Crea sito

Il potere dell’intenzione nel mondo fisico

La   scienza ha dimostrato che l'”intenzione collettiva” influenza il mondo fisico

di Paul Lenda dal sito web: Shift

Il potere dell’intenzione nel mondo fisico

Possono il pensiero, l’intenzione e l’emozione influenzare il mondo fisico?

Molte persone credono di poterlo fare, ma i modelli scientifici per testare e quantificare questa idea spesso falliscono. La fisica classica ha avuto molto successo nel comprendere la natura fisica dell’universo , tuttavia questa visione del mondo presume che la realtà sia limitata alla materia.

Ciò lascia la fisica classica mal equipaggiata per misurare o quantificare i fenomeni non fisici.

Ciò ha portato a un movimento verso la scienza post-materiale. Se sperimentate l’intuizione e altri fenomeni non fisici, sarete entusiasti di apprendere che la scienza sta iniziando a convalidare questo regno.

Sarai ispirato ad esplorare i modi quantistici in cui sei connesso con l’intero universo. Le pratiche spirituali come la meditazione, il qi gong e lo yoga erano considerate forme di scienza molto prima che Newton ispirasse la fisica classica.

La fisica quantistica flirta con i regni del mistero che erano tradizionalmente riservati ai mistici.

Non c’è bisogno di essere in disparte come osservatore perché ci sono alcuni progetti di ricerca molto interessanti in corso negli interstizi tra scienza e spiritualità, che esploreremo di seguito.

Oggi abbiamo un’opportunità senza precedenti di partecipare a questo processo storico che integra fisica, coscienza e meditazione di gruppo.

Perché la scienza dei materiali post?

La fisica newtoniana classica si concentra principalmente sul mondo materiale, ma gli studi sulla coscienza sono una delle punte di diamante della ricerca scientifica.

Ciò richiede un nuovo paradigma che consenta di accettare la mente, la coscienza e i fenomeni non materiali nell’equazione della realtà, trovando al contempo mezzi adeguati per studiarli e quantificarli.

Un gruppo leader di scienziati di tutto rispetto si è riunito e ha presentato un Manifesto per la scienza post-materialistica come soluzione ai limiti della fisica classica.

Come per ogni nuovo campo di indagine, non è privo di controversie e sconvolge alcuni membri dello status quo scientifico.

I principali progressi della scienza – persino le rivoluzioni – seguono il crollo di paradigmi obsoleti, il cui rovesciamento è forzato dall’accumulo di prove empiriche che violano il paradigma.

Dave Pruett Ex ricercatore della NASA Professore emerito di matematica, James Madison University


Come la scienza è arrivata alla soglia della spiritualità

I primi echi della necessità di un nuovo paradigma che affronti la realtà non fisica provenivano da Einstein all’inizio degli anni ’30.

Nella sua ricerca, ha osservato qualcosa di così bizzarro che riusciva a malapena a credere a ciò che stava vedendo.

Lo definì “azione spettrale a distanza“, che in seguito divennero due dei concetti principali studiati nelle scienze dell’informazione quantistica, noti come entanglement e non-località.

L’entanglement si verifica quando due particelle sono così profondamente legate (da un campo quantistico) che una particella può istantaneamente (cioè più veloce della velocità della luce!) Influenzare l’altra anche a grandi distanze non localmente.

Ciò implica che la distanza fisica tra le particelle è irrilevante, quindi un salto di qualità nella nostra idea di ciò che è possibile.

Il passaggio dalla scienza materialistica alla scienza post-materialistica può essere di vitale importanza per l’evoluzione della civiltà umana.

Può essere ancora più centrale rispetto alla transizione da geocentrismo a eliocentrismo .

Un manifesto per la scienza post-materialistica

Sebbene questo fenomeno non sia completamente compreso, è accettato nella meccanica quantistica.

Forse hai vissuto un momento in cui hai pensato casualmente a una persona cara a cui non pensavi da molto tempo, poi il telefono squilla e tu lo sollevi per sentire la sua voce?

Questo tipo di “sincronicità” si verifica spesso per molte persone, ma può essere difficile dimostrare esattamente perché o come si verificano.

La fisica quantistica è proprio all’inizio dell’esplorazione di questo fenomeno che è stato spesso chiamato coincidenza … fino ad ora.

Senza il mondo spirituale il mondo materiale è un enigma sconfortante.

Joseph Joubert


La scienza della ricerca incontra la meditazione, l’intenzione umana e la coscienza


Bill (William) Tiller, membro dell’American Academy for the Advancement of Science e presidente emerito del Dipartimento di scienza dei materiali della Stanford University , ha trascorso trentaquattro anni nel mondo accademico dopo nove anni come consulente fisico presso i Westinghouse Research Laboratories.

Ha pubblicato oltre duecentocinquanta articoli scientifici convenzionali, tre libri e diversi brevetti. In qualità di famoso scienziato, è anche un forte sostenitore della meditazione, della scienza non fisica e della spiritualità.

Ha coniato il termine Scienza Psicoenergetica per descrivere il suo lavoro che combina coscienza e scienza .

Negli ultimi quattrocento anni, un assunto non dichiarato della scienza è che l’intenzione umana non può influenzare ciò che chiamiamo “realtà fisica”.

La nostra ricerca sperimentale dell’ultimo decennio mostra che, per il mondo di oggi e nelle giuste condizioni, questa ipotesi non è più corretta.

Noi umani siamo molto più di quanto pensiamo di essere e la Scienza Psicoenergetica continua ad ampliarne le prove.

Dottor Bill Tiller

Tiller è convinto che l’intenzione possa influenzare le sostanze fisiche e ha sviluppato una tecnologia al silicio a base cristallina in grado di catturare e memorizzare un’intenzione diretta da un gruppo di meditatori.

Questa intenzione energetica risuona a una frequenza che può essere registrata o trasmessa per ottenere un effetto designato nelle persone.

Le prime ricerche con questa tecnologia nel suo laboratorio a Stanford, così come nei laboratori di Londra e Berlino, indicano la capacità dell’intenzione umana diretta di,

aumentare o abbassare il pH dell’acqua di un punto, la crescita delle larve a una velocità maggiore del 30% e l’uccisione dei batteri a una velocità maggiore del 30% …

Ciò implica una sorta di connessione non fisica, non locale tra l’intenzione e queste sostanze fisiche.


Affrontare lo scetticismo

Come per qualsiasi nuovo campo di studio, ci saranno successi e fallimenti.

Gli scienziati sono vulnerabili alle debolezze che tutti sperimentiamo.

Negazione dei fatti, pregiudizi di conferma, resistenza a nuove idee, ecc. Sono questioni che gli scienziati del vecchio e del paradigma emergente dovranno affrontare.

Una ricerca vigorosa può essere costosa e può essere difficile trovare finanziamenti per teorie non convenzionali.

Quindi sì, ci saranno scettici e ci saranno anche nuove scoperte che faranno cadere le convinzioni di lunga data sugli esseri umani, l’universo e ciò che è possibile.

Proprio come era Einstein ,

sconcertato e scettico riguardo alle proprie osservazioni sull’entanglement,

… siamo tutti suscettibili di vedere le nostre nozioni preconcette sfidate e ribaltate da questo campo emergente della scienza non materiale.


Posso essere coinvolto?

Si, puoi!

La cosa migliore della ricerca sulla coscienza su scala globale è che richiede la partecipazione di molte persone.

Poiché affrontiamo sfide senza precedenti con,

… non c’è mai stato un momento più potente sul pianeta per gli umani per accedere collettivamente a regni di potenziale superiori.

Siamo pronti per un cambiamento quantico e ne abbiamo davvero bisogno.

Sincronizzato a livello globale per un balzo quantico

Attualmente, le menti più importanti nel campo della scienza, della spiritualità e della tecnologia stanno imparando a collaborare in modi che sicuramente faranno ondate.

Il Merraki Institute ha collaborato con Bill Tillere sta conducendo una vigorosa ricerca scientifica in un altro esperimento globale partecipativo.

Merraki è una parola greca che significa,

“Fare qualcosa con anima, creatività o amore”,

… ed è piacevole vedere questa etica essere centrale in un progetto di ricerca scientifica.

Se sei interessato a partecipare alla nuova entusiasmante tecnologia di Tiller che utilizza il silicio a base cristallina per immagazzinare ed emettere una trasmissione di energia dell’intenzione, puoi saperne di più o essere coinvolto qui.


E l’amore?

Esistiamo tutti all’interno di un campo di energia più ampio, un campo quantistico.

Forse amore, intenzione ed emozione sono intrecciati in questo campo misterioso?

Abbiamo la capacità di accedere a vari stati interni di coscienza attraverso la meditazione e la consapevolezza, possiamo alterare le nostre relazioni sociali e potenzialmente possiamo cambiare le cose su scala globale.

Questo processo inizia all’interno, si approfondisce con la pratica personale ed è celebrato nella comunità più ampia che si sta impegnando in queste antiche pratiche. Potremmo finalmente iniziare a vedere la convalida scientifica per i regni invisibili che molti di noi sentono intuitivamente. Si spera che inizieremo anche a sperimentare cambiamenti quantistici nel mondo che ci circonda mentre approfondiamo la nostra comprensione.

 

Siamo non solo, ei confini dove iniziare o finire come esseri fisici, emotivi, ed elettriche viene costantemente ridefinito dalla scienza.

L’unità di coscienza può essere una legge scientifica che aspetta di essere scoperta …

La combinazione di fisica, coscienza e meditazione di gruppo è ancora nelle prime fasi di esplorazione della scienza, ma il potenziale di scoperta è infinito …!

Fonte: https://www.bibliotecapleyades.net/

***********************************

Ti potrebbero interessare:

La Nuova Normalità

La corruzione nel mondo classico

®wld

Almanacco di ottobre 2018

chi ha fatto più debito pubblico

Riprendo da IcebergFinanza questa tabella. E ricordare che nel 1980, quando ancora vigeva il “matrimonio” fra Tesoro e Banca Centrale, il debito publico era sotto il 60% del Pil: il risparmio italiano finanziava se stesso, e la crescita del Pil. Nel 1981, non per legge bensì con un paio di lettere che si scambiarono privatamente il ministro del Tesoro (Andreatta) e il governatore di Bankitalia (Ciampi), quest’ultima cessò di acquistare i BOT che i “mercati” non assorbivano, come aveva fatto prima, in pratica cessandfo di calmierare gli interessi sul debito. 

Fonte: https://www.maurizioblondet.it/ 

“La storia di una grande illusione” di William White 

Il secolo 19º è il secolo che vide la nascita delle vaccinazioni di massa, e con essa vide anche un feroce dibattito che prese forma, già allora, fra vaccinisti e anti-vaccinisti. Del gruppo dei secondi faceva parte lo scrittore William White, che nel 1885 – dopo l’introduzione dell’obbligo vaccinale in Inghilterra – scrisse il libro “The story of a Great Delusion” (La storia di una grande illusione). Quelli che seguono sono alcuni estratti dalla prefazione del libro. 

[Nota storica: prima della vaccinazione vera e propria, inventata dal medico inglese Edward Jenner, si praticava la variolizzazione, che consisteva nel contagiare direttamente le persone con una forma leggera di vaiolo tramite una escoriazione cutanea “arm to arm” (da un braccio all’altro), dalla persona già contagiata alla persona sana. Questa pratica sarebbe poi stata sostituita dall’inoculazione diretta del virus del vaiolo preso dalla mucca (da cui il termine “vaccino”)].

La storia di una grande illusione – di William White L’articolo continua QUI

Vaccinare ragazzi e nonni, o niente più esenzioni sul ticket?

Si chiama “vaccinazione universale”, e ha un sapore sinistramente orwelliano: negli Usa, prevede che siano immunizzati i neonati – ad appena 6 ore di vita – dal virus dell’epatite B, che si può contrarre solo per via sessuale o attraverso aghi infetti. «E’ pieno, infatti, di neonati che ad appena 6 ore dal parto vanno in giro a fare sesso o a iniettarsi eroina». Una garanzia: «I piccoli incorporano veleni che possono danneggiargli il cervello in modo anche irriversibile, non avendo ancora un sistema immunitario bilanciato». Massimo Mazzucco, ovvero: viaggio – virtuale, ma non troppo – nell’incubo che ha invaso di colpo la mente di milioni di italiani, dopo l’adozione del decreto Lorenzin sull’obbligo vaccinale. «Prima, dei 4 vaccini obbligatori non parlava nessuno», ricorda Fabio Frabetti di “Border Nights”. «Poi, all’improvviso, le vaccinazioni divenute improvvisamente obbligatorie (in prima battuta addirittura 12, e senza alcuna emergenza sanitaria in corso) sono state recepite come un fatto fisiologico, quasi naturale, al quale semplicemente arrendersi». Fino al delirio che ora sembra contagiare lo stesso governo gialloverde: lungi dall’abrogare la filosofia della legge Lorenzin, il grillino Stefano Patuanelli sta lavorando a un decreto legge che, si dice, potrebbe anche sfociare in qualcosa di persino peggiore: per esempio, l’obbligo vaccinale esteso agli anziani, pena la perdita dell’esenzione dai ticket sanitari.L’articolo continua QUI

SCIE CHIMICHE E TUMORI A TERNI – “L’INDAGINE SENTIERI”  

Di: Errante

Il presente articolo non vuole mettere in dubbio l’esito dell’Indagine “SENTIERI”, ma vuole approfondire e tentare di fare chiarezza in un settore critico come Ambiente/Salute.

TERNICirca un mese fa a Terni è stata resa pubblica l’Indagine “SENTIERI”. Uno studio sull’incidenza di tumori e mortalità nelle età giovanili da 0 a 29 anni. L’indagine è stata eseguita su alcuni siti sensibili italiani, particolarmente soggetti ad inquinamento da industrie. Da sottolineare, come dice il documento, che alcune fonti sono sconosciute ma l’accusa è rivolta soprattutto contro l’impianto siderurgico che ha sede in città. Si parla di “eccessi”, ossia la differenza risultante dal confronto con la casistica nazionale. Quello che si sussurrava ora è noto a tutti, ufficialmente, importante rilevare come afferma il documento pubblico (link download), che si tratta della prima volta che lo studio è rivolto al settore dei giovani.

I risultati sono veramente tragici, tumori perfino nei feti, non vengono citati altri casi molto diffusi come Leucemie e Tumori della Tiroide; da 0 a 29 anni è in corso una strage. (Vedasi situazioni e casi analoghi in tutta Italia). L’articolo continua QUI

PIOGGIA DI FILAMENTI DAL CIELO

Il fenomeno alquanto strano si ripete da anni in molte zone del globo, ed anche in Italia. E proprio negli ultimi giorni pare intensificarsi. Segnalazioni arrivano soprattutto dall’Italia centrale. Molte persone hanno anche filmato la pioggia di tali filamenti, molto simili a ragnatele.

Mostriamo foto e analisi di uno tra i tanti casi. Un ingegnere elettronico voleva sapere di più e ha fatto eseguire una analisi a spese sue analizzando i campioni di questi filamenti per capire quanto meno l’origine e le cause, ed eventuali tossicità per l’uomo. I dati mostrano , come del resto altre volte, non sono stati ragni a depositare questi filamenti. Continua a leggere QUI

Ancora errori dell’IPCC sui cambiamenti climatici. Gli scienziati lo dimostrano

Pubblicato da Enzo Ragusa  

Di John Dale Dunn e Joseph Bast – 8 Ottobre 2018  

Oggi, il Gruppo Intergovernativo di esperti sul Cambiamento Climatico (IPCC) ha pubblicato una relazione speciale sui presunti impatti del “riscaldamento globale di 1,5 °C rispetto ai livelli preindustriali e dei relativi percorsi globali di emissione di gas serra, nel contesto del rafforzamento della risposta globale alla minaccia di cambiamenti climatici, sviluppo sostenibile e sforzi per sradicare la povertà”.

In concomitanza con la pubblicazione di questa pubblicazione, il Nongovernmental International Panel on Climate Change (NIPCC) ha pubblicato il 5 ottobre una bozza di Summary for Policymakers del quinto volume della serie “Climate Change Reconsidered”. Quel rapporto è disponibile online qui.

Le due relazioni raccontano storie drammaticamente diverse sulle cause e le conseguenze dei cambiamenti climatici. Si prevede che il rapporto dell’IPCC, denominato SP15, affermi che le emissioni di gas serra provocano un riscaldamento senza precedenti dell’atmosfera del pianeta, che è troppo tardi per evitare un riscaldamento di 1,5 °C rispetto ai livelli preindustriali e che nulla meno di una drastica riduzione dell’uso di combustibili fossili, forse persino un divieto assoluto imposto dalle Nazioni Unite, è necessario per prevenire una catastrofe globale. Continua a leggere QUI 

BARNARD SPIEGA LA DISRUPTION A TUTTI: COME FUNZIONA NEL CUORE.

Di Paolo Barnard

Prefazione fissa: cos’è la Disruption. Per Disruption oggi s’intende lo sconvolgimento, in positivo o in negativo, delle società e dell’economie portato dall’arrivo di nuove tecnologie dotate di una potenza mai vista dalla Storia umana. Il termine Disruption esprime il seguente concetto: tutto cambierà come mai visto prima, e nulla sarà più come prima. Ne consegue che, nel Terzo Millennio, non comprendere la Disruption equivale alla progressiva esclusione di Stati e individui da tutto, fra cui lavoro, produzione, salute, democrazia.

Non si può scrivere una piccola enciclopedia della Disruption iniziando a raccontare le cose che già, almeno di nome, sono sula bocca di tutti, come l’Artificial Intelligence, le App, la robotica, i super computer, la Blockchain o Big Data. Questo perché è fondamentale, prima, darvi lo strumento per capire cosa si nasconde dietro a tutto questo immane potere tecnologico, cioè proprio come fa a funzionare alla base. Infatti quasi nessuno lo sa.

Ogni singolo oggetto Digitale che oggi esiste, da quelli nella tasca del cittadino fino ai sistemi industriali e intercontinentali, deve la sua straordinaria capacità al seguente e davvero strano concetto:

Mucchi di elettroni sparati dentro a circuiti contando sull’alta… probabilità che si comporteranno come desiderato. Questo è il succo della grande scoperta chiamata Meccanica Quantistica. Senza di essa non esisterebbe il Digitale, né la Disruption.

A questo punto vi chiederete: la tech del futuro che già oggi domina il Pianeta sta in piedi su… calcoli di PROBABILITA’? Sembra una frase assurda, ma vi garantisco che è precisamente il modo in cui nell’essenza più profonda un cellulare usa la Rete, un computer crea una grafica, un laser esplora lo Spazio, una risonanza magnetica cerca immagini, un robot industriale riconosce una vite, l’Artificial Intelligence pensa, o l’energia illumina le città. Ora scomponiamo parola per parola quell’affermazione, e alla fine avrete compreso tutto ciò che è fondamentale capire su come le incredibili tecnologie della Disruption siano potute nascere e possano fare ciò che fanno. Continua a Leggere QUI

®wld

Le nature immortali

I Registri Akashici – Cosa sono e esistono realmente?

“Tutta la materia percettibile proviene da una sostanza primaria o essenzialità che va aldilà del concepimento, che riempie tutto lo spazio, l’Akasha o etere luminoso che è pieno di Prana che dà la vita, o forza creativa che chiama all’esistenza per cicli infiniti tutte le cose o i fenomeni” Nikola Tesla Il Risultato più Grande dell’Uomo, 1907

“Akasha”, a seconda della filosofia o della religione, basicamente ha lo stesso significato.

E’ sanscrito (lingua primaria sacra dell’Induismo), sta per “etere”, sia nel significato elementale che in quello metafisico. L’esistenza di questa “sostanza”, in mancanza di un termine migliore, è stata scelta da scienziati e filosofi delle antiche culture, tradizioni e religioni che risalgono a migliaia di anni.

Il tema è sempre stato presente dal misticismo/filosofia orientale fino ad arrivare all’Ovest con la filosofia esoterica.

Teniamo presente che adesso stiamo parlando di Akasha non dei “Registri Akashici”.

“E permisero che Apollonio facesse domande; e chiese loro di cosa fosse composto il cosmo; ma risposero:

“Di elementi.”
“Allora sono quattro?” domandò.
“No, non quattro”, disse Larchas, “sino cinque.”

“Come può essere che ce ne sia un quinto oltre l’acqua, l’aria, la terra e il fuoco?” disse Apollonio.

“C’è l’etere” rispose l’altro” che dobbiamo considerare come il materiale di cui sono fatti gli dei, mentre tutte le creature mortali inalano il filo, le nature immortali e divine inalano etere”, rispose l’altro.

Apollonio disse allora: “Dovrei considerare l’Universo un essere vivo?”
“Si,” rispose l’altro.
La Vita di Apollonio di Tiana
Filostrato, 220 d.C. (fonte)

E’ la base di tutte le cose del mondo materiale, e in varie filosofie è considerata la forza che impulsa dietro la creazione invisibile della materia. Secondo molti è la fonte di energia per la manifestazione materiale.

Tutto ciò è interessante in quanto “la fisica quantica” ha dimostrato che i pensieri umani, le intenzioni, le emozioni, non potranno mai avere un effetto diretto di nessun tipo sul nostro mondo materiale fisico.

Le teorie scientifiche odierne non riconoscono l’esistenza reale di Akasha, però il fatto che la fisica quantica ha dimostrato che lo spazio non è vuoto, senza dubbio questo antico concetto si presta ad una credibilità maggiore. Questa è la mia opinione.

“L’Aakaash non è distruttibile, è il substrato primordiale assoluto che crea la materia cosmica e pertanto le sue proprietà non si trovano nelle proprietà della materia che hanno un significato relativo.

L’Aakaash è la realtà eterna superfluida esistente, a cui non è possibile applicare la creazione e la distruzione…

I nostri occhi sono ciechi davanti alla realtà dello spirito; gli esperimenti scientifici non possono individuarla direttamente, in quanto i nostri esperimenti possono vedere solo le proprietà dei materiali che non sono gli attributi di Akasha.”
Idham thadhakshare vyoman pará. Parame vyoman
Paramahamsa Tewari, ingegnere, fisico e inventore.
“Fondamenti spirituali,”
www.tewari.org

I Registri Akashici

Cosa sono I Registri Akashici?

Secondo vari studi nell’ambito della teosofia (filosofia esoterica), i Registri Akashici sono una specie di dati base contenuti in un diario di viaggio dell’anima.

Secondo Alice A. Bailey, autrice di più di una dozzina di libri su temi teosofici:

Il libro Akashico è come una lunghissima pellicola cinematografica che registra tutti i desideri e le esperienze della terra del nostro pianeta.

Coloro che lo percepiscono vi vedranno rappresentati le esperienze di ogni essere umano dall’inizio dei tempi, le reazioni all’esperienza di tutto il regno animale, l’aggregazione delle forme di pensiero di natura karmica (basato sul desiderio) di ogni unità umana del tempo. E’ qui che mette radici il grande inganno dei libri.

Solo un occultista allenato può distinguere tra l’esperienza reale e quelle immagini astrali create dall’immaginazione e il vivo desiderio. Luce dell’Anima
“Gli Yoga Sutra di Patanjali – Libro 3”

Secondo Edgar Cayce, ormai morto, i Registri Akashici si possono considerare come il super computer dell’universo, una istallazione di stoccaggio centralizzata di ogni informazione di tutte le persone che hanno vissuto in tutto il cosmo.

Oltre a registrare gli eventi che succedono nella vita, essi registrano ogni atto, azione parola, pensiero, sentimento, emozione, intenzione e motivo. Sembra che i libri contengano tutta la storia di ogni anima dagli albori della creazione.

Sono i libri portati da un’anima dal momento in cui esce dal suo punto di origine.

“La lettura di Edgar Cayce ci suggerisce che ognuno di noi scrive la storia delle nostre vite attraverso i propri pensieri, azioni e interazioni con il resto della creazione.

Questa informazione ha su di noi un effetto immediato.

Infatti i Registri Akashici hanno un impatto tale sulle nostre vite, e le potenzialità e probabilità che attiriamo su di noi con una qualsiasi ricerca si di essi ne facciamo non smette di darci una visione della nostra natura e della nostra relazione con l’universo.

C’è molti di più delle nostre vite, delle nostre storie e la nostra influenza individuale sul nostro futuro di quanto noi possiamo mai immaginare”.
(Fonte)

Charles Webster Leadbeater, un membro influente della Società Teosofica e autore di temi occulti, ha fatto delle affermazioni simili dicendo che i libri contengono la storia di Atlantide e di altre civiltà compreso Lemuria.

H.P. Blavatsky
(1831-1891), una immigrata russa, mistica e fondatrice della Società Teosofica, scrive che l’Akasha è,

“uno dei principi cosmici e un contenitore plastico, creativo nella sua natura fisica, immutabile nei suoi principi superiori. E’ la quintessenza di tutte le forme possibili di energia materiale, psichica e spirituale e contiene in sé il germe della creazione universale che sorge poi sotto l’impulso dello Spirito Divino”.
(Fonte)

Il filosofo, l’educatore e fondatore della Società Antroposofica, Rudolf Steiner crede che gli esseri umani (e lui stesso) hanno la capacità di percepire l’informazione oltre il mondo materiale.

Steiner scrive:

“L’uomo può penetrare nelle origini dell’eterno delle cose che svaniscono con il tempo.

Un uomo amplia il suo potere cognitivo se non si limita alle prove che si riferiscono alla conoscenza del passato.

Poi può vedere negli eventi di ciò che i sensi non percepiscono, quella parte che il tempo non può distruggere. Egli penetra dalla storia transitoria a quella non transitoria. Questa storia è scritta con caratteri diversi da quelli della storia ordinaria.

Nella gnosi e nella teosofia si chiama la “Cronaca Akasha”…

Colui che ha acquisito la capacità di percepire il mondo spirituale arriva a conoscere eventi passati dal carattere eterno. Questi non si trovano davanti a lui come testimonianza morta della storia, ma appaiono pieni di vita.

In un certo senso, quanto è successo avviene davanti a lui.”
(Fonte)

I Registri Akashici sono veri?

Con l’informazione precedente volevo solo darvi una descrizione molto basilare e breve dei Registri Akashici. Devo ancora fare molte ricerche per comprendere di più, ma per me l’idea essenziale è stata sempre chiara.

Allora, c’è qualche prova dell’esistenza dei Registri Akashici?

Abbiamo dei limiti oggi nel capire come si qualifica una “prova”. Tutto quanto non può essere percepito dai nostri sensi fisici o qualcosa che è (per la maggior parte) impossibile percepire, è difficile convalidare la sua esistenza.

La verità è che non c’è realmente una maniera di “provare” nella forma materiale come attualmente la definiamo, l’esistenza dei Registri Akashici perché non si possono vedere, toccare, udire o misurare.

Questo, però, non significa che non possiamo teorizzare e come ha detto una volta Albert Einstein:

“tutto quello che puoi immaginare è reale”.

“Il giorno in cui la scienza comincerà a studiare
i fenomeni non fisici ci sarà più progresso
in un decennio che in tutti i secoli
precedenti la sua esistenza” Nikola Tesla

Lo stesso si può dire della coscienza o dei fattori che comunemente associamo alla coscienza:

  • pensieri
  • sentimenti
  • emozioni
  • percezioni

… e altro ancora sono in relazione diretta con il nostro mondo materiale fisico e questo è supportata dalla scienza.

Questo dimostrato dal quantum esperimento quantico della doppia fenditura, e dagli studi parapsicologici, che sono allegati all’articolo precedente. Cliccate qui per leggere altro.

E la natura stessa della coscienza è tema per un altro articolo.

Così sappiamo che solo perché qualcosa non si può vedere, udire o misurare, non significa che non possa avere un effetto diretto sul nostro mondo materiale fisico. E su questo sappiamo che (alcune) filosofie antiche e insegnamenti esoterici sono stati validati dalla scienza moderna.

Non sembra possibile avere una prova che i Registri Akashici esistano.

Un grande argomento, però, in favore della loro esistenza è il fatto che sia un concetto antico e l’occultismo (occultismo significa la ricerca della verità, sfortunatamente, questa parola ha una connotazione negativa) autori hanno scritto per anni.

Abbiamo visto altri concetti, come l’atomo o l’energia che esiste attorno a noi, o esperienze vicino alla morte (ECM) e esperienze fuori del corpo, che sono state scritte nell’antichità, e anche studiate dalla scienza odierna, con pochi risultati promettenti.

I popoli antichi possono non aver compreso “la scienza” dietro i fenomeni, però le loro teorie spesso si sono dimostrate corrette,

Avevano forse metodi migliori per raggiungere la saggezza? Ci sono innumerevoli esempi di quelle società antiche che sono considerate più avanzate di noi, ma viviamo in un tempo diverso.

Personalmente io credo che esiste una “base di dati” da qualche parte e tutti siamo collegati con lei e ci possiamo trovare tutto quello che ci riguarda (fisico e non fisico). Ma non posso dire con certezza che esiste. Quello che posso dire e che in cuor mio credo sia vero.

Mi piacerebbe anche aggiungere che questi “libri” non sono utilizzati in nessun modo per giudicare.

“La natura dell’energia è quella di essere compresa.

Le proprietà dello spazio devono essere intuitivamente derivate dai dati scientifici disponibili. Dobbiamo scegliere una sola particella materiale elementale per costruire l’universo materiale e stabilire l’unità dei mondi materiali.

Abbiamo bisogno di conoscere gli attributi della sostanza unica, quella non materiale, ‘Akasha’, per stabilire l’unità dietro i diversi fenomeni scientifici e spirituali. Dobbiamo realizzare l’agenzia della Coscienza, il principio della vita e e della morte e l’intelligenza dell’Universo.

E’ vero che possiamo conoscere questi fenomeni per mezzo di una visione scientifica, ma la scienza che dovrà rispondere alle domande precedenti non è certo la scienza attuale. Sarà una nuova scienza con una base spirituale.

E tutto ciò getterà le basi per una fusione della scienza e della spiritualità”. Paramahamsa Tewari, ingegnere, fisico e inventore.
“Fondamenti spirituali,” www.tewari.org

di Arjun Walia 19 Novembre 2015
dal Sito Web Collective-Evolution
traduzione di Nicoletta Marino
Versione originale in inglese
Versione in spagnolo

FONTE