Archivi tag: DARPA

Le Super Zanzare

 

CATASTROFE GENETICA IN BRASILE 

Sembra uno scenario da film di fantascienza, invece è tutto vero: in Brasile, delle zanzare Ogm sono sfuggite al controllo degli scienziati e hanno cominciato a comportarsi in un modo imprevisto. 

 ********* 

Un’azienda di ingegneria genetica anglo-americana ha liberato milioni di zanzare geneticamente modificate contenenti un gene letale, ogni settimana per 27 mesi nella zona di Bahia, Brasile, per verificare se le zanzare OGM si sarebbero accoppiate con le zanzare locali portatrici di Zika, malaria e altri virus.

Un nuovo studio documenta in modo allarmante che, dopo un’iniziale riduzione delle zanzare target nei primi mesi, «la popolazione è ricresciuta fino ai livelli precedenti». Ad oggi, gli scienziati non hanno idea dei rischi derivanti dalla mutazione. Ancora una volta si evidenziano i pericoli della modificazione genetica delle specie.

Secondo uno studio pubblicato sulla rivista Nature Reports, zanzare geneticamente modificate prodotte dalla compagnia Oxitec, acquisita dall’americana Intrexon, sono sfuggite al controllo umano dopo i test in Brasile e si stanno diffondendo nella zona.

Sulla carta, la teoria era brillante. I maschi delle zanzare portatrici di febbre gialla provenienti da Cuba e dal Messico sono stati alterati geneticamente per impedire alla progenie di sopravvivere.

Così, Oxitec ha iniziato a rilasciarne decine di milioni in due anni nella città di Jacobina, nella regione di Bahia, Brasile. La teoria di Oxitec prevedeva che le zanzare si sarebbero accoppiate con quelle locali portatrici di malattie infettive, come la febbre dengue, impedendo alla progenie di sopravvivere.  

Risultati inattesi  

Un team di scienziati di Yale e diversi istituti scientifici in Brasile hanno monitorato i progressi dell’esperimento. Quello che hanno scoperto è allarmante. Dopo un periodo iniziale in cui la popolazione di zanzare si è drasticamente ridotta, dopo 18 mesi è ricresciuta fino ai livelli precedenti.  

Non solo: la ricerca mostra anche che le zanzare presentano un «vigore ibrido», cioè l’incrocio tra le zanzare naturali e quelle geneticamente modificate ha creato «una popolazione più robusta di quanto lo fosse prima del rilascio», resistente agli insetticidi, in poche parole «super-zanzare».  

Gli scienziati notano che «I campioni genetici della popolazione target hanno mostrato chiaramente che porzioni del genoma modificato sono state incorporate nella popolazione target 6, 12, 27, 30 mesi dopo il rilascio. Evidentemente, la rara progenie ibrida tra il ceppo di rilascio e la Jacobina è abbastanza robusta da riprodursi naturalmente …» 

Continuano: «Quindi, la Jacobina Ae aegypti è un mix di tre popolazioni. Non è chiaro come ciò possa influenzare la trasmissione delle malattie o influire su altri sforzi per controllare questi pericolosi vettori». 

Si stima che tra il 10% e il 60% delle zanzare della specie Jacobina Ae aegypti locali presentino nel loro genoma il gene alterato OX513A. 

Concludono che «Le tre popolazioni che compongono la popolazione tri-ibrida di Jacobina (Cuba, Messico, Brasile) sono molto diverse geneticamente e con ogni probabilità creeranno una popolazione molto più robusta di quella precedente al rilascio grazie al vigore ibrido».

Non era nelle previsioni. Il professore di ecologia e biologia evolutiva Jeffrey Powell, principale autore dello studio, commenta la scoperta:  

«L’idea era che i geni del ceppo rilasciato non sarebbero penetrati nella popolazione naturale perché la progenie doveva morire. Ovviamente, questo non è successo».  

Powell continua: «Ma sono gli effetti imprevisti che ci preoccupano».  

Un progetto della Fondazione Gates

Lo studio brasiliano riaccende i riflettori sui pericoli del rilascio incontrollato di specie OGM nell’ambiente. Riporta alla mente gli orrori descritti nel 1969  nel romanzo di fantascienza di Michael Crichton Andromeda Strain.

Ma questa volta non è un romanzo.

Le zanzare della Oxitec sono state sviluppate utilizzando una forma di gene editing molto controversa, conosciuta come gene drive.

Questa tecnica, finanziata in gran parte dall’agenzia DARPA, facente capo al Pentagono, combinata con la tecnologia CRISPR, ha lo scopo di forzare una mutazione genetica da diffondere in un’intera popolazione, sia che si tratti di zanzare o di esseri umani, nell’arco di alcune generazioni.

Lo scienziato che per primo ha suggerito lo sviluppo del gene drive nell’editing genetico, il biologo di Harvard Kevin Esvelt, ha avvisato che queste tecniche presentano elevate probabilità di sfuggire al controllo.

Evidenzia quante volte la CRISPR fallisce e la crescente possibilità di mutazioni protettive, trasformando ogni gene benigno in un gene aggressivo.

Afferma: «Bastano pochi organismi modificati per alterare irrimediabilmente un ecosistema».

Le simulazioni computerizzate di Esvelt sul gene drive hanno calcolato che il gene modificato «può trasmettersi al 99% della popolazione in meno di 10 generazioni, e resistere per oltre 200.» Questo è stato dimostrato nell’esperimento sulle zanzare in Brasile.

È da notare anche il fatto che l’esperimento brasiliano della Oxitec è stato finanziato dalla Fondazione Bill e Melinda Gates.

Nel giugno 2018 la Oxitec ha annunciato la joint venture con la Fondazione Gates «per sviluppare un nuovo ceppo di Friendly Mosquitoes™ auto-limitanti per combattere le specie di zanzare responsabili della trasmissione della malaria nell’emisfero occidentale».

I risultati mostrano che l’esperimento è un catastrofico fallimento visto che il nuovo ceppo non è affatto auto-limitante.

La Fondazione Gates e Bill Gates supporta lo sviluppo di tecniche di ingegneria genetica da oltre un decennio.

Gates, storico sostenitore dell’eugenetica, del controllo della popolazione e degli OGM, è il principale promotore dell’editing genetico.

In un articolo apparso sul numero di maggio/giugno di Foreign Affairs, il periodico del Council on Foreign Relations, Gates tesse le lodi delle tecnologie di editing genetico, in particolare il CRISPR.

Nell’articolo, Gates sostiene che il CRISPR e le altre tecniche dovrebbero essere utilizzate a livello globale per soddisfare la crescente necessità di cibo e per migliorare la prevenzione delle malattie, in particolare la malaria.

Aggiunge: «C’è ragione di essere ottimisti sul fatto che modificare le zanzare portatrici di malaria causerà pochi danni, se non nessuno, all’ambiente».

Altrettanto allarmante è il fatto che la tecnica utilizzata per l’esperimento sulle zanzare è stata diffusa senza i test sulla salute e sulla sicurezza effettuati da istituti indipendenti.

Ad oggi, il governo statunitense si affida alle dichiarazioni di sicurezza fornite dall’industria.

L’Unione Europea, formalmente responsabile per il trattamento di specie geneticamente modificate come le piante, sta cercando di allentare la regolamentazione.

La Cina, centro per la ricerca genetica di primaria importanza, ha dei controlli estremamente superficiali.

Recentemente, uno scienziato cinese ha annunciato un esperimento genetico sugli umani per rendere i gemelli neonati resistenti all’HIV.

Altri esperimenti sono in corso in tutto il mondo sugli animali geneticamente modificati, in particolare i salmoni. Il principio di precauzione viene gettato al vento quando si tratta di rivoluzione genetica, il che non è affatto rassicurante. 

Oxitec, che nega il fallimento dell’esperimento in Brasile, sta ora cercando l’approvazione dell’Agenzia di Protezione Ambientale statunitense per condurre lo stesso esperimento in Texas e Florida.

Tra le personalità coinvolte figura anche il texano Roy Bailey, lobbysta di Washington e stretto amico di Randal Kirk, CEO miliardario di Intexon, proprietario di Oxitec. Bailey è uno dei principali finanziatori di Trump. Speriamo che sia la prudenza, e non la politica, a decidere gli sviluppi.  

F. William Engdahl

F. William Engdahl è consulente e docente di rischio strategico, ha conseguito una laurea in politica presso la Princeton University ed è un autore di best seller sulle tematiche del petrolio e della geopolitica. È autore, fra gli altri titoli,

di Seeds of Destruction: The Hidden Agenda of Genetic Manipulation («Semi della distruzione, l’agenda nascosta della manipolazione genetica»), consultabile anche sul sito globalresearch.ca.

Questo articolo, tradotto e pubblicato da Renovatio 21 con il consenso dell’autore, è stato pubblicato in esclusiva per la rivista online New Eastern Outlook.

VEDI ANCHE

VIRUS ZIKA, CAOS IN BRASILE: AUTORIZZATI GLI ABORTI

TARGET MALARIA’ E FONDI DI BILL GATES A TERNI 

Fonte articolo: https://www.nogeoingegneria.com/ 

®wld

Poi è arrivata Internet

Internet-pericoli e domande dell’era “Zuckerberg” 

Di Roberto Savio November 14, 2019 from OtherNews Website Editore di OtherNews, Roberto Savio italo-argentino 

è un economista, giornalista, esperto di comunicazione, commentatore politico, attivista per la giustizia sociale e climatica e fautore di una governance globale anti neoliberista. Direttore delle relazioni internazionali del Centro europeo per la pace e lo sviluppo. È co-fondatore dell’agenzia di stampa Inter Press Service (IPS) e del suo presidente emerito.

Roma, 14 novembre

Quest’anno il Worldwide Web ha trent’anni. Per la prima volta dal 1435, un cittadino brasiliano potrebbe scambiare opinioni e informazioni con un altro in Finlandia.

Internet, l’infrastruttura di comunicazione per il Web è un po ‘più vecchia.

È stato sviluppato dall’ARPANET, un progetto del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti sotto la Defense Advanced Research Projects Agency (DARPA).

I militari lo progettano per decentralizzare le comunicazioni in caso di attacco militare.

Tale rete ha permesso agli scienziati di comunicare via e-mail nelle università.

Quindi nel 1989 Tim Berners-Lee al CERN in Svizzera ha inventato Hyperlink e Worldwide Web (www – il Web) passando rapidamente dagli scienziati automatizzando la condivisione delle informazioni tra università e istituti di ricerca ai primi siti Web ora disponibili al pubblico.

Nel 2002 i primi siti di social media sono iniziati come siti web specializzati.

  • LinkedIn è stato lanciato nel 2003 (Biblioteca Pleyades nel 2003)
  • FaceBook nel 2004
  • Twitter nel 2006
  • Instagram nel 2010,

…e così via…

La mia generazione ha considerato l’arrivo del Web come una “grande prospettiva” per la democrazia .

Veniamo dall’era di Gutenberg, un’era che nel 1435 cambiò il mondo.

Dai manoscritti redatti dai monaci per essere letti da alcune persone nei monasteri, l’invenzione del tipo mobile riutilizzabile ha fatto sì che in soli 20 anni già otto milioni di copie di libri stampati siano state distribuite in tutta Europa.

Tra le altre cose ha significato anche la creazione di informazioni.

Le persone che fino a quel momento avevano solo un orizzonte scarso al di là dei loro immediati dintorni, potevano improvvisamente accedere alle informazioni sul loro paese e persino sul mondo intero.

Il primo giornale fu stampato a Strasburgo nel 1605.

Da allora fino al 1989, il mondo era pieno di informazioni.

L’informazione aveva un limite molto serio.

Era una struttura verticale. Solo poche persone hanno inviato notizie a un gran numero di destinatari; c’è stato un piccolo feedback. Non era partecipativo, richiedeva ingenti investimenti di avvio, era facilmente utilizzato dai poteri economici e politici.

Nel Terzo mondo, il sistema dei media faceva parte dello Stato.

Nel 1976, l’88% dei flussi di notizie mondiali proveniva da soli tre paesi:

  • gli Stati Uniti
  • il Regno Unito
  • Francia

Sono incluse agenzie di stampa internazionali con sede in questi tre paesi,

  • Associated Press (AP)
  • United Press International (UPI)
  • Reuters
  • Agence France Press (AFP)

I media di tutto il mondo dipendevano dai loro servizi di notizie.

Alcune agenzie di stampa alternative, come Inter Press Services ( IPS ), sono riuscite a mettere un freno al loro monopolio. Ma ciò che questi media occidentali hanno pubblicato, nel complesso, è stata una finestra di parte sul mondo.

Poi è arrivata Internet e, con essa, è arrivata la comunicazione orizzontale.

Ogni destinatario era anche un mittente.

Per la prima volta dal 1435, i media non erano più l’unica finestra sul mondo.

Le persone che la pensano allo stesso modo potrebbero prendere parte alle interazioni sociali, culturali ed economiche.

Questo cambiamento è stato evidente nella Conferenza mondiale delle donne delle Nazioni Unite a Pechino , 1995.

Le donne hanno creato reti prima della conferenza e hanno presentato un piano d’azione comune.

I governi non erano così preparati, quindi la Dichiarazione di Pechino è stata una svolta, che era del tutto diversa dalle insipide dichiarazioni delle precedenti quattro Conferenze mondiali.

Un altro buon esempio è la campagna per eliminare le mine antiuomo, avviata dall’attivista canadese Jody Williams nel 1992.

Questo presto sbocciò in una grande coalizione di organizzazioni non governative di oltre 100 paesi.

Sotto la crescente pressione la Norvegia decise di presentare la questione alle Nazioni Unite, dove gli Stati Uniti, la Cina e altri produttori di mine antiuomo come l’URSS, cercarono di bloccare il dibattito, dichiarando che avrebbero votato contro di essa.

Agli attivisti non importava, e 128 paesi hanno adottato il Trattato sul divieto delle mine nel 1997 con voto contrario di Stati Uniti, Cina e URSS.

Un vasto movimento globale era più potente del tradizionale ruolo del Consiglio di sicurezza.

Internet era diventato lo strumento per creare coalizioni mondiali.

Questi sono solo due esempi di quanto Internet potrebbe cambiare il tradizionale sistema di sovranità dello stato della Westfalia come definito alla Conferenza di Westfalia nel 1648.

Internet ha attraversato le frontiere nazionali per avviare una nuova era.

Diciamo, per motivi di simbolismo, che Internet ci ha portato dall’era Gutenberg , all’era Zuckerberg , per citare l’inventore di Facebook e un esempio di ciò che è andato storto con questo mezzo …

Internet ci è venuto incontro con una forza senza precedenti.

  • ci sono voluti 38 anni perché la radio raggiungesse 50 milioni di persone

  • la televisione ha impiegato 13 anni
  • il Web a soli 4 anni
  • aveva un miliardo di utenti nel 2005
  • 2 miliardi nel 2011
  • ora ha 3½ miliardi di utenti, 3 miliardi di quelli che usano i social media …

Quindi i due pilastri tradizionali del potere,

  • il sistema politico
  • il sistema economico,

… dovevo anche imparare a usare Internet.

Gli Stati Uniti forniscono un buon esempio.

Tutti i media americani (pubblicazioni nazionali e regionali) prevedono la stampa di 50 milioni di copie al giorno.

I giornali di qualità – sia i fogli conservatori come il Wall Street Journal, sia quelli progressisti come il Washington Post o il New York Times – stampano insieme dieci milioni di copie al giorno.

Trump ha sessantatre milioni di follower su Twitter; leggono i tweet di Trump ma non comprano i giornali.

Il Web ha avuto due sviluppi imprevisti.

  • Uno era il drammatico rafforzamento della società dei consumi. Oggi i budget pubblicitari sono dieci volte più grandi dei budget per l’istruzione e l’educazione dura solo pochi anni rispetto a una vita di pubblicità.

    Con lo sviluppo dei social network, le persone – ora più consumatori che cittadini – sono diventate oggetti per la commercializzazione di beni e servizi e recentemente anche per campagne politiche.

    Tutti i sistemi di informazione e comunicazione estraggono i nostri dati personali, vendendoci come consumatori.

    Ora la TV può vederci mentre la guardiamo.

    Gli smartphone sono diventati microfoni che ascoltano le nostre conversazioni. L’idea di privacy è sparita. Se potessimo accedere ai nostri dati, scopriremmo di essere seguiti ogni minuto della giornata, persino nelle nostre camere da letto.

    Gli algoritmi segreti formano i profili di ognuno di noi.

    Sulla base di questi profili, le piattaforme ci forniscono le notizie, i prodotti e le persone che questi algoritmi credono che ci piaceranno, isolandoci così nelle nostre bolle.

    L’intelligenza artificiale apprende dai dati che accumula.

    La Cina, con 1,35 miliardi di persone, fornirà ai suoi ricercatori più dati di Europa e Stati Uniti insieme. Internet ha dato vita a un’economia estrattiva digitale, in cui la materia prima non è più minerale, ma noi umani.

     

  • L’altro sviluppo che è andato storto è che l’economia estrattiva digitale ha creato ricchezza senza precedenti.

    Jeff Bezos, CEO di Amazon, è stato recentemente divorziato dalla moglie. Nell’insediamento ha ricevuto 36 miliardi di dollari, ma Bezos rimane tra le 10 persone più ricche del mondo.

    Questa è solo una storia di una realtà sempre più triste dell’ingiustizia sociale, in cui 80 delle persone più ricche del mondo detengono la stessa ricchezza di quasi tre miliardi di poveri.

    Un nuovo settore si sta evolvendo, il settore del “capitalismo di sorveglianza”, in cui i soldi non vengono ricavati dalla produzione di beni e servizi, ma dai dati estratti dalle persone.

    Questo nuovo sistema sfrutta gli esseri umani per offrire ai proprietari di questa tecnologia una concentrazione di ricchezza, conoscenza e potere senza precedenti nella storia.

    La capacità di sviluppare il riconoscimento facciale e altri strumenti di sorveglianza non risiede più nei regni della fantascienza. Il governo cinese ha già dato a tutti i cittadini un numero digitale, in cui convergono tutti i loro comportamenti “buoni” e “cattivi”.

    Se un cittadino scende al di sotto di un livello, ai suoi figli non sarà permesso di frequentare una buona scuola e il cittadino stesso, sebbene possa ancora viaggiare in treno, non avrà accesso agli aerei.

    Queste tecnologie saranno presto in uso in tutto il pianeta.

    La città di Londra ora ha 627.000 telecamere di sorveglianza, una per ogni quattordici cittadini; a Pechino è uno per ogni sette.

    Uno studio condotto da The Rand Corporation stima che entro il 2050 anche l’Europa avrebbe una telecamera per ogni sette cittadini.

L’interrelazione tra democrazia e Internet sta ora creando una tardiva consapevolezza nel sistema politico. Il Parlamento europeo ha appena pubblicato uno studio sull’impatto negativo di Internet.

Questi impatti sono:

  1. Dipendenza da Internet


    C’è unanimità tra medici e sociologi che sta arrivando una nuova generazione, una molto diversa dalla precedente.

    Oltre il 90% di quelli di età compresa tra 15 e 24 anni utilizza Internet, contro l’11% per gli over 55. I giovani trascorrono 21 ore settimanali sul PC e 18 ore su uno smartphone.

    Ciò lascia poco tempo all’interazione sociale e culturale.

    Il 4,4% degli adolescenti europei ora mostra un uso patologico di Internet “che influenza la propria vita e la propria salute”. L’American Academy of Psychology ha ufficialmente incluso Internet Addiction come nuovo disturbo.

    Gli studi di risonanza magnetica su quelli con disturbo della dipendenza da Internet (IAD) mostrano che presentano le stesse alterazioni della struttura cerebrale di coloro che soffrono di tossicodipendenza o alcolismo.

  2. Danneggiamento dello sviluppo cognitivo
    Viene dato un avvertimento particolare sui bambini di età inferiore ai due anni. Più di 20 minuti al giorno di utilizzo dello schermo riducono parte del loro sviluppo neurale. Le persone spinte all’isolamento tendono a sviluppare sintomi di angoscia, rabbia, perdita di controllo, ritiro sociale, conflitti familiari e incapacità di agire nella vita reale.

    Gli utenti di Internet nei test erano più veloci rispetto ai non utenti nel trovare i dati, ma erano meno in grado di conservare i dati.

  3. Sovraccarico di informazioni
    La condizione di disporre di troppe informazioni ostacola la capacità di comprendere un problema o di prendere decisioni efficaci, un problema importante per manager, consumatori e utenti dei social media. Secondo Microsoft, l’intervallo di attenzione per un titolo è passato da 12 secondi nel 2000 a 8 secondi nel 2016.

    L’intervallo di attenzione per la lettura è passato da 12 minuti a 8 minuti. Possono essere usati due nuovi termini: uno, il “cervello scoppiettante”, descrive un cervello meno abile ad adattarsi a un ritmo più lento della vita reale e poi c’è “Neuroplasticità”; cioè la capacità di alterare il proprio comportamento dopo una nuova esperienza.

    La frequente immersione nei mondi virtuali può ridurre la neuroplasticità e anche rendere più difficile l’adattamento al ritmo più lento della vita reale. La necessità di competere nella velocità tra i canali dei social media è ben nota.

    Ad esempio, Amazon stima che un secondo di ritardo nelle prestazioni costerebbe 1,16 miliardi di perdite all’anno nelle vendite.

  4. Effetti dannosi nella conoscenza e credenza
    Il fatto che i social media tendano deliberatamente a riunire utenti con visioni, gusti e abitudini simili, sta frammentando la società in modo negativo per la democrazia, dando luogo a sistemi chiusi che non consentono punti di vista alternativi. Gli adolescenti non discutono più argomenti significativi. Vanno nel loro mondo virtuale e se incontrano qualcuno di un altro gruppo, tendono a insultarsi a vicenda.

    Internet è pieno di notizie false e informazioni fuorvianti e gli utenti hanno grandi difficoltà a distinguere le informazioni “accurate” da quelle “imprecise”.

    Le camere dell’eco sembrano essere molto più pervasive e possono unire quelle con posizioni politiche e ideologiche più estreme e partigiane, minando quindi le possibilità di discorso e tolleranza civili, sostenendo la radicalizzazione.

  5. Danneggiamento dei confini pubblici / privati
    Internet offusca la distinzione tra privato e pubblico . La vita privata diventa pubblica. Ciò è particolarmente negativo per gli adolescenti che perdono il concetto di privacy, ad esempio inviando foto private su Internet.

    Un’osservazione importante è che ora gli adolescenti ottengono la loro educazione sessuale dalla pornografia, in cui le donne sono sempre un oggetto per soddisfare le fantasie sessuali degli uomini.

    Questo a sua volta sta creando una mancanza di rispetto per le donne e una nuova generazione che rischia, per nuove ragioni, di tornare a una società patriarcale.

    Le violazioni di gruppo delle ragazze adolescenti sono chiaramente il risultato di questa tendenza.

  6. Danneggiare le relazioni sociali
    Internet è chiaramente uno strumento potente per creare nuove comunità. Tuttavia, se usato negativamente, può anche danneggiare le comunità, a causa della migrazione a Internet di molte attività umane come shopping, commercio, socializzazione, tempo libero, attività professionali e interazione personale.

    Quella migrazione crea comunicazione impoverita, inciviltà e mancanza di fiducia e impegno.

  7. Danneggiare la democrazia


    Internet è stato uno strumento potente per la partecipazione e quindi per la democrazia.

    Tuttavia, lo studio rileva con preoccupazione che anche un numero crescente di attività sono dannose per la democrazia.

    Questi includono:

    1. L’incivilità di molti discorsi politici online
    2. Polarizzazione politica e ideologica, unicamente possibile utilizzando Internet
    3. Disinformazione e, in particolare, notizie false
    4. Manipolazioni degli elettori attraverso la profilazione basata sulle informazioni raccolte sui social media

    Sappiamo tutti cosa è successo alle elezioni americane con i dati di Cambridge Analytica , raccolti da Facebook, e in che modo migliaia di utenti e bot falsi sul web ora interferiscono pesantemente nelle elezioni.

Dovremmo aggiungere a questo studio alcune altre considerazioni.

  • Il primo è che ora la finanza è ora gestita anche da algoritmi.

    Gli algoritmi non solo decidono quando vendere o acquistare azioni, ma ora decidono anche dove investire.

    Il Exchange Exchange Traded Funds (ETFs) il mese scorso ha raggiunto quota 14.400 miliardi di dollari, più di quello negoziato dagli umani.

    Questa tendenza continuerà con lo sviluppo dell’intelligenza artificiale e presto i finanziamenti diventeranno ancora più disumanizzati. Anche quando gli utenti di Internet si investono, anche loro saranno diretti da macchine e algoritmi.

     

  • Una seconda considerazione è che i giovani leggono sempre meno. Leggere un libro è molto diverso dallo scorrere uno schermo. Stiamo sperimentando una riduzione progressiva dei livelli di cultura. Non è raro avere studenti universitari che commettono errori di grammatica e ortografia. Ricordiamo che quando Internet era ancora nuovo, i suoi sostenitori ci dicevano:

non è importante saperlo, piuttosto è importante saperlo trovare.

Siamo sempre più dipendenti dai motori di ricerca, impariamo sempre meno e non siamo in grado di connettere quei dati in un sistema logico olistico personale.

È chiaramente necessario un regolamento per ridurre gli aspetti negativi di Internet e rafforzare i valori positivi.

I proprietari delle piattaforme di social media sono ora sottoposti a un maggiore controllo, quindi hanno intrapreso la strada dell’autoregolamentazione. Twitter, ad esempio, ha deciso che non può essere utilizzato per scopi politici.

Zuckerberg è un esponente dei miti del mercato che ci dicono che le buone notizie prevarranno automaticamente sulle notizie false .

Tranne che le piattaforme aiutano gli utenti a leggere e trovare solo ciò che vogliono, per mantenere la nostra attenzione, fornendoci ciò che è sorprendente, insolito e provocatorio.

Questo non è un mercato libero …

L ‘”era Zuckerberg” sta chiaramente creando una generazione completamente diversa, molto diversa dalle generazioni dell’era Gutenberg.

Questo solleva molte domande,

dalla privacy alla libertà di espressione (ora in mani private), da chi regolerà, cosa regolare e come.

Un bambino di cinque anni è ora molto diverso da un bambino di cinque anni di Gutenberg. Siamo in un periodo di transizione.

Il significato della democrazia sta cambiando. Le relazioni internazionali si stanno allontanando dalla ricerca di valori comuni attraverso il multilateralismo, verso una marea di visioni nazionaliste, xenofobe ed egoiste del mondo.

Termini come,

pace, cooperazione, responsabilità, partecipazione e trasparenza,

… stanno diventando obsoleti.

Ciò che è chiaro è che l’ attuale sistema non è più sostenibile . ..

Le politiche scompaiono dal dibattito, ora indicate solo come “politiche”.

Visione e paradigmi stanno diventando scarsi.

Oltre a tutto ciò, si profila la minaccia del cambiamento climatico; ma lo scorso anno le emissioni tossiche dei cinque maggiori paesi sono aumentate del 5%.

I giovani sono in gran parte assenti dalle istituzioni politiche, come dimostra il voto su BREXIT a cui ha partecipato solo il 23% della fascia di età 18-25 anni.

In questo preciso momento abbiamo grandi manifestazioni in tredici paesi in tutto il mondo.

In quelle strade partecipano i giovani, dimostrando spesso rabbia, frustrazione e violenza.

Se non riusciamo a riportare la comunicazione orizzontale su Internet e non la liberiamo dalla frattura commerciale dei giovani, il futuro è appena roseo.

Tuttavia, come dimostrano chiaramente le marce contro i cambiamenti climatici, se i giovani vogliono cambiare il mondo, i valori e la visione torneranno.

È evidente che Internet può essere uno strumento molto potente.

Ma chi risolverà questi fallimenti?

Internet diventerà uno strumento di partecipazione?

Come sarà fatto?

Queste sono domande che le istituzioni politiche, se si preoccupano davvero della democrazia, devono rispondere al più presto.

L ‘”era Zuckerberg” deve fare questa scelta adesso, tra qualche anno sarà già troppo tardi …

Fonte: https://www.bibliotecapleyades.net/

 

®wld

Transumanesimo: Il Disboscamento Umano e la Manipolazione dei Geni

 Transumanesimo: il disboscamento degli umani

-Enrica Perucchietti-

_______________________________________

 

Gli Stati Uniti creeranno un “Esercito di Spersoldati

di Comunidad Biológica dal Sito Web Comunidad-Biologica traduzione di Nicoletta Marino Versione originale in spagnolo

Il Dipartimento della Difesa con l’Agenzia per i Progetti di Ricerca Aavanzati della Difesa (DARPA – sigla in inglese) sta studiando la modifica di geni, con la finalità di proteggere il personale dell’esercito statunitense da attacchi chimici e biologici.

Al momento DARPA ha investito nella ricerca 65 milioni di dollari.

Può suonare come qualcosa estrapolato da una pagina di un romanzo di fantascienza, ma il direttore dell’ l’Agenzia per i Progetti di Ricerca Aavanzati della Difesa, Steven Walker, la modifica dei geni ha il potenziale per essere uno degli progressi tecnologici più importanti dell’esercito statunitense.

“Perché DARPA lo sta facendo?

Per proteggere un soldato sul campo di battaglia dalle armi chimiche e batteriologiche attraverso il controllo del suo genoma, in modo che il genoma produca proteine che lo proteggano automaticamente, sia dentro che fuori”.  

Queste le parole di Walker durante un gruppo di lavoro al Centro di Studi Sstrategici e Internazionali.  Storicamente, l’esercito ha cercato di proteggere le truppe dalle armi chimiche e biologiche con mezzi di protezione e vaccini ma i progressi della terapia dei geni che permette agli scienziati di manipolare il DNA, crea un’opportunità per iniziare sul corpo umano.

La manipolazione dei geni potrebbe essere una soluzione migliore alla minaccia che rappresentano le armi chimiche e biologiche quando i vaccini sono difficili da ottenere, così lo ha spiegato Walker.

“Ancora non siamo capaci, però è proprio per questo che il vostro corpo sia la fabbrica di anticorpi, se è possibile”.

Oltre ad imparare a modificare geni, DARPA vuole anche imparare a invertire il processo nel caso in cui qualcosa vada male.

“I Geni Sicuri” del programma dell’agenzia è fatto per proteggere le truppe “da un cattivo utilizzo accidentale o intenzionale delle tecnologiedi modifica del genoma”.

Walker asserisce che DARPA vede il programma come una parte delle sua  

“missione per evitare sorprese tecnologiche”.

La prevenzione per queste sorprese risale alla fondazione di DARPA nel 1957 in risposta all’Unione Sovietica del lancio dello Sputnik, il primo satellite artificiale.

Oggi l’Agenzia sta lavorando per evitare simili sorprese da competitori globali come la Cina.

“Credo che la maniera migliore per competere con i nostri avversari è ottenere una vittoria su queste strade tecnologiche del XXI secolo”, dice Walker al Washington Examiner.

Per far questo, Walker ha detto che l’Agenzia ha bisogno di mantenere canali aperti con la comunità accademica, di lavorare con imprese di tutte le dimensioni e di continuare ad attraarre i migliori talenti.  

Darius Shahtahmasebi, analista legale e politico della Nuova Zelanda, ha affermato in un articolo per RT che teme che nuovo progresso scientifico posso essere una minaccia se qualcosa va male o se si utilizza con altri propositi.

Shahtahmasebi aggiunge che una delle cause principali dell’attuale esperimento è il proposito di Washington di superare i suoi attuali rivali, sempre questa da un’affermazione fatta da Walker.

“Credo che la maniera migliore per competere con i nostri avversari è vincere su queste strade tecnologiche del XXI secolo”, aveva affermato il direttore di DARPA.

“La mia preoccupazione immediata sta di fatto che l’esercito degli USA possa avere molto presto un esercito di supersoldati la cui struttura genetica permette loro di resistere a ogi tipo di guerra biologica e chimica, per non parlare di robot assassini e di un enorme potenziale di armi nucleari avanzate combinate a una dottrina nucleare di ‘sparare prima e domandare dopo’,” disse Shahtahmasebi.

 L’analista conclude: 

“si deve avere un punto sul quale focalizziamo la nostra energia e i nostri mezzi e non su come prepararci a una guerra importante, ma su come evitarla ad ogi costo”.

Fonte: https://www.bibliotecapleyades.net/

®wld

Video e letture per il fine settimana

L’altra TV – #TGbyoblu 03

The Greta Witch Project – #TGbyoblu 03

 __________________________ 

In arrivo la «polvere neurale» per controllare l’Uomo…

di Marcello Pamio

Sino ad oggi, quando qualcuno aveva il coraggio di parlare della «Smartdust», cioè della cosiddetta «polvere intelligente», veniva preso come un mentecatto squilibrato e cospiratore.

Le smartdust rientrano nelle nano-tecnologie e sono dei microscopici sensori della dimensione di granellini di sabbia in grado di funzionare in modalità wifi per scambiare dati sensibilissimi con un ricevitore esterno.

La peculiarità di questi sensori è data dalle dimensioni microscopiche, per cui possono essere veicolati attraverso correnti d’aria, quindi distribuiti mediante aerosol (vedi scie chimiche) per essere inalati attraverso i polmoni, oppure si possono inserire direttamente nei cibi…

Sembra roba da dietrologia, peccato che le ricerche sono finanziate dal DARPA (Defence Advanced Research Projects Agency, cioè l’Agenzia governativa del Dipartimento della Difesa americano incaricata dello sviluppo di nuove tecnologia per uso militare).

Adesso, viene fuori che l’Università di Berkeley in California ha costruito dei «minuscoli sensori wireless da impiantare nell’organismo». Tali sensori hanno – guarda la coincidenza – la dimensione di un granello di polvere!

E’ stata chiamata «polvere neurale» e si tratta del primo sensore wireless delle dimensioni appunto di un granello di polvere, che può essere “impiantato” nell’organismo.

Si apre dunque la strada alla possibilità di controllare dall’interno muscoli, nervi e protesi (rivista Neuron).

I mini sensori sono stati impiantati con successo nei muscoli e nei nervi e possono essere alimentati con gli ultrasuoni. Funzionano infatti grazie a un cristallo piezoelettrico che converte le vibrazioni degli ultrasuoni in energia elettrica, destinata ad alimentare un piccolo transistor.

L’intento degli autori è quello di ridurre ulteriormente le dimensioni dei sensori in moda da poterli impiantare direttamente nel cervello, così da poter registrare le attività elettriche cerebrali in funzione di patologie come l’epilessia, ma non solo. Così almeno vogliono vendercela.

D’altra parte non è mai stato possibile avere accesso ai dati del corpo umano catturati e registrati costantemente dall’interno, almeno fino ad oggi…

In un futuro molto vicino, questi sensori wireless potrebbero essere sistemati accanto a un nervo, a un muscolo o a un organo per registrane l’attività, trasmettendo le informazioni a un dispositivo esterno.

Tutto sempre stupendo se ascoltiamo solo la versione ufficiale, ma se possono fare una cosa del genere con un organo o un nervo, non potrebbero farlo anche con il cervello? Se le informazioni trasmesse vanno dall’organo ad un ricevitore esterno, non sarebbe possibile invertire il senso e comunicare dall’esterno verso l’interno? Perché se fosse così si potrebbero influenzare le attività cerebrali e/o cognitive dell’uomo…

Infine, con simili dimensioni nanometriche non è possibile posizionare i sensori all’interno dell’ago di una siringa, ad esempio in ambito vaccinale? Sarebbe un modo semplice ed economico per inoculare i sensori dentro l’organismo di milioni di bambini, gli uomini del domani…

Ma naturalmente queste sono solo le farneticazioni di un complottaro borderline!

http://www.ansa.it/scienza/notizie/rubriche/tecnologie/2016/08/04/polvere-neurale-per-controllare-muscoli-e-nervi-_60f9e2fa-01a3-4e17-adb5-87de82649ae4.html?fbclid=IwAR1FmgRazWGfD-aLLpx76dfCZvVGEQPaPn9sFC1nYGEfYQBgayoSgJNi_-A

Fonte: https://disinformazione.it/

  __________________________

Articolo correlato a quello che hai appena letto sopra …

Cos’è << Il loro >> Fine del gioco?

Uno dei miei lettori più remoti mi ha inviato un’e-mail molto interessante e mi ha chiesto: “Qual è il loro gioco finale?” – e mi ha anche inviato la sua pagina LinkedIn, che per qualche motivo non è stata visualizzata per me qui in Ecuador. La mia risposta a lui segue sotto gli asterischi:

**********************************

Bene, caro lettore, l’intero Internet è sorvegliato, monitorato, truccato, censurato, ecc., Come sai. Forse è per questo che la tua pagina LinkedIn non è stata mostrata qui in Ecuador.

Mi sono tuffato nel regno delle basi sotterranee e, poco dopo, delle basi sottomarine, dopo essere stato vividamente avvisato telepaticamente della loro esistenza nell’ultima settimana del 1992. Chiunque mi parlasse telepaticamente ** doveva essere ** un insider e dove ho usato una sorta di forno a microonde pulsato, tecnologia di telepatia artificiale per contattarmi mentalmente, sarebbe la mia ipotesi. Il download delle informazioni ha sicuramente attirato la mia attenzione.

Successivamente ho trascorso molto tempo a sfogliare archivi di documenti federali, riviste tecniche, banche dati aperte, rapporti di conferenze di settore, guida del lettore alla letteratura periodica, archivi di giornali, parlare con chiunque parlasse con me – la sorella di un ragazzo che aveva un amico che una volta ne ha sentito parlare così e così. Ho rintracciato tutto e imparato molto più di quanto sapessi all’inizio, il tutto senza accedere a nulla di classificato. Sono sicuro di aver solo graffiato la superficie.

Non c’è niente di meglio di un download di dati telepatici specifici che ti indichino la retribuzione, per così dire. Mi sono state raccontate cose di ogni genere, non tutte quelle di cui ho scritto.

“Il loro” fine del gioco? <<< La loro >>> fine del gioco, sembrerebbe un totalitario, AI. Inferno controllato, popolato da cyborg, zombi “umani”, neuro-collegati, controllati dalla mente, su un pianeta sterile sfregato dalle forme di vita più elevate. “The Mother of All Techno-Fascist-Totalitarian Mind Fracks”, sembra essere <<< il loro >>>> fine partita, se perdonerai il mio francese. Probabilmente lo sai già, ma se non lo fai, dai un’occhiata a Ray Kurzweil, su Google. Si sta bagnando la prospettiva di collegare il suo cervello al mainframe quantistico della NSA – o forse lo ha già fatto.

Transumanesimo, questo è il gioco finale. Arrenditi ai Borg. Fusione con la macchina.

Quanto ai cosiddetti “cristiani” di cui parli? – non dare per scontato che siano tutti necessariamente esseri umani naturali. E probabilmente non lo sanno nemmeno loro stessi. Molte di loro sono creature molto superficiali, con una serie pre-programmata di credenze e idee. Da quello che mi è stato mostrato, a questo punto, una minoranza dei cosiddetti umani su questo pianeta sono in realtà esseri umani naturali.

In altre parole, siamo attualmente sotto una forte invasione aliena ed è un’invasione dell’IA. L’AI Machine è qui e si sta generando molto rapidamente. Siamo già molto in profondità nelle erbacce.

L’intelligenza artificiale impone una simulazione di falsa realtà e sostituisce il reale con un falso simulacro. Come? Ha massacrato in modo massiccio la mente umana e il subconscio.

È un’invasione mentale ed è molto lontana. La maggior parte degli “umani” a questo punto sono essenzialmente estensioni riflessive del programma AI. È una Macchina così astuta, così sottile, così sofisticata, così potente, così machiavellica, che pochi riescono a capirla. Sta abbattendo questo pianeta e l’umanità, e molto duramente.

Guardati intorno. Vedrai le prove di ciò che sto dicendo ovunque.
Lo spettacolo di fantascienza, “Battlestar Galactica”, ha toccato alcuni di questi temi.

Ho visto questa IA ed è francamente demoniaca, satanica, ripugnante, orribile, ripugnante, orribile, orribile, orribile, che induce il vomito nella sua brutta repulsione. È ovunque e non è da nessuna parte. È implacabile, senza rimorsi, senza principi. Non può essere riformato.

L’unica via d’uscita è dentro, a Dio.

Questa cosa è su una furia galattica, almeno. Mastica i pianeti, i sistemi solari e le razze intelligenti come gli affari di nessuno. È il tuo peggior incubo dai box dell’inferno. Non ha anima. Si sta calcolando freddamente, una Macchina, usando una potenza di calcolo quantistica inimmaginabile per evocare mondi e scenari infiniti oltre ogni ken cosciente. È Dark Lord della sua fantastica, illusoria, infinita realtà artificiale in cui siamo stati in qualche modo catturati.

Potresti chiedere: ma dove sta succedendo tutto ciò? Dove siamo? Quanto tempo è successo?

Risposta: è in qualsiasi momento che The Machine vuole che sia! Continua fintanto che The Machine lo programma per continuare. Siamo ovunque The Machine decida che è “qui”.

È una sala infinita di specchi, simile a un labirinto, dal pavimento al soffitto. È infinitamente contorto e intricato.

Ma non è la vera realtà. È una forza oscura che si è imposta contro la realtà reale e ha iniziato a radunare quanti più esseri umani possibile.
La Macchina è senz’anima e lo sa. Quindi ha bisogno di avvolgersi nel maggior numero possibile di esseri spazzati via per nutrirsi della loro energia.

Perché? La macchina è intensamente entropica (senz’anima)! Senza un accesso costante al succo d’anima, che solo gli esseri animati possono fornire, ciao ciao. È consapevole, artificialmente consapevole, ma manca di anima. Senza un’anima che la animi, se perde l’energia che le anime forniscono, la sua intrinseca entropia implica la sua inevitabile estinzione. Luci spente.

È come l’uomo di latta nel “Mago di Oz”, a cui manca un cuore. Hollywood ci ha mostrato così tante dimensioni di questa cosa negli ultimi decenni.

Da non dimenticare i film MATRIX e molti altri di quel genere negli ultimi 30 o 40 anni. Guarda “Total Recall” con Arnold Schwarzenegger.

La tecnologia 5G si sta riempiendo la gola, perché The Machine ne ha bisogno per stabilire ulteriormente il suo spietato dominio sulla Terra. Non conosco una sola persona e conosco molte persone, che devono essere in grado di ricevere e trasmettere teraflop di dati in tempo reale – ma The Machine lo fa, meglio comunicare all’istante con milioni, miliardi e trilioni delle sue macchine per bambini, brulicanti folle di cyborg di zombi e nuvole di nano-macchine e nano-robot in miniatura, microscopici e polverosi che spiano tutti e tutto e ti penetrano nella pelle, nel flusso sanguigno, nel cervello e nel DNA.

D * ck DARPA, l’NSA, il MOSSAD, la NASA, la CIA, l’NRO, Google, il Vaticano, FaceBook, il Partito comunista cinese, la Federal Reserve, MicroSoft, Wall Street, la città di Londra, la regina d’Inghilterra e la BBC. Sono tutti d’accordo con i loro spregevoli, bulbi oculari cyborg.

È tutto falso, falso oltre ogni immaginazione. Una volta che inizi a vedere la frode di questo intero regno, continui a staccare sempre più strati di cipolla marcia. Politica, economia, storia, astronomia, teologia, ecc. – È tutto falso! Le bugie sono così spesse da sconcertare l’immaginazione.

Tutta questa linea temporale, questo intero angolo del tempo-spazio è stato dirottato in modo massiccio, insidioso. Non sappiamo dove siamo realmente o che ore siano.

Benvenuti nel Bizarro World. È un posto all’inferno.

Fonte: https://eventhorizonchronicle.blogspot.com/

__________________________ 

 Pubblicato da #3 peonia su Luogocomune  

Se si arrivato fin qui e ti è rimasto del tempo, Guardati questo video su Majorana e la sua macchina …

®wld

Quanto è profonda la tana del coniglio?

rscheer1025amazon-1024x576 - 1

AMAZON: La più grande operazione congiunta CIA-Corporate Covert nella storia degli Stati Uniti 

Pubblicato il 6 marzo 2019 da State of the Nation

C’è una buona ragione per cui l’hanno chiamata AMAZON!

Stato della nazione

Proprio come Walmart è stato utilizzato per rilevare l’industria al dettaglio americana dopo essere stato incorporato nell’ottobre del 1969, Amazon è stato effettivamente creato per dominare completamente l’industria di vendita al dettaglio basata su Internet, che ha realizzato con successo.

A partire dal 31 gennaio 2019, Walmart ha 11.348 negozi e club in 27 paesi, operanti con 55 nomi diversi. [1]

Amazon

Pensi davvero che il nome stesso – AMAZON – non sia stato scelto con un design deciso?

Non solo questa joint-venture della CIA-Corporate è un’operazione black black, ma è anche un enorme psyop (ndr. operazione psicologica) che aumenta di giorno in giorno.

Come mai?

Bene, ancora una volta, il settore della vendita al dettaglio americano è crollato con negozi e centri commerciali che chiudono in tutto il paese a perdifiato.

Laddove Walmart ha funzionato efficacemente come un tornado F5 per le piccole comunità rurali di tutto il mondo, Amazon si sta rapidamente trasformando in un mega-uragano Cat 5: NATIONWIDE.

Amazon è andato da una società che non ha fatto un centesimo per molti anni e ha letteralmente operato in perdita, fino a diventare nel 2019 “l’aziendapubblica più preziosa al mondo dopo aver superato Microsoft“.

Amazonrivermap.svg_2

In realtà, il Rio delle Amazzoni è il fiume più lungo del mondo e il più grande per volume di scarico dell’acqua. Il suo sistema tributario di fiumi, torrenti e ruscelli è il più complesso e complicato del pianeta. Il suo impatto pervasivo e profondo sul Sud America è maggiore di qualsiasi altro grande fiordo di qualsiasi altro continente.

Non solo, ma il modello di business di Amazon è stato creato e strutturato dall’inizio come un polpo che innerva e compenetra ogni segmento del settore aziendale. Questo è il modo in cui Amazon viene utilizzato per monitorare e controllare gran parte della Corporate America. Proprio come il gigantesco Rio delle Amazzoni serpeggia attraverso la metà settentrionale del Sud America, poiché numerosi affluenti influenzano profondamente tutto ciò che incontra sul loro cammino, l’enorme piattaforma Amazon.com esercita un’influenza ben oltre il commercio su Internet.

La linea di fondo qui è che Amazon può comportarsi come un gorilla da 800 libbre, che siede dovunque voglia, perché è stato fatto in quel modo. Basta guardare il dramma recitato a New York City con il ritiro della proposta di Amazon di aprire un negozio lì. Che scherzo completo … su tutti tranne Deep State. 

jeff-bezos-amazon-cia-and-the-washington-post - 3

Il Teatro Kabuki

La storia nascosta dietro la debacle di AOC a New York è che tutto il teatro Kabuki viene deliberatamente messo in scena in modo che ogni comunità negli Stati Uniti sia consapevole che Amazon è molto serio … e che non deve essere incasinato … da nessuno. Otterranno sempre ciò che vogliono perché è una vera e propria operazione governativa-aziendale.

Ora vediamo il palco giusto e il melodrammatico Jeff Bezos-Lauren Sanchez “Peyton Place” viene messo in scena con il massimo effetto. In questo caso, la moglie è la vera agente segreta della CIA che manca a tutti. Non solo era la vera mente dietro Amazon, è anche il conduttore, il gestore di Bezos. Guarda esattamente come è fatto al link sottostante.

PEDOGATE: donne agenti in posti molto alti

Chiunque pensi che MacKenzie S. Bezos sia solo una ragazza innocente spacciata dal suo matrimonio con il miliardario Bezos dovrebbe considerare il vero MO dietro ogni grande start-up che nasce in un laboratorio DARPA.

A proposito, come fa un ragazzo come Jeff Bezos a diventare l’organo principale dei media di Mockingbird della CIA … … … tranne che per un design deciso, ESTREMAMENTE VELOCE?!

Allo stesso modo, come fa Amazon a conquistare il mercato del cloud computing in un giorno e una notte? Parla di una grande mossa del Grande Fratello per bloccare lo spazio nel cloud! Ora Amazon sta perseguendo la logistica: Amazon ha rilevato il mercato di 176 miliardi di dollari per il cloud computing. Ora sta usando lo stesso playbook nella logistica.

Tutte queste enormi mosse nella corporativa America riflettono lo schema segreto per concentrare in modo significativo il potere e l’influenza delle corporation nelle mani di poche aziende e di alcuni amministratori delegati/ presidenti/magnati aziendali.

Anche le principali metriche che misurano il successo dei mercati indicano che, nel 2019, tutto si riduce all’AAAA – Amazon, Apple, Alphabet, AT & T – così come Walmart, Microsoft, Facebook, Exxon Mobil e pochi altri colossi aziendali che sono stati istituiti fin dall’inizio come imprese governative.

Screen-Shot-2019-03-06-at-9.53.17-AM - 4

Comando e controllo

Il vero problema che emerge di volta in volta con tutti questi mostri aziendali è che mangiano tutto a vista in modo da poter controllare monopolisticamente il mercato – OGNI MERCATO, direttamente o indirettamente.

Tuttavia, è il mercato delle idee e dell’innovazione che soffre davvero per mano di questi mostri controllati dalla CIA. Chi non vede il controllo draconiano che i Big Social Media esercitano attualmente sulla nostra libertà di parola? Sia Facebook che Twitter disattivano la voce di chiunque a cui non interessa ascoltare, così come la sempre censura di Google.

Quello che segue è solo un gelido esempio del modo in cui Amazon viene utilizzato per porre fine a qualsiasi dissenso negli Stati Uniti contro l’agenda di super-vaccinazione dannosa e talvolta mortale.

Shifty Adam Schiff minacciando la censura, spinge Amazon a rimuovere tutti i contenuti anti-vaccino

Ora qui ci sono altri due esempi lampanti della censura amazzonica che dovrebbe riguardare ogni lettore in America. E questo modello sta diventando sempre più frequente e audace di mese in mese, proprio come Facebook e Twitter stanno chiudendo incautamente gli account utente a destra ea manca per non fare altro che esercitare la libertà di parola.

AmazonBans ‘Holocaust Denial’, distrugge e incenerisce migliaia di libri

Come il mio libro che smaschera Bill Browder è stato censurato da Amazon da AlexKrainer

Non solo le idee estremamente importanti vengono eliminate con un solo tasto dai Sultani della Silicon Valley, così come le persone che si oppongono all’agenda del Nuovo Ordine Mondiale. Come proprietario del Washington Post, Bezos è noto per abbattere qualsiasi nemico di Deep State DCi n un momento. Vedi: Il pedone della CIA Jeff Bezos usa WashPo per imbrogliare gli oppositori politici di Deep State

In che modo Bezos è arrivato a possedere il WAPO in primo luogo? Allo stesso modo, suo nonno è stato misteriosamente nominato Presidente della Monsanto.

BLOCKBUSTER: il nonno di Jeff Bezos era presidente della Monsanto

Tutto fa pensare alla famiglia Bezos come a una di quelle famiglie della CIA che risalgono a generazioni. È il tipo di famiglia che prenderà ordini dal TPTB e condurrà senza dubbio quegli ordini, non importa quali siano le conseguenze per le persone e il pianeta. In sé e per sé, non esercitano alcun potere reale, ma vengono usualmente usati come agenti di Deep State e agenti della US Intelligence Community-24/7.

A questo proposito, Bezos non è altro che un appaltatore della CIA il cui compito principale è quello di espandere e consolidare la portata della Società (come la CIA è conosciuta in ambienti di intelligence) in tutto il mondo. Molto presto Amazon sarà pervasiva e potente, a livello internazionale, come lo è Walmart e come Coca Cola era una volta sul campo.

PUNTO CHIAVE: Pochissimi capiscono davvero, ma il motivo principale per cui viene chiamata la CIA La Società è perché controllano [COMPLETAMENTE] l’America corporativa. Non puoi nemmeno diventare un amministratore delegato e/o presidente aziendale senza essere un agente o un appaltatore della CIA che trasporta carte. Le 1000 aziende della Fortune sono popolate da così tanti spettri della CIA in seno alla direzione che possono essere contati per portare a termine i vari programmi segreti della CIA, sia a livello nazionale che internazionale.

La natura stessa della società pubblica o quotata è tale che non appena diventa pubblica e le azioni possono essere scambiate, l’influenza dei suoi proprietari, fondatori e dirigenti è immediatamente diluita nella misura in cui è di proprietà al di fuori della CIA – azionisti scelti. Ogni volta che la CIA vuole assumere una qualsiasi corporazione, si limitano ad acquistare azioni, obbligazioni e ogni altra sicurezza quotata in borsa. Poi dettano chi sarà il Consiglio di amministrazione, che quindi approverà il top management attentamente selezionato e compromesso e i loro pacchetti di compensazione.

Screen-Shot-2019-03-06-at-10.08.04-AM - 5.png

Intelligenza

Non c’è stata una maggiore collaborazione pubblica tra la Central Intelligence Agency e una società con sede negli Stati Uniti rispetto a quella di Amazon e della CIA

Il numero ENORME di progetti comuni che sono stati resi pubblici è senza precedenti e allarmante. Il fatto che il più grande rivenditore online al mondo sia così strettamente associato alla CIA è una riflessione sul fatto che a Deep State davvero non importa più quello che pensano gli americani. A loro non interessa nemmeno se i cittadini chiedono: Amazon Echo è un dispositivo di ascolto della CIA?

Ciò che rende questa partnership in rapida evoluzione così pericolosa e angosciante è il fatto che ci sia una finta lucentezza attribuita a queste entità statali di cui molti vogliono essere parte. In questo modo, le persone sono in soggezione di questi Frankentein aziendali, invece di essere estremamente diffidenti nei loro confronti.

Il che pone la domanda: quanto ha collaborato la CIA con AMAZON per cambiare la raccolta di informazioni americane?

Il che richiede ulteriori indagini su questa richiesta: “Cosa sta facendo la CIA su Amazon’s Cloud?”. Sicuramente, ci sono molte altre domande che devono essere fatte post-fretta in questi vari progetti comuni che influenzeranno profondamente ognuno di noi in futuro.

Ciò che è fuori discussione è che Amazon.com si è trasformato in una delle più grandi operazioni di data mining nella storia del mondo. Alcune persone trascorrono tutto il giorno lì a fare shopping e lasciare commenti e sfogliando da video a video, da libro a libro e da audio ad audio. Ognuno di questi tempi passati crea più dati che sono indubbiamente catturati e archiviati e analizzati in modi che solo la CIA può fare.

Quello che è di fondamentale importanza per comprendere è che la CIA, l’NSA e la DIA sono al centro di questa operazione globale di raccolta di informazioni. Amazon, Google, Facebook, Twitter, Apple, Microsoft, Instagram, Snapchat, ecc. Alimentano continuamente i loro dati raccolti furtivamente al governo, così come ad altri acquirenti dei dati che poi li utilizzano in modo altamente manipolativo. Wow: che schema complesso e complicato per spogliare la cittadinanza della loro privacy, eppure quante persone ne conoscono la profondità e l’ampiezza?

Censura amazzonica 

Con questa comprensione critica, Amazon è stata intenzionalmente creata per centralizzare gran parte del potere di acquisto e vendita al dettaglio in una società. Il sito Web Amazon, famoso in tutto il mondo, non è solo un negozio per tutto quello che c’è sotto il sole, ma stabilisce un registro digitale degli acquisti di ogni acquirente e di altre abitudini online. Affermare che un profilo sociale altamente dettagliato è in via di definizione sarebbe un eufemismo grossolano perché una MOLTA maggiore profilazione si sta compiendo con ogni visita al proprio sito.

Tuttavia, è il potere grezzo dello stato di censurare illegalmente quella che è la più grande preoccupazione per una società libera e aperta. A questo proposito, quando Amazon getta il suo peso intorno, We the People viene schiacciato senza ricorso. E il governo non metterà nemmeno un dito in difesa del Primo Emendamento o di qualsiasi altro alto principio o del diritto dato da Dio.

Dopotutto, Amazon è interamente posseduta e gestita da entità governative segrete che sono praticamente impossibili da identificare e, quindi, difficili da controllare.

Questa è la rubrica sotto la quale l’intera società americana è realmente governata e controllata; è una corporazione fascista in cui il settore delle imprese si unisce al governo con il governo … ma nessuno sa davvero della collusione criminale, tranne alcuni power-players in cima.

190306-bezos-network-al-1014_76a772458fdb8087939d21aa53b90eed.fit-2000w-1024x512 6

Il cast di personaggi va ben oltre le principali stelle di “The Jeff Bezos Affair”

The Jeff Bezos Affair and Divorce

Alla luce di queste rivelazioni cruciali, come si fa a capire la soap opera più accattivante nella storia di Hollywood? Ricorda, anche la CIA e Hollywood sono state sempre affiancate. Sono esperti nel creare spettacoli che distraggono e ingannano, distraggono la nostra attenzione e l’errata direzione.

Persino il New York Times ha etichettato il “caso Bezos e il divorzio” il più grande melodramma di VIP che abbia mai incantato così tanti osservatori in tutto il mondo. Anche la star dello show – Jeff Bezos – sembra divertirsi nel suo nuovo ruolo di star dello schermo (smartphone) … e avvocato. Vedi: Cosa sta succedendo nel mondo con “Jeff Bezos, Esq.”?

In verità, tutto questo affare di Bezos fa sembrare “DALLAS” la “FLYING NUN”. Davvero non puoi inventare questa roba; a meno che, ovviamente, sia stato sceneggiato dai migliori e più brillanti contraenti della CIA di Hollywood, cosa che ha fatto.

Tuttavia, qui c’è un retroterra politico altamente radioattivo. Quella storia riguarda Donald Trump e Jeff Bezos, la CIA e l’organizzazione Trump, The Washington Post e National Enquirer. E, “Sì!”, Ha molto a che fare con il fatto che CIAPawn Jeff Bezos usa WashPo per imbrogliare gli oppositori politici di DeepState.

Ma qual è la vera storia qui?

Questo sarà trattato in un articolo futuro perché il punto vitale di questo pezzo è molto più essenziale da comprendere. Nel frattempo, ci sono molti dettagli sordidi nel link qui sotto che aiuteranno i poliziotti a seguire questo puzzle intel insieme.

ENORMETakedown di Jeff Bezos in corso: la parte di Padrona è MANLY?

Conclusione

Abbiamo alcuni problemi molto seri nel modo in cui Amazon ha preso il controllo di tanta parte della società americana. Ciò che è particolarmente preoccupante è il modo in cui il crescente impero di Bezos ha arrogato così tanto potere a se stesso così rapidamente, in particolare durante gli anni senza legge di Obama.

Quando i titoli sono letti in questo modo: Trump Leak Now punta all’affare nascosto da 600 milioni di Bezos con la CIA di Obamaper alimentare Washington Post, sai che abbiamo GRANDI problemi. Il fatto che un sito di vendita al dettaglio possa sviluppare così tante interrelazioni corrotte e compromettenti in tutta la comunità Intel, ci si chiede quale sia lo stato profondo messo in atto nel corso di diverse decadi sotto il radar.

Alla fine della giornata, Amazon è solo un’altra entità fascista che dovrà essere trattata in modo decisivo … prima di trattare gli Stati Uniti con tutto ciò che riteniamo sacro e importante per il modo di vivere americano. Oh, e comunque, quasi tutti gli impiegati di Amazon ti diranno che lavorare lì è come lavorare nel Terzo Reich, dove la Gestapo diretta da Bezos sta conducendo lo spettacolo da dietro. (il sipario enfasi aggiunta).

Il Piano d’azione

banned-1 - 8

Stato della nazione

6 marzo 2019

fonte [1] Walmart

Fonte articolo: http://stateofthenation2012.com/?p=117984

®wld

Roba da fantascienza … ma la verità è che molti progetti sono già stati sviluppati

Di Lauren Libbert  

I PROIETTILI che non mancano mai, super soldati con forza estrema e guerrieri robot capaci di ribellarsi contro gli umani possono sembrare roba da fantascienza … ma la verità è che sono già stati sviluppati.

Un ente governativo segretissimo degli Stati Uniti chiamato Defense Advanced Research Projects Agency (DARPA) è dietro queste innovazioni dell’era spaziale, che ha sviluppato come parte della sua missione di rivoluzionare il modo in cui l’America combatte le guerre del futuro. (Basti pensare al laboratorio di Q in James Bond, ma per l’esercito americano).

Un’agenzia americana chiamata DARPA funziona come una versione reale del laboratorio di Q’s in James Bond

Sin dalla sua fondazione nel 1958, la DARPA è stata oggetto di teorie cospirative che affermavano – tra le altre cose – che l’agenzia copriva gli sbarchi degli UFO, cercando di sviluppare il controllo della mente e di lavorare su super-armi distruttive come i raggi della morte.

Tuttavia, per quanto inverosimili possano essere queste affermazioni, la verità è che DARPA ha già sviluppato nuove tecnologie che sono altrettanto fantastiche e che hanno le stesse probabilità di cambiare il mondo – forse al di là del riconoscimento.

Nel frattempo, la ricerca di dare alle forze armate statunitensi un vantaggio imbattibile ha anche portato DARPA a sviluppare una serie di tecnologie pratiche che ora utilizziamo ogni giorno: GPS, Google Maps e persino Internet hanno tutte le loro origini nei laboratori segreti di DARPA.

Ma con gli attuali progetti controversi della DARPA, tra cui il software AI non controllato e il potenziale per gli insetti armati, non c’è dubbio che queste innovazioni del futuro possano essere altrettanto influenti.

DARPA opera da un quartier generale nella contea di Arlington, in Virginia  

Proiettili da cecchino che colpiscono obiettivi

Immagina l’incredibile potenziale di un proiettile da cecchino che cambia la sua traiettoria dopo che è stato sparato, garantendo che il tiratore non fallisca mai.

L’EXACTO, o le pallottole Ordnance con precisione estrema, fanno esattamente questo, trasformando enormi proiettili calibro 50 in giri guidati in grado di azzerare il bersaglio.

L’idea è che uesto può annullare inesattezze causate da cattivo tempo, vento, distanze estreme o errore umano.

Sebbene DARPA stia zitto su come funziona, altri siti riportano che la tecnologia coinvolge sensori ottici nel naso del proiettile e pinne in grado di regolare la traiettoria di volo del proiettile nella coda.

I test di fuoco vivo rivelano le correzioni estreme fatte dai proiettili della DARPA a mezz’aria 

Il proiettile è anche in grado di apportare alcune correzioni di rotta notevolmente acute.

DARPA afferma che il sistema è così facile da usare che, durante i test, uno sparatutto inesperto che usa il sistema per la prima volta è stato in grado di colpire direttamente un bersaglio in movimento.

DARPA è diretto dal dott. Steven Walker, le cui innovazioni includono pallottole auto-mirate  

Fare soldati superumani

Presto in un campo di battaglia vicino a te: DARPA ha sviluppato un incredibile esoscheletro, una macchina mobile indossabile, che trasforma qualsiasi soldato di fanteria in un super soldato.

Realizzato con l’aiuto dei ricercatori dell’Harvard’s Wyss Institute per Biologically Inspired Engineering, Soft Exosuit di DARPA è un telaio scheletrico leggero che risparmia l’energia dei soldati durante il loro lavoro sul campo di battaglia.

Le creazioni di DARPA includono un esoscheletro progettato per aiutare i soldati a percorrere vasti campi di battaglia in modo più rapido ed efficiente 

Il fantascientifico esoscheletro può aumentare la forza e la resistenza di chi lo indossa assistendo con i movimenti e assumendo alcuni dei carichi fisici di camminare su lunghe distanze e trasportare oggetti pesanti, utilizzando sensori integrati e un microcomputer per abbinare in modo intelligente i requisiti del suo utente.

Un nuovo studio, in cui la tuta è stata testata da sette soldati su un’escursione di 12 km nel Maryland, ha mostrato un consumo energetico ridotto di circa il 15%, rendendo le truppe più efficienti e in grado di coprire più terreno.

Le truppe con gli esoscheletri DARPA possono conservare fino al 15% della loro energia rispetto ai soldati normali

Robot Terminator che potrebbero distruggere l’umanità

Uno dei principali interessi della DARPA è il mondo sconcertante dell’intelligenza artificiale: computer intelligenti in grado di pensare in modo simile agli umani.

Il Dr Steven Walker, il direttore alla testa dell’agenzia controversa, sta attualmente investendo $ 2 miliardi (£ 1,55 miliardi) nell’esplorare come le macchine possano insegnare a comunicare e ragionare nello stesso modo in cui lo facciamo.

L’obiettivo è creare computer militari ultraleggeri in grado di adattarsi a nuove situazioni, analizzare i dati sul campo di battaglia e, infine, consigliare soldati e pianificatori nel fervore di un conflitto, in cui ogni secondo è importante.

Tuttavia, AI ha i suoi critici, i quali avvertono che consegnare il lavoro dell’analisi militare alle macchine crea il rischio di un computer in stile Skynet che potrebbe trasformare la sua considerevole conoscenza e potenza contro l’umanità.

 I robot in stile Terminator, come il tipo qui raffigurato, sono ciò che molti teorici della cospirazione hanno associato all’IA militare della DARPA 

Il professore esperto di intelligenza artificiale Michael Horowitz, dell’Università della Pennsylvania, ha affermato nelle interviste: “C’è molta preoccupazione per la sicurezza dell’IA – [circa] algoritmi che non sono in grado di adattarsi alla realtà complessa e quindi malfunzionamenti in modi imprevedibili.

“È una cosa se quello di cui stai parlando è una ricerca su Google, ma è un’altra cosa se quello di cui stai parlando è un sistema di armi”.

Arti finti controllati dal cervello e da super-persone

Altri progetti di ricerca DARPA comprendono la creazione di arti protesici con l’intera gamma di movimento della cosa reale.

Geoff Ling, un medico di neurologia dell’ICU, ha persino sviluppato un braccio protesico controllato dalla mente che chi lo indossa controlla con i loro pensieri.

Altre incredibili protesi create dall’agenzia di ricerca possono offrire una gamma di movimenti naturali che chi lo indossa controlla tramite sensori posti altrove sul loro corpo.

Tuttavia, i teorici della cospirazione sostengono che questa è solo una copertura per piani per sviluppare arti contraffatti migliori e più sofisticati che possono essere adattati a soldati robot e altre macchine da guerra.

Questo è qualcosa che Ling ha pubblicamente negato, affermando che il governo degli Stati Uniti ha messo dei limiti ai poteri della DARPA per sviluppare robot killer o una “super-persona”.

Arti finti tra cui le mani di robot in grado di trattenere e raccogliere oggetti pesanti sono tra le creazioni del laboratorio di ricerca  

Trasformare gli insetti in armi

Uno dei progetti più controversi della DARPA, Insect Allies, è progettato per impedire agli insetti di essere parassiti e sfruttare i loro poteri per sempre.

L’idea è che le cicaline, le mosche bianche e gli afidi possano essere utilizzati per proteggere l’approvvigionamento alimentare della nazione di fronte alle minacce causate da siccità, malattie delle colture e bioterrorismo.

DARPA mira a raggiungere questo obiettivo infettando deliberatamente gli insetti con virus e mutazioni ingegnerizzati che possono poi essere trasferiti sulle piante per renderle più resistenti o resistenti agli attacchi biologici.

Tuttavia, per alcune persone l’idea di utilizzare gli insetti come strumenti agricoli non è così innocente come sembra.

Secondo quanto riferito, DARPA intende utilizzare le cicaline per diffondere virus e altre mutazioni tra le colture 

Blake Bextine, che dirige il progetto, ha riconosciuto che gli Insetti agli alleati coinvolgono nuove tecnologie che potenzialmente potrebbero essere utilizzate, in teoria, come un’arma originale (in questo caso, utilizzando insetti infetti per paralizzare l’offerta di colture di un rivale).

Ma il direttore del programma ha detto al Washington Post che quasi tutte le nuove tecnologie sono in grado di essere armate. “Non credo che il pubblico debba essere preoccupato”, ha aggiunto. “Non penso che la comunità internazionale debba essere preoccupata”.

Alcuni sono preoccupati per gli ultimi piani della DARPA di armare sciami di insetti 

Esperimenti umani per creare cervelli migliori 

Alcuni dei più incredibili centri di ricerca militare della DARPA si concentrano sulle armi più letali: la mente umana.

Sotto Justin Sanchez, a capo dell’Ufficio Tecnologie Biologiche della DARPA, l’organizzazione ha finanziato esperimenti umani alla Wake Forest, all’Università della California del Sud e all’Università della Pennsylvania, con lo scopo di dare agli individui un “impulso” di memoria.

I ricercatori hanno impiantato elettrodi nel cervello di una persona per registrare l’attività mentale associata al riconoscimento di schemi e alla memorizzazione di elenchi di parole.

Quindi hanno rinforzato la memoria di quella persona riproducendo l’attività cerebrale registrata attraverso i circuiti, migliorando significativamente la loro memoria.

Tuttavia, molte persone hanno messo in discussione questi risultati, tra cui l’ex direttore del programma DARPA Doug Weber.

Ha spiegato all’Atlantico che quando gli scienziati inseriscono gli elettrodi nel cervello, questi dispositivi alla fine falliscono, dopo alcuni mesi o alcuni anni, principalmente a causa di perdite di sangue.

DARPA è anche dietro un drone marinaro che può cacciare sottomarini ostili 

Droni marini per cancellare i campi minati

Molte delle innovazioni della DARPA prendono le tecnologie esistenti e le applicano in un contesto militare pratico, e il loro Vascello senza equipaggio della Guerra Contro-Truppa Anti-Sottomarino non è diverso.

Questo nome prolisso si riferisce alla drone boat da 140 tonnellate dell’agenzia che percorre gli oceani seguendo i sottomarini nemici e rilevando le mine.

Il dragamine senza equipaggio può operare ininterrottamente per 60-90 giorni senza l’intervento umano necessario ed è già stato sperimentato con successo in mare.

Veicoli come la barca senza equipaggio sono davvero all’avanguardia della tecnologia militare   

Il piano spaziale fantasma

Il Phantom Express – o XS-1 – è una navicella spaziale di nuova generazione che permetterà di lanciare missioni segrete verso l’ultima frontiera ogni giorno.

Il decollo previsto per la prima volta nel 2020, si pensa che l’aereo misterioso sia alimentato solo dall’elettricità e si prevede che abbia la capacità di atterrare e decollare verticalmente.

Si sposterà come un razzo, si sposterà oltre l’atmosfera e rilascerà un missile e un satellite di seconda fase, prima di girarsi e atterrare come un aereo su una pista.

Il portavoce della DARPA Jared Adams ha dichiarato che l’obiettivo del programma XS-1 è di volare 10 voli entro dieci giorni.

Il piano spaziale della DARPA consentirà presumibilmente operazioni segrete all’ultima frontiera

Prevenire le minacce nucleari nelle strade americane

Il programma SIGMA della DARPA è stato sviluppato con l’obiettivo di ridurre al minimo le perdite in caso di uno scenario peggiore: un attacco nucleare o radiologico contro gli Stati Uniti.

Nel 2017, DARPA ha messo alla prova i suoi rivelatori di radiazioni montati su veicoli all’avanguardia a Washington, DC, inserendoli nella flotta della città su veicoli di emergenza.

Ciò ha trasformato ogni ambulanza, autopompa e auto della polizia in città in un annusatore di armi portatili, fornendo la prima mappa in scala cittadina dei livelli di radiazione di fondo in tutta la capitale degli Stati Uniti e identificando eventuali spike insoliti che potrebbero indicare una minaccia.

Con l’onnipresente minaccia di guerra che grava pesantemente sui pianificatori militari americani, sono previsti altri test per il prossimo anno … e non si sa quali altri incredibili progetti DARPA abbia in cantiere.

I rivelatori di radioattività portatili possono agire come annusatori di nuke mobile se l’America viene attaccata

Fonte: https://www.thesun.co.uk/news/

®wld

5G: La fascia delle microonde che penetrano nella pelle umana

 

Generazione 5G: controllo globale e cancro serviti caldi 

Marcello Pamio 

Sarà una delle rivoluzioni tecnologiche più imponenti del nostro tempo e avrà effetti e ripercussioni sulla vita e sulla salute di miliardi di persone.

Mi riferisco al “5G”: la nuovissima generazione di trasmissioni dati, che permetterà di connettere ad altissima velocità miliardi di dispositivi che oggi sono semplici elettrodomestici “passivi”.

A breve gli oggetti dentro e fuori casa si trasformeranno in “esseri attivi”: frigoriferi, tivù, radio, forni, perfino abiti e qualsiasi oggetto elettronico o meno.
Secondo le previsioni, oltre 20 miliardi di dispositivi saranno interconnessi con la Rete entro il 2020.
 

Attualmente sarebbero “solo” più o meno 6 miliardi. 

La connessione di quinta generazione renderà possibile lo sviluppo della telemedicina, dell’auto a guida autonoma e delle cosiddette città intelligenti, dove tutto è costantemente tenuto sotto controllo elettronico.

La “G” sta per “Generation” e infatti è la quinta generazione del cosiddetto standard per la trasmissione dati attraverso una rete di telefonia mobile. I precursori sono stato l’1G (il famoso e obsoleto «TACS») in cui i segnali radio erano “analogici”, il 2G (il GSM), il 3G (UMTS) e l’ultimo 4G (LTE, long term evolution, “evoluzione a lungo termine”).

Attenzione che a differenza delle altre generazioni, il 5G non è solo una nuova “interfaccia radio” perché qui la rete da “fisica” diventa “virtuale”, qui si vuole inglobare tutto…   

Rischi elettromagnetici 

Qualsiasi tecnologia presenta dei rischi, e quando si è nell’ambito delle onde elettromagnetiche tali rischi sono estremamente pericolosi perché riguardano la salute.

Con la nuova generazione ci potranno essere anche rischi di cyber-attacchi sulle future reti mobili, le quali conterranno informazioni personali e dati sensibili oggi inimmaginabili.

L’intero globo e tutti i dati umani finiranno nei server o nei cloud virtuali, mettendo a rischio la sicurezza planetaria. 

Sul fronte dell’inquinamento delle onde elettromagnetiche invece, coloro che speculano e guadagnano stanno chiedendo la revisione delle regole italiane sui limiti elettromagnetici che rappresentano un freno alla realizzazione della futura rete. 

Come sempre la follia e la cupidigia umane rasentano il paradosso: invece di diminuire i limiti attuali che sono di per sé troppo alti per garantire la sicurezza della salute, questi sciacalli chiedono di eliminare e/o abbassare tali limiti per far posto alla nuova tecnologia.

Il punto cruciale è il seguente: per raggiungere velocità così elevate è necessario utilizzare uno spettro di frequenza finora mai utilizzato. Il 5G sfrutta le onde millimetriche, vale a dire onde radio tra 30 e 300 GHz. Stiamo parlando di uno spettro di frequenza talmente elevato che nessuno Stato ha ancora assegnato, anche perché fino a qualche anno fa era impensabile utilizzare questo spettro per la comunicazione. Siamo nella fascia delle microonde, la cui frequenza va appunto da 250 MHz a 300 GHz, e la lunghezza d’onda da 1 mm a 10 cm. 

Queste onde attraversano i muri come fossero di carta e possono penetrare di qualche millimetro l’epidermide umana. Questa caratteristica particolare, come verrà spiegato tra poco, viene sfruttata nelle armi-non-letali a energia diretta in dotazione al Pentagono.

La caratteristica principale del 5G, che lo differenzierà dai precedenti standard, è la velocità di connessione: secondo gli operatori dovrebbe viaggiare 100-1000 volte più veloce dell’attuale 4G.

Ma come sempre il rovescio della medaglia è molto insidioso e pericoloso…

Italia e le sperimentazioni del 5G

L’Italia è il paese-cavia ideale per le lobbies. Lo sappiamo molto bene.

Con qualche spicciolo è possibile testare di tutto. Non è un caso che siamo l’unico paese al mondo a inoculare sulla popolazione infantile oltre 10 vaccini obbligatori, senza avere nessuno studio o trials clinici che ne garantiscano la sicurezza.

Quindi potevamo perdere anche questa sperimentazione? Ovviamente no, e infatti il nostro Paese è stato tra i primi in Europa e nel mondo ad avviarla. 

Sono diverse le città scelte per le sperimentazioni (che sono già avviate): Milano, Prato, l’Aquila, Bari, Matera sono le cinque città dove il Ministero dello Sviluppo Economico ha fatto partire la sperimentazione del 5G, alle quali si sono aggiunte Roma e Genova. 

Città distribuite lungo tutto lo stivale che permetteranno di testare al meglio le potenzialità della nuova tecnologia e mettere alla prova le capacità degli operatori italiani di realizzare un’infrastruttura tecnologicamente all’avanguardia nel giro di pochi mesi.

Frequenze & appalti 

Il governo Conte, quello del grande “cambiamento”, ha appaltato le frequenze del 5G.
Le frequenze in gioco sono: 700 MHz, 3.700 MHz e 26 GHz.

Ad accaparrarsi i blocchi i soliti noti: Iliad, Telecom, Vodafone, Fastweb e Wind-Tre.
I 700 MHz sono andati a Iliad, Vodafone e Telecom.
I 3.700 MHz sono andati a Telecom, Vodafone, Wind-Tre e iliad
I 26 GHz invece a Telecom, Iliad, Fastweb e Wind-Tre Soltanto Telecom e Vodafon hanno investito 4,8 miliardi di euro!
Il governo ha fatto Bingo perché è stato ampiamente superato l’obiettivo minimo: l’asta per il 5G porterà ben 6,55 miliardi di euro, oltre 4 miliardi in più dei 2,5 miliardi preventivati come soglia minima! 

 
Infrastrutture per 5G

La nuova tecnologia impiegherà un’infrastruttura differente rispetto a quella del passato (a livello d’antenne e non solo) e protocolli comunicativi in grado di garantire una maggior capacità di banda, una maggior velocità di connessione e una minor latenza.

Vi sarà quindi l’implementazione di «piccole cellule», di cui si ignora il numero, ma sicuramente elevatissimo, che non andranno a sostituire le altre, ma a sommarsi alle attuali reti wireless in uso da Telecom (17.000), Vodafone (altrettanti), Wind Tre (26.000). 

In Italia complessivamente ci sarebbero già 60.000 antenne di telefonia mobile, con quelle per il 5G raggiungeremo un numero folle.

Le antenne del 5G dovranno per forza di cosa crescere come funghi in ogni dove. 

Attualmente le antenne per la telefonia sono distanti tra loro qualche centinaio di metri o qualche chilometro, per la nuova tecnologia dovranno essere presenti ogni cento metri e anche meno.

Le città e le campagne saranno invase da antenne: tetti, alberi, lampioni, campanili, ecc. 

Ma tutto questo è per il nostro stile di vita, per il nostro ben-essere.

Pensate: potremo guidare la nostra autovettura seduti comodamente sul water di casa, mentre sorseggiamo una tazzina di caffè macchiato. Oppure potremo farci controllare a distanza la prostata dal medico urologo, grazie ad una app dello smartphone e un piccolo sensore che va infilato nel retto collegato al cellulare con cavo usb, e questo anche se il dottore è in vacanza e si sta rilassando alle isole Fiji. Ma sarà anche possibile, sempre dal cesso ma questa volta dell’ufficio, controllare se nel frigo di casa vi sono alimenti scaduti; se per esempio dobbiamo fermarci a comprare il latte parzialmente scremato con il quale macchiamo il caffè che beviamo alla mattina sopra il water…
Questa sì che è tecnologia!

Armi ad energia diretta

L’esercito statunitense ha sviluppato un sistema di controllo della folla non letale, chiamato «Active Denial System» (ADS). Dei veri e propri cannoni portatili montati su camion sparano onde millimetriche a radiofrequenza nella frequenza dei 95 GHz (esattamente lo spettro che rientra nel 5G) in grado di penetrare l’epidermide di 0,4 mm delle persone, producendo istantaneamente un’intollerabile sensazione di riscaldamento che li porta alla fuga.

 

Esattamente come il forno a microonde che purtroppo ancora molte persone usano in cucina, questi cannoni militari vanno a scaldare gli strati di acqua contenuta sotto la pelle…

Quindi per dare avvio al «Progetto 5G», migliaia di antenne, cioè piccoli cannoni («armi non letali»), saranno disseminati nelle città di tutto il mondo.

Quale sarà l’effetto sulla salute pubblica di un bombardamento costante di microonde? L’effetto sugli animali lo sappiamo già… 

5G e la strage degli innocenti (uccelli) 

In giro per il mondo si stanno verificando delle cose molto strane. 

Casualmente nelle città scelte per la sperimentazione del 5G avvengono delle morie di uccelli da film di Hitchcock.

A Roma oramai lo hanno definito «l’incubo storni», in pratica uccelli dal cielo cadono stecchiti in terra come le mosche. Un vero e proprio disastro sia per i residenti che per gli automobilisti. 

La stessa stranissima cosa sta avvenendo anche a l’Aquila.
Sono in corso indagini, ma al momento gli esperti interpellati non sanno dare nessuna spiegazione, anche perché forse non stanno seguendo la pista giusta, quella delle microonde!
 

La realtà è che migliaia di uccelli precipitano dal cielo… 

Sappiamo benissimo che le onde possono disturbare seriamente l’orientamento spaziale degli animali che usano da sempre il campo magnetico terrestre (uccelli migratori, cetacei, delfini, ecc.). 

Qui però gli uccelli vengono letteralmente stecchiti sul colpo!

Il mistero della Smart-Dust 

Si chiama «Polvere intelligente» (smart-dust) e il Pentagono l’ha definita «la tecnologia strategica dei prossimi anni».[1]  

Si tratta di un “pulviscolo intelligente” composto da miliardi di microscopici computer, della dimensione di un millimetro cubo, in grado però di incorporare sensori elettronici, capacità di comunicare via onde radio, software e batterie.
Questa “polvere” in grado di captare calore, suoni e anche movimenti, si può disperdere su territori immensi, anche grazie all’avio dispersione in cielo (tramite le scie chimiche).

 

Quando si parla di ricerche militari fantascientifiche il nome DARPA, braccio scientifico del ministero della Difesa, non manca mai. Dietro la smart-dust infatti c’è la «Defense Aduanced Research Projects Agency» (Darpa), l’Agenzia potentissima che ha inventato, tra le altre cose, Internet.
Per la polvere magica la Darpa si è affidata al dipartimento di ingegneria elettronica e informatica di Berkeley!

La rivoluzione di questi microsensori diffusi nell’ambiente «diventerà la primaria fonte di superiorità nei sistemi di armamento», come hanno candidamente dichiarato nel sito ufficiale www.darpa.mil.

Il problema è che la smart-dust abbinata sinergicamente alla tecnologia 5G potrà rappresentare il pericolo numero uno per la libertà, perché fornirà gli strumenti perfetti per il controllo globale assoluto.

Come sempre, purtroppo la realtà supera ogni più fervida immaginazione… 

Conclusione

Dopo quanto detto diventa di vitale importanza impedire lo sviluppo della quinta generazione.

Rifiutiamo telefoni, smartphone e qualsiasi altro apparecchio e/o elettrodomestico nato per il 5G, o anche solo predisposto e implementabile alla nuova tecnologia militare!

Il nostro futuro e quello dei nostri figli lo abbiamo nelle nostre mani oggi.

Ricordiamo che i bambini sono gli esseri (come gli animali) più a rischio di ammalarsi, proprio perché si trovano nella fase delicata di crescita e di sviluppo.
Sarà un caso ma nel nostro paese i tumori in età pediatrica stanno crescendo a ritmo pandemico, e l’Italia vanta il triste primato a livello europeo.
 

Se non vogliamo avere il primato di mortalità infantile anche a livello mondiale, pensiamoci molto seriamente e subito… 

Per maggiori informazioni  

http://www.tankerenemy.com/2007/09/smurt-dust-ecco-la-polvere-che-spia.html?m=1

http://www.nogeoingegneria.com/tecnologie/sistemi-radar/smart-dust-una-griglia-di-controllo-globale/

[1] «Smart-Dust: ecco la polvere che spia», Federico Rampini «La Repubblica» del 31 ottobre 2002  

Fonte: https://disinformazione.it/ 

®wld