Crea sito

Sotto i ghiacci dell’Antartide

Cercando gli Anunnaki:
L’Esplorazione dell’Antartico

E’ realmente possibile che nell’Antartide si nasconda sotto i suoi spessi strati di ghiaccio ‘la prova’ di antiche civiltà altamente avanzate? E’ possibile che la mappa di Piri Reis – la mappa Buache, e la mappa Orontius Finaeus siano la prova che l’Antartide sia stato scoperto prima dei tempi moderni, qualcuno è riuscito a mappare il continente prima che fosse coperto dai ghiacci? E, questo potrebbe essere il motivo per cui i nazisti erano così interessati al contenuto del continente ora ghiacciato?


L’Antartide è uno dei luoghi più misteriosi della Terra. E’ lì dove scienziati e personale militare hanno visto e testimoniato molte cose strane.

E’ un luogo avvolto nel mistero in cui sono state fatte ‘apparentemente’  scoperte straordinarie.

Dalle piramidi alla tecnologia ultraterrena, sembra che l’Antartide offra tutto questo.

Ma questo sta realmente accadendo? C’è una leggera possibilità che ci sia davvero qualcosa nascosto sotto gli spessi strati di ghiaccio in Antartide?

Avete mai pensato fosse possibile che in un lontano passato, quando l’Antartide era molto diverso da quello che è oggi – senza ghiaccio che ricopriva la sua vasta superficie e che in qualche modo la civiltà possa essersi sviluppata lì?
Le scoperte del 1900 hanno creato un dibattito in tutto il mondo circa l’Antartide e su tutto ciò che veramente si trova lì.

I dettagli si trovano nell’insolita mappa, una linea costiera che rispecchiava il continente Antartide. Tuttavia, invece di essere coperto di ghiaccio, la mappa rappresenta l’Antartide come un continente ricoperto di vegetazione, ricca di giungle, fiumi completamente liberi dai ghiacci. La mappa è chiamata la mappa di Piri Reis.

Questa mappa significa che qualcuno in realtà ha visto il continente Antartide centinaia o forse migliaia di anni fa, quando i continenti non erano stati coperti dai ghiacci.

La mappa suggerisce che qualcuno ufficialmente abbia trovato l’Antartide circa trecento anni prima che gli esploratori ufficiali si siano imbattuti in quel continente.

Tuttavia, oltre alla mappa di Piri Reis, altre cartografie simili sono state scoperte nel corso dei secoli.

Queste mappe indicano che centinaia, forse migliaia di anni fa, una civiltà tecnologicamente avanzata potrebbe essere esistita sulla Terra.

Ma, gli studiosi del mainstream tradizionali non sono d’accordo.

Inoltre, oltre la mappa di Piri Reis, un altra cartografia controversa è stata creata da un geografo francese con il nome di Philippe Buache de la Neuville. La mappa di Bauche ha due versioni. Una delle versioni si crede rappresenti esattamente il litorale libero dai ghiacci dell’Antartide, mentre l’altro grafico non fa alcuna menzione di sorta del continente. Molti indicano che Buache non era a conoscenza dell’esistenza del continente ghiacciato e che le sue raffigurazioni erano niente di più che una ipotesi.

La mappa Orontius Finaeus è un’altra mappa che mostra l’Antartide privo di ghiacci. È interessante notare che, con il metodo di datazione del Dr. WD Urry dalla Carnegie Institution di Washington DC, gli scienziati hanno scoperto che i fiumi dell’Antartide, le fonti di raccolta delle acque e la sua dispersione, scorrevano circa 6.000 anni fa, come rappresentato sulla mappa Orontius Finaeus. 

È interessante notare che i nazisti sapevano di queste mappe e secondo il loro pensiero, l’Antartide doveva essere stato un posto molto importante. È ben noto che Hitler era fissato con l’occulto, civiltà perdute, antica tecnologia, e Atlantide.

Alla fine si convinse che l’Antartide e l’Atlantide erano la stessa cosa, e credeva che da qualche parte laggiù avrebbe trovato antichi e mistici manufatti sepolti nel ghiaccio che avrebbe potuto aiutarlo a raggiungere il suo obiettivo finale: il dominio mondiale.

Si dice che i nazisti alla fine abbiano costituito un team per indagare il continente e durante la loro spedizione esplorativa, abbiano creato un enorme grotta artificiale sul continente, abbastanza grande da nascondere veicoli e attrezzature militari usati per esplorare la terra ghiacciata.

Si dice inoltre, che i nazisti in Antartide abbiano costruito una vasta base chiamata Stazione 211.

Secondo una serie di indiscrezioni, la ‘Stazione 211’ esisteva, e se così fosse, allora deve essere stata (e forse lo è ancora dove si trova) all’interno della catena montuosa libera dai ghiacci nelle montagne Mühlig-Hofmann di Neuschwabenland, alias Terra della regina Maud.

Secondo i geologi che hanno partecipato alla spedizione tedesca, le zone dove la vegetazione era presente erano dovute a sorgenti di acqua calda o altre fonti geotermiche.

Una delle citazioni più interessanti su Neuschwabenland e l’Antartide viene dal tedesco della Marina, il Grande Ammiraglio Karl Dönitz che ha detto: “La flotta sottomarina tedesca è orgogliosa di aver costruito per il Führer in un’altra parte del mondo un Shangri-La, una terra con uninespugnabile fortezza.”

Alla fine, gli americani hanno scoperto quello che circa i nazisti hanno esplorato nell’Antartide decidendo di lanciare una missione esplorativa per conto loro.

Molte affermazioni dubbie sono state fatte su questa storia. Però. ci sono altre rivendicazioni, che sono sostenute dai fatti.

Secondo quanto riportato da scienziati americani che hanno partecipato alla missione in Antartide, durante il loro soggiorno, hanno assistito in cielo al volo di dischi volanti artigianali, e la tecnologia era tutt’altro che ordinaria.

Ma per anni, gli scienziati e i ricercatori che hanno viaggiato nei continenti di ghiaccio hanno visto cose che ricordano quello che molti chiamano Tecnologia Aliena. Un Massivo avvistamento di UFO si è verificato nel 1965, quando gli scienziati e personale militare dalla Gran Bretagna Cile e Argentina, hanno assistito (vicino all’Antartide) a numerosi UFO. Secondo i rapporti, questi UFO hanno causato problemi e malfunzionamento alle apparecchiature di navigazione e strumenti scientifici.

Ma molte altre scoperte sensazionali sono state fatte, che hanno portato a numerose spedizioni scientifiche e militari in Antartide.

Ma … cosa c’è laggiù che è così importante? C’è davvero qualcosa in Antartide che tutti vogliono trovare?

Ci sono – come alcune indicazioni suggestive suggeriscono – prove di una antica civiltà tecnologicamente avanzata sepolta sotto gli spessi strati di ghiaccio in Antartide?

Numerosi documentari sottolineano il fatto che, per decenni, se non secoli, le persone abbiano viaggiato in Antartide alla ricerca di qualcosa di prezioso.

Forse, dopo tutto, ci possono essere delle tracce di antiche civiltà tecnologicamente avanzate sepolte sotto il ghiaccio.

Queste civiltà possono essere fiorite nel continente ormai ghiacciato in un lontano passato, quando l’Antartide era coperto da una fitta vegetazione e la presenza di animali esotici.

Come sempre, affermazioni straordinarie richiedono prove straordinarie.

http://www.ancient-code.com/searching-anunnaki-exploring-antarctica/

Articolo correlato: L’anomalia magnetica del lago Vostok (+Video)

Indicazioni sulla base: ‘Stazione 211’ QUI

Traduzione e adattamento Nin.Gish.Zid.Da

MU – il continente scomparso

http://ningizhzidda.blogspot.it/2015/03/guerra-tra-titani-lemuria-vs-atlantide.html

Guerra tra titani “Lemuria vs Atlantide”

La storia nascosta dietro il continente di Mu 

La gente ha cominciato a discutere di dove si sarebbe trovato il continente Mu/Lemuria dal giorno in cui alcuni cominciarono a sospettare che ci fosse stata una civiltà evoluta in un enorme continente oggi scomparso che è stato inghiottito dall’Oceano Pacifico.

Senza volere spendere tempo nel discutere dove si trovi questo continente perduto, vi metto qui sotto l’immagine che sembra la più plausibile.

Sulla base delle conclusioni dell’autore, questi sembrano essere i luoghi più plausibili sia per Mu che per Atlantide. La sua estensione, va dall’occidente fino ad allungarsi all’India o anche di più, coinvolgendo l’Australia e le isole vicine. Probabilmente aveva un aspetto simile alla mappa sopra esposta, il resto del mondo viene disegnato come oggi lo conosciamo, perché è più facile per lo spettatore e individuare i continenti perduti.

L’autore, pensa di essere abbastanza sicuro di dire che Mu si estendeva verso le Americhe a est e a ovest verso l’Asia.

Quando è stato distrutto da un cataclisma, presumibilmente intorno al 11.500 a.C., è affondato inghiottito dal mare. L’innalzamento dell’acqua ha inghiottito la Terra quasi fino alle Ande a est.

Lasciando solo un paio di isole qua e là, visibili ancora oggi, piene di statue, figure, attrazioni, e testimoni da lungo tempo dimenticati.

James Churchward

 

Dice James Churchward:

E’ abbastanza sorprendentemente che qui sulla Terra, la gente può passare attraverso un decennio o più di istruzione senza aver mai sentito parlare di Mu nelle loro aule di scuola.

Eppure, vi è un sacco di mitologia tra gli aborigeni australiani, polinesiani e nativi americani. Sia Atlantide che Mu sono stati una parte importante della tradizione occulta, tra l’altro, ne hanno parlato, la signora Blavatsky e il ‘profeta dormiente’ Edgar Cayce.

Il mistico, Rudolf Steiner, i cui insegnamenti hanno ispirato l’impostazione della famosa scuola Waldorf, ha parlato delle colonie, le ‘radici della terza razza’ che si stabilirono est di Isola di Pasqua. Penso che se una persona volesse davvero conoscere la verità, dovrebbe permettersi di essere parziale o non avere idee preconcette, potrebbe trovare prove schiaccianti dell’esistenza sia di Mu che di Atlantide.

Infine, ora, il governo indiano ha annunciato di aver iniziato ad indagare su di una civiltà perduta guardando sotto l’oceano. Le rovine sono sotto l’Oceano Pacifico (e l’Oceano Atlantico, se si cerca Atlantide).

Molte di queste rovine di passate civiltà sono state trovate e una rapida ricerca su Google o YouTube potrebbe soddisfare menti curiose.

Non si può parlare di Mu senza menzionare James Churchward, che probabilmente è il più famoso scrittore di Lemuria. Durante la sua vita, ha scritto libri e ha tenuto una serie di conferenze sul tema. Anche se molti ricercatori attuali sono scettici sulle ricerche di Churchward, La maggior parte degli altri le ritengono come molto plausibili.

Sul suo sito web, Mark R. Williams parla del continente Mu, come la patria di Churchward:

“James Churchward, in libri come The Lost Continent di Mu (1931), ha scritto che la Patria si estendeva dalle isole Hawaii fino alle isole Figi e dall’Isola di Pasqua alle Marianne.

Churchward considera il luogo di Nan modale sull’isola di Pohnpei una delle sette città sacre di Mu. Oggi le sue rovine si adagiano su una laguna paludosa piena d’alberi di mangrovie. Pietre vulcaniche nere del peso di molte tonnellate si innalzano verso l’alto fino a 30 piedi, sono impilate incrociate come un forte di confine.

Si tratta di uno dei siti più enigmatici in tutto il Pacifico, ma gli archeologi non sanno spiegare come siano arrivate fin lì.”

Di R. Williams: il principio femminile, che ha regolato Mu:

“Tuttavia, la maggior parte delle fonti affermano che i Lemuriani erano molto più simili agli umani moderni, che vivevano in un paradiso idilliaco, prevalentemente agricolo, con foreste lussureggianti e abbondanza di fiori e alberi da frutto.

Il principio femminile di condivisione, cooperazione e la creatività era il prodotto una società praticamente senza criminalità, conflitti e guerre. I lemuriani erano vegetariani e vivevano in armonia con la natura e le altre creature, avevano sviluppato sensi psichici e telepatici, applicandoli negli sforzi pratici come l’orticoltura.

La gente credeva nella “mente piuttosto che sulla materia” erano esperti nelle manifestazioni e altre tecniche che ‘creano la realtà’. Questa tradizione sopravvive ancora oggi, alcuni sostengono, il concetto dei mana polinesiani e varie cerimonie come camminare sul fuoco a piedi nudi.”

Finora, questo è quanto Williams ha sostenuto nel suo articolo sopra documentato dai miei appunti.

I Lemuriani, guidati da sciamani Sumos e sacerdoti/sacerdotesse, la costruzione di un sacerdozio lemuriano potrebbe facilmente connettersi con l’universo della Dea, almeno inizialmente, fino a quando non sono stati infiltrati da colonie, fin quando l’uomo non ne ha preso il dominio.

Penso che Williams sia nel giusto quando parla nel suo grande articolo sulla distruzione di Mu.   Dice che gli scienziati disapprovano l’idea che un intero continente possa affondare sotto l’oceano, come ha fatto Mu.

Tuttavia, questo evento catastrofico (secondo alcuni studi, in effetti una serie di eventi, sembra che abbiano già iniziato circa nel 35.000 a.C.) dove è ampiamente supportata dalla mitologia mondiale nella regione del Pacifico, dall’Australia agli Hopi dell’Arizona.

La leggenda degli indiani Hopi dice:

“Giù in fondo ai mari si trovano tutte le città che hanno avuto un passato glorioso, i Patuwvotas o inspiegabili manufatti o macchine volanti e tesori, terreni danneggiati dal male …”

Molte persone e strane creature morirono nel disastro, ma alcuni si sono fuggiti sottoterra, mentre altri hanno cominciato attraversare l’oceano su zattere di canne, dirigendosi verso quelle isole che sporgevano al di sopra della superficie del mare.

Queste storie appassionate sono raccontate da molte culture nell’area estesa del Pacifico, indipendenti l’uno dall’altro.

Un gruppo esoterico che divulga questi eventi di Lemuria sono i Rosacroce soprattutto la Loggia di San Jose. Ci dice che la distruzione di Mu ha avuto inizio con le eruzioni vulcaniche, terremoti, e il crollo delle sacche di gas sotterranee. Le onde magnetiche cominciarono a muoversi in tutto il mondo, facendo sprofondare il continente.

Per fortuna, non è successo immediatamente, c’erano coloro che sono stati previdenti e hanno nascosto gran parte della loro saggezza in cristalli (e probabilmente nel ‘teschi di cristallo‘ che sono stati trovati in varie zone del mondo, alcuni dicono che sono appartenuti agli Aztechi e Maya, che sono arrivati dopo Lemuria).

È interessante notare che (come sottolinea Williams), i più antichi manufatti umani nelle Americhe sono stati trovati sull’isola di Santa Rosa a Santa Barbara, datata intorno al 25.000 a.C., che corrisponde abbastanza bene con il momento in cui il continente Mu esisteva ancora.

Mu infine, come Atlantide sprofondò in mare nel diluvio.

Seguirà:
2. La religione di Mu
3. La multidimensionale Lemuria
4. I cittadini di Mu – grandi guaritori in armonia con la Madre Terra
5. Ario Simbolismo in Mu
6. Il ritorno dei titani
7. Giganti le prove nell’antichità
8. La visita di un gigante delle Pleiadi
9. I figli degli “Angeli Oscuri
10. La distruzione di Mu
11. In seguito al Cataclisma Lemuria

Per chi invece vuole accorciare i tempi, può leggere QUI le successive parti in lingua spagnola