Archivi tag: ionosfera

Le armi a onde scalari sono probabilmente la cosa più pericolosa per la vita sul pianeta

 
12 cose che dovresti sapere sulle armi scalari 
BY JUSTIN DESCHAMPS Image Source.   di Christi Verismo

ALCUNE IPOTESI DI GUERRA SULLE ARMI SCALARI CHE POTREBBERO VERIFICARSI

1. UN POSSIBILE SCENARIO DELLA GUERRA SCALARE
2. COME SONO STATE SCOPERTE LE ONDE SCALARI?
3. UNO SGUARDO PIÙ VICINO A ONDE-FORME SCALARI
4. COME FUNZIONANO LE ARMI SCALARI?
5. COSA POSSONO FARE LE ARMI SCALARI?
6. IRRADIAZIONI SCALARI CONTRO I SINGOLI
7. CONTROLLO DELLA MENTE SCALARE
8. LA RETE DI CONTROLLO DELLA MASSA AMERICANA SENZA ‘NESSUN CONTATTO’
9. INDUZIONE DELLE MALATTIE CON LE ONDE SCALARI
10. LA TECNOLOGIA DI TESLA E STATA SEGUITA DALLA RUSSIA E DAI NAZISTI
11. C’È UNA GUERRA SEGRETA CHE SI STA VERIFICANDO NEI CIELI?
12. CHIUNQUE SIA CONTINUA LA TECNOLOGIA SCALARE DI TESLA?

PREMESSA: (nda) Il presente articolo, è frutto di una ricerca fatta in rete, non necessariamente tutte le ipotesi sono affini al pensiero mio e di tanti altri lettori. Questo articolo, ha degli adentellati interessanti su quello che è capitato nel mese di giugno 2019 e i primi mesi di quest’anno. Si è passati da una primavera fredda e piovosa, con nubifragi e grandine, mini uragani mai riscontrati in tutti i miei ’70 anni, così dicasi (dalla metà del mese di giugno 2019) del caldo anomalo che a Bolzano ha registrato una temperatura  di 41°, in Germania (più a nord) 40°. e così via dicendo su tutta l’Europa. Questa discussione è scaturita dalla conversazione fatta con un amico domenica, ci si domandava come mai una bolla di calore (alta pressione) che arriva dall’Africa(Africa subsahariana), possa arrivare alle latitudini attuali, e come mai città come ‘Tunisi‘ molto più a sud nel Meditterraneo, registri delle temperature inferiori, con uno scambio termico durante la notte accettabile, mentre in ‘Italia‘, le temperature sono fuori misura, e con poca differenza tra il giorno e la notte. Mentre sto postando questo articolo, qui a Milano, ci sono 33° con un sole abbagliante, di per se’ non sarebbe poi così strano, lo strano è che nel mentre il Sole scalda e abbaglia sta piovendo con forti raffiche a intervalli di vento.
Ebbene questo corposo articolo, potrebbe dare alcune risposte.

1. UN POSSIBILE SCENARIO DELLA GUERRA SCALARE

La seguente sembra fantascienza, ma le armi a raggi scalari furono inventate nel 1904 da Nicola Tesla, un immigrato americano dalla Yugoslavia. (1856 o 57 -1943) Da quando morì nel 1943, molte nazioni hanno segretamente sviluppato le sue armi a raggio che ora sono ulteriormente raffinate sono così potenti che solo via satellite si può: fare una distruzione nucleare simile; terremoto; uragano; maremoto; causa il congelamento istantaneo – uccidendo ogni essere vivente istantaneamente su molte miglia; causare calore intenso come una palla di fuoco ardente su una vasta area; indurre il controllo mentale ipnotico su un’intera popolazione; o persino leggere chiunque sulla mente del pianeta da remoto; influire sul sonno dei sogni REM di chiunque inviando immagini subliminali alla corteccia visiva; causare effetti simili a droghe allucinogene o sintomi di avvelenamento chimico o biologico; fare un’epidemia di malattia imprimendo la “firma” della malattia direttamente nella struttura cellulare; paralizza e / o uccide tutti istantaneamente in un raggio di 50 miglia e infine rimuove qualcosa di proprio dal suo posto nel tempo e nello spazio più veloce della velocità della luce, senza alcun avvertimento rilevabile incrociando 2 o più raggi tra loro e qualsiasi bersaglio può essere mirato addirittura fino al lato opposto della terra. Se uno dei principali paesi armati di armi scalari, ad esempio Stati Uniti o Russia, dovesse sparare un missile nucleare per attaccarsi a vicenda, questo potrebbe anche non raggiungere l’obiettivo, perché il missile potrebbe essere distrutto con la tecnologia scalare prima ancora di lasciare il suo posto o origine. La conoscenza tramite onde radio che stava per essere sparata potrebbe essere orecchiata e l’obiettivo potrebbe essere distrutto nel bunker, sparato dallo spazio via satellite.

In alternativa barriere mobili invisibili e globi fatti di plasma (prodotto da raggi incrociati) potrebbero distruggere facilmente qualsiasi missile nucleare mentre si muove verso il bersaglio e, in mancanza di tutti questi, potrebbe essere distrutto entrando nel territorio del bersaglio passando attraverso uno scudo di Tesla facendo esplodere qualsiasi cosa entri nel suo spazio aereo. Per cominciare, la difesa che utilizza la tecnologia scalare potrebbe intercettarlo prima ancora che atterri. L’intercettazione segreta delle comunicazioni radio che si collegano al normale contatto radio militare usando l’inosservabile “scalar wave carriers” potrebbe aver sentito il personale militare dire che stava per essere licenziato. Il missile può essere distrutto da sopra il sito, usando satelliti equipaggiati con armi a raggi o particelle o un UFO occultato (disco antigravitazionale fabbricato in Russia o in America originariamente fatto da dischi alieni precipitati) o aereo che utilizza fasci scalari o di particelle che potrebbero invisibilmente (e non rilevabile con le attrezzature standard) causare malfunzionamenti e cadute del bersaglio. Utilizzando una “griglia di interferenza” a onda scalare (radar), che copre sia le attività militari di tutto il paese in aria, sotterranee o sottomarine, i trasmettitori scalari inviano onde su vaste aree con angoli di 90 gradi l’una rispetto all’altra. Queste onde seguono la guida d’onda terra-ionosferica e la curva attorno al pianeta. Si chiama una “griglia di interferenza” perché tutti gli oggetti in movimento solidi si presentano come un punto luminoso che si muove attraverso i quadrati della griglia marcati sullo schermo video di un operatore. Le onde scalari sono una forma più alta di onde radar, ma fanno un passo avanti passando anche attraverso qualcosa di solido e sono in grado di rilevare ed essere in grado di essere trasformate in un raggio focalizzato per indirizzare qualsiasi cosa attraverso la terra o il mare.

Un raggio scalare può essere inviato da un trasmettitore al bersaglio, accoppiato con un altro inviato da un altro trasmettitore e mentre attraversano un’esplosione può essere fatto. Questo metodo di griglia di interferenza potrebbe consentire ai raggi scalari di far esplodere il missile prima del lancio, nonché in rotta con la conoscenza delle coordinate giuste. Se il bersaglio riesce a lanciare, quelli che sono conosciuti come globi di Tesla o scudi emisferici di Tesla possono essere inviati per avvolgere un missile o un aereo. Questi sono fatti di plasma luminoso che emana fisicamente da raggi incrociati e possono essere creati di qualsiasi dimensione, anche oltre 100 miglia di diametro. Inizialmente rilevato e tracciato mentre si sposta sulla griglia di interferenza scalare, un globo di plasma Tesla EMP (impulso elettromagnetico) continuo potrebbe uccidere l’elettronica del bersaglio. Globi di sfere di Tesla più intensamente incandescenti potrebbero vaporizzare il missile. I globi di Tesla potrebbero anche attivare la testata nucleare di un missile lungo il percorso creando una violenta esplosione nucleare di basso ordine. Varie parti dei detriti volanti possono essere sottoposte a globi di Tesla più piccoli e intensi in cui la densità di energia da distruggere è più potente di quella incontrata per la prima volta nel globo più grande. Questo può essere fatto in modalità a impulsi con qualsiasi detrito rimanente dato il massimo riscaldamento continuo per vaporizzare metalli e materiali. Se qualcosa dovesse ancora piovere sulla Russia o sull’America, potrebbe aver già realizzato uno scudo di Tesla sull’area bersaglio per impedirgli di entrare nello spazio aereo.

2.  COME SONO STATE SCOPERTE LE ONDE SCALARI?

Le lunghezze d’onda scalare sono più sottili dei raggi gamma o dei raggi X e solo un centomilionesimo di un centimetro quadrato di larghezza. Appartengono al sottile campo gravitazionale e sono anche conosciute come onde gravitazionali. Unicamente, fluiscono in più direzioni ad angolo retto dalle onde elettromagnetiche, come una fonte di energia non sfruttata chiamata “potenziali”. I potenziali sono particelle non organizzate nell’iperspazio: pura energia eterica che non si manifesta nel mondo fisico. In confronto, le onde elettromagnetiche (misurate da così tanti hertz o impulsi al secondo, che conosciamo ad esempio onde radio) esistono normalmente nel mondo fisico, ma possono essere misurate solo a livelli determinati dalla sensibilità dell’apparecchiatura usata come a quanti cicli al secondo operano.

Onde scalari furono originariamente scoperte da un genio matematico scozzese chiamato James Clerk Maxwell (1831-1879). Legò elettricità e magnetismo e pose le basi per la fisica moderna, ma sfortunatamente le onde scalari molto sottili (incluse nella sua ricerca) furono lasciate deliberatamente dal suo lavoro da parte dei 3 uomini, tra cui Heinrich Hertz, che ha stabilito le leggi insegnate per la fisica come disciplina nei college. Ignoravano le onde scalari o potenziali di Maxwell come “mistiche” perché erano fisicamente non manifeste e esistevano solo negli “eteri” e quindi erano decise a essere troppo inefficaci per ulteriori studi. Queste onde scalari enigmatiche (ma più potenti di persino le microonde quando sono imbrigliate e concentrate in un raggio) possono essere state dimenticate, tranne che Nicola Tesla le ha riscoperte accidentalmente. Inizialmente aveva lavorato con Thomas Edison che scoprì la corrente continua, ma Tesla scoprì la corrente alternata. I due uomini non furono d’accordo e alla fine si separarono e Tesla in seguito sperimentò usando la ricerca del tedesco Heinrich Hertz, che stava dimostrando l’esistenza di onde elettromagnetiche. Tesla trovò, mentre sperimentava violentemente brusche correnti elettriche a corrente continua, che una nuova forma di energia (scalare) venne fuori.

Nel 1904, Tesla aveva sviluppato trasmettitori per sfruttare l’energia scalare da un trasmettitore a un altro, ignorando in modo impercettibile il tempo e lo spazio. Poteva materializzarlo da un posto all’altro attraverso l’iperspazio, senza l’uso di fili, è stato semplicemente risucchiato dallo spazio-tempo / vuoto e in un trasmettitore e in un raggio che potrebbe essere indirizzato a un altro trasmettitore. Sfortunatamente non ha ricevuto alcun supporto finanziario per la sostituzione dell’elettricità, che utilizzava fili e quindi ha guadagnato denaro, e fino ad oggi, questo è il motivo per cui l’energia scalare non è ancora riconosciuta nella fisica tradizionale. Tesla, anche se ha scoperto di più per l’umanità nella scienza di molti altri, non è ancora accreditato nei libri di scienza per la sua scoperta di onde scalari, una fonte di “energia libera” ottenibile come fonte illimitata di energia che non costa nulla. Altri inventori hanno sporadicamente riscoperto “energia libera” ma sono eliminati o sono stati messi a tacere dalla somma di milioni di dollari di denaro segreto, una piccola somma rispetto alla vendita di elettricità, petrolio, gas e una miriade di altri produttori di energia che sarebbe quindi reso inutile. La grande affamata di denaro ha duramente annientato qualsiasi opposizione alle proprie ricchezze, generata da più obsoleti combustibili fossili inquinanti della terra.

3. UNO SGUARDO PIÙ VICINO ALLE FORME D’ONDA SCALARE Queste forme d’onda scalari più sottili sono state scoperte periodicamente da altri matematici, che sono stati in grado di calcolare nuove equazioni soprattutto in armoniche (usate nella fisica iperdimensionale) che collegano le lunghezze d’onda della materia, la gravità e luce reciproca e come tutti questi si bloccano e creano la nostra espressione del tempo (come si manifesta nello spazio) – che ora è stata scoperta come energia potenziale ‘inutilizzata’ che scorre nell’iperspazio. Il tempo scorre come un fiume di forma d’onda nell’iperspazio in uno schema a griglia. Questo consiste di interblocco di grandi cerchi che circondano i poli e comprendono una griglia reticolare di linee che si trova a 30 miglia nautiche o 55,5 km di distanza. Quando i raggi scalari si caricano attraverso l’iperspazio questi “fiumi di tempo” vengono bloccati e reindirizzati temporaneamente. C’è un piano nascosto sotto i piedi per cambiare il modo in cui il tempo viene espresso su questo pianeta usando la fisica iperdimensionale e la tecnologia Tesla, riconducendo la terra su una timeline di Atlantide, ora defunta, in cui Lucifero non era caduto in disgrazia. (vedi il mio altro lavoro su questo nei libri The Universal Seduction Vols 2 e 3 alla fine di questo articolo)

La nostra “realtà” attuale è espressa nel modo in cui il tempo corre lungo i corridoi nell’iperspazio dal modello che segue. Altre “linee temporali” esistono in un diverso tipo di schema a griglia, creando versioni alternative del nostro “presente”. Più versioni della realtà (o per esempio il 2 aprile 2004) possono essere manipolate con la giusta tecnologia, e le persone possono entrare in universi paralleli fare ogni sorta di cose e poi rientrare in questo. Uno ha bisogno di un generatore di riferimento temporale Zero di Tesla, che può presentare una realtà specifica nel tempo al centro dell’universo, in cui rimane immobile, agendo come un’ancora. Sia l’America che il governo britannico sono in grado di manipolare e entrare in realtà diverse.

Le varie dimensioni comprendono ciascuna un complesso schema di forme d’onda ad incastro. Si è scoperto che la materia è solo un’onda di un polso che comprende un ciclo positivo, mentre il ciclo negativo si manifesta come “anti-materia”. L’impulso ‘materia’ porta qualcosa ‘in’ visibilità fisica, poi scompare momentaneamente e ritorna. Ma gli impulsi sono così rapidi che non vediamo qualcosa di non manifesto mentre temporaneamente smaterializziamo. Il tempo fisico è misurato solo dalla visibilità del processo di invecchiamento di qualcosa, o in altre parole il suo passaggio attraverso un viaggio che inizia da un punto di riferimento temporale misurato a un altro. Diverse forme d’onda ci appaiono solide perché siamo composti dalla stessa materia. Se le frequenze che governano il tempo tra un impulso di materia e un impulso anti-materia sono abbreviate o allungate con la tecnologia, il tempo andrà più veloce o più lento nello spazio circostante o ciò che esso produce. Pertanto le onde scalari appartengono allo spazio-tempo in cui esiste l’antimateria o l’iperspazio. Il tempo può essere alterato da onde scalari cablate e dirette (inclusi magneti che emettono onde scalari che piegano il tempo) perché interrompono il polso della materia e dell’anti-materia e quindi la velocità con cui qualcosa passa normalmente attraverso il tempo con la sua solita morbidezza. Un esperimento con onde scalari negli Stati Uniti ha causato una volta che tutti gli orologi e gli orologi nel quartiere dei test di andare in berserk per 4 giorni, fino a quando il flusso del tempo è tornato al suo flusso normale e sono tornati come prima. Questo è stato notato da Frank Golden.

I “potenziali” scalari possono essere creati artificialmente e, se focalizzati su un’arma, possono causare danni maggiori alla posizione di un oggetto nello spazio-tempo. Ciò che determina il polso naturale dell’oggetto della materia e il ciclo anti-materia può diventare stressato quando bersagliato da onde scalari composte da potenziali artificiali, perché sono quasi sempre assorbiti dal nucleo di un atomo, non dagli elettroni in orbita. L’iperspazio può diventare temporaneamente deformato, sebbene lo spazio-tempo si curvi naturalmente attorno ai vortici naturali che la terra ha e che forma i “chakra” per assorbire e rilasciare le energie universali. Questi sono aperti e chiusi in cicli naturali secondo le posizioni del sole e della luna in relazione alla terra. Poiché le onde scalari sono più sottili delle onde gamma, possono passare attraverso qualsiasi sostanza fisica senza essere rilevate. Tuttavia, il danno inflitto può essere così potente da poter spostare un oggetto fuori dal tempo e dallo spazio e farlo sparire temporaneamente dal suo normale movimento nel tempo. Tutti gli oggetti si muovono nel tempo e si muoveranno nello spazio anche se una forza fisica esterna attiva le proprie onde scalari interne naturali per puntare nella direzione in cui è inviata a farlo muovere da A a B a seconda di quanta forza viene usata. Oppure sono intrappolati immobili nello spazio dall’energia scalare interna all’interno di un vortice che si incastra in un punto morto, (facendolo sembrare immobile), tuttavia l’oggetto si muove ancora nel tempo. Un raggio di energia scalare può causare il lasso di tempo in cui l’oggetto risiede per deformarsi, facendolo scomparire in un’altra realtà.

4. COME FUNZIONANO LE ARMI SCALARI?

Le particelle che non sono organizzate nell’iperspazio (potenziali) possono essere sfruttate per ricreare più frequenze di onde scalari e queste possono ora essere fabbricate artificialmente e possono includere frequenze tra infrarosso e ultravioletto. Se un trasmettitore è a un “potenziale” di riferimento più elevato rispetto alla zona di interferenza di 2 raggi scalari incrociati, l’energia emerge nel “flacone” del plasma che si materializza fisicamente e si chiama modalità “esotermica”. Ciò può causare esplosioni e può essere “nucleare” se impostato ad alta frequenza. Anche se nessuna energia elettromagnetica è volata attraverso lo spazio tra i trasmettitori e il bersaglio, e poiché ha bypassato lo spazio fisico, l’energia può improvvisamente apparire più veloce della velocità della luce e distruggere qualcosa senza preavviso. È solo un potenziale artificiale bloccato che è un “fiume di forza” diretto nell’iperspazio ed è del tutto inosservabile con le apparecchiature scientifiche convenzionali, che è il luogo in cui si trova il pericolo. Nessuno potrà mai sapere cosa sta progettando il nemico o chi sono i suoi nemici e poiché non ottiene alcuna pressione, il personale militare normale senza questa conoscenza non saprebbe mai cosa li ha colpiti, specialmente se si tratta di controllo mentale scalare. Per estrarre energia dai trasmettitori dal flacone di energia di 2 raggi scalari incrociati, il potenziale deve essere impostato in una modalità inferiore e questa viene chiamata modalità “endotermica” e poiché l’energia viene estratta dall’area “bottiglia”, si verificherà un congelamento, probabilmente causando un suono fragoroso.

Quando 2 trasmettitori inviano impulsi temporizzati, che si verificano, si verificherà un’esplosione che produce energia o la estrae. Se 2 raggi incrociati sono in modalità “continua”, l’energia tra i fasci è continua e si possono creare globi di Tesla e emisferi che agiscono come uno scudo continuo per distruggere le armi in arrivo e gli aerei che vi entrano. Se vengono trasmesse più frequenze sul raggio, all’intersezione appare un globo tridimensionale. Questo può essere manipolato per avere un’energia molto elevata con qualsiasi emissione di luce, forma, colore o intensità desiderata. Può persino causare l’ammorbidimento o la fusione del metallo. Questa ‘bottiglia’ di energia può essere fatta esplodere all’interno della terra per creare un terremoto o in un edificio per fare un’esplosione ‘nucleare’. Questa ‘bottiglia’ può essere spostata ovunque sul pianeta o attraverso di essa in qualsiasi dimensione.

I russi nel 1985 una volta hanno minacciato la terra stessa attivando le loro armi scalari con trasmettitori scalari multipli attivati ​​contemporaneamente, mettendo in pericolo la sopravvivenza dell’intero pianeta. Secondo il fisico nucleare Bearden, hanno condotto un massiccio sistema di armi scalari “pieno” e un esercizio strategico per le comunicazioni. Durante questo improvviso esercizio, l’americano Frank Golden scoprì che i russi attivavano 27 giganteschi “rubinetti”, facendo risuonare la terra elettrograficamente su 54 potenti frequenze scalari (27 coppie in cui i due sono separati l’uno dall’altro da 12 kHz.) Trasmessi nella terra e hanno utilizzato questo per stimolare la terra in risonanza elettrogravitazionale forzata su tutte le 54 frequenze. Ciascuno dei 27 rubinetti ha estratto un’enorme energia dal nucleo fuso della terra stessa, trasformandola in corrente elettrica ordinaria. Ogni gigantesco rubinetto è in grado di alimentare da 4 a 6 dei più grandi obici EM scalari posseduti dalla Russia. Scrive Bearden: “Apparentemente sono state attivate oltre 100 gigantesche armi EM scalari e un gran numero di trasmissioni di comando e controllo e sono durate diversi giorni. Alternando i potenziali e i carichi di ciascuno dei due trasmettitori accoppiati, l’energia elettrica in enormi quantità può essere estratta dalla terra stessa, alimentata dal “catodo gigante” che è il nucleo fuso della terra. Anche i sistemi scalari di comando e controllo EM, comprese le comunicazioni ad alta velocità di trasmissione dati con sottomarini, sono stati attivati ​​su vasta scala. L’esercizio andò avanti per diversi giorni, dal momento che i rubinetti sono stati inseriti e disinnestati, mentre i sistemi di comando e controllo sono andati su e giù. Bearden non afferma che un laboratorio di intelligence americano o uno scienziato l’ha rilevato perché non avevano un rivelatore per le radiazioni EM scalari e che nessuno ufficialmente crede che l’esercizio sia mai accaduto. “Tuttavia, è stato monitorato su un sistema di rilevamento proprietario avanzato di Frank Golden per diversi giorni e di Bearden per diverse ore.

Questo esercizio ha dimostrato la dichiarazione del 1972 di Brezhnev che nel 1985 i sovietici sarebbero pronti a fare ciò che desiderano, in qualsiasi parte del mondo. I sovietici stanno utilizzando gli attributi sconosciuti della materia, dei fenomeni e delle leggi della natura mediante ricerche che coprono l’equivalente di 7-8 progetti di bombardamenti atomici statunitensi di cui si fa già parte. Comunque sia l’America che la Russia stanno facendo attraverso le trasmissioni di raggi scalari terrestri e da allora la dinamo interna della terra è stata colpita. Improvvisamente si è verificato un improvviso rallentamento inaspettato della rotazione 1984. È diventato come una lavatrice sbilanciata, che ondeggia mentre gira. Le onde scalari passano naturalmente tra il centro della terra e il sole, e questo, insieme a molteplici test nucleari annuali (che hanno dimostrato di disturbare la ionosfera e il campo magnetico) l’equilibrio della terra con la luna, può anche causare il capovolgimento, se le onde scalari prodotte naturalmente sono dirottate su un’altra rotta, che stanno mantenendo la terra in rotazione armoniosamente.

5. COSA POSSONO FARE LE ARMI SCALARI?

Uno scudo di Tesla che protegge un bersaglio militare potrebbe essere costituito da tre o più scudi concentrici, che produrrebbe più energia di impulsi elettromagnetici e un forte riscaldamento di qualsiasi cosa entri in esso. Questi scudi concentrici di Tesla possono anche ripulire e sterilizzare qualsiasi radiazione gamma risultante da un’esplosione di una testata nucleare. Nicola Tesla, anche negli anni Venti, poteva creare uno “scudo” o “cupola” protettiva tridimensionale formata da 2 o più trasmettitori che inviavano raggi scalari allargati collegati insieme su un bersaglio in una forma dell’emisfero. Invece di far esplodere il bersaglio che avrebbe stretto raggi incrociati più intensi, un raggio più ampio e avvolgente potrebbe formare un grande guscio di plasma all’esterno di qualcosa da proteggere. Questo ha agito come un campo di forza elettrizzante a forma di cupola, che potrebbe far sì che tutto ciò che è entrato abbia la sua doppia tecnologia, (inoperativa) far morire i piloti di aerei in arrivo distruggendo il loro sistema nervoso e / o un missile, un aereo o un colpo in arrivo.

Più strati possono essere annidati fatti di diversi tipi di plasmi che garantirebbero che nulla possa penetrare nello spazio o spazio aereo di un bersaglio protetto. I russi possono creare uno scudo di Tesla largo fino a 200 miglia. Questi grandi scudi di plasma luminosi sono stati testimoni di tanto in tanto dai marinai sugli oceani, in quanto varie nazioni testano le loro armi scalari in segreto. Tesla, già negli anni ’20 creava globi o proiettili di plasma con raggi scalari incrociati che succhiavano l’energia dallo spazio aereo in una “esplosione fredda” facendola congelare, o mandando un calore estremo in essa per bruciare come un raggio laser molto potente. Questi potenti raggi possono anche viaggiare attraverso la terra e creare un terremoto agli antipodi della terra e Tesla ha anche sperimentato questo. L’energia del flusso iperspaziale (potenziale) fluisce come se le onde in un mare di potenza intensa nella prossima dimensione non fosse assegnata, tuttavia quando l’energia è fabbricata artificialmente può essere trasformata in diverse modalità, ad esempio modalità impulso, modalità di estrazione energia o modalità esplosione. Se 2 impulsi temporizzati si incontrano, l’estrazione di un’esplosione fa un forte raffreddamento e tutta l’energia riscaldata viene estratta dall’aria verso il trasmettitore. Questo può rendere tutto e tutti congelati. Conserva macchine ed edifici ma non le persone. Se viene inviata un’energia in fiamme, il bersaglio ha una “detonazione” nucleare simile perché l’energia emerge verso un bersaglio che distrugge il nucleo degli atomi. È anche possibile combinare più modalità e frequenze scalari in un unico fascio.

I globi di Tesla possono essere manipolati per essere piccoli o grandi in molteplici tipi di frequenze di energia e indirizzati a un bersaglio da 2 o più trasmettitori scalari lontani. Molti piccoli globi di frequenza intensa possono essere diretti verso più bersagli in arrivo, come palle di cannone che causano grandi esplosioni. In alternativa, un globo più grande e meno intenso inviato può causare danni all’impianto elettrico in un aereo, elicottero o missile, causandone il malfunzionamento e l’atterraggio. Questa tecnologia è stata usata molte volte per far schiantare aerei o elicotteri usando un bazooka scalare portatile portato da un terrorista o soldato nascosto. Vietnamiti e sovietici hanno usato questa tecnologia nella guerra del Vietnam contro gli aerei americani. Molti aerei si schiantarono con cause inspiegabili possono essere ricondotte a questo. Questi bazooka portatili fatti in Russia furono anche usati dai serbi contro gli elicotteri americani durante la guerra in Bosnia. I sovietici usarono armi scalari contro gli afgani durante la loro guerra. Ci si potrebbe chiedere se questo spieghi gli attuali incidenti in elicottero americani in Afghanistan e in Iraq.

Le onde scalari possono essere utilizzate per la comunicazione impenetrabile all’interno di un’ordinaria onda portante. I potenziali artificiali possono essere utilizzati per comunicazioni a 2 vie con sottomarini, aerei e navi. Le onde scalari possono essere utilizzate per attingere alle normali comunicazioni anche se crittografate. Possono persino distruggere l’equipaggiamento dei nemici se desiderano utilizzare la modalità di blocco per localizzare la fonte o semplicemente continuare a intercettare. l’invisibilità del radar può essere effettuata mettendo più trasmettitori attorno a qualcosa per creare un guscio di interferenza sferica nella larghezza di banda del radar di ricerca. Nulla nell’aria è al sicuro con le armi scalari o con qualsiasi cosa sul terreno, perché qualsiasi edificio può essere penetrato e il contenuto interno viene distrutto da raggi stretti o larghi. Non c’è nessun posto dove nascondersi. I raggi scalari possono essere inviati da aerei o satelliti o addirittura dagli UFO governativi di Russia, Gran Bretagna, Australia e America. Possono essere inviati dagli UFO che i nazisti che hanno sviluppato segretamente in Germania durante la seconda guerra mondiale e che sono stati trasferiti nelle loro basi sotterranee in Antartide e in tutto il Sud America prima della fine della guerra.

6. IRRADIAZIONI SCALARI CONTRO I SINGOLI

Per distruggere completamente il sistema nervoso di una persona e ucciderla istantaneamente, un’arma scalare può essere impostata sulla ‘modalità di pulsazione ad alta intensità’. Questo distruggerà ogni cellula vivente, i batteri e tutti i germi, così il corpo cadrà come uno straccio flaccido, non decadendo nemmeno in 30-45 giorni. Non c’è nessun aspetto vivente lasciato al decadimento. Interi gruppi di persone possono essere uccisi in questo modo anche in un raggio di 50 miglia al picco di potenza. I raggi scalari fissati su un potere inferiore possono rendere una persona incosciente per essere rianimata in un secondo momento per l’interrogatorio. I raggi scalari incrociati possono coprire una vasta gamma di bersagli da qualcosa proprio attraverso l’altro lato della terra, a qualsiasi cosa sott’acqua o al suolo. Neanche il metallo sarà sufficiente a proteggere, poiché è possibile utilizzare una modalità di rammollimento del metallo. I raggi scalari possono essere messi in modalità a raggi X dove uno schermo può mostrare cosa c’è dentro qualcosa, anche sotto il mare e la terra o all’interno di edifici. Questo è chiamato un radar di visione remota.

Qualsiasi cosa nel cielo può essere immediatamente distrutta anche da un paese all’altro. Tutto quello che un paese ha bisogno di distruggere qualsiasi cosa in un paese nemico è mettere 2 o più trasmettitori scalari formando una griglia di interferenza di forma d’onda scalare in cui uno schermo è bloccato su un paese in modalità ad alta intensità e questo causerà qualsiasi cosa entri in esso distruggendolo. Questo può anche distruggere qualsiasi cosa nel mare e detonare mine. L’esplosione appare sullo schermo come una fioritura della luce in movimento sulla piazza. I russi usano principalmente le loro reti di interferenze negli Stati Uniti per controllare il clima che muove l’aria calda o fredda dove possono incontrarsi e creare tempeste, uragani, piogge torrenziali o siccità a loro piacimento. I terremoti possono essere creati insieme ai vulcani in eruzione secondo Tom Bearden. L’umidità può essere portata dall’oceano e inviata via terra e aria fredda dal nord inviato a sud. Si possono creare violenti temporali. Inoltre sostiene dal 1989 che i giapponesi Yazuka e Aum vendono interferometri scalari dai russi per fare ingegneria meteorologica negli Stati Uniti.

Tuttavia l’America può contrattaccare con le proprie armi scalari. Si può silenziosamente abbattere gli aerei passeggeri come necessario inviando un raggio scalare a bassa frequenza per far fallire il motore, sia dai quadrati della griglia di interferenza che dai bazooka delle armi scalari portatili, che possono essere mirati agli elicotteri o agli aerei sopra. Le navi da guerra di superficie possono essere attaccate attraverso i loro scafi e le mine sul fondo dell’oceano esplodere. Ogni aereo o nave terrestre, compresi i carri armati, può essere equipaggiato con armi scalari portatili. Sebbene i carri armati possano facilmente essere distrutti con loro.

Tom Bearden sostiene che i sovietici e gli americani hanno silenziosamente abbattuto l’un l’altro a partire dagli anni ’80. Le armi scalari fatte dai sovietici abbatterono gli aerei americani in Vietnam. Sin da quando gli Stati Uniti hanno montato i loro primi satelliti, i russi li hanno abbattuti in UFO con mantello e particelle. Tra il 1977 e il 1982 la Russia abbatté molti satelliti statunitensi. A quel tempo volevano il controllo completo sui cieli e avevano installato satelliti killer completi di armi a raggi per colpire i satelliti degli Stati Uniti e persino le navicelle spaziali. Tom Bearden ha affermato che tutte le prime navicelle spaziali sono state abbattute dai russi e navette doppie sono state sbarcate da un’altra base. C’è stata una folle corsa da parte del governo USA a sviluppare armi a raggi per difendersi dai russi, e alla fine hanno abbattuto un paio di UFO russi contenenti armi a raggi. La vendetta seguì silenziosamente gli aerei passeggeri dei rispettivi paesi presi di mira.

7. CONTROLLO DELLA MENTE SCALARE

Nei primi anni ’70, centinaia di detenuti nel Gunniston Facility della Prigione Statale dell’Utah furono sottoposti al controllo mentale delle onde scalari. I detenuti hanno cercato invano di combattere in tribunale. L’Università dello Utah ha studiato a quel tempo in che modo le onde scalari potevano indurre la mente a sentire voci, a scavare e ad impiantare pensieri nella mente, oltre a leggere i pensieri. Hanno anche sviluppato protesi oculari. Nel 1998 le onde scalari furono utilizzate per testare le voci subliminali nella testa in 2 prigioni dello Utah. In Draper Prison, nello Utah, un uomo chiamato David Fratus nel 1988 sosteneva che le voci nelle sue orecchie interne erano indotte in lui in modo chiaro come se si stesse ascoltando un paio di cuffie stereo. Le vittime del controllo mentale degli impianti governativi statunitensi sono anche soggette a voci artificiali nella testa che vengono inviate su un raggio scalare via satellite e dai trasmettitori HAARP e trasmesse alle GWEN Towers poste approssimativamente ogni 200 miglia attraverso gli Stati Uniti. Si dice che molti dei messaggi trasmessi a queste vittime americane sul controllo mentale provengano dagli alieni, con un “messaggio per l’umanità”. Questi “messaggi alieni” furono dati per la prima volta ai prigionieri nello Utah e tutti ricevettero gli stessi messaggi.

I russi, iniziando a decifrare il cervello, possono inviare messaggi subliminali via satellite su interi paesi nelle loro stesse lingue, in onde scalari così sottili che le vittime pensano che siano i loro stessi pensieri. Potrebbero far pensare alla gente che “Dio” sta parlando a loro e può anche dare un pensiero suicida alla gente. C’è una lunghezza d’onda del suicidio. Si dice che i russi e gli israeliani lo facciano sui siti web di controllo mentale. Inoltre, gli americani hanno usato questi messaggi subliminali per dare messaggi “voci nella testa” (che includono quelli con la CIA o impianti militari controllati) che sono presumibilmente di “alieni” o “Lo Spirito Santo” per dire ad esempio la Seconda Venuta sarà qui presto o la terra deve essere evacuata o che una persona è stata ‘scelta’. Solo alcune persone possono capirlo a seconda che abbiano degli impianti (che trasmettono messaggi nella testa) o se sono telepatici naturali. Si dice che il selenio minerale ingerito oltre i livelli normali aumenta la capacità di sentire le voci nella testa. Sebbene alcune razze abbiano una soglia uditiva più elevata e siano in grado di cogliere la telepatia sintetica trasmessa attraverso l’atmosfera più di altre.

I trasmettitori scalari della Russia sono chiamati “Woodpeckers” a causa del tipo di picchiettamento delle intercettazioni dei picchi rilevati da loro sulla banda radio. Hanno la tecnologia per inviare i subliminali direttamente nel subconscio di una persona, scavalcando il cervello e potrebbero influenzare drasticamente i pensieri, la visione, il funzionamento fisico, le emozioni e lo stato cosciente di una persona inviando segnali subliminali anche da una grande distanza. Alla fine degli anni ’60 i sovietici spezzarono il codice genetico del cervello umano. Aveva 44 cifre o meno e impiegava 22 bande di frequenza su quasi tutto lo spettro EM. Ma solo 11 delle bande di frequenza erano indipendenti. I sovietici hanno scoperto che potevano far fare una persona qualcosa semplicemente inviando subliminali nel corpo, aggirando le orecchie.

Fino a 16 dei trasmettitori scalari di Woodpecker russi sono stati osservati come portatori di una modulazione a fase 10 bloccata in fase comune. 10 Hz è usato per mettere le persone in uno stato ipnotico. I russi possono manipolare gli stati d’animo di tutti in un raggio di 75 miglia, con un’antenna polarizzata circolarmente, e ai corpi delle persone è stato mostrato di prendere la “nuova” modalità di espressione. Anche la frequenza del “sonno” renderà tutti stanchi e si addormenteranno.

8. LA RETE DI CONTROLLO DELLA MASSA AMERICANA SENZA ‘NESSUN CONTATTO’

Secondo il libro Project LUCID di Texe Marrs, John St Clair Akwei sostiene che la US National Security Agency (NSA) ha avuto i computer più avanzati al mondo dagli anni ’60. La missione SIGINT (Signals Intelligence) della NSA utilizza onde scalari per la copertura coperta degli Stati Uniti e può collegarsi in modalità wireless a qualsiasi computer negli Stati Uniti e leggere i contenuti. Oltre a tracciare le persone con le correnti elettriche nei loro corpi, che emanano una particolare “frequenza della firma”. Ciò è possibile perché tutto nell’ambiente emette onde scalari con rotazioni ad angolo retto al di fuori della normale onda elettromagnetica. Questi possono essere cercati e monitorati e non sono soggetti a vincoli di tempo e spazio. La frequenza di una persona può essere memorizzata su un supercomputer e questo può essere monitorato ovunque. Possono essere inviate parole subliminali inviate in onde scalari che sono così sottili che la persona penserà che sono i loro pensieri. Anche la NSA utilizza un programma segreto (sviluppato dal programma di controllo mentale MKULTRA degli anni ’50) che viene chiamato “Intelligenza delle Radiazioni”. La ricerca scientifica da parte di questo è trattenuta dal pubblico e ci sono accordi internazionali di intelligence per mantenere segreta questa tecnologia. Usando questa tecnologia, l’NSA registra e decodifica le singole mappe del cervello di centinaia di migliaia di persone a scopi di sicurezza nazionale. È anche usato segretamente dai militari per un collegamento cervello-computer. L’attività nel centro del discorso del cervello può essere tradotta nei pensieri verbali del soggetto e può anche mostrare attività dalla corteccia visiva su un monitor video. Gli operatori della NSA possono vedere cosa sta vedendo il soggetto. È anche possibile vedere la memoria visiva e l’NSA può posizionare le immagini direttamente nella corteccia visiva, aggirando gli occhi e i nervi ottici.

Quando un bersaglio dorme, segretamente, le immagini possono essere installate nel cervello durante il sonno REM per scopi di programmazione cerebrale. La voce, il suono 3D e l’audio subliminale possono anche essere inviati alla corteccia uditiva del cervello, bypassando le orecchie. Questo “Remote Neural Monitoring” (RNM) può alterare completamente le percezioni, gli stati d’animo e il controllo motorio dei soggetti. Le diverse frequenze delle onde cerebrali sono collegate a varie parti del corpo e quando viene inviata la giusta frequenza per attivare una sezione del corpo, una persona non ha il potere di fermarla. Il dolore può essere indotto nelle vittime del controllo mentale in questo modo prendendo di mira una sezione del corpo. Questo è stato detto da molte vittime del controllo mentale, accompagnate da “voci nella testa” dagli operatori che chiedono crudelmente se fa male e tutto viene fatto a distanza senza alcun contatto fisico con la vittima. Secondo gli studi di John St Clair Akwei, negli Stati Uniti esisteva negli Stati Uniti una rete di monitoraggio del cervello delle onde scalari wireless SIGINT. Ci racconta come viene fatto con la decodifica digitale dei “potenziali” evocati (vedi prima sezione per maggiori informazioni sui potenziali) nelle emissioni elettromagnetiche da 30-50Hz e 5 milliwatt del cervello. In questi picchi di emissioni e schemi mostrano come potenziali evocati. “Ogni pensiero, reazione, comando motorio, evento uditivo e immagine visiva nel cervello ha un corrispondente” potenziale evocato “o insieme di” potenziali evocati”. Questi possono essere decodificati nei pensieri, nelle immagini e nei suoni correnti presenti nel cervello di un bersaglio. Quando segnali complessi codificati vengono inviati a una vittima, aggirando gli occhi, i nervi ottici e le orecchie, le immagini sbiadite appaiono come schermi 2D galleggianti nel cervello. Allucinazioni uditive possono essere indotte, creando schizofrenia paranoide.

La frequenza con cui le aree del cervello rispondono sono da 3 Hz a 50 Hz. Per ciascuna area del cervello vengono utilizzati: Area del cervello: frequenza di risonanza bioelettrica: informazione indotta tramite modulazione. Corteccia del controllo motorio: 10 Hz: coordinazione degli impulsi del motore Corteccia uditiva: 15 Hz: suono che aggira le orecchie Corteccia visiva: 25 Hz: immagini nel cervello, aggirando gli occhi Somasensoriale: 9 Hz: Senso tattile fantasma Centro di pensiero: 20Hz: Imputato subconscio pensieri Solo la NSA modula questa banda di segnale in potenziali evocati o portatori scalari. Ci sono circa 100 persone che lavorano 24 ore al giorno per l’NSA a Ft Meade su questo “Remote Neural Monitoring” (RNM). John St Clair Akwei, dopo essere stato molestato da questa tecnologia NSA, ha intentato una causa contro l’NSA. Durante il procedimento legale è stato molestato dal suono 3D, e anche i suoi collaboratori sono stati molestati per tenerlo isolato. Nessuna azione è stata presa contro l’NSA nella causa del 1991. Nel 1967 un “scienziato di fama internazionale” e Christopher Hills, un esperto di pendoli, comunicavano con alcuni ET. (Non si sa chi fosse lo scienziato ma una volta sia Hills che Puharich lavoravano con il medium Eileen Garrett e Puharich stava comunicando con ET chiamati The Nine. Gli stessi ET del gruppo Bilderberger (composto da leader mondiali e reali europei) chi controlla gli affari del pianeta) Questo è ciò che gli ET hanno detto a Christopher Hills tramite il pendolo:

In breve, gli ET hanno comunicato con noi tramite onde radio modulate, tra 10.000 e 20.000 cicli al di sotto dello spettro elettromagnetico noto. Nell’onda portante mediante modulazione di ampiezza, miscelata con modulazione di frequenza. Energia a banda singola, potenza di trasmissione inferiore a 25 watt. Un’onda naturalmente presente sulla terra modulata dal cervello – un’onda che risuona tra la terra e la ionosfera. Tutti gli umani influenzano la ionosfera in questo modo. Una tecnica di riflessione coinvolta. La modulazione del cervello consisteva di impulsi, simili a quelli noti dai neurotrasmettitori. Due umani possono usare questo. Relativo a qualcosa di simile al radar a bassa frequenza e alle tecniche ultrasoniche ma qualificato. Una funzione d’onda elettroacustica mista. L’onda elettromagnetica ha indotto una trasduzione ultrasonica nel tessuto umano. La radiazione cerebrale ha una componente sonora e un componente elettromagnetico. La radiazione elettromagnetica ha una componente sonora e dipende dal mezzo attraverso cui viaggia. Lo scienziato ha tagliato mesi di lavoro. Ora HAARP sta affettando la ionosfera, il cervello del mondo, come un coltello a microonde, producendo incisioni di lacrime lunghe che distruggono la membrana che contiene il serbatoio di dati accumulati dalla storia di tutta la terra. HAARP ha già perforato buchi di 360 x 30 miglia nella ionosfera.

9. INDUZIONE DELLE MALATTIE CON LE ONDE SCALARI

Tom Bearden scrive anche che una forma più avanzata di arma scalare è conosciuta come un’arma ‘potenziale quantico’ sviluppata da Stati Uniti, Russia, Cina, Israele e possibilmente Brasile. Queste armi imitano la firma o la frequenza di una malattia ricreandole su portatori scalari. Inoltre qualsiasi malattia può essere impressa sul nostro sistema cellulare usando frequenze che vanno dall’ultravioletto all’infrarosso. Intere popolazioni possono avere nuove malattie e morte indotte, nonché malattie latenti attivate con malattie potenzialmente quantiche in aree mirate. Sintomi manifatturieri di avvelenamento da radiazioni, avvelenamento chimico, infezione batterica e persino gli effetti di molti tipi di farmaci tra cui quelli allucinogeni possono essere indotti con queste onde scalari molto sottili che fluiscono nell’iperspazio o nel mare dell’etere. Si inseriscono direttamente nel sistema immunitario o nella controparte eterica del corpo fisico.

Sul sito www.freedomdomain.com un uomo di nome Kaznacheyev ha scoperto che l’induzione delle malattie poteva essere effettuata dai trasmettitori scalari di Woodpecker nella gamma vicino all’ultravioletto. Esperimenti presso l’Università di Marburg, nella Germania occidentale, hanno duplicato questi esperimenti di onde scalari nell’infrarosso. La dott.ssa Popp della Germania Ovest, dopo aver analizzato il sistema di controllo del fotone virtuale delle cellule, ha scoperto che il flusso di particelle virtuali scalari che determina il modello di matrice genetica delle cellule può essere facilmente inserito con tecniche scalari per indurre la malattia e il disturbo cellulare a volontà.

10. LA TECNOLOGIA DELLE ONDE SCALARI DI TESLA È STATA SEGUITA DALLA RUSSIA E DAI NAZISTI

Mentre il governo americano ha rifiutato l’energia di Tesla senza fili e lo ha lasciato senza un soldo, la Russia e la Germania hanno chiesto a Tesla di lavorare per loro. Li rifiutò, ma secondo Preston Nichols fece la sua finta morte nel 1943 e fu portato via nel Regno Unito. Da quel momento in poi fu una frenetica battaglia tra sovietici e Germania per sviluppare la tecnologia scalare. La Russia ha iniziato a capire come le onde scalari possano essere tratte dall’iperspazio inviando un agente per cercare un uomo nello Utah che abbia costruito una macchina per fare questo. Un agente sovietico ha distrutto il dispositivo dopo aver appreso come funzionava la macchina.

L’uomo, TH Moray, apprese del “mare dell’etere” di Tesla e aveva creato un interferometro scalare. La Germania aveva sviluppato la tecnologia antigravitazionale nel 1939 eseguendo il back-engineering di un UFO precipitato. Con la seconda guerra mondiale, hanno guidato il mondo nella scienza dei radar e dell’infrarosso, oltre ai materiali di assorbimento del radar e alla sezione radar. Alcuni importanti esperti occidentali pensano di aver sviluppato una sezione trasversale radar al di là dei livelli occidentali oggi, ma ci sono prove di un’alleanza aliena durante la guerra, quindi questo potrebbe essere stato influente. I tedeschi stavano usando onde invertite dal tempo, che hanno causato un’onda scalare a seguire e rispondere alla sorgente di un’onda elettromagnetica ordinaria ricevuta. Durante la seconda guerra mondiale molti dei migliori scienziati nazisti fuggirono da una base che avevano sviluppato segretamente in Antartide, ricevendo rifornimenti dal Sudafrica e dalle comunità tedesche in Argentina, Cile, Paraguay, Perù, Uruguay e altri paesi dell’America Latina. Dopo la guerra, gli americani trasferirono il resto dei migliori scienziati nazisti negli Stati Uniti, mentre i sovietici, i francesi e gli inglesi portarono il resto nei loro paesi. Tuttavia i sovietici si arrabbiarono con gli americani per aver preso la prima scelta dei cervelli scientifici nazisti, così nel 1946 ripulirono la maggior parte degli scienziati e dei tecnici dall’Unione Sovietica, circa 275.000 uomini più tutte le loro famiglie dalla Germania orientale occupata dai sovietici. Nel 1950 i sovietici avevano sviluppato onde a tempo inverso. Hanno anche costretto i tedeschi catturati a costruirle una flotta di dischi antigravici completa di fascio di particelle e armi a raggi scalari. In Antartide, i nazisti possedevano il “Raggio della morte” di Tesla, capace di inviare un raggio letale persino alla luna per creare un punto incandescente, quando era puntato su di esso. Tesla ha devastato con il suo “Raggio della Morte” – paragonato a un’arma a raggio di particelle moderne. Secondo Al Bielek i russi hanno armi a raggio particellare che possono sparare 1000 miglia nello spazio, e le usano per abbattere qualsiasi UFO entro 200 miglia dal loro cielo. Gli americani hanno anche molte armi a fascio di particelle e anche loro abbattono gli UFO. Apparentemente c’è una guerra nello spazio, e russi e americani si sono segretamente riuniti per combatterlo. Non si sa chi siano gli occupanti degli UFO, ma si dice che i nazisti in Antartide siano invincibili con il loro superpotere.

11. C’È UNA GUERRA SEGRETA CHE SI STA VERIFICANDO NEI CIELI?

Il Giappone ora ha armi scalari e si è unito alla Russia per svilupparle. Nel 1991, secondo Harry Mason, il presidente russo Gorbechev offrì di affittare ai giapponesi le armi scalari intercontinentali super-segrete, capaci di produrre terremoti per 900 milioni di dollari, che avevano usato nell’Unione Sovietica sin dagli anni ’60. Tom Bearden sostiene anche di averli affittati nel 1989. Un’università congiunta russo-giapponese è stata creata per sviluppare nuove armi con microchip giapponesi per sopraffare gli Stati Uniti e governare congiuntamente il mondo. Dopo che Tesla “morì” nel 1943, i suoi documenti furono inviati ad un Museo Tesla in Jugoslavia, dove i giapponesi ottennero la conoscenza della tecnologia Tesla. Le armi scalari sono state sviluppate da uno scienziato giapponese un QI superiore a Einstein. Anch’essi, come gli americani hanno testato le loro armi scalari nell’entroterra dell’Australia occidentale, possibilmente utilizzando una base in Antartide in cui inviare onde scalari al loro trasmettitore australiano per produrre terremoti e globi di Tesla. Gli scienziati scalari giapponesi sono legati a vari culti e sentono che l’imperatore giapponese dovrebbe governare il pianeta, oltre ad avere una politica di rigida vendetta sugli ex nemici che culmina in una “Guerra finale” contro l’Occidente cristiano e il mondo islamico. È la mafia giapponese Aum e la mafia Yakuza che stanno ancora affittando i trasmettitori scalari russi e li hanno costantemente utilizzati per l’ingegneria meteorologica in America a partire dagli anni ’90 per la pratica degli obiettivi. Bearden afferma che i giapponesi possono essere autorizzati dai russi a ridurre gli aerei di tanto in tanto. I membri della setta giapponese nel loro governo sono anche legati ai membri del culto della Corea del Nord. I russi sono stati esperti di ingegneria meteorologica in America fin dagli anni ’60, utilizzando la loro rete di interferenza per individuare aree specifiche.

12. CHINQUE SIA, CONTINUA LA TECNOLOGIA SCALARE DI TESLA?

A differenza delle università occidentali, dell’Europa dell’Est e della Russia hanno sempre incluso apertamente le ricerche scalari di Tesla nel loro curriculum e quindi hanno avuto un vantaggio con numerose strutture costruite in tutta l’Unione Sovietica per costruire trasmettitori di armi scalari a partire dagli anni ’50. Ciò fu ulteriormente accelerato facendo lavorare gli scienziati catturati della Germania dell’Est ai sovietici che conducevano quel paese direttamente nell’era spaziale, dando loro UFO dotati di armi a raggi e particelle. Gli UFO avevano persino la tecnologia di occultamento. L’America, anche se aveva gli scienziati nazisti che lavoravano per loro dopo la guerra nell’area anti-gravità, non si rendeva conto di quanto i sovietici fossero avanzati con la tecnologia scalare fino a quando non scoprirono di essere stati segretamente attaccati durante gli anni ’50 inosservati. Nel 1960 il premier sovietico Kruschev annunciò al mondo che avevano delle “super armi”. Nel 1963 deliberatamente distrussero un sottomarino atomico americano da Porto Rico con armi scalari. Il giorno successivo, durante la Trincea di Porto Rico, i sovietici hanno usato armi scalari in una modalità diversa per produrre una gigantesca esplosione subacquea. Gli Stati Uniti erano senza difese contro un tipo sconosciuto di arma. Nel 1965 il Grande Deserto Sabbioso nell’Australia Occidentale fu mappato e scelto dal governo degli Stati Uniti per iniziare i test sugli armamenti scalari. Anche se “ufficialmente” i documenti di Tesla sono stati conservati dall’FBI dopo la sua morte e sono stati etichettati come “top secret”, per non essere tra le mani del nemico, Tesla aveva passato tutte le sue conoscenze e ricerche su un giovane fisico americano 2 settimane prima di lui morì nel 1943. L’esercito americano nell’Australia Occidentale sperimentò raggi incrociati puntati nel terreno per creare terremoti su una mappa bersaglio di piazze e creò anche globi di Tesla da raggi incrociati scalari nel cielo. Pine Gap la base militare americana sotterranea segreta ha 2 trasmettitori scalari e ne ha almeno un’altra in Exmouth, N Western Australia. Altri trasmettitori scalari americani oltre a vari altri in tutti gli Stati Uniti sono in Alaska, Porto Rico, Groenlandia, Norvegia e Antartide.

Sebbene molti paesi abbiano ora armi scalari, altri paesi potrebbero facilmente essere un bersaglio di quelli con armi scalari e non sapere mai quale sia stata la causa delle loro esplosioni, del controllo mentale o dell’ingegneria meteorologica. Quindi, sempre più paesi stanno ottenendo la tecnologia scalare che ha bisogno di essa per difendersi e questo continua a essere trasmesso soprattutto dai russi. L’altra cosa è che uno può sapere che è un attacco scalare ma non ha idea di chi lo abbia fatto. I paesi conosciuti che hanno armi scalari sono: America, Russia, Francia, Australia, Germania, Giappone, Cina, Taiwan, Sud Africa, Israele, Brasile, Regno Unito e Argentina, oltre a varie popolazioni di nazisti che operano ancora in Antartide e in tutto il Sud America. Non si sa come i brasiliani abbiano armi scalari e potenziali quantici, ma i brasiliani hanno avuto tecnologia aliena da un po ‘di tempo e anche il Vaticano ha una tecnologia segreta e si dice che abbia una base per questo in Sth America per il loro programma spaziale segreto. C’è un’ampia copertura del programma spaziale del Brasile nel mio articolo di 40 pagine “Armi scalari: leggilo e piangi” nel Vol 3 delle serie di libri www.theuniversalseduction.com. Questo copre le armi della Cina e del Giappone, nonché un’ampia copertura degli attacchi della Russia all’America, in particolare le navicelle spaziali e la tecnologia dei nazisti in Antartide. Altri potrebbero averli come l’Ucraina e l’ennesima Corea, ma non esiste ancora alcuna prova per questi paesi. Anche nella stampa alternativa non è stato detto abbastanza sulle armi scalari nella misura in cui i normali ricercatori e scrittori di cospirazione hanno familiarità con i loro pericoli come dovrebbero essere, perché anche online raramente ricevono una menzione sui siti della cospirazione. Eppure sono probabilmente la cosa più pericolosa per la vita sul pianeta.

_________________________
Stillness in the Storm Nota del redattore: hai trovato un errore di ortografia o di grammatica? Pensi che questo articolo abbia bisogno di una correzione o di un aggiornamento? O hai solo un feedback? Inviaci un’e-mail all’indirizzo [email protected] Grazie per aver letto.   

Le reali conseguenze dell’irrorazione aerea

50 ANNI DOPO “Come Distruggere L’AMBIENTE”: ESTINZIONE ANTROPOGENICA DELLA VITA SULLA TERRA

La guerra trionfa su tutte le attività organizzate dell’umanità. Implica non solo protocolli di segretezza sulla vita e sulla morte ma deforma la trasparenza della ricerca scientifica. La guerra segreta al cambiamento climatico non fa eccezione a questa regola

Traduzione Integrale NoGeoingegneria
.J. Marvin Herndon1 *,Mark Whiteside2e3Ian Baldwin
1Transdyne Corporation, 11044 Red Rock Drive, San Diego, CA 92131, USA.
2Dipartimento della Salute della Florida nella contea di Monroe, 1100 Simonton Street, Key West, FL 33040, USA.
3Chelsea Green Publishing Company, 85 North Main Street, White River Junction, VT 05001, USA.
I contributi degli autori: Questo lavoro è stato uno sforzo congiunto tra gli autori che fa parte di una collaborazione in corso volta a fornire implicazioni per la salute scientifica, medica, pubblica e ambientali e fornire le prove relative all’attività geoingegneria segreta di quasi quotiano e quasi globale. L’ Autore JMH ha progettato lo studio. Tutti gli autori hanno contribuito alla scrittura, e hanno letto e approvato il manoscritto finale
Obiettivi: Cinquant’anni fa, il geoscienziato Gordon J. F. MacDonald scrisse un capitolo del libro intitolato “Come distruggere l’ambiente”, in cui descriveva come una nazione potrebbe alterare l’ambiente in modo da infliggere in modo nascosto un danno a una nazione nemica. Il nostro obiettivo è quello di esaminare i suggerimenti strategici di guerra ambientale di MacDonald alla luce dei successivi progressi tecnologici e nel contesto dell’applicazione attuale dei metodi di guerra da lui descritti.
Metodi: Esaminiamo la letteratura interdisciplinare storica, scientifica e medica.
Risultati: MacDonald ha parlato di guerra meteorologica palese e segreta basata sullainseminazione delle nuvole per provocare precipitazioni. Successivamente è stato sviluppato un metodo per inibire le precipitazioni posizionando dei getti di particelle inquinanti dove si formano nuvole. Per almeno due decenni i cittadini hanno osservato con frequenza crescente queste scie di particolato. Indagini scientifiche forensi mostrano che le ceneri di carbone tossico sono il loro principale costituente. Intorno al 2010 l’irrorazione aerea del particolato è salita a un livello pressochè giornaliero, e pressochè globale. Presumibilmente, un accordo internazionale segreto ha imposto l’irrorazione aerea come un “parasole” per la Terra. Tuttavia, l’irrorazione aerea, piuttosto che raffreddare, riscalda l’atmosfera, ritarda la dispersione del calore della Terra e causa il riscaldamento globale. MacDonald trattava anche della distruzione dell’ozono atmosferico e dell’ innesco di terremoti ed eruzioni vulcaniche, attività ora possibili con riscaldatori ionosferici ad alta frequenza.
Conclusioni: la decisione attuale dei militari statunitensi di armare l’ambiente a fini di sicurezza nazionale è stata accuratamente prevista da MacDonald. Ma non riuscì a rendersi conto che le forze armate nazionali potevano e sarebbero state cooptate da un accordo internazionale segreto la cui conseguenza, per quanto involontaria, era di condurre una guerra al pianeta Terra, a tutto il suo biota e ai suoi processi naturali e bio-geo-chimici. A meno che e fino a quando i politici, giornalisti, scienziati e altri membri della nostra società non affrontino la verità su ciò che sta accadendo davanti ai loro occhi e chiedano collettivamente un’arresto di queste nascoste attività tecnologiche, continueremo a marciare verso la prima estinzione di massa provocata dall’uomo.
1 INTRODUZIONE
Il politicamente potente geoscienziato Gordon JF MacDonald (1929-2002) ha scritto un saggio autorevole intitolato “Come distruggere l’ambiente”, che è stato pubblicato nel 1968 nel volume intitolato A meno che non venga la pace [1].In un momento in cui l’attenzione dei militari era incentrata sulla guerra nucleare, MacDonald profeticamente suggerì: “Tra gli strumenti futuri per ottenere con la forza obiettivi nazionali, una possibilità dipende dalla capacità dell’uomo di controllare e manipolare l’ambiente del pianeta.” MacDonald, un top consigliere scientifico del presidentee partecipò a discussioni nazionali di scienza e di politica, era ben qualificato ad indirizzare il soggetto di future possibilità di guerra ambientale.
Molto di ciò che MacDonald ha predetto o speculato, è avvenuto, non con la tecnologia da lui descritta, ma con una tecnologia potenzialmente molto più efficace e devastante, sviluppata nel corso dei successivi cinquant’anni.
Come MacDonald osservò nel 1968: “La chiave per la guerra geofisica è l’identificazione delle instabilità ambientali, a cui l’aggiunta di una piccola quantità di energia libererebbe una notevolmente maggiore quantità di energia”. MacDonald ragionava sull’innescare l’instabilità su larga scala nei sistemi naturali come il meteo, il clima, gli oceani, e il cervello umano, compresi fenomeni come uragani, terremoti, tsunami e per l’uso in guerra. Era consapevole, considerando i limiti della comprensione geofisica, che si dovrebbero anche anticipare le conseguenze negative impreviste che potrebbero derivare dal disturbare deliberatamente i sistemi naturali complessi che hanno ‘punti critici’ sconosciuti.
Durante i cinquant’anni dalla pubblicazione indicativa di MacDonald [1], la tecnologia necessaria per la militarizzazione dell’ambiente ha visto importanti progressi, ben noti a coloro che hanno finanziato la ricerca. Parallelamente, la comprensione scientifica del comportamento della Terra ha pure registrato importanti progressi nel corso dell’ultimo mezzo secolo.
Tuttavia, i nuovi concetti principali di Geofisica – come quelli in fase di sviluppo da parte del ‘complesso militare industriale’ – sono stati in genere per decenni ignorati dalla comunità della geoscienza. Non è sorprendente quindi, che l’implementazione di tecnologie radicali di guerra ambientali che alterano fondamentalmente i processi naturali del nostro pianeta, sta procedendo senza avvertimenti scientifici o una piena comprensione dei rischi geodinamici sottostanti, che tali tecnologie comportano per la vita umana e in generale. Ad esempio, per essere abitabile la Terra deve mantenere un delicato equilibrio energetico, irradiando nello spazio sostanzialmente tutta l’energia che riceve dal sole e dalle sue fonti geofisiche ed energetiche antropiche intrinseche. Dalla fine degli anni ’90, v’è stato uno sforzo ben organizzato, orchestrato dal Gruppo intergovernativo di esperti delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (IPCC) e altri, di promuovere l’idea che i gas serra di origine antropica, preminentemente l’anidride carbonica, pregiudicano negativamente la perdita di calore della Terra, provocando il riscaldamento globale [2]. Per compensare, l’IPCC promuove ripetutamente l’idea di impegnarsi nella futura geoingegneria, cioè, piazzando sostanze in atmosfera per bloccare una porzione di luce solare [3]. Tuttavia, l’IPCC non ha riconosciuto la possibilità che la geoingegneria militare venga condotta per decenni con portata e gamma sempre maggiori e che la conseguenza principale non è di raffreddare la Terra, ma provocare il riscaldamento globale e il caos climatico.
Qui, passiamo in rassegna alcune delle idee espresse da MacDonald in “Come distruggere l’ambiente” [1], alla luce degli sviluppi tecnologici successivi Esaminiamo anche la prova, che le tecnologie militari destabilizzanti per l’ambiente sono stati impiegati su scala globale. Laddove applicabile, discutiamo dei potenziali rischi per il nostro pianeta e il suo biota, che probabilmente sono sottovalutati dai responsabili.
2 METODI
Abbiamo esaminato la letteratura interdisciplinare, storica, scientifica e medica.
3 RISULTATI E DISCUSSIONI
Un vecchio sogno dei pianificatori militari di controllare il tempo metereologico cominciò a diventare realtà con la scoperta, nel 1946, che le nuvole, quando inseminate con ioduro d’argento o ghiaccio secco (anidride carbonica solida), in circostanze appropriate, possono provocare pioggia o neve [4 ]. MacDonald [1] ha discusso quella forma di inseminazione delle nuvole e del suo potenziale militare sia per causare piogge per ostacolare le operazioni nemiche di terra, sia per causare segretamente siccità di lunga durata, forzando le nubi a rilasciare la loro umidità prima di raggiungere il paese di destinazione. Queste sono state questioni di serio interesse per l’esercito degli Stati Uniti di allora e di oggi [5].
Il meteo è diventato un’arma di guerra durante la guerra del Vietnam, quando sono state condotte le operazioni di Cloud Seeding per prolungare la stagione dei monsoni sul sentiero di Ho Chi Minh, ostacolando i movimenti di forniture e truppe (Operazione Popeye) [5]. L’esercito americano inseminava anche nuvole a Cuba, nel tentativo di provocare siccità e rovinare il raccolto di canna da zucchero [6].
Inseminare nuvole per causare pioggia, come descritto da MacDonald [1], è stato solo il primo passo nella manipolazione meteorologica. La ricerca successiva ha prodotto la tecnologia per impedire la caduta della pioggia. Affinché le nubi producano pioggia, le minuscole goccioline devono essere nucleate e poi fondersi per formare gocce sufficientemente grosse da cadere sulla Terra.
La tecnologia per impedire la pioggia è nota dalle ricerche sull’inquinamento. Un numero sufficientemente grande di particelle inquinanti, disperse nella regione in cui si formano le nuvole, crea impedimenti alle minuscole goccioline, bloccando e impedendole la coalescenza e quindi di diventare grosse da poter cadere come pioggia. Alla fine il carico di umidità diventa insostenibile e le nuvole rilasciano la loro umidità in diluvi.
Alla fine degli anni novanta i cittadini diventarono preoccupati per i particolati nelle tracce aeree, che si estendevano nei cieli al di sopra di loro da un orizzonte all’altro.
Con il passare del tempo, queste tracce aeree divennero più frequenti, mentre allo stesso tempo, il pubblico veniva fuorviato, dicendo che si trattava di scie di condensa innocue, cristalli di ghiaccio formati dal vapore di scarico [7]. Intorno al 2010 l’irrorazione aerea si espandeva in un’attività quasi quotidiana su gran parte del globo [8]. (Fig. 1)
La modificazione del meteo è un fenomeno limitato nel tempo ed estensione geografica, mentre la modifica del clima è necessariamente globale. L’attuale irrorazione aerea, quasi giornaliera e quasi globale, sembra rappresentare un tentativo di modifica del clima, che MacDonald ha anche discusso [1], e probabilmente riguarda anche l’attività di modifica del meteo. Come ha osservato MacDonald: “il clima è determinato principalmente dall’equilibrio tra la radiazione a onde corte in arrivo dal sole (principalmente luce) e la perdita di radiazione ad onde lunghe uscenti (principalmente di calore).” Egli continua a elencare i tre fattori che dominano questo equilibrio: 1) l’energia solare; 2) la trasparenza atmosferica della Terra alle diverse forme di energia irradiata; e 3) caratteristiche della superficie dellaTerra. L’alterazione di uno dei tre può modificare il clima.
Alterare l’uscita dell’energia del sole non è tecnologicamente fattibile nemmeno oggi, ma ci sono vari modi di effettuare il trasporto di energia radiante attraverso l’atmosfera terrestre. Tra le possibilità menzionate da MacDonald [1], pur senza specificare, è l’idea di immettere nell’atmosfera superiore del materiale che “assorbe la luce in arrivo (perciò raffreddando la superficie) o di calore in uscita (perciò riscaldando la superficie).” Speculando a proposito di tale possibilità, MacDonald ha notato: “Allo stato attuale tuttavia sappiamo troppo poco circa gli effetti paradossali di riscaldamento e raffreddamento, da poter dire quali potrebbero essere i risultati.” Questa affermazione è vera oggi come quando è stata pubblicato 50 anni fa.
La spiegazione del comportamento del materiale posto nell’atmosfera superiore, come indicato da
MacDonald, è semplicistica e non corretta. Così pure, è la proposizione spesso ripetuta dai membri della comunità

 

Fig. 1. Tracce di particolato per la manipolazione del clima. (Fotografie con permesso) In senso orario da sinistra in alto: Parigi, Francia (Patrick Roddie); Karnak, Eqypt (autore JMH); London, England (autore IB); California del Nord, Stati Uniti d’America (Patrick Roddie); Ginevra, Svizzera (Beatrice Wright); Yosemite, California (Patrick Roddie); Jaipur, India (autore JMH)
La comunità geoscientifica ora discute la possibilità di collocare del materiale nell’atmosfera superiore per riflettere una parte della luce solare verso lo spazio, ‘ombrelloni per la Terra‘.
Come vedremo di seguito, le particelle posizionate nell’atmosfera mostrano in risposta alla radiazione incidente un comportamento che è molto più complesso di quanto descritto da MacDonald, così come le loro reazioni fisiche e chimiche nell’atmosfera e sulla superfice della Terra.
Come notato sopra, l’esercito statunitense è impegnato da decenni in irrorazioni di particolato in aeree delle regioni dove si formano le nuvole per modificare il tempo atmosferico e per altre ragioni, ad esempio per migliorare i sistemi di comunicazione associati ai programmi di radiazione elettromagnetica.
L’irrorazione aerea sembra essere diventata un’operazione internazionale intorno al 2010, ed è presumibilmente basata su un accordo internazionale segreto poiché l’attività di modifica del clima osservata deve coinvolgere, ipso facto,la collaborazione di più stati. Come le figg. 1 e 2 illustrano, diversi paesi indipendenti sono coinvolti. MacDonald suggeriva che la lezione chiave del programma di modifica del meteo altamente segreto durante la guerra del Vietnam, Project Popeye, non era l’incapacità di alterare il risultato della guerra, ma che “si può condurre in una democrazia operazioni coperte che utilizzano una nuova tecnologia, senza che il popolo ne sia conoscenza”[1].
Nel caso di un eventuale accordo internazionale segreto di modificare il clima, la presunzione sarebbe che fosse fatta per avvantaggiare l’umanità.
Tuttavia, come si mostra, la sua attuazione sta aggravando il problema del riscaldamento globale e provoca il caos climatico, ed effetti nocivi per la salute degli organismi, compresi gli esseri umani.
A guardare bene, sembrerebbe che le effettive conseguenze geofisiche e biologiche di tali operazioni militari segrete sarebbero non coerenti con un programma internazionale per il bene del genere umano, a meno che tale accordo/intesa segreta internazionale si basasse su una interpretazione sbagliata. Se è così, una strana dicotomia segna il tema della modifica di meteo e clima, caratterizzato da una palese contraddizione fra fini e mezzi, intenzione e conseguenze.
La scienza dovrebbe essere basata sulla verità, ma la amministrazione impropria e il finanziamento della scienza ha corrotto l’integrità della scienza [9]. Dal 1989, il Gruppo intergovernativo di esperti delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (IPCC) è rimasto in silenzio sulle irrorazione aeree militari di particolato, e non ha tenuto conto delle sue conseguenze geofisiche nei suoi modelli climatici [10].
Attualmente, la collocazione aerea di particolato su larga scala può avvenire solo sotto l’egida di entità militari, ma c’è uno sforzo globale per incoraggiare la governance che consente alle entità non militari, come le università e le società a scopo di lucro, di impegnarsi anche loro in interventi climatici [11].
Quale motivo è stato dato ai governi nazionali per farli accettare di diventare parti collaborative in queste azioni di dispersione di particolato, quasi tutti i giorni e quasi globalmente, nell’atmosfera? Pochi capi di governo, politici e burocrati sono preparati nelle scienze. E’ stato loro detto che le irrorazioni aeree di particolato agiranno come un parasole per raffreddare la Terra per compensare il presunto riscaldamento globale antropogenico di gas serra?
Se è così, sono stati ingannati sulla più grande truffa “basata sulla scienza” mai perpetrata [12]: Causare il riscaldamento globale e il caos climatico con irrorazioni aeree quotidiane e poi accusare i gas serra antropogenici del surriscaldamento per indebolire l’autorità degli stati nazionali, ed erigere nuove strutture di governance mondiale transnazionale per regolamentare le emissioni di origine antropica di gas serra.
3.1 Le conseguenze reali dell’irrorazione aerea
Uno degli scopi militari originali della dispersione aerea di particolato nelle aree dove si formano nuvole era quello di impedire la precipitazione e di provocare la siccità in un paese ostile. In effetti, l’ex presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad ha accusato i paesi occidentali di fare proprio questo [13]. Fig. 2 mostra scie di particolato che ricoprono la Repubblica di Cipro, i cui cittadini hanno chiesto al loro governo, finora senza successo, una spiegazione sull’oscuramento intenzionale del loro cielo [14]. Non ci sono informazioni a disposizione per il pubblico circa la portata della guerra climatica. È interessante notare che, la guerra ambientale sotto copertura è stata predetta da MacDonald [1]: “… rimuovere l’umidità dall’atmosfera in modo che una nazione dipendente dall’acqua … potrebbe essere soggetta ad anni di siccità. L’operazione può essere nascosta dalle irregolarità statistiche dell’atmosfera. Una nazione che possiede una tecnologia superiore di manipolazione ambientale potrebbe danneggiare un avversario senza rivelare il suo intento.”Non solo l’avversario, ma i cittadini del paese stesso dell’aggressore non si renderebbero conto. Come già detto, MacDonald ha osservato che, in una democrazia“si possono condurre operazioni segrete utilizzando una nuova tecnologia senza la presa di coscienza della gente.”
Presumibilmente un uso di particolato poco costoso già disponibile è stato considerato una necessità pratica ed è stato attuato senza riguardo per i suoi possibili effetti negativi sulla salute. Sappiamo che questo è stato fatto in Vietnam [5].
L’accordo internazionale non divulgato sulla irrorazione aerea, quasi tutti i giorni e globale, e il suo finanziamento concomitante, ha permesso alle entità militari di esporre indiscriminatamente milioni di cittadini non informati al particolato disperso giorno dopo giorno, anno dopo anno, all’interno dei loro paesi sovrani. Inoltre, l’irrorazione aerea è stata accompagnata da una campagna di disinformazione concertata per ingannare il pubblico, così come la comunità scientifica, sulle sue conseguenze negative sulla salute [7,15-17]. Nelle sezioni seguenti, passiamo in rassegna varie conseguenze di irrorazione aerea.
 
3.1.1 Composizione del particolato di aeresol
La composizione (i) del particolato aereo militare spruzzato nell’atmosfera è stata tenuta gelosamente a lungo un segreto. All’inizio del 21° secolo, i cittadini interessati hanno prelevato campioni di acqua piovana dopo le irrorazioni e li avevano analizzati presso laboratori commerciali.

Fig. 2. L’immagine satellitare NASA Worldview dal 4 febbraio del 2016 mostra scie di particolato rilasciate dai jet, che sbiancano l’aria sopra la Repubblica di Cipro, ma sono quasi assenti nelle regioni circostanti. Il Dipartimento dei servizi ambientali del governo di Cipro aveva promesso di indagare sulle irrorazioni aeree, in seguito alla presentazioni al Comitato Ambientale parlamentare nel febbraio del 2016, ma ad oggi non v’è alcun segno di un’indagine.

Di solito è stato richiesta solo l’analisi dell’alluminio; occasionalmente di alluminio e bario; raramente alluminio, bario e stronzio. La presenza di questi elementi nell’acqua piovana indicavano ad uno di noi (JMH) che il particolato spruzzato nell’atmosfera era in grado di essere rapidamente lisciviato dall’acqua atmosferica, elementi estratti parzialmente dal particolato nell’acqua (come il thè è fatto con le foglie di thè), giusto come il rifiuto tossico prodotto dalla combustione di carbone industriale, le ceneri volanti (CFA), viene facilmente dilavato dall’acqua.
Confrontando la CFA percolata in laboratorio [18,19] con campioni di acqua piovana dopo le irrorarizioni [8,20,21], abbiamo dimostrato che le particelle di aerosol corrispondono alle ceneri volanti di carbone. Abbiamo inoltre dimostrato che la proporzione (relazione) degli elementi misurati nella polvere sospesa in aria, e nella materia venuta giù con neve e pioggia raccolta dopo la spruzzatura, corrisponde a proporzioni simili misurati di CFA [18,19].
Le ceneri volanti di carbone si formano nei gas caldi sopra il combustore del carbone. La CFA si forma tipicamente come sfere, del diamaetro di 0,01 – 50 μm [22].
Già disponibile in tutto il mondo a basso costo, la granulometria fine di questo importante prodotto industriale di scarto significa, che poca ulteriore lavorazione è necessaria prima che venga distribuito in forma di aerosol nell’atmosfera.Gran parte del metallo pesante tossico e degli elementi radioattivi originariamente presenti nel carbone finiscono concentrati nelle CFA [23]. A causa della sua tossicità, le normative delle nazioni occidentali richiedono che le CFA vengano raccolte, in genere intrappolandole in precipitatori elettrostatici, piuttosto che all’uscita dalle ciminiere.
Le circostanze della formazione di CFA sono diverse dalle circostanze riscontrate nell’ambiente naturale (eccetto quando i depositi di carbone prendono fuoco).
Poichè le reazioni chimiche durante la formazione di CFA sono diverse dalle reazioni di solito trovate in natura, molti degli elementi presenti in CFA sono in grado di essere parzialmente estratte per esposizione all’umidità [18].
Per i militari questo è vantaggioso, poiché la diffusione di CFA aerea rende l’acqua atmosferica elettricamente più conduttiva, a causa dei numerosi elementi ionizzati disciolti, e quindi più sensibili alle radiazioni elettromagnetiche. Ma per gli esseri umani, le piante e gli animali esposti a queste tossine, le conseguenze sono devastanti.
3.1.2 Preoccupazioni per la salute pubblica e ambientale
Indagini epidemiologiche sull’inquinamento di particolato di aerosol nella stessa fascia dimensionale delle particelle CFA, forniscono alcune indicazioni per gli effetti negativi del particolato spruzzato nella troposfera e nella bassa stratosfera sulla salute. Le particelle di inquinamento nella gamma di dimensioni (PM 2,5) [24] sono associate a stati patologici e mortalità prematura [25-27], la malattia di Alzheimer [28,29], rischio di malattie cardiovascolari [30], il rischio di ictus [31], cancro al polmone [32], infiammazione polmonare e il diabete [33], diminuzione della fertilità maschile [34], ridotta funzione renale nei maschi più anziani [35], insorgenza di asma [36], un aumento dei ricoveri ospedalieri [37], e basso peso alla nascita [38].
Le conseguenze negative degli aerosol CFA per la salute sono gravi. L’inquinamento atmosferico contribuisce globalmente, e con un peso crescente, alle malattie respiratorie, cancro al polmone [39,40]. L’inalazione di aerosol CFA con il suo complemento di sostanze cancerogene, quali arsenico, cromo VI e radionuclidi, si deposita nella profondità delle vie aeree terminali e alveoli, dove rimane e può comportare rischi per il cancro ai polmoni [41].
Magnetite sferico esogena (Fe3O4), nanoparticelle scoperte recentemente nel tessuto cerebrale di persone con demenza [42], suggeriscono un’origine nel tipo di inquinamento atmosferico prodotto da CFA che è caratterizzata da particelle sferiche. Ossidi e allumino silicati di ferro, componenti primari di CFA, si trovano tutti nelle proteine anomale che caratterizzano la demenza di Alzheimer, che porta a stress ossidativo e infiammazione cronica del tessuto cerebrale [43].
Ceneri volanti, se esposte a fluidi corporei o umidità, rilasciano numerose tossine, tra cui alluminio in una forma chimicamente mobile, che è ecologicamente e biologicamente in uno stato innaturale [18]. L’alluminio chimicamente mobile è letale per le piante e alberi nonché anfibi [44]. L’alluminio è associato ai disturbi neurologici [8], ed è stato trovato in alti livelli nelle api [45].
3.1.3 Conseguenze termiche dell’irrorazione aerea di particolato
Oltre a inibire le precipitazioni interferendo con la coalescenza delle goccioline di umidità, le particelle spruzzate nella troposfera e nella bassa stratosfera riflettono una porzione di luce solare verso lo spazio. Ma una parte della luce solare incidente viene assorbita dalle particelle come calore. Questo calore può essere trasferito in atmosfera via collisioni molecolari o può essere irradiato in qualsiasi direzione, e non restituito nello spazio. Le particelle di aerosol agiscono limitando la perdita di radiazione infrarossa dalla superficie terrestre e quindi diventano fonte di riscaldamento atmosferico – riscaldamento globale[46].
Gli ossidi di ferro, una componente significativa di CFA, assorbono fortemente nella gamma degli ultravioletti ma riflettono nell’infrarosso [47]. La maggior parte delle particelle di ossido di ferro, disperse nell’aria osservate nei deflussi continentali di origine antropica dalla Cina, consistono in nanoparticelle di magnetite o particelle di ferro connesse di CFA [48]. Gli aerosol come quelli della CFA, che assorbono fortemente la luce, riscaldano direttamente l’atmosfera e indirettamente riducono l’albedo della neve con il loro effetto di riscaldamento [49]. Poiché le particelle di aerosol cadono a terra, soprattutto nelle lontane regioni del nord e del sud, cambiano l’albedo del ghiaccio/neve, il chè permette alla terra di assorbire più energia solare [50]. Questo comportamento, soprattutto se considerato nel contesto delle irrorazioni di aerosol di quasi tutti i giorni e quasi globalmente, chiaramente può contribuire al riscaldamento globale. Di conseguenza, lo stato termico della Terra è polarizzato verso il riscaldamento, l’esatto opposto delle rivendicazioni ufficiali della geoingegneria.
Ci sono altre conseguenze del particolato atmosferico CFA nella troposfera e bassa stratosfera che portano verso un ulteriore riscaldamento. Ad esempio, le particelle CFA possono causare nell’alta atmosfera goccioline di umidità sovraraffreddate in modo di formare cristalli di ghiaccio, che formano cirri il cui effetto è quello di ritardare la perdita di calore a infrarossi della Terra [51,52]. Si stima che i livelli attuali di emissioni di CFA contribuiscano con un 0,1-0,6 W / m2 ad un surriscaldamento extra attraverso il loro ruolo nella formazione di nubi di cirri [53]. Questa stima, tuttavia, non tiene conto delle massicce quantità di CFA utilizzate nell’irrorazione di particelle aeree.
Con tutte le preoccupazioni espresse sulla stampa e altrove per il riscaldamento globale, sembra per noi inconcepibile che i leader politici avrebbero consapevolmente firmato un accordo internazionale segreto che favorisce il riscaldamento globale. L’alternativa presunta è che i leader politici sono stati ingannati a credere che stavano accettando una operazione che avrebbe raffreddato la Terra, quando in realtà l’effetto netto delle attività scalda la terra e distruggerà la vita se consentito ancora.
3.1.4 Distruzione dell’ozono
Nel 1968 MacDonald [1] ha messo in guardia: “ Sono prevedibili gli effetti più improvvisi, forse più o meno brevi ma tuttavia disastrosi nel caso di sviluppare mezzi chimici e fisici per attaccare uno dei costituenti naturali dell’ozono atmosferico. Negli anni successivi, tali mezzi sono stati sviluppati e dispiegati. I mezzi chimici si sono principalmente manifestati sotto forma di aerosol CFA; i mezzi fisici via radiofrequenze dei riscaldatori ionosferici (ndt:non solo).
Molti ritengono che lo strato protettivo di ozono nella stratosfera si stia lentamente riprendendo, in primo luogo a causa del divieto internazionale nel protocollo di Montreal di clorofluorocarburi (CFC) [54], e che il buco dell’ozono sopra l’Antartide stia lentamente riparandosi [55]. Tuttavia, è venuta alla luce che queste ipotesi possono essere sbagliate. Ci sono prove nuove della continua perdita di ozono nella stratosfera inferiore [56]. Si ritiene che una riduzione di ozono nella stratosfera tropicale, dove si forma la maggior parte dell’ozono, conduce al trasporto di questa aria ricca di ozono alle latitudini medie tramite la circolazione Brewer-Dobson [56].
Nella colonna di ozono le perdite a latitudine alta sono dell’ordine del 6% [57]. L’assottigliamento dell’ozono stratosferico inferiore è stato attribuito precedentemente alla rapida crescita di sostanze antropiche (alcune naturali) di breve durata che contengono cloro o bromo [56]. Tuttavia, l’aerosol CFA utilizzato per l’ingegneria del clima, ora condotta quasi giornalmente e quasi globalmente, rilasciamassicce quantità di cloro, bromo, fluoro e iodio nell’atmosfera (Tabella 1), comprese nano-particelle altamente reattive.Questi sono potenziali distruttori di ozono [58].
C’è un parallelo inquietante per questo degrado dell’ecosistema: nonostante il rafforzamento delle normative sulle emissioni di mercurio èaumentato nelle misurazioni dell’acqua piovana [60]. Poiché si è scoperto ora che la troposfera superiore contiene mercurio ossidato e particolato [61], non è improbabile che l’aerosol CFA occultato, che contiene fino a 2 ug/g di mercurio, sia una delle principali fonti di inquinamento da mercurio quando spruzzato nella atmosfera [21].
Oltre alla distruzione chimica dell’ozono stratosferico, vi sono indicazioni che riscaldatori ionosferici ad alta frequenza, ora disperse globalmente [62,63], possono influenzare negativamente l’ozono stratosferico.
Gli scienziati russi hanno scoperto un nuovo fenomeno fisico della diminuzione dell’intensità dell’emissione a microonde dalla mesosfera nella linea dell’ozono con la modifica della ionosfera con onde radio di alta frequenza (HF) e ad alta potenza [64,65].
La struttura Sura per la generazione di onde radio ad alta potenza, che si trova vicino al villaggio di Vasilsursk in Russia, ha un trasmettitore di potenza effettiva irradiata da 190 MW ed opera nella modalità 30 min on/30 min off. La temperatura della radiazione nella linea spettrale dell’ozono, ad una frequenza di 110836.04 MHz, è diminuita di intensità durante la porzione di riscaldamento del ciclo di una media del 10 ± 2% in tutte le sessioni di misurazione nel marzo 2009, come mostrato nella Tabella 2.
3.1.5 Dirigere l’ambiente contro l’umanità
La scoperta russa potrebbe essere un precursore per gravi problemi a venire. Per 60 anni gli Stati Uniti e altre principali potenze militari hanno condotto ‘sperimentazioni’ di modifiche della ionosfera senza considerare l’integrità dello strato di ozono o la vita in generale, sfruttando la ionosfera per molteplici fini militari, incluso le comunicazioni con i sottomarini, la mappatura delle risorse e lo sfruttamento e militarizzazione del meteo e il clima [5,66]. Nel 1968, MacDonald [1] prevedeva la possibilità che in futuro l’esercito potrebbe su richiesta sviluppare mezzi segreti di modificazioni ambientali per innescare tempeste, inondazioni, siccità, terremoti e maremoti. Anche se non ci si aspetterebbe dai militari immersi nella segretezza un’ammissione, una e-mail all’allora Segretario di Stato Hillary Clinton [67], inviata il 21 febbraio 2011 alle 19:35 dichiara il “terremoto di magnitudo 6,3 a Christchurch, Nuova Zelanda e al momento giusto…”[enfasi aggiunta]. La frase “E al momento giusto”, sembra indicare che il momento di un terremoto di magnitudo 6.3 in Nuova Zelanda era noto in anticipo, probabilmente un’indicazione che il terremoto è stato deliberatamente innescato.
Tabella 1. Gamma di composizioni di elementi alogeni di CFA [59]

Cloro (ug / g)

Bromo (ug / g)

Fluoro (ug / g)

Iodio (ug / g)

13 – 25.000

,3-670

,4-624

,1-200

Tabella 2. Confronto della riduzione della densità di O3 x109 durante la fase di
 
riscaldamento di trenta minuti l’emissione di onde radio polarizzate ad alta potenza X a 4,3 MHz. Dati da [64].

DATA >>>

3/14/2009

3/15/2009

3/16/2009

3/17/2009

Notte

12.1 ± 0.7

13,6 ± 0,7

13.6 ± 0.5

Giorno

9.37 ± 0.48

9.60 ± 0.50

9.55 ± 0.40

9.82 ± 0.35

HF pompaggio

8.03 ± 0.38

8.31 ± 0.29

7.32 ± 0.47

8.97 ± 0.49

Giorno

9.09 ± 0.42

9.23 ± 0.21

9.01 ± 0.24

9.67 ± 0.30

Notte

12,8 ± 0,6

14,4 ± 0,7

11,9 ± 0,6

12.2± 0.5

Nel 1997 il Segretario della Difesa William Cohen ha dichiarato direttamente [68]: “Altri sono impegnati … in un tipo di eco-terrorismo, per cui essi possono alterare il clima, innescare terremoti, [e] vulcani a distanza attraverso l’uso di onde elettromagnetiche … .Questo è reale, e questo è il motivo per cui dobbiamo intensificare i nostri sforzi “.
 
Cinquant’anni fa MacDonald [1] ha osservato: “Le aumentate oscillazioni elettriche a bassa frequenza nella cavità ionosferica terrestre si riferiscono a possibili sistemi di armi attraverso l’aspetto poco compreso della fisiologia del cervello….Non importa quanto profondamente inquietante sia il pensiero di usare l’ambiente per manipolare il comportamento per un vantaggio nazionale, la tecnologia che consente tale utilizzo molto probabilmente si svilupperà entro i prossimi decenni “.
 
Con i trasmettitori di riscaldamento della ionosfera sparsi in tutto il mondo, quel tempo – mezzo secolo secondo le previsioni di MacDonald– potrebbe essere a portata di mano.
 
3.1.6 Estinzione della vita sulla terra
 
Storicamente, i militari delle maggiori potenze del mondo hanno mostrato poca o nessuna preoccupazione per la salute dei propri cittadini, quando sono in gioco quelli che percepiscono come obiettivi di “sicurezza nazionale” [69, 70]. Durante gli anni 1950 e 1960, più di un centinaio di ordigni nucleari sono stati fatti esplodere in superficie in Nevada (USA) [71]. Senza essere stati informati dei potenziali rischi per la salute, migliaia di militari sono stati deliberatamente esposti alle esplosioni nucleari, incluse manovre di “giochi di guerra” che hanno avuto luogo direttamente sotto le nuvole atomiche[71,72].
 
Neppure i residenti locali sono stati chiaramente informati sui rischi o provveduto in modo di minimizzare tali rischi [71]. La ricaduta radioattiva non si è verificata solo nella zona vicino alle esplosioni nucleari, ma i venti spingevano la nube radioattiva attraverso gli Stati Uniti, la ricaduta è avvenuta lungo le traiettorie, mostrate in fig. 3, che dipendevano dalle condizioni meteorologiche locali.
 
I test nucleari atmosferici di superficie sono terminati soltanto come risultato della protesta pubblica dopo che i notiziari avevano riportato che lo stronzio -90 radioattivo, prodotto dalla bomba, si trovava nel latte vaccino ponendo soprattutto pericoli di essere incorporato nei denti e nelle ossa di neonati e nei bambini [73].
 
Ora, più di mezzo secolo dopo, la comunità scientifica tace sui vasti esperimenti militari nei sistemi terrestri, come lo è il clima, e i media di tutto il mondo altrettanto tacciono. Tuttavia, i pericoli della irrorazione di particelle aeree e delle attività di riscaldamento ionosferico, considerate nel loro complesso, possono rivelarsi tanto gravi quanto quelli che una volta erano prodotti dai test nucleari atmosferici[41,43,74].
 
Se non fermati, questi esperimenti militari nella nostra atmosfera rappresentano un rischio di estinzione della vita sulla Terra.
 
Estinzione di massa, così definita quando la Terra perde più di tre quarti della sua specie in un periodo di tempo geologicamente breve, è successo solo cinque volte negli ultimi 540 milioni di anni [75]. Caratteristiche comuni dei “Big Five” suggeriscono che le sinergie importanti possono coinvolgere insolite dinamiche climatiche, composizione atmosferica, e fattori di stress ecologici globali che interessano le discendenze in vari modi.
Fig. 3. L’immagine dell’US Department of Energy indica zone degli Stati Uniti continentali attraversate da più di una nuvola nucleare da detonazioni di superficie, come indicato in nero, tra il 1950 del 1960 (per gentile concessione di US Department of Energy) [76]. Drizo et al. [77] hanno affermato che giusto negli ultimi 500 anni gli umani hanno innescato un’ondata di estinzione, minaccia e declino della popolazione, già comparabile in termini di velocità e magnitudo con le precedenti estinzioni. La Terra sta vivendo un’enorme ondata di declino della popolazione e di estirpazioni, con conseguenze a cascata nel funzionamento dell’ecosistema e delle risorse vitali per la civiltà moderna.
Per esempio, un recente studio documenta negli ultimi tre decenni in aree protette della Germania un preoccupante calo, una riduzione del 75%, nelle popolazioni di insetti (biomassa) [78]. Il termine “annientamento biologico” è stato utilizzato per evidenziare lo stato attuale della sesta grande estinzione della Terra in corso [79].
 
3.1.7 Ignoranza geofisica , arroganza e segretezza
Le grandi estinzioni della Terra sono in correlazione con i fenomeni vulcanici epici denominati Large Igneous Province [80]. L’estinzione di massa più estrema della Terra, alla fine del Permiano (o “Great Death – Grande Morte”), 250 milioni di anni fa, coincise con il LIP delle Siberian Traps, una massiccia effusione di lava e intrusione di magma sotterraneo. Il magma sotterraneo mescolato con spessi strati di carbone, una miscela calda di carbone-basalto, fuoriesce in superficie in numerosi luoghi, producendo pennacchi di ceneri piroclastiche, fuliggine, solfato e polvere basaltica che salgono fino nell’atmosfera superiore. [81]. Questo materiale è stato disperso a livello globale, e i conseguenti depositi di carbone nella roccia di età permiana sono stati rilevati come molto simili alle ceneri di carbone volanti odierni [82]. Il Permiano è stato caratterizzato da alti livelli di biossido di carbonio, gas metano e di rapido riscaldamento globale a livelli letali per la maggior parte degli organismi viventi [83]. Un periodo di stress mortale delle radiazioni ultraviolette durante il periodo Permiano può essere il risultato dell’esaurimento dell’ozono stratosferico mediante la massiccia produzione di organoalogeno idrotermico dal vasto vulcanismo delle Siberian Traps, [84].
Le fessurazioni che si sono verificate a est degli Urali 250 milioni di anni fa, hanno come risultato uno dei più grandi giacimenti di petrolio e gas del mondo, come illustrato in Fig. 4 [85]. Vi è una considerevole quantità di metano congelato intrappolato nel permafrost in quella vasta area del nord [86]. Il riscaldamento globale antropogenico, causato dalle quasi quotidiane eglobaliirrorazioni aeree di particolato, pongono un serio rischio di scongelamento e rilascio massiccio nell’atmosfera di quel metano.

Fig. 4. Il rapporto fra maggiore petrolio e pozzi di produzione di gas naturale e il confine delle Siberian Traps, indicato dalla linea nera. La fusione dei depositi di idrato di metano, attualmente bloccati all’interno del permafrost di questa estesa area, rappresentano una grave catastrofe. Da [85]

Le attività militari volte a manipolare l’ambiente terrestre inquinando l’atmosfera con CFA e utilizzando riscaldatori ionosferici per causare terremoti, eruzioni vulcaniche e altri scopi non rilevati stanno causando, sosteniamo, gravi danni alla vita sulla Terra. Uno dei tanti punti cruciali con cui le forze armate più importanti del mondo giocano coinvolge il sistema globale dei monsoni della Terra, che impatta direttamente due terzi dell’umanità, la maggior parte dei quali nel Sud del mondo. Nelle discussioni accademiche sui possibili impatti della deliberata gestione climatica dell’aerosol atmosferico, è ampiamente riconosciuto che il sistema globale dei monsoni è attualmente imperfettamente compreso; che impegnarsi nella deliberata alterazione del regime climatico globale potrebbe distorcere o disturbare il persistente ribaltamento dell’atmosfera sui tropici, con implicazioni potenzialmente gravi per inondazioni, siccità e agricoltura in Africa, Cina, India e Sud-Est asiatico [87,88].
E’ dubbio che l’assenso a un regime di ingegneria climatica segreta da parte delle élite nelle nazioni in via di sviluppo, fortemente dipendenti dal funzionamento naturale del sistema globale dei monsoni, sia un assenso pienamente informato. L’esercito classifica le informazioni che ritiene importanti per l’attuazione dei suoi obiettivi di sicurezza e di guerra, uno dei quali è la lotta contro il cambiamento climatico [90]. Il mondo civile non ha accesso a questi segreti, tranne i più alti e più specializzati livelli di governo [89]. I regimi militari coinvolti nell’esecuzione del massiccio programma sul cambiamento climatico discussi in questo documento sono come l’apprendista stregone: presuntuoso, agisce in segreto e inconsapevolmente arrogante.
4. CONCLUSIONI
La decisione di modificare il funzionamento naturale del nostro pianeta, di inquinare l’aria che respiriamo, di sconvolgere il clima naturale, di militarizzare processi geofisici naturali, di disturbare la ionosfera che ci protegge dalle radiazioni elettromagnetiche mortali del sole, e ad indurre in errore il pubblico sui rischi per la salute, è stato accuratamente previsto nel 1968 da Gordon JF MacDonald nel suo saggio opportunamente intitolato “Come distruggere l’ambiente”. Ma la visione di MacDonald non era al 20/20 (ndt 100/100). Immaginò che una nazione sarebbe stata in grado di sviluppare la tecnologia militare a beneficio dei propri interessi nazionali naturali, ma non è riuscito a prevedere l’evoluzione di un “nemico” planetario e le pressioni risultanti sui militari dei singoli stati ad agire in un concerto planetario contro questo cosiddetto nemico – il cambiamento climatico.
MacDonald non è riuscito a valutare appieno gli impatti negativi delle future tecnologie di guerra ambientale, compreso il loro impatto sulla salute umana e ambientale [20,21,58,41,43,74]. Il novanta per cento (90%) della popolazione mondiale vive oggi in aree con aria malsana. Prodotti di carbone-combustione sono il contributo singolo più importante a questo inquinamento atmosferico globale, con l’esposizione al PM 2,5 particelle che caratterizzano ceneri volanti di carbone il principale fattore di rischio ambientale per così tanti morti (4,5 milioni nel 2015) [91]. L’inquinamento atmosferico colpisce in modo sproporzionato il giovane e il vecchio e quelli con malattie croniche.
La guerra trionfa su tutte le altre attività organizzate dell’umanità. Implica non solo protocolli di segretezza sulla vita e sulla morte ma deforma la trasparenza della ricerca scientifica [92,93]. La guerra segreta al cambiamento climatico non fa eccezione a questa regola. MacDonald non si rese conto mezzo secolo fa, che gli eserciti di tutto il mondo potrebbero essere cooptati da un accordo internazionale segreto per condurre per la prima volta la guerra al sistema planetario della Terra, a tutto il biota della Terra e ai suoi processi biogeochimici fondamentali.
A meno che e fino a quando politici, giornalisti, scienziati e altri membri della nostra società non affrontino la verità su ciò che sta accadendo davanti ai loro occhi e chiedano collettivamente uno stop a queste attività tecnologiche segrete, continueremo a marciare verso la prima estinzione di massa della vita sulla Terra, provocata dall’uomo.
Dichiarazione etica AUTORI
Gli autori sostengono che le rappresentazioni tecniche, scientifiche, mediche e di sanità pubblica fatte nella letteratura scientifica in generale, compresa questa rivista in particolare, dovrebbero essere e sono veritiere e accurate nella massima misura possibile, e dovrebbero servire al massimo grado possibile per proteggere la salute e il benessere dell’umanità e dell’ambiente naturale della Terra.
Interessi in competizione
Gli autori hanno dichiarato che non esistono interessi in competizione.
VEDI ANCHE
Articoli di Marvin Herndon

®wld

Ma in fondo … a chi importa veramente?

La Dottoressa Suor Rosalie Bertell (4 aprile 1929, Buffalo, New York – 14 giugno 2012) è stata una scienziata americana, autore, attivista ambientale, epidemiologa, e sorella delle Suore Grige del Sacro Cuore, meglio conosciuta per il suo lavoro nel campo delle radiazioni ionizzanti. Ha una doppia cittadinanza, Canada e Stati Uniti, ha lavorato nel campo della salute ambientale dal 1970.

Nove lauree ad honorem e numerosi riconoscimenti, tra cui il Nobel alternativo (Right Livelihood Award) che viene assegnato ogni anno a Stoccolma qualche giorno prima del Nobel, morta nel 2012, Rosalie Bertell, si è battuta per far ottenere cure mediche alle vittime di Bhopal e a quelle di Chernobyl, promuovendo in entrambi i casi una Commissione medica internazionale.

Durante il bombardamento NATO in Jugoslavia parlò chiaramente e pubblicamente delle possibili conseguenze dell’impiego di armi all’uranio impoverito sulla popolazione. Per tutta la vita è stata dalla parte della giustizia, contro interessi molto potenti. La sua ultima grande denuncia è stata pubblicato nel 2000: PIANETA TERRA: L’ULTIMA ARMA DA GUERRA

<<L’esercito, dice Rosalie, è almeno 50 anni avanti, e non usa mai le armi dell’ultima guerra in una nuova. E questa nuova guerra segreta è già iniziata senza essere stata dichiarata e riconosciuta. La gente in tutto il mondo ci sta già convivendo e morendo…

Può essere vista in un cambiamento climatico che ha poco a che fare con il gas serra CO2; nella nuova presunta geo-ingegneria “civile”, dietro alla quale stanno l’esercito e il capitale aziendale; nelle guerre climatiche; nelle “scie chimiche”; nelle armi al plasma; nell’enorme crescita in numero e dimensione di catastrofi apparentemente naturali, e nello scioglimento dell’Artide che sta accadendo dagli anni ’70 sotto l’uso di onde a bassissima frequenza ELF-EM; deve essere vista nei buchi dell’Ozono in quanto prodotti di più di 2000 test nucleari che furono lanciati contro questo Pianeta, di missili e voli supersonici che hanno lasciato “buchi” nel cielo, e del “riscaldamento ionosferico” – tutto ciò ha causato buchi che lasciano entrare i raggi cosmici, i quali sono dannosi per la vita, sulla terra; deve essere vista nei cattivissimi raccolti e nella morte delle piante, come nella desertificazione di sempre più regioni; deve essere vista nell’indebolimento delle fasce di Van Allen, i campi magnetici intorno alla terra…! Già nel 1977 -35 anni fa- l’ ONU nella sua Convention sulle tecniche di modificazioni ambientali, tentò di proibire le tecnologie che potrebbero essere responsabili di questi danni e ripete il suo avvertimento relativo alla geo-ingegneria a Nagoya in Giappone nel 2010. Pare che nessuno li stia prendendo sul serio!

Rosalie sperava che potesse essere fondata una Corte Internazionale per i Crimini contro l’Ambiente. Ma a chi importa veramente? Lei sperava che l’esercito, il patriarcato e il capitalismo potessero addirittura essere aboliti! Ma oggi non sembra così, al contrario. Rosalie sperava che potesse emergere un grande movimento civile per salvare Madre Terra, ma non è accaduto.>>

Lo scrive Claudia von Werlhof, che era riuscita a tradurre e pubblicare il libro di Rosalie Bertell in lingua tedesca collaborando con la Bertell ed aggiornando la versione originale. FONTE

L’articolo prosegue con altri addentellati importanti come:

La cintura delle radiazioni

HAARP – modificazione della ionosfera

Onde ELF che pulsano sulla Terra

Connessioni con terremoti e tempo bizzarro

I terremoti secondo Rosalie Bertel 

Inoltre una interessante intervista fatta alla scienziata Rosalie Bertell da parte di Snowshoefilms che potrete leggere QUI

http://www.nogeoingegneria.com/ 

http://ningizhzidda.blogspot.it/

“tecnologia irresponsabile”

I tre giorni delle tenebre parte 2: il crollo del campo magnetico. 

Nell’articolo “Le Scie Chimiche, HAARP e la favola della CO2 possono creare mega spostamento dell’asse terrestre?” Ci riferiamo alla ricerca di Rosenstern e quello che annunciano le profezie di Nostradamus – il parere di Rosa Stella – nei suoi dettagliati scritti sullo spostamento dei poli (leggi qui la prima parte), che si manifestano prima lentamente e poi aumentando la quantità di moto.

Leggi la seconda parte della serie di articoli di Rosenstern:

I tre giorni delle tenebre parte 2: Il crollo del campo magnetico. C’è stato chiesto la pubblicazione della prima parte della serie di articoli di Rosenstern e se l’allora spostamento dei poli fosse stato naturale, o prodotto artificialmente (Alta frequenza attiva del Programma aurorale) HAARP. Questa è naturalmente una domanda a cui non possiamo rispondere. Ma è un fatto che gli impianti HAARP fatti su larga scala sono stati costruiti in tutto il mondo.

Lo scienziato Dr. Richard Williams, che è stato consultato prima della commissione del Natonal Affairs per la sinistra rappresentazione dell’impianto HAARP in Alaska, ha avvertito delle gravi conseguenze di questa irresponsabile tecnologia:

“Voglio mettere in guardia per prima cosa i legislatori contro una cosa che si trova in Alaska, e dei suoi effetti di quello che potrebbe essere una minaccia globale per l’ambiente. Si tratta dell’HAARP. (…) Una irradiazione che potrebbe cambiare drasticamente le proprietà termiche dell’atmosfera e la loro rifrazione, dispersione e remissività sono in un intervallo di ampio spettro elettromagnetico. Esperimenti su questo livello di energia causerebbe grandi cambiamenti nell’atmosfera e nelle particelle cariche che persisterebbero per qualche tempo portando a cambiamenti permanenti.”

Il 10 Dicembre del 1976 a Ginevra nella Convenzione ENMOD, è stato adottato e firmato da quasi tutti i membri permanenti del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, tipicamente questa Convenzione conduce ad un accordo interpretativo (intese per quanto riguarda la convenzione), dei seguenti fenomeni, quali tecniche di alterazione dell’ambiente che possono essere prodotte (come ad esempio HAARP):

“Terremoti, tsunami; lo sconvolgimento ecologico equilibrato di una regione; cambiamento nei modelli climatici (nubi, precipitazioni, cicloni di vario tipo e tempeste e tornado); cambiamenti delle correnti oceaniche; cambiamenti nello strato di ozono; e cambiamenti dello stato ionosferico”.

Interpretazione tedesca:

“Terremoti e tsunami, un disturbo dell’equilibrio ecologico di una regione, le variazioni del tempo (tra cui la formazione di nubi, cicloni e tornado), i cambiamenti del clima, spostamenti delle correnti oceaniche, i cambiamenti nello strato di ozono e i cambiamenti dello stato ionosferico.”

Così, dal momento che terremoti, tsunami, trombe d’aria, ecc. possono essere prodotte anche da mani umane, in futuro sarà difficile distinguere gli eventi naturali da quelli manipolati dalla mano dell’uomo. L’atmosfera terrestre potrà essere tecnicamente manipolata con energia elettromagnetica prodotta da HAARP, probabilmente i tecnocrati saranno anche in grado di eventi più radicali come lo spostamento dei poli (un vagabondaggio polare è già in corso) con conseguenze catastrofiche di ogni sorta. 

Misure come la creazione di basi sotterranee, la messa in sicurezza dei semi sotto il ghiaccio polare, l’irrorazione fanatica delle scie chimiche, l’uso e visibile continuo di forze elettromagnetiche sul cielo, come viene mostrato sopra da Ruhr, una elaborata messa in scena del racconto sulla CO2 (il mantra di Al Gore) deve essere un eccezionale motivo per i tecnocrati.

Tutto questo però non ci viene riferito, Ecco perché non vogliono ammettere che hanno spruzzato scie chimiche per anni e anni, perché altrimenti avrebbero potuto sorgere domande inevitabili e scomode: Perché fate tutto questo? 

Link

http://ningizhzidda.blogspot.it/