Crea sito

AMO QUESTO VIRUS

,

 

Ricevo da Anna Dossena e pubblico

[21/5, 00:49] Anna Dossena: Serie di motivazioni che voglio elencarVI:

 

Questo Virus riesce a non farti annoiare mai, infatti muta nella stessa città o paese a secondo di dove si trovi: 

  • In palestra a 2 metri non fa nulla 
  • In casa non esiste – In coda al supermercato a 1 metro non fa nulla 
  • Al Mare a 4 metri nessun problema prima è mortale 
  • In città mentre cammini è pericolosissimo 
  • In autobus a 1 metro puoi stare non succede nulla (si vede che non prende l’autobus) 
  • Se corri non riesce a prenderti ma appena ti fermi occhio metti subito la mascherina che ti prende – Se hai meno di 6 anni no problem ma appena compi i 7 occhio.

Amo questo Virus ancora di più perché ha debellato tutte le malattie che esistevano, nessuno muore più di nulla, quindi abbiamo sconfitto infarti, tumori, influenze, ictus etc etc etc.

 

Amo questo virus perché era dal ’92 che non sentivo più la frase “L’HA DETTO LA TELEVISIONE” Amo questo Virus perché ha pure insegnato che fare attività fisica in carenza di ossigeno è salutare, e io che pensavo che l’ossigenazione cellulare fosse importante, che stupida, poi c’è chi ancora dice che la medicina sia scienza esatta. 

 

Amo questo Virus perché ha fatto cambiare idea a chi non voleva far dire la propria a chi non fosse laureato in medicina, oggi invece amano all’inverosimile e addirittura osannano chi non ha mai avuto una laurea in medicina e detta le linee guida dall’OMS (Bill santo subito) Ma ancora di più amo questo Virus perché ha delineato un concetto importantissimo:

 

“la laurea in medicina non è per tutti la stessa cosa, il miglior medico è quello che sta di più in TV da Fazio” Davvero incredibile questo Virus, lo amo perché finalmente ha creato nuove figure lavorative: 

  • I FACT CHECKER, gente o Bot ancora non si sa cosa siano e che decidono se una notizia sia da diffondere o meno, ooops no scusa, reale o meno. 
  • I Task Torcer, uomini (perché donne manco l’ombra) che non hanno mai lavorato in nessun settore commerciale direttamente e decidono le linee guida di chi ci lavora da anni in quei settori. 
  • Le vedette dai balconi 
  • I cantanti dai balconi 
  • I panettieri da casa… 

Per non parlare del fatto che finalmente si capisce a cosa potessero servire questi droni, altro che cercare e scovare spacciatori o trafficanti di uomini, servono a REPRIMERE chi va da solo in spiaggia o si sdraia un attimo a prendere il sole….vero rischio per questa umanità e il pianeta. 

 

Amo questo Virus perché da “Bella Ciao” a “Faccetta Nera” o da “Mai più Campi di Prigionia” a “Rastrelliamoli in casa e staniamoli tutti con le app e le forze dell’ordine” è un attimo.  

 

Amo questo Virus perché ho capito che i miliardi ci sono (almeno a sentire CONTE e la Politica) ma non si vedono, insomma la vera natura della VALUTA FIAT, basata sul nulla.

 

Ma soprattutto Amo questo Virus perché Mi ha permesso di fermarmi un attimo, guardare il mondo e capire che non tutti siamo realmente lobotomizzati. 

Buona giornata a tutte/i” 

 

Cit. Ringrazio anche il contatto da cui ho copiato

 

***********************************

Che cosa c’è nella società che ti delude tanto? || Mr.Robot

Covid-19 – Cose da tenere in considerazione

Quando gli ospedali e le forze armate statunitensi rendono pubblicamente una pandemia di coronavirus, è necessario prestare attenzione

Daisy Luther, The Organic Pepper
Tempi di veglia

Se ti fidi dei numeri che escono dalla Cina ( io no ) sembra che stiano contenendo la loro epidemia di coronavirus. Ieri hanno riportato il numero più basso di nuovi casi in età, con 349 pazienti recentemente confermati, in un drammatico calo di oltre 1300 casi in meno rispetto a martedì.

Xinhuanet, l’outlet ufficiale di propaganda del governo cinese, ha riferito:

Il portavoce dell’NHC Mi Feng ha fatto le osservazioni in una conferenza stampa tenutasi mercoledì a Pechino, citando i dati sull’epidemia nella provincia durante la scorsa settimana.

Il conteggio giornaliero dei casi appena guariti e dimessi a Hubei, esclusa la capitale di Wuhan, ha superato il numero di casi recentemente confermati per quattro giorni consecutivi a partire da mercoledì, ha affermato Mi.

Ha anche osservato che il numero di casi recentemente confermati è diminuito in modo significativo dal 13 febbraio in aree diverse da Wuhan e che l’aumento del numero cumulativo di casi confermati è rimasto invariato. ( fonte )

Certo, ci sono molte prove che la Cina ha sempre giocato con i numeri, quindi è difficile non prendere questa “buona notizia” con un granello di sale.

Soprattutto quando centinaia di persone potenzialmente infette sono sbarcate ieri dalla Diamond Princess per tornare a casa in 50 paesi diversi attraverso un’ampia varietà di opzioni di trasporto pubblico.

E in particolare quando il nostro governo si sta impegnando (e visibilmente) a prepararsi per il potenziale di un massiccio scoppio negli Stati Uniti.

Non abbiamo nemmeno visto questo tipo di preparativi quando siamo stati avvertiti dal CDC di prepararci per un focolaio di Ebola nel 2014. Misericordiosamente, abbiamo schivato il proiettile su quello, ma certamente non è stato a causa di un pensiero ben ponderato- protocolli e procedure. L’intera cosa è stata gestita così male che avrebbe potuto provocare un disastro. Forse abbiamo imparato da quello?

CDC ha avvertito che gli ospedali americani sono avvisati di prepararsi

Chiunque sia un predatore sa che in questo momento scarseggiano articoli medici come guanti, maschere N-95 e altri DPI, e anche gli ospedali sono preoccupati per la carenza. La scorsa settimana il CDC ha emesso un avviso:

“Questo è il momento di aprire i tuoi piani di pandemia e vedere che le cose sono in ordine”, ha dichiarato la scorsa settimana la dott.ssa Anne Schuchat, un alto funzionario dei Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie.

“Ad esempio”, ha continuato, i fornitori di assistenza sanitaria devono pianificare un “rialzo in ospedale, la capacità di fornire dispositivi di protezione individuale per la forza lavoro, i controlli amministrativi e così via che si potrebbe collocare in un ambiente sanitario “. ( fonte )

In un’intervista separata, la dott.ssa Nancy Messonnier, direttrice del Centro nazionale per le immunizzazioni e le malattie respiratorie del CDC, ha detto ai giornalisti: “Ad un certo punto, è probabile che vedremo la diffusione della comunità negli Stati Uniti o in altri paesi”.

In che modo gli ospedali si preparano all’impatto?

In tutto il paese, gli ospedali stanno prendendo provvedimenti per prepararsi a un assalto di pazienti che potrebbero o meno avere la malattia infettiva. Considerando che è la stagione dell’influenza e molti dei sintomi sono simili a quelli di Covid-19, la capacità di picco potrebbe essere raggiunta molto rapidamente.

Ecco come si stanno preparando alcuni ospedali, secondo un articolo della CNBC:

  • Scripps Health con sede a San Diego sta consolidando forniture mediche come maschere, guanti, abiti e backup. (Aspettatevi che gli ordini alle strutture sanitarie vengano spediti molto prima dei nostri.) Agli operatori sanitari viene insegnato come riutilizzare in modo sicuro le maschere respiratorie N95, in caso di carenza
  • Il Northside Hospital di Atlanta sta osservando i pazienti per i sintomi clinici e la potenziale esposizione al virus. Se sospettano che un brevetto possa essere stato esposto, gli verrà data una maschera e verrà immediatamente spostato in una stanza di isolamento per via aerea, dove rimarranno mentre si trovano in ospedale. “Il controllo delle infezioni e le misure di prevenzione sono sempre una priorità”, ha detto la portavoce Katherine Watson.
  • La NYU Langone Health di New York City ha classificato Covid-19 come “Priorità di Livello 1”. Uno scenario di livello 2 o 3 sarebbe quando “c’è trasmissione in città e inizia a influire sulle operazioni ospedaliere. Il sistema sanitario ha implementato un piano di conservazione e le forniture mediche, in particolare le maschere respiratorie, vengono fornite al personale solo se necessario. “

Cat Ellis, l’autore del Manuale di sopravvivenza al coronavirus di Wuhan , avverte che gli ospedali potrebbero raggiungere la capacità di impennata molto rapidamente e che avrà un impatto maggiore rispetto alle persone con potenziali casi di coronavirus.

Gli ultimi dati che ho potuto trovare su quanti letti ospedalieri sono disponibili negli Stati Uniti sono per il 2018 dall’American Hospital Association. Hanno messo il numero totale di letti d’ospedale nel 2018 a 924.107. Questo è simile ai dati di Stastisca.com e conferma che nel 2018 c’era ancora una tendenza al ribasso nel numero di letti ospedalieri disponibili.

Supponendo che la tendenza al ribasso sia proseguita dal 2018, abbiamo meno di 924 mila posti letto disponibili per ogni persona malata di qualsiasi causa negli Stati Uniti. Siamo di fronte al potenziale scenario peggiore di 2.697.300 ricoveri per il solo coronavirus di Wuhan.

Ciò aumenterebbe il bilancio delle vittime da tutte le cause man mano che gli ospedali raggiungono la capacità di aumento. La capacità di sovraccarico si verifica quando si verifica un afflusso improvviso di pazienti in cui un ospedale viene sopraffatto e non può curare altre persone malate.

In questa situazione, non ci sono più letti e non c’è abbastanza personale ospedaliero per curare altri pazienti.

Spesso, durante una pandemia, non è la stessa malattia pandemica che ucciderà una persona. Durante la pandemia di Ebola del 2014, era normale che le persone morissero per qualche altro problema di salute, e non per l’Ebola, semplicemente perché i dottori e le infermiere avevano troppa paura di mettersi al lavoro. In altri luoghi, anche gli operatori sanitari si ammalarono e incapaci di prendersi cura dei pazienti, dato che ora erano pazienti stessi.

Immagina di andare in travaglio nel mezzo di una crisi pandemica. Mentre il parto assistito da un’abile ostetrica ha costantemente dimostrato di essere sicuro e ha esiti migliori rispetto al parto in ospedale, le cose possono e continuano a andare male. E se ciò accadesse durante una pandemia senza letti disponibili? E se tu o una persona cara avete avuto un infarto o un ictus? E se tu fossi stato in un incidente d’auto o ti fossi ferito in una folla che stava cercando di ottenere gli ultimi rifornimenti dallo scaffale di un negozio di alimentari e avessi bisogno di cure al pronto soccorso? ( fonte )

Essere preparati a trattare piccoli problemi a casa è molto importante quando gli ospedali traboccano di persone che potrebbero o meno avere una malattia potenzialmente mortale.

Anche i militari statunitensi si stanno preparando.

Un ordine esecutivo è stato emesso dallo staff congiunto e approvato dal segretario alla Difesa Mark Esper per avviare ufficialmente piani di pandemia, riferisce il Military Times. Il 1° febbraio, il comando nord degli Stati Uniti è stato incaricato dal Joint Staff “di iniziare una pianificazione prudente nel ruolo assegnato sincronizzando i piani del dipartimento per l’influenza e la malattia pandemiche”.

Tuttavia, Navy Lt. Cmdr. Mike Hatfield afferma che in nessun modo “la pianificazione indica una maggiore probabilità di sviluppo di un evento. Come professionisti militari, pianificare una serie di contingenze è qualcosa che dobbiamo al popolo americano. “

Ma in altre notizie militari, il Dipartimento della Difesa ha annunciato che undici basi militari vicino ai principali aeroporti in tutto il paese hanno istituito campi di quarantena per possibili pazienti affetti da coronavirus. Prima di farti prendere dal panico e urlare “FEMA CAMPS – STANNO ARRIVANDO SU!” rilassare. Queste aree di quarantena, a questo punto, sono destinate a ospitare solo 20 pazienti.

Le installazioni DOD e gli aeroporti che potrebbero supportare come backup terziari sono:

  • JB Pearl Harbor-Hickam, HI (HNL)
  • Great Lakes Training Center Navy Base, IL (ORD)
  • Base di riserva congiunta della stazione aerea navale, TX (DFW)
  • Marzo ARB, CA (LAX)
  • Travis AFB, CA (SFO)
  • Dobbins ARB, GA (ATL)
  • Fort Hamilton, NY (JFK)
  • Kit base navale, WA (SEA)
  • Joint Base Anacostia, DC (IAD)
  • Joint Base McGuire-Dix-Lakehurst, NJ (EWR)
  • Centro di addestramento di Fort Custer (DTW)

In base alla richiesta, il supporto DOD in ciascuna sede sarà limitato alla fornitura di supporto abitativo per un massimo di 20 persone in fase di osservazione in quarantena. Il dipartimento fornirà inoltre spazi per uffici per diversi membri del personale HHS e le loro apparecchiature fino al 22 febbraio 2020. ( fonte )

Naturalmente, con l’evolversi della situazione, queste strutture potrebbero sempre essere ampliate. Esistono già strutture di quarantena DoD per un massimo di mille pazienti.

Sabato, il segretario alla Difesa Mark Esper ha approvato una richiesta del Dipartimento della salute e dei servizi umani per il possibile uso di strutture militari per ospitare 1.000 persone che potrebbero essere messe in quarantena all’arrivo dall’estero a causa di un nuovo virus.

Una dichiarazione del Dipartimento della Difesa afferma che i funzionari di HHS hanno richiesto l’uso di diverse strutture in grado di ospitare almeno 250 persone in singole stanze fino al 29 febbraio. Secondo la dichiarazione, HHS sarebbe responsabile di tutte le cure, i trasporti e la sicurezza degli sfollati. ( fonte )

Le sedi di queste strutture di quarantena sono il 168 ° Reggimento, Regional Training Institute, Fort Carson, Colorado; Travis Air Force Base, California; Lackland Air Force Base, Texas; Marine Corps Air Station Miramar, California. Queste basi sono state recentemente evacuate da Wuhan e dalla sfortunata nave da crociera Diamond Princess stanno aspettando le loro quarantene.

Che cosa significa tutto questo?

Prima di tutto, non significa che dovresti farti prendere dal panico. Tiriamolo via prima. Il panico, come scrive Selco, non porta a un buon processo decisionale. Puoi essere consapevole di ciò che sta succedendo e aggiungerlo al tuo arsenale di informazioni per aiutarti a fare le migliori scelte in futuro.

Ciò significa che il governo degli Stati Uniti sta prendendo molto seriamente questo focolaio. Dal momento che in generale, la linea del partito è “tutto andrà bene”, le recenti azioni prese pubblicamente dovrebbero sicuramente suscitare una certa consapevolezza che questo potrebbe diventare serio.

Prepararsi al potenziale di una pandemia di Covid-19 è fortemente consigliabile. ( Scopri di più qui .) Devi tenere a mente tutte le altre cose che potrebbero andare storte durante un assedio a lungo termine della malattia. Il panico di altre persone; la caduta di sistemi come servizi pubblici, polizia, vigili del fuoco e ospedali; e la carenza di forniture è tutto ciò che dovresti prendere in considerazione.

Personalmente, sono contento che lo stiano prendendo sul serio perché la gestione della minaccia dell’Ebola è stata quasi un disastro.

È impossibile dire se questo virus sarà contenuto prima che diventi diffuso negli Stati Uniti e altrove, ed è anche molto difficile prevederne le conseguenze. I virus mutano, diversi sistemi sanitari possono gestirlo meglio di altri e gli sforzi di contenimento in diverse aree possono avere più successo di altri – o meno.

Ma direi che i preparativi intrapresi dagli ospedali in tutta la nazione e dai nostri stessi militari sono un segno al neon lampeggiante che saremmo sciocchi da ignorare.

Fonte: https://www.wakingtimes.com/

***********************************

 

®wld

Pagati $ 4 miliardi per lesioni e decessi correlati ai vaccini

Dagli anni ’80, l’agenzia governativa degli Stati Uniti ha pagato oltre $ 4 miliardi per lesioni e decessi correlati ai vaccini. Vuoi ancora un vaccino antinfluenzale?

Di BN Frank

Molti americani non sono consapevoli del fatto che esiste un programma nazionale di compensazione degli infortuni ai vaccini per coloro che sono stati feriti da vaccini antinfluenzali e altre vaccinazioni . Questo è il motivo per cui Donald Trump e molti altri si oppongono alle vaccinazioni obbligatorie, in particolare per “L’influenza” che di solito non è fatale.

 

Dall’anno scorso, erano stati pagati oltre 4 miliardi di dollari per ferite da vaccino e decessi:

Un aggiornamento del 1° dicembre 2018 della US Health Resources and Services Administration (HRSA) sul programma federale di indennizzo per i danni da vaccino (VICP) ha riferito che l’ammontare totale dei premi a bambini e adulti che sono stati feriti o sono morti dopo aver ricevuto l’infanzia raccomandata a livello federale i vaccini hanno superato $ 4 miliardi. 1 2

Il VICP è stato creato dal Congresso ai sensi del National Childhood Vaccine Injury Act del 1986 come sistema di compensazione federale alternativo alle cause di lesioni da vaccino presentate in tribunale civile. 3

Secondo un articolo pubblicato su Fair Warning, quasi nessuna attenzione da parte dei media è stata data ai pagamenti effettuati alle vittime di vaccini dal governo, che sono giudicati dalla Corte Federale per le Reclami degli Stati Uniti (nota anche come “Corte dei vaccini”). 1 Fair Warning sottolinea che uno dei motivi per cui la “Corte dei vaccini” lavora in relativa oscurità è perché i funzionari della sanità pubblica sostengono che “i vaccini forniscono enormi benefici per la salute pubblica” e sono riluttanti a parlare di vittime di vaccini per paura che la pubblicità relativa alle lesioni da vaccino i premi di risarcimento dissuaderebbero il pubblico dall’essere vaccinato. 1

Il rapporto HRSA rivela che negli ultimi 30 anni (dal 1989), il VICP ha ricevuto 20.123 petizioni che rivendicano lesioni e decessi da vaccino, di cui 18.000 richieste sono state risolte. Di questi 17.576 casi, 6.313 casi (circa due su tre crediti) hanno ricevuto premi di compensazione tramite accordi o sentenze. 1 2 Tuttavia, l’HRSA non riconosce che le lesioni da vaccino sono rare e stima che una persona sia stata compensata per ogni milione di dosi distribuite negli Stati Uniti. 1 Tuttavia, l’HRSA non riconosce che non esiste alcun meccanismo per misurare quante lesioni e decessi dopo la vaccinazione si sono verificati ma non sono mai stati segnalati.

Il problema è che il numero di petizioni al VICP è aumentato drammaticamente negli ultimi anni. Circa 1 miliardo di dollari (un quarto dell’importo totale del pagamento dal 1989) è stato distribuito alle vittime di ferite da vaccino negli ultimi quattro anni. 1

Fair Warning cita Barbara Loe Fisher, co-fondatrice e presidente del National Vaccine Information Center, che ha dichiarato: “Siamo amaramente delusi. Dal mio punto di vista, questo è stato trasformato nel sogno dell’azionista e nel peggior incubo di un consumatore “. 1 Ha notato che due terzi dei firmatari del VICP sono respinti, il che si discosta dallo scopo originale del VICP: presumere il nesso di causalità a meno che non ci sia un altro spiegazione biologicamente plausibile per la lesione o la morte in seguito alla vaccinazione. 1

Nel 2014, il Government Accountability Office (GAO) è stato critico nei confronti del VICP, sottolineando che la maggior parte delle richieste di risarcimento ha richiesto diversi anni, alcuni più di un decennio. 4

I sintomi simil-influenzali sono anche comuni con la malattia da microonde , una malattia riconosciuta a livello federale (vedi 1 , 2 ) e la sensibilità elettromagnetica, una disabilità riconosciuta a livello federale (vedi 1 , 2 ). Queste condizioni sono causate o aggravate dall’esposizione alle radiazioni elettromagnetiche (EMR), inclusi i telefoni cellulari e le radiazioni WiFi .

Brave: il browser creato per la privacy

 

Non ci sono vaccinazioni per la malattia a microonde o la sensibilità elettromagnetica.

Credito immagine: Pixabay

Fonte: https://www.activistpost.com/

**********************************

Inviatomi da Anna Dossena: Intanto a Milano succede questo

®wld

Il termine Organico non piace agli algoritmi di Google

Google ha appena cancellato i siti Web di salute naturale dai risultati di ricerca; Whistleblower spiega come e perché

Di Sayer Ji, GreenMedInfo

All’inizio di questo mese, in un devastante colpo di algoritmo, Google ha rimosso molti dei migliori siti Web di salute naturale e salute dai risultati di ricerca organici, alcuni dei quali hanno perso il 90% del loro traffico. In effetti, il termine “organico” non dovrebbe più essere usato per descrivere il traffico di riferimento di Google, come rivela un’indagine sotto copertura sbalorditiva di Project Veritas: Google manipola surrettiziamente i risultati di ricerca e gli auto-suggerimenti per conformarsi a un insieme molto specifico di sociopolitici e programmi economici intesi a manipolare le elezioni e promuovere interessi privati.

Viviamo in tempi incredibili, anche se intensi, pieni di oscurità e luce incredibile.

Ma grazie al potere di Internet, abbiamo un livello di libertà di informazione mai apprezzato prima da nessuna generazione precedente sulla Terra – e quell’informazione è il sangue della vita degli ideali democratici, e l’ingrediente necessario per il consenso informato e la libertà di salute, i nostri principali patrocini

Ma cosa succede quando i custodi dei contenuti che attraversano questa incredibile invenzione, come Facebook e Pinterest, censurano e mettono al bando l’ombra di determinati utenti o contenuti, o la loro capacità di inviarti messaggi tramite piattaforme di provider di servizi email come MailChimp, come abbiamo recentemente sperimentato su GreenMedInfo.com? Dove andiamo allora per informarci?

Perché non saltare il filtro dei social media e la censura della piattaforma di posta elettronica e tornare a usare Google, potresti chiedere. Non sono forse l’archetipo e l’oracolo moderno dell’equità, essendo diventati sinonimo di ricerca e di risposte oggettive.

Dopotutto, non ti aspetteresti che se tu avessi digitato la ricerca sulla curcuma, GreenMedInfo.com comparirebbe sulla prima pagina, dato che abbiamo la più grande risorsa di accesso aperto al mondo sull’argomento che cura oltre 2.700 studi peer-reviewed rilevanti per oltre 800 malattie, sull’argomento? Mentre alcuni anni fa il nostro traffico di ricerca stava crescendo, oggi è come se non esistessimo più su Internet (a meno che non ci cerchi specificamente per nome).

Invece, oggi, trovi i risultati della prima pagina su Google su turmerico come: “La Curcuma che dopo tutto potrebbe non essere una miracolosa spezia” da Time.com, o “Curcuma: usi, effetti collaterali, interazioni, dosaggio e avvertenza” da WebMD.com, che trascurano gran parte delle ricerche che abbiamo raccolto e fanno suonare la curcuma come se fosse solo un altro farmaco che devi prendere con molta attenzione.

Apparentemente, questo è interamente dal design! Il 3 giugno, infatti, Google ha implementato il suo ultimo cambiamento dell’algoritmo di base, che ha cancellato i risultati della ricerca organica per la maggior parte dei migliori siti nel settore della difesa della libertà naturale per la salute e il benessere. Siti come DrAxe.com, Kellybroganmd.com (le statistiche raffigurate nell’immagine sotto) e Naturalnews.com hanno visto la maggior parte del loro traffico rimosso durante la notte.

Mercola.com, forse la hit più pesante di tutti, ha rotto la storia nel suo rapporto in due parti: “Google seppellisce Mercola nel loro ultimo aggiornamento sui motori di ricerca, parte 1 e 2 .

Mercola.com è stata una fonte di informazioni che denunciano la collusione di Big Pharma e Big Tech per decenni, quindi non sorprende il fatto che Google intraprenda questa azione contro la sua piattaforma e simili. In effetti, i segnali della prossima epurazione sono arrivati ​​nel 2016, quando GlaxoSmithKline ha firmato un contratto da 715 milioni di dollari per collaborare con Google. Google, a quanto pare, è diventata un’operazione pay-to-play e contiene una specifica agenda sociopolitica ed economica che è integrata direttamente nei suoi algoritmi di ricerca.

Sorprendentemente, lo stesso giorno del rapporto di Mercola, il 24 giugno, un reporter investigativo di nome James O ‘Keefe, fondatore di Project Veritas, ha pubblicato un video in incognito di un dirigente di Google e un informatore di Google, rivelando come l’azienda sta manipolando i risultati della ricerca per influenzare indebitamente le elezioni, ma come stanno applicando una narrativa di tipo orwelliano alle autosuggestions, ai risultati di ricerca e al feed degli aggregatori di notizie di Google utilizzati ogni giorno da miliardi. Questo è un video da guardare assolutamente, ed è stato rimosso quasi immediatamente da YouTube (vedi immagine sopra ndr: proprietà di Google), a ulteriore conferma di quanto male non volessero che le informazioni arrivassero.

Sorprendentemente, i tempi di questo video non potrebbero essere peggiori per Google. Come riportato dal Wall Street Journal il 24 giugno, il Dipartimento di Giustizia sta preparando una causa antitrust contro Google. Inoltre, il 19 giugno, il senatore Josh Hawley (R-MO) ha introdotto la legge del Senato del 1914, “Una legge per emendare il Decency Act sulle comunicazioni per incoraggiare i fornitori di servizi informatici interattivi a fornire moderazione dei contenuti politicamente neutrale”, che priverebbe la Big Tech le società dell’immunità attualmente godono di cause per il tipo di manipolazione politica del video di Project Veritas sopra esposto.

Fino a quando Google non sarà ritenuta responsabile delle proprie azioni e ci sarà una riforma del settore, sarà difficile aggirare il loro dominio completo (Gmail, Google, YouTube, Google Calendar, Google Documenti, ecc.) A meno che non troveremo piattaforme migliori, protetti dalla privacy. E ce ne sono alcuni di cui forse non avete sentito parlare, tra cui le alternative del browser Internet a Google Chrome, come Brave Browser e Opera, motori di ricerca come Startpage.com, duckduckgo.com o ecosia.org e programmi di posta elettronica come protonmail. com. Puoi anche utilizzare l’app per le comunicazioni Signal, che fornisce un livello di crittografia che potrebbe essere il migliore in circolazione.

Infine, questa newsletter è una delle uniche linee di vita che le persone dovranno ricevere i nostri contenuti in futuro. E ti incoraggiamo vivamente a condividerlo con gli altri. Possono registrarsi qui e ricevere il nostro regalo più ricco di informazioni, una guida di rimedi naturali di oltre 500 pagine interamente supportata da una scienza peer-reviewed. È davvero una risorsa inestimabile e siamo felici di darlo via per sostenere i nostri lettori riprendendo il controllo della loro salute. Scaricalo qui. Inoltre, se non sei ancora un membro, per favore considera di diventarlo oggi.

ADDENDUM: PROVA L’IPOTESI CHE GOOGLE STA MANIPOLANDO I LORO RISULTATI

Per confermare che le accuse di O ‘Keefe nei confronti di Google sono corrette e che sono impegnate a manipolare i suggerimenti automatici dei termini di ricerca, ho digitato Google “Vaccini causa …” per vedere quali risultati avrebbe recuperato. Questo è il risultato:

Per accertare quale sia il volume di ricerca effettivo per il termine in questione, siamo passati a un altro prodotto Google chiamato Google Trend che consente di vedere il volume e ciò che le persone stanno cercando, nel tempo. Quindi, abbiamo confrontato le ricerche: “I vaccini causano adulti” con “I vaccini causano l’autismo”. Vedrai la profonda disparità di volume tra i due, a favore di quest’ultimo.

Puoi visitare la ricerca delle tendenze di Google e vedere di persona qui.

Chiaramente, questo dimostra con i dati di Google che stanno rimuovendo intenzionalmente determinati suggerimenti automatici dalla loro ricerca per nascondere la verità su ciò che le persone stanno effettivamente cercando. Ciò conferma anche l’ipotesi che stiano censurando siti critici dei vaccini o che mettono in discussione la sicurezza del vaccino; vale a dire, la salute naturale e la libertà di salute che promuovono siti web come il nostro.

Fonte: https://www.activistpost.com/

Articoli correlati:

Curcuma/Curcumina e altre 1700 sostanze Naturali

Il Potere Divino della FDA nella cura delle malattie

®wld

L’intossicazione alimentare non è uno scherzo

 

Il CDC avverte l’America: NON LAVATE quel pollo infestato da malattie e superbatteri che state per mangiare

(Natural News)

Sei paranoico dei germi? Dovresti lavarti bene con acqua calda e sapone e prendere della vitamina D. Sei paranoico di germi nel cibo? Secondo il CDC, non lavare mai la carne cruda o le uova prima della cottura, perché quei germi sono molto pericolosi e possono facilmente diffondersi. Quindi, dorrai cucinarli quei germi, compresi i batteri e la salmonella, e poi mangiarli. Lavare il pollo nella tua cucina potrebbe diffondere germi mortali su utensili, taglieri e ripiani, quindi fai attenzione. Grazie all’intuizione, l’agenzia di regolamentazione “i cani da guardia”. Non smettono mai di stupirci.

Sì, questo è il miglior consiglio del CDC per evitare di essere infettati da batteri presenti nei polli allevati durante l’operazione alimentare di animali confinati (CAFO – dove la maggior parte dei polli in America vengono allevati e macellati in modo disumano), dove all’animale gli vengono sparati quantità massicce di antibiotici, perché vive in ambienti orrendi, malato dal mangiare cibi geneticamente modificati e pieno di sostanze cancerogene da sovradosaggio di ormoni.

In America, settimane (o anche mesi) prima che il pollo muoia, soffre di malattia, tristezza, e sente e guarda le sue coorti essere massacrate. Quella carne è spesso contaminata da salmonella, batteri perfringens di clostridium e batteri campylobacter, tra tutti i micidiali parassiti e patogeni. Stai pensando di essere al sicuro perché adesso mangi meno carne rossa e più pollo? Pensa di nuovo.

Clostridium perfringens sono la causa di oltre un miliardo di malattie gravi ogni anno. Perché? Perchè la maggior parte della gente crede che il CDC e LE LORO MENZOGNE nel cuinare il pollo, credono di eliminare e uccidere tutti i batteri. Non è così. Non del tutto. Le spore possono ancora crescere di nuovo e i batteri possono prosperare, specialmente se non refrigerate o congelate correttamente quello che avete cucinato.

Al Bar il cibo viene lasciato sui banchi per molto tempo, come alle feste della fortuna, così anche i batteri iniziano a festeggiare a temperatura ambiente molto rapidamente. Pensa al cibo preparato qui o al cibo che è semplicemente tenuto “caldo” per ore e ore, come la maggior parte dei bar e di cibo nei ristoranti, nei negozi di alimentari e al bar, degli alimenti preparati dai “GMO e canola-mastri” – Cibi integrali. Vuoi del sugo caldo extra-delizioso su quella carne di mucca o il la menzogna “fresca”?

 

Gli americani ingurgitano qualsiasi carne, credendo ALLA GRANDE BUGIA CHE sia meglio per loro mangiare carne bianca invece di “carne rossa”

I Funzionari della salute del CDC continuano ancora con il loro fumo negli occhi e il gioco degli specchi. Benvenuti nel circo, il più grande “spettacolo” sulla terra, in cui i funzionari del governo aiutano a far ammalare le persone fingendo di prendersene cura. Preoccupati che tu possa lavare il tuo pollo a casaccio e tutto lo schifo, le malattie in tutta la tua cucina, ma non preoccuparti della tua testolina ha circa 50 vaccini che contengono tutte le neurotossine, le proteine ​​del sangue di altre persone (da aborti), l’urina animale, il glutammato monosodico e sì, c’è ancora mercurio nei preparati dell’influenza.

Esiste una serie di passaggi che è possibile adottare per evitare di avere noti agenti cancerogeni iniettati nel tessuto muscolare. Fase 1: leggere l’inserto del vaccino. Fase due: usare il buon senso e il giudizio. Fase tre: Ricorda che gli stessi germi trovati nel pollo sono in vaccini, tra cui E. coli e organismi geneticamente modificati.

Malattie di origine alimentare che aspettano solo di infestare il tuo corpo

L’intossicazione alimentare non è uno scherzo. Il CDC, sul loro sito web, cerca di “eliminare” la serietà del problema salute menzionando solo la febbre e la diarrea e lasciando fuori il cancro e la morte. È sempre solo una preoccupazione a breve termine per le aziende e le agenzie di regolamentazione. Si chiama malattia di 24 ore, perché se non ti ammali e muori quella notte o il giorno successivo dopo averlo mangiato, non attribuirai mai i tuoi mali sulla salute ad esso. Sì, stiamo ancora parlando di pollo. Non è più sicuro della tua carne di mucca o carne di maiale.

Anche i macellai e le fabbriche usano la candeggina e l’ammoniaca per uccidere i batteri nella maggior parte dei polli che si trovano nei fast food, nei negozi di alimentari e nei ristoranti delle catene di negozi. La maggior parte delle galline in America stanno veicolando pericoli per la salute mentre sono ancora in vita, e le persone che le consumano una volta morte, preparate, vendute e mangiate. Vengono miscelati batteri, virus, tossine di metalli pesanti, ammoniaca, candeggina, OGM, ormoni, antibiotici, parassiti, agenti patogeni e pensare di poter “cucinare” tutto ciò è solo un puro suicidio per la salute.

Molte persone vengono semplicemente infettate perché usano lo stesso coltello e il tagliere sui prodotti dopo aver tagliato il pollo crudo. O lo fanno tutto sul bancone e questo porta tutti i germi. Poi, come idioti completi, ottengono un vaccino antinfluenzale e un rimedio per il morbillo e pensano di essere “bravi”.

L’intossicazione alimentare può uccidere qualcuno che ha già un sistema immunitario debole, basta chiedere al CDC. Bene, allora la maggior parte degli Stati Uniti dovrebbe evitare il pollo come la peste, perché almeno 200 milioni di cittadini hanno indebolito il sistema immunitario quotidianamente da acqua fluorizzata, farmaci da prescrizione farmaceutica, OGM Frankenfoods come mais e soia e tutti i vaccini.

Scopri alcuni fatti che potresti non sapere sul pericolo di consumare carne cruda o carne che è stata “tenuta al caldo”

Soffri di febbre alta, sangue nelle feci, eruzioni cutanee, vertigini, vomito, frequenti mal di testa, disidratazione, infiammazione, artrite e letargia? Benvenuto in America. Si consiglia a questo punto di chiamare un medico naturopata che in realtà ha frequentato corsi di nutrizione al college, a differenza di tutti gli altri medici elitari M.D.s.

Sintonizzati su Chemicals.News per gli aggiornamenti sugli alimenti che non dovresti mai mangiare di nuovo se ti piace la salute e speri per la longevità, la forza d’animo e la felicità fino in fondo.

Le fonti per questo articolo includono:

FoxNews.com

CheatSheet.com

NaturalNews.com

Chemicals.News

CafoTheBook.org

aRespectfulLife.com

Fonte: https://www.naturalnews.com/


®wld

La questione dell’età media è quello che la società moderna si vanta di offrire rispetto al passato

La longevità nell’uomo Paleolitico e Moderno. Quanto viviamo meglio rispetto al passato?

 

Nell’antichità gli essere umani erano forti, magri e non soffrivano delle patologie croniche più frequenti dell’era moderna: tumori, diabete, obesità, malattie cardiovascolari, demenza senile.  

Ma avevano una vita più breve? Cercheremo di fare chiarezza su questa opinione diffusa per comprendere i dati storici, alimentari e i vari fattori che contribuiscono alla mortalità e al calcolo statistico.

Sicuramente la modernità ha offerto il benessere diffuso attraverso un migliore igiene, farmaci salvavita e terapie di pronto soccorso, ma allo stesso tempo ha riempito le nostre tavole di alimenti industriali zeppi di sostanze che danneggiano.

Potremmo infatti scoprire che, facendo riferimento alla nostra storia remota, abbiamo l’opportunità di apprendere molto dal nostro passato per alimentarci in modo diverso, facendo più esercizio fisico, dormendo di più in accordo col ciclo circadiano, stressandoci di meno e dedicando più tempo alle relazioni sociali autentiche. In questo modo possiamo cambiare in meglio la nostra esistenza sotto tutti i punti di vista, fisico, mentale e spirituale.

L’età media nell’antichità. La confusione tra longevità e aspettativa di vita

I dati statistici fanno una media matematica. Negli anni in cui dici che l’aspettativa di vita era 40 si fa una media tra la vita effettiva e la mortalità infantile. È abbastanza evidente che se 50 persone muoiono ad 80 anni, ogni 50 neonati che muoiono (a causa di parti difficili e condizioni igieniche non corrette) la media si dimezza e va a 40 anni. Ma questo è un mero calcolo matematico che oltre a non rappresentare l‘aspetto qualitativo della vita non risalta il fatto che con l’alta mortalità infantile (parti dove spesso morivano anche le madri)e le guerre (dove soldati giovani morivano) è necessario di un gran numero di anziani longevi (80-100 anni) per ottenere quella media.

L’aspettativa di vita nel Paleolitico era maggiore che tra i Romani

Gli uomini delle caverne non sono morti così giovani. Si afferma che la durata media della vita era tra i 25 e i 40 anni nel Paleolitico. Questo è altamente fuorviante, perché l’età media era piuttosto bassa a causa di un tasso di mortalità infantile molto alto.

Durante il Paleolitico superiore, l’aspettativa di vita alla nascita era di 32 anni (Kaplan, 2000). Ma un quindicenne – che è sopravvissuto all’infanzia e fino all’adolescenza – potrebbe aspettarsi di vivere altri 39 anni, fino all’età di 54 anni.  

Nel periodo romano classico in cui l’aspettativa di vita era 20-30 e all’età di 10 anni ci si poteva aspettare di vivere 35 anni in più, a 45 anni (Frier 2001). Confrontando questo dato con quello del Paleolitico diventa chiaro come l’uomo delle caverne vivesse più del civilizzato uomo romano in media.

L’uomo Paleolitico longevo come l’uomo moderno del 1800

La mortalità infantile ha sempre distorto l’aspettativa di vita verso il basso fino agli inizi del XX secolo. Non molto tempo dopo ci siamo infatti resi conto che probabilmente era una buona idea lavarsi le mani prima di dare alla luce un bambino!

Nell’Inghilterra medievale un neonato che nasceva nel periodo tra il 1276 e il 1300 aveva una aspettativa di vita di 31,3 anni, quindi praticamente lo stesso dell’uomo paleolitico! (BBC, A Millennium of Health Improvement)

Nel 1841 l’aspettativa di vita alla nascita era ancora solo 40 anni! (Decennial Life Tables, ONS) Solo 8 anni in più rispetto al Paleolitico superiore! Quindi, anche per questa rozza misura, è ingiusto scegliere il Paleolitico come un periodo di vita particolarmente breve, mentre in realtà l’aspettativa di vita è sempre stata così bassa fino al secolo scorso.

Anche usando le medie di base per la durata della vita, i nostri antenati Paleo stavano effettivamente facendo altrettanto bene, meglio degli antichi romani e come gli inglesi medioevali.

I Paleolitici davvero morivano a 30 anni?

Se già affidandoci solo ai dati storici statistici diventa chiaro che l’uomo paleolitico non viveva meno rispetto all’uomo di qualche secolo fa, rimane da chiedersi quale fosse la sua longevità. I raccoglitori e cacciatori sono davvero morti a 40 anni durante una caccia ai mammut o ne hanno vissuti molti di più?

Bene, una statistica più pertinente da guardare al posto della vita media (o “media”) è la “modalità” (“mode”). La modalità è il valore che si verifica più frequentemente in un set di dati.

Prendi questo set di punti dati: [0.3, 0.7, 1, 1, 2, 4, 7, 7, 7, 9]. La media (media) è 3.9, mentre la modalità è 7. Grande differenza.

Lo studio più noto sulla longevità tra le tribù di cacciatori-raccoglitori ha concluso che l’età della modalità tra una varietà di diverse tribù di cacciatori-raccoglitori di tutto il mondo variava da 68 a 78 anni, con una modalità complessiva calcolata in 72 anni. (Gurvan, 2007).

Ciò significa che, in generale, se non si moriva da bambino o si era vittima di un’infezione, una malattia, guerra o incidenti, allora un sano cacciatore-raccoglitore poteva aspettarsi di vivere fino ad una rispettabile età nella vecchiaia, anche secondo i moderni standard globali.

Analisi di Lawrence sul rapporto alimentazione e aspettativa di vita nell’uomo paleolitico

L’antropologo J. Lawrence Angel nel 1984 pubblicò lo studio intitolato “Health as a crucial factor in the changes from hunting to developed farming in the eastern Mediterranean” (“La salute come fattore cruciale nei cambiamenti dalla caccia all’agricoltura nel Mediterraneo orientale”) in cui presenta i risultati delle ricerche effettuate sugli scheletri di persone vissute nel Mediterraneo orientale prima (Paleolitico) e dopo l’introduzione dell’agricoltura e quindi della coltivazione dei cereali.

La tabella sottostante è adattata e condensata considerevolmente dalla tabella completa di Angel inclusa nel documento sopra citato. Angel commenta sugli indicatori riportati nella tabella sottostante che, dal punto di vista archeologico, la durata della vita è il più semplice indicatore di salute generale. Particolare rilevanza ha l’analisi della dentatura, dato che permette il calcolo dell’età al momento della morte. Lo stato di crescita e di nutrizione può essere generalmente indicato dall’altezza della base del cranio, dall’indice di profondità della pelvica e dalla statura dell’adulto – gli ultimi due dei quali sono mostrati qui oltre alla durata della vita.

Credit: Longevity & health in ancient Paleolithic vs. Neolithic peoples by Ward Nicholson; http://www.beyondveg.com

 

Nel Mesolitco inizia la transizione verso l’agricoltura. Nel Neolitico inferiore l’agricoltura si diffonde ampiamente e i cereali diventano la base dell’alimentazione. Nel Neolitico superiore la transizione all’agricoltura è completa.

Come possiamo osservare dalla tabella, nel Paleolitico l’uomo aveva una buona qualità della vita, longevo, forte, sano e in energia, alto e robusto, e l’età media era bassa per i motivi sopra descritti. Possiamo osservare che nelle epoche successive, con il cambio di alimentazione, la statura si è abbassata e anche l’età media si è abbassata.

C’è stato anche un aumento della violenza dato che con l’agricoltura nasce anche la proprietà privata, e quindi gli uomini si attaccavano per prendere il raccolto dell’altro. Questo era più difficile che accadesse nel Paleolitico quando non c’era la conservazione del cibo e la proprietà privata.

Antiche popolazioni tra le più longeve oggi al mondo

Tra le Ande è facile trovare persone che superano i 120 anni, o donne di 90 anni che fanno le sarte e riescono ancora ad infilare il filo nell’ago senza mettersi gli occhiali. E ci sono infine dei baldanzosi vecchietti che non hanno mai smesso di far sesso e che a 90 anni riescono ancora a regalare figli alle compagne giovani. “Cose straordinarie che accadono qui a Vilcabamba, a 1.500 metri, gode di una perenne primavera con temperatura costante dai 19 ai 25 gradi.” così commenta al riguardo il Corriere della Sera.

Vilcabamba incuriosisce il mondo, insieme ad altre località, ugualmente remote e sconosciute, come la valle degli Hunza, arroccata sulla catena del Caucaso, e Ogimi, nell’isola di Okinawa, in Giappone. Tutti luoghi ricchi di persone che superano abbondantemente i 100 anni.

Longevità e aumento di malattie croniche

Così afferma Hans Ruesch nel suo libro Imperatrice Nuda. La scienza medica attuale sotto accusa:

“Negli Stati Uniti, la durata media della vita non è aumentata nell’ultimo ventennio, nonostante l’arsenale terapeutico a disposizione; quello che invece è aumentato è il periodo di degenza medio. Quindi gli americani oggi non vivono più a lungo dei loro padri, ma soffrono di più, cioè trascorrono più giorni in ospedale prima di morire (mantenuti in vita – se così si può chiamare – con flebo, trasfusioni, farmaci, polmoni artificiali, dialisi, trapianti, ecc.). La storia insegna che c’erano molti più longevi nell’antichità, quando non si parlava di medicine, esami clinici, screening, esami diagnostici, ecc.

Pitagora nacque nel 580 a.C. e visse circa 100 anni come afferma Porfirio ne La vita di Pitagora, Sofocle per esempio giunse all’età di 91 anni (497 a.C.-406 a.C.), Platone 80 anni (427 a.C. -347 a.C.). A quei tempi chi moriva giovane, moriva quasi sempre in battaglia o perché veniva avvelenato. Oggi è molto difficile morire in guerra, ma è assai più facile morire per avvelenamento da farmaci e/o vaccini!”

Uno studio del 2012 pubblicato sulla rivista Lancet ed intitolato “Healthy life expectancy for 187 countries, 1990–2010: a systematic analysis for the Global Burden Disease Study 2010” ha misurato l’aspettativa di vita in buona salute (HALE) in 187 nazioni, che riassume la mortalità e gli esiti non fatali in una singola misura della salute media della popolazione. I risultati hanno mostrato che rispetto al 1970 si vive in media 10 anni in più, ma sono aumentati anche gli anni di malattia. Gli autori infatti affermano:

“Rispetto ai sostanziali progressi nella riduzione della mortalità negli ultimi due decenni, sono stati fatti relativamente pochi progressi nella riduzione dell’effetto complessivo delle malattie non fatali e delle lesioni sulla salute della popolazione.”

Uno studio del 2015 pubblicato su Lancet e guidato da Theo Vos, ha esaminato 301 malattie in 188 nazioni tra il 1990 (anno del primo studio globale) e il 2013. In generale, malattie infettive gravi quali AIDS e malaria hanno fatto registrare un calo significativo, specie dopo il 2005. Tuttavia sono aumentate le malattie croniche e invalidanti che hanno causato nella popolazione mondiale un aumento del 42.3% degli anni vissuti con disabilità. I principali disturbi più diffusi sono: mal di schiena, depressione, disturbi muscoloscheletrici, mentali e di uso di sostanze, disturbi neurologici e malattie respiratorie croniche

Conclusione

La questione dell’età media è quello che la società moderna si vanta di offrire rispetto al passato, tuttavia per la maggior parte della popolazione non sono aumentati gli anni di salute. Da una parte dobbiamo ringraziare per il miglioramento dei servizi sanitari, dell’igiene, delle terapie salvavita, ma dall’altra lo stile di vita è diventato più disfunzionale con sedentarietà, cibo spazzatura, inquinamento dell’aria, dell’acqua ed elettromagnetico.

La verità è che purtroppo sebbene l’età media sia anche di 80 anni, almeno 30-40 anni sono vissuti convivendo con malattie che la medicina non riesce a curare, prendendo farmaci ogni giorno, in uno stato di annebbiamento mentale e intorpidimento fisico. Eppure la news è che se l’acqua a e l’aria sono pulite, il cibo è pulito, e lo stato mentale e spirituale è sano, l’uomo può vivere 120 anni. Un esempio sono gli Hunza, gli Andini, gli abitanti di Okinawa e anche gli antichi sardi.

Fonte: https://www.dionidream.com/

®wld

Tassa di scopo & sciocchezzuole di sinistra

La tassa di scopo: È giusta una tassa di scopo sul tabacco?

È giusto tassare il tabacco per sviluppare farmaci contro le malattie ad esso legate? Sì. La risposta parrebbe scontata. Siamo proprio sicuri? Siccome il fumo può essere causa di malattie e perciò incide sul sistema sanitario, si dice, sarebbe moralmente auspicabile che l’industria del tabacco contribuisse a sovvenzionare un fondo per l’acquisto di medicinali. Un ragionamento del genere imposta la questione in termini di morale, più precisamente la morale rispetto a comportamenti individuali. Si affida così allo Stato il compito di stabilire la morale e quindi quelle azioni da perseguire, con la tassa nel nostro caso.

Siamo ancora d’accordo? No. È sufficiente preferire per un momento il metodo scientifico all’emotività per produrre una risposta diversa, e quindi negativa, alla nostra domanda iniziale. Chi fa le leggi antepone spesso l’emotività delle scelte istintive al metodo sperimentale fondato sulla libertà individuale (che tutela). Seppure l’Italia è ben lontana dall’essere una solida Democrazia Liberale, è prassi che le nostre leggi non siano fondate sulla morale quanto sulla necessità di governare la convivenza tra cittadini al fine di favorire l’estensione delle loro libertà. Questo approccio al diritto che si fonda sulle libertà soggettive ed oggettive, e non sull’etica o la morale, riguarda naturalmente anche la fiscalità.

Una tassa morale non avrebbe senso di esistere nel nostro ordinamento perché contrasterebbe con la libertà di ciascuno. Essa equivarrebbe alla tassazione del comportamento legittimo di un cittadino in questo caso, visto che il consumo di tabacco è consentito dalla legge. Il tabacco può essere tassato come qualsiasi altro bene e così succede, dato che già oggi lo Stato incassa 14 miliardi di tasse da questo settore. Ma non è dato sapere quanto di questo denaro abbia una “destinazione morale”, per esempio in ricerca e prevenzione.

Il tabacco non può invece essere (ulteriormente) tassato ad hoc per una questione morale. Se valesse la questione morale, allora dovremmo tassare anche molti altri comportamenti che possono avere conseguenze negative sulla salute o sull’ambiente. Perché non imponiamo una (ulteriore) imposta ad hoc sulla benzina, sulle automobili, sulle caldaie a gasolio, sulla carne, sui grassi, sugli alcolici, sugli zuccheri, sui giochi e su tutto ciò che può generare malattie o costi per il sistema sanitario? Perché non li tassiamo per creare un fondo per l’acquisto di farmaci o (meglio ancora) la ricerca?

La morale del legislatore è spesso doppia, cioè la si impone aggirandola, e rischia di sconfinare nella demagogia. Così ci si è inventati la tassa di scopo, una sorta di paravento per celare una mentalità statalista e paternalista. Si vuole una fiscalità non volta a fornire i servizi pubblici con le risorse a disposizione, bensì finalizzata ad escogitare mezzi sempre nuovi per spremere ulteriormente i contribuenti ed imporre comportamenti ritenuti moralmente “giusti”, salvaguardando naturalmente i privilegi (nessuno si è chiesto chi potrebbe beneficiare di un fondo per l’acquisto di medicinali? Non sarebbe “più etico e morale” finanziare la ricerca pubblica?) e gli sprechi annidati nei meccanismi dei servizi pubblici esistenti.

Anche la tassa di scopo è facilmente smontabile. Le imposte sul tabacco sono già state ritoccate con la riforma del 2015 e aumentate nel mezzo del 2017, portando molti meno milioni (-224 milioni entrate gennaio-settembre; meno 1 miliardo di gettito rispetto alle previsioni per il 2017) nelle tasche di uno Stato disperatamente alla ricerca di risorse ma che spesso dimentica di valutare a monte l’impatto di nuove tasse.

Una nuova imposta come quella che il Parlamento vorrebbe far passare rischierebbe di non garantire l’effettivo aumento di gettito e non farebbe altro che peggiorare la situazione: (i) la tassazione già regressiva (cioè, i prodotti di fascia medio–bassa pagano in proporzione più tasse di quelli di fascia alta) distorcerebbe ulteriormente l’assetto concorrenziale neutro del mercato; (ii) i volumi già in calo si ridurrebbero ulteriormente portando meno gettito, e la mancanza di una relazione tecnica circa l’impatto sul mercato di questa ulteriore tassa non aiuterebbe; (iii) il contrabbando che oggi è moderato potrebbe tornare ad esplodere nuovamente, con buona pace delle entrate sperate e della salute dei cittadini; e infine (iv) si complicherebbe la burocrazia, visto che il legislatore come sempre ha partorito la tassa ma non il suo funzionamento, lasciandolo ai burocrati, appunto.

Prima di agire di istinto, i nostri parlamentari dovrebbero provare ad affidarsi al metodo sperimentale delle Democrazie Liberali. Capirebbero allora che questa tassa oltre ad essere immorale per la libertà individuale, farebbe solo danni. Per finanziare la ricerca (quella pubblica, s’intende) ci sono altri modi, meno populisti.

@pietropaganini

Foto da Shutterstock

Fonte: http://www.tempi.it/

LUIGI DI MAIO, CON LUI AL POTERE SIAMO FREGATI NE AZZECCASSE UNA 

Tenete lontano quell’ignorantello di Luigi di Maio dal Mein Kampf. Vista la bestialità da lui sostenuta dagli USA, quella secondo la quale “bisogna operare nel sistema di tassazione come Trump”, c’è da temere che leggendo la “battaglia di Hitler” se ne innamori.

Ci sarà qualche grillino che non abbia studiato su internet?

O tempora, o mores!

R

Ps: Già che ci sono una noterella sul bullo ignorante di Rignano sull’Arno.

Qualcuno gli dica che i radicali non sono di sinistra ma liberisti di destra.
Gli aggiunga che lo “Ius Soli”, le “Unioni Civili”, il “Fine vita” sono provvedimenti importantissimi ma fanno parte di una cultura liberale, non di sinistra.
Quel personaggio se vuole parlare di sinistra deve parlare di lavoro, sanità, pensioni, scuola, diritti. E non per attaccare e distruggere (come ha fatto) ma per difendere e incrementare queste sciocchezzuole “di sinistra”.

Fonte:   http://www.fisicamente.net/portale/