Archivi categoria: Ufologia

Sophia e gli Arconti

Il mistero degli Arconti invasori dello spazio

Erano Antiche le rivelazioni delle civiltà dell’Età del Bronzo che hanno manipolato la mente umana parassitandoci fino a oggi da entità extra-dimensionali per i loro scopi malvagi? Testi gnostici del tempo di Cristo possono essere la chiave per la più grande cospirazione di tutta la storia umana!

Dentro il sogno di Sophia, il sogno è stato un’ottima interazione per vivevere, creature intelligenti sarebbero diventati gli esseri umani, per manifestare correttamente la loro interazione avevano bisogno di entrare in contatto con la materia organica: tuttavia nel suo sfacciato tuffo impulsivo, la pura forza di una affezione di plasma impattava con la materia organica, creando una spece di mediazione che non avrebbe mai potuto correttamente manifestarsi.
 
 
Sophia è una parte originale dell’intenzione per la visione della specie umana, un sogno soffuso, per pianificare con successo la materia dei propri esseri biologici venuti in essere. Eppure ora soddisfano il confronto con i loro cugini fatti della stessa materia che si nutrono di vite umane.
In ultima analisi, Sophia non solo è il sogno per la Terra, in realtà è diventata il suo cuore ecco perché non attacca, letteralmente Sophia è il pianeta vivente la madre vivente di tutta l’umanità.


Articoli correlati sugli “ARCONTI”:
Indagine sugli arconti
I cinque componenti della “Matrix”

Norea la figlia di Eva

 
 Il Libro di Nuréa

Secondo l’antica dottrina gnostica trovato nei testi di Nag Hammadi (Alto Egitto), Norea affronta la figlia di Eva Gran Alta, l’archetipo di donna spirituale che indossa il potere incorrotto della Madre Originale . Come tale, Norea proviene direttamente dalla Sapienza Sophia. Sophia è una sorta di fondo che separa il visibile dal mondo invisibile.

La sua attività sfida le età della Terra, perché era presente “prima del giorno in cui il mondo fu creato” (NH IX, 2 – 28,16-17), mentre nella Ipostasi degli Arconti (NH II, 4) lei è stata coinvolta con l’umanità del mondo troppo tardi. Norea combatte le forze oscure (Arconti) istruisce gli esseri viventi dando loro le prime lezioni. La sua missione è quella di completare l’opera di sua madre. In questo senso, i poteri di Norea derivano da Barbelo, Madre principale delle Origini e femminili e dai diversi movimenti gnostici.

Il vescovo e teologo del IV secolo, Epifanio di Salamina, afferma che sarebbe esistito un documento gnostico chiamato The Book of Norea. In questo manoscritto Norea (ormai defunta) rivela un modo per raggiungere l’integrità del Barbelo. Lei ha spiegato come “le spoglie strappate dalla Madre dall’alto Arconte che ha fatto il mondo” e gli altri dèi, angeli o demoni che lo accompagnano, devono essere raccolti dalla potenza contenuta nel corpo e che scorre durante il rapporto sessuale. Lo Zohar (Bereshit 1, 19b) menziona Norea come Naama.

Questi ultimi si sarebbero uniti con Azael per dare alla luce dei succubi. Naama identifica con Nammu nella cultura sumera ed egiziana. Ippolito di Roma la chiama Nora e il vescovo Ireneo di Lione, Norea. Norea personifica anche la rivelazione, l’istruttore o NOEMA in greco (pensiero, intelletto). A tal fine, si combatte la corruzione materiale denunciata dalle sette gnostiche.
Un altro credo gnostico, diffuso dalla setta Sethian, Norea ha trasformato la figlia terrestre di Eva nella moglie di Seth (il terzo figlio di Adamo ed Eva), o Noah. Secondo questa ultima versione, esso rappresenta il lignaggio sacro dei profeti, prima della venuta di Gesù Cristo

La ripartizione del suo nome in proto-sumerico ci dà NUR-S-A “molto in alto nella casa dell’acqua” o “distinto dalla casa dell’acqua” o assistente “della casa d’acqua. “Nuréa, figlia legittima della nostra matriarca Tiamata e ambasciatore per conto della Corona Margíd’da (l’Orsa Maggiore). Ho trascritto su questo cristallo e conservato negli eventi storici fino ad oggi sulle nostre origini e i legami che ci legano al sistema Ti-ama-te (il sistema solare).

Solo la conoscenza frammentaria che abbiamo, è abbastanza esplicita a riunire in questo minerale ed eventualmente trasmettere alla persona appropriata. Alcuni provengono dai nostri archivi e molti altri dall’esperienza che ho acquisito e, il cui contenuto ha sconvolto la mia vita e la mia tribulata educazione presso la Scuola della Conoscenza Nalulkára. Con questi nuovi dati, cambia tutto quello che pensavamo di sapere sui nostri antenati e le nostre origini.

Un gruppo di anfibi Abgal ed io siamo gli unici a sapere. Sulle Corone Urbar’ra (Lyra) di Margíd’da (Orsa Maggiore) e mulmul (le Pleiadi) fino dall’inizio del tempo sono caduta su queste informazioni nascoste, una guerra senza precedenti si è verificata in Anriba (la nostra galassia).
Continuo a tenere questi dati nel mio cristallo non so se tenerlo o cancellarlo. Confesso di non sapere cosa fare in questo momento. Stando sveglio leggendo queste informazioni cercando di capire la potenza di Kingalàm e quella della loro prole, e la minaccia in questo Anriba.

Siamo una razza indipendente con molteplici e variegati disegni. Molte persone dalla nostra vasta linea, riunisce in guerra queste famiglie in cerca di potere e territorio. Le nostre strade militari si estendono in tutta la Via Lattea nota, ai limiti del tunnel galattico della cintura senza tempo. Orge distruttive siedono sul nostro dominio e la nostra reputazione da tempo immemorabile. La nostra violenza è conosciuta e temuta in una vasta distesa di Anriba (la nostra galassia). Nessun testo è stato in grado di elencare tutta la nostra storia come si è scandita dalla devastazione e relativa amnesia nella distruzione di tutti i tipi che sono in gran parte responsabili.

I percorsi oscuri che portano a varie fonti di minerali e i minerali attraversano sistematicamente le nostre rotte commerciali. Tutte le pagelle siderali di questi hub garantiscono la nostra sopravvivenza. La nostra tecnologia richiede una grande quantità di queste sostanze prelevate dal suolo; senza di loro non siamo nulla, senza di loro, siamo in agonia. Per ottenerle e usarle, abbiamo visitato molti mondi e le loro nazioni. Sia armati o non, il nostro ricatto diplomatico sono da sempre il miglior deterrente, perché l’inganno è un’arte che siamo stati in grado di sfruttare in tutti gli aspetti fin dall’età di Nimra. 

Quando la lingua diplomatica fallisce, di solito è prevista la macchina da guerra  dopo un focolaio, un attacco terroristico, o minacce esterne fabbricate da noi e noi pretendiamo di contenere gli effetti con la forza in nome della pace. Tuttavia, dopo la nostra presenza, solo il caos rimane e le nostre estrazioni multi-minerali.

Siamo ancora una società intoccabile. Le diverse famiglie della nostra stirpe non condividono gli stessi desideri o semplicemente come ottenere il potere e la sicurezza dall’età di Nimra. Un filo comune, tuttavia, si trova in ognuno di noi: noi esercitiamo il dominio nascosto in tutte le nostre conquiste attraverso l’attuazione interconnessa attraverso una rete di comunicazione che opera con energia radiante e basi sotterranee con onde telluriche. Alcuni di noi, soprattutto il nostro lignaggio femminile, hanno la capacità di dominare gli elementi. Questa arte, di associare i minerali, aiuta a creare le nostre industrie, le nostre armi e i vasi d’espansione.

Abbiamo violato le leggi e i progetti molte volte per i nostri piani di conquista e saccheggiando in nome della nostra sopravvivenza. Noi siamo il flagello dell’universo e le vittime dell’Ombra Ga’anzír. Ci sono lunghe storie, i nostri antenati e noi stessi vorremmo vivere in pace; ma abbiamo i Gina’abul.

 

Anton Parks
“Le Livre de Nuréa”
Traduzione curata da w

Una visione così condizionata della realtà

   
Noi: i figli di Matrix, dominati dagli dèi 
Un estratto dal libro di David Icke: I figli di Matrix, un libro che mira a raccogliere tutte le prove sul controllo extraterrestre, intraterrestre e interdimensionale sul pianeta Terra che viene esercitato da migliaia di anni.
reptilian brain“Antiche leggende narrano che le civiltà assai progredite di Atlantide e Lemuria si basavano sulle conoscenze portate sulla Terra da razze extraterrestri da molte parti della galassia e da altre dimensioni dell’ universo.

La creazione consiste in una serie di infinite dimensioni di vita che vibrano a diverse velocità. Pensate alle frequenze delle numerosissime stazioni radiofoniche e televisive che in questo momento stanno trasmettendo nella vostra zona. Tutte condividono lo stesso spazio che occupa anche il vostro corpo. Voi non le vedete ed esse non si vedono tra loro perché vibrano su frequenze diverse. 

Quando spostate la manopola della radio da una stazione all’altra, non succede che la prima stazione smette improvvisamente di trasmettere perché voi avete deciso di non ascoltarla più. Continua infatti a trasmettere – e ad esistere – esattamente come prima. L’unica differenza sta nel fatto che voi non siete più sintonizzati su quella frequenza. Tutte le infinite frequenze della vita e dell’esistenza in tutta la creazione condividono lo stesso spazio. 

La maggior parte della gente chiama “dimensioni” queste diverse gamme di frequenza e ciò non è sbagliato perché si riferisce a una cosa ben precisa. Più precisamente si tratta di “densità”, poiché più è lenta la vibrazione di quell’energia, più densa e “solida” essa appare. Più veloce è la sua vibrazione, più etereo e immateriale è il suo aspetto. In seguito comincia a vibrare così velocemente da abbandonare la gamma di frequenza – la densità – dei nostri sensi fisici e noi non la vediamo più. La gamma di frequenza che riusciamo a vedere è quella che chiamo Terza Densità o Terza Dimensione.
 
Al momento siamo sintonizzati su questa frequenza, la gamma dei nostri sensi fisici, e così riusciamo a vederla e a toccarla. Quando “moriamo”, abbandoniamo questa gamma di frequenza e il nostro corpo e proseguiamo il nostro viaggio eterno altrove, su un’altra densità o dimensione. La nostra coscienza, il nostro pensiero, il senso che abbiamo di noi stessi sono eterni. In definitiva, tutte le frequenze e tutte le espressioni di vita sono la stessa energia. Noi siamo l’un l’altro. 

È questa la Legge dell’Uno che gli Illuminati del Tempio del Sole cercano di sopprimere da migliaia di anni. Alcuni esseri extraterrestri e ultradimensionali sanno come cambiare la loro frequenza, in modo da potersi spostare tra densità, comparendo e “sparendo” a seconda della frequenza su cui si sintonizzano, proprio come una manopola della radio. Ecco perché c’è chi sostiene di aver visto delle entità “sparire” davanti ai propri occhi. In realtà, non sono “sparite” affatto. Hanno solo abbandonato la gamma di frequenza accessibile a quella persona. La stessa cosa succede con gli UFO.

Man becoming

Non siamo soli
Le tre principali forme fisiche provenienti da costellazioni, pianeti e stelle come Orione, Sirio, le Pleiadi, Marte e gli altri pianeti che ho menzionato, sembrano essere state: la razza bianca o dei “biondi dagli occhi azzurri”; una stirpe rettiliana che ha assunto varie forme; e i cosiddetti “grigi” del moderno folklore UFO.

Esisteva anche una progredita stirpe nera e un’altra che, secondo chi sostiene di essere stato rapito da entità non umane, presentava un aspetto insettiforme. Negli studi sugli UFO, questi ultimi esemplari vengono designati con il nome di insettoidi. Capisco quanto sia difficile accettare e comprendere queste cose per chi, come noi, ha una visione così condizionata della realtà. Ma, innanzi tutto, non chiedo a nessuno di accettare ciò che dico – si tratta solo di informazioni, di cui potete fare l’uso che volete – e, in secondo luogo, il mondo non assomiglia minimamente alla nostra visione condizionata della realtà. Capire il legame tra i Nordici, i rettiliani e i grigi significa capire molte cose del mondo di oggi. 

W. T. Samsel, autore di The Atlantean Connection, scrive:

«Durante la prima metà dell’era lemurica, il coinvolgimento di essere extraterrestri si limitava al ruolo di osservatori. Cioè a dire, essi non intervenivano né si immischiavano nelle cose che riguardavano quelli che allora erano per loro solo oggetto di studio. Lo sviluppo e il progresso della razza umana sulla Terra era sotto osservazione e veniva studiato da questi parenti provenienti dallo spazio. In The Atlantis Connection mi riferisco a tutto ciò come al “Progetto Titano”. I tre principali gruppi extraterrestri, che risultarono coinvolti nel Progetto Titano, provenivano da Sirio, dalle Pleiadi e da Orione, nonostante esistessero altre stirpi extraterrestri coinvolte in tutto questo. A questo punto entrò in scena la varietà rettiliana. Mentre gli abitanti di Sirio, delle Pleiadi e di Orione interagivano cooperando tra loro sulla base delle condizioni del programma accettate da tutti, i rettiliani si distinsero come elementi ribelli che non aderivano alla “regole” o principi del Progetto Titano stilati dai tre maggiori partecipanti al progetto».1

(…) Questa stirpe rettiliana è la forza dominante che sta dietro agli Illuminati (per lo meno ad un certo livello), ma con considerevole coinvolgimento da parte dei grigi e di alcuni elementi della razza bianca extraterrestre o Nordici, come vengono comunemente chiamati dagli ufologi.
La parte restante della popolazione globale è composta da pedine che prendono parte alle loro battaglie e alle loro alleanze. I rettiliani e i Nordici si incrociarono tra loro per creare stirpi ibride. L’ibridazione rettiliana coinvolse anche altre razze sparse per il mondo, ma il legame con i Nordici si configurò come il più importante per loro.2

Questa fusione creò un codice genetico rettiliano all’interno del DNA e queste sono le stirpi che hanno governato il mondo per migliaia di anni e che ancora oggi detengono le posizioni di potere, come vedremo. Alle famiglie a cui un tempo appartennero i faraoni egiziani e i re europei, oggi appartengono i presidenti degli Stati Uniti, i banchieri più in vista e i proprietari di mezzi di comunicazione. Un tema ricorrente sin dall’Età dell’oro di Atlantide e Lemuria-Mu è quello del serpente o rettile.
 
Le leggende si riferiscono ad entrambe quelle civiltà come alle Terre del Drago e alla Madre Patria.3 I Greci chiamavano Atlantide “Hespera” (uno dei tanti nomi di Venere) e credevano che fosse protetta da un drago.4 Testi degli Indiani d’America chiamano Atlantide col nome di “Itzamana”, che significa “Terra del drago”
(…) Lo stesso nome “Mu” ricorda il nome polinesiano con cui si designa il Drago.7 Un testo indiano Tamil, il Silappadikaran, descrive un continente sommerso nell’Oceano Pacifico e Indiano che chiama Kumari Nadu o Kumari Kandam, che significa la “Terra dei draghi e dei serpenti immortali”.8

Narrano le leggende che una stirpe arrivò sulla Terra da Sirio, la “stella canina” più brillante del cielo, che dista 8,7 anni luce da qui. Il termine “stella canina” deriva dalla sua posizione all’interno della costellazione Canis Maior ed essa è anche nota come Cane di Orione.9 

I DogonVarie leggende e resoconti sostengono che esseri provenienti da Sirio infusero conoscenze altamente avanzate alla civiltà di Atlantide e Lemuria-Mu e fondarono la Scuola misterica di Atlantide. Secondo Robert Temple in The Sirius Mystery, la tribù Dogon del Mali, in Africa, sostiene che esseri provenienti da Sirio abbiano fatto visita ai loro antenati, trasmettendo loro le proprie conoscenze sull’universo. Essi descrivono gli abitanti di Sirio come esseri anfibi, “dall’aspetto serpentiforme” – un tema, come vedrete, molto ricorrente.
Alcuni membri della tribù dei Dogon del Mali, nell’Africa nord-occidentale, rivelarono nel 1931 ad alcuni studiosi francesi alcune notevoli informazioni sul sistema di Sirio.  

Secondo tali studiosi i Dogon sarebbero anche stati a conoscenza dell’esistenza, confermata solo in epoca recente, di tutti i pianeti dell’intero sistema solare fino a Plutone, e delle loro lune. Essi dicevano che una stella orbitava intorno a Sirio e che era così pesante che tutti i popoli del mondo non sarebbero riusciti a sollevarla.15 A quell’epoca, la stella a cui si riferivano, e che oggi è conosciuta col nome di Sirio B, non era ancora stata scoperta dagli scienziati. Pare che i Dogon abbiano detto che ci volevano circa 50 anni per compiere un’orbita completa intorno a Sirio A e che quest’ultima era “infinitamente piccola”.16

Sappiamo oggi che tutto questo è vero. Sirio B è una stella nana eccezionalmente pesante. Pare anche che credessero nell’esistenza di una terza stella, anch’essa orbitante intorno a Sirio A e che impiega 50 anni per compiere un giro completo. Ancora una volta questo astro all’epoca non era stato ancora scoperto, ma gli astronomi confermarono la sua esistenza nel 1995, attribuendogli il nome di Sirio C.17

Il simbolo del “tre” in uso tra gli Illuminati – la trinità – appare legato, almeno in parte, a queste tre stelle del sistema di Sirio.

(…) La centralità di Sirio è un tratto comune alla maggior parte delle antiche società – e delle società segrete. Si pensava che il calore dei mesi estivi fosse, in parte, causato da Sirio e, quindi, quei giorni divennero noti come i “giorni della canicola”. Il calendario egizio era regolato sui movimenti di Sirio (Sothis per i Greci) e il calendario sothico si basava su Sirio, che sorgeva un attimo prima del Sole, la cosiddetta alba eliaca dell’estate.22 Il numero 23 era importante per i Dogon, come lo fu per Egiziani e Babilonesi. Alcuni ricercatori sostengono che tale simbologia numerica si rifaceva all’alba eliaca del 23 luglio quando Sirio, la Terra e il Sole risultano allineati.

La dea Iside, secondo la mitologia egiziana, è un simbolo di Sirio. Robert Temple suggerisce in The Sirius Mystery che Iside sia Sirio e che la “dea sorella” di Iside, Neftis, rappresenti Sirio B. Si diceva che Iside fosse visibile e Neftis invisibile, proprio come Sirio A e B. Un altro simbolo di Sirio era Anubi (Anpu per  gli Egizi), la divinità raffigurata sotto forma di cane o con la testa di sciacallo e associata a Osiride, il “dio Sole” d’Egitto.26

(…) Il simbolo del cane o del lupo ricorre spesso nei culti di adorazione del serpente o dei rettiliani.
(…) Il capo degli “dei” rettiliani, noti come Anunnaki nelle tavolette sumere, viene designato col nome di An (in seguito Anu). Egli veniva raffigurato sotto forma di sciacallo o cane. Associato a Sirio, secondo la religione egizia, era Orione e desta interesse il fatto che moderni ufologi colleghino i rettiliani sia con Sirio che con Orione. Secondo il mito egiziano Iside (Sirio) era la compagna di Osiride (Orione?). Tra i maggiori simboli degli Illuminati tuttora esistenti figurano l’occhio, il triangolo o piramide, la stella a cinque punte, l’obelisco e la cupola. Il geroglifico egiziano che rappresenta Sirio è l’obelisco, la cupola e la stella a cinque punte; gii antichi ritenevano Sirio e Sirio B essenziali per la loro vita.

Gli Anunnaki (Annedoti) sembrano avere stretti legami con l’acqua e i loro discendenti usano ancora oggi nomi in codice che si riferiscono spesso alle loro origini “marine”. Le più importanti tra queste famiglie risiedono o in regioni caldissime come il Texas, l’Arizona, il Nevada e la California o, più spesso, in zone fredde e umide dove vi è abbondanza di acqua. Il prefisso Anu ricorre in molti nomi della mitologia antica, come in Anunnaki ( e in An o Anu, il loro “capo”). Abbiamo Anubi e Anukis e nell’antica lingua sanscrita il termine “anu-pa” significa “paese dell’acqua”.34

Gli Zulu conoscevano Sirio B come la stella “dell’abisso” molto tempo prima che fosse identificata dalla moderna tecnologia. Nel suo libro Song Of The Stars, Credo Mutwa scrisse:

«Non solo tra gli Zulu, ma anche tra i Dogon e molte altre tribù africane variamente diffuse, circolano storie dei Nommo, che ricordano quelle del Popolo delle Acque delle nostre leggende. Costoro vengono descritti come esseri intelligenti che hanno visitato la Terra parecchie volte. Vengono solitamente descritti come simili agli esseri umani, ma con pelle che ricorda quella dei rettili. Ne ho sentito parlare come di un incrocio tra un piccolo demonio e un delfino».37

(…) I fondatori della civiltà sumera furono gli stessi Anunnaki rettiliani che avevano controllato Atlantide nelle sue fasi finali e che l’avevano condotta verso la distruzione. L’ossessione che costoro nutrivano nei confronti della tecnologia e del controllo esercitato dalla macchina, così caratteristici dell’era finale di Atlantide, si può vedere anche nel mondo odierno. E c’è una ragione per tutto.

Un tema ricorrente nelle leggende di Atlantide e Lemuria è quello per cui, soprattutto nelle fasi finali di quelle civiltà, sia emersa una forza oscura che si appropriò delle scuole misteriche e delle posizioni di potere e usò le proprie avanzate conoscenze nel modo più orrendo e malvagio. Essi manipolarono la mente delle persone e seminarono il disordine attraverso un uso improprio della “magia” esoterica – la manipolazione dell’energia. Scoppiarono enormi conflitti e secondo alcuni resoconti persino gli stessi cataclismi avrebbero potuto essere causati dal modo in cui essi squilibrarono il campo energetico della Terra. Questi erano gli Anunnaki all’opera – e questo è quello che fanno ancora oggi”.

tratto da:
Figli di Matrix         
Scritto da Cristina Bassi
Fonte: http://thelivingspirits.net/

Aprofondimeti e articoli correlati: 
Gli adoratori del sole
la nostra specie Homo Sapiens
La terza Anima-Sentinelle Extraterrestri-lo stadio personale nella via dell’evoluzione
Progenie di Iside-Sothis e di Osiride.Orione

Il riciclaggio della reincarnazione

C’è una via di uscita dal sistema reincarnazione?

  tunnelman

Un testo illuminante e coraggioso che può mettere sottosopra  tutta la poetica e la letteratura esoterica e spirituale, sul tema karma, vite passate e reincarnazione…

Tutti avranno sentito parlare del tunnel di luce al quale la nostra anima si sente fortemente attratta al momento della morte, ma qual’è il vero significato della revisione che facciamo della nostra vita ? Perché andiamo quasi sempre a finire sulla via di ritorno in questa terza dimensione e che cosa potremo fare per uscire dai cicli di re-incarnazione ?
Near Death Experience (esperienza pre-morte): le caratteristiche comuni a tutti.

Quasi tutti coloro che sono stati resuscitati da uno stato di pre-morte dicono che non desideravano fare ritorno in vita e che provavano, nell’aldilà, la sensazione di essere “a casa”- Pertanto, se così ci si sente “dall’altra parte”,
perché mai continuiamo a nascere nuovamente in questo mondo infernale?

Così come riportato da migliaia di persone che hanno avuto l’esperienza di pre-morte, una volta liberi dal corpo fisico, hanno avuto esperienze comuni:

  • La “morte” iniziale
  • Il tunnel e la luce bianca
  • L’altro lato del tunnel
  • L’incontro con degli esseri, visti come angeli, guide, amici e famigliari
  • La revisione della propria vita
  • Essere rimandati nuovamente sulla Terra
  • Le lezioni acquisiti nell’aldilà

 

reincarnation cycles

 
Il tunnel di luce è così attraente perché ci offre l’opportunità di incontrare i nostri cari, morti in precedenza. Il sentimento d’amore viene descritto in modo amplificato piu’ di ogni altra cosa che noi come umanità possiamo vivere in questa realtà tridimensionale. In realtà, il tunnel di luce è un raccoglitore di anime che continua a riciclare la tua anima insieme all’energia del tuo corpo fisico, reincarnazione su reincarnazione..

La Revisione della propria Vita

Parte di questo procedimento riguarda una revisione della propria vita, in cui vedi in una panoramica a 360 gradi, tutto cio’ che hai fatto nell’ultima incarnazione.  Qui vedi la tua vita dalla prospettiva di tutti quelli che hai incontrato nella tua precedente incarnazione . Cosi puoi vedere come hai ferito i sentimenti di qualcuno, quando vedi la vita dalla prospettiva dell’altro, oppure puoi vedere quanta felicità hai portato a qualcun altro, dopo avergli fatto un atto di gentilezza, senza aspettarti nulla in cambio.
    
Sarai molte volte con un essere che pare “della Fonte” (spirituale) che ti sembra amorevole e che riderà con te nel vedere la tua revisione di vita. Tuttavia lo stesso “essere”, ti rimanderà in questa dimensione tridimensionale, dopo questa revisione della vita, nonostante tu sia felice di essere “dall’altra parte del velo”.
Guide Spirituali.

A tutti vengono assegnate guide spirituali, ma chi sono veramente costoro e qual è il loro scopo principale? E’ possibile che essi siano semplicemente dei rappresentanti di coloro che ci tengono in questo loop, dentro questi perpetui cicli di reincarnazione?

Secondo i  Wes Penre Papers:
Non sono cosi tanto appassionato di queste “guide spirituali”, che ti vengono incontro quando lasci il tuo corpo alla morte. La piu’ parte di loro sono Assistenti Siriani [da Sirio, ndt] , come per esempio Vegani non fisici [dalla stella Vega, ndt…]  e i Grigi. Stai molto all’erta se ti dicono di seguirli nella “luce” o verso “il tunnel” o per andare a vedere i parenti. Se scegli di andare con loro , finirai di nuovo nel sistema di riciclaggio di Sirio, in totale amnesia e sarai di nuovo cacciato giù in un nuovo corpo, sulla Terra 

Una volta feci un sogno in cui stavo per incarnarmi in questa realtà tridimensionale. Mi trovai messo dentro una stanza che sembrava un ascensore, che rappresentava il processo di discesa sulla Terra. Mi ricordo di essere già stato in quel luogo molte volte prima, ma non potevo ricordare cosa avrei dovuto fare subito dopo. 

Ero all’ultimo piano (il quattordicesimo piano – significava forse la quattordicesima dimensione?). La mia memoria era stat rimossa cosi pesantemente che non potevo ricordare come discendere sulla Terra. Questo è un test che ci viene fatto, “dall’altro lato”, per vedere se tratteniamo memorie. Se così è, allora devi tornare indietro e farle nuovamente cancellare.

Ci furono anche altri test per verificare la mia memoria, ma non li ricordo. Questi erano le ultime memorie frammentate, “dell’altro lato”, prima di nascere.
E’ possibile che esista un’area che assomiglia ad un ascensore, progettata per cancellare tutte le tue memorie delle vite precedenti e dell’altro lato del velo.
E’ pur vero che esistono delle guide che si offrono volontarie per venire qui per guidarti veramente fuori da questo ciclo di reincarnazione e ci sono probabilità che, se stai leggendo questo proprio ora, che il tuo spirito guida sia uno di loro.

La Risonanza Schumann
Se stai pensando, “Come è possibile che un Grigio mostri amore e sia uno spirito guida?” Tieni presente che essi usano tecnologie oltre la nostra comprensione, per spazzar via le nostre memorie di vite precedenti.
La Risonanza Schumann sulla Terra è a 7,83 Hz da migliaia di anni, cosi pensano in molti. Di recente, la risonanza è salita a 8,15 cicli al secondo.

Qui puoi trovare la Risonanza Schumann quotidiana. E’ su un sito russo ed è tradotta in inglese. Clicka sul link “Frequency” sul lato sinistro della pagina.
E se fosse che la luce del tunnel sia in grado di creare una risonanza di 1000, 10.000 o persino 1.000.000 di cicli al secondo? E se i Grigi fossero impenetrabili dalla Risonanza e fossero programmati per apparire come spiriti guida , al momento della morte del veicolo fisico, per convincerci ad entrare nel tunnel della luce?

A quel punto, proveresti immenso amore e ti fideresti di loro istintivamente, sulla base di un programma artificiale, progettato per tenerti intrappolato nel sistema di riciclaggio della reincarnazione.
Alla fine non sarebbe amore ciò che proveresti : è solo un altro sistema artificiale di controllo per tenerci chiusi dentro in questo sistema attuale di energia negativa. 

cross-over
Regressione in Vite Passate e Gruppi d’Anima

Attraverso le regressioni in vite passate, sappiamo che tutte le nostre vite passate sono memorizzate o nel nostro DNA cellulare e/o dentro la nostra anima. Tuttavia non siamo in grado di andare a recuperare immediatamente queste memorie. 

Quando siamo sotto ipnosi, possiamo ricordare il minimo dettaglio di una vita passata, ma una volta fuori dall’ipnosi, abbiamo difficoltà a ricordare cosa abbiamo mangiato ieri o chi era l’ultima persona che ci ha chiamati.
Non c’è qualcun altro che trova tutto questo un po’ strano? Come è possibile ricordare in dettaglio le nostre vite passate, sotto ipnosi e perché continuiamo ad incarnarci con lo stesso cast di attori? 

Come uscire dal sistema della Reincarnazione

Al momento della morte, avendo anche solo questa consapevolezza, puoi chiamarti fuori dal processo di reincarnazione, senza venire persuaso dal fatto di dover tornare per riparare a debiti karmici negativi. Molti di coloro che ci hanno preceduto nella morte, sono già caduti nel tranello, ma se ancora non hanno ripreso un nuovo corpo o hanno fatto un “contratto d’anima”, anche loro possono essere salvati dal ripetere l’incarnazione qui.

E’ veramente una strategia brillante messa in opera dagli Arconti, quella di usare l’energia dell’amore contro di noi, per continuare a farci tornare come schiavi economici in un sistema che si ciba delle nostre energie.
Ricordati “Come sotto, cosi sopra”. Quasi tutto quello che ci hanno insegnato è una menzogna, incluso il fatto che dobbiamo continuamente reincarnarci in un sistema di servitù economica.

Al momento della morte, prendiamo tutto ciò che abbiamo imparato, incluso la nostra personalità. Vibriamo anche ad un certo livello: tanto più aumenti le tue vibrazioni, tanto più prenderai con te tutto il duro “ lavoro” che hai fatto
Ricordati di collegarti con il tuo “Sè superiore “[l’autore parla di “oversoul”: sovra anima, ndt] prima di entrare nel tunnel di luce oppure chiedi alla tua guida di aiutarti a farlo. Se lo desideri potresti raccontare alle persone la faccenda del “tunnel di luce”, prima che vi entrino.

Se entri nel tunnel della luce, fai in modo che nessun consiglio ti convinca del fatto che devi ripagare dei debiti karmici . Ogni debito karmico, cosi percepito, è stato parte di cio’ che hai deciso di vivere. Questo non significa che non devi avere sensi di colpa per aver danneggiato intenzionalmente qualcuno, perché alla fine dovremmo amare chiunque e rispettare tutto.

Se invece decidi di fare ritorno per aiutare questo pianeta, non fare accordi per tornare in questa realtà tridimensionale, fatta di sistematico controllo attraverso un “contratto d’anima”.

Torna invece nei termini che tu stabilisci, incluso il fatto di poter ricordare tutte le vite precedenti e tutto cio’ che hai imparato durante le tue incarnazioni e “al di là del velo”.
Potresti tornare indietro nella versione della 5a dimensionale della Terra, ma scegli cosi solo se sei certo che non è una dimensione sotto il controllo del sistema arcontico.

Potresti anche scegliere di tornare come guida non-fisica, nel sistema tridimensionale, per aiutare gli altri, proprio come hanno fatto le tue guide.  
Infine, troverai vera pace nel momento in cui realizzi che TU sei la Fonte della creazione e che hai la capacità di creare mondi e galassie, ricolmi armoniosamente di amore, fuori da questo sistema di controllo.
Ci vediamo lì -J.

Appendice alla 5dimensione:
180px-Janeway cryingMi sono imbattuto in questo video oggi che mostra come la verità a volta sia nascosta proprio davanti agli occhi Si tratta di: Star Trek Voyager, Coda episode. Vi prego di trovare il tempo di guardarlo.
Nel seguito una trascrizione del video:

Il fantasma del padre di  Janeway ricompare e cerca di convincerla che tutto è finito e che lì per lei non c’è piu’ nulla.. Ma Janeway non si sente pronta ad accettare questa notizia. Il “padre” cerca di convincerla che tutti i suoi tentativi di negare la realtà della sua situazioni, non solo la feriranno di piu’ ma nel tempo si renderà conto di quanto potente e distruttiva è la solitudine: vedere le persone che ama continuare le loro vite senza di lei ed essere tagliata fuori per sempre dalla loro esistenza.
Ma Janeway ancora non si convince, insiste che non solo si sente pronta ma che preferirebbe esserci nello spirito che per nulla del tutto, perché “un capitano non abbandona la nave”.

Mentre il fantasma del padre continua a far pressione perché Janeway decida di lasciare dietro di sé questo mondo, Janeway ha una visione su Chakotay ed il Dottore, che sono ancora sulla superficie del pianeta e stanno ancora tentando di resuscitarla.

Una seconda ed una terza visione la convincono che le esperienze nel “post mortem” , non sono realtà. Si rende conto che la persona che è sdraiata al suolo, su quel pianeta, è la vera Janeaway e che tutte le cose che ha vissuto dalla sua presunta morte , sono una allucinazione.
L’essere alieno finalmente rivela la sua identità ed afferma che la sua specie, nel momento della morte, arriva ad aiutare i morenti a comprendere cio’ che sta accadendo per far si che il passaggio nell’aldilà sia una occasione di gioia

Afferma di aver detto la verità quando descriveva un posto meraviglioso, perché puo’ essere tutto cio’ che lei puo’ desiderare che sia. Mascherandosi da suo padre, o in genere da qualcuno che il trapassato ha amato, fa si che il trapasso faccia molta meno paura.

Janeway dubita che le vere ragioni dell’alieno, per volerla nel suo mondo, abbiano qualcosa a che fare con la gioia eterna e pretende di sapere cosa egli veramente voglia da lei.
L’alieno l’afferra dicendole che deve andare con lui ma Janeway si rende contro che se avesse potuto costringerla ad andare, allora lo avrebbe già fatto.

Janeway infine comprende che costui ha bisogno del suo accordo volontario, che è qualcosa che si rifiuta di dare. Allora l’alieno si irrita visibilmente e ritorna nel suo regno, ma come ultimo monito afferma che ci sarebbe stato un altro tempo a che lui avrebbe atteso; allora lei sarebbe entrata nella sua Matrix e lo avrebbe nutrito per lunghissimo tempo.

Fonte. http://www.wakingtimes.com/2014/08/08/exit-reincarnation-system/
Traduzione Cristina Bassi
Chi è l’autore Gregg Prescott:, fondatore ed editore di In5D e BodyMindSoulSpirit.  

Articoli correlati sugli “ARCONTI”:
Indagine sugli arconti
I cinque componenti della “Matrix”

la sensibilità accademica sta facendo gridare i critici “al sacrilegio”

http://ningizhzidda.blogspot.it/2010/10/addio-zecharia-sitchin.html
 LLOYD PYE INTERVIENE IN DIFESA DI ZECHARIA SITCHIN   

Zecharia Sitchin è stato un autore conosciuto per “Le cronache della Terra”, una serie di libri riguardanti gli scritti lasciati dagli antichi Sumeri (circa 5.000 anni fa), così come egli li ha interpretati. 

Era uno dei 200 studiosi al mondo, se non di meno, in grado di tradurre dal cuneiforme, il linguaggio simbolico dei Sumeri. Per come la vedo io il suo lavoro è stato molto influente.
 

Dalla sua morte, il 9 ottobre 2010, le critiche su questo autore sono uscite a frotte su internet con il fine di denigrare il suo lavoro e l’eredità da lui consegnataci. È a causa del mio noto interesse per il suo lavoro, che ho voluto inserirlo nella parte IV del mio libro Tutto quello che sapete è falso. A causa di ciò diverse persone mi hanno chiesto di venire in difesa di Sitchin ora che lui non può più difendere se stesso nel modo vigoroso con cui era solito fare.

 

“Zecharia Sitchin history”

Detto questo, ecco la mia difesa del suo lavoro contro tutte le critiche. 
È semplice, ed è vera. Non esitate a condividere con gli altri su internet e/o usarla per rispondere a qualsiasi critica. Chi dice che Zecharia Sitchin ha commesso errori o frodi nelle sue traduzioni dei testi sumerici, o qualcosa di simile, sta prendendo un abbaglio. 

Essi basano tutte le loro critiche sul fatto che in alcuni settori chiave degli scritti Sumeri, egli devia marcatamente rispetto alle traduzioni “classiche”, la maggior parte delle quali sono state completate prima del 1947, prima che i termini “UFO” o “extraterrestre” diventassero di uso comune. 


Quando i primi traduttori arrivarono su passaggi che avrebbero potuto essere interpretati come Sitchin ha fatto, non avevano un background di riferimento per tale terminologia. 

Pertanto, essi li hanno adattati alla loro 108 ristretta concezione del mondo e, siccome queste assurdità sono state create da “esperti” di quel tempo, gli esperti moderni hanno inevitabilmente subito un lavaggio del cervello dovuto a questo falsato processo di formazione credendo non esistesse una traduzione alternativa, molto meno ovvia. 


Questo sproloquio intellettuale è diventato la traduzione “preferita” e “accettata” che, secondo i critici, Stichin avrebbe dovuto rispettare allo stesso modo in cui essi sono obbligati a fare. Sitchin, giustamente, ha rifiutato le assurdità venute fuori dalle traduzioni classiche e ha tradotto i testi nella maniera che pensava essere la più fedele agli scritti, chiamando un alieno, “alieno” e non in altro modo, tanto per dirne una, e questo ha offeso gravemente la sensibilità accademica facendo gridare i critici “al sacrilegio”.

Non ho alcun dubbio che, con il tempo, gli studiosi arriveranno a considerare la traduzione di Zecharia Sitchin molto più corretta di tutte le traduzioni di un qualsiasi esperto in vita. Per quale motivo? Perché gli studiosi moderni hanno subito anni d’intenso allenamento che li costringe a prendere in considerazione per prima cosa il lavoro sacrosanto degli studiosi classici, il quale ha prodotto un esercito virtuale di sicofanti chiusi mentalmente i quali, in ultima analisi, verranno liquidati come ridicolmente errati.

Traduzione a cura di Sabrina Pasqualetto

Un occulto programma spaziale

programma-spaziale-segretoIl programma spaziale segreto del gruppo Bilderberg e il Nuovo Ordine Mondiale

Lo scorso 28 e 29 giugno 2014, l’associazione Secret Space Program ha tenuto la seconda conferenza annuale a San Mateo, California, nella quale una serie di relatori, armati di fatti documentati in campo militare, spaziale e finanziario, ha presentato una serie di prove che attesterebbero l’esistenza di un programma spaziale occulto finanziato e gestito dal gruppo Bilderberg.

 

Esiste un vasto, e non ancora dichiarato, programma spaziale segreto che coinvolge finanza, agenzie spaziali e forze militare, finanziato e gestito dell’oscuro gruppo Bilberberg.Questa è la tesi che hanno cercato di dimostrare i relatori che hanno partecipato alla seconda conferenza annuale organizzata lo scorso 28 e 29 giugno 2014 dalla Space Secret Program a San Mateo, California. Secondo la tesi dei relatori, il programma oscuro è in corso fin dal 1947, finanziato dall’Axis Plunder, un provvedimento di finanza nascosto varato dal Presidente Truman all’indomani della fine della seconda guerra mondiale. Questo sistema ingegnoso, assumendo poi la veste di quello che oggi conosciamo come Fondo Monetario Internazionale (o Banca Mondiale), ma che alcuni chiamano “la Cabala”, ha permesso il controllo di gran parte del sistema bancario internazionale, dell’economia degli stati, dell’attività industriale e militare. Come riporta exonews.org nel suo resoconto, gli scopi di questa dominazione globale non sono chiari, ma gli indizi sulla sua esistenza hanno animato la riflessione dei media alternativi, suggerendo che l’intenzione è quella di creare un Governo Mondiale, in linea con i comandamenti riportati sulle Georgia Guidestones.

Alcuni relatori hanno presentato documenti precedentemente classificati e poi inseriti nell’ambiro del Disclosure Project che attesterebbero la disponibilità della tecnologia antigravità in grado di alimentare astronavi per viaggi interstellari.
Jeroen van Straaten, organizzatore della conferenza e fondatore della BEM (Breakthrough Energy Movement), ritiene che la soppressione di tecnologie energetiche avanzate risale ai primi giorni della scoperta dell’energia elettrica.

“Sin dai tempi di Tesla, queste tecnologie sono state nascoste”, spiega van Straaten. “La spinta a divulgare la tecnologia avanzata per il bene dell’umanità è il nostro obiettivo primario, perché ogni ambito della nostra civiltà possa migliorare, fornendo una soluzione definitiva al caos economico nel quale ci troviamo”.

Nella conferenza si è anche molto discusso di ingegneria inversa, cioè lo sviluppo di nuove apparecchiature a partire dal recupero di tecnologia aliena, o da accordi di scambio tra i vari governi e civiltà non terrestri, fatti che risalirebbero alla Germania nazista e all’amministrazione Eisenhower.
È evidente che il governo americano ha mantenuto uno strettissimo silenzio e che parte dei segreti sono stati rivelati da coloro che desiderano un futuro di pace. Laura Eisenhower, nipote del defunto presidente, ha recentemente reso la propria testimonianza nel corso di un’audizione informativa che ha confermato l’esistenza di un trattato alieno.

L’interesse per i dettagli del programma spaziale segreto è aumentato significativamente nell’ultimo periodo, con un gran numero di stimati scienziati, astronauti, fisici, dipendenti ed economisti che continuano a farsi avanti con testimonianze, libri e seminari per sensibilizzare l’opinione pubblica.
Una di questi è Carol Rosin, direttore esecutivo di Peace and Emergency Action Coalition for Earth, impegnata nel sensibilizzare i governi occidentali a sottoscrivere The Treaty on Prevention of the Placement of Weapons in Outer Space, un trattato proposto da Cina e Russia per dichiarare lo spazio zona neutrale e bene di tutti.

Secondo la Rosin, il trattato modifica radicalmente l’obsoleta e pericolosa mentalità bellica, che vede lo spazio come uno strumento strategico di dominio che impedisce l’accesso dell’umanità alla comunità galattica, aprendo così la strada ad una pacifica e vera Era Spaziale.

“Il trattato è il documento più importante del nostro tempo. Siamo in grado di trasformare l’industria bellica in un’industria spaziale cooperativa globale, con posti di lavoro e ricchezza diffusa”, spiega la Rosin. “Così saremo in grado di terminare la corsa agli armamenti, prevenire la militarizzazione dello spazio e applicare la tecnologia per la soluzione dei problemi di questo pianeta”.

http://www.ilnavigatorecurioso.it