Archivi tag: 5G

Wi-Fi – 5G quello che devi sapere

5G: potenti onde millimetriche alle persone ovunque

Il tecnico Cell Tower emette l’allarme sui pericoli del 5G

di Phillip Schneider
Waking Times

Quasi nulla dimostra più chiaramente l’arroganza del governo e delle corporazioni rispetto all’implementazione del 5G, o ciò che il presidente Trump chiama “una corsa che dobbiamo vincere”.

I pericoli del 5G sono enormi e travolgenti poiché la nostra privacy, salute e libertà sono tutti a rischio a causa della tecnologia di quinta generazione. Mentre il nostro governo promuove i suoi benefici economici, medici, scienziati e persino meteorologi in tutto il mondo stanno suonando l’allarme per le implicazioni della tecnologia.

Ma di recente, un installatore di una torre cellulare, o un “scalatore di torri”, come lui stesso si definisce, ha iniziato a parlare del pericolo che il 5G rappresenta per la nostra salute.

Il suo video è diventato relativamente virale da quando è stato pubblicato a metà giugno e da allora ha seguito alcuni altri che parlano del 5G. Con le sue stesse parole, spiega quanto sia stata pericolosa l’installazione della tecnologia 4G.

“Se avvicini la radiofrequenza, surriscalda le molecole d’acqua nel tuo cervello, negli occhi e nei testicoli … Potresti renderti sterile o avere un mal di testa da spaccare per giorni, o, ho cucinato la parte superiore del mio cranio e mi ha lasciato inutile per il resto del giorno.”

Questo è solo con il 4G. Tuttavia, a causa della lunga lunghezza d’onda del 4G, l’unico vero danno che può essere fatto si verifica a distanza molto breve, a pochi metri dal punto di dispersione della torre cellulare.

Ricorda che la tecnologia 4G funziona entro un intervallo di circa 1,5 – 2,8 megahertz. Il 5G, d’altra parte, trasmette in frequenze di gigahertz, che è circa 1500 volte più intenso di ciò su cui si basa il 4G.

LEGGI: PROMINENTE PROFESSORE DI BIOCHIMICA – IL 5G È L’IDEA PIÙ STUPIDA NELLA STORIA DEL MONDO

Inoltre, i trasmettitori 5G non saranno costruiti in alto su una montagna fuori pericolo come le torri 4G. Saranno sistemati negli uffici, agli angoli delle strade, all’interno della tua auto e in casa. Gli effetti a lungo termine del 4G non sono ancora noti, ma il 5G ci porterà a un livello completamente nuovo di pericolo imminente per la nostra salute.

“Per non parlare di cosa farà al tuo cervello, ai tuoi occhi e ai tuoi testicoli o ovaie solo dal surriscaldamento che la radiofrequenza farà a distanza ravvicinata. Ma poiché è così potente, così compatto e fortemente irradiato, sarà letteralmente in grado di rompere i legami che tengono insieme le tue cellule – ed è così che arriveranno i tumori.”

Gli scienziati hanno anche parlato dei pericoli per la salute del 5G, sostenendo affermazioni. A giugno, un team di meteorologi ha scritto una lettera alla FCC specificando in dettaglio l’impatto che il 5G avrà sui sistemi informativi del NOAA. Sostengono che condividendo lo spettro radio con i gestori di telefonia mobile, si ritarderanno importanti informazioni salvavita sulle catastrofi naturali che potrebbero finire per costare molte vite in caso di emergenza.

Frank Clegg, ex presidente di Microsoft Canada, avverte anche dei pericoli del 5G in un panel che ha messo insieme per gli spettatori televisivi canadesi.

“[5G] richiede l’installazione di un’infrastruttura completamente nuova di migliaia di piccole antenne cellulari nelle città in cui verrà installata.” – Frank Clegg

Molti scienziati e medici concordano sul fatto che il 5G può rappresentare un grande rischio per la nostra salute.

“I sintomi più comuni includono mal di testa, affaticamento, ridotta capacità di concentrazione, acufene, irritabilità e insonnia. Anche gli impatti sul cuore e sul sistema nervoso sono fonte di grande preoccupazione.” – Dr. Riina Bray, Ingegnere Chimico, MD

“Alle frequenze più basse, gli scienziati prevedono danni agli occhi, perdita di popolazioni di insetti che sono già in declino, batteri resistenti agli antibiotici ed effetti fisiologici sul sistema nervoso e sul sistema immunitario”. – Dott. Magda Havas, Professore e Ricercatore, PhD

Se il 5G viene diffuso in tutto il paese, aumenterà drasticamente la vicinanza di potenti onde millimetriche alle persone ovunque, specialmente a quelle che vivono nelle città e nelle aree urbane.

Come ormai tutti sappiamo, il governo federale e le sue agenzie di regolamentazione non lavorano per il popolo. Questa non è una novità, ma dimostra che non possiamo fare affidamento sul governo per prendere decisioni importanti sulla nostra vita o per dirci la verità su grandi industrie come le telecomunicazioni.

Fonte: https://www.wakingtimes.com/

*****************************

Snowden afferma di non utilizzare il WiFi: ecco perché

di  NaomiBrockwell

Waking Times

Snowden ha detto questo:

Non userei il WiFi a casa, perché le mappe globali dell’ID univoco di ogni punto di accesso wireless, incluso il tuo, sono gratuite e costantemente aggiornate. Vorrei usare Ethernet; sì, Ethernet su un telefono.

Usi ethernet sul tuo telefono? Spiego perché non dovresti accendere il tuo router WiFi e perché non dovresti trasformare il tuo telefono in un hotspot. È scioccante quanto non sia sicuro la tua posizione.

Wigle.net offre una straordinaria risorsa per la mappatura WiFi. Rispettano inoltre la privacy di chiunque richieda la rimozione delle proprie informazioni dal database. Per rimuovere i record del punto di accesso dal loro database, inviare un’e-mail a: WiGLE-admin [at] WiGLE.net (includere BSSID (MAC) nelle richieste di rimozione).

Inoltre, aggiungi il tag ‘nomap’ o ‘optout’ al tuo SSID per impedire ad altri siti Web di tracciare la tua posizione.

ENORME grazie a tutti su Reddit e Twitter che hanno risposto alle mie domande al riguardo e all’articolo su osintcurio che è stato di grande aiuto!https://osintcurio.us/2019/01/15/trac…

Fonte: https://www.wakingtimes.com/

®wld  

Ultimo almanacco del 2019

Stop 5G, Sasco (ex IARC): “cellulari-tumori-bambini, un diritto sapere.” Arazi (PhoneGate): “ci ingannano da decenni.” CONVEGNO INTERNAZIONALE STOP5G – TERZAPARTE Leggi l’articolo QUI

************************

Non stupisce affatto scoprire che il personaggio di Greta Thunberg, simbolo dell’ambientalismo contemporaneo, è stato meticolosamente costruito fin dal primo giorno. Mentre si consuma il rito squallido di una sedicenne che impartisce lezioni nei contesti più variegati – dagli asili ai prestigiosi summit scientifici – i potenti della terra vengono spinti a dichiarare improbabili “emergenze climatiche” a fronte delle quali prendono provvedimenti ridicoli, che spesso si traducono nel versare un inutile, quindi dannoso obolo alle autorità climatiche internazionali. Leggi l’articolo intero QUI

************************

Apple, Google, Dell, Microsoft e Tesla nominati nella causa per decessi e lesioni di minori per il cobalto
I telefoni cellulari, i computer e altre tecnologie digitali, elettroniche e wireless richiedono ingredienti spesso chiamati “minerali di conflitto” per funzionare (vedere 1 , 2). Ci sono ragioni per cui vengono chiamati in questo modo: estrarre per loro è pericoloso, a volte mortale, e spesso coinvolge bambini sfruttati. 
Grazie ad Annie Kelly per le indagini e The Guardian per aver pubblicato i dettagli di un’altra tragica situazione che coinvolge i “minerali dei conflitti”: 
Continua QUI in lingua inglese
************************
Confermato: gli abortisti sono davvero i servi di Satana – guarda questo straordinario video che è stato BANNATO da YouTube

Un gruppo pro-vita noto come “Created Equal” ha pubblicato un nuovo potente documentario intitolato Abortion: A Doctrine of Demons che espone i molti legami inestricabili tra satanismo e industria dell’aborto.


AGGIORNAMENTO: Il video è stato vietato da YouTube, ma è stato pubblicato su Brighteon.com, l’alternativa vocale gratuita a YouTube. Vedi sotto… 

Leggi e guarda il video QUI in lingua inglese

************************

Falsa storia degli Stati Uniti: in che modo “l’eccezionalismo americano” nasconde la vergogna, crea stupidità e imperialismo pericoloso

Di S. Brian Willson

Premessa

La cultura e lo stato nazionale degli Stati Uniti d’America sono fondati sulla spossessiva e forte espropriazione degli altri. Potresti persino chiamarlo una versione precedente del fascismo: disumanizzazione istituzionale per profitto privato. È stato creato un mito o una grande menzogna che siamo un popolo eccezionale, che previene efficacemente apertamente l’importante sensazione di vergogna sociale e, a sua volta, blocca qualsiasi responsabilità o autentica indagine sulle nostre origini genocide costruite su terra e lavoro rubati, che ha ucciso milioni di persone impunemente.

Quindi, viviamo per fantasia della nostra superiorità, che funzionalmente ci rende stupidi, come in uno stupore. Applicando la regola dell’esclusione legale alla cultura in generale, gli Stati Uniti sono il “frutto dell’albero velenoso”, come con la maggior parte delle “civiltà”, fondate su terre e manodopera rubate con forza, quindi prive di validità morale o legale.

Leggi l’articolo in lingua inglese QUI

************************

************************

  

IL CASO DELLA GUERRA AMBIENTALE

Il paese di fronte ad uno scenario di conflitto bellico.

Di Marcos A. Peñaloza- Murillo

Gli sviluppi scientifici ed i progressi tecnologici possono essere usati per lo studio e per un uso pacifico dell’ ambiente naturale, traducendosi in risorse che favoriscono il benessere, la salute e la sicurezza internazionale dell’umanità (Golden & DeFelice- 2006) 

Dalla scoperta, nel 1946, di Irving Langmuir (Premio Nobel 1946) e di Vicente Schaefer, nel laboratorio della compagnia nordamericana General Eletric, che un pezzo di ghiaccio secco potrebbe creare una tormenta di neve virtuale, molti sono stati i tentativi di riprodurre la pioggia artificiale. Progetti come il Whitetop (Università di Chigago) a fine degli anni 50, il National Hail Research Experiment (Fondazione Nazionale per la Scienza, NSF), il Colorado River Basin Pilot Project (Ufficio Reclami) ed il Florida Area Cumulus Experiment I e II (Amministrazione Nazionale Atmosferica e Oceanica, NOAA) durante gli anni 60 e 70, sono stati portati avanti negli Stati Uniti per far piovere come risultato di iniezioni relativamente piccole di materiali chimici nelle nubi, come lo ioduro di argento (Kerr, 1982a, 1982bb, Lambright & Changnon, 1989). L’articolo continua QUI  

®wld

La rete 5G, come arma di capacità ad alta tecnologia

L’uso militare nascosto della tecnologia 5G

By Manlio Dinucci

Al vertice di Londra, i 29 paesi membri della NATO hanno concordato di “garantire la sicurezza delle nostre comunicazioni, incluso il 5G”. Perché questa quinta generazione di trasmissione mobile di dati è così importante per la NATO?

Mentre le tecnologie precedenti erano state perfezionate per creare smartphone sempre più avanzati, il 5G è progettato non solo per migliorare le loro prestazioni, ma principalmente per collegare sistemi digitali che necessitano di enormi quantità di dati per funzionare automaticamente. Le più importanti applicazioni del 5G non saranno destinate all’uso civile, ma al dominio militare.

Le possibilità offerte da questa nuova tecnologia sono spiegate dalle applicazioni di difesa della 5G Network Technology, pubblicate dal Defense Science Board, un comitato federale che fornisce consulenza scientifica al Pentagono –

“L’emergere della tecnologia 5G, ora disponibile in commercio, offre al Dipartimento della Difesa l’opportunità di sfruttare, a costi minimi, i vantaggi di questo sistema per le proprie esigenze operative”.

In altre parole, la rete commerciale 5G, costruita e attivata da società private, sarà utilizzata dalle forze armate statunitensi con una spesa molto inferiore a quella necessaria se la rete dovesse essere istituita con un obiettivo esclusivamente militare. Gli esperti militari prevedono che il sistema 5G svolgerà un ruolo essenziale per l’uso di armi ipersoniche – missili, compresi quelli con testate nucleari, che viaggiano a una velocità superiore a Mach 5 (cinque volte la velocità del suono). Per guidarli su traiettorie variabili, cambiando direzione in una frazione di secondo per evitare missili intercettori, è necessario raccogliere, elaborare e trasmettere enormi quantità di dati in pochissimo tempo. La stessa cosa è necessaria per attivare le difese in caso di attacco con questo tipo di arma – poiché non c’è abbastanza tempo per prendere tali decisioni, l’unica possibilità è fare affidamento sui sistemi automatici 5G.

Questa nuova tecnologia svolgerà anche un ruolo chiave nella rete di battaglia. Con la capacità di collegare simultaneamente milioni di ricetrasmettitori all’interno di un’area definita, consentirà al personale militare – dipartimenti e individui – di trasmettere l’un l’altro, quasi in tempo reale, mappe, foto e altre informazioni sull’operazione in corso.

Il 5G sarà anche estremamente importante per i servizi segreti e le forze speciali. Consentirà sistemi di controllo e spionaggio che sono molto più efficienti di quelli che usiamo oggi. Migliorerà la mortalità dei droni assassini e dei robot di guerra dando loro la capacità di identificare, seguire e colpire le persone sulla base del riconoscimento facciale e di altre caratteristiche. La rete 5G, come arma di capacità ad alta tecnologia, diventerà anche il bersaglio di attacchi informatici e azioni di guerra condotte con armi di nuova generazione.

Oltre agli Stati Uniti, questa tecnologia è in fase di sviluppo da parte della Cina e di altri paesi. Il disaccordo internazionale relativo al 5G non è quindi solo commerciale. Le implicazioni militari del 5G sono quasi del tutto ignorate, perché i critici di questa tecnologia, compresi molti scienziati, stanno concentrando la loro attenzione sui suoi effetti tossici per la salute e l’ambiente, a causa dell’esposizione a campi elettromagnetici a bassissima frequenza. Questo impegno è ovviamente della massima importanza, ma deve essere collegato alla ricerca sull’uso militare di questa tecnologia, finanziata indirettamente da utenti ordinari. Una delle sue maggiori attrazioni, che favorisce la diffusione degli smartphone 5G, sarà la possibilità di partecipare, in abbonamento, a giochi di guerra di impressionante realismo a diretto contatto con giocatori di tutto il mondo. In questo modo, senza accorgersene, i giocatori finanzieranno la preparazione alla guerra, ma questa volta sarà una vera guerra.

Questo articolo è apparso il 10 dicembre sul quotidiano italiano Il Manifesto. Traduzione: Pete Kimberley

Manlio Dinucci è un ricercatore associato del Centro di ricerca sulla globalizzazione.

Fonte: https://www.globalresearch.ca/

Articolo correlato: Il 5G è arrivato nella Smart City di Milano

®wld

Lo tsunami elettromagnetico dell’Internet delle cose

E noi dovremmo fidarci di questi: colosso del 5G ammette corruzione e tangenti ai politici di mezzo mondo (sono quelli che non vogliono studi sulla salute) 

di Maurizio Martucci

Regali di lusso, viaggi e divertimenti a dirigenti e funzionati statali per ingraziarseli e vincere agevolmente appalti pubblici. In pratica tangenti e favori alla politica “allo scopo di aumentare il profitto”. Coinvolta in un processo per corruzione, il Dipartimento di giustizia americano ha comunicato che Ericsson, leader incontrastato in Europa per i brevetti sul 5G e fornitore di rete per TIM, ha preferito patteggiare una pena da oltre 1 miliardo di dollari nel procedimento che accusa la multinazionale svedese di essere parte di un sistema illecito longevo ben 17 anni, condotto in 5 diverse nazioni tra Asia e Medio Oriente, “uno schema per pagare tangenti, falsificare i libri contabili e chiudere un occhio sulla corruzione, in Paesi come Cina, Vietnam, Indonesia e Kuwait“. 

Operante in 180 paesi nel mondo per la fornitura di tecnologie e servizi di comunicazione, proprio un giorno prima della notizia bomba lanciata dalla giustizia d’America, l’amministratore delegato di Ericsson aveva tuonato contro i presunti ostacoli al 5G, ovvero “quadro normativo ed eccessiva cautela“, adottati da politici propensi, magari, più al principio di precauzione e alla tutela della salute pubblica piuttosto che al grande salto nel buio prospettato dallo tsunami elettromagnetico dell’Internet delle cose.

Da qui la domanda lecita e spontanea: visto che sempre dagli USA è stato chiarito come la lobby del 5G non abbia investito il becco di un dollaro in una preliminare ricerca scientifica per chiarire gli effetti a breve-medio-lungo termine per la popolazione altrimenti irradiata da possibili cancerogene radiofrequenze totalmente inesplorate, visto che sia il Parlamento Europeo (“Sul 5G investiti 700 milioni di euro, ma non per valutazione sulla salute umana“) che quello italiano (bocciata la moratoria nazionale) ritengono espressamente non necessari studi né valutazioni sanitarie sul 5G nonostante gli appelli contrari lanciati anche da ampia parte della comunità medico-scientifica internazionale, visto che la lobby preme per l’innalzamento del limite soglia a 61 V/m, vista la fretta che hanno nel condurre forsennatamente a termine il lancio del 5G nonostante l’opposizione ferma di quasi 100 Comuni d’Italia, visti i troppi scandali per conflitti d’interessi e legami con l’industria che già in passato hanno coinvolto numerose figure cardine (messi in posti chiave) che invece avrebbero dovuto proteggere la popolazione dall’elettrosmog, vista l’assenza (voluta? forzata?) di un programma politico per una nuova stagione di riforma sui pericoli dell’irradiazione ubiquitaria, vista infine l’ammissione di corruzione di Ericsson, artefice di un sistema di tangenti che ha avuto per lunghi 17 anni proprio in funzionari e dirigenti statali i beneficiari degli illeciti…. beh, allora visto e considerato tutto quanto sopra, noi dovremmo fidarci di questi signori che propinano – a forza di spot pubblicitari – l’immagine di un futuro scintillante e fantascientifico, vendendo di fatto tecnologia non sicura, cioé pericolosa per umanità ed ecosistema? Noi no, non ci fidiamo. L’Italia consapevole non si fida affatto. E non è disposta a fare da cavia.

Fonte articolo: https://oasisana.com/

®wld

La saggezza, è il più grande bisogno umano

 

“La gabbia del 5G”: Pandora TV trasmette il docu-film (in italiano) del giornalista investigativo James Corbett (che cita OASI SANA)
Pluripremiato giornalista investigativo, James Corbett ha prodotto il docu-film d’inchiesta sul lato oscuro del 5G, messo on-line da Pandora TV diretta dall’ex europarlamentare e giornalista Giulietto Chiesa, tra gli oltre 300 accreditati alla Camera dei Deputati nel riuscitissimo e recente convegno internazionale dal titolo “Moratoria nazionale, 5G tra rischi per la salute e principio di precauzione” promosso dall’Alleanza Italiana Stop 5G. 
Ecco il docu-film sottotitolato in italiano: parlando di moratoria e azioni per la prevenzione del danno, Corbett cita OASI SANA come fonte per la mozione approvata nel Consiglio Comunale di Firenze.
******************************
Dati, dati ovunque
Ma non un’oncia di saggezza
by Lilian Coral
November 13, 2019
from KnightFoundation Website
Lilian Coral è direttore della Knight Foundation per la strategia nazionale e l’innovazione tecnologica. 
Seguila su Twitter @lcoral.

I dati sono la linfa vitale della tecnocrazia.

  • Riempie le vele dell’IA.
  • È il nuovo olio del 21° secolo.
  • È il gusher dell’Internet of Things.
  • Il sistema ferroviario in tempo reale è il 5G.
La parola “abbastanza” non è nel dizionario dei Technocrati.
La Knight Foundation è alla ricerca di idee più innovative su come raccogliere e utilizzare i dati nella “casa intelligente” e nella “città intelligente”.
Il problema, ovviamente, è che nessuna quantità di dati provocherà mai la saggezza, che è il più grande bisogno umano nel mondo moderno.
fonte
Il potere dei dati aperti per trasformare e coinvolgere le comunità: un appello per idee
Il 13 novembre, Knight Foundation
modi trasformazionali in cui i dati possono essere utilizzati
costruire comunità più forti, fiorenti e più coinvolte.
Knight’s Lilian Coral condivide i dettagli di seguito.
Vedi il comunicato stampa quie
registrati per un webinar informativo qui.
Immagina, all’incrocio principale vicino a casa tua, di vedere strisce pedonali dipinte di fresco e nuovi segnali che avvisano veicoli, ciclisti e pedoni del traffico in arrivo.
L’anno scorso, il quartiere era preoccupato a causa di numerosi incidenti nella zona.
Impressionato che la città abbia finalmente fatto qualcosa su questo problema, chiedi a Siri di far sapere al tuo membro del consiglio locale che sostenga gli sforzi per migliorare la sicurezza dei pedoni.
Ricevi un avviso sul tuo cellulare, ringraziandoti per il tuo feedback e subito dopo vedi una notifica di Facebook sulla riunione del municipio virtuale del dipartimento di pianificazione per ripensare l’angolo rovinato in fondo alla strada.
Dato che hai idee per aggiungere altre attività all’aperto, decidi di partecipare.
Questa visione si basa sulla potenza dei dati aperti.
Tale incrocio è stato identificato in base ai dati di collisione e infortunio. I segnali raccolgono dati su piloti e modelli di utilizzo. Il feedback dei residenti può essere raccolto da diverse piattaforme o servizi, pubblici o privati.
Tale feedback deve quindi essere condiviso – come punti di dati – con il dipartimento di pianificazione o condiviso tramite applicazioni connesse a Siri.
Quando i dispositivi digitali come i nostri telefoni cellulari ci semplificano la vita, lo fanno attraverso lo scambio di dati affidabile e senza soluzione di continuità. Gran parte di questi dati viene sfruttato per migliorare i servizi commerciali: i nostri ordini di cibo, le quote di guida e i siti di social media in cui ci colleghiamo con la famiglia e gli amici.
Ma questa è solo la punta dell’iceberg.
Il potere dei dati – in particolare i dati “aperti”, resi disponibili dal governo e, in alcuni casi, dalle società private – si estende anche alla possibilità di informare e coinvolgere meglio i residenti, incoraggiandoli a partecipare ad attività più focalizzate sul piano civico.
È in questo contesto che Knight Foundation sta emettendo un invito aperto a presentare idee che promuovono il concetto di open data e impegno civico per incoraggiare una nuova serie di approcci trasformativi per l’utilizzo, la comprensione e l’azione con i dati pubblici.
I destinatari selezionati possono guadagnare una quota fino a $ 1 milione in finanziamenti per le loro idee e progetti.
Se incontriamo persone negli spazi digitali:
Ci avanziamo nuovi approcci per la condivisione, la visualizzazione, l’interpretazione e la comunicazione con i dati?
Quali sono alcuni modi alternativi per raccogliere e analizzare i dati per informare decisioni più intelligenti e collaborative?
Quali sono i modi facili da usare per servire, responsabilizzare e coinvolgere i residenti e aiutarli a costruire comunità più forti e più fiorenti?
L’idea dell’accesso del pubblico ai dati aperti non è nuova.
Oltre al governo, altre imprese private pubblicano attivamente dati aperti.
Per esempio,
Il portale Open Data di Uber Movement fornisce dati anonimi di oltre 2 miliardi di viaggi Uber per il riutilizzo non commerciale.
Questo volume di dati, sebbene tecnicamente “aperto”, non è effettivamente accessibile agli esperti non tecnici.
Molti residenti non sono “cittadini scienziati” e gli sforzi per addestrarli a diventare più esperti di dati sono lenti e li costringono a guadagnare il diritto di impegnarsi civicamente in un’era digitale.
Ma la visione di fare di più con i dati, compreso il coinvolgimento diretto con il governo, è viva e vegeta.
Esempi fiorenti di utilizzo di dati civici che non si basano su competenze tecniche – ma incontrano i residenti dove si trovano – mostrano il potenziale per un impatto significativo sulla comunità.
Lavorando con organizzazioni già focalizzate sull’uso dei dati per coinvolgere le comunità e concentrando i finanziamenti su una massa critica di progetti in un ristretto insieme di comunità, Knight Foundation può ottenere spunti sulle pratiche di successo che avvicinano le comunità a una visione partecipativa, inclusiva e impegnata comunità.
Il nostro nuovo appello aperto sui dati per l’impegno civico fa parte del più ampio lavoro di Knight in Smart Cities, che cerca di supportare comunità più forti e più impegnate consentendo alla voce della comunità di riflettersi nella progettazione e nell’uso della tecnologia.
Che sia,
dati relativi a incidenti e collisioni, punteggi del parco, pedonabilità, densità abitativa, informazioni del governo locale o informazioni demografiche,
… tutti questi punti dati hanno l’opportunità di cambiare radicalmente il modo in cui i residenti interagiscono con i vicini, il governo e la loro comunità.
Se vogliamo raggiungere i nostri obiettivi con dati aperti, dobbiamo sbloccarne l’uso per milioni di americani (… e altri in tutto il mondo) che cercano di partecipare alle loro comunità e prendere decisioni più informate che generano equità, inclusioni e partecipazione…

Fonte:  https://www.bibliotecapleyades.net/

®wld

Accipicchia! Nel silenzio generale dei media e dei politici italiani

Fiat, vaccini, 5G e Tav: la politica italiana non se ne occupa

Il non-governo giallorosso non ha speranze di galleggiare ancora a lungo nell’acqua alta dove nuota lo squaletto Renzi, ma sulla spiaggia opposta non è che splenda il sole: attorno all’ombrellone di Salvini si attarda nonno Silvio, scortato dalla Meloni, senza che il pubblico percepisca la possibilità di un’epocale alternativa al lento e inesorabile sfacelo di cui l’Italia è vittima, in ossequio alla nuova legge di un mondo senza più politica.

Tralasciando il pietoso equivoco 5 Stelle, che puzzava d’imbroglio fin dall’inizio (spettacolare manipolazione degli elettori, col pieno concorso dei militanti di base disposti ad avallare qualsiasi diktat), l’impotenza generale di fronte alla desolazione di Venezia o la resa di Taranto ai furbetti globali dell’acciaio non fanno che dimostrare una volta di più l’assenza di idee, dopo l’eutanasia delle ideologie, che siano capaci di generare qualcosa che assomigli a uno straccio di governance del sistema.

E intanto continua a piovere sul bagnato: basta dare un’occhiata agli slogan archeologici – Dio, patria e famiglia – con cui il sedicente outsider Diego Fusaro, filosofo mediatico e grillo parlante corteggiato dalle televisioni, tenta di raccontare la sua rivoluzionaria prospettiva politica ottocentesca, o forse medievale, o forse adatta solo a menare il can per l’aia, ridicolizzando volutamente l’idea stessa che possa esistere, un giorno, un’opposizione sistemica.

Nel vecchio film, quello finito con le nozze mostruose tra Di Maio e il fratello di Montalbano, o meglio tra l’esodato Renzi e l’ex guastatore Grillo insidiato politicamente dall’indagine sul figlio per presunto stupro, a tener banco era stato un totem come il progetto cimiteriale del Tav Torino-Lione, infrastruttura con cantieri mai davvero decollati (forse al 5%) e comunque destinata a trasformarsi in una spettacolare, costosissima cattedrale nel deserto.

L’argomento, che – come tanti altri, poi abbandonati – era servito ai 5 Stelle solo per fare il pieno di voti, è stato usato per la rissa finale con Salvini, per poi essere archiviato nel silenzio generale.

La notizia, sfuggita ai radar, è che l’Italia spenderà comunque miliardi per una linea ferroviaria virtualmente superveloce ma destinata a trasportare pochissime merci necessariamente lente. Una ferrovia-doppione, completamente inutile benché rischiosa e devastante per l’ambiente, che ci si ostina ad approntare lungo una direttrice commerciale desolatamente abbandonata, lontanissimo dalle rotte mercantili.

Un favoloso binario morto, buono solo per il business dei costruttori (pochissimi posti di lavoro, temporanei), e imposto a una popolazione che ha inutilmente dimostrato, in ogni sede, la sciagurata natura di un ecomostro che indurrà migliaia di italiani a prendere in considerazione l’idea di scappare, lasciando le proprie case.

La non-politica del Belpaese, europeista o sovranista non importa, ha evitato accuratamente di affrontare ogni altro tema vitale per le famiglie, dall’obbligo vaccinale imposto (stile Corea del Nord) senza emergenze sanitarie e senza spiegazioni, e il misteriosissimo avvento del wireless 5G, che avanza in semi-clandestinità abbattendo alberi secolari nelle piazze delle città.

Logico che i media, a reti unificate, ignorino il convegno organizzato in Parlamento dai sindaci e dai comitati di cittadini giustamente allarmati per l’introduzione, senza precauzioni, di una tecnologia invasiva di cui non si conosce ancora l’impatto sull’organismo.

Quanto ai vaccini polivalenti, che secondo la Regione Puglia hanno causato problemi di salute a 4 bambini su 10, sul tema cala semplicemente il sipario, anche se – per la prima volta nella storia – qualcosa come 130.000 bimbi, nel 2019, non hanno potuto accedere né ai nidi né alle scuole dell’infanzia. In compenso, i riflettori abbagliano l’epica sfida per le regionali in Emilia Romagna, dove la Lega potrebbe strappare al Pd la storica roccaforte, un tempo “rossa”.

Accipicchia, questa sì che è una notizia: non come l’insignificante sorte della Fiat, che gli Agnelli-Elkann hanno ceduto ai francesi, nel silenzio generale dei media e dei politici italiani di ogni parrocchia.

(Giorgio Cattaneo, Libreidee, 23 novembre 2019).

Fonte: https://www.libreidee.org/

®wld

5G: oltre 500 studi, hanno trovato effetti biologici

Scientific American: “Non abbiamo motivo di credere che il 5G sia sicuro”

Wikimedia Commons

Postato da: Joel M. Moskowitz, PhD tramite Scientific American

“L’industria del 5G non ha speso fondi per i test sulla sicurezza dei consumatori, ma denigra e diffama scienziati e studi legittimi che emettono forti avvertimenti sulla sua sicurezza. È ora che il pubblico se ne accorga! ⁃ Editor TN”

L’industria delle telecomunicazioni e i loro esperti hanno accusato molti scienziati che hanno studiato gli effetti delle radiazioni dei telefoni cellulari di “paura del mutamento” sull’avvento del 5G della tecnologia wireless. Poiché gran parte della nostra ricerca è finanziata con fondi pubblici, riteniamo che sia nostra responsabilità etica informare il pubblico su ciò che la letteratura scientifica peer-review ci dice sui rischi per la salute derivanti dalle radiazioni wireless.

Il presidente della Federal Communications Commission (FCC) ha recentemente annunciato, attraverso un comunicato stampa, che la Commissione ribadirà presto i limiti di esposizione alle radiazioni in radiofrequenza (RFR) adottati dalla FCC alla fine degli anni ’90. Questi limiti si basano su un cambiamento comportamentale nei ratti esposti alle radiazioni a microonde e sono stati progettati per proteggerci dai rischi di riscaldamento a breve termine dovuti all’esposizione a RFR .

Tuttavia, da quando la FCC ha adottato questi limiti in gran parte basati sulla ricerca degli anni ’80, la preponderanza della ricerca peer-reviewed, oltre 500 studi, hanno trovato effetti biologici o sulla salute dannosi dall’esposizione alla RFR a intensità troppo basse per causare un riscaldamento significativo.

Citando questo vasto corpus di ricerche, oltre 240 scienziati che hanno pubblicato ricerche peer-reviewed sugli effetti biologici e sulla salute dei campi elettromagnetici non ionizzanti (EMF) hanno firmato l’International EMF Scientist Appeal, che richiede limiti di esposizione più elevati. L’appello fa le seguenti affermazioni:

“Numerose pubblicazioni scientifiche recenti hanno dimostrato che i campi elettromagnetici colpiscono gli organismi viventi a livelli ben al di sotto della maggior parte delle linee guida internazionali e nazionali. Gli effetti includono un aumento del rischio di cancro, stress cellulare, aumento dei radicali liberi dannosi, danni genetici, cambiamenti strutturali e funzionali del sistema riproduttivo, deficit di apprendimento e memoria, disturbi neurologici e impatti negativi sul benessere generale nell’uomo. Il danno va ben oltre la razza umana, in quanto vi sono prove crescenti di effetti dannosi sulla vita delle piante e degli animali. “

Gli scienziati che hanno firmato questo appello costituiscono probabilmente la maggior parte degli esperti sugli effetti delle radiazioni non ionizzanti. Hanno pubblicato più di 2000 articoli e lettere su EMF su riviste professionali.

I limiti di esposizione RFR della FCC regolano l’intensità dell’esposizione, tenendo conto della frequenza delle onde portanti, ma ignorano le proprietà di segnalazione della RFR. Insieme allo schema e alla durata delle esposizioni, alcune caratteristiche del segnale (ad es. Pulsazioni, polarizzazione) aumentano gli impatti biologici e sulla salute dell’esposizione. Sono necessari nuovi limiti di esposizione che spiegano questi effetti differenziali. Inoltre, questi limiti dovrebbero essere basati su un effetto biologico, non su un cambiamento nel comportamento di un topo da laboratorio.

L’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro (IARC) dell’Organizzazione mondiale della sanità ha classificato la RFR come “possibilmente cancerogena per l’uomo” nel 2011. L’anno scorso, uno studio da 30 milioni di dollari condotto dal National Toxicology Program (NTP) degli Stati Uniti ha trovato “prove chiare” che due anni dell’esposizione al telefono cellulare RFR ha aumentato il cancro nei ratti maschi e ha danneggiato il DNA nei ratti e nei topi di entrambi i sessi. L’Istituto Ramazzini in Italia ha replicato la scoperta chiave dell’NTP utilizzando una frequenza portante diversa e un’esposizione molto più debole alle radiazioni dei telefoni cellulari durante la vita dei ratti.

Sulla base della ricerca pubblicata dal 2011, inclusi studi sull’uomo e sugli animali e dati meccanicistici, la IARC ha recentemente dato la priorità alla RFR da rivedere nei prossimi cinque anni. Poiché molti scienziati EMF credono che ora abbiamo prove sufficienti per considerare la RFR come un agente cancerogeno umano probabile o noto, probabilmente lo IARC migliorerà il potenziale cancerogeno della RFR nel prossimo futuro.

Tuttavia, senza condurre una valutazione formale del rischio o una revisione sistematica della ricerca sugli effetti sulla salute della RFR, la FDA ha recentemente ribadito i limiti di esposizione del FCC del 1996 in una lettera alla FCC, affermando che l’agenzia aveva “concluso che nessuna modifica agli standard attuali sono garantiti in questo momento “e che” i risultati sperimentali di NTP non dovrebbero essere applicati all’utilizzo del telefono cellulare umano “. La lettera affermava che” le prove scientifiche disponibili fino ad oggi non supportano effetti negativi sulla salute nell’uomo dovuti a esposizioni in o sotto la limiti attuali. “

L’ultima tecnologia cellulare, 5G, utilizzerà onde millimetriche per la prima volta in aggiunta alle microonde che sono state utilizzate per le tecnologie cellulari più vecchie, da 2G a 4G. Data la portata limitata, il 5G richiederà antenne cellulari ogni 100-200 metri, esponendo molte persone alle radiazioni delle onde millimetriche. Il 5G impiega anche nuove tecnologie (ad es. Antenne attive in grado di formare fasci; array a fasi; input e output massicci, noti come MIMO) che pongono sfide uniche per misurare le esposizioni.

Leggi la storia completa qui …

Fonte: https://www.technocracy.news/scientific-american-we-have-no-reason-to-believe-5g-is-safe/

®wld