Archivi tag: Erdogan

Almanacco di marzo 2017

E’ in atto una riprogrammazione culturale – mentale
La CO2 come capro espiatorio e la via verso un ‘Mondo Nuovo’

Articolo by Maria Heibel per Nogeoingegneria  

L’anidride carbonica è un gas naturalmente presente nella atmosfera ed è esistita anche prima che l’uomo facesse la sua comparsa. Quindi la sua presenza è dovuta ad una precisa strategia di Madre Natura. Le prime fonti di anidride carbonica, nella storia del pianeta Terrasono state i vulcani. Grazie a questo gas ha potuto svilupparsi la vita. La C0O è una sostanza fondamentale nei processi vitali delle piante e degli animali. E’ indispensabile per la vita e per la fotosintesi delle piante. Le piante assorbono anidride carbonica, processo che avviene di giorno, quando c’è luce, poiché serve a completare la fotosintesi, in cambio fornisce un gas fondamentale, senza il quale non potremmo vivere, l’ossigeno. Come possiamo allora considerare la CO2 un gas inquinante? È ritenuta uno dei principali gas serra presenti nell’atmosfera terrestre. I gas serra naturali comprendono anche il vapore acqueo, il metano, l’ossido nitrico e l’ozono

Normalmente consideriamo inquinanti delle sostanze che contaminano e rendono sporco o pericoloso l’ambiente. Il numero di sostanze inquinanti prodotte dall’uomo ed immesse nell’ambiente è astronomico. Le sei sostanze inquinanti più pericolose al mondo sono secondo la Green Cross (1) il cromo esavalente, il piombo, il mercurio, i radionuclidi, i pesticidi, il cadmio. Ma da un po’ di anni si parla praticamente di un inquinante soltanto: la anidride carbonica (CO2) rilasciata dall’uomo.

L’anidride carbonica è un inquinante? Continua QUI

::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

Prendiamoli tutti, tanto li paghiamo noi
Orban diceva il vero: il patto segreto Merkel-Erdogan esiste.

Era il dicembre 2015, e il primo ministro ungherese Victor Orban dichiarò pubblicamente che la Merkel stava concludendo un accordo con Erdogan sui migranti, che comprendeva una clausola segreta: “Ciò che s’è concordato con la Turchia a Bruxelles…c’è qualcosa che non risulta nell’accordo”, disse Orban: “Un giorno ci sveglieremo – e penso che ciò sarà annunciato a Berlino già la settimana prossima – e ci diranno che dovremo prendere 400 mila o 500 mila rifugiati direttamente dalla Turchia”.

La settimana dopo non ci fu nessun annuncio del genere. Orban fu schernito e ridicolizzato come complottista allucinato. Il vice-presidente della Commissione Frans Timmermans definì le dichiarazioni dell’ungherese “insensate”. Parigi e Berlino fecero addirittura le offese. “Francia e Germania stanno lavorando assieme per gestire il flusso di migranti”, disse Stephane Le Foll, il portavoce del governo francese, e non per prenderne di più. “L’altro fine settimana la UE ha raggiunto un accordo con la Turchia, e Orban dovrebbe sapere i dettagli, visto che c’era”. Continua QUI

::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

Ma guarda guarda: le statue di Mosul erano false!

Era il febbraio del 2015, due anni fa. Tutti ricordiamo quei video “terrificanti” nei quali gli uomini dell’ISIS distruggevano con rabbia dozzine di statue preziose nel museo di Mosul.

I cronisti nei telegiornali ci descrivevano “con raccapriccio” quelle immagini, che andavano a rinforzare l’idea di quanto malvagi e disumani fossero gli uomini del califfato.

Ma oggi che i “cattivi dell’ISIS” non servono più, di colpo ci si accorge che quelle statue erano quasi tutte false.

In realtà, chi ha un occhio attento si era già accorto due anni fa che si trattasse di miserevoli repliche in gesso: bastava guardare la polvere bianca che schizzava da tutte le parti, sotto le martellate rabbiose dell’ISIS, per capire che quelle non fossero affatto statue di pietra o di marmo. Ma allora serviva un’immagine dell’ISIS ” terrificante”, per cui nessun cronista “si accorse” che si trattava di semplici repliche fatte di gesso. Oggi invece, fingendo grande stupore, la CNN annuncia quanto segue: Continua QUI

::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

UN GORGO IN CUI PERDIAMO TUTTI, MENO I DUE BASTARDI.

E sono sempre loro a vincere, e voi li fate vincere. Ma in questo caso la cosa grottesca è che li fate vincere mentre voi vi assegnate una piccola vittoria. Buffa la vita.

Chi vince sempre sono Mark Zuckerberg di Facebook e Sundar Pichai di Google, e ti pareva? Da quanto vi dico che sti due, assieme a Jeff Bezos di Amazon, si sono pappati il pubblico del mondo? E poi ancora non avete visto nulla di ciò che hanno in serbo. Ma qui il tema è specifico.

C’era una volta la stampa… Vabbè, oggi abbiamo il Web che ormai ha sbaragliato tutto. Quindi gli editori delle news sono costretti a stare nel Web. E allora ecco che arrivano i due solerti Zuckerberg e Pichai con tanto di salamelecchi a offrirgli spazi dove rilanciare le news dei grandi quotidiani. Bene. Gli editori non hanno nessuna scelta, perché stare fuori dalla Rete significa scomparire. E accettano le offerte di Facebook e Google di spazi dedicati e appositamente creati per ospitare i loro articoli e reportage, ma li accettano con l’ovvio intento di aumentare i lettori, gli abbonati e gli incassi da pubblicità. Ok?  Continua QUI

::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

 Casa. Ecco quanto costa per mantenerla

I costi per il mantenimento dell’abitazione crescono del +0,75%, sull’onda degli aumenti delle utilities e della telefonia. Necessarie 17,8 annualità di stipendio per l’acquisto di un appartamento.

Anche nel 2017 le spese per la casa ed i costi ad essa connessi rappresentano una degli oneri e dei problemi principali degli italiani. Come ogni anno l’O.N.F. – Osservatorio Nazionale della Federconsumatori ha monitorato i costi relativi al mantenimento di una casa (un appartamento-tipo, di 90 mq in una zona semicentrale di una grande area metropolitana) che nel 2017 risultano pari a:

1.693,01Euro al mese per un appartamento in affitto (+8,81 Euro al mese rispetto al 2016)

1.098,70 Euro al mese per un appartamento di proprietà (+10,90 Euro al mese rispetto al 2016).

I costi complessivi, dopo la lieve diminuzione del 2016, tornano a salire. Sebbene i costi delle abitazioni siano in calo, infatti, aumentano in maniera marcata le spese relative alle utilities ed alla telefonia fissa (dovuta alla modifica del periodo di emissione delle bollette, sceso a 28 giorni per uno dei principali operatori, operazione che determinerà un aumento pari ad una mensilità).

Alla luce della diminuzione dei prezzi delle abitazioni e del reddito pressoché stabile, scende il numero di mensilità necessarie per l’acquisto dell’appartamento-tipo preso in considerazione, che nel 2017 risulta pari a circa 17,8 annualità di stipendio.

“La casa si conferma come il patrimonio principale, ma anche la fonte delle maggiori spese per i cittadini. Tale problema è reso ancora più grave dalla situazione di crisi vissuta dalle famiglie, il cui reddito non aumenta a sufficienza per far fronte all’incremento delle voci di spesa, a partire da quelle relative all’energia ed all’acqua.

Per questo è urgente che il Governo avvii un serio piano casa, prevedendo investimenti per la messa in sicurezza, per il risparmio energetico e per gli interventi antisismici.” – dichiarano Rosario Trefiletti ed Elio Lannutti, Presidenti di Federconsumatori e Adusbef.

Una necessità resa evidente dai recenti avvenimenti, che rappresenterebbe anche una utile opportunità per creare occupazione.

Non dimentichiamo, inoltre, che il problema abitativo riguarda soprattutto i giovani senza lavoro. A loro il Governo deve dare risposte concrete, creando nuove opportunità per una crescita stabile, che consenta loro di accedere al credito e costruire un futuro su basi solide.

QUI DI SEGUITO TUTTI I COSTI MENSILI IN DETTAGLIO (4 tabelle)

::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

UMANI 2.0
I Genetisti stanno perseguendo l’artificiale
sinterizzazione del DNA

Questi genetisti vogliono creare un genoma artificiale sintetizzando il nostro DNA. Gli scienziati hanno intenzione di sintetizzare completamente il genoma in una cellula vivente – Che renderebbe il funzionale materiale – nel giro di dieci anni, ad un costo stimato di $ 1 miliardo

Il sogno del transumanesimo è quello di creare scientificamente la vita attraverso l’ingegneria genetica e quindi applicarla a se stessi nella speranza di raggiungere l’immortalità. Se non fosse per il loro finanziamento al 100% da fonti pubbliche, questi scienziati starebbero sfregando insieme due bastoncini nel bosco cercando di accendere un fuoco. fonte

Andrew Hessel, un ricercatore nel il gruppo di ricerca Bio / Nano e società di software Autodesk, è stato invitato a parlare durante l’evento. Il pubblico gli ha chiesto quale sarebbe stato prossimamente l’organismo che dovrebbe essere sintetizzato. L’articolo in lingua inglese continua QUI

Link trascritto QUI

Almanacco di luglio 2016

Le sei verità sul golpe che nessuno vuole dire

Fonte: Il Giornale 

Altro che golpe fasullo. É una spy story disegnata intorno all’odissea di un Recep Tayyp Erdogan sfuggito prima all’assalto delle teste di cuoio mandate a catturarlo o ucciderlo e poi ai missili di due F16 incaricati d’intercettare il suo Gulfstream in volo verso Istanbul. Ma le cronache di venerdì notte spiegano anche i perché di un golpe scoordinato ed improvvisato. Un golpe innescato non dalla volontà di prendere il potere, ma dalla paura di ritrovarsi vittime di un grande repulisti. Un repulisti già studiato per far piazza pulita degli ultimi esponenti «kemalisti» e «guleniani» dentro forze armate, polizia e magistratura. Un repulisti scattato ugualmente subito dopo il golpe come dimostrano gli oltre 7mila500 arresti di militari, giudici e poliziotti eseguiti sulla base di liste già pronte da tempo. Continua QUI

Il leader Turco plaude Putin per avergli salvato la vita, ma giura “Vendetta” con Obama.

By: Sorcha Faal  

Una splendida relazione del Consiglio di Sicurezza ( SC ) circola al Cremlino e dice che durante la conversazione telefonica appena finita tra il Presidente Putin e il presidente Recep Tayyip Erdogan , il leader turco ha elogiato la federazione per avergli salvato la vita e ha accettato di incontrare il presidente Putin fra due settimane – ma, ha anche, promesso ” vendetta ” sul presidente Obama per il fallito colpo di stato contro il suo regime. [ Nota :. Alcune parole e / o frasi che compaiono tra virgolette sono approssimazioni lingua inglese di parole / frasi russe che non hanno esatta controparte]

Continua QUI

Breve vademecum per evitare stragi come quella di Nizza 

di Enrico Galoppini 

Dopo la strage di Nizza, effettuata da un immigrato tunisino, le reazioni sono state fondamentalmente di due tipi.

La prima è quella di chi ha puntato il dito sull’immigrazione di popolazioni di religione musulmana, in particolare dal Maghreb. Inedita paladina di questa posizione è stata la giornalista sportiva Paola Ferrari, moglie di Marco De Benedetti (non di Pier Silvio Berlusconi), la quale su Twitter ha auspicato il ritiro del passaporto europeo a tutti i maghrebini che l’hanno ottenuto negli ultimi vent’anni, figli compresi.

Questa “sparata” sgangherata ha prevedibilmente “indignato” quelli del secondo tipo di reazione, per i quali di solito “tutto va bene lo stesso”, ma che stavolta hanno cominciato a porsi qualche domanda, intavolando un “confronto culturale” sulle pagine dei giornali “autorevoli” che sa tanto di “politica” (tale “confronto” avviene difatti sempre in un rassicurante alveo di voto al Pd, perché tutti gli altri sono “populisti”, “razzisti”, “islamofobi”)[1]. Continua QUI

TURCHIA: FANNO TUTTO DA SOLI  E SONO CAPACI DI TUTTO (1)

“La mente è come un paracadute, non funziona se non si apre.” (Frank Zappa)

“Siamo gli strumenti e i servi di uomini ricchi dietro le quinte. Siamo le marionette; loro tirano i fili e noi balliamo. I nostri talenti, le nostre capacità e le nostre vite sono tutti la proprietà di altri. Siamo prostitute intellettuali”. (John Swinton, direttore del “New York Tribune”, 1880).

Partiamo dall’ultima bufala False Flag, quella dell’autogolpe del tiranno turco, destinata a completare, con l’ennesima carneficina di propri sudditi, la serie di autoattentati con cui è riuscito a governare uno Stato di Polizia quasi perfetto. Gli mancava la liquidazione di qualche residuo di esercito, magistratura, informazione, politica (il gruppo Fethullah Gulen) e una dimostrazione ad alleati vagamente perplessi che senza di lui non si va da nessuna parte. E così ha allestito il suo incendio del Reichstag, quello che nel 1933 servì a Hitler per rimuovere comunisti, socialisti e cattolici antifascisti e, nel 2011, con l’11 settembre, alla cupola militar-finanziaria-industriale USraeliana a lanciare la guerra per la loro dittatura mondiale. Continua QUI 

I 5 Stelle: basta terrore,
l’Italia si smarchi da Ue e Nato  

Dopo la strage di Nizza del 14 luglio e il fallito golpe in Turchia, il Movimento 5 Stelle batte un colpo e chiede apertamente che l’Italia si smarchi dal guinzaglio UsaUe. «Gli ultimi eventi europei impongono a tutti i cittadini una profonda riflessione a proposito della politica estera italiana», spiegano i 5 Stelle in una nota sul blog di Grillo, accompagnata da un video-editoriale del deputato Manlio Di Stefano. «Il governo è totalmente in preda agli eventi, elargisce solidarietà a destra e a manca ma non agisce in alcun modo, anche perché tirato per la giacchetta da una parte e dall’altra», è la premessa. L’esecutivo «nicchia, non prende posizione, si accoda alle grandi cordate e non si guarda dentro». Tocca quindi al Parlamento provare a fare «quello che il governo non ha il coraggio di fare», ovvero: «Discutere di un cambio nella nostra politica estera». Tema decisivo e urgentissimo, dal momento che «tutt’intorno una Terza Guerra Mondiale a pezzetti prende sempre più piede». Continua QUI

The Reasons Why The Globalists Are Destined To Lose 

Under the surface of almost every sociopolitical and economic event in the world there burns an ever-raging, but often unseen, war. This war, for now, is fought with fiction and with truth, with journalistic combat and with quiet individual deeds. It is defined by two sides which could not be more philosophically or spiritually separate.

On one side is a pervasive network of corporate moguls and elites, banking entities, international financial consortiums, think tanks and political puppets. They work tirelessly to reshape public psychology and society as a whole into something they sometimes call the “New World Order;” a completely and scientifically centralized planet in which they control every aspect of government, trade, life and even moral compass. I often refer to them simply as the “Globalists,” which is how they at times refer to themselves.  

Continues Here
 

Goal Reached? Military Coup Attempt
Disempowers Turkish Armed Forces 

Despite the much-discussed failure of the coup attempt in Turkey, retired Turkish Admiral Turker Erturk told Sputnik Turkiye that it has actually reached its point: the actual target of the attempted overthrow, instigated by CIA, were the Turkish military, out of fear that they would hamper the “Greater Middle East” project. Continues Here

 

NATO: Agent for the Provocation of Perpetual War
Poland Occupied by Foreign Armies
 

Julian Rose

Contributor,  ZenGardner.com

Poland, a Country repeatedly occupied by foreign armies in the past, is once again suffering the humiliation of foreign troops encroaching upon her sovereign territory. Only this time, the occupying armies are under the flag of NATO and the agenda is the establishment of an ostensibly anti Russian ‘war theatre’ – a logistical bridge-head in preparation for a possible Third World War.

Not surprisingly, I am deeply troubled by this manoevring. As a British citizen working in Poland for the past fourteen years, I feel a keen sense of the injustice being perpetrated upon the Polish people. Most fail to realize that the nation is being led down a road which could end-up establishing a dangerous precident: a near permanent US led foreign army on Polish soil. Continues Here

 

nulla succede casualmente

Il magheggio del burattinaio

Sembra proprio che le guerre mondiali cambino i mondi e se si possiede un’agenda mondiale, dunque, i problemi globali permettono di offrire soluzioni globali. E se si guarda di come il mondo è stato trasformato dalla Prima alla Seconda Guerra Mondiale, il mondo è letteralmente cambiato dopo queste due guerre.

Sin dall’inizio l’idea è sempre stata quella di una Terza Guerra Mondiale per completare l’operazione; le premesse c’erano tutte, dalla Guerra Fredda, Cuba, Ucraina e in prima linea la costituzione di uno stato in Palestina, Israele. Tutto rivolto verso uno stato globale, con un governo e un esercito mondiale, che si impongano globalmente sulla popolazione mondiale.

Un’altra stortura è quella dell’ISIS che è venuto fuori (apparentemente) dal nulla, incredibilmente ben armato e finanziato, con a disposizione miliardi di $. Sono entrati in città irachene assumendone il potere e il controllo. Si sono stabiliti in luoghi chiave di frontiera tra Siria e Giordania, penetrando anche al suo interno, fino a lambire la Turchia.

Tutto questo è stato rapido e fulmineo, un piano per creare un conflitto di massa di divide & impera per vincere, tra mussulmani sciiti e sunniti. Tutti si stanno mantenendo a distanza per permettere all’ISIS di consolidare la sua posizione in quelle regioni. Basta un niente per innescare un catastrofico conflitto se Israele si sentirà minacciato, di conseguenza America e NATO entreranno in azione, perché (anche se hanno abilitato l’Iran togliendogli l’embargo e Cuba vicino a casa per avere le mani libere), si impegneranno a proteggere i finanziatori delle loro campagne presidenziali.

Sembra proprio che questa Terza Guerra Mondiale, sia volta a coinvolgere la Russia e la Cina contro l’occidente. La geniale idea è quella di portare tutto il mondo fuori controllo in un globale conflitto per poi iniziare a ricostruirlo, non solo nella struttura ma anche nel modo di agire.

Tutto questo si avvicina molto e assomiglia a quello che hanno cercato di ottenere, sin dall’inizio: un governo mondiale, una banca centrale mondiale, un esercito mondiale, un’unica moneta mondiale, insomma, il controllo globale del pianeta.

Quello che sta succedendo in Medio Oriente non è casuale, niente è stato casuale, la Libia non è stata casuale, la Siria non è stata casuale, niente lo è stato, nemmeno gli ultimi fatti successi in Tunisia sono stati casuali, nulla succede casualmente e, senza alcun dubbio, l’ISIS non è casuale, fa parte di un lungo progetto per assumere il controllo del mondo, creando un enorme caos affinché si possa ristabilire un ordine dopo il caos, questo è il loro ordine, il loro Nuovo Ordine Mondiale.

Chi non collega i fili non può vedere la progressione di quello che sta accadendo, Andare in Afganistan è stato il primo passo, giustificato da una menzogna … e di chi c’era veramente dietro, in seguito sono andati in Iraq, creando la situazione attuale, andando completamente fuori controllo. Le loro intenzioni sono quelle di andare in Africa e, provocare il terrorismo in tutta l’area. Il silenzio tombale sugli abomini ucraini è assordante; come lo è stato quello sulla Iugoslavia a suo tempo.

Per la Libia, l’ostacolo più grande, senza dubbio, è stato il colonnello Gheddafi, per questo hanno dovuto liberarsene, questo era lo scopo di quello che è accaduto in Libia, dove sono stati addestrati, armati, e finanziati i ribelli affinché attaccassero il regime di Gheddafi, dopo la Libia, questi ribelli si sono spostati in Siria per fare la stessa cosa. Pensando che in Siria le cose sarebbero andate nella stesso modo che in Libia, non è stato così e, per loro, questo è un grosso problema.

Sono state trasferite armi da oltreoceano all’ISIS che gli hanno anche permesso di fornirle ai terroristi in Siria, che controllano allo stesso modo. Tutto questo si sta svolgendo con il magheggio del  burattinaio dietro le quinte. E quando ci renderemo conto di questo, potremo vedere che gli avvenimenti non sono casuali, ma freddamente calcolati.

La loro malvagità di quello che stanno facendo deve essere compresa dalla gente, per rifiutare il loro diabolico piano atto ad assassinare, mutilare e sterminare così tante persone. Tutto questo loro possono farlo per mancanza di empatia, privi di cuore, nessuna compassione emotiva, è in questo modo che il loro lemma diventa il caos senza avere conseguenze emozionali, non essendo come noi, non possiamo giudicare quello che fanno.

Nell’aprile del 2015, leggevo questo articolo:

“Erdogan sta creando serio malcontento persino all’interno del suo entourage, mentre a livello internazionale l’immagine del paese è pesantemente danneggiata a causa di tutta una serie di gravi episodi: la repressione di Gezi Park; la persecuzione di giornalisti e intellettuali; gli scandali finanziari di alcuni membri del governo; l’appoggio turco all’ISIS, con tanto di rifornimento di armi ai jihadisti e cure mediche negli ospedali in Turchia” LINK

Oggi leggiamo che dei raid aerei turchi distruggono postazioni in Siria uccidendo 32 persone, ma nell’occasione anche due poliziotti del pkk hanno perso la vita. La svolta di Erdogan è quella di combattere finalmente L’ISIS, ma non disdegna di annientare il suo nemico di sempre, il pkk curdo.

“LE AMBIGUITA’ DI ANKARA” 

“La Turchia per mesi è stata nell’occhio del ciclone per i suoi rapporti ambigui con lo Stato Islamico. In molti l’hanno accusata di mantenere una posizione interlocutoria per evitare rappresaglie. Alcuni media si sono spinti oltre, dicendo chiaramente che Ankara collabora con le truppe di Al-Baghdadi. Il quotidiano Cuhmuriyet, due mesi fa a pochi giorni dalle elezioni, ha pubblicato due video in cui si vedono uomini dell’intelligence turca portare armi ai terroristi jihadisti oltre il confine siriano.” LINK

Adesso la Casa bianca ha dato il via alle incursioni aeree contro l’ISIS in basi aeree gentilmente concesse da Ankara e ha aperto l’annoso conflitto interno con i Curdi gli unici che stanno combattendo contro gli jihadisti, In Ucraina invece è sceso un silenzio tombale

http://ningizhzidda.blogspot.it/