Archivi tag: controllori dell’informazione

False Bandiere e violenza reale

Il fallimento delle false bandiere

(seconda parte)

Come con le false bandiere, anche i tentativi falliti sono altrettanto preziosi per stabilire la realtà di questi eventi messi in scena.

Il tentativo dell’assassinio di Reagan e il colpo di stato in Ucraina sono entrambi eccellenti esempi. Il tentativo dell’Ucraina è stato un fallimento, visto che l’obiettivo primario era l’Ucraina orientale (preziosi terreni agricoli), tra cui la Crimea (dove la più grande base navale della Russia si trova a Sebastopoli).

Il bomber di scarpe, e il bomber della biancheria intima (in cui abbiamo una testimonianza esperta, dell’avvocato Kurt Haskell, che ha esposto questa frode) sono due altri esempi recenti.

Questa è un’area che necessita di una ricerca più profonda. I tentativi falliti saranno più facilmente dimenticati, segnalati o non riportati.

Terrorismo reale / Morte vera

Un certo terrorismo è organico, il che significa che non è stato sponsorizzato o creato e controllato dal globalista.

Alcune false bandiere hanno reali vittime. Il perché alcune false bandiere non sembrano avere vere vittime, per definizione significa che non esiste alcuna prova diretta verificabile di morti reali. È importante indagare su quei casi di terrorismo reale e di morti reali da confrontare con gli eventi completamente bloccati.

Fornendo così una linea di base per confrontare gli eventi verificabili conosciuti contro eventi sospetti.

Un esempio eccellente è il massacro della Scuola di Beslan del 2004 in cui i terroristi ceceni hanno preso una scuola elementare con 1000 ostaggi e 300 morti. Poiché questo è successo nell’arco di 3 giorni, c’è molta documentazione di video e immagini di come la tragedia si è svolta.

Il breve video qui sotto è un’ampia prova di ciò che la violenza REALE, l’eroismo, il sangue, l’angoscia e la morte sembrano.

(Guarda il Video QUI)

Anatomia di una falsa bandiera

Analizzando le false flag in diversi componenti, non solo possiamo capire meglio come funzionano, ma perché vengono utilizzati.

Inoltre, ciò facendo sarà dimostrato che le impronte digitali delle false bandiere  mostrano chiaramente un piano più ampio. La falsa bandiera utilizza un piano di azione standard, simile a un piano aziendale o un piano di battaglia.

Lo scopo è quello di esplorare pienamente la scrittura di tutti gli elementi dell’evento. Di seguito è riportato un elenco dei diversi elementi che compongono il piano che sarà seguito da una ripartizione per ciascuna sezione.

Il piano degli eventi per sezioni:

  • Obbiettivo
  • Messa a fuoco
  • Tipo di evento
  • Evento principale
  • Appuntamento
  • Luogo
  • I partecipanti
  • Perpetratore/autore
  • Vittime)
  • Esecuzione di eventi
  • Piani di backup
  • Narrativa ufficiale
  • Copertura

L’obbiettivo

La falsa bandiera inizia con un obiettivo, uno scopo, una ragione per essere.

A volte lo scopo è singolare, ma molte volte ci sono molteplici scopi (che è un segno di avvertimento della pianificazione avanzata e quindi ulteriori prove che un evento particolare è una falsa bandiera).

L’obiettivo primario; eliminare un avversario, oltre ad un programma specifico (controllo delle armi), o giustificare la guerra. Gli eventi più sofisticati sembrano avere sempre obiettivi multipli, o obiettivi secondari.

Gli obiettivi secondari tendono ad essere più psicologici, morbidi e sottili. Queste potrebbero includere la creazione di risposte emotive specifiche, come la paura, la rabbia, l’apatia. In particolare, potrebbe essere scelto un omicidio pubblico per inviare un messaggio, un avvertimento. Quale era il caso negli anni ’60 con JFK, MLK e RFK.

Un altro obiettivo di questi tre assassini dei 60 è stata la guerra del Vietnam, un filo forte che collega i tre omicidi insieme ai responsabili.

Un altro sotto obiettivo potrebbe essere quello di creare una risposta di rabbia, accoppiata da un qualche patriottismo per manipolare la gente nell’accettare la guerra.

Il recente evento di venerdì 13 a Parigi sembra avere almeno 5 obiettivi:

  • giustificare i partecipanti francesi alla guerra per procura in Siria
  • la lista dei diritti di privacy / libertà dei popoli francesi
  • eventuale chiusura di tutti i confini europei
  • impedire eventuali proteste al vertice climatico di Parigi
  • creare sentimenti anti-musulmani, anti-immigrati

Progettazione a lungo termine …

Molti degli ultimi eventi ripresi in massa negli Stati Uniti hanno almeno due obiettivi:

  • ulteriore controllo sul programma delle armi
  • suscitare discordie tra persone di razze diverse e / o religioni

Messa a fuoco

Il focus di un evento è quello che i progettisti desiderano concentrare all’attenzione del pubblico.

Questo non  necessariamente è l’evento stesso. Può essere una vittima, l’autore del reato o altri elementi.

Per il 9/11 il focus dell’evento era il terrorismo, quindi “Osama bin Laden“. Era il cattivo. Era il motivo per cui «o sei con noi o con il terrorista».

Era lo spauracchio di uomo che doveva essere trovato e ucciso. Egli è ciò che giustifica invadere l’Afghanistan, e ottenere quei campi di papavero che nuovamente dovevano ancora produrre. Il passo successivo è toccato a Saddam Hussein, con l’invasione dell’Iraq.

Con gli ultimi sparatori in America è diventato dolorosamente ovvio che il focus degli eventi sta spingendo l’agenda sul controllo delle armi.

Un’altra parte del focus è il pubblico primario o il destinato? Nell’assassinio di JFK l’audience principale non era il popolo americano in sé per sé, ma erano i politici e quelli direttamente coinvolti nella governance. Sia a livello nazionale che internazionale.

Questo è stato un messaggio per gli addetti ai lavori …

  • “Questo è ciò che faremo a coloro che si oppongono”.

Il 9/11 il pubblico di riferimento era il popolo americano.

Tipo di evento

L’importanza del tipo di evento non può essere sottovalutata.

Il livello più semplice che il tipo di evento determina è come viene raggiunto l’obiettivo. Se si tratta di uccidere, sarà un “incidente”, un suicidio (ed), un assassinio, ecc.

Un’altra decisione importante è che l’operazione verrà effettuata in un evento reale pianificato o l’operazione sarà creata da zero? Un’altra decisione critica è determinare il livello di coinvolgimento per il Principale Evento.

Il livello di coinvolgimento definisce chi sono gli attori e se ci saranno ignoti partecipanti; le vittime, le persone entrate nella storia a causa delle circostanze create e degli astanti.

Il livello di coinvolgimento può essere semplice come il perpetratore e la vittima, o un attore con i restanti partecipanti inconsapevoli, o falsamente creato l’intero evento. Quindi il livello di coinvolgimento è su un continuum dal minimo (un attore) al massimo (tutti gli attori).

Dalla partecipazione del cattivo (Hinkley, Sirhan Sirhan), per presentare (Oswald, James Holmes, fratelli di Tsarnaev) a l’inesistente (Adam Lanza).

Dalle vittime vere (morti reali), a false morti (attori), tutte fabbricate. È importante evitare l’estereotipizzazione che una falsa bandiera segue solo un formato specifico.

Una buona analogia potrebbero essere i vari tipi di film, essendo loro illusioni reali. Il vecchio film d’azione scolastica in cui tutti i colpi sono fatti con persone reali, in un ambiente reale, con veri e propri oggetti. Allora abbiamo lo scenario comune in cui c’è un mix di azione reale / live e CG. Poi il film in cui tutti i colpi e gli stordimenti speciali sono CG.

E infine il film completo o animazione. Tutti questi tipi di film sono reali. Ognuno di loro ha richiesto persone reali a lavorare su di loro, crearle e produrle. E tutti questi film sono illusioni.

Sono opere di finzione. Sono creazioni deliberate; prodotte, pianificate, dirette e agite per essere registrate (filmate) e distribuite per essere visualizzate. Intrattenere e addestrare (i filmati sono strumenti potenti per il controllo sociale) e naturalmente per fare soldi. Non posso fare a meno di pensare al film “Wag the Dog”.

Le false bandiere sono fondamentalmente le stesse. Sia che ci sia un attore o molti.

Che ci siano morti reali o falsi. O se l’intera false flag sia solo la notizia stessa (della narrativa ufficiale). Ogni tipo di illusione creata è reale. Sono anche assolutamente utilizzati per il controllo sociale, in realtà questo è veramente il loro scopo primario.

Problema-Reazione-Soluzione. Con l’obiettivo di manipolare la maggioranza della popolazione con una soluzione e così controllarla. Come nei film, la false flag sono una produzione deliberatamente pianificata e realizzata. È un’illusione reale.

Un miglior confronto potrebbe essere quello che si svolge sulla scena, dal momento che la “performance” viene eseguita in diretta, in posizione, con un pubblico reale.

Alla fine ci si avvicina alla domanda di “Che cosa è reale?” Può essere semplicemente una questione di prospettiva.

Guardalo da un punto di vista dell’incidente. L’incidente può essere un errore o  “deliberato”. Un classico e diciamo esempio innocuo è dall’icona del ‘film di Natale’. Dove la moglie “accidentalmente” bussa e rompe una lampada dal piedino sexy. Naturalmente il padre sospetta che non sia stato un incidente. Ma lei fece la faccia innocente. Potresti aver assistito ad un incidente deliberato e, a seconda delle circostanze e dell’abilità del perpetratore, che giurando dice essere stato un errore.

Ancora una volta, l’evento è veramente avvenuto, sei stato un testimone oculare. Quindi era “reale”, ma non era un errore, era un’illusione deliberata. E in realtà si potrebbe essere selezionati in modo specifico per assistere all’evento come prova che è stato un errore poiché la maggior parte delle persone si fidano del tuo giudizio e opinione.

Questo ci porta la questione più profonda di questo progetto.

Possiamo dire che molte delle false bandiere siano collegate. Che c’è un gioco segreto e ingannevole molto profondo che vince per il potere e il controllo del mondo. È questo profondo gioco ingannevole che rende difficile analizzare le false bandiere.

Condotta ed errata confusione, disinformazione utilizzata per oscurare ciò che è veramente accaduto.

Evento principale

Il focus di questo articolo è sul piano globale di un evento di false-flag.

Dall’obiettivo, alla pianificazione iniziale, fino alla copertura. Ma normalmente quando qualcuno si riferisce a una falsa bandiera si riferisce al Main Event (Principale Evento); l’eroe girato, in Act tre … il climax.

Il punto cruciale della pianificazione sarà incentrato sull’evento principale. Indipendentemente da quale teoria si accetta di come è stata effettuata l’11/11, c’è un fatto assoluto. Una grande quantità di pianificazione era necessaria per tirarla fuori, anni prima.

A questo livello il “Piano” si fonde su ciò che esattamente saranno le prestazioni. Questo è dove viene creato lo script effettivo. La posizione specifica è selezionata, gli attori scelti, le linee vocali create e le puntate necessarie.

Il tempo e la data sono decisi. Oltre a quanti finanziamenti saranno necessari per una prestazione di successo.

L’evento principale del 9/11 era la caduta delle torri gemelle. Questo era il culmine. Questo era lo shock e lo stupore psicologico del popolo americano, che precedeva lo shock fisico e lo stupore che cadevano sui popoli afghani e iracheni. È l’immagine della torre cadente che viene ancora oggi utilizzata per rafforzare quella paura e la rabbia.

JFK, RFK, MLK l’evento principale era il tiro, ma l’omicidio era solo un obiettivo.

Data/tempo

La data e l’ora sono entrambe decisioni cruciali. Sappiamo che per i seguaci dell’occulto le date sono MOLTO importanti. Vedi Christine Lagarde, Direttore Generale del FMI, Magic of Number 7, per dimostrare l’importanza della numerologia.

Vai al 50mo minuto del suo discorso sulla numerologia.

(questo è il video ma purtroppo è stato rimosso nda)

Il significato esoterico di una data dovrebbe essere esaminato da vicino.

Un altro fattore importante di data e ora è come coincidano con il ciclo di notizie. La data può anche essere critica a seconda di quanto è necessario o richiesto dall’evento principale.

La data può essere un fattore decisivo, specialmente se il tempo è breve, su come / dove è completato l’evento principale. L’attacco dell’11 settembre 2001, la data è normalmente abbreviata all’11 settembre e negli Stati Uniti il ​​numero di emergenza è di 9-1-1. Pertanto ogni volta che 9-1-1 o 911 è menzionato o visto ricorda il 9/11, e il trauma associato.

I recenti attacchi a Parigi avvengono il 11/13/15, che succede semplicemente venerdì 13. Ma sembra che questo sia stato previsto dalla rivista Economist di gennaio 2015 (Rothschild co-owner) con due frecce con i numeri 11.5 e 11.3, gli stessi numeri esatti come la data.

Queste frecce (sotto l’immagine – in basso a destra) si trovano di fronte alla foto “La belle ferronnière” di Leonardo da Vinci, che si trova al Museo del Louvre di Parigi:

Leggi QUI la prima parte

Fonte: http://www.bibliotecapleyades.net/

Traduzione e adattamento Nin.Gis.Zid.Da

continua…

 

Un paranoico androide

Getty Images

Come Google ti sta registrando segretamente attraverso il tuo cellulare  monitorando milioni di conversazioni ogni giorno per memorizzare i file audio di carattere personale

di Margi Murphy
22 agosto 2017 
dal sito web TheSun

 Se si esegue il software Android sullo smartphone, Google potrebbe averti registrato ogni giorno – senza che tu lo sappia

UN ANDROIDE PARANOICO

Potresti aver innescato accidentalmente

il dispositivo di ascolto,

consentendogli di registrare tutto quello che dici,

come pettegolezzi, gossip truculenti e altro ancora …

Lo sapevi che Google ti sta registrando senza che tu ne sia a conoscenza e la tua approvazione?

Il gigante tecnologico ha effettivamente trasformato milioni di smartphone degli utenti in dispositivi di ascolto che possono catturare conversazioni intime – anche quando non sei presente in casa dove hai lasciato il tuo smartphone

Se possiedi un telefono Android, è probabile che tu abbia usato Google Assistant (Google Now), simile a quello di Apple

Google dice che si accende e inizia la registrazione solo quando pronunciate le parole “OK Google”.

Ma un’indagine su Sun ha scoperto che l’assistente virtuale è un po’ duro d’udito. In alcuni casi, semplicemente dicendo “OK” nella conversazione, la richiesta fa accendere il telefono che registra circa 20 secondi di audio.

Si accende regolarmente il microfono mentre stai andando sulle tue attività quotidiane.

Ecco come Google Assistant memorizza ciò che stai dicendo 

Una volta effettuata la registrazione di Google, i file audio vengono caricati sui server del computer, spesso chiamati “la nuvola”.

Questi file sono accessibili da assolutamente ovunque nel mondo – a patto che tu abbia una connessione a Internet. Ciò significa che qualsiasi dispositivo firmato nel proprio account Gmail o Google può accedere alla libreria dei tuoi segreti più profondi e più intimi.

Quindi, se sei con un computer portatile in questo momento e sei iscritto a Gmail, puoi ascoltare.

Getty Images  Apple mantiene anche le registrazioni vocali di Siri – ma dice che Sun lo anonimizza dopo 18 mesi

Le registrazioni durano circa 10-20 secondi in media e viene salvata una versione di testo della conversazione.

Il gigante della Silicon Valley afferma nei suoi termini e condizioni che mantiene queste registrazioni, per

“migliorare il riconoscimento vocale nei confronti di tutti i prodotti Google che utilizzano la tua voce”.

Dopo che Sun Online ha presentato esempi di difetti di riconoscimento vocale a Google, un portavoce ha dichiarato:

“Processiamo solo ricerche vocali dopo che il telefono ritiene che venga rilevata la parola” OK Google “. Gli snippet audio vengono utilizzati da Google per migliorare la qualità del riconoscimento vocale in tutta la ricerca”.

Recentemente è stato lanciato un assistente intelligente, Google Home.

Le registrazioni di canzoni fatte dal pubblico per il pubblico aiuteranno la sua intelligenza artificiale che gestisce Google Home, insegnandole come comunicano naturalmente gli esseri umani.

In parole povere:

è una classe di lingua gratuita per il suo software …

Come Google scopre esattamente ciò che conosce di te

  • In primo luogo, devi essere iscritto con tuo account Gmail o Google.
  • Una volta che hai fatto questo, digitare “history.google.com/history” nel tuo browser web.
  • Sarai portato in un hub che contiene l’intera impronta digitale, quindi fai attenzione, potrebbe fare qualche losca lettura.
  • Ciò include le ricerche di Google Maps e i video di YouTube che hai guardato.
  • Fai clic su “Controlli attività” sul lato sinistro della pagina.
  • In “Attività Web e App”, fai clic su “Gestisci attività”.
  • Se Google tiene le schede su di te, ci dovrebbe essere un flusso di pagine web e ricerche mappate che vengono visualizzate in ordine cronologico.
  • È possibile eliminare casualmente le ricerche oppure selezionare tutte le ricerche per farle scomparire.

Ma Google è, innanzitutto, un’azienda pubblicitaria e il suo prodotto più grande è un servizio di mirata pubblicità, che vende ai più grandi marchi del mondo.

Migliaia di ricerche web annuali, dati di posizionamento e di posta elettronica permettono di raggiungere la popolazione con marketing specializzato – e non vi è alcuna ragione per cui non potrebbe fare altrettanto con i tuoi dati vocali.

Quindi, ora per l’importante domanda:

come posso ascoltare i file audio che Google ha dalla mia vita?

Come posso ascoltare l’audio che Google ha registrato dal mio telefono?

È abbastanza facile.

A differenza di Apple, che non pubblica alcun dato vocale che memorizza attraverso Siri, Google è piuttosto trasparente, dandovi l’accesso completo al tuo audio.

  1. In primo luogo, devi essere iscritto al tuo account Gmail o Google.
  2. Una volta che hai fatto questo, digitare “history.google.com/history” nel tuo browser web.
  3. Sarai portato in un hub che contiene l’intera impronta digitale, quindi fai attenzione, potrebbe fare qualche indesiderata lettura.

Visita history.google.com/history  per trovare un hub che è praticamente un racconto sulla tua vita digitale Google 

Puoi controllare l’attività web facendo clic qui Google 

Scorri verso il basso sui controlli attività per trovare la sezione intitolata Voice & Audio Google 

Dovresti vedere un elenco  di tutti i file audio qui 

  • Ciò include le ricerche di Google Maps e i video di YouTube che hai guardato.
  • Sotto la scheda Attività vocale e audio, troverai un elenco di registrazioni in ordine cronologico.
  • Prima di iniziare l’ascolto, potrebbe essere necessario collegare le cuffie.

Potrai ascoltare i suoni della strada mentre hai comprato il giornale o quando hai fatto una piccola conversazione alla fermata dell’autobus.

Ma potrebbero esserci anche un sacco di pettegolezzi che non vorresti che qualcun altro sentisse. Sarete scioccati nell’ascoltare ciò che viene raccolto.

Il Sun Online ha scoperto le registrazioni da quando il proprietario del telefono non era in camera – e ha anche rivelato un interludio romantico tra due colleghi misteriosi.

Come posso spegnerlo?

È possibile impedire a Google di memorizzare tante informazioni in futuro.

Tornare a “Controlli attività” e in “Attività Web e App” dovresti vedere un campo azzurro.

È possibile disattivarlo, ma essendo avvisato. Ufficialmente hai semplicemente “interrotto” le registrazioni – pertanto continua a controllare regolarmente per assicurarti che i termini e le condizioni non cambino in futuro e che tu non venga automaticamente iscritto quando arriva un nuovo aggiornamento di Android.

Gli utenti di iPhone Apple non sono migliori.

Il gigante tecnologico memorizza anche le registrazioni vocali per migliorare il suo assistente Siri, ma non è possibile accedervi.

Apple dice che dopo 18 mesi le registrazioni sono anonime, quindi nessuno potrebbe capire chi sta parlando.

Fonte:  http://www.bibliotecapleyades.net/

Traduzione e adattamento: Nin.Gish.Zid.Da

Internet è al centro del mirino

La crociata dei Mass Media Contro Internet 

 23 Gennaio 2017
dal Sito Web Periodismo-Alternativo
traduzione di Nicoletta Marino
Versione originale in spagnolo

Quello che un giorno ci è stato presentato come la rivoluzione digitale che avrebbe reso facile la nostra esistenza (Internet) oggi per i mass media è uno strumento che distrugge del nostro benessere.

Il tutto in pochi anni. Perché?

La ragione è che i media hanno compreso che Internet è il loro grande rivale per l’oligopolio del potere. Prima che apparisse la rete, i gruppi di comunicazione erano quelli che canalizzavano l’opinione pubblica secondo il loro capriccio.

Il mondo era a conoscenza di quanto succedeva grazie a loro, definendo il programma in maniera tale che il cittadino era portato verso quel che doveva pensare o no. Oggi la formula non serve più. Oggi c’è Internet.

La possibilità che una persona qualsiasi possa arrivare con il suo messaggio a centinaia, migliaia o addirittura milioni di persone ha tolto efficacia ai mezzi di comunicazione.

Si sentono minacciati.

Ecco da dove nasce la loro crociata contro Internet…

Perciò quando danno informazioni su quello che succede sulla rete, alludono sempre di più a degli svantaggi tipo:

la dipendenza che causa Internet, i problemi che nascono quando fornisci il tuo numero di carta di credito, truffe, frodi e altro ancora, furto d’identità e così via….

Il diluvio di notizie sui mezzi di informazione contro Internet sfiora già il ridicolo.

Però,

  • C’è del buono in Internet?
  • Non ce n’è più?
  • Se prima della rete tutto era fuori moda, come si spiega il fatto che adesso è criticata così aspramente?
  • E’ così dannosa e distruttiva?

Come tutto in questo mondo la www ha anche le sue virtù e i suoi inconvenienti.

Anche se i mass media si accaniscono intenzionalmente solo su questi ultimi.

E’ bene ricordare che Internet, tra i propri molteplici vantaggi, ci consente di comunicare con le persone che amiamo in qualsiasi angolo del mondo si trovino, di gestire le fatture senza fare le code, di trarre piacere dai nostri hobbies da casa (e anche vivere di loro) o fare acquisti senza muoversi dal proprio divano.

Molte persone trovano sulla rete le opportunità che non troverebbero per la strada. E questo amici miei è un qualcosa di cui tener ben conto.

Internet arriva laddove i mass media non arriverebbero nemmeno a sfiorare.

La rete è piena di iscritti disposti a tendere la mano disinteressatamente. Internet è la risposta alla negligenza degli altri controllori dell’informazione.

In questo momento, però, Internet è al centro del mirino. La cosa curiosa è che nemmeno i mass media possono vivere senza.

E lo sanno…

Fonte diretta: http://www.bibliotecapleyades.net/