Crea sito

Nel tempo del Grande Guaio che ci aspetta

Il lungo arrivederci

Le cose si stanno muovendo più velocemente ora, molto più velocemente.

Le pesanti inondazioni in corso in Cina hanno spazzato via una grande percentuale della produzione agricola cinese quest’anno. Inoltre, si sono verificate forti inondazioni in molti altri paesi, in particolare in India.

Il recente clima dannoso nel Mid-West dell’USSA ha anche rovinato milioni di acri di terreni coltivati ​​produttivi.

Il risultato di tutto ciò è che la produzione alimentare globale ha subito enormi battute d’arresto nelle ultime settimane e mesi. Il forte calo della produzione alimentare, insieme al grave colpo alle economie nazionali provocato dalla crisi del Covid-19 e dalla concomitante crisi economica globale, è un doppio o addirittura triplo smacco che produrrà enormi sofferenze e conflitti sociali nei prossimi mesi .

Conta.

Milioni di persone disperate, senza un soldo, disoccupate e affamate scenderanno presto in strada, paese dopo paese. È inevitabile.

Insieme alla fame e alla povertà disperate che accompagnano il collasso dell’attuale sistema mondiale, arriva la probabilità di una grande guerra. Una semplice scansione dei titoli dei giornali delle ultime settimane rivela potenziali punti di infiammabilità militari in tutto il mondo: il Mar Cinese Meridionale, la frontiera himalayana tra Cina e India, la regione di confine Pakistan-India, Kashmir, Golfo Persico, Mediterraneo orientale, i Caraibi meridionali, il Mar Nero e le regioni baltiche e altro ancora.

Crollo economico globale, fame, giochi di potere geopolitici e militari. Questi sono alcuni degli elementi importanti nel tempo del Grande Guaio che ci aspetta.

Ci sono persone che mi scrivono e mi prendono in giro per aver detto queste cose.

Prendo sempre di più quelle critiche sempre meno seriamente. Capisco che un sacco di persone in questi giorni sono dementi e non pensano chiaramente. Drogato, drogato di alcol, confuso da ogni tipo di propaganda o addirittura posseduto da demoni in alcuni casi.

Ottimo. Sto rivelando il mio pensiero e loro stanno rivelando il loro “pensiero” – così com’è.

Entro Natale, o anche prima, si verificheranno eventi epocali che prepareranno il terreno per altri eventi nel 2021. Ho detto in questo blog prima ancora che quest’anno iniziasse, che se vivessi fino a mille anni, non dimenticheresti mai il eventi di quest’anno. Rispetto questa osservazione e vi ricordo che mancano ancora quattro mesi e mezzo quest’anno. La seconda metà di quest’anno si rivelerà ancora più memorabile della prima metà, che ha già sconvolto il mondo intero!

Fonte: https://eventhorizonchronicle.blogspot.com/

*******************************************

Correlati:

Humans 2.0: La tecnocrazia è per la società ciò che il transumanesimo è per gli umani che ci vivono

La visione di Elon Musk: Il Cervello avrà la sua porta USB-C

Un enorme azzardo che ha pochissimo a che vedere con la scienza e molto con l’incoscienza

Il compostaggio umano – cremazione liquida

 

®wld

Trump – Un Sacco di Nemici molto Ricchi

Le clamorose parole i Donald J. Trump allo stabilimento Whirlpool in Ohio, ieri: dice “che sparirà per un po’”, “che ha nemici molto ricchi”, e che “nessun Presidente farà quello che faccio io” (auguri a tutti)

di:

Di norma chi vince in Ohio prende la Presidenza!

Probabilmente le due più grandi criticità dei nostri tempi sono l’approssimazione generalizzata ed apicale assieme all’incapacità di accettare la rottura degli schemi. Il secondo punto è chiaro: dopo la fine della WWII ossia dopo la guerra mondiale per via atoica il mondo ha iniziato una nuova era dove le guerre tra grandi potenze diventavano impossibili causa atomica, parlo delle conseguenze del fallout radioattivo; in tale contesto lo scoppio della mega bomba di Beirut di alcuni giorni fa ci dice che quel periodo è finito, ora le grandi guerre ridiventano possibili, senza fallout. Ossia i cambi di paradigma “per forza” ridiventano possibili.

Vedasi LINK per fonte(Whitehouse.gov)

Il primo punto è invece più tricky: l’approssimazione, ossia fare male i compiti a casa, non avere un piano, non essere strateghi è il vero male apicale della nostra epoca. Perfettamente idealizzato nei due leaders dell’ex governo gialloverde, Salvini e Di Maio, la prova provata che due soggetti strategicamente incapaci messi al comando di una struttura – e per affrontare problematiche, ndr – che li supera/no fa/fano danni enormi. E non parlo di prendere voti, infatti ad essere illusionista e bugiardo facendo credere ai tonni votanti che si può ottenere anche l’impossibile – vedasi Cetto Laqualunque – è facile prende anche più voti di Salvini in Italia, ma poi…. bisogna avere una faccia come il proprio fondoschiena per avere il coraggio di difendere le promesse non mantenute! (Infatti vediamo le conseguenze)

In tale contesto le gesta di Donald J. Trump sembrano da incorniciare, soprattutto per le promesse mantenute, anche di rottura degli schemi se necessario (ma, si noti, ad oggi senza nessuna guerra, rendendo Trump il presidente USA meno guerrafondaio dal 1900) . E non per le “contro-gesta” dell’ex vice presidente di Obama, Biden, avversario di Donald Trump a novembre, che base fatti sembrerebbe stia letteralmente prendendo in giro i neri, nei fatti li sta usando, vedasi immagine proposta. Ma quelle che fanno tremare sono le sue parole enigmatiche di ieri, al Whirlpool Plant dell’Ohio, il vero swing state (per antonomasia).

Le sue parole precise sono state queste:

So I have a lot of enemies out there.  This may be the last time you’ll see me for a while.  A lot of very, very rich enemies, but they are not happy with what I’m doing.  But I figure we have one chance to do it, and no other President is going to do what I do. “

“Quindi ho un sacco di nemici là fuori. Questa potrebbe essere l’ultima volta che mi vedrete per un po’. Un sacco di nemici molto, molto ricchi, ma non sono contenti di quello che faccio. Ma credo che abbiamo una sola possibilità di farlo, e nessun altro Presidente farà quello che faccio io.  “

Or dunque, come vi sto dicendo da tempo, da settembre ci sarà il cambio di passo. In tale contesto i sodali globalisti, quelli che hanno rovinato la vita a molti di voi che leggete, sono terrorizzati: i servizi segreti militari USA sono in full power, ben rappresentati dall’anima del gen. Flynn che appositamente viene tenuto fuori dai giochi dagli avversari di Trump. Ma i militari hanno l’onore, i veri militari, dunque si può ancora aspettare per un po’. Ma non per troppo

La lettera all’America di 3 giorni fa del gen. Flynn è speculare alla versione di ieri data da Donald J. Trump, presidente che nemmeno il COVID è riuscito ad abbattere; dunque il Presidente va protetto. E quindi sparisce. Trovate il tempo di leggere la lettera all’America del gen. M. Flynn, capirete molte cose (al LINK). Forse anche l’essenza delle parole di Trump, letteralmente circondato da militari, anche come M. Pompeo, l’oriundo italiano che ha espresso parole d’amore per le sue origine italiane, peccato che i media nazionali le abbiano guarda caso sottaciute.

Cosa sta capitando non lo so e nemmeno se lo sapessi ve lo direi. Ma certamente è qualcosa di molto grosso. Dunque, per prevenire il big change oggi Trump va abbattuto, costi quel costi. E rapidamente!

Interessante in tale contesto vedere anche la mossa quasi ufficiale ormai del renzusconi, ossia di Forza Italia, Lega e Italia Viva di fatto allineate per imporre un rimpasto di governo visto che Conte resta inamovibile, da uomo USA quale è (…). Dunque addirittura si chiede che il ministero della Difesa, il contraltare italiano a ciò che rappresenta il gen. Flynn (pensate che vergogna fare cotanta comparazione, vedasi oltre, …), venga concesso – in un certo qual delirio di onnipotenza – addirittura al super Obamiano Matteo Renzi. Follia solo apparente, ne vedremo delle belle, personalmente vedo più la disperazione. Certo, viene da dire, l’Italia penso non si possa salvare a questo giro senza applicare metodi rozzi, quasi marziali direi forse, nel trattare coi politici nazionali intendo. Vedremo.

Parimenti la Fondazione Einaudi ONLUS, il cui sito è inaccessibile per capire le persone che sono coinvolte nella direzione (ma sappiam che hanno avuto fino al 2019 l’ex Ministro Domenico Siniscalco, vi ricordate i derivati di Morgan Stanley, visto che il Sinscalco è stato vice presidente Europe di tale Banca; o Giulio Terzi, ex ministro di Monti e presidente dell’AmCham sotto Obama,  tutti globalisti DOC, …), è sembrato un paravento per chiedere la desecretazione degli atti sul COVID. Solo per scoprire che dietro non c’è nè c’era nulla di trascendentale. Solo che la zona rossa è stata imposta in tutta Italia e non solo al Nord. E qui viene alla mente la contemporanea presa di posizione di Sala, ai tempi, il vice di Fontana governatore leghista della Lombardia, quando prima della decisione del lockdown nazionale chiedeva la zona rossa economica” per la Lombardia ossia nei fatti bloccare il residuo fiscale lombardo versato a Roma, di fatto una secessione appunto per via economica. A cui il governo potrebbe essere stato costretto a rispondere, previa i carri armati nelle carceri in rivolte espose con puntualità incredibile, in 32 carceri contemporaneamente (!!!), con un lockdown totale sbattendo in faccia il piano di “qualcuno” del nord per secessionare la Lombardia, da qui lo smacco evidente (quando si dice essere strateghi di cartapesta…).

Ecco i FATTI, incontrovertibili, con data:

La Lega senza capacità strategiche ha fatto il danno ed ora cerca di dare la colpa a Conte?

Mai infatti dimenticare che chi diceva di CHIUDERE TUTTO non era Conte ma Salvini e  Fontana. Senza per altro tralasciare la chiusura del cd. cerchio (magico?), ossia i messaggi di supporto via Wahatsapp di Renzi al governatore lombardo, quasi che se c’era un piano fosse davvero col marchio del renzusconi…

Ora, visto che Trump sta partendo anche con l’Obamagate i dretta mondiale e chissà cche altro, qualcuno pensa forse anche in Italia di giocarsi il tutto per tutto. Possibile, no?

Ci siamo quasi signori, siamo alla conta finale.

MD

Fonte articolo: https://www.mittdolcino.com/

**********************************************

Ti potrebbero interessare:

2030-2050-Generazione Zero

Le guerre alimentari diventano calde

Se non fermate il patto UE finirete come la Grecia – Intervista a Varoufakis

®wld

ATTENZIONE A TRUMP!

di:Mario Haussmann

Ricevo ogni giorno molte segnalazioni da parte di persone allarmate, che mi mettono in guardia dai più strampalati crimini che Trump ha commesso, sta commettendo o ha in mente di commettere. C’è chi mi avvisa che Trump ha in progetto di fare vaccinare tutti dall’esercito, che è un agente del NWO, che ha l’anticristo in persona come genero, che soffre di qualche malattia mentale, e chi più ne ha, più ne metta.

 

Voglio rispondere con chiarezza e una volta per tutte a tutti costoro.

 

Se avessi anche solo il minimo dubbio su Trump, sulla sua completa, granitica integrità, sul progetto di Q o sulle persone che Trump si è scelto come collaboratori, in nessun caso potrei sostenerlo senza riserve. Men che meno potrei, in coscienza, indurre altre persone a fidarsi di lui.

 

Trump (e tutto il team dei pianificatori di “The Plan” Q) ha dichiarato guerra a nientemeno che al Male del mondo, al diavolo in persona. Essi vogliono estirpare la rete funesta che avvolge il pianeta, impedendo lo sviluppo degli aspetti più positivi dell’umanità.

 

È quindi evidente che questo potere secolare del malvagio cerchi di difendersi e cerchi in ogni modo di evitare di essere sconfitto – ed essendo per antonomasia maligno, tale potere utilizza i mezzi più turpi e scellerati. Ora che il mostro rappresentato dalla cupola delle famiglie di satanisti ha ricevuto alcuni dolorosi colpi ben assestati, la sua forza scellerata è amplificata dal loro crescente panico.

 

Menzogna, intrigo, diffamazione e inganno sono sempre stati i suoi strumenti operativi e ora che la forza maligna sta per essere sconfitta dalla potenza dello svelamento della verità, essa utilizza questi mezzi con un intensità mai vista.

 

I media del mainstream appartengono alla cupola, sono controllati dal CFR e dalla massoneria, e da quando Trump è apparso in scena non fanno che scagliarli addosso tonnellate di falsità. Parti deviate dei sevizi segreti che si occupano di guerra psicologica e rinomati istituti adibiti unicamente al controllo mentale e alla fabbricazione del consenso, spargono in continuazione semi di disinformazione creati ad hoc tra i ricercatori sinceri della verità, nel tentativo di colpire la società nel punto più vulnerabile.

 

Come fare dunque a proteggersi? Sri Aurobindo ci ha dato in merito un consiglio di estrema saggezza, quando disse: «Riconosci e agisci sempre alla luce delle tue crescenti percezioni, ma non solamente di quelle del cervello discriminante. Dio parla al cuore quando la testa non riesce a intenderlo».

 

Consiglio quindi di giudicare includendo il sentimento, unendo ratio ed emotio, mente e cuore. In relazione al nostro Trump, questo significa indagare a fondo, oltre le fonti ufficiali, chi sia e che cosa stia facendo quest’uomo. Significa farsi un’idea di che cosa comporti il compito che si è prefisso e che tipo di uomo debba essere chi lo compie. Allora non è più difficile comprendere il valore delle notizie, spesso contrastanti, che ci arrivano.

 

Prendiamo per esempio i molti video che girano in internet che vogliono farci credere che Trump intenda utilizzare l’esercito per attuare vaccinazioni forzate a tappeto. Sapendo che egli ha sofferto moltissimo quando il suo terzo figlio è rimasto menomato a vita a causa di un vaccino e che in conseguenza di ciò egli è divenuto un nemico giurato della pratica vaccinale, già la notizia suona alquanto improbabile. Ma se si indaga un po’ più a fondo si scopre quali siano le reali motivazioni delle sue mosse, spesso apparentemente assurde.

 

Attorniato dal viscido potere del deep state, Trump ha sostenuto e coccolato i militari e in questo modo si è creato un nucleo di potere di fedeli, come base di partenza della sua crociata contro questo avversario straforte.

 

Mettendo in mano la questione del virus e dei vaccini agli esperti militari, egli ne ha innanzitutto sottratto il controllo a Big Pharma (Gates, Fauci & Co.). Trump sa benissimo che non sarà mai possibile avere un vaccino funzionante. Ma milioni di americani, ipnotizzati e indottrinati (come gli italiani) dalla televisione, ci credono e vogliono un vaccino. E affidando la questione ai militari, Trump guadagna tempo per arrivare a sconvolgenti rivelazioni che vaccineranno definitivamente il grande pubblico dalla più grave di tutte le malattie, dalle fandonie perpetrate dai media.

 

Infatti, se andiamo a controllare le sue parole originali, egli non ha mai detto che farà vaccinare tutti dai militari (si tratta di una menzogna colossale, creata e diffusa dai soliti), ma ha detto che i militari metteranno a disposizione di chi lo desidera un vaccino. Consideriamo inoltre che egli usa sempre un linguaggio a doppio senso, come quando parlando del “nemico invisibile” faceva credere di intendere il virus, mentre in realtà si riferiva al deep state.

 

Quindi, ovviamente, quando parla di vaccinare tutti, intende proprio questo: il processo del “Grande Risveglio” che sta iniziando proprio ora. E le colossali rivelazioni che ci attendono arriveranno proprio dai militari. In questo senso saranno loro a distribuire al popolo un vaccino che immunizzerà la nazione per sempre da ogni attentato alla democrazia: la conoscenza obiettiva dei fatti reali.

 

Sursum corda!
WWG1WGA

 

Fonte: https://www.facebook.com/mario.haussmann.5/posts/1471546543017806

*********************************************

Ti potrebbe interessare:

Tutto nel silenzio assordante dei media mainstream

®wld

La Stanza di Beelzebub

 

Dispacci dalla guerra: Trump e Fauci, un matrimonio fatto nella Stanza dei Beelzebub della Casa Bianca

 
Benvenuti a Facciamo finta che. Facciamo finta che tutto sia OK e Bello e Pulito vinceranno la giornata, e nessuno dovrà rinunciare alla sua posizione nella vita o nella sua sicurezza. I missili lanciati nel cuore dell’economia non avranno effetti duraturi. I politici che non riescono a trovare il culo con entrambe le mani metteranno le cose a posto. I governatori e i sindaci fascisti presto abbandoneranno il loro potere e non bloccheranno mai più le loro popolazioni, qualunque cosa accada. Era solo un brutto sogno. Una nuvola che passa sopra il sole per alcuni minuti.
 
C’è una ragione per cui la traccia dei miei contratti ha portato a lei, signor Trump.
 
Sei l’unico rimasto nel serraglio. Sei l’unico animale politico in grado di offrire una briciola di un sottile raggio di speranza. Per respingere gli invasori.
 
Più volte hai detto: “Non va bene se la cura è peggiore della malattia”. Sicuramente capisci ormai, la cura È la malattia. La bomba H che è esplosa nel bel mezzo dell’economia è stata ed è l’intero punto dell’invasione, che si è verificata sotto il tuo naso.
 
Con il vostro aiuto. Come risultato del tuo matrimonio fallito con Tony Fauci.
 
Mettiamo da parte la lucentezza, signor Trump. Comprendi gli effetti reali dei blocchi. Gli effetti che le reti si rifiutano di portare, sulle notizie serali.
 
Esiste l’economia simbolica, rappresentata dalla spensierata borsa che va su e giù. Poi c’è la cosa vera: gli affari e le vite distrutte.
 
Nixon e Kissinger. Bush e Cheney. Bill e Hillary. Non accendono una candela per te e Fauci.
 
Hai permesso a Fauci di diventare capo della task force del coronavirus e di rimanere in quella posizione, diffondendo vaste nuvole di menzogne ​​esagerate sulla “pandemia” e sulle misure fasciste necessarie per arginarla.
 
Questo è un crimine con cui dovrai convivere.
 
Ma puoi fare qualcosa al riguardo. I governatori no. I sindaci no. Credetemi, ho guardato in alto e in basso per trovare qualcuno diverso da te, a cui potrei inviare questi invii. Qualche figura nobile nel panorama americano con potere, che potrebbe invertire la tendenza nella guerra economica contro il popolo. Non ne vedo uno. Sei la scelta predefinita.
 
Ti sei seduto nell’Ovale della Casa Bianca, quando Fauci si è avvicinato a te con le assurde proiezioni al computer create da Neil Ferguson e quel maniaco psicopatico, Bill Gates, ha finanziato. Hai accettato il numero di decessi previsti da Ferguson. Due milioni negli Stati Uniti. Non hai mai inviato la tua gente ad indagare su Ferguson. In un’ora avrebbero scoperto che aveva una lunga storia di fallimenti spaventosi. Il fallimento è tutta la sua storia. Tuttavia, hai preso quei numeri e hai permesso a Fauci di correre con loro. Condurre la nazione in un vicolo cieco economico schiacciante.
 
Quindi vedi, in realtà fai parte della guerra contro la gente. Se ora diventerai un generale, dovrai ammetterlo. Dovrai licenziare Fauci, alzarti in piedi e recuperare la tua anima.
 
Se centinaia di migliaia o milioni di soldati cinesi fossero accampati nelle città e negli Stati Uniti in questo momento, distruggendo i motori di produzione americani, non pensi che saresti giustificato a inviare le truppe? Per liberare il popolo? C’è forse qualcuno del tipo: giusto per citare Posse Comitatus (sceriffo della contea) per cercare di fermarti?
 
Bene, i governatori e i sindaci degli Stati Uniti e i funzionari della sanità pubblica sono i nostri nemici, e i loro blocchi erano e sono la guerra. Quindi invia l’esercito e libera quelle città. Forzatamente. Apri l’economia americana fino in fondo. Permanentemente. Dì ai tuoi avversari, LA CURA È PEGGIORE DELLA MALATTIA. Di loro che 50 milioni di americani senza lavoro sono intollerabili.
 
Dovresti essere un giocatore d’azzardo un pratico navigatore. Quindi metti tutte le tue chips su questo, signor Trump. Rompi l’illusione dei media che tutto va bene in America, se solo “restiamo uniti”, il che significa inchinarsi alle maschere e allontanare e disumanizzare e isolare e rintracciare e testare e vaccinare e distruggere l’economia.
 
Come sapete, COVID è una bugia supermax. Niente di peggio di una stagione influenzale sta accadendo nel mondo.
 
Certo, sono fuori di testa. Certamente devo esserlo. Chi potrebbe immaginare di inviare l’esercito per liberare il popolo, in modo che possano vivere liberi?
 
Assurdo.
 
Meglio stringersi nella paura. E aspettare. Che il custode della gabbia apra la porta.
 
Quindi potremmo uscire per un po’.
 
Giusto, signor Presidente?
 
Fino alla prossima volta, alla prossima ondata, alla prossima crisi, domani.
 
 
***********************
 
Leggi anche:
 

UNA POPOLAZIONE ROVINATA È PRONTA PER ESSERE CONDOTTA PER MANO IN UN NUOVO ORDINE MONDIALE

 

Messaggistica televisiva in tempo di guerra: per l’amore dell’unità 

di Jon Rappoport 

Nell’episodio odierno della finzione COVID sulla segale e sull’apocalisse, iniziamo con una serie di citazioni di Edward Bernays (1891-1995), il padre riconosciuto delle pubbliche relazioni moderne, noto anche come propaganda. Includo le sue dichiarazioni come sfondo di riscaldamento. 

“Questa è un’era di produzione di massa. Nella produzione di massa di materiali è stata sviluppata un’ampia tecnica applicata alla loro distribuzione. Anche in questa epoca deve esserci una tecnica per la distribuzione di massa delle idee. ” (1928)  

“L’ingegneria del consenso è l’essenza stessa del processo democratico, la libertà di persuadere e suggerire”. (1947)  

“A volte è possibile cambiare l’atteggiamento di milioni, ma impossibile cambiare l’atteggiamento di un uomo”. (data sconosciuta)  

“Quando sono tornato negli Stati Uniti, ho deciso che se tu potessi usare la propaganda per la guerra, potresti certamente usarla per la pace. E ‘propaganda’ deve essere una parolaccia a causa dei tedeschi che la usano, quindi quello che ho fatto è stato cercare di trovare qualche altra parola. Quindi abbiamo trovato le parole “consulente in pubbliche relazioni”. “(data sconosciuta)  

“Quando Napoleone disse: ‘Circostanza? Faccio la circostanza’, ha espresso quasi lo spirito del lavoro del consulente di pubbliche relazioni.” (1923)  

“Oggi il dominio non è un prodotto di eserciti o marine o ricchezza o politiche. È una dominazione basata da un lato sull’unità compiuta e dall’altro sul fatto che l’opposizione è generalmente caratterizzata da un alto grado di disunione. ” (1923)  

“Il consulente di pubbliche relazioni, quindi, è un creatore di notizie per qualunque mezzo scelga di trasmettere idee. È suo dovere creare notizie, indipendentemente dal mezzo che trasmette queste notizie. ” (1923)  

“L’unica differenza tra” propaganda “e” educazione “è davvero dal punto di vista. La difesa di ciò in cui crediamo è l’educazione. La difesa di ciò in cui non crediamo è la propaganda.” (1923)  

“La manipolazione consapevole e intelligente delle abitudini organizzate e delle opinioni delle masse è un elemento importante nella società democratica. Coloro che manipolano questo meccanismo invisibile della società costituiscono un governo invisibile che è il vero potere dominante del nostro paese. Siamo governati, le nostre menti sono modellate, i nostri gusti formati, le nostre idee suggerite, in gran parte da uomini di cui non abbiamo mai sentito parlare. Questo è un risultato logico del modo in cui è organizzata la nostra società democratica. Vasto numero di esseri umani deve cooperare in questo modo se vogliono vivere insieme come una società che funziona senza problemi.” (1928) 

“La propaganda è il braccio esecutivo del governo invisibile”. (1928)  

“Se riesci a influenzare i leader, con o senza la loro cooperazione cosciente, influenzerai automaticamente il gruppo che essi influenzano. Ma gli uomini non hanno bisogno di essere effettivamente riuniti insieme in una riunione pubblica o in una rivolta di strada, per essere soggetti alle influenze della psicologia di massa. Poiché l’uomo è per natura socievole, si sente membro di una mandria, anche quando è solo nella sua stanza con le tende tirate. La sua mente conserva gli schemi che sono stati impressi su di essa dalle influenze del gruppo.” (1928)  

I direttori delle notizie, i talk show, i direttori sportivi, gli inserzionisti, i burocrati, i politici, i gruppi della salute pubblica e le celebrità stanno assicurando agli spettatori televisivi, senza vergogna: siamo tutti insieme. Ancora ed ancora. Notte e giorno. Su ogni canale  

Questa era la strategia durante le guerre più vecchie. Non c’è tempo per il disaccordo o il dissenso; ci deve essere una risposta e uno sforzo unificati; altrimenti, potremmo perdere.  

Siamo tutti insieme. Significa: metterci in fila.  

Se è condivisione, cura e amore, è amore robotico.  

Gli inserzionisti, nonostante i loro studi e la loro raffinatezza e la loro profilazione da parete a parete dei consumatori, credono ancora nel primo principio di propaganda: la ripetizione.  

Ottieni il nome del tuo prodotto e della tua azienda e non fermarti. Fallo mille volte, un milione di volte. Finché hai soldi per pagare per le pubblicità, fallo.  

Guarda le pubblicità delle compagnie assicurative. Progressive, State Farm, Liberty, Geico. Le vignette su cui poggiano sono davvero l’occasione per incollare il nome della loro azienda sullo schermo. Rendi queste storie di 30 secondi amichevoli, divertenti e pazze, ma il colpo di denaro è il nome dell’azienda.  

Gli annunci e i messaggi Pandemic seguono la stessa regola. In questo caso, è INSIEME. UNITÀ. Picchiato ancora e ancora.  

Perché? Se la cooperazione, l’amore e la solidarietà sono impulsi umani fondamentali, perché è necessario ricordare alle persone che 24 ore al giorno, in televisione?  

Un marito che ama sua moglie ha bisogno di vedere la sua faccia e quella di sua moglie su uno schermo, su ogni canale, senza lasciar perdere, insieme a un messaggio che lo spinge ad adorarla?  

D’altra parte, una persona che è stata espulsa da un lavoro, che non riesce a trovare lavoro, che vede i suoi assegni governativi svanire a zero … ha bisogno di pacificazione. È una vendita difficile. Quel lavoro di vendita richiede molte ripetizioni …  

… Al fine di produrre in lui VERGOGNA, se si sente ingannato, esiliato e fregato. 

La ripetizione di unione e falso amore lo informa che la cittadinanza collettiva non è dalla sua parte. Gli dice che la sua giusta rabbia non ha posto nel messaggio implacabilmente ottimista di “unità”. Lo fa sentire isolato.  

Ora ci stiamo avvicinando. Non lasciare che le persone economicamente devastate credano di potersi trovare. Chiudili. Riempili di pubblicità di servizio pubblico televisivo che dipingono un’immagine “edificante” da cui sono esclusi.  

Possono essere devastati, ma la televisione dice loro che non fanno parte della squadra se danno priorità alle proprie preoccupazioni. Se lo fanno, sono non-persone.  

Dopo tutto, quando si siedono a casa a guardare la TV, vedono un video ritagliato di un altro disoccupato seduto in una stanza buia che dice: “QUESTO È PAZZO. VOGLIO LAVORARE. HO BISOGNO DI CIBO. IL MIO BOSS HA CHIUSO LA SUA AZIENDA. HE’S BANKRUPT. CHE DIAVOLO STA SUCCEDENDO?”

Viene offerto quel tipo di unità? Solidarieta?  

“Ciao. Sono un cornerback della NFL. Ne ho guadagnati trenta milioni durante la mia carriera. Eccomi a casa con i miei figli. Stiamo giocando sul pavimento. Mi sto godendo la mia famiglia. Lo supereremo. Tutti noi. Rimanga sicuro. Usa il tempo per avvicinare la tua famiglia”.  

Le principali agenzie di stampa hanno ricevuto severi ordini di tenere “inquietanti storie di interesse umano” fuori dalla prima pagina e lontano dalle loro trasmissioni. Anche questo fa parte dello sforzo bellico.  

Dovrebbe essere, dal momento che la devastazione economica è in realtà questa falsa pandemia. Nessuno nel mainstream lascerà quel gatto fuori dalla borsa. Sarebbe più che un errore. Sarebbe una confessione. Sarebbe un suicidio.  

Che ne dici di questi titoli? I re del vaccino vogliono ammorbidire le popolazioni per un ago nel braccio. UNA POPOLAZIONE ROVINATA È PRONTA PER ESSERE CONDOTTA PER MANO IN UN NUOVO ORDINE MONDIALE.  

I propagandisti sanno che un pugno di paura di uno-due e poi la sicurezza funziona. Spaventali con il virus, confortali insieme. 

Tuttavia, è una vendita difficile. Ha le gambe per un pò, ma poi gli indigeni diventano irrequieti, specialmente nell’entroterra. Le persone che non sono bloccate insieme nelle grandi città, che vivono in spazi aperti, tendono a sviluppare l’immunità alle menzogne. Le prostitute stampa coiffatte in televisione che distribuiscono le cosiddette notizie portano meno pugni. Gli agricoltori sanno se non riescono a piantare i loro raccolti in tempo, con i lavoratori fianco a fianco, andranno in rovina.  

In generale, le persone che non vedono altre persone che sono malate e non sentono le sirene delle ambulanze, iniziano a chiedersi cosa sta succedendo.  

Le proteste iniziano. Le proteste si espandono.  

La finta notte dell’obbedienza si trasforma nel vero giorno della ribellione.  

Si scopre che una storia su un virus invisibile non è la stessa di una linea di carri armati nemici che si avvicina. Tutte le guerre promosse non sono uguali.  

Fauci lo sa. Birx lo sa. Bill Gates lo sa. Sindaci e governatori lo sanno. Il CDC e l’OMS lo sanno. A loro non importa se sopravvivi, ma sanno che ti importa. Quindi, per loro, è una corsa contro il tempo. Per quanto tempo possono tenere il coperchio? Per quanto tempo possono funzionare i loro messaggi assurdi?  

La magia del palcoscenico è un gioco strano. L’esecutore deve eseguire i suoi trucchi rapidamente, quindi le persone non hanno il lusso di sedersi e pensare a come li sta prendendo in giro. Tuttavia, i maghi della salute pubblica, i maghi politici e i maghi delle notizie sono coinvolti: sono fondamentalmente dei pony a un trucco. Virus, virus, virus = insieme, insieme, insieme.

Sembra buono, ma si consuma. Si sta esaurendo ora.  

Chiuderò questo pezzo con alcune altre gemme di Edward Bernays, per esortarti a tenere d’occhio la palla. La vera palla.  

“Se comprendiamo il meccanismo e i motivi della mente di gruppo, è ora possibile controllare e governare le masse secondo la nostra volontà senza che loro lo sappiano?” (1928)  

“Una singola fabbrica, potenzialmente in grado di fornire un intero continente con il suo particolare prodotto, non può permettersi di aspettare fino a quando il pubblico chiede il suo prodotto; deve mantenere un contatto costante, attraverso la pubblicità e la propaganda, con il vasto pubblico al fine di assicurarsi la domanda continua che da sola renderà redditizia la sua costosa pianta. Ciò comporta un sistema di distribuzione molto più complesso rispetto al passato.” (1928)  

“Nessun sociologo serio crede più che la voce del popolo esprima un’idea divina o particolarmente saggia e alta. La voce del popolo esprime la mente del popolo e quella mente è compensata dai leader del gruppo in cui crede e da quelle persone che comprendono la manipolazione dell’opinione pubblica. È composto da pregiudizi ereditati e simboli e cliché e formule verbali fornite loro dai leader. ” (1928)  

“La propaganda non è di alcuna utilità per il politico se non ha qualcosa da dire che il pubblico, consapevolmente o inconsciamente, vuole ascoltare.” (1928)  

Fonte: https://blog.nomorefakenews.com/ 

®wld 

La Fragilità della Democrazia può portare alla Dittatura e al Regno del Terrore

 

Dipinto del XIX secolo di Philipp Foltz raffigurante il politico ateniese Pericle che consegna la sua famosa orazione funebre di fronte all’Assemblea. Wikipedia

 

La fragilità della democrazia – Atene e i tremta tiranni

 

by Edward Whelan May 08, 2020 from ClassicalWisdom Website 

 

Atene è tradizionalmente vista come la culla della democrazia … 

 

Tuttavia, come sappiamo, le democrazie sono vulnerabili alle forze antidemocratiche, come il populismo e i movimenti autoritari. Questo è stato anche il caso di Atene.  

 

Per circa otto mesi (404-403 a.C.) la città fu controllata da un’oligarchia filo-spartana nota come i “Trenta tiranni“.

 

Questi autocrati hanno scatenato un’ondata di terrore e Atene è stata intrisa di sangue durante il loro tempo al governo. 

 

La guerra del Peloponneso 

 

Dopo la sconfitta dei persiani, il mondo greco fu dominato dagli spartani, dai loro alleati e ateniesi. 

 

Tuttavia, nel 431 a.C., la seconda guerra del Peloponneso scoppiò tra le due più potenti città-stato. Questo è stato un conflitto lungo e brutale. 

 

Dopo la disastrosa sconfitta ateniese in Sicilia, il governo democratico fu brevemente rovesciato e sostituito da un’oligarchia.

 

Gli ateniesi furono sconfitti nella battaglia navale di Aegospotami (405 a.C.) e ciò garantì effettivamente la vittoria di Sparta nella guerra. L’oligarchia che era stata al potere ad Atene fu screditata e presto rimossa dal governo.

Lysander fuori dalle mura di Atene. Litografia del XIX secolo. 

 
La pace spartana
 
Gli spartani circondarono Atene e chiesero che le sue “lunghe mura” o le sue mura difensive fossero abbattute intorno alla città e al suo porto, il Pireo.
 
Il re Lisandro dettò i termini di pace agli ateniesi che erano quasi totalmente indifesi. Gli spartani non volevano un ritorno della democrazia che disprezzavano.  
 
Sostennero gli ateniesi che erano solidali con Sparta e che credevano nel governo da un’élite. Con il sostegno degli spartani, controllavano la città.  
 
I leader più famosi dei cosiddetti Trenta Tiranni erano Theramenes e Critias ed erano filo-spartani e odiavano la democrazia e i democratici.
 
Hanno immediatamente spogliato i comuni cittadini dei diritti politici e governato con un’assemblea di sostenitori accuratamente selezionata.
 
Dal Pnyx di Atene, una piattaforma tradizionalmente utilizzata dagli oratori, i tiranni annunciarono una serie di misure che ponevano fine alla democrazia in città. Hanno governato con l’aiuto di un presidio spartano e hanno costretto tutti i cittadini a consegnare le loro armi.
 
Solo 3000 sostenitori dei tiranni avevano il diritto di portare le armi.
 

The Pnyx (a destra), si trova di fronte l’Acropoli (a sinistra) 

Regno del terrore 
 
I tiranni oi “sorveglianti”, come piaceva essere conosciuti, temevano i loro concittadini, molti dei quali li consideravano traditori. 
 
Chiunque fosse considerato un democratico o potenzialmente in grado di opporsi al proprio governo è stato giustiziato dopo un processo per spettacolo. Innumerevoli uomini ateniesi innocenti venivano spesso giustiziati per essere stati costretti a bere la cicuta del veleno. 
 
I Trenta Tiranni dovevano anche fornire paghe e cibo alla guarnigione spartana. Questo è stato in un momento in cui Atene era sull’orlo della carestia e ha provocato grandi sofferenze. 
 
Gli oligarchi, per ottenere il sostegno popolare, hanno cercato di coinvolgere i comuni cittadini nei loro crimini. 
 
Ad esempio, a Socrate fu chiesto con altri di portare a morte un innocente. Il filosofo ha coraggiosamente rifiutato e quasi fuggito con la sua vita. 
 
Atene era in bancarotta a causa della guerra e i “Trenta tiranni” avevano bisogno di soldi per rimanere al potere e per soddisfare le richieste spartane. Critia, che era il più crudele di tutti i tiranni, decise di uccidere ricchi ateniesi e residenti stranieri e sequestrare i loro oggetti di valore e proprietà. 
 
Ciò fu resistito da Thermanes, ma Critias lo fece eseguire. Era un uomo molto complesso, un poeta e un uomo colto che è un personaggio nel dialogo platonico che porta il suo nome. 
 
Era anche molto crudele e sembrava godere di spargimenti di sangue.
 

Critia, uno dei trenta tiranni, ordinando l’esecuzione di Theramenes, un membro dell’oligarchia che governò Atene nel 404-403 a.C. Prisma Archivo / Alamy 

 

A questo punto, nessuno era al sicuro ad Atene. Si stima che migliaia di persone siano state uccise e molte altre esiliate e imprigionate durante il dominio degli oligarchi. 

 

Il regno dei Trenta tiranni può essere paragonato al “Regno del terrore” nella Francia rivoluzionaria o alle Purghe di Stalin negli anni ’30. 

 

La fine dei “trenta tiranni” 

 

La brutalità e la corruzione dei tiranni era così grande, che tutta la città arrivò a odiarli e non rimasero quasi sostenitori. 

 

Molti altri stati greci non volevano che Atene fosse controllata da un gruppo filo-spartano e temevano il crescente potere di Sparta. Tebe e altri diedero supporto ai molti esiliati ateniesi e formarono unità militari per rovesciare i tiranni e ripristinare la democrazia. 

 

Nel 404 a.C. l’ex generale Thrasybulus riunì un gruppo di ateniesi e in un attacco a sorpresa afferrò il Pireo, il porto della città. 

 

Quindi fortificò una collina che sovrastava il porto in modo che quando i Trenta Tiranni arrivarono con la loro forza per riprenderlo, furono sconfitti. 

 

Questa è stata una vittoria notevole, soprattutto considerando che i democratici erano più numerosi di cinque a uno.

 

Thrasybulus (? – 389 a.C.), Soldato ateniese e statista.  Un disegno di Mary Evans Picture Library.

 

n questa battaglia, Critia fu ucciso e gli oligarchi furono effettivamente senza leader. 

 

Gli spartani intervennero e inflissero una sconfitta a Thrasybulus, ma a costi elevati. Alla fine hanno negoziato un accordo di pace tra i democratici e i trenta tiranni.

 

Gli oligarchi dovettero lasciare la città e in cambio ottennero il diritto di governare la vicina città di Eleusi. 

 

Nel 403 a.C., Thrasybulus ripristinò la democrazia ad Atene e i tiranni sopravvissuti furono uccisi uno ad uno negli anni seguenti. 

 

Le conseguenze dei trenta tiranni 

 

Alla fine i democratici ottennero il controllo di tutto il territorio ateniese e pose fine all’influenza di Sparta. 

 

La democrazia restaurata fu molto più moderata di quella stabilita da Pericle nel V secolo a.C. La reputazione di Socrate soffrì molto perché, nonostante la sua posizione di principio contro i tiranni, era stato il maestro di molti di loro, incluso Critia. 

 

Molti credono che questo alla fine abbia portato al suo processo ed esecuzione.

 

La morte di Socrate, Jacques-Louis David, 1787. Museo Metropolitano d’Arte, New York 

 

Conclusione 

 

I trenta tiranni mostrano quanto possa essere fragile la democrazia. Qualsiasi crisi può essere sfruttata dalle forze antidemocratiche e questo può portare alla dittatura e al regno del terrore.

 

L’esempio dei tiranni mostra che anche la democrazia è a rischio e non dovrebbe essere data per scontata.

 

Fonte: https://www.bibliotecapleyades.net/

 

®wld 

La terza guerra mondiale sarà completamente diversa da qualsiasi guerra mai vista prima

Ecco come appare la Terza Guerra Mondiale

di James Corbett 22 Marzo 2020 dal Sito Web TruthComesToLight traduzione di Nicoletta Marino  Versione originale in inglese  Versione in spagnolo

James Corbett vive e lavora in Giappone dal 2004. Ha aperto il sito Web The Corbett Report nel 2007 come punto per analisi critiche indipendenti su politica, società, storia ed economia.

Da allora ha scritto, registrato e modificato migliaia di ore di supporti audio e video per il sito Web, tra cui un podcast e diverse serie di video online regolari.

È il principale redattore editoriale di The International Forecaster, la newsletter elettronica creata dal compianto Bob Chapman. Il suo lavoro è stato messo online da un’ampia varietà di siti Web e i suoi video hanno raccolto oltre 40.000.000 di visualizzazioni solo su YouTube. Il suo pezzo satirico sulle discrepanze nel resoconto ufficiale dell’11 settembre, “9/11: A Conspiracy Theory” è stato pubblicato sul web l’11 settembre 2011 e finora è stato visto quasi 3 milioni di volte.

Ecco una domanda per te:

  • Come fai a sapere quando sei in guerra?
  • Quando ci sono truppe per le strade?
  • Quando arriva il panico di massa?

Quando c’è la legge marziale e alla gente viene detto di chiudere le porte per un isolamento di mesi o anni?

Quando i “leader” mondiali dicono alle loro popolazioni che il nemico è responsabile di tutto il massacro?

Se questi sono i criteri, allora significa che siamo in guerra in questo momento.

Truppe per le strade? Controlla

Panico di massa? Controlla

Alla legge marziale e alla gente viene detto di chiudere le porte? Controlla e controlla

I leader mondiali dicono alle loro popolazioni che il nemico è il colpevole di tutta la carneficina? Controlla e controlla…Sì, con tutti questi metodi, siamo in guerra.

Ma nessuno la chiama guerra. Perchè no…?

Perché, nella mente delle persone, esiste davvero solo un sistema per giudicare il nostro stato di guerra: se le truppe sono sul campo di battaglia si sparano o no.

Sicuramente questa è la guerra, giusto…?

Ma allora,

  • Perché la Merkel invoca la Seconda Guerra Mondiale nel suo tentativo di spiegare la crisi attuale al popolo tedesco?
  • Perché ci viene detto che i tempi in cui viviamo sono peggiori della guerra?
  • Perché è fuorviante, da Trump a Trudeau e a quanto pare tutti gli altri, che invochino le vecchie misure di emergenza in tempo di guerra e che si preparano alla legge marziale su vasta scala?
  • Non è sufficiente a convincerti che il mondo è ora in guerra?

Bene allora:

La verità è che il mondo è in guerra ora. E quella guerra è la Terza Guerra Mondiale…

La differenza è che nessuno (ancora) comprende la natura di questa guerra, chi sono i suoi combattenti e quale sia l’obiettivo di coloro che la combattono.

So che sei incredulo, quindi permettimi di spiegare.

Da decenni ormai, la metafora della guerra è stata usata dai politici per ottenere sostegno per le loro proposte politiche.

Ogni volta che un presidente degli Stati Uniti vuole dichiarare guerra usando un nome astratto

  • la “guerra alla povertà” di Johnson, per esempio
  • o la “guerra alla droga” di Nixon
  • o la “guerra al terrore” di Bush, …

sappiamo cosa aspettarci:

  • miliardi di dollari saranno spesi
  • la burocrazia del governo aumenterà
  • i diritti del cittadino medio diminuiranno
  • e, oh sì, la cosa contro cui si fa la guerra guadagnerà davvero forza…

Ma questa “guerra al coronavirus” è diversa.

Questa particolare “guerra” potrebbe benissimo essere la prima battaglia in quello che gli storici di un’era futura chiameranno la Terza Guerra Mondiale...

Ma proprio come la Prima Guerra Mondiale – con le sue mitragliatrici, la terra di nessuno e le vittime inimmaginabili – era completamente diversa da qualsiasi guerra mai vista prima, e proprio come la Seconda Guerra Mondiale – con i suoi carri armati e bombardieri e la guerra sottomarina e le bombe atomiche e il bersaglio dei civili – era diversa da qualsiasi guerra mai vista prima, così anche la terza guerra mondiale sarà completamente diversa da qualsiasi guerra mai vista prima…

Questa volta, la guerra mondiale sta prendendo la forma di una guerra ibrida.

“Guerra ibrida” è un termine che è entrato in voga tra gli strateghi militari negli ultimi decenni per descrivere un tipo di guerra irregolare che combina la guerra convenzionale (pistole e bombe sui campi di battaglia) con una serie di altri metodi di attacco:

  • guerra cibernetica
  • operazioni di disinformazione
  • campagne di destabilizzazione politica
  • legge e praticamente qualsiasi altra cosa che possa minare o       destabilizzare un nemico durante i periodi di conflitto

Ad un’analisi primaria, non sarebbe difficile etichettare le attuali relazioni tra Stati Uniti e Cina come guerra ibrida.

In effetti, questo è esattamente ciò che il sempre intuitivo Pepe Escobar fa nella sua analisi delle ultime mosse sulla scacchiera geopolitica, “China Encerrada en una Guerra Híbrida con Estados Unidos“.

Come osserva Escobar:

“Tra la miriade di sconvolgenti effetti geopolitici del coronavirus, uno è già graficamente evidente.

La Cina si è riposizionata.

Per la prima volta dall’inizio delle riforme di Deng Xiaoping nel 1978, Pechino considera apertamente gli Stati Uniti una minaccia, come dichiarato un mese fa dal Ministro degli Esteri Wang Yi alla Conferenza per la Sicurezza di Monaco durante l’apice della lotta contro il coronavirus.

Pechino sta modellando attentamente la trama secondo cui, sin dall’inizio dell’attacco al coronovirus, la leadership sapeva che era sotto un attacco di guerra ibrida. La terminologia di Xi è un indizio importante.

Ha dichiarato, per la cronaca, che questa era la guerra. E, come contrattacco, è stata lanciata una “guerra popolare”.

“Escobar continua sottolineando che la recente (e molto pubblica) insinuazione del portavoce del ministero degli Esteri cinese Zhao Lijian secondo cui si trattava dell’,

“Esercito americano che ha portato l’epidemia a Wuhan”,

…rappresenta non solo una violazione del protocollo diplomatico, ma la lingua di un belligerante in tempo di guerra.

Dati i punti interrogativi incredibilmente grandi che circondano ogni aspetto di questa attuale pandemia, il suggerimento che il fantascientifico coronavirus provenga effettivamente da Fort Detrick (vedi sotto il video) non è affatto stravagante

a tieni presente che non è un realista della cospirazione online che dà credito questa idea, è un vero appresentante del governo cinese. Questa non è un’accusa presa alla leggera.

Ma non è solo la Cina a indicare lo zio Sam.

Mentre i portavoce del governo cinese stanno facendo insorgere lo spettro che il coronavirus è prodotto negli Stati Uniti ™, l’amministrazione Trump sta facendo del suo meglio per rinominare SARS-Cov-2 come “il virus cinese”.

Per quanto meschine, queste semantiche contano…

Come ha notato chiunque abbia passato del tempo online nelle ultime settimane, la parte del pubblico americano piena di fluoro e dipendente da MSM è stata eccitata da questa retorica anti-cinese e i Cinesi hannosostituito i Russi come il bogeyman du jour nelle menti delle norme facilmente inquietanti.

Escobar conclude la sua relazione avanzando la possibilità che l’intera crisi del coronavirus sia

“una massiccia psy-opera che crea il perfetto ambiente geopolitico e di ingegneria sociale per il dominio a largo spettro”.

La domanda urgente, sostiene, è:

“Le élite imperiali malate sceglieranno ancora di continuare a condurre una guerra ibrida a tutto campo contro la Cina” quando tutto sarà finito?

Dato il contesto più ampio del conflitto americano-cinese che – come ho più volte sostenuto– è impostato per essere la lotta definitiva del 21° secolo, l’analisi di Escobar è abbastanza plausibile.

Ma, come ho anche più volte sostenuto, questa lotta del secolo delle Grandi potenze tra la Cina e gli Stati Uniti è (proprio come la guerrafredda del 20° secolo), un conflitto gestito, manipolato e, in ultima analisi, falso.

La vera battaglia non sarà tra la “Cina” e “gli Stati Uniti”, anche se sono segnalate così nel 21° secolo.

No, la vera battaglia sarà tra i banchieri e gli aspiranti costruttori sociali e la massa dell’umanità.

Se questa guerra ibrida è davvero la terza guerra mondiale, allora dobbiamo prendere una decisione molto basilare:

Chi sono i combattenti e per cosa stanno combattendo?

Questa è la cosa più semplice da determinare in qualsiasi guerra, no?

Guarda in che modo le truppe puntano le loro pistole e scoprirai chi è il loro nemico, giusto?

Quindi diamo un’occhiata.

Le truppe vengonoschierate anche mentre scrivo paese dopo paese.

E contro chi puntano le pistole?

I loro connazionali…

Le operazioni di guerra cibernetica sono intraprese proprio ora per eliminare i sistemi di comunicazione nemica ed etichettare tutte le trasmissioni nemiche come “disinformazione”.

Ma chi viene preso di mira in tutto questo? Giornalisti erealisti della cospirazione.

Si stanno conducendo campagne di destabilizzazione politica… ma è il Partito Democratico che è stato sorpreso a truccare le proprie primarie e la stampa dell’establishment che cerca di minare le decisionipolitiche prese dai referendum e dall’establishment accademico che si oppongono ai governi democraticamente eletti nel presunto “mondo libero”.

E mentre solo pochi mesi fa le proteste e lemanifestazioni erano così diffuse in tutto il mondo, ora paese dopo paese dichiarano illegali le riunioni di oltre 10 persone.

Di volta in volta, scopriamo che la guerra che viene condotta è, una guerra da parte del governo, del potere militare, finanziario e corporativo contro le masse dell’umanità che si opporrebbero loro.

Questa è la vera natura della Terza Guerra Mondiale.

È stata ingaggiata proprio ora.

E, agli occhi delle autorità, noi siamo il nemico.

Oh, certo, ci sono le manifestazioni di scacchi 2D su questo, il conflitto geopolitico e la guerra dello stato nazionale che si svolgono allo stesso tempo.

Ma quelle sono solo battaglie diversive progettate per distrarci dall’evento principale: la battaglia contro la libera umanità.

Questo è il motivo per cui il modello cinese – sorveglianza delGrande Fratello completa e diffusa e di blocco tecnocratico della società – è denunciato dai “leader” del “mondo libero” mentre allo stesso tempo desiderano apertamente quegli stessi poteri a casa.

Sì, gente, che lo sappiate o no, la Terza Guerra Mondiale è già iniziata… E agli occhi di coloro che conducono quella guerra, sei un combattente nemico.

L’unica domanda che conta è:

Ci sveglieremo in tempo per reagire a questo, o ci limiteremo a stenderci e lasciare che le autorità vincano…?

Fonte: https://www.bibliotecapleyades.net/

®wld