Archivi tag: Cristina Bassi

SIRIA: la mano nascosta

David Icke : che succede veramente in Siria?

Pubblicato: 07 Ottobre 2015
Scritto da Cristina Bassi

“Qualcuno veramente sta pensando che questa situazione di bombe, morti, rifugiati, sta accadendo perché l’Occidente pensa che Assad sia un tiranno e che perciò’ bisogna sostenere l’opposizione nel paese? VERAMENTE qualcuno lo pensa? “

Quanto segue è la mia sintesi e la traduzione dell’ultimo videocast (4 ottobre 2015) di David Icke per i suoi abbonati (www.davidicke.com), a tema SIRIA: le dinamiche dietro le quinte, secondo la sua decennale ricerca sulla struttura della realtà e del potere “visibile”..
Qui i primi minuti del video  disponibili anche per i non iscritti. 

In un piccolo paese poco più grande del Nord Dakota, con 22 milioni di abitanti, abbiamo bombardamenti di americani, francesi, turchi, israeliani, attacchi di curdi, ribelli finanziati e addestrati dagli USA, ISIS che bombarda ed attacca, l’Iran con una presenza militare  e ora abbiamo la Russia. Sullo sfondo, non troppo lontano c’è la Cina. E non manca lo psicopatico britannico, Cameron, che disperatamente desidera essere coinvolto nei bombardamenti.

Se qualcuno avesse mai bisogno di conferme (e non ne abbiamo bisogno ovviamente) sul fatto che viviamo in un manicomio, questi eventi in Siria … sono un’ulteriore conferma.

Qualcuno veramente sta pensando che questa situazione di bombardamenti, sofferenze, attacchi, morti, rifugiati, sta accadendo perché l’Occidente pensa che Assad sia un tiranno che opprime la sua gente e che perciò bisogna sostenere l’opposizione nel paese? VERAMENTE qualcuno lo pensa??

L’idea che gli USA e la Gran Bretagna possano anche lontanamente essere preoccupati dell’oppressione dei popoli ?… quando l’impero britannico e l’impero americano, che esiste ma non viene citato come tale, per secoli hanno oppresso le genti in tutto i mondo e solo per i loro benefici economici e per accumulare potere.

Non gliene poteva fregare di meno, di ciò che stava accadendo in Siria, in termini di oppressione della gente o cose simili.

Abbiamo una situazione in cui un maggiore oppressore della umanità, sul pianeta, l’Arabia Saudita che decapita persone ad un ritmo attuale di una ogni due giorni, fa parte della coalizione per porre fine alla oppressione in  Siria!!

Abbiamo Isis condannata per l’orrore della decapitazione, come mezzo per creare trauma e controllo e terrore. E abbiamo poi l’Arabia Saudita che decapita senza che si sia un mormorio dallo stesso Occidente “morale”. L’Arabia Saudita sta bombardano senza pietà i civili in Yemen,  senza il minimo sussurro da parte dell’occidente morale, che la arma e le consente di fare tutto questo.

Allora è piuttosto chiaro che il  “dobbiamo aiutare i poveri Siriani” sono solo una montagna di stronzate. Quindi c’è un’altra ragione di cui parlerò in questo videocast.

Sono disgustato oltre ogni definizione, dalla ipocrisia morale degli Obama, dei Cameron, dei Blair, dei Bush e di tutti gli altri … tutti criminali e psicopatici che parlano di come devono stare dalla parte della giustizia e della libertà e nel mentre bombardano come dannati paese dopo paese, lasciando dietro di loro violenza e disperazione.

Abbiamo gli USA che hanno tenuto incarcerato un cittadino britannico a Guantanamo Bay, per 13 anni senza accusa o processo, un uomo innocente, strappato alla famiglia e ai figli a cui è stato negato di vedere crescere i propri figli. Abbiamo un paese guidato dalla mano nascosta che fa queste cose orrende.

Abbiamo una Amministrazione Americana di qualsiasi colore che può fare questo ad un essere umano e che continua a rivendicare il grado di “moralità”.

Quindi questa settimana abbiamo avuto il passo successivo della crisi siriana: la Russia si è introdotta nei bombardare…bombe…bombe Cameron che deve entrare in gioco con altre bombe…

Ed è una situazione molto pericolosa su un più grande livello, perché in questo pezzo di terra che si chiama Siria, abbiamo allineati la Russia e la Cina, ancora sullo sfondo, ed anche l’Iran contro L’Occidente guidato da americani, britannici, francesi, e Israele come l’elefante nel salotto [intendendo che è una enorme evidenza che nessuno vuol vedere] dietro di loro.

E ovviamente il Presidente Putin è entrato in gioco per proteggere il governo di Assad ma anche per proteggere gli interessi navali e militari russi in Siria. I primi attacchi erano contro ciò che la gente non chiamerebbe ISIS ma oppositori di Assad.

Il fattore scatenante iniziale che ha causato questa catastrofe … sono stati i ribelli addestrati e armati dall’America, molti dei quali ridiretti dopo aver fatto lo stesso in Libia …

Abbiamo quindi una guerra per delega in quel pezzo di Terra: Russia e Cina che attaccano i ribelli  sponsorizzati dall’America e suoi alleati e … che chiamano bizzarramente “moderati”… ma non ce ne sono in questo contesto,  di moderati.

L’ipocrisia  toglie il fiato: abbiamo avuto il Segretario della Difesa americana, Ashton Carter,  che ha detto questa settima che l’intervento russo in Siria ha buttato altri proiettili sul fuoco. Ma come? Gli USA e la Gran Bretagna fanno lo stesso in tutto il mondo da centinaia di anni.  Cio’ che accade ora è solo la continuazione di ciò che è sempre successo. L’impero britannico, che di grande aveva solo l’ampiezza dei suoi confini, e l’Americano fanno lo stesso per i propri benefici…L’Impero britannico con la forza entrava nei paesi, subentrava ai governi e lo chiamavano il grande Impero Britannico.

Ma c’è un altro quadro della situazione, uno più profondo,  che anche i media alternativi non indagano.

Se prendete Putin, Obama, Cameron, Hollande e credete  siano i soli a prendere decisioni e a orchestrare il tutto, Putin compreso, allora vi perdete una buona parte della trama, perché c’è una parte, una mano nascosta che ha un network globale  e svolge attività di network in ogni Paese avendo una propria struttura con filiali che chiamiamo Stati Uniti, Francia, Russia…

Abbiamo poi sulla scena primaria Presidenti e Primi Ministri e diciamo “lui ha il controllo della situazione” , ha le redini del governo. Ma non è cosi. Arriva il punto in cui c’è una elezione e questo scompare ed un altro arriva sulla scena.

Sembra che le persone abbiano il controllo degli eventi, ma non è cosi. C’è sempre la mano nascosta, in dipendentemente dai burattini in prima fila.

Se prendiamo la Siria, la questione può essere vista ad un certo livello con la Russia che ora ha preso il sopravvento e a quel livello è vero: è quel che sta succedendo. Ma scendendo in profondità nella faccenda, sembra poi essere altra cosa.

E tutto questo mi porta all’infausta, discussa e spesso screditata lettera di Albert Pike:

1871 Pike scrive una lettera a Giuseppe Mazzini [che Icke definisce uno dei fondatori della Mafie] coinvolto nella rete di cui si sta parlando.

Pike era un eroe massonico, in USA, un ispiratore del KKK…bel personaggio…ed è lui che si crede abbia scritto questa lettera a Mazzini nel 1871 appunto. [si veda qui la lettera di cui già pubblicai su questa pagine:  “La Terza Guerra Mondiale e la lettera di Albert Pike”

In questa lettera si dice tra l’altro (un estratto):

La terza Guerra Mondiale deve essere fomentata svantaggiandosi delle differenze, causate dagli agenti degli Illuminati, tra i sionisti politici e i leader del mondo islamico. La Guerra deve essere condotta in modo tale che l’Islam (il Mondo Arabico Musulmano) e i sionisti politici (lo Stato di Israele) si distruggano reciprocamente. Nel mentre, le altre nazioni, divise ancora una volta su questa questione, saranno costrette a combattere fino ad esaurirsi completamente, fisicamente, moralmente, spiritualmente ed economicamente. Daremo libero sfogo ai nichilisti e agli ateisti, e provocheremo un cataclisma sociale formidabile che, in tutto il suo orrore, mostrerà chiaramente alle nazioni, quale effetto abbiano l’ateismo assoluto, l’origine della ferocia e i disordini (le rivoluzioni) altamente sanguinari .

Ovunque, quindi, i cittadini obbligati a difendersi dalla minoranza mondiale di rivoluzionari, stermineranno quei distruttori della civiltà e la moltitudine sarà disillusa dalla Cristianità, i cui spiriti deistici da quel momento saranno senza bussola né direzione. Saranno ansiosi di un ideale, ma senza sapere a chi rendere questa adorazione, riceveranno cosi la vera luce attraverso la manifestazione universale della pura dottrina di Lucifero, portato finalmente alla vista di tutti. Questa manifestazione deriverà dal movimento reazionario generale, che seguirà la distruzione della Cristianità ed ateismo, entrambi conquistati e sterminati allo stesso tempo”. (lettera Scritta nel 1871)

La Terza Guerra Mondiale predetta in questa lettera non è accaduta, o meglio non è ancora accaduta ma è interessante vedere ciò che sta accadendo in Siria e le parole di Pike … Qualcuno obietterà che c’è una discrepanza tra la data della lettera (1871) e il Sionismo (primo congresso Sionista a Basilea nel 1897) … ma nel 1871 era certo noto nel “network mondiale” che il Sionismo stava arrivando.

Questi piani globali progettati per l’umanità sono all’opera da tempo, non sono di alcune settimane, mesi o anche anni di anticipo. Sono stati programmati da lunghissimo tempo e poi svolti come dei domino nel tempo. 

Abbiamo qui la situazione del Medio Oriente e della Siria per cui si attua una mossa domino: le migrazioni di massa in Europa.

Pike dice anche “diffondere nichilismo”… altresì anche descritto cosi: “nichilismo è un credo politico o azione che commette violenza o terrorismo senza avere obbiettivi costruttivi”. Come non pensare ad Isis?

L’altra sera ho visto un filmato in TV, da “dentro Isis”: persone fuggite in Turchia, che raccontano cosa fanno i militanti di ISIS ai bambini, presi in giovanissima età ed indottrinarli nei modi piu’ duri, per programmarli, dicendo loro che chiunque non appartenga ad Isis è un infedele e deve essere ucciso. Li rendono testimoni di uccisioni e addirittura fanno loro uccidere e dicono loro che devono solo ascoltare ed obbedire e se fanno domande, vengono uccisi o mutili. C’era un ragazzino, che si era rifiutato di unirsi ad Isis ed essere indottrinato e cosi gli hanno tagliato mani e piedi.

Ora … questo livello di estremo, superlativo male psicopatico, è esattamente la mentalità della forza che sta dietro tutto questo, l’”ombra”… Isis è l’impronta di ciò che vogliono che sia ovunque. Quindi la storia del nichilismo calza perfettamente.

Tutto ciò non ha nulla a che fare con i Siriani o Assad…

Ricordo che nel Settembre 2000, un documento del think tank per il Progetto del “Nuovo Secolo Americano” (New American Century), elencava una serie di Paesi nel Medio Oriente e nel Nord-Africa, che dovevano essere destabilizzati. Il Gen. Clark, comandante nella  NATO, disse che in base a questo progetto c’erano 7 paesi che dovevano essere invasi … tutto legato alla “guerra al terrore”: Afghanistan, Iraq Libia, Siria, Iran, Libano…

Quindi ciò che accade in Siria è ciò che era scritto sulla lista… 

Tutto è cosi evidente che anche un cretino potrebbe vederlo … ma i media continuano a riportare le storie secondo la propaganda occidentale.

Questa settimana ho dovuto sorridere: quando ha Russia cominciato il bombardamento in Siria, la  BBC ha riportato che non potevano fare delle verifiche indipendenti con le notizie che venivano date da canali russi; ahahah … ma non sono i giornalisti che dovrebbero farle? Ma ovvio che no, i media non sono indipendenti nel modo in cui trattano i vari Paesi.

Dietro tutto ciò … il solito elefante in salotto: Israele

Coloro che scrissero il documento per il Progetto del Nuovo Secolo Americano, erano tutti sionisti, tutti. Nati sionisti o sostenitori del Sionismo, perché è un partito politico, non una razza.

Questo Israele,  quel piccolo paese geografico, circa 8 milioni di persone, la grandezza del New Jersey, il 47° stato americano per grandezza,  questo piccolo Paese…che sta creando caos per il mondo…Perché questo potere? Perché è un feudo Rotschild.  In Israele trattano i combattenti Isis quando sono feriti, bombardano obbiettivi siriani.

Hanno un concetto: Il Grande Israele, ovvero estendere Israele dal Nilo (Egitto) all’Eufrate (Iraq). e se guardate geograficamente tutta questa area che sarebbe inclusa nel Grande Israele… è tutta quella zona ora colpita in Medio Oriente… inclusa Siria e Libano.

Quel pezzo di terra, Israele, grande come il New Jersery, ha uno dei migliori equipaggiamento militare nel mondo, grazie agli USA e alla Arabia Saudita. Ha anche un arsenale nucleare e lo ha da decenni.

Ma mentre Israele e USA da anni stanno battendo il chiodo sull’Iran, su come sia un pericolo nucleare per il mondo, l’America non solo non dice nulla sull’arsenale nucleare di Israele, di cui ovviamente sanno, ma addirittura anche c’è un accordo ufficiale, rinforzato da quando Obama è al potere, che dice che Israele non parlerà del suo arsenale militare e l’America non chiederà in merito.

Israele si è rifiutata di firmare in Trattato sulla non proliferazione militare, perché nel farlo dovrebbe ammettere di averne uno.

Ma perché dico tutto questo? Certo non è per Israele in sé che esiste tutto questo arsenale. E’ stato costruito per un’altra ragione.

Quando vedete gli eventi come si sviluppano ora in Medio Oriente e Siria,  forse potete riflettere sul perché tutto ciò è stato messo insieme per una terra cosi piccola ed una popolazione esigua.

Questa settimana ho sentito dire dall’ambasciatore americano in UK,  che tutto questo caos è causato dal Presidente  Assad, che lui è stato quello che ha fatto partire il tutto … ma a dire il vero … sono stati i ribelli finanziati dall’America che hanno messo in moto tutto questo pandemonio.

La falsità di questi individui è straordinaria,  non solo le loro menzogne ma come le veicolano con questo tono della “morale”.

Senza dimenticare Soros, grande miliardario testa di legno dei Rothschild, che in molti casi è il giocatore primario in molte rivoluzioni colorate in Medio Oriente, incluso la “spontanea” insurrezione contro Assad in Siria.

Soros ha una serie di organizzazioni e fondazioni che sono specializzate nell’addestramento di persone per le rivoluzioni dei popoli e di certo non per il loro beneficio, ma invece usano queste rivoluzioni per destituire i regimi di cui si vogliono disfare.

Le “primavere arabe” (nel 2011 iniziò in Siria) non avevano niente a che fare con la libertà per gli Arabi, ma servivano a rimuovere regimi secolari e mettere la gente sotto una dittatura grottesca come accade ora.

Il sistema occidentale ha manipolato anche la parola “regime” che ormai ha assunto collettivamente il senso di qualcosa di orribile come il mostro da combattere invece i “ribelli moderati” sono buona cosa.

Cameron ha parlato di Assad come “macellaio”… lui … Cameron che ha sostenuto i bombardamenti in Libia e ora vuole ardentemente intervenire con gli aerei britannici in Siria…

Se voi foste una organizzazione islamica estrema e radicale, come Isis afferma di essere, dove vi dirigereste per primo? Una volta che avete radunato il vostro esercito e il vostro potere? Verso Israele, no? Gli infedeli. Oppure l’Occidente. Ma no invece… Israele nel mezzo di tutto questo … è stata lasciata in pace. Mentre Isis (organizzazione islamica) è andata in paese arabi secolari “per rimuovere regimi” e prendere il sopravvento.

Perché? Perché Israele è parte di ciò che sta dietro tutto questo.

Una delle cose presenti nel documento del Nuovo Secolo Americano, nel settembre 2000, era anche una chiamata al “regime change” (cambio di regime) in Cina, che adesso vediamo comparire in Siria …

Tutto sta svolgendosi come da programma davanti ai nostri occhi…

L’Impero britannico è veramente quello della mano nascosta, un veicolo. Ci sono state persone come Cecil Rhodes, una testa di legno dei Rothschild, che andò in Africa del sud e creò confitti e guerre tra le tribù del Sudafrica, cosi che alla fine distrussero se stesse. (Ma Kissinger negli anni 70 fece lo stesso…) Quando poi uno delle due parti era prossima alla totale distruzione, si faceva avanti dicendo che la sua sola salvezza era quella di andare sotto la protezione dell’Impero Britannico. Siccome nelle date circostanze la tribù in questione non aveva altre opzioni, ovviamente accettava.

Quindi arrivava l’Impero Britannico con il suo esercito a distruggere l’altra tribù prendendone il sopravvento. Quel che succede oggi con l’Impero Americano … non è diverso.

by David Icke
traduzione e sintesi del video Cristina Bassi per  

www.thelivingspirits.net

wlady

MARTE e la farsa dell’annuncio

NASA, Marte, Luna & le Fasce di Van Allen

di Attilio Folliero, Caracas 29/09/2015

Vedasi anche:
– Annuncio della NASA del 28/09/2015
– Annuncio della NASA del 06/12/2006
– Immagini NASA, presenti in rete, riguardanti la vita su Marte: Alberi, acqua e vita in generale;
– Marte è come la terra. La prova definitiva (Video programma in spagnolo di Jose Luis Camacho) – Sulle fasce di Van Allen (in spagnolo): “L’uomo non è mai andato sulla Luna – Parte1

Mentire è manipolare, veritare è rivoluzionare

Tutti i media del mondo hanno riportato la notizia dell’annuncio della NASA:  su Marte c’è acqua! Inoltre, d’estate su Marte le temperature arrivano fino a 23 gradi ed oltre, ossia sono temperature miti. Ciò è vero, ma è tutta una farsa, considerando che lo stesso annuncio era stato fatto dalla NASA ben 9 anni fa e riguardavo la scoperta di acqua sempre nello stesso posto di Marte, mostrando le stesse immagini riproposte oggi! Il 6 dicembre del 2006 la NASA annunciava: “NASA Images Suggest Water Still Flows in Brief Spurts on Mars“, tradotto suona più o meno: “Immagini NASA suggeriscono che l’acqua scorre su Marte”.

Tutti i media ufficiali, tutti al servizio della classe dominante (per la semplice ragione che sono di proprietà delle varie oligarchie nazionali) hanno diffuso con grande enfasi la farsa dell’annuncio odierno.

La NASA manipola tutte le informazioni di cui dispone e sicuramente la manipolazione più grande (assieme ai falsi viaggi alla Luna) riguarda proprio il pianeta Marte, che continua a chiamare “Pianeta rosso”, quando in realtà è azzurro, molto simile alla Terra, con cieli azzurri, abbondanti riserve di acqua, foreste e possibilmente anche vita animale; è possibile che ci sia anche ossigeno. Tra l’altro la stessa NASA, nella persona del suo Amministratore, Charles Bolden, non molto tempo fa, ad ottobre del 2014, aveva ammesso: “Marte era abitato da forme di vita extraterrestri”. Molte foto della NASA mostrano quello che sembrano costruzioni, resti di una antica civiltà. Le uniche differenze tra Marte e la Terra potrebbero essere la pressione atmosferica e la gravità.

L’acqua su Marte è abbondante, molto più abbondante di quello che vogliono farci credere, con tantissimi laghi e le prove sono tutte nelle immagini diffuse nel corso degli anni dalla stessa NASA (Vedasi video-programma di Jose Luis Camacho “Marte è come la terra. La prova definitiva“) 

Frammento da “Marte è come la Terra”  con la vera faccia di Marte, con cieli azzurri (e non rossi)

Inoltre, su Marte c’è una temperatura mite (23 gradi), come hanno annunciato adesso e non può essere differentemente: l’acqua, abbondantemente presente in Marte non potrebbe esistere allo stato liquido, dato che a 0 gradi congela; quindi se esiste allo stato liquido le temperature sono miti.

L’annuncio odierno della NASA porta a numerose domande inquietanti: Perché proprio adesso? Sta cercando nuovi fondi? Necessita soldi per accelerare le ricerche su Marte perché aumentano i problemi sulla Terra? Ricordiamo che esiste un rapporto dell’ONU ed esattamente della Organizzazione Meteorologica Mondiale per il quale il cambiamento climatico in atto comporta per l’umanità rischi immediati e molto più gravi di quanto immaginato fino ad ora.

Congiuntamente all’annuncio della presenza di acqua su Marte si parla anche di possibili viaggi verso il gemello della Terra (Marte è il vero pianeta gemello della Terra). Ma c’è un problema di cui la NASA continua a nascondere la verità o a dirla a metà: attorno al pianeta Terra (ed a tutti i pianeti con campo magnetico) ci sono quelle che vengono chiamate le Fasce di Van Allen, che sono sostanzialmente due: la prima va dai 1.000 chilometri dalla superficie della Terra fino a 6.000 Km; l’altra si estende da un’altitudine di 10.000 Km a 65.000.

Queste fasce, che proteggono il pianeta, sono altamente radioattive, con energia che arriva fino ai 400 milioni di volt. Per aver un termine di paragone, le energie sviluppate dall’uranio 235 all’interno di una centrale nucleare arriva a 211 milioni di volt. Ciò significa che nell’attraversarle l’uomo verrebbe letteralmente fritto. Motivo principale per cui l’uomo non è mai uscito dall’atmosfera terrestre e non è mai andato sulla Luna (Vedasi mio articolo, in spagnolo: “L’uomo non è mai andato sulla Luna – Parte 1″).

Dunque, che cerca la NASA con questo annuncio? Soldi per progetti inerenti lo sviluppo di tecnologie che proteggano l’uomo da queste radiazioni durante i viaggi spaziali, in particolare nell’attraversamento delle Fasce di van Allen? Perché manipola la NASA?

NaturalNews: Basta insabbiamenti NASA. Su Marte c’è vita, non solo acqua

Pubblicato: 29 Settembre 2015 Scritto da Cristina Bassi 

“Quando la NASA finirà questo blocco anti-scientifico sulla conoscenza ed ammetterà che c’è vita su Marte? la Viking della NASA ha scoperto vita microbica su Marte nel 1976”

(NaturalNews) Dopo anni di insabbiamento della verità sul fatto che su Marte c’è acqua che scorre, la NASA finalmente ha ammesso ciò che noi di NaturalNews vi stiamo dicendo da anni: c’è acqua che scorre su Marte.

Ho parlato di questo molte volte in interviste radio, in articoli e in dibattiti sulla la vita nel cosmo, ma la NASA deliberatamente ha insabbiato le prove dell’acqua di Marte e questo per ragioni politiche.

Si vedano gli articoli di Natural News qui, qui e qui, dove scrissi : “Su Marte c’è anche acqua liquida : un altro fatto che la NASA ha insabbiato ampiamente.”

Oggi, la NASA ha terminato il suo insabbiamento con l’acqua su Marte, ammettendo in una dichiarazione “eccezionale” che “attualmente scorre acqua liquida in modo intermittente su Marte.”

Ma dai, veramente? Lo sapevamo già.

Quando la NASA finirà questo blocco anti-scientifico sulla conoscenza ed ammetterà che c’è vita su Marte?

Sappiamo anche che la Viking della NASA ha scoperto vita microbica su Marte nel 1976, ma la NASA ancora nega la sua prova scientifica su questo fronte. (Ci fu un enorme dimenarsi in NASA negli anni ’70 per ribaltare le scoperte e dichiarare che lo strumento non era corretto e questo con ogni mezzo)

In realtà, la prova di microbi viventi fu convalidata da uno strumento, il cromatografo a gas, che era a bordo e questo in un esperimento progettato da Gilbert V. Levin. Si veda questo video per dettagli su come la NASA ha messo sotto torchio un suo scienziato per insabbiare la prova di vita su Marte.

Dalla dichiarazione odierna della NASA

“Sono state necessarie varie navicelle e molti anni, per risolvere questo mistero ed ora sappiamo che c’è acqua liquida su Marte, sulla superficie di questo pianeta freddo e desertico” ha detto Michael Meyer, scienziato di punta per il Programma Esplorazione Marte ( Mars Exploration Program) al quartier generale dell’Agenzia spaziale a
Washington. “Sembra che tanto più studiamo Marte, tanto piu’ impariamo come la vita potrebbe essere sostenuta e dove ci son risorse per sostenere la vita in futuro”

La NASA non è interessata alla VERITÀ scientifica … ma sta svolgendo un’agenda politica

Ora che la NASA ha “ufficialmente” terminato l’insabbiamento dell’acqua su Marte, non cercate scuse di massa, offerte a tutti coloro che dicono la verità da anni per cio’ che riguarda l’acqua su Marte.

Fino a ieri, tutti quelli che come noi hanno apertamente parlato di acqua che scorre su Marte, erano considerati “stravaganti”. Ora siamo improvvisamente allineati con la scienza ufficiale della NASA.

Cosa è cambiato nelle ultime 24 ore? Solo la volontà della NASA di porre fine volontariamente al suo insabbiamento anti-scienza, fatto di innegabile evidenza, visibile da anni.

NASA, sapete, è un gruppo più politico che scientifico. Ecco perché la NASA continua ampiamente a insabbiare prove di vita microbica su Marte (per non dire dei possibili artefatti di alieni antichi che precedentemente hanno visitato il Pianeta Rosso).

E se la NASA negli ultimi decenni ha insabbiato la prova evidente di acqua che scorre, dobbiamo farci la ovvia domanda: Che altro sta insabbiando la NASA?
Ve lo dico: C’è vita su Marte. Proprio ora. Che vive, si riproduce, respira e si evolve. Marte è vivo di microbi “estremofili” che vivono nel suolo e nei corsi d’acqua.
Infatti, la vita abbonda nel nostro cosmo, che significa che non siamo soli.

Se c’è acqua che scorre su Marte proprio ora, è assai impossibile discutere sul fatto che non ci sia anche vita. E se c’è vita su Marte, allora la vita è certamente qualcosa di comune in tutto il cosmo, e vive in ogni pianeta con condizioni ospitali di calore e atmosfera.

NASA, devi a Gilbert Levin enormi scuse. E’ tempo di smettere con l’insabbiamento ed ammettere pubblicamente che SU MARTE C’E’ ANCHE VITA. Ora

Fonte: 

http://www.naturalnews.com/051348_water_on_Mars_NASA_scientific_cover-up.html
traduzione: Cristina Bassi

Sources for this article include:
http://www.nasa.gov/press-release/nasa-confi…
http://www.theguardian.com/science/2015/sep/…
http://www.redicecreations.com/article.php?i..

VEDI ANCHE:

CREDO MUTWA: I FIGLI DI MARTE

UNA LUCERTOLA SU MARTE? FOTO DELLA ROVER CURIOSITY

ROCCE MISTERIOSE SU MARTE, VICINO ALLA ROVER OPPORTUNITY

PHOBOS, LA LUNA DI MARTE E’ ARTIFICIALE: LO DICE LA SCIENZA UFFICIALE

STRANA FORMAZIONE DI NUVOLE SU MARTE

Articolo pubblicato su Stampa Libera

wlady

“psicopatici”

La via degli psicopatici … Se la conosci la eviti

by Duncan Mac Martin
fonte: LINK
traduzione Cristina Bassi,  per The Living Spirits

Gli esseri umani sono stati addomesticati come bestiame per millenni, da predatori-parassiti, spietati e insidiosi, che camminano tra noi molto comodamente. La loro natura predatoria è stata ampiamente ammorbidita e camuffata da secoli di nostra invidiosa tolleranza e dalla nostra codarda accettazione.

Quasi tutte le nostre grandi idee istituzionali sono state pervertite e corrotte  e persino radicalmente trasformate in ambienti che favoriscono grandemente le tattiche e modalità degli psicopatici.

L’economia, l’arte del governo, l’istruzione, i servizi sociali, la salute, ora sono poco più che facciate di quelle idee originali, ricolme di trappole di pensiero, sfruttamento e frustrazione di un potenziale che è all’opera esclusivamente per arricchire e dare il potere ai predatori, che su di essi hanno il controllo.

Ora, grazie a molti ricercatori che si sono dedicati al tema, questi predatori vengono alla luce e sono descritti come “psicopatici di successo”: sono costituiti da quel 5% di umanità, che con successo ha potuto evitare la diagnosi clinica e non è stata colta in attività criminose o immorali e quindi è stata istituzionalizzata.

“I modi” degli psicopatici sono semplicistici e facili da osservare quando finalmente impariamo a distinguere il ramo dell’albero e impariamo che molte cose che ci vengono date dal nostro sistema sociale, critico ed economico, sono di fatto dei reperti evolutivi, che derivano dalle influenze che gli psicopatici hanno avuto per millenni, sulle nostre culture e società.

Ci hanno detto, come fossimo bestiame domestico, che abbiamo bisogno dei loro recinti (controlli) e della loro supervisione (sorveglianza) per proteggerci dai lupi (terroristi) che arriverebbero a decimare noi e i nostri figli e ci hanno detto che il mondo è un luogo terribile e ostile e che la vita è piena di avversari: una profezia che si auto-realizza, quando le società e le culture sono governate da psicopatici.

Queste loro misure in realtà esistono per renderci difensivi, terrorizzati e facilmente influenzabili e alla fine questa paura ci rende infantili intellettualmente, ci divide e ci rende gregge come il bestiame, per un controllo ed uno sfruttamento sistematico ancora più completo.

Lo psicopatico, cognitivamente funziona con ciò che il Premio Nobel per l’Economia Daniel Kahneman, ha definito “Sistema 1”, ovvero pensiero veloce. Questo è un modello cognitivo messo in opera nell’infanzia, i cui processi si trovano ampiamente nel sistema limbico, che si basa sulla memoria ed è controllato emozionalmente.

Questo tipo di pensiero, veloce e primitivo, quando viene amplificato attraverso prove ed esperienze di errori, è ideale per funzionare in contesti caotici  e fondati sul conflitto, come sui campi di battaglia o nei videogames.

“Il Sistema 2”, pensare o pensare lentamente, invece, è razionale, sollecito e logico, è sia analitico che costruttivo. Gli serve tempo. Il processo cognitivo “Sistema 2”, avviene ampiamente a livello corticale, nelle aree della funzione cerebrale superiore, che quando completamente evolute utilizzano quelle funzioni cognitive superiori, che si acquisiscono solo quando si cercano relazioni reciprocamente benefiche con gli altri e l’ambiente. Questo tipo di pensiero empatico, avanzato e lento, è l’ideale per gestire relazioni, creatività e complessità.

Il “Sistema 1” o il “pensiero intuitivo (piu’ probabilmente una presunzione) utilizza formule, ricette, scenari e copioni per le azioni che sono memorizzate e in parte ricordate da esperienze passate oppure vengono imitate attraverso le osservazioni delle “azioni di successo” degli altri, in simili circostanze.

Come fa rilevare Kahneman, questo modo è ricco di impulso, errore e pregiudizio. I suoi SOLI e veri vantaggi sono per risposte di riflesso veloci, in conflitto e competizione, basate su contesti di sopravvivenza, dove è essenziale essere immediati.

Non identifichiamo gli psicopatici solo dai loro modi senza empatia, coscienza, perché sono spietati, manipolativi, narcisistici e opportunistici, ma anche perché mancano totalmente di applicare il “sistema 2” di pensiero. Significa che hanno una grave inabilità a gestire la complessità, il benessere degli altri o qualsiasi altro effetto legato alle loro azioni, che sia oltre un obiettivo immediato e autoreferenziale.

Per capire come gli psicopatici hanno influenzato morfologicamente gli organi della società e la cultura, dobbiamo essere consapevoli di quei processi di pensiero che ho elencato sopra. Non è scienza d’avanguardia arrivare alla conclusione che se gli psicopatici vogliono avere vantaggio continuo e prevalere, devono trasformare ogni tipo di interazione e gestione umana, in un conflitto o in una competizione. Sì, creare tali sistemi così avverarsi è semplice, ma questi sistemi sono estremamente non intelligenti, inefficienti e funzionano su strutture e processi fallati, i cui veri costi, purtroppo, sono sulle spalle del resto di noi e del pianeta e raramente dello psicopatico. 

Tutti noi prima o poi, probabilmente spesso, siamo stati personalmente vittime di uno psicopatico. Dovendoci confrontare con uno di loro, viene di riflesso assumere il “sistema 1”, la posizione difensiva e competitiva, ma nel far questo, la nostra empatia e senso di giustizia ci sono di svantaggio contro la battaglia dello psicopatico, affinata con vie traverse, opportunistica e spietata.

È persino più semplice per lo psicopatico seminare, nutrire e avvantaggiarsi della divisione tra famiglia, amici, comunità, comitati, culture e persino paesi.

La grande questione antica e perenne, diventa quindi: “in un conflitto o competizione preferiresti avere uno psicopatico al tuo fianco o contro di te?”.

In tali situazioni naturalmente non sono i possibili “guadagni” a breve termine, c’è invece una inevitabile distruzione e un contesto di conflitto perpetuo, sia dentro che fuori.

psychopath

Conflitto/competizione è la linfa vitale dello psicopatico. Il contagio psicologico finale può essere sradicato solo attraverso la chiarezza, la comprensione e l’evitare i ciclici processi tra psicopatia/sociopatia e competizione come dinamica umana.

Dobbiamo scegliere invece una via diversa, sviluppando consapevolmente mutua empatia e una conseguente maturazione del “sistema di pensiero 2”, ovvero della creatività e del pensiero complesso che gradualmente avanzano quando si fa questa scelta.

Gli psicopatici e i loro costrutti (multinazionali, partiti politici) hanno bisogno di essere identificati, evitati e isolati in modo tale da non avere più ulteriori influenze distruttive su luoghi di controllo o dove si operano decisioni importanti.

La competizione genera pochi vincitori e molti perdenti e una gerarchia insidiosa di sfruttamento. Gli organi della società, che sono stati pervertiti al punto da riflettere i modi psicopatici e i loro obbiettivi, vanno sradicati insieme alla competizione e va usata invece la nostra intelligenza superiore acquisita, per concentrarci su un beneficio reciproco, che abbia alla basa una vera sinergia con l’ambiente e la  creatività.

Per comprendere pienamente l’effetto dello psicopatico, dobbiamo renderci conto della natura infantile e stupida del suo pensiero e comportamento, e della sua incapacità di un’impresa creativa, cose che lo tengono in uno stato infantile dipendente.

Costui può solo prendere oppure, vuole che gli si dia cosa vuole e necessita, ecco perché si concentra così tanto sulle sue capacità infantili di manipolare gli altri per soddisfare i suoi bisogni. Costui fa tutto ciò in modo amplificato e sofisticato, grazie ad anni di tentativi ed errori, in cui ha spinto i pulsanti emozionali della gente, usato tattiche emotive di seduzione, il rifiuto e la minaccia in tutte le sue varianti.

Sfortunatamente gli attributi di controllo dello psicopatico, sono di successo in un contesto competitivo come quello politico ed economico, in cui intere popolazioni sono state soppresse nel loro sviluppo, sia intellettualmente che empaticamente, dalla culla alla tomba, applicando la competizione. 

La gran parte di noi, per poter competere, è stata costretta a cercare di applicare il “sistema 1” seriamente difettoso, in tutti gli aspetti della nostra vita. Come risultato, abbiamo abbandonato i nostri potenziali cognitivi complessi e fertili.

L’educazione scolastica, è ora stata distorta, poiché la sua funzione principale è quella di prepararci all’impiego in contesti molto competitivi e sotto la direzione degli psicopatici. Quindi, per default, la pedagogia si concentra sul “sistema 1” semplicistico, basato sul modello cognitivo della memoria limbica e sulle tattiche competitive dello psicopatico. Che più esso si basa, (anche se non lo si dice espressamente), sull’assunto che la vita lavorativa sia nel prendere istruzioni dalle autorità in forma di ricette, formule, copioni e scenari, ricordandoli in dettaglio e poi seguendoli il modo accurato, per ottenere il risultato che l’istruttore ha richiesto.

Il prezzo che paghiamo per una educazione basata quasi esclusivamente sul “sistema 1 di pensiero” è quello di aver, seriamente sottosviluppato le nostre potenzialità cognitive, al punto che la gran parte di noi non è in grado di concettualizzare o costruire matrici proprie di comprensione su qualsiasi tema e non è quindi in grado di andare a creare delle mappe integrate della realtà. 

Al contrario, ci fidiamo di supposte autorità come quelle dei media mainstream, dei politici, delle fonti accreditate perché ci informino sui loro valori e la loro visione del mondo e ciò che loro pensano che noi dovremmo considerare importante nella vita. E queste autorità nella gran parte dei casi, sono controllate dagli psicopatici.

Fonte:LINK

Fonte:LINK 

Traduzione curata da  Cristina Bassi 

http://ningizhzidda.blogspot.it/