Archivi tag: emozioni

La Tecnologia come Nuova Religione

                                                      Clicca sull’immagine per guardare il video

Psicologia della razza umana

In un momento di profonda crisi chi non vorrebbe un salvatore? Nelle giuste condizioni e con un po di tempo la gratitudine diventa Adorazione o peggio DEVOZIONE.

Il nostro senso di smarrimento di fronte alle “catastrofi” e la smarrita capacità di comprendere il mondo, ci rendono pedine manipolabili da chi usa queste tragedie come opportunità – PROBLEMA – REAZIONE – SOLUZIONE.

Ed ogni aiuto che riceviamo genera due aspetti fondamentali, DEVOZIONE appunto. E altro aspetto è la RICATTABILITÀ L’opposizione rafforza la maggioranza.

La Tecnologia come Nuova Religione. 

Ma che cos’è la TECNOLOGIA? In greco “tekhnologhia” significa: Trattato, grammatica di una lingua, deriva dall’unione tékhne che significa arte e logos che vuol dire discorso. Siamo schiavi di un’Arte fisica che manipola la materia, che sostituisce la tecnologia intrinseca dell’uomo.

Ad esempio, le Api per comunicare hanno sviluppato una tecnologia interna, capace di leggere le frequenze e le vibrazioni, senza far uso di qualche linguaggio. La Telepatia nell’uomo è una TECNOLOGIA di comunicazione.

Ma tutte le scoperte e i mille modi “FISICI” di comunicare, dal Pc, al Cellulare, non fanno altro che atrofizzare queste nostre possibilità. L’uomo vuole trascendere, vuole andare sempre oltre, ed è una dote Sacra che ci ha portato lontano, ma stiamo atrofizzando l’Empatia a vantaggio di una Tecnologia esterna a noi e da cui siamo dipendenti.

E la DIPENDENZA porta a sua volta ad altri DUE aspetti, Schiavitù e Controllo. La Dipendenza porta alla paura del distacco, e la PAURA porta alla manipolazione. La Paura, la Disperazione, l’Odio, sono EMOZIONI di bassa frequenza, figlie della mancanza di CONSAPEVOLEZZA e mentre le emozioni nella maggior parte dei casi portano a delle REAZIONI, spesso inconsce.

Le sensazioni che hanno picchi emozionali più tenui, insieme alla consapevolezza portano all’Azione consapevole. Chi conosce le nostre emozioni, è di conseguenza le nostre reazioni può controllarci e manipolarci semplicemente toccando i nostri punti deboli, giocando con le nostre Reazioni Prevedibili, che mancano di consapevolezza.

E la PAURA è l’arma che tutti noi usiamo per raggiungere certi scopi (pensate all’Uomo Nero che viene raccontato ai bambini per non fargli fare certe cose, o all’Inferno per chi va in chiesa). E di conseguenza è l’arma che viene usata contro di noi per farci fare, o farci accettare realtà che non accetteremmo mai.

Chi conosce la natura umana sà bene come impiantare certe paure a livello globale e sa bene come usare queste Paure per poterci Controllare. Siamo PREVEDIBILI.

La Mente è un grande mezzo ma se non la conosciamo bene diventa una prigione, cominciamo quindi a studiare noi stessi, la nostra psicologia, rafforziamo la “VISTA” del nostro Osservatore esterno e cominciamo ad AGIRE invece di REAGIRE, dominando le EMOZIONI, osservando senza reprimerle e coltivando le sensazioni.

Siamo prima di tutto Esseri Spirituali, non siamo macchine. Ascoltiamo il CUORE che è il collegamento diretto con la FONTE, agiamo il più possibile con Amore Incondizionato. Diamo al cuore il timone della mente e manteniamo la fede in questo principio universale.

Non facciamoci illudere da falsi Profeti, da false Correnti Spirituali che promettono la Pace e la Gioia, escludendo la Sofferenza e la fatica e sarà la Mente il suo vero obiettivo. Addestriamo il cuore, l’empatia e la nostra fede nell’universo.

Smettiamo di essere Prevedibili

Trascrizione dei sottotitoli del video: “Psicologia della razza umana”

I Maghi di Is

L’arte è pericolosa per le autorità

Di Jon Rappoport 

Nel 1891, Oscar Wilde scrisse: “L’arte è l’individualismo, e l’individualismo è una forza inquietante e disintegrabile. Ci si trova il suo valore immenso. Per quello che cerca di disturbare la monotonia del tipo, la schiavitù dell’usanza, la tirannia dell’abitudine e la riduzione dell’uomo al livello di una macchina”. 

L’autorità desidera una percezione limitata.

Vuole le “cose così ​​come sono” per regolare la giornata.

Vuole che il fuoco dell’esplorazione creativa esca e si rivolga alle ceneri.

L’arte è pericolosa. Spinge le persone fuori dai canali delle risposte standard.

Non vedono più le cose che dovrebbero vedere.

È per questo che viene trasmesso nell’insegnamento in vari corsi da parte di collegi e scuole di ogni rango, nascondendosi nella storia dell’arte. Ogni tentativo è fatto per codificare le reazioni degli studenti.

Non sto solo parlando di arte politica. Voglio dire QUALUNQUE ARTE che veramente esce dalla fiducia dell’immaginazione.

Coloro che gestiscono le cose – e le loro libere volontà – vogliono che la realtà si guardi in un certo modo e si sperimenti per farla sentire in certi modi. Questi spettri limitati formano un comune denominatore.

Anche la cosiddetta esperienza spirituale è codificata. Si chiama religione organizzata. Lo chiamo “dare soldi al soffitto”. Lei dà i tuoi soldi e ti dicono che per la tua esperienza il soffitto è alto e, cosa troverai quando ci arrivi.

L’arte non ha nessuna di queste limitazioni. È creata da persone che sono andate al di là del ridotto catalogo di emozioni, pensieri e percezioni.

L’arte, come la intendo è l’immaginazione, che si libra cauta ai venti. Inventa realtà che generano nuove reazioni, mai sperimentate.

I colpi di martello e la morbida propaganda della comune cultura installa strati di controllo sulla mente: “Vedi le cose e le sperimenti in questi modi prescritti”.

Nel corso degli anni ho incoraggiato un certo numero di persone a diventare artisti. A parte il lavoro che hanno inventato, ho notato tutto il loro approccio alla percezione che ha radicalmente cambiato la loro vita.

Il loro senso di vitalità, il loro coraggio, il loro spirito avventuroso è venuto in primo piano.

Il controllo mentale, applicato esternamente e auto-indotto, è tutto quello di mettere un coperchio sul potere creativo. Questo è il suo vero obiettivo.

I tecnici credono che agganciando il tuo cervello a un super-computer soddisferà le tue esigenze e i tuoi desideri. Essi cercano di dimostrare che tutta l’invenzione, tutta la creazione, tutta l’arte, tutta l’immaginazione è solo un insieme di calcoli all’interno di un sistema chiuso.

Questo sforzo tradisce la propria disperazione: non vedono in alcun modo la reale possibilità di creare.

È il vuoto in cui vivono tutte le élite. Costruiscono una coscienza morta congelata di modelli e algoritmi e “soluzioni”, e cercano di imporli, come realtà, alle menti delle popolazioni.

In sostanza, stanno dicendo: “Se abbiamo una malattia dell’anima, devi averla anche al corpo”.

Si chiama odio della vita.

D’altra parte, il potere creativo individuale viene lanciato da una piattaforma di libertà e sale attraverso le stratificazioni, su un altro strato di maggiore libertà.

Da questa prospettiva, il potere autoritario assomiglia a una charade mortalmente malata.

Ci sono due livelli di false novità. La prima, è quella che molte persone sanno. Cioè, un’informazione falsa e ingannevole trasmessa dai principali mezzi di comunicazione, per impedire al pubblico di scoprire cosa succede veramente sotto la superficie e dietro il velo, da dove viene esercitato il potere.

Il secondo livello, che pochissime persone capiscono. È di proprietà e gestito da quello che io chiamo i Maghi di Is. Dicono: “Ora è questo che c’è qui, non c’è qualcos’altro perché … continui a guardare e a pensare, quello che c’è già esiste”.

“Familiarizzate con tutto ciò che già esiste. Vi daremo un’offerta infinita di cose e di idee che potete esplorare e realizzare. Vi daremo ciò che esiste. Guarda tutte queste cose e accettale. E, Continua a farlo.”

Il corollario è: Non c’è niente da creare. Tutto ciò che può essere creato è stato creato. Tu stesso, tu, non hai il potere di creare.

Questa è la menzogna più profonda. Questo è dove la battaglia si ferma e l’individuo si arrende.

Questo è dove l’individuo che potrebbe essere più diventa meno.

È qui che l’artista non ancora nato decide di vivere a metà luce.

È qui dove le energie vitali si disperdono e si esauriscono.

Questo è dove si assume la macchina.

O…

L’individuo può svegliarsi e attivare la sua immaginazione.

Senza limiti.

È qui che comincia la nuova battaglia. Questo è dove l’artista mette da parte tutte le risposte standard e le piccole emozioni e, invece, INVENTA.

Questo è dove la paura viene spazzata via.

Questo è dove l’individuo può riconquistare se stesso con le sue più profonde azioni.

https://jonrappoport.wordpress.com/ 

Traduzione e adattamento: Nin.Gish.Zid.Da

Trascendenza o Atrofizzazione della Mente Umana?

 

Psicologia della razza umana

Il Filmato sotto esposto (qui trascritto nda) spiega come funziona la mente Umana e come è possibile Manipolarla per raggiungere un determinato obbiettivo, influenzando le masse o per meglio dire il Gregge Umano di questo Pianeta!

Forse è per questo motivo che la serie Visitors è stata interrotta…era troppo evidente che metteva alla luce ciò che opera nell’ombra e quindi potenzialmente poteva risvegliare le Coscienze pronte ad essere svegliate e quindi liberate dalla Manipolazione Mondiale che stanno applicando!In un momento di profonda crisi, chi vorrebbe un Salvatore? 

Nelle giuste condizioni e con un po di tempo, la gratitudine diventa Adorazione o peggio Devozione. Il nostro senso di smarrimento di fronte alle “Catastrofi”, e la smarrita capacità di comprendere il mondo ci rendono pedine manipolabili da chi usa queste tragedie come opportunità.

PROBLEMA – REAZIONE – SOLUZIONE

Ogni aiuto che riceviamo, genera due aspetti fondamentali, Devozione appunto e, l’altro aspetto è la Ricattabilità. L’opposizione rafforza la maggioranza.

La Tecnologia come nuova religione

Ma che cos’è la Tecnologia? In greco “tekhnologhia” significa: Trattato, grammatica di una lingua. Ad esempio, le Api per comunicare hanno sviluppato una tecnologia interna, capace di leggere le frequenze e le vibrazioni, senza far uso di qualche linguaggio. Ma tutte le scoperte e i mille modi “Fisici” di comunicare, dal Pc, al Cellulare, non fanno altro che atrofizzare queste nostre possibilità.

L’uomo vuole trascendere, Vuole andare sempre oltre, ed è una dote Sacra che ci ha portato lontano, ma stiamo atrofizzando l’empatia a vantaggio di una tecnologia estrema a noi e da cui siamo dipendenti.

La Dipendenza porta a due aspetti. La Dipendenza porta alla paura del distacco, e la paura porta alla manipolazione. La paura, la disperazione, l’odio, sono emozioni di bassa frequenza, le sensazioni che hanno picchi emozionali più tenui, insieme alla consapevolezza portano all’azione consapevole.

Chi conosce le nostre emozioni, è di conseguenza le nostre reazioni, può controllarci e manipolarci semplicemente toccando i nostri punti deboli, giocando con le nostre Reazioni Prevedibili, che mancano di consapevolezza.

La Paura è l’arma che tutti noi usiamo per raggiungere certi scopi (pensate all’uomo nero che viene raccontato ai bambini per non fargli fare certe cose, o all’inferno per chi va in chiesa) e sa bene come usare queste Paure per poterci Controllare.

La mente è un grande mezzo ma se non la conosciamo bene diventa una prigione, cominciamo quindi a studiare noi stessi, la nostra psicologia, rafforziamo la “VISTA” del nostro Osservatore interno, siamo prima di tutto Esseri Spirituali, non siamo macchine.

Agiamo il più possibile con Amore Incondizionato. Diamo al Cuore il timone della Mente. E manteniamo la Fede in questo principio Universale. Ma non facciamoci Illudere da Falsi Profeti, da false Correnti Spirituali che promettono la Pace e la Gioia, escludendo la Sofferenza e la fatica

NEW AGE

Questo è il tempo in cui l’Odio verrà mascherato da Amore, parlerà come un DIO sapiente e saggio, e sarà la MENTE il suo vero obiettivo. Addestriamo il Cuore, l’Empatia e la nostra FEDE nell’Universo.

Trascrizione Video a cura di Nin.Gish.Zid.Da

Il Libero Pensiero, la vera rivoluzione del paradigma

Il Cammino Solitario del Libero Pensatore

Tim Bryant
08 Gennaio 2016
dal Sito Web The Last AmericanVagabond
traduzione di Nicoletta Marino
Versione originale in inglese
Versione in spagnolo

Il libero pensatore è colui la cui mente non è costretta da catene, libera di esplorare il grande abisso senza ostacoli, emozioni o ideologia.  
 
In realtà, sono i liberi pensatori fuori dagli schemi, che sono i motori del cambiamento sociale e l’ingegno spesso porta la società verso nuove direzioni anche se non si intravedono prima.  
 
Sono i rappresentanti di una voce autentica e unica in un mondo che è troppo pieno di conformismi e di pensiero lineare.  
 
Mentre le generazioni future applaudiranno le conquiste, loro oggi spesso sono,
  • visti di meno
  • temuti
  • ridicolizzati
  • visti anche come pazzi per la loro maniera singolare di vedere la vita.
Spesso è un cammino solo per un vero sciolto libero pensatore. 
 
La definizione opposta a libero pensatore è definito, evidente o delineato con chiarezza. 
 
Non c’è necessità di pensare a questo perché è un concetto ben definito. Non dico che definizione e forma siano una brutta cosa perché esistono comunque, ma perché la società si evolva, trascendere il pensiero da definizione è la chiave essenziale per la crescita.

Il problema è che la società spesso si fissa con l’attuale paradigma di definizione, che ha un insieme attuale di norme, parametri e forme di pensare accettate.

La verità è pensata rispetto alla forma dove si applica il paradigma della verità del qui e adesso della verità accettata, e non ciò che la verità avrebbe potuto sembrare nel passato o la forma che potrebbe assumere in futuro.

La gente è molto condizionata e timorosa di discutere le verità accettate oggi. Andare contro il pensiero di gruppo spesso porta all’isolamento sociale, al ridicolo e anche al danno fisico, quando si parla di alcuni temi.

Accettare le verità attuali del paradigma attuale porta ad avere un’esistenza molto più sicura e comoda per qualsiasi essere umano.

Nella società attuale, tutti hanno paura di sbagliare o di richiamare l’attenzione poiché non facciamo un pensiero o un’azione originale. Tutto ha una forma che “si suppone” debba avere.

Questo, per un libero pensatore che si erge come un pollice indolenzito dal resto del gruppo sarebbe incredibilmente spaventoso.

Un vero libero pensatore non ha paura di chiedersi in qualsiasi posto, senza paura di sbagliarsi o di essere diverso durante il suo percorso. Di solito il libero pensatore quando si sbaglia è perché percorre un cammino che sta fuori da quelli della lista.

Nessuna emozione o ideologia è troppo forte per farlo dissuadere dal guardare da tutte le angolazioni il vero pensatore dialettico. Nel mondo odierno e troppo comune in qualunque evento che evoca un qualsiasi tipo di emozione intensa, avere un sistema credenze inasprito e quindi fuori dei limiti e percepito solo in un senso.

Le emozioni e l’ideologia molte volte rendono ciechi la maggioranza della società e non li fa pensare con chiarezza, perché è molto più pericoloso per il libero pensatore parlare in modo diverso.

Nel libero pensatore coloro che sono al potere vedono la più grande minaccia e pertanto pretendono di metterlo a tacere.

Tutto questo è facile da collegare poiché per la scuola è più la più vicina nel cercare di allenare la gente a essere schiavi obbedienti a pensare secondo il paradigma accettato e a non cercare di rendere la mente e l’individuo a trasformarsi in un libero pensatore indipendente.

I liberi pensatori, per il sistema al potere, sono di fatto il tipo più pericoloso di persone perché sono indipendenti e possono vedere realmente fuori del paradigma che la maggior parte di coloro che sono al potere che hanno costruito ingiustamente.

In generale sono demonizzati come pazzoidi e pericolosi, con la speranza che il pubblico credulone abbandoni l’appoggio che viene dato loro e appoggi l’eventuale loro scomparsa.

Non deve sembrare strano che alcuni dei liberi pensatori come

  • Martin Luther King
  • Mahatma Gandhi
  • J.F. Kennedy,
…erano dei veri fari a quel tempo poiché c’era un gran pubblico che li adorava per il valore della loro autenticità, eppure ci fu un gran numero che fu istruito a odiarli per aver cambiato il paradigma attuale.

Deve essere così ovvio perché furono assassinati tutti. 

L’attuale struttura al potere non vuole mai perdere. Il libero pensatore è sempre un minuto avanti agli altri loro contemporanei e la maggior parte degli elogi che ricevono sfortunatamente si sentono solo dopo la loro morte.

Basta guardare Nikola Tesla, molto probabilmente il più grande pensatore della storia del mondo e senza dubbio una grande maggioranza della popolazione non ha mai sentito parlare di lui.
Egli morì senza un centesimo in tasca e solo, eppure inventò gran parte della tecnologia moderna che diamo per scontata e che utilizziamo oggi come

  • Le bobine
  • I raggi X
  • La radio
  • I controlli remoti
  • Il raggio laser
  • La robotica
  • Le comunicazioni

…e molto altro.

Il suo obiettivo era dare la tecnologia della energia libera a tutti, pensate. Era un libero pensatore a tal punto che i poteri di fatto considerarono la loro ricerca troppo minacciosa e decisero di metterlo a tacere e di confiscare tutta la sua opera dopo la sua morte.

Non è una coincidenza che è rimasto ai margini della storia per la gran parte di noi.

Se il mondo ha una qualche speranza di trasformarsi in qualcosa di buono, l’incarico lo ha il libero pensatore. 

Il pensiero libero è un vero impossessarsi espresso al grado più alto: esprimendo la loro verità senza necessità di approvazione esterna.

Non vuol dire che abbiamo bisogno di altri lungo il cammino o non ci deve essere una forma, ambedue le cose sono essenziali però alla fine della giornata, bisogna avere il dominio e il controllo sulle proprie azioni e la libertà di muoversi.

Cerchiamo che la nostra luce interna brilli da sola, invece che altri facciano sì che la nostra luce sia ottenuta da una fonte esterna.

Siate padroni di voi stessi e cercate la verità. Con buona fortuna con il tempo, il mondo sarà illuminato da miliardi di luci individuali e il cammino del libero pensatore non sarà così solitario.

Il tutto diventerà una rete decentrata fatta da nodi individuali collegati tra loro grazie all’amore in un patron che fornisce una costante libera formazione senza nessun obiettivo e forma stabilita.

Non abbiate paura di intraprendere il vostro cammino.

Questa è la vera libertà, è darà luogo a una vera rivoluzione del paradigma.. 

“Tutto quello che era grande nel passato è stato ridicolizzato, condannato, combattuto, soppresso – solo per emergere ancora più potente, tanto più trionfante della lotta”. Nikola Tesla

http://www.bibliotecapleyades.net/ciencia2/ciencia_consciousuniverse703.htm