Archivi tag: Culto

I serpenti della saggezza

A sinistra: ciotola di Hygieia. 
Medio: Rod Of Asclepio. 
A destra: dio greco Asclepio 
  
Perché il serpente è il simbolo della medicina e delle
farmacie? 
di Ellen Lloyd
15 gennaio 2018
dal sito Web di AncientPages
Il serpente è stato usato come simbolo da farmacie e medici per un tempo molto lungo.

Il serpente è un simbolo della medicina e attraverso l’iconografia della storia farmaceutica, i serpenti appaiono avvolti attorno a un bastone o a una ciotola. Esistono vari tipi di serpenti usati come simboli di medicina.

I moderni segni farmaceutici hanno una lunga storia che risale all’antica Grecia.

Bastone di Asclepio – Simbolo della Medicina  

Secondo i miti greci, Asclepio, il dio greco della medicina imparò l’arte della guarigione sia dal padre Apollo che dal centauro Cheiron.

Col tempo, divenne così abile nella chirurgia e nell’uso di droghe che fu venerato come fondatore della medicina.

Un grande santuario fu dedicato a lui a Epidauro, il luogo in cui nacque.

Asclepio, il dio greco della medicina
Credito: Wikipedia

Si credeva che Asclepio (Esculapio) avesse il potere di risorgere dai morti.

La leggenda narra che Zeus era preoccupato che Aesculapius avrebbe reso l’umanità immortale grazie al suo potere di guarigione. Per paura, ha ucciso Asclepio con un fulmine.

I templi furono costruiti per Esculapio, e apparentemente serpenti morti furono trovati all’interno.

Quando questi serpenti sono stati raccolti e fatti cadere, sono scivolati via. Per la gente questo è stato interpretato dal fatto che i serpenti sono stati riportati in vita dai poteri curativi di Esculapio, che alla fine li ha portati ad essere associati alla guarigione.

Nei suoi templi venivano tenuti serpenti addomesticati poiché questo animale era considerato un simbolo di rigenerazione.

A partire dal 300 a.C. circa, il culto di Asclepio divenne molto popolare e i pellegrini si affollavano nei suoi templi di guarigione (Asclepieia) per essere curati dai loro mali.

La Sacra Asclepion di Pergamo era un antico centro di cura e il primo ospedale psichiatrico del mondo.

La verga di Asclepio, conosciuta anche come Bastone di Asclepio, una verga intrecciata dal serpente brandita dal dio greco Asclepio è oggi associata alla medicina e all’assistenza sanitaria.

È il simbolo della medicina, ma è spesso confuso con lo staff del dio Hermes, il caduceo.

Ciotola di Hygieia

Hygieia, sanificatrice e della Dea della Salute era la figlia di Esculapio tendeva alle sue tempie.

Il suo simbolo divenne una ciotola contenente una pozione medicinale, con il serpente della Saggezza che ne beveva. Il serpente simboleggia la risurrezione e la ciotola salute e medicina.

Igea,  
una delle figlie di Asklepios (Asclepio)  
e nipote di Apollo,  
ha svolto un ruolo importante nella setta  
di Asklepios come donatore di salute

La gente moderna associa il serpente al veleno, ma l’animale ha un forte significato simbolico per i nostri antenati.

I serpenti sono stati usati per,

  • culto
  • pozioni magiche
  • medicina,

… e sono stati il ​​simbolo di

  • amore
  • Salute
  • malattia
  • medicina
  • farmacia
  • immortalità
  • Morte
  • anche la saggezza,

… fin dai tempi antichi.

 Il “vaso della libagione di Gudea”,
dedicato a Ningishzida (XXI secolo aC).
La doppia elica raffigura la divinità.

 

La storia delle persone serpenti e la loro guida sono conosciute in tutto il mondo perché la gente lo possa ricordare.

Collettivamente, erano tutti noti come Serpenti della Saggezza e il loro gran contributo allo sviluppo globale del nostro pianeta non potrà mai essere cancellato.

Quindi, non sorprende che il serpente fosse adorato in molti angoli del mondo …

non vedo-non sento-non parlo

dissonanza cognitiva: servus Homo   

C’è un’epidemia nel mondo d’oggi, un fenomeno psicologico chiamato dissonanza cognitiva. Ognuno è suscettibile alla dissonanza cognitiva in un modo o nell’altro, ma per molti osservatori, nel mondo occidentale di oggi sembra essere particolarmente diffuso nei media, .

La dissonanza cognitiva si riferisce al disagio psicologico o al senso emotivo di fronte a nuove informazioni o a una nuova realtà che contraddice le convinzioni profondamente radicate nei sistemi di credenze che sono sempre state e valutate come puramente vere. Questo fenomeno psicologico appare soprattutto tra le persone che sono state vittime di spot televisivi e altri metodi di lavaggio del cervello e della propaganda. E’ anche vero che i cultisti sono guidati da un leader carismatico o appartenenti a qualche altro sistema autoritario, compresi i genitori punitivi e/o l’indottrinamento politico/religioso. (Ad esempio, a livello politico, in Spagna è impensabile che un voto MP venga espresso contro una proposta della propria disciplina di partito, un altro buon esempio chiamato … dissonanza cognitiva che implica la religione e la negazione è presente in alcuni fondamentalisti religiosi che, pur professando che la Bibbia sia infallibile, negano il fatto che al suo interno ci siano numerose contraddizioni e incongruenze tra gli insegnamenti etici del Vecchio Testamento spesso giustificato da violenza omicida in contrapposizione con l’etica non violenta di Gesù, che vieta la violenza omicida.

Quando c’è uno scontro di credenze contraddittorie che si escludono a vicenda, le persone intelligenti, con mente aperta e riflessiva di solito sono disposte a cambiare idea e a rivalutare le loro posizioni precedenti, guardando attentamente e onestamente le nuove prove, ri-valutare la credibilità delle due posizioni e poi prendere una decisione per approvare o respingere le nuove informazioni, a seconda delle prove in loro possesso.

Una mente chiusa, distratta, disinformata, ignorante, troppo occupata, dipendente o intensamente conservatrice non può esaminare nuove prove che potrebbero andare contro le proprie convinzioni radicate, per vari motivi, il tempo, l’inclinazione, o la volontà politica. Pertanto, essi possono inconsciamente o di riflesso rifiutare le nuove informazioni, anche se le prove sono schiaccianti e dimostrabilmente vere.

L’opinion leader e gli agenti della disinformazione piace annunciare spiegazioni semplicistiche di eventi complessi superficialmente plausibili, soprattutto quando gli interessi delle multinazionali o statali sono in gioco. Queste entità impiegano furbi esperti di comunicazione  che sono dei geni quando si tratta di “spiegare/ propagandare” il tutto con frasi concise nelle loro “relazioni” (che in realtà sono pezzi di propaganda) rivolte nella maggior parte ai fedeli dello stato che con poca attenzione vuole credere. Anche situazioni molto complesse come invasioni o attacchi contro le nazioni sovrane, spesso vengono date spiegazioni semplicistiche, i cui punti di vista sono raramente opposti quando vengono esposti nei media.

Le operazioni di false flag sono eventi intelligenti programmati (pre-smart), la propaganda, i governi orchestrano in modo che possano giustificare l’entrata in guerra. Esempi di operazioni false flag sono 9/11, l’incendio del Reichstag a Berlino, Operazione Northwoods e l’episodio Golfo del Tonchino. Queste operazioni di false flag (accettate come vere dalla maggior parte delle persone), hanno ingannato molti senatori presumibilmente intelligenti come presidenti e rappresentanti politici. Naturalmente, c’è anche da chiedersi se molti dei nostri – così chiamati leader siano stati ingannati sui fatti del 2001 o abbiano fatto parte della copertura (e quindi complici del reato).

La triste verità che prevale oggi è che molti cittadini vogliono semplicemente essere guidati da un leader carismatico o da un attraente primo ministro o presidente, è difficile pensare dove andrebbero questi cittadini se non sono in grado di utilizzare (quello che potrebbe già essere) il loro pensiero critico atrofizzato? In ultima analisi, si finisce per essere schiavi.

Abbiamo visto tutti l’immagine delle “tre scimmie sagge”. C’è qualcosa di profondamente vero nell’immagine delle scimmie che tengono le mani sugli occhi, le orecchie e la bocca trasmettendo un messaggio preoccupante, obbedienza all’autorità, “né vedere né udire né parlare di verità dolorose” questo ci rende buoni sudditi dello stato e patrioti senza violare il pegno alla bandiera. 

Ryszard Kapuscinski scrive:

“Quando si è scoperto che l’informazione era un business, la verità ha cessato di essere importante.”

Link 

Guarda il video di Tommix QUI

Traduzione e adattamento Nin.Gish.Zid.Da