Crea sito

Il New England Journal of Medicine promuove le vaccinazioni obbligatorie …

 

Il New England Journal of Medicine promuove le vaccinazioni obbligatorie, spiega agli Stati come farlo

La trappola del vaccino obbligatoria viene costruita con cura e ora l’ex prestigioso New England Journal of Medicine è cooptato nel gioco politico. Questo è il dominio di Big Pharma al suo peggio. ⁃ TN Editor 

 

Poiché il Covid-19 continua a esigere un pesante tributo, lo sviluppo di un vaccino sembra il mezzo più promettente per ripristinare la normalità nella vita civile. Forse nessun progresso scientifico è più atteso con impazienza. Ma portare un vaccino sul mercato è solo metà della sfida; anche fondamentale è garantire un tasso di vaccinazione sufficientemente alto per ottenere l’immunità della mandria. In modo preoccupante, un recente sondaggio ha rilevato che solo il 49% degli americani prevede di vaccinarsi contro la SARS-CoV-2. 1 

Un’opzione per aumentare l’assorbimento del vaccino è richiederlo. La vaccinazione obbligatoria si è dimostrata efficace nel garantire alti tassi di immunizzazione infantile in molti paesi ad alto reddito. Tuttavia, ad eccezione della vaccinazione antinfluenzale degli operatori sanitari, i mandati non sono stati ampiamente utilizzati per gli adulti. 

Sebbene un vaccino rimanga a distanza di mesi o anni, lo sviluppo di una strategia politica per garantire l’adozione richiede tempo. Offriamo un quadro che gli stati possono applicare ora per aiutare a garantire l’adozione del vaccino quando diventa disponibile, inclusa la considerazione di quando un mandato potrebbe diventare appropriato. Il nostro approccio è guidato dalle lezioni tratte dalle esperienze statunitensi con i vaccini per l ‘”influenza suina” del 1976, l’influenza H1N1, il vaiolo e il papillomavirus umano (HPV).

Riteniamo che dovrebbero essere soddisfatti sei criteri sostanziali prima che uno stato imponga un mandato per il vaccino SARS-CoV-2 (vedi  riquadro). Il primo è l’esistenza di prove che il Covid-19 non è adeguatamente controllato nello stato da altre misure, come test, tracciamento dei contatti, isolamento e quarantena, come indicato da tendenze preoccupanti e continue in nuovi casi, ricoveri o decessi.

I principi della legge sulla salute pubblica e dell’etica richiedono che gli interventi che incidono sull’autonomia siano ragionevoli e necessari; pertanto, Covid-19 deve presentare una minaccia continua. Quando un vaccino sarà disponibile, si saprà di più sull’immunità naturale nella popolazione, sulle conseguenze di misure di mitigazione della comunità rilassanti e sulla fattibilità di aumentare le strategie di test-and-trace. Dovrebbe esserci un’indicazione ragionevole della necessità di ulteriori misure. 

SEI CRITERI DI ATTIVAZIONE PER I MANDATI DI VACCINAZIONE COVID-19 DELLO STATO.

  • Covid-19 non è adeguatamente contenuto nello stato.
  • Il comitato consultivo per le pratiche di immunizzazione ha raccomandato la vaccinazione per i gruppi per i quali si sta prendendo in considerazione un mandato.
  • La fornitura di vaccino è sufficiente a coprire le fasce di popolazione per le quali si sta valutando un mandato.
  • Le prove disponibili sulla sicurezza e l’efficacia del vaccino sono state comunicate in modo trasparente.
  • Lo stato ha creato infrastrutture per fornire l’accesso alla vaccinazione senza barriere finanziarie o logistiche, compensazione ai lavoratori che hanno effetti negativi da un vaccino richiesto e sorveglianza in tempo reale degli effetti collaterali del vaccino.
  • In una valutazione limitata nel tempo, l’adozione volontaria del vaccino tra i gruppi ad alta priorità è scesa al di sotto del livello richiesto per prevenire la diffusione dell’epidemia.

Il secondo criterio è che il Comitato consultivo per le pratiche di immunizzazione (ACIP), dopo aver esaminato le prove di sicurezza ed efficacia, abbia raccomandato la vaccinazione per le persone che sarebbero coperte da un mandato.

Le prove attualmente disponibili suggeriscono che gli anziani, gli operatori sanitari che lavorano in situazioni ad alto rischio o che lavorano con pazienti ad alto rischio (p. Es., Residenti in case di cura e pazienti con gravi sintomi respiratori) e le persone con determinate condizioni mediche di base possono essere gruppi ad alta priorità per la considerazione dell’ACIP, insieme ad altri lavoratori con contatti frequenti, stretti, sul lavoro e persone che vivono in ambienti ad alta densità come carceri e dormitori.

Quando un vaccino si avvicina all’approvazione, l’ACIP dovrebbe rivedere le prove aggiornate e sviluppare raccomandazioni.Solo i gruppi raccomandati dovrebbero essere presi in considerazione per un mandato di vaccinazione, sebbene i funzionari sanitari possano incoraggiare l’assunzione volontaria per gli altri, utilizzando mezzi come campagne di educazione pubblica e vaccinazioni gratuite.

Il fatto che un vaccino abbia ricevuto l’approvazione della Food and Drug Administration (FDA) – sia nell’ambito di un’autorizzazione per l’uso di emergenza (EUA) che di processi di revisione ordinari – non è una base sufficiente per concludere che dovrebbe essere richiesto.

L’approvazione della FDA riflette la determinazione che le prove degli studi clinici dimostrano che i benefici di un vaccino superano i suoi rischi. Le raccomandazioni ACIP riflettono considerazioni più ampie, inclusi i valori e le preferenze dei gruppi interessati, i problemi di implementazione e le analisi economiche sanitarie. Il sovrappeso delle decisioni della FDA sarebbe particolarmente problematico per i vaccini SARS-CoV-2 perché le EUA possono essere basate su prove molto limitate e consapevolmente o inconsciamente influenzate dall’intensa pressione per accelerare le contromisure sul mercato. 2

Leggi la storia completa qui …

 

******************************

Denuncia PESANTISSIMA di un medico di Acireale. E’ medico da 45 anni

Leggi anche: Il piano include reddito di base universale e requisiti di vaccinazione

®wld

Anelando la chiusura totale, alias lockdown

A che gioco giochiamo? Truffa l’idiota funzionale è il gioco di moda del 2020

Nonostante il supporto della tecnologia nell’era moderna nella quale la razza umana si muove, appositi studi volti a scoprire se l’intelligenza sta facendo passi avanti, ebbene questi studi hanno sconvolto gli scienziati dopo quello che hanno scoperto, ovvero: le generazioni che ci hanno preceduti sono risultate generalmente più intelligenti delle attuali, in quanto sembra che la tecnologia più che migliorare la vita, abbia fatto ritirare i remi in barca allo stesso cervello, che notoriamente potendosi servire di ausili come lo è tanto per fare un esempio la calcolatrice, non potendo più contare su fondamenti come la matematica che genera il ragionamento logico sequenziale, oggi le persone hanno perso la capacità di saper fare mentalmente di conto e fare un ragionamento da cui se ne ricavi sostanza, tanto da farli da portarli e farli risultare poi, come i cosiddetti “idioti funzionali” ai quali qualsiasi cosa venga loro detto, ci credono poi fanaticamente.

Provate se non ci credete a interloquire con persone in mezzo alla strada, ora che sono state rese obbligatorie, sull’utilità o meno delle mascherine, nonostante vi siano, visto il largo uso, medici che in tutti i modi vengano a dirci se non quando a supplicarci, che l’orpello che indossiamo e che siamo invitati ad indossare è tossico per la nostra stessa stessa esistenza, ma quel che vi sentirete rispondere è che gente da persone che peraltro ignorano, è che se non altro tali mascherine ci isolano dal virus.

truffaCi sarebbe da ridere se piangere non fosse più che lecito, in quanto essendo l’informazione in mano a chi gestisce l’intero sistema, per ovvietà, questi poi evita di esporre le informazioni giuste, quando questa le definisce negative ai suoi interessi, di conseguenza, evita di pubblicarle o facendolo si castrerebbe tutta l’informazione sinora rimessa!

Chi poi pensa poi che tutto sia finito qui dovrà ricredersi!

Avete presenti le varie tipologie infettive degli anni precedenti come Aviaria, Suina ecc. tutti virus passati dall’animale all’uomo (vi dice niente?), ovvero i vari esperimenti di virus definiti anch’essi come fautori di morte degli anni passati? Ebbene tutti questi virus che avrebbero dovuto terrorizzare il mondo, poco hanno potuto monopolizzare la notizia, in quanto mancanti della notizia grave, avendo fatto poche se non nulla come vittime.

La differenza con il Covid-19 invece sta nel fatto, che con questo nuovo visus invece vittime ve ne sono state, ma non a sufficienza per decretare la pandemia, cosi qualche “cervellone” deve aver avuto la brillante idea di incrementarle, incorporando le altre morti per le varie patologie che normalmente avvengono al mondo, definendole tutte morti per covid-19.

Et voilà, la pandemia è servita, oltre all’essere stata creata!

truffa

Ora vi metto a conoscenza di una chicca ascoltata oggi al bar sotto casa, seguitemi perché capirete cosi che tutto ha una senso, specie su quello appena su descritto.

Al ritorno da lavoro, un signore che peraltro conosco e con cui prendevo il treno in andata come al ritorno prima di entrare io in smartworking, parlando con colei che gestisce il bar, si dice sconvolto di una cosa riportata da un suo collega a cui è morto il padre.

Il giorno dopo il decesso viene contattato dal primario dell’ospedale o da un semplice medico, non ho capito questo bene, chiedendogli se dopo compenso di 700 euro ai famigliari del deceduto, questi acconsentissero di inserire nella cartella del decesso come – deceduto per Covid – e non per la patologia che nel tempo lo ha portato alla morte.

Lo capite ora o ancora no, che è tutta una truffa mondiale che veleggia ormai da quando è comparso il Covid-19? Badate altrettanto bene: con questo non si vuole insinuare che il Covid-19 non esista, ma che non tutti i deceduti lo sono per Covid-19, ca##o! Datevi una svegliata e soprattutto toglietevi le mascherine dalla faccia, se grazie a chi appartenente alla feccia, non vogliate perdere anche voi definitivamente la vostra di faccia.

Ultimo appunto e poi vi lascio da buoni esseri senzienti quali siete, a discernere o meno per vostro conto a quanto su descritto: ma secondo voi è anormale che oggi in italia, gli unici scesi in piazza siano i campani, che dopo anni di esperienza visto che la regione non da loro lavoro, si prodighino in tutta Italia a dispensare pacchi… non ci stiano quando vedono che viene rifilato loro un pacco come il lockdown, peraltro per qualcosa che per primi decretano come una palese truffa?

Ed adesso rifletteteci su anche voi, certo che ce la fate a capire come i campani cosa ci stiano pian piano, approfittando grazie alla paura immessa nelle persone da giornali e telegiornali, propinando.

Fonte: https://dammilamanotidounamano.altervista.org/

**********************************

Clicca sull’immagine per vedere il video – Leggi QUI l’articolo 
 

TRUMP ATTACCA LA CNN: “VOI STUPIDI BASTARDI”
Una VIROLOGA VERA, invitata da tutto il MONDO ma Italia la boicotta
 

Clicca sull’immagine per vedere e ascoltare il video 

 

TecnoPopulismo: accecato dallo scientismo

Che lo scientismo e il populismo siano “gemelli malvagi del discorso civico che scacciano i giudizi sobri e deliberati che possono aiutare una nazione a restare unita e prosperare” è quasi un eufemismo.

I governi basati sul populismo non possono esistere senza la forma e la funzione dello scientismo, che postula che tutta la verità sia derivata esclusivamente dalla scienza stessa, escluse tutte le altre forme di conoscenza e pensiero. Lo scientismo fornisce la “verità assoluta” e i mezzi per imporla.

È una combinazione pericolosa che alla fine cadrà direttamente nella morsa della tecnocrazia. I populisti diranno: “Wow, non l’abbiamo mai visto arrivare”. ⁃ TN Editor

 

Molti governatori, in particolare quelli democratici, hanno giustificato i blocchi dei loro stati con lo slogan comune: “Stiamo seguendo la scienza”. Quando il segretario alla salute e ai servizi umani Alex Azar ha vietato alle agenzie sanitarie della nazione, inclusa la Food and Drug Administration, di firmare in modo indipendente qualsiasi nuova regola riguardante i vaccini, richiedendo invece la sua approvazione, alcuni esperti di virus hanno  espresso la preoccupazione  che la politica ora si sarebbe intromessa. della scienza.

Il mantra di “seguire la scienza” non è unico per la politica del virus. I politici offrono una giustificazione simile per le politiche sul cambiamento climatico. Proprio come la scienza sul Covid-19 “giustifica” i blocchi, la scienza del cambiamento climatico viene utilizzata per sostenere la  spesa e la politica normativa  che fornirà zero emissioni nette.

L’idea di seguire la scienza in opposizione alla politica è un tropo che risale all’inizio dell’era progressista. Nel 1887 Woodrow Wilson, allora professore di scienze politiche al Bryn Mawr College,  scrisse un famoso articolo sostenendo  che la pubblica amministrazione poteva essere separata dalla politica perché poteva seguire una logica scientifica piuttosto che soccombere alla corruzione della politica. Le sue idee e altre simili divennero, a loro volta, una giustificazione per uno stato amministrativo allargato. All’interno dell’amministrazione, gli esperti fornirebbero regolamenti per il bene pubblico basati sulla scienza. Questo modello di diritto amministrativo “nastro trasportatore”, infatti, suggeriva che dovevano esserci meno restrizioni costituzionali sulle agenzie amministrative che sul legislatore, perché le agenzie amministrative erano vincolate dalla scienza.

Il modello di amministrazione del nastro trasportatore è stato in gran parte abbandonato anche dalla maggior parte dei liberali. Gli esperti non sono sempre d’accordo sulla scienza. Inoltre, i fatti stessi non dettano la politica. Le considerazioni di valore sono centrali nella scelta delle politiche, in particolare quando alle agenzie amministrative viene concesso un potere delegato sostanziale dal Congresso. Ad esempio, la FCC concede licenze alle stazioni televisive nell’interesse pubblico. Ma nessun insieme di fatti può dirci qual è l’interesse pubblico. Come risultato di questo riconoscimento, il diritto amministrativo è stato riformato dalla legge sulla procedura amministrativa per richiedere un maggiore contributo pubblico sulle regole e una revisione più approfondita delle regole da parte della magistratura. Da quando Ronald Reagan,ogni presidente ha anche richiesto che le regole principali siano controllate a livello centrale per assicurarsi che siano coerenti con le scelte politiche generali dell’amministrazione.

Ma il mantra del “seguire la scienza” è ancora più problematico quando applicato alla politica che all’amministrazione. Non è possibile rendere la politica sussidiaria alla scienza. In primo luogo, i fatti sono oggetto di controversia, così come alcuni di quelli sul cambiamento climatico, ad esempio. In secondo luogo, è probabile che nessuna serie di fatti determini alcun risultato. Le politiche sui cambiamenti climatici influenzano la crescita economica e questa è un’altra serie di fatti che devono essere indagati.  E come James Rogers ha notato in questo sito , la radicale incertezza presente nella maggior parte dei giudizi sugli affari umani richiede giudizi prudenziali, non solo modelli scientifici.

Ma soprattutto, la politica richiede un dibattito sui valori, non solo sui fatti. Ci sono compromessi tra diverse politiche. Il Green New Deal può ostacolare la crescita economica e quindi danneggiare le generazioni a venire. Di conseguenza, potrebbe essere più saggio adattarsi a un clima caldo piuttosto che cercare di prevenirlo a caro prezzo. Inoltre, è una questione di valore, non di fatto, su chi dovrebbe sopportare il peso delle politiche sui cambiamenti climatici: questa generazione o le generazioni future che, a causa dell’accelerazione tecnologica, potrebbero essere sostanzialmente più ricche.

La visione del nastro trasportatore della politica si basa in ultima analisi su un errore filosofico. Non si possono derivare “dichiarazioni dovute” da “affermazioni”. David Hume ha dimostrato questo punto secoli fa. Questo riconoscimento non serve a svalutare la scienza. Usare la scienza per valutare i probabili costi e benefici delle politiche a vantaggio della scienza ci aiuta a fare migliori compromessi, qualunque siano i valori che adottiamo. Ma non può sostituire i dibattiti tra valori diversi o determinare i compromessi appropriati tra loro.

Se il nastro trasportatore della scienza che detta la politica è caduto in disgrazia nel diritto amministrativo ed è ancora più evidentemente inapplicabile alla politica in generale, perché così tanti politici stanno tornando alla sua retorica? Il motivo è che, anche se è una tradizione intellettualmente fallita, rimane politicamente utile. Lo scientismo è un tentativo di chiudere i dibattiti politici. Sposta la discussione da questioni di valore, accessibili a tutti, a questioni di fatto che sono nel dominio degli esperti, spostando così il terreno del dibattito. Inoltre ostacola l’evoluzione del consenso degli esperti, perché quando la scienza diventa una copertura per la politica, dissentire dalle linee di partito diventa più difficile anche per gli esperti. E permette ai progressisti di ritrarre i loro avversari come ignoranti. Questo è stato un tropo comune della politica progressista:i conservatori sono il partito stupido.

Ma nascondersi dietro la scienza è un male per la politica e peggio per la salute civica della nazione. Il blocco è un esempio calzante. Semplicemente non è vero che i fatti sulla trasmissione del virus siano sufficienti a giustificare da soli un blocco. Una politica di blocco può aiutare a prevenire trasmissioni e alcuni decessi. Ma comporta anche costi enormi per l’economia, per la nostra vita culturale e per il benessere mentale degli americani. Sia la minore crescita che la diminuzione della salute mentale provocano morti e altri danni. Può darsi che il blocco sia stato un fattore che ha contribuito alle rivolte che hanno colpito molte città in tutta la nazione. Questo non vuol dire che un blocco particolare non sia giustificato. Ma imporre un blocco non è una decisione che può essere basata solo sulla scienza. Anziché,richiede giudizi prudenziali del tipo che eleggiamo per fare i leader. Mentre questo saggio veniva scritto, l’Organizzazione mondiale della sanità ha annunciato  che i blocchi non dovrebbero essere il metodo principale per controllare il virus. Questo cambiamento di posizione evidenzia i pericoli di legare la politica pubblica a rivendicazioni sulla scienza contestabile.

Leggi la storia completa qui …

 

Pubblicato su: https://www.technocracy.news/technopopulism-blinded-by-scientism/

 

************************************

Articoli correlati:

L’acquisizione globale da parte dei tecnocrati

Approfondimento storico: quando i buoni governi vanno male

®wld

Mattarella convoca i militari: coprifuoco, paura per gli Usa?

Mattarella convoca i militari: coprifuoco, paura per gli Usa?

Coprifuoco notturno come in Francia (con il pretesto del Covid) alla vigilia delle elezioni americane? La notizia rimbalza ovunque: Sergio Mattarella ha convocato per il 27 ottobre il Consiglio Supremo di Difesa. Ordine del giorno: «Conseguenze dell’emergenza sanitaria sugli equilibri strategici e di sicurezza globali, con particolare riferimento alla Nato e all’Unione Europea», nonché «aggiornamento sulle principali aree di instabilità e punto di situazione sul terrorismo transnazionale», e infine «prospettive di impiego delle forze armate nei diversi teatri operativi».

 
Militari presto schierati in modo permanente nelle strade italiane? L’attenzione si sposta immediatamente negli Usa, dove si teme stia per accadere qualcosa di inaudito: voci insistenti danno per certo che il Pentagono sia pronto a vigilare sulle elezioni più drammatiche della storia, probabilmente con risvolti senza precedenti.
 
Devastante la polemica agitata da Trump in queste ore: emergono le prove di finanziamenti indebiti che Joe Biden avrebbe ricevuto dalla Cina tramite il figlio, Hunter, già al centro di uno scandalo petrolifero in Ucraina. Molte città statunitensi sono state devastate dalle violenze di formazioni come “Antifa”, manipolate per creare caos dopo le indignate proteste iniziali per il razzismo della polizia. Le elezioni più blindate della storia finiranno in rissa? E’ per questo che anche l’Italia si prepara al peggio, cioè a una crisi mondiale di rilievo anche militare? 
 
Domande per ora senza risposta, alimentate da notizie necessariamente frammentarie. Il Consiglio Supremo di Difesa – si legge sul sito del Quirinale – è il principale strumento costituzionale attraverso cui il capo dello Stato acquisisce «circostanziate conoscenze degli orientamenti del governo in materia di sicurezza e difesa». In altri termini, «è strumento di dialogo e di confronto preventivo tra i responsabili dell’indirizzo politico in materia di difesa nazionale». I suoi componenti possono quindi «concorrere a definire criteri per il migliore esercizio delle rispettive singole competenze».
 
Oltre al capo dello Stato ne fanno parte essenzialmente il premier, alcuni ministri-chiave (esteri, interno, economia, difesa) e naturalmente il capo di stato maggiore della difesa. «A seconda delle circostanze e della materia trattata», possono essere consultati anche i vertici delle singole forze armate (esercito, marina, aeronautica e carabinieri), nonché il presidente del Consiglio di Stato e ulteriori esperti di valore strategico.
 
«I primi sessant’anni di attività del Csd sono stati avvolti da un impenetrabile alone di mistero, facendone l’organo meno conosciuto della Repubblica», ricorda Wikipedia. In pratica: l’Italia si sta preparando al peggio, di fronte all’ipotesi di un’esplosione mondiale innescata dalle tensioni tra Usa e Cina?

Le devastazioni di Antifa negli UsaDi per sé, la convocazione – pur degna del massimo rilievo – non implica necessariamente la presenza di circostanze straordinarie: il Consiglio Supremo di Difesa, ricorda sempre il Quirinale, viene convocato dal presidente della Repubblica almeno due volte l’anno, con un ordine del giorno che tiene conto anche delle indicazioni fornite dal presidente del Consiglio dei ministri.

 

In questo caso, però, a fare notizia è la data: il summit delle massime autorità civili e militari è convocato a una settimana di distanza dalle presidenziali americane del 3 novembre 2020, valutate come un appuntamento epocale per il destino del pianeta. La nuda cronologia degli ultimi mesi mostra la successione di due eventi di portata strategica: la clamorosa rottura geopolitica e commerciale tra Washington e Pechino, con l’imposizione di dazi da parte degli Usa per frenare l’export cinese, e l’immediata esplosione dell’epidemia di coronavirus.

 

Contagio che da Wuhan si è poi esteso al resto del mondo, travolgendo letteralmente gli Stati Uniti, dove Trump era dato sicuramente vincente: merito della sua politicaeconomica, che aveva ridotto a zero la disoccupazione. Con il Covid, tutto è crollato: America nel panico, e milioni di disoccupati.

 

Ad aggravare il quadro, la guerriglia urbana scatenata da “Antifa”: le iniziali proteste di “Black Lives Matter” contro la polizia, dopo la barbara uccisione dell’afroamericano George Floyd, si sono trasformate in disordini gravissimi, con aggressioni ai supporter di Trump degenerate nel saccheggio indiscriminato di negozi e abitazioni.

 

Allarme rilanciato nelle ultime ore anche dalla stampa italiana: migliaia di americani in coda davanti alle armerie, dove si stanno acquistando fucili, pistole e mitra. In arrivo elezioni armate, in un clima da guerra civile? Fonti autorevoli riferiscono che il Pentagono sarebbe pronto a intervenire: sia per garantire la regolarità del voto, che poi per gestire la sicurezza nei giorni seguenti, nel caso dovessero esplodere tumulti e turbolenze minacciose.

 

I sostenitori di Trump ritengono che i militari verrebbero schierati a difesa del presidente uscente, mentre quelli di Biden scommettono che i generali garantiranno, anche con la forza, un regolare passaggio di consegne qualora le urne dovessero decretare la vittoria dei democratici.

 

Si teme in ogni caso il manifestarsi di una situazione inedita e pericolosa, con i militari in primissimo piano, specie in quegli Stati in cui le operazioni di voto dovessero essere disturbate (o addirittura sabotate) da iniziative violente, magari intraprese da manifestanti armati.

 

Conte e SperanzaCe n’è abbastanza, parrebbe, per convocare gli stati maggiori della Repubblica italiana, recentemente messa sull’avviso dalla strana visita del segretario di Stato di Trump, Mike Pompeo, che a Roma si è scagliato contro il Vaticano accusando Bergoglio di aver fatto pericolose concessioni ai cinesi: il governo di

 

Pechino, infatti (caso unico al mondo) concorre alla nomina dei vescovi cattolici, in Cina.

Lo stesso Pompeo avrebbe inoltre rivolto un severo monito al governo Conte, e in particolare al “partito cinese” che si muove dietro le quinte dell’esecutivo, attraverso potenti comitati d’affari nonché i terminali italiani dell’emergenza Covid, ispirati da un’Oms ormai controllata da Pechino dopo il ritiro degli Stati Uniti dall’organizzazione internazionale, accusata di promuovere il modello-Cina (autoritario) con l’alibi della sicurezza sanitaria.

 

Il risultato è sotto gli occhi di tutti: il lockdown imposto in Italia è stato il più severo, in Europa, e ha prodotto l’unico effetto di aggravare la crisi economica. Oggi l’Italia ha l’acqua alla gola: aiuti mai arrivati, aziende chiuse o in procinto di chiudere, cassa integrazione erogata col contagocce, interi settori (come il turismo) ridotti al lumicino. Allucinanti le proiezioni sul Pil, crollato di 18 punti.

 

SoldatiScandalosamente, il governo Conte non ha fatto nulla – nei mesi della tregua estiva – per evitare la situazione che oggi viene rappresentata come esplosiva: i dispositivi sanitari non sono stati potenziati, e ai medici di base (tramite le Regioni) non è stata fornita una procedura per gestire i malati a casa, in sicurezza, evitando la corsa agli ospedali.

 

Nonostante ciò, o forse proprio per questo, si tenta di colpevolizzare i cittadini (patetica la crociata contro la “movida”) per l’eventuale recrudescenza di un virus che, ormai lo si è visto, produce una larghissima maggioranza di contagiati asintomatici.

 

Contagiati che oltretutto, secondo eminenti virologi (non quelli ospitati in televisione) non sono in grado di trasmettere il virus: gli asintomatici non sono contagiosi, ripetono alcuni tra i maggiori epidemiologi del mondo, come i firmatari della Dichiarazione di Great Barrington, ormai sottoscritta da 25.000 medici e scienziati. La loro ricetta: proteggere anziani e malati, lasciando però che il virus infetti la maggioranza della popolazione (immunità di gregge), in modo che si adatti rapidamente al nostro organismo e cessi di rappresentare un problema. Tesi scientifiche autorevoli ma bandite, nel paese dei Dpcm che sorvolano sulla Costituzione. In Italia, la parola d’ordine resta invariata: abbiate paura.

 

Ancora una volta, dopo aver lasciato affondare il paese, Giuseppe Conte si aggrappa all’emergenza? Sfumati gli aiuti europei (Recovery Fund) nel pantano di una contesa infinita, sarà ora l’emergenza geopolitica innescata dalle presidenziali americane a tenere in piedi il governo più catastrofico del dopoguerra? Saranno cioè i militari nelle strade a “congelare” gli italiani, in crisi nera e spaventati a morte dalla propaganda psico-sanitaria dell’esecutivo?

 

Domande appese a pochi indizi, in attesa del 3 novembre, nel dubbio (fondato) che alla narrazione odierna – dominata dal virus influenzale – possa sostituirsi una narrativa d’altro genere, affidata ai militari, a cominciare dall’altra sponda dell’Atlantico. Impossibile non ricordare che la flotta da guerra statunitense è schierata al largo della Cina, e che l’Italia – sempre strategica, a metà strada tra Europa, Africa e Medio Oriente – ospita in territorio europeo il maggior numero di basi militari statunitensi, alcune munite di considerevoli arsenali atomici.

 

Fonte: https://www.libreidee.org/

 

®wld

La narrativa CV-19 è solo una parte di un’agenda e di un insabbiamento molto più ampio

Geoengineering Watch Global Alert News, 17 ottobre 2020, n. 271

 

Dane Wigington
GeoengineeringWatch.org

 

Come ti piacerebbe il tuo tempo, naturale o artificiale?

 

Anche se i governi stanno aumentando i blocchi sociali del CV-19, un funzionario dell’Organizzazione mondiale della sanità ha appena lanciato “un appello a tutti i leader mondiali: smettete di usare il blocco come metodo di controllo principale”. Al pubblico viene detto che il CV-19 è la causa principale della prossima carenza di cibo, ma questa narrativa è solo una parte di un’agenda e di un insabbiamento molto più ampio. Quali altri obiettivi fanno parte del quadro?

 

Ancora più sperimentazioni sul vaccino CV-19 sono state interrotte a causa di problemi di sicurezza, mentre i banchieri internazionali stanno emettendo prestiti di soccorso CV-19 ai governi di tutto il mondo. Quale costo alla fine pagheranno le popolazioni per questi prestiti? Può la stampa di denaro senza fine salvarci dal collasso a cascata dei restanti sistemi di supporto vitale della Terra? L’ultima puntata di Global Alert News è qui sotto.

 

 

L’immagine satellitare della NASA mostrata di seguito è stata acquisita da Geoengineering Watch il 15 ottobre 2020. Questa immagine rivela il potere scioccante che gli ingegneri del clima possiedono. La costante “cupola di calore” ad alta pressione sopra gli Stati Uniti occidentali blocca qualsiasi umidità proveniente da qualsiasi parte vicino alla costa della California, per non parlare di un sollievo per le regioni interne aride e in fiamme. Le zone di alta pressione atmosferica sono manipolate e mantenute da strutture di trasmissione a microonde estremamente potenti come HAARP. Queste installazioni sono note come “riscaldatori ionosferici”. Gli scenari di siccità e incendi senza precedenti nell’ovest degli Stati Uniti non sono un atto della natura, sono il risultato di operazioni di ingegneria climatica.

 

Smascherare e fermare l’assalto dell’ingegneria climatica è il salto iniziale più essenziale che dobbiamo compiere nella giusta direzione. Tutti sono necessari nella battaglia critica per svegliare le popolazioni a ciò che sta arrivando, dobbiamo fare in modo che ogni giorno conti. Condividi dati credibili da una fonte credibile, fai sentire la tua voce. Gli sforzi di sensibilizzazione possono essere effettuati dal proprio computer di casa.
DW

Per coloro che non hanno ancora visto il nostro recente post su “The Dimming”, si tratta di un documentario rivoluzionario attualmente in produzione. Questo documentario fornirà risposte e prove delle operazioni di ingegneria climatica / guerra meteorologica in corso. Di seguito è riportato un trailer di oltre 4 minuti sul film in uscita:

 

 

Fonte: https://www.geoengineeringwatch.org/

 

®wld

L’ANTICA PULIZIA PLANETARIA

1/11/1755…LISBONA, L’ANTICA PULIZIA PLANETARIA…MANCA POCHISSIMO ALLA PROSSIMA!

Di: Dottor Roberto Slaviero 17.10.20

Nel giorno dei Santi, nel 1755, si verificò la più immane tragedia planetaria degli ultimi 265 anni.

Nella sola Lisbona, si calcola una perdita di vite umane tra i 60 e 90mila.

Ma il sisma, seguito da tsunami spaventosi ed incendi che durarono giorni e giorni, colpì gran parte del pianeta, dall’Africa, all’Europa e Americhe.

Ciò fa pensare non ad un semplice terremoto, ma a qualcosa di più potente, uno squassare di terra e cielo, che durò, (cosi affermano le cronache), 6 MINUTI!

Avete letto bene, si, sono stati 6 minuti.

L’estensione di questo terremoto fu la caratteristica più saliente. Il sommovimento colpì maggiormente Spagna, Portogallo e Africa del Nord, ma tremò quasi tutta l’Europa, e, in quel giorno, tremarono anche le Antille. Un porto chiamato Setubal, a 30 km da Lisbona, s’inabissò.

Ad Algeri (Algeria) e a Fez, in Marocco, la scossa fu così violenta, che un paese di ottomila abitanti, situato ad otto leghe da Marrakech, fu inghiottito dalla terra con tutto il suo bestiame; poi il suolo si richiuse sugli sventurati. Il sisma si sentì anche in mare.

Alle Antille e alle Barbados, come anche in Svezia,Norvegia, Germania, Paesi Bassi, Svizzera, Italia e Corsica, si avvertirono dei tremori e leggere oscillazioni del suolo. In Gran Bretagna l’agitazione di laghi, fiumi e sorgenti fu notevole. https://it.wikipedia.org/wiki/Terremoto_di_Lisbona_del_1755

Non oso pensare alla quantità di morti che potrebbe causare  oggi, un avvenimento cosi devastante.

Pochi anni dopo tale disgrazia,  l’Europa cambiò totalmente con la Rivoluzione francese e poi con l’avvento di Napoleone, il Bonaparte di Ajaccio, di origini nobili italiche.

Prima della rivoluzione francese però, un anno dopo il disastroso terremoto, nel 1756 iniziò la guerra dei 7 anni, che vide come vincitrice la Gran Bretagna, che ottenne dai francesi il Canada.

La Spagna fu costretta a cedere la Florida.

La Prussia si affermò come maggiore potenza continentale europea. https://it.wikipedia.org/wiki/Guerra_dei_sette_anni

Il 4 luglio del 1776, con la dichiarazione di Indipendenza, redatta da Thomas Jefferson, il congresso sancì la rottura dei rapporti istituzionali con la Gran Bretagna e diede vita agli Stati Uniti.

Il primo paese, che riconobbe gli Stati Uniti fu il Marocco, che aprì i propri porti alla navi americane nel 177. Il Marocco aveva subito gravi perdite nel terremoto lisbonese…

https://it.wikipedia.org/wiki/Storia_degli_Stati_Uniti_d%27America_(1776-1789)

Le cronache storiche antecedenti all’anno del terremoto comunque non sono molte.

Probabilmente, date e avvenimenti dei secoli dall’inizio del 18.mo all’indietro, verso Cristum natum, hanno subito varie modifiche e riscritture.

I potenti del pianeta, hanno sempre cercato di modificare od occultare a loro piacimento gli avvenimenti ed al tempo Internet, Tv e Radio non esistevano.

Recenti ricerche, individuano nei sottosuoli di varie città e  località sparse nel pianeta, grossi edifici ed enormi strutture sommerse da strati di fango di alcuni metri, fango probabilmente creatosi da una catastrofe planetaria, di cui non si hanno cronache ufficiali.

E non si parla di migliaia di anni fa…avvenimenti invece di un recente passato.

Per chi ne ha voglia, ricerchi il Regno di Tartarea, scomparso appunto da tutti i libri di storia, come scomparsa è ad esempio, la 13ma tribù di Israel, che si collocava all’incirca nell’odierno Kazakistan, alcune centinaia di anni D.Cristum.

Sarebbero gli odierni Ashkenit o Askenaziti, che poco avevano a che fare con la Palestina e la genetica degli ebrei giudei: avevano solo adottato la religione di Abramo, ma la loro collocazione geografica era completamente in altro luogo.

Dopo il dissolvimento del loro impero, molti si trasferirono in Europa, ove divennero potenti commercianti e banchieri…!

Comunque, tornando a Lisbona, mi risulta che la città, non abbia poi subito altri eventi devastanti; l’Italia ne ha sofferti parecchi in più. Si parla di Lisbona, ma abbiamo visto l’estensione enorme ed anomala di tale evento sismico.

Al tempo, il Portogallo era il più importante snodo commerciale europeo e probabilmente mondiale, con ampi commerci dalle Americhe, all’Africa ed  Asia.

L’isola di Macao,di fronte alla Cina, già nel 1552 divenne colonia portoghese.

Il Brasile venne scoperto dal grande navigatore portoghese Pedro Alvarez Cabral nel 1500; in Africa … Angola, Capo Verde, Guinea Bissau, Mozambico, San Tomè…

Insomma, tanta roba mi pare per il piccolo staterello iberico dei grandi Vasco da Gama e Bartolomeo Diaz, straordinari navigatori ed esploratori.

Al tempo del 1755, venne  chiamata in causa l’ira e la punizione divina, soprattutto per una nazione che probabilmente, come molte altre, non si era comportata molto bene per il rispetto dei diritti umani, con trattamenti brutali e schiavitù varie.

Un certo reset comunque arrivò, forse per il fato o per una concatenazione di cause geologiche e per chi ci crede, per un intervento in alto Loco.

dopo alcuni anni il potere in Europa e nel mondo non fu più lo stesso.

Dopo 265 anni da allora, l’Europa si trova avvinghiata in questa morsa criminale e mortale di una guerra sporca, voluta dai potenti di oggi, che non hanno più come sede principale Lisbona.

Se al tempo, lo schiavismo era  orribile, che ve ne pare della schiavitù odierna, fatta con il lavaggio del cervello e con il terrore del virus cattivo, che sta aumentando a dismisura il livello di povertà e sottomissione?

Guerra con la quale gli psicopatici della Silicon valley  & C e delle intelligenze artificiali e dei vaccini e dei chipp forzati, europei o asiatici o americani che siano, vogliono diminuire e rincretinire la popolazione mondiale, per concentrare denaroe potere sempre più in cima alla piramide.

Ma non provate ancora nausea per queste canaglie al governo, che vorrebbero nuovamente rinchiudervi e farvi fallire, economicamente e moralmen

Ma non provate schifo per uno Stato, che opprime e toglie le libertà essenziali costituzionali, con tutti i partiti allineati? Un popolo di ubbidienti sudditi, che sognano il reddito di cittadinanza per stare a casa a fancazzare!

Ma non siete preoccupati per la sorte dei vostri figli e nipoti, che stanno venendo schiavizzati mentalmente nelle scuole tra maschere, protezioni e studi online se uno starnutisce?

Ma non capite che il virus cattivo ve lo stanno impiantando nel vostro cervello, con il tam tam quotidiano di positivi al corona? Lo capite che questi criminali possono portare avanti questa farsa indecente, ma tragica per i risvolti umani edeconomici, per anni ed anni, se continuate a credere ai quei pezzenti mentali e  medici svenduti, che vanno in Tv e Radio, per raccontarvi stronzate allucinanti e proiezioni mortali per i prossimi mesi?

Visto che la massa non si sveglia, visto che la massa ha perso il senso critico, visto che la massa ha abdicato al semplice ragionamento umano, ci penserà la Natura a sfoltire e redimere, prima che quei banditi malavitosi dei chipp e vaccini lo facciano.

A proposito di malavita: vi ricordate cosa successe negli Usa  al tempo della legge secca, quando non si potevano bere alcolici? Secondo voi le bische clandestine aumentarono?

Non vi viene in mente che, con i provvedimenti dei malavitosi al governo, chi ci guadagnerà saranno i loro compari di merende? Coprifuoco per le normali attività, ma champagne e baldracche nelle bische dorate e protette…

Ma svegliatevi cazzo e mandate a casa questi infami esecutori del piano diabolico mondiale in atto.

Come farlo? Studiate la Costituzione italiana in vigore ed applicatela! Tornando ai positivi corona, il tampone PCR rileva i seguenti ceppi della famiglia dei coronavirus presenti da molti anni:-229E

-NL63

-OC43

-HKU 1

tipici delle influenze stagionali, inoltre;

– MersCoV

– Sars-CoV

– Sars- CoV 2

Pensate poi, che i cosiddetti test falsi positivi, sono % altissime e tirate le vostre conclusioni; e fatelo presto, perché Cielo e Terra, non aspetteranno ancora molto!

Laboratori seri, non svenduti ai terroristi mondiali, stanno analizzando le mascherine usate dai sudditi idiotizzati; centinaia di migliaia di colonie batteriche concentrate, dagli stafilococchi agli streptococchi, che il suddito auto respira, tralasciando le altre porcherie organiche, tipo funghi, virus vari ed esalazioni metaboliche tossiche.

Già parlai anche della CO2, che rientra nei polmoni, creando uno stato di Ipercapnia, con acidosi metabolica.

Si sa benissimo , da decine di anni, che le malattie degenerative, tumori inclusi, prediligono ambienti acidi e con ridotto contenuto di ossigeno, per svilupparsi!

Mi pare superfluo continuare e mi pare superfluo immaginare le molte malattie che si svilupperanno nei prossimi mesi e che saranno tutte catalogate come Covid…

“il Capitano Clarke della Denia, mentre navigava a 36° e 24’ di latitudine nord, tra le nove e le dieci del mattino del 1 novembre 1755, sentì che la nave era scossa e trattenuta, come se si fosse incagliata.

Un altra nave a 48 miglia a est di San Vincente, subì un contraccolpo dal basso cosi violento, che gli uomini che si trovavano sovra coperta, furono lanciati verso l’alto di almeno mezzo metro…

Una grande onda si abbattè sulle coste spagnole e si dice che a Cadice, abbia raggiunto i 18 metri di altezza…”

Charles Lyell, geologo scozzese” (1797-1875)

Fonte: http://olisticoaltapusteria.com/

®wld

Sta accadendo alla maggior parte delle nostre società in questo momento

Berlicche e il Fallimento della Rivoluzione

Berlicche e il Fallimento della Rivoluzione. Il Demonio Berlicche illustra come indebolire gli Uomini, ma Malacoda ne deduce come salvarli. Dai Quaderni di Malacoda, il pensiero di Berlicche. Testo e Corpo-Voce di Antonio Bilo Canella

***************************************

https://off-guardian.org/wp-content/medialibrary/1_K211tj11PlnMgGJnZ0TFbQ.jpg?x91011

Il culto covidiano

 

di: CJ Hopkins

 

Uno dei tratti distintivi del totalitarismo è la conformità di massa a una narrativa ufficiale psicotica. Non una normale narrativa ufficiale, come le narrazioni della “Guerra Fredda” o della “Guerra al Terrore”. Una narrazione ufficiale totalmente delirante che ha poca o nessuna connessione con la realtà e che è contraddetta da una preponderanza di fatti.

 

Il nazismo e lo stalinismo sono gli esempi classici, ma il fenomeno è meglio osservato nelle sette e in altri gruppi sociali sub-culturali. Verranno in mente numerosi esempi: la famiglia Manson, il Tempio del Popolo di Jim Jones, la Chiesa di Scientology, Heavens Gate, ecc., Ognuno con la sua narrativa ufficiale psicotica: Helter Skelter, Comunismo cristiano, Xenu e la Confederazione galattica, e così via.

 

Guardando dalla cultura dominante (o indietro nel tempo nel caso dei nazisti), la natura delirante di queste narrazioni ufficiali è palesemente ovvia alla maggior parte delle persone razionali. Ciò che molte persone non riescono a capire è che per coloro che cadono preda di loro (siano essi singoli membri di sette o intere società totalitarie) tali narrazioni non vengono registrate come psicotiche.

 

Al contrario, si sentono del tutto normali. Tutto nella loro “realtà” sociale reifica e riafferma la narrazione, e tutto ciò che la sfida o la contraddice è percepita come una minaccia esistenziale.

 

Queste narrazioni sono invariabilmente paranoiche, descrivendo il culto come minacciato o perseguitato da un nemico malvagio o da una forza antagonista da cui solo l’indiscussa conformità all’ideologia del culto può salvare i suoi membri. Non fa poca differenza se questo antagonista è la cultura dominante, i body thetan, i controrivoluzionari, gli ebrei o un virus.

 

Il punto non è l’identità del nemico. Il punto è l’atmosfera di paranoia e isteria che la narrativa ufficiale genera, che mantiene i membri della setta (o la società) conformi.

 

Oltre ad essere paranoiche, queste narrazioni sono spesso internamente incoerenti, illogiche e … beh, semplicemente completamente ridicole. Questo non li indebolisce, come si potrebbe sospettare. In realtà, aumenta il loro potere, poiché costringe i loro aderenti a tentare di conciliare la loro incoerenza e irrazionalità, e in molti casi l’assurdità assoluta, al fine di rimanere in regola con il culto.

 

Tale riconciliazione è ovviamente impossibile e fa sì che le menti dei membri della setta mettano in corto circuito e abbandonino ogni parvenza di pensiero critico, che è esattamente ciò che vuole il leader della setta.

 

Inoltre, i leader del culto cambieranno spesso radicalmente queste narrazioni senza una ragione apparente, costringendo i loro membri del culto a rinunciare bruscamente (e spesso anche a denunciare come “eresia”) le convinzioni che erano stati precedentemente costretti a professare, ea comportarsi come se non avessero mai creduto loro, il che provoca un ulteriore cortocircuito delle loro menti, fino a quando alla fine smettono anche di provare a pensare razionalmente, e semplicemente ripetono senza cervello qualsiasi insensatezza senza senso con cui il leader del culto riempie le loro teste.

 

Inoltre, le sciocchezze senza senso del leader del culto non sono così prive di senso come potrebbe sembrare a prima vista. La maggior parte di noi, dopo aver incontrato tali incomprensioni, presume che il leader del culto stia cercando di comunicare e che qualcosa non va nel suo cervello. Il leader della setta non sta cercando di comunicare. Sta cercando di disorientare e controllare la mente dell’ascoltatore.

 

Ascolta il “rap” di  Charlie Manson.  Non solo per quello che dice, ma per  come lo dice. Nota come spruzza pezzi di verità nel suo flusso di sciocchezze libere associate e il suo uso ripetitivo di cliché che terminano il pensiero, descritti da RobertJ. Lifton come segue:

 

Il linguaggio dell’ambiente totalista è caratterizzato dal cliché che pone fine al pensiero. I problemi umani più complessi e di vasta portata sono compressi in frasi brevi, altamente selettive, dal suono definitivo, facilmente memorizzabili e facilmente espresse. Diventano l’inizio e la fine di qualsiasi analisi ideologica”.

Riforma del pensiero e psicologia del totalismo: uno studio sul “lavaggio del cervello” in Cina, 1961

 

Se tutto questo suona familiare, bene. Perché le stesse tecniche che la maggior parte dei leader di setta utilizza per controllare le menti dei membri delle loro sette sono usate dai sistemi totalitari per controllare le menti di intere società: Milieu Control, Loaded Language, Sacred Science, Demand for Purity e altre menti standard- tecniche di controllo.

 

Può succedere praticamente a qualsiasi società, proprio come chiunque può cadere preda di una setta, date le giuste circostanze.

 

Sta accadendo alla maggior parte delle nostre società in questo momento. È in corso di implementazione una narrazione ufficiale. Una narrazione ufficiale totalitaria. Una narrazione ufficiale totalmente psicotica, non meno delirante di quella dei nazisti, o della famiglia Manson, o di qualsiasi altro culto.

 

La maggior parte delle persone non può vedere che sta accadendo, per il semplice motivo che sta accadendo a loro. Non sono letteralmente in grado di riconoscerlo. La mente umana è estremamente resiliente e creativa quando viene spinta oltre i suoi limiti. Chiedete a chiunque abbia sofferto di psicosi o abbia assunto troppa LSD. Non riconosciamo quando stiamo impazzendo.

 

Quando la realtà cade completamente a pezzi, la mente creerà una narrativa delirante, che appare altrettanto “reale” della nostra realtà normale, perché anche un’illusione è meglio del terrore delirante e del caos totale.

 

Questo è ciò su cui contano i totalitari ei leader delle sette e sfruttano per impiantare le loro narrazioni nella nostra mente, e perché i rituali di iniziazione effettivi (al contrario dei rituali puramente simbolici) iniziano attaccando la mente del soggetto con terrore, dolore, esaurimento fisico, droghe psichedeliche, o qualche altro mezzo per cancellare la percezione della realtà da parte del soggetto.

 

Una volta ottenuto ciò, e la mente del soggetto inizia a cercare disperatamente di costruire una nuova narrativa per dare un senso al caos cognitivo e al trauma psicologico che sta subendo, è relativamente facile “guidare” quel processo e impiantare qualunque narrazione si desideri, supponendo hai fatto i compiti.

 

Ed è per questo che così tante persone – persone che sono in grado di riconoscere facilmente il totalitarismo nelle sette e nei paesi stranieri – non possono percepire il totalitarismo che sta prendendo forma ora, proprio davanti ai loro volti (o, piuttosto, proprio dentro le loro menti).

 

Né riescono a percepire la natura delirante della narrativa ufficiale del “Covid-19”, non più di quelli che nella Germania nazista furono in grado di percepire quanto fosse completamente delirante la loro narrativa ufficiale della “razza padrona”. Queste persone non sono né ignoranti né stupide. Sono stati avviati con successo a una setta, che è essenzialmente ciò che è il totalitarismo, anche se su scala sociale.

 

La loro iniziazione al Culto Covidiano è iniziata a gennaio, quando le autorità mediche ei media aziendali hanno acceso The Fear con  proiezioni di centinaia di milioni di morti  e  foto false di persone che cadono morte per le strade. Il condizionamento psicologico è continuato per mesi.

 

Le masse globali sono state sottoposte a un flusso costante di propaganda, isteria artificiale, speculazioni selvagge, direttive contrastanti, esagerazioni, bugie e effetti teatrali pacchiani. Blocchi. Ospedali da campo e obitori di emergenza. Il personale del SSN che balla e canta. Camion della morte. Terapia intensiva traboccante. Bambini Covid morti. Statistiche manipolate. Squadre di goon. Maschere. E tutto il resto.

 

Otto mesi dopo, eccoci qui. Il responsabile del programma di emergenza sanitaria presso l’OMS ha sostanzialmente confermato  un IFR dello 0,14%, circa lo stesso dell’influenza stagionale. Ed ecco  le ultime stime del tasso di sopravvivenza  dal Center for Disease Control:

 

  • Età 0-19 …   99,997%
  • Età 20-49 … 99,98%
  • Età 50-69 … 99,5%
  • Età 70+ …   94,6%

 

L’argomento “scienza” è ufficialmente finito. Un numero crescente di medici ed esperti medici sta rompendo i ranghi e spiegando come l’attuale isteria di massa sui “casi” (che ora include persone perfettamente sane) sia essenzialmente una propaganda priva di significato, ad esempio,  in questo segmento su ARD, uno dei principali principali Canali tv tedeschi.

 

E poi c’è l’esistenza della Svezia e di altri paesi che non stanno giocando con la narrativa ufficiale del Covid-19, il che si fa beffe dell’isteria in corso.

 

Non ho intenzione di smascherare la narrativa. Il punto è che i fatti sono tutti disponibili. Non dai siti web dei “teorici della cospirazione”. Da punti vendita tradizionali ed esperti medici. Dal Center for Fucking Disease Control.

 

Il che non ha importanza, non per i membri del Culto Covidiano. I fatti non contano per totalitari e membri di sette. Ciò che conta è la lealtà al culto o al partito.

 

Il che significa che abbiamo un problema serio, quelli di noi per i quali i fatti contano ancora, e che hanno cercato di usarli per convincere i cultisti Covidiani che si sbagliano sul virus … per otto mesi a questo punto.

 

Sebbene sia cruciale continuare a riportare i fatti e condividerli con quante più persone possibile – cosa che sta diventando sempre più difficile a causa della censura dei media alternativi e dei social – è importante accettare ciò contro cui ci troviamo di fronte.

 

Ciò che dobbiamo affrontare non è un malinteso o un argomento razionale su fatti scientifici. È un movimento ideologico fanatico. Un movimento totalitario globale … il primo del suo genere nella storia umana.

 

Non è totalitarismo nazionale, perché viviamo in un impero capitalista globale, che non è governato da stati-nazione, ma piuttosto da entità sovranazionali e dallo stesso sistema capitalista globale. E così, il paradigma culto / cultura è stato invertito. Invece del culto esistente come isola all’interno della cultura dominante,  il culto è diventato la cultura dominante, e quelli di noi che non si sono uniti al culto sono diventati le isole isolate al suo interno.

 

Vorrei poter essere più ottimista e magari offrire una sorta di piano d’azione, ma l’unico parallelo storico a cui riesco a pensare è come il cristianesimo ha “convertito” il mondo pagano … il che non promette niente di buono per noi. Mentre sei seduto a casa durante i blocchi della “seconda ondata”, potresti voler rispolverare quella storia.

 

CJ Hopkins è un pluripremiato drammaturgo, romanziere e satirico politico americano con sede a Berlino. Le sue opere sono pubblicate da Bloomsbury Publishing e Broadway Play Publishing, Inc. Il suo romanzo distopico, Zone 23, è pubblicato da Snoggsworthy, Swaine & Cormorant. Il volume I dei suoi Consent Factory Essays è pubblicato da Consent Factory Publishing, una consociata interamente controllata di Amalgamated Content, Inc. Può essere contattato su cjhopkins.com o consentfactory.org.

Fonte: https://off-guardian.org/

 

®wld