Crea sito

LIBERA NOS A BIDEN!

Dedicato a tutti coloro che credono che Biden rappresenti il rispetto dell’uomo e della democrazia, e non l’esatto opposto – BIDEN FOR VIRUS!.

Alle belle anime socialiste e liberali che esultano all’apparente vittoria di Biden su Trump sfugge che Biden è il candidato della corporate society, della grande finanza, quella che col dem Clinton, nel 1995, di concerto coi dem europei, revocò il Glass Steagall Act che separava le banche di credito e risparmio da quelle speculative, cioè che impediva alle banche di scommettere coi soldi dei risparmiatori, e così permise la marea di frodi bancarie che ha devastato le economie e le società dell’Occidente da allora ad oggi, causando anche le grandi crisi del 2008 e del 2011.

E’ quella che, con Obama, quando lo Stato, dopo il 2008, dovette mettere i soldi dei contribuenti per salvare le banche too big to fail, lo fece senza imporre, al contempo, regole per prevenire il ripetersi di bolle e abusi, e così si arrivò alla crisi del 2011.

E’ quella falsa sinistra liberal corporate che ha imposto i suoi uomini alla guida dei governi europei (Draghi, Monti, Papademos), prendendoli dalle banche artefici e beneficiarie dei disastri economici (Goldman Sachs in testa): le famose porte girevoli.

E’ quella falsa sinistra che ha prodotto la massima concentrazione di ricchezza e la massima diffusione di povertà di tutti i tempi.

E’ la sinistra buonista ma superfinanziaria della globalizzazione, del mercatismo, dello svuotamento dello Stato nazionale rappresentativo, della delocalizzazione delle produzioni verso la Cina e altri paesi semi-schiavistici.

E’ la sinistra sorosiana politically correct del pensiero unico, del gender, delle guerre per esportare la democrazia, che al contempo sospinge, col neocolonialismo predatorio (anche cinese) del land-grabbing, le migrazioni di massa dall’Africa in funzione sostitutiva delle stanche popolazioni della vecchia Europa.

E’ quella che oggi controlla a tal punto i mass media e i social media, da riuscire ad oscurare persino il Presidente in carica quando denuncia brogli elettorali, impedendogli di parlare alla nazione attraverso di essi.

Ed è quella sinistra filantropica che, guarda caso, con Bill e Melinda Gates, con lo US-AID, l’OMS, la Glaxo-Pfizer e altri (vedi il nostro Operazione Corona), troviamo ad allestire, finanziare e a guidare, in società con militari cinesi, il laboratorio militare di Wuhan dove è stato teorizzato, concepito e realizzato, come arma a bassa letalità ma grande impatto strategico, il Covid 19.

Sono i liberal orwelliani che, per bocca di Bill Gates, già adesso parlano di Pandemia 1, Pandemia 2 etc., e dei necessari cambiamenti sociali; e che ora stanno cavalcando, amplificando e strumentalizzando la pandemia, in tutto l’Occidente, per realizzare un piano di ingegneria sociale oramai chiarissimo, oggi detto Global Reset, che preconizzavo in Oligarchia per popoli superflui e in Tecnoschiavi, e che si articola nelle seguenti direttive, implementate dai vari governi-fantoccio su scala globale:

1-Terrorismo sanitario: Col pieno appoggio dei mass media, aggravare la pandemia (reale e percepita) come segue: produrre e -forse- diffondere il virus, omettere o ritardare le misure per prevenirne l’arrivo nei vari paesi; omettere i trattamenti vitaminici protettivi, ostacolare le cure efficaci, prescrivere cure sbagliate e prescrivere cremazioni impedendo le autopsie affinché non si scopra che sono sbagliate; prescrivere tamponi che danno fino al 90% di falsi positivi;

angosciare l’opinione pubblica confondendo le statistiche e i concetti di ‘positivo’, ‘contagiato’, ‘contagioso’, ‘malato’; spacciare per morti di Covid tutti i morti che risultino positivo al tampone che dà falsi positivi, anche i morti di cancro o infarto o diabete, moltiplicando enormemente le vittime apparenti del Covid; lasciare vuota parte dei reparti di terapia intensiva e concentrare negli altri tutti i ricoverati, aggiungendo pazienti di altri reparti, per far credere che vi sia il rischio del collasso nazionale della terapia intensiva; far circolare autoambulanze a vuoto con le sirene spiegate; spaventare con tutti questi mezzi la gente per indurla ad affollare i pronti soccorsi onde metterli in crisi; annunciare seconde e terze ondate peggiori della prima. Tutto ciò  per giustificare e fare accettare al popolo bue spaventato quanto segue.

2-Bancarizzazione della società: Fermare l’economia e tagliare il gettito fiscale con inutili, ripetuti lockdowns, gonfiare il fabbisogno emergenziale di cassa per indebitare il settore pubblico e quello privato, far cessare molte attività autonome, eliminare la classe intermedia, lasciare solo i ricchissimi e i poveri, creare vasta disoccupazione, in modo che

a) la comunità bancaria, prestando i soldi necessari per tenere in vita le nazioni, in cambio possano acquisirne il controllo politico e la proprietà degli assets rilevanti, anche privati; e

b) al contempo, specialmente in Italia, gli spazi di mercato lasciati vuoti dalle piccole imprese defunte possano essere occupati dalle grandi catene e dall’e-commerce (Amazon), che interverranno con soldi prestati (magari dall’UE) e assumeranno gli ex-autonomi a 600 euro al mese, integrati con qualche sussidio o food card.

E’ previsto il ricorso a una tassazione patrimoniale espropriativa. La quasi totalità della popolazione sarà ridotta a vivere e lavorare per pagare gli interessi sui prestiti. Ricordo che le banche creano il denaro dal nulla e a costo zero, e che lo Stato farebbe altrettanto se non fosse in mano ai banchieri.

3-Decostituzionalizzazione dello Stato: Facendo leva sulla paura indotta col terrorismo sanitario e la disinformazione, si condiziona la popolazione ad accettare una ‘nuova legalità’, in cui il governo sospende o vanifica le norme costituzionali (diritti, libertà, garanzie, meccanismi parlamentari) mediante semplici provvedimenti amministrativi (in violazione della Costituzione) e impone lo stato di sorveglianza (tracciamento integrale della vita delle persone), a breve anche grazie all’internet delle cose (5G), impedendo l’attività aggregativa indispensabile per la vita politica di base e ordinando alle forze dell’ordine di compiere azioni intimidatorie e repressive illegali per inculcare paura e rassegnazione nella popolazione.

Le persone si lasciano monitorare, separare e rinchiudere in casa o in gabbie geografiche od orarie (coprifuoco) senza alcuna utilità profilattica. Viene così istituito e fatto interiorizzare un regime autocratico di polizia. Fine dello stato di diritto.

4-Regime zootecnico: Il regime impone a milioni e milioni di persone di tenere condotte autolesive, soprattutto per i bambini, quali il portare per ore le mascherine, danneggiando il cervello mediante la privazione di ossigeno e l’intossicazione da biossido di carbonio; inoltre si dota della potestà di manipolare biologicamente (anche geneticamente) le persone mediante somministrazione di prodotti industriali (vaccini e altri) obbligatori, o imponendo di accettarli come condizione per poter esercitare diritti fondamentali (circolazione, lavoro, socialità);

tali prodotti contengono sostanze non rivelate, non controllabili, ad azione sistemica e permanente, potenzialmente compromettente il sistema immunitario, il sistema nervoso, il sistema riproduttivo e altri. Va considerata una possibile interazione delle suddette sostanze con i campi elettromagnetici della rete 5G, così come un possibile uso del tutto, da parte dell’élite liberal-corporate, in funzione di soluzione del problema ecologico-demografico mediante imposizione della ‘decrescita infelice’ e della depopulation.

16.11.2020 Marco Della Luna


Fonte articolo ☛ marcodellaluna.info

____________________________________________________
Clicca sull’immagine per vedere il video sottotitolato in italiano
IL 14 DICEMBRE TRUMP VERRÀ PROCLAMATO PRESIDENTE!

Libertà è partecipazione, partecipa alla tua libertà

Libertà è partecipazione, partecipa alla tua libertà

Consiglio vivamente la visione del video su stante, in quanto le denunce effettuate dal Dott. Mariano Amici un’altra voce che si unisce a Medici che demoliscono in maniera più che esaustiva il business e la conseguente truffa sanitaria, che si sta verificando da più di qualche mese in Italia come nel resto del mondo, soffocando la libertà individuale di ogni singolo componente, con provvedimenti atti a soffocare sanità, quanto economie nazionali.

Tutto ciò che viene effettuato dagli Stati per conto dell’OMS e del FMI, è palesemente un atto criminologo atto alla resa degli stessi Stati e delle Costituzioni su cui tutti questi si avvalgono, mentre una buona parte della classe medica, quella più attenta e ovviamente più onesta, sta inondando di informazioni basate su fatti concettuali scientifici e non di parte, come sembra siano quelli dei ben più noti e meno autorevoli pseudo-esperti, che in questi giorni si prestano ad interviste, peraltro senza contraddittorio su giornali e TV.

libertàPurtroppo come accade per le elezioni americane, siamo davanti a una lotta intestina del bene contro il male, una lotta per la libertà che solo con il supporto di noi tutti, ma proprio tutti, decreterà il futuro e l’esistenza stessa dell’umanità, per cui tu lettore, non sentirti in alcun modo esulato dalle responsabilità, che sono parte della resilenza umana per la libertà che è parte della nostra esistenza e nella quale anche tu sei nato, in quanto questo ti sia ben chiaro, non ti si chiede di abbandonare ciò che stai facendo e di abbracciare un fucile, ma di fare la tua parte per mantenere salute, dignità e libertà, tua come quella dei tuoi familiari se questi ti sono cari.

Nulla ci viene regalato, in maggior modo le informazioni basilari che sono le prime ad essere nascoste, non a caso sin dall’antichità chi conquistava una Città o uno Stato, riduceva in cenere le biblioteche che contenevano informazioni storiche e quindi di riferimento per le generazioni future, che ignorando cosi il loro passato non tentavano la riconquista di quanto in precedenza perduto. Mica penserete che gli attuali problemi della scuola siano differenti, essi servono per tenere i nostri giovani nell’ignoranza, per farli in un prossimo futuro schiavi del transumanesimo, una teoria questa, che ben si adatta ad appiattire ogni forma di ribellione per controllare intere masse di persone, le quali ignorando il passato accettano supini il futuro triste che le attende.

Vi siete chiesti peraltro cosa differisce il Covid-19 dalle precedenti Aviaria, Suina e la stessa Sars che sono andate a vuoto negli anni scorsi con la tentata vendita di vaccini risultata poi inutile? Poco o nulla, se non il fatto che anche allora chi come oggi tenta di fare è imbrigliare il mondo per sottometterlo ai loro voleri, immettere una unica valuta mondiale, ed un Unico Ordine Mondiale (NWO) dove pochi oligarchi disporrebbero di tutto e di tutti.

Con l’esperienza pregressa questi soggetti neanche tanto avvezzi all’anonimato, visto che non si fanno neanche più scrupolo di mostrarsi per ciò che sono e rappresentano, hanno capito che per avere la vittoria in tasca, solo la paura immessa nelle persone poteva loro aprire la strada su quelli che sono stati con la Aviaria, Suina e la Sars, queste mancavano di un unico dominatore fondamentale “i morti” non a caso si cerca oggi di moltiplicare i morti di qualsiasi ragione e stato di morte, per morti per Covid, cosi come si tenta di comunicare fomentando ulteriore paura con ogni tentativo, che per fortuna va a vuoto, in quanto parte delle persone prendono sempre più coscienza dell’inganno in corso.

I tamponi fanno parte del business sia nelle strutture ospedaliere sia in quelle di prevenzione, come ho già avuto modo di evidenziare in un post precedente all’attuale, grazie al supporto del Prof. Stefano Scoglio candidato al Nobel per la Medicina, il quale ci svela cosi l’inutilità dei tamponi inutili e pericolosi essendo una tecnica intrusiva in special modo sui bambini, che potrebbe peraltro essere sostituita con un gettito salivare in una provetta, ed avere un minor costo per la Sanità, soprattutto!

Senza poi contare che più tamponi vengono fatti, più assintomatici vengono trovati positivi! Ma non per questo sono poi in grado di infettare, in quanto, essendo il Covid-19 appartenente alla famiglia dei coronavirus, il coronavirus è il classico virus che si riscontra poi nell’influenza, quindi basta che il soggetto sia stato colpito in vita sua dall’influenza e questi diventa per associazione positivo, perdendo cosi la sua libertà per una malattia che non ha.

Nella capitale c’è un detto che cosi recita: fatti furbo che stupido già ci sei – sarà mica il caso di farci più che un pensiero, voi che ne dite?

Fonte: https://dammilamanotidounamano.altervista.org/

®wld

Un elaborato esperimento scientifico in cui noi – semplici mortali – siamo topi da laboratorio

Gates, Kissinger e il nostro futuro distopico 

Mike Whitney 

“Più una società si allontana dalla verità, più odierà coloro che la dicono”. George Orwell

Possiamo concordare sul fatto che esistono due tipi di Covid -19?

Il primo tipo è Covid-19, “The Virus”, un’infezione abbastanza lieve che la maggior parte delle persone non si rende nemmeno conto di aver contratto. Rimangono asintomatici o presentano lievi sintomi simil-influenzali che scompaiono dopo circa una settimana. Un piccolo frammento della popolazione – che sono principalmente persone anziane e vulnerabili con condizioni di salute sottostanti – può sviluppare complicazioni, ammalarsi gravemente e morire. Ma, secondo la maggior parte delle analisi, le probabilità di morire a causa di Covid sono approssimativamente tra 1 su 200 e 1 su 1.000 persone. (CDC-IFR- 0,26%) In altre parole, Il Covid non è l’influenza spagnola, non la peste nera e il virus assassino planetario genocida che era stato inventato. Uccide più persone dell’influenza annuale, ma non in modo significativo.

 

Il secondo tipo di Covid-19, è Covid “The Contrivance politica” o, meglio, C ODENAME: O perazione V irus Id entificazione 20 19. Questa iterazione del fenomeno Covid riferisce al modo in cui un patogeno respiratorio modestamente letale trovi sono stati gonfiati in una perenne crisi di salute pubblica al fine di attuare cambiamenti economici e sociali che sarebbero altrimenti impossibili.

 

Questo è il lato politico di Covid, che è molto più difficile da definire poiché si riferisce all’agenda ambigua di potenti élite che stanno usando l’infezione per nascondere le loro reali intenzioni. Molti critici ritengono che Covid sia un veicolo che la folla di Davos sta usando per lanciare il loro autoritario Nuovo Ordine Mondiale. Altri pensano che abbia più a che fare con il cambiamento climatico, cioè, piuttosto che costruire il consenso tra i leader mondiali per le riduzioni obbligatorie di carbonio, i mandarini globali hanno semplicemente imposto blocchi che riducono drasticamente l’attività economica su tutta la linea. 

 

Questo, infatti, ha ridotto le emissioni in modo significativo, ma a caro prezzo per la maggior parte dell’umanità. Le restrizioni Covid hanno innescato un forte aumento di suicidi, depressione clinica, abusi sui minori, violenza domestica, alcolismo e abuso di droghe. La lista potrebbe continuare all’infinito. Inoltre, ha lasciato le economie ovunque nel caos, aumentando la disoccupazione e i senzatetto in modo esponenziale, mentre preparava il terreno per le carestie massicce nei paesi sottosviluppati di tutto il mondo. Anche così, i principali attori della crisi Covid – come il genio Bill Gates – continuano a meravigliarsi dell’impatto che queste restrizioni onerose hanno avuto sulle emissioni. Dai un’occhiata a questo estratto da un recente post sul blog del fondatore di Microsoft:

 

“Potreste aver visto proiezioni secondo cui, poiché l’attività economica è rallentata così tanto, il mondo emetterà meno gas serra quest’anno rispetto all’anno scorso. Sebbene queste proiezioni siano certamente vere, la loro importanza per la lotta al cambiamento climatico è stata sopravvalutata.

Gli analisti non sono d’accordo su quanto le emissioni scenderanno quest’anno, ma l’Agenzia internazionale dell’energia stima la riduzione intorno all’8%. In termini reali, ciò significa che rilasceremo l’equivalente di circa 47 miliardi di tonnellate di carbonio, invece di 51 miliardi.

Questa è una riduzione significativa e saremmo in ottima forma se potessimo continuare quel tasso di diminuzione ogni anno. Purtroppo non possiamo.

Considera cosa è necessario per ottenere questa riduzione dell’8%. Più di 600.000 persone sono morte e decine di milioni sono senza lavoro. Questo aprile, il traffico automobilistico è stato la metà di quello dell’aprile 2019. Per mesi il traffico aereo si è praticamente fermato.

Per usare un eufemismo, questa non è una situazione che chiunque vorrebbe continuare. Eppure siamo ancora sulla buona strada per emettere il 92 percento di carbonio rispetto allo scorso anno. Ciò che è notevole non è quante emissioni diminuiranno a causa della pandemia, ma quanto poco.

Inoltre, queste riduzioni vengono ottenute, letteralmente, al maggior costo possibile.

Per capire perché, diamo un’occhiata a quanto costa evitare una singola tonnellata di gas serra. Questa cifra – il costo per tonnellata di carbonio evitata – è uno strumento che gli economisti utilizzano per confrontare la spesa di diverse strategie di riduzione del carbonio. Ad esempio, se hai una tecnologia che costa $ 1 milione e utilizzarla ti consente di evitare il rilascio di 10.000 tonnellate di gas, stai pagando $ 100 per tonnellata di carbonio evitata. In realtà, $ 100 per tonnellata sarebbero ancora piuttosto costosi. Ma molti economisti pensano che questo prezzo rifletta il vero costo dei gas a effetto serra per la società, e sembra anche essere un numero tondo memorabile che costituisce un buon punto di riferimento per le discussioni.

Ora trattiamo l’arresto causato da COVID-19 come se fosse una strategia di riduzione del carbonio. La chiusura di gran parte dell’economia ha evitato le emissioni a qualcosa che si avvicina ai $ 100 per tonnellata?

No. Negli Stati Uniti, secondo i dati del Rhodium Group, si aggira tra i $ 3.200 e i $ 5.400 per tonnellata. Nell’Unione Europea, è più o meno la stessa quantità. In altre parole, l’arresto sta riducendo le emissioni a un costo compreso tra 32 e 54 volte i $ 100 per tonnellata che gli economisti considerano un prezzo ragionevole.

Se vuoi capire il tipo di danno che il cambiamento climatico causerà, guarda COVID-19 e diffondi il dolore per un periodo di tempo molto più lungo. La perdita di vite umane e la miseria economica causate da questa pandemia sono alla pari con ciò che accadrà regolarmente se non eliminiamo le emissioni di carbonio del mondo”. (“COVID-19 è orribile. Il cambiamento climatico potrebbe essere peggiore“, Note Gates)

 

Non è curioso che Gates abbia impiegato così tanto tempo a calcolare l’impatto che i blocchi hanno avuto sulle emissioni di carbonio? E guarda quanto sono precisi i suoi calcoli. Questi non sono calcoli di tipo “back of the envelope”, ma un po’ serie di scricchiolio di numeri. Prende anche il numero di persone che sono morte di Covid nel mondo (600.000) e lo confronta minuziosamente con i previsti “tassi di mortalità globale” (“su base annualizzata”) di persone che moriranno per “l’aumento delle temperature globali”.

 

Ti sembra che Gates possa avere più di un interesse passeggero per queste stime? Sembra che potrebbe essere più di un semplice osservatore neutrale che esamina in modo imparziale i dati?

 

Permettetemi di porre qui una teoria: a mio parere, l’interesse di Gates per queste questioni non è solo curiosità speculativa. Lui e i suoi compagni d’élite stanno conducendo un elaborato esperimento scientifico in cui noi – semplici mortali – siamo topi da laboratorio. Stanno usando deliberatamente lo spavento Covid per nascondere il loro vero obiettivo che è quello di dimostrare oltre ogni dubbio che la riduzione delle emissioni chiudendo vaste fasce dell’economia globale NON scongiurerà il cambiamento climatico catastrofico. 

 

Quindi, supponiamo per amor di discussione che abbia ragione. Supponiamo che altre élite leggano il rapporto Gates e concordino con le sue conclusioni. Allora cosa? 

 

È qui che diventa interessante, perché Gates non risponde veramente a questa domanda, ma il suo silenzio lo tradisce.

 

Mi spiego: Gates dice: “Il calo relativamente piccolo delle emissioni di quest’anno chiarisce una cosa: non possiamo arrivare a zero emissioni semplicemente, o anche principalmente, volando e guidando di meno”.

 

Ok, quindi non possiamo fermare il cambiamento climatico facendo quello che stiamo facendo ora.

 

Poi Gates dice: “Lasciate che la scienza e l’innovazione aprano la strada …. Qualsiasi risposta globale al cambiamento climatico dovrà attingere a molte discipline diverse …”, avremo bisogno di biologia, chimica, fisica, scienze politiche, economia, ingegneria e altre scienze”.

 

Ancora una volta, seguiremo la scienza.

 

Gates poi dice: “Ci vorranno decenni per sviluppare e distribuire tutte le invenzioni di energia pulita di cui abbiamo bisogno”.

Ok, quindi dobbiamo muoverci velocemente per evitare la tragedia.

 

Infine, Gates afferma: “I sostenitori della salute hanno affermato per anni che una pandemia era praticamente inevitabile. Il mondo non ha fatto abbastanza per prepararsi e ora stiamo cercando di recuperare il tempo perduto. Questo è un ammonimento per il cambiamento climatico e ci indica un approccio migliore”.

 

Capito? Quindi, da un lato, Gates sta dicendo “Dobbiamo agire in fretta e seguire la scienza”, e dall’altro sta dicendo: “Chiudere l’economia da solo non funzionerà”.

 

WTF? Se non funzionerà, perché preoccuparsi? Perché Gates invia un messaggio misto?

 

Ahh, ma c’è il problema. Non è un messaggio misto e non è una contraddizione. Ciò che Gates sta facendo è portare il lettore a trarre la stessa conclusione che ha, (occhiolino, occhiolino) cioè, se la riduzione dell’attività economica non funziona, allora dobbiamo trovare una soluzione completamente diversa, come ridurre le dimensioni della popolazione. Non è questa l’unica conclusione logica?

 

Sì. Quindi, il Great Lab Experiment del 2020 (Covid) ha molto a che fare con il controllo della popolazione; diradando la mandria in modo che i nostri esaltati signori di Davos possano garantire che la loro prole di sangue blu avrà temperature miti quando svernano sulle loro isole private nei Caraibi. Ma il controllo della popolazione è solo una piccola parte di un piano molto più ambizioso per ristrutturare l’economia globale, vaccinare tutti sul pianeta e disporre di quelle insignificanti libertà civili a cui gli americani sono così attaccati.

 

La strategia elitaria è stata soprannominata “Great Reset” che si riferisce alla Covid Action Platform del World Economic Forum, un programma che mira a ristrutturare le “basi economiche e sociali” in un modo che meglio si adatta agli interessi dei capitalisti “stakeholder”. Ecco una clip dal loro comunicato stampa:

 

“I blocchi di COVID-19 potrebbero diminuire gradualmente, ma l’ansia per le prospettive sociali ed economiche del mondo si sta solo intensificando. Ci sono buone ragioni per preoccuparsi: è già iniziata una forte recessione economica e potremmo affrontare la peggiore depressione dagli anni ’30. Ma, sebbene questo risultato sia probabile, non è inevitabile.

Per ottenere risultati migliori, il mondo deve agire congiuntamente e rapidamente per rinnovare tutti gli aspetti delle nostre società ed economie, dall’istruzione ai contratti sociali e alle condizioni di lavoro. Ogni paese, dagli Stati Uniti alla Cina, deve partecipare e ogni settore, dal petrolio e gas alla tecnologia, deve essere trasformato. In breve, abbiamo bisogno di un “grande ripristino” del capitalismo …

Il livello di cooperazione e ambizione che ciò implica è senza precedenti. Ma non è un sogno impossibile. In effetti, un lato positivo della pandemia è che ha dimostrato quanto velocemente possiamo apportare cambiamenti radicali ai nostri stili di vita. Quasi istantaneamente, la crisi ha costretto aziende e privati ​​ad abbandonare pratiche a lungo ritenute essenziali, dai frequenti viaggi aerei al lavoro in ufficio….

Chiaramente, la volontà di costruire una società migliore esiste. Dobbiamo usarlo per garantire il grande ripristino di cui abbiamo così tanto bisogno. Ciò richiederà governi più forti ed efficaci, anche se questo non implica una spinta ideologica per quelli più grandi. E richiederà l’impegno del settore privato in ogni fase del percorso”. (“La piattaforma d’azione Covid del Forum economico mondiale, WEF )

 

Se sembra che i nostri illustri leader vogliano ricostruire la società da zero, è perché è esattamente quello che hanno in mente. E non stanno nemmeno cercando di nascondere le loro reali intenzioni. Dicono piuttosto schiettamente: “il mondo deve agire congiuntamente e rapidamente per rinnovare tutti gli aspetti delle nostre società ed economie, dall’istruzione ai contratti sociali e alle condizioni di lavoro”.

 

Mi suona molto come un ordine di marcia e, in effetti, è esattamente quello che sono; ordini.

 

Ma come intendono influenzare questi cambiamenti drammatici e rivoluzionari?

 

Perché Covid, ovviamente. Utilizzeranno Covid per apportare modifiche fondamentali al sistema esistente, inclusa l’accelerazione della privatizzazione (“capitalismo degli stakeholder”), la fusione dei governi in un regime globale unificato, l’intensificazione degli elementi di controllo sociale (attraverso la sorveglianza elettronica di massa, checkpoint di sicurezza, blocchi, passaporti interni, ID biometrici, ecc.) e prendere tutte le misure necessarie per introdurre un tirannico Brave New World.

 

È tutto lì in bianco e nero, non stanno nemmeno cercando di nasconderlo. Nelle loro stesse parole, il “grande ripristino” dipende dalla piattaforma d’azione Covid, giusto? Al fine di “costruire una società migliore” dobbiamo “apportare cambiamenti radicali ai nostri stili di vita”, comprese le riduzioni dei “viaggi aerei frequenti per lavorare in un ufficio”. Quindi dimentica quel viaggio in Italia del prossimo anno Mr. and Mrs. WorkerBee. Non succederà. Bill Gates dice: “No.” E abituati anche a lavorare da casa, perché non vogliamo che la tua Capri dalle orecchie di cane vomiti carbone nei nostri cieli blu incontaminati.

 

La dichiarazione chiarisce anche che la cancellazione di milioni di posti di lavoro e di piccole imprese non è stata una vittima accidentale dei blocchi del Covid, ma la demolizione pianificata di aziende e lavoratori che questi Mucky-mucks considerano “non essenziali”.

 

E per quanto riguarda chi parteciperà a questo nuovo progetto per il capitalista Valhalla? Bene, tutti ovviamente. Secondo gli autori: “Ogni paese, dagli Stati Uniti alla Cina, deve partecipare, e ogni industria, dal petrolio e gas alla tecnologia, deve essere trasformata”.

 

Eccolo dalla bocca del cavallo: il glorioso Stato schiavo della biosicurezza sta emergendo proprio davanti ai nostri occhi e pensavamo di essere in un’altra Grande Depressione completata da una pandemia.

 

Quindi, quando parliamo di Covid, l ‘”artifizio politico”, in realtà ci riferiamo al veicolo su cui le élite si sono stabilite per la transizione del paese dalla sua condizione attuale a uno stato di polizia in piena regola di “blocco”. Covid è la cortina fumogena che viene utilizzata per nascondere le manovre di potenti broker schifosi che vogliono attuare il loro grande piano per l’umanità. Quindi, se al momento tutto sembra caotico e capovolto, non allarmarti; è tutto in base alla progettazione. Più il mondo diventa confuso e turbolento, più è facile convincere le persone a sottomettersi ad attività idiote come indossare un pannolino sulla bocca ogni volta che esci di casa o stare in piedi a 6 piedi di distanza al supermercato in modo che i patogeni invisibili non si arrampichino su per la gamba dei pantaloni e morderti. Gli psicologi sanno che – in un mondo sottosopra in cui prevale l’incertezza – le persone sono più inclini a seguire le direttive di testoni affabili, come Tony Fauci, anche se possono abbandonare la loro ultima pretesa di libertà personale nel processo.

 

Guardando indietro all’aprile del 2020, probabilmente avremmo dovuto anticipare dove andava a finire tutto questo, dopotutto, lo stesso signor NWO, Henry Kissinger, ha annunciato cosa aspettarsi in un editoriale che ha pubblicato sul Wall Street Journal. Ecco cosa ha detto:

 

La realtà è che il mondo non sarà più lo stesso dopo il coronavirus . Discutere ora del passato rende solo più difficile fare ciò che deve essere fatto … “(NOTA – Kissinger è chiaroveggente? Come sapeva che” il mondo non sarebbe mai più stato lo stesso”?)

“I pensatori illuministi (sostenevano) che lo scopo dello stato legittimo è quello di provvedere ai bisogni fondamentali delle persone … Gli individui non possono garantire queste cose da soli. La pandemia ha provocato un anacronismo, una rinascita della città murata in un’epoca in cui la prosperità dipende dal commercio globale e dal movimento delle persone”. (NOTA – In altre parole: il globalismo è buono, il nazionalismo è cattivo. Lo stesso ritornello che abbiamo sentito negli ultimi 30 anni.)

Mentre l’attacco alla salute umana (da parte di Covid) sarà – si spera – temporaneo, lo sconvolgimento politico ed economico che ha scatenato potrebbe durare per generazioni. (NOTA – Un’altra sbirciatina nella sfera di cristallo di Henry, eh?) Nessun paese, nemmeno gli Stati Uniti, può sconfiggere il virus con uno sforzo puramente nazionale. Affrontare le necessità del momento deve essere in ultima analisi accoppiato con una visione e un programma collaborativi globali”. (“La pandemia del coronavirus altererà per sempre l’ordine mondiale“, Wall Street Journal)

 

Come afferma chiaramente Kissinger, la globalizzazione è ancora viva e vegeta tra i pesi massimi di Davos che ora vedono un’opportunità unica nella vita per mettere in atto il loro piano. Parti dell’Australia e della Nuova Zelanda sono già soggette alla legge marziale di fatto, mentre il premier Boris Johnson aggiunge altri 2.000 poliziotti a Londra per far rispettare i suoi sciocchi mandati Covid. Ovunque nel mondo occidentale, la libertà sta crollando più velocemente di una tettoia ondulata in un tornado del Kansas. Nel frattempo, nell’America in preda al panico, i proleti deboli continuano a nascondersi dietro i loro divani aspettando che la finta peste passi. Vedono anche il disastro del treno poco più avanti? L’autore Gary D.Barnett lo riassume così:

 

“In questo momento ci troviamo su un precipizio con lo stato che cerca di spingerci oltre il limite. Una volta superato quel limite, non ci sarà più ritorno. Questo è il motivo per cui se le persone reagiscono in massa e negano tutto il sostegno dei demoni al governo, possiamo svegliarci da questo incubo e ritrovare la normalità”. (“La risposta Covid dello Stato è un cancro per la libertà dell’umanità“, Gary D. Barnett, Lew Rockwell )

 

Bravo, signor Barnett. Questo dice tutto.

 

Fonte: https://www.unz.com/mwhitney/

 

®wld

Tutto ciò che è non essenziale – tutto ciò che ci rende umani – viene allegramente scartato

 

L’età distopica della maschera – Come Ernst Jünger predisse l’ubiquità delle maschere 

 

di Thomas Crew
dal sito
TheCritic

 

Il nuovo mondo coraggioso di Huxley (1932) ha Alpha, Beta e Epsilon Semi-Morons – classi geneticamente modificate con abbigliamento uniforme e opinioni uniformi.

 

Orwell s’ Nineteen Eighty-Four (1949) ha il pensiero di polizia e Neolingua   

 

Mentre Yevgeny Zamyatin ‘il Noi (1921) ha numeri al posto delle persone – D-503, I-330, O-90: le vocali per le femmine, le consonanti per i maschi. Se c’è un’unica caratteristica che definisce la letteratura distopica, è l’eliminazione di ogni individualità.

“L’autocoscienza”, scrive Zamyatin, “è solo una malattia”.

Per questo motivo, le distopie sono invariabilmente raccontate da estranei tormentati:

coloro che sono ben consapevoli della standardizzazione simile alla merce dei loro simili, ma o temono le conseguenze del parlare apertamente o si risentono del proprio senso di sé.

Dopotutto,

“nessuna offesa è tanto atroce quanto non ortodossia di comportamento”, come scrive Huxley.

Data la loro tirannica preoccupazione per l’uniformità, non c’è da meravigliarsi che, come forma letteraria, le distopie siano emerse all’inizio del ventesimo secolo.

 

I regimi totalitari di Russia e Germania, così come le loro controparti occidentali tecnocratiche, ispirate da artisti del calibro di FW Taylor e Henry Ford, furono fonti di ispirazione centrali.

 

Nonostante tutte le loro apparenti differenze, queste ideologie concorrenti sono unite dal tentativo utopico di ridisegnare non solo la società, ma l’essere umano stesso.

 

Il potere crescente della scienza e della tecnologia ha dato origine all’idea che la natura stessa, in tutta la sua disordinata complessità, potesse essere finalmente rimessa a posto.

 

Oltre a questi tre autori canonici, tuttavia, questa generazione ha prodotto un altro scrittore distopico altrettanto impressionante, anche se molto meno noto:

l’enigmatico tedesco Ernst Jünger

Conosciuto principalmente per i suoi diari della prima guerra mondiale e la ferma opposizione al liberalismo di Weimar, Jünger ha continuato a vivere fino all’età di 103 anni, scrivendo su argomenti dall’entomologia e psichedelici al nichilismo e alla fotografia .

 

Nella seconda metà della sua carriera ha prodotto tre opere principali di narrativa distopica:

  • Heliopolis (1949)

  • Eumeswil (1977)

  • forse il suo migliore, The Glass Bees (1957)

Probabilmente la sua visione più agghiacciante, tuttavia, è offerta in un ampio saggio pubblicato alla vigilia dell’ascensione al potere nazista nel 1932.

 

L’operaio, come Jünger lo chiama, si propone di disegnare ciò che egli considera come la venuta ‘nuovo ordine mondiale‘ – un ordine definito da un radicalmente nuovo tipo di uomo.

 

Dopo aver rinunciato ai valori liberali del passato e abbracciato il suo destino nelle fabbriche e sui campi di battaglia dell’inizio del XX secolo, il segno distintivo dell’uomo nuovo è una misteriosa somiglianza – sia nel corpo che nell’anima – con la macchina.

 

 

Nato da genitori umani, il “lavoratore” di Jünger è tuttavia un figlio dell’era industriale.

 

 

Seguendo le distopie dei suoi contemporanei, la prima vittima di questa nuova era è anche l’individuo. Perché la logica della macchina non ammette differenze.

 

Che si tratti del mondo naturale o della mente umana, Jünger sostiene che tutto è sempre più definito da,

“un certo vuoto e uniformità”.

Il risultato, per usare le parole di Orwell, è,

“una nazione di guerrieri e fanatici, che marcia in perfetta unità, tutti pensando gli stessi pensieri e gridando gli stessi slogan” – milioni di persone, aggiunge, “tutti con la stessa faccia”.

La nostra disponibilità a nascondere la nostra faccia riflette le tendenze disumanizzanti che sono alla base del periodo moderno …

 

È sotto quest’ultimo aspetto che The Worker assume una rilevanza inquietante per i nostri tempi.

 

Perché l’uniformità della nuova era è simboleggiata, suggerisce Jünger, dall’improvvisa proliferazione della maschera nella società contemporanea.

“Non è un caso”, scrive, “che la maschera ricomincia a giocare un ruolo decisivo nella vita pubblica.

 

Appare in molti modi diversi … sia come una maschera antigas, con cui stanno cercando di equipaggiare intere popolazioni; sia come una maschera per lo sport e le alte velocità, vista su ogni pilota da corsa; sia come maschera di protezione per i luoghi di lavoro esposti a radiazioni, esplosioni o sostanze stupefacenti “.

 

“Possiamo presumere”, prosegue con inquietante preveggenza, “che la maschera arriverà ad assumere funzioni che oggi difficilmente possiamo immaginare”.

Data l’improvvisa ubiquità della maschera facciale nel 2020, in tutto il mondo e in un numero crescente di contesti sociali, è impossibile evitare la conclusione che questo sia esattamente il tipo di sviluppo che Jünger aveva in mente.

 

La nostra disponibilità a oscurare il volto riflette le tendenze disumanizzanti che, per Jünger, sono alla base del periodo moderno.

 

Rappresenta un’altra tappa del degrado dell’individuo che si è esplicitato nella prima guerra mondiale.

Che si tratti di un frammento di materiale sul campo di battaglia o di un ingranaggio della macchina dell’economia di guerra, l’età moderna ha l’abitudine di ridurre l’essere umano a un oggetto funzionale.

 

Tutto ciò che è “non essenziale” – tutto ciò che ci rende umani – viene allegramente scartato.

La domanda per noi è cosa significhi assomigliare a una tale visione distopica.

Siamo felici di razionalizzare le trasformazioni della nostra vita quotidiana o siamo preoccupati dalla vicinanza del mondo di oggi con alcuni dei più basilari tropi distopici?

Che si tratti della richiesta di isolamento sociale, di una perpetua “vigilanza” o di maschere facciali obbligatorie, le misure degli ultimi sei mesi rappresentano più di un assalto alla libertà.

 

Ci impongono implicitamente di

sacrificare la nostra umanità per “salvare” le nostre vite. ..

Anche se questo Rubicone non è stato ancora superato, vale la pena pensare al punto in cui si trova. Perché forse c’è di più nella vita della sua mera continuazione.

 

Forse “l’oggetto”, come ben sapeva Winston Smith,

“non è restare vivi ma restare umani” …

Fonte:  https://www.bibliotecapleyades.net/

 

®wld 

Adrenocromo: la droga dell’immortalità

 

Adrenocromo: la droga dell’immortalità. Il Santo Graal dei pedosatanisti

 

Marcello Pamio 

 

E’ conosciuto almeno dagli anni Trenta del secolo scorso anche se in letteratura uno dei primi a parlare di adrenocromo fu Aldous Leonard Huxley (1894-1963) nel suo libro “Le porte della percezione: paradiso e inferno” del 1954.

 

Huxley è stato uno scrittore visionario ma soprattutto uno sperimentatore. Oltre alla saggistica infatti si è dedicato alla meditazione filosofica indotta dalle droghe: egli era convinto che la felicità e l’infelicità altro non fossero che il frutto di reazioni chimiche all’interno dell’organismo umano.
Questa sua visione della vita lo portò a sperimentare estesamente su sé stesso gli effetti di molte droghe (mescalina, LSD, ecc).

 

L’adrenocromo – ha scritto – “ è un prodotto della decomposizione dell’adrenalina, può produrre molti dei sintomi osservati nell’intossicazione da mescalina. Ma l’adrenocromo probabilmente si forma spontaneamente nel corpo umano. In altri termini, ciascuno di noi può essere capace di fabbricare minute dosi chimiche di ciò che si ritiene provochi profondi cambiamenti nella coscienza. Alcuni di questi cambiamenti sono simili a quelli che si verificano nella più caratteristica peste del ventesimo secolo, la schizofrenia”. Aveva perfettamente ragione Huxley quando scrisse che “si forma spontaneamente nel corpo umano”, e dopo vedremo come si produce e soprattutto perché…

 

 

A riportare alla ribalta mediatica l’adrenocromo ci ha pensato il romanzo “Paura e disgusto a Las Vegas” scritto da Hunter Stockton Thompson nel 1971, da cui hanno tratto il demenziale film “Paura e delirio a Las Vegas” con Johnny Depp, in cui si parla espressamente della droga descrivendola come uno psichedelico dagli effetti simili all’LSD, anche se “la mescalina al confronto è un gingerino”… 

 

Brevetto chimico 

 

Il 26 febbraio 1985 gli Stati Uniti hanno assegnato il brevetto numero 4,501,923 all’inventore inglese Deryck F. Boot che lavorava per la Minnesota Mining and Manufacturing Company, meglio nota come 3M Co., la potentissima corporation americana che produce oltre 60.000 prodotti industriali di ogni tipo (mascherine, adesivi, abrasivi, dispositivi di protezione individuale, pellicole per vetri, prodotti dentali, materiali elettrici ed elettronici, prodotti medici, software sanitari ecc).

 

Il brevetto descrive un processo per preparare l’adrenocromo comprendente adrenalina ossidante o un suo sale.

 

Oggi in medicina l’adrenocromo viene somministrato per via endovenosa per curare soggetti epilettici, mentre sotto forma di adrenocromo

monosemicarbazone (carbazocromo) viene utilizzato come emostatico nelle emorragie capillari per trattarne la fragilità, ma in questa forma è totalmente privo di azione simpaticomimetica e quindi del tutto inutile per gli scopi tanto desiderati e ricercati dall’élite… 

 

Adrenocromo 

 

Cos’è in realtà questa sostanza, e perché è così ambita?

 

L’adrenocromo, la cui formula è C9H9NO3, è il potente precursore ormonale dell’adrenalina secreto dal corpo in grandi quantità in momenti di intensa paura, rabbia o pericolo di vita. Lo scopo è quello di ottimizzare la risposta adrenalinica dei muscoli e dei nervi, proteggere i tessuti e gli organi dai rigori della scarica di adrenalina, ottimizzando al meglio il meccanismo di combattimento o fuga come risposta alla paura umana in situazioni di estrema necessità come quelle legate alla sopravvivenza.

 

Si può pensarlo come un potentissimo additivo per il carburante della “macchina umana” di fronte ad un pericolo.

 

Sembra non esserci nulla di simile sulla terra.
Possiede, tra le altre cose, capacità rigenerative dei tessuti, sarebbe in grado di ripristinare la reattività nervosa e la funzione cognitiva.
 

 

Miracolo dell’orecchio del coniglio e del cuore della rana 

 

In uno studio belga pubblicato nel 1946, i clinici furono in grado di usare una perfusione di adrenocromo acquoso per riportare in vita l’orecchio di un coniglio congelato, consentendo ai medici di ripristinare la vascolarizzazione e la risposta dello stimolo nervoso al tessuto precedentemente necrotizzato. Cose impensabili non solo allora ma anche oggi.

 

I medici hanno dimostrato la capacità dell’adrenalina ossidata nel ripristinare i sistemi nervosi danneggiati, e i risultati hanno stimolato la pratica di applicare l’adrenocromo nei siti di incisione dei pazienti al fine di accelerare la rigenerazione e la guarigione dei nervi.

 

In un altro studio questa volta del 1939, la perfusione di adrenocromo è stata usata per rigenerare e riavviare il cuore di una rana, riportando in vita l’animale. 

 

Bambini come “donatori” 

 

Come detto precedentemente l’adrenocromo prodotto chimicamente è un farmaco che non ha nulla a che vedere con la sostanza endogena naturale prodotta da un essere umano in pericolo!

 

La cosiddetta “droga dell’immortalità” deve venire estratta direttamente dall’organismo, meglio se giovane e fresco come quello di un bambino perché con l’età la sua produzione cala.

 

L’altro motivo è che la sovraesposizione ripetuta all’adrenalina ossidata dell’adulto porta a nefasti effetti collaterali fisici e mentali: convulsioni epilettiche, sintomi simili al Parkinson, schizofrenia e psicosi delirante. 

 

I bambini risultano essere la migliore “fonte” di estrazione, sia perché è più facile trovare una piccola creatura come “donatore” rispetto ad un adulto, e poi perché l’adrenocromo giovanile è bilanciato chimicamente in modo da ridurre gli orribili effetti collaterali della versione per adulti.

 

Vale la regola: più giovane è il “donatore” e migliore è la droga!

 

Per avere una maggiore concentrazione di adrenocromo è necessaria una potente scarica adrenalinica e questa si genera quando la persona e/o il bambino subisce violenza psicologica o fisica e quando viene letteralmente impaurito e terrorizzato. 

 

Questo abominio potrebbe essere la spiegazione del pernicioso e indicibile traffico di bambini, rapimenti, sfruttamento, abusi e persino sacrifici di minori da parte di queste pericolosissime congreghe? Pochi sanno perché i media non ne parlano, ma ogni anno milioni i bambini nel mondo spariscono nel nulla: una parte torna a casa ma il restante non viene più ritrovato!

 

La Verità è figlia del tempo e per fortuna le cose stanno venendo fuori.

 

L’altra cosa che sta lentamente emergendo è che questa droga sembra essere largamente utilizzata dai membri dell’élite legati a logge pedosataniste, di cui moltissime star di Hollywood, e non solo, ne fanno parte.

 

In pratica l’adrenocromo ha assunto le connotazioni mitologiche della fonte dell’eterna giovinezza: il Santo Graal dei pedosatanisti luciferini che regnano purtroppo in mezzo a noi… 

 

Conclusione 

 

Non possiamo sapere con assoluta certezza se l’adrenocromo è una invenzione fantasiosa di qualche mente perversa o realmente la droga più ricercata e in voga dalla crème de la crème.

 

Ma droga a parte, la cosa certa è che esistono numerose congreghe dedicate al culto luciferino, mi riferisco alle sette pedosataniste che si dedicano alla profanazione rituale dell’innocenza infantile per il potenziamento “spirituale” da una parte (se possiamo chiamarlo così), e forse anche al potenziamento chimico-ringiovanente dall’altra. 

 

Tutto però sta venendo fuori e i segni della verità stanno emergendo quotidianamente.

 

Il caso del miliardario pedofilo Jeffrey Epstein è illuminante da questo punto di vista.

 

Epstein era un procuratore e organizzatore di questa aberrante pratica sessuale di magia nera, e il suo arresto ha permesso di scoperchiare, almeno in parte, il Vaso di Pandora. 

 

Sappiamo nomi e cognomi dei numerosi clienti (non di tutti purtroppo) di Epstein, quelli che hanno volato con il suo jet privato “Lolita Espress” per andare a impaurire e/o violentare i bambini nella sua isoletta (Isle of Sin, l’isola del peccato)…

 

Il jet privato di Epstein “Lolita Express”
A questo punto chi può negare l’ipotesi che i vari personaggioni non volassero nell’isola degli orrori per partecipare alla produzione della droga? 
 
Tra i nomi venuti alla ribalta: Bill, Hillary e Chelsea Clinton, Woody Allen, Kevin Spacey, Bill Cosby, Mick Jagger, Principe Andrea, Charles Spencer (fratello di Lady Diana),il filantropo Bill Gates, Tony Blair, Michael Bloomberg, Richard Branson, Rupert Murdoch, persino Henry Kissinger e moltissimi altri nomi della politica, della finanza e di Hollywood.
 

Anche il filantropo Bill Gates risulta nell’elenco passeggeri

 

Nell’armonia e nell’equilibrio del Sistema, oltre a queste forze indubbiamente di tenebra si stanno muovendo anche le forze di Luce, e difatti le notizie e i nomi iniziano a trapelare…

 

Anche le dichiarazioni inequivocabili del presidente Donald Trump sono su questa linea.

 

La difesa a spada tratta dei bambini e soprattutto le azioni che sta mettendo in atto Trump (il presidente che non doveva essere eletto), indicano senza ombra di dubbio che è in atto una vera e propria guerra ai più alti livelli, o ai più bassi dipende dai punti di vista.

 

Uno scontro senza eguali tra il mondo umano e quel substrato occulto (Deep State) di anime perdute e totalmente pervertite. 

 

Concludo con qualche immagine recente dei divi di Hollywood, perché stranamente il loro corpo sembra aver subito un tracollo fisico nell’ultimo periodo. Tracollo inspiegabile se si confrontano le foto con le precedenti…

 

Siamo di fronte alla prova che molte star sono in astinenza di qualche droga? Oppure si tratta solo di normalissimo invecchiamento fisiologico accelerato dal lockdown?

Jhonny Depp, 57 anni

 

Celine Dion, 52 anni

 

Regina Elisabetta II, 94 anni. Principe Filippo Mountbatten, 99 anni e il papa…

 

Esperimento sulla rana è citato in questo articolo scientifico: https://physoc.onlinelibrary.wiley.com/doi/pdf/10.1113/jphysiol.1949.sp004305  

 

Esperimento sul coniglio è citato in questo articolo scientifico:

http://pharmrev.aspetjournals.org/content/1/1/1 

 

In questo articolo si legge: “Adrenochrome causes an elective inhibition of the process, which determines the content of associative thinking. This occurs in doses that do not heighten the lability of basic processes, do not reduce excitation, and do not loose temporary connections as is the case with LSD“.

https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0074774208600252 

 

Questo riguardo le possibili reazioni “psicotiche” indotte da adrenocromo:

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4813425/

 

Fonte: https://disinformazione.it/

 

®wld

L’obiettivo dei tecnocrati è un sistema economico e non un sistema politico. Vogliono una “dittatura scientifica

Sai cosa significa “tecnocrazia”? In caso contrario, è tempo che ne venga a conoscenza, perché stiamo attualmente esaminando ciò che l’esperto di tecnocrazia  Patrick Wood afferma essere  un colpo di stato mentre i tecnocrati conquistano il mondo, letteralmente.

Wood è stato intervistato questa settimana da  Spiro Skouras di Activist Post e ha dichiarato:

Il mondo intero in questo momento sta lavorando per le stesse questioni che stiamo lavorando nel nostro paese. Cioè, il grande panico del 2020 …

I tecnocrati che stanno spingendo la tecnocrazia a livello globale sono finalmente riusciti a far scattare la trappola su tutto il pianeta.

E nel processo, hanno chiuso l’intero sistema economico globale.

In tutto il mondo e in altri paesi le persone guardano in America per salvare il mondo … e non sarà il nostro governo a farlo, sono i cittadini americani come te e me …

 

La tecnocrazia non è poi così nuova, è in circolazione dagli anni ’30 qui negli Stati Uniti

Nella loro pubblicazione  The Technocrat  pubblicata nel 1938, hanno definito la “tecnocrazia” come:

la scienza dell’ingegneria sociale, l’operazione scientifica dell’intero meccanismo sociale per produrre e distribuire beni e servizi all’intera popolazione di questo continente.

Wood spiega che la tecnocrazia non è stata sviluppata come una struttura politica.

Non era un sistema politico. Odiavano i politici. Volevano eliminare l’intera struttura politica e gestire semplicemente l’economia.

 

Volevano farlo usando quella che chiamano questa scienza “ingegneria sociale”.

Il signor Wood fornisce alcuni esempi di tecnocrati contemporanei che sono coinvolti nella “scienza dell’ingegneria sociale”:

  • Dr. Anthony Fauci
  • Al Gore
  • Robert McNamara, il segretario alla Difesa durante la guerra del Vietnam
  • Bill Gates
  • Elon Musk
  • Eric Schmidt (Google)
  • Jeff Bezos (Amazon.com)

Wood dice:

Queste persone non sono comunisti. Non sono socialisti e non sono marxisti.

 

Sono tecnocrati. (che credono nell’ingegneria sociale)

Gli obiettivi dei tecnocrati oggi sono incorporati negli obiettivi delle Nazioni Unite sullo “sviluppo sostenibile” e fanno parte  dell’agenda del  Nuovo Ordine Mondiale, che è principalmente un sistema economico e non un sistema politico. 

Sia Spiro che il signor Wood fecero riferimento al discorso di addio del presidente Dwight Eisenhower alla fine dei suoi 8 anni in carica, il 17 gennaio 1961, dove avvertì del pericolo dei tecnocrati. Una citazione:

Oggi, l’inventore solitario che armeggia nel suo negozio è stato messo in ombra dalle task force di scienziati. Allo stesso modo, nei laboratori e nei campi di prova l’università libera, storicamente la fonte di idee libere e scoperte scientifiche, ha vissuto una rivoluzione nella conduzione della ricerca. In parte a causa dell’enorme costo della ricerca, un contratto governativo diventa praticamente un sostituto della curiosità intellettuale.

Per ogni vecchia lavagna ci sono ora centinaia di nuovi computer elettronici. La prospettiva del dominio degli studiosi della nazione sull’occupazione federale, sugli stanziamenti di progetti e sul potere del denaro è sempre presente e deve essere molto considerato.

Tuttavia, nel rispetto della ricerca scientifica e della scoperta, come dovremmo, dobbiamo anche essere attenti al pari e all’opposto pericolo che la politica pubblica e possa diventare essa stessa prigioniera di un’élite tecnologica scientifica.

Guarda il discorso completo:

 

Il signor Wood approfondisce il fatto che l’obiettivo dei tecnocrati è un sistema economico e non un sistema politico. Vogliono una “dittatura scientifica”.

 

Questa fu la forza trainante del movimento eugenetico negli Stati Uniti negli anni ’30 e ’40, e portò a imporre leggi di sterilizzazione forzata alle donne “geneticamente inferiori” che i tecnocrati non volevano continuare a sostenere. 

 

Questo è il risultato dell’ingegneria sociale da parte dei tecnocrati.

 

Lo vedo ancora oggi alle Nazioni Unite, e lo vedo ancora ogni volta che Bill Gates parla dovunque, ti guardano come bestiame guidato in una gigantesca mangiatoia in cui tutto il tuo cibo è premiscelato, e tu sei alimetato forzatamente, e ottieni la tua razione con questa cosa, o quella cosa, e vieni marchiato e vieni spinto a questo recinto e/o spinto a quell’atro recinto.

 

Questa è l’ingegneria sociale nella loro mente. Questa è solo una continuazione di ciò che succede da quasi cento anni.

A loro non importa dell’individualità della vita umana.

 

Ascolta l’intervista completa: (Nota: l’intervista originale sul canale YT di Spiro è stata vietata da YouTube. Https://youtu.be/HKdsL57SUZo)

 

https://www.bitchute.com/video/Hp1nrC5CAswn/ 

 

Patrick Wood offre alcune soluzioni. Ha fondato un sito web chiamato “Citizens for Free Speech“, in quanto crede che la prima cosa che deve andare ad abolire la Costituzione degli Stati Uniti sia abolire il Primo Emendamento, la libertà di parola.

 

Questo è già stato soppresso dai tecnocrati e dalle loro piattaforme dei social media, poiché anche i risultati di ricerca di Google ora sono orientati solo alla loro visione del mondo. Vedere:

La Ricerca di Google è il più grande strumento di lavaggio del cervello e di controllo mentale nella storia dell’umanità

Crediamo che la maschera facciale e gli ordini di allontanamento sociale siano un attacco al Primo Emendamento e che i membri della sua organizzazione  Citizens for Free Speech  indossino piccoli cartelli che assomigliano a questo per protestare indossando una maschera:

 

“Le persone vengono da noi a migliaia ogni mese.” 

 

Pubblicato su: https://www.technocracy.news/

 

************************************

 

Leggi anche:

ASSOCIAZIONE A DELINQUERE PLANETARIA CON L’ITALIA COME EPICENTRO (di Marco Santero) 

 

®wld

ATTENZIONE A TRUMP!

di:Mario Haussmann

Ricevo ogni giorno molte segnalazioni da parte di persone allarmate, che mi mettono in guardia dai più strampalati crimini che Trump ha commesso, sta commettendo o ha in mente di commettere. C’è chi mi avvisa che Trump ha in progetto di fare vaccinare tutti dall’esercito, che è un agente del NWO, che ha l’anticristo in persona come genero, che soffre di qualche malattia mentale, e chi più ne ha, più ne metta.

 

Voglio rispondere con chiarezza e una volta per tutte a tutti costoro.

 

Se avessi anche solo il minimo dubbio su Trump, sulla sua completa, granitica integrità, sul progetto di Q o sulle persone che Trump si è scelto come collaboratori, in nessun caso potrei sostenerlo senza riserve. Men che meno potrei, in coscienza, indurre altre persone a fidarsi di lui.

 

Trump (e tutto il team dei pianificatori di “The Plan” Q) ha dichiarato guerra a nientemeno che al Male del mondo, al diavolo in persona. Essi vogliono estirpare la rete funesta che avvolge il pianeta, impedendo lo sviluppo degli aspetti più positivi dell’umanità.

 

È quindi evidente che questo potere secolare del malvagio cerchi di difendersi e cerchi in ogni modo di evitare di essere sconfitto – ed essendo per antonomasia maligno, tale potere utilizza i mezzi più turpi e scellerati. Ora che il mostro rappresentato dalla cupola delle famiglie di satanisti ha ricevuto alcuni dolorosi colpi ben assestati, la sua forza scellerata è amplificata dal loro crescente panico.

 

Menzogna, intrigo, diffamazione e inganno sono sempre stati i suoi strumenti operativi e ora che la forza maligna sta per essere sconfitta dalla potenza dello svelamento della verità, essa utilizza questi mezzi con un intensità mai vista.

 

I media del mainstream appartengono alla cupola, sono controllati dal CFR e dalla massoneria, e da quando Trump è apparso in scena non fanno che scagliarli addosso tonnellate di falsità. Parti deviate dei sevizi segreti che si occupano di guerra psicologica e rinomati istituti adibiti unicamente al controllo mentale e alla fabbricazione del consenso, spargono in continuazione semi di disinformazione creati ad hoc tra i ricercatori sinceri della verità, nel tentativo di colpire la società nel punto più vulnerabile.

 

Come fare dunque a proteggersi? Sri Aurobindo ci ha dato in merito un consiglio di estrema saggezza, quando disse: «Riconosci e agisci sempre alla luce delle tue crescenti percezioni, ma non solamente di quelle del cervello discriminante. Dio parla al cuore quando la testa non riesce a intenderlo».

 

Consiglio quindi di giudicare includendo il sentimento, unendo ratio ed emotio, mente e cuore. In relazione al nostro Trump, questo significa indagare a fondo, oltre le fonti ufficiali, chi sia e che cosa stia facendo quest’uomo. Significa farsi un’idea di che cosa comporti il compito che si è prefisso e che tipo di uomo debba essere chi lo compie. Allora non è più difficile comprendere il valore delle notizie, spesso contrastanti, che ci arrivano.

 

Prendiamo per esempio i molti video che girano in internet che vogliono farci credere che Trump intenda utilizzare l’esercito per attuare vaccinazioni forzate a tappeto. Sapendo che egli ha sofferto moltissimo quando il suo terzo figlio è rimasto menomato a vita a causa di un vaccino e che in conseguenza di ciò egli è divenuto un nemico giurato della pratica vaccinale, già la notizia suona alquanto improbabile. Ma se si indaga un po’ più a fondo si scopre quali siano le reali motivazioni delle sue mosse, spesso apparentemente assurde.

 

Attorniato dal viscido potere del deep state, Trump ha sostenuto e coccolato i militari e in questo modo si è creato un nucleo di potere di fedeli, come base di partenza della sua crociata contro questo avversario straforte.

 

Mettendo in mano la questione del virus e dei vaccini agli esperti militari, egli ne ha innanzitutto sottratto il controllo a Big Pharma (Gates, Fauci & Co.). Trump sa benissimo che non sarà mai possibile avere un vaccino funzionante. Ma milioni di americani, ipnotizzati e indottrinati (come gli italiani) dalla televisione, ci credono e vogliono un vaccino. E affidando la questione ai militari, Trump guadagna tempo per arrivare a sconvolgenti rivelazioni che vaccineranno definitivamente il grande pubblico dalla più grave di tutte le malattie, dalle fandonie perpetrate dai media.

 

Infatti, se andiamo a controllare le sue parole originali, egli non ha mai detto che farà vaccinare tutti dai militari (si tratta di una menzogna colossale, creata e diffusa dai soliti), ma ha detto che i militari metteranno a disposizione di chi lo desidera un vaccino. Consideriamo inoltre che egli usa sempre un linguaggio a doppio senso, come quando parlando del “nemico invisibile” faceva credere di intendere il virus, mentre in realtà si riferiva al deep state.

 

Quindi, ovviamente, quando parla di vaccinare tutti, intende proprio questo: il processo del “Grande Risveglio” che sta iniziando proprio ora. E le colossali rivelazioni che ci attendono arriveranno proprio dai militari. In questo senso saranno loro a distribuire al popolo un vaccino che immunizzerà la nazione per sempre da ogni attentato alla democrazia: la conoscenza obiettiva dei fatti reali.

 

Sursum corda!
WWG1WGA

 

Fonte: https://www.facebook.com/mario.haussmann.5/posts/1471546543017806

*********************************************

Ti potrebbe interessare:

Tutto nel silenzio assordante dei media mainstream

®wld