Archivi categoria: Tecnologia

Il 5G un grosso problema inavvertito

La “Zona Pazza” elettromagnetica del 5G pronta all’autodistruzione: i “Dissennatori” del 5G Incontrano l’apocalisse zombi 4G

Ricerca incisiva e analisi attentamente documentata dell’impatto della radiazione elettromagnetica 5G di Claire Edwards

Di Claire Edwards

Le entità che lanciano il 5G tormentano l’umanità e succhiano la loro umanità prendendo le loro menti e la loro salute, mentre dall’altra parte hai l’ apocalisse zombi di tutte le persone con i loro telefoni cellulari 4G, che ciecamente distruggono il mondo.

Il lotto dell’apocalisse zombi 4G deve svegliarsi. Devono svegliarsi ora prima che sia troppo tardi e che il tempo sia essenziale.

***

È ora di porre una domanda cruciale. Come siamo arrivati ​​a essere in questa zona folle del 5G, pronta a autodistruggersi? Come mai siamo arrivati ​​qui? 

Continua QUI in lingua inglese

_______________________________ 

Apple sta spingendo l’implementazione a livello nazionale del 5G in modo che i clienti dovranno aggiornare e acquistare nuovi iPhone … come al solito, si tratta solo di soldi

di: Ethan Huff

(Natural News) Apple ha recentemente tenuto un altro dei suoi eventi di lancio di prodotti e servizi in cui è stato annunciato che presto saranno in arrivo nuovi iPhone con presunte funzionalità 5G.

Anche se sembrano quasi esattamente come i vecchi iPhone, la nuova linea di iPhone sarà presumibilmente in grado di connettersi ad almeno alcune delle torri di antenne 5G che stanno spuntando dappertutto, comprese quelle collocate vicino alle scuole elementari e in ambito residenziale quartieri.

Sin dalla scomparsa di Steve Jobs, Apple si è trasformata in una società di copiatura poco brillante che non rilascia mai nulla di veramente nuovo. Invece, il gigante della Silicon Valley sembra sfornare la stessa identica tecnologia riciclata ogni anno con alcune piccole modifiche, il tutto mentre lo chiama nuovo e fa pagare un prezzo osceno per questo. Continua QUI in lingua inglese.

_______________________________

In tempi non sospetti, OASI SANA aveva lanciato una campagna mailing verso ecologisti, ambientalisti e animalisti per denunciare i pericoli del 5G per l’ecosistema attraverso le associazioni a tutela di ambiente e specie animale. 

Adesso sulla rete gira il video dell’ISPETTORE DEGLI INSETTI, un esperto di New York che indaga sul “declino mondiale degli insetti” puntando sulle radiofrequenze di 4G e 5G. “Il calo mondiale degli insetti volanti è dovuto in parte alla rapida crescita della comunicazione dei dispositivi wireless. 

Queste radiazioni elettromagnetiche non-ionizzanti stanno avendo effetti negativi sugli insetti volanti a causa delle loro dimensioni, delle proprietà dielettriche e delle interferenze con le loro funzioni meccaniche quantistica, così come la loro capacità di procreare”. Ecco il video e il testo pubblicato dall’investigatore. 

Continua QUI in lingua italiana.

_______________________________

Il 5G cerca di distruggere tutto, compresa la tua vita

Postato da: Tyler Durden via ZeroHedge

5G è una soluzione alla ricerca di un problema o di un problema alla ricerca di una soluzione? Nonostante l’enorme clamore o l’urgenza di attuare, pochissimi al di fuori delle società globali stanno acquistando l’hype. Il futuro del 5G è ancora in dubbio. ⁃ Editor TN

Mentre Peter Garnry di Saxo Bank ricapitola l’evento Apple di ieri, la società ha introdotto il suo iPhone 11, che ora è disponibile in tre diverse versioni con la versione più economica in vendita a $ 699, una riduzione dei prezzi mirava ad attirare gli acquirenti di smartphone nel regno di Apple (a spese di un calo di ASP di Apple).

Il mercato azionario ha reagito positivamente alla notizia, ma sono emerse critiche sul fatto che Apple sia in ritardo poiché il nuovo iPhone 11 non arriva con un’integrazione 5G che rende quasi impossibile per Apple avere una crescita in Cina dove introducono produttori di smartphone locali come Huawei smartphone con integrazione 5G. A partire dalla seconda metà del 2020 questo sarà un limite per Apple.

Perché è importante il 5G? Continua QUI in lingua inglese.

_______________________________

L’ex presidente di Microsoft Canada avverte nuovamente dell’esposizione alle radiazioni WiFi e al 5G

Di BNFrank

Grazie a FrankClegg e Michigan Safe Technology per aver pubblicato questo video breve ma ricco di informazioni.

Video

A febbraio, i dirigenti delle telecomunicazioni hanno reso testimonianza al Congresso di non avere provescientifiche della sicurezza del 5G. Gli avvertimenti sull’installazione diffusa del 5G e l’esposizione sono stati citati da molti esperti e per una serie di validi motivi:

Continua QUI in lingua inglese.

_______________________________

IL 5G rende gli utenti vittime di hacker, spie, controllo aziendale e governativo

da Luis R. Miranda

(IMMAGINE: /DIGITALINFOMATIONWORLD.COM)

Le aziende tecnologiche annunciano l’avvento della “prossima grande cosa” che cambierà tutto.

Con il suo arrivo, promettono che finalmente si apriranno nuove porte a mondi di realtà aumentata e virtuale. Ma dobbiamo tenere a mente l’altro lato del 5G: in un pianeta iperconnesso, le possibilità di essere hackerati, spiati e controllati da aziende e governi si moltiplicheranno.

L’entusiasmo per l’avvento delle nuove autostrade della comunicazione attraverso le quali i nostri dati faranno circolare ritorna in epiteti superlativi.

Se ci occupiamo delle canzoni di tecnologia, operatori e altri agenti di mercato, il 5G è la prossima grande novità, il nuovo grande evento, l’ennesimo cambio di gioco, la chiave che cambierà tutto.

5G approda in campagne di marketing e comunicazione che annunciano un mondo iperconnesso di chirurghi che opereranno, a distanza e in tempo reale, usando un robot, a pazienti di un altro continente; di fattorie intelligenti in cui seminano, annaffiano e raccolgono in modo efficiente grazie al trattamento dei dati del suolo e del tempo, e di auto autonome che condividono informazioni al millisecondo che ci avvertiranno se ci sono pericoli.

Allo stesso tempo, non mancano le voci che avvertono che stiamo affrontando un nuovo clamore, un fenomeno gonfio che nasconde anche derivati ​​inquietanti.

Continua a leggere QUI in lingua inglese

_______________________________

  

IL RUOLO DEL 5G E IL SUO PROGRAMMA PER IL TRANSUMANESIMO

di nogeoingegneria.com

iamo di fronte al tentativo faustiano di trasformare l’essere umano in un robot con cervello “potenziato”, ottenuto dalla fusione con l’intelligenza artificiale. Nel XXI secolo «l’intelligenza in senso lato, che sia biologica o artificiale» rappresenti «la chiave di tutti i poteri: politico, militare, scientifico, intellettuale, eccetera», in quanto «stiamo vivendo un cambiamento di civiltà». Il che evidenzia, anzi spalanca scenari per nulla rassicuranti… Chi governerà, esattamente, questo cambiamento? E per fare cosa?…Vedi qui 

DI RENEE PARSONS activistpost.com

La campagna per le PR del settore delle telecomunicazioni descrive il 5G come la prossima generazione di “tecnologia wireless ultra veloce che ha il potenziale per connettere qualsiasi cosa, dagli smartphone alle auto a guida autonoma, ai mondi virtuali”, come se comfort aggiuntivi offrano un contributo benigno alla vita americana o che il pubblico americano abbia atteso con impazienza il suo arrivo, nessuna di queste [affermazioni] è vera.

L’articolo continua QUI in lingua italiana

_______________________________

Credit: Screenshot from SoftBank HAPS concept video

Droni giganti 5G nei cieli delle Hawaii? Cresce il respingimento

di Debra Green
from TakeBackYourPower Website

Droni voluminosi di dimensioni di un campo da calcio che volano nella stratosfera, irradiando radiazioni tossiche 5G nella terra, nell’oceano, nelle nostre case, nei nostri corpi.

Sembra qualcosa uscito da un incubo di fantascienza …

Ma se gli sponsor del programma HAWK30,

  • colosso tecnologico SoftBank del Giappone
  • appaltatore della difesa AeroVironment della California
  • Alphabet, la società madre di Google,

… fanno in modo che l’incubo diventerà realtà questo autunno per alcuni residenti delle Hawaii e alla fine per gran parte della popolazione mondiale.

Il programma HAWK30, proposto dalla Research Corporation dell’Università delle Hawai’i (RCUH), vuole utilizzare l’isola hawaiana di Lāna’i nella contea di Maui come trampolino di lancio per droni senza pilota, HAPS (stazioni di piattaforma ad alta quota) che volano a Da 65.000 a 80.000 piedi che trasportano relè di comunicazione wireless e trasmettono segnali 5G in aria, terra e mare in un programma trifase.

Nella fase finale del piano surreale, la piccola isola di Lāna’i diventa un impianto di produzione di droni, trampolino di lancio e centro di controllo della missione per far volare enormi droni in tutta la cintura equatoriale. VIDEO

Continua a leggere QUI in lingua inglese

®wld

Le Favolose Tavolette del Destino Babilonese

INTERVENTO ARCHEOLOGICO?

Da qualche tempo propongo la speculazione che l’intervento militare americano in Iraq e in Siria e che la “primavera araba” sponsorizzata dagli Stati Uniti in Egitto, abbia avuto, come ragione più profonda e segreta, il controllo di siti di antichità e una ricerca, forse, per scoprire informazioni sull’antica tecnologia perduta e antica. Quando il saccheggio del museo di Baghdad avvenne poco dopo che le forze americane raggiunsero quella città, i miei sospetti andarono nella zona rossa, e allora credetti, e credo ora, che il saccheggio fosse “un lavoro interno”, e fatto proprio per acquisire informazioni. L’Iraq, in altre parole, mi ha reso estremamente sospettoso che lo sforzo archeologico fosse al primo posto tra le priorità americane di qualsiasi altra ragione pubblicamente dichiarata all’epoca sulle “armi di distruzione di massa”. In effetti, ho intrattenuto la possibilità – e ancora lo intrattengo – che queste “armi di distruzione di massa” che stavamo cercando (e presumibilmente mai trovato) non fossero il tipo a cui tutti stavano pensando (atomico, biologico e chimico), ma di un tipo molto diverso, molto più esotico e molto antico. Nel mio scenario, ci veniva detta una verità, ma una verità parziale che conteneva molte indicazioni errate. Poi venne la Siria, un paese con le sue ricche antichità, e poi la spinta per un’azione militare contro l’Iran, l’ennesimo paese con ricche antichità.

Fondamentale per le mie speculazioni qui è una vecchia “epica” babilonese chiamata epica di Ninurta, che ho incluso nel mio libro La guerra cosmica, nella sua interezza, perché volevo che le persone fossero effettivamente in grado di leggere qualcosa che gli accademici consideravano un “epico.” “Bene, Homer non lo è. È emozionante quasi quanto leggere l’indice del catalogo Sears, perché in effetti è quello che è, un inventario di “cose” associate a un’antica “guerra degli dei” e potenzialmente le favolose babilonesi “Tablets of Destinies”. “Alcune caratteristiche del testo suggeriscono che sta descrivendo una tecnologia di qualche tipo. Certo, questa è un’ipotesi altamente speculativa e l’intera idea di invadere i paesi per il fine ultimo nascosto di ottenere l’accesso o informazioni su tali cose putative sembra, a prima vista, scandalosa. Ma ancora una volta, se esistessero queste cose, darebbero a chiunque le acquisisse un’enorme leva tecnologica, a tal punto che si potrebbe davvero rischiare interventi militari semplicemente per acquisirla e impedire ad altri di farlo.

Finora, tuttavia, questa è stata una speculazione interamente discussa, a seconda del punto di connessione e della speculazione lungo il percorso su ciascun punto dati. In altre parole, è una proposta molto “incerta”. Ma ora c’è una storia molto affascinante là fuori che è stata avvistata da FLM e ha passato una lunga, e a mio avviso, tende a confermare la mia selvaggia speculazione ad alto numero di ottani sugli interventi militari che hanno uno scopo in definitiva archeologico:

Le truppe russe proteggono lo scavo biblico segreto in Siria

Uno scavo top-secret si sta svolgendo nella città di Palmira, in Siria, allo scopo di trovare antichità bibliche ebraiche sotto la protezione delle truppe militari russe. Tre archeologi israeliani senza nome, sostenuti da truppe russe, stanno prendendo parte… Continua a leggere

La cosa molto interessante in questo articolo è la seguente serie di dichiarazioni:

A Palmira, secondo le fonti, i soldati e l’intelligence russi hanno lavorato a lungo con mercenari e soldati del regime siriano. Durante quel periodo, furono partner nella rapina e nella vendita di manufatti archeologici in base al loro potere e presenza militare; tuttavia, questa collaborazione non durò a lungo poiché i russi rivelarono rapidamente le loro intenzioni. Hanno escluso il regime e individuato il potere per se stessi nel cuore della città storica che è considerato un museo pieno di tesori e antichità rari da trovare nel mondo. 

Forse i russi hanno individuato il potere per se stessi spiegando anche se in ritardo il segreto dietro Mosca si precipita a partecipare a una forza efficace senza precedenti per riconquistare la città. Mosca fece precipitare truppe di terra efficaci accompagnate da intensi e violenti raid aerei.

L’entità delle perdite subite dai russi sul fronte di Palmyra può dare una chiara idea dello slancio della corsa russa. I russi hanno subito la più grande perdita di Palmira dal suo intervento diretto e immediato nella guerra siriana.

Le nostre fonti private hanno chiarito che i russi hanno recintato il loro accampamento nel cuore della città storica e hanno vietato a qualsiasi personale del regime o mercenari di entrare o avvicinarsi all’area sotto pena e responsabilità.

Questa procedura è andata di pari passo con l’arrivo di 3 esperti stranieri che hanno iniziato a spostarsi tra i punti di riferimento di Palmyra con guardie e protezione intensiva. Risiedevano nel campo russo situato nelle piste dei cammelli e nei cimiteri che si estendevano al teatro e al Bel Temple.

Le fonti affermano che gli esperti stanno comunicando con il russo esclusivamente tramite un interprete. Il loro lavoro si limita principalmente alla ricerca di incisioni ebraiche che potrebbero essere un documento per collocare Palmyra nella prima delle città ebraiche in base a ciò che stanno cercando. (Enfasi aggiunte)

In altre parole, se le affermazioni di questo articolo sono vere, c’era una chiara motivazione archeologica dietro l’intervento russo in Siria, e quell’intervento includeva mettere un sito archeologico noto e famoso sotto il controllo dell ‘”intelligenza”, in questo caso, presumibilmente Intelligence militare russa. Non posso fare a meno di tracciare qui il parallelo con l’Iraq prima dell’invasione americana dopo l’11 settembre di quel paese, poiché si ricorderà che prima di quell’invasione, sia la Francia che la Germania avevano squadre di archeologi che scavavano in Iraq per Saddam Hussein, e Si dice che la Germania avesse una forte presenza della sua agenzia di intelligence del BND in quel paese. Ciò di per sé non è sorprendente, dal momento che c’era stata una rete di intelligence tedesca che operava in quel paese durante la seconda guerra mondiale che ha contribuito a organizzare il colpo di stato in Iraq e costringendo gli inglesi a spendere risorse militari per metterlo da parte. (In effetti, ho fortemente sospettato che, dal momento che la storia del saccheggio di Baghdad è stata interrotta per la prima volta dai media tedeschi , l’intero saccheggio potrebbe essere stato un’operazione tedesca, con individui che indossavano uniformi americane.)

C’è un ulteriore fattore qui, e questa è la presenza di un’antica comunità ebraica a Palmira, che potrebbe implicare che i russi stiano cercando “qualcosa”. E data la “alleanza” della Russia con l’Iran, è forse pertinente notare che la Russia, con le sue vaste riserve di petrolio e gas naturale, non ha quasi bisogno dell’Iran. Quindi quella “alleanza” di più per impedire a Occidente / America di accedere ai siti di antichità dell’Iran? (E allo stesso modo, e dal momento che siamo in tema: la Russia ha squadre archeologiche che esplorano l’Iran?)

Qualunque cosa si faccia di queste domande e speculazioni, questo articolo sembra corroborare i miei sospetti originali di “intervento archeologico”, sollevandolo di una o due tacche.

Fonte: https://gizadeathstar.com/

Qualche ipotetico addentellato li si può trovare nel quinto capitolo dei questo pdf de: Il Pianeta degli Dei di Zacharia Sitchin Capitolo Quinto “NEFILIM: IL POPOLO DEI RAZZI FIAMMEGGIANTI

Nota mia:

L’articolo sopra parla di Ninurta, va detto che nelle raffigurazioni antiche Ninurta tiene sempre in mano un’arma molto particolare, senza dubbio la stessa arma con laquale scagliava “dardi di luce”.

®wld

Il Programma Spaziale Australiano

 

 REGNO UNITO, AUSTRALIA, ITALIA, (E CINA) E SPAZIO ...

C’è uno strano articolo fuori dall’Australia che un lettore normale, J.D., ha condiviso, e alla fine mi viene in mente di lavorare sulla speculazione ad alto numero di ottani. La storia riguarda l’Australia e il suo programma spaziale. Normalmente, la maggior parte delle persone non pensa all’Australia come a un paese con un grande interesse per lo spazio, né alle infrastrutture per sostenere un vasto programma spaziale. Torneremo su quel punto in un momento, ma solo per la cronaca, l’Australia, come la maggior parte dei paesi alleati nella seconda guerra mondiale, è partita con un po ‘di bottino tecnologico nazista sotto forma di alcuni razzi V-2. Quindi l’interesse è sempre stato lì. Nel periodo successivo alla guerra, l’Australia fu il luogo scelto dalla Gran Bretagna per testare le sue bombe a sviluppo indipendente e, successivamente, le bombe a h. Più recentemente, in Australia si discute tranquillamente sullo sviluppo delle proprie armi nucleari, ma questa è un’altra storia per un’altra volta. Il punto di tutto questo contesto è semplicemente questo: mentre l’infrastruttura spaziale potrebbe essere piccola, il pool di talenti non lo è, e le cose potrebbero essere impostate per l’espansione di quella piccola infrastruttura nei prossimi anni, e drammaticamente così. Ancora una volta, torneremo su questo. Ecco la storia che J.D. ha catturato e trasmesso:

Obiettivo dei lavori spaziali “realistico” nonostante l’inclusione di avvocati, costruttori di sottomarini e lavoratori NBN

Ciò che attirò la mia attenzione in questo articolo e mi fece partire per il mio viaggio fino alla fine del ramoscello di speculazione ad alto numero di ottani, fu questo:

“La neonata agenzia spaziale australiana è stata “effettivamente notata” dalla comunità internazionale, secondo il Primo Ministro Scott Morrison.

Rimangono tuttavia dubbi sul fatto che l’Australia possa raggiungere l’obiettivo di triplicare i lavori nel settore spaziale locale entro un decennio.

Morrison ha rivelato che l’Agenzia spaziale australiana ha partecipato ai colloqui con le controparti britanniche e italiane durante l’incontro del G7 durante la notte in Francia.

Disse di essere “elettrizzato” e che c’era un “entusiasmo” da parte del Regno Unito e dell’Italia a impegnarsi.

L’obiettivo dell’Agenzia è quello di aggiungere 20.000 posti di lavoro nel settore spaziale (si stima che impiegheranno attualmente 10.000 persone) entro il 2030. (Enfasi aggiunta)”

Questa piccola notizia – che il Regno Unito e l’Italia – ha espresso interesse per l’agenzia spaziale australiana durante il recente vertice del G7 ha attirato la mia attenzione, poiché quei due paesi sono ovviamente i due paesi più in contrasto con Berlino … ehm … . l’Unione Europea. I recenti eventi in Italia potrebbero cambiare questo a breve termine, dal momento che il leader del partito M5s ha avviato negoziati con il partito democratico per formare una nuova coalizione con (avete indovinato) il primo ministro recentemente ritirato Giuseppe Conte come primo ministro. A lungo termine, tuttavia, se si verificherà un ritorno alle politiche di Berlino, quel governo, sospetto, non sarà lungo per il mondo, nemmeno per un governo italiano. Ciò lascia ancora una volta l’Italia con il problema di con chi fare affari e che tipo di affari vuole fare. Lo spazio è una scelta naturale e se l’Italia lascia l’UE o modifica i suoi impegni nei suoi confronti, la sua partecipazione all’Agenzia spaziale europea può essere modificata. In altre parole, all’interno o all’esterno dell’UE, l’Italia non deve mettere tutte le sue uova nel paniere dello spazio. Entra in Australia.

Poi c’è il Regno Unito e il nuovo governo Johnson. Come rivedrò in News and Views dal Nefarium, Johnson ha richiesto che la Corona sospenda il parlamento al fine di prevenire qualsiasi processo legislativo dell’ultimo minuto che impedirebbe una dura Brexit il 31 ottobre. Questo ha fatto la regina. Johnson ha ribadito il suo impegno ad andare avanti con la Brexit e lo ha dimostrato con la sua richiesta (anche se, come menzionerò in News e Views, sospetto che potrebbero esserci alcuni fattori in gioco che contrastano leggermente con la narrativa pubblica). Una forte Brexit significherebbe la partenza della Gran Bretagna dall’Agenzia spaziale europea e, per l’industria aerospaziale britannica, si dovrà trovare una sostituzione. Prima del referendum sulla Brexit, avevo previsto che se davvero gli elettori britannici avessero approvato una Brexit, la risposta sarebbe stata quella di rilanciare il Commonwealth sotto forma di blocco commerciale (e culturale), e questo sembra essere ciò che potrebbe essere dietro questi colloqui. Quindi con una piccola previsione: cerca l’Australia per rafforzare il suo programma spaziale – e in particolare la sua capacità di lancio satellitare – con accordi bilaterali commerciali e tecnologici, e in particolare con la Gran Bretagna. L’Italia, sospetto, alla fine arriverà.

In bilico qui, ovviamente, c’è la Cina e, dal punto di vista geopolitico, l’Australia ha bisogno di quell’espansione della propria capacità spaziale indipendente, che tali accordi potrebbero fornire. Se e quando il governo di Trudeau cadrà in Canada, attendiamoci lo svolgersi di incontri interessanti sulle questioni spaziali tra i tre grandi del Commonwealth: Regno Unito, Australia e Canada.

 

Fonte: https://gizadeathstar.com/

®wld

Risucchiati in un ciclo infinito di tecno stress sui social media

   

Technostress: come i social media ci impediscono di staccarci da loro, facendoci immergere ancora di più, anche quando ci rendono infelici.   

Di Monideepa Tarafdar, Lancaster University; Christian Maier, Università di Bamberga e Sven Laumer, Università Friedrich – Alexander Erlangen – Nürnberg (FAU)  

Se ti trovi mai in attesa di una vacanza perché sarai in grado di spegnere lo smartphone, allora forse stai soffrendo di “tecnostressasui social media. Il flusso costante di messaggi, aggiornamenti e contenuti che le app di social media trasmettono direttamente nelle nostre tasche a volte può sembrare un sovraccarico sociale, invadendo il tuo spazio personale e obbligandoti a rispondere per mantenere amicizie.

Penseresti che una ovvia risposta a questo problema sarebbe quella di smettere di usare i nostri dispositivi o eliminare le app. Ma abbiamo recentemente pubblicato una ricerca che mostra che, di fronte a questa pressione, molti di noi finiscono per scavare più a fondo e usare i nostri telefoni più frequentemente, spesso in modo compulsivo o persino avvincente.

La saggezza convenzionale implica che quando le persone si trovano ad affrontare una situazione sociale stressante, ad esempio, una discussione con qualcuno – affrontano lo stress prendendo le distanze. Fanno una passeggiata, vanno a correre, giocano con i loro bambini. Ma quando le situazioni stressanti derivano dall’uso dei social media, scopriamo che le persone tendono ad adottare una delle due strategie di coping molto diverse.

Abbiamo esaminato 444 utenti di Facebook dalla Germania tre volte in un anno per scoprire come hanno risposto alla tecnostress dei social media. A volte, come ci aspettavamo, si sono deviati o si sono distratti con attività non correlate come gli hobby. Ma controintuitivamente, abbiamo scoperto che era più comune per le persone distrarsi utilizzando ancora di più i social media.

 

I social media hanno molte funzionalità per tenerci agganciati. 13_Phunkod / Shutterstock 

Le app e i siti Web di social media sono ciò che chiamiamo tecnologie ricche di funzionalità, il che significa che ci sono molti modi per usarle. Su Facebook, puoi giocare, leggere le notizie, pianificare una vacanza guardando i post relativi ai viaggi o chattare con i tuoi amici. Ognuna di queste azioni viene eseguita in un contesto diverso e ti porta in un regno diverso all’interno dell’app. Ciò ti consente di visualizzare una singola app in diversi modi.

Quindi, se, ad esempio, provi la tecnostress sui social media dal post di un amico sulla crudeltà verso gli animali o sulla perdita di un gioco, puoi “allontanarti” da quello stress deviando la tua attenzione su qualcosa di più piacevole e rilassante all’interno dell’app.

Tali deviazioni sembrano inizialmente innocue. Ma possono risucchiarti in un ciclo infinito di tecnostress di social media e diversione di social media che ti tiene bloccato sulla fonte del tuo stress. Questo può anche formare un sintomo di dipendenza, in cui cerchi costantemente una soluzione a breve termine proprio dalla cosa che ti sta causando problemi a lungo termine. In modo allarmante, abbiamo scoperto che più usi i social media, maggiore è la probabilità che tu lo faccia.

La preoccupazione per i potenziali effetti negativi dei social media ha portato i governi a iniziare ad agire per proteggere i cittadini. I legislatori statunitensi hanno proposto di vietare le funzionalità dei social media che potrebbero avere proprietà di dipendenza, come feed di contenuti infiniti e riproduzione automatica di video.

Il comportamento modella effetti dannosi

Tuttavia, sebbene tali funzionalità possano essere progettate per far sì che le persone utilizzino i social media più a lungo, è anche chiaro che è il modo in cui le persone usano le loro app e il modo in cui reagiscono ai social media che modella eventuali effetti dannosi. Se le persone vedono i social media come uno stress e un creatore di stress, allora hanno maggiori probabilità di aumentare il loro uso in risposta alla pressione che genera.

Il primo passo per affrontare questo tipo di reazione è la consapevolezza. Se possiamo diventare più consapevoli di tutti i diversi modi in cui ci comportiamo sui social media, avremo maggiori probabilità di separare gli effetti dannosi da quelli più favorevoli, evitando così di usarli in modo dannoso.

Quindi la prossima volta che ti senti tecnostressa dai social media, potrebbe essere meglio mettere il telefono completamente giù piuttosto che cercare un rifugio ancora più profondo nelle tue app. Altrimenti, prima di saperlo, potresti aver passato minuti o addirittura ore di tempo “morto” a fare altro che passare da una funzione all’altra per deviarti.

Monideepa Tarafdar, professore di informatica, Università di Lancaster; Christian Maier, Professore assistente, Dipartimento di sistemi e servizi di informazione, Università di Bamberga e Sven Laumer, Professore di sistemi di informazione, Università Friedrich – Alexander Erlangen – Norimberga (FAU)

Questo articolo è stato ripubblicato da The Conversation con una licenza Creative Commons. Leggi l’articolo originale

Credito di immagine superiore: Pixabay

Fonte: https://www.naturalblaze.com/

®wld

Esistono limiti al comportamento o alla capacità di nuocere?

Il crimine e la cospirazione governativa sono ovunque, ma alcuni si rifiutano ancora di crederci. Questi 20 file declassificati lo dimostrano. 

Pubblicato 2 anni fa il 17 agosto 2017

Di MakiaFreeman

Ultimo aggiornamento il 17 agosto 2017

20 file declassificati che dimostrano il crimine e la cospirazione governativa – Parte 2

I file declassificati rivelano i fatti in bianco e nero di collusione governativa, corruzione, criminalità e cospirazione. Mostrano la misura sconvolgente in cui gruppi di persone, usando e nascondendosi dietro il concetto di “governo”, hanno commesso gravi atti di lesioni, danni e omicidi. Tuttavia, grazie a Internet e alla diffusione delle informazioni, possiamo accedere e verificare ciò che è accaduto e superare la negazione. Ecco la parte 2 (clicca qui per la parte 1) di un elenco di 20 file declassificati (la maggior parte dal governo degli Stati Uniti) che dimostrano i crimini che sono stati perpetrati contro l’umanità.

File declassificati: programmi di sterilizzazione forzata 

Il governo degli Stati Uniti ha una lunga e sordida storia nell’usare la propria gente come cavie e soggetti inconsapevoli per la sperimentazione, molti dei quali sono stati fatti a loro insaputa o senza il loro consenso. Alcuni di questi sono arrivati ​​sotto forma di programmi di sterilizzazione forzata. Questo articolo descrive un programma particolare rivolto alle donne indiane dei nativi americani:

“Durante la fine degli anni ’60 e l’inizio degli anni ’70, una politica di sterilizzazione chirurgica involontaria è stata imposta alle donne dei nativi americani negli Stati Uniti, di solito a loro insaputa o senza il consenso, dal servizio sanitario indiano (IHS) finanziato dal governo federale, poi gestito dall’Ufficio di presidenza degli affari indiani (BIA). Si presume che l’esistenza del programma di sterilizzazione sia stata scoperta da membri dell’American Indian Movement (AIM) durante la sua occupazione nel quartier generale della BIA nel 1972. Uno studio del 1974 condotto da Women of All Red Nations (WARN), ha concluso che Il 42% di tutte le donne indiane americane in età fertile erano state sterilizzate senza il loro consenso. Una successiva indagine fu condotta dal General Accounting Office (GAO) degli Stati Uniti, sebbene fosse limitata a solo quattro delle molte strutture IHS a livello nazionale ed esaminata solo dagli anni 1973-1976. Lo studio GAO mostrò che in queste quattro furono eseguite 3.406 sterilizzazioni involontarie Ospedali IHS durante questo periodo di tre anni. Di conseguenza, l’IHS è stato trasferito al Dipartimento della salute e dei servizi umani nel 1978.”

Puoi leggere i file declassificati qui.

File declassificati: esperimento di sifilide di Tuskegee 

Uno degli episodi più oscuri della storia del governo degli Stati Uniti, l’esperimento sulla sifilide di Tuskegee è stato uno studio clinico malvagio condotto dal Servizio sanitario pubblico americano, iniziato nel 1932 e durato fino al 1972. Il punto era studiare la naturale progressione di sifilide non trattata in uomini afroamericani rurali che pensavano di ricevere assistenza sanitaria gratuita dal governo. Si trattava di dare consapevolmente agli uomini la sifilide a loro insaputa, dicendo loro che avevano solo “sangue cattivo”, quindi osservarli mentre la malattia progrediva. I ricercatori (o forse meglio i sadici) deliberatamente non trattarono gli uomini con penicillina che fu trovata negli anni ’40 come una cura efficace per la sifilide. Nel frattempo, numerosi uomini nello studio sono morti di sifilide, 40 delle loro mogli hanno contratto la malattia e successivamente 19 bambini sono nati con la sifilide congenita. Se ti senti arrabbiato nel leggere questo, o scuoti la testa incredulo per il puro livello del male coinvolto, non ti biasimo.

Puoi leggere i file declassificati qui.

File declassificati: l’esperimento di sifilide di Tuskegee.  

File declassificati: Operation LAC e Operation Dew  

La sperimentazione umana non è stata solo limitata all’iniezione di malattie e sterilizzazione. Ci sono stati anche test sulla popolazione che hanno comportato la spruzzatura di intere aree con agenti patologici (a volte agenti di guerra biologica a volte naturali, a volte artificiali). Due esempi sono Operation LAC (Large Area Coverage) e Operation Dew, entrambi condotti dall’esercito americano Chemical Corps negli anni ’50, entrambi coinvolti nella dispersione di minuscole particelle di zinco cadmio solfuro (ZnCdS) (che erano fluorescenti) e spore di piante (lcopodio) proveniente da un aereo in gran parte del paese. L’obiettivo era accertare la dispersione e la gamma geografica degli agenti spruzzati. Il governo ha affermato che all’inizio era sicuro, ma Wikipedia afferma che “secondo il database TOXNET della National Library of Medicine, l’EPA ha riferito che il cadmio-solfuro era classificato come probabile cancerogeno per l’uomo”.

Puoi leggere alcuni dei file declassificati qui.

File declassificati: Project Sunshine

Lo strappo di corpi e la sperimentazione su corpi morti (cadaveri) è anche un fatto documentato quando si tratta di crimini governativi. Durante gli anni ’50, la US AEC (Atomic Energy Commission) e la US Air Force condussero uno studio sugli effetti sulla salute globale delle ricadute dai test sulle armi nucleari. L’AEC voleva saperne di più su come lo stronzio-90 (un isotopo radioattivo di stronzio) ha influenzato il tessuto e le ossa umani, quindi hanno segretamente raccolto (rubato) oltre 1500 campioni di tessuto dai corpi di neonati e bambini piccoli di tutto il mondo – senza consenso. Il progetto Sunshine è stato declassificato nel 1959.

File declassificati: operazione Popeye

Tutti coloro che ancora negano la realtà delle scie chimiche, del cloud seeding e dei programmi di geoingegneria potrebbero voler dare un’occhiata a questo. L’operazione Popeye fu un programma di modifica meteorologica nel sud-est asiatico (principalmente Laos e Vietnam) dal 1967 al 1972. Lo scopo era di aiutare gli sforzi degli Stati Uniti nella guerra del Vietnam. In particolare, si trattava di un’operazione di seeding delle nuvole che mirava ad estendere la stagione dei monsoni (mirata su aree del Sentiero di Ho Chi Minh) inducendo la pioggia sulle “rotte di infiltrazione nel Vietnam del Nord e nel Laos meridionale” e quindi a “interdire o almeno interferire con traffico di camion tra il Nord e il Sud del Vietnam” – come scritto in questa nota dal Vice Sottosegretario di Stato agli Affari Politici (Kohler) al Segretario di Stato Rusk. Ricorda, erano gli anni ’60. Immagina cosa possono fare oggi con HAARP e la geoingegneria.

File declassificati: Iran Flight 655 

Gli Stati Uniti e l’Iran sono stati in condizioni tese per molto tempo. Nel 1953, gli Stati Uniti decisero di prendere di mira l’Iran con uno dei suoi ormai famosi programmi di cambio di regime per rovesciare il Mossadegh eletto democraticamente e rimpiazzarlo con il dittatore di marionette Shah, che era felice di ridurre gli utili del petrolio iraniano negli Stati Uniti e nel Regno Unito. Quindi, durante la guerra Iraq-Iran degli anni ’80, gli Stati Uniti si schierarono dalla parte dell’Iraq contro l’Iran. Verso la fine degli anni ’80 (3 luglio 1988 per l’esattezza), l’Iran Air Flight 655 (un volo commerciale) stava viaggiando lungo un percorso di volo standard attraverso lo spazio aereo iraniano sulla strada per Dubai. Pochi minuti dopo il decollo, fu abbattuto dalla Marina degli Stati Uniti, uccidendo tutte le 290 persone a bordo.

La Marina ha mentito e ha dichiarato di ritenere che il volo 655 fosse un aereo da combattimento attaccante e che avevano tentato il contatto radio ma non avevano ricevuto risposta. Tuttavia, i documenti declassificati (qui) rivelano una storia diversa. La verità era che gli Stati Uniti utilizzavano solo frequenze radio di emergenza, ma non frequenze di controllo del traffico aereo, e anche che l’incrociatore della Marina aveva registrato che all’epoca l’aereo stava salendo, non in discesa come sarebbe stato un aereo attaccante. Alcuni file sono stati declassificati nel 1988 e altri nel 1993.

File declassificati: unità 731  

Questo è un altro evento scioccante negli annali del crimine governativo, sebbene nel caso l’autore fosse il governo giapponese. L’unità 731 si riferisce a un’unità di ricerca e sviluppo di guerra biologica e chimica nascosta dell’esercito giapponese situata in Cina durante la seconda guerra mondiale. Sotto il comando del generale Ishii, i giapponesi hanno commesso crimini di guerra e letali sperimentazioni umane su circa 300 persone, per lo più vittime cinesi (anche se c’erano anche alcuni prigionieri di guerra mongoli, russi, coreani e alleati).

Alla fine della guerra, i giapponesi furono catturati, ma in una storia familiare, gli Stati Uniti scambiarono l’immunità per i dati (un tema comune che accadde anche con il Project Paperclip). I ricercatori dell’Unità 731 hanno ricevuto segretamente l’immunità dagli Stati Uniti in cambio dei dati raccolti attraverso la sperimentazione umana. Wikipedia cita Hal Gold su Douglas MacArthur (Comandante supremo delle forze alleate), che scrisse a Washington che “ulteriori dati, probabilmente alcune dichiarazioni di Ishii probabilmente possono essere ottenuti informando i giapponesi coinvolti che le informazioni verranno conservate nei canali di intelligence e non saranno impiegate come prova dei “crimini di guerra”. 

Puoi leggere alcuni dei file declassificati qui.

 Il famigerato incidente con la falsa bandiera del Golfo del Tonchino che iniziò la guerra del Vietnam.

File declassificati: incidente del Golfo del Tonchino 

È stata la guerra di una generazione. È stata una guerra di insuccessi. È stata una guerra che non avrebbe mai dovuto essere. È stata una guerra che ha risvegliato una massa di attivisti per la pace negli Stati Uniti e nel mondo. Fu una guerra che produsse una fascia di soldati che soffrivano di PTSD. Fu una guerra che uccise milioni di persone.

La guerra del Vietnam è stata brutale, così come l’inganno che l’ha iniziata. LBJ, fresco del suo ruolo nell’assassinio di Kennedy, decide di immergere gli Stati Uniti in guerra nel 1964 “facendo merda”. Sosteneva che le navi statunitensi venivano sparate nel Golfo del Tonchino, ma era una bugia assoluta. Nel 2005 e nel 2006, i documenti della NSA furono declassificati dimostrando che il secondo incidente del Golfo del Tonchino, che fu usato come giustificazione per la Risoluzione del Golfo del Tonchino (che portò alla guerra del Vietnam), non accadde mai.

L’incidente del Golfo del Tonchino è per molti versi l’epitome del crimine del governo. Il tutto è stato interamente fabbricato (mentendo, ingannando). Sebbene non esistesse una nave nemica, fu progettata per inquadrare il nemico (operazione di falsa bandiera). Fu inventato solo per iniziare una guerra che il Nuovo Ordine Mondiale già desiderava (pretesto per la guerra). Quindi, la verità è stata nascosta in seguito per decenni e decenni fino a quando non è stato deciso che un numero sufficiente di persone coinvolte erano vecchie, ben fuori ufficio / potere e morte, in modo che la verità potesse essere finalmente rivelata nel 2005 (classificando la verità per 40 + anni). Lo stesso sta succedendo con altri grandi crimini come l’assassinio del JFK e l’11 settembre, anche se forse dovremo aspettare 100 anni affinché tutti i file vengano pubblicati con quegli eventi.

File declassificati: Project Stargate 

Questo per quanto riguarda la sperimentazione umana, i crimini di guerra e le modifiche meteorologiche. Per gli ultimi 3 progetti declassificati, scaviamo più a fondo nella tana del coniglio in operazioni strane e misteriose che, sebbene lontane, hanno comunque dimostrato di aver avuto luogo. Project Stargate era il nome in codice di un’unità segreta dell’esercito americano fondata nel 1978 a Fort Meade, nel Maryland, dalla Defense Intelligence Agency (DIA) e dalla SRI International (un appaltatore della California). L’obiettivo era analizzare i fenomeni psichici (osservazione a distanza, ESP, chiaroveggenza, viaggio astrale, ecc.) E vedere se potevano essere armati per scopi militari e di intelligence. I fondatori originali del programma erano Russell Targ, Hal Puthoff e Ingo Swann – soprannominato “Psi Spies” dal compianto Jim Marrs. Il progetto ha avuto vari predecessori e derivati ​​(come Gondola Wish, Grill Flame, Center Lane, Sun Streak e Scanate) fino al 1991, quando sono stati consolidati e ribattezzati con il termine generico Stargate Project. A un certo punto era in carica il defunto maggiore generale Albert Stubblebine, lo stesso che era stato apertamente esposto nell’esibizione della bandiera dell’11 settembre e che era il marito dell’attivista per la salute e la nutrizione Dr. Rima Laibow.

La CIA terminò il Progetto Stargate nel 1995, ritenendo che non avesse fornito alcun vantaggio. Puoi leggere i file declassificati qui.

File di piani declassificati USAF di piani per un disco volante supersonico. Credito di immagine: Archivi nazionali

File declassificati: Progetto 1794. Credito di immagine: Archivi nazionali 

File declassificati: Progetto 1794 

Ci sono alcuni che possono accettare molte parti della cospirazione mondiale, ma semplicemente “non possono andare lì” quando si tratta di UFO ed ET. Se tu o qualcuno che conosci è una persona simile, dai un’occhiata a questo. Il progetto 1794 è la prova in bianco e nero che l’esercito americano, in particolare l’USAF (US Air Force), stava sviluppando UFO o dischi volanti. Nel 2012, l’USAF ha rivelato che la sua divisione dei sistemi aeronautici aveva in programma di produrre un velivolo UFO negli anni ’50. Il veicolo artigianale è stato progettato per raggiungere una velocità di Mach 4, un’altitudine di 100.000 piedi e un’autonomia di oltre 1.000 miglia nautiche. Il progetto fu abbandonato nel 1961.

Puoi leggere alcuni dei file declassificati qui.

Un autentico documento MJ12 scritto da Allen Dulles (ex capo della CIA e mente assassina del JFK).  

File declassificati: Majestic 12 o MJ 12 

Infine, arriviamo a uno dei più grandi ed eccitanti gruppi di documenti declassificati – quelli di Majestic 12, noto anche come MJ-12 o MJ 12. Questo gruppo oscuro è stato presumibilmente incaricato di supervisionare la “questione aliena” durante le conseguenze della seconda guerra mondiale, l’inizio della guerra fredda e le conseguenze dell’incidente di Roswell nell’UFO del 1947. Molti ricercatori e informatori hanno tratto la conclusione che MJ 12 era il gruppo principale all’interno di altri gruppi che controllavano l’accesso alla tecnologia extraterrestre. Alcuni dei suoi membri includevano personaggi famosi come Vannevar Bush, che fu anche determinante nello sviluppo di programmi di manipolazione del tempo (come esposto da Peter Kirby nella sua ricerca su quello che chiama The New Manhattan Project).

Il rispettato ricercatore UFO Bob Wood (insieme al suo team tra cui il figlio Ryan Wood, il ricercatore UFO Nick Redfern, il ricercatore UFO Stanton Friedman, Timothy Cooper, Jim Clarkson e il defunto Jim Marrs) ha reso disponibile un sito Web con molti documenti Majestic disponibili. Puoi leggere questi file MJ12 qui. Hanno un proprio sistema di valutazione dei documenti per autenticità. 

Conclusione: i documenti declassificati dimostrano la complicità e la criminalità del governo 

Alcuni crimini governativi sono difficili da dimostrare in modo conclusivo. Abbiamo una buona idea di cosa sia successo nell’assassinio del JFK e dell’11 settembre, ma è difficile provare ogni dettaglio, dal momento che sono stati coinvolti così tanti agenti e così tanti documenti che sono ancora classificati. Tuttavia, si discute poco con i documenti declassificati presentati sopra. Fanno parte del registro dei fatti storici. Pertanto, sono un’ottima cosa per mostrare gli scettici e quelli bloccati nella negazione. Sono anche prove molto importanti per quei misteri che dobbiamo ancora scoprire. Funzionano come indizi che vanno nella giusta direzione. Se il governo fosse disposto a uccidere i propri cittadini innocenti per iniziare una guerra con Cuba (Northwoods), per fabbricare interamente un incidente che non è mai accaduto per iniziare una guerra con il Vietnam (Golfo del Tonchino) e per sperimentare i propri cittadini, non importa quale danneggiamento ne ha causato (MK Ultra, Midnight Climax, Tuskegee, sterilizzazione forzata, ecc.), a che lunghezza non è disposto a fare? Esistono limiti al comportamento o alla capacità di nuocere?

Pensare da solo a quest’ultima domanda può aiutare coloro che sguazzano nella Matrice a liberarsi dalla dissonanza cognitiva che li intrappola.

***** 

Vuoi gli ultimi commenti e analisi su Cospirazione, Geopolitica, Salute naturale, Sovranità, Coscienza e altro? Iscriviti per ricevere aggiornamenti gratuiti sul blog!

Makia Freeman è l’editore di media alternativi / sito di notizie indipendenti The Freedom Articles e ricercatore senior di ToolsForFreedom.com, scrivendo su molti aspetti della verità e della libertà, dall’esporre aspetti della cospirazione mondiale a suggerire soluzioni su come l’umanità può creare un nuovo sistema di pace e abbondanza.

fonti: 

* Http: //encyclopedia.jrank.org/articles/pages/6242/Forced-Sterilization-of-Native-Americans.html

* Http: //www.gao.gov/assets/120/117355.pdf

* Https: //catalog.archives.gov/id/281643

* Http: //data2.archives.ca/e/e443/e011063033.pdf

* Https: //history.state.gov/historicaldocuments/frus1964-68v28/d274

* Http: //documents.theblackvault.com/documents/dtic/ADA260260.pdf

* Https: //www.rand.org/content/dam/rand/pubs/reports/2008/R251.pdf

* Https: //en.wikipedia.org/wiki/Unit_731

* Https: //www.archives.gov/files/iwg/japanese-war-crimes/select-documents.pdf

* Https: //www.nsa.gov/news-features/declassified-documents/gulf-of-tonkin/

* Https: //www.cia.gov/library/readingroom/collection/stargate

* Https: //catalog.archives.gov/id/6920770

* Http: //www.activistpost.com/2017/03/chemtrails-exposed-truly-a-new-manhattan-project.html

* Http: //www.majesticdocuments.com

Fonte: https://thefreedomarticles.com/

®wld

Questa è la giornata tipo del giovane del Terzo Millennio: movimento fisico pressoché zero!

 

Un mondo senza movimento? Un mondo di malati

Marcello Pamio  

«Il cervello è in grado di modificare la propria mappa neuronale
e il proprio funzionamento, in risposta all’attività fisica e
all’esperienza mentale
»
“Le guarigioni del cervello”, N. Doidge 

«Mens sana in corpore sano», è la famosissima frase scritta nel I secolo d.C. dal poeta latino Giovenale.

Ma non tutti conoscono la frase completa riportata nelle Satire (X, 356): «Orandum est ut sit mens sana in corpore sano», che tradotto significa «Bisogna pregare affinché ci sia una mente sana in un corpo sano».

Aveva ragione da vendere Giovenale, oggi più che mai, anche se sono passati quasi duemila anni, infatti bisogna pregare tantissimo e con molta intensità perché il livello di salute mentale è gravemente minacciato. E non solo quello mentale, ma anche quello del fisico.

Il riferimento è all’attuale situazione della società moderna.

Una volta l’attività lavorativa principale consisteva nel curare la terra e i campi, per cui si stava sempre all’aperto sotto le intemperie e il sole, costringendo il corpo a muoversi e a sudare.

Oggi le persone sono rinchiuse come carcerati in piccoli uffici illuminati da neon, per cui gli unici movimenti che fanno consistono nell’usare il braccio per portare alla bocca il caffè della macchinetta durante la pausa, e da seduti polso e indice per azionare il mouse.

Il sole, se questi lo vedono, è a scacchi, oppure in qualche film.

Possiamo quindi stupirci del livello di salute medio della popolazione?

Assolutamente no… e questo purtroppo riguarda tanto più i giovani.

Sempre fino a pochi anni fa, i bambini potevano fare le classiche cose da bambino: correre e giocare per le strade e le vie delle città, volare giù dagli scalini della chiesa con lo skateboard finendo, per scappare dalle ire del prete, con una slogatura ad una caviglia o un braccio rotto.

Ma erano liberi e felici. L’unico modo per bloccare un bambino sano e tenerlo chiuso in casa era un febbrone da cavallo o una malattia esantematica: tutto il resto non era un impedimento, e pur di uscire si facevano carte false…

Oggi i bambini (ipervaccinati) non possono più scendere per le strade a giocare liberamente perché tra automobili, virus, buco dell’ozono, smog, espiantatori di organi e pedofili il rischio è troppo grande. Ma anche se volessero non possono perché sono quotidianamente oberati di compiti, letture, esami, ricerche, tesine e quando finalmente mettono il naso fuori da casa è per andare a ripetizione di inglese, a lezione di karate o pianoforte, al saggio di danza o partecipare a qualche concorso di bellezza.Questa è la giornata tipo del giovane del Terzo Millennio: movimento fisico pressoché zero!

Per la verità non è proprio zero, perché le dita della mano sono diventate negli ultimi anni molto prensili per poter navigare meglio nel web e scrivere velocemente messaggi con whatsapp…

Il paradosso è che i bambini di oggi non sanno camminare e neppure correre, ma smanettano con lo smartphone alla velocità della luce.

La cosa più incredibile è che la nostra società, invece di cercare di compensare questi gravissimi squilibri, è strutturata proprio per perpetrare simili abomini.

Mi riferisco allo sviluppo e all’evoluzione tecnologica in merito ai giochi di movimento.

Come detto prima: skateboard, monopattini e pattini a rotelle permettevano ai giovani di fare un’attività fisica ottimale. Oggi invece non è più così perché in commercio troviamo diavolerie assolutamente folli e disumane come l’overboard, il monopattino elettrico e addirittura lo skateboard elettrico!

L’overboard è quella specie di tavoletta con due ruote laterali sulla quale basta starci sopra in equilibrio per muoversi. Tecnologia stupenda, direbbe un cervello poco sveglio o il proprietario della ditta che li produce, ma la Natura ha strutturato l’uomo per muoversi!

Se non ci si muove, verranno perse le funzioni: tutto quello che in Natura non viene usato infatti, la Natura lo abbandona. Sono leggi ferree.

Per cui oggi è abbastanza frequente vedere in giro per le città bambini e ragazzi immobili come mummie muoversi sopra queste follie tecnologiche, per non parlare delle altre diavolerie come monopattino e skateboard elettrici!

Da che mondo e mondo, sia il monopattino che lo skateboard sono sempre stati attività eccelse per quanto riguarda il movimento, e non è un caso infatti che esistano gare sportive dedicate.

Ma vedere giovani che montano sopra uno skateboard elettrico e invece di spingersi con tutta la forza che hanno nelle gambe, l’unico movimento che riescono a fare è quello di accendere il telecomando wifi che comanda il motorino elettrico agganciato alle rotelle, è come bestemmiare in chiesa durante la comunione.

Movimento & cervello

Grandissimi illuminati del mondo della pedagogia, come Maria Montessori e Rudolf Steiner, hanno sempre sottolineato l’importanza del movimento (delle mani ma non solo) per un sano sviluppo del cervello, e quindi del mondo dei pensieri.

Ce lo confermano oggi i più recenti studi di neuropsichiatria e neuroscienze.

La dimensione motoria, cioè il movimento in generale, è fondamentale per lo sviluppo cognitivo: l’apprendimento è infatti collegato all’esperienza diretta, sensoriale.

Attraverso l’osservazione e soprattutto il movimento, vengono elaborati principi necessari per lo sviluppo cognitivo.

Tramite il movimento il bambino apprende e memorizza informazioni che altrimenti sarebbe impossibile per lui interiorizzare. Questo è il motivo per cui in alcuni Paesi come Francia e Germania, da alcuni anni si insegnano le lingue proprio attraverso il movimento: a lezione i piccoli ripetono i vocaboli muovendosi, facendo delle azioni concrete, delle scene anche teatrali…

Infine va ricordato anche che il cervello per attivare i propri circuiti nervosi ha bisogno che il corpo si muova, solo così riceve quei principi nutritivi di cui ha bisogno!

Conclusione
Se il movimento del corpo struttura e sviluppa i delicatissimi e complessi processi cognitivi: che tipo di mondo stiamo creando? Un mondo costituito da giovani immobili e bloccati sia nel corpo che nella mente? Viene in mente la visione di George Romero: un mondo fatto di morti viventi che si spostano dentro i centri commerciali con le rotelle elettriche.

Giovani che non sono più in grado di muovere il proprio corpo in modo naturale, se non attraverso ausili e apparecchiature elettriche; che non escono da casa perché sono connessi e immersi costantemente nel web…

Il mondo ideale per chi brama il Potere e il controllo globale…

Fino a che punto può diventare estrema la disperazione degli ingegneri del clima?

   

Catastrofica ingegneria degli incendi per raffreddare temporaneamente l’Artico con il fumo (aggiornato)  

Dane Wigington
GeoengineeringWatch.org 

Le operazioni di ingegneria del clima nascosto sono collegate agli incendi in aumento esponenziale in tutto il mondo? Giugno 2019 è stato il mese più caldo mai registrato sul nostro pianeta. Luglio, 2019, dovrebbe battere il record di calore di tutti i tempi appena stabilito il mese prima. Gli scienziati stanno suonando freneticamente l’allarme per l’accelerazione e l’immenso calore dell’Artico e lo scioglimento del ghiaccio polare. Gli incendi senza precedenti della latitudine settentrionale stanno attualmente consumando milioni di acri di foresta, ma i media mainstream statunitensi sono quasi in silenzio circa il cataclisma che si sta svolgendo. Man mano che l’ambiente e i sistemi climatici collassano intorno a noi tutti, fino a che punto può diventare estrema la disperazione degli ingegneri del clima? Fino a che punto i geoingegneri sono disposti ad andare nel loro tentativo di mascherare il collasso climatico in atto dalle masse? Gli ingegneri climatici sono disposti a incenerire vaste aree delle foreste rimanenti della Terra per raffreddare temporaneamente parti del pianeta, ricoprendo con il fumo interi continenti? Indipendentemente dal costo complessivo a lungo termine per il pianeta nel suo insieme? Esamina i dati terribili presentati in questo rapporto video e decidi tu stesso.

Tutti noi stiamo rapidamente esaurendo il tempo. Se la biosfera non sarà presto liberata dall’attuale assalto globale dell’ingegneria del clima, molto presto non ci sarà più nulla per salvare il nostro pianeta un tempo fiorente. 

Credito fotografico: Oregon Air National Guard 

Se vogliamo avere la possibilità di modificare il nostro corso attuale in tempo per fare la differenza, lo sforzo ci prenderà tutti. Istruzioni dettagliate per gli attivisti e materiali di sensibilizzazione sulla geoingegneria sono disponibili nella home page di GeoengineeringWatch.org. Raggiungere una massa critica di consapevolezza è l’unica strada da percorrere nella battaglia per esporre e fermare l’ingegneria del clima, per favore, aiutaci a suonare l’allarme.
DW 

Il post può essere ristampato liberamente, fintanto che il testo rimane inalterato, tutti i collegamenti ipertestuali vengono lasciati intatti e il merito dell’articolo viene dato in modo preminente a GeoengineeringWatch.org e all’autore dell’articolo con un collegamento ipertestuale alla storia originale.

Fonte: https://www.geoengineeringwatch.org/

®wld