Crea sito

La guerra nella nebbia: la prova delle maschere e i blocchi non hanno valore

La guerra nella nebbia: la prova delle maschere e i blocchi non hanno valore

C’è una buona ragione per cui la Bibbia avverte: “Dove non c’è visione, il popolo perisce” (Prov. 29:18). Nel caso del colpo di stato della Tecnocrazia, chi non vedrà, non potrà vedere. La loro schiavitù tecnocratica sarà sulle loro stesse teste. Abbiamo avvertito dall’inizio del panico pandemico che l’intero schema era una frode intenzionale.

Ci sono proteste giganti in tutto il mondo che chiedono la cessazione dei blocchi e la restituzione della libertà. Quei manifestanti possono non avere alcuna comprensione del quadro generale, ma comprendono il dolore della disoccupazione, della privazione sociale, delle relazioni rovinate e della fame. ⁃ TN Editor

La “guerra nella nebbia” è un termine usato per descrivere l’incertezza, il caos e la confusione che possono verificarsi durante la battaglia. Ciò che pensavi fosse vero entrando in battaglia potrebbe essere capovolto, offuscando il tuo giudizio mentre cerchi di prendere decisioni in una sorta di realtà sospesa.

In questo momento stai vivendo una guerra nel mezzo di una nebbia  – una nebbia di guerra COVID – secondo Jeffrey Tucker, direttore editoriale dell’American Institute for Economic Research (AIER): “Spesso non è chiaro chi sta prendendo decisioni e perché, e cosa le relazioni sono tra le strategie e gli obiettivi. Anche la logica può diventare sfuggente poiché la frustrazione e il disorientamento sostituiscono la chiarezza e la razionalità”. 1

Questa descrizione è tipicamente riservata al disorientamento della battaglia, ma ora si applica in modo inquietante bene alla nebbia che circonda la mitigazione della malattia COVID-19. Se desideri un esempio concreto, guarda la sequenza temporale del video sopra, che ti porta da gennaio 2020, quando l’uso delle maschere era sconsigliato, a dicembre 2020, quando le maschere sono diventate obbligatorie in molte aree. 2

Marzo: le maschere per il viso non possono proteggere dal nuovo coronavirus

Nel febbraio 2020, Christine Francis, consulente per la prevenzione e il controllo delle infezioni presso la sede dell’Organizzazione mondiale della sanità, è stata descritta in un video, mostrando una maschera usa e getta. Ha detto: “Maschere mediche come questa non possono proteggere dal nuovo coronavirus se usate da sole … L’OMS raccomanda l’uso di maschere solo in casi specifici”. 3

Questi casi specifici includono se hai tosse, febbre o difficoltà a respirare. In altre parole, se sei attivamente malato e mostri sintomi. “Se non hai questi sintomi, non devi indossare maschere perché non ci sono prove che proteggano le persone che non sono malate”, ha continuato.

Nel marzo 2020, il Surgeon General degli Stati Uniti ha accettato pubblicamente, twittando un messaggio in cui si afferma: “Sul serio, gente, smettetela di comprare maschere!” e proseguendo dicendo che non sono efficaci nell’impedire al grande pubblico di contrarre il coronavirus. 4  Al 31 marzo 2020, l’OMS sconsigliava ancora l’uso di maschere per il viso per le persone senza sintomi, affermando che “non esiste alcuna prova” che tale utilizzo della maschera prevenga la trasmissione di COVID-19. 5

Giugno: il pubblico dovrebbe indossare una maschera per il viso

Entro il 6 giugno 2020, la retorica era cambiata. Citando “l’evidenza in evoluzione”, l’OMS ha invertito la sua raccomandazione, con Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell’OMS, che consiglia ai governi di incoraggiare il pubblico in generale a indossare maschere dove c’è una trasmissione diffusa e l’allontanamento fisico è difficile. 6

Questo incoraggiamento si è trasformato in mandati in molte aree, con  minacce di multe  per coloro che non si sono conformati. Nella contea di Humboldt, in California, ad esempio, chiunque abbia violato l’ordine di indossare coperture per il viso in pubblico potrebbe essere multato da $ 50 a $ 1.000 e / o affrontare 90 giorni di carcere per ogni giorno in cui si è verificato il reato. 7

A Salem, nel Massachusetts, potresti anche essere multato per non aver indossato una maschera in pubblico, comprese le aree comuni all’interno di un condominio. 8  Qual è l’evidenza in evoluzione a cui si riferiva l’OMS che li ha indotti a invertire la loro posizione sulle maschere per il pubblico in buona salute in un periodo di soli due mesi? Ciò non è chiaro, ma si è verificato uno sviluppo interessante.

CHI: trasmissione asintomatica “molto rara”

Durante un briefing con la stampa dell’8 giugno 2020 – appena due giorni dopo che Ghebreyesus aveva consigliato alle persone sane di iniziare a indossare maschere – Maria Van Kerkhove, responsabile tecnico dell’OMS per la pandemia COVID-19, ha chiarito che le persone che hanno COVID-19 senza alcun i sintomi  trasmettono “raramente” la malattia  ad altri. 9

Le linee guida provvisorie dell’OMS del 5 giugno 2020 supportano la dichiarazione di Kerkhove, osservando: “Gli studi completi sulla trasmissione da individui asintomatici sono difficili da condurre, ma le prove disponibili dal tracciamento dei contatti riportate dagli Stati membri suggeriscono che le persone con infezione asintomatica hanno molte meno probabilità di trasmettere il virus rispetto a coloro che sviluppano i sintomi. ” 10

Se questo è il caso, tuttavia, la raccomandazione che le persone sane e asintomatiche indossino maschere per il viso o siano rinchiuse nelle loro case non ha senso, evidenziando solo un caso della “nebbia COVID” in corso.

Per non essere richiamato sulle loro sfacciate contraddizioni, il 9 giugno 2020, il dottor Mike Ryan, direttore esecutivo del programma di emergenza dell’OMS, ha rapidamente fatto marcia indietro la dichiarazione di Van Kerkhove, dicendo che le osservazioni erano “male interpretate o forse non abbiamo usato le più elegante parole per spiegarlo. ” 11  Van Kerkhove ha anche affermato che i dati che ha menzionato provenivano solo da un “piccolo sottoinsieme di studi” e ha aggiunto: 12

“Non stavo affermando una politica dell’OMS o qualcosa del genere. Stavo solo cercando di articolare ciò che sappiamo. E in questo, ho usato la frase “molto raro” e penso che sia un malinteso affermare che la trasmissione asintomatica a livello globale è molto rara”.

10 milioni di persone, non un caso di trasmissione asintomatica

Dopo la debacle della diffusione asintomatica dell’OMS, il discorso su questo argomento si è notevolmente attenuato. 13  Ma, in silenzio, uno studio fondamentale che ha coinvolto 9.899.828 milioni di residenti di Wuhan, in Cina, è stato pubblicato su Nature Communications. 14  I partecipanti sono stati testati per COVID-19 tra il 14 maggio 2020 e il 1 giugno 2020.

Non sono stati identificati nuovi casi sintomatici e 300 casi asintomatici. Tra i 300 casi asintomatici, sono stati identificati 1.174 contatti stretti e nessuno di loro è risultato positivo per COVID-19.

Inoltre, dei 34.424 partecipanti con una storia di COVID-19, 107 individui (0,31%) sono risultati nuovamente positivi, ma, cosa importante, nessuno era sintomatico. Come notato dagli autori, “le colture di virus erano negative per tutti i casi asintomatici positivi e ripositivi, indicando l’assenza di “virus vitale” nei casi positivi rilevati in questo studio”. 15  Tucker ha spiegato: 16

“La conclusione non è che la diffusione asintomatica sia rara o che la scienza sia incerta. Lo studio ha rivelato qualcosa che non accade quasi mai in questo tipo di studi. Non c’era un caso documentato. Dimentica i rari. Dimentica anche il precedente suggerimento di Fauci secondo cui la trasmissione asintomatica esiste ma non guida la diffusione. Sostituisci tutto ciò con: mai. Almeno non in questo studio per 10.000.000″.

Una meta-analisi di 21.708 persone a rischio, di cui 663 positive per COVID-19 e 111 asintomatiche, ha anche scoperto che i tassi di trasmissione asintomatica possono effettivamente essere “inferiori a quelli di molti studi altamente pubblicizzati”. 17  Hanno suggerito che la prevalenza di casi di COVID-19 asintomatico è di 1 su 6 e hanno scoperto che il rischio relativo di trasmissione asintomatica era del 42% inferiore al rischio di trasmissione sintomatica.

In una versione prestampata del loro studio, i ricercatori hanno osservato: “Le nostre stime della proporzione di casi asintomatici e della loro velocità di trasmissione suggeriscono che è improbabile che la diffusione asintomatica sia un fattore determinante per i cluster o la trasmissione comunitaria dell’infezione …” 18  Come ha osservato Tucker: 19

“Continuiamo a sentire come dovremmo seguire la scienza. Il reclamo è ormai stanco. Sappiamo cosa sta realmente accadendo.

La lobby del lockdown ignora tutto ciò che contraddice la loro narrativa, preferendo aneddoti non verificati a un vero studio scientifico di 10 milioni di residenti in quello che è stato il primo grande hotspot al mondo per la malattia che stiamo cercando di gestire. Ti aspetteresti che questo studio sia un’enorme notizia internazionale. Per quanto ne so, viene ignorato.”

Se la diffusione asintomatica è rara, perché maschere e blocchi?

La diffusione asintomatica diffusa è l’unica ragione per cui i blocchi e l’uso di maschere tra i sani hanno senso. Per mesi, i funzionari sanitari hanno perpetuato il mito della diffusione asintomatica per aumentare la paura.

Ora, poiché le persone sono sempre più desiderose di tornare a un certo senso di normalità,  si dice che un ceppo di SARS-CoV-2 mutato , che è presumibilmente più virulento, sia emerso e abbia portato a nuove e più severe restrizioni di blocco nel Regno Unito 20

Questa perpetuazione della paura si è estesa ben oltre lo scopo iniziale dei blocchi, che era quello di appiattire la curva ed evitare di sovraccaricare gli ospedali. Come ha sottolineato Tucker, tuttavia, questo è gradualmente cambiato in modo tale che ora dobbiamo affrontare blocchi a tempo indeterminato: 21

“Il primo round di blocchi non riguardava la soppressione del virus, ma il rallentamento per un motivo: preservare la capacità dell’ospedale. Se e in che misura la “curva” sia stata effettivamente appiattita sarà probabilmente discusso per anni, ma a quel tempo non si trattava di estinguere il virus. Il volume delle curve, alte e veloci o corte e lunghe, era lo stesso in entrambi i casi. Le persone avrebbero preso il bug fino a quando non si fosse esaurito (immunità di gregge).

Gradualmente, e talvolta quasi impercettibilmente, la logica dei blocchi è cambiata. L’appiattimento delle curve è diventato un fine in sé, a parte la capacità ospedaliera. Forse questo era perché il problema dell’affollamento degli ospedali era estremamente localizzato in due distretti di New York mentre gli ospedali di tutto il paese venivano svuotati per i pazienti che non si presentavano: 350 ospedali licenziati i lavoratori”.

La scienza è ciò che dovrebbe essere usato per dettare la politica, ma non è questo che sta accadendo. I test in corso su persone asintomatiche si stanno aggiungendo al problema, poiché i test della reazione a catena della polimerasi a trascrizione inversa (RT-PCR) vengono utilizzati anche come giustificazione per tenere bloccate ampie porzioni del mondo.

Il problema è che un test PCR positivo   non significa che sia presente un’infezione attiva. Il tampone PCR raccoglie l’RNA dalla cavità nasale. Questo RNA viene quindi trascritto al contrario nel DNA. Tuttavia, gli snippet genetici sono così piccoli che devono essere amplificati per diventare distinguibili.

Ciò che fa è amplificare qualsiasi sequenza, anche insignificante, di DNA virale che potrebbe essere presente al punto che il test risulta “positivo”, anche se la carica virale è estremamente bassa o il virus è inattivo. Questi casi “positivi” stanno mantenendo viva la narrativa sulla pandemia.

Caso in questione, tra il 22 marzo e il 4 aprile 2020, 215 donne incinte ricoverate in un ospedale di New York City sono state sottoposte a screening al momento del ricovero per i sintomi di COVID-19 e testate per il virus. Solo l’1,9% delle donne presentava febbre o altri sintomi di COVID-19 e tutte quelle donne sono risultate positive.

Delle restanti donne che sono state testate anche se non avevano sintomi, il 13,7% era positivo. Ciò significa che, nel complesso, l’87,9% delle donne risultate positive al test per SARS-CoV-2 non presentava sintomi, 22  e la ricerca travolgente suggerisce che probabilmente non avrebbero trasmesso il virus nemmeno ad altri.

Le maschere sono inefficaci

Cosa dice la scienza sulle maschere per prevenire l’infezione da COVID-19? Il primo studio controllato randomizzato di oltre 6.000 persone per valutare l’efficacia delle maschere chirurgiche contro l’infezione da SARS-CoV-2 ha rilevato che le maschere non hanno ridotto in modo statisticamente significativo l’incidenza dell’infezione.

Il “Danmask-19 Trial“, pubblicato il 18 novembre 2020 negli Annals of Internal Medicine, 23 ha  rilevato che tra i portatori di maschere l’1,8% (42 partecipanti) è risultato positivo per SARS-CoV-2, rispetto al 2,1% (53 ) tra i controlli. Quando hanno rimosso le persone che hanno riferito di non aderire alle raccomandazioni per l’uso, i risultati sono rimasti gli stessi – 1,8% (40 persone), il che suggerisce che l’adesione non fa alcuna differenza significativa.

Rational Ground ha anche esaminato i casi COVID-19 dal 1 maggio 2020 al 15 dicembre 2020, in tutti i 50 stati degli Stati Uniti, con e senza  mandato di maschera . Tra gli stati senza mandato di maschera, sono stati contati 17 casi ogni 100.000 persone al giorno, rispetto ai 27 casi ogni 100.000 persone al giorno negli stati con mandato di maschera 24  – I casi COVID-19 erano più alti nelle aree con mandati di maschera che senza.

I risultati mettono ulteriormente in dubbio l’efficacia delle maschere obbligatorie per prevenire il COVID-19, così come un’indagine caso-controllo su persone con COVID-19 che hanno visitato 11 strutture sanitarie statunitensi. Il rapporto dei Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie ha rivelato i fattori associati alla contrazione della malattia, 25  compreso l’uso di coperture facciali in tessuto o maschere nei 14 giorni prima di ammalarsi.

La maggioranza di loro – il  70,6% – ha riferito di aver indossato “sempre” una maschera , ma si è comunque ammalata. Tra gli intervistati che si sono ammalati, 108, ovvero il 70,6%, hanno affermato di indossare sempre una maschera, rispetto a sei, o il 3,9%, che hanno affermato di “non farlo mai”, e altri sei, o il 3,9%, che hanno affermato di “raramente “Ha fatto.

Nel complesso, ciò mostra che, degli adulti sintomatici con COVID-19, il 70,6% indossava sempre una maschera e si ammalava ancora, rispetto al 7,8% di quelli che lo facevano raramente o mai. 26

Vedere attraverso la nebbia

Un’abbondanza di prove suggerisce che bloccare l’uso di maschere salutari e obbligatorie per coloro che non hanno sintomi è irrazionale, nella migliore delle ipotesi, e pericoloso, nel peggiore dei casi, considerando che sia le maschere che i blocchi sono associati a  effetti negativi  propri. 27  Secondo Tucker: 28

“Con una solida evidenza che la diffusione asintomatica non ha senso, dobbiamo chiederci: chi prende le decisioni e perché? Di nuovo, questo mi riporta alla metafora della nebbia. Stiamo tutti sperimentando confusione e incertezza sulla precisa relazione tra le strategie e gli obiettivi di una panoplia di regolamenti e stringenze che ci circondano.

Anche la logica è diventata elusiva – persino confutata – poiché la frustrazione e il disorientamento hanno sostituito ciò che ricordiamo vagamente come chiarezza e razionalità della vita quotidiana”.

Vivere in una tale nebbia può intimidire, ma lo scopo di questo articolo non è quello di diffondere più paura ma, piuttosto, di potenziarti con le informazioni. La guerra nella nebbia, dopotutto, non è sempre un impedimento. Può anche essere usato per ottenere un vantaggio, 29  e  vedere attraverso la nebbia  è il primo passo per vincere la guerra.

Leggi la storia completa qui …

Pubblicato su: https://www.technocracy.news/

®wld

la tecnocrazia ti ama solo se obbedisci e se sei taggato

 
Il Fascismo del Ticketmaster, il blocco di Biden e riduzione della popolazione, patrioti, guerra per la libertà

SIAMO ALLE SOLITE…CALIMERO

SIAMO ALLE SOLITE…CALIMERO! Tu non sei nero, sei solo sporco!

https://www.youtube.com/watch?v=tLAUEk4nncQ

di: Dottor RobertoSlaviero-14.11.20

Il pulcino Calimero, nato un pò dopo la schiusura delle altre uova, cercando la mamma gallina, cade in una pozzanghera,  diventa nero e non viene riconosciuto dalla mamma.

Poi grazie alla massaia, che lo lava con il prodotto pubblicizzato, torna bianco e ritrova la mamma gallina.

Mitico Carosello negli anni di forte crescita del dopoguerra, anni 60, a cui ho avuto la fortuna di assistere e partecipare.

Carosello, che chiudeva la serata dopo le notizie del  Tg e poi i bimbi…tutti a letto!

Calimero era un buon pulcino, però ne combinava spesso, da   ciò nacque il detto

“siamo alle solite Calimero“.

Il triste mondo nel quale stiamo vivendo oggi, ne combina di tutte le sorti e purtroppo, a differenza di Calimero, non basta uno sbiancante per togliergli lo sporco che ha accumulato!

Uno sporco solidificato, incrostato e difficilmente solubilizzabile, che sta portando alla rovina milioni e milioni di persone; che sta cancellando in pochi mesi, diritti e libertà acquisite, almeno nel mondo occidentale, post seconda guerra.

Il tutto, per una truffa colossale, chiamata Pandemia.

Io non voglio più parlare della malattia; malattia curabilissima anche a domicilio, con la giusta assistenza medica ed infermieristica, a parte i soliti casi gravi, soprattutto degli anziani.

Anche i casi gravi comunque si curano e la mortalità fa parte della vita; in Italia muoiono ogni giorno circa 1600 persone.

Parlano oggi di Ospedali già  sovraccarichi;

potevano assumere più personale medico ed infermieristico in questi 6 mesi?

E’ sufficiente ricoverare un anziano positivo, anche con poca sintomatologia  in un reparto Covid, ed aumentano i numeri e la difficoltà gestionale ospedaliera, con tutte le misure di prevenzione, che rasentano la follia e stravolgono la normale attività dei reparti.

La truffa peggiore è quella dei tamponi!

A seconda dei CICLI DI AMPLIFICAZIONE DELLA REAZIONE PCR, si può trovare anche la totalità della popolazione POSITIVA.

In Italia, pare che usino Kit Pcr con cicli di amplificazione che raggiungono i 40 o più.

In Germania, pare non superino i 25 cicli, per cui: in Italia, a parità di tamponi effettuati, possono risultare positivi il triplo o più  persone!

Kit di tamponi (oltre 100 in commercio), tra l’altro mai validati da un’autorità competente!

Fauci, il famoso responsabile della Sanità Usa, ha dovuto affermare che oltre i 35 CICLI DI AMPLIFICAZIONE, tutto può succedere e quindi i risultati VANNO CESTINATI.

E lo dice Fauci, non certo un complottista, magari amico di Trump!

Lo scandalo è colossale e il nostro scandalo in Italia, sono le reticenze e le paure di una classe politica completamente allo sbando, capace solo all’ubbidienza dei Diktat che arrivano dall’alto: fondi di investimento e macro investitori internazionali, che possiedono il 99% dei media internazionali.

Fanno schifo, nella loro perfida ingordigia di accaparrarsi tutto e fanno ancora più schifo i nostri eletti, che gli baciano il culo per quattro soldi e per una carriera politica.

Oggi un anziano qui in farmacia mi ha detto:

“dottore, ma i tizi che decretano limitazioni delle libertà personali e perdita di lavoro e soldi, perché non si annullano anche i loro stipendi?“

Sto pensando ed esempio nell’Amministrazione pubblica, chi torna a lavorare al computer, a casa magari…forse a molti di loro va bene cosi…poche ore di lavoro e molto YouTube e film…senza offesa per gli onesti!

Il Governatore del Veneto ha detto l’altro giorno, che troppe persone sono andate in montagna od al mare, con quelle stupende giornate dello scorso fine settimana e adesso…ZONA GIALLO ARANCIO PLUS!

Minacce stile mafioso e non’è il solo, sebbene amatissimo dai veneti.

E questa mania dei colori, mangiate forse funghi allucinogeni?

Magari … non direbbero tali cazzate e sarebbero più rilassati…non riesco a capire la loro dieta, certamente non mediterranea…vergogna!

All’aria aperta si vive bene e non ci si ammala, razza di idioti!

Altro che mascherine, mascherine addizionate magari con metalli pesantucci, che nocciono alla salute…ci sono laboratori di analisi che ci stanno lavorando e si stupiscono dei risultati…a breve comunicazioni in merito!

E la gente ascolta ancora questi malavitosi di basso rango e crede a tutto ciò che dicono e trema per la paura di morire, causa virus corona…Ho pena per loro.

Comunque, l’operazione mondiale in atto, è volta a  distruggere l’intrattenimento, la socialità e lo spostamento delle persone, il turismo, che crea benessere e ricchezza per tutti.

Li immaginate sti schifosi riccastri, mezzi depravati sessuali, che hanno deciso che l’energia sta finendo, che non si può più mantenere questo stile di vita … ecc ecc…w le intelligenze artificiali, non sarà più come prima…

E perché continuate allora le guerre per l’approvvigionamento del petrolio e gas, loschi sfruttatori mondiali?

Non avete deciso di fare tutto elettrico? Prenderete l’energie ambientali, stile Gretina?

Imbroglioni produttori di energia atomica!

Certo, non sarà più come prima, perché nel frattempo, non so tra quanti mesi, alcuni Stati azzoppati o molti milioni di persone in vari Stati del pianeta, si incazzeranno e scoppieranno guerre e rivolte civili.

E se non succederà, vorrà dire che hanno ragione loro, i depravati, e quindi la massa di idioti ex Sapiens, si merita una fine ingloriosa, da schiavi e pezzenti sottomessi ai pochi della cima della Piramide!

Reddito universale…ma andate a (……)!

Screening obbligatori per chi lavora, altrimenti sta a casa … ricatti anticostituzionali…Una deriva dittatoriale non degna delle ex democrazie europee.

Guardate anche gli Usa…uno scandalo allucinante, dove Biden si è autoproclamato, con i media festanti, Presidente.

Ho sentito ieri l’intervento di un Senatore repubblicano al Senato Usa, dove riaffermava il principio della legalità, affermando che la nomina a Presidente non viene fatta dalla CNN, per fare un nome, quindi aspettate please!

Nella prima decade di ottobre, vi sono state le vaccinazioni antinfluenzali 2020-21 e “stranamente“, dalla fine ottobre, la curva dei malati con virus è salita; vi ricordate l’anno scorso nelle provincie di Bg e Bs, cosa accadde? Fate schifo.

Stati che limitano le libertà, che affliggono i cittadini, che rompono i (……..) alle persone normali.

Stati che eseguono ordini e basta.

Questa è guerra, punto e basta!

A marzo era una presunta pandemia, ma oggi è una guerra dichiarata e conclamata contro l’umanità, soprattutto contro gli umili ed i deboli. E in guerra, ognuno ha il diritto e dovere di difendersi.

Speriamo che le forze dell’ordine ci vadano piano, quando dovranno limitare le sommosse; anche loro hanno famiglia e hanno giurato solennemente sulla Costituzione italiana!

Il continuo martellamento del “nulla sarà come prima“, o vi ricordate, quelle due (……..) alla finestra in chiusura a marzo, che  cantavano “andrà tutto bene“; nonché questo slogan, coniato da qualche bandito del governo e pubblicizzato in Tv da facce note, pezzi di ..erda anche loro, ci ha portati in questa situazione!

E la gente guarda ancora la Tv e ride … ah ah ah…si, che fighi sono i blogger e gli attori, che ispirano fiducia e danno speranza. Speranza, il peggio del peggio!

Lottate per riacquistare i vostri diritti, caxxo! E quella donna, mi pare vice ministra, che dice; al cenone di Natale solo i parenti di primo grado. Se l’avessi qui di fronte, le mollerei un ceffone…

Prima o poi ve ne andrete a casa, vigliacchi traditori della Patria, per quel che ne resta, e vi auguro un futuro non roseo, ma nerissimo, colorato alla Calimero!

Ai poveracci, che credono ancora nella pandemia, auguro che il vaccino che faranno, possa liberarli, definitivamente … vaccino miracoloso, conservato a circa – 80 gradi! Iniettato a 37 gradi centigradi produrrà effetti fantastici, studiatevi un po’ di chimica e fisica!

Ricordate i 300 spartani, sotto il comando di Leonida? Hanno bloccato un esercito persiano enorme alle Termopili, procurandogli perdite per oltre 20mila uomini. Alla fine sono morti, ma hanno scassato mezzo esercito persiano,  gli hanno fatto un mazzo…

«Dei morti alle Termopili gloriosa la sorte, bella la fine, un altare la tomba, di singulti il ricordo, compassione la lode. Un tal sudario né la ruggine né il tempo divora tutto oscurerà.

Questo sacello d’eroi valorosi come abitatrice la gloria d’Ellade si prese. Ne fa fede anche Leonida, re di Sparta, avendo lasciato di virtù grande ornamento ed eterna gloria.»

https://it.wikipedia.org/wiki/Battaglia_delle_Termopili

Riprendetevi un po’ di orgoglio, femminucce italiche viziate!

Fonte: http://olisticoaltapusteria.com/

®wld

Sta accadendo alla maggior parte delle nostre società in questo momento

Berlicche e il Fallimento della Rivoluzione

Berlicche e il Fallimento della Rivoluzione. Il Demonio Berlicche illustra come indebolire gli Uomini, ma Malacoda ne deduce come salvarli. Dai Quaderni di Malacoda, il pensiero di Berlicche. Testo e Corpo-Voce di Antonio Bilo Canella

***************************************

https://off-guardian.org/wp-content/medialibrary/1_K211tj11PlnMgGJnZ0TFbQ.jpg?x91011

Il culto covidiano

 

di: CJ Hopkins

 

Uno dei tratti distintivi del totalitarismo è la conformità di massa a una narrativa ufficiale psicotica. Non una normale narrativa ufficiale, come le narrazioni della “Guerra Fredda” o della “Guerra al Terrore”. Una narrazione ufficiale totalmente delirante che ha poca o nessuna connessione con la realtà e che è contraddetta da una preponderanza di fatti.

 

Il nazismo e lo stalinismo sono gli esempi classici, ma il fenomeno è meglio osservato nelle sette e in altri gruppi sociali sub-culturali. Verranno in mente numerosi esempi: la famiglia Manson, il Tempio del Popolo di Jim Jones, la Chiesa di Scientology, Heavens Gate, ecc., Ognuno con la sua narrativa ufficiale psicotica: Helter Skelter, Comunismo cristiano, Xenu e la Confederazione galattica, e così via.

 

Guardando dalla cultura dominante (o indietro nel tempo nel caso dei nazisti), la natura delirante di queste narrazioni ufficiali è palesemente ovvia alla maggior parte delle persone razionali. Ciò che molte persone non riescono a capire è che per coloro che cadono preda di loro (siano essi singoli membri di sette o intere società totalitarie) tali narrazioni non vengono registrate come psicotiche.

 

Al contrario, si sentono del tutto normali. Tutto nella loro “realtà” sociale reifica e riafferma la narrazione, e tutto ciò che la sfida o la contraddice è percepita come una minaccia esistenziale.

 

Queste narrazioni sono invariabilmente paranoiche, descrivendo il culto come minacciato o perseguitato da un nemico malvagio o da una forza antagonista da cui solo l’indiscussa conformità all’ideologia del culto può salvare i suoi membri. Non fa poca differenza se questo antagonista è la cultura dominante, i body thetan, i controrivoluzionari, gli ebrei o un virus.

 

Il punto non è l’identità del nemico. Il punto è l’atmosfera di paranoia e isteria che la narrativa ufficiale genera, che mantiene i membri della setta (o la società) conformi.

 

Oltre ad essere paranoiche, queste narrazioni sono spesso internamente incoerenti, illogiche e … beh, semplicemente completamente ridicole. Questo non li indebolisce, come si potrebbe sospettare. In realtà, aumenta il loro potere, poiché costringe i loro aderenti a tentare di conciliare la loro incoerenza e irrazionalità, e in molti casi l’assurdità assoluta, al fine di rimanere in regola con il culto.

 

Tale riconciliazione è ovviamente impossibile e fa sì che le menti dei membri della setta mettano in corto circuito e abbandonino ogni parvenza di pensiero critico, che è esattamente ciò che vuole il leader della setta.

 

Inoltre, i leader del culto cambieranno spesso radicalmente queste narrazioni senza una ragione apparente, costringendo i loro membri del culto a rinunciare bruscamente (e spesso anche a denunciare come “eresia”) le convinzioni che erano stati precedentemente costretti a professare, ea comportarsi come se non avessero mai creduto loro, il che provoca un ulteriore cortocircuito delle loro menti, fino a quando alla fine smettono anche di provare a pensare razionalmente, e semplicemente ripetono senza cervello qualsiasi insensatezza senza senso con cui il leader del culto riempie le loro teste.

 

Inoltre, le sciocchezze senza senso del leader del culto non sono così prive di senso come potrebbe sembrare a prima vista. La maggior parte di noi, dopo aver incontrato tali incomprensioni, presume che il leader del culto stia cercando di comunicare e che qualcosa non va nel suo cervello. Il leader della setta non sta cercando di comunicare. Sta cercando di disorientare e controllare la mente dell’ascoltatore.

 

Ascolta il “rap” di  Charlie Manson.  Non solo per quello che dice, ma per  come lo dice. Nota come spruzza pezzi di verità nel suo flusso di sciocchezze libere associate e il suo uso ripetitivo di cliché che terminano il pensiero, descritti da RobertJ. Lifton come segue:

 

Il linguaggio dell’ambiente totalista è caratterizzato dal cliché che pone fine al pensiero. I problemi umani più complessi e di vasta portata sono compressi in frasi brevi, altamente selettive, dal suono definitivo, facilmente memorizzabili e facilmente espresse. Diventano l’inizio e la fine di qualsiasi analisi ideologica”.

Riforma del pensiero e psicologia del totalismo: uno studio sul “lavaggio del cervello” in Cina, 1961

 

Se tutto questo suona familiare, bene. Perché le stesse tecniche che la maggior parte dei leader di setta utilizza per controllare le menti dei membri delle loro sette sono usate dai sistemi totalitari per controllare le menti di intere società: Milieu Control, Loaded Language, Sacred Science, Demand for Purity e altre menti standard- tecniche di controllo.

 

Può succedere praticamente a qualsiasi società, proprio come chiunque può cadere preda di una setta, date le giuste circostanze.

 

Sta accadendo alla maggior parte delle nostre società in questo momento. È in corso di implementazione una narrazione ufficiale. Una narrazione ufficiale totalitaria. Una narrazione ufficiale totalmente psicotica, non meno delirante di quella dei nazisti, o della famiglia Manson, o di qualsiasi altro culto.

 

La maggior parte delle persone non può vedere che sta accadendo, per il semplice motivo che sta accadendo a loro. Non sono letteralmente in grado di riconoscerlo. La mente umana è estremamente resiliente e creativa quando viene spinta oltre i suoi limiti. Chiedete a chiunque abbia sofferto di psicosi o abbia assunto troppa LSD. Non riconosciamo quando stiamo impazzendo.

 

Quando la realtà cade completamente a pezzi, la mente creerà una narrativa delirante, che appare altrettanto “reale” della nostra realtà normale, perché anche un’illusione è meglio del terrore delirante e del caos totale.

 

Questo è ciò su cui contano i totalitari ei leader delle sette e sfruttano per impiantare le loro narrazioni nella nostra mente, e perché i rituali di iniziazione effettivi (al contrario dei rituali puramente simbolici) iniziano attaccando la mente del soggetto con terrore, dolore, esaurimento fisico, droghe psichedeliche, o qualche altro mezzo per cancellare la percezione della realtà da parte del soggetto.

 

Una volta ottenuto ciò, e la mente del soggetto inizia a cercare disperatamente di costruire una nuova narrativa per dare un senso al caos cognitivo e al trauma psicologico che sta subendo, è relativamente facile “guidare” quel processo e impiantare qualunque narrazione si desideri, supponendo hai fatto i compiti.

 

Ed è per questo che così tante persone – persone che sono in grado di riconoscere facilmente il totalitarismo nelle sette e nei paesi stranieri – non possono percepire il totalitarismo che sta prendendo forma ora, proprio davanti ai loro volti (o, piuttosto, proprio dentro le loro menti).

 

Né riescono a percepire la natura delirante della narrativa ufficiale del “Covid-19”, non più di quelli che nella Germania nazista furono in grado di percepire quanto fosse completamente delirante la loro narrativa ufficiale della “razza padrona”. Queste persone non sono né ignoranti né stupide. Sono stati avviati con successo a una setta, che è essenzialmente ciò che è il totalitarismo, anche se su scala sociale.

 

La loro iniziazione al Culto Covidiano è iniziata a gennaio, quando le autorità mediche ei media aziendali hanno acceso The Fear con  proiezioni di centinaia di milioni di morti  e  foto false di persone che cadono morte per le strade. Il condizionamento psicologico è continuato per mesi.

 

Le masse globali sono state sottoposte a un flusso costante di propaganda, isteria artificiale, speculazioni selvagge, direttive contrastanti, esagerazioni, bugie e effetti teatrali pacchiani. Blocchi. Ospedali da campo e obitori di emergenza. Il personale del SSN che balla e canta. Camion della morte. Terapia intensiva traboccante. Bambini Covid morti. Statistiche manipolate. Squadre di goon. Maschere. E tutto il resto.

 

Otto mesi dopo, eccoci qui. Il responsabile del programma di emergenza sanitaria presso l’OMS ha sostanzialmente confermato  un IFR dello 0,14%, circa lo stesso dell’influenza stagionale. Ed ecco  le ultime stime del tasso di sopravvivenza  dal Center for Disease Control:

 

  • Età 0-19 …   99,997%
  • Età 20-49 … 99,98%
  • Età 50-69 … 99,5%
  • Età 70+ …   94,6%

 

L’argomento “scienza” è ufficialmente finito. Un numero crescente di medici ed esperti medici sta rompendo i ranghi e spiegando come l’attuale isteria di massa sui “casi” (che ora include persone perfettamente sane) sia essenzialmente una propaganda priva di significato, ad esempio,  in questo segmento su ARD, uno dei principali principali Canali tv tedeschi.

 

E poi c’è l’esistenza della Svezia e di altri paesi che non stanno giocando con la narrativa ufficiale del Covid-19, il che si fa beffe dell’isteria in corso.

 

Non ho intenzione di smascherare la narrativa. Il punto è che i fatti sono tutti disponibili. Non dai siti web dei “teorici della cospirazione”. Da punti vendita tradizionali ed esperti medici. Dal Center for Fucking Disease Control.

 

Il che non ha importanza, non per i membri del Culto Covidiano. I fatti non contano per totalitari e membri di sette. Ciò che conta è la lealtà al culto o al partito.

 

Il che significa che abbiamo un problema serio, quelli di noi per i quali i fatti contano ancora, e che hanno cercato di usarli per convincere i cultisti Covidiani che si sbagliano sul virus … per otto mesi a questo punto.

 

Sebbene sia cruciale continuare a riportare i fatti e condividerli con quante più persone possibile – cosa che sta diventando sempre più difficile a causa della censura dei media alternativi e dei social – è importante accettare ciò contro cui ci troviamo di fronte.

 

Ciò che dobbiamo affrontare non è un malinteso o un argomento razionale su fatti scientifici. È un movimento ideologico fanatico. Un movimento totalitario globale … il primo del suo genere nella storia umana.

 

Non è totalitarismo nazionale, perché viviamo in un impero capitalista globale, che non è governato da stati-nazione, ma piuttosto da entità sovranazionali e dallo stesso sistema capitalista globale. E così, il paradigma culto / cultura è stato invertito. Invece del culto esistente come isola all’interno della cultura dominante,  il culto è diventato la cultura dominante, e quelli di noi che non si sono uniti al culto sono diventati le isole isolate al suo interno.

 

Vorrei poter essere più ottimista e magari offrire una sorta di piano d’azione, ma l’unico parallelo storico a cui riesco a pensare è come il cristianesimo ha “convertito” il mondo pagano … il che non promette niente di buono per noi. Mentre sei seduto a casa durante i blocchi della “seconda ondata”, potresti voler rispolverare quella storia.

 

CJ Hopkins è un pluripremiato drammaturgo, romanziere e satirico politico americano con sede a Berlino. Le sue opere sono pubblicate da Bloomsbury Publishing e Broadway Play Publishing, Inc. Il suo romanzo distopico, Zone 23, è pubblicato da Snoggsworthy, Swaine & Cormorant. Il volume I dei suoi Consent Factory Essays è pubblicato da Consent Factory Publishing, una consociata interamente controllata di Amalgamated Content, Inc. Può essere contattato su cjhopkins.com o consentfactory.org.

Fonte: https://off-guardian.org/

 

®wld

Nel tempo del Grande Guaio che ci aspetta

Il lungo arrivederci

Le cose si stanno muovendo più velocemente ora, molto più velocemente.

Le pesanti inondazioni in corso in Cina hanno spazzato via una grande percentuale della produzione agricola cinese quest’anno. Inoltre, si sono verificate forti inondazioni in molti altri paesi, in particolare in India.

Il recente clima dannoso nel Mid-West dell’USSA ha anche rovinato milioni di acri di terreni coltivati ​​produttivi.

Il risultato di tutto ciò è che la produzione alimentare globale ha subito enormi battute d’arresto nelle ultime settimane e mesi. Il forte calo della produzione alimentare, insieme al grave colpo alle economie nazionali provocato dalla crisi del Covid-19 e dalla concomitante crisi economica globale, è un doppio o addirittura triplo smacco che produrrà enormi sofferenze e conflitti sociali nei prossimi mesi .

Conta.

Milioni di persone disperate, senza un soldo, disoccupate e affamate scenderanno presto in strada, paese dopo paese. È inevitabile.

Insieme alla fame e alla povertà disperate che accompagnano il collasso dell’attuale sistema mondiale, arriva la probabilità di una grande guerra. Una semplice scansione dei titoli dei giornali delle ultime settimane rivela potenziali punti di infiammabilità militari in tutto il mondo: il Mar Cinese Meridionale, la frontiera himalayana tra Cina e India, la regione di confine Pakistan-India, Kashmir, Golfo Persico, Mediterraneo orientale, i Caraibi meridionali, il Mar Nero e le regioni baltiche e altro ancora.

Crollo economico globale, fame, giochi di potere geopolitici e militari. Questi sono alcuni degli elementi importanti nel tempo del Grande Guaio che ci aspetta.

Ci sono persone che mi scrivono e mi prendono in giro per aver detto queste cose.

Prendo sempre di più quelle critiche sempre meno seriamente. Capisco che un sacco di persone in questi giorni sono dementi e non pensano chiaramente. Drogato, drogato di alcol, confuso da ogni tipo di propaganda o addirittura posseduto da demoni in alcuni casi.

Ottimo. Sto rivelando il mio pensiero e loro stanno rivelando il loro “pensiero” – così com’è.

Entro Natale, o anche prima, si verificheranno eventi epocali che prepareranno il terreno per altri eventi nel 2021. Ho detto in questo blog prima ancora che quest’anno iniziasse, che se vivessi fino a mille anni, non dimenticheresti mai il eventi di quest’anno. Rispetto questa osservazione e vi ricordo che mancano ancora quattro mesi e mezzo quest’anno. La seconda metà di quest’anno si rivelerà ancora più memorabile della prima metà, che ha già sconvolto il mondo intero!

Fonte: https://eventhorizonchronicle.blogspot.com/

*******************************************

Correlati:

Humans 2.0: La tecnocrazia è per la società ciò che il transumanesimo è per gli umani che ci vivono

La visione di Elon Musk: Il Cervello avrà la sua porta USB-C

Un enorme azzardo che ha pochissimo a che vedere con la scienza e molto con l’incoscienza

Il compostaggio umano – cremazione liquida

 

®wld

Trump – Un Sacco di Nemici molto Ricchi

Le clamorose parole i Donald J. Trump allo stabilimento Whirlpool in Ohio, ieri: dice “che sparirà per un po’”, “che ha nemici molto ricchi”, e che “nessun Presidente farà quello che faccio io” (auguri a tutti)

di:

Di norma chi vince in Ohio prende la Presidenza!

Probabilmente le due più grandi criticità dei nostri tempi sono l’approssimazione generalizzata ed apicale assieme all’incapacità di accettare la rottura degli schemi. Il secondo punto è chiaro: dopo la fine della WWII ossia dopo la guerra mondiale per via atoica il mondo ha iniziato una nuova era dove le guerre tra grandi potenze diventavano impossibili causa atomica, parlo delle conseguenze del fallout radioattivo; in tale contesto lo scoppio della mega bomba di Beirut di alcuni giorni fa ci dice che quel periodo è finito, ora le grandi guerre ridiventano possibili, senza fallout. Ossia i cambi di paradigma “per forza” ridiventano possibili.

Vedasi LINK per fonte(Whitehouse.gov)

Il primo punto è invece più tricky: l’approssimazione, ossia fare male i compiti a casa, non avere un piano, non essere strateghi è il vero male apicale della nostra epoca. Perfettamente idealizzato nei due leaders dell’ex governo gialloverde, Salvini e Di Maio, la prova provata che due soggetti strategicamente incapaci messi al comando di una struttura – e per affrontare problematiche, ndr – che li supera/no fa/fano danni enormi. E non parlo di prendere voti, infatti ad essere illusionista e bugiardo facendo credere ai tonni votanti che si può ottenere anche l’impossibile – vedasi Cetto Laqualunque – è facile prende anche più voti di Salvini in Italia, ma poi…. bisogna avere una faccia come il proprio fondoschiena per avere il coraggio di difendere le promesse non mantenute! (Infatti vediamo le conseguenze)

In tale contesto le gesta di Donald J. Trump sembrano da incorniciare, soprattutto per le promesse mantenute, anche di rottura degli schemi se necessario (ma, si noti, ad oggi senza nessuna guerra, rendendo Trump il presidente USA meno guerrafondaio dal 1900) . E non per le “contro-gesta” dell’ex vice presidente di Obama, Biden, avversario di Donald Trump a novembre, che base fatti sembrerebbe stia letteralmente prendendo in giro i neri, nei fatti li sta usando, vedasi immagine proposta. Ma quelle che fanno tremare sono le sue parole enigmatiche di ieri, al Whirlpool Plant dell’Ohio, il vero swing state (per antonomasia).

Le sue parole precise sono state queste:

So I have a lot of enemies out there.  This may be the last time you’ll see me for a while.  A lot of very, very rich enemies, but they are not happy with what I’m doing.  But I figure we have one chance to do it, and no other President is going to do what I do. “

“Quindi ho un sacco di nemici là fuori. Questa potrebbe essere l’ultima volta che mi vedrete per un po’. Un sacco di nemici molto, molto ricchi, ma non sono contenti di quello che faccio. Ma credo che abbiamo una sola possibilità di farlo, e nessun altro Presidente farà quello che faccio io.  “

Or dunque, come vi sto dicendo da tempo, da settembre ci sarà il cambio di passo. In tale contesto i sodali globalisti, quelli che hanno rovinato la vita a molti di voi che leggete, sono terrorizzati: i servizi segreti militari USA sono in full power, ben rappresentati dall’anima del gen. Flynn che appositamente viene tenuto fuori dai giochi dagli avversari di Trump. Ma i militari hanno l’onore, i veri militari, dunque si può ancora aspettare per un po’. Ma non per troppo

La lettera all’America di 3 giorni fa del gen. Flynn è speculare alla versione di ieri data da Donald J. Trump, presidente che nemmeno il COVID è riuscito ad abbattere; dunque il Presidente va protetto. E quindi sparisce. Trovate il tempo di leggere la lettera all’America del gen. M. Flynn, capirete molte cose (al LINK). Forse anche l’essenza delle parole di Trump, letteralmente circondato da militari, anche come M. Pompeo, l’oriundo italiano che ha espresso parole d’amore per le sue origine italiane, peccato che i media nazionali le abbiano guarda caso sottaciute.

Cosa sta capitando non lo so e nemmeno se lo sapessi ve lo direi. Ma certamente è qualcosa di molto grosso. Dunque, per prevenire il big change oggi Trump va abbattuto, costi quel costi. E rapidamente!

Interessante in tale contesto vedere anche la mossa quasi ufficiale ormai del renzusconi, ossia di Forza Italia, Lega e Italia Viva di fatto allineate per imporre un rimpasto di governo visto che Conte resta inamovibile, da uomo USA quale è (…). Dunque addirittura si chiede che il ministero della Difesa, il contraltare italiano a ciò che rappresenta il gen. Flynn (pensate che vergogna fare cotanta comparazione, vedasi oltre, …), venga concesso – in un certo qual delirio di onnipotenza – addirittura al super Obamiano Matteo Renzi. Follia solo apparente, ne vedremo delle belle, personalmente vedo più la disperazione. Certo, viene da dire, l’Italia penso non si possa salvare a questo giro senza applicare metodi rozzi, quasi marziali direi forse, nel trattare coi politici nazionali intendo. Vedremo.

Parimenti la Fondazione Einaudi ONLUS, il cui sito è inaccessibile per capire le persone che sono coinvolte nella direzione (ma sappiam che hanno avuto fino al 2019 l’ex Ministro Domenico Siniscalco, vi ricordate i derivati di Morgan Stanley, visto che il Sinscalco è stato vice presidente Europe di tale Banca; o Giulio Terzi, ex ministro di Monti e presidente dell’AmCham sotto Obama,  tutti globalisti DOC, …), è sembrato un paravento per chiedere la desecretazione degli atti sul COVID. Solo per scoprire che dietro non c’è nè c’era nulla di trascendentale. Solo che la zona rossa è stata imposta in tutta Italia e non solo al Nord. E qui viene alla mente la contemporanea presa di posizione di Sala, ai tempi, il vice di Fontana governatore leghista della Lombardia, quando prima della decisione del lockdown nazionale chiedeva la zona rossa economica” per la Lombardia ossia nei fatti bloccare il residuo fiscale lombardo versato a Roma, di fatto una secessione appunto per via economica. A cui il governo potrebbe essere stato costretto a rispondere, previa i carri armati nelle carceri in rivolte espose con puntualità incredibile, in 32 carceri contemporaneamente (!!!), con un lockdown totale sbattendo in faccia il piano di “qualcuno” del nord per secessionare la Lombardia, da qui lo smacco evidente (quando si dice essere strateghi di cartapesta…).

Ecco i FATTI, incontrovertibili, con data:

La Lega senza capacità strategiche ha fatto il danno ed ora cerca di dare la colpa a Conte?

Mai infatti dimenticare che chi diceva di CHIUDERE TUTTO non era Conte ma Salvini e  Fontana. Senza per altro tralasciare la chiusura del cd. cerchio (magico?), ossia i messaggi di supporto via Wahatsapp di Renzi al governatore lombardo, quasi che se c’era un piano fosse davvero col marchio del renzusconi…

Ora, visto che Trump sta partendo anche con l’Obamagate i dretta mondiale e chissà cche altro, qualcuno pensa forse anche in Italia di giocarsi il tutto per tutto. Possibile, no?

Ci siamo quasi signori, siamo alla conta finale.

MD

Fonte articolo: https://www.mittdolcino.com/

**********************************************

Ti potrebbero interessare:

2030-2050-Generazione Zero

Le guerre alimentari diventano calde

Se non fermate il patto UE finirete come la Grecia – Intervista a Varoufakis

®wld

ATTENZIONE A TRUMP!

di:Mario Haussmann

Ricevo ogni giorno molte segnalazioni da parte di persone allarmate, che mi mettono in guardia dai più strampalati crimini che Trump ha commesso, sta commettendo o ha in mente di commettere. C’è chi mi avvisa che Trump ha in progetto di fare vaccinare tutti dall’esercito, che è un agente del NWO, che ha l’anticristo in persona come genero, che soffre di qualche malattia mentale, e chi più ne ha, più ne metta.

 

Voglio rispondere con chiarezza e una volta per tutte a tutti costoro.

 

Se avessi anche solo il minimo dubbio su Trump, sulla sua completa, granitica integrità, sul progetto di Q o sulle persone che Trump si è scelto come collaboratori, in nessun caso potrei sostenerlo senza riserve. Men che meno potrei, in coscienza, indurre altre persone a fidarsi di lui.

 

Trump (e tutto il team dei pianificatori di “The Plan” Q) ha dichiarato guerra a nientemeno che al Male del mondo, al diavolo in persona. Essi vogliono estirpare la rete funesta che avvolge il pianeta, impedendo lo sviluppo degli aspetti più positivi dell’umanità.

 

È quindi evidente che questo potere secolare del malvagio cerchi di difendersi e cerchi in ogni modo di evitare di essere sconfitto – ed essendo per antonomasia maligno, tale potere utilizza i mezzi più turpi e scellerati. Ora che il mostro rappresentato dalla cupola delle famiglie di satanisti ha ricevuto alcuni dolorosi colpi ben assestati, la sua forza scellerata è amplificata dal loro crescente panico.

 

Menzogna, intrigo, diffamazione e inganno sono sempre stati i suoi strumenti operativi e ora che la forza maligna sta per essere sconfitta dalla potenza dello svelamento della verità, essa utilizza questi mezzi con un intensità mai vista.

 

I media del mainstream appartengono alla cupola, sono controllati dal CFR e dalla massoneria, e da quando Trump è apparso in scena non fanno che scagliarli addosso tonnellate di falsità. Parti deviate dei sevizi segreti che si occupano di guerra psicologica e rinomati istituti adibiti unicamente al controllo mentale e alla fabbricazione del consenso, spargono in continuazione semi di disinformazione creati ad hoc tra i ricercatori sinceri della verità, nel tentativo di colpire la società nel punto più vulnerabile.

 

Come fare dunque a proteggersi? Sri Aurobindo ci ha dato in merito un consiglio di estrema saggezza, quando disse: «Riconosci e agisci sempre alla luce delle tue crescenti percezioni, ma non solamente di quelle del cervello discriminante. Dio parla al cuore quando la testa non riesce a intenderlo».

 

Consiglio quindi di giudicare includendo il sentimento, unendo ratio ed emotio, mente e cuore. In relazione al nostro Trump, questo significa indagare a fondo, oltre le fonti ufficiali, chi sia e che cosa stia facendo quest’uomo. Significa farsi un’idea di che cosa comporti il compito che si è prefisso e che tipo di uomo debba essere chi lo compie. Allora non è più difficile comprendere il valore delle notizie, spesso contrastanti, che ci arrivano.

 

Prendiamo per esempio i molti video che girano in internet che vogliono farci credere che Trump intenda utilizzare l’esercito per attuare vaccinazioni forzate a tappeto. Sapendo che egli ha sofferto moltissimo quando il suo terzo figlio è rimasto menomato a vita a causa di un vaccino e che in conseguenza di ciò egli è divenuto un nemico giurato della pratica vaccinale, già la notizia suona alquanto improbabile. Ma se si indaga un po’ più a fondo si scopre quali siano le reali motivazioni delle sue mosse, spesso apparentemente assurde.

 

Attorniato dal viscido potere del deep state, Trump ha sostenuto e coccolato i militari e in questo modo si è creato un nucleo di potere di fedeli, come base di partenza della sua crociata contro questo avversario straforte.

 

Mettendo in mano la questione del virus e dei vaccini agli esperti militari, egli ne ha innanzitutto sottratto il controllo a Big Pharma (Gates, Fauci & Co.). Trump sa benissimo che non sarà mai possibile avere un vaccino funzionante. Ma milioni di americani, ipnotizzati e indottrinati (come gli italiani) dalla televisione, ci credono e vogliono un vaccino. E affidando la questione ai militari, Trump guadagna tempo per arrivare a sconvolgenti rivelazioni che vaccineranno definitivamente il grande pubblico dalla più grave di tutte le malattie, dalle fandonie perpetrate dai media.

 

Infatti, se andiamo a controllare le sue parole originali, egli non ha mai detto che farà vaccinare tutti dai militari (si tratta di una menzogna colossale, creata e diffusa dai soliti), ma ha detto che i militari metteranno a disposizione di chi lo desidera un vaccino. Consideriamo inoltre che egli usa sempre un linguaggio a doppio senso, come quando parlando del “nemico invisibile” faceva credere di intendere il virus, mentre in realtà si riferiva al deep state.

 

Quindi, ovviamente, quando parla di vaccinare tutti, intende proprio questo: il processo del “Grande Risveglio” che sta iniziando proprio ora. E le colossali rivelazioni che ci attendono arriveranno proprio dai militari. In questo senso saranno loro a distribuire al popolo un vaccino che immunizzerà la nazione per sempre da ogni attentato alla democrazia: la conoscenza obiettiva dei fatti reali.

 

Sursum corda!
WWG1WGA

 

Fonte: https://www.facebook.com/mario.haussmann.5/posts/1471546543017806

*********************************************

Ti potrebbe interessare:

Tutto nel silenzio assordante dei media mainstream

®wld