Archivi tag: ambiente

La tortura di esseri innocenti, senzienti, empatici

Fattoria partner della Coca-Cola esposta con filmati orribili sugli abusi di animalii (attenzione!: VIDEO non adatto a bambini e persone sensibili)

Di Arjun Walia

I fatti:

Un’altra azienda agricola, che fornisce latte a una delle aziende della Coca Cola, è stata esposta sotto forma di riprese video grafiche per estreme crudeltà sugli animal.

Riflettere su:

Come siamo diventati così desensibilizzati da dove proviene il nostro cibo? I prodotti animali sono effettivamente sani o sono stati semplicemente commercializzati in massa da grandi aziende alimentari? Come possiamo stare insensibili e lasciare che esseri innocenti, senzienti, empatici siano torturati?

Quasi il 100 percento di tutti i prodotti animali proviene da allevamenti industriali o da altre fonti estremamente non etiche. Direi che non esiste una fonte etica per produrre o mangiare qualcosa che provenga da un animale, soprattutto ai giorni nostri, quando è diventato chiaro che l’uso di animali per beni e servizi e il consumo di cibo non è assolutamente necessario e rappresenta uno dei più grandi, se non il più grande, contribuente alla distruzione ambientale. Ci sono miliardi di animali allevati per il macello ogni anno e così tanti di loro attraversano un’esistenza tortuosa, deprimente e straziante. Come abbiamo permesso che ciò accadesse? Il nostro rapporto con gli animali dovrebbe essere sacro, speciale. Come siamo diventati insensibili al dolore e al dolore che causiamo a questi esseri innocenti, vulnerabili, empatici, intelligenti ed emotive?

L’ultimo esempio di crudeltà sugli animali emerso proviene da attivisti per i diritti degli animali che hanno pubblicato orribili filmati da una fattoria della Coca-Cola. Questo filmato può sembrare scioccante per molti, ma non è scioccante per la maggior parte degli attivisti di animali, dato che questo è molto noto e una realtà che sta accadendo ogni giorno nella maggior parte degli allevamenti.

Come risultato del filmato, la Coca-Cola Corporation ha tagliato i ponti con la fattoria, che forniva il latte per l’azienda. Ma poi di nuovo, se bevi latte e / o mangi o usi prodotti animali, questo è ciò che stai sostenendo.

La missione di recupero degli animali ha inviato lavoratori sotto copertura in Fair Oaks Farms nell’Indiana, una delle più grandi fattorie del paese che fornisce latte per il marchio Fairlife della Coca-Cola.

Il filmato è stato pubblicato mercoledì, e mostra gli operai che prendono pugni,  a calci e lanciano vitelli e picchiano gli animali con barre d’acciaio e bottiglie di plastica “quasi quotidianamente”. I vitelli appena nati sono crudamente marchiati e ricevono cibo e sostanze nutritive inadeguate. Gli animali morti e morenti vengono lasciati al sole e i vitelli maschi vengono venduti alle fattorie, nonostante le fattorie sostengano il contrario.

Mentre siamo sul tema delle fattorie da latte, è importante sapere che le mucche sono imprigionate con forza in modo che possano produrre latte e che i loro piccoli vitelli siano strappati via da loro, il che è straziante per gli animali perché è l’unico pezzo d’amore che sperimenteranno mai più. I vitellini vengono poi cresciuti per essere massacrati o uccisi dopo essere stati strappati alle loro madri non molto tempo dopo la nascita.

Inoltre, perché gli umani bevono il latte di una mucca quando non è necessario? In effetti, non è affatto buono per noi. Il latte delle mucche è stato propagandato per rendere le nostre ossa più forti e prevenire condizioni come l’osteoporosi. Si scopre che è l’esatto contrario, che il latte provoca la degenerazione ossea sanguinando il calcio dall’osso. Puoi leggere di più su questo qui. Inoltre, il dottor Colin Campbell, autore del “China Study”, ha scoperto che le proteine ​​animali (caseina trovata nel latte di una mucca) possono accelerare e “accendere” il cancro, mentre le proteine ​​vegetali hanno l’effetto opposto. Puoi leggere di più su questo qui.

Fare spazio agli animali che saranno utilizzati per il consumo umano è anche una delle principali cause di deforestazione.

Potresti anche essere interessato a leggere i seguenti articoli:   

Cose che accadono quando smetti di mangiare carne

I tassi di malattie cardiache dei mangiatori di carne rispetto ai vegani e ai vegetariani: il killer numero 1 negli Stati Uniti

Un TEDx Talk molto informativo che condivide fatti puri sul consumo di carne che alcune persone non credono ancora

Proteina vegetale VS. Proteine ​​dalla carne, quale è meglio per il tuo corpo?

Acidosi metabolica: è ciò che accade al tuo corpo quando mangi proteine ​​animali

ATTENZIONE: il video non’è adatto a bambini e persone sensibili 

Perché trattiamo gli animali come facciamo noi? Alla fine della giornata, noi siamo quelli che acquistano questi prodotti e sostengono questo settore, quindi abbiamo il potere di fermarlo. Tuttavia, la consapevolezza sta aumentando e il “mercato” vegano è esploso, mentre i prodotti lattiero-caseari stanno avendo un momento più difficile con le vendite. Solo le vendite di latte in America sono diminuite di oltre un miliardo di dollari.

Le cose stanno cambiando e noi dobbiamo continuare a creare consapevolezza e parlare per coloro che stanno attraversando il più grande genocidio della storia che non sono in grado di parlare da soli.

Aiuta a sostenere l’evoluzione collettiva

La domanda di contenuti di Collective Evolution è più grande che mai, ad eccezione delle agenzie pubblicitarie e dei social media che continuano a tagliare i nostri ricavi. Questo sta rendendo difficile per noi continuare.

Per rimanere veramente indipendenti, abbiamo bisogno del tuo aiuto. Non pubblicheremo paywall su questo sito web, perché vogliamo ottenere le nostre informazioni in lungo e in largo. Per soli $ 3 al mese, puoi aiutare a mantenere viva la CE!

SUPPORTO CE QUI!

Fonte Articolo: https://www.collective-evolution.com/ 

®wld 

Germania: valutazione errata di veicoli a zero emissioni

 

Shock: i veicoli elettrici emettono più CO2 delle auto diesel

Postato da: Oscar Schneider 

I veicoli elettrici possono essere freddi (quando le loro batterie non sono in fiamme) ma sono più pericolosi per l’ambiente rispetto alle controparti diesel. Tutti gli ecologisti che pensano di salvare il mondo guidando gli EV sono totalmente ingannati dalla propaganda del marketing. ⁃ Editor TN

Secondo uno studio condotto da scienziati tedeschi, i veicoli elettrici in Germania emettono più emissioni di CO2 rispetto a quelli diesel.

Quando le emissioni di CO2 legate alla produzione di batterie e il mix energetico tedesco – in cui il carbone svolge ancora un ruolo importante – vengono presi in considerazione, i veicoli elettrici che emettono dall’11% al 28% in più rispetto ai loro omologhi diesel, secondo lo studio presentato Mercoledì all’Istituto Ifo di Monaco.

L’estrazione e il trattamento di litio, cobalto e manganese utilizzati per le batterie consumano molta energia. Una batteria del modello Tesla 3, ad esempio, rappresenta tra 11 e 15 tonnellate di CO2. Considerando una durata di vita di 10 anni e un percorso di viaggio annuale di 15.000 chilometri, questo si traduce in 73-98 grammi di CO2 per chilometro, osservano gli scienziati Christoph Buchal, Hans-Dieter Karl e Hans-Werner Sinn nel loro studio.

 

Cosa c’è di sbagliato in questa immagine? (Immagine: Mimikama.at)

Dicono anche che la CO2 emessa per produrre l’elettricità che alimenta tali veicoli deve essere presa in considerazione.

Considerando tutti questi fattori, ogni Tesla emette da 156 a 180 grammi di CO2 per chilometro, che è più di un veicolo diesel comparabile al prodotto dalla società tedesca Mercedes, ad esempio.

I ricercatori tedeschi mettono quindi in discussione il fatto che i funzionari europei considerano i veicoli elettrici come veicoli a zero emissioni. Osservano inoltre che l’obiettivo UE di 59 grammi di CO2 per km entro il 2030 corrisponde a un consumo “tecnicamente non realistico” di 2,2 litri di gasolio o 2,6 litri di gas per 100 km.

Leggi la storia completa qui …

Fonte: https://www.technocracy.news/

®wld

Wireless: Una delle più devastanti minacce per l’ambiente e la salute umana

Tecnologia wireless: ultra conveniente. Ma non per la sopravvivenza.

Di Peter Tocci

introduzione

Ovvio che nessun problema significativo “esiste nel vuoto” (o qualsiasi altra cosa, per quella questione :-), la maggior parte delle analisi della tecnologia wireless sono piuttosto focalizzate, mentre alcune considerazioni critiche raramente appaiono, se non del tutto. Sfortunatamente, nell’era del sovraccarico di informazioni, molte persone vogliono una linea di fondo rapidamente. Quando la tecnologia wireless è interessata in particolare, tuttavia, è necessario un contesto più ampio per potenziare le scelte necessarie per la sopravvivenza planetaria, quindi umana.

Questo articolo è una distillazione estrema di un completo (13.000 parole), completamente referenziato (70 riferimenti, oltre la metà in formato di stampa) – Tecnologia wireless: ultra conveniente. Intrattenere senza fine. Istigazione criminale. Terminalmente patologico. Ma con la speranza che la gente investirà nella principale, o almeno nelle sezioni di interesse, per l’essenziale verità assoluta sul wireless in un solo posto.

Inoltre, mentre sembra che affrontiamo un gran numero di problemi, la maggior parte sono sintomi di uno solo: l’antica e profonda manipolazione della società umana da parte di generazioni di perpetui psicopatici d’élite. La tecnologia wireless è uno di questi sintomi. Ha tutte le apparenze di una componente importante di una più grande Agenda Malattia / Lenta-genocidio lento.

L’Introduzione originale segue, con modifiche minori, per dare al lettore un’idea dello scopo necessario.

Introduzione originale

L’intento di questo articolo è di mostrare che la tecnologia wireless è, senza altro rimedio che la risoluzione, una delle più devastanti minacce per l’ambiente e la salute – e le minacce alla libertà personale – mai create.

È inclusa la discussione sull’inganno criminale impiegato dalle agenzie del governo degli Stati Uniti, che nasconde la consapevolezza, almeno un decennio prima del marketing, di gravi conseguenze sulla salute delle radiazioni come quelle emesse dalle infrastrutture e dai dispositivi wireless.

Gli studi peer-reviewed sono stati pubblicati dagli anni ’50 fino al lancio wireless iniziale in Orwellian 1984 (con molte migliaia di anni fa). Ne consegue che l’industria ha anche praticato l’inganno sin dall’inizio. Quasi un decennio dopo (era 3G), ha anche soppresso i risultati di, e ha tentato di screditare, un progetto di studio di 5 anni (chiamato WTR – Wireless Technology Research ) che è stato costretto dalle circostanze a iniziare e finanziare.

Vengono identificati gli effetti specifici sulla salute umana delle telecomunicazioni mobili e del WiFi. Enfatizzato, tuttavia, è la minaccia di vasta portata, inevitabilmente fatale, per l’ambiente – tutte le specie, con la possibile eccezione di alcuni microrganismi.

Si tiene conto dei nuovi limiti di esposizione alle radiazioni 4G richiesti da scienziati, attivisti, educatori wireless e avversari dello Smart Meter, e dell’inutilità e del pericolo derivanti dall’inadeguatezza delle loro lamentele sull’inadeguatezza degli standard attuali.

Viene anche discussa l’ultima iterazione wireless, 5G, incluso un forte avvertimento sulla follia dell’opposizione al 5G di per sé.

Per raggiungere l’intento dell’articolo, viene presentato un contesto più ampio del solito. Parte di questo contesto è la manipolazione / controllo della società e dei governi da parte di una spietata crudeltà di potenti mediatori politici chiamati con vari nomi: l’élite, l’élite finanziaria globale, l’élite del potere, la classe dominante e altri (erroneamente lo “Stato profondo” ). Un articolo futuro descriverà questo dettaglio.

L’imposizione del potere spietata (psicopatica) aiuta a “spiegare” l’impensabile livello di malvagità – implicito e dichiarato – che guida l’atrocità senza fili. C’è una discussione contro l’affermazione meccanica che il profitto è il motivo principale – nella parte superiore della gerarchia di potere.

Inoltre è stato suggerito che la tecnologia avanzata fuori controllo e la sua ampia accettazione da parte del pubblico, incluso il wireless, sono sintomatici di una malattia mentale sociale quasi subliminale, o squilibrio psicospirituale collettivo, istigato e / o rinforzato dalla manipolazione dell’élite.

La medicina convenzionale applica la parola “patogeno” ai microrganismi associati alla malattia. Fondamentalmente, tuttavia, la parola significa semplicemente “generatore di malattie” e si trova qui in questo senso. Oppure, si potrebbe considerare la telecomunicazione wireless e il WiFi come un elettromagnetico altamente complesso che infetta il più grande corpo della vita, il cui fondamento è l’ elettromagnetismo.

Per una ragione molto importante da discutere, le radiazioni wireless di telecomunicazione saranno denominate “Informazioni che trasportano le radiazioni a microonde” (ICMR). Il microonde è anche chiamato radiofrequenza – RF. Gli studi scientifici citati potrebbero essere difficili da decodificare per i laici, ma solo gli Abstracts dovrebbero trasmettere l’essenza.

“IndustryGovernment” (IG, a significare il colosso virtualmente congiunto) continua a indulgere nell’ignoranza intenzionale mentre emergono regolarmente nuove prove di gravi impatti. Se l’inganno e la notevole gamma di effetti fossero stati esposti in modo tempestivo, il wireless non sarebbe mai decollato. La verità, che pochi stanno sottolineando, è che la società deve restituirla al suolo per sopravvivere.

Tecnologia wireless: ultra conveniente … distillata

Supponiamo che la confezione dei primi telefoni cellulari li abbia descritti con precisione:

NUOVO!
Portatile, Life-Negative, Ecocidal,
Unità di sorveglianza patologica / controllo umano
con funzionalità wireless per telefono

Quante persone sarebbero scappate per comprarne una? Invece, ci hanno detto che questo nuovo dispositivo ci avrebbe liberati. Quello era far entrare la tecnologia nell’economia e nella vita quotidiana, rendendo tutti più dipendenti artificialmente, ossessionati e dipendenti. Il ritiro sarebbe quindi difficile. Puoi dire ‘piccioni’? Certo che puoi.

In che modo questo crimine rende la IG diversa dagli spacciatori di droga tanto insultata dalla “corretta” società?

Sfortunatamente, la preponderanza degli avvertimenti di pericolo riguarda gli umani, mentre la maggiore minaccia per ordine di grandezza è per l’ ambiente / la Terra . Se usi un dispositivo wireless, sei, consapevolmente o no, partecipando al danno del terminale – di un nuovo ordine – all’ecosistema, quindi all’umanità. Non è un caso. Per favore, pensaci la prossima volta che accendi quel congegno di genocidio lento chiamato telefono – o tablet o qualsiasi dispositivo wireless.

Naturalmente, non è nemmeno necessario utilizzare i dispositivi, poiché la rete di infrastruttura 4G, che fa il bagno nell’ambiente 24 ore su 24, 7 giorni su 7, è eminentemente capace, ha subito e sta distruggendo l’ambiente e la salute.

IndustriaGovernment (e Altro) Malevolenza

Come suggerito, l’origine, la storia e la natura di 1G a 4G rivelano l’inganno diabolico di IndustryGovernment (IG, che indica il colosso virtualmente congiunto). La nota e voluminosa letteratura scientifica a partire dagli anni ’50 che mostrava danni agli esseri umani fu ignorata / respinta, rendendo l’inganno del tabacco e dell’amianto solo brufoli sulla faccia di un tale male che non si può facilmente immaginare.

Tutti i pericoli umani erano noti a metà degli anni ’70, almeno un decennio prima del lancio originale in (Orwellian) del 1984. Più in basso.

Tutti i governi, le organizzazioni regolatorie (FCC, OMS e agenzie ONU) e le agenzie internazionali, come l’ICNIRP presumibilmente indipendente, perpetuano una sfacciata frode scientifica: l’assunzione arbitraria e monotona come premessa operativa che l’unico pericolo potenziale derivante dall’ICMR è termico (riscaldamento dei tessuti ). Considerando che la scienza, opportunamente ignorata, mostra chiaramente il danno da radiazioni non termiche.

Il rapporto BioInitiative: una motivazione per uno standard di esposizione pubblica a base biologica per le radiazioni elettromagnetiche (BR) scandaglia la storia. Esamina, raggruppa e riassume 3800 studi peer-reviewed che mostrano danni da radiazioni non termiche. È stato pubblicato per la prima volta nel 2007, con 2000 studi. L’edizione 2012 comprende il 2007 e copre 1800 successive.

Il BR è citato, tuttavia, solo per rivelare la scienza indipendente che la FCC dice che non esiste o è “inconcludente”: perché la sua richiesta di “… uno standard di esposizione pubblica basato sulla biologia …” ritenuta sicura (per gli umani) è futile, come è l’ Appello Internazionale degli scienziati EMF all’OMS e alle Nazioni Unite.

E come vedremo, nonostante sia invocato, il livello di potenza non è la considerazione totale: tra il riscaldamento e tutti i limiti non termici, è di per sé praticamente irrilevante e potenzialmente pericoloso, anche se ci sono pericoli di riscaldamento rispetto a potenza e distanza dell’antenna.

Testimonianza chiave a Toronto

Da una presentazione al Whole Life Expo 2009 di Toronto di Andrew Michrowski, PhD :

… La ricerca medica e scientifica precisa, di qualità, diretta dagli anni ’50 mette in risalto gli effetti della radiofrequenza e delle microonde – senza influenze di azioni, pubbliche relazioni e avvocati. Negli anni ’70, le equazioni elettromagnetiche, elettrochimiche e a cascata erano ben definite per tessuti, cellule, fluidi intracellulari ed extracellulari ed effetti macromolecolari sui sistemi viventi …

L’analisi della mortalità del 1950-1974 di 40.000 veterani della guerra di Corea mostra che l’effetto dell’esposizione a microonde è cumulativo [enfasi aggiunta] influenza tutte le morti … Ciò significa che anche le esposizioni “deboli” e brevi dai sistemi wireless si si accumulano negli anni eaccumulano negli anni e decenni per generare malattie gravi. [enfasi aggiunta].

Michrowski nota che nel 1973 il Laboratorio di Sistemi di Controllo del Consiglio Nazionale delle Ricerche del Canada ha mostrato 22 effetti non termici documentati e generalmente compresi dalla comunità scientifica più di 30 [40] anni fa.

Michrowski: “Ora, gli scienziati che osano descrivere una parte di tali fenomeni rischiano la loro carriera e il loro reddito …” Quindi, la maggior parte non stanno dicendo tutta la verità in questi giorni: Telecom è ora circa tre volte più grande di Pharma.

Ricercando dagli anni ’80, uno scienziato umanitario senza compromessi e con una brillante carriera nel campo delle neuroscienze – il professor Olle Johanssonha rinunciato al suo finanziamento nel 2017, forzatamente costretto al prepensionamento dal Karolinska Institute (università medica) a Stoccolma, con vergognosa disprezzo per la scienza e carriera illustre.

Johansson stava / sta dicendo tutta la verità: l’unica dose sicura di ICMR, basata sul livello di potenza, è lo zero virtuale o il livello di fondo cosmico. (Vedi anche.)

Uno studio del 2013 mostra che il tasso di assorbimento specifico (SAR) non è solo insufficiente per determinare il livello di esposizione durante l’uso tipico, ma è pericolosamente inadeguato per i sistemi biologici.

Gli effetti possono verificarsi in qualsiasi momento durante o dopo l’esposizione – nominalmente parlando, poiché normalmente non vi è alcuna fuga dalla radiazione della torre. Come notato, gli effetti, anche se non immediatamente avvertiti, causeranno una malattia manifesta e grave a più lungo termine. La suscettibilità varia, ma nessuno sfugge.

I feti, le donne incinte, gli anziani e i giovanissimi sono i più sensibili. Ma i giovani fino a 20 anni circa sono ancora più sensibili di individui fisicamente maturi.

Michrowski nota uno scenario raramente accennato: “Altri impatti includono la corrosione accelerata delle infrastrutture (edifici, ponti, condutture, centrali nucleari) e impatti sulla produttività dell’agricoltura (densità del suolo, problemi del bestiame).” [Enfasi aggiunta.]

Uno studio inquietante del 2017 mostra che la radiazione wireless crea resistenza agli antibiotici in Listeria ed E. coli (studio corrispondente). Dove andrà a finire, se mai, soprattutto con il WiFi negli ospedali?

Corroborando Michrowski, fisico ed ex sommozzatore della Royal Navy ed esperto di microonde addestrato Barrie Trower, PhD dice che i pericoli erano pienamente conosciuti verso la metà degli anni ’70: Perché la tecnologia non era originariamente sviluppata per le telecomunicazioni, ma, tra le altre cose, come arma segreta militare per indurre malattia. La tecnologia delle armi è stata adattata praticamente invariata alle telecomunicazioni, anche se una delle principali differenze è che le armi emettono molta meno energia.

Trower presenta la prova che il governo era consapevole del fatto che la WiFI danneggia irreparabilmente il DNA nei follicoli ovarici (pagina 4), prima di promuoverlo nelle scuole. Causa anche la frammentazione del DNA degli spermatozoi nei ragazzi.

Una buona introduzione a Trower è questa modifica di 35 minuti di una lunga intervista video del 2012 dell’International Center Against the Abuse di Covert Technologies.

Il punto: nessuna dose sicura

Gli standard di esposizione sono basati sui livelli di potenza. Come notato in precedenza, al di sotto del riscaldamento, la potenza è praticamente irrilevante: l’informazione / modulazione dei dati delle frequenze portanti crea impulsi di segnale a cui le membrane cellulari sono estremamente sensibili a tutti i livelli di potenza. Poiché tutte le cellule sono suscettibili, la gamma di potenziali effetti è ampia. Pulsare è la ragione per il termine specifico, ICMR.

“… I campi elettromagnetici pulsati sono, nella maggior parte dei casi, molto più biologicamente attivi dei campi elettromagnetici non pulsati (spesso chiamati onde continue).” – Professor Martin Pall, PhD (pagina 45, capitolo 6, primo par.). Inoltre, scarica PDF, digita “puls” nella finestra di ricerca.

Il BR del 2007 ha rilevato che un decimo di un milionesimo di watt per centimetro quadrato – 0,1 μW / cm 2 , molto al di sotto dello standard FCC, ha mostrato effetti dannosi. Il pulsare è il colpevole. Trower interrogò le spie catturate per sapere quali erano le frequenze del polso utilizzate dai loro governi per indurre quali malattie. È giù Pat.

Il range di sicurezza provvisorio suggerito dal BR del 2012 è di circa 333.000 a 670.000 volte inferiore al limite di esposizione FCC corrente. Si può quindi avere un’idea dell’estrema sensibilità dei sistemi biologici. Questo e il principio dell’effetto cumulativo sono quindi di primaria importanza.

Si prega di tenere presente che il più rigoroso standard di livello di potere pubblico “biologicamente basato” suggerito fino ad oggi è un miliardo di volte superiore al livello di fondo naturale in cui la vita è sempre esistita. E quello non era pulsante.

Electro-Ipersensibilità

Per quanto riguarda la sensibilità biologica e l’effetto cumulativo, una terribile conseguenza dell’ICMR è una sindrome chiamata elettro-ipersensibilità (EHS), che comprende una dozzina o più sintomi spiacevoli e distruttivi. Le vittime EHS di solito non possono sfuggire a tutte le radiazioni e questo può essere un tormento. Non ancora considerata una malattia, l’EHS è stata dichiarata una menomazione funzionale in Svezia / UE. La sua esistenza è stata smentita del tutto dalle autorità statunitensi (cos’altro?), Sebbene nel 2002 il Consiglio di accesso degli Stati Uniti abbia riconosciuto l’ EHS come disabilità (e) Registro federale, pag. 56353.

Colui che da tempo non ha sentito alcun effetto può gradualmente o rapidamente diventare ipersensibile. Pertanto, le vittime di EHS, che sentono i sintomi precocemente e intensamente, comprendono il sistema di allerta precoce della società. Faremmo meglio a prestare attenzione ea rispondere prima dell’esplosione della malattia che sicuramente arriverà.

La locomotiva 5G

Un’ondata di resistenza si sta costruendo contro il 5G (di per sé) – una priorità sbagliata e una reazione istintiva. È pericolosamente fuori dal contesto critico e quindi totalmente sconsiderato. Ovviamente, il contesto ovvio è la tecnologia wireless in generale, il cui ultimo contesto include la tecnologia in sé e la natura stessa dell’essere. La vita è influenzata dai campi elettromagnetici artificiali, perché l’elettromagnetismo naturale è il fondamento della vita.

Il 4G sta distruggendo l’ambiente e la salute umana ora. L’opposizione al 5G dovrebbe essere re-focalizzata sul wireless-per-se, 5G incluso. L’opposizione specifica al 5G potrebbe essere meglio focalizzata sulla sua capacità di aumentare la perdita di libertà e autonomia personale oltre il 4G.

Oltre all’agenda del genocidio lento Elite, uno scopo fondamentale per l’adattamento della tecnologia wireless da arma a telecom era il fondamento di un sistema di controllo umano fascista globale nella tecnosfera: l’interazione di sistemi wireless, microchip, intelligenza artificiale, robotica, nanotecnologie ed economia: consapevolezza totale delle informazioni. Emozione, pensiero e controllo del comportamento (con 5G / IoT, in tempo reale) alla “pressione di un pulsante”. Potrebbe essere più lento, ma il 4G sta realizzando l’Agenda generale mentre parliamo.

Se il 5G di per sé è peggiore del 4G, che è già abbastanza grave da solo, allora non è l’opposizione del 5G che dice che lasceremo cadere la goccia sicura di 500 libbre sulla nostra testa, ma non quella brutta scala da 1000 libbre? Sì, non vediamo l’ora di tornare a quello spazio confortevole di finire la vita “dolcemente” con 4G. Possiamo ballare con il diavolo e venire via puliti.

Riguardo a 4G: una citazione dal giornale di Barrie Trower: Wi-Fi – Un talidomide in the Making. Che importa? p. 7

I principali rischi per i bambini

Questi processi biologici descritti [in precedenza – PT] come “influenzati” dall’irradiazione a microonde a basso livello potrebbero non solo danneggiare la crescita fetale [sic]; basandosi sugli stessi processi biologici sono:

Blood Brain Barrier: richiede 18 mesi per formare e proteggere il cervello dalle tossine. È noto per essere influenzato. [Analizzato – PT]

Myelin Sheath: richiede 22 anni per costruire i suoi 122 strati. È responsabile di tutti i processi di pensiero, organi e muscoli.

Cervello: richiede 20 anni per svilupparsi (posso assicurarti che i telefoni cellulari non aiutano nel suo sviluppo).

Sistema immunitario: richiede 18 anni per svilupparsi. È noto che il midollo osseo e la densità ossea sono affetti da microonde di basso livello così come i globuli bianchi del sistema immunitario.

Ossa – richiede 28 anni per sviluppare – come già accennato, il contenuto di umidità dei bambini rende sia le ” ossa molli” che il midollo particolarmente attraenti per l’irradiazione a microonde. Il midollo osseo produce le cellule del sangue.

Chiaramente, i nostri decisori stanno trascurando una pandemia di malattia infantile finora sconosciuta nelle nostre 40.000 generazioni di civiltà; che può coinvolgere più della metà delle madri / bambini esposti nel mondo. [Enfasi aggiunta.]

Altri fatti orribili devono essere omessi qui che sono disponibili nell’articolo principale .

Sintesi / Conclusione

Forse dovrebbe esserci un premio Nobel per il buon senso? Il buon senso ci dice che l’ecocidio non può essere ignorato o respinto per “bisogno” o desiderio umano. Inoltre, i “decisori” a cui si riferisce il Trower esistono a più livelli di influenza / potere. Cioè, ad un certo livello, “… trascurando una pandemia di malattia infantile …” dovrebbe essere cambiato in “… che causa deliberatamente …” Per non parlare della pandemia di malattia degli adulti.

Quindi il buon senso suggerisce anche che un’istituzione politica e regolatoria infiltrata che perpetra le frodi scientifiche difficilmente risponderà alle richieste di standard di esposizione sicuri. Anche se lo facesse, un tale standard non è nemmeno possibile, quindi non stiamo meglio senza un tentativo futile o ingannevole?

Quando lo si aggiunge, le telecomunicazioni senza fili non sono uno sviluppo spontaneo o “semplicemente” guidato dal profitto; pre-conoscenza ufficiale degli effetti patogenetici / intenti a indurre malattia; targeting per l’ambiente, il non nato e il giovane; eccessiva richiesta di energia; dipendenza / ossessione / dipendenza; fiorente flusso di rifiuti elettronici; e ancora di più: si può concludere senza esagerazione sul fatto che il pianeta e le persone sono in gravi difficoltà.

La portata di questi pericoli rende l’intensa preoccupazione per le dipendenze da droghe (ad esempio gli oppiacei) ridicola, per non dire grossolanamente ipocrita.

Tornando ai nostri sensi

Potere della gente: l’unica via d’uscita. Il più necessario è il rifiuto di massa del wireless. Ancora una volta, qualsiasi persona o organizzazione che utilizza qualsiasi dispositivo wireless sta condannando la vita sulla Terra.

Terminare la connessione senza fili, in tal modo interrompere 5G: B
disutilizzare, annullare i contratti, non acquistarli e utilizzare e richiedere sistemi cablati. Di fatto, darai un calcio alle cose più pericolose – WiFi e tecnologia “intelligente” (stupidamente monumentale). Oh, posso sentirlo: “Ma io (solo) non potrei vivere (lamentarmi) senza il mio (piagnisteo) cellulare.” Se è vero, e non solo patetico coinvolgimento personale, pensaci davvero .

Abbiamo poco tempo prezioso prima che il cerchio di controllo si chiuda: per superare la programmazione, l’assuefazione, la dipendenza e la dipendenza; rifiutare la propaganda dell’Industry Government e la sua canzone delle sirene.

O continueremo come accessori prima, durante e dopo il fatto alla devastazione della Terra, permettendoci di essere sorvegliati, dati estratti, catalogati, indicizzati, profilati, controllati, deliberatamente avvelenati, ammalati, sterilizzati, stupiti e uccisi? Potremmo prendere in prestito e invocare lo slogan di Addiction Hope e Hotline: “Get clean or die”?

Quale sceglierai, consumatore?

Peter Tocci è un massaggiatore in pensione e un consulente del benessere con un interesse costante nell’esplorazione della storia “gestita”, di nefandi programmi segreti, e di notizie alternative mainstream / mainstream, dereliction, distorsione e soppressione.

© 2019, Peter G Tocci. Tutti i diritti riservati

Credito immagine: Waking Times

Fonte: https://www.activistpost.com/

®wld

Almanacco di marzo 2019

 

Rapporto sul Netizen: gli attivisti respingono i piani dell’UE per prevenire le violazioni del copyright e contenuti “terroristici”  

L’Advox Netizen Report offre un’istantanea internazionale di sfide, vittorie e tendenze emergenti nel campo della tecnologia e dei diritti umani in tutto il mondo. Questo rapporto copre notizie ed eventi dal 29 febbraio all’8 marzo. 

Circa 5.000 persone hanno sfidato le temperature gelide a Berlino il 2 marzo per protestare contro una proposta di legge sul copyright dell’UE che potrebbe cambiare radicalmente le dinamiche di pubblicazione e condivisione dei contenuti online.

L’ultima bozza della direttiva sul copyright dell’UE richiederebbe piattaforme Internet come YouTube per installare “filtri di caricamento” – un meccanismo tecnico che impedirebbe agli utenti di caricare contenuti protetti da copyright, imponendo in modo efficace un sistema di “censura preventiva” sui principali social media e internet piattaforme.

I dimostranti portavano cartelli colorati che dicevano “Non siamo bot”, “Filtro diesel invece di filtro di upload”, “Salva Internet” e intonati i testi della canzone “Wir sind keine bot” (We ‘re not bot) realizzati da YouTuber Willboy in particolare in opposizione alla disposizione. La canzone è stata pubblicata venerdì, un giorno prima della manifestazione, ed è diventata una hit virale con oltre mezzo milione di visualizzazioni in pochi giorni.

Se la direttiva sul diritto d’autore è approvata o meno, i sostenitori dei diritti digitali avranno più battaglie da combattere nel breve termine, quando si tratta di proposte politiche che cercano soluzioni tecniche automatizzate per le sfide dei contenuti online.

Una commissione della Commissione europea incaricata di affrontare “contenuti terroristici” online ha proposto una soluzione simile che obbligherebbe le piattaforme online a utilizzare strumenti automatizzati per “rilevare, identificare e rimuovere rapidamente o disabilitare l’accesso ai contenuti del terrorismo”.

Il progetto di regolamento richiede una cancellazione più aggressiva di “contenuto terroristico” (che rimane vagamente definito) e tempi di consegna rapidi alla sua rimozione. Ma non istituisce un tribunale speciale o altri meccanismi giudiziari che possano offrire indicazioni alle aziende che lottano per valutare contenuti online complessi.

Invece, costringerebbe i fornitori di servizi di hosting a utilizzare strumenti automatici per impedire la diffusione di “contenuti terroristici” online. Ciò richiederebbe alle società di utilizzare il tipo di sistema che YouTube ha già messo in atto volontariamente, che è noto per censurare la documentazione delle violazioni dei diritti umani e dei crimini di guerra.

Sia questa proposta dell’UE che la direttiva sul diritto di autore ripongono molta fiducia in questi strumenti, mostrando scarsa preoccupazione per le conseguenze che possono avere per la libertà di espressione, il giornalismo e l’informazione pubblica.

A una conferenza pubblica a gennaio, Evelyn Austin, dell’organizzazione per i diritti digitali con sede in Olanda Bits of Freedom, ha espresso profonda preoccupazione per le politiche che si muovono nella direzione della censura preventiva automatizzata:

Vediamo come inevitabile una situazione in cui esiste un filtro per i contenuti protetti da copyright, un filtro per contenuti presumibilmente terroristici, un filtro per contenuti potenzialmente sessualmente espliciti, uno per sospetto incitamento all’odio e così via, creando un ecosistema di informazione digitale in cui tutto ciò che diciamo , anche tutto ciò che cerchiamo di dire, è monitorato.

Fonte: https://www.activistpost.com/

*************************************

  

Dane Wigington  

GeoengineeringWatch.org 

Il nostro mondo continua a cambiare ad un ritmo che supera in modo esponenziale qualsiasi cosa mai documentata in tutta la storia del pianeta. Realtà artificiali completamente insostenibili stanno mantenendo enormi segmenti di popolazione pacificati per il momento, anche mentre crescono le voci sul conflitto globale. Ciò che si sta rivelando non sembrerà reale finché non lo sarà. L’ultima puntata di Global Alert News è qui sotto.

L’ingegneria meteorologica invernale è uno degli obiettivi primari per i geoingegneri. Manipolando le correnti eoliche di livello superiore e con processi brevettati di nucleazione chimica del ghiaccio per la modifica del clima, gli ingegneri del clima stanno (e stanno già facendo) raffreddando le regioni più popolate degli Stati Uniti (sostenute dal più massiccio complesso industriale militare del pianeta). Questo processo alimenta la continua confusione e divisione della popolazione rispetto al vero stato del clima globale. Gran parte dell’aria più fredda è, in sostanza, sottratta all’Artico mediante manipolazione a getto d’acqua tramite installazioni di riscaldatori ionosferici. Cosa succede allora? La partenza più recente dalla normale mappa ad alta temperatura sotto dipinge un’immagine chiara. La fusione totale dell’Artico accelera, così come le emissioni di metano di massa che si verificano lì dall’aumento di calore accresciuto. Se abbastanza depositi di idrato di metano precedentemente congelati si liberano nell’atmosfera, sarà presto finito. Questo non è per incolpare tutte le nostre sfide sull’ingegneria del clima, ma matematicamente parlando, è il singolo fattore di disturbo climatico più grande in questo momento. Le zone rosso scuro sulle regioni polari sono foriere di un futuro molto grave per tutti noi (e poi c’è lo strato di ozono collasso da considerare, in cui anche l’ingegneria del clima è un fattore causale primario).  

 Partenza dalla normale mappa ad alta temperatura 

Cercare di fare la differenza per il meglio è una decisione personale, è una scelta. Non importa quanto grandi siano le probabilità contro di noi, non siamo sconfitti finché non decidiamo di esserlo. Se stiamo insieme nello sforzo dedicato e incessante per dare l’allarme e risvegliare le popolazioni globali, potremmo ancora realizzare un bene profondo. Se possiamo esporre l’ingegneria del clima, potremmo fermarlo. Se possiamo fermarlo, almeno compreremo il tempo. Tutti noi dobbiamo fare la nostra parte, condividere dati credibili da una fonte credibile, far sentire la vostra voce.
DW 

Lo stand di sensibilizzazione di GeoengineeringWatch.org di questa settimana è al Del Mar Fairgrounds, a Del Mar, in California, ed è mostrato sotto. La mia più sincera e continua gratitudine agli organizzatori della mostra Gem Faire per aver facilitato e allestito questo stand molto efficace nella location Gem Faire di ogni settimana. Il programma per gli eventi Gem Faire in arrivo è QUI. Uno stand di geoengineeringwatch.org sarà in ogni caso, grazie al supporto costante di Gem Faire.

Le sfacciate configurazioni della griglia nei nostri cieli costringeranno le popolazioni a cercare e prendere atto? Il video di 1 minuto qui sotto è stato catturato lungo la Sierra orientale, in California. Credito video: Athina Kaviris

Fonte: https://www.geoengineeringwatch.org/

*************************************

 

Una Bufala e una Frode Assoluta

di Massimo Lupicino 

“Il Global Warming è una bufala e una frode assoluta”. Sono le parole di Patrick Moore: non un “negazionista” qualsiasi, bensì il co-fondatore di Greenpeace, ed ex-presidente di Greenpeace Canada. È una intervista di fuoco, quella rilasciata da Moore a Breitbart. Di cui ovviamente non sentirete parlare sui (tele)giornaloni italiani, ma che si inserisce in un dibattito altrettanto infuocato che va avanti da mesi oltreoceano. Dibattito del quale in Europa non arrivano nemmeno gli spifferi (qui si discetta delle bigiate di Greta), ma di cui renderemo conto prossimamente su queste pagine. Ma torniamo all’intervista, di cui provo a fare di seguito un sunto.

Paura e Senso di Colpa

“La paura è sempre stata usata nella storia per controllare la mente della gente, e i portafogli. E quella della catastrofe climatica è una pura e semplice campagna di paura: paura e senso di colpa. Ti spaventi per il fatto che stai uccidendo i tuoi bambini perché li porti in giro in un SUV che emette anidride carbonica, e ti senti in colpa per questo. Non ci sono altre motivazioni per questa campagna, se non queste due”.

Scienziati cooptati e corrotti

“Gli scienziati sono cooptati e corrotti da politici e burocrati impegnati nel portare avanti la narrativa del clima che cambia, in modo da centralizzare a livello politico potere e controllo”.

“Le società ‘verdi’ fanno parassitismo dei soldi dei contribuenti attraverso regolamentazioni a loro favorevoli, e sussidi giustificati esclusivamente alla luce delle minacce collegate alla narrativa sul Climate Change. Lo fanno servendosi della protezione offerta dalla propaganda dei mezzi di comunicazione”.

“I media fanno da cassa di risonanza distribuendo fake news, e ripetendo all’infinito che stiamo uccidendo i nostri bambini, e poi ci sono i politici ‘verdi’ che comprano gli scienziati con i soldi stanziati dai governi per produrre paura su cui speculare, sotto la forma di materiale pseudo-scientifico”.

“E poi ci sono i business ‘verdi’, gli speculatori e i ‘capitalisti di connivenza’ che si avvantaggiano di sussidi giganteschi, tagli fiscali e stanziamenti governativi per usufruire dei loro servizi, e si arricchiscono grazie a tutto questo. E poi, ovviamente, hai gli scienziati che volontariamente si attaccano alla lenza dei contributi statali”

Consensus

“Quando parlano del 99% di consenso scientifico sul global warming, parlano di un numero assolutamente ridicolo e falso. La gran parte degli scienziati (virgolettato) che spingono questa teoria catastrofista sono pagati con soldi pubblici. Non sono pagati dalla General Electric, dalla Dupont o dalla 3M per fare ricerca, laddove società private si aspettano dalla ricerca qualcosa di utile per produrre qualcosa di meglio e fare un profitto perché la gente la vuole. La gran parte di quello che fanno questi cosiddetti scienziati è semplicemente produrre più paura, in modo che i politici possano usare questa paura per controllare la mente della gente e raccattare i loro voti. Perché qualcuno crede davvero che quei politici possano salvare i suoi figli da un destino segnato”.

Una minaccia esistenziale alla ragione

“La narrativa sul Global Warming è una minaccia esistenziale alla ragione. La più grande bugia dal tempo in cui la gente credeva che la Terra fosse al centro dell’universo. È una ripetizione dell’esperienza di Galileo: quello che accade oggi con la narrativa sul Global Warming è la più grande minaccia al pensiero illuministico dai tempi di Galileo: non è mai accaduto niente di così brutto alla scienza da allora. Si sta sostituendo la scienza con la superstizione e con una combinazione tossica di religione e ideologia politica. Non c’è niente di vero in questo. È una bufala e una frode assoluta”.

Qualche riflessione

In attesa che parta la solita character assassination a media unificati che annienta regolarmente le voci dissidenti in fatto di Climate Change, e Moore venga quindi accusato di crimini inauditi o proposto per un ricovero d’urgenza in manicomio, vale la pena fare almeno una considerazione.

Greenpeace è stata co-fondata da Moore nel lontano 1971. L’ambientalismo allora era cosa ben diversa da quello odierno: affrontava problemi seri, reali, e pur tra i soliti inevitabili eccessi, contribuiva a battaglie decisive che hanno reso le nostre vite migliori, e il Pianeta più vivibile. Basti pensare alla battaglia combattuta, e vinta alla grande contro le piogge acide: vinta grazie alle campagne ambientaliste, e alla ricerca scientifica. Ricerca vera, che produce soluzioni ai problemi, come i sistemi di abbattimento delle emissioni di composti solforati che avvelenavano e distruggevano le foreste di casa nostra. Proprio quella scienza “buona” di cui parla Moore.

Il confronto tra quella scienza e quell’ambientalismo di 40 e più anni fa, e la scienza del clima e l’ambientalismo di oggi, è semplicemente disperante. E questo, solo questo, giustifica ampiamente l’amarezza e la rabbia che traspaiono dalle parole di Moore.

Fonte: http://www.climatemonitor.it/?p=50385

®wld

Continua a credere e sostenere il frame dominante

La scienza come l’economia 

Scritto da Mason Massy James

Quando un economista ci parla di crescita infinita ormai l’abbiamo capito tutti che è solo una pericolosa presa in giro basata su calcoli assurdi, matematicamente corretti ma che non hanno nulla a che fare con la vita e possono essere solo frutto di menti sballate che hanno perso il contatto con la realtà, il benessere reale, la felicità e la natura delle persone.

Ma quando ci parla uno scienziato e ripete gli stessi evidenti cliché aberranti dell’economista improvvisamente quella consapevolezza che ci faceva riconoscere le assurdità dell’economia scompare e ritorna in auge la fede dogmatica verso la tecnica, i calcoli e le promesse impossibili da mantenere che diventano l’ennesima carota posta davanti all’asino per farlo muovere.

Non è un caso che per arrivare ai suoi insensati “risultati” alla scienza e alla tecnologia occorra seminare morte e distruzione esattamente come all’economia.

Come l’economia crea poveri, fame, miseria, elitarismo, classismo, ecc. così la tecnologia crea sfruttamento, distruzione ambientale, dipendenza, meccanizzazione, utilitarismo, ecc.

Inutile dire “sì ma l’economia è neutra, dipende come la usi”, oppure “comunque l’economia ha fatto anche qualcosa di buono: guarda io ho 100 euro, se non li avessi starei peggio”: è ovvio che queste argomentazioni sono limitate, non vedono il problema nella sua interezza e tentano di giustificarne gli indicibili abusi a livello globale attraverso l’enfatizzazione di singoli e limitati benefici.

Eppure con le stesse identiche argomentazioni si giustifica la tecnologia anche se è evidente che essa sia solo uno strumento del dominio e dello sfruttamento perché, come l’economia, è nata grazie a dominio e sfruttamento, li produce e li sostiene.

Se distinguiamo la tecnologia dal mero utensile (che non richiede un sistema produttivo né separazione del lavoro, è progettabile e costruibile volontariamente e direttamente dagli individui che lo vogliono usare) è innegabile che non è mai esistita né esiste tutt’ora alcuna tecnologia che non si basi su una forma di sfruttamento dell’uomo sull’uomo, sugli animali o sul pianeta. Senza schiavitù non ci sarebbe stata nessuna tecnologia. Anche oggi questa può esistere solo grazie a nuove forme di schiavitù.

L’avanzamento tecnologico esattamente come il cosiddetto benessere economico, di cui fruisce una parte minoritaria del mondo, esistono oggi solo perché il loro costo sociale e ambientale è pagato direttamente da qualcun altro da qualche altra parte. Ai ricchi servono i poveri. Ai tecnofili occorrono schiavi. Se ne dovessimo sostenere i veri costi direttamente, nessuno tollererebbe queste follie.

L’idea che la tecnologia un giorno possa essere fonte di libertà ed egualitarismo è solo un cieco atto di fede basato sul nulla se non su delle comode promesse che sono le stesse fornite dalla religione, dalla politica e dall’economia: promesse che ti fanno sopportare orrori attuali e reali per paradisi futuri e fittizi, l’importante è che tu continui a credere e sostenere il frame dominante non spezzando la catena di montaggio.

Nessun modello economico ci salverà perché l’economia stessa è un problema.
Nessuna tecnologia ci salverà perché la tecnologia stessa è un problema.

Se vediamo ancora cose come la clonazione di esseri viventi e le associamo a progresso e successo dell’ingegno umano, è come se vedessimo ancora nel capitalismo la possibilità di prosperare e aumentare il nostro benessere.
L’articolo da cui l’immagine è stata presa conclude infatti: “…nuove possibilità, in prospettiva, anche per la zootecnia e la conservazione delle specie in pericolo.” Traducendo: questa scoperta ci darà nuove possibilità nel campo della segregazione animale che è una delle fonti principali di inquinamento e nuove possibilità nel tentativo di salvare in maniera artificiosa delle specie che abbiamo messo noi a rischio con la tecnologia stessa.

Ripeto un esempio pratico che ho già scritto altrove:
<<E’ un po’ come se io iniziassi a prendermi a randellate lo scroto e arrivasse uno scienziato che come soluzione al mio fastidio mi proponesse un bel fallo bionico piuttosto che semplicemente smettere di randellarmi. “Vuoi mettere un fallo bionico? Sarà anche meglio di quello che hai: non si inceppa, non si intasa. E lo facciamo in titanio quindi, attraverso complicatissimi calcoli strutturali che solo il genio umano può concepire, garantiamo che resisterà alle randellate.”
Ecco cosa ci ha sempre venduto la tecnologia: un miraggio di miglioramento mentre continuavamo e continuiamo solo a prenderci a randellate i coglioni.>>

Fonte: http://www.masonmassyjames.it/

®wld

Il 5G la nuova via della seta Tecnologica

 

I segreti del 5G, tra spionaggio e controllo militare delle masse: Di Maio ci ha venduti ai cinesi (del Partito Comunista)

di Maurizio Martucci

Bonariamente è ‘la via della seta digitale’, ma ha tutte le caratteristiche di una vera e propria guerra di spionaggio industriale, una partita a Risiko nello scacchiere internazionale, dove la posta in palio per la post-globalizzazione sarebbero le sorti dell’umanità nel wireless di quinta generazione. In ballo, oltre investimenti miliardari e salute pubblica minacciata da un nuovo tsunami di inesplorate microonde millimetriche, anche servizi segreti, lobby del datismo e cyberspionaggio nell’infrastruttura digitale, la rete dell’Internet delle cose: con buona pace di Marco Polo e la ‘seta’ nei collegamenti tra antica Roma e impero d’Oriente, chi controllerà il 5G potrà come detenere il mondo? Quantomeno, così pare, la sua stabilità nel controllo di intelligence e security!

Sarebbe questo lo scenario segreto dietro la forsennata corsa al 5G. Le schermaglie di facciata tra USA e Cina per la leadership sul primato sull’intelligenza artificiale non sarebbero altro che un deterrente, se è vero come il proibizionismo di Donald Trump sia finito su Giappone, Australia e Nuova Zelanda, dove alle cinesi Zte e Hawuei sono stati interdetti appalti pubblici e forniture aziendali pel 5G (in USA previsto poi nel 2019 un ordine esecutivo di emergenza nazionale per impedire alle aziende statunitensi l’utilizzo di apparecchiature di telecomunicazione made in China).

 

In questa spy story, l’anomalia occidentale è rappresentata proprio Italia, o meglio, da Luigi Di Maio e i suoi deputati, decisi a fare del 5G italiano la testa d’ariete cinese in Europa, mentre Hawuei viene ostacolata in Germania, Francia, Gran Bretagna, Belgio e Norvegia: lo si era capito già a Settembre quando, pretesa con forza la delega dello Sviluppo Economico appena insediato Conte al Colle, DI Maio aveva partecipato al summit di Hauwei in Parlamento (c’erano anche i sottosegretari Geraci e Tofalo, la deputata Liuzzi e i Sindaci di Roma e Genova Raggi e Bucci). “Abbiamo rapporti molto costruttivi con il governo italiano – nell’occasione aveva detto Thomas Miao di Huawei Italy – siamo felici che abbia accettato il nostro invito a parlare di rivoluzione 5G, infrastrutture, è fondamentale interloquire con le pubbliche amministrazioni”.

 

Non confondano le recenti audizioni in Commissione Trasporti dei vertici di Vodafone Italia (27/11), TIM Spa, Wind Tre (14/12) e Fastweb (17/12) che puntano sull’innalzamento per legge dei valori soglia dell’irradiazione elettromagnetica (da 6 V/m a 61 V/m?), prevista nel documento elettorale del MoVimento 5 Stelle, perché che Di Maio spostasse l’ago della bilancia in favore del Dragone smarcandosi da Trump (e pure da Putin) lo si era capito nel workshop sulla ‘via della seta digitale’ organizzato nell’ambasciata cinese a Roma, quando l’ambasciatore Li Ruiy senza mezzi termini aveva detto che “il XIX congresso del Partito Comunista Cinese ha ribadito la volontà di realizzare un sistema economico moderno, accelerare lo Stato innovativo, perfezionare il sistema del mercato socialista e farlo arrivare a un’apertura complessiva”. Scrivendo sull’ultimo G20 in Argentina e dell’incontro tra Trump e Xi, anche il quotidiano comunista italiano Il Manifesto ha sostenuto come “di sicuro il partito comunista cinese ha affermato il proprio impegno nello sviluppo della tecnologia 5G”, mentre secondo indiscrezioni da Pechino, China Telecom e China Unicom starebbero per allearsi in ottica 5G creando nuovo gigante da 600 milioni di abbonati controllato dal governo rosso, legato al Dipartimento del Lavoro del Fronte unito, strumento del Partito comunista cinese (il motivo per cui, a differenza di Di Maio, Trump blocca Zte e Hauwei in USA). Ma non è tutto, perché secondo il Quotidiano del popolo (massimo organo di stampa del Partito comunista cinese) avrebbe la tessera del partito anche Jack Ma, fondatore del colosso dell’ecommerce Alibaba che – come in un rompicapo – nel “Russian direct investment fund” (un fondo d’investimenti collegato al Cremlino) punterebbe a collegare la Cina con la Russia di Putin.

 

E qui entrano in gioco Di Maio e l’anomalia dell’entourage pentastellato, criticato anche da Il Sole 24 Ore (organo di Confindustria). Con due missioni internazionali compiute in soli due mesi, a Novembre il ministro dello sviluppo economico era volato a Shanghai per il ‘China International Import Expo’: incontrato il presidente cinese Xi Jinping, segretario generale del Partito Comunista Cinese (dietro le multinazionali hi-tech ci sono le grandi banche governative, Bank of China e Industrial & Commercial Bank of China fondata dall’ex ufficiale dell’esercito di Liberazione popolare cinese Ren Zhengfei), Di Maio ha incassato i dubbi del senatore centrista Giuseppe Esposito, già vice presidente del Copasir (comitato parlamentare di vigilanza sui servizi segreti per la sicurezza della Repubblica) secondo cui “non viene ancora posta la giusta importanza sul ruolo dell’infrastruttura. Chi controlla le reti controlla tutte le informazioni, anche h24”. Il nodo, quindi, sarebbe proprio lo spionaggio industriale, ovvero il controllo di una quantità impressionante di dati che, con Zte e Hauwei, finirebbero nelle mani dei cinesi: nonostante la smentita di circostanza di Zte Italia, con l’apertura del Tecnopolo d’Abruzzo a L’Aquila è indubbio però come l’azienda fatta fuori in mezzo occidente annuncia investimenti da 500 milioni di euro in Italia solo nei prossimi 5 anni, mentre per il New York Times Huawei avrebbe speso 600 milioni di dollari per la ricerca 5G dal 2009, destinati 800 milioni solo per il 2018.

 

Ma non è finita. L’ultimo appello del Comitato di tutela per l’Ambiente Monte Porzio Catone (Roma), promotore della raccolta firme Stop 5G (quasi quota 6.500 firme), apre poi un altro scenario, a dir poco apocalittico, tirante in ballo persino armi a microonde, note anche come Active Denial System (ADS), sviluppate dalle forze armate statunitensi per il controllo delle masse (il cosiddetto “goodbye effect” sperimentato in Afghanistan e che – secondo una nota dell’Aeronautica USA – causerebbe anche gravi ustioni).

Nel video dimostrativo dell’esercito americano – preoccupato scrive il comitato dell’hinterland capitolino – vedete come può essere utilizzato per evitare proteste e sommosse nella cittadinanza. Immaginiamo che i prossimi ripetitori 5G potranno essere posizionati nelle grandi città, magari su ogni palazzo in modo che ogni cittadino potrà essere irradiato (se necessario), conoscendo la sua posizione grazie alle trasmissioni TLC. Se a questa considerazione aggiungiamo gli ultimi studi del prof. Ben Ishai del dipartimento di Fisica dell’Università Ebraica in cui si evince che le frequenze adoperate per il 5G entrano in perfetta risonanza con i dotti sudoripari trasformandoli in migliaia di antennine elicoidali, che assorbono e ritrasmettono il segnale 5G (dentro e fuori del nostro corpo), lo scenario che si viene a delineare è alquanto allarmante”.

Riproduzione consentita, citando fonte e autore

®wld 

Rilascio di organismi geneticamente modificati nell’oceano

 

La marina degli Stati Uniti rilascia gli organismi geneticamente modificati nell’oceano, scatenando l’inquinamento genetico di massa con conseguenze devastanti

(Naturale Notizie)

di: Tracey Watson

Non si accontenta più di armeggiare con il disegno genetico delle colture e degli esseri umani, gli scienziati – per volere dei militari statunitensi – stanno ora rivolgendo la loro attenzione agli oceani del mondo. Come riportato da Defense One, il Pentagono sta esaminando vari modi in cui ingegnerizzare geneticamente i microorganismi marini in apparecchiature di sorveglianza viventi in grado di rilevare sottomarini nemici, sommozzatori e altri sospetti di traffico sottomarino.

I militari stanno anche valutando l’utilizzo dell’ingegneria genetica per creare un camuffamento vivente in cui le creature reagiscono all’ambiente circostante per evitare di essere scoperti, insieme a una miriade di altre applicazioni potenzialmente nefande.

Sebbene tali modifiche possano sembrare vantaggiose per gli sforzi di sicurezza nazionale, ci sarà un prezzo da pagare – come sempre accade quando gli scienziati interferiscono con la progettazione genetica. Quali saranno gli effetti dell’inquinamento genetico di massa sui nostri oceani e quali risultati irreversibili e devastanti potrebbero essere scatenati? (Correlato: il primo OGM mai prodotto dall’ingegneria genetica ha avvelenato migliaia di americani).

Scatenare organismi ingegnerizzati senza conoscerne le conseguenze

I funzionari militari, che insistono sul fatto che questo tipo di ricerca è ancora agli inizi, vengono sostenuti nei loro sforzi dal Naval Research Laboratory (NRL).

Defence One ha spiegato la ricerca in modo più dettagliato:

Prendi un abbondante organismo marino, come Marinobacter , e cambia il suo corredo genetico per reagire a certe sostanze lasciate da navi nemiche, sommozzatori o equipaggiamento. Questi potrebbero essere metalli, scarichi di carburante, DNA umano o alcune molecole che non si trovano naturalmente nell’oceano, ma sono associati, ad esempio, ai sottomarini diesel. La reazione potrebbe assumere la forma di una perdita di elettroni, che potrebbe essere rilevabile da sub-droni amichevoli.

“In un contesto ingegnerizzato, potremmo prendere la capacità dei microbi di abbandonare gli elettroni, quindi usare [quegli elettroni] per parlare con qualcosa come un veicolo autonomo”, ha spiegato la ricercatrice della NRL, Sarah Glaven, che stava parlando ad un evento ospitato da il laboratorio di fisica applicata della Johns Hopkins University. “Allora puoi iniziare a immaginare di poter creare un segnale elettrico quando i batteri incontrano alcune molecole nel loro ambiente.”

I ricercatori hanno già dimostrato, in un ambiente di laboratorio, che i geni dei batteri di E. Coli possono essere manipolati per mostrare proprietà che potrebbero rivelarsi utili per il rilevamento sottomarino. Tuttavia, questo tipo di ricerca è limitato perché potrebbe non essere necessariamente replicabile nella vita marina trovata nelle aree in cui è necessario che siano al fine di rilevare i sottotitoli ostili.

Nondimeno, Glaven crede che il team possa trasformare questi tipi di organismi marini mutati in un solo anno.

“Il motivo per cui pensiamo di poterlo fare è che abbiamo questo vasto database di informazioni che abbiamo raccolto dalla coltivazione di questi sistemi naturali”, ha osservato. “Quindi, dopo gli esperimenti in cui esaminiamo il potenziale genetico di commutazione, l’espressione genica, le reti di regolazione, stiamo trovando questi sensori.” (Correlato: l’inquinamento genetico danneggia gli organismi attraverso 14 generazioni di prole, rivela uno studio scientifico sbalorditivo).

Parte di un più ampio programma militare di “biologia sintetica”

Questa ricerca di modificazione marina fa parte di un programma militare da 45 milioni di dollari che comprende le piattaforme della marina, dell’esercito e dell’aeronautica militare ed è stato etichettato come programma di ricerca applicata per il progresso delle scienze e tecnologia sulle biologia sintetica per gli ambienti militari. Il programma mira a fornire ai ricercatori in questi settori militari tutti gli strumenti che ritengono necessari per elaborare le risposte genetiche in un modo che possa essere manipolato dai militari.

Non è difficile immaginare che questo programma di manipolazione genetica su larga scala possa creare effetti disastrosi – effetti che i nostri figli e nipoti saranno lasciati affrontare e che potrebbero rivelarsi irreversibili.

Quali altri elementi di progettazione genetica stanno facendo gli scienziati che giocano con Dio? Ulteriori informazioni su GMO.news.

Le fonti includono:

DefenseOne.com

NaturalNews.com

fonte: https://www.naturalnews.com/

®wld