Archivi tag: mondialismo

Il collettivismo sta arrivando che ci piaccia o no

globalreligion13_01_small

Maggiori informazioni su questo “incendio” …

Fuori dalle ceneri – Lo scontro di Civiltà potrebbe evocare una Religione del Nuovo Mondo  

di Daniel Taylor
dal sito web OldThinkerNews

Il Consiglio Federale delle Chiese di Rockefeller ha spinto,

  • “Governo mondiale”
  • “Sistema di denaro universale”
  • “Libertà di immigrazione in tutto il mondo”,

… nel 1942.

Il consiglio è stato detto dal Dr. William Paton, co-segretario del World Council of Churches, dicendo che,

“Il collettivismo sta arrivando, che ci piaccia o no” …

Per coloro che prestano attenzione, c’è un modello discernibile di ingegneria sociale che è diretto alle principali religioni del mondo, in particolare il cristianesimo.

Si tratta indubbiamente di una questione molto complessa, poiché esistono numerosi sistemi di credenze e opinioni sfumate su milioni di persone. Quello che sappiamo è che le guerre e le rivoluzioni finanziate dai globalisti hanno alimentato l’immigrazione clandestina e alimentato le fiamme dei conflitti in tutto il mondo.

Si può ragionevolmente dimostrare che le principali organizzazioni globaliste stanno seguendo un programma per ridisegnare le religioni del mondo utilizzando una tecnica collaudata e vera. È un processo chiamato dialettica hegeliana.

Ecco una descrizione semplificata della dialettica applicata dalle forze globaliste:

  • Tesi (problema): le religioni sono bigotte, alimentano l’intolleranza e la violenza alimentare. Gli esempi “estremi” di ciascun gruppo vengono mostrati al mondo intero.
  • Antitesi (reazione): “Non voglio essere politicamente scorretto”. Segue la dissociazione con gruppi demonizzati.
  • Sintesi (soluzione): si trova una “via di mezzo” e si forma una fede politicamente corretta sotto la bandiera del governo globale.

Lo stabilimento ha incoraggiato e piantato i semi di “estremismo” dove si adatta alle agende geopolitiche.

Le conseguenze di questa manipolazione vengono quindi indicate nella conseguente battaglia dialettica come prova di una giusta causa contro queste idee.

Un po’ di storia

Prima di andare oltre, è importante sottolineare che l’establishment ha un interesse particolare nel plasmare la religione.

Questo è vero da secoli. Lo storico storico Alexis de Tocqueville ci avvertì nel 1835 quando scrisse Democrazia in America che le chiese erano già state usurpate dalle élite del potere per il loro programma.

Scrisse,

“… i sovrani … stanno usando l’influenza dei sacerdoti e la trasformano in un loro esclusivo profitto.

Stanno trasformando il clero in funzionari e, spesso, servitori, e stanno usando il clero per raggiungere i recessi più profondi dell’anima individuale “.

Questa influenza ha continuato ai nostri tempi moderni, ma con quello che è forse un tocco più sofisticato.

La famiglia Rockefeller, con la sua vasta fortuna raccolta dal barone del petrolio John D. Rockefeller Sr., ha svolto un ruolo importante nel riformare le chiese nell’America moderna.

Non sorprende, dato il loro obiettivo a lungo termine del governo mondiale, che la famiglia Rockefeller approverebbe e sosterrà una prospettiva sociale favorevole al globalismo .

L’ uso della religione è un metodo che, agli occhi di Rockefeller, sembrava essere un mezzo promettente per raggiungere questo obiettivo.

I primi programmi come Interchurch World Movement si concentrarono sul mantenimento di relazioni armoniose tra le persone nella crescente società industriale americana.

Sforzi successivi come il Consiglio Mondiale delle Chiese si orienterebbero verso una natura globale con obiettivi che vanno oltre quello di mantenere semplicemente la stabilità di classe in America per l’eliminazione della sovranità nazionale e della governance mondiale.

Come mostrano i documenti, sono stati fatti molti tentativi per spingere le chiese cristiane a ottenere dietro programmi per la governance mondiale. Se i tentativi non sono stati avviati dai Rockefeller, è stato fornito un significativo sostegno finanziario alle organizzazioni che condividono la loro visione per il mondo.

All’indomani del sanguinoso conflitto della prima guerra mondiale, la Società delle Nazioni fu presentata come una soluzione agli orrendi problemi che il mondo aveva assistito.

Durante lo stesso periodo in cui è stata costituita la Società delle Nazioni, John D. Rockefeller Jr. ha lanciato il movimento mondiale di Interchurch nel 1919.

Rockefeller ha scritto in una lettera riguardante il movimento mondiale di Interchurch,

“Non conosco nessuna assicurazione migliore per un uomo d’affari per la sicurezza dei suoi investimenti, la prosperità del paese e la stabilità futura del nostro governo di quanto questo movimento possa offrire …”

Harry Emerson Fosdick era il fratello dell’avvocato fidato di John D. Rockefeller, Raymond B. Fosdick. Era profondamente coinvolto con il movimento mondiale di Interchurch.

Harry era molto vicino alla famiglia Rockefeller e ai suoi meccanismi interiori, mentre serviva nel consiglio della Fondazione Rockefeller durante la seconda guerra mondiale. La chiesa Riverside di New York, dove Fosdick prestò servizio come pastore dal 1926 al 1946, fu costruita con denaro donato da John D. Rockefeller Jr.

È interessante notare che Fosdick riteneva che in futuro una federazione del mondo sarebbe stata creata da un singolo uomo.

Fosdick scrive,

“Un giorno, prevedo, un uomo sorgerà con le sue mani una federazione del mondo sarà così efficace, e le guerre così si fermano così, che il suo nome andrà giù attraverso i secoli associati a quella grande conquista, come il nome di Copernico è con la nuova astronomia, o Lincoln con la conservazione della nostra unione.

Quell’uomo verrà. Un giorno sorgerà.”

Proprio mentre il Movimento Interchurch Mondiale veniva presentato alle chiese come soluzione ai problemi che affliggono il mondo dopo la prima guerra mondiale, il Consiglio Federale delle Chiese presentò la propria soluzione all’inizio del 1940 per un programma “per una pace giusta e duratura “alla fine della seconda guerra mondiale.

Non sorprende che il Consiglio federale delle chiese – che è stato fuso con il Consiglio nazionale delle chiese nel 1950 – abbia ricevuto finanziamenti significativi da John D. Rockefeller Jr.

Come riportato da Time nel 1942, il Consiglio federale delle chiese guidò un programma per il governo mondiale.

Il consiglio è stato detto dal Dr. William Paton, co-segretario del Consiglio Mondiale delle Chiese che,

“Il collettivismo sta arrivando, che ci piaccia o no”.

Il consiglio ha affermato,

“… dobbiamo cercare di … creare un’opinione pubblica che assicuri che gli Stati Uniti giochino la loro parte piena ed essenziale nella creazione di un modo morale di vivere internazionale”.

Come riportato, il progetto mirava a creare, tra le altre cose,

  • “un governo mondiale con poteri delegati”
  • “una banca internazionale”
  • “Completo abbandono dell’isolazionismo americano”    

Le Guerre di Dio

Uno dei fattori trainanti delle moderne “guerre di Dio” è la guerra globale al terrorismo lanciata dopo l’11 settembre.

L’attacco terroristico dell’11 settembre 2001 all’America ha colpito tutti gli aspetti della società, incluse le chiese.

Come scrive Bryan Appleyard nel New Statesman,

“Per me, gli eventi dell’11 settembre sono stati certamente un catalizzatore, il nuovo ingrediente che ha trasformato il mix già frizzante di sentimenti anti-religiosi in un intruglio esplosivo”.

All’inizio della guerra al terrorismo, ci è stato detto che la maggior parte degli attacchi terroristici di alto profilo sono stati effettuati da estremisti islamici . Ciò che non è stato detto, tuttavia, è che questi individui e gruppi hanno avuto l’aiuto esterno delle fazioni globaliste.

In realtà, le radici molto ideologiche di alcuni gruppi terroristici possono essere ricondotte alla letteratura che gli Stati Uniti hanno fornito ai bambini delle scuole afghane durante la Guerra Fredda.

Come riportato dal Washington Post nel 2002,

“Nel crepuscolo della Guerra Fredda, gli Stati Uniti spesero milioni di dollari per rifornire gli scolari afgani di libri di testo pieni di immagini violente e di insegnamenti islamici militanti …”

Guarda questo filmato come Zbigniew Brzezinski, che funge da consigliere per la sicurezza nazionale, parla ad un gruppo di combattenti Mujihadeen nel 1979:

“Un diverso tipo di religione”

In un articolo del 2012 pubblicato da Christian Post , la ricerca dei politologi dell’Università di Harvard dimostra ulteriormente che sta avvenendo un cambiamento fondamentale nella fede dell’America.

A causa dell’associazione del partito repubblicano e del suo “bigottismo” insieme al suo “cristianesimo”, i giovani si stanno allontanando dalla fede cristiana.

A sua volta, questo gruppo è paragonato a un “mercato inutilizzato” che potrebbe essere influenzato da un “diverso tipo di religione”.

“La ragione per cui questo è importante per il clero è che queste non sono persone che si perdono completamente nella religione.

È quasi come se fossero un collegio elettorale inesplorato, o un mercato non sfruttato, che potrebbe essere riportato a un diverso tipo di religione, o una religione che pensavano fosse spogliata della politica, sosteneva Campbell “

Mentre la Chiesa di Satana si schiera apertamente con l’estrema sinistra politica in America, sempre più americani si identificano come non aventi religione nei sondaggi.

Quasi la metà dei pastori in America ha paura di parlare di questioni morali o sociali per paura di offendere la persona sbagliata.

Il co-fondatore del Tempio di Satana Lucien Greaves ha recentemente dichiarato

“A questo punto sembra esserci una comprensione intrinseca e intuitiva di ciò che Satana può significare in un contesto eroico …”

Greaves afferma che i nazionalisti cristiani stanno minando,

“democrazia liberale” “asportando i diritti riproduttivi delle persone”.

La chiesa cristiana si sta dividendo per il sostegno alla politica LGBT. Lo scontro è qui …

Lo stato del globo e le ideologie che lo guideranno nel futuro dipenderanno dalle tue scelte e azioni in questo momento.

Fonte: https://www.bibliotecapleyades.net

®wld

Percepire la disparità

 

Sta arrivando, ma nessuno vi dice cosa

di Massimo Bordin  

I segnali ci sono tutti: dazi doganali, immigrazione sevaggia, minacce Usa in precise aree del pianeta. Nessuno può sapere cosa accadrà di preciso, perchè il futuro non si può prevedere, ma siccome gli indizi per una crisi epocale ci sono, non possiamo non tenerne conto. E questi segnali ci sono ora, non sono frutto della suggestione catastrofista. Seza citare tutto, nell’elenco metterei l’ambiguità del fenomeno Greta Thunberg, la denatalità europea, la burocratizzazione esasperata, l’assalto politico-militare ai paesi con risorse naturali, come il Venezuela e l’Iran, l’inasprimento della politica protezionistica americana mentre leader russi e cinesi girano come trottole in un’estenuante attività diplomatica.

Insomma, c’è una certa puzza di morte nell’aria, ma nessuno sa se finirà così male, oppure se si tratta solo di percezione catastrofista. Non sempre dove c’è il fumo c’è l’arrosto, però fingere di non sentire l’odore e di non vedere il fumo è una colpa grave. Imperdonabile, poi, se a fare finta di nulla è l’informazione ufficiale.

Perchè avvengono fatti così inediti in così poco tempo?

L’ipotesi più convincente è che la disparità delle risorse disponibili non sia molto diversa che in passato, ma con la differenza che ora tutti gli abitanti del pianeta la percepiscono come tale.

La popolazione mondiale, secondo le stime, ha raggiunto i 7,7 miliardi di persone, ed è destinata a crescere fino a 9,2 miliardi entro il 2050. Dentro questo oceano di uomini e donne, solo 850 milioni godono di una situazione accettabile in termini di welfare, alimentazione, opportunità occupazionali, istruzione e sanità. E gli altri 7 miliardi?

No, tutti gli esclusi, che sono la stragrande maggioranza, vivono in una situazione di sostanziale indigenza, solo che, rispetto ai “miserabili” del passato, oggi loro ne hanno piena consapevolezza e coscienza. Quanto potrà durare questa situazione? Per quanto tempo 7 miliardi di persone continueranno ad accettare che poco più di 800 milioni di loro simili producano e consumino il 90 per cento dei beni del pianeta?

In un intervento effettuato durante l’incontro “Fuori dagli Equivoci” lo scorso 8 marzo a Torino, il giornalista Giulietto Chiesa ha riportato un aneddoto riferito al documentarista americano Douglas Ruskoff.

Poco tempo fa un’associazione di miliardari americani ha chiesto a Rushkoff, noto nei media americani per essere un analista futurologo, di fornire loro una consulenza privata in cambio di un compenso incredibilmente generoso. Giunto all’appuntamento, lo hanno acccompagnato in una saletta con solo 5 persone presenti.

Per una cifra vertiginosa, i 5 “eletti” potevano fare domande a Rushkoff su qualsiasi argomento. “Già mi aspettavo – riferisce dunque l’analista – che mi avrebbero chiesto dove investire i loro soldi in futuro. E invece…”

Cosa chiedevano?

“Lei cosa pensa che succederà quando il denaro non varrà più nulla? Come dovremo pagare le nostre guardie del corpo?”

“Ci siamo già costruiti un bunker sotterraneo per le famiglie in grado di resistere diversi mesi, ma che ne farò delle mie guardie del corpo? Anche loro vorranno sopravvivere con le loro famiglie: cosa possiamo escogitare per far si che non ci uccidano?”

Il tono e gli argomenti delle domande fatte al famoso futurologo erano tutte di questo tipo. I ricconi in questione non appartengono a quelle elites che decidono le sorti del pianeta, ma a quanto pare la loro preoccupazione è così forte, le informazioni o le sensazioni che possiedono sono molto preoccupate e preoccupanti. Costoro sanno davvero qualcosa, oppure sono solamente paranoici?

Se i rapporti internazionali raccontati dai media sono sempre più tesi, perchè non dovremo essere preoccupati anche noi?

Fonte: http://micidial.it/

  

Un ricercatore avverte: La nostra civiltà si dirige verso il crollo 

by Ancient Code

Secondo uno storico matematico, la nostra civiltà si sta dirigendo verso un crollo. Lo studioso predice che il “tumulto politico” sarà il picco nel 2020.

Secondo Peter Turchin, dell’Università del Connecticut, utilizzando una semplice equazione possiamo predire l’ascesa e la caduta di tutte le civiltà, e la nostra a breve potrebbe cadere.

Se i calcoli del professor Turchin sono dimostrati giusti, il nostro pianeta sarà soggetto per anni, se non decenni, a disordini politici che potrebbero addirittura avere il picco nel prossimo secolo.

Il professor Turchin, specializzato in ecologia e matematica, ha condotto lo sviluppo di un soggetto interdisciplinare chiamato “cliodynamics”.

il professor Turchin dice: “La cliodynamics è una nuova” disciplina transdisciplinare “che tratta la storia come solo un’altra scienza.”

Il professor Turchin iniziò a usare la matematica per predire l’attività umana da circa 1500 A.E.V. a 1500 E.V.

Circa tre anni fa, il professor Turchin ha usato modelli simili per prevedere il futuro.

La mia ricerca ha dimostrato che circa 40 indicatori sociali apparentemente disparati (ma, secondo cliodynamics, correlati) hanno sperimentato punti di svolta durante gli anni settanta. Storicamente, tali sviluppi sono serviti come indicatori principali di turbolenze politiche. Il mio modello ha indicato che l’instabilità sociale e la violenza politica raggiungerebbe il picco nel 2020s.

Inoltre, il professor Turchin afferma che:

Le elezioni presidenziali che abbiamo sperimentato, purtroppo, confermano questa previsione. Ci sembra di essere ben in pista per il picco di instabilità del 2020s. E anche se l’elezione è finita, le profonde forze strutturali che ci hanno portato l’attuale crisi politica non sono andate via. Se non altro, le tendenze negative sembrano accelerare.

Tuttavia, il professor Turchin avverte che non è noto quando questo picco potrebbe verificarsi e che la sua teoria non prevede eventi, ma le tendenze.

Il professor Turchin afferma che il tumulto sarebbe stato avviato dal processo di “sovrapproduzione d’élite” in cui il numero di persone ricche e d’élite nella società cresce, e si allontanano sempre più da quelli più poveri.

“Non ha pronosticato che Donald Trump sarebbe diventato il presidente americano nel 2016. Ma ha fatto prevedere l’aumento dell’instabilità sociale e politica. E, a meno che non si sia fatto qualcosa, l’instabilità continuerà a salire”.

Tuttavia, il professor Turchin afferma che la sua teoria potrebbe effettivamente rivelarsi vantaggiosa, e può aiutarci a evitare e sfuggire a questo triste destino monitorando attentamente le tendenze ed evitandole prima che siano in grado di causare problemi alla società.

“La discesa non è inevitabile,” continuò. La nostra è la prima società che può percepire come queste forze operano, anche se debolmente. Ciò significa che possiamo evitare il peggio-forse passando a una pista meno straziante, forse riprogettando completamente le montagne russe.”

È interessante notare che uno studio non correlato della NASA ha scoperto che le antiche civiltà avanzate che esistevano sulla terra migliaia di anni fa erano suscettibili al collasso come sta succedendo oggi.

Se guardiamo indietro nella storia 3000 – 5000 anni, troveremo un record storico che ci mostra chiaramente come le civiltà avanzate e sofisticate erano altrettanto suscettibili al collasso come lo siamo oggi.

Mentre gli stili di vita erano molto diversi nel lontano passato di quello che sono oggi, si scopre che c’è un modello continuo incrostato nell’umanità che solleva numerose domande sulla nostra sostenibilità come una civiltà che alla fine sfida la nostra capacità di rimanere ‘a galla’ come una società complessa e la cultura.

Se guardiamo indietro nel tempo nel corso di 10.000 anni, scopriremo che numerose civiltà avanzate che precedettero la civiltà Inca, Olmeca e egiziana esistevano sulla terra che misteriosamente scomparvero senza lasciare traccia.

Fonte: https://www.ancient-code.com/

Articolo attinente: Realtà fisiche: il costo dell’ignoranza  

®wld

Almanacco di febbraio 2019

 

Chi comanda davvero in Italia?

Di Massimo Bordin

Fa sempre una certa impressione scoprire che la maggior parte delle persone ignora che il potere non è più in mano della politica da almeno 50 anni. Alla televisione mantengono un alto gradimento i talk show dedicati alla politica e sui social rivoluzionari da tastiera i cyberutenti si massacrano a colpi di destra e sinistra, bianchi e neri, guelfi e ghibellini anche se sono categorie ormai svuotate completamente del loro significato e, come tali, inutilizzabili.

Eppure le informazioni sul vero potere ci sono. E sono abbondanti. E sono imbarazzanti, persino.

Visto che però la cosa passa in modo a quanto pare ancora confuso, proviamo a stilare un elenco dei veri poteri in Italia, senza tirare troppo in ballo Trilaterale e gruppo Bildelberg, che puzzano di complottismo. Continua QUI

***********************************

LA FABBRICA DI MIGRANTI CHE SALVINI NON TOCCHERA’ MAI (complici, killer, Bertrand Russell, Wikileaks).

Di Paolo Barnard

Il tasso di natalità africano è una macchina di disperazione e di morte di proporzioni infernali.

Non esiste guerra, sfruttamento neo-coloniale, franco CFA, o malapolitica africana che gli possa stare vicino come causa nella monumentale tragedia della loro povertà oggi. Oggi il vero anti-razzista e umanitarista deve guardare in faccia l’africano e l’africana e dirgli di smetterla di figliare come pazzi, e che, se continuano, allora che si prendano ampie responsabilità per disperazione, fuga e morte laggiù. Basta con la mentalità, quella sì razzista, che “ma poveracci non sanno… le donne non possono… vanno educati…”. No, non sono dei minorati incivili, sono come noi, hanno responsabilità e possono prendersele. Poi certo, non l’unica responsabilità, e nessun lettore qui usi queste righe per dire “ecco, cazzi loro, se lo meritano il barcone”.Continua QUI

***********************************

C’è qualcosa di terribilmente sbagliato nella Medicina Occidentale

Il New York Post ha pubblicato:

“Secondo una nuova ricerca la depressione dei medici sta diventando un problema enorme: quasi la metà di tutti i medici si sente completamente esaurita, al punto che un dottore su sette ha contemplato il suicidio.

Il rapportoannuale di Medscape, pubblicato a gennaio 2019, rileva che in media il 44% dei medici professionisti si sente stressato a tal punto che ha considerato di abbandonare completamente il settore.”

Wired Magazine ha scritto:

“Non è un segreto che l’industria farmaceutica eserciti una grande influenza sui medici che prescrivono antidolorifici, ma i dati al riguardo stanno notevolmente aumentando ed è costata la vita a parecchie migliaia di persone.

Questa settimana sono arrivate delle news riguardo una famiglia che possedeva un’importante azienda farmaceutica e che trascorse i primi anni del 2000 a ingannare medici e pazienti sui pericoli dell’ossicodone.

Quella promozione aggressiva fece in modo che quell’antidolorifico contribuì ad alimentare la crisi degli oppioidi che uccise oltre 40.000 americani nel 2017.”

Un omicidio di massa attraverso il terrorismo farmaceutico e medico.

ChrisMartenson descrive il mondo della medicina come quello della finanza, dell’economia e della politica.

“Le nostre vite ora sono piene di fantasie, frodi e finzioni facilmente confutabili, che ci vengono trasmesse attraverso i media da quelle istituzioni con dei piani deliberati per far scaturire dei risultati specifici.

Quelli di noi con una mentalità pragmatica e la capacità di ricordare la storia (anche quella abbastanza recente), spesso si ritrovano letteralmente a bocca aperta contro gli ovvi inganni che vengono imposti a quello che sembra essere un pubblico incredibilmente credulone.”

Teodrose Fikre ha scritto:

“Coloro che insistono nel dire la verità hanno sempre dovuto portare un fardello molto pesante.

Coloro che osarono sfidare la saggezza convenzionale e resistere all’ortodossia dell’establishment vennero etichettati come eretici ed emarginati, e furono brutalmente repressi nel corso della storia umana.

Tuttavia, nell’era dell’informazione, dove le élite dominanti temono la stampa nemica, le tattiche draconiane utilizzate in passato per zittire i dissenzienti si sono evolute e hanno assunto forme più velate di intimidazione.” Continua QUI

***********************************

 

Crimini di Big Pharma contro l’umanità – Processo di Norimberga

Dopo la seconda guerra mondiale, decine di criminali di guerra nazisti furono processati dagli alleati nel Palazzo di Giustizia della città di Norimberga, luogo di nascita del partito nazista.

Gli imputati non facevano parte solo dell’esercito, ma anche del settore medico, giudiziario, amministrativo e industriale della macchina da guerra tedesca.

Tra gli industriali accusati di crimini contro l’umanità c’erano 24 dirigenti della IG Farben, un’organizzazione senza la quale, secondo il procuratore capo degli Stati Uniti Telford Taylor, la Seconda Guerra Mondiale non sarebbe stata possibile.

Nel 1925, l’Associazione di Interesse Comune IG Farben (Interessengemeinschaft Farben) divenne un potente cartello di aziende chimiche e farmaceutiche tedesche come la Bayer (la produttrice dell’aspirina), la BASF, l’AGFA e la Hoechst (ora nota come Aventis).

Nel 1933 il gruppo IG Farben era diventato la più grande azienda chimica e farmaceutica al mondo e persino oggi, sebbene abbia cambiato nome, le sue società rimangono le multinazionali più potenti del pianeta per quanto riguarda i prodotti farmaceutici, chimici e agro-chimici.

Per lo sforzo bellico nazista, il cartello della IG Farben è stato fondamentale per la fornitura di carburante sintetico, gomma e altri prodotti chimici. Fabbricò anche lo Zyklon-B, il gas nervino usato per uccidere milioni di persone nei campi di concentramento di Auschwitz, Birkenau e altrove.

Il cartello, in seguito noto con il nome de ‘I Chimici del Diavolo’, usava contro la loro volontà i prigionieri dei campi di concentramento come schiavi e cavie per testare prodotti chimici, prodotti farmaceutici e vaccini. Decine di migliaia di persone morirono e quelle che si ammalarono a tal punto da non essere più utilizzabili, furono assassinate nelle camere a gas.

La IG Farben lavorò a stretto contatto con il regime nazista e le SS. Si trattò forse della dinamica più importante nella guida della macchina da guerra nazista; arrivò a donare circa 80 milioni di marchi in cambio delle industrie chimiche, farmaceutiche e petrolchimiche sequestrate nei paesi occupati.

Tuttavia non avrebbero mai potuto ottenere una tale posizione di potere senza gli enormi investimenti da parte di John D. Rockefeller e della sua Standard Oil Company.

Insieme a Rockefeller crearono una società chiamata Standard IG Farben.

Sebbene sapesse che sarebbero stati utilizzati per scopi bellici, nel 1938 Rockefeller fu in grado di organizzare una spedizione di 500 tonnellate di piombo tetraetile per la IG Farben, necessario per il carburante degli aerei della Luftwaffe. Sorprendentemente e con la guerra che stava per scoppiare, l’anno successivo fornì loro fino a 20 milioni di dollari in piombo tetraetile, che permise a Hitler di iniziare la guerra attaccando la Polonia e la Francia. Continua QUI

***********************************

5G è “L’idea stupida nella storia del mondo” – Biochimica dello stato di Washington / Professore di scienze mediche 

In breve

  • I fatti: Martin L. Pall, PhD e professore emerito di biochimica e scienze mediche di base presso la Washington State University delinea in un nuovo rapporto i numerosi rischi per la salute associati alla tecnologia 5G e alle radiazioni wireless in generale.
  • Riflettere su: Il 5G sta guadagnando attenzione e potrebbe renderci un po ‘timorosi degli effetti, ma dobbiamo osservare questa paura e riportare le cose alla consapevolezza del problema in modo da poter fare scelte migliori, ma non avere paura. Controlla il nostro Protocollo CE per questo.

Siamo nel bel mezzo di un lancio della tecnologia wireless 5G e i politici devono ancora affrontare i problemi di sicurezza . Recentemente ho usato il primo ministro canadese Justin Trudeau come esempio, ma sta accadendo in tutto il mondo. È uno dei tanti esempi che illustra come le grandi corporazioni controllano completamente la politica. Di recente ho anche scritto su Robert F. Kennedy spiegando come è nato, e come sono stati in grado di compromettere completamente il governo, i grandi media e le nostre agenzie federali che dovrebbero proteggerci e informarci.

Continua in lingua inglese QUI

*********************************** 

Rh Negativo: l’antica linea di sangue dei Nephilim?

È possibile che, come alcuni ricercatori suggeriscono, Rhesus Negative sia collegato all’Antica Linea di Sangue dei Nephilim?

Per quanto possano sembrare controversi, ci sono numerosi ricercatori che credono fermamente che il gruppo sanguigno Rhesus Negative sia tanto enigmatico e misterioso quanto più si possa e possa essere collegato più alle stelle di quanto chiunque pensi.

Ci sono quelli che si oppongono fermamente alla teoria secondo cui le persone con sangue Rh negativo potrebbero appartenere ai Nephilim, una razza parallela della specie umana.

Tuttavia, secondo una serie di teorie, non è improbabile

Nuove teorie propongono questo enigmatico e un po ‘raro gruppo sanguigno può indicare tratti non umani nel corredo genetico, basandosi fondamentalmente sul fatto che il sangue Rh negativo è in qualche modo diverso dal DNA convenzionale trovato nell’homo sapiens.

Il Nephilim in ebraico è tradotto “cadere” ed è interpretato da molti come “gli angeli caduti” a causa di menzioni nei testi antichi. È interessante notare che la Bibbia, il Tamid e il Corano si riferiscono ai Nephilim come agli “angeli caduti” o alla discendenza degli dei.Continua in lingua inglese QUI

***********************************

 

Geoingegneria Guarda il Global Alert News, 16 febbraio 2019, n. 184

I cambiamenti della Terra che si stanno svolgendo e la velocità con cui si stanno svolgendo, non hanno precedenti nella storia del nostro pianeta. Man mano che si perde il precedente equilibrio della biosfera, le reazioni a catena e gli anelli di retroazione stanno accelerando. Anche ora ci sono molti che negano la mano dell’uomo in tutto ciò che sta accadendo. Anche adesso ce ne sono così tanti che negano che i governi e le forze armate stiano cercando di giocare a Dio con il tempo e il clima. La cieca cecità e il diniego continuano a dominare la giornata nonostante il fatto che le operazioni di ingegneria climatica possono essere viste costantemente nei cieli di tutto il mondo. Il colpo di frusta invernale è la carta che gli ingegneri del clima stanno giocando in tutto il mondo. Se c’è un rivestimento d’argento per il sempre peggioramento del tempo distruttivo, è il fatto che le persone stanno finalmente iniziando a svegliarsi con il problema della geoingegneria a causa di esso. L’ultima puntata di Global Alert News è qui sotto.

https://youtu.be/c53mA2dBLx8

Continua in lingua inglese QUI 

***********************************

 

Il telefono Motorola 5G limita l’esposizione alle radiazioni – Forse perché Big Telecom non può dimostrare che il 5G è sicuro e l’assicurazione non coprirà i loro prodotti

di BNFrank

Non posso essere l’unico a pensare che questo nuovo telefono Motorola 5G con sensori di spegnimento per proteggerti dall’eccessiva esposizione alle radiazioni 5G suona molto simile all’introduzione della sigaretta leggera da Big Tobacco. Dopotutto:

  1. L’industria delle telecomunicazioni ha dichiarato di nonpoter dimostrare che 5G NON ​​è dannoso.
  2. La Federal Communications Commission (FCC) è oggettodi indagine per collusione relativa alla legislazionefederale 5G che ha eliminatoil controllo locale sull’installazione di tecnologie 5G non sicure.
  3. C’è molta ricerca che GIÀ PROVVEDE che tutte le fonti di radiazione cellulare e wireless WiFi – e in particolare5G – sono dannose.
  4. Le compagnie di assicurazione nonfanno più affari con Big Telecom : è troppo rischioso.

Continua in lingua inglese QUI

®wld 

La Venuta del Quinto Mondo

globalreligion10_01_small

La Crociata che porterà a una sola religione mondiale

di Rosanne Lindsay  13 Novembre 2018 dal sito web NatureOfHealing traduzione di Claudiordali  Versione originale in inglese

Come naturopata, preferisco di gran lunga scrivere sulla salute fisica.

È molto più facile fermarsi alle prime apparenze, tuttavia, il tasso delle malattie epidemiche mostra anche lo stato malato dell’umanità. Come Dentro Così Fuori. Dopo tutto, i guaritori olistici riconoscono che tutte le malattie fisiche iniziano dall’interno.

Identifichiamo la causa osservando i segni visibili nei nostri corpi e nel nostro ambiente. Quando mi sono seduta per scriverla, mi sono resa conto che la seguente storia è più lunga di quanto mi aspettassi. Quindi, mettetevi comodi. La verità è più strana della finzione. Stiamo per unire alcuni puntini.

I segni della Religione Globale vengono mostrati all’umanità attraverso didascalie, eventi e discorsi da parte di quei leader mondiali che predicano l’uniformità facendola passare per unità. L’uniformità nel nome dell’unità è la premessa fondamentale della religione mondiale.

Le calamità, le frontiere deboli e i crolli di mercato sono gli eventi programmati per aprire la strada all’uniformità, che appare sotto forma di una razza senza genere, cittadini schiavi, paesi senza frontiere e il culto di un dio minore sotto una sola religione.

Dalle crociate cristiane alle crociate New Age, l’obiettivo che Tutto deve essere Mondiale risale alla massoneria e a Babilonia.

L’umanità è stata testata. La sfida è come separare la verità dalle bugie per sapere perché, come e quando avverrà la trasformazione in modo che potremo preparare e “ripulire le nostre azioni individuali”.

Se riuscissimo a trovare la verità in mezzo alle bugie, potremmo salvare l’anima dell’umanità. Una storia epica, se mai ce ne fosse stata una.

Le Crociate New Age

Le Crociate New Age non sono delle marce a cavallo, ma degli eventi ambigui. Nel 2016, il Festival Mekudeshet si è svolto nella Città Santa di Gerusalemme.

Si è trattato di un incontro spirituale per “creare una nuova realtà… e ridefinire la religione.”

Lo scopo dell’evento fu quello di creare,

“una sola casa per le tre principali religioni del mondo, in modo da per sfruttare gli antichi poteri della città per ispirare gli artisti, i musicisti e i personaggi culturali di tutto il mondo, a ridefinire la loro arte e le loro tradizioni e a mettersi insieme durante i tempi difficili.”

Non stiamo forse attraversando dei tempi difficili? Le persone non stanno cercando di ottenere una guida dai leader religiosi?

Negli anni ’90, padre Guy Consolmagno, gesuita, astronomo esperto e curatore della collezione di meteoriti del papa, ha affermato che non c’è conflitto tra la scienza e la religione e che entrambi le discipline possono completarsi a vicenda … che è qualcosa che va contro molte opinioni religiose.

globalreligion10_02_small

Secondo un articolo di Newsweek del 2010, sotto Papa Benedetto XVI, padre Consolmagno fece un intervento al British Science Festival, dicendo che avrebbe battezzato gli alieni, “se glielo avessero chiesto.”

Nel 2014, durante la sua omelia, anche papa Francesco disse che avrebbe battezzato gli alieni!

Secondo un articolo del 2015 dell’Huffington Post, il reverendo José Gabriel Funes, l’astronomo che dirige l’osservatorio Vaticano, affermò di essere aperto alla possibilità di una vita extraterrestre, ma non aperto a un Gesù alieno.

Nel 2016, con un videomessaggio, Papa Francesco invitò le masse a conformarsi.

Disse che,

“In mezzo a questa folla, in mezzo a questa gamma di religioni, c’è solo una certezza che vale per ognuno di noi: siamo tutti figli di Dio.”

Di quale dio sta parlando il Papa?

Se la Chiesa crede che gli alieni stiano arrivando per salvare l’umanità e Gesù NON è un alieno, allora sta forse insinuando che il Dio della Bibbia è un dio alieno?

L’Agenda “Aliena” 

Perché la chiesa cattolica sta cercando di dare informazioni sugli extraterrestri?

Si tratta forse di un tentativo per distrarre la gente dallo scandalo mondiale dei preti pedofili, o per ignorare la sanguinosa storia della religione? Oppure, fa parte del Grande Inganno per creare e diffondere paura?

La gerarchia papale, come fa a sapere che gli alieni accetterebbero di essere battezzati? Perché affermano di sapere che gli alieni possano esistere e che Gesù ‘non’ è sicuramente un alieno?

Si tratta forse dell’agenda aliena che ci vuole confondere? Oppure, vogliono incoraggiare i popoli di tutte le religioni ad allontanarsi dal messaggio di Cristo, il messaggio che dice che il regno di Dio è dentro di noi?

Quando il fisico Stephen Hawking era ancora in vita, faceva parte della Pontificia Accademia delle Scienze, un gruppo che teneva aggiornati i cardinali anziani e il papa con gli ultimi sviluppi scientifici.

Hawking riteneva che le leggi della fisica potevano eliminare il bisogno di Dio. Contribuì a spianare la strada alla Tecnocrazia e al Transumanesimo, dove la scienza è dio.  

Non si può provare che Dio non esiste, ma la scienza è in grado di renderlo non necessario. Le leggi della fisica possono spiegare l’universo senza bisogno che ci sia un creatore.
Stephen Hawking 

Nel 1974, Stephen Hawking venne iniziato, come uno dei membri più giovani, alla Royal Society, un’istituzione con un retaggio massonico, piuttosto che scientifico.

Traete le vostre conclusioni.

Il fenomeno alieno è un tema comune nelle alte sfere della scienza e della religione. Può essere che Babilonia stia risorgendo dalle ceneri per conquistare tutte le religioni con un’Unica Religione Mondiale?

Date un’occhiata al nome del telescopio del Vaticano, che viene usato per cercare la vita aliena.

La LUCIFER Connection

Il Vaticano ha pesantemente investito nello spazio. Possiede un Telescopio Tecnologicamente Avanzato (VATT), accanto all’Università dell’Arizona, chiamato LUCIFER (Large Binocular Telescope Near Infrared Utility).

Nel 2010, Popular Science riferì di un telescopio che osserva gli oggetti celesti e il cielo.

Proprio così, il Vaticano ha un osservatorio in Arizona, presidiato da astronomi gesuiti, il cui telescopio si chiama con il nome del Diavolo.

globalreligion10_03.jpg

Il VATT, sulla sinistra, come lo si vede  dalla terrazza del vicino LBT. (Credito: Andromeda321/Wikimedia Commons) 

Secondo Ecumenical News, gli autori del libro ‘Exo-Vaticana – Petrus Romanus, Project LUCIFER e il sorprendente piano del Vaticano per la venuta di un salvatore alieno‘ (Exo-Vaticana – Petrus Romanus, Project LUCIFER, and the Vatican’s astonishing plan for the arrival of an alien savior), affermano che gli astronomi vaticani stanno utilizzando sia il VATT che il Grande Telescopio Binoculare LUCIFER per cercare il ‘salvatore alieno’.

Padre Guy Consolmagno, l’astronomo papale, senza scuse affermò che,

“molto presto le nazioni del mondo guarderanno agli alieni per cercare la loro salvezza.”

globalreligion10_04

Gli sforzi di Papa Francesco per realizzare una nuova religione mondiale, in cui tutte le religioni, le sette e le denominazioni si riuniranno in una sola, fa sì che alcuni lo identifichino come un Falso Profeta.

  • Perché il Vaticano studia i cieli dal 1582, se non per cercar di trovare qualcosa di splendente e folgorante?
  • Il telescopio più avanzato al mondo sta rintracciando un nemico o un amico?
  • Dove è andato a finire il Dio dentro a ognuno di noi?
  • Oppure, il nemico dentro a ognuno di noi?

La seguente Profezia di Nostradamus:

II Centuria, Quartina 43

Durante la comparsa della stella barbuta

I tre grandi principi diventeranno nemici

Colpita dal cielo, la pace sulla terra trema,
Il Po e il Tevere traboccano, il serpente giace sulla costa.

Le stelle e i pianeti sono le divinità pagane che il Vaticano adora da sempre? La conquista del potere religioso, profetizzata da Nostradamus cinquecento anni fa, si trattò del tradimento del cristianesimo?

                    VI Centuria, Quartina 6

La stella barbuta comparirà da Nord

Non lontano dal Cancro:
Susa, Siena, la Beozia, l’Eretria,
Roma la grande moriranno, la notte è finita.

L’Invasione della Terra

   globalreligion10_05.jpg

Diamo ascolto a Naughty Beaver che condivide la disclosure del Vaticano.

Ascoltare la spiegazione di come le profezie di Nostradamus confermino quelle bibliche, significa ricevere una tempistica riguardo a che cosa stia emergendo, quando e come. È scritto nelle stelle che papa Francesco fornirà delle rivelazioni sugli alieni.

Il Vaticano rinnegherà Cristo tre volte.

L’invasione della Terra avverrà nel 2021 durante lo spostamento dei poli magnetici, quando gli scudi terrestri si abbasseranno e quando,

“si preparerà una grande guerra nei cieli”.

Una guerra nello spazio potrebbe voler dire che gli esseri benevoli saranno presenti nei nostri cieli per assistere l’ascensione dell’umanità.

Durante questo periodo, il prossimo Papa (nero) sarà sacrificato e sostituito da un essere androgino – Satana (la figura sopra) che verrà sulla Terra quando i poli magnetici si invertiranno. 

Satana (o Lucifero), sotto le sembianze di un alieno, sarà visto come “il salvatore” che impedirà la terza guerra mondiale. 

Come Sopra Così Sotto.

Tutto converge nello stesso momento.

Dopodiché, nel 2024, i poli si invertiranno veramente, causando la quasi completa distruzione della Terra, incluso il Vaticano. Una volta che i poli saranno invertititi, si richiuderanno gli scudi, impedendo agli “alieni” di andarsene per 3 anni.

Satana battezzerà gli “alieni” che cercheranno di dominare la Terra e creare una sola religione mondiale.

Infine avverrà la Mietitura

Vi sembra surreale? 

L’agenda aliena è il progetto gesuita che promuove quello transumanista (A.I.) e quello transgender. La scopo? Impedire agli umani di evolvere verso una dimensione superiore. Che ci crediate o no, gli umani sono una minaccia per quel gruppo di esseri provenienti da dimensioni superiori e conosciuti come Anunnaki.

La buona notizia è che Dio è “onnipotente”.

La conseguenza dell’inversione dei poli porrà fine all’agenda aliena, resetterà la Terra e l’umanità sarà di nuovo in carreggiata, anche se la maggior parte degli esseri umani subirà alcune battute d’arresto. Leggete il mio precedente articolo ‘Il Futuro dell’Umanità – Prove, Profezie e Spostamento dei Poli‘.

L’insediamento dell’anti-Cristo, sarà il Grande Inganno perpetrato dalla Chiesa Gesuita Massonica Romana Cattolica?

Apocalisse 12: 9 (LND)

Così il gran dragone, il serpente antico, che è chiamato diavolo e Satana, che seduce tutto il mondo, fu gettato sulla terra; con lui furono gettati anche i suoi angeli.

Profezie di Madre Shipton

Le maree saliranno oltre ogni comprensione. Divoreranno le coste e poi le montagne inizieranno a ruggire e i terremoti divideranno la pianura in due parti …

Chi sopravvivrà a questo (illeggibile), darà inizio alla nuova razza umana. Ma non sulla terra che già c’è, bensì sui letti spogli, asciutti e desolati degli oceani. I sopravvissuti inizieranno una nuova civiltà, non sulle terre che furono avvelenate dalle guerre e dalle radiazioni nucleari, ma su terre che sorgeranno dal mare dopo la grande tribolazione.

I leader della chiesa hanno ingannato il popolo…

globalreligion10_06.jpg Per ulteriori informazioni cliccate QUI… 

La dottrina cristiana enfatizza la sottomissione e insegna ai fedeli di seguire come pecore e “diventare come dei piccoli fanciulli” (Matteo 18: 3).

I governi trattano le persone come fossero di proprietà dello Stato, usando i loro mandati per il prossimo Piano di Immunizzazione degli Adulti. Il presidente degli Stati Uniti sostiene che c’è bisogno di “un grande evento” per mettere insieme i popoli.

Magari una finta invasione aliena?

Il Progetto Bluebeam della NASA prevede un gigantesco “space show” con ologrammi, suoni ottici tridimensionali e proiezioni laser di più immagini olografiche che potrebbero davvero ricreare un’invasione.

Uno show del genere, potrebbe introdurre il nuovo salvatore?

Le profezie Hopi raccontano una storia diversa. Molti Hopi sostengono che stiamo vivendo gli ultimi giorni del Quarto Mondo. La tribù Hopi ha predetto vari cambiamenti della Terra che indicheranno la conclusione dell’era attuale e l’inizio del Quinto Mondo.

Avranno ragione?

La Venuta del Quinto Mondo

“Gli Hopi credono che abbiamo già passato tre cataclismi mondiali.

  • Il Primo Mondo fu distrutto dal fuoco: da una cometa, da un asteroide o da numerose eruzioni vulcaniche.
  • Il Secondo Mondo fu distrutto dal ghiaccio: la grande Era Glaciale.
  • Come documentato da molte culture di tutto il mondo, un tremendo diluvio distrusse il Terzo Mondo.

Queste tre distruzioni globali non furono il risultato di meri cambiamenti terrestri casuali o di fenomeni astrofisici, ma del disprezzo che l’umanità dimostrava nei confronti di Madre Terra e dei dettami spirituali del Creatore.

In altre parole, i cataclismi che avvengono nel mondo naturale, sono causalmente connessi alle trasgressioni collettive o alle azioni umane negative.”

Siamo Arrivati a questo Punto?

globalreligion10_07_small 

Alce Nero, il grande indiano americano, disse:

“tutte le verità arrivano a questo mondo con due facce”.

  • Quelle che incarnano paura e odio soffriranno.
  • Quelle che incarnano amore e cura trascenderanno a una più alta densità di frequenza.

Cosa dobbiamo sapere?

Stiamo vivendo in questo mondo di dualità, ma non gli apparteniamo. Siamo Spiriti, esseri di luce eterna che vivono su un pianeta finito. La conoscenza è potere e vince la paura. Non abbiate paura. Il dio dello Spirito non è il dio della Bibbia, il dio della carne, o il dio di questo costrutto 3D.

Il regno di ‘dio’ è dentro di noi.

Se i sette anni della Tribolazione sono già iniziati, allora noi “figli” abbiamo bisogno di crescere e diventare degli esseri sovrani che non hanno bisogno che le autorità ecclesiastiche ci dicano chi siamo.

Abbandonate il dogma della Chiesa. Collegate i puntini e uniteli tra loro.

Se noi, come umanità, vogliamo superare facilmente questi tempi difficili e giungere al mondo successivo, la cosa migliore da fare è porre delle domande, diffondere consapevolezza e diventare forti nel cuore e nella mente, nel corpo e nell’anima.

Trovate il vostro nucleo e poi fate pace con voi stessi e con il dio divino. Incarnare la pace significa creare la pace intorno a voi.  

Come Dentro  – Così Fuori...

Fonte: https://www.bibliotecapleyades.net/

®wld

I Fabiani – Quinto Fabio Massimo

Comprendere le tattiche del globalismo sovversivo

di Brandon Smith  

Quando l’ideologia del globalismo viene discussa nei circoli del movimento della libertà, spesso ci sono incomprensioni sulla fonte della minaccia e su ciò che rappresenta veramente. Questo può in alcuni casi essere di progettazione. Nell’ultima era del presunto “populismo” guidato da figure come Donald Trump, una generazione completamente nuova e molto verde di attivisti della libertà si trova concentrata sulla sinistra politica in generale, ma sembra ossessionata dall’attaccare i sintomi del globalismo piuttosto rispetto alla fonte. Attribuisco questo a un’intelligente campagna di propaganda da parte di istituzioni globaliste.

 

Ad esempio, quando il globalismo è cresciuto nei termini delle sue influenze cospirative, il nome di George Soros viene solitamente menzionato. Soros è un evidente spauracchio per gli attivisti della libertà, perché i suoi soldi possono essere trovati in numerose organizzazioni del marxismo culturale (giustizia sociale) e la sua influenza è facilmente comprensibile e digerita in quel modo. I conservatori preferiscono porre l’accento su Soros perché appare decisamente di sinistra e quindi il globalismo diventa sinonimo di movimenti di sinistra. Ma che dire di tutti i globalisti all’interno della destra politica?

 

Il globalismo ha i suoi guardiani in entrambi i campi politici; persone che manipolano o definiscono apertamente i leader politici e i messaggi politici sulla destra come fanno a sinistra. Mentre qualcuno come George Soros fa da guardiano della sinistra, abbiamo anche persone come Henry Kissinger, un guardiano globalista della destra. Gli stretti rapporti di Kissinger con l’amministrazione Trump o la sua lunga amicizia con il russo Vladimir Putin sono cresciuti molto meno nel movimento della libertà in questi giorni. Perché? Perché questo non si adatta alla falsa narrativa che i globalisti stanno “prendendo di mira” Trump o Putin. Quando esaminate questi leader e i loro legami con una vasta schiera di sostenitori globalisti, questa affermazione diventa assurda.    

 

Nel 2016, alcuni mesi prima delle elezioni presidenziali, Bloomberg, l’agenzia di stampa globalista, ha pubblicato un articolo che ha entusiasmato sulla possibilità che Trump inghiottisse e assimilasse quello che chiamavano il “Tea Party”, alla fine distruggendolo. A quel tempo i media usavano il termine “Tea Party” come codice per qualsiasi sovranità o gruppo costituzionale, proprio come i media cercavano di avvolgerci tutti nel termine “alt-destra” dopo l’elezione di Trump.

 

C’era una ragione per cui Bloomberg trovava particolare gioia nell’idea che Trump avrebbe assorbito il movimento della libertà. Il movimento stava diventando una minaccia decentralizzata all’agenda globalista, una minaccia che non poteva essere facilmente quantificata o dominata perché non aveva una leadership identificabile. Eravamo un movimento basato sulla conoscenza e sull’azione individuale. I nostri migliori “leader” sono stati insegnanti, non politici, e queste erano persone guidate da esempi personali, non da mandato o retorica.  

 

Il movimento per la libertà ha conquistato terreno in ogni campo immaginabile, dallo smantellamento dei media mainstream attraverso piattaforme alternative, alla grande spinta contro il culto della giustizia sociale. Qualcosa doveva essere fatto.  

 

Entra in Trump, un’icona di cultura pop sfarzosa con un bagliore per sensazionalismo. Non era uno statista come Ron Paul che spiegasse le complessità dei problemi dell’America in modo misurato. No, Trump era come una palla da demolizione, un messaggio forte e sfacciato a sinistra che eravamo stanchi di essere sulla difensiva e stavamo venendo a prenderli. Ma la realtà era che Trump non era un elemento necessario della lotta. Non è mai stato. L’anti-globalismo e la giustizia anti-sociale stavano già colpendo il mainstream. La sinistra era già in fuga. Trump non ha creato quell’onda, il movimento per la libertà lo ha fatto per lui, l’ha semplicemente guidato nella Casa Bianca. Prego, Donald.  

 

Il problema era che Trump non era quello che sembrava essere per molte persone. Con tutta la sua retorica contro le élite bancarie a cui si riferiva come creature della “palude” che soffocava Washington, Trump allora procedette a caricare il suo governo presidenziale con elitari e globalisti non appena fu eletto. Questi stessi membri e consiglieri del governo andarono a partecipare a riunioni globaliste come il segreto gruppo Bilderberg dopo che Trump era stato eletto. Persone come l’agente bancario Rothschild e il segretario al Commercio Wilber Ross che hanno partecipato ufficialmente nel 2017, o il consigliere Peter Thiel che ha partecipato ufficialmente nel 2018.  

 

Questo non era affatto sorprendente per me. Ho previsto che questo sarebbe stato il probabile risultato (insieme a una presidenza Trump) nel mio articolo ” Clinton contro Trump e il movimento della libertà”, pubblicato a settembre 2016.  

 

Il punto è che scegliere semplicemente il lato della destra politica non è abbastanza per proteggere gli attivisti dalla sovversione globalista. Radunando attorno a politici controllati e controllando le nostre azioni, il movimento della libertà si rende vulnerabile e decisamente impotente.  

 

Quindi, sorge la domanda: come continueremo a lottare contro la 4a guerra di Generazione che viene imposta contro di noi? Parte della soluzione continua a riposare nella nostra comprensione del nemico.  

 

Continuo a credere che il modo migliore per comprendere il globalismo sia quello di studiare ed esporre gli sforzi di un gruppo chiamato “Fabian Society”, altrimenti noto come socialisti fabian. La società fu fondata in Inghilterra nel 1884 ed era un’estensione dei gruppi della “tavola rotonda” che venivano stabiliti da elitisti globali in Occidente all’epoca. I Fabiani sono stati in prima linea in quasi tutti i movimenti pro-socialisti e pro-globalisti del secolo scorso, e mentre non ricevono l’attenzione di istituzioni come il Council on Foreign Relations o persino il Gruppo Bilderberg, le loro discussioni aperte su le loro stesse motivazioni e obiettivi li rendono una fonte primaria di dati sulla psicologia dei nostri avversari.  

 

La Fabian Society ha più mascotte che suggeriscono la natura del globalismo. Un simbolo del gruppo è una tartaruga arrabbiata con lo slogan “Quando colpisco colpisco forte”, indicando la natura lenta e deliberata del globalismo e la sua diffusione metodica in ogni aspetto della nostra vita quotidiana. Un’altra mascotte che hanno usato in passato è un lupo vestito da pecora, un simbolo che penso sia auto esplicativo, ma per chiarire: una persona che sembra essere anti-globalista nella retorica o che viene criticata da persone come i Fabiani può ancora essere un fabian travestito. Le loro relazioni con gli elitisti espongono la loro vera natura come un cavallo di Troia.  

 

Penso che la migliore rappresentazione di queste persone e del loro pensiero risieda nelle loro stesse parole, comunque. Ecco alcune citazioni scelte dai membri del passato:  

… La Cospirazione Aperta apparirà per prima, credo come un’organizzazione cosciente di uomini intelligenti, e in alcuni casi ricchi, come un movimento che ha obiettivi sociali e politici distinti, confessando ignorando la maggior parte dell’attuale apparato di controllo politico, o usandolo solo come un attrezzo incidentale negli stadi, un semplice movimento di un certo numero di persone in una certa direzione, che al momento scoprirà, con una sorta di sorpresa, l’oggetto comune verso cui si muovono tutti. In tutti i modi, influenzeranno e controlleranno il governo apparente. ” – HG Wells: The Open Conspiracy: Blue Prints for a World Revolution, 1928.  

 

“Ho anche chiarito che il socialismo significa uguaglianza di reddito o niente, e che sotto il socialismo non ti sarà permesso di essere povero. Verresti nutrito, vestito, alloggiato, istruito e assunto con la forza, che ti piaccia o no. Se si scoprisse che non avevi il carattere e l’industria abbastanza per valere tutti questi problemi, potresti essere giustiziato in modo gentile; ma mentre ti è stato permesso di vivere, dovresti vivere bene. ” – George Bernard Shaw, Guida al socialismo e al capitalismo della donna intelligente, 1928  

 

“Non pretendo che il controllo delle nascite sia l’unico modo per impedire alla popolazione di crescere. Ce ne sono altri, che, si deve supporre, preferirebbero gli oppositori del controllo delle nascite. La guerra, come ho osservato un momento fa, finora è stata deludente in questo senso, ma forse la guerra batteriologica potrebbe rivelarsi più efficace. Se una Morte Nera potesse essere diffusa in tutto il mondo, una volta in ogni generazione i sopravvissuti potrebbero procreare liberamente senza rendere il mondo troppo pieno. Non ci sarebbe nulla in questo per offendere le coscienze dei devoti o per frenare le ambizioni dei nazionalisti. Lo stato delle cose potrebbe essere un po ‘spiacevole, ma che ne pensi? Le persone veramente di mente alta sono indifferenti alla felicità, specialmente agli altri. ” – Bertrand Russell, L’impatto della scienza sulla società , 1953  

 

“Penso che l’argomento che sarà di maggiore importanza politicamente sia la psicologia di massa. … A breve arriveranno vari risultati: che l’influenza della casa è ostruttiva … anche se questa scienza sarà studiata diligentemente, sarà rigidamente confinata alla classe dirigente. Alla popolazione non sarà permesso di sapere come sono state generate le sue convinzioni. Quando la tecnica è stata perfezionata, ogni governo che è stato responsabile dell’educazione per una generatione sarà in grado di controllare i suoi soggetti in modo sicuro senza la necessità di eserciti o poliziotti … La propaganda educativa, con l’aiuto del governo, potrebbe raggiungere questo risultato in una generazione. Esistono, tuttavia, due potenti forze contrarie a tale politica: una è la religione; l’altro è il nazionalismo. … Una società scientifica mondiale non può essere stabile se non esiste un governo mondiale. ” – Bertrand Russell: The Impact of Science on Society, 1953  

 

“E mi sembra perfettamente nelle carte che ci sarà tra la prossima generazione o un metodo farmacologico per far amare la propria servitù e produrre … una sorta di indolore campo di concentramento per intere società, così che in effetti le persone avranno le loro libertà vengono portate via da loro, ma preferiscono goderne, perché saranno distratti da qualsiasi desiderio di ribellarsi con la propaganda, il lavaggio del cervello o il lavaggio del cervello rafforzati dai metodi farmacologici. ” – Aldous Huxley,” The Ultimate Revolution “20 marzo 1962 Berkeley Language Centro  

Oggi la Fabian Society esiste ancora e opera come un think tank molto simile a qualsiasi altro think tank globalista. I loro articoli e saggi spingono l’ultima propaganda globalista dall’eliminazione della sovranità nazionale alla promozione della politica di genere e della “fluidità” di genere. Ma cosa possiamo trarre da questi scritti e dalle dichiarazioni dei membri passati?  

 

Primo, i globalisti usano tattiche di tipo guerrigliero per raggiungere i loro obiettivi e spesso agiscono lentamente e silenziosamente nel corso di anni o decenni. La Fabian Society prese il nome dal generale romano Quinto Fabio Massimo che usava notoriamente tattiche di logoramento e ritardo per sconfiggere i suoi nemici. Gli attivisti della libertà devono iniziare a pensare in termini di gioco lungo, proprio come fa un giocatore di scacchi, al fine di cogliere l’agenda globalista. Gli eventi innescati oggi potrebbero avere effetti desiderati che non sono necessariamente ovvi per ora, a meno che non consideriamo in che modo si riferiscono allo schema più grande.  

 

Questo è particolarmente vero in termini di economia. I globalisti mettono in scena bolle fiscali con molti anni di anticipo e utilizzano la crisi economica come catalizzatore per il cambiamento sociale su larga scala. Di solito questo si traduce in una crescente centralizzazione della ricchezza e del potere. Tuttavia, lo spostamento del dominio finanziario è sottile per coloro che non prestano particolare attenzione ai dettagli. Una bolla del mercato potrebbe impiegare un decennio per svilupparsi prima che venga deliberatamente spuntata. Nel frattempo tutti i fondamenti stanno urlando che qualcosa è molto sbagliato, ma la maggioranza del pubblico rimane ignara fino a quando non è troppo tardi.

 

Secondo, il controllo dei governi e dei leader politici è di primaria importanza per il successo del globalismo. L’idea che QUALUNQUE principale leader politico arrivi al potere senza l’influenza globalista è assolutamente ingenuo. Trump e il suo gabinetto nominato da una creatura di palude sono esempi perfetti di questo. La retorica non ha senso, e mentre questi leader possono gettare la loro base un osso di tanto in tanto, alla fine le loro azioni spingono solo la palla in avanti per i globalisti. Ciò potrebbe anche includere il sabotaggio della propria presidenza per far posto a una “soluzione” globalista.  

 

In terzo luogo, la psicologia di massa è un’ossessione globalista. Tutto il potere deriva dalla percezione. I prestanome e i gruppi ideologici offrono talvolta la promessa di un vantaggio sociale per il pubblico senza molto sforzo da parte loro. La tentazione di questa offerta può portare le persone a cedere il loro libero arbitrio in cambio. Ma non tutti i “progressi” sono effettivamente vantaggiosi per le masse e la miseria di solito segue tali accordi faustiani con le élite. La fuga è difficile.  

 

Pertanto, i globalisti devono controllare la narrativa a tutti i costi. Il pubblico deve essere diviso il più possibile per tenerli distratti dalla mano guida della cabala stessa. E qualsiasi gruppo che si oppone direttamente deve essere cooptato o distrutto. Più le persone si concentrano sui globalisti e le loro organizzazioni come fonte principale di instabilità sociale, più diventano scomodi.

 

Quarto, la maggior parte delle azioni globaliste si basano oggi sulla quarta guerra di Generazione; significato, poche cose sono esattamente come sembrano, sempre. Sospetto che il successo degli attivisti della libertà li abbia costretti a forme di teatro più elaborate. Nulla di ciò che fanno è sempre semplice se non hai studiato le motivazioni e la mentalità dei globalisti, poi diventano piuttosto prevedibili, poco originali e bizzarramente robotizzati nel loro comportamento. Sembrano brillanti nell’esecuzione delle loro agende solo perché hanno secoli di esperienza nell’implementare gli stessi giochi di carte più e più volte. Sono dei vagabondi sociopatici; sono intelligenti e senza rimorsi, ma non geni in ogni senso della parola.

 

Per ora, educare il movimento generale della libertà e le persone intorno a noi su questi temi rimane il metodo migliore per gettare una chiave inglese nella macchina globalista. Contrastare i loro psiche dovrebbe essere il nostro compito di apice, e cadere nelle trappole narrative che creano devono essere evitati. Hanno speso una considerevole quantità di pensiero ed energia cercando di cooptare i nostri sforzi, e questo dovrebbe far riflettere tutti. Perché se non fossimo una vera minaccia, perché dovrebbero preoccuparsi di noi?

 

 [email protected]  

 

http://www.alt-market.com/ 

 

®wld

Il falso paradigma est / ovest è potente se non più potente del falso paradigma sinistra / destra

 

Nel nuovo “mondo multipolare” I globalisti controllano ancora tutti i giocatori  

Il più grande strumento a disposizione dei globalisti è l’uso di falsi paradigmi per manipolare la percezione pubblica e quindi l’azione pubblica. Le masse sono portate a credere che ai più alti livelli del potere geopolitico e finanziario ci sia una cosa come “parti”. Questa è una totale assurdità quando esaminiamo i fatti a portata di mano.  

Ci viene detto che i “poteri-che-sono-sono divisi” dalla politica “sinistra” e “destra”, tuttavia entrambe le parti sostengono effettivamente le stesse esatte azioni politiche quando si tratta delle questioni più importanti della giornata e sembrano solo differire in termini di retorica, che comunque è priva di significato e di estetica. Vale a dire, non è altro che il teatro Kabuki. 

Ci viene detto che il potere corporativo deve essere bilanciato dal potere del governo e che il potere del governo deve essere bilanciato dai “mercati liberi”, quando in realtà le società sono noleggiate e protette da governi e mercati liberi semplicemente non esistono nell’economia di oggi. Nel caso della “censura” dei social media, ci viene detto che la soluzione consiste nell’utilizzare il potere del governo per rafforzare la “giustizia” invece di lanciare semplicemente le nostre piattaforme alternative. Eppure, le corporazioni dei social media esistono sotto forma di monopoli proprio a causa del potere del governo e dell’intervento negli affari. Gli abusi di un “lato” vengono usati per spingerci tra le braccia dell’altro lato, il che è altrettanto abusivo. 

In termini di geopolitica, ci viene detto che le potenze nazionali hanno “scopi trasversali”, che hanno interessi diversi e obiettivi diversi, che hanno portato a cose come “guerre commerciali” ea volte sparare guerre. Tuttavia, quando guardiamo le persone che stanno effettivamente tirando le fila nella maggior parte di questi paesi, troviamo gli stessi nomi e istituzioni. Che tu sia in America, in Russia, in Cina, nell’UE, ecc., I think tank globalisti e le banche internazionali sono ovunque, e i leader di tutti questi paesi chiedono un maggiore potere per tali istituzioni, non meno.  

Queste guerre, qualunque sia la loro forma, sono un circo per il pubblico. Sono progettati per creare caos controllato e paura gestibile. Sono un mezzo per influenzarci verso un fine particolare, e questo alla fine, nella maggior parte dei casi, è più influenza sociale ed economica nelle mani di pochi eletti. In ogni caso, le persone sono convinte di credere che il mondo sia diviso quando viene effettivamente centralizzato. 

La chiave di ogni spettacolo di magia è far partecipare il pubblico alla bugia; per farli concentrare sulla mano che distrae, per supporre che quello che stanno vedendo sia in realtà ciò che sta realmente accadendo – per sospendere il loro scetticismo.  

Non commettere errori, quello che stiamo vedendo in geopolitica oggi è davvero uno spettacolo di magia. Il falso paradigma est / ovest è potente se non più potente del falso paradigma sinistra / destra. Per qualche ragione, la mente umana è più a suo agio nel credere nelle idee di divisione e caos, e spesso rovescia il naso indignato sulla nozione di “cospirazione”. Ma le cospirazioni e i cospiratori possono essere dimostrati come un fatto storico. L’organizzazione tra gli elitisti è prevedibile.  

I globalisti stessi sono attratti da un’ideologia. Non hanno una nazione comune, non hanno un orientamento politico comune, non hanno un background culturale o una religione comune, preannunciano dall’Oriente proprio come annunciano dall’Occidente. Non hanno vera lealtà nei confronti di nessuna causa principale o movimento sociale.  

Cosa hanno in comune? Sembrano esibire molti dei tratti di sociopatici narcisistici di alto livello, che costituiscono una percentuale molto piccola della popolazione umana. Queste persone sono predatori o, per essere più specifici, sono parassiti. Si vedono naturalmente superiori agli altri, ma spesso lavorano insieme se c’è la promessa di un beneficio reciproco.  

La cosa più vicina a cui posso collegare i sociopatici narcisistici (e quindi i globalisti) nella mitologia sarebbero i vampiri. Mi sono spesso chiesto se il concetto di “vampiri” sia stato creato come un modo per i contadini delle età oscure di spiegare il comportamento senz’anima e mostruoso delle élite del loro tempo. L’idea che ogni persona sia capace di quel tipo se il male, per non parlare del male organizzato nella forma di una cabala, è difficile da accettare per le persone fino ad oggi.  

I vampiri nella mitologia sono solitamente rappresentati come elite, nascondendosi in un semplice sito come leader di comunità nelle alte sfere della società. Cercano un villaggio, si inseriscono come patroni e aristocratici, poi si nutrono fino a quando quel villaggio non viene distrutto. In seguito, passano al villaggio successivo. Questo è quello che sono. Questo è quello che fanno, e lo fanno in modo organizzato per rendere il processo più efficiente. 

Ci vuole un villaggio per nutrire un vampiro o un sociopatico narcisista.  

Racconto questa metafora perché penso che sia importante per la persona media capire di cosa stiamo trattando veramente qui. Quando alcune persone si ritirano all’idea di un sindacato ai massimi livelli della finanza e della politica che lavorano per scopi nefandi, dovrebbero sapere che questo è facilmente spiegabile non solo in termini di miti storici e archetipi, ma in uno studio psicologico ben documentato.  

Analisti e attivisti all’interno del movimento liberty si sono dimostrati straordinariamente immuni a molte delle narrazioni e bugie dei globalisti cospiratori, motivo per cui ora sono il principale obiettivo di molteplici campagne di propaganda. I globalisti non si sentono a proprio agio a salire nelle loro bare per dormire durante il giorno mentre così tanti Van Helsing sono in agguato nell’esporre le loro attività. 

L’ultimo sforzo propagandistico che ho visto è la narrazione del “mondo multipolare” che si sta sviluppando sulla scia di ciò che il FMI definisce “il riassetto economico globale”. In effetti, il termine “mondo multipolare” viene usato in ambienti mediatici alternativi molto di questi tempi, e questo è ancora una volta uno stratagemma progettato per farci credere che la centralizzazione non sia più una minaccia e che le divisioni che vediamo siano reali piuttosto che fabbricate. 

Sotto la narrativa multipolare, ci viene detto che il passaggio dal dollaro americano come la riserva mondiale sta avvenendo e che questo è guidato da potenze politiche orientali alla ricerca di alternative. Questo è vero, ad un certo punto.  

Le bugie che circondano questo sviluppo sono molte, però. Ci viene detto che i poteri politici orientali sono in contrasto con i globalisti e il globalismo – questo è falso. Ci viene detto che le nazioni BRICS stanno cercando un sistema decentralizzato per sostituire l’egemonia del dollaro – questo è falso. Ci viene detto che leader orientali come Putin e Xi stanno contrastando la presa del potere globalista e sono presi di mira dalle élite come se si stessero “ribellando” contro l’impero – anche questo è falso. Ci viene detto che la guerra commerciale è un mezzo per Donald Trump per sconvolgere la globalizzazione e gettare una chiave inglese nei piani dei globalisti: questa è la fantasia.  

Gli attivisti e gli analisti della libertà sono particolarmente suscettibili all’idea perché gioca sul nostro desiderio di vedere l’antico impero basato sul dollaro della Federal Reserve cadere nell’oblio che merita. Il problema è che la narrativa si basa sull’assunzione fraudolenta che l’impero globalista sia radicato nell’impero americano. 

Ecco i fatti:  

Le influenze globaliste sono iper-presenti nelle nazioni orientali. Ad esempio, Vladimir Putin, che è spesso raffigurato come una specie di eroe anti-globalista nelle discussioni sul movimento della libertà, non è affatto anti-globalista. Putin è stato “scoperto” da Henry Kissinger, un nuovo membro del mondo di musica vocale, molti decenni fa, all’inizio degli anni ’90, prima di assumere il ruolo di presidente in carica della Russia. Putin racconta il suo primo incontro con Kissinger e la loro lunga amicizia nel libro First Person , il suo resoconto autobiografico della sua prima carriera.  

Contrariamente alla credenza popolare nel movimento per la libertà, Putin NON ha cacciato le banche internazionali o rimosso le loro strutture di potere durante la sua ascesa presidenziale. In effetti, le banche Rothschild operano ancora in Russia fino ad oggi, mentre Goldman Sachs e JP Morgan continuano a fungere da maggiori banche di investimento nel paese. 

La presenza globalista in Russia è forse il motivo per cui la nazione ha sviluppato un rapporto così stretto con il FMI dopo la caduta dell’Unione Sovietica, perché continuano i loro legami con il Fondo monetario internazionale e la Banca dei Regolamenti Internazionali fino ad oggi e perché il Cremlino ha nel il passato ha richiesto un nuovo sistema di valuta globale controllato dal FMI.

La Cina ha anche chiesto lo stesso nuovo sistema monetario , non decentralizzato, ma completamente centralizzato dal FMI. La Cina è stata sotto l’influenza della Rockefeller Foundation dal 1915 circa, quando ha aperto un’università nel paese, sulla base dell’Università di Chicago. La Cina continua i suoi legami con i globalisti attraverso la BRI e il FMI e Goldman Sachs è fortemente coinvolta nelle attività del governo cinese e negli accordi commerciali. Solo l’anno scorso, Goldman ha stabilito un accordo da $ 5 miliardi con un ramo del governo cinese per facilitare l’acquisto di società e attività negli Stati Uniti. Donald Trump ha elogiato l’accordo come vantaggioso per gli Stati Uniti, il che non è sorprendente considerando il numero di alunni di Goldman Sachs che Trump ha coinvolto nel suo gabinetto.

Trump ha anche intrattenuto rapporti con i globalisti, incluse le élite bancarie connesse di Rothschild negli ultimi 25 anni. Wilber Ross, un banchiere d’investimento che lavorava per i Rothschild, era l’agente principale che salvò Trump dai suoi ingenti debiti che circondavano il suo casinò Taj Mahal ad Atlantic City. Dopo l’ascesa di Trump alla Casa Bianca, ha reso Wilber Ross segretario commerciale e Ross ora promuove pesantemente la guerra commerciale in via di sviluppo. 

Chiaramente, non c’è “divisione” tra i leader politici del mondo quando si tratta di chi sono alleati. Banche internazionali e think tank globalisti sono coinvolti in TUTTI di loro. Ma per quanto riguarda il resto del mondo in generale? La guerra commerciale non è forse causa di divisione e decentramento tra nazioni ed economie? Quando guardi la cima della piramide, le divisioni svaniscono.

Considera l’attuale accordo russo con la Germania, o l’ultimo accordo della Russia per consentire alla Cina di coltivare oltre 2,5 milioni di ettari di terra russa, aiutando direttamente a combattere le sanzioni statunitensi. O che dire dell’operazione del Mar Caspio tra Russia, Iran e altri paesi per porre fine alla disputa sulla regione? E che dire della sfida della Cina alle sanzioni sul petrolio iraniano? O le crescenti proteste dell’UE sull’interferenza degli Stati Uniti nel loro commercio di petrolio con Iran e Russia?  

Questi sono solo alcuni degli ultimi esempi del resto del mondo che si fondono in un grande conglomerato sulla scia della guerra commerciale. La guerra commerciale sta riunendo tutti questi paesi apparentemente disparati in un modo che è piuttosto conveniente per i globalisti. Se prendiamo in considerazione la realtà dell’influenza globalista in tutte le principali economie, allora dobbiamo anche tener conto della possibilità che il “risanamento economico globale” non riguardi un “mondo multipolare”, ma un mondo unipolare ancor più centralizzato. Un mondo che sacrifica il modello americano insieme al dollaro come riserva mondiale e lo sostituisce con qualcosa PERSINO PEGGIO.

Nel frattempo, agli attivisti della libertà viene di recente detto che dovrebbero radunarsi intorno alla morte del dollaro e al risanamento globale come se fosse la fine del globalismo. In altre parole, dovremmo credere stupidamente che il passaggio al nuovo ordine mondiale sia il “decentramento” semplicemente perché lo chiamano “multipolare”. Solo perché gli Stati Uniti non sono più il volto della bestia non significa che la bestia è scomparsa .  

http://www.alt-market.com/   

®wld

Supplemento almanacco giugno 2018

 

Gli avatar del potere nero

La lebbra europea: quella del vomitevole, xenofobo Macron

La brutta notizia è che c’è ancora una parte di Italia, insieme a una parte di Francia, disposta a farsi prendere per i fondelli da un sinistro teatrante come Emmanuel Macron, ultimo erede di una famiglia di serial killer politici travestiti da statisti, pronti a indossare la maschera dell’orco (Van Rompuy, Schaeuble) o quella del pagliaccio finto-buono (Juncker, Prodi).

L’Ogm Macron è una via di mezzo, un ibrido perfetto tra eleganza formale e trivialità sostanziale. Chiama i poveri “sdentati”, definisce l’attuale politica italiana “vomitevole”. E arriva a classificare “lebbra d’Europa” i movimenti democratici anti-establishment, dopo che Salvini e Di Maio hanno ridotto a carta straccia l’ultimo piano contro l’Italia approntato per i migranti insieme ad Angela Merkel, altro fossile vivente di un’Europa mascalzona, che in vent’anni non ha prodotto altro che crisi e paura, insicurezza sociale, terrorismo, diffidenza e risentimenti fra nazioni che avrebbero dovuto essere “sorelle”.

L’Italia ancora dormiente – ormai minoranza, a quanto pare, arroccata attorno al patetico mainstream cartaceo e radiotelevisivo – non ha ancora capito chi è il fantoccio Macron, chi ne muove i fili, da quale curriculum proviene l’ombra nera che si aggira per l’Eliseo, attorno al presidente che insulta e minaccia – né più né meno come un monarca, indispettito dalle sconcertanti pretese del popolo. Chi si credono di essere, questi pezzenti italiani? Continua a leggere QUI

MACRON ORA PUO’ SOLO MANDARCI LE TRUPPE AL CONFINE


Quando un capo di Stato e di governo proclama che nel paese vicino c’è un governo-lebbra, fa dire che è vomitevole, e prima ha detto che “li conosciamo”, esprimendo odio e disgusto intollerabile, non è che la domenica dopo incontra il capo di quel governo a Bruxelles a un pre-vertice UE.

No. Richiama l’ambasciatore e ammassa truppe a ridosso di Ventimiglia. Macron, con quelle parole deliranti, e irreparabili sul piano diplomatico, ha rotto l’Unione Europea e portato lo stato di guerra. Se ne rende conto? O forse ha ragione lo psichiatra forense Adriano Segatori che un anno fa – con una sicurezza diagnostica che colpiva – lo definì “psicopatico con deliri di onnipotenza, reso tale dal grave abuso sessuale che a 15 anni subì dalla sua insegnante Brigitte (di 24 anni più vecchia di lui)”, ed “altamente pericoloso”. Continua a leggere QUI

La Terra ora ci presenta il conto di un mondo senza giustizia

Guardate che non basta, raddrizzare uno sviluppo – finora ingiusto – sostituendolo con il miraggio di una crescita economica globale finalmente equa. La voce “decrescita” (del Pil) risulta sempre sgradevole, dissonante, preoccupante: ma è purtroppo coerente con tutte le previsioni sistemiche dei climatologi, che danno alla Terra altri vent’anni, al massimo, prima del collasso ecologico che già sta avanzando in modo inquietante, con le temperature balneari registrare alle Svalbard e lo scioglimento inesorabile della calotta artica.

Nel lontanissimo ‘700, il padre della fisica Isaac Newton predisse – in base a complessi calcoli – che le risorse terrestri si sarebbero esaurite entro il 2060: un pronostico, sottolinea il saggista Gianfranco Carpeoro – sinistramente coincidente con quello del governo Usa, secondo cui fra quarant’anni, di questo passo, arriveremo alla morte biologica degli oceani. Ragionamenti che possono apparire letterari e strampalati, semplici suggestioni millenaristiche calate in un mondo distratto dai mondiali di calcio o appassionato al derby Italia-Francia su Salvini, gli sbarchi selvaggi e l’opaco traffico malavitoso gestito dalle Ong.

Vero, l’Europa ladrona nega all’Italia un’espansione vitale del deficit, mentre c’è chi muore in mare per un tozzo di pane. E se si tracolla tutti, sotto la furia di un pianeta stremato dai nostri abusi suicidi? Continua a leggere QUI

Attrezzature in laboratorio chimico Douma della Siria Made in EU, N America – MoD russo 

La missione di sondare il fatto dell’uso di armi chimiche in Siria ha fortemente protratto i tempi delle indagini a favore degli interessi degli Stati Uniti e dei loro alleati, ha dichiarato il ministero della Difesa russo. Le armi chimiche in Siria sono state prodotte da militanti e le attrezzature sono state fabbricate in Europa occidentale, ha detto la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova.  

“L’equipaggiamento, la cui fuoriuscita è uscita pochi giorni fa … vorrei dire che parte di esso è un’attrezzatura usata da militanti e terroristi, è stata scoperta nella città di Douma”, ha detto Zakharova in un briefing di il ministero degli Esteri russo e il ministero della Difesa per il corpo diplomatico per indagare sull’uso di armi chimiche in Siria.  

Il laboratorio chimico dei militanti nella Douma della Siria ha prodotto esplosivi di tetranitrato di pentaeritritolo ad alta tecnologia (TEN) e aveva anche precursori di agente di senape e cloro, ha detto il generale Igor Kirillov. 

“Con l’aiuto di questa attrezzatura, [i militanti] hanno prodotto esplosivi TEN ad alta tecnologia e alta qualità. Durante la ricerca del laboratorio, [l’esercito russo] ha anche trovato thiodiglycol e trietanolamina, che possono essere utilizzati per la produzione di zolfo e senape di azoto, così come l’esammina “, ha detto Kirillov in un briefing sull’indagine sull’uso di armi chimiche in Siria.  

Kirillov ha aggiunto che i militari avevano anche trovato una bombola di gas al cloro, simile a quella usata dai militanti nell’attacco di armi chimiche a Douma. Continua a leggere QUI (lingua inglese)

CIRCUITO DI MORTE NEL «MEDITERRANEO ALLARGATO»  

Di Manlio Dinucci 

I riflettori politico-mediatici, focalizzati sui flussi migratori Sud-Nord attraverso il Mediterraneo, lasciano in ombra altri flussi: quelli Nord-Sud di forze militari e armi attraverso il Mediterraneo. Anzi attraverso il «Mediterraneo allargato», area che, nel quadro della strategia Usa/Nato, si estende dall’Atlantico al Mar Nero e, a sud, fino al Golfo Persico e all’Oceano Indiano. 

Nell’incontro col segretario della Nato Stoltenberg a Roma, il premier Conte ha sottolineato la «centralità del Mediterraneo allargato per la sicurezza europea», minacciata dall’«arco di instabilità dal Mediterraneo al Medio Oriente». Da qui l’importanza della Nato, alleanza sotto comando Usa che Conte definisce «pilastro della sicurezza interna e internazionale».  

Completo stravolgimento della realtà. È stata fondamentalmente la strategia Usa/Nato a provocare «l’arco di instabilità» con le due guerre contro l’Iraq, le altre due guerre che hanno demolito gli Stati jugoslavo e libico, e quella per demolire lo Stato siriano.  

L’Italia, che ha partecipato a tutte queste guerre, secondo Conte svolge «un ruolo chiave per la sicurezza e stabilità del fianco sud della Alleanza». In che modo, lo si capisce da ciò che i media nascondono.  

La nave Trenton della U.S. Navy, che ha raccolto 42 profughi (autorizzati a sbarcare in Italia a differenza di quelli dell’Aquarius), non è di stanza in Sicilia per svolgere azioni umanitarie nel Mediterraneo: è una unità veloce (fino a 80 km/h), capace di sbarcare in poche ore sulle coste nord-africane un corpo di spedizione di 400 uomini e relativi mezzi.  

Forze speciali Usa operano in Libia per addestrare e guidare formazioni armate alleate, mentre droni armati Usa, decollando da Sigonella, colpiscono obiettivi in Libia. Tra poco, ha annunciato Stoltenberg, opereranno da Sigonella anche droni Nato.  

Essi integreranno l’«Hub di direzione strategica Nato per il Sud», centro di intelligence per operazioni militari in Medioriente, Nordafrica, Sahel e Africa subsahariana. Continua a leggere QUI 

®wld