Archivi tag: Cellulari

Il cavallo di Troia della banda larga per il 5G

 

Fibra per Internet: quando vengono aggiunte piccole celle, non sono affatto sicure

di BN Frank

L’attivista Post ha pubblicato un altro articolo al riguardo a dicembre, “Cos’è la fibra sicura?”

Potresti non essere a conoscenza di questo, ma l’industria delle telecomunicazioni ha installato fibra in tutti gli Stati Uniti per il 5G, anche se i dipendenti delle telecomunicazioni hanno dato testimonianza a febbraio che non hanno prove che il 5G sia sicuro.

Ciò che i dipendenti non hanno menzionato è che ci sono molte ricerche che hanno già dimostrato che il 5G è dannoso. Dal 2017, oltre 200 medici e scienziati hanno firmato una petizione per una moratoria sull’installazione. Molti studi hanno già dimostrato che anche il 4G è dannoso. Non solo: gli standard di “sicurezza” standard hanno più di 20 anni e quindi NON si applicano al modo in cui oggi usiamo o siamo esposti alla tecnologia wireless.

Ora altri attivisti stanno iniziando a mettere in guardia contro l’uso della fibra per installare eventualmente la tecnologia delle piccole celle nocive. Una volta che la fibra è a posto, gli americani non saranno legalmente in grado di mantenere le piccole celle dall’aggiunta.

Da B. Blake Levitt del Berkshire-Litchfield Environmental Council, “Fibra a banda larga, vista come un complesso cavallo di Troia” 

La “banda larga in fibra” dal suono innocuo è potenzialmente pericolosa, dal punto di vista finanziario, ambientale e legale. La fibra non sarà mai più il perfetto sistema dedicato. E’ stato rapito dal richiamo della sirena senza controllo della convenienza wireless. Una rete in fibra sicura e completamente cablata potrebbe essere stata il piano originale di NW ConneCT, ma leggendo attentamente, ora sono “fibre-to-the-carrabili” con la connessione finale – il cosiddetto “ultimo miglio” – colpito dai proprietari di case con vari fornitori di servizi in genere tramite connessioni wireless.

Il loro piano invita anche le telecomunicazioni a creare il 100% di connettività mobile, il che significa piccoli nodi cellulari – centinaia, se non migliaia – apposti ai poli di servizio in via dei diritti pubblici, che trasmettono 24 ore su 24, senza controllo o consenso informato di quelli vicini. Queste sono esposizioni altamente biologicamente attive.

L’installazione di piccole celle 4G e 5G viene forzata nelle comunità di tutti gli Stati Uniti (vedi 1, 2, 3, 4, 5), in tutto il mondo e anche nello spazio – nonostante la crescente opposizione (Vedi 1, 2, 3) e legale azione contro la Federal Communications Commission (FCC). (Vedi 1 , 2 )

Se questo ti riguarda, contrassegna il tuo calendario per la Giornata dell’azione americana contro il 5G il 15 maggio.

Video

Video

Per ulteriori informazioni su cosa è possibile fare, visitare i seguenti siti Web:

Rete di informazioni wireless

Americani per la tecnologia responsabile

5GCrisis

Informazioni 5G

Fiducia sanitaria ambientale

Nel movimento di potenza

Leggi della scorsa legislazione

My Street, My Choice

La nostra città La nostra scelta

Medici per tecnologia sicura

Scienziati per la tecnologia Cablata

TelecomPowerGrab.com

Cos’è il 5G.Info

Zero5G

Fonte: https://www.activistpost.com/

*****************************  

 

Rischio per la salute: i cittadini respingono le Torri 5G a Moraga, in California 

Postato da: Susie Steimle 

Potenzialmente le città  hanno un’influenza significativa per cambiare il panorama 5G, ma in genere sono troppo timide per farlo. La maggior parte licenzia le decisioni delle normative federali e statali. Nel frattempo, le aziende 5G sono diventate dei bulli fra i banchi di scuola minacciando infinite azioni legali. ⁃ Editor TN

La lotta del quartiere di East Bay contro il 5G è l’argomento di una riunione del consiglio comunale prevista per mercoledì sera. Si prevede che i residenti di Moraga si presenteranno e chiederanno alla città di fare di più per proteggere le persone dall’esposizione alle radiazioni dei telefoni cellulari.

È una lotta che sta accadendo in tutto il paese ed è stata particolarmente riscaldata nella East Bay. Ellie Marks è stato schietto contro 5G e aziende di telefonia cellulare per 11 anni.

“Potremmo non vedere le ramificazioni complete di questo per 20-30 anni. Come possiamo essere ciechi per tutto questo tempo? Non ha senso”, ha detto Marks.

La sua lotta è iniziata quando suo marito ha sviluppato un tumore al cervello nella parte destra della sua testa nel 2008. Dice che era un utente di telefoni cellulari pesanti dal 1986.

“L’ha usato tutto il tempo; lo ha tenuto dritto al suo orecchio destro e il tumore si è sviluppato proprio dove ha tenuto il telefono”, ha detto Marks.

Fortunatamente suo marito è sopravvissuto, ma lei dice che era il suo campanello d’allarme. Da allora, ha girato il paese, organizzandosi contro la diffusione delle torri dei telefoni cellulari e sensibilizzando sull’aumento dell’esposizione alle radiofrequenze.

La FCC e le società di telefonia cellulare mantengono tutte l’esposizione RF che riceviamo dai telefoni cellulari e si trova a livelli sicuri.

“La FCC sta mentendo al grande pubblico”, ribatté Marks.

“Finora tutti i principali studi lo hanno concluso [5G] non ha un impatto dannoso”, ha detto l’editore di CNET al Grande Ian Sherr.

Sherr ha seguito il lancio del 5G e la corsa per battere la Cina per un lancio completo del 5G.

“Il 5G non è solo un altro ‘G.’ Dovrebbe essere più veloce, più affidabile e probabilmente il modo in cui Internet funzionerà cambierà a causa di questa tecnologia”, ha detto Sherr.

Leggi la storia completa qui …

Fonte: https://www.technocracy.news/

 ***************************** 

Roma Stop 5G: servono Regolamento e Piano Antenne. I comitati capitolini denunciano la più grande “discarica elettromagnetica europea”

RICEVIAMO E VOLENTIERI PUBBLICHIAMO

Apprendiamo con sconcerto che l’Antitrust ha deciso di ricorrere al TAR contro alcuni comportamenti ed atti posti in essere dal Comune di Roma, diretti a rallentare od ostacolare la realizzazione delle reti di telefonia mobile di nuova generazione.

Da una attenta lettura della segnalazione dell’Autorithy emerge chiara e senza appello la responsabilità delle istituzioni capitoline che, a distanza di tre anni dall’insediamento, non hanno ancora applicato il Regolamento delle antenne, approvato con deliberazione n° 26 del 2015, omettendo di realizzare il Piano territoriale, ovvero lo strumento urbanistico capace di fornire gambe e contenuti al Regolamento.

Ora, le conseguenze sono sotto gli occhi di tutti. Appena il TAR si pronuncerà (e sarà scontata la sentenza a favore dell’operatore TLC), con la stessa decisione quasi sicuramente saranno rese inservibili cospicue parti del Regolamento, compromettendone l’applicazione per sempre.

Quello stesso Regolamento che già nel 2017 aveva brillantemente superato il vaglio delle censure del giudice amministrativo di 1° grado, chiamato a pronunciarsi dai maggiori operatori TLC italiani, preoccupati per i limiti che lo stesso poneva alla libertà di installare antenne in ogni angolo della città eterna.

Così, a fronte di questa ingiustificata e prolungata inerzia delle istituzioni a guida 5Stelle, il far west di antenne, torri, ripetitori e tralicci, che ha reso la Capitale la “discarica elettromagnetica più estesa d’Europa“, subirà un ulteriore incremento, con l’imminente diffusione delle nuove tecnologie in 5G, a cui si aggiungeranno, accresciuti e incontrollati, i rischi di esposizione all’elettrosmog di tutta la popolazione.

Proprio un bel servizio alla cittadinanza!

Coordinamento dei comitati romani contro l’elettrosmog

RIPRODUZIONE CONSENTITA, CITANDO LA FONTE

Fonte: https://oasisana.com/

®wld

Il cancro insolito chiamato Schwannoma, cancro del cuore

 

Lo studio dice che non solo i telefoni cellulari provocano tumori al cervello – Ma anche gli stessi telefoni stanno causando tumori cardiaci

di Arjun Walia  

IN BREVE

I fatti: 

Il cancro insolito chiamato Schwannoma, cancro del cuore, nei ratti maschi è stato causato dalle radiazioni elettromagnetiche. Inoltre, uno studio delle radiazioni delle celle cellulari ha riscontrato anche aumenti nei tumori maligni del cervello (gliali).

Riflettere su: 

La sperimentazione animale non è necessaria a questo punto. Abbiamo tonnellate di dati su questo, non c’è più bisogno di discussioni scientifiche in quanto questo non sembra essere un dibattito, quindi perché la società ha sempre litigato? 

Ci sono già problemi con le tecnologie attuali, ma al momento, il wireless 5G sta facendo molto rumore. La ricerca ha anche dimostrato che le stesse frequenze usate dal Dipartimento della Difesa nelle armi di controllo della folla costituiscono in realtà le fondamenta della rete 5G. Il Dr. Sharon Goldberg, un medico e professore di medicina interna ha recentemente rilasciato la sua testimonianza in un’audizione in Michigan sui pericoli delle radiazioni elettromagnetiche. È una testimonianza molto potente. 

La radiazione wireless ha effetti biologici. Periodo. Questo non è più un argomento di discussione quando si guarda PubMed e la letteratura di revisione tra pari. Questi effetti sono visti in tutte le forme di vita; piante, animali, insetti, microbi. Negli esseri umani, ora abbiamo una chiara evidenza di cancro: non c’è dubbio Abbiamo prove del danno al DNA, cardiomiopatia, che è il precursore dell’insufficienza cardiaca congestizia, effetti neuropsichiatrici … 5G è un’applicazione non testata di una tecnologia che sappiamo essere dannosa; lo sappiamo dalla scienza. Negli studi universitari, questa è chiamata ricerca sui soggetti umani. “- Goldberg 

Puoi guardare l’intero video e leggere di più qui

Al momento ci sono centinaia di scienziati che hanno chiesto alle Nazioni Unite di approfondire questo argomento. Chiediti, perché ci sono più di 2000 studi peer-reviewed che mostrano che cosa stiamo facendo con l’esposizione EMF non è sicuro?  

Secondo l’appello inviato ad Antonio Guterres, Segretario Generale delle Nazioni Unite, sulla questione EMF: 

Numerose pubblicazioni scientifiche hanno scoperto che l’EMF colpisce gli organismi viventi a livelli molto al di sotto delle linee guida sull’esposizione internazionale adottate dalla maggior parte delle nazioni industrializzate. Esiste tuttavia una discrepanza nel modo in cui questa questione viene considerata dall’OMS. Mentre l’OMS ha accettato la sua raccomandazione dell’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (IARC) che classifica sia ELF / EMF che RF / EMF come “Possibili cancerogeni” del Gruppo 2, anch’essa, in diretto contrasto con questi avvertimenti, raccomanda l’adozione dell’Internazionale Linee guida della Commissione in materia di protezione dalle radiazioni non ionizzanti (ICNIRP) per gli standard di esposizione. Queste linee guida, sviluppate da un gruppo indipendente di auto-selezionati 2, sono state a lungo criticate come non protettive data la scienza ormai consolidata. 

Questa informazione, e molto altro, è esattamente il motivo per cui più paesi in tutto il mondo hanno completamente vietato i telefoni cellulari quando si tratta di giovani utenti, telefoni cellulari a scuola, internet wireless nelle scuole elementari, asili nido e pre-scuole. 

La consapevolezza in Europa sembra progredire a un ritmo più veloce rispetto alla consapevolezza in Nord America. Prendiamo la Francia, ad esempio, nel 2015 hanno approvato una legge che vieta il WiFi da tutte le scuole materne. Oltre a ciò, la legge stabilisce che il Wi-Fi deve essere disattivato in tutte le scuole elementari quando non è in uso. È preferibile una connessione cablata, se possibile. Quando si tratta di telefoni cellulari in Francia, tutti gli annunci pubblicitari devono raccomandare cuffie per ridurre l’esposizione delle radiazioni del telefono al cervello. Inoltre, le pubblicità che indirizzano l’uso del cellulare per i bambini sono vietate. 

“Senza mezzi termini stanno danneggiando le cellule viventi nei nostri corpi e uccidendo molti di noi prematuramente”. –
D r. Martin Blank , Ph.D., del Dipartimento di Fisiologia e Biofisica cellulare dell’Università della Colombia ( fonte )  

Il cuore

I ricercatori del rinomato Istituto Ramazzini (RI) in Italia hanno annunciato che uno studio a vita su larga scala su animali da laboratorio esposti a livelli ambientali di radiazione di cellule cellulari ha sviluppato un cancro. Uno studio da 25 milioni di dollari di livelli molto più alti di radiazioni a radiofrequenza (RF) da parte del National National Toxicology Program (NTP), ha riportato anche lo stesso insolito cancro, chiamato Schwannoma del cuore, in ratti maschi trattati alla dose più alta . Inoltre, lo studio RI delle radiazioni delle cellule cellulari ha riscontrato anche aumenti nei tumori maligni del cervello (gliali) in ratti femmina e condizioni precancerose tra cui l’iperplasia delle cellule di Schwann in ratti sia maschi che femmine.

I risultati dello studio stanno facendo notizia. Leggi l’articolo del Corriere di Bologna ” Cellulari, uno studio di Ramazzini:” Provocano tumori molto rari. ” 

Le nostre scoperte di tumori cancerosi nei ratti esposti a livelli ambientali di RF sono coerenti e rafforzano i risultati degli studi NTP statunitensi sulle radiazioni dei telefoni cellulari, poiché entrambi hanno riportato aumenti negli stessi tipi di tumori del cervello e del cuore nei ratti Sprague-Dawley . Insieme, questi studi forniscono prove sufficienti per richiedere all’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (IARC) di rivalutare e riclassificare le loro conclusioni riguardo al potenziale carcinogenico della RFR negli esseri umani”, ha detto Fiorella Belpoggi Ph.D., autore dello studio e direttore della ricerca del RI. ( fonte

Lo studio ha esposto 2448 ratti Sprague-Dawley dalla nascita fino alla loro morte naturale alle radiazioni delle celle per 19 ore al giorno. Le esposizioni imitavano le emissioni delle stazioni base come quelle delle antenne delle torri cellulari, e questo è un punto importante, 

“Tutte le esposizioni utilizzate nello studio Ramazzini erano al di sotto dei limiti FCC statunitensi. Queste sono esposizioni consentite secondo la FCC. In altre parole, una persona può essere legalmente esposta a questo livello di radiazioni. Eppure i cancri si sono verificati in questi animali a questi livelli consentiti dalla legge. Le scoperte di Ramazzini sono coerenti con lo studio NTP che dimostra che questi effetti sono una scoperta riproducibile “, ha spiegato Ronald Melnick Ph.D., ex tossicologo Senior NIH che ha guidato la progettazione dello studio NTP sulle radiazioni dei telefoni cellulari, ora Senior Science Advisor to Environmental Health Trust (EHT). (fonte

Ecco un’altra citazione interessante dello studio, proveniente da Lennart Hardell, MD, Ph.D., medico-epidemiologo presso il Dipartimento di oncologia, Univesity Hospital, Orebro, Svezia, che ha pubblicato ampiamente sulla causa ambientale del cancro, tra cui l’agente Orange, pesticidi e radiazione a radiofrequenza dei telefoni cellulari. 

I risultati NTP statunitensi combinati ora con lo studio Ramazzini, rafforzano gli studi umani dal nostro team e altri forniscono prove chiare che le radiazioni RF causano neuromaa acustica (schwannoma vestibolare) e gliomi e dovrebbero essere classificate cancerogene per l’uomo. ( fonte

Gli investigatori dell’Istituto Ramazzini hanno completato quasi 500 analisi biologiche sui tumori su più di 200 composti e il loro design di studio è unico nel senso che gli animali sono autorizzati a vivere fino alla loro morte naturale per consentire l’individuazione di tumori in via di sviluppo tardivo. L’80% di tutti i tumori umani sono in ritardo di sviluppo, si verificano negli esseri umani dopo i 60 anni di età. 

Di seguito è riportata un’intervista con l’autore principale dello studio:  

Se desideri accedere a più informazioni e scienze riguardanti il ​​problema delle radiazioni elettromagnetiche, assicurati di visitare l’Environmental Health Trust (EHT). Ci sono ancora diversi problemi di importanza critica che devono essere affrontati senza che qualcuno ti giri gli occhi. Questo è uno di loro.

EHT è un think tank virtuale scientifico che conduce ricerche all’avanguardia sui rischi per la salute ambientale con alcuni dei migliori ricercatori al mondo. EHT educa le persone, i professionisti della salute e le comunità sui cambiamenti delle politiche necessarie per ridurre tali rischi. EHT mantiene un database regolarmente aggiornato delle politiche di precauzione mondiali: più di una dozzina di paesi consiglia di ridurre l’esposizione wireless ai bambini.

Cosa puoi fare

Quindi, cosa puoi fare a riguardo? Beh, potresti spegnere il cellulare quando ne hai la possibilità. Potresti avere una connessione Internet via cavo, che è anche più veloce del wireless. Potresti scollegare alcuni dei tuoi elettrodomestici prima di andare a letto, puoi acquistare materiali schermanti elettromagnetici, come pensiline, lenzuola, vestiti, vernici per proteggere tutta la tua casa ecc. Questi materiali sono là fuori, tutto ciò di cui hai bisogno è una ricerca su Internet per trovali.

Potresti anche scrivere al tuo governo o alle autorità locali. Puoi creare consapevolezza citando la scienza e mostrandola agli altri. Alla fine della giornata, ci sono diversi modi per limitare la tua esposizione, ma la verità è che non deve essere così. Questi segnali possono essere trasmutati senza l’uso di radiazioni ad alta frequenza dannose, quindi chiedetevi cosa sta succedendo qui? Perché selezioniamo intenzionalmente le frequenze che danneggiano gli umani?

Puoi anche mantenere un sistema immunitario sano, in grado di combattere e difendere qualsiasi malattia o danno causato da queste esposizioni. Qui a CE, abbiamo creato molta consapevolezza circa la connessione mente-corpo e quanto sia forte. La paura peggiora solo le cose e non aiuta quando si tenta di innescare il proprio effetto placebo.

Viviamo con questa tecnologia da un po ‘di tempo, ma solo ora le generazioni più giovani ci stanno davvero nascendo.

Il Takeaway

Questo è uno dei tanti esempi in cui la scienza industriale è chiaramente dimostrata falsa, in quanto vi sono numerosi studi scientifici ripetibili che mostrano il contrario. Questa è una questione importante, e ancora più importante è il riconoscimento del controllo societario sulla politica del governo. Evidentemente non viviamo in una democrazia, quando così tante persone possono diventare consapevoli e preoccupate di un problema, ma non riceve mai alcuna attenzione dai media mainstream ed è costantemente spazzata sotto il tappeto, mentre la società mantiene la sua sicurezza.

Come potrebbe un essere umano, colui che prende queste decisioni e approvare questo processo, fare una cosa del genere in buona coscienza? L’asporto qui è riconoscere che alla fine è necessario uno spostamento di coscienza. L’etica, la moralità e il desiderio di non nuocere alla razza umana sono necessari e dovrebbero rappresentare il nucleo dei nostri progressi tecnologici e intellettuali. Questi esempi ci mostrano la natura arretrata di come stiamo vivendo in modo che possiamo riconoscerlo dentro di noi e iniziare a operare in modo più armonioso. Come facciamo nelle nostre vite individuali, anche il collettivo più grande fa. Non possiamo più contare su un sistema rotto per risolvere i nostri problemi, dobbiamo prendere l’iniziativa, come fanno tutte le persone menzionate in questo articolo.

I danni dello smartphone

 

L’esposizione prolungata alla luce blu dei telefoni cellulari può portare alla degenerazione maculare 

(Naturale News) Il tuo smartphone ti rende cieco? Una nuova ricerca ha confermato che la luce blu emessa dai telefoni cellulari e altri gadget può causare danni permanenti ai tuoi occhi e, infine, può persino portare alla cecità. Poiché il tempo passato a guardare lo schermo continua ad aumentare, aumenta anche il rischio di degenerazione maculare da troppa luce blu. Come gli scienziati ora sanno, la luce blu è fondamentalmente una campana a morto per la tua retina. 

Per i giovani di oggi, che sono stati esposti alla luce blu per tutta la loro vita, questo rischio è particolarmente preoccupante. Mentre non è un segreto che i bambini trascorrono troppo tempo incollati ai loro schermi, sta diventando sempre più chiaro che gli effetti dei cellulari sulla salute umana non sono ancora completamente compresi. 

Sia che si parli degli effetti dannosi della luce blu, sia degli effetti che causano il cancro delle radiazioni dei cellulari, gli scienziati stanno veramente imparando i risultati sulla salute delle nuove tecnologie dopo che questi prodotti sono stati sviluppati e messi in uso.

https://www.naturalnews.com/2018-10-30-prolonged-exposure-to-blue-light-from-mobile-phones-macular-degeneration.htmlClicca QUI per vedere il video sopra esposto 

La luce blu fa male ai tuoi occhi 

Scienziati dell’Università di Toledo affermano che la connessione tra la luce blu e la degenerazione maculare è impossibile da ignorare. 

Il dott. Ajith Karunarathne, un assistente professore del dipartimento di chimica e biochimica dell’università, ha spiegato: “Siamo esposti continuamente alla luce blu e la cornea e la lente dell’occhio non possono bloccarla o rifletterla”

“Non è un segreto che la luce blu danneggia la nostra visione danneggiando la retina dell’occhio”, ha aggiunto Karunarathne. La luce blu ha una lunghezza d’onda corta che causa la formazione di molecole tossiche nelle cellule sensibili alla luce dell’occhio. Queste tossine uccidono le cellule oculari sensibili alla luce, che sono necessarie per la visione. 

Come succede? La retina è una vitamina essenziale per i tuoi occhi. Le cellule sensibili alla luce nell’occhio dipendono dalla retina per rilevare la luce e inviare segnali al cervello. Ma quando la retina è esposta alla luce blu, diventa mortale. 

Kasun Ratnayake, un dottorato di ricerca lo studente che ha lavorato allo studio, ha spiegato, “Se fai brillare la luce blu sulla retina, la retina uccide le cellule dei fotorecettori mentre la molecola di segnalazione sulla membrana si dissolve.” 

Come spiega Green Med Info : 

Mentre la cornea e la lente dell’occhio sono trasparenti alla luce blu, questo spettro di luce eccita le molecole retiniche, creando sottoprodotti di condensazione chiamati lipofuscins: materiali fototossici, non degradabili che causano la degenerazione maculare. Questa “retina eccitata dalla luce blu” provoca cambiamenti irreversibili alla membrana plasmatica dell’occhio, interrompendo la sua funzione e causando danni ossidativi al nucleo della membrana. In poche parole, una luce blu brillante sulla retina uccide le cellule dei fotorecettori. 

Una volta che le cellule fotorecettrici sensibili alla luce dell’occhio sono morte, sono morte definitivamente. 

Attualmente, gli esperti affermano che gli adulti di età pari o superiore a 50 anni sono a rischio più elevato. L’alfa tocoferolo, un nutriente antiossidante naturale, può prevenire la morte dei fotorecettori nelle persone più giovani, ma i benefici diminuiscono con il passare del tempo. Per il set over-50, la degenerazione maculare da esposizione alla luce blu è una preoccupazione importante. 

I benefici protettivi dell’alfa tocoferolo (un tipo di vitamina E) sono promettenti, ma per i bambini i rischi di esposizione alla luce blu sono ancora poco conosciuti, soprattutto a lungo termine. Tuttavia, non è irragionevole sospettare che i bambini piccoli possano effettivamente essere più suscettibili agli effetti tossici della luce blu rispetto agli adulti, dato che non sono ancora in fase di sviluppo. 

Potrebbero volerci decenni agli scienziati per capire quale esposizione permanente alla luce blu fa agli occhi. Per i bambini, le fonti suggeriscono che i genitori impongono limiti sullo schermo, insieme a tempi designati “screen-free”, per aiutare a minimizzare l’esposizione. Anche gli adulti dovrebbero limitare il proprio tempo sullo schermo. 

Vedi più copertura di storie su problemi con la tecnologia su Glitch.news. 

Le fonti per questo articolo includono:  

GreenMedInfo.com  

AllAboutVision.com  

Independent.co.uk  

Fonte: https://www.naturalnews.com/ 

®wld

Come in un volo aereo di linea commerciale

La normalizzazione della follia

di Julian Rose

Sono seduto nella sala partenze dell’aeroporto di Cracovia, in attesa del volo per Edimburgo. Di fronte c’è una giovane donna con un cellulare rosa appoggiato al cavallo delle sue gambe e una bottiglia di plastica di Coca Cola in piedi nello stesso posto. Il primo, lentamente sta distruggendo il suo cervello e la sua capacità riproduttiva e il secondo lentamente sta distruggendo il suo intestino e il sistema nervoso.

Ha delle estensioni per le orecchie che provengono dal suo cellulare e indossa un’espressione vacua sul suo viso, un po’ dimessa. Ignara senza dubbio, che sta riducendo costantemente la sua aspettativa di vita.

È un posto abbastanza affollato. La consueta schiera di società globali dominanti mostra le ultime novità nei corridoi sterili illuminati dal neon che sono diventati l’ambiente stereo tipico degli aeroporti internazionali di tutto il mondo. Ogni prodotto confezionato e esposto viene visualizzato come “irresistibile”.

L’aria in questo posto è “condizionata”, ma così è tutto. Compreso il mucchietto di smog elettronico di microonde che assicura che il cervello di nessuno stia funzionando come dovrebbe. Siamo tutti anestetizzati.

L’elettricità prodotta è l’energia dominante qui, ronzante e continua attraverso i punti di forza di centinaia di elettrodomestici, schermi e hotspot Wi-Fi. Aeroporti come questo simboleggiano la normalizzazione della follia. I meno moderni totem techno-dipendenti della moderna era guidata dai computer, che strisciano avanti e indietro nella loro omogeneizzazione della diversità planetaria.

La signorina di fronte scruta lo schermo del suo cellulare. All’improvviso un piccolo barlume di un’espressione le anima il viso. Qualcuno le sta mandando un messaggio. Mi chiedo cosa dice? Forse “Come stai tesoro? Sono appena tornato a casa e ho trovato il tuo fratellino giocare a ‘giochi di guerra 3’ nella sua nuova App. Papà sta falciando il prato – di nuovo! Buon volo e non dimenticarti di mandarci un messaggio quando arrivi! Luv, mamma. “La sua faccia ritorna neutrale e sostituisce il telefono nella sua originale posizione di vita.

Fuori dalla finestra, vari e diversi veicoli robotici manovrano intorno agli acri di asfalto che formano i terminal degli aeroporti internazionali. Non un albero in vista. A pochi posti di distanza da me, un bambino è seduto sulle ginocchia della madre, meditando meditabondo su qualunque cosa si tratti di quei bambini. All’improvviso un bel sorriso illumina il suo volto. Un’aura sottile di redenzione si blocca nell’aria – e per un solo istante – la gioia pura penetra nel piccolo spazio in cui questa bambina emana il suo momento di piacere non trattato. Com’è bello vedere e sentire il potere dello spirito umano emergere in mezzo a questo inquieto luogo di cemento, fili, vetro e plastica.

In precedenza, sulla sicurezza, sono stato messo da parte per aver avvisato la macchina a raggi X. Un agente di sicurezza prende un paio di pinzette con una linguetta all’estremità e scansiona le mie mani e polsi. Che strano, penso, essere qui a scansionare … fino a quando mi ricordo che sempre più mortali ora hanno delle patatine ai polsi che senza dubbio allertano la macchina scanner. Mi viene in mente che forse sono stato “scheggiato” inconsapevolmente e sono costantemente monitorato dall’ufficio di investigazione centralizzato del fratello maggiore. Non è impossibile con qualsiasi mezzo, ma più probabilmente il motivo per cui il semaforo rosso si è acceso, è stato un pezzo di acciaio inserito nella gamba inferiore dal chirurgo osseo polacco che ha riparato la mia caviglia rotta un anno fa.

Circa trenta minuti dopo, a bordo dell’aereo, il lato umano della vita riesce a intervenire ancora una volta, questa volta nella forma dell’amministratore di volo; un’anima gioviale con un ampio accento scozzese e un sorriso scintillante. Le risate scoppiano mentre spiega perché, a causa dei passeggeri in arrivo che si eccitano, c’è una mancanza di panini a bordo per il viaggio di ritorno. Il vivace maggiordomo, ben oltre le fasi successive della sua carriera professionale, mi ha ricordato il lattaio che una volta ho assunto per consegnare il mio latte non pastorizzato e panna a Guernsey agli abitanti del South Oxfordshire. Era un Glasgowiano (di Glasgow) e quasi nessuno capiva una parola che stava dicendo – incluso me – così forte era il suo accento.

Ma ringraziamo Dio per il fatto che questi individui eccentrici rimangono in libertà nella società dominata dalle imprese, politicamente corrette e standardizzate. Non tutto è perduto, nonostante tutti i tentativi fatti per condurci alla sottomissione a un’esistenza di realtà virtuale senz’anima. Infatti, sempre più ci sono segni di una nuova vita che sta crescendo dove potrebbero essercene meno, come in un volo aereo di linea commerciale tra Cracovia ed Edimburgo. Ci sono sempre alberi che, dato solo il minimo barlume di luce, riescono a crescere attraverso il cemento progettato per tenerli fuori. Quelli in grado di essere ‘umani’ rappresentano probabilmente la maggioranza su questo pianeta; ma le pressioni per conformarsi all’agenda orwelliana cyborgiana sono implacabili – e il calore del cuore è spesso la prima vittima in questa spinta al dominio da parte di un “nuovo ordine mondiale” industriale guidato dai banchieri.

Il volo è tranquillo, per fortuna. Le persone si sistemano nelle solite occupazioni che preoccupano i passeggeri stipati come sardine in rumorosi e distintamente primitivi tubi di alluminio pressurizzati di due centimetri, proiettati nell’atmosfera superiore grazie a enormi volumi di cherosene sintetizzato.

Scendiamo sull’asfalto dell’aeroporto di Edimburgo e ci fermiamo al portellone. Tutti balzano in piedi come se rispondessero ai ritornelli di God Save the Queen. C’è la solita cavalcata sconveniente verso il punto di uscita del passeggero, con i telefoni cellulari ancora una volta in vigore; twittare e twittare come uno stormo di uccelli spaventati.

Ma poi qualcosa di decisamente diverso: i passaggi verso le formalità doganali sono completamente privi di pubblicità. Non c’è il solito ronzio elettromagnetico frenetico; niente musica prodotta in serie. La gente sembra rallentare. Al controllo dei passaporti un silenzio quasi palpabile riempie la sala. Le coppie sono prese insieme, passando senza intoppi attraverso i cancelli. Si può quasi toccare il senso di qualcosa di reale. Si può quasi sentire l’odore del “groviglio delle isole”. Quasi percepiscono gli altopiani non così lontani; i laghi, il mare, le alghe, l’erica e l’orgoglioso pifferaio nella valle.

Per coloro che conoscono queste parti, un piccolo brivido passa lungo la spina dorsale. Non sentiamo il lontano ritornello di cornamuse che ci chiama di nuovo alle armi? Antica e antica terra di aspre e aspre colline di granito, punteggiata da torrenti montani a cascata. Il paesaggio ossessionante e quasi senza alberi, devastato dall’uomo in passato, ma che trasuda ancora un potere magnetico irresistibile.

Uscendo da Edimburgo e percorrendo un sentiero attraverso i desolati altipiani verso le Western Isles, Jadwiga dichiara che la scena è “Un triste tipo di bellezza.” “Qui puoi vedere l’orgoglio di coloro che si sono trattenuti e che si sono rifiutati di essere “sviluppati” “pensò. “Una bellezza terribile”, io, uno scozzese, a forza dei miei antenati del clan Rose of Kilravock. E mentre viaggiamo, così questa piccola storia di umanità e disumanità si ferma. La morale, se dovessi chiamarla, è questa: dove l’uomo ha, per qualsiasi ragione, fallito nell’installare gli attributi laceranti e tormentosi della modernità, così vive invitando i nostri sensi più profondi a risorgere e riprendere a respirare. Suona, pifferaio alle porte dell’alba!

Fonte: https://www.activistpost.com/

®wld

Smart-Meter-possibile-bloccare-linstallazione?

 
 
SMART METER: POSSIBILE BLOCCARE L’INSTALLAZIONE?  
 
L’Associazione Codici precisa che la sostituzione non è obbligatoria per ogni consumatore: se infatti il nostro contatore non ha più di 15 anni di attività non è necessaria la sostituzione. In caso di aver superato la soglia dei 15 anni possono essere utili i consigli dell’ associazione AMICA.
 
***** 
 
Negli ultimi mesi molti cittadini stanno ricevendo la notifica da parte delle aziende che forniscono energia, gas e luce riguardo alla sostituzione dei vecchi contatori con i nuovi contatori digitali, chiamati “Smart meter” ovvero “contatori intelligenti” che funzionano a distanza utilizzando radiazioni da radiofrequenza.
 
L’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro ha classificato la radiofrequenza come “Possibile Cancerogeno per l’Uomo” (classe 2B). La ricerca scientifica indipendente ha dimostrato che questa classificazione andrebbe aggiornata come un “Cancerogeno Certo“, visto l’aumento dell’incidenza di tumori cerebrali osservata negli utenti di cellulari (L. Hardell, 2014). Chi propone i contatori digitali o Smart Meter sostiene che questi non rappresentino alcun rischio per la salute perché hanno delle emissioni di bassa densità di potenza, cioè che non superano i limiti di legge. Va detto, però, che secondo molti scienziati indipendenti i limiti di legge attuali andrebbero notevolmente ridotti per una ragione molto semplice: sono stati progettati per tutelare la salute dagli effetti termici dei campi elettromagnetici, ovvero per tutelare dal riscaldamento prodottoVari gruppi di scienziati indipendenti, come il Gruppo Bioinitiative e la Commissione Internazionale per la Sicurezza dei Campi Elettromagnetici (ICEMS) da decenni denunciano la necessità di ridurre immediatamente i limiti di esposizione a radiofrequenza per tutelare la salute dai numerosi effetti biologici non termici che possono verificarsi sui tessuti viventi per bassissimi livelli di esposizione, come anche quelli usati dagli Smart Meter.Ci sono persone, inoltre, affette da particolari condizioni di salute, come l’intossicazione da metalli pesanti, la Sindrome di Lyme, la Sensibilità Chimica Multipla, l’emicrania, l’epilessia, l’autismo e l’elettrosensibilità che risentono in modo immediato delle esposizioni a radiofrequenza anche per bassi livelli di esposizione.Chi è affetto da una di queste condizioni può richiedere all’azienda fornitrice di mantenere i vecchi contatori elettromeccanici privi di emissioni di radiofrequenza, per sé e per tutte le abitazioni vicine. AMICA ha predisposto un facsimile di lettera per SMART METER da spedire all’azienda per cercare di far valere il diritto alla salute. Non è facile perché la legge non prevede eccezioni, ma è evidente che la salute è un diritto inalienabile.  
 
Scarica qui il facsimile di lettera per SMART METER. Scarica qui di seguito gli allegati: Studio di Belpomme sulla Elettrosensibilità. Studio di Chiara De Luca e altri sulla Elettrosensibilità. – Studio di Olle Johansson sulla Elettrosensibilità in relazione alle infezioni croniche. – Appello di Parigi del 2015 sulla Sensibilità Chimica Multipla e sulla Elettrosensibilità.Risoluzione scientifica di Potenza Picena del 2013. – Studio di Stephen Geniuis sulla Elettrosensibilità. – Possibile correlazione da Lyme ed Elettrosensibilità. Monografia ICEMS sugli effetti non termici dei campi elettromagnetici 2010. – Rapporto del Gruppo Bioinitiative 2007 e 2012. – Classificazione della radiofrequenza come Possibile cancerogeno da parte della IARC. Studio di Hardell che considera la radiofrequenza un rischio cancerogeno Certo (2014). – Risoluzione n. 1815 dell’Assemblea Plenaria del Consiglio d’Europa, maggio 2011. – Studio in Australia che dimostra l’insorgenza di sintomi di elettrosensibilità dopo l’installazione di Smart Meters.
 
Se volete ricevere costanti aggiornamenti sugli effetti dei campi elettromagnetici, sulla battaglia per limitare l’uso di Wi-Fi e cellulari nei luoghi pubblici e per ridurre la diffusione di Smart Meter, potete fare una libera donazione e sostenere le attività di ricerca scientifica promossa da AMICA .clicca qui per diventare Sostenitori di AMICA Questo video, in inglese, di Naturalnews.com spiega bene come gli Smart Meter rappresentano un rischio di insorgenza di disturbi neurologici: clicca qui.  
 

FONTE http://www.infoamica.it/smart-meter-possibile-bloccare-linstallazione/

Nuovi contatori del gas: siamo obbligati a sostituirli?  

 
CODICI (centro per i diritti dei cittadini) : Gli utenti non sono obbligati a farsi sostituire il contatore. “È il distributore che è obbligato a garantire che i contatori funzionino e ogni 15 anni “dovrebbe” fare un controllo metrico su ogni apparecchio per verificare che risponda alle condizioni metrico legali”. Di conseguenza, secondo il responsabile Affari istituzionali di Codici Luigi Gabriele, “se abbiamo un contatore con meno di 15 anni possiamo evitare la sostituzione”.
 
Ma è davvero così? In effetti non c’è alcun obbligo di legge. Insomma, nessun tecnico dell’Italgas si presenterà mai alla nostra porta accompagnato dalla Polizia.
 
Associazione Codici al link: http://www.codici.org/energia.html  
 
VEDI ANCHE
 
 

Noi non siamo manichini

  

PhoneGate, lo scandalo dei cellulari fuori legge (ritirati dal mercato). Ecco la lista incriminata. Marc Arazi: “Quante sono le vittime?” – ESCLUSIVA OASI SANA 

di Maurizio Martucci 

Limiti soglia superiori ai livelli regolamentati. L’affondo: “Miliardi di consumatori sono stati consapevolmente fuorviati sui reali limiti di esposizione alle onde elettromagnetiche nell’utilizzo dei cellulari a contatto col corpo, tenuti in tasca, in mano o nel reggiseno”. Il più grosso scandalo al mondo sull’irradiazione irregolare emessa da Smartphone e telefoni cellulari si chiama PhoneGate. E’ scoppiato in Francia nel 2017 dopo l’avanzata delle ricerche di Marc Arazi, battagliero medico transalpino che nei giorni scorsi in Polonia, nel 3° Forum Internazionale “Protezione dell’ambiente dall’inquinamento delle radiofrequenze”, ha presentato nella sede municipale di Cracovia i dati di un clamoroso scandalo di portata mondiale, clamorosamente ignorato dalla stampa italiana. Sostiene Arazi: “Per più di 20 anni i produttori potrebbero aver messo sul mercato telefoni cellulari rischiosi per la salute e la sicurezza degli utenti. Diverse centinaia di milioni di modelli di cellulari e Smartphone di Apple, Samsung, Nokia, Alcatel, LG, Huawei, Sony, HTC, Motorola, Blackberry hanno fatto registrare valori preoccupanti”. Per Arazi, tutto è cominciato così. Pochi anni fa: “I risultati complessivi mostrarono che il SAR per il tronco e le estremità di 9 telefoni su 10 era superiore al valore limite quando i telefoni sono stati testati a contatto con il corpo. Alcuni telefoni cellulari hanno superato da 3 a 4 volte i valori limite”.

La querelle si riferisce ai valori SAR, ovvero ai limiti di emissione elettromagnetica stabiliti dall’’Unione europea e condivisi in quasi 150 paesi al mondo, concordati sulla base delle raccomandazioni della ‘Commissione internazionale sulla protezione dalle radiazioni non ionizzanti’ (ICNIRP). Si tratta – come spiego nel mio ultimo libro d’inchiesta “Manuale di autodifesa per elettrosensibili” (Terra Nuova Edizioni) – dell’unita di misura individuata per lo standard di sicurezza del telefono cellulare, creato su un limite soglia dedotto empiricamente dagli effetti termici, stabilito cioè non sulla possibile reazione umana registrata al momento dell’impatto con l’elettrosmog, ma sull’analisi di un campione di manichini riempito di gel, i phantoms, i cosiddetti fantasmi, che mimerebbero il punto di surriscaldamento registrato sulla materia vivente (ma noi non siamo manichini!) 

Infatti il SAR (specific absorption rate, cioè l’indice di assorbimento elettromagnetico di un tessuto stimato in 2W/Kg in Europa, generalmente indicato nelle istruzioni allegate a un telefono cellulare al momento dell’acquisto) è stato calcolato proprio in simulazioni di laboratorio, durante obsoleti e inadeguati test con fantocci imbottiti di una sostanza gelatinosa: un campione per altro non rappresentativo quanto a categorie di peso, altezza e capacita dielettriche dell’organismo umano e dei fluidi di un ‘cervello vivo’, non riproducibili con materiali sintetici. Questo perché l’Organizzazione Mondiale della Sanita non ha ritenuto doveroso considerare esami di tipo biologico in grado di investigare sui possibili effetti genetici ed epigenetici dovuti all’esposizione elettromagnetica, evidenziati invece nei risultati scientifici di 833 studi censiti da Henry Lai dell’University of Washington. Lo stesso Arazi, chiarisce: “Gli standard di controllo per la SAR non sono un metodo affidabile per determinare il livello di radiazione semplicemente perché la distanza alla quale il tronco SAR e le estremità del corpo sono misurate non è realistica”. 

“Il limite SAR è di 2,0 W / kg in media su 10 grammi di tessuto umano per 6 minuti di esposizione alla testa, al tronco e agli arti” – al cospetto di numerosi ricercatori e scienziati, ha detto a Cracovia Arazi, mostrando la presentazione che OASI SANA riporta in esclusiva per il pubblico italiano – “Per l’esposizione dell’intero corpo, la soglia SAR cosiddetta ‘corpo intero’ è di 0,08 W / kg, media per tutto il corpo. Negli Stati Uniti, in Canada e in altri 17 paesi, la Federal Communications Commission (FCC) ha richiesto dal 1998 che i telefoni commercializzati adottassero un livello SAR inferiore a 1,6 watt per chilogrammo (W / kg) in media su 1 grammo di tessuto umano per 6 minuti di esposizione per la testa e il tronco e 30 minuti per gli arti”.

Ebbene, in Francia nel 2015 l’Agenzia nazionale delle frequenze (ANSES) testò i cellulari disponibili sul mercato, evidenziando come su 95 telefoni cellulari, acquistati a campione dai negozi di vendita regolarmente autorizzati, ben l’89% faceva registrare un tasso di assorbimento specifico (SAR) superiore a 2,0 W / kg, ovvero con il 25% del valore SAR superiore addirittura al doppio, a ben 4,0 W / kg. Inoltre, contrariamente all’ingaggio di un’informazione trasparente per il consumatore, le istruzioni operative allegate nella scatola d’acquisto del 25% dei telefoni testati non indicavano nemmeno una distanza minima di sicurezza da dottare per l’utilizzo.

Da qui l’azione intrapresa dall’Organizzazione non governativa PhoneGate Alert, guidata proprio da Marc Arazi, che ha invitato l’ANSES ad “indicare se questi superamenti dei valori SAR registrati tra il 2012 e il 2016 possono causare effetti sulla salute ” e studiare in particolare le conseguenze per i bambini poiché ” possano essere più esposti degli adulti”. Le tappe dello scandalo PhoneGate portano impressi i medi dell’anno corrente: 

Ad Aprile 2018 la svolta. In Francia inizia il ritiro dal mercato dei primi 100.000 telefoni cellulari irregolari (Hapi 30, fabbricato da MOBIWIRE e commercializzato in Francia da Orange);  

• Il 29 Maggio 2018 tocca ai telefoni NEFFOS X1 TP902 importati dalla società TP-Link France, mentre l’ANFR annuncia di aver richiesto l’aggiornamento di tre telefoni dei marchi Alcatel PIXI 4-6, Eco Star Plus e Huawei Honor 8.

• Il 26 Luglio 2018 sempre ANFR dichiara che, dai riscontri effettuati, altri due modelli di telefoni cellulari superano il limite SAR, si tratta del Wiko Tommy2 (versione di Bouygues Telecom) e del Sense F23. 

• Lo scandalo acquista dimensioni mondiali: il 27 Luglio anche in Canada vengono ritirati dal mercato altri modelli di Smartphone risultati fuori soglia e il governo vieta la distribuzione dei modelli Alcatel U 50 per il superamento delle soglie di emissione normativa.

Il problema, ha poi spiegato Arazi nel forum polacco, è “l’assoluto fallimento delle normative e dei mezzi di controllo internazionali. In Europa, solo pochi paesi tra i quali Francia e Olanda, esercitano il controllo post-mercato. A fronte dei miliardi di euro introitati dalle vendite annuali di telefoni cellulari in Europa, la Francia spende in media 130.000 euro l’anno per il controllo di appena 70 modelli. In realtà, per tutti gli altri strumenti Hi-Tech non viene effettuato alcun controllo, vale per Tablet, Laptop e altri apparecchi wireless”.

Ma non finisce qui, perché il 28 Giugno 2018 l’associazione Phonegate Alert organizza a Parigi una conferenza stampa per chiedere il ritiro di più di 250 modelli dai mercati di Francia e in Europa (quindi, in Italia molti di questi modelli sono attualmente in vendita regolare). L’elenco dei marchi incriminati secondo Arazi, include le versioni di telefoni cellulari più utilizzati al momento (tra i quali almeno 34 modelli Samsung, 19 della LG, 14 della Wiko, 12 di Nokia, 10 di Huawei, 9 di HTC e di 5 Apple. “La pietosa reazione delle autorità europee – insiste Arazi – è stata quella di rivendicare il principio di segretezza in favore delle aziende produttrici, ovvero la clausola di riservatezza inclusa nell’articolo 5 della direttiva comunitaria 2014/53/UE, valido per tutte le apparecchiature a radiofrequenza e a rischio per la salute umana, ovvero telefoni cellulari, Tablet, computer e giocattoli wireless per bambini”. La domanda, allora, è presto fatta nell’interrogativo del Presidente di PhoneGate Alert: “Quante vittime ci sono già a causa di questa sovraesposizione acuta e cronica ai telefoni cellulari?”

Secondo Gilles Brégant, direttore generale dell’ANFR, la SAR di tutto il corpo è “non adatta ai dispositivi mobili, è la stima dell’esposizione per una fonte che è relativamente lontana e che inonderà l’intero corpo, ad esempio un’antenna”. Nuove frequenze (4G e presto pure il 5G) sono certamente più potenti e penetranti. “La ricerca scientifica è sempre in ritardo nell’analisi degli effetti sulla salute delle nuove tecnologie”, conclude Arazi. Ma anche i mezzi d’informazione non scherzano: in Italia l’opinione pubblica è totalmente all’oscuro degli inquietanti dati emersi da PhoneGate, ma soprattutto i cittadini-consumatori restano ignari dei reali livelli d’emissione elettromagnetica, la pericolosa irradiazione prodotta da cellulari, Smartphone, Tablet e Lim di uso comune, soprattutto tra i giovani, le fasce più a rischio e potenzialmente vulnerabili.

Riproduzione consentita, citando autore e fonte 

Fonte: https://oasisana.com/  

®wld

Nda, ho pubblicato questo articolo perchè ancora oggi sono alla ricerca di cosa abbia ucciso mia moglie, e forse qualche relazione potrebbe esserci con l’uso del telefono cellulare, cellulare (Motorola) che nell’anno 1998 regalai a mia moglie in occasione del nostro anniversario di nozze: 

Mia moglie (55 anni) è deceduta nel 2006 dopo quattro anni per un oligodendroglioma di secondo grado (un tumore celebrale infiltrante come un blob che si annidava tra i gangli del cervello, il continuo della disavventura e nefasta fine della mia amata continua QUI, alla fine di un articolo pubblicato in data 20 agosto 2015 che vertiva sulla tossicità dei Radio/Chemio terapici, usati e applicati come protocolli dalla medicina.

Un universo di incognite relative alla salute umana

 

La 5G spiegata dal ricercatore Arthur Firstember – siete avvisati  

 

di Catherine J. Frompovich  27 Agosto 2018  dal Sito Web ActivistPost  traduzione di Nicoletta Marino  Versione originale in inglese Versione in spagnolo 

 

Taos, Nuovo Messico 

12 Agosto 2018  

 

Un simposio di un giorno intero sul 5G è stato fatto a Taos, Nuovo Messico, domenica 12 agosto 2018.

Arthur Firstenberg ha parlato della storia, della scienza e ha descritto 5G, includendo 5G nei satelliti dello spazio, e i loro effetti previsti su tutti gli esseri viventi.

 

Cliccate sugli audio più avanti per accedere ai 34:23 minuti di Arthur Firstenberg sui sorprendenti fatti sull’informazione relativamente conosciuta e con tutta probabilità deliberatamente non fatta circolare,

Questa ricerca riguarda gli effetti nocivi sulla salute delle radiazioni di onde millimetriche di 5G emesse da migliaia di satelliti ionosferici, oltre a torri telefoniche 5G collocate all’esterno delle case, ad esempio, porte d’ingresso o finestre vicino alla camera da letto, senza che tu possa protestare contro di loro,

 

Non ci siamo evoluti con le microonde;
queste sono estranei a noi.

 

Dopoaver ascoltato la notevole conoscenza di Arthur basata sulle ricerche decennali dopo essere stato obbligato ad abbandonare la scuola di medicina visto che era diventato sensibile all’elettromagnetismo, agli utenti dei telefoni cellulari e ai dipendenti della tecnologia intelligente.  

 

 

Dovreste rendervi conto che esiste un “universo” di incognite relative alla salute umana, agli impatti ambientali e agli altri problemi dannosi che si materializzeranno come risultato del fatto che la 5G non la stanno studiando, fermandola completamente, ma la stanno accelerando con l’utilizzo smodato di dispositivi senza i quali Abbiamo vissuto fino a meno di 25 anni fa, inoltre c’è una mancanza di divulgazione ristretta delle capacità della 5G, che l‘esercito degli Stati Uniti utilizza come “armi di energia diretta“. [1-2]  

 

 

Fox News ammette che il governo degli Stati Uniti usa i Laser.   

 

Armi a energia diretta

 

Statisticamente, l’ipersensibilità elettromagnetica è un problema per la salute globale che aumenterà esponenzialmente quando ci sono 20.000 satelliti che inviano frequenza di onde millimetriche che nessuno sa relamente come trattare né come proteggersi dai loro impatti negativi sulla salute.  

I “Cappelli di carta d’alluminio” non aiuteranno

   

Non ci sarà nessun luogo dove nascondersi o trovare sollievo dalle frequenze millimetriche che la ricerca ha dimostrato che farà sì che i nostri corpi sentano che abbiamo delle continue e orribili scottature da sole e attiverà le nostre ghiandole sudorifere a lavorare delle ore extra oltre a provocare un severo danno agli occhi.

 

Utenti di tecnologia a microonde, valgono veramente la pena di fattori di rischio per la salute adesso anonimi che derivano dall’uso dei telefoni cellulari e dai microonde che contamineranno il paneta, l’umanità e l’ambiente?  

Esiste una possibilità più grande che tutti contraggono un forma di cancro poiché le microonde rompono la catena del DNA che una delle cause del cancro.   

Né il corpo umano né niente sul pianeta Terra è stato sottopsto a microonde fatte dall’uomo nei limiti millimetrici di 24 GHz e di più fino a 90 GHz …  

Rammentate che un GHz equivalle a un Bilione di Hertz (oscillazioni di frequenza di energia al secondo).

Adesso fate i calcoli e cercate di immaginare come reagirà il vostro corpo davanti a milioni di milioni di oscillazioni di frequenza che vi colpiscono ogni secondo al giorno, solo per poter bramare un dispositivo “intelligente”.  

Bibliografia

https://news.usni.org/2018/02/21/report-congress-army-directed-energy-weapons

https://healthimpactnews.com/2017/can-new-5g-technology-and-smart-meters-be-used-as-weapons/  

Fonte: https://www.bibliotecapleyades.net/ 

®wld