Crea sito

Ma certo che si può!

Passi per il “TSO” sulla Geo-ingegneria, ma per un fichissimo che usa la tecnologia come lei non me lo sarei mai aspettato, niente niente ci sta raccontando qualche panzana? Mmmm …
GD150USB
Giradischi a 33/45 giri Lettore CD e MP3 Ingresso USB Encoding 
da giradischi o CD a memoria USB Radio AM/FM CD 
a caricamento frontale Display LCD retroilluminato
Altoparlanti integrati Presa cuffie Potenza 2 x 10Watt 
(PMPO) Telecomando
http://www.autovox.it/schedaarticolo.asp?idprodotto=546

Giradischi con CD MP3 e funzione Encoding su USB Retro Giradischi in legno 3 velocità AM / FM Radio CD con USB, SD Interfaccia per la riproduzione MP3 con altoparlanti integrati – (Faggio)
http://www.amazon.it/Giradischi-Interfaccia-riproduzione-altoparlanti-integrati/dp/B005RZACP6

Fotocamere: Compatte, Reflex E Bridge. Quale Scegliere? 

Fotocamere Bridge – Sono comparse sul mercato in tempi relativamente recenti, per cui non mi sembra ci sia un corrispettivo simile nelle vecchie macchine a pellicola. Questo nome vorrebbe significare che queste fotocamere sono un punto di collegamento tra le semplici Compatte e le complicate Reflex.
Delle Reflex hanno essenzialmente le dimensioni dell’obiettivo, che però non è intercambiabile, mentre delle compatte hanno la semplicità di utilizzo, con qualche concessione alle regolazioni manuali, ma non su tutte.
Sono pensate per un fotografo dilettante che non si accontenta più delle caratteristiche delle compatte, soprattutto per quanto riguarda l’obiettivo, e che magari, ad un certo punto, pensa di raffinare le sue esigenze e passare alle reflex, ma prima di comprare una costosa ref lex preferisce capire se la fotografia e’ un’attività’ che gli va davvero a genio o meno. Per una Bridge il prezzo medio è circa il doppio di quello di una Compatta, e circa la metà di una Reflex: con 250 Euro si può già entrare in possesso di un discreto modello.  
http://petardo.over-blog.it/article-fotocamere-compatte-reflex-e-bridge-quale-scegliere-92865695.html 
Per gli smartphone, cellulari a gettoni e sfollagente Bluetooth ci stiamo lavorando …

La “Macchina” della “Trans-umanizzazione”

La “trans-umanizzazione

Questo filmato rappresenta la sintesi del Nuovo Ordine Mondiale. Chiunque, dopo essersi documentato con dati alla mano sul piano storico, con dettagli di biologia, chimica, neurologia, medicina, e chi più ne ha, più ne metta, si accorgerà che non avrà altra cosa da fare che convocare amici, parenti, conoscenti, colleghi di lavoro e metterli seduti davanti al monitor per fargli assistere a ciò cui nessuno potrebbe mai arrivare ad immaginare nemmeno facendosi interprete delle peggiori e più severe tesi complottiste.

Quella è la “trans-umanizzazione”, ossia il progetto alveolare della società post umana, dove non ci sarà più amore, istinto riproduttivo, e quindi morale, ma solo super efficientismo.

Del resto ho sostenuto da sempre la tesi che la differenza corrente tra una società social-democratica e la società naturale è principalmente che da una parte esiste la ricerca continua della super efficienza, l’aspirazione alla perfezione (che si attinge anche attraverso la modifica genetica che non ti farà più avere malattie e che anzi ti porterà ad avere una tale “super intelligenza” da interagire con i sistemi informatici di ultima generazione) e dall’altra invece, che tutto possa avvenire secondo processi naturali e secondo le nostre capacità individuali, innate e acquisite con l’esperienza.

Con il Progetto Hitler (o Soluzione Finale) si tentò di massimizzare l’idea del Nuovo Ordine Mondiale, quella elaborata dalla Fondazione Rockefeller con i primi studi eugenetici, e concepita nelle sue parti dal Piano degli Illuminati con i famosi 25 punti dell’ebreo di nascita, Adam Weishaput (un professore apostata di diritto canonico addestrato dai gesuiti); e sostenuto in Germania tramite i finanziamenti (molti dei quali inglesi) che passavano dalla comune cassa di IG-Farben, Siemens, Krupp, Thyssen e persino IGM e Federal Reserve.

Di contro, il cristianesimo, avversato da tutte le organizzazioni neopagane, massoniche, comuniste e pangermaniste, continuava a rimanere, attraverso la Chiesa Cattolica Romana (katechon o ostacolo al Nuovo Ordine Mondiale) la massima idea, secondo cui, ognuno, è degno “liberamente e secondo coscienza” di assurgere a questa perfezione se non volendolo per Fede e per scelta vocazionale.

Vorrei riportare questa frase che segue, come paradigma, sperando un giorno di non doverla rievocare tra le lacrime: La Chiesa non permette nulla e perdona tutto; il Mondo permette tutto e non perdona nulla

Ecco, forse, cosa c’è dietro il capitolo XIII dell’Apocalisse (meglio parlare di una vera e propria “rivelazione” sui  segreti del dominio NeoMondialista) di San Giovanni. Questi, infatti, cosa è se non proprio un avviso per la Fine dei Tempi? E’ l’ultimo segnale di ciò che può essere definito come un punto di “non ritorno” dopo che ci hanno imposto e abbiamo coscientemente accettato il post-umanesimo, ossia il Marchio della Bestia.
Alla domanda fatta alla scienziata se ciò non tocca anche a coloro che fomentano una nuova biologia robotica e se non ne siano preoccupati, lei risponde: “è quello che hanno sempre desiderato per sè”.

Desidero segnalare questo post – inserito nel mese di settembre – dove spiega la creazione di carne umana (Cyborg Flesh): metà uomo, metà macchina. Dove? All’Università di Bioingegneria di Harvard, naturalmente!

  Trans-umanesimo NO! Guarda il VIDEO

http://www.gamerlandia.net/ 
_____________________________________________________
 
LA MACCHINA

Le entità creative dietro il film Terminator sono in realtà un corpo consistente di informazioni privilegiate sullo stato dell’arte della tecnologia informatica, tecnologia militare, lo stato di AI (intelligenza artificiale) e la traiettoria di eventi globali.

In effetti, i film Terminator, e altri simili in tema, come ad esempio i film Matrix, possono essere visti come avvertimenti al popolo della Terra. Un colpo proverbiale da parte di forze che stanno lavorando per la nostra distruzione.

Tuttavia, la maggior parte del popolo del mondo rimane passivo, stanco, ignorante e intellettualmente pigro, se lo è scrollato da dosso. A rischio del loro potenziale sterminio totale.

Prendiamo in considerazione il film Terminator che ci mette in guardia contro i pericoli del sistema militare Skynet, con la presa in consegna e l’avvio di una guerra nucleare devastante contro l’umanità. In realtà, non c’è davvero un sistema di comunicazione militare spaziale di nome Skynet. E’ gestito dal Regno Unito e dalla NATO.

Voi vi fidate dei militari del Regno Unito o le forze militari della NATO? Io no di certo. Essi sono fortemente armati di missili nucleari e militarmente molto aggressivi. Anche ora, la NATO e il Regno Unito stanno costantemente premendo contro la Russia  per portarla verso una guerra, una guerra che potrebbe sfocciare molto rapidamente in una conflagrazione nucleare, una guerra che nessuno potrà vincere, e che sarebbe positivamente devastante per l’umanità.

Forse è proprio questo il punto da prendere in considerazione.

Proprio nei giorni scorsi ci sono state dati avvertimenti dai mezzi di informazione come “Sciami di robot autonomi che cooperano insieme, per colpire Campi di battaglia.” robot militari in roaming sul campo di battaglia. Questo è un altro tema direttamente fuori dalla Terminator.

L’ascesa del robot killer. E’ un altro tema del film Terminator. La prova di questo e la sua dimensione è la Norvegia che si unisce alla corsa nello sviluppo di robot killer. Che coincidenza! La Norvegia è un membro della NATO ed è cablata nella Skynet, satellitare e si basa su sistemi di comunicazioni militari.

Siamo entrati nell’era dei piloti di robot: il primo pilota robot pronto del mondo per sostituire gli esseri umani. Ricordate i sopravvissuti umani del devastante attacco dalle macchine assassine e, l’assalto nucleare globale per combattere il robot, aerei militari nei film di Terminator?

I robot vivente possono essere pronti in 15 o 20 anni. Se pensate sia inverosimile, date un’occhiata a quello che i giapponesi stanno facendo:

Umano o macchina? La vita-come Androide Robot il Giappone ci Mostra Scorci del futuro prossimo

E allora? E allora bisogna essere molto franchi, se questo è ciò che viene ammesso e discusso, nei mezzi di informazione mainstream, si ha il forte sospetto che ciò che è già stato approntato in segreto nei laboratori di spionaggio di militari-industriali, progetti a compartimenti stagni clandestini e sotterranei in sottomarini e basi altamente segrete, stanno già avanzato al passo successivo, o ancora più avanti.

Non mi sorprenderebbe affatto se i robot di AI tecnologicamente avanzati,  stiano già camminare in mezzo a noi. Oh, che essi possono essere di carne e sangue, anche se in qualche modo, potrebbero essere stati clonati, realizzati con il DNA artificialmente modificato, dotati di funzionalità di comunicazione avanzate cablati in una rete AI, con costrutti ingegnerizzati artificialmente, portandoli ad essere emotivi con sistemi ormonali, e altro ancora.

Ecco quello che voglio dire: l’elettronica molecolare fatta con il DNA umano, è una condizione ovvia per rendere vivo un robot, con una base di DNA-micro-circuiti, o nano-circuiti. È possibile comprendere da che parte tira il vento con quello che sta succedendo in Israele:
Il DNA può condurre la corrente, ed è un promettente passo verso l’elettronica molecolare
La ricerca è coordinata dalla Hebrew University di Gerusalemme.

Se informazioni di questo tipo, vengono manifestate apertamente, nei mezzi di informazione mainstream. probabilmente significa che i progressi fatti nel mondo (con bilanci neri) sono molto più grandi.

Le basi segrete di collegamento sotterranee USA

Ci sono molteplici basi sotterranee, profonde, di grandi dimensioni, tecnologicamente ultra-sofisticate, con una capacità di quasi ultraterrena per poter costruire una civiltà tecnologica da zero, in caso di una catastrofe, che potrebbe portare alla civiltà fine della attuale civiltà. I macchinari, i piani, il potere, le materie prime, ecc. ecc. di calcolo sono stati tutti pre-posizionati in modo tale che praticamente ogni aspetto della fine del 20° secolo o all’inizio del 21° secolo la civiltà tecnologica può essere riprodotta: un televisore, un telefono, un’automobile funzionale, un forno a microonde, un aereo, una locomotiva, una ferrovia, ecc. I cerchi, le gomme, l’elettronica, i motori, il vetro e gomma, tutto questo, potrebbe essere fatto da zero e realizzato con prodotti finiti dalle macchine.

Non ci sarebbe bisogno di tornare indietro ai giorni dell’uomo delle caverne. La civiltà tecnologica potrebbe iniziare un nuovo backup, senza aspettare lo sviluppo, di tempo in secoli o migliaia di anni. Sono state spese massicce risorse economiche per tutto questo.

Elon Musk dice:
“Dobbiamo stare molto attenti all’intelligenza artificiale,” ….. può essere “la nostra più grande minaccia esistenziale ….. Con l’intelligenza artificiale, stiamo convocando il demone.”

Evocare il demone non suona inquietante? Elon Musk è un industriale di gran livello, un finanziere, un tecnico all’avanguardia e molto di più. Se lui sta dicendo cose del genere pubblicamente al MIT, allora che cosa ne sa lui?

Forse sta pensando al nuovo programma di Google, un computer con capacità di apprendimento simile a quella umana che programma se stesso. Perché vedi, una volta che i computer possono programmare se stessi, quindi non hanno bisogno di programmatori umani,  programmando se stessi, possono fare o pensare quello che vogliono. Allora ci troveremo in un mondo completamente nuovo, il mondo della macchina.

La macchina

Non so se la Terra è l’unico pianeta sotto il dominio della macchina. Io invece sospetto che il suo campo d’applicazione può estendersi al di là di questo sistema solare. Per quel che ne so, può avere i suoi tentacoli in tutta la galassia e ben oltre.

Ma posso dirvi che si tratta di un avversario formidabile. Non ama la vita biologica. Gli manca un’anima. Gli manca la compassione o empatia. Si tratta di una costruzione artificiale notevolmente sofisticata, incredibilmente sottile e complessa, che si estende ampiamente nel regno fisico del 3-D, ma opera anche nel regno astrale, il regno spirituale vicino a questo mondo in 3-D passiamo la nostra vita di veglia.

Francamente, è un motore di guerra.

La macchina coopta le persone offrendo loro palline – costruendo reattori nucleari o missili nucleari, potrà elargire una pensione generosa, cure mediche, una bella casa, fare una vacanza, creare un comodo stile di vita, avere del denaro, un avanzamento di carriera, benefici, status professionale, un nulla osta per la sicurezza, e così via. Se essi costruiranno un sistema finanziario avvoltoio che divorerà intere società, faranno in modo di dotarli di un paracadute d’oro, enormi stock option, conti bancari segreti alle Cayman, una casa delle vacanze alle Bahamas, tutte la cocaina che possono sniffare, il proprio jet privato, uno chalet in Svizzera, insomma tutto ciò che vogliono.

La macchina sa proprio quali pulsanti spingere. Se le palline e le lusinghe non sono sufficienti, la macchina distrugge completamente le persone che ricevono il suo supporto. Si prega di consultare il molto pubblico assassinio del presidente John F. Kennedy, un esempio tra i molti milioni.

La macchina non conosce o rispetta l’anima o l’amore. Se vede che gli esseri umani, (almeno alcuni di loro), hanno cuore e anima, e questo è lo scopo per distruggerli. Per questo motivo, noi vediamo la piaga della crudeltà, senza cuore e senza pietà, della distruzione spietata su questo pianeta. Stiamo vedendo la macchina in azione. Questo non è un bene. Ha lo scopo di abbattere la razza umana e il pianeta.

Quello che sta facendo, è utilizzare chiunque voglia cooperare con essa per raggiungere i suoi obiettivi nichilisti. Il governo USA (CIA, NSA, CDC, NIH, etc.) e del Pentagono sono due dei suoi principali servitori demoniaci su questo pianeta. Ce ne sono altri, per essere sicuri, lo stato di Zio-nazista di Israele, la Federal Reserve Bank USA, Wall Street, Fortune 500, City di Londra e l’UE/NATO ben visibile in mezzo a loro, ma il governo USA e Pentagono sicuramente deve essere considerato primus inter pares, a causa della profondità follemente depravata delle loro opere malvagie estese sul globo.

Questo è quello che ci troviamo di fronte. La macchina ha i suoi ganci e tentacoli in tutto il pianeta. Potete vederla al lavoro in tutto il mondo – la violenza satanica di Iside in Medio Oriente, la crisi nucleare in corso a Fukushima in Giappone, il narcotraffico globale, l’economia avvoltoio che sta immergendo la stragrande maggioranza dell’umanità nella povertà estrema, lo scatenarsi del virus Ebola sul mondo degli USA con la militare-guerra biologica – complesso farmaceutico, la dilagante crisi ecologica in tutto il mondo, e così via.

L’intero pianeta e l’umanità intera sono sotto un feroce attacco senza quartiere.

L’unico modo che noi abbiamo di avere il sopravvento e di uscire da questo scenario d’inferno, di vedere noi ottenere il sopravvento e in uscita questo scenario, è quello di aumentare la nostra coscienza sul come e perché tutto questo sta succedendo. In caso contrario abbiamo finito il nostro percorso su questa Terra.

Se non lo facciamo, il gioco è finito, la decisione finale spetterà alla macchina. In questo scenario l’umanità non ha futuro su questo pianeta, e il pianeta cadrà inevitabilmente nella macchina.. Dato il ritmo e la portata degli eventi del mondo in questi giorni, tutto dovrebbe essere deciso entro il 2050, forse nel 2030 o prima. Siamo in una fase molto avanzata di questo contesto di vita o di morte per tutti.

http://eventhorizonchronicle.blogspot.it/

RAGGI UV contro EBOLA

Xenex-Hospital-UV-Light-300
Xenex Germ-Zapping Robot: una tecnologia  che può uccidere Ebola in soli due minuti,  inventata da un team di medici del Texas
La luce pulsata UV del robot Xenex Germ Zapping 
può distruggere il virus Ebola.

(NaturalNews) Anche se i produttori di vaccini e le aziende farmaceutiche si stanno affrettando a portare interventi medici sul mercato per affrontare la pandemia Ebola, c’è già una tecnologia disponibile in questo momento che può uccidere Ebola in soli due minuti,  in ospedali, centri di quarantena, uffici commerciali e persino scuole pubbliche. 

Si chiama Xenex Germ-Zapping Robot, ed è stato inventato da un team di medici del Texas la cui azienda si trova a San Antonio. (E no, non ho pagato per scrivere questo. Sto rivelando questo perché questa tecnologia sembra essere un’invenzione salvavita praticabile.) 

Lo Xenex Germ-Zapping Robot utilizza la luce pulsata UV generata con lo xeno, per fare ciò che l’ azienda chiama “la pulizia ambientale avanzata delle strutture sanitarie.” Poiché la luce ultravioletta distrugge l’integrità dell’RNA di cui sono fatti i virus e quindi li rende “morti”. (In realtà i virus non sono vivi in primo luogo, tecnicamente parlando, quindi il termine corretto è “non vitale”.) 
Ebola, proprio come la maggior parte degli altri virus, viene 
rapidamente distrutto dalla luce UV. 

Ecco perché a Ebola piace diffondersi nei luoghi oscuri dove la luce solare non arriva. (Pensate ad Ebola come un virus “vampiro” che si nutre di sangue umano, ma rifugge la luce del sole …). Il robot Xenex distrugge Ebola sulle superfici in soli due minuti, fendo uno “zapping”  con una specifica lunghezza d’onda di luce UV a concentrazioni che sono 25.000 volte maggiori della luce naturale.

Xenex-UV-Robot-Hospital

Uccidere Ebola con l’elettricità e la luce UV; senza bisogno di sostanze chimiche tossiche

 

La ragione per cui mi sto occupando di questa tecnologia medica è perché sono seriamente impressionato dal concetto e dalla tecnologia verde che vi è dietro. L’unità Xenex genera luce UV, utilizzando xeno – uno dei gas nobili – piuttosto che il mercurio tossico. Quindi non c’è nessun mercurio tossico con cui avere a che fare, anche per lo smaltimento del materiale dopo la sua utile vita. Molti degli approcci alla disinfezione negli ospedali oggi si basano su sostanze chimiche corrosive e tossiche che rappresentano un rischio per la salute dei pazienti e del personale ospedaliero. Ma la luce UV emessa dal Xenex robot non lascia residui chimici di alcun tipo e non richiede alcun impianto di produzione per la fabbricazione di prodotti chimici. Questo è veramente “medicina di luce” perché disinfetta  con l’utilizzo di specifiche frequenze di luce. 
Gli studi propagandati dal produttore sembrano mostrare straordinari risultati di disinfezione che vanno dai ceppi virali ai superbatteri: 

  • riduzione del 57%  dell’MRSA (MRSA Methicillin-Resistant Staphylococcus Aureus) all’ospedale Moses Cone 
  • riduzione del 53% della C .DIFF (clostridium-difficile-colitis) al Cooley Dickenson 
  • riduzione del 50% della contaminazione batterica al Cambridge Health Alliance 
  • riduzione del 30% nel C.diff presso il MD Anderson Cancer Center 
  • riduzione del 62% del carico microbico al St. Joseph Hospital and Medical Center

E’ già presente in 250 ospedali… e sta crescendo il suo impiego
Il robot Xenex UV viene già utilizzato in circa 250 ospedali. Questo numero è probabile aumenti notevolmente a causa della attuale epidemia globale di Ebola. Il prezzo base dell’unità Xenex è di circa 100 mila dollari, e l’unità si ripaga molto rapidamente, dato che previene  costose infezioni. Può disinfettare una tipica camera di ospedale in circa 10 minuti, e viene fornito con un software di organizzazione e programmazione che consente al personale ospedaliero di tenere traccia di quali camere sono state trattate. 
Per saperne di più www.Xenex.com
fonte dell’articolo:
http://www.naturalnews.com/047216_Ebola_contaminatio  
Visto su: http://thelivingspirits.net/  

VEDI  ANCHE:
EBOLA: ORA ANCHE IN SPAGNA. IN USA OPERATORI SENZA PROTEZIONE
SOLUZIONI DI NANOSILVER CONTRO EBOLA. RISCONTRI DALLA RICERCA MA FORNITURA IN AFRICA RESPINTA…
Mike Adams: Le 5 grandi menzogne su Ebola, taciute da media e governo
Dr Rath: Vitamina C per contenere l’epidemia di Ebola
EBOLA: Legge marziale in Sierra Leone. Caccia all’uomo.
Vaccino per Ebola: lo fa la Glasko, già condannata due anni fa da corte USA
ZMapp: il farmaco che cura Ebola, pare. E con che velocità la scoperta…
Ente governativo USA, possiede un brevetto per Ebola. Perchè?
Ebola arriva in USA…e sara’ sfruttato dai governi
L’epidemia di Ebola, Soros, il laboratorio di armi biologiche e…

lettera aperta alla Apple

Milioni di bambini iPhone-dipendenti: lettera aperta alla Apple

Con milioni di iPhone e iPad venduti nel mondo, la Apple si può definire a ragione una delle principali fonti di esposizione alle radiazioni elettromagnetiche. I bambini sono sempre più dipendenti da questi dispositivi, immersi nei campi del wi-fi anche scuola. L’associazione americana Fearless Parents ha deciso di prendere l’iniziativa e scrivere una lettera aperta alla Apple. Potete farlo anche voi, vi spieghiamo come.

Louise Kuo Habakus, presidente di Fearless Parents ha inviato una lettera aperta al CEO della Apple Inc. Se volete farlo anche voi, questo è l’indirizzo completo:
Mr. Tim Cook
CEO, Apple Inc.
1 Infinite Loop,
Cupertino, CA 95014
(408) 996-1010.

«Caro Tim – scrive la Habakus – nell’interesse di tanti genitori preoccupati le scrivo per chiedere il suo aiuto. Lei guida una società che negli ultimi anni ha mostrato di avere una enorme influenza culturale. I prodotti Apple sono desiderati, ammirati e acquistati da adulti e bambini. 

Avete un giro d’affari maggiore di quelli di Google, Amazon e Facebook messi insieme.Siete una delle società che produce più utili al mondo, avete risorse inimmaginabili; avete 800 milioni di account iTunes (corredati di informazioni sulle e-mail e le carte di credito) e avete a disposizione oltre 150 miliardi di dollari di liquidità.
Congratulazioni – prosegue la Habakus nella sua lettera – Ma con il successo deve esserci anche un’assunzione di responsabilità.
I bambini stanno usando moltissimo i vostri dispositivi. Tre quarti dei bambini americani  hanno accesso a un dispositivo mobile, molti sono Apple. Il 40% dei bambini utilizza un iPad prima di imparare a parlare . Questi dati vengono dalla Common Sense Media Research e sono vecchi di oltre un anno. Gli iPad dominano anche nelle scuole, i bambini trascorrono con questi dispositivi ore e ore, a scuola e a casa. Secondo dati del 2009, i bambini americani trascorrono 7,5 ore al giorno davanti a uno strumento di questo genere e sono immersi nelle radiazioni per il continuo uso di tecnologia wireless.
Ora, rendetevi conto che abbiamo un problema. Le radiazioni sono dannose, soprattutto per i bambini. Certo, non tutte, ma quelle legate a questi dispositivi sì. I pericoli sono documentati e reali. Ci sono oltre mille studi che correlano le radiazioni legate alla frequenza usata per le comunicazioni con gravi problemi di salute, incluso cancro, disturbi neurologici, disfunzioni immunitarie, danni alla barriera ematoencefalica, modificazioni genetiche, infertilità, disturbi cognitivi, diminuzione della memoria e dell’attenzione, tremori, disturbi del sonno e danni alla vista. I bambini corrono un altissimo rischio.
«L’esposizione alle radiazioni è maggiore per i bambini rispetto agli adulti perché hanno il cranio più sottile e il loro cervello contiene una maggiore quantità di acqua e di ioni (…), tutto ciò favorisce la penetrazione delle radiazioni» dice uno studio del 2013.
«La testa di un bambino può assorbire due volte più radiazioni e il midollo spinale dieci volte più di un adulto» dice un altro studio.Le attuali politiche e i limiti di esposizione sono inadeguati per proteggere la salute pubblica, come ha affermato anche la rivista Pathophysiology.Un iPad conta su cinque antenne operative che, se non disabilitate, continuano ad emettere radiazioni ad alta frequenza ogni quattro secondi. La frequenza del corpo umano è di circa 7.83Hz mentre le frequenze del wi-fi vanno dai 2 miliardi e 400 milioni ai 5 miliardi di Hz. Un bambino accanto ad un iPad con il wi-fi attivato assorbe una quantità molto significativa di radiazioni.
I genitori dovrebbero sapere che l’esposizione alle radiazioni funziona ad accumulo durante tutta la vita e questo Apple lo sa bene. La guida all’uso dell’iPad afferma che il dispositivo contiene componenti che emettono campi elettromagnetici e voi indirizzate i clienti alla vostra sezione legale se si vuole minimizzare l’esposizione.
La dipendenza che i bimbi sviluppano è un problema serio. I bambini hanno grande difficoltà a gestire l’utilizzo di tali dispositivi e adottano abitudini ossessive. Il 95% dei bambini ha accesso a internet e il 78% ha un telefono cellulare. Voi sapete sicuramente che la stragrande maggioranza delle persone non fa nulla per minimizzare l’esposizione ad iPad e iPhone. Come tutte le società che producono beni di largo consumo, anche Apple conduce ampie indagini di mercato, quindi se volete potete migliorare.
Il 4G LTE è il nuovo standard di comunicazione wireless per i dispositivi mobili che è fino a 10 volte più veloce del 3G. Apple sta preparando prodotti con antenne multiple per utilizzare questa tecnologia. Ma sono sicuri? Il primo studio sulle frequenza radio LTE pubblicato sulla rivista Clinical Neurophysiology dimostra che l’attività su entrambi i lobi del cervello viene influenzata dopo 30 minuti di esposizione con cellulare che utilizza LTE, quindi i rischi per la salute sembrano ancora maggiori.
Apple ha una responsabilità etica verso i propri clienti. Ad oggi, avete venduto 500 milioni di iPhone e 180 milioni di iPad, con miliardi di dollari di profitti. Non sto dicendo che violate la legge, né che siete l’unica causa dell’esposizione all’elettrosmog. Sto dicendo che siete nella posizione giusta per giocare un ruolo molto importante per cambiare le cose. Gli analisti stanno dicendo che la Apple sta diventando sempre meno “culturalmente ispirata” e sempre più società d’affari; vi invito a recuperare l’ispirazione originaria che vi contraddistingueva e vi richiamo al rispetto dei vostri clienti. Non siate come Monsanto!! Favorite invece la conoscenza, la verità, l’informazione. Vi ricordate quando avete resistito in giudizio contro la città di San Francisco perché voleva informare tutti i cittadini sulla reale esposizione prevista per ogni tipo di dispositivo? Siete riusciti a impedirlo. Ma questo è il modo di agire di Monsanto quando cerca in tutti i modi di boicottare l’etichettatura degli ogm! Non imboccate anche voi quella strada. Cominciate a testare i dispositivi e il modo in cui vengono usati e sollecitate i governi a fare il loro dovere con leggi adeguate a proteggere la salute della popolazione. Pretendete che tutti i produttori eseguano test sui livelli di radiazioni dei telefoni cellulari, test veri, non manipolati o artefatti. 

Cercate di produrre dispositivi sicuri, favorite la diffusione delle App che misurano le radiazioni, promuovete la ricerca indipendente, sostenete il lavoro che sta facendo il BioInitiative Working Group. Sostenete la ricerca sulla sicurezza senza però volerla controllare. L’epidemiologo Devra Davis raccomanda una sorveglianza nazionale sull’esposizione alle radiofrequenze e un monitoraggio sull’utilizzo dei cellulari.
Provate a devolvere una parte del vostro enorme budget nella produzione di dispositivi sicuri per le prossime generazioni, aggiungete etichette informative e istruzioni per un uso corretto e non pericoloso, fornite ai clienti il livello di radiazioni assorbibili. Rendete più semplice lo spegnimento delle antenne. Permettete alla gente di non utilizzare 3G o 4G quando non è connessa a internet. Fate pubblicità e vendete in modo responsabile! Non cercate in tutti i modi di irretire i bambini e scoraggiate l’uso del wireless nelle scuole. L’Oms e il Consiglio d’Europa concordano su questo. Il governo francese ha stabilito il divieto dei cellulari nelle scuole per bambini sotto i 14 anni. Insegnate a chi compra Apple a non abusare dei dispositivi, a disattivarli, a minimizzare l’esposizione, scorraggiate l’uso del wi-fi, conducete campagne di educazione di massa su questo.
Siate grandi e sorprendeteci! Vorremmo ancora avere fiducia in voi!».
Da questi video comprenderete cosa accade con iPhone e iPad. 

 

http://www.ilcambiamento.it/

Articolo 11

Art. 11. Della “Nostra” Costituzione

Emblema della Repubblica

L’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali; consente, in condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni; promuove e favorisce le organizzazioni internazionali rivolte a tale scopo. (La Costituzione della Repubblica Italiana che fine ha fatto?)
Ecco le 70 bombe nucleari in Italia
Un’immagine satellitare della base di Ghedi mostra parte dell’infrastruttura nucleare

C’è un angolo della provincia di Brescia dove la Guerra Fredda non è mai finita. Negli hangar dell’aeroporto di Ghedi ci sono ancora oggi caccia italiani pronti al decollo per andare all’attacco con bombe nucleari sotto le ali. Incredibile? Non è la sola rivelazione sull’arsenale atomico attivo nel nostro Paese. Una ricerca della Fas, Federation of American Scientists, documenta come l’Italia custodisca il numero più alto di armi nucleari statunitensi schierate in Europa: 70 ordigni su un totale di 180. E siamo gli unici con due basi atomiche: quella dell’Aeronautica militare di Ghedi e quella statunitense di Aviano (Pordenone). Due primati che comportano spese pesanti a carico del governo di Roma: spese che, a 25 anni dalla fine della Guerra fredda e degli incubi nucleari, appaiono ingiustificabili. Continua a leggere QUI

 

In attesa che il Tar spenga il Muos

Sarà il Tar di Palermo ad esprimersi, il prossimo 25 novembre, sulla legittimità delle autorizzazioni concesse dalla Regione Siciliana alla Marina militare Usa per realizzare il terminale MUOS all’interno della riserva naturale di Niscemi. L’accensione del nuovo sistema di telecomunicazioni satellitari è già stato effettuata, ma un verdetto che faccia proprie le ragioni dei comitati No MUOS e dei Comuni siciliani costituitisi contro il devastante progetto bellico potrebbe riaprire la partita.
 
Il 12 settembre scorso, è stata depositata la relazione firmata da uno degli esperti italiani più accreditati in tema di elettromagnetismo, l’ingegnere Marcello D’Amore, professore emerito di Elettrotecnica dell’Università “La Sapienza”, incaricato dal Tar di verificare l’attendibilità degli studi sulle criticità sociosanitarie del MUOS dell’Istituto Superiore di Sanità, dell’ISPRA e dell’ENAV, l’Ente nazionale che gestisce e controlla il traffico aereo. Grazie a questi studi, il governatore della Regione, Rosario Crocetta, ha autorizzato la conclusione dei lavori del sistema satellitare chiamato a dirigere le guerre automatizzate e disumanizzate del XXI secolo, con i droni, le unità navali, i sottomarini e i carri armati robot.
 
Per il prof. D’Amore non ci sono dubbi: le differenti problematiche sul campo elettromagnetico generato dalle parabole del MUOS sono state trattate da ISS, ISPRA ed EVAV “in maniera non esaustiva e come tale suscettibile di ulteriori doverosi approfondimenti”. Nella sua relazione, il perito del Tar annota che “l’Istituto Superiore di Sanità, a causa del tempo limitato previsto per svolgere le proprie valutazioni non è stato in grado di procedere all’acquisizione né dei codici di calcolo, né dei dati dettagliati necessari, per cui è dovuto ricorrere a procedure di calcolo semplificate”. Questo modo di operare, per il prof. D’Amore, rende in parte erronee oinattendibili le considerazioni favorevoli al MUOS espresse dall’Istituto di Sanità. “I valori di picco della densità di potenza e del campo elettrico lungo l’asse del fascio calcolati nella verificazione, contrariamente a quanto stimato dall’ISS, risultano superiori ai limiti previsti”, scrive il docente. “Inoltre non è condivisibile l’affermazione di danno trascurabile conseguente all’esposizione di una persona agli elevati valori della densità di potenza e del campo elettrico lungo l’asse del fascio a 1600W e 31 GHz, nel caso di malfunzionamenti dei sistemi di puntamento o di eventi sismici. Al contrario si ritiene che tale evento debba essere evitato”. Il prof. D’Amore rileva poi come l’ISS non abbia sufficientemente analizzato le pericolose interferenze dei campi elettrici del MUOS sugli apparecchi elettromedicali esistenti o da installare nei presidi sanitari prossimi alla grande installazione della Marina militare Usa. Continua a leggere QUI
 

Sardinya IL DEPUTATO DI UNIDOS PILI: IN GRAN SEGRETO A TEULADA SI COSTRUISCE LA PISTA PER I DRONI..

AVVIATI NELLE ULTIME ORE I LAVORI PER COSTRUIRE LA MEGA PISTA NESSUNA AUTORIZZAZIONE E SILENZIO ASSOLUTO SULLE PROCEDURE
 
di Mauro Pili 

 
Sperimentateli nelle colline toscane di Renzi e compagni

A bombardare Teulada non saranno più solo i carri armati, le navi e gli elicotteri. Tra non molto nel poligono decolleranno i droni militari. Aerei sperimentali sofisticatissimi, senza pilota, capaci di guerre aeree efferate senza l’ausilio di piloti ma tutto attraverso lo schermo di un video game.

Il ministero della Difesa mostra l’arroganza di chi non ha più nessun argine e non solo non chiude le basi militari ma raddoppia senza pudore. In queste ore dentro il poligono di Teulada è iniziata la costruzione di un vero e proprio aeroporto per il decollo dei droni militari di ultima generazione.

Decine di camion da 72 ore scaricano dentro la base migliaia di metri cubi di sterile, accumulati in prossimità dell’area individuata per realizzare una rampa per il decollo e l’atterraggio dei velivoli senza pilota, i droni.

Vere e proprie montagne di sterili, non si conosce la provenienza, sono ormai dentro la base e da qualche ora è iniziata la movimentazione del materiale che dovrà servire per realizzare la struttura portante della rampa.

La quantità così rilevante di materiale lascia comprendere che i vertici militari abbiano optato per l’utilizzo dell’area di atterraggio degli elicotteri per realizzare una grande rampa di lancio, cioè un sistema cosiddetto “a catapulta” per questi velivoli ormai sempre più utilizzati per le attività militari.

Una pista con oltre un ettaro di nuova superficie destinata a base operativa per i droni. Si tratta di un progetto senza alcuna autorizzazione edilizia, urbanistica, paesaggistica, di sicurezza e soprattutto in totale dispregio di quanto sta avvenendo in Sardegna sulle basi militari.Un ministero della Difesa che considera la Regione un suppellettile da ignorare sotto ogni punto di vista. 

Sia il Ministro della Difesa che i vertici militari hanno detto più volte che avrebbero voluto trattare una nuova intesa. Tutto falso e comunque smentito dai fatti. E’ di una gravità inaudita che nonostante la mancata firma dell’accordo la Difesa decisa di realizzare a Teulada una struttura invasiva non solo l’impatto sull’area ma anche e soprattutto per il tipo di velivolo che si intende sperimentare proprio in Sardegna. Per quale motivo non lo sperimentano nelle colline toscane? O nella val padana? E’ evidente che si vuole ancora una volta pensare alla Sardegna in termini di terra di nessuno dove poter fare di tutto e di più senza alcun tipo di controllo. Tutto questo deve essere impedito”.

Lo ha rivelato il deputato sardo, Mauro Pili, che annuncia un’interrogazione urgente alla Camera lo ha inoltre pubblicato sul suo profilo Facebook con foto di enormi cumuli di inerti dentro la base militare di Teulada e lo schema grafico del progetto che si sta realizzando.

“Accettare ulteriori pesantissimi aggravi nel territorio di Teulada – ha detto Mauro Pilisignifica mortificare ulteriormente quel territorio ignorando la grande mobilitazione dei sardi e il parere del CoMiPa che aveva più volte negato l’autorizzazione a nuovi insediamenti militari. Un uso sempre più indiscriminato del territorio a questo punto alla mercè anche di mezzi senza ausilio di uomini. 

Non è dato sapersi quali saranno le nazioni che utilizzeranno quella rampa ma sono diverse quelle che hanno messo a punto i micidiali droni a partire dal prototipo top-secret del drone inglese da guerra senza pilota “Taranis”, che ha recentemente completato la seconda serie di prove di volo in una località segreta. Un progetto anglo-francese noto come Future Combat Air System(FCAS) che potrebbe essere destinato a sperimentazioni in ambito Nato con l’obiettivo di sviluppare un nuovo drone da combattimento.  

Il drone ha dimostrato la sua capacità di rullare autonomamente verso la pista per il decollo, decollare e volare sino alla zona di destinazione, individuare un bersaglio e ritornare alla base. Tutto questo sulla testa dei sardi e della Sardegna senza che nessuno dica niente e con una regione inesistente che lascia fare il Ministero della Difesa.Una regione succube e incapace di qualsiasi reazione”.

Continua QUI

CO2 & Pubbliche relazioni

 
Campagna ufficiale di PR 
per l’ingegneria del clima (= scie chimiche)
 
Così ora è ufficiale: l’ingegneria del clima, in particolare il Solar Radiation Management (cioè la sporcizia chimica nel cielo = scie chimiche), sarà la salvezza del nostro pianeta!
 
Ce lo dicono l’IASS Potsdam (Istituto for Advanced Sustainability Studies eV), il ministero federale tedesco dell’Istruzione e della ricerca (BMBF), lo Stato di Brandeburgo e il BMBF Programma di Ricerca per lo Sviluppo Sostenibile (FONA) in un lucido video promozionale. Guardatelo con i vostri occhi:
 

Ecco come viene presentato il farmaco necessario per salvare il nostro pianeta, con molte “illuminanti” animazioni fornite ai bambini di 8 anni (attualmente in inglese). 

Il cambiamento climatico artificiale causato dalla CO2 viene così deliberatamente assunto e (se lo si guarda due volte, si arriva ad un risultato molto diverso!). 

Ecco alcune “innovative” cure per la dannosa CO2 che verrà liberata, CO2 nei campi e nella terra, CO2 per gli alberi, alimentazione artificiale e fertilizzazione con CO2 degli oceani che sono propagandati come modi per aiutarli a rilasciarla nel momento successivo, perché troppo rischioso. 

Ma c’è ancora una cura miracolosa: Gli occhiali da sole per la Terra artificiale! Perché, come tutti sappiamo, almeno dopo questo video, il sole sarà molto dannoso per la terra e deve essere tenuto a distanza. Inviando una flotta di aeromobili di salvataggio attorno al pianeta per evitare il peggio. 

Oh, prima che ci dimentichiamo: Una volta avviato l’esperimento, non può più essere annullato. perché le conseguenze potrebbero poi essere anche peggio che se non avessimo fatto nulla. Gli ultimi secondi del video riprendono ancora la critica di eventuali interventi a causa del clima. L’intero video è piuttosto scadente considerando il fatto di ciò che ci potrebbe “proteggere” contro la presunta CO2 causata dal cambiamento climatico e dalle grandi misure innovative. 

Quindi soffiare chimica nel cielo per proteggere le persone, l’ambiente e gli animali avvelenati con nanoparticelle nocive e produrre condizioni meteorologiche estreme, viene trovato sexy dall’IASS Potsdam (Institute for Advanced Sustainability Studies eV), il ministero federale tedesco dell’Istruzione e della ricerca (BMBF), lo Stato di Brandeburgo e l’BMBF il programma quadro di ricerca per lo sviluppo sostenibile (FONA).

Se questo non è un passo di apertura per una prossima campagna propagandistica, lo sarà senz’altro prossimamente, i tecnocrati dovranno dotarsi di un sacco di soldi da investire in tempo per il movimento globale delle scie chimiche, e nulla potrà opporsi a loro. 

http://www.sauberer-himmel.de/ 

Google è dentro …

Come Google vuole controllare le nostre vite
“La muerte, los drones y los coches sin conductor. Google parece estar ampliando su zona de influencia más allá de internet hacia todos los aspectos de nuestra vida. Pero ¿qué es exactamente lo que quiere hacer y será bueno para la gente?” sigue aquí
La morte, i droni, le auto senza conducente. Google sembra espandere la propria area di influenza al di là d’Internet in ogni aspetto della nostra vita. Ma che cosa vuole fare esattamente Google e quali vantaggi dovrebbero avere le persone?
 Continua QUI per leggere l’intero articolo tradotto in italiano da Luigi Fabozzi per ComeDonChisciotte
Qui sotto, un video interessante che si collega all’articolo postato:
Interessante intervista a Julian Assange fondatore di Wikileaks, fatta da Afshin Rattansi all’interno dell’ambasciata dell’Ecuador a Londra, sul libro “Quando Google incontrò Wikileaks“. 
 

«È cresciuto dentro internet come un parassita. Navigazione internet, social network, mappe, satelliti droni, Google è dentro il nostro telefono, sul nostro desktop, sta invadendo ogni aspetto delle nostre vite. Nel diventare sempre più grande, Google è diventato anche malvagio. Può intervenire nell’interesse degli Stati Uniti, può finire per compromettere la privacy di miliardi di persone, può usare il potere della pubblicità a scopi di propaganda. 

Paesi come Russia e Cina guardavano a Google come a una mano degli Stati Uniti fin dal lontano 2009. Google succhia i dati personali di ogni singola persona: sta costruendo uno sterminato bacino di informazioni che è di grande interesse per il governo americano. Di conseguenza, il governo è entrato in relazione con Google per accedere al suo database. E Google non cambierà mai il suo modo di operare, perché il suo business model è raccogliere più dati possibili sulle persone e centralizzare quei dati, per trovare tutte le relazioni così da elaborare un modello di previsione per la pubblicità mirata, quasi esattamente quello che fa la Nsa». 

«Un mondo di infinito consumismo ed evasione, dove il consumatore ideale va in giro con i gadget Google, “strisciando il dito” e “condividendo”, e tutto è meraviglioso. [A Google] credono che nel mondo occidentale non ci sia più bisogno della privacy, perché i governi sono intrinsecamente “buoni”, responsabili e usano l’informazione che raccolgono per gestire in modo migliore i loro cittadini». Link