Crea sito

Il complotto di Chernobyl

Il complotto di Chernobyl – Il Woodpecker russo 

 A circa 10 chilometri a sud dalla centrale nucleare:
Chernobyl-2 

Nel trentennale del disastro di Chernobyl,  arriva in anteprima al festival Il complotto di Chernobyl, il film di Chad Gracia vincitore del Gran Premio della Giuria a Sundance 2015. 

E se non fosse stato solo un incidente?

Wonder Pictures presenta l’anteprima de Il complotto di Chernobyl – The Russian Woodpecker, di Chad Gracia. Il film, già vincitore del Gran Premio della Giuria a Sundance 2015, a 30 anni dall’esplosione del reattore a Chernobyl getta una nuova luce sulle origini e le motivazioni dietro il disastro.

Presentato in anteprima italiana a Biografilm 2015, dove ha vinto il premio Premio Hera “Nuovi Talenti” per la migliore opera prima, Il complotto di Chernobyl sarà distribuito nei cinema italiani da I Wonder Pictures a partire dal 7 aprile.

Il complotto di Chernobyl – The Russian Woodpecker (Ucraina, Stati Uniti, Regno Unito/2015/82′) di Chad Gracia 30 anni fa l’incidente di Chernobyl ha risvegliato nel mondo l’attenzione sui rischi dell’energia nucleare. Ancora oggi è l’unico grande disastro nucleare riconosciuto ufficialmente come causato da un errore umano. Ma se non si fosse trattato di un errore? Fedor nel 1986 aveva solo quattro anni. Quando sceglie d’indagare su quella catastrofe, arriva a scoprire la Duga, una gigantesca antenna che doveva interferire con le comunicazioni occidentali e infiltrarle di propaganda sovietica. Una struttura che non ha mai funzionato e che, forse, non è estranea allo scoppio del reattore… Nel bel mezzo della rivoluzione ucraina, Fedor porta alla luce una verità pericolosa per sé e per chi gli sta accanto, in un thriller politico scandito dal rumore inquietante e cadenzato della minacciosa Duga, simile in tutto e per tutto a quello di un grosso picchio.

L’anteprima è a ingresso gratuito ed è realizzata in collaborazione tra I Wonder Pictures, Festival Internazionale del Giornalismo e Cinema Postmodernissimo di Perugia.

FONTE http://www.festivaldelgiornalismo.com/programme/2016/the-russian-woodpecker

Il film è stato presentato in anteprima mondiale al Sundance Film Festival e in anteprima italiana a Biografilm Festival di Bologna. Sarà distribuito nelle sale italiane a partire dall‘8 aprile 2016, con un’anteprima il 7 aprile al Festival del Giornalismo di Perugia.

Pagina sul film http://www.russianwoodpecker.com/about/ 

NOTA

L’inclusione delle proteste euromaidan nel film. 

Durante la produzione del film, il direttore della fotografia Artem Ryzhkov è stato ferito da un cecchino a euromaidan e la sua attrezzatura è stata distrutta. Due persone in piedi accanto a lui quel giorno sono stati uccisi in quel momento.

ESTRATTO DEL LIBRO  PIANETA TERRA ARMA DI GUERRA di ROSALIE BERTELL (testo inedito)

Riscaldatori della ionosfera: HAARP e Woodpecker

Uno dei prodotti delle ricerche di Tesla, la tecnologia del riscaldatore ionosferico, fu il cosiddetto Picchio (“Woodpecker”) russo, che probabilmente è in grado di scatenare terremoti. Negli anni 1970, in una inusuale collaborazione fra americani e sovietici durante la Guerra Fredda, gli Stati Uniti diedero ai sovietici un gigantesco magnete, che di fatto divenne una parte del loro Progetto Woodpecker. Nel 1974, nell’ambito degli Accordi di Vladivostock, gli Stati Uniti e l’Unione Sovietica presero la decisione congiunta di sciogliere la calotta polare artica.11 Non si tratta di un accordo bilaterale registrato dell’ONU, perciò non divenne mai accessibile a coloro i quali – più tardi – furono messi in allarme dal rapido scioglimento dei ghiacci e delle nevi polari, e dalla situazione degli orsi polari che ne è risultata. Per il pubblico, lo scioglimento della calotta polare artica è diventato un segnale forte e inquietante del cambiamento climatico, talmente forte che negli Stati Uniti ai media è stato richiesto di non parlare mai di orsi polari! A causa del segreto militare la gente è stata indotta a pensare che il controllo industriale delle emissioni di CO2 riporterebbe tutto a posto nell’Artico!


Il sovietico Woodpecker (simile a quello che in seguito negli USA fu HAARP) era uno strumento di Tesla situato in Ucraina, in quella che in seguito, nel 1986, divenne la zona non accessibile del disastro del reattore nucleare di Chernobyl (che forniva energia per il Woodpecker). Secondo Tom Bearden, un semplice guasto per il Woodpecker (oppure per HAARP) potrebbe essere una catastrofe per la sua fonte di energia, cioè in questo caso per il reattore di Chernobyl. Inviando un’onda scalare invertita sull’onda Woodpecker osservata negli Stati Uniti, il Woodpecker fu messo fuori uso, il che a sua volta fece guastare il reattore di Chernobyl, che gli forniva energia.12

Lo stesso tipo di onde scalari invertite potrebbe interferire con il sistema energetico scalare che controlla il sistema di retroazione Sole-Terra, Sole-Luna e Terra-Luna. Inoltre:

“Se il sistema di scambio di radiazione scalare ad anello concluso Terra-Sole fosse inavvertitamente “pizzicato” nell’anello di retroazione dalla Terra al Sole, così che fosse stimolata una grande risonanza scalare, … il Sole potrebbe emettere una potentissima “eruttazione” risonante, che semplicemente spazzerebbe via tutta la vita sulla Terra in una tempesta di fuoco”.13

“Particolarmente sensibili sono le risonanze dei sistemi Sole Terra, quella Sole-Luna e quella Terra-Luna.”14

Il Woodpecker originale fu abbandonato nel 1989 e si può ancora vederlo, come una mastodontica schiera di torri di trasmissione a poca distanza dal reattore nucleare rovinato…

Il riscaldatore della ionosfera sovietico fu chiamato “Picchio” (“Woodpecker”) dagli osservatori USA che constatarono che i caratteristici suoni pulsati che emetteva assomigliavano al battito di un picchio sul tronco. Una persona potrebbe riconoscere l’attività di influsso sul tempo locale provocata da HAARP o da Woodpecker, osservando delle nuvole che hanno la forma dei raggi di una ruota di bicicletta, oppure delle pale di un ventilatore: si chiamano nuvole radiali (“radial clouds”). Un altro indicatore sarebbero delle inconsuete interruzioni di corrente e l’insolita comparsa di punti bianchi sugli schermi dei televisori. I punti rimarrebbero visibili per circa due minuti e comparirebbero a distanza di tre-dieci minuti, e alla fine lo schermo diventerebbe scuro. Altri effetti riferiti sono: cavi elettrici che schioccano all’interno delle pareti, rumori di canto e di suoni a bocca chiusa (“humming”) provenienti da cavi all’interno delle pareti, un forte odore di ozono, lampadine a incandescenza che si fulminano, caffettiere che ronzano, ecc.; tutti fenomeni che possono manifestarsi immediatamente prima dell’interruzione di corrente. Talvolta le lampadine a incandescenza sfarfallano e poi si assestano su una debole luminosità arancione, poi la luce si fa molto chiara e le lampadine cessano di funzionare. Alcune persone riferiscono di aver visto un bagliore verde nel cielo notturno, oppure si parla di una netta deviazione della corrente a getto, che fa arrivare aria fredda dal Nord. È stato riferito di anomali rumori tonanti nell’aria, oppure di “scosse dell’aria”. Altri indicatori si possono trovare nell’Appendice I dell’edizione del 1986 del libro di T. Bearden Fer de Lance. (L’Appendice è riportata nell’edizione del 2002.)

…..12 Thomas Bearden, Fer de Lance: A briefing on Soviet Scalar Electromagnetic Weapons (“Fer de Lance. Un’informativa sulle armi elettromagnetiche scalari sovietiche”), Cheniere Press, Santa Barbara, California, 1986. Con aggiorn. 2002, pp 129-134. Secondo Bearden, i sovietici stavano per avviare un processo che avrebbe causato un grande terremoto lungo l’intera faglia di San Andrea, per distruggere l’intera costa occidentale degli USA.

Un gruppo di scienziati USA ha identificato l’attacco e inviato un impulso-replica gigante coniugato in direzione inversa (“a giant conjugate replica pulse backtracking”) verso il trasformatore (trasmettitore?) [sic, N.d.T.] sovietico, facendolo incendiare e distruggendo anche la sua fonte di energia: il reattore di Chernobyl.

FONTE http://www.nogeoingegneria.com/timeline/storia-del-controllo-climatico/pianeta-terra-arma-di-guerra/

CernobylL’ORA DI CHERNOBYL

Il tempo della “atomnaja stanzija” di Chernobyl non si è fermato. E così il cronista che ha vissuto i giorni della catastrofe va a rileggere il diario dell’epoca per tornare a riflettere su quella che era stata una catastrofe annunciata. Proprio perché quanto avvenne all’una di notte del 26 aprile 1986, in uno sconosciuto villaggio dell’Ucraina sovietica, era già stato narrato, con tremenda e diabolica forza anticipatrice, da un fine artista come il regista Andreij Tarkovskij il quale, con il film “Stalker”, aveva descritto una catastrofe epocale che aveva isolato dal mondo un’intera regione. Allora si parlò del film come di un viaggio spirituale di conoscenza in un panorama di fantascienza. E tutto fu incasellato nella cineteca delle opere da non dimenticare. 

Ma proprio nel giorno dell’apocalisse nucleare nessuno ricordò l’ammonimento di Tarkovskij. Perché in quella notte le “autorità” dell’Ucraina sovietica tennero nascosta la notizia a tutti. Alla gente del posto che aveva, forse, sentito il “botto” fu detto che si era trattato di un semplice incidente e che, comunque, ogni cosa era sotto controllo. Cominciava, invece, proprio in quei momenti il tempo di Chernobyl. Con la vicenda che fu nascosta anche dalle fonti più autorevoli del Cremlino, a partire da Gorbaciov.

Nessuna notizia, nessun allarme. Furono solo alcune emittenti occidentali che, dal nord Europa, lanciarono un primo allarme. Ma nell’Urss ufficiale non si credette a niente. Il cronista rilegge gli appunti di quelle ore. Non trova una riga sulla Pravda e resta ancora attonito ricordando che, nella serata del 29 aprile, lo speaker del telegiornale centrale Vremija annunciò: “La propaganda borghese sta alzando molta polvere su chernobyl” e andò poi avanti dicendo che erano “false le notizie su migliaia di morti”. Disse allora che “le vittime sono solo due e i ricoverati 197”. Per il resto la tv presentò una foto della centrale dopo l’esplosione affermando che “come si vede i danni sono minimi”. Tutto si svolse, quindi, con una perfetta sceneggiatura. Il perché era semplice: il paese si stava preparando alla Festa del Primo maggio. E così le strade delle città e dei villaggi dell’intero paese erano già coperte di bandiere. E a Kiev – ad appena 150 chilometri da chernobyl – si doveva svolgere la tradizionale parata con donne, bambini e uomini in festa.E fu proprio l’organo del Cremlino – Izvestija – che nell’edizione serale del 1 maggio titolò su una Ucraina “felice, colorata dai tulipani e dal rosso delle bandiere”. Ma la domanda che si poneva già allora a livello generale era questa: perché Gorbaciov tace? L’informazione, la chiarezza, la glasnost e la sincerità non sono forse i suoi cavalli di battaglia? Tutto, invece, veniva ovattato mentre su tutta l’Europa si diffondeva l’allarme per il rischio di contaminazione radioattiva. Tra la popolazione si registrava la corsa all’accaparramento di scorte alimentari. Il Cremlino si vedeva costretto ad emanare una serie di disposizioni che proibivano la vendita delle verdure e la somministrazione di latte fresco alle gestanti e ai bambini. E così, a poco a poco, si scopriva la tragica realtà: la nube radioattiva proveniente da chernobyl contaminava già in maniera seria 150.000 km quadrati attorno alla centrale, un’area popolata da circa di 7 milioni di persone. Venti e piogge la spingevano fino all’Europa Occidentale. Con l’area attorno alla centrale – un raggio di 30 km – che veniva a poco a poco evacuata mentre la nube radioattiva contaminava in maniera seria 150.000 km quadrati attorno alla centrale….

Seguirà un articolo di approfondimento.

Fonte

Geo-ingegneria un progetto commerciale

Il progetto commerciale delle Chemtrails al vertice sul clima 

Gli obiettivi del vertice sul clima e il cambiamento climatico di Parigi è stato un “successo completo”. Gli obiettivi ambiziosi del vertice di Parigi sul cambiamento climatico può essere difficile da raggiungere senza il documento commerciale delle scie chimiche. Perché quello che si deve sapere è che l’irrorazione delle scie chimiche (= geo-ingegneria solare o “iniezioni di aerosol“), è l’unica tecnologia nel repertorio di scienziati dove il loro lavoro viene sempre discusso nell’ambito della geo-ingegneria.

Da un lato, i media si defilano sul problema delle irrorazioni (scie chimiche) che sistematicamente vengono effettuate sui nostri cieli. Sull’altro lato (ipocrita) del vertice sul clima si rivolge ai tecnocrati facendo passare le scie chimiche come metodo di salvezza del clima. Non è forse questa schizofrenia? (…)

Anche le unità dell’IPCC (“IPCC”) sostiene l’uso di sostanze chimiche nel cielo sopra di noi.

Ma non solo i tecnocrati del vertice sul clima, ma anche il loro cosiddetto “IPCC” spinge per la legalizzazione delle scie chimiche di cui sopra, questo ha causato irritazione anche all’interno della comunità scientifica:

Per la prima volta il tema della Geo-ingegneria è stata esplicitamente affrontata in una sintesi dai responsabili politici, scritto nella parte superiore dell’ultimo paragrafo – La conclusione contiene molti rapporti, nelle pubblicazioni scientifiche spesso viste in “prospettiva”, come scrive la rivista scientifica Scinexx.

Ulteriormente, la rivista scientifica Scinexx riporta questo:

“Quello che è appena emerso sulla geo-ingegneria, ha sorpreso molti. Tanto più che sorprendentemente questo non è accaduto ad esempio nella parte 3 della relazione del clima, che si occupa delle possibili misure per combattere il cambiamento climatico, effettivamente la prima parte dovrebbe fornire l’unica base fisica.”

“Questo paragrafo avrebbe dovuto far indignare il critico Gruppo ETC ancora politicamente corretto. Il rapporto non ha discusso né l’energia solare, né le auto elettriche. Quindi, la domanda pertinente che il Gruppo ETC, avrebbe dovuto fare è questa: “Perché gli autori hanno deciso di dedicare l’ultimo paragrafo a questa speculativo e pericolosa Tecnologia?” (Scinexx, Conoscenza Magazine, 2013/02/10)

“IPCC” come strumento di propaganda delle élite

A questa domanda possiamo rispondere che: L’IPCC è stato istituito principalmente per cercare di convincere che “la crisi della CO2 affligge il mondo”, una cosa che ogni scolaro dovrebbe apprendere, anche se in realtà la CO2 non è così come viene prospettata, perché la NIPCC, è una rete di scienziati indipendenti, correttamente dichiarati. Questa cosiddetta crisi climatica non è solo un nuovo anello del paradigma economico, e anche un mezzo per far rispettare il cosiddetto “New World Order” (NWO), che sono sotto la guida delle élite. Principalmente la geo-ingegneria, viene utilizzata dai responsabili politici sulle loro popolazioni, vale a dire il controllo tecnico del clima e del meteo per renderlo appetibile – come una sorta di necessità contro il “malvagio cambiamento del clima”. La menzione della geo-ingegneria nel rapporto dell’IPCC, al vertice sul clima è stato quindi pianificato bene e la geo-ingegneria (= scie chimiche), è stata per un po’ di tempo praticata e tenuta “segreta”, e poi successivamente introdotta con la politica applicando ufficialmente norme specifiche per essere praticata.

Questo è un lucido Video promozionale sulle scie chimiche del ministero federale dell’Istruzione e della Ricerca

Pertanto, senza problemi, sono stati fatti spot sulle Scie chimiche, senza problemi anche in un lucido video promozionale con i nostri soldi delle tasse. Soprattutto dal IASS di Potsdam (Istituto Superiore di sostenibilità Studies Association), il ministero federale dell’Istruzione e della ricerca (BMBF), lo stato di Brandeburgo e il BMBF nel quadro di ricerca per lo sviluppo sostenibile (FONA).

Si può visionare qui: il video promozionale sulle scie chimiche del Ministero federale dell’Istruzione e della ricerca (BMBF) 

Vedi anche: 

La Geo-ingegneria trova la sua strada nel Bundestag tedesco (Printed Matter 18/2121 da 2014/07/15)

Studio esplorativo di ingegneria del clima Institute Kiel per conto del Ministero federale dell’Istruzione e della ricerca (BMBF) 

http://www.sauberer-himmel.de/ 

 Traduzione e adattamento Nin.Gish.Zid.Da

 

CO2 e gli occhiali da sole per la Terra

Video promozionale sulle Chemtrail dal Ministero dell’istruzione e della ricerca tedesco (BMBF)

Il video promozionale è fatto con i nostri soldi per pubblicizzare la geo-ingegneria delle scie chimiche. In particolar modo dalla IASS di Potsdam (Istituto Superiore di sostenibilità Studies Association), il ministero federale dell’Istruzione e della ricerca (BMBF), lo stato di Brandeburgo e il BMBF nel quadro della ricerca sostenibile (FONA).

Guardate voi stessi il video:

Il video (attualmente in lingua inglese) con animazioni molto colorate e accattivanti, è rivolto ad “illuminare” un pubblico di bambini di otto anni di età, quindi, per salvare il pianeta e curarlo dall’aria inquinata provocata dall’uomo attraverso la CO2, si vuole fare accettare attraverso le immagini e le parole un set di informazioni legate alla geo-ingegneria (scie chimiche), ma se si osserva da vicino, quello che ricade su di noi tutti il risultato di questa fumigazione è molto diverso da quello che si vuol far credere!

Con questi metodi “innovativi” ci si vuole liberare dalla malsana CO2, la CO2 si potrebbe sotterrare, oppure creare alberi artificiali che assorbano la CO2, quindi eliminandola dall’aria, queste tecnologie le abbiamo già anche se richiederebbero grandi quantità di energia, inoltre possiamo pensare di stivare la CO2 negli oceani permettendo di fertilizzarli.

Ma c’è ancora una cura miracolosa per debellare la CO2: gli occhiali da sole per la Terra (spargere scie chimiche che riflettano la luce solare verso l’alto nell’atmosfera)! Perché, come tutti sanno, almeno dopo aver visto il video, il sole fa molto male alla Terra e deve essere tenuto a distanza. Allora, la cura deve essere fatta con flotte di aeromobili per soccorrere tutto il pianeta, evitando il peggio. Purtroppo, non va dimenticato che la cura potrebbe essere peggio della malattia,  portando più caldo in alcune zone desertificandole e più fredde altre con precipitazioni disastrose. 

Infine, gli ultimi secondi del video (abbastanza scadente), sono ancora più critici sul clima di quello che potrebbe succedere se non fossero usate queste misure innovative al fine di “proteggere” quello che ha causato la presunta CO2 sul cambiamento climatico.

La decisione è quella di spargere nel cielo la chimica che poi ricadrà, avvelenando persone, animali e ambiente con nanoparticelle che produrranno condizioni atmosferiche estreme. La IASS di Potsdam (Associazione dell’Istituto Superiore per la Sostenibilità), il Ministero federale dell’Istruzione e della Ricerca (BMBF), lo Stato di Brandeburgo e il BMBF il programma quadro di ricerca per lo sviluppo sostenibile (FONA). Sono queste sigle irresponsabili di tutto questo? E, se sì, perché dovremmo pagare con le nostre tasse la pubblicità sulle scie chimiche?

http://www.sauberer-himmel.de/ 

wlady

Geo-ingegneria: Verbalizzazione di una concreta prova

Testimonianza messa a verbale di Patrick Roddie  davanti l’Environmental Protection Agency (EPA)

Premessa:

Il video che ho trascritto, come la parte dell’articolo che segue dopo il video che ho tradotto, è stato postato nei commenti su tankerenemy.com da Straker e Zret.

l’11 agosto 2015, un gruppo di attivisti, tra cui l’intrepido cittadino giornalista e ricercatore di San Francisco Patrick Roddie ha testimoniato davanti l’Environmental Protection Agency (EPA). Patrick ha messo a verbale circa la prova concreta che mostra le montagne di metallo che piovono su di noi e la massiccia ricaduta ambientale di questo progetto.

Non hanno scuse ora. Essi sono stati informati. L’EPA è ora giuridicamente vincolata a fare qualcosa per questo. Se non lo faranno, possono essere perseguiti. Partecipanti insieme a Mr. Roddie ci sono anche gli attivisti: Jim Lee, Amanda Bayes e Max Bliss. Ecco la testimonianza di Patrick: Sono Patrick Roddie, la mia sede è a San Francisco, sono un attivista ricercatore anti-geoingegneria (StopSprayiningUs-SF.com). L’udienza di oggi dovrebbe affrontare se le emissioni di gas serra prodotte dagli aerei sono un pericolo per la salute pubblica. Ma quando si parla di gas a effetto serra, la maggior parte della gente pensa al biossido di carbonio. Un gas innocuo traccia essenziale per ogni forma di vita sulla Terra.

La CO2 rappresenta solo il 3% dei gas a effetto serra del pianeta, il 95% di esso è acqua. Anche i bambini in età prescolare sanno che il cielo coperto fanno le notti più calde e le giornate più fredde. Le nuvole intrappolano il calore e riducono la gamma di temperature durante la notte ai massimi della giornata. questo mi porta alle scie persistenti. Tutti sanno che i nostri cieli sono cambiati drasticamente negli ultimi decenni tranne i volontariamente ignoranti.

I cieli blu della nostra infanzia sono stati cambiati e sostituiti con un colore di un velo bianco latte, cieli attraversati da una veloce espansione di scie persistenti, che si estendono da orizzonte a orizzonte che si diffondono coprendo tutto il cielo. Queste scie possono percorrere ed estendersi per migliaia di miglia e possono essere viste da tutti chiunque visiti NASA.gov.

Questi percorsi persistono indipendentemente dalla quota, temperatura, umidità o altre condizioni atmosferiche. Le scie persistenti sono estremamente rare, ma ora sono diventate un fenomeno quotidiano in tutto il mondo. Se la fisica non è cambiata, allora che cosa è? Quindi, che cosa rende e forma questi sentieri, per persistono ore e ore e si allungano per migliaia di miglia? Quali nuclei di condensazione si stanno formando la su e queste formazioni sono dannose per la salute umana?

I geo-ingegneri propongono irrorazioni con decine di milioni di tonnellate di particelle riflettenti nell’atmosfera nel tentativo di riflettere la luce solare nello spazio e, quindi ridurre il riscaldamento globale. Questo è noto come radiazione solare Managment Stratospheric, iniezioni di aerosol o modifica dell’Albedo. Questo processo, brevettato dalla Taytheon da parte di contrtactor della difesa, è abbastanza semplice.

Minuscole particelle spruzzate da aerei agirebbero come nuclei di condensazione, attirando vapore acqueo atmosferico per formare persistenti scie artificialmente nucleate che successivamente si diffondono per formare coperture di cirri artificiali. Quando i geo-ingegneri

discutono in pubblico della radiazione solare, dicono che le uniche sostanze che avrebbero considerato di spruzzare sarebbero solfati o acido solforico. Tuttavia, la loro letteratura conclude che i solfati limiterebbero l’efficacia e che le nano particelle (altamente tossiche) di alluminio e bario devono essere utilizzate in sostituzione al loro posto. E di fronte a questo, sulle loro proposte, hanno ostinatamente rifiutato di affrontare l’impatto sulla salute della popolazione umana. Altri geo-ingegneri sono più sinceri sui loro piani per avvelenare il cielo.

Ken Cladeira della Stanford nel 2006 ha emesso e discusso in un’intervista l’inserimento di patogeni nelle nuvole per intraprendere una guerra chimica e batteriologica su popolazioni civili quando lavorava per il governo in un laboratorio di armi. Non è una sorpresa per il pubblico che questi scienziati abbiano a cuore i loro interessi. Il mese scorso ho portato questo lavoro a Parigi alla Conferenza sul clima per affrontare le soluzioni proposte sulla geo-ingegneria e l’impatto che ha sulla salute umana. Chiedendo formalmente di essere inserito nel record. La documentazione drammatica dell’aumento nella malattia di Alzheimer e l’insufficienza respiratoria dal 1990 quando scie persistenti sono diventate un luogo comune in tutto il mondo.

Concludo dicendo che queste scie persistenti sono infatti artificialmente nucleate con gli stessi metalli e particolati tossici descritti nel brevetto della Raytheon e che è un programma di gestione della radiazione solare attuata almeno dal 1990. La ricerca e modifica del Meteo non è una novità; il primo brevetto risale al 1920. Il progetto della Raytheon propone di ridurre il riscaldamento globale con iniezioni di alluminio, torio e altri ossidi metallici da 10-100 micron che vengono sparsi nella stratosfera con gli scarichi dei jet. La US Navy ha brevettato un altro metodo per spargere scie nucleate costruite artificialmente da ossidi metallici con particelle della dimensione di 0,3 micron.

Altri metodi includono dirigibili, razzi, camini e tubi fangosi. Il più noto proponente del Solar Raduiation Managment è il dottor David Keith. Alla riunione annuale dell’Associazione americana per l’avanzamento della scienza del 2010 ha detto che l’ossido di alluminio è quattro volte più forzatamente e volumetrica-mente radiativo di come fanno le piccole particelle di zolfo con un tasso coagulativo 16 volte inferiore. Le particelle di zolfo stanno tutte insieme e cadono rapidamente fuori dalla stratosfera e sono molto meno efficaci per unità di massa. Inoltre ha anche detto che uno studio di nano fabbricazione ha dimostrato che era molto semplice e qualitativamente meglio spruzzare le particelle di alluminio da un aereo, iniettando vapore di alluminio nello scarico.

La sua carta del 2010, “levitazione Photophoretic di aerosol ingegnerizzati per la geo-ingegneria”, propone di spruzzare spessi dischi di alluminio di 50nm, bario, titanio e ferrite invece di solfati. In conclusione in una prospettiva in Nature Climate Change del 2010 ha anche menzionato le nano particelle di alluminio che sono più efficaci dei solfati. La Scheda di Sicurezza per il particolato di nano alluminio afferma che è irritante per le vie respiratorie, ed è anche implicato nella malattia di Alzheimer, può causare malattie polmonari, tumori e neoplasie e nopn dovrebbe essere rilasciato nell’ambiente senza permesso governativo.

La malattia di Alzheimer è salita al 6° posto nella causa di morte negli Stati Uniti e dell’8° tra il 1999 e il 2013. Nel 1994, non rientravano nemmeno nella top ten. Ora la gente mostra i segni dell’Alzheimer. La ricerca mostra che l’alluminio si accumula nel cervello, ossa e reni, è una neurotossina che accelera l’invecchiamento del cervello, aumenta lo stress ossidativo e l’infiammazione del cervello ed è sette volte più bio-disponibile in caso di inalazione da quanto viene ingerito per via orale.

Il bario è molto più letale. Secondo la sua scheda di sicurezza, l’esposizione ai sali di bario può causare l’arresto polmonare, vomito, diarrea, tumori convulsivi, paralisi muscolare, shock, convulsioni e insufficienza cardiaca improvvisa. L’implicazione del bario può riguardare il sistema cardiovascolare, nervoso, gastrointestinale, sistemi ematologici, respiratori, riproduttivi e renali così come le ghiandole surrenali e il fegato.

E’ anche un irritante per la pelle e gli occhi e non dovrebbe essere rilasciato nell’ambiente. Nel 2011, l’insufficienza respiratoria ha superato l’ictus diventando la terza causa di morte negli Stati Uniti, dove in cui fumare era a un livello più basso, mentre le norme sulle emissioni da parte di veicoli e centrali elettriche hanno portato un calo perché l’industria pesante si era trasferita in Cina.

Centinaia di approfonditi articoli scientifici hanno dimostrato la tossicità di entrambi, alluminio e bario – Ci vorrebbero dei giorni per coprire solo una frazione della prova. Secondo l’EPA, l’inquinamento può causare la morte precoce per infarto, ictus, insufficienza cardiaca congestizia e broncopneumopatia cronica ostruttiva. Essa, provoca anche asma e infiammazione del tessuto polmonare e può provocare il cancro, riproduttività e danno allo sviluppo.

L’inquinamento di particolato può abbassare l’aspettativa di vita da uno a tre anni. Acqua e ghiaccio hanno rispettivamente indici di rifrazione di 1,333 e 1,309 e produrre arcobaleni con un raggio angolare di 42 gradi, centrato sul punto antisolare. Ma, negli ultimi anni è un fenomeno diventato raro, un luogo comune, un alone di 21 gradi che circonda completamente il sole. Alcuni sostengono che questi aloni dovuti al sole sono “incredibilmente rari” sono costituiti da cristalli di ghiaccio, pertanto, nulla può cambiare l’indice di rifrazione dell’acqua e del ghiaccio – che formano 42 aloni di laurea.

I sali di metallo hanno un indice di rifrazione superiore e quindi formano aloni molto più stretti. Per esempio, l’ossido cristallino di alluminio ha un indice di rifrazione di 1,762-1,778 mentre il solfato di bario ha un indice di rifrazione di 1,636. La mia tesi è che questi “fenomeni sono incredibilmente rari” sono in effetti costituiti da sali metallici con un indice di rifrazione superiore a quello dell’acqua e rafforzati dalle analisi fatte sull’acqua piovana prese durante un periodo di 30 giorni, quando ho registrato 21 di questi aloni in marzo/aprile 2015. Ho raccolto l’acqua piovana in ciotole di vetro pulite sul tetto del mio palazzo a San Francisco il 5 aprile, 6000 miglia sottovento dalla fabbrica più vicina, centrali elettriche, raffinerie, superstrade, cave o miniere.

Ho inviato tutto a un laboratorio certificato NELAP dove è stato registrato un sbalorditivo 160 microgrammi per litro. Considerando che meno di un grammo può uccidere un essere umano adulto. In un test precedente di acqua piovana raccolta nel gennaio 2014 sono stati registrati 190 microgrammi per litro. Io sostengo che entrambi queste prove fatte sull’acqua piovana siano un record in assoluto.

L’aria di San Francisco dovrebbe essere incontaminata: abbiamo prevalentemente grandi venti al largo dell’Oceano Pacifico. Perché devono essere i cittadini ad interessarsi e pagare per le analisi sulle acque piovane – e perché l’EPA ha smesso di diffondere i dati sull’alluminio disperso in aria a far data dal 2002? Colgo l’occasione per presentare ufficialmente una libera richiesta di informazioni da parte dell’EPA per rilasciare i risultati storici di tutti i test fatti sui metalli dispersi nell’ambiente, nella nostra acqua piovana e aria dal 1980 a oggi. Ho registrato centinaia di video nei vari intervalli di tempo che mostrano la progressione di queste scie persistenti a partire dal 2011. Lo hanno fatto e documentato anche migliaia di altre persone in tutto il mondo l’allarmante aumento di queste scie persistenti ed è stato accolto con un silenzio assordante, come ad esempio organizzazioni come Greenpeace – un partner orgoglioso nelle iniziative della Gestione della Governance Solar Radiation – e tutte le agenzie governative, tra cui l’EPA.

Il vostro compito è quello di proteggere l’ambiente, soprattutto l’aria che respiriamo. Non mi aspetto che ammettiate l’esistenza di un programma come lo è stato il progetto Manhatan – anche se palesemente evidente a una popolazione sempre più consapevole e indignata – ma quando un programma sta causando con la geo-ingegneria milioni di morti premature all’anno è necessario fare di più che passarsi la mano davanti e di dietro tra le altre tre agenzie. Fate il vostro lavoro. La storia darà un giudizio sulle vostre azioni – o inazioni. 11 agosto, un gruppo di attivisti, tra cui il cittadino e geo-ingegnere intrepido ricercatore e giornalista di San Francisco Patrick Roddie ha testimoniato davanti l’Environmental Protection Agency (EPA).

Patrick ha verbalizzato la prova concreta che mostra le montagne di metallo piovere su di noi e la massiccia ricaduta ambientale di questo progetto. Non hanno scuse ora. Essi sono stati informati. L’EPA è ora giuridicamente vincolata a fare qualcosa per questo. Se non lo faranno, potranno essere perseguiti.

LINK

In questo spezzone di un articolo che ho tradotto ho messo solo: il “riassunto” “l’introduzione” e la “conclusione” (per vedere i dettagli vedi il link a fine pagina).

Prove di carbone volatile – cenere/polvere chimica tossica immesse dalla geo-ingegneria nella Troposfera: conseguenze per la salute pubblica


J. Marvin Herndon
Transdyne Corporation, 11044 Red Rock Drive, San Diego, CA 92131, USA; 

E-Mail: [email protected]; Tel .: + 1-858-271-4030; Fax: + 1-858-271-1615
Accademico Editor: Paul B. Tchounwou
Ricevuto: 29 GIUGNO 2015 / Accettato: 5 agosto 2015 / Pubblicato: 11 agosto 2015

Riassunto:
Il diffuso, intenzionale e sempre più frequente spargimento chimico nella troposfera è andato da anni sempre più non identificato e inosservati nella letteratura scientifica. L’autore presenta la prova che il particolato della polverizzazione tossica della combustione del particolato di carbone è molto più probabile che venga spruzzato con aerosol da aviogetti cisterna da parte della geo-ingegneria, per la modificazione del clima e le finalità di modifica del clima e descrive alcune delle multiforme conseguenze sulla salute pubblica.

Sono impiegati due metodi: (1) 8 elementi di acqua piovana sono stati analizzati e messi a confronto, lisciviati da particelle di aerosol, pubblicati e fatti con esperimenti di laboratorio corrispondenti a elementi dissolti in acqua dalle ceneri del carbone polverizzato, e (2) Messi a confronto con 14 elementi analizzati con particolati di polvere raccolte in aria all’aperto un Particolato ad alta efficienza (HEPA) con corrispondenti materiali volatili gli elementi di carbone polverizzato è stato analizzato e disciolti in acqua. I risultati mostrano: (1) l’assemblaggio di elementi in acqua piovana e nel corrispondente percolato sperimentale sono essenzialmente identici. In un intervallo che corrisponde al 99%, non hanno mezzi identici nel (T-test) e varianze identiche nel (F-test); e (2) l’assemblaggio di elementi nella polvere HEPA e alle corrispondenti ceneri di carbone lisciviato mediamente sono altresì essenzialmente identici.

Le conseguenze sulla salute pubblica sono profonde, compresa l’esposizione a una varietà di metalli pesanti tossici, elementi radioattivi, e neurologicamente-implicati nell’alluminio e chimicamente rilasciato dall’umidità del corpo in situ dopo l’inalazione o attraverso l’induzione transdermica.

La parole chiave è:

Geo-ingegneria; fatta di volatili polveri sottili di carbone; particelle di aerosol; scie chimiche; disturbo dello spettro autistico (ASD); Il morbo di Alzheimer; Morbo di Parkinson; disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD); disturbi neurologici; alluminio chimicamente mobile

1. Introduzione

Il gioco degli interessi politici, militari, commerciali e durante la seconda guerra mondiale ha portato alla distribuzione dello sviluppo su larga scala di una serie di erbicidi e pesticidi, come diclorodifeniltricloroetano (DDT). Nel suo libro del 1962 Silent Spring e Rachel Carson ha richiamato l’attenzione alle conseguenze non intenzionali di erbicidi e pesticidi, e ha lanciato il moderno movimento ambientalista. Mezzo secolo più tardi è sempre più evidente di una nuova e persistente grave minaccia alla salute ambientale globale, ancora una volta fomentata dal gioco di politici, militari, e gli interessi commerciali.

Fino ad oggi questa nuova minaccia, rappresentato da un diffuso e un intenzionale troposferico particolato di aerosol, è passato inosservato nella letteratura scientifica per più di un decennio. Qui, basata sulla ricerca originale, l’autore rivela prove sostanziali per l’identificazione e la natura della sostanza particellare specifico sostenuto e comincia a descrivere la portata di questa minaccia della globale salute pubblica e ambientale.

Recentemente sono state chiamate sia la stampa popolare che quella scientifica per iniziare le discussioni circa la possibilità di impegnarsi in futuri esperimenti di stratosferica geo-ingegneria per contrastare il riscaldamento globale [2,3]. La geo-ingegneria, chiamata anche modificazione del clima, è stata effettuata per decenni a quote molto inferiori rispetto alla troposfera. Le recenti richieste di discussione aperte sul controllo del clima o la geo-ingegneria tendono a oscurare il fatto che i settori militari e civili di tutto il mondo hanno modificato le condizioni atmosferiche per molti decenni, come è stato descritto dallo storico scientifico, James R. Fleming [4].

Alcune delle ricerche nella modificazione del clima hanno presto portato a programmi come progetto Skywater (1961-1988), l’US Bureau of Reclamation hanno fatto uno sforzo per progettare “i fiumi del cielo”; l’esercito degli Stati Uniti nell’Operazione Ranch Hand (1961-1971), in cui l’agente diserbante arancione era la parte infame; e il loro Progetto Popeye (1967-1971), è stato usato per “fare infangare il sentiero di Ho Chi Minh, una forma di guerra non convenzionale”. Questi pochi esempi di modificazione del clima, tutti i loro segreti nel momento in cui sono stati impegnati, mostrano che il tempo può essere modificato dai militari”, comportandosi come un moltiplicatore di forza” [5].

A San Diego California, nella primavera del 2014, l’autore ha cominciato a notare dei jet-cisterna che molto spesso producono scie bianche nel cielo blu senza che vi siano delle nuvole. L’irrorazione di aerosol che stava accadendo con sempre maggiore frequenza è stato un fenomeno relativamente nuovo da quelle parti. L’aria calda secca sopra San Diego non è favorevole alla formazione di scie da parte di jet, che non riescono a condensare il ghiaccio.

Nel 2014 le jet-petroliere erano impegnate ogni giorno a percorre trasversalmente il cielo spruzzando i loro graffiti aerei. Nel giro di pochi minuti, i sentieri di aerosol in uscita dai jet-cisterna avrebbero cominciato a diffondersi, per formare alla fine dei cirri che subito dopo si trasformarono in patina bianca disperdendo la luce del sole, spesso occludevano anche l’oscuramento totale del sole.

Ijerph 12 09375 g001 1024

Le irrorazioni di aerosol erano occasionalmente così intense da rendere il cielo azzurro quando in realtà era nuvoloso, alcune zone del cielo diventavano marrone (Vedi figura sopra). A volte le luci di navigazione dei jet-petrolieri erano visibili quando lavoravano durante la notte, i loro sentieri oscuravano le stelle in alto; all’alba il cielo normalmente limpido azzurro del mattino aveva già una foschia bianco latte. Indipendentemente da ciò, le irrorazioni di aerosol spesso continuavano per tutta la giornata.

La necessità per le quotidiane irrorazioni di aerosol venivano fatte ad altitudini relativamente basse nella troposfera dove la miscelazione con l’aria si verifica facilmente per abbattere il particolato di aerosol ed esponendo l’umanità e la biologia della Terra alla grana molto fine di quella sostanza. La preoccupazione dell’autore circa l’esposizione giornaliera di particolati ultra-fini presenti nell’aria di composizione sconosciuta e il suo effetto concomitante sulla salute della sua famiglia e quella pubblica in generale lo ha spinto alla ricerca riportata qui.

4. Conclusioni

La ricerca originale qui riportata fornisce una forte evidenza per la correttezza delle ipotesi: La polvere fine e volatile di carbone è probabilmente il particolato aerosol spruzzato nella troposfera da jet-cisterna per scopi geo-ingegneristici, la modificazione del clima e la modifica della climatologia. Tali elementi si basano sulle scoperta che: (1) l’assemblaggio di 8 elementi in acqua piovana e nel corrispondente percolato sperimentale sono essenzialmente identici. In un intervallo che coincide al 99%, non hanno mezzi identici (T-test) e varianze identiche (F-test); e, (2) l’assemblaggio di 14 elementi di polveri HEPA e alle corrispondenti polveri di carbone lisciviato mediamente sono altresì essenzialmente identici.

Le prove indicano che l’irrorazione troposferica di cenere/polvere volante di carbone (1) ha avuto luogo per tutto il 21° secolo, (2) su scala internazionale, e (3) con una significativa escalation dal 2013. Durante questo periodo di tempo non vi è stato alcun programma di disinformazione ben orchestrata, ma non vi è stato nemmeno una divulgazione ufficiale, senza il consenso informato, e nessun avviso per quanto riguarda la sanità pubblica.

Le profonde implicazioni per la salute ambientale includono l’esposizione degli esseri umani e gli altri esseri viventi della Terra a: (1) l’alluminio chimicamente mobile, implicato nei disordini neurologici e morte botanica; (2) esposizione a metalli pesanti tossici e elementi radioattivi; (3) il blocco delle precipitazioni con perdita concomitante di produzione alimentare e degli habitat; e, (4) probabilmente ha contribuito al riscaldamento globale con concomitante fusione dell’artico.

Più di mezzo secolo fa, Rachel Carson ha richiamato all’attenzione del mondo per le conseguenze involontarie di erbicidi e pesticidi ampiamente utilizzati dall’agricoltura. Invece di chiudere un occhio, le persone in tutto il mondo si sono motivate ​​a smettere questo assalto ambientale. Oggi siamo pienamente consapevoli della vasta rete interconnessa di dipendenze e simbiosi che compongono la vita sul nostro pianeta. La Terra esiste in uno stato di dinamica biologica, chimica, e d’equilibrio fisico la cui complessità supera di gran lunga la comprensione della scienza contemporanea.

La spruzzatura troposferica pervasiva di cenere/polvere volante di carbone minaccia questo equilibrio, la cui delicatezza fa parte della biologia della Terra. Dobbiamo rimanere in silenzio? Oppure potremo esercitare il nostro diritto primordiale di parlare in nostra difesa come specie e mettere in discussione la sanità mentale di quelle persona che colollocano continuamente le polveri/ceneri di carbone volanti nell’atmosfera della Terra?

Ringraziamenti

Ringrazio Ian Baldwin per molte discussioni utili, critiche e consigli. Ringrazio Vedan Zhou per le statistiche professionali consigli.

Conflitto di interessi:
L’autore dichiara di non aver alcun conflitto di interessi.
Riferimenti: http://www.mdpi.com/1660-4601/12/8/9375/htm

http://www.mdpi.com/

http://ningizhzidda.blogspot.it/

Ma in fondo … a chi importa veramente?

La Dottoressa Suor Rosalie Bertell (4 aprile 1929, Buffalo, New York – 14 giugno 2012) è stata una scienziata americana, autore, attivista ambientale, epidemiologa, e sorella delle Suore Grige del Sacro Cuore, meglio conosciuta per il suo lavoro nel campo delle radiazioni ionizzanti. Ha una doppia cittadinanza, Canada e Stati Uniti, ha lavorato nel campo della salute ambientale dal 1970.

Nove lauree ad honorem e numerosi riconoscimenti, tra cui il Nobel alternativo (Right Livelihood Award) che viene assegnato ogni anno a Stoccolma qualche giorno prima del Nobel, morta nel 2012, Rosalie Bertell, si è battuta per far ottenere cure mediche alle vittime di Bhopal e a quelle di Chernobyl, promuovendo in entrambi i casi una Commissione medica internazionale.

Durante il bombardamento NATO in Jugoslavia parlò chiaramente e pubblicamente delle possibili conseguenze dell’impiego di armi all’uranio impoverito sulla popolazione. Per tutta la vita è stata dalla parte della giustizia, contro interessi molto potenti. La sua ultima grande denuncia è stata pubblicato nel 2000: PIANETA TERRA: L’ULTIMA ARMA DA GUERRA

<<L’esercito, dice Rosalie, è almeno 50 anni avanti, e non usa mai le armi dell’ultima guerra in una nuova. E questa nuova guerra segreta è già iniziata senza essere stata dichiarata e riconosciuta. La gente in tutto il mondo ci sta già convivendo e morendo…

Può essere vista in un cambiamento climatico che ha poco a che fare con il gas serra CO2; nella nuova presunta geo-ingegneria “civile”, dietro alla quale stanno l’esercito e il capitale aziendale; nelle guerre climatiche; nelle “scie chimiche”; nelle armi al plasma; nell’enorme crescita in numero e dimensione di catastrofi apparentemente naturali, e nello scioglimento dell’Artide che sta accadendo dagli anni ’70 sotto l’uso di onde a bassissima frequenza ELF-EM; deve essere vista nei buchi dell’Ozono in quanto prodotti di più di 2000 test nucleari che furono lanciati contro questo Pianeta, di missili e voli supersonici che hanno lasciato “buchi” nel cielo, e del “riscaldamento ionosferico” – tutto ciò ha causato buchi che lasciano entrare i raggi cosmici, i quali sono dannosi per la vita, sulla terra; deve essere vista nei cattivissimi raccolti e nella morte delle piante, come nella desertificazione di sempre più regioni; deve essere vista nell’indebolimento delle fasce di Van Allen, i campi magnetici intorno alla terra…! Già nel 1977 -35 anni fa- l’ ONU nella sua Convention sulle tecniche di modificazioni ambientali, tentò di proibire le tecnologie che potrebbero essere responsabili di questi danni e ripete il suo avvertimento relativo alla geo-ingegneria a Nagoya in Giappone nel 2010. Pare che nessuno li stia prendendo sul serio!

Rosalie sperava che potesse essere fondata una Corte Internazionale per i Crimini contro l’Ambiente. Ma a chi importa veramente? Lei sperava che l’esercito, il patriarcato e il capitalismo potessero addirittura essere aboliti! Ma oggi non sembra così, al contrario. Rosalie sperava che potesse emergere un grande movimento civile per salvare Madre Terra, ma non è accaduto.>>

Lo scrive Claudia von Werlhof, che era riuscita a tradurre e pubblicare il libro di Rosalie Bertell in lingua tedesca collaborando con la Bertell ed aggiornando la versione originale. FONTE

L’articolo prosegue con altri addentellati importanti come:

La cintura delle radiazioni

HAARP – modificazione della ionosfera

Onde ELF che pulsano sulla Terra

Connessioni con terremoti e tempo bizzarro

I terremoti secondo Rosalie Bertel 

Inoltre una interessante intervista fatta alla scienziata Rosalie Bertell da parte di Snowshoefilms che potrete leggere QUI

http://www.nogeoingegneria.com/ 

http://ningizhzidda.blogspot.it/

Il grande drago

Ironia della sorte, il Papa ci mette in guardia da una possibile “distruzione senza precedenti” del “cambiamento climatico”

di Sauberer-Himmel (Il cielo pulito)

Quale sarebbe il grande palcoscenico sulla globalizzazione del clima senza la figura del Papa? Il cosiddetto capo della Chiesa cattolica ci avverte di una distruzione “senza precedenti”, se per prima cosa non rallentiamo rapidamente i cambiamenti climatici. Senza dubbio le parole del Papa ci hanno sorpreso. Le associazioni di categoria e gruppi di pressione come i lobbisti avevano tentato di influenzare le parole del Papa, cercando di placare l’economia

Come si può credere a questo teatro?

In primo luogo, non abbiamo assolutamente nessun “cambiamento climatico provocato dalla CO2” (molto probabilmente c’è uno spostamento dei poli). Inoltre, non è possibile che si verifichi un immediato impatto sul clima globale. In secondo luogo, sentendo il Papa nel parlare di globalizzazione, ha usato ora più che mai le questioni ambientali globali per imporre e ingannare l’umanità.

Il papato rappresenta la più antica monarchia del mondo e, naturalmente, non è un “Santo Padre”, ma l’eccellenza dell’anticristo. Il papato è il – progetto Gesuitico oggi chiamato Massoneria, che ha usurpato e organizzato militarmente il mondo. Così, il papato non è l’evidente autore dell’anticristiana massoneria, la massoneria è stata posta sotto gli auspici protestanti, questo deve essere un cardinale cattolico che serve i Massoni al fine di poter raggiungere questo ufficio e, in Vaticano ci sono diverse logge massoniche. 

Pertanto, l’Anticristo è seduto sul papato di Roma, che – come già detto – è la più antica monarchia del mondo. Il Vaticano viene servito anche dalle altre monarchie che sono subordinate come quelle dell’Inghilterra, Paesi Bassi, Spagna, Francia, ecc., e sindacati potenti come i Cavalieri di Malta, (Cavalieri di Malta), di cui fan parte, per esempio, la CIA, l’FBI, così come numerosi altri noti e meno noti organizzazioni, associazioni, think tank, fondazioni, ecc., e – si dovrebbe quasi pensare – che sono emersi anche molti movimenti protestanti.

Il papato quindi, non  governa solo il cattolicesimo, e i suoi studenti gesuiti ma anche il Protestantesimo. Ma non solo: la biografia di un cosiddetto “grande iniziato”, vale a dire il signor Charles W. Leadbeater (massone del 33° grado), ha promosso la fusione del cristianesimo con il buddismo, fondendo di fatto tutte le religioni del mondo ad uno degli “iniziati” guidato dal cuore:

“Non mi sembra presuntuoso affermare che questo processo sembra avvenire nello spirito del maestro. Ci sono in tutte le tradizioni all’interno del nucleo religioso, una essenza spirituale la cui realizzazione è costituita da grandi illuminanti iniziati che vegliano sulla terra.”

(Peter Michel, “Charles W. Leadbeater – Con gli occhi della mente – la biografia di un Grande Iniziato” Aquamarine Verlag, 1a edizione, p 158)

E questi “addetti ai lavori”, che di solito sono soprannominati cavalieri, servono la monarchia più antica del mondo, il papato. Ecco perché ci sono anche immagini in cui la Regina inglese può essere vista con il mantello di un cavaliere. E i Cavalieri non sono fini a se stessi. Sono …

Per saperne di più sul papato, le corone e ordini cavallereschi come i Cavalieri di Malta, si può vedere ad esempio questa lezione del Prof. Dr. Walter Veith:

Il Prof. Dr. Walter Veith può dimostrare in questa rappresentazione sulla base della Genealogia Mormonica che quasi tutti i presidenti degli Stati Uniti sono in realtà i principi dei reali europei. E chi sono queste famiglie reali? Il papato, il cosiddetto “grande drago”, che utilizza il drago come simbolo per il suo stemma.

http://www.sauberer-himmel.de/

http://ningizhzidda.blogspot.it/

“tecnologia irresponsabile”

I tre giorni delle tenebre parte 2: il crollo del campo magnetico. 

Nell’articolo “Le Scie Chimiche, HAARP e la favola della CO2 possono creare mega spostamento dell’asse terrestre?” Ci riferiamo alla ricerca di Rosenstern e quello che annunciano le profezie di Nostradamus – il parere di Rosa Stella – nei suoi dettagliati scritti sullo spostamento dei poli (leggi qui la prima parte), che si manifestano prima lentamente e poi aumentando la quantità di moto.

Leggi la seconda parte della serie di articoli di Rosenstern:

I tre giorni delle tenebre parte 2: Il crollo del campo magnetico. C’è stato chiesto la pubblicazione della prima parte della serie di articoli di Rosenstern e se l’allora spostamento dei poli fosse stato naturale, o prodotto artificialmente (Alta frequenza attiva del Programma aurorale) HAARP. Questa è naturalmente una domanda a cui non possiamo rispondere. Ma è un fatto che gli impianti HAARP fatti su larga scala sono stati costruiti in tutto il mondo.

Lo scienziato Dr. Richard Williams, che è stato consultato prima della commissione del Natonal Affairs per la sinistra rappresentazione dell’impianto HAARP in Alaska, ha avvertito delle gravi conseguenze di questa irresponsabile tecnologia:

“Voglio mettere in guardia per prima cosa i legislatori contro una cosa che si trova in Alaska, e dei suoi effetti di quello che potrebbe essere una minaccia globale per l’ambiente. Si tratta dell’HAARP. (…) Una irradiazione che potrebbe cambiare drasticamente le proprietà termiche dell’atmosfera e la loro rifrazione, dispersione e remissività sono in un intervallo di ampio spettro elettromagnetico. Esperimenti su questo livello di energia causerebbe grandi cambiamenti nell’atmosfera e nelle particelle cariche che persisterebbero per qualche tempo portando a cambiamenti permanenti.”

Il 10 Dicembre del 1976 a Ginevra nella Convenzione ENMOD, è stato adottato e firmato da quasi tutti i membri permanenti del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, tipicamente questa Convenzione conduce ad un accordo interpretativo (intese per quanto riguarda la convenzione), dei seguenti fenomeni, quali tecniche di alterazione dell’ambiente che possono essere prodotte (come ad esempio HAARP):

“Terremoti, tsunami; lo sconvolgimento ecologico equilibrato di una regione; cambiamento nei modelli climatici (nubi, precipitazioni, cicloni di vario tipo e tempeste e tornado); cambiamenti delle correnti oceaniche; cambiamenti nello strato di ozono; e cambiamenti dello stato ionosferico”.

Interpretazione tedesca:

“Terremoti e tsunami, un disturbo dell’equilibrio ecologico di una regione, le variazioni del tempo (tra cui la formazione di nubi, cicloni e tornado), i cambiamenti del clima, spostamenti delle correnti oceaniche, i cambiamenti nello strato di ozono e i cambiamenti dello stato ionosferico.”

Così, dal momento che terremoti, tsunami, trombe d’aria, ecc. possono essere prodotte anche da mani umane, in futuro sarà difficile distinguere gli eventi naturali da quelli manipolati dalla mano dell’uomo. L’atmosfera terrestre potrà essere tecnicamente manipolata con energia elettromagnetica prodotta da HAARP, probabilmente i tecnocrati saranno anche in grado di eventi più radicali come lo spostamento dei poli (un vagabondaggio polare è già in corso) con conseguenze catastrofiche di ogni sorta. 

Misure come la creazione di basi sotterranee, la messa in sicurezza dei semi sotto il ghiaccio polare, l’irrorazione fanatica delle scie chimiche, l’uso e visibile continuo di forze elettromagnetiche sul cielo, come viene mostrato sopra da Ruhr, una elaborata messa in scena del racconto sulla CO2 (il mantra di Al Gore) deve essere un eccezionale motivo per i tecnocrati.

Tutto questo però non ci viene riferito, Ecco perché non vogliono ammettere che hanno spruzzato scie chimiche per anni e anni, perché altrimenti avrebbero potuto sorgere domande inevitabili e scomode: Perché fate tutto questo? 

Link

http://ningizhzidda.blogspot.it/