Se Dio ha creato l’uomo, l’uomo può diventare più intelligente di Dio?

Wikimedia Commons

Gli impianti cerebrali AI possono “dare alle persone un’intelligenza sovrumana”?

Postato da: Sofie Jackson tramite Daily Star

“L’intelligenza artificiale è un ossimoro che suggerisce che una creazione dell’uomo può superare l’intelligenza del suo creatore. Questo è stato anche il dibattito biblico dei secoli: se Dio ha creato l’uomo, l’uomo può diventare più intelligente di Dio?

La proposizione di fantascienza secondo cui gli impianti cerebrali possono fornire conoscenze assistite da computer in grado di raggiungere lo status di superpotenza è proprio questo: fantascienza. I sognatori di Technocrat credono di poter fare qualsiasi cosa la loro mente concepisca e quando scoprono che la realtà non è all’altezza, falsificano l’esperienza e la chiamano reale. Questo articolo rivela che la macchina dei sogni è viva e vegeta e sta ancora sviluppando la propaganda scientifica. ⁃ Editor TN “

Gli elettrodi per potenziare il cervello diventeranno presto “come la chirurgia plastica” mentre tutti corriamo per ottenere miglioramenti cibernetici.

Gli esseri umani saranno trasformati in cyborg – con gli scienziati che attaccano gli impianti AI nel loro cervello.

Gli elettrodi per lo zapping cerebrale hanno trattato i pazienti con convulsioni con risultati promettenti e gli effetti collaterali bizzarri e inattesi di calma e positività indicano che ora vengono analizzati come trattamento radicale per la depressione.

È anche teorizzato che gli impianti elettrici possano essere manipolati per rendere gli utenti al massimo del loro potere cerebrale, analogamente a come le anfetamine come Adderall vengono abusate oggi.

La coppia scientifica Kelly e Zach Weinersmith hanno esplorato gli entusiasmanti progressi nel loro nuovissimo libro “Soonish – Dieci tecnologie emergenti che miglioreranno e / o rovineranno tutto”.

La coppia ritiene che gli elettrodi per potenziare il cervello diventeranno presto “come la chirurgia plastica” – con le persone che spendono shedload per diventare più intelligenti e stare davanti al gruppo.

Uno dei quattro migliori accademici attualmente abusa delle anfetamine, secondo i Weinersmiths.

“Poiché la tecnologia dell’interfaccia cervello-computer diventa più affidabile, può avere implicazioni in molti settori”, hanno scritto.

“Un’interfaccia cervello-computer ideale può renderti più intelligente, più bravo a ricordare le cose, più concentrato e forse anche più creativo.

“Non puoi pensare alle possibilità senza le possibilità senza immaginare una sorta di diaspora del cyborg e tuttavia avere l’opportunità di avere improvvisamente un ricordo migliore, probabilmente lo prenderemmo tutti.”

Ancora più strana è la possibilità di una mente umana da alveare: saremo in grado di condividere i reciproci pensieri come un esercito di formiche che lavorano all’unisono.

I topi di laboratorio avevano il cervello collegato tramite un’interfaccia cervello-computer in una serie di esperimenti.

“I risultati sembrano essere una sorta di connessione cervello-cervello”, hanno detto i Weinersmiths.

“Non sappiamo se questi topi di laboratorio condividessero letteralmente pensieri, ma i loro cervelli collegati sembrano riunirsi e lavorare insieme in modo più efficiente.

“Ad un certo punto in futuro, potrebbe diventare possibile combinare letteralmente le menti con altre persone, sia per scopi ricreativi o commerciali.

“Per noi, questo suona come una versione da incubo del fare un progetto di gruppo, ma ognuno per il suo.”

La lettura della mente avrebbe però notevoli inconvenienti – come pensare “Voglio divorziare da mia moglie” quando sei seduto sul divano, accanto a tua moglie.

I dispositivi potrebbero anche essere hackerati, per omicidio o una versione oscura e futuristica di abusi domestici.

“Nel caso delle protesi cerebrali, l’hacking potrebbe significare molte cose.

Leggi la storia completa qui …

Fonte: https://www.technocracy.news/can-ai-brain-implants-give-people-superhuman-intelligence/

®wld

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.