Crea sito

Big Tech odia la libertà di parola

Comunque, di chi è il colpo di stato?

di Patrick M. Wood

Dal giorno in cui ho iniziato a scrivere sulla globalizzazione 45 anni fa, il mio coautore, il compianto professor Antony C. Sutton, mi ha perforato il cervello “Segui i soldi, segui il potere”. Questo mi è servito bene nel corso degli anni.

Oggi dobbiamo anche aggiungere: “Segui i DATI, segui il potere”. Naturalmente, i dati sono denaro ed è la dipendenza dei tecnocrati ovunque.

La Big Tech, che è piena zeppa di tecnocrati hard-core, ha appena ucciso il potere emergente dei social media, Parler. In primo luogo, le sue app sono state rilasciate su telefoni Android e Apple, quindi Amazon ha improvvisamente annullato il contratto di archiviazione / elaborazione dei dati e ha interrotto sommariamente tutte le connessioni.

Andato in poche ore per mano di tre colossi Co-cospiratori Big Tech.

Questo è potere.

Chi ha il potere di censurare il presidente degli Stati Uniti dal comunicare con i cittadini americani e allo stesso tempo uccidere una fiorente compagnia come Parler?

Non Nancy Pelosi. Non Chuck Schumer. Non Adam Schiff. Non Antifa. Non le vite nere contano. Non marxisti. Non comunisti. Non fascisti. Non le Nazioni Unite. Non repubblicani. Non anarchici. Non estremisti ambientali. Non l’Organizzazione mondiale della sanità.

Questo per quanto riguarda chi ha il potere. Hai capito. È Big Tech.

E i soldi e i dati?

Google controlla il 91% del traffico dei motori di ricerca mondiale e oltre il 72% di tutti i sistemi operativi per smartphone. Apple controlla il 27% di tutti i sistemi operativi per smartphone e tra i due, che rappresenta il 99% di tutti gli smartphone.

Il servizio AWS di Amazon controlla non meno del 32% del mercato cloud globale e ha generato maggiori entrate rispetto ai successivi tre servizi più grandi messi insieme. AWS è cinque volte più grande di Google Cloud.

La quota di mercato per tutti i social media ha Facebook al 68%, Twitter al 10% e la controllata di Google YouTube a poco più del 4%.

L’immensità dei dati e della ricchezza contenuti in questa piccola cricca di aziende sbalordisce la mente. Sono letteralmente discendenti del vampiro il calamaro gigante del monopolio Standard Oil del 21°  secolo.

Con questa immagine in vista, chiediamoci chi nella società rappresenta la coda e chi rappresenta la testa del cane?

I Democratici sono assolutamente certi che Donald Trump e la sua folle banda di MAGA-ites stiano orchestrando un colpo di stato contro l’America. Al contrario, il movimento MAGA è fermamente certo che la sinistra radicale ei Democratici stiano orchestrando il colpo di stato.

Possono essere vere entrambe allo stesso tempo? Una parte è sbagliata e l’altra corretta? O sono entrambi messi l’uno contro l’altro da una terza parte finora non riconosciuta? Ehm, come Big Tech?

Ecco la conclusione: né i Democratici né i Repubblicani dicono ai Tecnocrati di Big Tech cosa fare. Durante l’amministrazione Trump, i massimi leader di Big Tech sono stati ripetutamente chiamati al Congresso per subire frustate e minacce di legislazione antitrust. Ha cambiato il loro comportamento? Neanche un briciolo. In effetti, il loro comportamento è diventato ancora più eclatante mentre uscivano dalla porta.

Big Tech ha i soldi. Big Tech ha i dati. Big Tech ha la tecnologia. Big Tech controlla la narrazione. Big Tech ha il chiaro intento di microgestire ogni aspetto immaginabile della società. Ancora peggio, Big Tech odia la libertà di parola, il Primo Emendamento e la Costituzione della nostra nazione.

Ora, avvolgi la tua mente intorno a questo.

Chi è la testa del cane? Big Tech. Chi è la coda del cane? Tutti gli altri, inclusi politici, di sinistra, di destra, centristi, marxisti, comunisti, socialisti, ecc.

È giunto il momento di uscire dalla mania artificiosa sinistra-destra e fissare gli occhi sul vero nemico dell’America – la miriade di Tecnocrati che non sono né eletti né responsabili verso nessuno tranne i loro padroni tecnocratici.

I tecnocrati della Big Tech sono quelli che stanno uccidendo la libertà di parola e il Primo Emendamento. Non incolpare nessun politico, di sinistra o di destra. Non incolpare la cosiddetta “cultura dell’annullamento”. Non incolpare  nessun  altro.

L’ironia della libertà di parola è che ha reso possibile ogni progresso umano nel corso dei secoli. Al contrario, tutti i tentativi di soffocare la libertà di parola si sono rivelati regressivi.

Anche se c’è un’aria di “progresso” intorno ai risultati della Big Tech, le loro azioni attuali sono distruttive per la libertà e la libertà di parola, senza le quali l’America cessa di essere l’America.

Sì, c’è un colpo di stato in corso proprio sotto il nostro naso collettivo, ma non ha origine né dalla sinistra né dalla destra. Questa nuova colonna di combattenti nemici sono Tecnocrati e cercano il controllo totale su tutto.

Fino a quando questo non sarà chiaramente riconosciuto, non ci saranno vittorie per preservare la nostra grande nazione.

Per coloro che sono seriamente intenzionati a cambiare questa situazione, sei incoraggiato a unirti a CitizensForFreeSpeech.org e far sentire la tua voce.

Fonte: https://www.technocracy.news/just-whose-coup-is-it-anyway/

®wld

wlady

Almanacco di novembre – 2020

La Task Force Per Il Coronavirus Di Joe Biden È dei Rockefeller, del Council On Foreign Relations e della Gates Foundation

Mentre il presidente eletto dai media Joe Biden annuncia la sua Task Force per il Coronavirus, sta diventando sempre più chiaro che un’amministrazione Biden / Harris manterrà molte delle relazioni stabilite sotto l’amministrazione Trump.

L’articolo continua QUI

Pietro Ratto: Mai Visto Prima

 

Il consulente “Science” di Biden chiede un blocco nazionale di 4-6 settimane per evitare “l’inferno COVID”

by Tyler Durden

Incontra lo stimato dottor Michael Osterholm, che è direttore del Center of Infectious Disease Research and Policy presso l’Università del Minnesota, ed è l’ultimo “scienziato” ad entrare a far parte dello “speciale team di consulenza sulla transizione al coronavirus” di Joe Biden.

L’articolo continua QUI in lingua inglese

 

Fusaro: “Secondo lockdown? La prova che il primo non ha funzionato”

 

Esperti: oltre 50 milioni di americani soffriranno di insicurezza alimentare nel 2020

L’insicurezza alimentare in America sta raggiungendo il massimo storico durante la pandemia COVID-19. Ma esistono grandi differenze regionali nella gravità dell’impatto.

L’articolo continua QUI in lingua inglese

 

Siamo alla farsa: ora De Luca non vuole gli ospedali da campo

 

“Guardate i numeri: avete distrutto un Paese per restrizioni che non funzionano” ► Duranti e Fusaro

L’articolo e i video continuan QUI

MORTE ANNUNCIATA – 460.000 PICCOLE IMPRESE A RISCHIO CHIUSURA

STRAGE ANNUNCIATA TRA I PICCOLI: GIÀ OGGI FATTURATO DIMEZZATO PER 370.000 MICROIMPRESE, 415.000 IN CRISI DI LIQUIDITÀ. L’ALLARME DEI COMMERCIALISTI: BASTA CATTIVA BUROCRAZIA O MORIRANNO

L’articolo continua QUI

robocall

Robocall, preparatevi all’inferno: i bot telefonici si fingeranno parenti

di: Gianluca Riccio

Un terzo delle chiamate fastidiose che riceviamo viene ormai da macchine. Le Robocall sono una piaga, e potrebbero anche peggiorare. Potrebbero fingersi parenti per truffarci.

L’articolo continia QUI

Paperoni, parassiti, ceto medio e Global Warming

Le recenti elezioni americane e l’accelerazione generale impressa dal Covid al corso degli eventi hanno fornito degli elementi di riflessione che forse vale la pena condividere, nonostante l’argomento sia piuttosto… border line.

Un linciaggio senza precedenti

L’articolo continua QUI

FEMA. NUOVO ORDINE MONDIALE – CAMPI DI STERMINIO DI MASSA

Link

®wld

L’obiettivo dei tecnocrati è un sistema economico e non un sistema politico. Vogliono una “dittatura scientifica

Sai cosa significa “tecnocrazia”? In caso contrario, è tempo che ne venga a conoscenza, perché stiamo attualmente esaminando ciò che l’esperto di tecnocrazia  Patrick Wood afferma essere  un colpo di stato mentre i tecnocrati conquistano il mondo, letteralmente.

Wood è stato intervistato questa settimana da  Spiro Skouras di Activist Post e ha dichiarato:

Il mondo intero in questo momento sta lavorando per le stesse questioni che stiamo lavorando nel nostro paese. Cioè, il grande panico del 2020 …

I tecnocrati che stanno spingendo la tecnocrazia a livello globale sono finalmente riusciti a far scattare la trappola su tutto il pianeta.

E nel processo, hanno chiuso l’intero sistema economico globale.

In tutto il mondo e in altri paesi le persone guardano in America per salvare il mondo … e non sarà il nostro governo a farlo, sono i cittadini americani come te e me …

 

La tecnocrazia non è poi così nuova, è in circolazione dagli anni ’30 qui negli Stati Uniti

Nella loro pubblicazione  The Technocrat  pubblicata nel 1938, hanno definito la “tecnocrazia” come:

la scienza dell’ingegneria sociale, l’operazione scientifica dell’intero meccanismo sociale per produrre e distribuire beni e servizi all’intera popolazione di questo continente.

Wood spiega che la tecnocrazia non è stata sviluppata come una struttura politica.

Non era un sistema politico. Odiavano i politici. Volevano eliminare l’intera struttura politica e gestire semplicemente l’economia.

 

Volevano farlo usando quella che chiamano questa scienza “ingegneria sociale”.

Il signor Wood fornisce alcuni esempi di tecnocrati contemporanei che sono coinvolti nella “scienza dell’ingegneria sociale”:

  • Dr. Anthony Fauci
  • Al Gore
  • Robert McNamara, il segretario alla Difesa durante la guerra del Vietnam
  • Bill Gates
  • Elon Musk
  • Eric Schmidt (Google)
  • Jeff Bezos (Amazon.com)

Wood dice:

Queste persone non sono comunisti. Non sono socialisti e non sono marxisti.

 

Sono tecnocrati. (che credono nell’ingegneria sociale)

Gli obiettivi dei tecnocrati oggi sono incorporati negli obiettivi delle Nazioni Unite sullo “sviluppo sostenibile” e fanno parte  dell’agenda del  Nuovo Ordine Mondiale, che è principalmente un sistema economico e non un sistema politico. 

Sia Spiro che il signor Wood fecero riferimento al discorso di addio del presidente Dwight Eisenhower alla fine dei suoi 8 anni in carica, il 17 gennaio 1961, dove avvertì del pericolo dei tecnocrati. Una citazione:

Oggi, l’inventore solitario che armeggia nel suo negozio è stato messo in ombra dalle task force di scienziati. Allo stesso modo, nei laboratori e nei campi di prova l’università libera, storicamente la fonte di idee libere e scoperte scientifiche, ha vissuto una rivoluzione nella conduzione della ricerca. In parte a causa dell’enorme costo della ricerca, un contratto governativo diventa praticamente un sostituto della curiosità intellettuale.

Per ogni vecchia lavagna ci sono ora centinaia di nuovi computer elettronici. La prospettiva del dominio degli studiosi della nazione sull’occupazione federale, sugli stanziamenti di progetti e sul potere del denaro è sempre presente e deve essere molto considerato.

Tuttavia, nel rispetto della ricerca scientifica e della scoperta, come dovremmo, dobbiamo anche essere attenti al pari e all’opposto pericolo che la politica pubblica e possa diventare essa stessa prigioniera di un’élite tecnologica scientifica.

Guarda il discorso completo:

 

Il signor Wood approfondisce il fatto che l’obiettivo dei tecnocrati è un sistema economico e non un sistema politico. Vogliono una “dittatura scientifica”.

 

Questa fu la forza trainante del movimento eugenetico negli Stati Uniti negli anni ’30 e ’40, e portò a imporre leggi di sterilizzazione forzata alle donne “geneticamente inferiori” che i tecnocrati non volevano continuare a sostenere. 

 

Questo è il risultato dell’ingegneria sociale da parte dei tecnocrati.

 

Lo vedo ancora oggi alle Nazioni Unite, e lo vedo ancora ogni volta che Bill Gates parla dovunque, ti guardano come bestiame guidato in una gigantesca mangiatoia in cui tutto il tuo cibo è premiscelato, e tu sei alimetato forzatamente, e ottieni la tua razione con questa cosa, o quella cosa, e vieni marchiato e vieni spinto a questo recinto e/o spinto a quell’atro recinto.

 

Questa è l’ingegneria sociale nella loro mente. Questa è solo una continuazione di ciò che succede da quasi cento anni.

A loro non importa dell’individualità della vita umana.

 

Ascolta l’intervista completa: (Nota: l’intervista originale sul canale YT di Spiro è stata vietata da YouTube. Https://youtu.be/HKdsL57SUZo)

 

https://www.bitchute.com/video/Hp1nrC5CAswn/ 

 

Patrick Wood offre alcune soluzioni. Ha fondato un sito web chiamato “Citizens for Free Speech“, in quanto crede che la prima cosa che deve andare ad abolire la Costituzione degli Stati Uniti sia abolire il Primo Emendamento, la libertà di parola.

 

Questo è già stato soppresso dai tecnocrati e dalle loro piattaforme dei social media, poiché anche i risultati di ricerca di Google ora sono orientati solo alla loro visione del mondo. Vedere:

La Ricerca di Google è il più grande strumento di lavaggio del cervello e di controllo mentale nella storia dell’umanità

Crediamo che la maschera facciale e gli ordini di allontanamento sociale siano un attacco al Primo Emendamento e che i membri della sua organizzazione  Citizens for Free Speech  indossino piccoli cartelli che assomigliano a questo per protestare indossando una maschera:

 

“Le persone vengono da noi a migliaia ogni mese.” 

 

Pubblicato su: https://www.technocracy.news/

 

************************************

 

Leggi anche:

ASSOCIAZIONE A DELINQUERE PLANETARIA CON L’ITALIA COME EPICENTRO (di Marco Santero) 

 

®wld

Cina: uno straordinario spettacolo di arroganza

 

 

La Cina inquina il vertice del Monte. Everest con stazioni 5G, costruzione di infrastrutture per spiare il mondo 

 

(Natural News)

 

La cima della montagna più alta del mondo sta per subire un rinnovamento tecnologico. In uno straordinario spettacolo di arroganza, il colosso cinese delle telecomunicazioni Huawei e la China Mobile di proprietà statale stanno unendo le forze per erigere due stazioni 5G sulla cima del Monte Everest. Le stazioni 5G saranno doloranti per gli occhi, inquinando la bellezza visiva di una delle catene montuose più belle del mondo. 

 

“Le due installazioni saranno le stazioni base 5G terrestri più alte del mondo”, ha vantato il Partito Comunista Cinese in un’edizione del 29 aprile del Global Times . Il PCC ha definito il progetto un’opportunità inestimabile per promuovere la Cina e Huawei. 

 

Il project manager di Huawei Wang Bo si vantava di installare una stazione 5G sul “punto alto 6.500 metri” del Monte. Everest. Ha lavorato sul sito del progetto negli ultimi 20 mesi. “È ancora necessario verificare se il segnale può estendersi fino al vertice a 8.848 metri”. Tuttavia, “stiamo cercando di far sì che ciò accada”. 

 

Le stazioni 5G serviranno poco o nessun scopo economico. La loro costruzione è tutta per lo spettacolo, poiché la Cina vanta del suo dominio 5G nel mondo. “Se Huawei può aiutare a costruire una stazione base 5G sul Monte Qomolangma [il nome del Monte Everest in lingua tibetana], può aiutare a portare il 5G in qualsiasi angolo del mondo”, hanno detto gli analisti del settore. Il vertice del Monte Everest è la linea di confine che separa Cina e Nepal. 

 

La Cina sta costruendo con arroganza una griglia di spionaggio di dominio mondiale attraverso Huawei Technologies 

 

Huawei e il Partito comunista cinese (PCC) stanno dimostrando al mondo che domineranno Internet di prossima generazione, offrendo alla fine agli agenti militari e di intelligence cinesi un modo per intercettare dati aziendali e governativi altamente sensibili. 

 

I funzionari statunitensi temono che Huawei Technologies Co. possa accedere di nascosto alle reti di telefonia mobile in tutto il mondo attraverso “backdoor” progettate per essere utilizzate dalle forze dell’ordine, consentendo agli agenti cinesi di spiare comunicazioni importanti in tutto il mondo. 

 

Huawei, considerata dal PCC, costruisce le sue apparecchiature in modo da mantenere segretamente la capacità del produttore di accedere alle reti senza che il corriere o l’operatore lo sappiano. Ciò consente a Huawei di andare in giro chiedendo agli operatori l’autorizzazione ad accedere alle loro reti. 

 

Il consigliere per la sicurezza nazionale Robert O’Brian ha dichiarato al Wall Street Journal che i funzionari statunitensi hanno prove “che Huawei ha la capacità di accedere segretamente alle informazioni sensibili e personali nei sistemi che gestisce e vende in tutto il mondo”. 

 

Huawei e Microsoft, un’operazione di spionaggio 

 

Huawei è attualmente sotto inchiesta federale per lo spionaggio contro l’America, ma la società tecnologica statunitense Microsoft continua a lavorare con Huawei in patria e all’estero. Il senatore Tom Cotton, Josh Hawley e Marco Rubio hanno scritto una lettera a Microsoft il 7 agosto 2019, chiedendo risposte da Microsoft sul motivo per cui hanno lavorato con Huawei e il governo cinese per sviluppare dispositivi di ascolto che potrebbero eventualmente essere utilizzati per spiare milioni di americani. 

 

Microsoft continua a vendere prodotti Huawei, nonostante Huawei interferisca nell’accordo sulle armi nucleari tra Stati Uniti e Iran e sia inclusa nella lista nera dell’Elenco delle entità delle normative sull’amministrazione delle esportazioni del Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti. Microsoft ha anche lavorato con la Cina su software per droni e sistemi di riconoscimento vocale che verranno utilizzati per tracciare e monitorare i cittadini cinesi, che vengono abusati da un sistema di classificazione sociale comunista. 

 

Le fonti includono:  

 

Breitbart.com  

 

WSJ.com  

 

NaturalNews.com 

 

Fonte: https://www.naturalnews.com/

******************************************

Consigliato:

La Guerra dei Titani

®wld

Un’operazione copre un’altra

COVID-19 e Riots: le connessioni operative

di Jon Rappoport

L’operazione COVID-19 si stava logorando gravemente:

Le proteste contro i blocchi si stavano espandendo.

Le misure di sanità pubblica (distanza, isolamento, maschere) venivano attaccate da tutte le parti, in quanto inutili, inutili, prepotenti e non scientifiche.

Molti ricercatori, medici e persino funzionari della sanità pubblica hanno denunciato il fatto che la pandemia non era affatto una pandemia. Il numero adattato di casi e decessi non ha giustificato preoccupazioni eccessive.

Stava diventando ovvio che i giocatori che stabilivano l’agenda di COVID erano lì semplicemente perché erano stati nominati a posti alti; non perché fossero scienziati percettivi o onesti. In altre parole, COVID era politico.

Inoltre, le economie stavano iniziando a riaprire; per il pubblico, quello era l’obiettivo principale, non la minaccia di contrarre una malattia.

Vi era una grande necessità di un turno operativo. Come e perché non ha avuto particolare importanza, purché la popolazione sia stata colpita da una nuova catastrofe.

Questo spostamento avrebbe anche bloccato il motore economico (di nuovo). Dopotutto, togliere la montagna di menzogne ​​su COVID, il nucleo al centro di esso era un attacco economico.

E ora è stato fatto. In tutta l’America. Rivolte, incendi, saccheggi, violenza, conflitti razziali, coprifuoco.

Un nuovo motivo per una diversa forma di blocco.

Le proteste quotidiane nelle strade superano e sostituiscono le precedenti proteste contro il blocco di COVID.

Un’operazione copre un’altra.

I produttori di notizie televisive cancellano tutta la copertura COVID da un lato dello schermo e portano la copertura antisommossa dall’altro lato dello schermo. È esattamente come la scena teatrale si sposta sul palco, tra il primo e il secondo atto di uno spettacolo teatrale, mentre l’equipaggio muove rapidamente appartamenti e oggetti di scena mentre il certo è basso.

I pianificatori di Elite Global come Bill Gates ovviamente pensano che questo sia il loro momento. Con il pretesto della storia COVID che hanno creato, vogliono installare la fase successiva del loro nuovo mondo tecnocratico Brave.

La sorveglianza planetaria, a un livello che sostituisce l’attuale sistema – schierando migliaia di nuovi satelliti – è il vantaggio principale di questa fase. “Dobbiamo farlo, al fine di montare un sistema di allarme rapido per nuove pandemie.”

Calciare la tecnocrazia con una marcia in più richiede di sostenere la fiaba COVID. Dal momento che quella storia stava cadendo a pezzi, nascondila sotto la tempesta dei disordini di George Floyd e proteste in tutta l’America.

Coprire un’operazione con un’altra è un’attività standard nel campo delle operazioni segrete. Gli attacchi dell’11 settembre del 2001 furono, come previsto, seguiti da guerre giustificate contro l’Afghanistan e l’Iraq. “Ecco dove i terroristi hanno le loro basi”. Tra gli altri scopi, le guerre hanno cementato la falsa narrativa dell’11 settembre e hanno garantito a quella narrativa un posto nella storia.

Tra gli altri scopi, la Grande Depressione degli anni ’30 coprì e seppellì il previsto crollo del mercato azionario del 1929.

Considera questa illustrazione immaginaria. In un’area di foresta a 30 miglia da una città, la gente scopre una grande macchia di alberi morti. Alcuni sono caduti. Altri, senza foglie e grigi, sono ancora in piedi. All’inizio, nessuno prende provvedimenti. Quindi, è ovvio che la patch sta diventando più grande. Altri alberi stanno cadendo. Più rami e foglie si stanno prosciugando e cadendo a terra.

Questo evento è un’operazione.

Ha bisogno di una seconda operazione per coprirlo. Ed eccolo qui:

Il giornale della città, aiutato da dichiarazioni di funzionari locali, racconta una storia di un incendio. C’è stato un incendio in quella parte della foresta. Era “così grave e caldo, i suoi effetti si fanno ancora sentire”. ORA, le persone iniziano a discutere della causa dell’incendio. È stato un fulmine. Qualcuno ha dato fuoco, usando un liquido infiammabile che bruciava a una temperatura eccezionalmente alta. I trafficanti di droga hanno combattuto tra loro e hanno bruciato la droga.

In realtà, sei mesi fa, una società cittadina che vende segretamente un pesticida pericoloso e illegale, credendo che stessero per essere arrestati, ha inviato nella foresta degli impiegati con i tamburi del veleno per scaricarli. Questo è quello che è successo. Questa è stata la prima operazione.

Ma la seconda operazione, la storia del fuoco, è ormai così radicata nelle menti, poche persone considereranno che non c’era fuoco … C’ERA UN FUOCO.

E solo per essere sicuri, gli agenti della compagnia di antiparassitari ora accendono alcuni fuochi nell’area circostante delle montagne. Il quotidiano della città racconta una storia: “Chi sta dando fuoco a TUTTI QUESTI FUOCHI?”

Un’operazione copre un’altra.

Esistono diverse varianti su questo tema centrale. A volte è prevista la seconda operazione per giustificare o spiegare la prima. A volte la seconda operazione sminuisce semplicemente la prima.

Indipendentemente da ciò, copre il lavoro. Sono usati. Catturano l’attenzione, causano paura, spostano la messa a fuoco lontano da un’operazione che sta esaurendo il vapore o sta per essere scoperta.

Nel mezzo di una città, si erge un grande edificio. Ci sono voluti cento anni per costruire. Ogni giorno, quando i cittadini lo superano, salutano, lasciano offerte, si inginocchiano e pregano persino. È chiaro che questa magnifica struttura durerà per sempre.

Ma un giorno, la gente nota che un muro sta iniziando a sgretolarsi. Le pietre stanno cadendo. Ci sono buchi E quando le persone sbirciano dentro, vedono stanze vuote e polverose e odorano odori acri. Questa notizia deve essere diffusa alla popolazione.

Ma all’improvviso, dal nulla, appare una grande folla. Portano torce e danno fuoco ad altre strutture.

Correre. Nascondere. Questa è una terribile minaccia. Questa è la vera crisi. Non i cento anni di inganno.

Fonte: https://blog.nomorefakenews.com/

®wld

Opinionisti americani terrorizzati dall’aiuto umanitario russo

 

© Photo: REUTERS/Stefan Jeremiah

 

Tim Kirby

 

È certamente positivo che una decina di anni fa i russi abbiano deciso di finanziare un’enorme rete di notizie multilingue. È anche positivo che i media indipendenti russi tirino dieci volte il loro peso. In caso contrario, il fatto che “il povero corrotto all’indietro” in Bearistan sia ora quello che invia materiale medico negli Stati Uniti sarebbe probabilmente stato ignorato. 

 

Un buon esempio nel giro dietro la storia viene quando confrontiamo la presa di Fox e quella di The Guardian. Entrambi hanno pubblicato titoli sorprendentemente neutrali. “La Russia invia un aereo pieno di attrezzature mediche negli Stati Uniti in mezzo alla pandemia di coronavirus” e “Coronavirus: la Russia invia rispettivamente un aereo pieno di forniture mediche negli Stati Uniti”. Anche se, il diavolo sta nei dettagli del sottotitolo di The Guardian …

“I critici che probabilmente affermeranno che Mosca sfrutterà il gesto di buona volontà come colpo di stato delle pubbliche relazioni”.

Questa è un’affermazione molto strana da fare come organizzazione di notizie, poiché questa è una previsione vaga piuttosto che una notizia. Le speculazioni sul futuro dell’economia o di un ciclo elettorale hanno perfettamente senso, ma cercare di indovinare quali potrebbero essere le opinioni, sembra che il Guardian stia cercando di convincere il lettore di ciò che dovrebbero essere. E chi sono esattamente questi critici e perché sono importanti? I film hanno critici cinematografici. La musica ha critici musicali. L’aiuto umanitario internazionale ha una sua forma di critica? In tal caso sarebbe di gran lunga il contenuto più noioso su YouTube.

 

L’unica vera critica concreta nell’articolo è arrivata da un citato Tweet di un membro del Carnegie Endowment for International Peace …

“Speriamo che qualcuno dirà a Trump che sta giocando proprio in uno stratagemma di propaganda”

La politica estera rispecchiava questo atteggiamento con il loro articolo …

“Attenti ai cattivi samaritani – Cina e Russia stanno inviando aiuti medici in Italia e in altri paesi colpiti dal coronavirus, ma i loro motivi non sono così altruistici.”

Non a caso la luce splendente della Russofobia su una collina Il Washington Post è andato con il titolo …

“Trump ha chiamato gli aiuti russi del coronavirus agli Stati Uniti” molto belli. “Putin può usarlo come colpo di stato propagandistico.”

Quindi, alla fine, mentre setacciamo i media mainstream e le reazioni dei loro esperti, non vediamo la narrativa della collusione russa di vecchio stile, ma invece un nuovo tipo di avvertimento per un ignorante Trump dalla pelle arancione su uno “stratagemma” di Putin. Dopotutto, la volontà della Russia di aiutare l’Italia ad affrontare la situazione del Coronavirus nel loro paese ha permesso a molte foto impressionanti del trasporto militare russo e degli uomini che apparentemente si muovono liberamente nella penisola a forma di stivale. A parte una sorta di parata militare internazionale, è difficile immaginare che la Russia sia in grado di convincere il suo “popolo educato” a svolgere un lavoro cooperativo nel cuore storico della NATO. Ma la situazione del Coronavirus è una crisi e qualsiasi crisi può aprire le porte a cambiamenti ritenuti impossibili solo poche settimane prima.

 

Va anche notato che i materiali consegnati dalla Russia sono prodotti commerciali fabbricati all’interno dei paesi che altri potrebbero ordinare / acquistare. I giorni dell’Unione Sovietica sono ormai lontani e le forniture che Washington riceverà provengono dal settore privato della Russia ma consegnate su un aereo del governo.

 

Foto: Questa particolare immagine della cooperazione russo-italiana è diventata rapidamente iconica su Internet russo. Probabilmente puoi indovinare il perché.

 

Forse i media mainstream e gli opinionisti negli Stati Uniti si sono spaventati da ciò che sta accadendo in Italia e inconsciamente temono che possa diffondersi in America. Questa paura è probabilmente raddoppiata nelle menti di coloro che sono ancora convinti che Trump sia un candidato Manciuriano. 

 

La probabilità che gli uomini verdi russi siano necessari per “dare una mano” sul suolo americano è qualcosa che probabilmente non vedremo mai nella nostra vita. E se ti preoccupi della sovranità nazionale americana, dovresti sperare che non accada mai in futuro. Ma ciò che temono gli opinionisti esperti di opinioni / geopolitiche è che non solo la Russia è diventata una contraffazione “indiscutibile” nei media, ma Mosca sta iniziando a prendere un segmento del gioco di aiuti umanitari che non restituiranno mai.

 

Normalmente è il diritto non scritto esclusivo degli Stati Uniti / Occidente di essere quelli a condurre piani Marshall e inviare tutti i tipi di aiuti umanitari con o senza vincoli. In realtà questa è una parte così grande della politica estera degli Stati Uniti che non possiamo dimenticare che esiste un intero ramo ufficiale del governo che si occupa esclusivamente di esso – USAID.

 

  

 Foto: Washington ha deciso di inviare aiuti umanitari in Georgia subito dopo il loro conflitto del 2008 con la Russia. Questa è pura filantropia? E la Russia ha il diritto di inviare aiuti alle nazioni sfavorevoli d’America? 

 

Di fatto l’USAID è un organo statale molto serio ed è finanziato per quasi la metà di ciò che i russi pagano per l’intero budget militare. Gli opinionisti in preda al panico che sta sfuggendo agli aiuti russi che arrivano in America probabilmente hanno paura che i russi possano fare di più con meno finanziamenti come hanno fatto nei media: la RT in termini di budget è completamente superata e tuttavia è un successo strepitoso che influenza narrazioni anche in Occidente.

 

C’è un altro fattore che sta creando un forte contraccolpo da parte del mainstream opininista per quanto riguarda l’assistenza proveniente da Mosca: il puro razzismo. Gli Stati Uniti hanno usato gli aiuti e l’assistenza stranieri per ottenere il favore (cioè come “stratagemmi” della propaganda) per decenni e questo è perfettamente ragionevole. Non c’è assolutamente nulla di sbagliato negli Stati Uniti che usano la sua ricchezza per acquistare influenza e opinioni positive da tutto il mondo. Sembra una cosa normale e naturale fare che l’America sia più brava a fare che praticamente chiunque altro. Buono per l’America!

 

Ma, quando i russi o i cinesi (o chiunque non piaccia a Washington) prova a fare esattamente la stessa cosa, ora è inaccettabile. La logica è simile a “I russi stanno inviando aiuti umanitari? Deve essere uno stratagemma! Dopotutto sono intrinsecamente malvagi.” E questo amico è la definizione stessa di razzismo. Forse i ragazzi della geopolitica stanno solo twittando le loro paure primarie di base che qualche altra tribù sta calpestando il loro territorio.

 

Quello che stiamo vedendo nella reazione del Mainstream Media / Opinionisti agli aiuti russi inviati in America:

 

Temono che la Russia possa frantumare il monopolio virtuale sugli aiuti esteri, che gli Stati Uniti / Occidente possiedono, come hanno fatto in termini di mezzi di informazione.

 

La narrativa di #Russiagate si sta spostando da Trump come Candidato Manciuriano a Mosca e lui ingannato dagli “stratagemmi” di Putin. Questo porta a credere che #Russiagate potrebbe essere finalmente morto.

 

Supponendo automaticamente che i russi che forniscono aiuti umanitari stranieri siano uno schema malvagio, mentre gli Stati Uniti lo fanno sempre in modo altruistico, è puro bigottismo.

 

Fox e i media conservatori sono meno spaventati e in realtà mostrano tweet dalla parte russa. Questa è un’altra goccia di prova nel secchio, che per il prossimo futuro la sinistra americana odierà la Russia e la destra americana odierà la Cina.

 

La Russia è stata in grado di mettere il suo gesto nella coscienza pubblica / mediatica negli Stati Uniti. Qualcosa che sarebbe stato impensabile un decennio fa

 

Le opinioni dei singoli collaboratori non rappresentano necessariamente quelle della Strategic Culture Foundation. https://www.strategic-culture.org

 

®wld 

La catastrofica pazzia dei pochi signori della guerra

 globalmilitarism240_02_small

Il militarismo americano è distruttivo per il futuro dell’umanità

by Mahboob A. Khawaja 27 May 2019 from TRANSCEND Website

Il Dott. Mahboob A. Khawaja è specializzato nelle relazioni internazionali – sicurezza globale, pace e risoluzione dei conflitti con acuti interessi nelle culture e civiltà comparative islamico-occidentali e autore di numerose pubblicazioni incluso l’ultimo libro: Risoluzione globale per la pace e la sicurezza: approcci a Comprendere le problematiche attuali e future, Lambert Academic Publications, Germania, 2017.

“La cultura della pace è universale. È condiviso da persone e nazioni in tutto il mondo. La “cultura della guerra” di oggi è un progetto egemonico statunitense basato sulla creazione di conflitti e divisioni  all’interno e tra i paesi.  È questo (unilaterale) progetto di guerra globale che è intento a distruggere la civiltà “. Prof. Michel Chossudovsky  Verso una cultura della pace mondiale  

Il conflitto bellico è un impulso antiumano

La ferocia draconiana delle guerre aggressive continua mentre osserviamo gli ingiustificati eventi aggressivi che si stanno svolgendo contro l’Iran nella regione del Golfo Persico.

Si vede un contrasto tra un problema reale e un problema immaginativo.

Il fattore motivante segnala una cosa che l’élite dominante americana pensa:

“siamo la nazione più potente sulla terra” … e nessun altro dovrebbe sfidare la nostra supremazia.

La mentalità ingenua della malignità dell’attuale leadership americana

Nel XXI secolo i progressi conseguiti nella guerra tecnologica non lasceranno nulla di intatto se non le entità morte di tutti gli esseri viventi.

Che si tratti di Mr. Bolton, Pompeo o Trump, non hanno alcuna comprensione logica di come le loro azioni potrebbero minare il resto dell’umanità vivente. In tutte le probabilità, l’isteria di guerra è una distrazione dalle questioni interne che riguardano l’amministrazione Trump.

globalmilitarism240_01_small

La razionalità per la pace richiede un ragionamento oggettivo.

Potremmo, l’umanità coscienziosa ritenere questi ingenui indietro dall’iniziare un altro disastro nucleare nella regione araba del Medio Oriente?

Risoluzione dei problemi in base alla ragione e al dialogo piuttosto che alla belligeranza e all’aggressione .

La santità della vita umana si fonda sui principi della leadership morale e intellettuale ed è aperta all’ascolto e all’apprendimento delle voci di RAGIONE.

Se la leadership iraniana fosse intelligente, avrebbe dovuto agire rapidamente per cercare l’unità dei paesi vicini (Turchia, Pakistan, Arabia Saudita) e di tutti gli arabi e le nazioni musulmane per contrastare una potente forza morale della ragione per contrastare il piano statunitense.

Il mondo sta rapidamente diventando un luogo violento al crocevia. Tutte le vie della vita umana richiedono protezione e protezione da grandi mali.

Ben Tarnoff (“L’ intelligenza artificiale sta arrivando – Are Algorithmic Forever Wars our Future? “), Osserva la rapida belligeranza:

Le guerre dell’11 settembre continuano, senza fine in vista. Ora, il Pentagono sta investendo molto in tecnologie che le intensificheranno.

Abbracciando gli ultimi strumenti che l’industria tecnologica ha da offrire, l’esercito statunitense sta creando una forma di guerra più automatizzata, che aumenterà notevolmente la sua capacità di condurre la guerra ovunque per sempre.

L’America oi suoi alleati nel Medio Oriente arabo non affrontano nessun nemico formidabile se non contro i propri ingenui disegni di superiorità militare.

Non c’è sostanza per qualsiasi sfida percepibile o minaccia militare per l’America dall’Iran.

Allora perché l’America dovrebbe precipitarsi armata nel Golfo Persico?

Non è per la pace, e non per proteggere l’umanità da qualsiasi minaccia imminente di guerra da ogni angolo del gioco strategico nella regione.

Razionalmente parlando, la mentalità della leadership americana appare priva di ragione e responsabilità. Le guerre non portano la diversità dell’umanità al processo di pace, ma semplicemente distruggono le opportunità di dialogo e risoluzione pacifica dei problemi.

Indubbiamente, l’attuale amministrazione degli Stati Uniti ha bisogno di una potente sfida per fare un cambio di navigazione.

Immaginate se la Russia o la Cina impiegassero le loro armate attraverso l’Atlantico o le regioni del Pacifico, sarebbe una strategia razionale e pacifica per gli osservatori globali o per la leadership americana?

Oggi circa 62 organizzazioni americane hanno chiesto al Congresso degli Stati Uniti di prendere in considerazione una risoluzione per fermare le minacce di guerra contro l’Iran. L’America sta imponendo una strategia di guerra sadica sul resto dell’umanità.

L’ONU (Organizzazione delle Nazioni Unite) ei suoi principali organi responsabili della “pace” e della sicurezza globali si sono dimostrati club di discussione cerimoniale e agenti contrari all’essenza e agli scopi della Carta.

L’umanità globale si sente tormentata e vuole prevedere un cambiamento sistematico e lo sviluppo di una nuova organizzazione globale responsabile per la comunità globale, non gli Stati astratti.

Come in passato, ancora una volta pochi leader egoistici occidentali hanno manipolato il tempo e le opportunità per dettare e minare gli interessi dell’umanità …

globalmilitarism240_03_small

L’umanità globale è l’oggetto netto di tutte le loro deliberazioni ma senza alcun ruolo significativo nel mettere in discussione i pochi signori della guerra globali.

Il presidente Trump ha un disperato bisogno di ripensare al suo ruolo di leader effettivo dell’America. Essendo un leader responsabile, non si può spingere piano intenzionale e meditato di animosità insensate e distruzione umana.

Una volta che l’America si è arricchita di previsioni intellettuali per salvaguardare il resto dell’umanità. Ma i suoi leader contemporanei e le principali istituzioni sembrano sfidare la logica di coesistere con il resto della comunità globale.

Di sicuro, i leader americani non hanno nemmeno l’essenza dello storico ” Common Sense “di Thomas Paine (o versione PDF” Common Sense – Rivolto agli abitanti dell’America, sui seguenti temi interessanti“) da cambiare, ma il cambiamento storico sostituirà quello americano immagine di leadership globale con gli altri, più comprensione e pertinenza per l’umanità.

I politici americani sono abituati a ignorare gli imperativi della coesistenza pacifica globale.  

I politici egoisti perseguono l’economia di guerra, ma i soldati statunitensi sono contrari alla cultura della guerra

L’America sembra essere alla soglia di un’inevitabile transizione morale e intellettuale del ragionamento, ma non sta seguendo il processo razionale del cambiamento e della costruzione del futuro.

La cultura di guerra con base a Washington ha reso incapaci ai responsabili politici statunitensi di pensare razionalmente e di agire responsabilmente negli affari globali.

Strano com’è, il presidente Trump e John Bolton non riescono a spiegare perché ogni giorno dai 18 ai 25 veterani di guerra statunitensi si suicidano? (“Perché i soldati commettono suicidio e Global Warlords“).

L’oscurità morale e intellettuale si rinnova sotto l’attuale guida del comandante in capo delle forze armate statunitensi.

I dirigenti si preoccupano di proteggere la preziosa vita umana …?

La maggior parte dei politici contemporanei non sono leader responsabili, ma attori teatrali che fingono di rappresentare gli interessi nazionali. Imparano ad eccitare le emozioni degli elettori per vincere le elezioni ma non riescono ad agire come leader responsabili.

Vedono l’umanità solo in numero , non un oggetto di vita e valore preziosi nel più ampio contesto universale.

Molto spesso, queste persone sono disconnesse con gli annali del normale pensiero umano e degli affari, sospettosi e paranoici e vedono il successo da raggiungere a costo di spietatezza, odio, degenerazione e malvagità – tutto parte del loro sistema di valori innato, facendo politica come un terribile gioco di mente egomane, inganni e priorità strategiche.

Ciò richiede un impegno intelligente nei confronti dei principi di pace internazionale e sicurezza per tutti, non aggressione nel funzionamento dei sistemi globali, protezione della vita e una cultura ecologica equilibrata di convivenza all’interno dell’Universo onnicomprensivo:

L’uomo e l’umanità …

L’America, un importante potere industrializzato è indifferente a questi fattori di vita pertinenti.

globalmilitarism240_04

Noi, il Popolo, l’umanità è in grado di sfidare la terribile calamità della guerra

L’obiettivo della felicità umana e della solidarietà non è la violenza, le guerre e l’aggressione.

Tutte le guerre perpetuano la violenza, la paura e la vendicatività contro l’umanità e mirano alla distruzione delle civiltà e alla disumanizzazione delle generazioni successive.

Bruce Gambrill Foster (“Il flagello della guerra – The Shameless Marketing of Violence“), osserva:

“La connessione tra la lotta alla violenza della criminalità organizzata, per esempio, e la guerra è facilmente superata: in entrambi, il sangue viene versato … Se anche le nostre gioie più semplici sono espresse in termini di conflitto, morte e dominio, che speranza c’è di distinguere e aborrire e alla fine porre fine alla vera malvagità del conflitto armato, il flagello della guerra?”

L’umanità globale è la vittima netta della catastrofica pazzia dei pochi signori della guerra.

Il presidente Trump ha imparato qualcosa dal passato a cambiare qualcosa a causa della conoscenza, della storia e dei fatti della vita per conoscere le sue debolezze e punti di forza e per cambiare e riformare la sua mente e il comportamento quando i fatti giustificano un cambiamento, sia nella definizione delle politiche o comportamento interattivo globale …?

Dopo tutto l’ascolto e l’apprendimento sono fattori critici per il cambiamento del ruolo della leadership politica del 21 ° secolo, così come il meccanismo di flessibilità da incorporare per una leadership efficace.

Ma non ci sono leader intelligenti e proattivi con una visione del futuro per vedere l’imperativo dell’Unica umanità, tranne un egocentrico ingenuo e pieno di sé, pieno della sensazione di potere che usa la trivialità e la malvagità per torturare e uccidere l’umanità e distruggere gli habitat ecologici.

Ma contrariamente alle brutali percezioni e azioni degli ex imperialisti europei statunitensi, la comunità internazionale è informata, matura e gode della capacità morale e intellettuale di conoscere e comprendere i fatti della vita e di sfidare l’insensibilità politicamente in pericolo a un accordo universale e Unità dell’Umanità contro la brutalità del Terrorismo delle Guerre che li unisce con un destino comune più che li divide da qualsiasi segno di avversità e identità nazionali separate.

Progressivamente in evoluzione è una nuova cultura globale plausibile dell’era dell’informazione di Thinking of One Humanity e una nuova civiltà proattiva di forti legami e affinità delle persone verso le comunicazioni culturali – partecipazione dei cittadini globali al pensiero sociale, economico e politico e alla globalizzazione – l’uomo in una parte del mondo si sente, pensa e agisce, reagisce a ciò che accade a qualsiasi uomo in altri angoli remoti del globo.

L’umanità non è né cieca, né inetta, definisce il proprio scopo, significato e identità per la pace e l’armonia che le istituzioni stabilite di governance, sia in America, in Medio Oriente o in Europa o altrove miseramente, non sono riuscite a riconoscere o valutare la loro importanza nel mondo affari politici.  

Paul Craig Roberts (La prossima guerra per l’agenda di Washington), ha avuto un pensiero razionale per porre la domanda giusta:

Noi, come americani, dobbiamo chiederci,

  • Di cosa si tratta?
  • Perché il nostro governo è così provocatorio nei confronti dell’Islam, della Russia, della Cina, dell’Iran?
  • Quale scopo, a chi viene servito?

Certamente non il nostro …

Dove andiamo da qui? Se non alla distruzione nucleare, gli americani devono svegliarsi. Giochi di calcio, porno e centri commerciali sono una cosa. La sopravvivenza della vita umana è un’altra.

Washington, cioè “governo rappresentativo”, consiste solo in pochi potenti interessi acquisiti. Questi interessi privati, non il popolo americano, controllano il governo degli Stati Uniti.

Questo è il motivo per cui nulla di ciò che il governo degli Stati Uniti avvantaggia il popolo americano …

Fonte: https://www.bibliotecapleyades.net/

®wld