Crea sito

Un delirio sanitario senza precedenti

IT 0:02 / 6:55 TRUMP STA AGENDO PER IMPEDIRE LA DlTTATURA DI CONTE! MATTARELLA E’ AVVERTITO MA DEVE AGIRE IL POPOLO

 

A proposito di proroghe: LINK

 

 

 

Conte decide la proroga dello stato di emergenza fino al 31/12

L’assurda decisione di Conte di prorogare lo stato di emergenza al 31 dicembre: “E’ illegittima e non ci sono i presupposti.” La decisione ufficiale non è stata ancora ratificata, ma è lo stesso Premier Conte a confermare la notizia già circolata. 

 

Prima di esporre il nostro punto di vista partiamo dai dati:

 

Ieri su oltre 52.000 prelievi i casi accertati sono stati appena 214, da giorni ormai è cosi, indica che la curva epidemica è praticamente azzerata. I decessi “per” (ci teniamo a sottolinearlo) coronavirus sono ad oggi statisticamente il 4% (fonte ISS). Il Ministero della Salute (senza alcuna spiegazione logica) ha autorizzato solamente 3.857 autopsie per determinare le cause, le quali hanno dato una chiara visione confermata da tantissimi medici e virologi da strada (e non da salotto), ovvero che il Covid-19 non ha una grave letalità e non ha più una carica virale potenzialmente pericolosa per i soggetti sani. 

 

Clicca qui per leggere tutti i dati dal centro supporto e statistico dell’ISS 

 
Alla luce di questi semplici, ma importanti dati, ci chiediamo con quali presupposti si può decidere di prorogare lo stato di emergenza senza alcun fondamento medico/scientifico? Il loro è un delirio sanitario senza precedenti che sfocia in affermazioni del tipo: “fino a quando ci sarà anche un solo caso di Covid-19 queste misure sono necessarie”. 

 

Mentre la Repubblicare Popolare Italiana decide una proroga senza presupposti e senza senso, continuando palesemente a violare le Libertà e i Diritti fondamentali dell’Uomo, la Repubblicare Popolare Cinese altera i dati dei contagi Covid-19 sul più grande dei motore di ricerca del mondo: Google. Coincidenza? Noi non crediamo proprio. In tutto questo l’OMS ovviamente tace, e con loro l’ONU. 

Fonte: https://www.noicontrump.com/conte-decide-la-proroga-dello-stato-di-emergenza-fino-al-31-12.html 

 

®wld

Come prepararsi a …

 

L’ONU avverte: carenze alimentari globali iniziano ora  

Di Ice Age Farmer 

L’ONU ha messo in guardia contro le GLOBALI CARENZE ALIMENTARI a partire dalle prossime settimane. Questo è un avvertimento finale per iniziare a coltivare il tuo cibo per mantenere nutrita la tua famiglia: stanno bloccando le dispense per prendere il controllo totale. Le persone si stanno agitando e possono essere aperte a nuove idee, quindi PER FAVORE spargi la voce ADESSO per assicurarti che quante più persone capiscano cosa sta succedendo (e perché – l’agenda totalitaria dietro questi eventi!), Qualsiasi come prepararsi e combattere.

Visit IceAgeFarmer.com and subscribe on YouTube and Bitchute 

(ndr. video in lingua inglese).

Fonte: https://www.naturalblaze.com/

*************************************

 

®wld

Un impero elitario senza fine

La centralizzazione globale è la causa della crisi, non la cura

Di Brandon Smith

Una volta compresa la mentalità globalista, quasi tutto ciò che fanno diventa piuttosto robotico e prevedibile. Non dovrebbe sorprendere che l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), un ramo delle Nazioni Unite, sia stata così aggressiva nella cheerleaderper il governo cinese e nella sua risposta allo scoppio del coronavirus. Dopotutto, il modello dello stato di sorveglianza comunista cinese è un beta test per il tipo di centralizzazione che le Nazioni Unite desiderano per l’intero pianeta. Certamente non faranno notare che è stato il sistema totalitario della Cina a permettere all’epidemia di diffondersi fin dall’inizio.

Anche ora Xi Jinping sta cercandodi riscrivere la storia, sostenendo di essere stato rapido nel rispondere alla crisi più di un mese prima di farlo. La menzogna che il coronavirus sia mutato naturalmente in un mercato alimentare e animale a Wuhan continua ad essere commercializzata dai media mainstream anche se non esistono prove a sostegno di questa affermazione. E la Cina sta ancora rilasciando numeri di morte e infezione truccati mentre hanno oltre 600 milioni di persone sotto blocco della legge marziale e i loro crematori continuano a pompare i fumi dei morti 24 ore al giorno 7 giorni alla settimana.

Operatori sanitari coraggiosi come Li Wenliang, che è stato punito dal governo per aver avvertito del virus a dicembre, sono morti nel tentativo di combattere il colosso centralizzato solo per ottenere informazioni vitali per il mondo, ma non è mai successo, giusto? In realtà è stato il presidente Xi e il CPC a salvare la situazione. L’OMS e il CPC lo dicono. Non sentirai mai le Nazioni Unite lodare gli sforzi di Li Wenliang; vogliono che il suo nome scompaia nella fossa della memoria tanto quanto fa il governo cinese.

La narrativa in via di sviluppo è familiare: i funzionari locali hanno “soffocato” la risposta allo scoppio mentre la leadership nazionale centralizzata ha rimesso le cose in pista con misure di controllo estreme che hanno trasformato la provincia di Hubei in un vero campo di internamento. Qualunque cosa tu faccia, non sottolineare che è stata l’abitudine del governo nazionale di incarcerare i funzionari della salute che ha rilasciato “informazioni false” che ha portato alla reazione ritardata sul coronavirus. Inoltre, non sottolineare che il ground zero per l’epidemia è proprio in fondo al più grande laboratorio di rischio biologico di livello 4 in Asia, perché ciò ti renderebbe un “teorico della cospirazione”.

Il messaggio che viene martellato nella coscienza pubblica è chiaro: “Stai zitto e accetta che la centralizzazione funzioni”. Anche quando fallisce miseramente, è ancora la risposta a tutti i nostri problemi. Tutto ciò che dobbiamo fare è “aggiustare” un po ‘il record storico ogni volta che il sistema si rompe e quindi istituire ancora PIÙ centralizzazione in risposta.

In altre parole, se la struttura dall’alto verso il basso interdipendente e draconiana dello stato globalista porta alla crisi, è perché non è stata centralizzata abbastanza. La centralizzazione genera sempre più centralizzazione.

Il sistema fascista finanziario delle banche centrali e l’oligarchia corporativa conduce allo stato sociale socialista, e lo stato sociale socialista conduce allo stato di sorveglianza, lo stato di sorveglianza conduce allo stato di legge marziale e lo stato di legge marziale porta a una governance globale a pieno titolo ; un impero elitario senza fine.

I fallimenti della centralizzazione hanno causato numerosi problemi molto prima che portasse a una potenziale pandemia. La pandemia chiarisce semplicemente il problema. Ad esempio, la rottura della catena di approvvigionamento globale sta diventando una minaccia più grande di giorno in giorno. L’indice Baltic Dry, una misura delle tariffe di spedizione e della domanda globale di beni, è sostanzialmente crollato. Questo avrebbe dovuto essere il primo segnale di avvertimento che la catena di approvvigionamento era in difficoltà, ma il mainstream non presta attenzione ai fondamentali, ma solo ai mercati azionari. Entra in Apple, una delle più grandi aziende del mondo, che ora ha abbandonato le sue proiezioni per il 2020 e ha finalmente ammesso che la chiusura delle fabbriche cinesi potrebbe essere solo un problema.

Alcune persone con problemi mentali là fuori stanno deridendo sarcasticamente a questo problema, dicendo “Oh no, qualunque cosa faremo senza i-Phones …?”. Non comprendono le implicazioni più ampie. Se la produzione di Apple sta diminuendo a causa dell’interruzione della catena di approvvigionamento, questo è unsegnale che anche molte aziende e la maggior parte dell’economia stanno diminuendo a causa di interruzioni della catena di approvvigionamento.

Non si tratta di i-Phones, si tratta del quadro più ampio.

Il globalismo ha portato a economie interdipendenti e stati nazionali che non hanno più esuberi nella produzione. Siamo stati costretti a fare affidamento su centri di produzione dall’altra parte del mondo per la stragrande maggioranza dei nostri beni.

Quando la Cina si arresta, l’economia americana perde quasi il 20% della sua catena di approvvigionamento. Quando Giappone, Singapore, Taiwan, Hong Kong e Vietnam si chiudono dal virus, puoi aggiungere un altro 10% al 15%. I rivenditori negli Stati Uniti rappresentano circa il 70% del PIL. Tagliare la catena di approvvigionamento in Asia e i rivenditori perdono una vasta gamma di prodotti da vendere. L’economia americana alla fine si arresta, anche se il virus non si diffonde mai qui.

Qualcuno sosterrà che non abbiamo bisogno di tutta la “merda di plastica economica” proveniente dall’Asia, e questa situazione è una “cosa positiva”. Mi dispiace dirtelo, ma l’economia americana è costruita sulla vendita di cazzate di plastica economiche (insieme alla vendita del dollaro fiat come valuta di riserva mondiale). Dopo tutto, Walmart (Chinamart se si scontano prodotti agricoli) è il principale datore di lavoro negli Stati Uniti e nel mondo. Giusto o sbagliato, il nostro sistema economico è così globalizzato che la caduta dei domino cinesi finirà per abbattere i nostri domini.

Ma quando si verifica questo disastro e numerose economie nazionali soffrono di un’integrazione globalista forzata, indovinate cosa accadrà dopo? I globalisti cavalcheranno in nostro “salvataggio” con una centralizzazione ancora maggiore

Questa era la loro agenda da sempre.

Molte persone nel movimento per la libertà sono ora a conoscenza della simulazionedell’Event 201, un gioco di guerra gestito dai globalisti della Bill and Melinda Gates Foundation e dal World Economic Forum su una pandemia “teorica” ​​di coronavirus che uccide 65 milioni di persone. Questa simulazione ha avuto luogo solo un paio di mesi prima che la cosa vera fosse esplosa in Cina a dicembre. Ma hey, forse è solo una coincidenza incredibile. Ciò che mi preoccupa ancora di più è la soluzione che è stata presentata alla fine dell’Evento 201 – la creazione di un ente finanziario globale centralizzato che gestisse la risposta internazionale allo scoppio.

Non è sorprendente come ogni grande catastrofe causata dal globalismo sembri portare a più globalismo? Si potrebbe iniziare a chiedersi se alcuni di questi eventi siano stati innescati dall’incompetenza o se siano stati deliberatamente progettati. Per lo meno, gli eventi di crisi sono stati autorizzati a combattere senza controllo da organizzazioni come l’OMS mentre continuano a cancellare il coronavirus come un problema che è “ben sotto controllo” da un governo cinese che ne ha causato la diffusione nel primo posto.

Quindi ecco cosa succederà dopo:

Lo scenario migliore è che il mondo occidentale è per lo più indenne dal virus stesso, ma la catena di approvvigionamento economica subisce gravi battute d’arresto. L’economia globale, che stava già crollando nell’ultimo anno a causa dei livelli storici del debito delle imprese e dei consumatori, per non parlare delle incertezze delle esportazioni e del trasporto merci, è stata finalmente ribaltata. L’imponente Tutto Bubble, alimentato da un decennio di stimoli inflazionistici della banca centrale, implode. I governi rispondono con misure totalitarie nel nome di “proteggere il pubblico”.

Istituzioni globaliste come l’FMI intervengono e suggeriscono che i fragili sistemi monetari nazionali rientrano nella gestione del paniere dei diritti speciali di prelievo per mitigare la crisi del debito. In sostanza, questo è il primo passo verso la governance globale.

Nel peggiore dei casi, il virus si diffonde negli Stati Uniti e in Europa e i governi rispondono allo stesso modo del governo cinese; legge marziale e cultura del campo di concentramento in piena regola. Ciò porterebbe alla guerra civile negli Stati Uniti perché siamo armati e molte persone spareranno a chiunque tenti di metterci nei campi di quarantena. L’Europa è per lo più fregata.

L’istituto suggerisce quindi che la carta moneta venga rimossa dal sistema perché è uno spargitore virale. La Cina sta già spingendoquesta soluzione ora. Magicamente, ci troviamo in una società senza contanti nel giro di un anno o due; che è ciò che i globalisti chiedono da anni. Tutto diventa digitale e quindi anche le economie locali diventano completamente centralizzate man mano che il commercio privato muore.

Ancora una volta, questo potrebbe essere un evento ingegnerizzato, o potrebbe essere semplicemente che i globalisti stiano sfruttando un focolaio naturale. Ad ogni modo, non lasceranno sprecare una buona crisi. Se ci riescono dipende da diversi fattori, ma soprattutto dipende da noi. Quante persone crederanno nell’idea che la centralizzazione sia la risposta ai nostri problemi? Quante persone capiranno che la centralizzazione è la CAUSA di tutti i nostri problemi? E quante persone combatteranno per impedire la massima centralizzazione nell’ambito di un culto psicopatico globalista?

Un focolaio virale è un pericolo significativo per tutti noi, ma una presunta minaccia è la presunta cura. Scambiare la nostra libertà economica e sociale in nome dell’arresto del coronavirus? Non importa quanto sia micidiale il bug, non ne vale la pena.

Fonte: http://www.alt-market.com/

**********************

Articoli correlati

Coronavirus e 5G: c’è correlazione? LO STUDIO, IL VIDEO

 

HIDING THE OUTBREAK: Florida nasconde il numero di persone sottoposte a test per il coronavirus, quindi per cui stupidamente mente sul motivo (articolo e video in lingua inglese)

Manomettere i mattoni della nostra esistenza – Coronavirus 5G Connection and Coverup

®wld

Lussemburgo: la versione spaziale di The City of London

 

IL GRANDUCATO DI LUXEMSPACE È DI NUOVO …

Ci sono state molte notizie sullo spazio che verranno trasmesse dai Gizar questa settimana, quindi oggi sto dando il calcio d’inizio alla parte “legata allo Spazio” dei blog di questa settimana. TM lo ha notato ed è una di quelle storie “tranquille ma importanti”, e riguarda il nostro vecchio amico, il “Mouse che Ruggisce”, il Granducato di Lussemburgo, quel minuscolo paese bancario europeo che ha grandi ambizioni spaziali:

Lussemburgo e Stati Uniti concordano di approfondire la cooperazione nello spazio

Secondo l’articolo, il Granducato e gli Stati Uniti hanno firmato un memorandum d’intesa sullo sviluppo dello spazio, ma l’articolo dice poco su ciò che contiene questo memorandum d’intesa, oltre a notare questo:

I due paesi hanno firmato oggi un memorandum d’intesa per promuovere la ricerca, l’esplorazione, la difesa e il commercio spaziale e affrontare problemi come la riforma della regolamentazione e i detriti spaziali.

“Copre la più ampia gamma possibile di attività spaziali che i due paesi intraprenderanno come un’importante prossima ondata di crescita economica”, ha detto il segretario al Commercio degli Stati Uniti Wilbur Ross durante una visita in Lussemburgo per firmare l’accordo.

Etienne Schneider, vice primo ministro e ministro dell’economia lussemburghese, ha affermato che l’accordo è “un altro importante passo avanti” per rafforzare la cooperazione spaziale internazionale.

Sospetto fortemente, e probabilmente anche molti lettori di questo blog, che questo memorandum d’intesa contenga alcuni “protocolli segreti”. Ma c’è un accenno a ciò che sta accadendo, ed è forte:

Nel 2015, gli Stati Uniti hanno adottato lo Space Act per consentire l’esplorazione e lo sfruttamento commerciale delle risorse spaziali.

Nel 2017, il Lussemburgo ha introdotto una legge che garantisce alle compagnie spaziali la proprietà delle risorse acquisite nello spazio, il primo paese a farlo nell’Unione europea a 28 nazioni.

Ciò che questo fa presagire è che sono stati fatti accordi bilaterali per creare un modello che sorpassa i trattati internazionali esistenti, consentendo alle società spaziali private di rivendicare la proprietà delle risorse spaziali: se riesci ad arrivare e a estrarre le risorse, sono tue. Ciò che il coinvolgimento del Lussemburgo in tutto questo significa è che sta facendo un gioco, un grande gioco, per diventare la versione spaziale di The City of London, il centro terrestre di compensazione finanziaria interplanetaria, e le sue recenti mosse per piazzare satelliti in orbita e poi affittarli tende a confermare questo punto di vista.

A sostegno di questa speculazione ad alto numero di ottani, l’articolo rileva qualcos’altro:

Il Lussemburgo ha già firmato accordi spaziali con gli Emirati Arabi Uniti, il Giappone e la Cina, nonché con i paesi della Polonia, la Repubblica Ceca e il Belgio.

In totale, circa 20 società private coinvolte nel lavoro spaziale si sono stabilite in Lussemburgo, hanno riferito funzionari.

Ciò che questo suggerisce è che il Lussemburgo è (1) negoziare bilateralmente con altri paesi per farli riconoscere i diritti delle corporazioni stabilite in Lussemburgo per condurre affari spaziali, e (2) è forse anche negoziare per infrastrutture fisiche in quei vari paesi per supportare qualsiasi ruolo di chiarimento interplanetario che desidera svolgere.

Una tale posizione in un sistema di compensazione interplanetaria darebbe a Lussemburgo un potere senza precedenti e preannuncia il modo in cui lo spazio cambierà completamente la natura del potere geopolitico. Ad esempio, “profondità strategica” arriverà a significare qualcosa di molto diverso da quello attuale, con profondità che significa paesi con molta terra – Cina, Russia, Brasile, Stati Uniti – e venire da me ridondanza infrastrutturale nello spazio, e una “profondità” e dispersione di risorse nello spazio. Con quel tipo di terreno di gioco, i paesi più piccoli come il Lussemburgo possono svolgere un ruolo strategico molto più ampio, ben oltre i limiti delle loro dimensioni fisiche terrestri. Il fatto che gli Stati Uniti, la Cina e il Giappone abbiano già concluso accordi con il Granducato suggerisce anche che vi è tacitamente, anche se a questo punto, un accordo segreto tra le grandi potenze che il Lussemburgo è il “centro designato” di tale sistema.

E questo significa, inevitabilmente, dovremo parlare della Luna, ma dovremo aspettare fino a domani per farlo …

Fonte: https://gizadeathstar.com/

 

Il programma segreto spaziale Whistleblower afferma che gli umani sono su Marte dal 70

di Ancient Code

Un informatore del programma spaziale segreto afferma che gli esseri umani hanno viaggiato su Marte per decenni. È interessante notare che molti ex dipendenti della NASA e funzionari militari sono venuti avanti parlando dell’esistenza di un programma spaziale secretivo e la tecnologia che va ben oltre ciò che la società sa.

“Esiste un governo oscuro con la propria Air Force, la propria Marina, il proprio meccanismo di raccolta fondi, e la capacità di perseguire le proprie idee di interesse nazionale, libere da tutti i controlli e saldi, e liberi dalla legge stessa.” Senatore Daniel K. Inouye

Marte è il posto numero uno nel sistema solare dove vogliamo davvero andare. Recentemente, durante il 67° Congresso Internazionale dell’Astronautical NI Guadalajara Mexico, Elon Musk, il capo di Tesla Motors e SpaceX ha annunciato che non solo sono gli esseri umani hanno intenzione di viaggiare su Marte nel prossimo futuro, ma stiamo andando a stabilire una colonia sulla superficie del pianeta rosso dove la gente vivrà.

Tuttavia, tutto questo non è nuovo in base all’informatore del programma spaziale segreto Corey Goode che ha rilasciato una dichiarazione che descrive l’attività umana su Marte, dicendo che l’umanità è stata sulla superficie del pianeta rosso per un lungo, lungo tempo.

Stranamente, non è il primo o l’unico ad averlo detto.

Molte persone hanno dichiarato che queste  ‘notizie’ non sono nuove, e ci sono documenti (WikiLeaks) che sostengono che le collaborazioni umane e aliene sono state fatte per un bel po’ di tempo.

Nella dichiarazione, Corey Goode scrisse:

“Marte fu visitato per la prima volta dai tedeschi fin dagli anni trenta, ma durante gli anni ’70, i programmi spaziali statunitensi stavano esplorando attivamente Marte e altri pianeti per stabilire basi. Nel 1980 il SSP statunitense è diventato-Solar Warden. Sotto progetto Solar Warden un vasto sviluppo e colonizzazione si è verificato su Marte e altri pianeti. Goode continua, “basi su Marte sono state costruite sotto la superficie.”

Ma non sembra assurdo? Beh, non è l’unico ad averlo detto, e se andiamo avanti e dare un’occhiata a una dichiarazione del senatore Daniel K. Inouye, ci renderemo conto per davvero di quanto profondo sia questo argomento.

“Esiste un governo oscuro con la propria Air Force, la propria Marina, il proprio meccanismo di raccolta fondi, e la capacità di perseguire le proprie idee di interesse nazionale, libere da tutti i controlli e saldi, e liberi dalla legge stessa.” (fonte)

La cosa buffa è che secondo diverse affermazioni, gli esseri umani hanno avuto la tecnologia per il viaggio spaziale per lungo tempo:  

“Durante il mio incarico in Marina, abbiamo scoperto che i tedeschi stavano inventando la tecnologia spaziale fin dagli inizi del XX secolo.”William Tompkins.

La suddetta affermazione di Tompkins conferma i commenti fatti da Corey Goode che sono stati contrassegnati come “ridicoli” da molti.

Secondo Tompkins, tre sono i documenti declassificati che mostrano la tecnologia di viaggio spaziale tedesca. Egli sostiene che anche grazie al fatto di aver lavorato estremamente al suo interno ha Classificato, pensato, e creato armi per le aziende aerospaziali.

Oltre a Goode, un ex impiegato della NASA ha affermato che c’erano missioni segrete con equipaggio su Marte oltre 20 anni fa. In un’intervista con Coast-to-Coast AM, una donna di nome ‘Jackie’ ha parlato di esseri umani su Marte, qualcosa che è stato discusso tra gli altri presunti dipendenti della NASA per anni; ‘… Poi ho visto due uomini in tute spaziali-non le tute ingombranti che abbiamo usato normalmente, ma sembravano protettive. Sono arrivati oltre l’orizzonte a piedi per esploratore il viching…’

In aggiunta a quanto sopra, un ex Marine sostiene di aver anche lavorato su Marte. L’ufficiale in pensione conosciuto solo come capitano Kaye (pseudonimo), ha detto che non solo gli esseri umani sono stati su Marte in passato, ma hanno sviluppato un programma spaziale segreto e la flottiglia che opera nello spazio. Secondo l’ex Marine, fu pubblicato sul pianeta rosso per anni e la sua missione era quella di proteggere le cinque colonie umane dalle forme di vita indigene su Marte. Secondo il capitano Kaye, non solo ha trascorso anni su Marte, ma ha anche servito a bordo di un gigantesco vettore spaziale per tre anni.

Leggendo la dichiarazione di cui sopra e confrontandola con ciò che il senatore Daniel K. Inouye, ti fa davvero meraviglia se tutto quanto sopra sia stato possibile.

Il comunicato stampa pubblicato di recente ci racconta di più su questi programmi secretivi e su Marte:

Richardson, Texas, 13 ottobre, 2016 – on Tues, 11 Oct il presidente Barack Obama ha scritto un parere editoriale tramite CNN.com annunciando ai cittadini degli Stati Uniti che, “l’America ha fissato un chiaro obiettivo di inviare gli esseri umani su Marte dal 2030s… Facciamo ciò che è possibile prima di chiunque altro. Il problema qui è che durante una video intervista di novembre 2015 con Gaia.com, l’informatore Corey Goode dal programma statunitense Secret Space (SSP) ha detto, “ci sono esseri umani già su Marte, ed è stato colonizzato.” Nel dicembre 1986, Goode è stato reclutato in SSP – UNSAP (programmi di accesso speciale riconosciuti dall’ONU) sotto Project Solar Warden. È stato assegnato a un vascello di ricerca nello spazio per studiare il sistema solare dal 1986 dicembre – dicembre 2007.

Il Presidente Obama e il governo degli Stati Uniti si uniscono a una lista pesante di visionari del settore privato, come ad esempio il CEO di Boeing Dennis Muilenburg e Elon Musk (SpaceX), in quanto competono per fare un’ammaccatura storica nello spazio. Il 4 ottobre, secondo Bloomberg Technology, Muilenburg ha detto: “è la mia compagnia che manderà i primi umani su Marte, non Musk. Sono convinto che la prima persona a calpestare Marte arriverà lì in sella a un razzo Boeing.”

referenze: 

http://spherebeingalliance.com/blog/whistleblower-discloses-shocking-new-intel-humans-on-mars-since-the-1930s.html 

http://www.gaia.com/bio/corey-goode 

Immagine di http://www.boeing.com/boeing100/ 

Fonte: https://www.ancient-code.com/

Articolo correlato: Le cinque colonie di Marte

®wld

# ZAPPING

 Tratta da un commento del blog (commenti liberi) di Logocomune

 

Uno degli aspetti più odiosi, nel dibattito sui vaccini, è l’equivalenza imposta tra “scienza” e posizione favorevole all’obbligo vaccinale. Non è così. Pubblichiamo la lettera della Association of American Physicians and Surgeons – che rappresenta migliaia di medici di tutte le specialità, a livello nazionale – al Congresso americano in tema di vaccini. L’associazione sostiene che non ci sono pericoli chiari e attuali tali da rendere lecita l’imposizione dell’obbligo vaccinale da parte delle autorità federali, nemmeno per le malattie più dibattute come il morbillo. Afferma inoltre che i vaccini, in quanto farmaci, presentano sempre dei rischi, che vanno confrontati con i benefici che apportano. Sostiene infine che l’obbligo vaccinale lede il diritto alla libertà degli individui, compromette il rapporto tra medici e pazienti e soprattutto costituisce un precedente per restrizioni ancora peggiori dei diritti individuali. Link

Crollano calcinacci dal soffitto dell’asilo durante la festa: bimbi feriti

Il commento di Arula su Luogocomune:

Tranquilli… erano tutti vaccinati. 

Confessione del capo della CIA John Brennan sulla Geoingegneria

  

SUMMIT SEMI-NASCOSTO SULL’AMBIENTE A NAIROBI

Dalla geoingegneria allo stop alla plastica, si cerca un’intesa

Al via da dall’11 fino al 15 marzo in Kenya, a Nairobi, la quarta Assemblea delle Nazioni Unite sull’ambiente, che riunisce i 193 Stati membri dell’Onu. Si parlerà delle nuove tecnologie, dalle soluzioni per rimuovere la CO2 dall’atmosfera agli aerosol iniettati nella stratosfera per bloccare i raggi solari e nell’Assemblea si discuterà una risoluzione in materia.  

LEGGI QUI

Perché tanto silenzio? 

La Svizzera aveva messo la governance della geoingegneria sull’agenda ambientale delle Nazioni Unite. Le tecnologie di hackeraggio climatico potrebbero aver bisogno di supervisione internazionale, sostengono i sostenitori della bozza di risoluzione. VEDI QUI 

La Svizzera presenterà domani la risoluzione nell’Assemblea del United Nations Environment Programme , che richiede una valutazione dei potenziali metodi e le strutture di governance per ciascuno degli aspetti di geoingegneria per regolare l’insieme di tecnologie. 

La risoluzione è supportata da Burkina Faso, Micronesia, la Georgia, il Liechtenstein, Mali, Messico, Montenegro, Niger, Corea del Sud e Senegal.

VEDI QUI https://www.environmenthouse.ch/docs/Geoengineering-Briefing%20GEN_ENG.pdf

“Time is running short” – Pagina ONU

NEWS INGLESI 

L’articolo continua QUI

 

Cari sostenitori della TAV, ascoltate qui

Crozza e il suo monologo sulla crisi di governo

http://paolobarnard.info/index.htm

®wld

Una riserva naturale rimasta dal passato

ScreenHunter-637

 Image courtesy of IAF 

Trump, la Space Force e l’IA che potrebbe ucciderci tutti  

di VT Editors

di Peter Paget per Veterans Today

Arthur C. Clarke nell’edizione del 2001 di “2001 Odissea nello spazio” identificò che HAL, il super computer di bordo, capì che l’anello debole della missione erano gli astronauti umani e quindi per completare il mandato in modo più efficiente di cui avevano bisogno doveva essere eliminato. Clarke è stato dotato di molte informazioni sul futuro, sull’uso dei satelliti e sul modo in cui gli esseri umani potrebbero progredire nell’esplorazione spaziale. Anche i pericoli e ciò che potrebbero incontrare là fuori dagli accoglienti confini del pianeta Terra. Intelligenze astratte che potrebbero estendersi su vasti periodi di tempo e distanze oltre la nostra comprensione e le implicazioni di diversi universi paralleli, che potrebbero essere ignari della nostra meschina esistenza, come mere colonie di formiche in una fattoria. Forse siamo una fattoria, una riserva naturale rimasta dal passato in cui il nostro DNA originale funge da banca dati genetica utile da attingere, proprio come il “deposito di sementi” lassù nel campo di ghiaccio permanente che manteniamo, è forse questo il caso che abbiamo bisogno di rifornire l’industria agricola in caso di crisi?

Così ora abbiamo nel recente passato La Casa Bianca che parla dello United Sates Space Force, che attualmente è solo una proposta, ma sappiamo da una lunga esperienza che quando qualcosa è pubblicato per il consumo pubblico, in realtà lo è già e spesso è operativa. I vari “velivoli invisibili” sono un esempio classico, in cui vengono “lanciati” solo forse quando la loro esistenza non può più essere custodita come Segreto nazionale o sono necessari per mostrare qualche prodezza militare in un nuovo teatro di conflitto per impressionare il nemico nel riprendere i sensi e tagliare un patto o arrendersi. Quindi la logica di questo è che una US Space Force esiste già e in realtà potrebbe essere stata in giro per qualche tempo.

Il presidente Trump riceve le sue liberazioni dal COSMIC a luglio 2019 e sarà molto meglio “ufficialmente informato” di quali siano le vere situazioni su una serie di argomenti sensibili e forse si sentirà incline a lavorare con alcuni elementi nei suoi tweet politici in cui è stato conosciuto sin all’inizio delle prime ore, come si dice, “ne aspettiamo uno”, forse prima che i consulenti possano arrivare a voltarsi e offrire un consiglio di avvertimento? COSMIC è concesso solo ai presidenti degli Stati Uniti dopo essere stato in carica due anni e mezzo; è un protocollo di lunga data. Quindi attendiamo con respiro affannoso su ciò che potrebbe spifferare; non è un uomo noto per frenare le sue opinioni. Non mi interessa se ti piace o no, è una realtà storica e una personalità imprevedibile. La misura in cui i suoi stretti consulenti hanno un impatto sulla politica della Casa Bianca è discutibile in quanto sembrano cambiare regolarmente. Bagnati il ​​dito e tienilo nel vento.

All’inizio di questo secolo un hacker informatico britannico accedeva a varie piattaforme informatiche limitate e ricavava alcuni frammenti di dati curiosi e inspiegabili. Elenco di “ufficiali non terrestri” e il nome di otto navi che non compaiono nei registri della flotta navale degli Stati Uniti; significativamente intitolato a illustri scienziati noti per essere stati consultati sulle prospettive e le implicazioni di contatti extraterrestri sulla nostra civiltà. Il consenso concordato apparentemente sembrava che era una patata troppo calda per condividerla generalmente con il pubblico come è successo dopo la seconda guerra mondiale, coinvolto nelle preoccupazioni per l’ascesa del potere sovietico e non aveva bisogno della distrazione di pensare oltre il prossimo gioco della palla e sicurezza economica. Come nel caso del Regno Unito in questo momento, con la feroce ossessione per la Brexit e le varie opinioni sui benefici o sulle tariffe commerciali. Uno dei più alti funzionari della UE è stato registrato pubblicamente come se pensasse che la situazione fosse controllata da entità del mondo – una dichiarazione molto curiosa, quasi provocatoriamente come il discorso del presidente Reagan all’ONU, riferendosi a come il mondo potrebbe riunirsi in unica difesa di un nemico alieno?

Sappiamo che l’hacker britannico ha certamente toccato alcune cose delicate, dato che l’amministrazione americana era decisa a perseguirlo, ma si è risolta in modo intelligente quando si è reso conto che un procedimento giudiziario in tribunale avrebbe probabilmente portato alla luce più di quanto non fosse già passato sul muro. Potrebbe essere fatto passare e cancellare come un altro pazzo e le sue affermazioni troppo ridicole per essere considerate reali, ma lo erano? Voi gente sapete bene quanto io sappia quali segreti oscuri vengono conservati per decenni a porte chiuse, anche su un accordo quasi reciproco non scritto tra i superpoteri per prevenire la proliferazione. In quel momento, Arthur C. Clarke aveva scoperto che, insieme ai viaggi nello spazio, l’esplosione della conoscenza cibernetica e la necessità di gestire l’intelligenza artificiale mentre le nostre abilità in questo campo si espandevano esponenzialmente. Dicevano che raddoppiavano ogni due anni circa.

Quando quella “fabbrica chimica” (sic) che è esplosa nella Repubblica Popolare Cinese tre anni fa, era solo a un miglio da uno dei “Super Computer” cinesi. L’impianto è stato spento, ma sembra non essere stato danneggiato gravemente. Forse una missione fallita nella sua intenzione, o non è stata studiata la zona di esplosione ad alta temperatura attorno a quelle due esplosioni di “funghi” e l’enorme impronta di un cratere nel terreno, stranamente simile alle orme di test nucleari a bassa resa. I super computer o le intelligenze “AI” rivali hanno guerre silenziose l’una con l’altra e sono un po’ più spietate o draconiane degli umani con un fardello sbrindellato sulla spalla e qualcosa chiamato coscienza?

Il che è la domanda ovvia che se abbiamo già sviluppato alcune forme di armi energetiche dirette DEW (fasci di microonde guidati ad alta potenza LASER) e queste potrebbero essere utilizzate come nella tradizione di Star Wars ora nello spazio o su stazioni senza personale o finanziate dai bilanci neri quanto controllo esercitiamo su di loro? Con i sovietici che vantano di avere sottomarini telecomandati armati di testate nucleari in agguato sulle coste americane, pronti se necessario a creare super tsunami, quanto possiamo essere sicuri che tali sistemi non possano essere dirottati da sistemi di intelligenza artificiale molto intelligenti e utilizzati per aiutare a eliminare elementi non produttivi di un Nuovo Ordine Mondiale ampiamente automatizzati – come Neom City, Arabia Saudita?

Fonte: https://www.veteranstoday.com/

®wld

Articolo 11 della costituzione italiana

 

FARE DEL 2019 UN ANNO MIGLIORE – COME?

Primo: conoscere e verificare. Secondo: allargare la consapevolezza. Terzo: attivarsi e costruire una strategia. Quarto: condividere il proprio piano con un gruppo di persone fidate. Quinto: generare empowerment e non collaborare con il potere quando mette in atto azioni ingiuste. 

Le linee guida sono chiare: nel 2019 non delegare, agisci in prima persona. Esercita la cittadinanza attiva dal basso.

Promuovere: 

conoscenza 

consapevolezza 

partecipazione 

cittadinanza attiva 

empowerment

azioni di cambiamento, anche attraverso il consumo critico

Ispirato da https://www.peacelink.it/editoriale/a/46005.html

COMUNICAZIONE DEL COORDINATORE DEL GRUPPO NO NATO

Cari tutti,

non so esprimere sinceramente lo stato d’animo con cui mi appresto a formulare a tutti voi i soliti auguri di buon anno nuovo; una cosa è certa: le cose non sono migliorate nel corrente anno; molti fatti si sono succeduti ma quello che per noi è il pericolo centrale, prioritario rispetto a tutti gli altri in quanto portatore di distruzioni inimmaginabili, è il rischio, sempre più prossimo e sempre più tenacemente da qualcuno volutamente ricercato, di un conflitto nucleare.

Nonostante la storica risoluzione dell’Onu del luglio 2018 la Nato ha continuato a rafforzare la sua presenza ostile e aggressiva e nucleare in territorio europeo in funzione dichiarata antirussa, che combinata con le sanzioni economiche imposte illegittimamente ed illegalmente dagli Stati Uniti tramite la stessa Nato appaiono anche al più sprovveduto degli esseri come una evidente dichiarazione di guerra.

Per una questione di controllo mondiale che gli Stati Uniti si sono arrogati all’indomani della fine della seconda guerra mondiale, forti del possesso e della dimostrata capacità di utilizzo delle armi atomiche (esclusivamente contro civili inermi), il mondo intero rischia l’olocausto e l’Europa è  nuovamente al centro, anzi è divenuta la prima linea di difesa degli interessi americani. Come voi sapete questo costa al mondo migliaia di € l’anno in armamenti, esercitazioni e veri e propri conflitti locali con decine di milioni di sfollati. Tutto ciò non garantisce in alcun modo la sicurezza individuale e collettiva (il terrorismo non lo si combatte con le armi nucleari) mentre prepara sistematicamente bilanci di genocidio di popoli interi. E’ recente la informazione per cui in una esercitazione in previsione di un attacco nemico (leggi russo) si poteva prevedere come misura di contenimento il bombardamento nucleare di UDINE!!

Il tutto sarebbe scaturito dall’evidente aggressività russa che ha inglobato manu militari la Crimea. Voi sapete meglio di me la verità storica (Crimea russa da sempre e ceduta dall’URSS alla Ucraina, uno  degli stati componenti, allora, della stessa URSS) conoscete gli avvenimenti: il referendum organizzato e realizzato per far esprimere i diretti interessati (molto diversamente la democraticissima europa ha rispettato un analogo legittimissimo referendum fatto in Grecia, o in Italia si sono rispettati referendum popolari sulla Costituzione e sulla difesa della gestione pubblica dell’acqua). La Russia, la cui legittimità democratica non è nostro compito giudicare, spende in armamenti un decimo degli Stati Uniti, anche perché non se lo può permettere e perché ha portato avanti sempre una politica difensiva e non aggressiva. Credo basti ricordare cosa abbiamo rischiato nel mondo per il tentativo di installare a Cuba dei missili sovietici paragonabili a quelli americani presenti in Turchia e neppure lontanamente paragonabili a ciò che sta facendo la Nato in Europa ai confini diretti della Russia, non in una piccolissima isola, ma in tutti gli stati confinanti . Questo in disprezzo dell’accordo che era stato sottoscritto tra Reagan e Gorbaciov per cui si chiudeva il Patto di Varsavia e si lasciavano uscire dall’Urss gli stati che lo avessero deciso (Ucraina, Baltici, Moldavia, Georgia, Armenia etc) purché la  Nato rinunciasse ad estendere la sua attività. Dichiarazioni riportate da esponenti di primo piano delle amministrazioni USA come Johnstone e Craig Roberts.

La nostra azione è quasi insignificante rispetto alla potenza di fuoco militare ed economica messe in campo dalla Nato, ma è l’unica possibilità di salvezza, non di giustizia, di uguaglianza e fraternità tra i popoli ma di semplice, concreta e feroce sopravvivenza:

FUORI L’ITALIA DALLA NATO!

FUORI LA NATO DALL’EUROPA!

OGGI INTANTO SIAMO DIVENTATI 35.000!

Per il 2019 ci accontenteremmo 1) di restituire agli Stati Uniti gli ordigni nucleari presenti attualmente e progettati per il futuro nel nostro paese (ci muoviamo perché ciò accada in tutta Europa) 2) di portare l’Italia fuori da ogni alleanza militare, di ritirare tutti i contingenti operanti all’estero in qualsiasi veste presentati 3) di convertire parte significativa delle crescenti spese militari in investimenti sociali (Sanità, pensioni, lavoro ) 4) di fare del nostro paese un protagonista mondiale di cooperazione tra i popoli non tra le multinazionali.

E’ QUESTO L’AUGURIO CHE VOGLIO FARVI COME ATTUALE RAPPRESENTANTE DEL COMITATO NO GUERRA NO NATO.

E’ QUESTO L’IMPEGNO CUI SIAMO CHIAMATI …

Portare l’Italia fuori dal sistema di guerra

Attuare l’articolo 11 della Costituzione

Giuseppe Padovani

Fonte: http://www.nogeoingegneria.com/

Articolo 11 della costituzione italiana:

“L’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali; consente, in condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni; promuove e favorisce le organizzazioni internazionali rivolte a tale scopo.”

®wld