Crea sito

La terza guerra mondiale sarà completamente diversa da qualsiasi guerra mai vista prima

Ecco come appare la Terza Guerra Mondiale

di James Corbett 22 Marzo 2020 dal Sito Web TruthComesToLight traduzione di Nicoletta Marino  Versione originale in inglese  Versione in spagnolo

James Corbett vive e lavora in Giappone dal 2004. Ha aperto il sito Web The Corbett Report nel 2007 come punto per analisi critiche indipendenti su politica, società, storia ed economia.

Da allora ha scritto, registrato e modificato migliaia di ore di supporti audio e video per il sito Web, tra cui un podcast e diverse serie di video online regolari.

È il principale redattore editoriale di The International Forecaster, la newsletter elettronica creata dal compianto Bob Chapman. Il suo lavoro è stato messo online da un’ampia varietà di siti Web e i suoi video hanno raccolto oltre 40.000.000 di visualizzazioni solo su YouTube. Il suo pezzo satirico sulle discrepanze nel resoconto ufficiale dell’11 settembre, “9/11: A Conspiracy Theory” è stato pubblicato sul web l’11 settembre 2011 e finora è stato visto quasi 3 milioni di volte.

Ecco una domanda per te:

  • Come fai a sapere quando sei in guerra?
  • Quando ci sono truppe per le strade?
  • Quando arriva il panico di massa?

Quando c’è la legge marziale e alla gente viene detto di chiudere le porte per un isolamento di mesi o anni?

Quando i “leader” mondiali dicono alle loro popolazioni che il nemico è responsabile di tutto il massacro?

Se questi sono i criteri, allora significa che siamo in guerra in questo momento.

Truppe per le strade? Controlla

Panico di massa? Controlla

Alla legge marziale e alla gente viene detto di chiudere le porte? Controlla e controlla

I leader mondiali dicono alle loro popolazioni che il nemico è il colpevole di tutta la carneficina? Controlla e controlla…Sì, con tutti questi metodi, siamo in guerra.

Ma nessuno la chiama guerra. Perchè no…?

Perché, nella mente delle persone, esiste davvero solo un sistema per giudicare il nostro stato di guerra: se le truppe sono sul campo di battaglia si sparano o no.

Sicuramente questa è la guerra, giusto…?

Ma allora,

  • Perché la Merkel invoca la Seconda Guerra Mondiale nel suo tentativo di spiegare la crisi attuale al popolo tedesco?
  • Perché ci viene detto che i tempi in cui viviamo sono peggiori della guerra?
  • Perché è fuorviante, da Trump a Trudeau e a quanto pare tutti gli altri, che invochino le vecchie misure di emergenza in tempo di guerra e che si preparano alla legge marziale su vasta scala?
  • Non è sufficiente a convincerti che il mondo è ora in guerra?

Bene allora:

La verità è che il mondo è in guerra ora. E quella guerra è la Terza Guerra Mondiale…

La differenza è che nessuno (ancora) comprende la natura di questa guerra, chi sono i suoi combattenti e quale sia l’obiettivo di coloro che la combattono.

So che sei incredulo, quindi permettimi di spiegare.

Da decenni ormai, la metafora della guerra è stata usata dai politici per ottenere sostegno per le loro proposte politiche.

Ogni volta che un presidente degli Stati Uniti vuole dichiarare guerra usando un nome astratto

  • la “guerra alla povertà” di Johnson, per esempio
  • o la “guerra alla droga” di Nixon
  • o la “guerra al terrore” di Bush, …

sappiamo cosa aspettarci:

  • miliardi di dollari saranno spesi
  • la burocrazia del governo aumenterà
  • i diritti del cittadino medio diminuiranno
  • e, oh sì, la cosa contro cui si fa la guerra guadagnerà davvero forza…

Ma questa “guerra al coronavirus” è diversa.

Questa particolare “guerra” potrebbe benissimo essere la prima battaglia in quello che gli storici di un’era futura chiameranno la Terza Guerra Mondiale...

Ma proprio come la Prima Guerra Mondiale – con le sue mitragliatrici, la terra di nessuno e le vittime inimmaginabili – era completamente diversa da qualsiasi guerra mai vista prima, e proprio come la Seconda Guerra Mondiale – con i suoi carri armati e bombardieri e la guerra sottomarina e le bombe atomiche e il bersaglio dei civili – era diversa da qualsiasi guerra mai vista prima, così anche la terza guerra mondiale sarà completamente diversa da qualsiasi guerra mai vista prima…

Questa volta, la guerra mondiale sta prendendo la forma di una guerra ibrida.

“Guerra ibrida” è un termine che è entrato in voga tra gli strateghi militari negli ultimi decenni per descrivere un tipo di guerra irregolare che combina la guerra convenzionale (pistole e bombe sui campi di battaglia) con una serie di altri metodi di attacco:

  • guerra cibernetica
  • operazioni di disinformazione
  • campagne di destabilizzazione politica
  • legge e praticamente qualsiasi altra cosa che possa minare o       destabilizzare un nemico durante i periodi di conflitto

Ad un’analisi primaria, non sarebbe difficile etichettare le attuali relazioni tra Stati Uniti e Cina come guerra ibrida.

In effetti, questo è esattamente ciò che il sempre intuitivo Pepe Escobar fa nella sua analisi delle ultime mosse sulla scacchiera geopolitica, “China Encerrada en una Guerra Híbrida con Estados Unidos“.

Come osserva Escobar:

“Tra la miriade di sconvolgenti effetti geopolitici del coronavirus, uno è già graficamente evidente.

La Cina si è riposizionata.

Per la prima volta dall’inizio delle riforme di Deng Xiaoping nel 1978, Pechino considera apertamente gli Stati Uniti una minaccia, come dichiarato un mese fa dal Ministro degli Esteri Wang Yi alla Conferenza per la Sicurezza di Monaco durante l’apice della lotta contro il coronavirus.

Pechino sta modellando attentamente la trama secondo cui, sin dall’inizio dell’attacco al coronovirus, la leadership sapeva che era sotto un attacco di guerra ibrida. La terminologia di Xi è un indizio importante.

Ha dichiarato, per la cronaca, che questa era la guerra. E, come contrattacco, è stata lanciata una “guerra popolare”.

“Escobar continua sottolineando che la recente (e molto pubblica) insinuazione del portavoce del ministero degli Esteri cinese Zhao Lijian secondo cui si trattava dell’,

“Esercito americano che ha portato l’epidemia a Wuhan”,

…rappresenta non solo una violazione del protocollo diplomatico, ma la lingua di un belligerante in tempo di guerra.

Dati i punti interrogativi incredibilmente grandi che circondano ogni aspetto di questa attuale pandemia, il suggerimento che il fantascientifico coronavirus provenga effettivamente da Fort Detrick (vedi sotto il video) non è affatto stravagante

a tieni presente che non è un realista della cospirazione online che dà credito questa idea, è un vero appresentante del governo cinese. Questa non è un’accusa presa alla leggera.

Ma non è solo la Cina a indicare lo zio Sam.

Mentre i portavoce del governo cinese stanno facendo insorgere lo spettro che il coronavirus è prodotto negli Stati Uniti ™, l’amministrazione Trump sta facendo del suo meglio per rinominare SARS-Cov-2 come “il virus cinese”.

Per quanto meschine, queste semantiche contano…

Come ha notato chiunque abbia passato del tempo online nelle ultime settimane, la parte del pubblico americano piena di fluoro e dipendente da MSM è stata eccitata da questa retorica anti-cinese e i Cinesi hannosostituito i Russi come il bogeyman du jour nelle menti delle norme facilmente inquietanti.

Escobar conclude la sua relazione avanzando la possibilità che l’intera crisi del coronavirus sia

“una massiccia psy-opera che crea il perfetto ambiente geopolitico e di ingegneria sociale per il dominio a largo spettro”.

La domanda urgente, sostiene, è:

“Le élite imperiali malate sceglieranno ancora di continuare a condurre una guerra ibrida a tutto campo contro la Cina” quando tutto sarà finito?

Dato il contesto più ampio del conflitto americano-cinese che – come ho più volte sostenuto– è impostato per essere la lotta definitiva del 21° secolo, l’analisi di Escobar è abbastanza plausibile.

Ma, come ho anche più volte sostenuto, questa lotta del secolo delle Grandi potenze tra la Cina e gli Stati Uniti è (proprio come la guerrafredda del 20° secolo), un conflitto gestito, manipolato e, in ultima analisi, falso.

La vera battaglia non sarà tra la “Cina” e “gli Stati Uniti”, anche se sono segnalate così nel 21° secolo.

No, la vera battaglia sarà tra i banchieri e gli aspiranti costruttori sociali e la massa dell’umanità.

Se questa guerra ibrida è davvero la terza guerra mondiale, allora dobbiamo prendere una decisione molto basilare:

Chi sono i combattenti e per cosa stanno combattendo?

Questa è la cosa più semplice da determinare in qualsiasi guerra, no?

Guarda in che modo le truppe puntano le loro pistole e scoprirai chi è il loro nemico, giusto?

Quindi diamo un’occhiata.

Le truppe vengonoschierate anche mentre scrivo paese dopo paese.

E contro chi puntano le pistole?

I loro connazionali…

Le operazioni di guerra cibernetica sono intraprese proprio ora per eliminare i sistemi di comunicazione nemica ed etichettare tutte le trasmissioni nemiche come “disinformazione”.

Ma chi viene preso di mira in tutto questo? Giornalisti erealisti della cospirazione.

Si stanno conducendo campagne di destabilizzazione politica… ma è il Partito Democratico che è stato sorpreso a truccare le proprie primarie e la stampa dell’establishment che cerca di minare le decisionipolitiche prese dai referendum e dall’establishment accademico che si oppongono ai governi democraticamente eletti nel presunto “mondo libero”.

E mentre solo pochi mesi fa le proteste e lemanifestazioni erano così diffuse in tutto il mondo, ora paese dopo paese dichiarano illegali le riunioni di oltre 10 persone.

Di volta in volta, scopriamo che la guerra che viene condotta è, una guerra da parte del governo, del potere militare, finanziario e corporativo contro le masse dell’umanità che si opporrebbero loro.

Questa è la vera natura della Terza Guerra Mondiale.

È stata ingaggiata proprio ora.

E, agli occhi delle autorità, noi siamo il nemico.

Oh, certo, ci sono le manifestazioni di scacchi 2D su questo, il conflitto geopolitico e la guerra dello stato nazionale che si svolgono allo stesso tempo.

Ma quelle sono solo battaglie diversive progettate per distrarci dall’evento principale: la battaglia contro la libera umanità.

Questo è il motivo per cui il modello cinese – sorveglianza delGrande Fratello completa e diffusa e di blocco tecnocratico della società – è denunciato dai “leader” del “mondo libero” mentre allo stesso tempo desiderano apertamente quegli stessi poteri a casa.

Sì, gente, che lo sappiate o no, la Terza Guerra Mondiale è già iniziata… E agli occhi di coloro che conducono quella guerra, sei un combattente nemico.

L’unica domanda che conta è:

Ci sveglieremo in tempo per reagire a questo, o ci limiteremo a stenderci e lasciare che le autorità vincano…?

Fonte: https://www.bibliotecapleyades.net/

®wld