Archivi tag: cibo

La tortura di esseri innocenti, senzienti, empatici

Fattoria partner della Coca-Cola esposta con filmati orribili sugli abusi di animalii (attenzione!: VIDEO non adatto a bambini e persone sensibili)

Di Arjun Walia

I fatti:

Un’altra azienda agricola, che fornisce latte a una delle aziende della Coca Cola, è stata esposta sotto forma di riprese video grafiche per estreme crudeltà sugli animal.

Riflettere su:

Come siamo diventati così desensibilizzati da dove proviene il nostro cibo? I prodotti animali sono effettivamente sani o sono stati semplicemente commercializzati in massa da grandi aziende alimentari? Come possiamo stare insensibili e lasciare che esseri innocenti, senzienti, empatici siano torturati?

Quasi il 100 percento di tutti i prodotti animali proviene da allevamenti industriali o da altre fonti estremamente non etiche. Direi che non esiste una fonte etica per produrre o mangiare qualcosa che provenga da un animale, soprattutto ai giorni nostri, quando è diventato chiaro che l’uso di animali per beni e servizi e il consumo di cibo non è assolutamente necessario e rappresenta uno dei più grandi, se non il più grande, contribuente alla distruzione ambientale. Ci sono miliardi di animali allevati per il macello ogni anno e così tanti di loro attraversano un’esistenza tortuosa, deprimente e straziante. Come abbiamo permesso che ciò accadesse? Il nostro rapporto con gli animali dovrebbe essere sacro, speciale. Come siamo diventati insensibili al dolore e al dolore che causiamo a questi esseri innocenti, vulnerabili, empatici, intelligenti ed emotive?

L’ultimo esempio di crudeltà sugli animali emerso proviene da attivisti per i diritti degli animali che hanno pubblicato orribili filmati da una fattoria della Coca-Cola. Questo filmato può sembrare scioccante per molti, ma non è scioccante per la maggior parte degli attivisti di animali, dato che questo è molto noto e una realtà che sta accadendo ogni giorno nella maggior parte degli allevamenti.

Come risultato del filmato, la Coca-Cola Corporation ha tagliato i ponti con la fattoria, che forniva il latte per l’azienda. Ma poi di nuovo, se bevi latte e / o mangi o usi prodotti animali, questo è ciò che stai sostenendo.

La missione di recupero degli animali ha inviato lavoratori sotto copertura in Fair Oaks Farms nell’Indiana, una delle più grandi fattorie del paese che fornisce latte per il marchio Fairlife della Coca-Cola.

Il filmato è stato pubblicato mercoledì, e mostra gli operai che prendono pugni,  a calci e lanciano vitelli e picchiano gli animali con barre d’acciaio e bottiglie di plastica “quasi quotidianamente”. I vitelli appena nati sono crudamente marchiati e ricevono cibo e sostanze nutritive inadeguate. Gli animali morti e morenti vengono lasciati al sole e i vitelli maschi vengono venduti alle fattorie, nonostante le fattorie sostengano il contrario.

Mentre siamo sul tema delle fattorie da latte, è importante sapere che le mucche sono imprigionate con forza in modo che possano produrre latte e che i loro piccoli vitelli siano strappati via da loro, il che è straziante per gli animali perché è l’unico pezzo d’amore che sperimenteranno mai più. I vitellini vengono poi cresciuti per essere massacrati o uccisi dopo essere stati strappati alle loro madri non molto tempo dopo la nascita.

Inoltre, perché gli umani bevono il latte di una mucca quando non è necessario? In effetti, non è affatto buono per noi. Il latte delle mucche è stato propagandato per rendere le nostre ossa più forti e prevenire condizioni come l’osteoporosi. Si scopre che è l’esatto contrario, che il latte provoca la degenerazione ossea sanguinando il calcio dall’osso. Puoi leggere di più su questo qui. Inoltre, il dottor Colin Campbell, autore del “China Study”, ha scoperto che le proteine ​​animali (caseina trovata nel latte di una mucca) possono accelerare e “accendere” il cancro, mentre le proteine ​​vegetali hanno l’effetto opposto. Puoi leggere di più su questo qui.

Fare spazio agli animali che saranno utilizzati per il consumo umano è anche una delle principali cause di deforestazione.

Potresti anche essere interessato a leggere i seguenti articoli:   

Cose che accadono quando smetti di mangiare carne

I tassi di malattie cardiache dei mangiatori di carne rispetto ai vegani e ai vegetariani: il killer numero 1 negli Stati Uniti

Un TEDx Talk molto informativo che condivide fatti puri sul consumo di carne che alcune persone non credono ancora

Proteina vegetale VS. Proteine ​​dalla carne, quale è meglio per il tuo corpo?

Acidosi metabolica: è ciò che accade al tuo corpo quando mangi proteine ​​animali

ATTENZIONE: il video non’è adatto a bambini e persone sensibili 

Perché trattiamo gli animali come facciamo noi? Alla fine della giornata, noi siamo quelli che acquistano questi prodotti e sostengono questo settore, quindi abbiamo il potere di fermarlo. Tuttavia, la consapevolezza sta aumentando e il “mercato” vegano è esploso, mentre i prodotti lattiero-caseari stanno avendo un momento più difficile con le vendite. Solo le vendite di latte in America sono diminuite di oltre un miliardo di dollari.

Le cose stanno cambiando e noi dobbiamo continuare a creare consapevolezza e parlare per coloro che stanno attraversando il più grande genocidio della storia che non sono in grado di parlare da soli.

Aiuta a sostenere l’evoluzione collettiva

La domanda di contenuti di Collective Evolution è più grande che mai, ad eccezione delle agenzie pubblicitarie e dei social media che continuano a tagliare i nostri ricavi. Questo sta rendendo difficile per noi continuare.

Per rimanere veramente indipendenti, abbiamo bisogno del tuo aiuto. Non pubblicheremo paywall su questo sito web, perché vogliamo ottenere le nostre informazioni in lungo e in largo. Per soli $ 3 al mese, puoi aiutare a mantenere viva la CE!

SUPPORTO CE QUI!

Fonte Articolo: https://www.collective-evolution.com/ 

®wld 

L’intossicazione alimentare non è uno scherzo

 

Il CDC avverte l’America: NON LAVATE quel pollo infestato da malattie e superbatteri che state per mangiare

(Natural News)

Sei paranoico dei germi? Dovresti lavarti bene con acqua calda e sapone e prendere della vitamina D. Sei paranoico di germi nel cibo? Secondo il CDC, non lavare mai la carne cruda o le uova prima della cottura, perché quei germi sono molto pericolosi e possono facilmente diffondersi. Quindi, dorrai cucinarli quei germi, compresi i batteri e la salmonella, e poi mangiarli. Lavare il pollo nella tua cucina potrebbe diffondere germi mortali su utensili, taglieri e ripiani, quindi fai attenzione. Grazie all’intuizione, l’agenzia di regolamentazione “i cani da guardia”. Non smettono mai di stupirci.

Sì, questo è il miglior consiglio del CDC per evitare di essere infettati da batteri presenti nei polli allevati durante l’operazione alimentare di animali confinati (CAFO – dove la maggior parte dei polli in America vengono allevati e macellati in modo disumano), dove all’animale gli vengono sparati quantità massicce di antibiotici, perché vive in ambienti orrendi, malato dal mangiare cibi geneticamente modificati e pieno di sostanze cancerogene da sovradosaggio di ormoni.

In America, settimane (o anche mesi) prima che il pollo muoia, soffre di malattia, tristezza, e sente e guarda le sue coorti essere massacrate. Quella carne è spesso contaminata da salmonella, batteri perfringens di clostridium e batteri campylobacter, tra tutti i micidiali parassiti e patogeni. Stai pensando di essere al sicuro perché adesso mangi meno carne rossa e più pollo? Pensa di nuovo.

Clostridium perfringens sono la causa di oltre un miliardo di malattie gravi ogni anno. Perché? Perchè la maggior parte della gente crede che il CDC e LE LORO MENZOGNE nel cuinare il pollo, credono di eliminare e uccidere tutti i batteri. Non è così. Non del tutto. Le spore possono ancora crescere di nuovo e i batteri possono prosperare, specialmente se non refrigerate o congelate correttamente quello che avete cucinato.

Al Bar il cibo viene lasciato sui banchi per molto tempo, come alle feste della fortuna, così anche i batteri iniziano a festeggiare a temperatura ambiente molto rapidamente. Pensa al cibo preparato qui o al cibo che è semplicemente tenuto “caldo” per ore e ore, come la maggior parte dei bar e di cibo nei ristoranti, nei negozi di alimentari e al bar, degli alimenti preparati dai “GMO e canola-mastri” – Cibi integrali. Vuoi del sugo caldo extra-delizioso su quella carne di mucca o il la menzogna “fresca”?

 

Gli americani ingurgitano qualsiasi carne, credendo ALLA GRANDE BUGIA CHE sia meglio per loro mangiare carne bianca invece di “carne rossa”

I Funzionari della salute del CDC continuano ancora con il loro fumo negli occhi e il gioco degli specchi. Benvenuti nel circo, il più grande “spettacolo” sulla terra, in cui i funzionari del governo aiutano a far ammalare le persone fingendo di prendersene cura. Preoccupati che tu possa lavare il tuo pollo a casaccio e tutto lo schifo, le malattie in tutta la tua cucina, ma non preoccuparti della tua testolina ha circa 50 vaccini che contengono tutte le neurotossine, le proteine ​​del sangue di altre persone (da aborti), l’urina animale, il glutammato monosodico e sì, c’è ancora mercurio nei preparati dell’influenza.

Esiste una serie di passaggi che è possibile adottare per evitare di avere noti agenti cancerogeni iniettati nel tessuto muscolare. Fase 1: leggere l’inserto del vaccino. Fase due: usare il buon senso e il giudizio. Fase tre: Ricorda che gli stessi germi trovati nel pollo sono in vaccini, tra cui E. coli e organismi geneticamente modificati.

Malattie di origine alimentare che aspettano solo di infestare il tuo corpo

L’intossicazione alimentare non è uno scherzo. Il CDC, sul loro sito web, cerca di “eliminare” la serietà del problema salute menzionando solo la febbre e la diarrea e lasciando fuori il cancro e la morte. È sempre solo una preoccupazione a breve termine per le aziende e le agenzie di regolamentazione. Si chiama malattia di 24 ore, perché se non ti ammali e muori quella notte o il giorno successivo dopo averlo mangiato, non attribuirai mai i tuoi mali sulla salute ad esso. Sì, stiamo ancora parlando di pollo. Non è più sicuro della tua carne di mucca o carne di maiale.

Anche i macellai e le fabbriche usano la candeggina e l’ammoniaca per uccidere i batteri nella maggior parte dei polli che si trovano nei fast food, nei negozi di alimentari e nei ristoranti delle catene di negozi. La maggior parte delle galline in America stanno veicolando pericoli per la salute mentre sono ancora in vita, e le persone che le consumano una volta morte, preparate, vendute e mangiate. Vengono miscelati batteri, virus, tossine di metalli pesanti, ammoniaca, candeggina, OGM, ormoni, antibiotici, parassiti, agenti patogeni e pensare di poter “cucinare” tutto ciò è solo un puro suicidio per la salute.

Molte persone vengono semplicemente infettate perché usano lo stesso coltello e il tagliere sui prodotti dopo aver tagliato il pollo crudo. O lo fanno tutto sul bancone e questo porta tutti i germi. Poi, come idioti completi, ottengono un vaccino antinfluenzale e un rimedio per il morbillo e pensano di essere “bravi”.

L’intossicazione alimentare può uccidere qualcuno che ha già un sistema immunitario debole, basta chiedere al CDC. Bene, allora la maggior parte degli Stati Uniti dovrebbe evitare il pollo come la peste, perché almeno 200 milioni di cittadini hanno indebolito il sistema immunitario quotidianamente da acqua fluorizzata, farmaci da prescrizione farmaceutica, OGM Frankenfoods come mais e soia e tutti i vaccini.

Scopri alcuni fatti che potresti non sapere sul pericolo di consumare carne cruda o carne che è stata “tenuta al caldo”

Soffri di febbre alta, sangue nelle feci, eruzioni cutanee, vertigini, vomito, frequenti mal di testa, disidratazione, infiammazione, artrite e letargia? Benvenuto in America. Si consiglia a questo punto di chiamare un medico naturopata che in realtà ha frequentato corsi di nutrizione al college, a differenza di tutti gli altri medici elitari M.D.s.

Sintonizzati su Chemicals.News per gli aggiornamenti sugli alimenti che non dovresti mai mangiare di nuovo se ti piace la salute e speri per la longevità, la forza d’animo e la felicità fino in fondo.

Le fonti per questo articolo includono:

FoxNews.com

CheatSheet.com

NaturalNews.com

Chemicals.News

CafoTheBook.org

aRespectfulLife.com

Fonte: https://www.naturalnews.com/


®wld

Il paradosso del progresso e conseguenze prossime future

Imagine dal film Geostorm

Ecco come sarà il mondo nel 2035  secondo l’intelligence americana

Nel 2019 disastri naturali causeranno una distruzione estrema globale. Ci si renderà conto di dover collaborare come una sola nazione per controllare il tempo. Così un team di 17 Stati costruirà insieme la rete di controllo nello spazio. Questa è la visione proposta  nel film ‘Geostorm’, in uscita nei cinema italiani tra pochi giorni.

L’ultimo rapporto dell ‘Intelligence Council USA’ disegna scenari che promuove una visione multipolare. Pechino, secondo il rapporto, è destinata, insieme alla Russia, a scalzare definitivamente gli Stati Uniti dal ruolo di unica superpotenza mondiale.

ll  mondo nel 2035  secondo l’intelligence americana 

L’intelligence USA ha delineato come potrebbe essere il mondo nel 2035. Diciotto anni possono sembrare un lasso di tempo molto breve per poter osservare dei cambiamenti radicali. Eppure molti osservatori sono concordi nel ritenere i prossimi venti/trent’anni come i più rivoluzionari di tutta la storia del genere umano. Inoltre basta guardarsi alle spalle e osservare i cambiamenti avvenuti nei vent’anni precedenti, per verificare come tale lasso di tempo sia più che sufficiente per dei mutamenti radicali. Diciotto anni fa il mondo doveva ancora assistere al crollo delle Torri Gemelle, alla conseguente guerra al Terrore, agli interventi militari in Afghanistan, Iraq e Libia, nonché alla crisi finanziaria del 2008. Insomma cambiamenti sconvolgenti.

Il paradosso del progresso 

Ci ha pensato ora il National Intelligence Council USA, organo strategico dell’intelligence USA, a mettere nero su bianco quello che potrebbe essere il mondo fra diciotto anni. Il documento, chiamato PARADOX OF PROGRESS fa parte del più ampio progetto “GlobalTrends” che ogni cinque anni cerca di dare un’idea del futuro più prossimo. Il documento serve così al presidente americano di turno, all’inizio del suo mandato (o al rinnovamento di esso), per farsi un’idea migliore delle sfide che lo attendono.

Per la sua redazione l’analisi si è servita di una dettagliata raccolta dati e di proiezioni basate sull’osservazione dell’evoluzione economica, sociale e tecnologica su scala planetaria degli ultimi anni. Un approccio scientifico per quanto la previsione del futuro non possa essere materia di scienza esatta. Tuttavia lo studio fatto dall’intelligence USA arriva addirittura al punto di prevedere quelli che potrebbero essere titoli di giornale in specifiche date.

La Cina si espanderà fino al largo delle Hawaii 

Ecco che il 3 febbraio del 2019 alcuni giornali scriveranno: “La Cina compra un’isola disabitata dell’arcipelago Fiji per costruire una base militare a 3.150 miglia dalle Hawaii per 850 milioni di dollari”. Pechino, secondo il report, è destinata, insieme alla Russia, a scalzare definitivamente gli Stati Uniti dal ruolo di unica superpotenza mondiale. In quest’ottica anche l’Europa uscirebbe dalla sfera d’influenza americana per entrare in quella euroasiatica.

Droni assassini e lavoratori sempre più flessibili 

Il 13 marzo del 2019 invece si titola che “Il Messico mette al bando i droni per uso privato dopo l’ultimo tentativo di assassinio”. La tecnologia, secondo il report, ha dunque preso il sopravvento e l’utilizzo dei droni diventerà nei prossimi anni dispnibile al grande pubblico. Il report denuncia in particolare come tali droni diventeranno facilmente reperibili anche per la criminalità organizzata, che potrà usare queste silenziose zanzare meccaniche al posto dei più riconoscibili sicari. Se saranno i droni a “sporcarsi le mani”, il lavoro delle forze di sicurezza del futuro diventerà sempre più impegnativo e difficile.

Il 17 settembre del 2021 è invece il turno della “rivolta dei gig workers a Londra”. I “gig workers” sono i lavoratori della cosiddetta “gig economy”. Si tratta di lavoratori senza stipendio fisso che lavorano solo “su richiesta (on demand)”. Lavoratori in proprio che svolgono attività temporanee. Secondo l’intelligence USA, infatti, lo sviluppo tecnologico creerà un ulteriore disequilibrio economico, modificando radicalmente la piramide lavorativa conosciuta dopo la Prima Rivoluzione Industriale. Così lo sviluppo progressivo di Intelligenza Artificiale andrà a sostituire il capitale umano in numerosi comparti, contribuendo allo sviluppo appunto della figura del lavoratore “su richiesta”.

C’è ottimismo per il futuro dell’Africa 

Se il futuro dei lavoratori dipendenti sembra a tinte fosche, pare invece che il 2035 rappresenti per il Terzo Mondo  un’opportunità di rivalsa. Nel documento redatto dall’intelligence USA si fa riferimento infatti a una rivoluzione energetica dell’Africa, che porterà il Continente ad una progressiva autosufficienza. Un traguardo raggiunto grazie allo sviluppo di pannelli solari e batterie fatte in casa facilmente reperibili a basso prezzo. A ciò si aggiunge poi la diffusione della tecnologia di desalinizzazione dell’acqua che contribuirà a stabilizzare la produzione alimentare africana.

Conflitti per acqua e cibo 

Per il resto del mondo invece i problemi legati all’acqua e allo sfruttamento del suolo diventeranno di primaria importanza. Ben 21 delle 37 sorgenti d’acqua più grandi al mondo sono attualmente sfruttate in maniera “insostenibile” e se la tecnologia non porterà un miglioramento a questo, secondo l’ intelligence USA, vi sarà un crescendo di conflitti. Stesso discorso vale per la terra, sfruttata oggi ad un ritmo quaranta volte più veloce rispetto alla naturale rigenerazione del suolo. Quest’analisi lucida arriva da una fonte più che autorevole e mette in guardia l’attuale presidenza americana rispetto ai rischi maggiori per la società contemporanea. Starà ora alla Casa Bianca interpretare al meglio gli avvertimenti lanciati dalla propria intelligence.

FONTE http://www.occhidellaguerra.it/sara-mondo-nel-2035-secondo-lintelligence-americana/

NEWS  Accelerail processo di de-dollarizzazione con la Cina in prima linea per spodestare lavaluta americana come riserva mondiale e come divisa

VEDI ANCHE 

The Governance of Geoengineering in 2025

PROGETTI MILITARI STATUNITENSI PER “CONTROLLARE Il CLIMA” ENTROIl 2025

GEOINGEGNERIA, “IL PROGETTO NEW MANHATTAN”. IL PIANETA SOTTOATTACCO

Fonte: http://www.nogeoingegneria.com/

_______________________________________________

Il rifiuto del dollaro da parte della Cina Washingtonn sta distruggendo il potere americano

by Paul Craig Roberts October 16, 2017 from PaulCraigRoberts Websit

Washington sta distruggendo il potere americano

La Cina e la Russia capiscono che Washington, invece di gestire un sistema equo, utilizza il suo ruolo di valuta mondiale per dominare altri paesi.

I lettori a casa e in tutto il mondo vogliono sapere cosa fare dell’annuncio che la Cina ormai condurrà acquisti di petrolio e vendite in moneta d’oro cinese.

  • Il dollaro sarà indebolito e crollerà per essere scartato come la valuta in cui viene effettuato il trasporto del petrolio?

Queste ed altre domande sono nelle menti dei lettori.

Di seguito è la mia opinione:

Il valore del dollaro americano dipende dal fatto che le banche centrali, le società e gli individui sono tenuti a tenere i loro beni o ricchezze in dollari.

  • Se lo sono, non importa quale sia la valuta utilizzata per la transazione del petrolio.
  • Se non lo sono, non ha importanza se tutto il petrolio viene fatto in dollari.

Perché? Perché se non vogliono tenere i dollari, li butteranno non appena la transazione sarà completata e si sposterà in altre valute o in oro.

Ciò che la Cina sta facendo è la creazione di una moneta che potrebbe essere una divisa più attraente da tenere.

È possibile che la moneta cinese appoggiata all’oro sia una mossa contro il potere statunitense, ma io la vedo diversamente. Lo vedo come una protezione contro il potere statunitense.

La Cina e la Russia si dissociano dal sistema del dollaro, perché Washington, sta abusando del suo ruolo della moneta mondiale, usa il meccanismo dei pagamenti in dollari per imporre sanzioni ad altri paesi minacciandoli di escluderli dal sistema di compensazione dei pagamenti.

In altre parole, Washington, invece di operare un ‘sistema equo’, utilizza il suo ruolo di valuta mondiale per dominare altri paesi.

La Russia e la Cina sono troppo forti per essere dominati, e quindi si stanno tirando fuori dal sistema del dollaro. Se seguissero altri paesi, il dollaro smetterà di essere uno strumento di controllo statunitense sul resto del mondo.

Per dirla in parole diverse, Bretton Woods ha dato a Washington la responsabilità del sistema finanziario mondiale. Washington ha abusato del potere affidatogli usando il sistema del dollaro per destabilizzare altri paesi, come attualmente il Venezuela  …

L’abuso di Washington sul ruolo della valuta mondiale per favorire gli interessi finanziari e commerciali americani e il potere di Washington sulle politiche straniere e nazionali di altri paesi ha messo in atto forze che elimineranno il ruolo del dollaro come valuta di riserva mondiale.

Il brutto è che l’arroganza di Washington sta distruggendo il potere americano.

Fonte: http://www.bibliotecapleyades.net/

Traduzione e adattamento: Nin.Gish.Zid.Da

Il carburante del l’élite

In un tempo molto lontano i nostri giorni non avevano tempo,
oggi sono schematici

Premessa: (corsivo mio)
Due anni fa (più o meno nello stesso periodo), ho pubblicato la trascrizione del video che ora vi ripropongo a fondo pagina.

In questo video (vedi sotto) di 8-minuti e 28-secondi mi ha lasciato senza parole. E’ come se da tempo immemorabile avessimo smesso di vivere, in realtà, viviamo in una continua bugia, una bugia che è diventata così diffusa, non possiamo vedere ciò che così evidente e sta realmente accadendo, tutto intorno a noi.

Vi siete mai chiesti cosa sia in realtà la libertà? Il suo vero e reale significato?

La libertà è definita come il potere o il diritto di agire, parlare o pensare come si vuole. Purtroppo, nella società di oggi, avete tutti a malapena questi potere, il diritto di agire è limitato da regole predefinite che dobbiamo seguire ciecamente da tempo immemorabile.

Siamo liberi di agire come vogliamo? O agiamo come ci viene detto, o è come se quasi che l’intero pianeta sta seguendo una sceneggiatura predefinita chiamata vita? Stranamente, questo copione ci ha fatto dimenticare la definizione stessa di vivere liberamente. Ci svegliamo, andiamo a lavorare, si mangia e si dorme.

Il pensiero è diventato una limitazione, soprattutto perché c’è così tanta contorta disinformazione intorno a noi. Dai libri di testo che vediamo a scuola, alle informazioni inutili che ci vengono propinate da società e media di tutto il mondo.

La libertà è diventata lentamente una parola che si è adattata a molti significati. Mentre i decenni e secoli sono passati, la libertà si sta trasformando in una parola irriconoscibile.

Da notare che la sensazione è quella di non essere imprigionati o ridotti in schiavitù.

Tuttavia, la prigione e la schiavitù sono tutte intorno a noi. Questo stato di schiavitù e prigione è presente nella società in modo diverso, senza essere visibile, siamo imprigionati da un sistema che è stato messo insieme dal popolo, ma è danneggiato e contorto al punto in cui ci comportiamo come se ci mancasse la mente e il cervello.

Diciamo che la libertà e le libertà sono presenti nella società, perché abbiamo una casa, un lavoro, una macchina, ma alla fine, siamo tutti bloccati su una massiccia ‘isola’ nello spazio chiamato Terra.

E’ come se la società ci abbia ingannato nel corso dei secoli, fino al punto in cui facciamo la guerra giustificandola per amore della libertà, anche se la libertà è qualcosa che non può esistere in uno stato di guerra, e le guerre non possono ottenere la libertà. Le guerre sono parte del sistema.

Come può esistere la libertà quando ci sono quasi un miliardo di persone che stanno morendo di fame? Questo significa che abbiamo scelto di ignorarle?

Ti senti libero?

Sii? Puoi bere l’acqua in libertà, sapendo che non è inquinata? Che non è avvelenata? Possiamo prendere il cibo da un albero come una volta facevano i nostri antenati e mangiarlo? possiamo coltivare il nostro cibo? Mentre tutto intorno a noi è controllato, ora, come stanno andando le cose, non stiamo certo migliorando come specie, siamo come un poveretto che sta pisciando fuori dal vaso.

Siamo DE-evoluti al punto in cui non siamo in grado di procurarci il cibo dalla natura, bere acqua fresca e fredda che sgorga, dal terreno. Usiamo solo la Terra per edificare le nostre case.

Sì, una volta-in un passato molto lontano, quando la libertà di parola non era ancora stata definita, eravamo in grado di fare tutto liberamente, senza paura e senza libertà, perché è la società moderna che ha creato la definizione di questa parola, ma fallì miseramente, per non parlare delle varie e adeguate implementazioni.

Questo video definisce e riprende tutto quello che siamo riusciti a fare come società. Si tratta di un campanello d’allarme.

Grazie per essere arrivati fin qui nella lettura, godetevi questo video. E’ un video che mi ha fatto pensare a molte cose. Si ringrazia Spencer Cathcart per la creazione del video.


Video sottotitolato il lingua italiana

Fonte: http://www.ancient-code.com/

Il video trascritto: domenica 8 febbraio 2015 … per tutti noi … 

Traduzione e adattamento Nin.Gish.Zid.Da

Lungo la strada è cambiato qualcosa

La menzogna che viviamo, di Spencer Cathcart

In questo momento potresti essere ovunque, potresti fare qualsiasi cosa, invece sei seduto da solo di fronte a uno schermo. Ma cos’è che ci ferma dal fare quel che vogliamo fare? Dall’essere ciò che vogliamo essere?

Ogni giorno ti svegli nella stessa stanza e segui gli stessi schemi, vivi la stessa giornata del giorno prima. E’ pur vero che un tempo ogni giorno era una nuova avventura. Lungo la strada è cambiato qualcosa.

Prima i nostri giorni non avevano tempo, ora sono schematici. E’ questo che vuol dire crescere? Essere liberi? Ma siamo veramente liberi?

Cibo, acqua, terra. Le uniche cose che ci servono per sopravvivere sono possedute dalle società. Non c’è più cibo per noi sugli alberi, né acqua potabile nei fiumi, né terra dove si possa costruire una casa. Se provi a prendere quello che ha da darti la Terra sarai isolato.

Quindi seguiamo le loro regole. Abbiamo scoperto il mondo attraverso i libri di testo.

Per anni stiamo seduti e ripetiamo quello che ci viene detto. Sottoposti a prove e classificati come soggetti da laboratorio. Cresciuti per non essere mai niente di speciale in questo mondo, per non creare differenze.

Abbastanza intelligenti da fare il nostro lavoro ma non da chiederci il perché lo facciamo. Quindi lavoriamo duro e non abbiamo mai tempo di vivere la vita per cui stiamo lavorando. Finché arriva un giorno in cui siamo troppo vecchi per il nostro lavoro e siamo lasciati a morire.

Saranno i nostri figli a prendere il nostro posto. Per noi il nostro cammino è importante, ma insieme non siamo altro che carburante. Il carburante del l’élite. L’élite che c’è dietro le multinazionali.

E’ il loro mondo e la risorsa più preziosa non è nella terra: siamo noi. Noi costruiamo le loro città, noi mettiamo in moto le loro macchine, noi combattiamo le loro guerre. Dopo tutto, ciò che li guida non sono i soldi: è il potere.

I soldi sono semplicemente l’arma che usano per dominarci. Inutili pezzi di carta da cui dipendiamo per sfamarci, per spostarci, per divertirci. Ci danno i soldi e in cambio noi gli diamo il mondo.

Dove c’erano alberi che pulivano la nostra aria ora ci sono fabbriche che la inquinano. Dove c’era acqua da bere, ci sono rifiuti tossici che puzzano. Dove gli animali correvano liberi, ci sono le imprese agricole che li fanno nascere e li scuoiano per il nostro appetito. Oltre un miliardo di persone muore di fame anche se c’è abbastanza cibo per tutti. Dove va a finire?

Il 70% del grano che coltiviamo è cibo destinato a ingrassare gli animali che mangiamo per cena. Perché dovremmo aiutare chi muore di fame quando non guadagneremmo nulla con ciò? Siamo la piaga che affligge la Terra, devastiamo quello che ci permette di vivere. Vediamo tutto come qualcosa che può essere venduto, come un oggetto da possedere.

Ma cosa accadrà quando avremo inquinato l’ultimo fiume? Quando avremo avvelenato anche l’ultimo respiro d’aria? Quando non avremo più il carburante per i camion che ci portano il cibo? Quand’è che capiremo che i soldi non possono essere mangiati, che non hanno alcun valore? Non stiamo distruggendo il pianeta. Stiamo distruggendo ogni forma di vita su di esso. Ogni anno migliaia di specie si estinguono. E manca poco affinché noi saremo i prossimi.

Se vivi in America c’è il 41% di possibilità di contrarre un cancro.
Una patologia cardiaca uccide un americano ogni tre. Prendiamo medicine per affrontare questi problemi, ma le cure mediche sono la terza causa di morte dopo il cancro e le malattie cardiache. Ci viene detto che tutto può essere risolto dando soldi alla Scienza, così gli scienziati scopriranno un modo per eliminare il problema. Ma le industrie farmaceutiche traggono vantaggio dalle nostre sofferenze.

Pensiamo di correre ai ripari, ma il nostro corpo è il prodotto di ciò che mangiamo, e il cibo che mangiamo è studiato per ottenere profitto. Ci riempiamo di sostanze tossiche. Il corpo degli animali è infestato da medicine e malattie. Ma non vediamo tutto ciò.

Le associazioni che detengono il potere mediatico non vogliono che noi sappiamo, quindi ci inondano di fantasie che spacciano per realtà. E’ divertente pensare che gli umani pensavano che la Terra fosse il centro dell’universo.

Ma, ancora una volta, continuiamo a vederci al centro del pianeta. Indichiamo la nostra tecnologia dicendo che siamo i più intelligenti. Ma veramente computer, macchine e industrie affermano quanto siamo intelligenti? Forse mostrano quanto siamo diventati pigri.

Ci mascheriamo dietro la parola “civilizzazione”, ma quando la togliamo, di noi, cosa resta? Siamo inclini a dimenticare che solo negli ultimi cento anni abbiamo concesso il diritto di voto alle donne, il diritto di equità ai neri. Ci atteggiamo come se fossimo tutti istruiti su tutto, ma sono molte le cose che non riusciamo a vedere. Camminiamo per strada e ignoriamo tutte le cose più piccole. Gli occhi che ci guardano, le storie che vorrebbero condividere. Vediamo tutto come uno sfondo di “me”.

D’altra parte abbiamo paura di non essere soli, di essere parte di qualcosa di più grande. Ma abbiamo fallito nel creare una connessione.

Ci va bene ammazzare maiali, mucche galline, uomini di un’altra terra. Ma non i nostri vicini, non i nostri cani, i gatti, quelli che abbiamo compreso ed amato.

Definiamo le altre creature come stupide e puntiamo il dito contro loro per giustificare le nostre azioni. Ma vi sembra giusto uccidere solo perché possiamo e abbiamo sempre potuto farlo? O proprio questo ci mostra quanto poco abbiamo imparato? Continuiamo a agire attraverso l’aggressività degli uomini primitivi più che attraverso il pensiero e la compassione.

Un giorno la sensazione che chiamiamo “vita” ci lascerà. I nostri corpi marciranno, i nostri averi più preziosi passeranno ad altri. Le azioni compiute in vita saranno le uniche cose a restare di noi. La morte ci circonda sempre, eppure sembra essere lontana dalla realtà di tutti i giorni. Viviamo in un mondo sull’orlo del collasso. Le guerre di domani non avranno vincitori. La violenza non sarà mai la risposta ma ucciderà ogni possibile soluzione.

Se tutti scavassimo tra i nostri desideri più profondi scopriremmo che i nostri sogni non sono così diversi.

Abbiamo tutti lo stesso obiettivo: essere felici. Facciamo il mondo a pezzi senza cercare altro che gioia, senza mai guardare dentro di noi. La maggior parte delle persone più felici sono quelle che hanno di meno. Siamo veramente così felici con i nostri iPhones? Le nostre grosse case, le nostre macchine alla moda?

Siamo disconnessi. Idolatriamo persone che non incontreremo mai. Assistiamo a avvenimenti straordinari sugli schermi e all’ordinario da ogni altra parte.

Aspettiamo che qualcuno ci porti un cambiamento senza mai pensare a iniziare a cambiare noi stessi.

Le elezioni presidenziali possono essere assimilate al lancio di una moneta: sono due facce della stessa medaglia. Scegliamo quale faccia vogliamo e abbiamo l’illusione della scelta, del cambiamento. Ma il mondo è sempre lo stesso.

Non riusciamo a capire che i politici non servono noi; ma servono chi ha dato loro il potere. Ma in un mondo di pecore ci siamo scordati di seguire la strada che ci eravamo prefigurati.

Basta aspettare un cambiamento.
Tu sei il cambiamento che vuoi vedere.
Non siamo arrivati fin qui stando seduti comodi.

La razza umana è sopravvissuta non perché fosse la più veloce, o la più forte, ma perché ha cooperato. Abbiamo eccelso nell’arte di uccidere.

Adesso perfezioniamo l’arte di goderci la vita. Tutto ciò, non per salvare il pianeta. Il pianeta sarà qui indipendentemente dalla nostra sopravvivenza. La terra ha girato per miliardi di anni, e ognuno di noi sarà fortunato a viverne ottanta. Siamo una goccia nell’oceano, ma il nostro impatto dura per sempre.

Spesso mi sarei augurato di vivere in un’era dove non c’erano i computer. Ma ho capito che non c’è nessuna ragione per volere ciò, perché questo è l’unico periodo della storia in cui ho sempre voluto vivere. Perché oggi abbiamo un’opportunità mai avuta prima. Internet ci ha dato il potere di condividere un messaggio e di unire milioni di persone in tutto il mondo. Finché possiamo è nostro dovere usare la tecnologia per unire, più che per combatterci.

Nel bene o nel male, la nostra generazione determinerà il futuro della vita su questo pianeta. Possiamo anche continuare a servire questo sistema di distruzione finché non rimanga di noi alcuna traccia di esistenza; oppure possiamo uscire da questo sonno ipnotico, capire che non stiamo evolvendo ma regredendo.

Questo esatto momento è l’attimo portato da ogni passo, ogni respiro, ogni morte, fino ad adesso. Puoi decidere di scegliere la tua strada, o seguire la via che hai già preso migliaia di altre volte. La vita non è un film, le battute non sono già state scritte, siamo noi gli scrittori.

Questa è la tua storia, la loro storia, la nostra storia.

Spencer Cathcart

LINK

Articoli correlati:

L’illusione della libertà Pdf

La “libertà” nella società capitalistica

Ecco a voi vi presento ‘KRISS’ il cornetto felice

La frattura nella nostra catena alimentare
di Julian Rose

La catena alimentare opera all’interno in un dinamico ciclo di vita. Uno di questi ruoli è la connessione inscindibile tra il suolo, l’allevamento degli animali e l’uomo – finendo di nuovo nel terreno da dove è partito. Se uno di questi cicli e/o qualsiasi elemento viene avvelenato e indebolito, la conseguenza è che gli altri elementi saranno direttamente interessati.

La catena alimentare opera all’interno in un dinamico ciclo di vita. Uno di questi ruoli è la connessione inscindibile tra il suolo, la pianificazione degli animali e l’uomo – finendo di nuovo nel terreno dove è partito. Se uno di questi cicli e/o qualsiasi elemento viene avvelenato e indebolito, la conseguenza è che gli altri tre elementi saranno direttamente interessati.

Quando il ciclo della catena alimentare lavora in ottimale equilibrio, questo ciclo diventa dinamico nell’ambito della ruota della salute. Ogni anello è di sostegno e rinforzo all’altro, con una conseguente fertilità arricchita ed equilibrata, dal suolo fino all’altra estremità dell’uso umano, arrivando sulle nostre tavole un cibo veramente sano e nutriente. La Natura fa il suo lavoro e, l’agricoltore agisce a sostegno del flusso naturale.

I sistema di agricoltura biologica segue questo modello – questa ‘ruota della salute’. Lo fa riportando al terreno tutti gli elementi biodegradabili, compreso il letame che non è altro che il sottoprodotto di una fattoria che alleva il bestiame e a tutto quello che ruota intorno. Questi passaggi costituiscono le fondamenta, senza i quali il ciclo della salute non può essere raggiunto – e il cibo che si mangia non può correttamente nutrire il nostro corpo, mente e spirito.

Questo tuttavia non è il modo in cui gli alimenti vengono oggi coltivati, commercializzati nella post-industrializzazione, i cibi che si trovano nei supermercati e catene di negozi della grande distribuzione sono in gran parte dei cibi gravemente impoveriti dei valori nutrienti – di solito sono anche tossici.

Perché tutto questo?

Perché non riescono a rispettare la fondamentale legge della natura: restituire la materia dei rifiuti biodegradabili alla terra e al suolo facendo ruotare le colture evitando così che il suolo si ammali diventando sterile. Invece, un sistema di sviluppo che si è verificato subito dopo la Seconda Guerra Mondiale, si è visto una condizione conosciuta come “monocoltura” di cereali, semi oleosi, frutta e verdura, questo metodo ha significato la non rotazione delle colture, impedendo di fatto il ritorno dei rifiuti animali al suolo.

Come hanno fatto a mantenere il terreno fertile?

No! Non lo hanno fatto e il terreno non è fertile. Per produrre e far crescere, commercializzare le colture di massa è stato utilizzato l’azoto sintetico. Sono state utilizzate sostanze chimiche per debellare le cause di malattie che si sono accumulate nel terreno, questo a causa della non rotazione delle colture. Una miriade di sostanze chimiche, che si possono elencare come: pesticidi (per uccidere i parassiti); erbicidi (per debellare le erbacce); fungicidi (per uccidere il proliferare dei funghi). L’enfasi sull’uccidere non dovrebbe passare inosservato. Tutti questi agro-chimici hanno origini militari, che derivano dalle munizioni e industrie di gas nervino della Seconda Guerra Mondiale, e subito dopo messe a frutto nell’attuale agricoltura.

La gran parte delle colture di frutta, verdura e cereali coltivati in commercio vengono spruzzati con uno o più di questi elementi chimici, dalle tre alle otto volte l’anno. Molte colture sono state spruzzate con tutti e tre (pesticidi, erbicidi, fungicidi), Queste sostanze si sono verificate cancerogene (causando il cancro) e, pertanto, sono associati a molte altre gravi patologie sulla salute.

Praticamente tutti gli alimenti dei supermercati e della grande distribuzione, provengono dalle intensive operazioni fatte su larga scala su sistemi basati sulla chimica. la grande industria delle colture, come i governi, non sono interessati a operazioni agricole di piccole dimensioni. Essi sono interessati solo ai loro margini di profitto. La salute del suolo, o coloro che consumano il loro prodotti, non sono la loro priorità.

Solo la gestione del territorio in forma ecologica un tempo associato alle tradizioni agricole familiari, può garantire il nostro nutrimento in forma responsabile, colture coltivate a livello locale, trasformate e vendute: il vero cibo.

Gli animali allevati in grandi aziende commerciali, (allevamenti intensivi con strutture in cemento) la maggior parte pollame e suini, sono allevati con colture di alimenti costruiti chimicamente come sopra esposto. La maggior parte i mangimi sono composti con ingredienti a base di soia OGM con il mais in testa, quindi genericamente modificati. Praticamente, le sostanze chimiche sono presenti in loro, questo significa che tutte le carni, latte, uova, frutta, verdura e cereali.

Ebbene sì, i residui chimici sono presenti in tutti questi cibi, talvolta a bassi livelli, talvolta elevati. Ci sono delle linee guida (industria e governo) che hanno cercato di impostare quello che chiamano “livelli sicuri” sulla tesi dei residui chimici. Ma in verità, nessuno sa cosa sia sicuro e cosa non lo sia. Infatti come si può dire ‘sicuro’ (residui chimici o GM) il livello di tossicità all’interno degli alimenti.

Mangiare veleni non è raccomandabile. Mangiare alimenti chimicamente alterati e da DNA modificati (OGM) è solo raddoppiare il pericolo, pericolo che si estende attraverso l’ambiente e il sistema di vita. Come gli spray chimici che vengono spruzzati dall’alto sulla popolazione, che si combinano modificando geneticamente tutto quello che cresce normalmente in mezzo alle colture; Come possono resistere (erbacce a esponenti chimici agricoli) in un ambiente naturale: i fiori selvatici, erbe, erbe rare – così come gli insetti, api, uccelli e insetti che si nutrono di loro e della microfauna di vita nel sottosuolo.

Il vero significato di ‘monocoltura’ è questo: una coltura in cui una sola specie è destinata a sopravvivere.

Questo amici miei, è la posizione per quasi tutti gli alimenti che si trovano sullo scaffale della grande distribuzione e supermercati.

A causa della prevalenza della sintesi del sistema, il quarantacinque per cento dei terreni agricoli del mondo è dichiarato ufficialmente ‘degradato’ o ‘gravemente danneggiato’: il terreno è morto.

Questo dato è in crescita ogni anno, come l’enorme espansione degli allevamenti aziendali che forniscono le maggiori catene di supermercati e ipermercati, sono in aumento i loro imperi, portando fuori dal processo della terra e dal commercio le famiglie dei piccoli e tradizionali agricoltori. Una ‘pulizia’ che è supportata dall’Organizzazione Mondiale del Commercio, l’Unione Europea, The North American Free Trade Association – e ora il TTIP – e quasi tutti i governi e principali blocchi commerciali del mondo.

Ok, ora avete l’immagine di quello che succede – ecco quello che vi dirò nella fase successiva: La Trasformazione alimentare.

Quindi la tesi è che gli ingredienti denaturati e tossici vengono preparati fuori e poi incanalate nelle fabbriche alimentari per produrre il prodotto finale che si trovano sugli scaffali dei punti vendita commerciali di oggi. Questo articolo va ben oltre lo scopo per descrivere le migliaia – se non milioni di prodotti trasformati per far cadere le linee della produzione di ogni giorno e di ogni anno in tutto il mondo. Invece voglio soffermarmi su un solo dettaglio un esempio che potrà fungere da modello per migliaia di oggetti simili e onnipresenti in Europa e in Nord America.

Quindi cerchiamo e focalizziamoci su una produzione di massa, un tipico prodotto da forno. 

Regolarmente io e mia moglie, viaggiamo sui treni tra la Polonia e il Regno Unito, in questi viaggi ho avuto la possibilità di portare delle testimonianze personali su degli alimenti trasformati. Anche se la differenza tra le due nazioni (Polonia e Regno Unito), in sostanza, si è ridotta nel corso degli anni, ci sono dei fattori incontrovertibili sui menù e vagamente distintivi tra Polonia, Germania, e articoli belgi e britannici. Quello che sto per descrivere è un croissant – cerco di identificare facilmente la sua visibile provenienza. Senza dubbio orgogliosa della sua composizione!

Le caratteristiche irriconoscibili del cornetto KRISS

Questo croissant, può reperirlo chiunque prende un treno con un vano notte per dormire, su molte linee ferroviarie continentali e nel Regno Unito. Non vi è dubbio che lo si può trovare praticamente ovunque, così ben confezionato, maneggevole con una lunga durata nel tempo.
Ecco a voi vi presento ‘KRISS’ il cornetto felice, con un ripieno di caramello. KRISS, una sorta di cubo cyborgian con una grande bocca sorridente e perfetti denti bianchi, il cornetto è avvolto in un involucro di plastica. Ebbene sì, c’è qualcosa di particolarmente affascinante in quella bocca in basso a destra sulla confezione che rende difficile resistergli. Questo però non appartiene a quel particolare genere.

Normalmente non si indugia in prodotti confezionati – soprattutto non prima di controllare gli ingredienti, ho deciso così di dare a KRISS uno sguardo sulla scrittura appena visibile della confezione, cosa inconsueta per i prodotti simili che adornano il mondo del consumo fast food.

Così il felice croissant KRISS ci invita ad affondare i denti in: “Farina di frumento (wow!), sapore di caramello ripieno al 25%, zucchero, oli vegetali parzialmente idrogenati, acqua, latte scremato in polvere, tuorlo d’uovo in polvere, emulsionante (E475), addensante (E461), conservanti (E202) aroma, margarina, oli vegetali, oli vegetali parzialmente idrogenati (olio di palma, olio di semi di cotone, olio di girasole, emulsionante (E307), aroma (sì – di nuovo), colore (beta carotene), zucchero, glutine di frumento, lievito, emulsionanti (E471,472) aromi, conservanti (E282,270, E200) agente di trattamento della farina (E300)” Buon appetito!

Da mucche nutrite con OGM, da polli nutriti con OGM, prodotti OGM. Per tutto il resto aggiungere residui di antiparassitari e il miasma sintetico, sostanze tossiche che compensano gli aromi, conservanti, addensanti oli vegetali idrogenati e altro ancora.

Wow KRISS – grazie! Ma come si può impacchettare così tanto dentro di te? Certamente vi danno un sacco di soldi!

Mentre questo è un prodotto di lunga durata (non oserei chiamarlo alimento) – non credo sia eccezionale. Niente da fare, ci sono migliaia di prodotti da forno e di panetteria in esame sul mercato. Molti contenenti soia GM – ma non affermano mai che – indipendentemente del fatto che nei processi europei sono legalmente obbligatori da dichiarare l’esistenza di ingredienti commerciali geneticamente modificati negli alimenti commerciali. Una importante attenzione va fatta per il pane – i mass media che producono pagnotte commerciali mettono al loro interno strani ingredienti che in nessun caso si dovrebbero trovare all’interno di una pagnotta di pane.

La stragrande maggioranza del settore alimentare fa proprio questo. Come i microchip messi sulle autovetture, loro sfornano e producono i loro ‘cibi’ come la produzione di una fabbrica, assemblando e mettendo essenzialmente al loro interno veleni. Ma solo in piccole dosi sufficienti a non ucciderci definitivamente, ma solo in un continuo e lento avvelenamento, in modo di non accorgersi che effettivamente si sta morendo. Ma credetemi il 90% dei prodotti per – la nostra dieta standard occidentalizzata – comporta il consumo dei “non alimenti” denaturati e tossici che sono in bella fila sigli scaffali dei supermercati.

Una volta che ci si trova su questo tapis-roulant, il passo successivo è breve per passare al resto dopo aver adottato il cibo, ci si rivolge ai prodotti farmaceutici per alleviare l’aggravamento degli organi interni. Ebbene sì, i migliori amici sono il Big Food e Big Pharma – mentre i governi se ne guardano bene nell’intervenire, perché il reddito che ne deriva da questi due ‘amici’ è troppo attraente per prendere iniziative e imporre delle restrizioni.

Oggi, il ‘non food’ è così ingannevolmente presentato che Edward Bernays, il fondatore della moderna pubblicità, sarebbe orgoglioso di loro. A meno che non si arrivi saggiamente alla realtà che si sta mangiando qualcosa di sano, il mio consiglio è quello se si vuole vivere nel vero senso del termine, impostate la vostra vita su ciò che veramente è una mente rivitalizzata, corpo e spirito. Non solo il vostro – ma anche quello di Gaia – e l’intero ciclo della vita, appoggiandolo e sostenendolo ora e per eoni in avvenire.

Tutti noi abbiamo due opzioni a nostra disposizione: andate alla ricerca del vero cibo, veri agricoltori e una vita vera e reale – e/o annegare in un mare di pseudo-realtà di alimenti falsi e di una vita falsa, tutto questo serve solo a dare credito alle parole di Henry Kissinger “Se controlli le condizioni di approvvigionamento, controlli la gente”.

Julian è un pioniere dell’agricoltura biologica del Regno Unito, attivista internazionale e autore. E’ presidente della Coalizione internazionale per la protezione della campagna polacca. Il famoso libro di Julian ‘In difesa della vita’  è disponibile nelle librerie indipendenti e siti web, così come tramite www.julianrose.info

In collaborazione con: FONTE

Traduzione curata da wlady per http://ningizhzidda.blogspot.it/

L’indignazione di un giorno non basta!

Vero che pensavi che eravamo matti?

di Medici Alberto 

Che sostenevamo cose strampalate? Dai, non negarlo … sotto sotto l’hai sempre pensato … Non ricordi?

  • Quando ti dicevamo che l’11 Settembre non era stato un attentato di barbuti terroristi islamici che vivono nelle caverne dell’Afghanistan, ma un’operazione dei servizi segreti per giustificare due guerre di aggressione a due stati inermi, vero che pensavi che eravamo matti? Massì, la nazione più progredita al mondo, un faro per tutti i popoli, l’esempio di democrazia… mai si sarebbe potuta accettare una teoria simile, no?
  • Quando ti dicevamo che il denaro viene creato dal nulla dalle banche centrali ma molto di più dalle banche commerciali, che con il meccanismo della riserva frazionaria creano tutta la liquidità che c’è al mondo, indebitando tutti, stati, aziende, privati, di un debito eterno ed inestinguibile, che schiavizza l’umanità, vero che pensavi che eravamo matti? Se fosse stato così si sarebbe saputo, l’avrebbero insegnato nelle Università, che non era possibile che andasse così!
  • Quando ti dicevamo che il cibo è inquinato da additivi chimici se non addirittura alterato alla fonte, con gli OGM che causano malattie, tumori, difetti neonatali e nuove malattie, vero che pensavi che eravamo matti? Non ti sembrava possibile che la ricerca scientifica fosse così spudoratamente al servizio degli interessi economici e così contro l’uomo, vero?
  • Quando ti dicevamo che l’industria farmaceutica controlla tutta la sanità, ed è molto più attenta ai suoi profitti che alla cura delle malattie, e che per ottenere questo riesce a mettere il bavaglio a tutti gli studi e tutte le scoperte che potrebbero veramente far star meglio la gente, senza tenerla in cronico bisogno di farmaci, vero che pensavi che eravamo matti? Ti sembrava che era proprio grazie alle scoperte della farmaceutica che adesso si sta meglio, suvvia!
  • Quando ti dicevamo che il terrorismo è per lo più finanziato da quelli che vogliono la guerra, per appropriarsi delle ricchezze di altri paesi, e che hanno bisogno di tali atti terroristici falsi (False Flag) per avere la scusa per attaccare paesi indifesi, vero che penavi che eravamo matti? Ma no, dai, esiste l’ONU, gli stati si sono dati un ordinamento, ci mancherebbe…
  • Quando ti dicevamo che l’AIDS non è causato dall’HIV, che chissà poi se l’HIV esiste, se neanche in un processo sono riusciti a dimostrarlo, vero che pensavi che eravamo matti? E come puoi dire questo, con tutti i bambini che muoiono di AIDS… che crudeltà anche solo il pensarlo!
  • Quando ti dicevamo che anche il tumore, sì, il tanto odiato e temuto tumore, altro non è che una fase di un processo biologico, sensato e speciale, e come tale si può tranquillamente inquadrare in un disegno divino di perfetto amore che contempla le migliori soluzioni possibili per il nostro corpo, vero che pensavi che eravamo matti? Ma come si fa: lo dice anche l’esimio Veronesi: “Dio non esiste perché se no non ci sarebbero i bambini che muoiono di tumore”

-oOo-

 Adesso che però ti hanno toccato sula cosa che hai più cara, sui tuoi figli, ti sei accorto che l’impensabile avviene. Adesso che vogliono imporre, senza chiederti il consenso, una educazione sessuale spinta a sostenere l’insostenibile, ad esempio che il genere non è un fatto di natura o di biologia, ma di libera scelta del singolo, adesso ti sei reso conto degli assurdi estremi a cui può arrivare i potere (in questo caso per distruggere la famiglia, comunità dove si formano individui più forti e meno manipolabili, e il potere detesta chi non è manipolabile).

E su questo, grazie a Dio, ti sei svegliato.

E sei sceso in piazza.

Bravo. Te ne sono grato.

Ma ti chiedo un piccolo, ulteriore sforzo: adesso che sai che il potere ottuso non ha limiti, nelle sue richieste e nella spudoratezza dei suoi fini e dei suoi mezzi, fai 1+1 e domandati: ma se ci vogliono ingannare a questo punto su una cosa così evidente come il gender, a cosa possa essere arrivati negli altri campi?

E magari riconsiderare tutti i punti citati sopra. In fondo funziona sempre così. Ti fidi di qualcuno in maniera ostinata, cieca, fino a quando non te la fa troppo grossa. E allora a quel punto rimetti in discussione tutto, e ti rendi conto che tante altre volte ti ha ingannato.

A me è successo con l’11 Settembre. E da lì ho cominciato con tutto il resto. A te con le teorie gender? Bene. Continua così. Non lasciare che la tua indignazione sia una cosa di un giorno, di un sabato 20 Giugno 2015, e poi tutto ritorni come prima.

Comincia da qui. E Dio ti benedice.

Di Medici Alberto

Fonte: http://www.stampalibera.com/ 

http://ningizhzidda.blogspot.it/