Archivi tag: élite e potere

L’Impero colpisce ancora – Quando si perde il controllo della narrazione

 

Il colpo di stato è iniziato – L’Impero colpisce ancora dappertutto

 

by Tom Luongo
September 24, 2019
from TomLuongo Website

Spanishversion 

 

La situazione si sta alterando, 

speriamo che non si alteri ulteriormente

Darth Vader

“L’Impero colpisce ancora”

Sai, penso che non ci siano coincidenze in politica. Tutto accade secondo un programma particolare.

Quindi quando vedo un giorno folle come oggi devo porre la domanda,

“Perché questo, perché adesso …?”

Guarda i titoli e vedrai di cosa sto parlando.

Tutte queste cose sono successe da quando mi sono svegliata alle 7:30 del mattino in Florida:

  1. La Corte Suprema britannica si è appena arrogata il potere senza precedenti inserendosi in qualsiasi controversia tra governo e parlamento. Ciò sconvolge più di 300 anni di processo costituzionale.
  2. I democratici hanno annunciato che perseguiranno l’accusa di impeachment nei confronti del presidente Trump perché un informatore non verificato e sentito ha fatto una denuncia per una telefonata tra Trump e il presidente ucraino Volodymyr Zelenski. Le probabilità di impeachment sono aumentate durante la notte quando qualcuno è stato informato del piano dei democratici.
  3. L’hashate di Bitcoin si è schiantato misteriosamente oltre il 40% presagendo un enorme calo del prezzo di $ 1500.
  4. Donald Trump ha presentato una critica accecante al socialismo all’Assemblea generale delle Nazioni Unite. Peccato che sia quasi cattivo come quelli che sta combattendo all’estrema sinistra.
  5. Trio di gloria sbiadita in Europa,
  • Il Regno Unito
  • Francia
  • Germania,

… si è unito al coro della condanna non verificata dell’Iran nell’attacco al giacimento petrolifero saudita il 14 settembre (2019).

  1. La Federal Reserve continua a salvare le banche per un importo compreso tra $ 65 e $ 75 miliardi al giorno attraverso operazioni di pronti contro termine durante la notte che nessuno può darci una spiegazione del perché sono necessarie.

Questo mi sembra, come un colpo di stato multi-livello contro quelli che osano resistere alla struttura del potere globale. Entrambe le istituzioni di comando britanniche e americane sono sotto sincero attacco con queste mosse.

Il messaggio non’è così sottile

“Ti possediamo. Abbiamo il controllo e lo eserciteremo sempre.”

I tuoi difensori saranno molestati fino a quando non saranno completamente sterilizzati e privi di qualsiasi capacità di attuare le modifiche che desideri.

Nel frattempo, gli edifici di controllo che sono stati eretti a tuo vantaggio stanno crollando e richiedono ancora più supporto. Quindi, è tempo di attaccare la validità di tutto ciò che potresti prendere in considerazione per proteggerti dal caos che abbiamo creato.

I riferimenti democratici vengono ignorati.

I Bitcoin ha misteriosamente attaccato la sua rete.

I parlamenti impopolari ignorano il popolo e rimangono al potere.

Secoli di tradizione e convenzioni hanno gettato fuori dalla finestra per servire la prossima grande cosa.

“Il mondo finirà tra otto anni”, secondo una ragazza svedese di 16 anni con PTSD e disturbi d’ansia ma, dovremmo fidarci dell’inevitabilità e della permanenza dei super governi transnazionali per prevenire l’apocalisse?

Quando perdi il controllo della narrazione, quando fai girare una storia da tutto il tessuto tutto ciò che puoi fare è raddoppiare.

Questo è ciò che stanno facendo i democratici nel caso dell’Ucraina (leggi “Trascrizioni delle conversazioni telefoniche su Biden diTrump-Zelenski“)

Devono rimanere nell’offensiva contro Trump perché se non lo fanno il loro candidato principale (sì, giusto!) Presidente è disonorato.

Quindi, la cosa naturale da fare è, come Alinsky, accusare Trump della stessa cosa che ha fatto Joe Biden ed è stato catturato con un nastro che si muoveva come lo stupido che è.

È su questo che Trump deve essere messo sotto accusa?
Osare rivelare la verità su un problema di vera corruzione in un paese profondamente implicato nella falsa storia della collusione originariamente destinata a rimuoverlo dall’Oval Office?

Questo in qualche modo colpisce lo standard di alti crimini e delitti?

Lo fa quando viviamo in un mondo governato da uomini, non da leggi.   

 

Trump è stato, a tutti gli effetti, assolto già in qualsiasi ostacolo alle accuse di giustizia contro RussiaGate.

Così,

in che modo esorta una controparte straniera a indagare sulla vera corruzione commessa da una persona fortemente connessa con un ex vicepresidente degli Stati Uniti, a parte lui che fa il suo lavoro?

È suo compito perseguire la cattiva condotta dei funzionari governativi, non è vero?

La mossa di Trump per rilasciare le trascrizioni non redatte della telefonata è stata la mossa giusta.

E il continuo perseguimento da parte dei democratici probabilmente li farà sembrare dei deficienti.

Ma ecco il problema.

Prendi una lezione dal fiasco britannico.

L’intero processo attraverso i tribunali è stato un falso.

La conclusione è stata anticipata nel momento in cui la richiesta è stata presentata al proroga del Parlamento da parte di Johnson.

Il resto era teatro perché la Corte Suprema avrebbe sempre deciso in questo modo.

Quindi indovina?

I democratici non insisterebbero per questo se non pensassero di avere i voti alla Camera e al Senato per farlo.

Ignoravano la saggezza convenzionale su questo.

Si sbagliavano nel Regno Unito.

Qui sbaglieranno, a meno che Trump non abbia qualcos’altro nella manica.

La sua rimozione di John Bolton e il rifiuto di attaccare l’Iran sta portando i neoconservatori all’apoplessia. Vogliono la loro guerra santa contro gli sciiti apostati e la otterranno.

Mike Pence sarà il loro avatar fino al momento in cui potrà essere rimosso attraverso una falsa elezione nel 2020.

Se così non fosse, non rischierebbero ciò che resta del loro futuro politico in difesa di un vecchio senile, Joe Biden, e comunque non vogliono che sia il candidato.

È un colpo di stato gente …

E in questo colpo di stato è in corso la stampa della corte per la tua sanità mentale e per radicalizzarti in violenza. Ci stanno sfidando a contrattaccare qui, quindi possono essere giustificati per andare in blocco e cancellare le elezioni future.

Devono farlo …

I loro mercati finanziari sono nelle prime fasi del collasso.

È iniziata la crisi di liquidità del dollaro che prosciugherà l’Europa del suo sangue vitale.

Questo ha la sensazione di quei mesi che hanno portato alla dissoluzione di Bear Stearns, culminata con Lehman Bros. nel 2008, che ha rotto il motore del mondo.

L’élite che reagisce in questo modo è prevedibile. Andavano sempre qui.

Ma il problema è che mentre puoi rendere legale qualcosa di terribile, non lo rende giusto. E le persone sanno cosa è giusto e cosa non lo è. Spezzare il patto tra sovrani e governati, costituisce un precedente pericoloso per la violenza reciproca …

Perché rovesciare un presidente che fa il suo lavoro e distruggere il governo per annullare un referendum democratico, sono punti di non ritorno.
Sia gli inglesi che gli americani stanno imparando la terribile lezione che, è tempo di mettere da parte cose infantili come il governo rappresentativo, e che le elezioni contano.

Da loro non … Ti verranno presentati nient’altro che le scelte di Hobson da qui in avanti. L’immagine che hai nella testa del tuo paese non è la realtà di quella in cui vivi.

La distopia è reale …

Fonte articolo: https://www.bibliotecapleyades.net/

®wld

Cosa ha cambiato il modo in cui si pensa?


IMAGE: /WASHINGTONPOST.COM) 

I secoli bui del cambiamento climatico 

di Luis R. Miranda 

I fondi per i cambiamenti climatici andranno a paesi e governi che manterranno al meglio le loro popolazioni in condizioni di assoluta povertà.

Con così tante persone importanti a favore che affermano di compiere azioni che aiutano a evitare una “grande catastrofe”, penseresti che se ci fosse una cosa dietro questa chiamata a salvarci da noi stessi, quella cosa sarebbe la scienza.

Tuttavia, in un’intervista esclusiva, il giornalista e autore Marc Morano spiega che non solo non esiste una scienza credibile dietro le affermazioni sul riscaldamento globale, nonostante il cosiddetto consenso, ma che mette in discussione la realtà del “riscaldamento globale antropogenico” per aiutare a dissipare la paura artificiale propagato dagli allarmisti è diventata una missione molto pericolosa.

Come molti altri, Morano è stato indottrinato a credere a tutti gli argomenti pubblicati da media, celebrità, attivisti, organizzazioni ambientaliste, ONU, entità governative e Vaticano.

Quindi, cosa ha cambiato il modo in cui pensa?

Morano ha condotto le sue indagini, senza filtri ideologici. Ha capito che quando le autorità di regolamentazione, cioè i governi, vogliono stabilire nuove leggi e regole, cercano sempre modi per collegare tali regole e leggi a una questione di interesse al fine di giustificare la loro ambizione di potere

“Hanno usato di tutto, dal raffreddamento globale, dalla sovrappopolazione, dalla carenza di risorse, dalla carestia, come scuse per aumentare il potere regolamentare dello stato”, spiega Morano in un’intervista con TFP Student Action.

Morano afferma che alcuni degli obiettivi alla base del movimento ambientalista includono dare allo Stato il potere di “ridistribuire la ricchezza”, cioè di confiscare risorse private, di ottenere il controllo completo delle risorse pubbliche già nelle loro mani e, attraverso la “legislazione” nelle entità come le Nazioni Unite, a dare alle organizzazioni multinazionali non elette, parte o tutta la sovranità degli Stati-nazione, e, naturalmente, a porre fine una volta per tutte al capitalismo “demoniaco”.

“Il presunto riscaldamento globale è solo l’ultima tattica di paura utilizzata da questi gruppi, che presentano le stesse soluzioni suggerite 50 anni fa”, afferma l’autore.

I membri dei gruppi di potere che supportano il movimento ambientalista di oggi stanno spingendo per un controllo ancora più centralizzato, una pianificazione dall’alto verso il basso e una trasformazione globale senza precedenti, con la forza.

Come affermato dalle stesse Nazioni Unite sui propri documenti di politica climatica, si intende “ridistribuire la ricchezza applicando politiche ambientali relative ai cambiamenti climatici, che, per comodità, non chiamano più” riscaldamento globale “.

Mentre Al Gore e dozzine di celebrità di Hollywood avvertono che abbiamo a malapena 10 anni per salvare il pianeta, continuano a vivere nelle loro dimore che emettono più CO2 di molti quartieri nelle loro città e viaggiano in aerei privati ​​per parlare dell’importanza di non inquinare l’ambiente.

Allo stesso modo, l’ex presidente Barack Obama, che sostiene anche l’agenda ambientale promossa da Gore, Bono, Leonardo di Caprio, Alejandra Ocasio Cortez e altri, ha messo gli occhi su una casa da $ 15.000.000 che, se crediamo che “esperti”, sarà sotto il mare livello tra qualche anno.

Sorprendentemente, nessuna delle politiche proposte dagli ambientalisti, dalle Nazioni Unite, dalle entità governative o dal Vaticano potrebbe “salvarci” dalla “catastrofe climatica” che ritengono imminente.

Anche se tutti gli impegni dell’accordo di Parigi sul clima fossero rispettati e seguiti meticolosamente, si potrebbe ottenere un cambiamento misurabile delle emissioni di CO2 o qualsiasi altro tipo di risultato ambientale. Cioè, nessuna delle misure suggerite dalle Nazioni Unite o dall’accordo di Parigi avrebbe alcun impatto positivo sul riscaldamento globale, non ora, non tra 100 anni.

Sebbene non siano evidenti modifiche significative alle emissioni e ad altri dati misurabili, le misure contemplate in proposte come il New Deal verde, avrebbero un impatto negativo sulla vita di miliardi di persone in tutto il mondo. L’obiettivo, come spiegato da Morano, è mantenere le nazioni del terzo mondo impoverite.

I fondi per i cambiamenti climatici andranno a paesi e governi che manterranno al meglio le loro popolazioni in condizioni di estrema povertà, non per combattere i cambiamenti climatici o il riscaldamento globale.

Gli ambientalisti marginali vogliono già trattare coloro che mangiano carne come i fumatori. Vogliono che si vergognino pubblicamente.

In base al New Deal verde e all’accordo di Parigi, i prezzi del carburante e dell’energia aumenterebbero considerevolmente a causa dell’applicazione delle tasse per scoraggiarne l’uso.

A seguito di un aumento dei prezzi dell’energia, aumenterebbero anche i prezzi dei prodotti alimentari. Alcune proposte includono l’emissione di carte di razione delle emissioni di CO2, mentre la tecnologia è già in atto per i governi per monitorare i dispositivi elettrici attraverso reti intelligenti (contatori digitali) che useranno la tecnologia 5G per connettere o disconnettere in remoto l’alimentazione dalle case.

Come spiega Morano, il mondo è prima del consolidamento di un piano perverso per mantenere miliardi di persone in condizioni di povertà, mentre i loro governi ricevono milioni di dollari in incentivi – tangenti – come premio per tenerli nella miseria. Sono i tecnocrati che gestiscono le nazioni sviluppate e le multinazionali a dire alle persone nei paesi in via di sviluppo che non sarà loro permesso di vivere una vita migliore.

Il movimento ambientalista è pieno di personaggi famosi che sono felici di parlare, ma che non camminano e raccontano al resto del mondo, che per inciso è popolato da persone di colore marrone che altrimenti sostengono di difendere dall’oppressione, che loro, i più poveri dei poveri, hanno bisogno di fare una passeggiata indietro nel Medioevo, perché lo dicono.

Guarda l’intervista completa e approfondita con Marc Morano di seguito:

Molte persone come te leggono e supportano il giornalismo indipendente di The Real Agenda News come mai prima d’ora. Diversamente dalle altre organizzazioni giornalistiche, manteniamo il nostro giornalismo accessibile a tutti.

La Real Agenda News è indipendente. Il nostro giornalismo è libero da pregiudizi commerciali, religiosi o politici. Nessuno modifica il nostro editore. Nessuno guida la nostra opinione. L’indipendenza editoriale è ciò che rende diverso il nostro giornalismo in un momento in cui mancano rapporti onesti e concreti altrove.

In cambio, ti chiediamo semplicemente di leggere, mettere mi piace e condividere tutti gli articoli. Questo supporto ci consente di continuare a lavorare come facciamo noi.

Fonte: https://real-agenda.com/ 

®wld

Il primordiale sistema gerarchico

La chiave Omerica e il grande segreto de Il Potere nell’Ombra

di Francisco Callejas 16 giugno 2018 dal Sito Web DondeLaVerdadNosLleva traduzione di Nicoletta Marino  Versione originale in spagnolo 

(nda) premessa: l’articolo è stato copiato in forma integrale senza modifiche volutamente, pertanto, il maiuscolo è stile originale dell’autore nel suo blog

In molte occasioni ti sarai chiesto cosa rende il mondo quello che è. Perché la nostra civiltà si basa sulla menzogna, l’inganno, la violenza e la sofferenza continua?

Il sistema di per sé è una grande menzogna “un grande velo di Iside” socio economico e religioso messo davanti a te per mantenerti sottomesso in maniera continua.

IL SISTEMA GERARCHICO PIRAMIDALE BASATO SULLA SOFFERENZA E L’ABUSO RITUALE SATANICO É UN PERFETTO MECCANISMO DI CONTROLLO SOCIALE.

MA C’É QUALCOSA DI PIU’, IL “DEEP STATE” DI CUI PARLAVA IL COLONNELLO PROUTY.

E’ L’ORGANO SUPERVISORE DEL SISTEMA DEL POTERE MA NON LA FONTE DEL SISTEMA.

PER CONOSCERE LA FONTE E I MOTIVI DELL’AUTENTICO “POTERE OSCURO” BISOGNA SAPER INTERPRETARE I DATI CHE I VASSALLI DEL POTERE OSCURO CI FORNISCONO.

PIU’ ANDIAMO INDIETRO NEL TEMPO E MENO CONTAMINATA É LA FONTE DELL’INFORMAZIONE SIMBOLICA CHE L’ÉLITE HA FILTRATO NELLA “CAPPA ESTERNA” DI QUESTA STRUTTURA PIRAMIDALE CHIAMATA CIVILTA’.

UNA DELLE CHIAVI CHE CI CONDURRANNO AI PADRONI LA TROVIAM NEGLI SCRITTI DI OMERO CONSIDERATO IL PADRE DELLA LETTERATURA OCCIDENTALE.

TI HANNO INSEGNATO CHE OMERO FU UN IMPORTANTE SCRITTORE DELL’ANTICA GRECIA, ANCORA UNA VOLTA…FALSO.

HOMERO É UNO PSEUDONIMO, UN “VELO DI ISIDE” SOTTO IL QUALE AGIVANO LE SOCIETA’ SEGRETE DELL’EPOCA.

LO STESSO É LO PSEUDONIMO SHAKESPEARE.

O GLI STESSI SCRITTI BIBLICI, UN’AUTENTICA FRODE COME ABBIAM RIPETUTO FINO ALLA NAUSEA DANDOVENE PROVE SU QUESTO BLOG.

NON É CURIOSO IL FATTO CHE AL LORO TEMPO “L’ILIADE” E “L’ODISSEA”, ERANO CONSIDERATE COME ‘PROVE’ DI FATTI REALI.

ESPERTI INTELLIGENTI E ALTI RAPPRESENTANTI DELL’EDUCAZIONE DELL’EPOCA CONFERMAVANO LA VERIDICITA’ DI QUEI TESTI COME ‘STORICI’ E COSI LO INSEGNAVANO AL POPOLO.

VI DICE NIENTE TUTTO QUESTO?

E’ LA STESSA COSA CHE STANNO FACENDO ADESSO CON LE RELIGIONI DEL NOSTRO TEMPO.

E QUEGLI ERUDITI PARTE INTEGRANTE DI QUELLE SOCIETA’ SEGRETE NEI SECOLI CHE AFFERMANO CHE ‘CRISTO’ O ‘MOSE‘ SONO STATI PERSONAGGI STORICI.

I TESTI OMERICI COME QUELLI BIBLICI VANNO INTERPRETATI IN CHIAVE SIMBOLICA, NON STORICA.

QUESTE SOCIETA’ SEGRETE CHE DOMINAVANO LA CULTURA E LA POLITICA GRECA CI DICONO CHE ATTRAVERSO DELLO PSEUDONIMO “OMERO” CHE L’EROE ULISSE COMUNICAVA CON GLI SPETTRI CHIAMATI “PSICHE” PER MEZZO DI SACRIFICI DI SANGUE.

IL SANGUE DELLE VITTIME FACEVA SI CHE GLI PSYCHE SI MATERIALIZZASSERO NEL MONDO DEGLI UMANI.

QUESTA AFFERMAZIONE CI PORTA AD UNA CHIAVE CRUCIALE.

COME HO GIA’ DETTO IN UN ARTICOLO, STUDI SCIENTÍFICI RECENTI HANNO RIPORTATO CHE I PROCESSI BIOCHIMICI DEL DNA SONO COORDINATI E TUTELATI DA UNA DETERMINATA FREQUENZA VIBRATORIA CHE É DIVERSA IN TUTTI GLI ESSERI VIVI E CHE DETERMINA LA LORO STRUTTURA GENETICA.

QUESTO SIGNIFICA CHE CAMBIANDO LA FREQUENZA VIBRATORIA MODIFICHIAMO UN EMBRIONE O QUELLO CHE SAREBBE UNA RANA DIVENTA UNA SALAMANDRA.

COME SPIEGA L’ÉLITE NELLA SUA FILOSOFIA ERMETICA, L’ESISTENZA NELLA SUA IMMENSITA’ É IN COSTANTE MOVIMENTO E VIBRAZIONE.

CON UN COLLEGAMENTO ADEGUATO UNA FREQUENZA IMPERCETTIBILE AL NOSTRO MONDO, PUO’ ARRIVARE A MATERIALIZZARVISI.

COME AVVIENE QUANDO CI SI SINTONIZZA SUL CANALE RADIO CON UNA DETERMINATA TRASMITTENTE.

ED É ATTRAVERSO IL SANGUE CON DELLE CARATTERISTICHE DETERMINATE CHE QUESTE ENTITA’ CREATRICI DEL SISTEMA SI COLLEGANO CON LE ÉLITE s CHE LI DIRIGONO.

QUESTO É QUANTO “IL VELO DI ISIDE” CHIAMATO “OMERO” CI ESPONE NELLE SUE OPERE.

ESISTE UN TIPO DI SANGUE, L’RH NEGATIVO, CHE É PIU’ SUSCETTIBILE AD ESSERE “SINTONIZZATO” DA QUESTE ENTITA’.

LA MAGGIORANZA DEI DIRIGENTI MONDIALI SONO RH NEGATIVI.

LA ÉLITE HA SEGUITO SEMPRE UN PROCESSO DI SELEZIONE DEI SUOI INTEGRANTI FIN DALLA SUA CREAZIONE.

OSSERVATE

L’OSSESSIONE PER LA GENETICA CHE HA LA CASTA DIRIGENTE OGGI É UNA REALTA’ NASCOSTA DA DIFFERENTI “VELI DI ISIDE” PER IL CONSUMO DELLA MASSA.

OGGI LO SVILUPPO DI UNA CASTA DIRIGENTE GENETICAMENTE DIVERSA STA AVVENENDO IN MODO COPERTO A DIFFERENZA DI ALTRE EPOCHE, AD UN LIVELLO CHE POSSIAMO DEFINIRE INDUSTRIALE.

NELLO STESSO TEMPO, PER “IL CIRCOLO ESTERNO” DELLA CIVILTA’ SI PROMUOVE LA ANDROGENIZZAZIONE E I METICCI DI MASSA.

PERCHE?

SE CERCHI TROVERAI QUELLO CHE MOLTO CHIARAMENTE HA ESPOSTO L’INIZIATO ALDOUS HUXLEY NELLA SUA OPERA, “UN MONDO FELICE“.

SI CERCA DI SEPARARE LE SOCIETA’ IN CASTE GENETICHE DIVERSE E DI AVERE NELLA CUSPIDE UNA RIDOTTA ÉLITE GOVERNATA DA QUESTI “PSYCHE” OMERICI.

“HOMERO” VIENE DAL TERMINE “HOMERIDAI” CHE SIGNIFICA “FIGLIO DI SCHIAVO”.

Fonte: https://www.bibliotecapleyades.net/

®wld

Il Giochetto …

Vogliono farvi litigare!  

di Marco Cedolin

Quando contro ogni previsione un paio di settimane fa, dopo 88 giorni di tira e molla, confusione e veti presidenziali, il governo Conte vide finalmente la luce, fu subito chiaro a tutti come si sarebbe trattato di un percorso ad ostacoli assai accidentato, dal momento che il suo incedere sarebbe stato ostacolato con tutti i mezzi possibili, leciti ed illeciti. 

Le forze (nazionali e non) che da sempre detestano gli italiani e li vogliono prostrati e con il capo chino sono coscienti di avere ancora fra le proprie mani un potere immenso. Gestiscono praticamente la quasi totalità dell’informazione cartacea e televisiva, gestiscono il 90% degli uomini dello spettacolo, gestiscono i sindacati, gestiscono il sistema bancario e la finanza. Gestiscono in parole povere quasi tutte le leve del potere, anche se in questa occasione, per quello che mi piace considerare uno strano scherzo del destino, non sono riusciti a gestire il voto degli italiani…. 

Il loro unico e vero nemico oggi non è costituito da Salvini o Di Maio, ma dall’opinione pubblica, perché il governo Conte non è in questo momento sostenuto solamente dagli elettori di Lega e 5Stelle, ma anche da molti altri milioni di italiani (come me) che hanno votato altro o non hanno votato affatto e gode di una popolarità mai sperimentata in tempi recenti.  

Di fronte ad una situazione di questo genere, ogni rimbrotto di un politico di opposizione, ogni sparata di un guitto da salotto, di un banchiere o di un imprenditore compiacente, non fanno che rafforzare il sostegno popolare al governo e questo non può che essere chiaro anche a chi ha fatto dell’arroganza e della supponenza una ragione di vita.  

L’unica arma rimasta nelle mani di questi signori (ma si tratta di un’arma potentissima) è il dividi et impera che nella fattispecie deve concretarsi nel dividere Di Maio da Salvini o più precisamente nel provocare un profondo scollamento fra i sostenitori di 5S e della Lega, affinchè si rivoltino gli uni contro gli altri.  

Sapendo che esiste un terreno fertile in questo senso, stanno spendendo ogni energia per far si che tale scollamento si concretizzi. Alimentano polemiche e litigi, ricamando fra le pieghe di ogni affermazione fatta da Salvini, diffondono sondaggi totalmente privi di ogni valenza statistica per indurre l’elettore di 5S a pensare che la Lega stia cannibalizzando il proprio movimento e quello della Lega a fantasticare sul fatto che qualora si tornasse ad elezioni il suo partito diventerebbe la prima forza politica in Italia. Seminano zizzania e malumore in tutte le maniere possibili, 

praticando il “giochetto della questura” dove i due sospettati vengono convocati ciascuno in una stanza e ad entrambi viene fatto credere che il complice ha già confessato facendo il suo nome. Insomma giocano sporco che più sporco non si può, senza porsi alcun problema, sia perché sono totalmente privi di ogni etica e non hanno alcun rispetto per il cittadino, sia perché la posta in gioco è altissima. 

Ora tocca a voi, italiani, elettori di Lega e 5S o meno, decidere se cadere nel tranello che vi riporterà a strisciare con il capo basso o se tenere la testa alta con fierezza e mandarli tutti a quel paese, giudicando il governo per quel poco che riuscirà a fare, ma che sicuramente non hanno mai fatto coloro che l’hanno preceduto.   

http://ilcorrosivo.blogspot.com/ 

®wld

Supplemento almanacco giugno 2018

 

Gli avatar del potere nero

La lebbra europea: quella del vomitevole, xenofobo Macron

La brutta notizia è che c’è ancora una parte di Italia, insieme a una parte di Francia, disposta a farsi prendere per i fondelli da un sinistro teatrante come Emmanuel Macron, ultimo erede di una famiglia di serial killer politici travestiti da statisti, pronti a indossare la maschera dell’orco (Van Rompuy, Schaeuble) o quella del pagliaccio finto-buono (Juncker, Prodi).

L’Ogm Macron è una via di mezzo, un ibrido perfetto tra eleganza formale e trivialità sostanziale. Chiama i poveri “sdentati”, definisce l’attuale politica italiana “vomitevole”. E arriva a classificare “lebbra d’Europa” i movimenti democratici anti-establishment, dopo che Salvini e Di Maio hanno ridotto a carta straccia l’ultimo piano contro l’Italia approntato per i migranti insieme ad Angela Merkel, altro fossile vivente di un’Europa mascalzona, che in vent’anni non ha prodotto altro che crisi e paura, insicurezza sociale, terrorismo, diffidenza e risentimenti fra nazioni che avrebbero dovuto essere “sorelle”.

L’Italia ancora dormiente – ormai minoranza, a quanto pare, arroccata attorno al patetico mainstream cartaceo e radiotelevisivo – non ha ancora capito chi è il fantoccio Macron, chi ne muove i fili, da quale curriculum proviene l’ombra nera che si aggira per l’Eliseo, attorno al presidente che insulta e minaccia – né più né meno come un monarca, indispettito dalle sconcertanti pretese del popolo. Chi si credono di essere, questi pezzenti italiani? Continua a leggere QUI

MACRON ORA PUO’ SOLO MANDARCI LE TRUPPE AL CONFINE


Quando un capo di Stato e di governo proclama che nel paese vicino c’è un governo-lebbra, fa dire che è vomitevole, e prima ha detto che “li conosciamo”, esprimendo odio e disgusto intollerabile, non è che la domenica dopo incontra il capo di quel governo a Bruxelles a un pre-vertice UE.

No. Richiama l’ambasciatore e ammassa truppe a ridosso di Ventimiglia. Macron, con quelle parole deliranti, e irreparabili sul piano diplomatico, ha rotto l’Unione Europea e portato lo stato di guerra. Se ne rende conto? O forse ha ragione lo psichiatra forense Adriano Segatori che un anno fa – con una sicurezza diagnostica che colpiva – lo definì “psicopatico con deliri di onnipotenza, reso tale dal grave abuso sessuale che a 15 anni subì dalla sua insegnante Brigitte (di 24 anni più vecchia di lui)”, ed “altamente pericoloso”. Continua a leggere QUI

La Terra ora ci presenta il conto di un mondo senza giustizia

Guardate che non basta, raddrizzare uno sviluppo – finora ingiusto – sostituendolo con il miraggio di una crescita economica globale finalmente equa. La voce “decrescita” (del Pil) risulta sempre sgradevole, dissonante, preoccupante: ma è purtroppo coerente con tutte le previsioni sistemiche dei climatologi, che danno alla Terra altri vent’anni, al massimo, prima del collasso ecologico che già sta avanzando in modo inquietante, con le temperature balneari registrare alle Svalbard e lo scioglimento inesorabile della calotta artica.

Nel lontanissimo ‘700, il padre della fisica Isaac Newton predisse – in base a complessi calcoli – che le risorse terrestri si sarebbero esaurite entro il 2060: un pronostico, sottolinea il saggista Gianfranco Carpeoro – sinistramente coincidente con quello del governo Usa, secondo cui fra quarant’anni, di questo passo, arriveremo alla morte biologica degli oceani. Ragionamenti che possono apparire letterari e strampalati, semplici suggestioni millenaristiche calate in un mondo distratto dai mondiali di calcio o appassionato al derby Italia-Francia su Salvini, gli sbarchi selvaggi e l’opaco traffico malavitoso gestito dalle Ong.

Vero, l’Europa ladrona nega all’Italia un’espansione vitale del deficit, mentre c’è chi muore in mare per un tozzo di pane. E se si tracolla tutti, sotto la furia di un pianeta stremato dai nostri abusi suicidi? Continua a leggere QUI

Attrezzature in laboratorio chimico Douma della Siria Made in EU, N America – MoD russo 

La missione di sondare il fatto dell’uso di armi chimiche in Siria ha fortemente protratto i tempi delle indagini a favore degli interessi degli Stati Uniti e dei loro alleati, ha dichiarato il ministero della Difesa russo. Le armi chimiche in Siria sono state prodotte da militanti e le attrezzature sono state fabbricate in Europa occidentale, ha detto la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova.  

“L’equipaggiamento, la cui fuoriuscita è uscita pochi giorni fa … vorrei dire che parte di esso è un’attrezzatura usata da militanti e terroristi, è stata scoperta nella città di Douma”, ha detto Zakharova in un briefing di il ministero degli Esteri russo e il ministero della Difesa per il corpo diplomatico per indagare sull’uso di armi chimiche in Siria.  

Il laboratorio chimico dei militanti nella Douma della Siria ha prodotto esplosivi di tetranitrato di pentaeritritolo ad alta tecnologia (TEN) e aveva anche precursori di agente di senape e cloro, ha detto il generale Igor Kirillov. 

“Con l’aiuto di questa attrezzatura, [i militanti] hanno prodotto esplosivi TEN ad alta tecnologia e alta qualità. Durante la ricerca del laboratorio, [l’esercito russo] ha anche trovato thiodiglycol e trietanolamina, che possono essere utilizzati per la produzione di zolfo e senape di azoto, così come l’esammina “, ha detto Kirillov in un briefing sull’indagine sull’uso di armi chimiche in Siria.  

Kirillov ha aggiunto che i militari avevano anche trovato una bombola di gas al cloro, simile a quella usata dai militanti nell’attacco di armi chimiche a Douma. Continua a leggere QUI (lingua inglese)

CIRCUITO DI MORTE NEL «MEDITERRANEO ALLARGATO»  

Di Manlio Dinucci 

I riflettori politico-mediatici, focalizzati sui flussi migratori Sud-Nord attraverso il Mediterraneo, lasciano in ombra altri flussi: quelli Nord-Sud di forze militari e armi attraverso il Mediterraneo. Anzi attraverso il «Mediterraneo allargato», area che, nel quadro della strategia Usa/Nato, si estende dall’Atlantico al Mar Nero e, a sud, fino al Golfo Persico e all’Oceano Indiano. 

Nell’incontro col segretario della Nato Stoltenberg a Roma, il premier Conte ha sottolineato la «centralità del Mediterraneo allargato per la sicurezza europea», minacciata dall’«arco di instabilità dal Mediterraneo al Medio Oriente». Da qui l’importanza della Nato, alleanza sotto comando Usa che Conte definisce «pilastro della sicurezza interna e internazionale».  

Completo stravolgimento della realtà. È stata fondamentalmente la strategia Usa/Nato a provocare «l’arco di instabilità» con le due guerre contro l’Iraq, le altre due guerre che hanno demolito gli Stati jugoslavo e libico, e quella per demolire lo Stato siriano.  

L’Italia, che ha partecipato a tutte queste guerre, secondo Conte svolge «un ruolo chiave per la sicurezza e stabilità del fianco sud della Alleanza». In che modo, lo si capisce da ciò che i media nascondono.  

La nave Trenton della U.S. Navy, che ha raccolto 42 profughi (autorizzati a sbarcare in Italia a differenza di quelli dell’Aquarius), non è di stanza in Sicilia per svolgere azioni umanitarie nel Mediterraneo: è una unità veloce (fino a 80 km/h), capace di sbarcare in poche ore sulle coste nord-africane un corpo di spedizione di 400 uomini e relativi mezzi.  

Forze speciali Usa operano in Libia per addestrare e guidare formazioni armate alleate, mentre droni armati Usa, decollando da Sigonella, colpiscono obiettivi in Libia. Tra poco, ha annunciato Stoltenberg, opereranno da Sigonella anche droni Nato.  

Essi integreranno l’«Hub di direzione strategica Nato per il Sud», centro di intelligence per operazioni militari in Medioriente, Nordafrica, Sahel e Africa subsahariana. Continua a leggere QUI 

®wld

Siamo al lupo che si fa guardiano dell’ovile

Terrapiattisti e Salvamondisti  

By Massimo Lupicino

Un recente sondaggio ha rivelato che il 34% dei giovani americani tra 18 e 24 anni non è convinto che la Terra sia rotonda. Il 9%, in particolare, dichiara di aver sempre pensato che il nostro pianeta fosse piatto mentre un altro 9%, pur sapendo che la Terra è sferica, sospetta tuttavia che le cose non stiano davvero così. A questi si somma un 16% che più socraticamente ammette di non sapere quale sia la forma del Pianeta su cui vivono. 

Ad aumentare lo sconforto c’è la constatazione che il terrapiattismo ha più seguaci tra i giovani in età immediatamente post-scolare, piuttosto che tra quelli che la scuola non la frequentano da molti anni: la percentuale dei terrapiattisti tra i trentenni scende infatti al 24%, fino a raggiungere un misero 6% tra gli over-55. 

Questione di fiducia  

La buona notizia, per i padroni del vapore, è che se in tanti credono nel terrapiattismo allora altrettanti possono legittimamente credere che la CO2 sia un veleno, che le ciminiere e le flatulenze bovine siano l’unica forzante climatica del pianeta Terra, o che la guerra in Siria sia scoppiata perché è piovuto poco. 

La cattiva notizia, per gli stessi padroni, è che altrettanto liberamente la gente può credere in tesi diametralmente opposte. Per esempio che la CO2 sia il mattone elementare della vita sulla Terra, che le forzanti climatiche siano innumerevoli o che la Terra se la passi ottimamente dal punto di vista climatico. Oppure, perché no, che si vada verso una glaciazione dalle proporzioni catastrofiche, giusto per rimanere in ambito strettamente climatico.

Detta in altri termini, la gente oggi tende a credere a tutto e al contrario di tutto per il semplice fatto che si è rotto irrimediabilmente il rapporto di fiducia tra i mezzi di informazione “ufficiali” e i fruitori degli stessi. Rottura causata dal diluvio di fake news promosse negli anni proprio dalla stampa mainstream, unitamente alla serie infinita di previsioni mai avveratesi nei termini in cui erano state annunciate.  

Nessuna traccia, oggi, delle armi chimiche di Saddam con cui i media di tutto il mondo hanno giustificato la guerra in Iraq. E nessuna traccia, oggi, di quell’olocausto climatico annunciato da almeno 20 anni dagli stessi media. Solo per fare un paio di esempi.

La soluzione

Nel silenzio compiacente dei media (e con le solite benedette eccezioni), gli spiriti più illuminati di Bruxelles stanno lavorando per salvare dalla perdizione i loro cittadini così evidentemente disorientati. Ché ne va della nostra sicurezza. 

È infatti il Commissario UE alla Sicurezza in persona, a presentare l’imminente stretta sull’informazione che i Salvamondo di Bruxelles stanno cucinando per noi. Con una serie di affermazioni del tipo:

  • La Russia disinforma i cittadini europei per minare la stabilità e la coesione della nostra società.
  • Pertanto si identificheranno i “bots che diffondono disinformazione” e si chiuderanno i loro profili sui social network (fatevi due risate su chi si celava veramente dietro i “bots russi” denunciati dall’autorevolissimo Guardian).
  • Grazie a Facebook e Twitter si selezionerà l’informazione “di qualità” per combattere le fake news (siamo al lupo che si fa guardiano dell’ovile).
  • Una rete di “fact-checkers indipendenti” qualificati con marchio UE vigilerà sulla buona informazione (!)

Ma la frase più bella è questa: L’esecutivo comunitario invita quindi gli stati membri a “prendere in considerazione schemi di aiuti” pubblici “orizzontali per rispondere ai fallimenti di mercato che danneggiano la sostenibilità del giornalismo di qualità”. Che tradotto in altri termini può suonare come: “gli Stati UE sono invitati a finanziare con soldi pubblici i media che non si sostengono commercialmente ma che raccontano la storia giusta”. 

Ovvero, mentre si chiude il becco a chi racconta storie che “minano la stabilità della nostra società“, dall’altra parte si intende sostenere con i soldi dei contribuenti i cantastorie che piacciono agli euro-burocrati: storie che non vendono più, perché nessuno è più disposto a comprarle, ovvero a bersele. In fondo, si tratta semplicemente dell’ultimo passo verso l’agognata trasformazione dei media in organi di propaganda al servizio di un partito unico, globalista e sovranazionale. Una Euro-Pravda declinata in tutte le lingue dell’Unione.

Non hanno studiato.

…O non hanno ancora capito. Al di là dei contenuti francamente grotteschi, propagandistici e illiberali, quello che stupisce in certe proposte è l’evidente inutilità delle iniziative in questione. Eppure la storia dovrebbe aver insegnato qualcosa.

Non risulta, per esempio, che l’Unione Sovietica sia implosa per una eccessiva libertà di informazione o per un scarso controllo della propaganda da parte delle autorità. E allo stesso tempo, vi immaginereste il PCUS nell’atto di diffondere una lista di giornali da non leggere perché “fake news”? Quegli stessi giornali, qualora accessibili, sarebbero diventati immediatamente best-sellers in tutte le province dell’Impero. Ché un censore screditato diventa automaticamente il miglior promoter possibile

http://www.climatemonitor.it/?p=48291  

®wld

Per quanto tempo ancora?

 

 (per fortuna ieri era la giornata della Terra 3.0 nda) 

Per quanto tempo ancora la maggior parte delle società industrializzate/militarizzate si nasconderà dalla realtà? Non molto tempo. Le fondamenta delle strutture di potere si stanno frammentando da ogni direzione, molte questioni critiche stanno finalmente iniziando a venire alla luce. Sebbene questo sia, in molti modi, un salto nella giusta direzione, porta anche alla disperazione sfrenata da parte di coloro che esercitano il potere.

I programmi radiofonici sulla sinistra o sulla destra politica menzionano qualcosa sulle minacce più critiche che affrontiamo? No. Una settimana dopo l’ultimo bombardamento illegale e ingiusto degli Stati Uniti di una nazione sovrana (Siria), quanti americani ricordano? Quante cure? Le regioni del Sud America stanno scivolando verso il caos, i media mainstream statunitensi hanno detto una parola? L’US Air Force sta disperatamente cercando di mettere in servizio quasi 200 navi cisterna per aerei jet.

E’ questo con lo scopo di aumentare la continua irrorazione atmosferica tossica a livelli ancora più estremi? Per quanto tempo ancora la biosfera e la rete della vita possono sostenere l’assalto? Dove stiamo andando? L’ultima puntata di Global Alert News è qui sotto.

Ogni giorno che passa, sempre di più si stanno finalmente svegliando all’orizzonte che si oscura rapidamente, tocca a tutti quelli che sono già svegli a continuare a suonare l’allarme. In tal modo, è imperativo condividere i dati che sono in realtà su un terreno completamente solido, qualcosa che porta inevitabilmente alla marginalizzazione della causa critica dell’ingegneria climatica. Fai sentire la tua voce, mentre può ancora fare la differenza. DW

di Dane Wigington GeoengineeringWatch.org

*********************************

Se ancora vi servono conferme, nonostante la diapositiva sopra, ascoltate cosa dice ndr.il Direttore della CIA, John Brennan, il quale afferma nitidamente l’esistenza di esperimenti di geoignegneria”. 

https://3.bp.blogspot.com/-V7oJMj-Bk4A/WtoHY8D6YGI/AAAAAAAAPB4/IaExdvQ9tTgqeTFkbpz45Y6LGK6RBVj0ACLcBGAs/s400/Immagine.png  

***********************************

  

Earth Day – Giornata della Terra 3.0 

Ieri è stata la Giornata della Terra. Immagino lo abbiate saputo… 

Quale modo migliore di celebrarla se non quello di ispirarsi a coloro che della protezione della Terra e della guerra al Riscaldamento Globale hanno fatto la loro ragione di vita. State certamente tutti pensando a Mr. Al Gore e ad uno dei suoi più importanti sostenitori, nonché Ambasciatore del Clima, Mr. Leonardo Di Caprio. 

Solo per richiamare alla memoria alcune delle sue parole, in uno dei suoi più sentiti discorsi, eccolo davanti all’assemblea delle Nazioni Unite nel 2014, in occasione del Summit sul Clima:

Quasi 4 minuti di parole inanellate una dietro l’altra, in cui fa un accorato appello ai presenti affinché si possa mettere un freno al riscaldamento che sta provocando lo scioglimento dei ghiacci, sia al Polo Nord che al Polo Sud, ad una velocità mai vista, imporre la Carbox Tax, per incoraggiare ad abbassare le emissioni tanto dannose per la temperatura globale e altre amenità. 

Facciamo finta per un momento di credergli e di credere, in buona fede, che la Terra si stia davvero riscaldando, come mi è stato detto da lui e anche dai media in anni di martellamento. Ascolto Di Caprio e penso: “Cavolo, vedi, ha proprio ragione!”. Bene. Il minimo che mi aspetto – sempre e comunque nella Vita – è che alle parole seguano i fatti. Pretendo, cioè, coerenza. 

Quindi, quando ho visto questo articolo di qualche giorno fa, mettendomi nei panni di una strenua sostenitrice dell’AGW, come mi posso essere sentita, secondo voi…? Ampiamente presa in giro. Con due semplici foto, si vede il signorino usare il suo jet privato per andare in un’amena località della California, Coachella, e usare il suo panfilo per recarsi, nel 2014 (lo stesso anno dell’accorato appello alle Nazioni Unite, tra l’altro), alla Coppa del Mondo. 

Perché, certo: “Il Riscaldamento Globale può aspettare”. 

Ah, la coerenza…!

Sara Maria Maestroni Atività Solare. 

®wld