Archivi tag: menzogne

La non politica

La vera discussione di fondo

La permanente politica contemporanea ci ha invitati ad affrontare i dibattiti e discussioni abbastanza periferici e privi di conseguenze, l’intento è quello di nascondere l’entità del vero contenuto.

Non importa quale sia l’argomento proposto dalle circostanze. Invariabilmente tutto ruota intorno allo stesso argomento.

Il fatto è che la spesa pubblica è andata completamente fuori controllo. Le aziende vogliono che  sia lo stato a fare tutto, in ambito economico e buono. Il fatto è che ciò richiede molte risorse che non sono infinite.

In questo contesto, il dilemma centrale, per dirlo con la definizione più corretta, è quella che ogni volta viene rivisto il saccheggio delle risorse.

Vale la pena ricordare che i governi si nutrono di tre uniche fonti, per creare questa disponibilità, un vero dilemma insormontabile.

tasse
indebitamento
l’emissione di moneta,

… Queste sono le uniche alternative che possono fare coloro che guidano i destini politici della comunità.

Possono sembrare soluzioni ed espedienti utilizzati per far fronte ai vari collegamenti, compresi i metodi che vengono trovati per dilatare gli impatti, ma sicuramente un giorno bisognerà pagarne il conto. Le esperienze testimoniano che più è contorto il metodo da districare, a sua volta rimane molto più ingombrante.

Questa è la radiografia di molte aziende che hanno cercato di rendere la spesa pubblica più flessibile, in grado di supportare qualsiasi sciocchezza, senza accorgersi che hanno fatto una vera e propria “bomba a orologeria”.

Questa complessa costruzione non ha più futuro, è impossibilitata a gestire con saggezza. Il fatto è che la classe politica ha deciso di non dare la cattiva notizia. È per questo che continua a parlare di stato come entità magica che può fare tutto ed è in grado di fornire molteplici soluzioni ai problemi.

Forse è il momento di iniziare ad ammettere che il discorso è pieno di errori ripetuti e menzogne assurde. Lo Stato non può risolvere anche le questioni più basilari, quelli che hanno dato vita all’origine delle società organizzate.

La giustizia non gode più alcuna rispettabilità e i cittadini sanno che la loro sicurezza personale, dipende più da azioni preventive che affrontare la protezione di ogni singola legge.

Lo Stato non affronta le sue essenziali funzioni in modo efficiente, anche se le può gestire, quindi, quelle essenziali funzioni che i cittadini in un atto di ingenuità affida a lui, non può farle bene.

Naturalmente la politica sta mentendo quando dice che può prendersi cura di questi obiettivi nobili.

Lo Stato moderno non può garantire né la sicurezza né la giustizia, né è efficace nella formazione o una cura, e tanto meno può essere un imprenditore o il più complesso gestore con determinati criteri.

E’ giunto il momento di comprendere che i leader politici sono entrati nel circolo vizioso dell’eterna menzogna, solo perché non hanno avuto il coraggio di confessare che difendono un sistema collassato ed ingovernabile.

Per la maggior parte di loro, è importante accettare di rimanere in una cronica inerzia, perché non vi è una società che preferisce la cecità e l’innocenza alla verità, quella che si svolge nella propria esperienza empirica.

E’ più facile delegare le responsabilità che assumerle direttamente come proprie.

E’ quindi probabile che i cittadini che stanno ancora cercando di rifilare il loro compito che non vogliono prendere nelle loro mani, lo stiano delegando ad altri.

E’ la non politica l’unica responsabile di tutte le calamità di questa età, ma, in ogni caso, in questo contesto, bisogna comprendere che una parte di questa follia in corso tocca a tutti.

La politica dovrebbe essere lo strumento per trasformare la realtà. Essa è di vitale importanza per distinguere tra il suo potenziale e, di quello che ci si può aspettare da lei e la sua attuale drammaticità, differenziando da quello che deve fare a quello che fa.

L’attuale leadership ha scelto di obbedire alla società, cercando di essere coerenti con le loro richieste, quindi basta dire quello che la gente vuole sentirsi dire.

Sono i cittadini che sembrano essere molto confusi, credendo che le spese dello Stato siano ben rimesse, il punto è che molti sono convinti che se i politici non rubassero più, i soldi sarebbero inesauribili.

La corruzione è un male e non deve essere mai tollerata in alcuna forma. Ma questa è una forma molto ingenua, credere che se il governo fosse onesto si disporrebbe abbastanza risorse per fare tutto ciò che le persone fanno finta di credere.

Come nella vita stessa, è necessario capire che i bisogni insoddisfatti sono illimitati, ma le risorse sono sempre scarse. In breve, questo inevitabilmente significa assegnare e favorire priorità ad alcuni a discapito di altri.

Anche se questa logica di base non la si può comprendere, si continuerà a tempo indeterminato ad inciampare.

In questo, ognuno è responsabile. I primi sono i leader non certo per affrancarli  sollevandoli dalla responsabilità di dire la verità, anche se è politicamente scorretto, anche il pubblico, a questo punto, non può più invocare l’ignoranza.

È possibile inoltre discutere di queste circostanze emergenti, sul fatto che è meglio creare nuove tasse aumentando così problema esistente a distanza ravvicinata o prendere a prestito come spesso è stato in passato, ma prima o poi, dobbiamo affrontare la vera discussione fondo … 

 
por Alberto Medina Méndez
20 Marzo 2016
del Sitio Web TeoduloLopezMelendez
 

‘la perversa coscienza satanica’

La Realtà Satanica e/o il tessuto satanico della società. 

Definizione della civiltà: Avere una cultura umana avanzata della società.

La nostra cosiddetta società ‘civile’ è costruita su una menzogna mostruosa. Non è umana e nemmeno avanzata, si tratta di un sistema gerarchico satanico che opera a sangue freddo, costruito sulla sofferenza e il sangue degli uomini e degli animali in tutte le nazioni. Tutte le forme di vita su questo pianeta sono sotto attacco da una coscienza perversa e folle; un insieme di menti degradate che sono discese verso una bestialità ben al di sotto del regno innocente dell’istinto animale.

Tutti quelli che tacciono e non parlano contro la barbarie e la crudeltà in tutte le sue manifestazioni, sono complici nella continua distruzione del nostro pianeta e delle sue creature. Purtroppo, molti di noi sono diventati impostori con una coscienza nera come il carbone, perversi nel loro pensiero e non curanti della loro ignoranza e insensibilità. Noi tutti stiamo giocando nel dare credito a un sistema satanico debitorio, scelte politiche, frode medica, noiose notizie false, il saccheggio planetario … e, che in effetti, sono complici e Co-cospiratori di disuguaglianza e di oppressione.

Nulla accade per caso

Gli episodi di violenza che sono avvenuti in questo mondo non sono accidentali. Sono scenari, pensati da pazzi criminali realizzati con cura, le tredici famiglie della congrega satanica, e i loro esecutori politici. Nel loro modo doppio di parlare del male, della pace e dello stato; La liberazione è la riduzione in schiavitù; aiuto e sollievo sono ostacoli di sfruttamento, e l’istruzione è l’ignoranza della menzogna.

La Magia nera
Le tredici famiglie della élite che praticano la magia nera, sanno perfettamente quali sono le leggi che governano questa dimensione, e sono consapevoli del potere astrologico. Usano gli allineamenti e le congiunzioni planetarie per migliorare i crac finanziari o per iniziare una guerra. Non fanno nulla per caso, essendo loro creature che praticano questi riti a ripetizione. Ci hanno ingannato, drogato e  distratti con gli stimoli sensoriali che costantemente applicano attraverso i loro canali di “intrattenimento”, e, anche se possiamo essere consapevoli del loro complotto per conquistare il mondo, molti si sentono impotenti di fronte alla palese ricerca della malvagità e corruzione.

Per tenerci incatenati alla dimensione dei sensi, bloccando la nostra divinità, loro hanno la possibilità di manipolare la salute energetica del nostro pianeta con maligna energia terrorizzante. Sanno che siamo immersi in un mare di vibrazioni, risonanze e frequenze, manipolano la griglia con il sacrificio umano.

Energia negativa

A causa dell’orrore iniettato in punti di energia sul nostro pianeta dalla élite satanica, l’anima collettiva viene macchiata e degradata dal buio dall’impulso demoniaco che scorre in tutto il nostro mondo. La Griglia Planetaria è sotto ‘shock’ sotto la paura collettiva, relegata in un basso stato di vibrazioni, come la tortura, bambini violentati e sacrificati da pedofili, bordelli, allevamenti intensivi, laboratori di vivisezione, macelli, il terrore e la barbarie civile è la costante del canto della guerra.

Le vere vittime della guerra siamo “noi, il popolo”. Non siamo pagati come mercenari per commettere omicidi. Noi siamo l’umanità, avvelenata, mutilata e oppressa a causa del capriccio dei nostri maestri satanici. Siamo alla deriva in un mondo ostile dove il trauma è la norma, e la menzogne ci vengono servite a colazione, pranzo e cena.

Testa o Croce: le due facce della medaglia.

Tutto è duale; tutto ha dei poli; Tutto ha le sue coppie di opposti. 

‘Il Kybalion” (Wikipedia).

Per affrontare l’élite satanica e livellare il campo da gioco, è importante capire le dinamiche della dualità. Nel gioco della Matrice di ‘noi e loro’ ci devono essere due lati opposti: quelli che riparano prendendosi una pausa e quelli che danno nel ricevere.

Nel nostro mondo duale esistono due tipi di coscienza affiancate. Essi si oppongono agli aspetti della stessa forza da sempre in lotta nel gioco della matrice serpentina.

Il gioco fatto su misura sulla coscienza del ‘noi contro loro’ è una menzogna e non cesserà fino a quando l’umanità si rifiuterà di giocare a questo gioco … ma questo, per molti, è molto lontano … nemmeno si rendono conto che c’è un gioco a cui essi stanno giocando.

La disconnessione dalla divinità.

Il trauma crea una disconnessione dal cuore, e una volta che perdiamo questo vitale collegamento veniamo intrappolati nei nostri cinque sensi nel mondo della auto-gratificazione. Non siamo più esseri altruisti. Siamo ostaggio di una coscienza menzognera che abita il mondo della gratificazione. L’ego che si sviluppa eclissa la nostra divina natura multidimensionale, e la nostra consapevolezza spirituale inibisce la crescita.

La perdita del sesto senso

Possiamo utilizzare solo i cinque chakra del tatto, gusto, luce, odore e la sensazione dello spazio per creare la nostra realtà fisica. Abbiamo perso il contatto con il nostro io interiore e la consapevolezza multi-dimensionale, e non siamo in grado di accedere al nostro Sesto e Settimo Senso: Il terzo occhio [ghiandola pineale] e il chakra della corona.

Comunque, gli animali che noi alleviamo, torturiamo, macelliamo e uccidiamo con la caccia, è la manifestazione di quello che accade nel mondo, gli animali conservano ancora la consapevolezza del sesto e Settimo Senso. Sono in effetti, molto più vicini alla divinità nella ricerca del sé, che l’arrogante umanità, e sono più consapevoli di noi del loro posto in questa realtà.

Giusto per scattare una fotografia, gli animali non corrono come uno tsunami verso la loro morte, come invece sembra faccia l’uomo!

Chi sono gli animali?

Rudolph Steiner ha postulato nei suoi libri “L’uomo è come la Sinfonia della Parola Creativa l’uomo è scienza occulta nel microcosmo, che si riflette nel macrocosmo, e il regno animale è una speciale parte del tutto sparsa nella creazione”.

In seguito, nelle ricerche di Rudolph Steiner in “Uomo Sinfonia della Parola Creativa, di Sir George Trevelyan nel suo libro ‘Operazione Redenzione’ ha avuto questo da dire circa i regni animali: il microcosmo e il macrocosmo.

“Così i ruminanti possono essere visti come il sistema digestivo esteriorizzato. Dall’altra parte della faccia della terra si estende questo meccanismo di digestione, la mucche che consumano erba cibandosi, fecondando la vita della Terra. Il leone sembra rappresentare il petto specializzato nella fase dello sviluppo, il sistema ritmico di cuore e polmoni. Così come possono essere delicati i suoi organi digestivi, quanto potenti sono le spalle, il torace e la criniera, così come è il suo regale sguardo e il suo ruggito! L’aquila, che rappresenta il regno degli uccelli, è visto come una metamorfosi della testa e della laringe. Non ha un grande intestino, il suo corpo è un sistema di sacche d’aria calda per tenerla galleggiante, lo sfarzo del suo piumaggio brilla al sole e con il suo brillare mette insieme tutti pensieri.

Così come serpenti sono il fegato, i pesci, come riconosciuto in astrologia, sono i piedi. I crostacei, che galleggiano in mare, sono come il corpo galleggiante nel sangue: come i reni, ed è ben noto infatti che, il sangue e l’acqua di mare sono praticamente e chimicamente identici. Così l’uomo, il microcosmo, riflette il macrocosmo e gli organi del corpo appaiono sparsi attraverso il regno animale.

Se questo è davvero una verità, la comprensione sarà accompagnata da una terribile rivelazione.

Se il regno animale, con tutte le sue varianti sono aspetti di noi stessi, allora vuol dire che noi e le nostre coscienze siamo tutti legati alla matrice contro di loro, gli impostori che con i loro programmi attaccano il tessuto del nostro essere.

Il pianeta sta morendo … perché l’Homo sapiens sta morendo. La sua sconfitta spirituale è all’orizzonte, e il suo nuovo coraggioso mondo sarà popolato da cyborg dalla coscienza robotica. L’uomo ancora una volta dovrà scendere verso il basso ….

Il ritorno

“Possiamo solo scappare dal mondo superando il mondo. La morte può portarci fuori dal mondo, ma solo la saggezza potrà prendere l’uomo e portarlo fuori. Fino a quando l’uomo sarà ossessionato dalla mondanità, lui soffrirà le conseguenze karmiche delle false alleanze. Quando tuttavia, la mondanità si tramuterà in integrità spirituale egli sarà libero, anche se abita in un silenzio fisico tra le cose del mondo.” Manly P. Hall.

‘La Trasmutazione, non la negazione di presunzione, è l’arma del Maestro.’ 

Il Kybalion pdf.

Tutti i grandi filosofi hanno ipotizzato il fatto che la meraviglia e la trascendenza della coscienza cosmica potrà essere raggiunta solo quando il ‘sé’ sarà soppresso. Il timoroso chiacchiericcio del nostro io-ego è mendace, anzi custodisce la porta della coscienza a scapito della realtà spirituale.

E’ difficile per molti di noi coltivare una quiete mentale, perché la delicata voce dell’anima può essere udita solo quando il nostro ego smette di parlare abbastanza a lungo da poterla sentire. L’ego sta costantemente cercando di interferire con i nostri sforzi per contattare la nostra vera natura universale.

Ma, solo quando l’ego verrà sottomesso, il dialogo del conflitto interno si spegnerà, allora potremo partecipare e ricollegarci con la nostra multidimensionale Divinità.

Dal luogo della verità ultima, ci rendiamo conto che tutto ciò che esiste compreso il pianeta e l’universo sono aspetti di noi stessi. Noi sappiamo che siamo solo in grado di accedere al 10% della nostra divinità, il nostro DNA. L’altro 90% è stato dirottato dal nemico della vita, da una coscienza crudele, e questo a sua volta ha creato la dualità. La verità non sta dentro o fuori. E’ lo stesso campo del dentro e fuori unificato tale e quale.

Tutto esiste all’interno di un campo di coscienza unificato e tutto è collegato. Nella verità non c’è separazione, è solo una coscienza impostora che ha bloccato la nostra comprensione.

Una volta che ci ritiriamo dal gioco e osserviamo il nostro cuore, è possibile con l’intento  psichico ricollegarci con tutta la vita. Questo è il percorso e il fine ultimo del guerriero spirituale. Il mago guerriero

Poi tutto è possibile, siamo in grado di sottrarre una lepre che viene cacciata e salvare la sua/nostra vita. Possiamo salvare un branco di balene pilota dalla orribile brutalità inflitta dai servi delle tenebre dalla coscienza impostora.

Attraverso la sincronicità divina, diventiamo potenti catalizzatori per il cambiamento; I veri illuminati della vivente verità. Potremo rinascere in un nuovo santuario. Vale a dire quello che veramente siamo.

La falsità del cambiamento

Molti di noi credono ancora che l’azione diretta e il confronto con lo status quo, può facilitare il cambiamento per il miglioramento di tutti. Ma niente è cambiato dall’inizio dei tempi. L’umanità è silenziosa, egoista, brutale e sconsiderata, e nulla cambierà in questo abisso di opposti, per la nostra realtà, è una costruzione governata dall’ego della mente parassitaria. Siamo in grado di puntare a questo o quel successo, ma prendendo il mondo nel suo complesso, non è mai stato così satanico, inquinato e degradato.

Il parassita chiamato I

Il problema legato a questa lettera è il gatekeeper, il sicario e parassitario spirituale della nostra specie. L’osservatore sulla soglia della nostra immortalità. Lo spaventoso ego che ci tiene bloccati nel baratro, è il gioco del ‘noi e loro’. L’osservatore è il servo del nemico della vita, il suo parco giochi è la terza dimensione. Il bagliore dell’occhio del serpente è ipnotico, può e deve impegnare le nostre menti, vive la sua vita di auto gratificazione attraverso la nostra consapevolezza e le nostre emozioni … fino alla morte. La sua voce e le chiacchiere sono il suo mezzo di distrazione, è la guardia al cancello che di fatto conduce al tutto, è l’impianto rettile che ha usurpato la nostra divinità. Solo gli stolti possono pensare alla Legge della Dualità: La legge di polarità può cambiare. Non ci può essere utopia nella dualità, nel mondo del predatore C’è solo io, io e il mio.

Gli esseri umani sono tutti azione e reazione [dualità] è il modo in cui il gioco viene truccato, si accumulano debiti fatti di energia che ci portiamo anche nell’aldilà. Nel gioco brutale dell’Abisso. Il pendolo oscilla avanti e indietro, età dopo età, come in una fattoria di animali, come se uscissimo dalle grotte per ritornarci all’infinito fino alla nausea.

Non ci rendiamo conto che abbiamo un parassita nella mente, e che è la causa dei problemi del mondo. Il conflitto è spirituale e, il mondo manifesto è un riflesso di noi stessi; la nostra coscienza è l’impostore del diritto ereditario la cicatrice e lo stupro del mondo vivente.

‘Il mondo non si evolverà oltre il suo attuale stato di crisi utilizzando lo stesso pensiero che ha creato la situazione.’ Einstein.

Dalle letture dei libri di Elva Thompson

wlady

“un maledetto parco di divertimenti”

Video Trascritto dal minuto: 

1,10,00 al minuto 1,11,10

1,13,42 al minuto 1,15,36

Premessa:

Quando si è privi di uno spirito critico, assimiliamo quello che ci viene detto, quello che vediamo in uno schermo e lo prendiamo come fosse oro colato: Ecco perché chi guarda il filmato dall’inizio, non può perdersi l’ultima (messa all’interno del video 30 giorni dopo) parte che giustifica (volutamente) la menzogna messa all’inizio del video.

Quando una fra le più grandi corporazioni del mondo controlla la più efficiente macchina per una propaganda fasulla e vuota in questo mondo senza Dio, io non so quali altre cazzate vengono qui spacciate per verità.

Quindi ascoltatemi, ASCOLTATEMI! La Televisione non è la verità, la televisione è un maledetto parco di divertimenti, la televisione è un circo, è un carnevale, una trup viaggianti di acrobati, cantastorie, ballerini, cantanti, giocolieri, fenomeni da baraccone, domatori di leoni e giocatori di calcio.

Ammazzare il tempo è il nostro solo mestiere, quindi se volete la verità, andate da Dio, andate dal vostro guru, andate dentro voi stessi amici perché questo è l’unico posto dove troverete mai la verità vera.

Sapete, da noi non potrete mai ottenere la verità, vi diremo tutto quello che volete sentire mentendo senza vergogna noi vi diremo che Nero Wolf trova sempre l’assassino e, che nessuno muore di cancro in casa del dottor kildare e, per quanto si trovi nei guai il nostro eroe, non temete, (guardate l’orologio), alla fine dell’ora l’eroe vince e vi diremo qualsiasi cazzata che vogliate sentire.

Noi commerciamo in illusioni, niente di tutto questo è vero, ma voi tutti ve ne stati seduti la giorno dopo giorno, notte dopo notte di ogni età, razza, fede; conoscete soltanto NOI! Già cominciate a credere alle illusioni che fabbrichiamo qui, cominciate a credere che la TV è la realtà e, le vostre vite sono irreali, fate tutto quello che la TV vi dice, vi vestite come in TV, mangiate come in TV, tirate su bambini come in TV, persino pensate come in TV.

Questa è pazzia di massa! Siete tutti matti! In nome di Dio siete voialtri la realtà, noi siamo le illusioni. Quindi spegnete i vostri televisori, spegneteli ora, spegneteli immediatamente, spegnete e lasciateli spenti, spegnete proprio a metà della frase che vi sto dicendo adesso ……….

Tratto dal video: 

Il film che assolutamente tutti dovrebbero guardare. 

Visto su:

Stampa Libera

http://ningizhzidda.blogspot.it/