato il dispositivo, gli oggetti virtuali che vediamo nel nostro campo visivo saranno integrati del tutto con la nostra percezione del mondo.

Inoltre, un modem corticale di lavoro permetterà lo sviluppo di una specie di telepatia e telecinesi elettronica.

Il progetto si sta realizzando veramente e non è un’idea da ficcion, però certo è che il modem corticale sta ancora alle prime fasi di sviluppo. Ancora non disporremo di una realtà aumentata ad alta risoluzione direttamente nel cervello.

E visto che il punto focale attuale del progetto si basa sulla genetica ottica del DNA nei neuroni, un processo di cui non si conoscono le conseguenze sulla salute sono ancora sconosciute sull’essere umano poiché questa ricerca attualmente si limita a lavorare su modelli animali.

Si è discusso in particolare sulla formazione di immagini in tempo reale nel cervello del pesce zebra dotato solo di 85.000 neuroni anche se ci sono già lettori della rivista trans umanista Humanity Plus che si sono offerti volontariamente di sottoporsi a questo procedimento genetico così pericoloso per poter sperimentare il modem corticale.

Il progetto lo sta supervisionando l’ufficio del Programma di Biotecnologia di DARPA che fu fondata un anno fa con l’obiettivo di elaborare nuove tecnologie nel campo che unisce la biologia con la tecnologia.

L’ ufficio si è centrato su progetto tran umani orientati a migliorare il lavoro e il rendimento dei soldati nordamericani sul campo di battaglia e allo stesso tempo affermano di,

“sviluppare sistemi biologici per la sicurezza nazionale e per il futuro benessere dell’umanità”.

Durante la conferenza sono stati presentati altri progetti a cui DARPA sta lavorando e che sembrano propri della fantascienza, tipo:

  • ciber-insetti
  • exo scheletri
  • elefanti robot gonfiabili a grandezza naturale
  • sistemi che permetteranno che una persona politi vari veicoli solo col pensiero.

Vi ricorderete che l’anno scorso apparvero resoconti secondo cui DARPA stava sviluppando chips da impiantare nel cervello il cui obiettivo sarebbe impiantare o cancellare nei soggetti ricordi specifici.

Peter Rothman, spettatore in questa conferenza di DARPA in Sillicon Valley, riporta i suoi sentimenti dopo aver assistito alla presentazione di tutte le vie di ricerca di DARPA:

“Insieme al modem corticale, questi dispositivi promuovono la rivoluzione nelle capacità umane di riparare noi stessi da soli, ampliarci, comunicarci e alterare inevitabilmente e definitamente ciò che è l’essere umano.

  • Dove sarà il limite tra me e l’altro se possiamo condividere direttamente pensieri, sogni, emozioni e idee? 
  • Che succederà quando saremo capaci di sperimentare non solo i nostri pensieri, ma anche i sentimenti delle altre persone?   
  • Che cambiamenti provocherà lo scambio di informazioni neuronale nel campo dell’educazione, della conoscenza e del lavoro? 

Queste tecnologie pongono molte domande per le quali non abbiamo ancora risposte.

Questa rivoluzione vicina che sta iniziando DARPA implica il fatto che la biologia sarà tecnologia e quindi, rappresenta un salto molto più grande di quello che ci ha fatto fare Internet.

Questo ridefinisce il significato di essere umano…”


Nonostante il fatto che Rothman sia entusiasta delle meravigliose tecnologie e dei progressi che presupponiamo siano meravigliosi, creati da DARPA per “migliorare l’umanità”, non dimentichiamoci qual è l’autentica realtà su DARPA:

è un dipartimento di sviluppo tecnologico militare del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti…

Possiamo stare tranquilli e pensare che queste persone investono il loro denaro pensando esclusivamente al benessere delle persone?

Qualche persona ha bisogni di svegliarsi dai suoi sogni infantili…

Fonti:

http://ningizhzidda.blogspot.it/