Crea sito

L’ascesa del Secolo Euroasiatico

Eurasia

di Andrew Korybko dal sito web OneWorld traducción de SOTT 25 Marzo 2021 del Sitio Web SOTT Versione originale in inglese traduzione di Nicoletta Marino Versione in spagnolo

Andrew Korybko è un analista politico americano residente a Mosca specializzato nelle relazioni sulla strategia degli Stati Uniti in Afro-Eurasia, la visione globale della Cina della Nuova Via della Seta (One Belt One Road) e la Guerra Ibrida

I rapidi avvenimenti recenti portano a sperare che il secolo euroasiatico stia nascendo molto più rapidamente di quanto gli osservatori più ottimisti avrebbero potuto aspettarsi…

Gli avvenimenti rilevanti sono:

Di seguito analizzeremo brevemente l’importanza di questi cinque punti prima di situarli in un contesto strategico più ampio.

Il triangolo Cina India Pakistan sul territorio conteso del Cachemir, riconosciuto dal Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, è stato sempre un elemento dallelevato potenziale conflittivo, che il mondo ricordò per la battaglia aerea indo-pakistana del febbraio 2019 e per gli scontri cino indiani della scorsa estate sul fiume Galwan.

Tutte le parti, si resero conto che la cosa migliore per i propri interessi era la stabilizzazione la tesa situazione che c’era lì con il ritiro immediato sincronizzato e il cessate il fuoco del mese scorso.

Questo ha fatto sì che tutto si calmasse e ha creato una situazione proprizia per risolvere pacificamente i loro disaccordi.

Lle ripetute minacce degli Stati Uniti di sanzionare l’India per l’acquisto pianificato di sistemi di difesa aerea S-400 dalla Russia, migioreranno anche la situazione di sicrezza in Eurasia, anche se sembra strano.

Fonte

A Così l’India si deve rendere conto che gli Stati Uniti non sono un alleato molto affidabile come alcuni nel paese aveva pensato in precedenza.

Gli Stati Uniti stanno dando condizioni politiche, economiche e strategiche inaccettabili per la cooperazione militare con l’India con il Quad che in molti sospettano che è diretto tacitamente a contenere la Cina.

Se Washington va avanti con le sue minacce, Nuova Delhi potrebbe a sua volta fare un passo indietro dal Quad, il che, migliorerebbe ancora di più le relazioni tra Cina e India.

La riunione di Anchorage della settimana scorsa tra diplomatici cinesi e americani, è terminata con una paternale di questi ultimi ai primi, il che ha impedito che si facessero molti progressi importanti.

Inoltre, l’accordo del presidente americano Joe Biden con un intervistatore che gli ha domandato,

se credeva che il Presidente russo Vladimir Putin era un “assassino” ha provocato il fatto che Mosca ha ritirato il suo ambasciatore per la prima volta dal 1998…

Guarda caso, il Ministro degli Esteri della Russia questa settimana ha visitato Pechino per cercare di discutere il rafforzamento dei legami bilaterali, che non vanno contro terzi, come Stati Uniti, ma hanno l apretesa solo di migliorare la situazione in Eurasia.

La settimana scorsa è avvenuto anche il primo Diaologo sulla Sicurezza a Islamabad, dove il Primo Ministro Imran Khan, il ministro degli Affari Esteri Shah Mahmood Qureshi il Capo di Stao Maggiore dell’esercito, il generale Qamar Javed Bajwa, presentarono insieme la nuova strategia multilaterale del Pakistan.

E’ importante notare che Islamabad spinse Nuova Delhi a fare il primo passo per risolvere la sua disputa sul Cachemir per far sì che,

Pakistan faciliti i rapporti dell’India con l’Afganistan, le repubbliche dell’Asia Centrale e poi (forse) con La Russia e anche La Unione Europea.

Questo avvicinamento così amichevole potrebbe rivoluzionare le capacità di relazione economica dell’Eurasia se l’India risponde positivamente al Pakistan.

In ultimo, i recenti progressi ottenuti nella risoluzione pacifica della guerra afgana potrebbe liberare il potenziale di colleggamento tra l’Asia Centrale e il Sud dell’Asia.

Questo è in particolare certo considerando l’accordo raggiunto il mese scorso tra Pakistan, Afganistan e Uzbekistan par costruire una ferrovia che li golleghi tra loro.

Tenendo conto l’avvicinamento senza precedenti dei capi politici, dei diplomatici e militari pachistani verso l’India della settimana scorsa esiste la possibilità plausibile che si crei finalmente un corridoio di collegamento tra Asia Centrale e il Sud dell’Asia quando finirà la guerra in Afganistan.

Questo sarebbe a beneficio senza dubbio di tutto il continente euroasiatico.

Infine, i rapidi avvenimenti delle ultime settimane portano con forza all’ascesa del secolo euroasiatico.

  • Cina
  • India
  • Pakistan
  • Russia,

…condividono lo stesso obiettivo per migliorare il collegamento tra di loro e i loro numerosi soci e le loro visioni convergono sempre di più alla luce degli ultimi avvenimenti.

Il migliore dei casi è che:

Il ritiro sincronizzato tra Cina e India e il cessate il fuoco tra India e Pakistan si mantengano parallelamente ai progressi significativi nella risoluzione della guerra in Afganistan e il conflitto nel Cachemir.

Questo risultato permetterebbe a tutti gli attori di resistere più facilmente ai piani di divisione e governo degli Stati Uniti e garantirebbe così un futuro incui tutti escono vitooriosi.

Pubblicato sul sito web: https://www.bibliotecapleyades.net/

®wld

LE OTTO FAMIGLIE

TRUMP e LE OTTO FAMIGLIE CHE COMANDANO IL MONDO

RumbleIn questo nuovo video, affronterò temi poco conosciuti, ti darò risposte a domande come: Di chi è la Federal Reserve? Come è stato possibile che BigTech si sia schierata apertamente contro Trump, cosa succederà in futuro?

Buona Visione

Seguimi anche su:

Twitter – https://twitter.com/genhixofficial
Youtube – https://www.youtube.com/channel/UCsW4TDk_z0lFF8MUXgvS8CQ
Telegram – https://t.me/GeNhiX
Instagram – https://www.instagram.com/genhix/?igshid=cb9ydfyhty7y

®wld

SE SON SPINE…

SE SON SPINE…

Di: Dottor Roberto Slaviero – 23.02.21

Se son rose … fioriranno, si soleva dire un tempo. Se son spine…pungeranno!

https://www.treccani.it/vocabolario/solere/

Come volevasi dimostrare, il cambio del testimone al governo, era solo il modo per incastrare una parte della cosiddetta “destra”, perché non rompesse troppo le palle alla cabina di regia.

Infatti alla Lega, sono stati conferiti il Ministero del Turismo e dello Sviluppo Economico e Draghi nel suo discorso programmatico, ha dichiarato che il turismo sarà la base di rilancio per l’Italia!

Ed ecco, infatti, che con  il primo Dpcm, mantiene bloccati gli spostamenti tra le regioni, fino a fine marzo. Complimenti!

Per gli impianti di risalita dello sci, avevamo già capito mesi fa l’andazzo e cosi gli eventuali spiccioli della stagione invernale 20-21 … marameo!

I danni sono incalcolabili!

I pagliacci dei virologi della banda Speranza e  Governatori vari, non sapendo più come fare per far continuare le chiusure, stanno trovando svariate forme di varianti corona, estremamente pericolose, a loro dire.

Non possono dire che le varianti, sono semplicemente le solite virosi invernali, che da sempre, da millenni, MUTANO spontaneamente e ci accompagnano in tutti gli inverni passati, presenti e futuri!

Per tale motivo infatti, ogni anno, i classici vaccini antinfluenzali, sono diversi dai precedenti, a causa delle mutazioni.

I virus, principalmente quelli ad unica catena Rna, si modificano rapidamente in qualche mese.

Ma adesso, non si può più dire, la dittatura mediatica e sanitaria ha rincoglionito i più  e poi c’è il succulento Affare Vaccini, che vaccini NON sono.

Mentre in molte parti del pianeta, per fare alcuni nomi,  dalla Russia all’India, dall’Ucraina alla Bielorussia, per non parlare della Cina e dell’Africa, la situazione è praticamente risolta, anche senza vaccinazioni massicce, da noi ed in altri pochi Stati, siamo ancora soggiogati e sottomessi!

Lasciamo perdere lo scandalo di Israel e del suo Primo ministro, che sta facendo esattamente quello che i nazisti, fecero agli ebrei durante la seconda guerra;

marchiati, con colori diversi i vaccinati dai NON. Liberi i vaccinati e gli altri no!

Il governo in carica, ha fatto un accordo con la Pfizer e ci sono di mezzo le elezioni del 23 marzo prossimo; la  dittatura sanitaria, sta rivoltandosi sul proprio popolo.

Tra l’altro, mi pare che la Russia, protettrice della Siria, abbia informato Israel, che nuovi attacchi aerei alla stessa, avranno una contro risposta militare adeguata!

Escalation militare in Medio Oriente, come al solito, come dai tempi biblici … Libano, Palestina, Siria e la Persia…Guerra dei Re, Sodoma e Gomorra…che due palle, calmatevi una volta per tutte!

Pare che, molto amici dell’odierno premier israeliano, siano il nostro Ministro per la Salute e nelle nostre nazioni limitrofe, il Cancelliere austriaco, al quale comunque, sta scoppiando in mano una bomba di corruzione del suo caro amico, ministro delle Finanze. Ma i media tacciono.

Anche in Olanda il governo ha dovuto dimettersi. In Germania, Frau Angela è a fine del suo mandato e mi pare che tutti i centri di vaccinazione quasi coatta, stile Israel, stiano miseramente fallendo…gente in giro al sole nei parchi affollati senza mascherine: meglio la Vit D, alle terapie geniche dei deviati eugenetisti nazisti!

Nel frattempo, il Texas ha subito una 3 giorni di freddo polare, con temperature mai viste nella storia e blocchi elettrici incredibili. E il Texas, sta più o meno sulle latitudini della bassa Spagna e Portogallo.

Ma … è il riscaldamento globale dovuto alla CO2 … coglioni!

Adesso non è più Global Warming, ma parlano di Climate Change!

Il Texas, è lo Stato Usa che ha denunciato i brogli elettorali delle ultime elezioni Usa e sembra avviato alla richiesta di una uscita dalla Confederazione Usa! Sarà un caso, quindi?

Il clima lo stanno controllando da molti anni i militari, attraverso sistemi Haarp etc.

La Cina ha annunciato che entro il 2025, potrà fare quello che vuole con il suo clima, far piovere o fare siccità, a loro discrezione. Quindi, miei cari servi della gleba o ubbidite, oppure cataclismi o siccità…vi ricordate le piaghe d’Egitto  con Mosè ??

Dei e buoi dei paesi tuoi!

Il problema è però che, un soffio di vento ad Hong Kong, può diventare un uragano a Rio: ossia, modificare i venti e l’umidità, ha effetti potenziali su tutto il pianeta!

Torniamo alle nostre miserie, purtroppo.

Come vedete, la struttura ministeriale della nostra Salute è in scacco ed ostaggio, attraverso  infami personaggi, alle varie multinazionali dei vaccini, già dai tempi della Lorenzin e la storia continua, con l’avvallo di quasi tutti.

Infatti se i new entry del governo,  avessero chiesto un cambio nel ministero chiave in una, seppur fantomatica, “emergenza sanitaria“,  le cose sarebbero potute migliorare, ma non l’hanno fatto e quindi, sono tutti collusi, come da sempre!

Collusi ad un progetto di dissoluzione territoriale, finanziaria, culturale, sociale e razziale dell’Italia.

A proposito, il famoso reddito di cittadinanza di 800 o 1000 euro, che viene già da anni fornito ai “non lavoratori“ ( qualcuno dei quali veramente disoccupato ed in crisi, altri per mala voglia di lavorare), non potrebbe essere dato anche e soprattutto a quelle persone che restano a casa, a disposizione della famiglia, ovvero le Casalinghe/i?

Il governo precedente, aveva fornito un credito di imposta di 400 euro per le casalinghe/i, per fare dei corsi online, per trovare altri lavori! E allora, chi si prende cura della casa e della prole? Lo Stato, con le sue sovrastrutture bolsceviche sociali?

La famiglia deve morire, anche la moderna Chiesa gesuitica, non ne vuol più sapere!

Mi pare tra l’altro, che il Vescovo argentino di Roma, parteciperà ad una riunione importante dei riccastri del pianeta ad Astana, nel Kazakistan, in primavera, nella culla degli Illuminati con Piramide.

Bravo! Speriamo contribuisca a fondare la religione unica planetaria, infarcita di milioni di Tenge Kazako

mmhhh….meglio una valuta digitale per controllare tutti ed eventualmente chiudere i conti correnti dei “non allineati“.

Però…adesso ci sono le cripto valute; la’, per ora, nessuno rompe la privacy e frega i soldi, poi si vedrà!

Mi viene in mente la Torre di Babele

“6 Il Signore disse: «Ecco, essi sono un solo popolo e hanno tutti una lingua sola; questo è l’inizio della loro opera e ora quanto avranno in progetto di fare, non sarà loro impossibile. 7 Scendiamo dunque e confondiamo la loro lingua, perché non comprendano più l’uno la lingua dell’altro».

8 Il Signore li disperse di là, su tutta la terra ed essi cessarono di costruire la città.

9 Per questo la si chiamò Babele, perché là il Signore confuse la lingua di tutta la terra e di là il Signore li disperse su tutta la terra.”

E allora   ?

Dio allora, vuole tutti uguali o tutti diversi, dove magari le individualità possano rivelarsi?!

Personalmente, io sono difensore di ogni singola individualità e lotto perché il singolo, non venga prevaricato e schiacciato dal sistema degli usurpatori schiavisti, religiosi o dittatori che siano!

Mi pare però che il mondo, giri diversamente e la massificazione della sporca globalizzazione, sembri avanzare a grosse falcate: ma, come sempre avvenne nella Storia, eventi imprevisti e non controllabili dai potenti, accaddero ed accadranno!

Un po’ di pazienza e come dicono i cinesi …

“siediti sulla riva del fiume e aspetta, prima o poi vedrai passare i corpi dei tuoi nemici”

E se lo dicono loro…

Tanti auguri al nuovo governo italico, soprattutto in relazione al reparto turistico!

Se son rose…

Se son spine…sono molto pungenti e possono procurare molti dolori!

Vi ricordate  “un giorno di ordinaria follia“

E’ un attimo impazzire! Anzi, è un attimo risvegliarsi diciamo…leggermente incazzati!

Auguri a tutti!

Fonte: http://olisticoaltapusteria.com/articolo.php?sesonspine

®wld

Il Dragone Nazionale

TgSole24 – 3 febbraio 2021 – Arriva l’Imperatore Lucertola e recita il De Profundis dell’Italia

Il Gruppo dei 30 (G30) ha pubblicato il proprio rapporto 2020 raccomandando una buona dose di “distruzione creativa” per realizzare la transizione globale all’economia “carbon-free”. Il G30, per chi non lo sapesse, riunisce banchieri centrali (alcuni in carica, altri non più), accademici e finanzieri. Quando Mario Draghi fu eletto presidente della BCE, l’Ombudsman europeo considerò la sua partecipazione al G30 in conflitto con la nuova carica e lo invitò a dimettersi dal G30 (https://www.ombudsman.europa.eu/it/press-release/en/88696). Draghi non si dimise e il 14 dicembre ha presentato il nuovo rapporto.

Leggi l’intero articolo QUI 

Mario Draghi e la MMT

di:

I ruffiani della stampa tessono lodi sperticate (e ridicole) al Presidente del Consiglio in pectore Mario Draghi. Sui social, in direzione oposta e contraria, ciò che resta del sovranismo tira in ballo il panfilo Britannia e si straccia le vesti perché arriva il liquidatore finale.

Se Draghi non è di certo un italiano vero, come Toto Cutugno, stavolta si può valutare una narrazione diversa e più ottimistica perché poco dopo la scadenza del mandato in BCE, Draghi aveva lasciato dichiarazioni curiose, per non dire sorprendenti.

Vediamo di che si tratta

Stando ad un filmato reso pubblico da Bloomberg (questo), Draghi stava rispondendo a domande dei parlamentari sulla distribuzione della ricchezza. Qual è il modo migliore per incanalare il denaro al fine di far crescere l’economia in modo di attenuare le disuguaglianze? Chiesero al nostro eroe. Mentre tutti si aspettavano una risposta sulla lotta alla GORRUZZZZIONE e contro gli sprechi dei luridi Stati-Nazione di ottocentesca memoria, Superman Draghi ha roteato su se stesso più veloce della luce ed ha citato la

MMT

la MMT di Warren Mosler!

L’articolo continua QUI

 

La controrivoluzione di Mario Draghi non salverà l’Italia (era il simbolo della difesa dell’euro, ma potrebbe essere l’uomo che farà uscire il Paese dall’Unione Monetaria)

Ambrose Evans–Pritchard per The Telegraph

L’Italia è passata attraverso tutti gli ingranaggi.

Dalla rivolta democratica contro “l’euro e le élite eurofile” fino all’estremo opposto, quello di un “governo di tecnocrati“ guidato dall’ultimo Mr. Euro, senza che ci siano state elezioni lungo la strada.

La fregatura è stata mozzafiato anche per coloro che pensavano di aver già visto tutto in Italia.

In un certo senso, la nomina di Mario Draghi è astuta.

Ma coloro che stanno celebrando la “riconquista”, nei circoli dell’UE e nei mercati obbligazionari, dovrebbero stare attenti a cosa desiderano.

Nella disavventura dell’Italia con l’Unione Monetaria è stata giocata l’ultima carta. Non ne esistono altre.

L’UM equivale a due decenni perduti, caratterizzati dal crollo costante dell’economia e dai “tassi di disoccupazione giovanile” al 50pc in tutto il Mezzogiorno, culminati infine in una trappola debito-deflazione.

Dicevano che avrebbe funzionato meglio!

L’articolo continua QUI

Clicca sull’immagine per guardare il video

DRAGHI: IL CURRICULUM DI UN PRIVATIZZATORE

Mario Draghi è pronto a diventare il nuovo Primo Ministro italiano. Salvatore della patria, alto profilo, un tecnico al di sopra della politica. Con queste solenni parole il Presidente della Repubblica e la stampa mainstream hanno presentato l’arrivo di Draghi a Palazzo Chigi. Ma chi è davvero Mario Draghi, l’uomo che dovrebbe traghettare l’Italia nel prossimo futuro?

Draghi e il Britannia: l’inizio delle privatizzazioni

Economista e accademico, la carriera di Draghi è iniziata a metà degli anni’80 durante l’ultima fase della I Repubblica. Da allora la sua ascesa è stata segnata da passaggi repentini tra incarichi pubblici e privati, ruoli di rilievo nelle istituzioni statali e in enti sovranazionali.

Prima diventa consigliere del Ministero del Tesoro nel Governo Craxi per poi entrare nella Banca Mondiale come Direttore esecutivo fino al 1990. Sono però gli anni ’90 il periodo dove la storia italiana risente maggiormente dell’influenza di Draghi.

Come Direttore Generale del Ministero del Tesoro dal 1991 al 2001, Draghi è stato infatti uno dei principali artefici della stagione delle privatizzazioni dei grandi asset strategici italiani. Un periodo inaugurato con un discorso pronunciato dallo stesso Draghi sul panfilo Britannia nel 1992, alla presenza dei principali rappresentanti delle istituzioni finanziarie mondiali.

Poiché le privatizzazioni sono così cruciali nello sforzo riformatore del Paese, i mercati le vedono come il test di credibilità del nostro sforzo di consolidamento fiscale. E i mercati sono pronti a ricompensare l’Italia come hanno fatto in altre occasioni.

Questo uno dei tanti passaggi del discorso di Draghi sul Britannia a cui fece seguito la privatizzazione dell’IRI, di Autostrade, della Banca Commerciale italiana, del Credito italiano, dell’IMI, della STET di AGIP, di parte dell’ENEL e di ENI e molte altre aziende prima in mano pubblica. Una stagione che è coincisa con il declino italiano e ha portato ad una conseguente perdita progressiva di sovranità politica ed economica.

Da Goldman Sachs alla lettera a Berlusconi

Terminate le privatizzazioni, finisce anche l’incarico di Draghi al Ministero del Tesoro. L’economista entra così nella banca d’affari americana Goldman Sachs fino al 2005. La porta scorrevole tra pubblico e privato continua però ad aprirsi e con nonchalance Draghi dopo Goldman Sachs diventa Governatore della Banca d’Italia. In questo ruolo esercita pressioni sui Governi italiani per tagliare la spesa pubblica, ridurre l’inflazione e riformare il mercato del lavoro.

Infine Draghi viene nominato Presidente della BCE nel 2011 e si distingue subito per la lettera cofirmata insieme al Presidente uscente Jean Claude Trichet e indirizzata all’allora Governo Berlusconi.

E’ necessaria una complessiva, radicale e credibile strategia di riforme, inclusa la piena liberalizzazione dei servizi pubblici locali e dei servizi professionali. Questo dovrebbe applicarsi in particolare alla fornitura di servizi locali attraverso privatizzazioni su larga scala. C’è anche l’esigenza di riformare ulteriormente il sistema di contrattazione salariale collettiva, permettendo accordi al livello d’impresa in modo da ritagliare i salari e le condizioni di lavoro alle esigenze specifiche delle aziende e rendendo questi accordi più rilevanti rispetto ad altri livelli di negoziazione.

Il Governo Berlusconi rifiutò di applicare queste proposte e sappiamo poi com’è andata a finire. Quello di Draghi è quindi un profilo decisamente controverso ed è curiosa la definizione riservatagli dall’ex Presidente della Repubblica Francesco Cossiga. “Un vile affarista e liquidatore dell’industria pubblica italiana”. Parole che pesano e devono far riflettere prima di affidare il destino dell’Italia a questo personaggio.

Fonte: https://www.byoblu.com/ 

®wld 

 

Cadono gli ultimi cliché, quello di una destra che non vuole parlare con i poteri forti

Meloni l’americana. Se la leader di Fdi entra nell’Aspen Institute

Meloni l’americana. Se la leader di Fdi entra nell’Aspen Institute

Di Francesco Bechis

Nella nuova lista dei soci dell’Aspen Institute Italia, prestigioso think tank americano presieduto da Giulio Tremonti, spunta il nome di Giorgia Meloni, fra Napolitano e Maroni, Paolo Mieli e Mario Nava. La destra italiana parla, eccome, con gli Usa (e i poteri forti…)

Cresce nei sondaggi, presiede un partito europeo, parla americano. Continua la scalata a stelle e strisce di Giorgia Meloni.

L’ultima novità arriva dall’Aspen Institute, uno dei più grandi e prestigiosi think tank statunitensi al mondo, in Italia presieduto da Giulio Tremonti.

Nella lista dei soci per il 2021 spunta anche il nome della leader di Fratelli d’Italia. Fa compagnia al presidente emerito della Repubblica Giorgio Napolitano e a suo figlio Giulio, ordinario a Roma Tre, a Paolo Mieli e al luminare Walter Russell Mead. E poi ancora Roberto Maroni, Antonio Martino e Antonio Marzano, l’ambasciatore Alessandro Minuto Rizzo e il direttore generale per le “riforme strutturali” in Ue Mario Nava.

Non può non balzare all’occhio il nome dell’aspirante leader della destra italiana, indicata con un laconico “deputato, Roma” in mezzo alla lista. L’Aspen infatti non è un think tank qualsiasi.

Il distaccamento italiano si affaccia su Piazza Navona ed è da decenni crocevia di diplomatici e accademici, intellettuali e politici, americani e non. Anche il nuovo presidente americano Joe Biden, in una delle ultime trasferte a Roma da vice di Barack Obama, ha fatto tappa all’Aspen per una conferenza internazionale.

La Meloni non è davvero nuova in quel mondo. È stata più di una volta ospite dei convegni che l’istituto organizza in una sontuosa sala affrescata.

Ora ci torna in veste di socio, una notizia che qualcosa racconta del percorso fatto dalla leader di Fdi nell’ultimo anno.

Alla cavalcata nei consensi, che la vedono tallonare a poca distanza Matteo Salvini, la Meloni ha affiancato un’operazione di re-styling per scacciare l’immagine di una destra anti-europeista ed eternamente tentata da una pregiudiziale anti-americana.

Di qui la scelta di impegnarsi, fino ad assumerne la presidenza, unica donna a ricoprire quel ruolo a Bruxelles, nel partito dei Conservatori europei. O ancora il viaggio in America per parlare come ospite al Cpac (Conservative political action conference), il gotha della destra Usa.

Con l’entrata in Aspen cade definitivamente un ultimo cliché, quello di una destra che non vuole parlare con i “poteri forti” e che da questi viene evitata.

Nel think tank Usa non mancano certo nomi illustri, a leggere chi fa parte del comitato esecutivo. C’è Mario Monti e il presidente onorario Giuliano Amato, Marta Dassù e Gianni Letta, Paolo Savona e Romano Prodi, l’ad di Enel Francesco Starace e John Elkann come vicepresidente.

Fonte: https://formiche.net/

®wld

Il Grande Fratello … sta venendo a prenderti

Se sei un conservatore, il momento di iniziare a preoccuparti della censura e della persecuzione è adesso.

Di: Luis R. Miranda

La California è bruciata perché attaccata da veri terroristi interni, ma nessuno, né Joe Biden, né i media mainstream, né il Partito Democratico, né il Congresso l’ha definita una minaccia alla pace.

Lo Stato di Washington è stato attaccato e bruciato da veri terroristi interni guidati da Antifa e Black Lives Matter, ma nessuno, né Joe Biden, né i media mainstream, né il Partito Democratico, né il Congresso lo hanno definito una minaccia alla pace.

Washington DC è stata attaccata, monumenti sono stati rimossi e vandalizzati, è stato appiccato il fuoco alle imprese, ma nessuno, né Joe Biden, né i media mainstream, né il Partito Democratico, né il Congresso l’hanno definito una minaccia alla pace.

New York City è stata attaccata e vandali e criminali organizzati e finanziati da multinazionali, George Soros e la gente sono stati picchiati mentre cercavano di salvare i loro mezzi di sussistenza, ma nessuno, non Joe Biden, non i media mainstream, non il Partito Democratico, non il Congresso l’ha definita una minaccia alla pace.

Nessun gruppo o organizzazione conservatrice è stato accusato di questi attacchi. Tuttavia, i media mainstream hanno incolpato l’allora presidente Donald J. Trump per la violenza.

Mentre i media difendevano la violenza ei Democratici ignoravano le morti e i saccheggi, a Washington a nessuno importava che le grandi città fossero distrutte da uomini e donne mascherati che lanciavano molotov alle stazioni di polizia.

Ora, dopo che Joe Biden è seduto nello Studio Ovale, la sua amministrazione ei media mainstream chiedono la fine della violenza nel tentativo di bandire, censurare e rimuovere dalla piattaforma chiunque mostri il minimo disaccordo con l’amministrazione ovviamente tirannica di Joe Biden e Kamala Harris.

Famosi canali tradizionali come MSNBC, CNN e New York Times prestano le loro onde radio, personalità televisive e colonne di opinione per chiedere la fine dei media conservatori, dei liberi pensatori e di chiunque non elogi le politiche di Joe Biden.

I conservatori sono stati ora etichettati come una minaccia e la nuova amministrazione non risparmierà un centesimo per cercare, distruggere e mettere a tacere le voci dissenzienti su televisione, radio e piattaforme Internet. Avevano già iniziato le loro azioni tiranniche censurando il presidente in carica degli Stati Uniti, accusandolo di incitamento alla violenza.

Hanno attribuito a Trump la responsabilità delle rivolte avvenute fuori e all’interno del Congresso, anche se quelle violente erano le stesse persone che si sono ribellate a Chicago, Washington DC, New York, Detroit e in California nell’estate del 2020.

Per le persone che ora detengono il potere, dissenso significa odio e le voci di odio devono essere censurate a tutti i costi.

Il presidente Joe Biden ha definito le rivolte contro l’edificio del Congresso degli Stati Uniti “terrorismo interno” e uno dei primi passi che ha compiuto nelle sue prime 48 ore alla Casa Bianca è stato commissionare una valutazione approfondita del problema.

In un campione della rilevanza che Biden dà al problema, la responsabilità di indagare sui rivoltosi ricadrà sul Department of Homeland Security e sull’FBI, che svolgeranno le proprie indagini e si affideranno anche al lavoro di organizzazioni non governative, ha spiegato il segretario stampa Jen Psaki.

“L’assalto al Campidoglio e le tragiche morti e distruzioni che ne sono seguite sottolineano ciò che sappiamo da molto tempo: l’ascesa dell’estremismo interno violento è una minaccia seria e crescente alla sicurezza nazionale”, ha detto Psaki.

Sulla base di questa valutazione, il Consiglio di sicurezza nazionale svilupperà misure per prevenire la radicalizzazione e smantellare le reti di estremismo violento. “L’amministrazione Biden affronterà questa minaccia con determinazione e con tutte le risorse necessarie”, ha sottolineato.

Il coinvolgimento di Homeland Security, un’agenzia federale creata sulla scia degli attacchi dell’11 settembre 2001, riflette un cambiamento nella strategia antiterrorismo degli Stati Uniti per focalizzare l’attenzione sulla violenza generata all’interno del paese.

Gli esperti di terrorismo considerano l’assalto il culmine di anni di radicalizzazione in alcuni settori della società americana.

L’insurrezione è stata la manifestazione, denunciata da analisti e politici, che il governo federale non ha preso sul serio i segnali di allarme che arrivavano: il massacro contro gli ispanici a El Paso, l’attacco alla sinagoga di Pittsburgh …

Motivazioni razziste sono state trovate nella maggior parte degli oltre 1.000 casi di terrorismo interno l’anno scorso, ha avvertito il direttore dell’FBI Christopher Wray in autunno.

“Questo non è accaduto perché non avevamo le risorse per anticiparlo, non avevamo rapporti di intelligence o leggi appropriate”, afferma la deputata Alexandria Ocasio-Cortez. “I democratici chiedono maggiori risorse per finanziare programmi di deradicalizzazione, come Life After Hate.

L’assalto al Congresso dimostra come le ingiustizie, reali o immaginate, possano portare alla violenza ma anche “come possono e saranno sfruttate per radicalizzare gli altri verso la violenza” diretta contro gruppi identificati come nemici, afferma l’organizzazione, poiché “dà loro un falso senso di sollievo. “Che si tratti della manipolazione delle credenze religiose o dello sfruttamento del patriottismo.

Il Congresso ha chiesto al direttore dell’intelligence nazionale, nominato da Biden, Avril Haines, di dedicare le risorse delle agenzie federali per indagare sul problema dell’estremismo e della disinformazione.

Gli sguardi apprensivi dell’Europa verso gli Stati Uniti sono reciproci. “Abbiamo visto gruppi simili di estrema destra crescere in vari paesi europei e c’è una certa rete tra ciò che sta accadendo lì e ciò che sta accadendo in questo paese”, afferma il senatore Mark Warner.

Tutto questo caos è stato collegato a Donald Trump, che ora è stato messo sotto accusa per la seconda volta, per presunta istigazione alla violenza. I sostenitori di Trump in televisione e sui social media continuano ad essere attaccati a destra ea manca dai cosiddetti esperti che hanno chiesto apertamente il divieto totale e completo di personalità e media conservatori, come Newsmax e Fox News.

Il Southern Poverty Law Center (SPLC), un’organizzazione di estrema sinistra, afferma di aver identificato più di una dozzina di gruppi estremisti che hanno partecipato all’assalto al Campidoglio, ad esempio i Proud Boys.

Anche se “non sembra esserci alcuna organizzazione dall’alto verso il basso”, il fatto che alcuni di questi estremisti siano organizzati in milizie o abbiano addestramento militare è “un’ulteriore preoccupazione” rispetto ai “jihadisti americani spesso incompetenti” emersi dopo il 9 / 11, afferma Daniel Byman, analista presso la Brookings Institution.

“Questi gruppi di odio, incoraggiati dal presidente-Trump-, rappresentano una minaccia diretta per la vita di milioni di neri, indigeni e altre persone di colore in tutto il paese”, avvertono. Come i bravi bugiardi, l’SPLC omette che la maggior parte dei neri e dei membri di altre minoranze che muoiono negli Stati Uniti muoiono nelle mani di criminali e membri di bande, non ufficiali di polizia o suprematisti bianchi.

Tutti i media e i gruppi politici di sinistra che hanno difeso la violenza perpetrata in tutti gli Stati Uniti da veri gruppi terroristici mentono anche sulla frode elettorale commessa contro il popolo americano a novembre, e ora vogliono cacciare e distruggere qualsiasi voce che ancora i coniugi dissentono sulla storia ufficiale pubblicata sui media mainstream.

Chiedono a tutti gli oppositori del regime radicale di Joe Biden di essere trattati come terroristi interni. Non c’è bisogno di ricordare cosa è successo ai presunti terroristi sotto George W. Bush, e questa è la stessa linea che sembra seguire l’amministrazione Biden.

Diversamente da Hitler o Lenin, Biden utilizzerà l’apparato dell’intelligence, i media mainstream e le risorse della Big Tech per ripulire il paese dai dissidenti mentre dice alla gente che il dissenso è violenza e che la violenza deve essere sradicata.

Fonte: https://real-agenda.com/

Correlati:

La Prigione del Pensiero

Analisi cronologica sull’evoluzione della crisi Covid – 19

E adesso?

®wld

Un giudice ha imposto un “blackout mediatico” negli Stati Uniti

Introduzioe:

[3/12, 13:42] Anna Dossena:

La #TerzaGuerraMondiale è di fatto iniziata.

Siamo in guerra e in molti ancora non l’hanno capito, perché lobotomizzati da una falsa informazione e prigionieri di una falsa pandemia. Una guerra che si combatte tra il deep state globalista che vuole istaurare un “Nuovo Ordine Mondiale” e l’imprevista reazione patriota del Presidente degli Stati Uniti Donald J. Trump. L’outsider che ha sconfitto il sistema e che oggi è a capo del mondo libero che combatté contro l’instaurazione della dittatura mondialista. Ma sappiate che tra qualche giorno la maschera mediatica cadrà e tutti vedranno il vero volto della realtà nel quale è stato intrappolato.

***************************************

Evidentemente Barak Obama è stato arrestato alle Hawaii e accusato di spionaggio secondo un annuncio del procuratore generale aggiunto per la sicurezza nazionale, John C. Demers, sabato 28 novembre.

Quello stesso giorno l’ex vicepresidente di Obama Joe Biden ha iniziato a indossare uno stivale che poteva nascondere un braccialetto alla caviglia, anche se ha espresso che lo stivale era dovuto a un infortunio alla caviglia. Due settimane fa la direttrice della CIA Gina Haspel è stata catturata e detenuta con l’accusa di frode elettorale – e ha detto che stava spargendo il sacco su Obama e Biden.

Obama, Biden e Haspel erano sospettati di collusione con potenze straniere incluso il Partito Comunista Cinese, oltre a promuovere l’uso del frode elettorale, per mettere al potere il biglietto socialista incline e compromesso Biden / Harris, sorpassare il governo degli Stati Uniti e stabilire un Nuovo Ordine Mondiale.

La denuncia di Obama ha dichiarato che l’ex presidente degli Stati Uniti ha compromesso la sicurezza degli Stati Uniti cospirando con un partner commerciale ed ex agente della CIA per fornire informazioni riservate del governo degli Stati Uniti ai funzionari dell’intelligence cinese nella Repubblica popolare cinese (RPC).

È stato riferito che Biden era agli arresti domiciliari per aver compromesso la sicurezza degli Stati Uniti cospirando con una potenza straniera per interferire con le elezioni statunitensi. Tuttavia, Biden è stato piuttosto schietto sulla sua frode elettorale alla TV nazionale, dicendo subito prima delle elezioni di aver “compilato la più vasta organizzazione di frode elettorale nella storia della politica”.

Si diceva che il laptop del figlio di Biden, Hunter, contenesse le prove che Biden era stato compromesso, avendo accettato milioni di dollari dalla Cina, dall’Ucraina e da altri paesi durante i suoi anni in carica pubblica, inclusi i suoi otto anni di servizio come Vice Presidente degli Stati Uniti.

Un sole. Il rapporto del 22 novembre mostrava che Joe Biden ha rubato 140 milioni di dollari dal Tesoro degli Stati Uniti e li ha trasferiti sul conto personale nelle Isole Cayman: https://twitter.com/MzMugzzi “Il rapporto mostra che Joe Biden ha rubato 140 milioni di dollari dal Tesoro federale degli Stati Uniti e trasferito in $ $ a Rosemont Seneca, presumibilmente per salvataggi bancari e poi al suo conto personale nelle Isole Cayman “.

Mesi prima delle elezioni, l’Ucraina aveva emesso un mandato su Biden per i suoi rapporti lì – notizie che, come ogni altra cosa collegata alla cabala democratica, non sono mai arrivate ai titoli dei mass media di sinistra.

I presunti arresti di Haspel, Obama e Biden sarebbero stati collegati a un’indagine approfondita su enormi questioni di frode elettorale incentrate sui server della Dominion Company e sulle elezioni presidenziali del 2020 che Biden affermava di aver vinto.

Il 7 novembre, il sabato dopo le elezioni, la direttrice della CIA Gina Haspel è stata catturata e detenuta per frode elettorale. È stata ferita dalle forze dell’OP degli Stati Uniti che hanno fatto irruzione in un sito di server farm della CIA di Francoforte, in Germania. Sfortunatamente cinque soldati statunitensi e uno dei mercenari della CIA sono rimasti uccisi nello scontro a fuoco.

Haspel, evidentemente a Francoforte per proteggere i dati del server che incriminerebbero i leader di Deep State come Obama e Biden, avrebbe collaborato per ridurre la propria condanna e rivelare informazioni su una vasta truffa di frode elettorale perpetrata dai democratici nelle elezioni del 2020.

Il raid militare ha catturato i server di Dominion Voting, che si è scoperto che avevano scambiato voti da Trump a Biden dalle loro sedi in Germania, Canada e Spagna. Raid simultanei hanno avuto luogo a Toronto (quartier generale del Dominion Voting System) e Barcellona, ​​in Spagna (un’altra server farm della CIA Scytl utilizzata nella frode di cambio del voto elettorale).

Anche se non ne avresti mai sentito parlare nei Mass Media di oggi, i collegamenti erano ovviamente lì. George Soros era un capo del Consiglio di amministrazione di Dominion. Dalle elezioni del 3 novembre, una barca carico di prova è venuta alla luce intorno alle macchine per il voto del Dominio sviluppate dalla CIA di proprietà di George Soros che hanno tabulato i risultati delle elezioni americane. La tabulazione è stata eseguita su server facilmente compromessi in Germania, Canada e Spagna che erano collegati a Internet. Si diceva che i programmi Dominion erano protetti per lanciare milioni di voti Trump a Biden.

Nel 2002-2004 un software per l’algoritmo di commutazione del voto dell’app Hammer Supercomputer Scorecard sulle macchine Dominion è stato preso in prestito dalla CIA per essere utilizzato nel software di commutazione del voto Smartmatic sviluppato in Venezuela dal dittatore Hugo Chavez e da ufficiali militari venezuelani al fine di truccare le elezioni.

Sabato. mattina 28 novembre Il reclamo penale di Obama è stato aperto da Demers, il procuratore degli Stati Uniti per il distretto delle Hawaii Kenji M. Price, il vicedirettore della divisione di controspionaggio dell’FBI Alan E. Kohler Jr. e l’agente speciale incaricato dell’ufficio del campo di Honolulu dell’FBI Eli S. Miranda.

Un giudice ha imposto un “blackout mediatico” negli Stati Uniti sulle notizie sull’arresto, ma organi di stampa canadesi come Conservative Beaver e un paio di giornali di lingua spagnola non erano soggetti a tali regole e hanno dichiarato dell’arresto di alto profilo.

Sotto la direzione del generale Michael Flynn, gli arresti di massa sono continuati su oltre 209.000 accuse sigillate presentato nei tribunali federali di tutta la nazione da quando il presidente Trump è entrato in carica. Mercoledì. 25 novembre Flynn ha iniziato a eseguire arresti di alto livello all’estero e al momento stava cercando pedofili nei Paesi Bassi – il quartier generale del Nuovo Ordine Mondiale e del Consiglio delle Relazioni Estere – dove recentemente molti aerei sono misteriosamente precipitati. Henry Kissinger e altri sono stati estromessi dal Council of Foreign Relations.

I voli di consegne militari erano in tutti gli Stati Uniti. Si diceva che centinaia di attori traditori fossero stati estratti, caricati su voli e interrogati fino a quando non si sono voltati, con particolare attenzione alla ricerca di prove di frode elettorale. Questi voli militari stavano aumentando in preparazione alla potenziale violenza antifa e alla sicurezza del rilascio dei camper.

Per anni il Partito Democratico e alcune élite politiche repubblicane hanno apparentemente lavorato in cooperazione con i partiti comunisti cinesi e altri per rovesciare il governo degli Stati Uniti e creare un Nuovo Ordine Mondiale. Trump ei cappelli bianchi dell’Alleanza hanno istituito le elezioni presidenziali del 2020 come un pungiglione per catturare questi cattivi in ​​tradimento, con l’intelligence raccolta da “The Kraken”.

Il Kraken era il soprannome del 305 ° Battaglione del Corpo dei Servizi Segreti Militari situato a Fort Huachuca, in Arizona. Forniva guerra elettronica e intelligence dei segnali (SIGINT). Il 305 ° composto da sei compagnie, HHC, Alpha, Bravo, Charlie, Delta ed Echo.

Mercoledì. mattina 4 novembre subito dopo l’elezione, il Dipartimento della Difesa, il 305 ° Battaglione e l’NSA hanno iniziato a registrare prove di frode in tempo reale del cambio di voto da tutti e sei gli stati del campo di battaglia (GA, PA , MI, WI, AZ, NV) in un registro tecnologico blockchain che non era hackerabile e non eliminabile. Questa prova digitale in tempo reale verrebbe utilizzata per perseguire tutti i Deep Staters coinvolti in elezioni e frodi elettorali, inclusi Obama, Biden e Haspel.

Pagina 9 delle cause federali di Sydney Powell archiviate in Georgia e Michigan a mezzanotte di mercoledì. 25 novembre 2020 : “Gli agenti che agivano per conto di Cina e Iran hanno avuto accesso al software Dominion al fine di monitorare e manipolare le elezioni, comprese le ultime elezioni generali statunitensi nel 2020”.

Martedì. 1 novembre. Il tenente generale McInerney ha twittato: “È TREASON. Stanno cercando di rovesciare questo governo”.

Intanto il Deep State Globalista dopo aver assunto i pieni poteri annullando i diritti costituzionali con il solito pretesto del virus, schiera gli eserciti per strada e si prepara a imprigionare i popoli per evitare che questi gli si rivoltino contro al momento della verità.

Ieri il Presidente Trump ha fatto il discorso finora più importante della sua vita: “Non ho compito più alto di quello di difendere la legge e la Costituzione degli Stati Uniti. Il nostro sistema democratico è sotto assedio.” Questo significa che Trump sta prendendo seriamente in considerazione di indire la legge marziale per sventare questo colpo di Stato mondialista e arrestare tutti traditori del mondo libero.

Fonte: https://beforeitsnews.com/

®wld