Crea sito

FALSO IDEOLOGICO O FALSO MATERIALE?

FALSO IDEOLOGICO O FALSO MATERIALE?

 

Di: Dottor Roberto Slaviero

16.09.20

 

Il falso ideologico è la menzogna contenuta in un documento.

La falsità è ideologica perché cade sulle attestazioni dell’autore, cioè sul contenuto di un documento che, non risultando né coJntraffatto, né alterato,  reca dichiarazioni menzognere.

il falso ideologico si distingue nettamente dalJ falso materiale che si risolve nella contraffazione o nell’alterazione documentale, cioè nella creazione di un documento da parte di colui che non ne è l’autore o nella modifica del documento originale redatto da chi appare autore.

https://www.diritto.it/reato-falso-ideologico/

Non sono un avvocato, ma credo che nella Jtriste vicenda mondiale Corona, vi siano entrambi i reati.

Dati falsificati, sicuramente, ed inoltre la MENZJOGNA  da parte di OMS ed altri importanti Istituti o Ministeri della Sanità mondiali, su una Pandemia inesistente!

Parlare nuovamente e ripetutamente, sulla mortalità del marzo 2020 in Lombardia, non ha più molto senso, in quanto sappiamo cheJ la maggior parte delle morti, fu dovuta ad errori iniziali di terapie mediche; ne ho già parlato ripetutamente.

Parlare nuovamente e ripetutamente, dei certificati di morte tutti Covid, di qualsiasi morto, per motivi assicurativi e terroristici mondiali, per aumentare la conta dei morti da Corona, non ha più molto senso.

Oggi ci sono ancora milioni di persone, che credono però  nella pandemia ed hanno il terrore della seconda ondata.

Parlare nuovamente del fatto che, quel Corona si è spento dopo i soliti 60-70 giorni invernali, come da sempre accade, non ha più molto senso.

Se anche fosse stato un virus ingegnerizzato in laboratorio, tanto meglio da un certo punto di vista, in quanto la natura lo distrugge prima, come dice il Premio Nobel Prof Montagnier, che già nel tardo inverno scorso lo aveva annunciato.

La famiglia Corona, ha diverse forme virali che si modificano velocemente; ciò che fu, fu e forse tornerà tra molti anni, non ora!

Parlare di seconda fase, è criminale e senza nessun presupposto realmente scientifico.

Si vuole solo tenere la popolazione sotto assedio e l’economia sotto scacco, niente più.

Continuare a fare test sierologici o tamponi per quel Corona,  che ha perso la carica virale, per mantenere lo stato di emergenza, è un Falso Ideologico, gravissimo.

La situazione nelle scuole italiche è allucinante per i protocolli, che per una sieropositività, potrebbe portare a quarantene o chiusure varie e perdita di lavoro per i parenti.

Trattano ormai le persone, come se fossero degli Appestati, stanno evocando tragedie medioevali, quali streghe coi capelli rossi ed eretici da bruciare al rogo.

Ma il peggio è, che moltissimi ci credono e osservano il siero positivo o il non vaccinato con paura e disprezzo.

Questo è l’annullamento e la distruzione dell’Individualità umana;

questo è lo sfregio più grande, che il genere umano fa contro il suo Creatore divino, ossia:

ridurre il Sistema Immune, espressione della nostra individualità unica e spirituale, a materia organica infetta ed incapace di difenderci dagli attacchi interni od esterni.

Quest’inverno, come tutti i precedenti, milioni di italiani si ammaleranno di influenza, come sempre fu.

Migliaia di anziani o persone con gravi patologie purtroppo moriranno, come sempre fu.

Milioni di persone, creeranno la loro sieropositività di immunità ai virus, batteri o funghi, con i quali verranno a contatto, creando le IG, ovvero le Immunoglobuline e se tamponati risulteranno positivi.

Qualche starnuto, tosse, dolori e febbre…come sempre fu e sempre sarà!

Riportiamo il pensiero alla normalità e recuperiamo il senso della vita e della vitalità, eliminando le paure recondite.

Oggi, il pericolo maggiore, in questa sporca guerra, è lo Scandalo che viene fatto ai bambini, con l’obbligo di usare la maschera.

6” Chi invece scandalizza anche uno solo di questi piccoli che credono in me, sarebbe meglio per lui che gli fosse appesa al collo una macina girata da asino, e fosse gettato negli abissi del mare. 7 Guai al mondo per gli scandali! È inevitabile che avvengano scandali, ma guai all’uomo per colpa del quale avviene lo scandalo!” Matteo 18-6

La sottomissione voluta è criminale, e criminali sono tutti coloro che si prestano a questa sceneggiata, ben sapendo che l’utilizzo della maschera, ha senso in persone malate in fase acuta che, attraverso la tosse, potrebbero trasmettere il contagio, attraverso le goccioline di Flugge.

Come ben si sa, all’opposto, respirare le proprie esalazioni, cariche di batteri e virus, è molto più dannoso per la salute!

Ma anche questo non ha più senso ripeterlo.

Senso ha che le persone, che hanno un minimo di raziocinio e senso critico, comincino a capire.

Ci sono sempre state fasi nella storia umana, nelle quali si sono create false aspettative politico e sociali ed hanno portato a disastri infiniti: una specie di follia collettiva ha avvolto i popoli, soggiogati e convinti ammiratori di leader infausti: mi vengono in mente due nomi, Hitler e Lenin ad esempio.

Oggi i leader sono le realtà virtuali, le televisioni e le informazioni digitali e non più cartacee.

E’ molto facile ingannare la popolazione, quando una banda di persone, ha in mano il controllo della quasi totalità delle informazioni rilasciate.

Il futuro che ci aspetta, dipenderà da quanti individui, riusciranno a riprendersi dall’oblio in cui sono caduti.

Sperare nella politica od in un grande politico è tempo perso; sono tutti attori pagati ed eseguono farse teatrali a comando.

Se volete cercare gli indiziati di questa sporca guerra, basta verifichiate chi, persona o multinazionale, si è molto arricchito in questa situazione e quale nazione, sta ripartendo alla grande a livello economico.

Il resto sono chiacchere da bar.

Come italiani, credo non ci resti altro che salvaguardare la nostra Costituzione, stracciata in questi mesi di emergenza.

Come singole persone, dobbiamo contrastare gli eccessi di integralismo del pensiero scientifico, stracciato anch’esso in questi anni di dittatura sanitaria.

Ricordatevi di quel che ho scritto sopra; se tante pecore vanno dietro ad un pastore folle, il dirupo le attende.

Siate più lupi o volpi, che pecore!

Ricordate una frase attribuita a Voltaire, ma pare scritta da una saggista, Beatrice Hall:

“disapprovo quello che dici, ma difenderò fino alla morte il tuo diritto a dirlo“.

In queste poche parole, si esprimono i concetti fondamentali, dei rapporti che dovrebbero regolare la nostra società.

L’oscurantismo e l’integralismo di pensiero , religioso o scientifico, ha fatto e continua a fare danni enormi al singolo ed alla collettività.

Uscite dagli inferi del pensiero e cominciate a salire la montagna del Purgatorio…in alto poi vi attende il CIELO

“ Per correre migliori acque alza le vele

Omai la navicella del mio ingegno,

Che lascia dietro a se, mar si crudele;

E canterò di quel secondo regno

Dove l’umano spirito si purga

E di salir al ciel diventa degno”

Canto I Divina Commedia Dante Alighieri

 

Fonte: http://olisticoaltapusteria.com/

*******************************************

 

®wld

Interessante

Il candidato Premio Nobel: “VIRUS MAI ISOLATO: dittatura basata su tamponi fake” – Stefano Scoglio.

SCARICA LO STUDIO IN ESCLUSIVA SU BYOBLU: https://go.byoblu.com/StefanoScoglio 12/09/2020 Candidato al premio Nobel per la medicina nel 2018, Stefano Scoglio pubblica su Byoblu il suo ultimo studio dal titolo

“La pandemia inventata, la nuova patologia dell’asintomaticità e la non validità del test per il Covid19”.

Il ricercatore scientifico e Direttore del Centro di Ricerche Nutriterapiche di Urbino, in questa lunga intervista, arriva ad affermare con certezza che: “Il SarsCov2 non è mai stato isolato”.

Sebbene ci siano degli studi che affermino il contrario, il professore con dati e carte alla mano, spiega come il processo di separazione del virus non sarebbe mai stato realizzato:

“Ho esaminato tutti gli studi che affermano di aver isolato e persino testato il virus, ma tutti hanno fatto qualcosa di molto diverso: hanno preso il liquido faringeo o bronco-alveolare dei pazienti, lo hanno centrifugato per separare le molecole più grandi dalle molecole più piccole, come appunto i presunti virus; hanno poi preso il surnatante (la parte superiore del materiale centrifugato) e hanno chiamato quella matrice estremamente complessa ‘virus isolato’.”

Il fatto che il SarsCov2 non sia stato isolato pone ulteriori dubbi sulla veridicità-efficacia dei tamponi e dei test sierologici, spiega Scoglio rivelando un altro fatto estremamente grave e alla base della decisione di chiudere l’intero Paese:

“Esistono 78 tipologie di tamponi, alcune delle quali importate dalla Cina; nessuna di queste è mai stata controllata o ispezionata né convalidata, è la Commissione europea ad affermalo”

nel Working Document del 16 aprile scorso. SCARICA LO STUDIO: https://go.byoblu.com/StefanoScoglio

 

®wld

 

Paura – un’arma e un veleno per il cervello

 

 

Il caustico salario della paura perpetua

I primi tecnocrati che svilupparono la “scienza dell’ingegneria sociale” studiarono artisti del calibro di Saint-Simon, Pavlov, BF Skinner, Edward Bernays, ecc., E conoscevano perfettamente gli effetti della paura sulle persone e sulle società. Oggi è il loro strumento più utile. ⁃TN Editor 

Ho parlato a lungo sulla paura che rende gli esseri umani stupidi, e persino sul fatto che sia un’arma e un veleno per il cervello. Ma a volte mi sono anche chiesto se le persone avrebbero colpito la stanchezza della paura … quel punto in cui le persone hanno semplicemente avuto abbastanza paura e se ne sono andate.

 

A quanto pare, tuttavia, ero un po’ ottimista sulla paura della fatica. Ho letto l’ultimo libro di Robert Sapolsky,  Behave: The Biology of Humans at Our Best And Worst, e sono rimasto deluso nell’apprendere ciò che la migliore nuova ricerca mostra sull’applicazione a lungo termine della paura. (O, nella terminologia accademica,  stress sostenuto.)

 

La mia delusione, tuttavia, fu presto mitigata da due cose:

  1. Ho ottenuto informazioni su come funziona l’avvelenamento da paura.

  2. Quella neurologia umana è immensamente variabile, che ci sono eccezioni a tutto, e che se l’intero quadro fosse effettivamente oscuro come le scoperte più preoccupanti, molto tempo fa ci saremmo trasformati in nient’altro che scimmie assassine.

Ho a malapena bisogno di dirlo, ma il 2020 è stato l’anno della paura. Sono un po’ stupito dalla sua portata. C’è un certo fascino nell’assorbire tutte le storie di paura in tempi normali – la nostra capacità di guardare male negli occhi ci fa sembrare vibranti – ma il 2020 si è spinto ben oltre quel livello. Quello che stiamo incontrando è molto più del semplice porno della paura e ci sono alcuni punti vendita (compresi i siti Web) che posso solo descrivere come osceni.

Questo è più distruttivo di quanto le persone credano. 

 

Cosa ci fa la paura perpetua 

 

Cito da Sapolsky, che è uno dei migliori neuroscienziati del nostro tempo. Modificherò un po’ per semplificare e rimuovere i riferimenti all’area cerebrale, e seguirò i passaggi con alcune elaborazioni.

 

Durante lo stress prolungato, abbiamo più paura, il nostro pensiero è confuso, valutiamo male i rischi e agiamo impulsivamente per abitudine, piuttosto che incorporare nuovi dati”.

 

Sotto un lungo flusso della paura (come titoli spaventosi), il nostro pensiero si rompe. Mettiamola in modo molto semplice: potresti essere molto intelligente in sostanza, ma quando consumi ore di paura ogni giorno, diventi stupido. E per favore cerca di capire:  questo è biologico. Le tue operazioni cerebrali diventano quelle di una persona stupida. (E sì, sto usando “stupido” in modo molto antiscientifico.)

 

Ricorda anche che la paura funziona. Le persone che vendono la paura in TV, pagine web e social media vengono ricompensate per questo. Sono diventati, usando i miei termini liberamente ma non ingiustamente, spacciatori di droga, vendendo materiale dannoso da cui le persone diventano dipendenti. Inoltre, questi sono professionisti. Le società di social media sono pienamente consapevoli che i loro modelli di business dipendono dalle persone che ne sono dipendenti. Stanno attenti a mantenerli dipendenti.

 

Le paure che le persone consumano, quindi, provengono da persone che ne traggono profitto.

 

Lo stress indebolisce le connessioni che sono essenziali per incorporare nuove informazioni che  dovrebbero  spingere a passare a una nuova strategia, rafforzando al contempo le connessioni con i circuiti cerebrali abituali”.

 

In altre parole, la paura ti blocca nelle tue abitudini e nelle tue scelte precedenti. Riduce letteralmente i percorsi cerebrali che ti consentono di cambiare idea.

Questo è serio e sospetto che tu abbia già visto esempi di questo.

 

“In condizioni di stress prolungato elaboriamo le informazioni importanti dal punto di vista emotivo rapidamente e automaticamente, ma in modo meno accurato. La memoria di lavoro, il controllo degli impulsi, il processo decisionale, la valutazione del rischio e lo spostamento dei compiti sono compromessi.”

 

Ancora una volta, la paura prolungata blocca le persone in qualunque percorso si trovino già. E ancora, questo è biologico. I circuiti cerebrali sono direttamente interessati.

 

Da tutto quello che ho scritto sopra (e ci sono altri effetti sgradevoli come la violenza domestica), sembrerebbe che siamo condannati; che i nostri vicini che hanno bevuto profondamente dal fiume della paura sono bloccati dal cervello e finché il flusso della paura continua (non sembra esserci una fine in vista), diventeranno sempre più rigidi nei loro pregiudizi e quella violenza continuerà e aumenterà.

 

E per alcune persone tutto quanto sopra sarà vero. La paura distrugge nel modo più diretto: biologicamente.

 

Eppure … la biologia non è mai semplice, soprattutto a livello umano. Mentre le cose di cui sopra sono generalmente vere, ci sono sempre delle eccezioni; a volte molti di loro. Ed sono proprio quelle eccezioni che ci hanno salvato, di volta in volta.

 

I salari della paura perpetua sono menti polarizzate e bloccate. E questo porta a un’opposizione istintiva, violenza e omicidio. Lo stiamo vedendo ora e continuremo a vederlo per un po’ di tempo. Il mondo, a quanto pare, è diventato dipendente dalla paura.

 

Eppure, molti di noi lo rifiutano, e questo è ancora lontano.

 

Due giorni fa c’è stata una festa nel mio quartiere: musica, parlare, suonare, ridere e così via. È stato il primo rumore gioioso che ho sentito in pubblico da molto tempo.

 

La vita trova un modo, e soprattutto la vita umana. 

 

Leggi la storia completa qui … 

 

Postato su: https://www.technocracy.news/

 

®wld

Siamo l’esperimento delle 12 scimmie

Possono dirci tutto ciò che vogliono

di Sylvain Lamoureux dal sito Syllamo

“Loro” possono dirci tutto ciò che vogliono.

Ora c’è un’affermazione potente se puoi avvolgere la tua mente attorno ad essa – voglio dire davvero avvolgerla …

Non si discute se i “governanti” possiedano o meno i media.

È stato stabilito che solo una manciata di aziende controlla quasi tutto ciò che viene consumato (grandi piccoli consumatori non siamo?) Come “informazione” attraverso i mass media.

Che si tratti di stampa, notizie, televisione, film, letteratura, sì anche la tua serie Netflix preferita, ecc. al. i “governanti” lo possiedono in una forma o nell’altra e con quella proprietà sono in grado di creare e mantenere qualsiasi “narrazione” desiderino.

Ora, un’altra cosa che possiedono anche i nostri benevoli “governanti” è il “favoloso” sistema educativo che è stato propagato praticamente in ogni angolo del mondo.

Ah, la moltitudine di cose che ‘impariamo’ attraverso la ripetizione, l’obbedienza e la punizione con spunti basati sulla vergogna e il senso di colpa o l’orgoglio e il patriottismo (mentre scrivo, hanno annunciato “Ventilatori, maschere, ecc. Made-in-Canada”) , per citare alcune e molte figure di ‘autorità’ da ‘rispettare’ e obbedire insieme a una sottostante pigrizia mentale

Modellare la popolazione in bambini ingenui, fiduciosi e spaventati (dopotutto, la vita in sé è pericolosa, non è vero?) Che cercano protezione da qualcosa di esterno (inserire qui la figura dell’autorità).

E quando si è “spaventati”, cosa si tende a fare?

REACT e questo è l’ambiente perfetto per il controllo .

Ora aggiungete a ciò le aziende che offrono “attori della crisi” e “simulazioni” per i disastri, i “filantropi” che donano per guidare la società in determinate direzioni attraverso i “think tank” ei governi che chiedono a gran voce un maggiore “controllo” e si potrebbe avere una piena produzione soffiata di qualunque cosa si desideri e funzionante in un attimo (per non parlare di ciò che una pianificazione avanzata porterebbe).

Qualcuno vuole Un Cane che Scodinzola ?

Quindi torniamo alla dichiarazione originale, e la scriverò di nuovo perché è così importante:

“Possono dirci tutto quello che vogliono”

Ora pensaci per un momento.

Significa,

  • che dovrei prendere tutto con le pinze

  • che non dovrei sentirmi in ansia per la consegna di “cattive notizie” da queste persone

  • che dovrei indagare personalmente sulle affermazioni fatte

  • che sono libero di usare i miei poteri di discernimento per navigare tra le bugie e rivelare meglio la verità

  • che è mio dovere mettere in discussione tutto

Il primo percorso sulla strada verso la libertà è pensare per se stessi. Cose abbastanza liberatorie quando puoi davvero ottenerle …

Ora facciamo un passo indietro e vediamo la crisi attuale sotto una nuova luce.

All’inizio, quello a cui ho assistito era una “campagna pubblicitaria”; stavano cercando di VENDERTI qualcosa (Corona, tieni il lime) e quel qualcosa era paura

Ora, ammetto che un “nemico invisibile” fa paura, ma lo è ancora di più la reazione globale a causa di paure basate sull’ignoranza.

C’erano un sacco di “può” e “potrebbe” e “potrebbe” e ogni sorta di paure non definitive che venivano lanciate durante l’uso di una verbosità di guerra avvolta nell’ambiguità che lo vendeva al pubblico. (Certo sembra chiaro, no?)

Dopo poco tempo, gli speculatori hanno iniziato con le loro ipotesi:

“È così, stanno andando per questo, stanno andando per i 500 milioni – gli zombi stanno arrivando per il mio ramen.”


“È un’arma biologica – l’ha fatto la Cina – l’hanno fatta gli Stati Uniti”.


“È vero, le persone muoiono, prendi la carta igienica (quella non morirà mai)”


“È falso, sono attori di crisi, non c’è virus, è 5G.”

Tutto senza mai sapere …

Senza screditare nulla di quanto sopra (beh, quasi …), dico aspetta e guarda cosa viene fuori. Ride le “informazioni” e SAPERE quando diventa chiaro.

È divertente presumere, ma se hai intenzione di basare tutto su di esso, dovresti avere alcuni fatti.

Uno di questi fatti è che ci sono un certo numero di professionisti (esperti) che stanno mettendo in dubbio i numeri e le statistiche insieme alla risposta.

Un altro fatto è che l’età media della “morte per corona” sembra essere superiore ai 50 anni e molti hanno da 1 a 3 condizioni preesistenti pericolose per la vita.

Un altro sarebbe che i decessi per influenza regolare nello stesso lasso di tempo sembrano superarlo in numero di almeno 4 a 1.

Come con la maggior parte delle “crisi” della nostra epoca, ci sono molte domande senza risposta così come quelle senza risposta.

Quello che vedo è l’ennesimo passo che i governi del mondo stanno compiendo per mostrare ai popoli di questa Terra che sono loro a comandare e che dobbiamo obbedire o essere puniti.

Questo sta accadendo da molti decenni a piccoli incrementi, questa volta i “governanti credono che i popoli di questo mondo siano sufficientemente condizionati per la fase successiva. Sono certo che questo ha mostrato loro,

 

  • a che livello si trova il fattore di obbedienza generale,

  • in che misura i media alternativi hanno un “impatto”

  • quali “nemici” sono i più efficaci da utilizzare insieme a tutti i dati che già hanno sul comportamento umano e sulle sue condizioni

  • quanti “sugli schermitori” possono essere influenzati dalla reazione del pubblico a seguire il gregge in caso di panico sociologico …

Questi sono solo alcuni esempi poiché ci sono moltissime cose da imparare dai “governanti” da un esercizio di questa portata.

La mentalità “alternativa” può anche imparare molto, ad esempio,

Cos’era veramente il “globalismo” (uno dei tanti possibili risultati previsti).

Che non ci sono quasi paesi di “rifugio sicuro” dai “governanti”.

Che c’è molta collaborazione o obbedienza basata sulla paura a tutti i livelli di “governo”.

Che la popolazione generale è facilmente manipolabile e si farà volentieri spiare a vicenda per imporre la conformità (le divisioni promosse nel corso degli anni sembrano aver funzionato bene).

Siamo l’esperimento delle 12 scimmie … Ecco qualcosa su cui riflettere:

 

Che tipo di REAZIONE avrebbe potuto essere suscitato se avessero semplicemente preso la normale influenza e l’hanno portata a questo livello con i “casi” e le “morti” gioco dopo gioco giorno dopo giorno?

Quanto sarebbe stato facile convincere molti degli interlocutori se il loro vicino o loro stessi lo avessero “catturato” e fossero “sopravvissuti” (così fortunati)?

Quale numero avrebbe sostenuto il gioco a questo punto per garantire la conformità di coloro che semplicemente non possono abbandonare la mentalità del “e se”?

Questo potrebbe finire domani se un numero sufficiente di persone lo volesse – come?

BLOCK PARTIES – in tutto il mondo – BBQ – GATHERING di tutti i tipi – pacifici, divertenti e gioiosi …

Tutto ciò che serve è che le persone si uniscano come individui liberi (voi stessi) per rilasciare questa presa che hanno sull’umanità:

puoi vedere che accadrà presto …?

Mock it su ogni livello ovvio; non litigare, riderci sopra e, cosa più importante, SFIDA e diffondi informazioni da fonti libere (come nella mente).

E smettila di litigare su cose sciocche perché siamo migliori di quello che pensano di essere (vedi l’immagine sotto dal mio post precedente) …

fonte

E’ il momento di LIBERARE noi stessi e liberarci del programma che ci tiene schiavi …

Pubblicato su: https://www.bibliotecapleyades.net/

********************************

Consigliati:

L’isolamento sociale sta danneggiando un’intera generazione di bambini

Una Società senza soldi – Completamente Controllato …

®wld

LA STAMPA IN PUGNO: BILL GATES (GATES KEEPER) COMPRA I MEDIA PER CONTROLLARE LE NOTIZIE

Editoriale di Robert F. Kennedy, Jr., Presidente del Consiglio di Amministrazione, Difesa della salute dei bambini

Un articolo del Columbia Journalism Review rivela che, per controllare il giornalismo globale, Bill Gates ha indirizzato oltre 250 milioni di dollari alla BBC, NPR, NBC, Al Jazeera, ProPublica, National Journal, The Guardian, il New York Times, Univision, Medium, il Financial Times, The Atlantic, il Texas Tribune, Gannett, Washington Monthly, Le Monde, Center for Investigative Reporting, Pulitzer Center, National Press Foundation, International Center for Journalists e una serie di altri gruppi. Per nascondere la sua influenza, Gates ha anche incanalato somme sconosciute tramite subconcessioni per contratti ad altri organi di stampa.

Le sue tangenti alla stampa hanno dato i loro frutti. Durante la pandemia, le agenzie di stampa comprate e senza cervello hanno trattato Bill Gates come un esperto di salute pubblica, nonostante la sua mancanza di formazione medica o di esperienza normativa.

Gates finanzia anche un esercito di fact checker indipendenti (n.d.r. presunti) , tra cui il Poynter Institute e Gannett – che usano le loro piattaforme di fact-checking per “mettere a tacere i dissidenti” e per ” demolire” come “false teorie di cospirazione” e “disinformazione”,  Gates è accusato di sostenere e investire in chip biometrici, sistemi di identificazione dei vaccini, sorveglianza satellitare e vaccini COVID.

I doni mediatici di Gates, dice l’autore di CJR Tim Schwab, significano che “il reportage critico sulla Fondazione Gates è raro”. La Bill and Melinda Gates Foundation ha rifiutato diverse richieste di interviste da parte della CJR e si è rifiutata di rivelare quanto denaro ha versato ai giornalisti.

Nel 2007, il LA Times ha pubblicato una delle poche indagini critiche sulla Gates Foundation, esponendo le partecipazioni di Gates in aziende che danneggiano le persone che la sua fondazione sostiene di aiutare, come le industrie legate al lavoro minorile. Il reporter capo Charles Piller, dice: “Non erano disposti a rispondere alle domande e si sono rifiutati di rispondere in alcun modo…”.

L’indagine ha mostrato come i finanziamenti sanitari globali di Gates abbiano indirizzato l’agenda degli aiuti mondiali verso gli obiettivi personali di Gates (vaccini e colture OGM) e lontano da questioni come la preparazione alle emergenze per rispondere alle epidemie, come la crisi dell’Ebola.

“Hanno evitato le nostre domande e hanno cercato di minare la nostra visibilità”, dice il giornalista freelance Alex Park dopo aver indagato sugli sforzi della Fondazione Gates per il vaccino antipolio.

FONTE https://childrenshealthdefense.org/news/press-in-his-pocket-bill-gates-buys-media-to-control-the-messaging/?utm_source=salsa&eType=EmailBlastContent&eId=3c1e5ff0-d5bf-4d1e-ac41-e527d3448ea2

Traduzione a cura di Nogeoingegneria

*********

DOSSIER GATES

GATES TO HEAVEN OR TO HELL- PORTE DEL PARADISO O DELL’ INFERNO? (1)

GATES TO HEAVEN OR TO HELL- PORTE DEL PARADISO O DELL’ INFERNO? (2)

GATES TO HEAVEN OR TO HELL- PORTE DEL PARADISO O DELL’ INFERNO? (3)

Pubblicato e tradotto da: https://www.nogeoingegneria.com/motivazioni/sociale/la-stampa-in-pugno-bill-gates-gates-keeper-compra-i-media-per-controllare-le-notizie/

Correlati:

IL CORONAVIRUS DÀ UNA SPINTA PERICOLOSA ALL’AGENDA PIÙ OSCURA DELLA DARPA

FDA PROSSIMA AD APPROVARE I CHIP SOTTOCUTANEI INIETTABILI

®wld

Ahi serva Italia, di dolore ostello, Nave sanza nocchiere in gran tempesta, Non donna di provincie, ma bordello

Il conte Ugolino fra Dante e Pascoli | Tarantobuonasera

MUOVASI LA CAPRAIA E LA GORGOGNA…

 

Di: Dottor Roberto Slaviero 05.09.20

Nel 33.o canto, il penultimo, dell’Inferno, nella Divina Commedia del sublime Dante Alighieri, si narra di un episodio terribile, accaduto tra il Ghibellino Conte Ugolino ed il Guelfo Arcivescovo Ruggieri.

Siamo nell’Antenora infernale, la zona dei TRADITORI POLITICI, che hanno tradito la Patria o la fazione politica.

I Ghibellini parteggiavano per l’Imperatore, mentre i Guelfi, parteggiavano per il Papa.

Tra accordi e tradimenti vari, alla fine l’Arciv. Ruggieri, riuscì a far arrestare il Conte Ugolino ed altri suoi familiari che, rinchiusi in una torre, vennero fatti morire di fame, tra probabili atti di cannabilismo: un atrocità spaventosa.

Nell’Inferno Dantesco, il Conte Ugolino mastica di continuo il cranio dell’Arciv. Ruggieri, per l’eternità…

”la bocca sollevò dal fiero pasto“… il Conte, per poter proferire parola con Dante ed il suo Maestro Virgilio, nel loro viaggio infernale.

Alla fine del racconto,

il fiorentino Dante, scrisse uno dei pezzi più famosi della Commedia, contro Pisa, la città del Ruggieri:

“Ahi Pisa,vituperio delle genti del bel paese, là dove‘l si sona,

Poi che i vicini a te punir son lenti,

Muovasi la Capraia e la Gorgogna,

E faccian siepe ad Arno in su la foce, Si ch’elli annieghi in te ogni persona“

Piccola spiegazione :

– dove il si sona, è l’Italia

– la Capraia e la Gorgogna (o Gorgona) sono due isole, che si trovano davanti alla foce del fiume Arno, le quali, muovendosi e bloccando la foce, avrebbero potuto creare un immensa diga all’interno, che avrebbe annegato tutti i pisani!

Dante era un Ghibellino…

Usciti poi dal 34.mo canto…

“Vexilla regis prodeunt inferni“

ossia

“I vessilli del re dell’inferno emergono…”

Siamo nell’ultimo canto, dove Dante vedrà Lucifero con le sue grandi ali…nella Giudecca congelata!

Lucifero ha tre facce in una sola testa…siamo appunto nella Giudecca, dove ci sono i peggior peccatori,

ovvero  i

TRADITORI DEI  BENEFATTORI.

Le sue tre bocche, maciullano e sfracellano i Tre grandi Traditori;

  • – Giuda Iscariota
  • – Bruto
  • – Cassio

Tu quoque, Bruti, fili mi…

ossia

Anche tu Bruto, figlio mio…

Parole di Cesare, che riconobbe anche il figlio Marco Bruto, tra i suoi uccisori, il 15 marzo dell 44 a.C, le Idi di Marzo.

L’Iscariota, credo sappiate tutti chi fu!

La pena assegnata a Lucifero, Angelo decaduto, è quella di soffrire e far soffrire!

Virgilio, preso allora Dante sulle sue spalle, scende sopra il corpo peloso di Lucifero; quindi arrivato al centro della Terra, risale verso l’altro emisfero (Australe), vedendo il corpo di Lucifero, che è infilato al centro della Terra, dalla parte opposta, con le gambe all’aria.

Dante temeva di risalire all’Inferno, ma Virgilio lo rassicurò spiegandogli che stavano dirigendosi all’antipodo  opposto …

Nel Medioevo, vi era la concezione Aristotelica -Tolemaica, con la Terra immobile, al centro dell’Universo.

Al Nord della Terra vi era l’emisfero boreale, con le terre abitate, al Sud vi era l’emisfero Australe, con le acque ed una montagna, che costituiva il Purgatorio…

infatti l’Inferno si conclude con

“E quindi uscimmo a riveder le stelle“

Menti immaginative spettacolari…o viaggiatori astrali…

Emilio Salgari, non viaggiò mai in Malesia, ma scrisse romanzi incredibili su Sandokan e le Tigri di Mompracem.

L’immaginazione e l’intuizione, sono probabilmente, la vera realtà.

“Lascia lente le briglie del tuo ippogrifo, Astolfo, e sfrena il tuo volo ove più ferve l’opera dell’uomo.

Però non ingannarmi con false immagini, ma lascia che io veda la verità e possa poi…toccare il giusto“

Banco del Mutuo Soccorso

http://www.treccani.it/vocabolario/fervere/

Ho voluto citare i traditori della patria e dei benefattori, poiché siamo dentro ad un Reset colossale mondiale, voluto ed organizzato dai riccastri planetari, nel quale l’Italia o parti della penisola, giocano e giocheranno ruoli importanti, nello scacchiere mondiale.

Con oltre il 95% della popolazione in crisi di ossigeno e quindi non in grado di ragionare, saremo campo di battaglia di altre nazioni, che vorranno spartirsi la penisola.

Tra l’altro, abbiamo una gestione sulla scuola, tra massime idiozie di banchi, separè e maschere, che solo degli stolti imbecilli, potevano inventare.

Lasciamo perdere i danni psicologici, che i bambini avranno, nel vedere le maestre mascherate;

vedere solo gli occhi e non vedere l’espressione del parlare, ricorda situazioni di orrore e sado-maso!

Andrebbero processati immediatamente questi pervertiti!

Pare, che sempre in ambito scolastico, qualcuno voglia eliminare dagli studi, il caro Alighieri: alla nullità di pensiero e ai danni che idioti al potere possano creare, non c’è mai fine!

Mi par, comunque di capire che, il Conte, non Ugolino, ma Giuseppe, sia ormai arrivato alla fine del suo mandato:

ha fatto il lavoro sporco per le Elite, che congedandolo a breve, gli daranno comunque altri incarichi di valore.

L’Italia, è sempre più indebitata ed indebolita e quindi sarà facile darle il colpo finale.

I primi traditori della patria, dovrete ricercarli verso la fine degli anni 80, quando la moneta “al portatore,“ venne di fatto sostituita e poi integrata nella moneta Euro, di proprietà privata.

Il resto è facile da intuire;

Mani pulite aveva spazzato via tutti i partiti a parte l’ex Pci , che nel frattempo aveva cambiato il nome…

Il prode Cavaliere, oggi tamponato positivo, sebbene asintomatico, tentò di ripristinare un partito socialdemocratico, ma fu facilmente ricattabile per le sue ingenti attività imprenditoriali e pare, per una sua adesione ad una loggia massonica e quindi…promesse da marinaio.

Oggi comandano sempre più le potenti logge massoniche, la Silicon Valley e Cina technology, con le loro realtà virtuali ed Intel. Artificiali, in procinto di essere collegate agli umani, in fase di cippaggio, come accadde pochi anni fa, ai cani.

Vi è una grossa incognita, nella politica italiana, che si chiama Usa Trump e Spy Russia story: vedremo che accadrà.

Se ci capita, dopo il Conte, il potente Dragone super Mario, forse l’Italia non sarà svenduta a prezzi di saldo, ma venduta a prezzi di mercato, per cosi dire.

L’ex Governatore della BCE, mi pare stia dicendo, che la ripresa economica, sarà strettamente legata a tamponature a manetta della popolazione e vaccinazioni a largo spettro.

Non riesco a cogliere il nesso tra economia e vaccinazioni, se non quella appunto, del cippaggio canino.

Infatti, nel frattempo il Ministro della Salute, annuncia aumenti nel numero di ricerca sierologica sulla popolazione, di sieropositività al corona.

L’ingente spesa pubblica dei kit di ricerca, avrebbe una sua logica dal punto di vista storico, ovvero; stabiliamo quante persone nell’inverno trascorso, sono venuti a contatto col corona ed hanno sviluppato gli anticorpi.

Sieropositività vuol dire questo e null’altro!

Dietro a ciò vi sono anche affari enormi, per kit che costano anche 300 euro/uno, con scarsa affidabilità.

Chi si ricorda i tempi dell’Aids, negli anni 80, troverà gli stessi accadimenti e stesse metodiche.

Ahh…e il vaccino per l‘Aids…? Dov‘è?… ah ah ah

Vedo che ogni giorno che passa, spostano la data del nuovo vaccino anti corona, sempre più in là; ieri parlavano…non prima della primavera 2021.

Io, come già detto in precedenti articoli, parteggio per quello russo, spero a base di vodka!

Sarà importante vedere, in questo tumulto di follia pseudo scientifica, come la ex Chiesa Cattolica Romana si muoverà…

Resta poi, l’incognita di un bel meteorite e di forti terremoti e cicloni devastanti.

Il Cielo aiuta gli audaci, quindi niente paura, armatevi di buon senso e forza morale e avanti senza alcun timore…in fondo, anche ai tempi del Conte Ugolino, le dispute tra potenti e signorotti avevano esiti letali.

Oggi le eliminazioni fisiche sono più soft e spesso non servono più; le persone vengono ridicolarizzate e messe nel dimenticatoio.

Tornando all’Italia, già descritta dall’Alighieri 8 secoli fa, penso abbiate saputo che;

pare che i turchi ottomani guidati da Erdogan, abbiano fatto un contratto di 99 anni con la Libia cirenaica di Misurata, per il controllo del loro porto. Petrolio libico?

Cosa sta facendo il nostro super abbronzato ministro degli esteri Gigino?

“Ahi serva Italia, di dolore ostello, Nave sanza nocchiere in gran tempesta, Non donna di provincie, ma bordello“

XI canto Purgatorio

Neanche l’Eni riesce più a difendere la nostra economia.

E’ chiaro quindi, che il Gabinetto, per dirla all’inglese, del nostro governo, è teleguidato da altri!

Peccato sia miseramente fallito, il tentativo di creare una società abbastanza equilibrata, senza eccessi di ricchezza e povertà…cosa che, negli anni 80 parzialmente si realizzò; poi incominciò la lenta discesa per i “normali” e la potente ascesa dei “forti“ , con l’eliminazione dei vecchi Stati, che sono divenuti strumenti esecutivi di svariate multinazionali.

Tornando agli eventi dell’inverno passato, in Tanzania, il loro Presidente ha fatto analizzare per il corona, diversi tessuti vitali, spacciati tutti per umani; erano POSITIVI quelli di capra e di papaya

 https://www.youtube.com/watch?v=KHpn7zRX1Jc&feature=youtu.be

Viene accusato di essere un dittatore:

Il paese ha modificato le leggi che disciplinano l’aggiudicazione dei contratti minerari, dando a se stesso il diritto di rinegoziare o risolvere il contratto in caso di frode accertata.

La nuova legislazione elimina anche il diritto delle società minerarie di ricorrere all’arbitrato internazionale.

https://it.wikipedia.org/wiki/John_Magufuli

Per fortuna che il Berlusca è un POSITIVO asintomatico…non capra, ma umano!

La Telenovela continua e seguiremo il suo svolgimento!

In ultimo, la citazione su Pisa ed i pisani è assolutamente casuale.

Tra l’altro: due miei grandi amiconi del Liceo scientifico, erano un pisano ed un aretino casentinese.

Saluti a tutti e … attenti al corona: nel mio piccolo paese, ho visto stamani sul video informativo all’ingresso del centro, una scritta in bilingue:

“il corona non dorme mai!”

Fantastico…chissà cosa usa di cosi tonificante: spero di scoprirlo presto!

Fonte: http://olisticoaltapusteria.com/

®wld

IL GRANDE SILENZIO DEGLI ESPERTI. PERCHÈ?

LE MASCHERINE PONGONO RISCHI PER LA SALUTE! IL GRANDE SILENZIO DEGLI ESPERTI. PERCHÈ?

Un anno fa, sarebbe stato uno scandalo se gli operatori sanitari – come il Robert Koch Institute (RKI) – avessero richiesto l’uso di maschere che non erano state sottoposte ad una procedura di certificazione per i dispositivi medici e non portavano il marchio CE. Oggi sembra che niente di tutto questo sia più valido….ritengo che l’uso delle maschere nei bambini sia immorale… 

UNA MASCHERA PRIMA DI TUTTO!?

Un’opinione del Prof.Dr. Markus Veit

Il Prof. Dr. Markus Veit, farmacista e amministratore delegato di Alphatopics GmbH, Kaufering, società di consulenza per l’industria farmaceutica, è inorridito! È inorridito dalle dichiarazioni della politica e dei media e infine,  più recentemente, sulle ragioni delle sentenze sulle maschere obbligatorie. Questo orrore vale anche per la gestione indiscriminata della questione da parte dei colleghi coinvolti. Pertanto ha deciso di fare la seguente puntualizzazione. Riflette la sua opinione personale e, per quanto gli è dato di sapere, lo stato attuale delle prove.

Ci sono norme per le maschere protettive che dovevano essere rispettate senza se e ma fino alla fine dello scorso anno e senza la loro conformità (medica) non potevano essere vendute in Germania. Un anno fa, sarebbe stato uno scandalo se gli operatori sanitari – come il Robert Koch Institute (RKI) – avessero richiesto l’uso di maschere che non erano state sottoposte ad una procedura di certificazione per i dispositivi medici e non portavano il marchio CE. Oggi sembra che niente di tutto questo sia più valido. Anche i nostri politici si divertono a indossare le cosiddette maschere di tutti i giorni per la protezione dalle infezioni.

Da cosa proteggono le maschere

Come noi farmacisti dovremmo sapere, le maschere sono utilizzate nel settore sanitario per proteggere le persone e i prodotti. Ad esempio, proteggono i pazienti in sala operatoria dai germi (non dai virus!) provenienti dai medici, o proteggono i medici durante il trattamento dai germi provenienti dai pazienti, o durante la produzione asettica dei prodotti dai germi provenienti dalle persone che li producono. Inoltre, ci sono innumerevoli altre applicazioni per le maschere al di fuori del settore sanitario.

Norme abrogate

Finora tutte le maschere dovevano soddisfare standard individuali, indipendentemente dal campo di applicazione. Queste norme mirano, da un lato, a garantire la funzionalità delle maschere protettive e, dall’altro, a proteggere l’utente dall’inalazione di sostanze respirabili e polveri che possono uscire dalle maschere e a ridurre al minimo la compromissione della respirazione.

Da marzo non ha più importanza quali maschere usiamo (anche in farmacia) per la protezione dalle infezioni, se le prendiamo in officina, se le compriamo al fan club o se le cuciamo noi stessi – l’importante è la maschera! Solo da questo si può dedurre che la protezione di tutte queste diverse maschere contro i virus e la loro efficacia nella trasmissione delle infezioni è dubbia. Basta usare il buon senso, non c’è bisogno di studiare la letteratura scientifica.

Il grande silenzio

Perché gli esperti di questo Paese, compresi noi, signore e signori, tacciono su questo; e non solo; stanno addirittura adottando un approccio pro-attivo: si suppone che ci siano anche farmacie che offrono le loro “maschere di tutti i giorni”.

Virus in goccioline e aerosol

Suppongo che tu sappia tutto questo. Così possiamo vedere che i virus non vengono espulsi singolarmente, ma in goccioline ed eventualmente anche in aerosol, con l’aria che respiriamo e quando tossiamo (anche quando cantiamo). Con queste gocce e gli aerosol, si deve ora osservare quanto segue. In primo luogo, è importante considerare le dimensioni delle particelle, da cui dipendono non solo la loro persistenza e la loro durata, ma anche la profondità con cui possono penetrare nelle vie aeree.

 In secondo luogo, la carica virale è di grande importanza nella valutazione del rischio di trasmissione dell’infezione. Secondo i dati finora disponibili, possiamo supporre che una certa carica virale sia necessaria per la trasmissione di un’infezione. Questa carica virale riguarda i virus in grado di riprodursi e non può essere determinata dalla semplice misurazione dell’RNA virale negli aerosol.

Una questione di dimensioni delle particelle

Più piccole sono le particelle, più a lungo galleggiano nell’aria e più a fondo possono penetrare nelle vie respiratorie quando vengono inalate. Soprattutto le particelle (molto) piccole non vengono trattenute dalle cosiddette maschere di tutti i giorni, ma anche dalle maschere chirurgiche! Solo le maschere che soddisfano almeno il cosiddetto standard FFP2, o meglio FFP3, filtrano goccioline molto piccole o aerosol dall’aria inalata o espirata.

Le particelle di aerosol più grandi e le goccioline possono essere trattenute anche da maschere chirurgiche e, se necessario, dalle cosiddette maschere di uso quotidiano autoprodotte. Con l’aumentare delle dimensioni, aumenta la probabilità che, quando inalano o espirano, gli aerosol si avvicinano così tanto alle fibre della maschera da poterle toccare, da poter poi aderire alla fibra. Questo diventa più efficiente con l’aumento del diametro delle particelle.

Tuttavia, particelle così grandi possono difficilmente essere trasmesse per più di un metro, perché cadono a terra molto rapidamente. Non abbiamo bisogno di maschere per la protezione da tali particelle se non ci avviciniamo troppo alle altre persone. Tutto questo vale soprattutto in spazi chiusi. All’aria aperta, gli aerosol di solito non persistono molto a lungo e, secondo tutto quello che sappiamo, i coronavirus non sopravvivono a lungo nemmeno lì, motivo per cui le maschere non sono realmente necessarie qui, o non sono di alcuna utilità, dal momento che gli aerosol sono più durevoli solo se le dimensioni delle particelle sono molto piccole e quindi non c’è alcuna protezione con maschere “normali”.

La questione dell’efficacia

Oltre alle proprietà dei materiali utilizzati per le maschere, l’efficacia dipende da una serie di altri fattori, come gli affluenti che passano vicino alla maschera, l’adattamento e la manutenzione della maschera, il tipo e la frequenza di pulizia della maschera, e altri ancora.

Tuttavia, la segregazione degli aerosol in corrispondenza della maschera significa anche che essi sono poi contenuti nel tessuto della maschera. Se guardiamo le persone infette (vedi paragrafo successivo), i virus si accumulano sulle fibre delle maschere.

Sono sempre più numerosi gli studi pubblicati che, nel contesto di cui sopra, hanno lo scopo di mostrare quali sono le maschere più efficienti in termini di protezione dalle infezioni. Tuttavia, la maggior parte dei dati di tali studi è difficilmente adatta per indagare proprio su questa questione, anche se il titolo degli studi o l’interpretazione dei risultati ottenuti dai “fact checkers” dei media, nella migliore delle ipotesi semi-istruiti, lo suggeriscono.

Controllate voi stessi!

Pertanto, formatevi una vostra opinione e verificate attentamente il significato di tali studi. Sono sufficienti i tre criteri seguenti:

– I dati e i risultati ottenuti sono generalmente validi o riguardano solo uno specifico tipo di maschera esaminato nello studio? Lo studio è rappresentativo? Questo è importante perché una grande varietà di maschere sono indossati per soddisfare i requisiti normativi. I risultati ottenuti con un particolare tipo di maschera non possono di solito essere trasferiti ad un altro tipo di maschera.

– I dati sono rappresentativi delle correnti d’aria e delle concentrazioni di aerosol che si manifestano durante l’inalazione, l’espirazione o la tosse? ( Mettendo una maschera tra due gabbie per criceti questo non può certo essere raffigurato).

I dati mostrano che la carica virale inalata o espirata dei virus replicabili (!) può essere ridotta dalle maschere? La semplice misurazione della capacità di ritenzione degli aerosol o delle goccioline non consente di rispondere a questa domanda, né la misurazione dell’RNA virale negli aerosol.

Questo permette di determinare facilmente se uno studio genera effettivamente la prova che le maschere riducono il rischio di infezione. L’effetto protettivo inadeguato delle maschere di uso quotidiano (e anche delle maschere chirurgiche) come protezione contro le infezioni da virus è indiscusso nel mondo scientifico sulla base dei dati finora disponibili. Anche i nostri politici e l’RKI ne sono consapevoli, ed è per questo che l’uso delle maschere è stato inizialmente sconsigliato. Il motivo per cui ci sia stato un cambiamento nella comunicazione con il pubblico e l’obbligo di indossare le maschere in determinate situazioni può essere solo ipotizzato – soprattutto perché questo è accaduto in un momento in cui la pressione dell’infezione era già in calo.

Maschere quotidiane con rischi

Un rischio delle maschere di tutti i giorni, che anche il RKI ha sottolineato ripetutamente all’inizio, è che suggeriscono una presunta sicurezza. Un altro rischio (scientificamente non provato ma plausibile) è che il rischio di trasmissione aumenti invece di diminuire! Perché è così? Quando respiriamo attraverso la lana o il cotone (che viene spesso utilizzato nelle maschere che produciamo noi stessi ed è raccomandato in innumerevoli forum), ad esempio, l’umidità dell’aria che respiriamo si condensa sulle fibre. Ciò è dovuto alla microstruttura delle fibre. Su di esse si forma una pellicola d’acqua (chiunque può provarla).

 In misura maggiore o minore questo accade anche con i tessuti tessili. I virus sono in grado di sopravvivere molto bene in questo habitat, per loro è praticamente ottimale. A differenza delle maschere professionali, le maschere realizzate dalle persone stesse non vengono smaltite dopo l’uso, ma le persone le mettono da qualche parte e quindi possono contribuire alla diffusione dei virus. Nelle scuole e nei ristoranti, le autorità prescrivono anche che le persone devono indossare una maschera quando vanno e vengono, e poi non più – che assurdità!

L’uso di maschere autoprodotte può quindi, a mio avviso, essere collegato a un pericolo per gli altri. Tutto questo vale se si è infettati. In ogni caso, tutte queste maschere offrono solo una protezione limitata contro le infezioni – se mai (vedi le mie spiegazioni di cui sopra). Questo è vero anche perché si tocca il viso più spesso indossando le maschere.

Le maschere professionali richiedono una gestione professionale

Anche la protezione con maschere professionali funziona solo se usate le maschere in modo professionale. Questo comprende il corretto togliersi la maschera (toccandola nei punti giusti), cambiarla regolarmente e smaltirla correttamente, e poi pulire accuratamente le mani, disinfettandole meglio. Ciò richiede una formazione, anche per personale qualificato! Dopotutto, dipende anche dal tipo di maschera se ha la qualità di catturare adeguatamente le goccioline e, soprattutto, di non trattenere l’umidità. Dopotutto, le maschere – a seconda del tipo di maschera – possono essere indossate solo per un certo periodo di tempo.

Cos’altro è importante

Le maschere aiutano solo quando c’è il rischio che persone infette e non infette si incontrino. Chiunque può capire quanto sia grande un tale rischio sulla base dei dati aggiornati quotidianamente dell’RKI. Non sappiamo se le maschere rappresentano un rischio per la salute. Per il personale addetto alle vendite e agli ordini, nel settore della ristorazione, sui voli a lungo raggio e in molti altri settori, esiste attualmente un obbligo ufficialmente prescritto di indossare le maschere, che si applica a tutto il tempo di lavoro senza che siano disponibili maschere adeguate.

In campo medico, le maschere che sono state testate e certificate per l’uso previsto per un periodo di tempo così lungo sono utilizzate esclusivamente per il loro scopo previsto. A questo proposito, le autorità ci hanno ordinato di effettuare un test sul campo su larga scala con il quale valuteremo i rischi che possono derivare dalle cosiddette maschere di uso quotidiano. Non è improbabile che ci siano dei rischi! Questo vale soprattutto per i bambini dell’asilo e della scuola, che spesso soffrono di infezioni otorinolaringoiatriche durante la stagione fredda, il cui decorso e il cui aggravamento non sono certo non interessati dalle maschere.

Conclusione

Ogni giorno siamo istruiti dai media, autoproclamati ” fact-checkers ” e politici con mezze verità sulle maschere. A causa dell’insicurezza suscitata dalla politica e dai media, ora vedo persino persone con le maschere da sole in macchina o in bicicletta, anche a camminare e fare escursioni a piedi… sic!

Come esperti dobbiamo, a mio avviso, prendere una posizione adeguata in merito. Se un giorno si scopre che il rapporto rischio/beneficio per le “maschere di tutti i giorni” è in realtà peggiore di quanto ipotizzato, almeno non possiamo dire che non avremmo potuto saperlo!
Nota bene: Quando si ha a che fare con pazienti o gruppi a rischio, abbiamo sempre bisogno di maschere. Ma poi certificati e testati e non le maschere di tutti i giorni!

Poscritto: Immediatamente prima che questo documento di opinione andasse in stampa, è stata pubblicata la dichiarazione della commissione ad hoc SARS-CoV-2 della Società di Virologia (GfV) sulle misure di prevenzione della SARS-CoV-2 all’inizio della scuola dopo le vacanze estive (vedi anche pag. 24), che noto con sgomento. A beneficio delle maschere, viene citata una sola meta-analisi (Chu et al. The Lancet June 27, 2020, 395, 1973 – 1987), che è un ottimo esempio di come gli studi con carenze sperimentali, come ho anche menzionato nel mio articolo di opinione, siano usati come base per le decisioni politiche.

In questa meta-analisi è stato analizzato (acriticamente) solo il risultato degli studi, non il loro disegno. Non viene citata una meta-analisi pubblicata di recente (Xiao J et.al Emerging Infectious Disesases 2020; 26/5: 967 doi.org/10.3201/eid2605.190994), che in realtà valuta l’efficacia delle “maschere quotidiane” nelle infezioni virali e giunge a una conclusione completamente diversa. Infine, la commissione ad hoc si occupa solo del presunto beneficio di tali maschere, non dei loro rischi. Non abbiamo dovuto (fino a poco tempo fa) effettuare una valutazione dei benefici e dei rischi per tutti i farmaci e i dispositivi medici? Fintanto che, in particolare, i rischi delle maschere nei bambini in uso continuativo, indossandole e togliendole, non sono chiaramente indagati e la valutazione del rapporto beneficio-rischio è positiva, ritengo che l’uso delle maschere nei bambini sia immorale e possibilmente pericoloso.

Prof. Dr. Markus Veit,
Alphatopics GmbH Regulatory Affairs | GxP, Consulting & Training,
Iglingerstraße 27, 86916 Kaufering

Curriculum https://www.uni-frankfurt.de/53369162/Apl__Prof__Dr__Markus_Veit

TRADUZIONE A CURA DI NOGEOINGEGNERIA

FONTE: Giornale tedesco del farmacista https://www.deutsche-apotheker-zeitung.de/daz-az/2020/daz-33-2020/hauptsache-maske

LE MASCHERINE PONGONO SERI RISCHI PER LA SALUTE ..

 

Fonte: https://www.nogeoingegneria.com/

********************************************

Articoli consigliati:

 

Bisogna fare in modo che l’umanità venga messa nella bottiglia (ora nota come OPERAZIONE COVID-19).

Coscienze umane uploadate in macchine.

 

®wld