Archivi tag: Alexa

La pietra angolare della schiavitù

  

Dipendenza tecnologica e la fine della libertà

La tecnologia può essere abbagliante, ma anche debilitante per il vero progresso umano, e quando dico “progresso” non intendo avanzamenti nel mondo delle macchine ma progressi nel mondo delle persone, e non necessariamente ne consegue l’altro.

In primo luogo, riconosco pienamente che ogni volta che qualcuno tenta di criticare l’innovazione tecnologica, rischiano di essere etichettati come “crackpot” o “fossili obsoleti”, una barbara reliquia di un’era sperata. Tuttavia, questo atteggiamento è ignorante. Assume che il percorso che stiamo percorrendo come specie è un miglioramento perpetuo finché continuiamo a seguire il grande dio della tecnologia; ma cosa succede se questa ipotesi è completamente sbagliata? Che cosa succede se stiamo effettivamente devolvendo piuttosto che evolvendo?

Non sono qui per grugnire e scuotere la mia lancia al volante e al motore a combustione e al computer programmabile: mi piacciono tutte queste cose. Ma quello che non mi piace è il futuro oscuro che vedo quando l’umanità trasforma le macchine in una grande “domestica di bambine” in metallo, polimero e digitale e perdiamo la nostra capacità di prenderci cura di noi stessi. La dipendenza è la pietra angolare della schiavitù e la nostra civiltà sta diventando sempre più dipendente.

Nel mio tempo su questa terra ho avuto il privilegio e ho sofferto il dolore di vedere l’era digitale giungere a buon fine. Ho assistito alla creazione del computer di casa, alla nascita di Internet, alla proliferazione della tecnologia cellulare e ora alla diffusione di “intelligenza artificiale” e 5G. Ho anche visto il decadimento di un’intera generazione di millennial in inutilità e sconforto, senza alcuna abilità pratica di produzione o sopravvivenza e completamente dipendente dalla tecnologia digitale per tutto, compresa la costruzione di illusioni di amicizia e intimità. Ho assistito alla pussificazione dell’America.

Le controargomentazioni contro questo varieranno. Alcuni diranno che la nostra società è semplicemente diventata più comoda e più confortevole, e questa è una buona cosa. Altri sosterranno che gli scettici come me temono i cambiamenti sociali che derivano dalla globalizzazione portata dall’era digitale. Tuttavia, altri sosterranno che la centralizzazione e la dipendenza sono estensioni “naturali” dell’evoluzione dell’uomo; che è inevitabile e quindi dovremmo abbracciarlo.

Queste sono anche le argomentazioni classiche dei futuristi, una sottocultura di zeloti ideologici che credono che tutte le vecchie idee e modi di vivere debbano essere trattati come obsoleti e buttati via per far posto a tutte le nuove idee e modi di vivere. L’idea è che tutte le nuove idee sono un miglioramento automatico; che ogni nuova generazione è superiore a quella precedente, in quanto presumibilmente hanno accesso a più conoscenze, e quindi sono più saggi. Ma la conoscenza non è la stessa cosa della saggezza e spesso viene abusato per raggiungere obiettivi piuttosto brutali e volgari.

Ciò che i futuristi non ammetteranno mai è che ci sono pochissime nuove idee nel mondo, solo le vecchie idee rehashed e riciclate e ridipinte per apparire diverse. Nel grande schema della storia, la libertà come idea è molto antica, ma l’applicazione sociale su larga scala è qualcosa di completamente nuovo. La centralizzazione, con la forza, la manipolazione o l’intrappolamento tecnologico, non è certo un concetto rivoluzionario. È la più antica delle filosofie.

La tendenza odierna indica un percorso verso una centralizzazione rapida e, secondo le prove, questa non è una progressione naturale, ma la conseguenza di un’agenda deliberata da parte di gruppi elitari che desiderano rimanere al potere nei secoli a venire. L’avvento di molte tecnologie oggi non è necessariamente il problema, è il modo in cui queste tecnologie vengono applicate nella nostra società che sta infantando le masse.

Discutiamo alcuni esempi specifici …

Sovraccarico di comunicazione

La tecnologia cellulare e Internet hanno cambiato il mondo. Con un computer connesso al web in tasca, sarai sempre in grado di comunicare con gli altri, raramente ti perderai e potrai persino registrare video di ovunque tu vada e tutto ciò che fai: ricordi istantanei. Chissà quanto tempo questa tecnologia ha aggiunto al giorno di una persona, o quante vite ha salvato. Ma consideriamo il lato oscuro …

In primo luogo, le concentrazioni di attenzione delle nazioni occidentali si sono ridotte a meno di quelle del pesce rosso dal 2002; proprio nel momento in cui il telefono cellulare e l’uso di internet hanno cominciato a esplodere. Secondo la ricerca generale, la persona media trascorre ora fino a 4 ore al giorno guardando il proprio telefono cellulare e, combinata con l’uso quotidiano dei social media a casa e al lavoro, mi aspetto che questo numero aumenti drammaticamente. Infatti, gli adulti americani trascorrono circa 11 ore al giorno interagendo con vari media. Quella è la maggior parte della loro vita da svegli distratta da minuzie.

Le parti del mondo che hanno accesso immediato a questa tecnologia vengono zomitate e non sembrano rendersene conto. L’eccessiva saturazione di informazioni e la gratificazione immediata innescano una risposta di ossitocina e dopamina nel cervello umano simile alla risposta che otteniamo quando socializziamo normalmente, ma ci sono prove che suggeriscono che la forza dell’interazione umana ha molto a che fare con il livello di piacere che riceviamo attraverso una risposta alla dopamina. Le interazioni con i social media sono un povero proxy per le relazioni reali. Quindi, i social media creano un flusso quasi costante di dopamina, ma anche più debole e meno significativo. Ciò ha portato a una nuova forma di dipendenza, forse più invasiva di qualsiasi droga chimica esistente.

L’interazione con altri esseri umani senza i social media o la gratificazione immediata è diventata impensabile, ma il mondo reale non funziona secondo i capricci personali, e così, le persone hanno iniziato a scartare il tempo quando si lavora lontano dalla rete; diventano estremamente impazienti, come i bambini piccoli. Quando sono costretti a fare i “rimedi” necessari per sopravvivere crescono frustrati e compiacenti. Evitano le pause oi momenti tranquilli della vita, rifiutando di meditare sulle esperienze ed esplorare il significato più profondo dietro gli eventi che leggono ogni giorno brevemente nei loro feed di notizie. Tutte le informazioni sono a portata di mano, ma non hanno idea di come assorbirlo e applicarlo in modo critico.

Invitando gli osservatori a casa tua

La gente fa un sacco di cose stupide in nome della convenienza, compresa l’apertura delle loro case alla sorveglianza e alla tirannia sotto l’apparenza di una vita facile. Mentre un cellulare è essenzialmente un dispositivo di ascolto, un dispositivo di videosorveglianza e un dispositivo di localizzazione in tasca che i governi e le aziende possono sfruttare ogni volta che desiderano, i problemi non si fermano qui. Il futuro della tecnologia è case completamente interconnesse in cui tutto è digitale e tutto è collegato all ‘”Internet delle cose”.

Abbiamo visto alcune di queste scoperte di recente con polemiche sulla tecnologia Alexa di Amazon, che è essenzialmente un dispositivo di ascolto ampio e sensibile che le persone pagano con i loro soldi e si posizionano volontariamente nel mezzo delle loro case. Amazon è stato catturato in diverse occasioni nella raccolta di grandi quantità di dati dalla propria rete Alexa, comprese registrazioni di conversazioni con i clienti a cui i dipendenti e persino il governo hanno accesso.

Ma questo è un esempio meno sottile. Considera di avere TUTTI i tuoi elettrodomestici collegati al web e cosa significherebbe? Sorveglianza governativa sull’uso elettrico quotidiano e sull’uso dell’apparecchio; il che significa che saprebbero quando sei a casa e cosa stai facendo in ogni momento. Questo potrebbe non sembrare un grosso problema se pensate di “non avere nulla da nascondere”, ma in un mondo in cui i nazisti del carbonio stanno tentando di dettare ogni aspetto delle nostre vite su affermazioni di riscaldamento globale fraudolente, il vostro uso elettrico potrebbe diventare un problema legale. giorno. Per non parlare del fatto che se ogni singolo dispositivo nella tua casa viene attivato a comando vocale, significa che ogni tua parola privata diventa soggetta a controllo burocratico.

Fai un ulteriore passo avanti e considera una società in cui è necessaria la connessione digitale per vivere. Le criptovalute e la tecnologia blockchain stanno gettando le basi per un sistema economico senza contante in cui la privacy nel commercio diventa un ricordo a lungo dimenticato. Ogni transazione può essere monitorata e monitorata. E mentre la crittografia viene venduta al pubblico come “decentramento”, la realtà è che è ancora più centralizzata della moneta legale, poiché tutto il commercio deve fluire attraverso un governo e una società dominata da internet ed essere registrato sulla blockchain per la criptovaluta proliferare. Non solo questo, ma molte innovazioni cripto vengono compiute da persone profondamente legate alle agenzie di sorveglianza governative come la NSA, e le infrastrutture sono state costruite da società globaliste come JP Morgan e Goldman Sachs.

La privacy è il fondamento della libertà. Tutta la tirannia si basa innanzitutto sull’invasione della privacy e sulla rimozione di spazi privati. Il 4 ° Emendamento esiste per una buona ragione. L’argomento secondo cui “se non hai nulla da nascondere non hai nulla da temere” è molto sciocco. I governi sono comunemente costituiti da persone fallibili che sono spesso corrotte o psicopatiche, ma francamente NESSUNO ha l’obiettività e la saggezza necessarie per sorvegliare le azioni private e le conversazioni di milioni di cittadini e quindi giudicarli equamente. Politici e burocrati sono i meno qualificati e tuttavia diamo loro il massimo potere per sorvegliare le nostre vite, tutto nel nome della convenienza tecnologica.

Intelligenza Artificiale e Automazione

Quando si parla di tecnologia, la questione della sorveglianza di massa è l’argomento più discusso, ma c’è un problema che mi preoccupa ancora di più: l’automazione. Ci sono un sacco di compiti umili in questo mondo che probabilmente dovrebbero essere gestiti attraverso l’industria e la robotica, ma alcune cose dovrebbero essere richieste per l’apprendimento di ogni persona. Ad esempio, vogliamo davvero la completa automazione della produzione alimentare nella nostra società? Bene, questo è l’obiettivo delle multinazionali e potrebbe distruggere la nostra capacità di fornire le nostre necessità in futuro semplicemente rimuovendo la conoscenza dalla nostra memoria sociale.

La capacità di coltivare cibo e raccogliere cibo, oltre a raccogliere semi per i futuri raccolti, è parte integrante della sopravvivenza umana. Il concetto di caccia e raccolta è così lontano dalla vita quotidiana della persona media che è quasi una forma d’arte perduta, ma non abbiamo ancora perso la conoscenza della produzione alimentare. Quello che vedo però è un futuro tetro se continua l’attuale percorso di centralizzazione tecnologica.

Immagina un mondo in cui quasi tutti sono iperconnessi ai media, al punto che indossano i loro dispositivi come vestiti in ogni momento. Immagina una società in cui la persona media è così avvolta dai dati che non prestano più attenzione al mondo tangibile che li circonda e quasi tutte le interazioni umane sono raggiunte attraverso l’uomo medio di Internet. Immagina le persone così infantilizzate per convenienza da non sapere più come fare QUALCHE COSA da soli. Non sanno più come produrre merci. Non sanno più come riparare qualcosa che è rotto. Non sanno più come coltivare cibo o trovare acqua, né sanno nemmeno da dove proviene. Sono completamente dipendenti dall’automazione.

Vivono completamente sulla griglia – sono nati sulla griglia, e se dovessi strapparli dalla loro vita di confortevole schiavitù e metterli in mezzo ai boschi circondati da cibo, acqua e potenziale rifugio, sarebbero comunque morti. Ora comprendi che questa è fondamentalmente la realtà oggi per molte persone e il virus della dipendenza si sta diffondendo.

Il progresso tecnologico non ha alcuno scopo per l’umanità se non come una stampella o una gabbia a meno che non serva allo scopo della libertà e sia temperato dalla conservazione di antiche conoscenze e abilità tramandate da generazioni. Le due ideologie devono equilibrarsi a vicenda. Coloro che dicono il contrario stanno cercando di trascinarti a scambiare la tua libertà per una fantasia.  

Fonte: http://www.alt-market.com/

®wld

Almanacco di maggio 2019

L’era della tirannia è iniziata – Washington ha distrutto la libertà occidentale

by Paul Craig Roberts
April 26, 2019

di PaulCraigRoberts Website

Un pesce marcisce dalla testa. Nel mondo occidentale il marciume sta accelerando.

Il marciume di Washington si sta diffondendo rapidamente ai governi statali e locali e all’estero ai governi dei vassalli dell’Impero. L’attacco di Washington al giornalismo rappresentato dall’arresto illegale di Julian Assange si è ora diffuso in Francia.

La politica di sanzioni del governo degli Stati Uniti nei confronti dei paesi sovrani che non seguono gli ordini di Washington si è diffusa,

lo stato di New York, dove il governatore ha minacciato sanzioni contro le istituzioni finanziarie che fanno affari con la National Rifle Association (NRA).
In Francia il presidente vassallo di Macron ha detto a tre giornalisti – che hanno rivelato che il governo di Macron ha intenzionalmente venduto armi all’Arabia Saudita e agli Emirati Arabi Uniti per massacrare donne e bambini nello Yemen – per presentarsi alle interrogazioni della polizia.

Il rapporto dimostra che il governo di Macron mentì deliberatamente quando disse che non era a conoscenza del fatto che le armi francesi dovevano essere utilizzate per l’attacco piuttosto che per l’uso della difesa in violazione del Trattato sul commercio delle armi del 2014.

I giornalisti sono sotto inchiesta della gestapo francese per,

“compromettere i segreti di difesa nazionale”.

In altre parole, quando il governo francese mente, è una violazione dei segreti di difesa nazionale segnalarlo.

L’intero mondo occidentale sta adottando l’approccio di Washington nei confronti di Assange e criminalizza la pratica del giornalismo, proteggendo così la criminalità dei governi.

Se rivelate un crimine governativo, come ha fatto Wikileaks, sarete perseguiti dal governo criminale per averlo fatto. È come permettere a un criminale di perseguire la polizia e il pubblico ministero che lo vogliono arrestato.

  • Con il Primo Emendamento già sotto attacco e mirato all’eliminazione da parte di Identity Politics per aver permesso “l’incitamento all’odio”
  • Con il decimo emendamento distrutto dal criminale di guerra Abe Lincoln
  • Con l’habeas corpus e il giusto processo distrutti dai regimi di George W. Bush e Obama,

… rimane solo il secondo emendamento, ed è sotto attacco dal governatore di New York, Andrew Cuomo.
Cuomo ha rivelato che la sua minaccia di sanzioni contro le organizzazioni finanziarie ha lo scopo di mettere

“l’NRA è fuori dal mercato, stiamo costringendo l’NRA a compromettere finanziariamente, non ci fermeremo fino a quando non le chiuderemo”.

Il tiranno Cuomo sa che l’ANR non può operare senza un conto bancario e una copertura assicurativa.
Per essere chiari, il successo di Washington nel governo delle armi contro il popolo si è diffuso in tutto l’impero e giù nei governi statali degli Stati Uniti.
Quando aggiungiamo a questo la massa spiando i cittadini resi possibili dalla rivoluzione digitale, abbiamo come risultato la morte della libertà.
Parlare più delle “democrazie occidentali” significa mettere in bocca una menzogna. Ci sono esattamente zero governi occidentali che possono essere ritenuti responsabili dal popolo .

Non ci può essere un governo responsabile senza una stampa libera.

Non c’è libertà economica o libertà di associazione quando le imprese sono punite per avere rapporti commerciali con organizzazioni che sono bersaglio dell’oppressione del governo.
La “guerra al terrore” era un travestimento per un attacco alla Costituzione degli Stati Uniti, un attacco che è riuscito. Il peggior atto di tradimento nella storia è la distruzione da parte del governo degli Stati Uniti della Costituzione degli Stati Uniti.
L’era della tirannia è iniziata. Le elezioni non possono fermarla …

Fonte: https://www.bibliotecapleyades.net/

*******************************

GUERRA ALL’IRAN – SI PREPARA UN FALSE FLAG?

di Maurizio Blondet

Domenica  John Bolton, il consigliere per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti, ha minacciato l’Iran di  “forza inesorabile” annunciando lo spiegamento dell’USS Abraham Lincoln Carrier Strike Group e di una task force per i bombardieri nella regione del Golfo Persico,  un messaggio “chiaro e inequivocabile” al regime iraniano.

La dichiarazione di Bolton ha  fatto riferimento a un “numero crescente di indicazioni preoccupanti” dall’Iran. A rincalzo, la corrispondente del Pentagono della CNN Barbara Starr ha precisato   che gli USA  sono al corrente  “specifiche e credibili” minacce iraniane contro le forze e i beni degli Stati Uniti in Siria, Iraq e in mare. L’articolo continua QUI

*******************************

 Più trivelle, meno marines.

Posted By Massimo Lupicino

Si parla in questi giorni delle nuove sanzioni all’Iran (embargo totale sulle esportazioni di petrolio) che andranno a colpire in modo pesantissimo l’economia del Paese messo già da tempo nel mirino dall’amministrazione Trump. Le analisi che si leggono in questi giorni sono ovviamente di tipo geopolitico, e ruotano attorno al complesso incrocio di interessi che vedono Stati Uniti, Israele e la monarchia saudita, unirsi appassionatamente nella lotta al regime degli ayatollah. Certamente sono considerazioni che hanno una loro validità. Ma sotto la cenere, al solito, cova altro. E come al solito quando si parla di Medio Oriente, covano temi legati all’energia. L’articolo continua QUI

*******************************

La geopolitica di Internet, vettore dell’egemonia statunitense

di PAUL ANTONOPOULOS

Il semplice fatto che gli Stati Uniti siano stati gli inventore di Internet attraverso il progetto militare DARPA del Pentagono ha impregnato un’egemonia unica, ma questo sta cominciando a essere sminuito dai suoi rivali cibernetici in Cina e in Russia.

La “guerra informatica” è già iniziata e gli Stati Uniti stanno combattendo contro la Cina e la Russia. Ora che il presidente dell’Ecuador, Lenin Moreno, assorto nel puzzolente scandalo INA Papers, ha dato ai suoi capi a Washington in modo non glorioso il fondatore di WikiLeaks, Julian Assange – di doppia nazionalità australiano-ecuadoriana – un grande dibattito è stato scatenato nel decadente Occidente (‘qualunque cosa significhi’). Riguarda la libertà di espressione e la censura, specialmente nell’era cibernetica dominata dai giganti tecnologici della GAFAT della Silicon Valley (Google, Apple, Facebook, Amazon e Twitter), che irrompono persino nella privacy del codice genetico dei cittadini del valetudinario. L’articolo continua QUI in lingua inglese

*******************************

La UE respinge il termine iraniano di 60 giorni per l’accordo sul nucleare, dice che per il momento rimarrà impegnata.

[Nota del redattore: quindi eccoci qui, sia con gli Stati Uniti che con la UE non in conformità con il JCPOA, e l’UE sta attualmente minacciando di più sanzioni contro l’Iran se insiste sul fatto che l’Unione europea rispetti gli obblighi di commercio aperto con l’Iran.

Il provvedimento dell’UE per valutare la propria conformità è semplicemente dire che è da un lato, e dall’altro, promettendo di essere all’altezza dell’affare, ad un certo punto, è un’ammissione che non lo è. I media aziendali non li hanno ancora interpellati su questo.  L’articolo continua QUI in lingua inglese.

*******************************

Le preoccupazioni sulla privacy crescono mano a mano che i dispositivi dello IoT si accendono 

di Chris Teale

La grande maggioranza dei cittadini non si fida dell’Internet of Things per due grandi motivi: mancanza di sicurezza e privacy dei dati. I tecnocrati non correggeranno questo senza una legislazione legalmente obbligata. ⁃ Editor TN

La sicurezza e la sicurezza dei dispositivi Internet of Things (IoT) rimane un problema irritante per i legislatori, mentre un’indagine da parte di Internet Society mostra che c’è ancora molta strada da fare prima di raggiungere una diffusa accettazione da parte del pubblico della connettività IoT.

L’indagine, condotta in sei paesi dalla società di sondaggi IPSOS Mori, ha rilevato che il 65% degli intervistati si occupa di come i dispositivi connessi raccolgono dati, mentre il 55% non si fida di tali dispositivi per proteggere la propria privacy. Nel frattempo, il 63% degli intervistati ha dichiarato di trovare i “dispositivi inquietanti”, che sono proiettati in numero di decine di miliardi in tutto il mondo, e sono “inquietanti”. Continua QUI in lingua inglese.

*******************************

Affrontalo: se stai usando Amazon Alexa a casa tua, sei una persona incredibilmente credulona.

Di Ethan Huff

(Natural News) Il tono muto della popolazione americana mainstream è ancora una volta in piena mostra con il continuo successo dei dispositivi di ascolto di Alexa di Amazon, che sono stati ripetutamente esposti come nient’altro che strumenti di sorveglianza del Grande Fratello per tenere sotto controllo persone abbastanza credulone da permettere tale tecnologia nelle loro case “intelligenti”.

Commercializzandoli come “cool” giocattoli tecnologici che presumibilmente rendono la vita più facile e più confortante, Amazon ha davvero fatto una rapida comparsa sul pubblico con il suo stratagemma Alexa – e specialmente quelli abbastanza stupidi da pagare effettivamente per una di queste cose, che fondamentalmente permette a Jeff Bezos e alla sua brigata di spioncini digitali di spiarli 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

Non sorprende affatto il fatto che quasi nulla di ciò che Amazon ha da tempo rivendicato sulle protezioni della “privacy” di Alexa sia in realtà vero. L’articolo continua QUI in lingua inglese

®wld