Archivi tag: medicina

I VOLENTEROSI

LO HANNO DETTO LORO

Parte di video trascritto, postato sul blog di “guardforangels”

David Rockfeller: Diremo loro che se questi bambini non vengono vaccinati, si ammaleranno delle malattie più terribili: poliomielite, meningite e perfino cancro, e tutte quelle che potremo trovare o eventualmente inventare. 

Novartis: ma è una enorme balla: il sistema immunitario è la cosa più prodigiosa che esista, sappiamo che le malattie avvengono per l’inquinamento, la mancanza di igiene, di una buona alimentazione.

Rockfeller: Beh, questo lo sappiamo noi. Non è necessario che lo sappiano anche loro, Anzi, li faremo vaccinare anche contro le normali malattie infantili, che in realtà rendono i bambini più forti.

Novartis: Ma vaccinando i bambini con tanti vaccini insieme, provocheremo stragi. Milioni di bambini uccisi, handicappati per sempre. Come potremo nascondere tanto orrore?

NSA: Beh, abbiamo molti più mezzi di Hitler, Stalin e Mussolini, e sopratutto li abbiamo estesi su tutto il pianeta. Possiamo creare un pensiero unico. Un pensiero praticamente corretto. Un pensiero su cui debbano essere tutti d’accordo, e chi non è d’accordo sarà facilmente messo alla gogna. Rispetto al singolo dettaglio dei vaccini, basterà dire che si vedono i bambini vittime dei vaccini, ammesso che lo siano veramente, ma non quelli che i vaccini salvano da molte più sciagure e malattie.

Novartis: In ogni caso spetterà a questi disgraziati genitori sobbarcarsi cause decennali e costosissime per dimostrare che le malattie o le morti dei loro figli siano da addebitarsi ai vaccini. Noi abbiamo dalla nostra parte i medici, i giornali, le televisioni, gli interi sistemi sanitari nazionali, i governi e i politici a cui finanziamo le campagne elettorali. Possiamo pagare gli avvocati che vogliamo, per quanto tempo vogliamo!

Rockfeller: Che avvocati potranno mai pagarsi questi genitori, già condannati per tutta la vita a curare e sobbarcarsi dei figli gravemente invalidi, per noi sarà come sparare sulla Croce Rossa, con la differenza che noi non osserviamo le Convenzioni di Ginevra. ah ah ah!

Dichiarazioni fatte in un colloquio nel 1991.

Qui sotto video (youtube) dell’8 giugno 2012 postato da Giuseppe D’angelo

Clicca sull’immagine per vedere tutto il video  e, delle altre brave persone che parlano in favore dell’umanità.

Benvenuti in uno dei mille aspetti del Nuovo Ordine Mondiale. Tanti auguri e buona fortuna.

Postato su: http://guardforangels.altervista.org/

Fonte: http://terrarealtime.blogspot.it/ 

wlady

Gandhi racconta Tolstòj

              Mohandas Karamchand Gandhi  Lev Nikolàevič Tolstòj 

Gandhi lo sconosciuto
Marcello Pamio – Effervescienza
http://www.disinformazione.it/

Mohandas Karamchand Gandhi (1869-1948), è stato un importante politico e guida spirituale per l’India.

Il mondo lo ricorda come il padre della nonviolenza, strutturalmente esile, magro, anzi magrissimo a causa dei suoi digiuni. Ma non è sempre stato così…

Nonostante il riconoscimento universale a simbolo della pace, Gandhi da giovane la pensava molto diversamente: era a favore della violenza, e stando a quello che scrive, era pure grasso!

All’età di 18 anni va a studiare da avvocato a Londra, e qui si adatta alle abitudini malsane dei britannici, indugiando nel cibo e ammalandosi come la maggior parte dei sudditi.
Poi accadde qualcosa nella sua vita che cambiò per sempre il suo destino: ricevette un libro…

«Quarant’anni fa, mentre attraversavo una grande crisi di scetticismo e dubbio, incappai nel libro di Tolstoi ‘Il Regno di Dio è dentro di voi’, e ne fui profondamente colpito. A quel tempo credevo nella violenza. La lettura del libro mi guarì dallo scetticismo e fece di me un fermo credente nell’ahimsa (non violenza)».

Del Leone russo ce ne siamo occupati nel nr. 25 di Effervescienza (novembre 2010). 

Il grande Lev Nikolàevič Tolstòj impiegò tre anni per scrivere questo capolavoro sconosciuto e l’unica edizione italiana fu quella dei F.lli Bocca nel 1894, oramai rarissima. 

«Mai nessuna opera mi è costata tanta fatica», confidò Leone al fedele discepolo e segretario Certkov.
Gandhi ne ricevette in regalo da un amico una copia nel 1894, e la sua vita cambiò.

Fece di questo libro il suo vademecum, a tal punto che se lo portò con sé in prigione nel 1908 e ne regalò una copia con tanto di dedica al suo carceriere! 

Ecco cosa scrive Gandhi dello scrittore russo:

 «Fu l’uomo più veritiero della sua epoca. Fu il più grande apostolo della nonviolenza che l’epoca attuale abbia dato. Nessuno in Occidente, prima o dopo di lui, ha parlato e scritto della nonviolenza così ampiamente e insistentemente, e con tanta penetrazione e intuito.

La vita di Tolstoi, con il suo amore grande come l’oceano, dovrebbe servire da faro e da inesauribile fonte di ispirazione, per inculcare in noi questo vero e più alto tipo di ahimsà»

Il senso di questo lavoro è far conoscere il pensiero di Gandhi per quello che concerne la salute e malattia. Il testo in corsivo è il suo pensiero come riportato nel suo libro “Guida alla salute”. 

Medicine e malattia

Viviamo nella fatale illusione che nessun male si possa curare senza medicine. Questo concetto ha nociuto all’umanità più di molti altri mali.
E’ indubbiamente necessario di curare i nostri mali, ma non sono mai le medicine che possono riuscirvi. Alcune medicine sono soltanto inutili; ma altre riescono veramente dannose.

Un ammalato che ingurgita dei medicinali commette la stessa pazzia di chi, volendo pulire una casa, si mettesse a coprire il sudiciume che vi s’è accumulato. Più copriamo le immondizie, e più rapidamente procede la putrefazione. Nel corpo umano si verifica esattamente lo stesso caso.

Le indisposizioni, le malattie, non sono altro che un ammonimento della Natura, la quale ci avverte che le immondizie si sono andate accumulando in questa o in quella parte del corpo, e sarebbe certamente cosa saggia lasciar fare alla Natura invece di coprire il sudiciume a forza di medicine.

Quelli che prendono delle medicine non fanno altro che intralciare il compito della Natura. 

La maggior parte dei mali sono curati assai meglio dalla Natura che dalle medicine, e il dottor Masongood arriva perfino a dire che i medici han fatto più vittime che la guerra, la carestia e la pestilenza assieme unite.
E’ pure provato dall’esperienza che le malattie, aumentano in proporzione all’aumento del numero dei medici in un dato paese.

Corpo, anima e spirito

Corpo e spirito, sono così intimamente legati fra loro che l’uno patisce, non può a meno di soffrirne anche l’organismo tutto.

Il corpo che alberga una mente inferma non può a meno d’essere malato. Ne viene di conseguenza che un carattere puro è la base della salute; i pensieri cattivi e le male passioni sono che varie forme di malattia.

Tutte le varie attività dell’organismo dipendono dalla circolazione del sangue. Esso estrae dagli cibo gli elementi nutritivi, elimina i rifiuti per mezzo dell’intestino, e così mantiene il calore del corpo. Il principale agente purificatore del sangue è l’aria.

Senza dubbio alcuno l’aria impura dà origine alle malattie nel novantanove per cento dei casi. Ne viene di conseguenza che il vivere e lavorare all’aria aperta è il mezzo migliore per evitare d’ammalarsi. Non c’è medico al mondo che possa rivaleggiare con l’aria fresca.

Aria e luce sono intimamente legate, o meglio compenetrate fra loro, che tanto val dir qui senz’altro alcune parole intorno alla luce. La luce è indispensabile alla vita quanto l’aria stessa. Dove la luce non penetra, l’aria non può mai essere pura!

 Il cibo

E’ indiscutibile che gli uomini mangiano soprattutto per soddisfare il palato, senza fermarsi a vagliare gli effetti del cibo sull’organismo.

L’uomo non è nato per mangiare, né per questo scopo deve vivere. La nostra vera missione è conoscere e servire il Creatore; ma siccome a questo servizio è strumento necessario il corpo, così dobbiamo nutrirlo per mantenerlo in vita.

Gli animali che vivono secondo Natura, in piena libertà, non muoiono mai di fame: fra loro non vi sono ricchi e poveri, non v’è chi muore d’inedia e chi mangia tre o quattro volte al giorno. Queste anomalie esistono soltanto fra noi, esseri umani.

La natura non ha mai riposo, non manca mai al proprio dovere, non conosce ozio; tutto il lavoro è compiuto alla perfezione e con puntualità assoluta. Se organizzeremo la nostra vita in armonia alle immutabili leggi della Natura, vedremo che in tutto il vasto mondo non vi sarà più chi patisca la fame. E poiché la natura provvede sempre quel tanto di cibo che è necessario per tutti gli esseri umani, ne viene di conseguenza che chi consuma più cibo di quanto normalmente spetta, defrauda un altro dalla parte di cui ha diritto.

Quindi tutto quello che mangiamo soltanto per soddisfare la gola deve necessariamente nuocere alla nostra salute.
La dieta di frutta è la migliore, poi c’è quella vegetale, in cui comprendiamo tutti gli ortaggi e i cereali.

Io oso considerare il latte come uno dei cibi da escludersi e questo lo dico basandomi sulla mia esperienza personale. Inoltre la purezza del latte dipende dal foraggio di cui si nutre la mucca e dalle sue condizioni di salute. L’uomo che beve latte di mucca avrà la salute della mucca stessa.
Il mangiar zucchero per sé stesso è una follia; i troppi dolci indeboliscono i denti e guastano lo stomaco.

 Digiuno ed esercizio fisico

E’ di estrema importanza il masticare in modo veramente completo; così facendo si estrae il massimo di nutrimento dal minimo possibile di cibo.
La sola parte utile del nostro cibo è quella che viene assimilata dal sangue; il resto non fa che ingombrare l’intestino.

I nostri saggi antenati hanno prescritto frequenti digiuni come doveri religiosi. Infatti, anche dal solo punto di vista igienico, sarà altamente benefico il digiunare almeno una volta ogni quindici giorni.

Il moto è per l’uomo una necessità vitale, come l’aria, l’acqua, il cibo, perché non vi può essere perfetta salute senza moto, senza attività ben regolata.

Gravidanza e allattamento

Le donne che abitano in città conducono una vita contro natura: cibi, vesti, abitudini in generale offendono le leggi naturali della vita semplice e sana.

Se la donna in gravidanza non accoglie in sé che pensieri d’amore per tutto quanto v’è di nobile e di buono, il suo bambino manifesterà le stesse tendenze; se, invece si lascia trascinare alla collera e ad altre cattive passioni, il bimbo le erediterà inevitabilmente. Perciò durante i nove mesi di gravidanza, ella deve dedicarsi costantemente ad opere buone, liberarsi da ogni angustia e timore, non ammettere pensieri o sentimenti cattivi, togliere dalla sua vita tutto ciò che sia non verità profonda e non perdere un momento solo in parole oziose o in opere vane.

S’intende che la donna incinta deve mantenere il corpo puro come la mente, respirando aria fresca e libera in gran copia, mangiando cibi semplici e sani, e anche di questi solo quel tanto che può digerire con facilità. Se segue tutti i consigli già dati quanto alla dieta, ecc. non avrà alcun bisogno di ricorrere ai medici. 

E’ stretto dovere del marito di astenersi da ogni litigio con sua moglie durante questo periodo e di condursi in modo da renderla serena e felice. Per nessun motivo, poi, si deve mai darle alcuna medicina.

Per il bambino, poiché la sua salute dipende interamente da quella della madre, bisogna curare la dieta e le abitudini con attenzione speciale.
Se il bambino è indisposto, bisogna studiare le condizioni di salute della madre; dargli delle medicine equivarrebbe ad assassinarlo, perché la sua delicata costituzione non può reggere alla loro azione tossica.

Finché la madre ha latte sufficiente, il bimbo va nutrito esclusivamente con quello, poi gradatamente bisogna abituarlo ad una dieta di frutta, per far sì che il sangue si mantenga puro fin da principio. 

Conclusione

Noi non siamo che il riflesso dell’universo che ci circonda; tutte le caratteristiche del mondo esterno si ritrovano nelle profondità dell’anima nostra.

Quando cambieremo natura, il mondo intorno a noi si trasformerà inevitabilmente. E’ questo il grande mistero della creazione di Dio, questo è il segreto della vera felicità.

La nostra felicità dipende esclusivamente da ciò che siamo, e non mai dai casi della vita, né dai nostri rapporti con altre persone.

Se desideriamo la salute per poterci concedere piaceri e svaghi di ogni genere, o per vantarci della bellezza del nostro corpo e considerarlo come fine a sé stesso, allora davvero sarebbe assai meglio che avessimo corpi informi e corrotti.

Il corpo non può esserci veramente utile se non in quanto lo consideriamo come il tempio di Dio e ce ne serviamo per il culto divino, altrimenti non è altro che un vaso immondo d’ossa, di carne, di sangue; e l’aria e l’acqua che ne escono, sono peggiori del veleno.

Il nostro corpo può essere un fedele servitore, ma quando diventa il padrone, la sua potenza di male non conosce più limiti. In noi si svolge una lotta incessante fra Satana e l’anima nostra che entrambi vorrebbero reggere il nostro corpo. Se l’anima vince, il corpo diviene un possente istrumento di bene, ma se nella lotta la vittoria tocca al demonio, esso non è più che un letamaio da cui pullula il vizio.

Quelli che trasformano un palazzo in una latrina o viceversa, raccoglieranno certo i frutti della loro colpevole follia.

La vera felicità è impossibile senza la vera salute, e la vera salute è impossibile a chi non sa rigidamente vincere la gola. Quando avremo disciplinato il palato, tutti gli altri sensi cadranno automaticamente sotto il dominio della nostra volontà. E chi domina i propri sensi ha realmente dominato il mondo intero, è giunto a far parte di Dio!

Effervescienza di Marcello Pamio

http://www.disinformazione.it/ 

 

http://ningizhzidda.blogspot.it/

VIVISEZIONE

Prima di leggere il corposo articolo sotto esposto, guardati e deliziati con questo video di pochi minuti sugli abitanti di questo meraviglioso pianeta. 

Vivisezione:
molto più di una questione sui diritti degli animali! 

L’autore di questo articolo (di cui non ricordo più il link), senza entrare in particolari che potrebbero creare dolore, ha deciso di non fornire dettagli sugli esperimenti fatti sugli animali, ma invece si vuole concentrare sulla frode scientifica perpetrata dai vivisettori e come hanno deformato il loro ethos scientifico sulla vivisezione corrompendo il progresso della medicina sconvolgendo il delicato equilibrio delle menti di milioni di persone in tutto il mondo. In queste righe l’autore cerca di mostrare come la vivisezione sia parte integrante della manipolazione della società (i vivisettori stessi sono tra i più manipolati) e della stessa coscienza.

Non c’è nulla di peggio della vivisezione! Nessun altro singolo fattore provoca più dolore,  angoscia e morte sia per gli esseri umani che per gli animali. Né vi è alcun metodo meno scientifico/etico per la ricerca degli istituti scolastici e gli occupati nell’industria in tutto il mondo.

Se non avete mai letto libri e/o visto filmati sulla vivisezione, nulla nella vostra immaginazione potrà mai comprendere il vero abuso e inferno fatto sugli esperimenti a danno degli animali in tutto il mondo da parte di scuole, università e laboratori di ricerca fatte da proprietà private e in alcuni casi fatti con i nostri soldi, al fine di fornire a grandi aziende farmaceutiche mega-ricche un profitto sconcertante con la scusante di dare lavoro ai vivisettori per garantire all’umanità la cura e le ricerche sulle cause delle malattie.

Duemila al minuto è il risultato degli esperimenti raccapriccianti fatti sugli animali; circa 250 milioni di €uro all’anno; circa 3,5 milioni di €uro all’anno per la sola Gran Bretagna. Oltre il 75% degli esperimenti vengono fatti senza anestesia, e quando vengono somministrate le anestesie, spesso sono inadeguate. La maggior parte degli esperimenti vengono fatti con denaro pubblico. Lo 0,2% degli animali utilizzati sono utilizzati per la sperimentazione di cosmetici. In Gran Bretagna ci sono 19 ispettori che lavorano in uffici appositi per coprire 20.000 vivisettori.

La pratica della sperimentazione animale è stato il cardine della ricerca medica e biologica fin dai primi anni del 1800, anche se non ha portato a grandi passi in avanti nella scienza medica. Eppure, ogni studente di medicina, al fine di passare il suo esame e progredire nella carriera scelta, deve sempre citare i risultati fatti dagli esperimenti sugli animali.

Come può il rispetto della vita, la compassione e l’empatia essere insegnata e nutrita dai nostri medici attraverso una pratica che richiede l’ignoranza del dolore, sofferenza, il terrore l’ansia e la morte, come ad esempio il processo d’allenamento di medici americani che regolarmente sezionano animali vivi come parte della loro formazione? La risposta viene spontanea: non può esserci formazione da questa pratica.

Gli sperimentatori animali sono una pietra angolare dell’industria farmaceutica altamente corrotta e manipolativa. Si tratta di una confraternita pseudo-scientifica che guadagna enormi somme di denaro per i loro datori di lavoro che effettuano esperimenti incredibilmente barbarici per essere utilizzati (falsamente) come farmaci sicuri per uso umano. Il Dr. James D. Gallagher, direttore della ricerca dei Laboratori Lederle ha dichiarato il 14 marzo 1964 al Journal of American Medical Associations quanto segue:

“Gli studi fatti su animali sono fatti per ragioni legali e non per motivi scientifici. Il valore predittivo degli studi fatto per l’uomo è privo di significato – il che significa che la nostra ricerca potrebbe essere priva di senso”.

Non esiste una legge britannica o europea in cui si afferma che nuovi farmaci, prodotti chimici o cosmetici devono essere testati sugli animali. Tuttavia, la sperimentazione animale assicura di fatto che i vivisettori ottengano i risultati al fine di vendere i loro pericolosi prodotti chimici ad un pubblico incauto. In numerosi studi legali di aziende farmaceutiche che hanno causato morti e feriti, la loro difesa più efficace usata più volte è quella di dichiarare che è stato fatto tutto il possibile per stabilire la sicurezza del farmaco in questione. Il fatto è che la la maggior parte delle autorità giudiziarie non sono qualificate per disputare, infatti, gli esperti in materia sono sempre membri di altre aziende e/o agenzie farmaceutiche sponsorizzate e quindi la confraternita della sperimentazione animale.

Gli esperimenti sugli animali sono stati citati in molte battaglie fatte nei tribunali per il risarcimento dei danni subiti: a causa di test adeguati che sono stati impiegati con successo, come nel caso del Talidomide che nel dicembre del 1970 è stato usato per ammonire la società che lo forniva (in questo caso Chemie Grunenthal) hanno testimoniato che i test fatti sugli animali non avrebbero mai potuto essere determinanti per gli esseri umani.

L’idea di un test su un intervento chirurgico fatto su di un animale traducibile per un essere umano è direttamente e chiaramente ridicolo. Come è stato affermato da alcuni dei più grandi e influenti medici nella storia della medicina: l’anatomia, la fisiologia e la psicologia degli animali è completamente diversa dalla nostra per molti motivi, questa esagerata differenza consta di animali allevati e ospitati in laboratori, tutto questo può essere illustrato chiaramente in molti modi; qui ce ne sono alcuni:

“La LD50 (dose letale 50%) prova che è la tecnica standard utilizzata per stabilire la tossicità: quanto di una tossina chimica e necessaria per uccidere la metà degli animali che l’hanno sperimentata. Questi animali sono allevati per essere esattamente identici in tutto per tutto, cioè geneticamente e fisicamente delle stesse dimensioni e peso. Eppure, a dose equivalente della tossina, in quantità uguale e forza riuscirà ad uccidere semplicemente la metà degli animali sperimentati, lasciando gli altri a subire diversi gradi di disabilità. Questi dati vengono poi tradotti a casaccio per dare la cifra dei livelli di sicurezza e mortalità per l’uomo.”

Ci sono 12 diversi metodi quale miniera deterministica statisticamente per la sicurezza umana delle sostanze chimiche fatte su di animali. La tesi può non essere in accordo fino a un fattore di quattro. E’ stato accertato che il test fatto sugli animali solo il 37% dei casi ha identificato agenti cancerogeni. Questo significa in effetti che i test sono sbagliati statisticamente e significativamente è peggio che lanciare una moneta in aria.

Come affermato da Hans Ruesh in The Neked Emprerss o la Grande frode medica:

“Due grammi di scopolamina possono uccidere un essere umano, ma cani e gatti possono star sopra a questi dosaggi cento volte di più. Un singolo fungo di Amanita phalloides può spazzare via un’intera famiglia umana, ma rimane il cibo più salutare per un coniglio, uno degli animali preferiti da laboratorio. Un porcospino può mangiare un grumo d’oppio senza disagio, mentre un tossicodipendente se lo fuma in due settimane. La pecora può inghiottire enormi quantità di arsenico, veleno che una volta era preferito dagli assassini. La morfina, che calma e anestetizza una persona, provoca ecitazione maniacale nei gatti e topi. D’altra parte la parte dolce delle nostre mandorle può uccidere delle volpi, il nostro comune prezzemolo è velenoso per i pappagalli, e la nostra venerata penicillina colpisce mortalmente un altro animale da laboratorio come la cavia.”

E’ una fortuna che la penicillina non sia mai stata sperimentata su delle cavie, altrimenti in via preliminare sarebbe stata immediatamente scartata come pericolosa. Come ad esempio per noi è impossibile trattenere la vitamina C nel nostro corpo come fa il cane che se la riproduce. 

Inoltre, tutta la disciplina della chirurgia ed il recupero post-chirurgico praticata sugli animali da Galeno (L’Eredità di Galeno https://www.youtube.com/watch?v=Hodomt6bBOw II secolo dopo cristo), ha mostrato la sua errata e inefficacia pratica rispetto al principio di Ippocrate (V secolo avanti Cristo) il quale diceva che l’igiene e una buona dieta, guarisce e ristabilisce le funzioni naturali del corpo facendolo restare in buona salute. Nonostante queste semplici basi di igiene salutistica, Galeno ha mantenuto il suo punto di vista, che per gli standard odierni possono sembrare abbastanza bizzarri, perché gli animali non si sono arresi alle infezioni dopo le procedure chiruriche e/o ai parti. Gli esperimenti fatti da Galeno sugli animali ha causato il rifiuto di dei valori di Ippocrate sulla riduzione di asepsi chirurgica. Questo atteggiamento distruttivo è stato sostenuto dalla Chiesa Cattolica fino al 1800 in seguito alla scoperta del germe e di come l’igiene, la pulizia e la sterilizzazione avrebbe potuto prevenire l’infezione batterica.

Di seguito viene riportato un elenco di farmaci passati come sicuri per il consumo umano, sul retro del test viene evidenziato il danno sugli animali che successivamente gli sono stati causati:

    Eraldin (per le malattie cardiache) – danno corneale Compreso cecità.
    Paracetamolo (antidolorifico) – 1.500 persone hanno dovuto essere ricoverati  in Gran     Bretagna nel 1971
    Orabilex – ha provocato danni renali con esito fatale.
    MEL/29 (anti-ipertensivo) – Provoca la Cataratta.
    Metaqualone (ipnotico) – ha causato gravi disturbi psichici che ha portato ad almeno 366     morti, Principalmente attraverso l’omicidio o il suicidio.
    Talidomide (tranquillanti) – ha provocato 10.000 bambini malformati.
    Isoproterenol (asmatico) – ha provocato 3.500 morti negli anni sessanta.
    Stilboestrol (cancro della prostata) – ha provocato il cancro in donne giovani.
    Trilergan (anti-allergici) – causato l’epatite virale.
    Flamamil (reumatismi) – ha causato la perdita di coscienza.
    Phenformin (diabete) – ha provocato 1.000 morti ogni anno fino a quando è stato ritirato.
    Atromid S (colesterolo) – ha provocato morti per cancro, fegato, cistifellea e malattie     intestinali.
    Valium (ansiolitico) – coinvolgente in dosi moderate.
    Preludin & tone massima (pillole dimagranti) – causato gravi danni al cuore e al sistema     nervoso.
    Nembutal (insonnia) – causa l’insonnia.
    PRONAP & Plaxin (tranquillante) – ha uccisi molti bambini.
    Phenacetin (antidolorifico) – ha provocato gravi danni a reni e globuli rossi.
    Amydopyrine (antidolorifico) – causato malattia del sangue.
    Marzine (nausea) – danneggia i bambini.
    Reserpine (anti-ipertensivo) – aumento del rischio di cancro del cervello, del pancreas, utero,     ovaie, la pelle e il seno delle donne.
    Methotrexate (leucemia) – ha provocato emorragie intestinali, anemia grave.
    Uretano (leucemia) – ha cancro al fegato, polmoni e midollo osseo.
    Mitotane (leucemia) – ha causato danni ai reni.
    Ciclofosfamide (cancro) – ha causato danni al fegato e ai polmoni.
    Isoniazide (tubercolosi) – ha provocato la distruzione del fegato.
    Kanamicina (tubercolosi) – ha causato sordità e la distruzione del rene.
    Chloromycetin (tifo) – ha causato leucemia, collasso cardiovascolare e la morte.
    Fenolftaleina (lassativo) – ha causato danni ai reni, il delirio e la morte.
    Clioquinol (diarrea) – ha provocato la cecità, paralisi e morte.
    LA (preventDefault aborto spontaneo) – ha provocato difetti alla nascita e il cancro.
    Debendox (nausea) – ha provocato difetti di nascita.
    Accutane (acne) – ha sordità e distruzione del rene.

(Tratto da Vivisezione: Scienza o Sham dal Dr. Roy Kupsinel, e Nudo imperatrice di Hans Ruesch).

Spesso i vivisettori hanno rivendicato e dato credito a molti progressi per questa pratica nel campo della medicina senza riportare che la stessa ricerca ha avuto gli stessi risultato senza la vivisezione degli animali. Un esempio sono le vaccinazioni. Certamente è vero che l’umanità è stata decimata per secoli dalla poliomielite, il vaiolo, pertosse, tubercolosi, difterite e tetano, ma certamente non è vero che nell’ultimo secolo abbia avuto un drammatico declino così come ci viene detto. In effetti le cifre mostrano che il declino è dovuto prima dell’introduzione della ricerca sui vaccini che hanno aggravato e ostacolato i progressi fatti in materia di igiene, sanità, stato nutrizionale e la ricchezza che sono le ragioni evidenti per la salute generale del mondo.

Le vaccinazioni sono responsabili di molte malattie che si suppone possano curare ma compromettono il sistema immunitario rendendolo vulnerabile, sopratutto nei bambini neonati che sono statisticamente più esposti alla sindrome della morte improvvisa dopo poche settimane avere fatto le vaccinazioni standard iniziali.

I vivisezionasti sono maestri nella manipolazione, essi investono enormi somme di denaro in organizzazioni di PR, come la Società di Ricerca della Difesa del Regno Unito inoltre loro hanno infiltrato molte persone in aree del movimento Anti Vivisezione (AV) creando molta confusione nella mente del pubblico dietro questo misero commercio barbaro. Un evidente esempio di quello che ha scritto l’industria della vivisezione è La strage degli Innocenti di Hans Ruesh:

Un caso interessante è quello della protezione animali della Lega di Basilea, il suo presidente il dottor Rudolph, professore di etologia, ha criticato la rinascita del sentimento antivivisezionista in Svizzera. Subito dopo, la stampa ha stabilito che avrebbero potuto scrivere ‘anche i difensori degli animali’ disapprovando. Dando uno sguardo più da vicino, il professore ha rivelato che: ha ricevuto una donazione di 200.000 mila franchi svizzeri (circa 100.000 dollari) da Hoffman-La Roche, ‘per il suo ricovero di animali’ – senza fare domande. Bisognava comprendere cosa stava sperimentando sua moglie sugli animali nel reparto di endocrinologia della Ceiba-Geigy.

Quando la mia organizzazione CIVIS ha portato la tesi sui fatti, il professore ha fatto cadere ogni pretesa di essere un protezionista degli animali: nella successiva convention dei gruppi sulla Protezione degli animali Svizzera (SPACs), ha sostenuto che ‘poiché gli animali da laboratorio sono un prodotto d’impresa umana, possiamo fare come ci pare’.

(Questa tattica d’infiltrazione non è solo nel campo del movimento AV, ma è diffusa in tutti i movimenti per i diritti degli animali. Questa è anche attualmente esemplificata dalle iscrizioni che praticano degli sport sanguinari come la caccia alla volpe e i cacciatori in generale ecc. con la quale la RSPCA stanno costantemente creando una forza e significativa politica che influenza e sfrutta l’apatia di molti membri che non risultano avere potere sulle società. Quindi, la RSPCA finanzia gli investimenti e supportano le società che praticano la vivisezione.)

La cortina fumogena dei vivisettori, dice che è preferibile testare i farmaci sugli animali che su esseri umani, e la posizione emotiva che viene sfruttata è: ‘preferisci che i test vengano fatti sul tuo bambino o su degli animali’, questo è senza dubbio il modo più efficaceper garantire un sostegno pubblico per la loro industria. Quello che non ci dicono è il fatto che i farmaci vengono testati sugli esseri umani subito dopo le prove fatte sugli animali e spesso senza la conoscenza o il consenso del paziente, quelli che sono informati del processo di solito vengono rassicurati nel sapere che ‘gli studi fatti sugli animali sono sicuri’.

I sostenitori dell’AV sono semplicemente persone che sono venute a conoscenza della verità su questa pratica, impegnandosi essi stessi ad essere parte del processo di cambiamento per riformare e abolire questo massiccio sistema di frode crudele, per entrambi gli animali ed esseri umani. Tuttavia, essi sono di solito rappresentati dai media come estremisti; per un effetto collaterale del male necessario. La gente comune si ritiene abbastanza responsabile da sopportare la crescita dei figli, il ministro per gli ammalati, salvare vite umane, gestire la ricchezza della nazione, occupare poltrone pubbliche, ecc, una volta che prendono posizione sull’AV, vengono immediatamente retrocessi, nel migliore dei casi “irrazionalmente” e “ipersensibili”, o nel peggiore dei casi “vengono odiati dalla gente come terroristi” senza diritto di esprimere un parere su questioni di ricerca.

Una volta messo il marchio di ricerca come nome di battesimo sulle gabbie degli animali chiuse nei laboratori, la scena politica rimane impotente, per non rischiare la carriera parlamentare evitando così di essere chiamati estremisti.

In generale il pubblico è fin troppo disposto ad accettare la vivisezione, come parte necessaria per il progresso moderno ritenendola non molto crudele, uno dei motivi è: perché l’alternativa, cioè la verità, è un peso troppo grande da accettare. Tale posizione viene spesso presa in difesa della propria sanità mentale come tecnica di sopravvivenza per non impazzire di rabbia e di dolore, per la terribile frustrazione ed empatia quale la vivisezione evoca in noi.

Ecco allora che i vivisettori hanno ancora un altro vantaggio rispetto alle masse nel condurre la battaglia nel tenerli convinti della verità della loro causa, mentre le organizzazioni AV devono affrontare una perpetua strada in salita contro la marea della ricchezza, controllo mentale, la tradizione e l’apatia umana che è sempre nelle mani del manipolatore.

George Bernard Shaw una volta ha dichiarato: ‘Chi non evita a vivisezionare difficilmente esita a mentire su di esso’.

Con la creazione dell’assistenza sanitaria (più precisamente impostata e definita sulla cattiva salute) sistema che si basa su risultati forvianti da esperimenti fatti sugli animali, i manipolatori di questo secolo hanno fatto sì che, all’interno del sistema, le le vere cause e le cure per le malattie non saranno mai rivelate. Questo a sua volta crea un settore che autoalimenta le multinazionali, con la creazione di malattie attraverso i loro farmaci, in questo modo possono essere certi di avere a disposizione massicci finanziamenti, per scoprire il loro errore coinvolgendo gli animali per ulteriori studi e, altri farmaci per trattare i risultati dell’errore iniziale.

Ormai in tutto il mondo questo modello è diventato famigliare: la manipolazione di uno stato globale della salute e quindi la necessità per la soluzione che viene offerta sempre più nel coinvolgimento farmaceutico.

Per il bene di noi stessi e dei nostri bambini e animali: le persone devono svegliarsi, prendere possesso della propria salute, smettendo di sostenere queste pratiche barbariche. Solo tu puoi fare tutto questo. Il tempo di farlo è adesso.