Archivi tag: Carta delle Nazioni

Settant’anni dopo il loro documento basato sui diritti

 

Le Nazioni Unite vogliono essere il nostro governo mondiale entro il 2030 

di E. Jeffrey Ludwig  27 ottobre 2018  dal sito Web di AmericanThinker 

L’ONU è il pilota solista per lo sviluppo sostenibile planetario, alias Technocracy. Essendo un sistema economico totalmente gestito dalla scienza e dall’ingegneria, sarà una dittatura scientifica e questa sarà la governance. Il governo come lo conosciamo non sarà necessario.  

fonte  

Negli anni ’60, studente universitario informato ma ingenuo, stavo attraversando il campus dell’Università della Pennsylvania con il Presidente del Dipartimento di Chimica, Prof. Charles C. Price

Mi disse che era presidente dei Federalisti del Mondo Unito e mi chiese se sapessi cosa fosse quell’organizzazione.  

Quando ho detto che non l’ho fatto, ha risposto che credevano in un governo mondiale che sarebbe cresciuto dalle Nazioni Unite. Ero senza parole perché non avevo mai sentito nessuno suggerire quell’idea prima. 

Per me, le Nazioni Unite (ONU) erano un’organizzazione “benevola” impegnata a fare pressioni sulla comunità mondiale in direzione della pace, e a gestire “programmi di beneficenza” per aiutare le popolazioni in difficoltà e impoverite del mondo. 

Ho immaginato l’ONU come una sorta di United Way su scala mondiale. 

Come emergerebbe la visione di un nuovo governo mondiale da parte di Prof. Price? 

Sebbene nel suo documento di fondazione esistesse un filo socialista, le Nazioni Unite si sono formate sulla base di una visione dei diritti umani presentata nella “Dichiarazione universale dei diritti umani” ( UDHR ) che poneva il concetto di diritti in prima linea per il progresso della corpo del mondo. 

E i diritti sono il cardine per elevare la libertà umana e la dignità dell’individuo. Il documento dell’UDHR ha seguito molti documenti straordinari che hanno presentato i diritti come il concetto centrale del mondo post-feudale:

  • la Dichiarazione inglese (o Bill) dei diritti del 1689 
  • la Dichiarazione di Indipendenza degli Stati Uniti con la sua importante e forte affermazione di diritti naturali inalienabili 
  • la potente Carta dei diritti degli Stati Uniti emanata nel 1791 
  • la Dichiarazione francese dei diritti dell’uomo e dei cittadini (1789) 

La parola “diritti” appare in quasi tutte le frasi del documento delle Nazioni Unite del 1869. 

Il documento è letteralmente ossessionato dai diritti, e bisogna presumere che siano ugualmente ossessionati dai successi dei diritti manifestati nel Regno Unito, negli Stati Uniti e in Francia. 

Tuttavia, ci sono alcune deviazioni dall’uso dei diritti che tutti conosciamo. 

Nell’articolo 3, invece dei diritti inalienabili di “vita, libertà e ricerca della felicità” contenuti nella nostra Dichiarazione di indipendenza, l’ONU dichiara il diritto di tutti, 

“vita, libertà e sicurezza della persona”. 

Stanno insinuando che la sicurezza porterà felicità? O stanno insinuando che la felicità è un valore troppo effimero e troppo occidentale? 

Forse più mondani obiettivi di sopravvivenza sono necessari per la maggior parte del mondo. 

Vediamo una ripresa di articoli dal nostro Bill of Rights come, 

  • condanna per punizione crudele e inusuale (articolo 5) 
  • procedura dovuta (articoli 6,7,8,9, 10, 11, 14, 17) 
  • ricerca illegale e sequestro (articolo 12) 
  • libertà di parola e riunione (articoli 19,20) 

Ma sono stati introdotti nuovi diritti che, già nel 1945, indicavano la strada verso l’intervento delle Nazioni Unite nella vita quotidiana delle persone in tutto il mondo. 

In tutto il documento, affermano, 

il diritto al cibo, all’abbigliamento, alle cure mediche, ai servizi sociali, ai sussidi di disoccupazione e invalidità, all’infanzia e all’istruzione gratuita, oltre al diritto al “pieno sviluppo della personalità” (immagina, l’ONU dice che ho il diritto di essere me) e il “diritto di partecipare liberamente alla vita culturale della comunità … e di godere delle arti” (ognuno di noi ha il diritto di godersi un dipinto o un film). 

Tuttavia, non dichiarano il diritto di apparire sul “Tonight Show” o “Saturday Night Live”, quindi c’erano dei limiti alla loro generosità. 

Nel 2015, a settant’anni dal loro originale documento basato sui diritti, le Nazioni Unite fecero un passo da gigante verso il governo globale che fu solo accennato nel loro primo documento di organizzazione. 

Hanno pubblicato un documento intitolato “Trasformare il nostro mondo – L’agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile“. 

Questo documento ha 91 sezioni numerate del programma delle Nazioni Unite per il governo mondiale. L’UDHR viene fatto riferimento una volta sola nell’intero documento dell’articolo 19. Diversamente dal “documento madre” originale che era inferiore a 1900 parole, questo documento è di 14.883 parole. 

I 91 punti affrontano le questioni sotto i cinque titoli di, 

  1. Persone 
  2. Pianeta 
  3. Prosperità 
  4. Pace 
  5. Associazione 

Inoltre, il documento fornisce 17 obiettivi di sviluppo sostenibile (SDG) per “migliorare” la vita sul pianeta. 

Cosa si intende con il termine “sostenibile?” 

La definizione più citata viene dalla Commissione mondiale per l’ambiente e lo sviluppo delle Nazioni Unite: 

“lo sviluppo sostenibile è uno sviluppo che soddisfa i bisogni del presente senza compromettere la capacità delle generazioni future di soddisfare i propri bisogni”. 

Le prime idee e ideali di diritti, libertà, uguaglianza e giustizia sono riassunti in base ai bisogni e ad un esplicito ambientalismo che sottolinea l’impossibilità di esaurire le scarse risorse planetarie. 

Naturalmente, il decollo è l’assioma marxista che la società dovrebbe essere organizzata attorno all’idea di

“da ciascuno secondo la sua capacità a ciascuno secondo i suoi bisogni”. 

Quindi, il marxismo è implicito nella sostenibilità, ma è sfumato dalla sua alleanza con aggiustamenti apparentemente scientifici e obiettivi legati all’ambientalismo. 

Un gergo tecnico è saldato all’intenzionalità marxista per produrre un senso di adattamento e progresso moderno. 

L’intero documento “Trasforma il nostro mondo” è proiettato in un flusso di coscienza di pia banalità per un futuro utopico. È un sogno utopistico fuori misura. Cinque dei 17 articoli riguardano l’ambiente. 

Ci sono obiettivi per le città, per le donne, per i poveri e anche per la vita sott’acqua. Assolutamente nessuna sfera dell’attività umana è esente dal controllo dell’ONU. La parola chiave ovviamente non è più “diritti” ad eccezione del riferimento obliquo di cui all’articolo 19. 

In effetti, questo scrittore non ha visto la parola diritti nemmeno una volta in questo documento, anche se quella parola è apparsa praticamente in ogni frase del documento originale delle Nazioni Unite. 

Gli one-worlders degli anni ’50 e dei primi anni ’60 sono ora al posto di guida dell’ONU e hanno fatto la loro mossa. 

La sovrapposizione dei discorsi marxisti su “soddisfare i bisogni” è passata al centro della scena. L’ONU si è assegnata un periodo di tempo per andare avanti nel suo piano per l’egemonia planetaria. 

Questa trasformazione proiettata specificando (ma senza dettagli) un nuovo ordine mondiale di responsabilità ambientale e una significativa riduzione della povertà e della fame non parla mai della dimensione pratica di vaste manipolazioni di persone da parte di leader cinici e burocrati ignoranti che mantengono le loro posizioni attraverso il terrorismo e la corruzione. 

Non discutono mai di incompetenza e corruzione, fratelli gemelli nella famiglia del venato. 

Il documento ritrae un mondo sincero in cui tutti coloro che detengono il potere vogliono aiutare l’umanità nonostante le prove quotidiane di 

l’egoismo, la corruzione, gli intenti omicidi, le manipolazioni diaboliche, i furti, le immoralità personali, gli odi e la totale depravazione di molti leader governativi in ogni paese del mondo e anche tra i leader degli affari. 

L’Agenda per lo Sviluppo Sostenibile non è forse una di quelle diaboliche manipolazioni? 

Invece, la libertà individuale è immersa in una mentalità collettivista determinata scientificamente e con decisioni definitive nelle mani dei diabolici e onniscienti Fratelli. 

La rilevanza dell’individuo è minimizzata. Viene proposto da un’ONU che non è più filo-occidentale, un corpo molto più grande di quello che esisteva nel 1945. 

Lo accetterete o è ora, più che mai, di riconsiderare la nostra appartenenza a quel corpo insostenibile …? 

Fonte:  https://www.bibliotecapleyades.net 

®wld

Una Nuova Corte Planetaria

Rimuovere 6 miliardi di persone dal pianeta Terra con una nuova “costituzione della Terra” “Un Nuovo Governo Mondiale”

Gli spopolatori ci stanno provando di nuovo, stanno spingendo per la riduzione di 6 miliardi di persone sulla Terra, al fine di ottenere una capacità sostenibile sul pianeta con solo un miliardo di persone.

Ma questa volta, il piano di spopolamento potrebbe essere codificato dal Vaticano. Il professor John Schellnhuber è stato scelto in qualità di relatore per la laminazione del Vaticano nell’esposizione di un documento papale sul cambiamento climatico. Lui, è il professore che in precedenza ha affermato che il pianeta è sovrappopolato da almeno 6 miliardi di persone.

Attualmente, il Vaticano sta fornendo una piattaforma che molti pensano anticiperà una dichiarazione ufficiale della Chiesa a sostegno del rivoluzionario spopolamento in nome della “scienza e del clima”.

“Il documento presente nell’enciclica, era previsto in uscita il 18 giugno dalla Città del Vaticano”,

Breitbart.com spiega: “Nessun documento del Vaticano è stato accolto con tale aspettativa, tranne forse con l’enciclica del 1968 sulla contraccezione.

Una Nuova Corte Planetaria che abbia la capacità di raggruppare tutte le nazioni, una specie d’arena per tenere tutta l’umanità sotto controllo.

Schellnhuber, sogna ad occhi aperti una “Corte Planetaria” e una “Costituzione Planetaria per la Terra”, volto a ostacolare la capacità di ogni governo e nazione sul globo. Egli descrive tutti questi dati in HumanansAndNature.org, lui, è un potente sostenitore del clima focalizzato sul governo del pianeta, una letterale dittatura scientifica, in base a ciò che la scienza e i suoi sostenitori del cambiamento climatico potrebbero fare insieme ogni anno.

Schellnhuber afferma:

“Vorrei concludere questo breve contributo, sognando ad occhi aperti su quelle istituzioni chiave che possono portare ad un sofisticato – e quindi più appropriata convenzionale del governo mondiale.”

– La democrazia globale potrebbe essere organizzata intorno a tre principali attività, vale a dire: (i) una Costituzione della terra; (ii) un Consiglio Globale; e (iii) una Corte Planetaria.

Non posso discutere di queste iniziative qui, ma ne voglio indica comunque alcune:

 – La Costituzione della Terra dovrebbe superare la Carta delle Nazioni Unite identificando i principi guida dell’umanità nella sua ricerca della libertà, la dignità, la sicurezza e la sostenibilità;

 – Il Consiglio globale sarebbe un’assemblea di persone elette direttamente da tutti i popoli della Terra, la cui ammissibilità non dovrà essere ostacolata da quote geografiche, religiose e/o culturali;

 – La Corte Planetaria sarebbe un organismo giuridico transnazionale aperto agli appelli da parte di tutti, in particolare per quanto riguarda la violazione della Costituzione della terra.

In poche parole, Schellnhuber pensa a un nuovo modo di governare il mondo dando all’umanità una “libertà” dettata da una nuova Corte Planetaria guidata da una Costituzione della Terra che, senza dubbio, inizierà affermando che il pianeta non può supportare più di un miliardo di persone. L’altra parte di 6 miliardi di esseri viventi se ne devono andare. 

Così l’alternativa della Carta dei Diritti, questa nuova Costituzione della Terra, sarà fondata su di un progetto di legge di decessi e/o un governo globale che potrebbe ordinare lo sterminio di esseri umani, come unico modo per “salvare il clima della Terra”.

“Una enciclica senza precedenti sul tema dell’ambiente, il pontefice sostiene e prevede che lo sfruttamento da parte dell’umanità delle risorse del pianeta ha varcato i confini naturali della Terra”, il The Guardian scrive: “il mondo sta affrontando una rovina senza una vera rivoluzione nei cuori e nelle menti.”

Il The Guardian prosegue nel suo documento:

   Il papa “punta ad un cambiamento dei cuori. Quello che ci salverà non sarà la tecnologia o la scienza. Quello che ci salverà sarà la trasformazione etica della nostra società”, queste affermazioni sono state dette dal carmelitano padre Eduardo Agosta Scarel, uno scienziato del clima che insegna presso la Pontificia Università Cattolica Argentina a Buenos Aires.

Anche il governatore della California è preoccupato per l’esistenza di troppe persone.

E’ interessante notare che, il governatore della California Jerry Brown potrebbe salutare tale piano di spopolamento strutturato con un Nuovo Governo Mondiale. Ha recentemente twittato che in California ci sono troppe persone, affermando: “A un certo punto, quante persone possiamo ospitare?” Il governatore Brown sostiene che il cambiamento climatico è la causa della attuale siccità, molto peggiore di qualsiasi altra in passato.

Sia il Vaticano che Jerry Brown e altri sostenitori dello spopolamento, si uniscono come Bill Gates, che una volta ha dichiarato che i vaccini possono contribuire a ridurre la popolazione mondiale dal 10 al 15%.

In verità, i vaccini somministrati a giovani donne si sono rivelati essere deliberatamente assemblati con prodotti chimici sterilizzanti, come indicato da medici cattolici della Kenya Association, una organizzazione pro-vaccino finanziato in parte dall’UNICEF.

Un caso allarmante che è successo in Messico, il 75% dei bambini che hanno ricevuto il vaccino sono finiti in ospedale e/o deceduti poco dopo aver ricevuto l’ultimo vaccino, molti hanno speculato su questo fatto che potrebbe benissimo essere parte dello spopolamento.

Rapido spopolamento o spopolamento graduale.

Dal momento che lo spopolamento globale è uno degli obiettivi da raggiungere, è auspicabile aumentare la consapevolezza di come potrebbe essere eseguito. Quando si parla di spopolamento, le tecniche pensate dai globalisti sono 2:

SPOPOLAMENTO GRADUALE:
Questo tipo di approccio si concentra sulla sterilizzazione nascosta nei vaccini, pillole per controllo delle nascite, e “servizi sociali” iniziative che tentano educare a convincere le donne ad avere meno figli. La strategia è quella di lasciare morire lentamente l’attuale popolazione di 7 miliardi durante il parto facendolo precipitare, portando a ridursi nel tempo la popolazione. Questo modo di ridurre lentamente la popolazione nel tempo si potrebbe chiamare metodo non-violento. Molto semplicemente, nessuno dovrà morire prematuramente.

DEPOPOLAMENTO RAPIDO:
Questo approccio consiste in tecniche di eliminazione veloce di miliardi di persone, mentre la colpa viene data a qualcosa d’altro. Le ipotesi più probabili sono il rilascio di armi biologiche sparse con l’aerosol (Ebola 2.0?), assemblaggio di virus tumorali aggressivi nei vaccini (vedere la confessione di un ex scienziato della Merck Maurice Hilleman), guerra nucleare globale, l’emmisione deliberata di EMP armi per sradicare la rete elettrica, e così via. Questi senza dubbio sono le cose più ignobili e nefaste da fare per lo spopolamento globale, che si ammanterebbero di omicidi su scala globale.

Tecniche di “spopolamento graduale” sono state provate nel 1970. Esse non hanno funzionato. Poiché la popolazione mondiale ha continuato a crescere, ora, i mediatori globali del potere sembra vogliano sperimentare tecniche di “un rapido spopolamento” per raggiungere il loro obiettivo e sbarazzarsi di 6 miliardi di persone dal pianeta.

Le previsioni sono di uno spopolamento accidentale

Un’altra dimensione in questo dialogo viene fuori nella variazione tra quello “pianificato” e lo spopolamento “accidentale”.

Manco a dirlo, lo spopolamento pianificato è l’obiettivo di azioni politiche che hanno lo scopo di ridurre immediatamente e quantitativamente il numero di esseri umani che vivono sul pianeta.

Lo spopolamento accidentale è ciò che accade quando succede una catastrofe imprevista sulla civiltà moderna mentre è intenta a vivere serenamente: per esempio un guasto alla rete di illuminazione, o un galoppante inquinamento genetico delle colture che conducono ad una fame globale. Gli scienziati del cambiamento climatico incoraggiano fortemente lo scarico di anidride carbonica nell’atmosfera che inneschi in qualche modo il crollo catastrofico della società, causando la morte di milioni o miliardi di persone.

Tenendo questo in mente, i globalisti si sentono e si osservano come compassionevoli verso l’umanità invocando il previsto spopolamento, impedendo quindi un catastrofico accidentale (ad esempio una globale moria dopo la caduta del catastrofico ecosistema globale). Per esempio, questo è il modo in cui razionalizzare i programmi di sterilizzazione nascosti nei vaccini, invece di parlare di come sbarazzarsi di 6 miliardi di persone dal pianeta. In poche parole quando stanno per eliminare 6 miliardi di nostri fratelli e sorelle, nelle loro menti è vivo che amano la vita e fanno tutto questo perché stanno difendendo l’ecosistema.

Ma, in particolare, come si fa a sbarazzarsi di 6 miliardi di persone se si è dei globalisti che spingono per l’omicidio di massa in nome della scienza e del clima?

Come si eliminano 6 miliardi di persone? Il film 12 Scimmie ce lo dice!

Uccidere una persona si chiama omicidio. Uccidere 6 miliardi di persone viene indicato come “scienza del clima” Ma come lo si può attuare, con precisione?

E’ meno complicato di quanto si possa credere. Come viene rappresentato nel film delle 12 scimmie, tutto quello che serve è il lancio di un’arma biologica un virus genetico da qualsiasi significativo aeroporto, in una qualsiasi parte del mondo. (Non sto dicendo che questo sia legittimo perché è stato visto in un film. Sarebbe ridicolo. Ma, in alternativa, in questa situazione, il film mostra correttamente la realtà di quanto sia facile l’uso di un’arma biologica dispersa con l’obiettivo di eliminare la civiltà umana come la conosciamo.)

Da lì, il virus distribuito globalmente, innesca una diffusa morte e spopolamento rafforzando contemporaneamente i governi del mondo che controllano le loro popolazioni con forze di polizia e medici statali, con richieste di quarantena, restrizioni nei viaggi, vaccinazioni mediche forzate, posti di blocco sulle autostrade e così via. (Se ci pensate è una sorte ideale di stato di polizia, e da ai governi la possibilità del monitoraggio medico che si avvarrà di chip RFID da inserire nei corpi. Alcune persone sono entusiaste di esibire questa micro-chippatura della popolazione, per tanti motivi … in più IL CHIP lo trovano DIVERTENTE!)

Attualmente, l’esercito USA ha armi biologiche che potrebbero uccidere un miliardo e più di persone

Si tratta di una indiscutibile verità che l’esercito americano ha da tempo fabbricato e messo in pratica armi biologiche virali da utilizzare eventualmente come armi da guerra. (Ho già asserito in passato circa l’airborne Ebola che è fuoriuscito da un centro di ricerca medico dell’esercito americano nel 1990, portando la morte in un edificio pieno di scimmie. (…)

Mentre i trattati internazionali assicurano che tali ricerche sono state sospese, solo un pazzo può essere convinto che tali promesse vuote vengano mantenute. Infatti, la ricerca si è semplicemente trasferita in un posto nascosto, continuando normalmente e finanziata da “fondi neri”. Al giorno d’oggi, il governo degli Stati Uniti ha ceppi virali che potrebbero decimare l’umanità in meno di un anno … e potrebbe essere “accidentalmente apposta” lanciato da qualsiasi punto del pianeta senza essere rilevato.

Non a caso, se si dovesse lanciare un mortale virus per decimare l’umanità (la parola “decimare” per inciso significa uccidere 1 ogni 10, non significa “sradicare”), in questo caso ci si dovrebbe assicurare che tutta l’élite globalista acquisti il vaccino contro il virus. Normalmente, i vaccini sarebbero prodotti senza la presenza alcuna di mercurio, alluminio, formaldeide e MSG trovati in vaccini somministrati al pubblico, considerevolmente più sicuri. Ovviamente, il CDC resterebbe totalmente in silenzio su questa pandemia, così come sono stati in totale silenzio riguardante il loro scienziato Dr. William Thompson, che ha apertamente confessato di aver partecipato all’inganno scientifico presso la CDC per nascondere i legami tra vaccini e l’autismo negli afro-americani.

Il pubblico resterebbe in balia di se stesso. E, in questa situazione, indovinate chi avrebbe più possibilità di avere successo? Le persone che fanno uso di medicinali erbe e super-cibi immunostimolanti. Coloro che saranno spazzati via dal virus come arma del controllo sulla popolazione sarebbero composti da anziani, immunodepressi, e malnutriti.

Questi potrebbero essere esattamente quello che in prima istanza la “Corte Planetaria” vuole eliminare, risparmiando gli abili-corpi di lavoratori che pagano le tasse e le imposte ai governi per una economica produzione di beni sfruttata dalle imprese globaliste.

Così ora di nuovo rigetto la questione al Papa, al professor Jon Schellnhuber, Bill Gates, Ted Turner e altri appassionati di spopolamento: Come specificatamente si prevede di sbarazzarsi di 6 miliardi di persone da questo pianeta?

La parte assolutamente comica in tutto questo è che le masse del mondo attualmente hanno subito completamente un lavaggio del cervello per il clamore che viene fatto sul clima e che hanno assimilato spontaneamente avviandosi verso l’eutanasia per preservare il pianeta, uccidendo se stessi, si allineano in massa conformandosi ordinatamente! E che diamine devono acquistare il biglietto!

Sorprendentemente, non sarebbe una cattiva idea di istituire il primo premio globale darwiniano del più idiota, uomini-pecora obbedienti che si eliminano volontariamente dal pool genetico umano in una sorta di moderno sacrificio globale a Gaia. Gli Aztechi lo hanno fatto e, ha funzionato meravigliosamente! (Basta guardarsi intorno per veder quanti Aztechi ci sono ancora in giro.) In fin dei conti che cosa potrebbe andare male?

LINK in lingua originale inglese

Articoli e video correlati QUI e QUI

http://ningizhzidda.blogspot.it/