Crea sito

goyim

Protocolli dei Savi di Sion (Parte prima)

PROTOCOLLI 1

1) Mettendo da parte le belle frasi, parleremo sul significato del pensiero, getteremo luce e confronteremo i fatti che ci circondano.

2) Quello che sto per esporre più avanti, è il nostro sistema visto da due punti di vista, quello che riguarda noi stessi e quello dei “goyim (cioè i non ebrei).

3) Una cosa che dobbiamo notare è che gli uomini con istinti cattivi, sono molto più numerosi di quelli che hanno istinti buoni, e quindi i migliori risultati in materia di cattivi istinti, possiamo annoverare la violenza e le terrorizzazioni, che non avvengono certo da discussioni accademiche. La grande maggioranza degli uomini si propone di arrivare e/o possedere il potere, tutti o quasi, vorrebbero avere il “potere”, diventare dittatori, sono rari gli uomini che non sarebbero disposti a sacrificare il proprio benessere a favore del bene di tutti.

4) Che cosa ha frenato le bestie predatrici chiamate uomini? Cos’è stato il loro orientamento finora?

5) Agli inizi le strutture societarie umane, sono state sottoposte alla forza bruta e cieca; in seguito – la legge – che poi è solo la stessa forza mascherata, l’ha sostituita. Traendo le conclusioni sulla legge della natura, possiamo asserire che ancora oggi si trova in vigore.

6) La libertà politica è solo un’idea, non certamente un fatto. Questa “idea” bisogna sapere come applicarla, ogni volta che risulti necessario, come un’esca per attirare le masse popolari al proprio partito al fine di schiacciarne un’altro che in quel momento ha l’autorità. Questo compito è reso più facile se l’avversario l’ha infettato con l’idea di libertà. Il cosiddetto “liberalismo, è per il bene di un’idea, è disposto a cedere un po’ del suo potere. E’ proprio qui che appare il trionfo della nostra teoria; le redini del governo vengono immediatamente allentate, per la legge della vita, venendo tutti riuniti e coinvolti in una nuova avventura, perché, la forza cieca di una nazione, non può resistere nemmeno un giorno senza una guida, così una nuova autoritaria, semplicemente si incunea nel luogo del vecchio e già indebolito liberalismo.

L’ORO

7) Ai nostri giorni il potere ha sostituito i governanti liberali con il potere dell’oro. C’era un tempo quando la fede governava. L’idea della libertà è di impossibile realizzazione, perché nessuno sa come usarla con moderazione. Basta consegnare al popolo la possibilità di autogovernarsi per un certo periodo di tempo, per vedere e rendersi conto il trasformarsi delle persone in una folla disorganizzata. Il risultato che si otterrà in quel momento, sarà lo svilupparsi di lotte di classe intestine, nel mezzo gli stati saranno bruciati e ridotti ad un cumulo di cenere e macerie.

8) Quando uno stato si esaurisce convulsamente, per via delle sue discordie interne, viene portato verso il potere di nemici esterni – in ogni caso la sua rappresentanza viene irrimediabilmente perduta. Il dispotismo, che è interamente nelle nostre mani, elargirà una goccia di Stato, altrimenti volente o nolente, se non lo si prende in mano, sicuramente andrà a fondo.

9) Nel caso qualcuno paventi nella sua mente liberale che questi sopra esposte sono metodi immorali, vorrei porre le seguenti domande: Se ogni stato ha due nemici, e a quanto riguarda il consentire al nemico esterno l’arte del conflitto non considerandolo immorale, come ad esempio tenerlo nell’ignoranza dei piani di attacco e difesa e/o attaccarlo di notte, in superiorità numerica, quindi in che modo gli stessi mezzi possono essere visti nei confronti di un nemico peggiore, come il distruggere la società e il bene comune, è inammissibile chiamarlo immorale?

10) E’ possibile per una mente logica sperare che qualcuno guidi le folle, con ragionevoli consigli e argomenti, quando ci sono obiezioni e contraddizioni, senza senso e quando tali obiezioni incontrano il parere favorevole delle persone le cui capacità di ragionamento sono superficiali? La massa degli uomini è guidata solo da passioni meschine, misere credenze, teoremi e tradizioni sentimentali, cadere preda del dissenso, ostacolando qualsiasi tipo di accordo anche sulla base di un ragionamento perfetto. Ogni risoluzione nella maggior parte possibile della folla dipende dalla bloccata ignoranza sui segreti politici, tirando fuori soluzioni ridicole che portano all’amministrazione un seme di anarchia.

11) La politica non ha niente in comune con la morale, il “sovrano” che è governato dalla morale non è un abile politico, e quindi è instabile sul suo trono. Chi vuole governare deve ricorrere sia all’astuzia che al far-credere. Grandi qualità nazionali, come la franchezza e l’onestà, sono vizi della politica, perché abbattere i potenti dai “troni” è molto più efficace e più sicuro rispetto al più potente nemico. Tali caratteristiche devono essere gli attributi dei goyim, ma in nessun modo dovranno essere guidati da loro.

DIRITTO E FORZA

12) Il nostro diritto sta nella forza. La parola il “diritto” è un pensiero astratto e provato dal nulla. La parola significa non più di: Dammi quello che voglio perché in tal modo io possa avere una prova che sono più forte di te.

13) E, nei casi in cui non è giusto cominciare? Dove si finisce?

14) In ogni stato dove vi è una cattiva organizzazione dell’autorità, una impersonalità delle leggi e dei governanti che hanno perso la loro personalità in mezzo alla marea di diritti mai moltiplicati fuori dal liberismo, si trova un nuovo diritto – agli attacchi dei forti di destra, e per disperdere al vento tutte le forze esistenti d’ordine e regolamentazione, per ricostruire tutte le istituzioni diventando il signore sovrano di coloro che hanno lasciato a noi il diritto del loro potere, mettendole volontariamente nel loro liberalismo.

15) Il nostro potere nella presente condizione traballante di tutte le forme di energia sarà più invincibile di ogni altro, in quanto rimarrà invisibile fino al momento in cui avrà acquisito una tale forza che nessuna astuzia potrà più minarla.

16) Temporaneamente fuori dal male siamo ora costretti a far emergere il bene come regola incrollabile, che ripristinerà il corso regolare della macchina della vita nazionale, il liberalismo non ha portato a nulla. Il risultato giustifica i mezzi. Però, nei nostri piani, portiamo la nostra attenzione non tanto a ciò che è buono e morale, ma su ciò che è necessario e utile.

17) Prima di noi è stato visto un piano strategico, una linea da cui non si può derogare senza correre il rischio di vedere il lavoro di molti secoli vanificato e portato a nulla.

18) Al fine di elaborare forme d’azione soddisfacenti è necessario tener conto della furfanteria, il lassismo, l’instabilità della folla, la sua capacità di comprendere e rispettare le condizioni della propria vita e, il proprio benessere. Quello che si deve comprendere è che la la forza della folla è cieca, senza senso, senza ragionamento, sempre in balia di un suggerimento da ogni parte. Il cieco non può guidare, se lo facesse ci porterebbe nell’abisso; di conseguenza, i membri della folla, i parvenu del popolo, anche se sono dei geni di saggezza, non avendo preparazione politica, non possono farsi avanti come leader  senza portare l’intera nazione alla rovina.

19) Solo uno addestrato fin dall’infanzia alle regole indipendenti può comprendere le parole dette fino all’alfabeto politico.

20) Un popolo lasciato a se stesso, cioè, con il mezzo del parvenu, porta alla rovina con eccitati dissensi di partito alla ricerca di onori e potere con i disturbi che ne derivano. E’ possibile che le masse popolari con calma e senza gelosie formino il giudizio che ha a che fare con gli affari del paese, che non può essere confuso con gli interessi personali? Possono difendersi da un nemico esterno? Non è pensabile; per piani suddivisi in tante parti quante sono le teste della folla, perde la sua omogeneità, quindi, diventa incomprensibile e impossibile nell’esecuzione. 

Fonte

Articolo correlato: 

“I Protocolli di Sion”

 http://ningizhzidda.blogspot.it/

 

I Reichstag di Obama

 

Obama ha finalmente trovato la scusa per invadere la Siria. 

di Dave Hodges

http://www.pakalertpress.com/

Tradotto da wlady per http://ningizhzidda.blogspot.it


I genitori di Kayla Mueller, la donna dell’Arizzona che è stata presa in ostaggio dall’ISIS nell’agosto del 2013, hanno confermato che la loro figlia è morta martedì mentre era nelle mani del gruppo terroristico. “Siamo straziati nel condividere la notizia che abbiamo ricevuto della conferma che Kayla ha perso la vita”.

Carl e Marsha Mueller di Prescott, in Arizzona, hanno fatto una dichiarazione: 

“Kayla era una compassionevole e devota alle iniziative umanitarie, ha dedicato la sua giovane vita ad aiutare chi ne aveva bisogno, per un senso di pace, giustizia e libertà. Kayla in una lettera scritta al padre nel 2011, ha scritto che alcune persone vedono Dio nella Bibbia, o nella Chiesa. Kayla ha trovato Dio nell’aiutare e alleviare la sofferenza”.

La famiglia ha ricevuto durante il fine settimana le informazioni dai rapitori della figlia dall’ISIS, la conferma è stata data dai funzionari degli Stati Uniti. “La famiglia ha ricevuto in un messaggio dell’ISIS, di informazioni aggiuntive su Kayla”, lo ha riferito martedì la portavoce del Consiglio di Sicurezza Nazionale Bernadette Meean. “Una volta che questa informazione è stata autenticata dalla comunità dell’intelligence, hanno concluso che Kayla era deceduta”.

Non è ancora chiaro di come e quando la ventiseienne Kayla è deceduta. Settimana scorsa l’ISIS ha affermato che è stata uccisa da un attacco aereo giordano, ma senza offrire nessuna prova. Martedì scorso il presidente Obama ha rilasciato una dichiarazione a Phoenix, sul canale tre delle news di “Buongiorno Arizzona”.

La morte di Kayla è il tipo di tragedia che può infiammare le passioni di guerra di una nazione. Successivamente, il presidente Obama, senza perdere tempo, ha chiesto al congresso di deliberare per una dichiarazione di guerra, la spinta di questa richiesta è stata fornita dalla tragica morte di Kayla.

Come la maggior parte dei cittadini americani, siamo tutti indignati per la morte della giovane ragazza e, vogliamo vendetta contro gli animali che hanno fatto questo. Per quanto queste azioni possano essere giustificate per la morte di Kayla, potrebbero finire per essere una provocazione per sfociare nella terza guerra mondiale.

Obama è ancora sotto una enorme pressione, per via della riserva dei Banksters federali che vogliono eliminare il regime iraniano, la necessità di abbattere l’Iran, è reso necessario perché i petrodollari sono in seri guai a causa dell’insistenza dell’Iran nel vendere petrolio a paesi come l’India, la Cina e la Russia in cambio di oro

L’oro è una parola di tre lettere per i Banksters, che devono mantenere i propri regimi della valuta fiat. Inoltre, i Banksters devono avere il dominio per la distribuzione del petrolio e il controllo sull’oro per tre ragioni:

1) I Banksters prosperano sulla moneta fiat, sostenuta praticamente dal nulla, questo nulla è accoppiato con le pratiche della riserva frazionaria per acquisire ricchezza materiale in base alla loro creazione di carta senza valore e, l’introduzione dell’oro minaccia questo schema; Questo è quello che accade a coloro che si oppongono al cartello bancario centrale.

2) Poiché il mondo di Breton Woods è stato costretto dai Banksters a giocare nel loro schema di gioco fin dal primo acquisto di dollari dalla Federal Reserve, che a sua volta è stato utilizzato per l’acquisto di petrolio; uno che non è riuscito a giocare secondo queste regole con i petrodollari è Saddam Hussein, ha venduto il suo petrolio in cambio di valuta in €uro e, per la sua disobbedienza ha pagato con la vita.

3) Una volta che i Banksters saranno riusciti a comprimere la valuta mondiale, vorranno essere (in un post Armageddon economico), quelli che controllano l’unica moneta rimasta sulla Terra, l’oro.

Per raggiungere questi obiettivi, l’Iran dovrà capitolare, ma prima della sua capitolazione, è la Siria che dovrà capitolare. Il perché la Siria deve essere la prima a capitolare è la minaccia di Putin, quella di attaccare gli Stati Uniti se dovessero invadere la Siria in violazione del diritto internazionale. La Siria è fondamentale per i russi per diversi fattori.

Tuttavia, la ragione più convincente per Putin nel difendere la Siria, è il fatto che gli Stati Uniti sono in grado di occuparla con successo, essendo in grado di installare una gamma di batterie di missili a corto e medio raggio, impedendo ai russi di muoversi in Siria, evitando così un’invasione di terra degli americana in Iran. Una volta occupata la Siria da parte degli Stati Uniti, è solo questione di tempo nel trovare un motivo per una invasione dell’Iran. Una volta conquistato l’Iran, il petrodollaro sarà al sicuro, almeno in quel momento.

L’invasione della Siria nel 2013, è stato per Obama il migliore obiettivo di politica estera. Ora Obama, è al suo secondo Reichstag per quanto riguarda mettere i piedi sul terreno siriano.

Il primo Reichstag di Obama


Tutti gli storici sono a conoscenza di come Hitler era in grado di consolidare il potere all’interno del Reichstag tedesco, semplicemente aveva i suoi scagnozzi che ha usato per bruciare l’edificio legislativo tedesco, per poi incolpare i comunisti, uno dei principali rivali dei nazisti. In seguito Hitler assunse il potere dittatoriale, usato come pretesto per proteggere il popolo tedesco, ha eliminato i comunisti e tutti gli oppositori.

Il presidente Obama ha già tentato un pretesto “Reichstag” per fare guerra alla Siria, accusando il leader siriano Assad di fare uso di armi chimiche nel 2013 contro i ribelli, nonostante sia probabile che ne abbiano fatto uso i ribelli di al.Quaeda. Obama è stato in grado di portare a far credere al Congresso e al popolo americano che l’attacco chimico sia stato un motivo giustificato per andare in guerra e, nell’autunno del 2013, Obama è riuscito ad avere quello che desiderava, la guerra contro la Siria. 

Il secondo Raichtag di Obama 

Se si chiede all’americano medio cosa sia l’ISIS, si prenderà una lunga pausa e guarderà nel vuoto, l’ISIS è scaturito dal nulla, è ben armato e si comporta come un esercito ben addestrato; ad un tratto “puf” dal nulla appare l’ISIS, come un magheggio di Abracadabra, mentre si stanno ritirando le forze americane. Quello che oggi sappiamo è che l’esercito americano ha lasciato molto materiale bellico in Iraq, per legge l’esercito americano avrebbe dovuto distruggerle e sgomberare la zona di guerra. Perché non lo hanno fatto? Qualcuno aveva dato l’ordine di non distruggerle e questo qualcuno comprendeva anche l’ISIS?

Ora sappiamo che si tratta di un insieme di interessi che vanno dal terrorismo di al.Quaeda ad Hamas e i Fratelli Mussulmani, questa confederazione di terroristi è armata fino ai denti con la più alta tecnologia militare americana. Anche il più grande sostenitore dell’amministrazione Obama avrebbe dovuto sospettare che l’ISIS è una creazione della CIA, questo è ciò che le mie fonti militari mi hanno riferito.

L’obiettivo dell’ISIS è quello di diffondere il terrore e il caos in tutto l’Iraq, con diramazioni in Siria. Nel 2013 ho scritto che ci sarà un evento che stimolerà l’intervento americano in Siria contro l’ISIS, come causa per eliminare Assad e occupare la Siria. 

La morte di Kayla Jean Mueller ha fornito tale provocazione. Il carattere nobile di Kayla e la devozione umanitaria, ha fatto di lei una martire ideale per portare Obama a quello che si appresta a fare, come “una guerra di tre anni” contro l’ISIS.

Le fonti militari da dove attingo le mie notizie se la stanno ridendo alla grande con stupore nel pensare che ci voglia la forza militare degli Stati Uniti e tre anni per sconfiggere l’ISIS. Che barzelletta! La superiorità aerea e quella dell’esercito, potrebbe eliminare l’ISIS con efficacia in tre giorni, non in tre anni! Tuttavia, ciò che l’ISIS non si appresta a fare è mettere i piedi in Siria. La seguente immagine sotto riportata è una mappa dei territori guadagnati dall’ISIS. L’intrusione dell’ISIS in Siria non è un caso:


Notate questa mappa e vecchio di nove mesi, ma è ancora attuale e in gran parte esatta per i territori acquisiti dall’ISIS. Un’altra cosa da notare è che l’ISIS è pronta ad attaccare Damasco. Una cosa che è degna di nota è che l’ISIS ora controlla gran parte del petrolio iracheno, questo permette loro di acquistare armi sul mercato internazionale, questo è il risultato di questo controllo.

Come ha fatto un gruppo terrorista ad ottenere questo tipo di sofisticazioni finanziarie e militari? La risposta e presto detta, solo attraverso la CIA. L’ISIS è stata creata per permettere agli stivali americani di posarsi sul terreno siriano, con il fine di bloccare l’intervento russo e permettere l’invasione dell’Iran. Questa è la guerra dei petrodollari.

Conclusione

La maggior parte degli americani vogliono vendicare Kayla. Tuttavia, Kayla non vorrebbe vedere ciò che sta per accadere in Siria, e quello che si sta svolgendo a causa della sua tragica morte. Inoltre, autorizzare una guerra di tre anni, è solo un pretesto per prolungare la minaccia.

Possa riposare in pace Kayla, portandoci ad onorare quello che sarebbe stato il suo desiderio, un desiderio di pace e non l’inizio della terza guerra mondiale.

Se le truppe americane entrassero in Siria contro questo nemico fabbricato, come potrebbe rispondere Putin? 

 

     ______________________________________

Corsivo sotto esposto mio:

Non sono uno statista e tanto meno un opinionista, giornalista e/o politico militante che sia, sono solo uno di voi vissuto abbastanza per poter trarre alcune conclusioni:

Quello che mi lascia basito in tutto questo non sono le vicende geopolitiche che si stanno delineando ormai da molti lustri sulla Terra, ma le sfortunate dichiarazioni dei nostri “non eletti” politici italiani, che si permettono di di comunicare attraverso i media le loro intenzioni e minacce di guerra attraverso le persone dei (non eletti dal popolo) ministri “competenti” delle forze armate e degli esteri, mettendo a repentaglio la vita di nostri cittadini che risiedono in tali paesi a rischio.

Questi ministri o i loro omologhi  di allora, dove erano quando c’è stata la guerra in Iugoslavia, in Iraq, in Libia, Afganistan, questi portatori di pace hanno avvallato ogni operazione di guerra ammantandola di peacekeeping per eludere l’articolo 11 della costituzione?

Abbiamo permesso la devastazione di una nazione sovrana come la Libia che godeva della nostra fiducia oltre ai nostri interessi e l’assassinio del suo presidente Gheddafi, fornendo le basi italiche ai caccia da guerra dell’allora fanatico presidente francese, senza muovere un dito, da buoni sudditi coloni ci siamo adeguati anche a tradire “amici” a cui abbiamo anche baciato la mano.

Ora ci troviamo dentro un conflitto sapientemente organizzato di chi tira veramente i fili dietro le quinte; non certo il leader e i burattini presidenti seduti sullo scranno, ma da chi ha interesse di esercitare il vero potere economico geopolitico mondiale.

Nessuno su questa terra potrà salvarci se non la smettiamo di partecipare a tutte le guerre e facendo della nostra economia solo un baluardo per costruire e vendere armi, armi che puntualmente verranno rivolte verso noi stessi.

Non abbiamo imparato niente dalla storia, ma la storia inesorabilmente si ripete per gli errori dei padri facendole ricadere sui figli che a sua volta le faranno ricadere sui figli dei figli all’infinito. 

IL RICATTO INVISIBILE

 12849_786577391379578_4777454753015727855_n

La scuola come prima tappa dell’asservimento degli individui.

Le ricerche antropologiche e la sociologia, che trovano riscontro nellarcheopaleontologia, concordano nella datazione che riguarda un pressoché repentino cambio di cultura negli antichi popoli europei. L’Antica Europa fiorì, per decine di migliaia di anni, di libere comunità pacifiche, fino a che le prime invasioni violentissime indoeuropee non giunsero, circa 8000 anni fa, a modificare profondamente la cultura delle società europee, mutandola da libertaria e matrilineare in autoritaria e patriarcale. 

Poiché vi furono almeno tre ondate di invasioni colonizzatrici già individuate, si può assumere come datazione media univoca la stessa che David Graeber indica nel suo libro dal titolo ‘Debito, i primi 5000 anni’. Ci sarebbe da chiedersi una cosa molto semplice: sono 5000 anni che si crede in questo modello autoritario statale, sperando che risolva i problemi e dia la libertà, ma com’è possibile che non ci sia ancora nessuno che riesca a dimostrare la sua efficacia? Se questa domanda non viene neanche presa in considerazione dalla gente, è perché la gente non ha le informazioni corrette (o non le ha del tutto) circa il nostro vivere prima dello stato, e naviga nella congettura secondo cui solo lo stato è garanzia di civiltà. Ma è tutto l’opposto. 

Se oggi viviamo in condizioni pietose, violente e immorali, è proprio per colpa di una cultura autoritaria basata sullo sfruttamento e l’accumulo capitalista. Lo stato è lo strumento del capitalismo. Naturalmente, la scuola ben si guarda dal divulgare certe verità, dato che serve a manipolare gli individui per il vantaggio di chi governa.

Fonte 

1471099_206798192840369_1904268993_n

L’invisibile violenza della scuola. 

Le persone non vedono la violenza della scuola, quella invisibile, strutturale, quella che inevitabilmente i bambini apprendono inconsciamente e riproducono, e riprodurranno. Le persone pensano che la scuola sia un semplice passaggio di informazioni da un adulto a un gruppo di bambini. 

Le persone non si chiedono se il gruppo di bambini abbia o meno voglia di stare chiusi in un’aula, fermi, zitti, ad ascoltare degli adulti per ore e delle lezioni noiose. Anzi, le persone pensano che i bambini abbiano bisogno di quelle lezioni, in quel momento preciso, in quel luogo preciso, e soprattutto in quel modo preciso, un modo autoritario che qualsiasi riforma non farebbe altro che riaffermare. 

Storia insegna. Le persone non si rendono conto che questo passaggio obbligatorio di informazioni obbligatorie è regolato soltanto dalla violenza e dall’infamia del ricatto, e che questo ricatto invisibile agli occhi verrà stampato nei comportamenti e nel carattere di ogni bambino. Dice il maestro: ‘o fai come ti dico io, nei tempi che decido io, oppure ti punisco con un brutto voto’. Cosa che si traduce inevitabilmente in un insegnamento di coercizione, un atteggiamento autoritario, che i bambini assimilano e riproducono, costruendo così la società che vediamo. 

Proviamo a far giocare dei bambini ‘alla scuola’, e vediamo come questi abbiano imparato perfettamente ad imitare non soltanto il cipiglio bruto del maestro, ma soprattutto a sottomettere con la minaccia tutti gli altri. Ma poi c’è il discorso della competizione. Le persone forse riescono anche a vederla questo tipo di violenza strutturale, ma non se ne curano, la pensano necessaria, se non fondamentale. La terribile competizione che si annida nel pretesto del voto necessario, della classificazione necessaria, del merito e del demerito conseguenti, della divisione tra buoni e cattivi. 

Premio e punizione, il sunto della scuola e della caserma militare! Un addestramento simile, in un’età in cui si è delle spugne, che cosa vogliamo che produca, se non una società di sbirri e autoritari, e pure molto infami e ipocriti? Ma no, per le persone questa non è violenza. Non è violenza neanche l’assillo di sentirsi sempre sotto sorveglianza, cosa che modifica terribilmente anche i movimenti dei bambini, la loro spontaneità, la gioia, la serenità interiore. Ma tanto, perché dovrebbero muoversi sti idioti? Non gli fa bene! Decidono gli adulti già scolarizzati per loro, e non asperttano altro sti adulti frustrati! Sorveglianza obbligatoria, competizione obbligatoria, noia obbligatoria, attenzione obbligatoria, e non solo a scuola. 

Ma cosa crediamo di ottenere da persone così violentate? Una società di giusti e solidali? Pace e serenità? Fratellanza? Sapete cosa me ne faccio io di un bambino che non sgarra le tabelline ma che ha già imparato a essere suddito con aspirazioni da despota? Un bel niente! No grazie, preferisco un analfabeta, ma so che sarà ancora umano e autodeterminato, in grado di dire no alle autorità. E con buona pace degli stolti, quelli che credono che senza la scuola ci sarebbe la dissoluzione totale dell’umanità (infatti le guerre le progettano gli analfabeti, si sa), io mi accodo con i più grandi pedagogisti e intanto affermo che studiare è molto diverso che apprendere, che apprendere veramente nasce da un istinto naturale che necessita di rapporti paritari e di libertà, sospinta dall’innata curiosità. Libertà di scegliere, ad esempio. 

Conosco gente che ha imparato più cose qui su internet, liberamente, per proprio piacere, per propria curiosità. e nei tempi che si è autoconcesso, che non in tutte le scuole frequentate, ed è gente che mi viene ancora a dire ‘se non ci fosse la scuola…’. Ma che cosa? Ma se pure gli operai analfabeti dell’Ottocento, in America, conoscevano i classici della letteratura meglio dei borghesi (Noam Chomsky) sospinti dall’innata voglia di imparare a leggere e poi di leggerseli davvero quei libri, e di capirli soprattutto, mica solo di arredarsi il salotto che non avevano neanche! Che poi uno prende un bambino non scolarizzato, lo osserva, e si accorge che è un continuo chiedersi le cose, e chiederle agli altri, e darsi risposte anche quando non le ottiene… parte tutto da lui, ed è felice, nessun obbligo, e farà così finché non andrà a scuola. Poi, una volta giunto a scuola, oltre a vedersi deresponsabilizzato in tutto, oppresso dall’obbligo e addestrato persino a riverire l’autorità, a credergli comunque e in ogni caso, il bambino a poco a poco smetterà di trovare piacere nel leggere, sarà annichilito persino nella sua voglia di inventare, di creare, di sognare, sarà snaturato, disumanizzato, e dovrà essere allineato, omologato, certificato, massificato, adattato, giudicato, valutato, timbrato. 

Ed ecco pronta la pecora votante di domani, il ‘prenditore di partito’, il produttore docile e rassegnato che non si incazza se non col suo compagno (magari straniero, o gay, o juventino, o chissacosa), che dice pure che un altro modo di vivere è impossibile e brutto (si vede che sta benissimo allora). Ma tutto questo, e purtroppo anche altro, che è di una violenza invisibile e indicibile, le persone non lo vedono, non vogliono vederlo, anzi, questa violenza la considerano una civilissima virtù.

Cloud’s Walden.

Fonte

repressione O sei con me oppure sei contro di me … sono lo stato!

In tutto il mondo cosiddetto civile, cioè statalizzato, non si contano le persecuzioni nei confronti di persone che osano dire qualcosa che va contro i costumi, la morale, il sistema stesso. Gente che viene presa e sbattuta in galera per delle vignette, gente che viene fustigata in piazza perché scrive in un blog, gente che viene sottoposta a sorveglianza perpetua perché iscritta a circoli anarchici, gente a cui viene perquisita la casa perché segnalata in qualità di dissidente, gente che viene anche uccisa negli istituti psichiatrici perché in evidente opposizione col pensiero comune, eccetera. 

Tutta questa solidarietà nei confronti della libertà di espressione la trovo quantomeno ipocrita, soprattutto se l’atteggiamento solidale viene proprio dal potere politico, dal censore per eccellenza. Questa grande massa di gente che accorre come per le adunate sarà senz’altro e di nuovo il terreno su cui far crescere i prossimi deliri autoritari del potere. Più controllo, più restrizioni, più catene… altro che libertà! Per conto suo, il potere è conservatore per principio, le sue regole per potersi perpetuare non sono mai cambiate e mai cambieranno fintanto che ci saranno masse di persone che si fanno serve. 

Vorrei ricordare che, a proposito di immagini scomode, il mondo cosiddetto civile e educato non si è mai risparmiato in termini di censura (nel migliore dei casi) o di vessazione anche fisica. Sei mesi di galera, se non ricordo male, erano stati inflitti al grande artista Honoré Daumier, il padre della satira disegnata, per un suo disegno dal titolo ‘Gargantua’. Gli iconoclasti e i moralisti al servizio dei regimi ci sono sempre stati, e la chiesa cattolica, anche lei, non tollerava certo le immagini dissacratorie e licenziose, che faceva distruggere. Ma tutto questo non potrebbe accadere, ancora e soprattutto oggi, senza l’avallo della società modellata sulla cultura di stato. 

Quando il condannato alla forca viene accompagnato alla morte, c’è sempre la piazza piena ad assistere. Voglio dire che il potere politico è e sarà sempre lo stesso, oscurantista e molto più terrorista di tre uomini armati di fucile, soltanto perché a legittimarlo è un consesso sociale che si crede civile e solidale, in realtà è solo abbrutito, ipocrita, servo, altrettanto terrorista. Ne riparleremo tra qualche mese.
Fonte

http://ningizhzidda.blogspot.it/

BDI: Il Baltic Dry Index

L’ECONOMIA MELTDOWN 2015 è IMMINENTE: Siete pronti? 

da: Dave Hodges

http://www.pakalertpress.com/ 

Il mondo è sull’orlo di una crisi economica globale. Che cosa significa? La risposta più semplice è che non passerà molto tempo fino a quando ogni paese moderno è consumato da iperinflazione conseguente crollerà per via della troppa carta in valuta presente sul pianeta. Ciò comporterà l’arresto dell’economia. La fame sarà un luogo comune. Si verificheranno delle cruenti violenze e infine il mondo scivolerà nella terza guerra mondiale.

Due dozzine di indicatori economici, dimostrano che il collasso economico è globale. Per essere brevi, mi limito a evidenziare due di questi indicatori anche se questi non sono gli unici indicatori, il collasso economico è il nostro collettivo futuro.

Il Baltic Dry Index

bdi Il

Baltic Dry Index (BDI) è in assoluto il migliore indicatore economico della salute globale dell’economia. Il BDI è usato da economisti come leader per l’economia globale perché predice la futura attività economica. Il BDI, utilizza il dollaro come un punto di riferimento e misura la fornitura globale e la corrispondente domanda di spedizioni dei prodotti di base tra le navi che trasportano beni di consumo. 

Comodità, sotto forma di materie prime come i cereali, legname, carbone e metalli preziosi che costituiscono la spina dorsale della BDI. Nel corso del tempo, il BDI è stato il migliore indicatore della salute economica globale, perché, a differenza del mercato dei futures, il BDI non si impegna in speculazioni, in quanto forniscono dati quasi in tempo reale su cosa e ciò che viene spedita. 

Le decisioni adottate dal BDI è un accurato indicatore delle attività economiche, perché le imprese non prenotano dei cargo quando non hanno carichi di muovere. In breve, il BDI è la misura della pressione arteriosa finanziaria mondiale. Il BDI, no è molto lontano dal raggiungere il suo minimo storico. In definitiva, ciò che il BDI dice agli economisti è che stiamo andando verso una depressione molto superiore al 1929. Il BDI è in caduta libera da 43 degli ultimi 47 giorni.

Diamo un’occhiata a questo problema attraverso una lente d’ingrandimento. Se le materie prime non vengono trasportate in numero sufficiente (come ci viene indicato dal il BDI), cosa accadrà alla produzione? Per i più che hanno una dissonanza cognitiva, li preghiamo di togliere gli occhiali da sole colorati di rosa e onestamente rispondere a questa domanda: che cosa significa per il BDI la bassa produzione? Per bassa produzione il BDI intende un periodo di meno prodotti reperibili per bassa produzione che a sua volta significa meno prodotti finiti in arrivo sul mercato. Si noti che il BDI nelle sue analisi comprende prevalentemente i cereali. Con meno granaglie disponibili, meno prodotti alimentari saranno confezionati per poi essere distribuiti alle cayene alimentari che vendono al minuto, questo porterà a gravi carenze di cibo. Questo non è allarmismo, questa è semplice Economia 101.

Quando il relitto incombente di questo treno si farà pienamente sentire, non ci sarà al mondo un governo civile che sarà al sicuro dall’essere assassinato. Lo so, alcuni di voi diranno che questo non accadrà mai. Bene, diamo un’occhiata a ciò che Paul Craig Roberts dice sulle condizioni in Grecia.

La crisi economica dell’Unione europea

Due giorni fa, l’euro è sceso dell’1,3% in un solo giorno rispetto al dollaro, lasciando molte banche europee preoccupate di trovarsi fuori dall’economia dell’Unione europea. Un Insider del Business Sam Ro, ha dichiarato che le banche greche non possono più scambiare le obbligazioni del governo della Grecia con il denaro nell’Unione europea. In altre parole, l’Unione europea ha appena annunciato che dare del denaro alla Grecia è inutile. 

Forse perché mantiene una economia, in difficoltà, che sta rotolando giorno dopo giorno? Le ragioni sono puramente psicologiche. Un greco accetta da altri greci le banconote, perché hanno fiducia nel fatto che la carta moneta può essere scambiata per beni e servizi. Quando i cittadini greci dovessero perdere la fiducia nella loro capacità di scambiare la carta moneta in cambio di beni e servizi, l’economia greca crollerà completamente. 

La recente decisione dell’Unione Europea di non onorare la carta moneta greca ha messo in atto una serie di domino, che culminerà per i greci di non avere più a disposizione una moneta di carta per l’uso quotidiano. A meno che l’Unione europea inverta questa posizione, l’economia greca potrebbe essere a pochi giorni di distanza dal collasso totale. E in queste circostanze altamente volatili, ne deriverebbe solo anarchia.

La situazione in Grecia è così terribile che Paul Craig Roberts è apertamente parlato della possibilità reale che il governo greco venga assassinato. Roberts ritiene che sia molto probabile che il popolo greco volti le spalle all’Occidente accettando l’offerta dalla Russia e di fatto diventare un membro dei BRICS, sotto la sfera dell’influenza russa.

    “Questo rende difficile fare un accordo con il nuovo governo greco per migliorare le condizioni imposte alla Grecia. Così come fa l’inflessibile UE. Così come è inflessibile la Grecia nel dire, ‘Noi non stiamo giocando il vostro gioco -. Stiamo andando a giocare una partita diversa e accetteremo l’offerta dalla Russia”

A peggiorare le cose in Grecia, è stato Mercoledì 4 febbraio 2015, il prezzo del petrolio è calato di oltre l’8% in quello che potrebbe facilmente dimostrare per essere la goccia che ha fatto traboccare il vaso. La Grecia è al bordo di una ripartizione finanziaria completa e totale. 

 

Il collasso della zona euro è inevitabile.


L’economia di Spagna e Irlanda sono sull’orlo del collasso lo sono dalla scorsa estate. Germania, Francia e l’Italia, sarebbe meglio che fossero nella sfera dell’influenza russa, data la loro dipendenza di queste tre economie, dal gas russo. In breve, l’Unione europea non sopravviverà.

La data della morte dell’Unione europea deve ancora essere determinata. Tuttavia, è solo questione di tempo. E se Paul Craig Roberts ha affermato che quando il governo greco sarà assassinato dall’anarchia prossima, quanto tempo ci vorrà prima che la violenza attraversi la Spagna, l’Irlanda, l’Italia e quindi coinvolgere il resto d’Europa?

L’incompatibilità di immigrazione musulmana ha già portato la violenza per le strade di Svezia, Francia e molti altri paesi europei, si aggravano le condizioni economiche. L’Europa è pronta per fondersi totalmente con la salute dell’economia americana, non c’è modo di poter salvare il fondo-schiena finanziario dei nostri partner. Alla fine, credo che la previsione di Paul Craig Roberts potrebbe ben adattarsi. Il governo greco non sarà l’unico governo che corre ai ripari quando la proverbiale cacca economica dilagherà, la violenza si diffonderà in tutta Europa come l’Ebola in tutta l’Africa occidentale.

Sommario

Siate certi che gli agenti dell’intelligence di Putin saranno presenti in ogni capitale europea fomentando la violenza come soluzione all’economia e conseguentemente il caos. Anche se Putin è stato messo in un angolo, sta diventando chiaro vedere il perché non ha scagliato contro pro-attivamente i militari, azioni economiche e politiche in luoghi come l’Ucraina. Possiamo immaginare che Putin, tutto ciò che deve fare è sedersi e lasciare che la natura faccia il suo corso.

Siete pronti per quello che sta arrivando? Avete fatto scorte di cibo, acqua e fatto accordi di mutuo sostegno con i vostri vicini. Tu e la tua famiglia sei spiritualmente preparato? Ci si trova a 30 secondi dalla mezzanotte, siamo fuori tempo.

In sintesi, voglio ribadire ciò che ho detto molte volte:

Questo sistema bancario (bankster) non funziona. Anche in questo caso, prendete i vostri soldi dalle loro banche, stop allo shopping in negozi globalisti e cominciate a barattare per crearsi una scorta di cibo. Non si può fare altrimenti, quello di continuare a partecipare ad un gioco truccato può solo portarci alla nostra distruzione!

Fonte

http://ningizhzidda.blogspot.it/

— uno dei loro …

mummia

MUMMIA

 

tratto da: www.coscienzainrete.net

 

Hanno rispolverato e aperto il sarcofago, tirando fuori l’ennesima mummia. Un sopravvissuto (da chiedersi come mai) del pre-Tangentopoli, l’incarnazione stessa della voracissima Casta, anzi l’incarnazione di molte e potenti caste messe assieme. Siculo, figlio di tre generazioni di notabili meridionali, nato e vissuto nella bambagia. 
Il neo Presidente ha due fratelli, uno ucciso, non si sa bene perché e stranamente nessun giornalista lo dice e lo spiega, dalla mafia, e un fratello reietto e inesistente. 
Il papà Bernardo Mattarella, democristiano doc, secondo la relazione di Beppe Niccolai arrestato del 1950, sembra essere stato il mandante della strage di Portella delle Ginestre. Bernardo fu prosciolto in istruttoria. Ma nel 1992 però il Guardasigilli Claudio Martelli disse che “Bernardo Mattarella, secondo gli atti della Commissione Antimafia e secondo Pio La Torre, fu il leader politico che traghettò la mafia siciliana dal fascismo, dalla monarchia e dal separatismo, verso la DC“.
La Sicilia e i fratelli d’Italia festeggiano il nuovo Presidente…

 

—————–

Sappiamo chi è Certamente il nuovo Presidente della Repubblica
A cura di Fausto Carotenuto – tratto da www.coscienzainrete.net

 

Ecco il suo ritratto:

è uno che garantisce al massimo il gruppo trasversale che ha preso il potere sia in Italia che in Vaticano: il gruppo gesuita-massonico

 

è uno che garantisce che il gruppo perdente, quello opusdeista-piduista di destra, non verrà per il momento massacrato ulteriormente; o almeno non verrà massacrato subito…

 

è uno che garantisce nelle scelte per il governo che il prescelto sia sempre mondialista, vicino alla finanza tipo Goldman Sachs, ai gesuiti e alla grande massoneria internazionale.

 

è uno che garantisce che correremo a formare il superstrato europeo, come fase intermedia del superstrato orwelliano centrale, cedendo libertà e sovranità

è uno che garantisce che farà da amplificatore alle pressioni della finanza internazionale

 

è uno che garantisce che faremo interventi militari anticostituzionali, se la NATO lo richiede

 

è uno che garantisce che i vecchi poteri, in parte camuffati da nuovi, continueranno a governarci.

 

Ecco chi è il nuovo Presidente, 

quale che sia il risultato che uscirà dal Parlamento

 

Non può essere diverso da così, perché solo se è uno così si forma la maggioranza parlamentare per eleggerlo.

 

Ma non sarà il nostro Presidente.

Quanto sopra è stato da noi scritto il 17 aprile 2013 per la precedente elezione presidenziale: E’ ANCORA ESATTAMENTE COSI’.

Ed il Presidente che abbiamo avuto, Napolitano, ha svolto esattamente il ruolo da noi descritto allora.


(Vedi il link: http://coscienzeinrete.net/politica/item/1236-anticipazione-flash-ecco-chi-e-il-nuovo-presidente )

Ora il nuovo Presidente potrebbe anche essere un po’ diverso apparentemente. Magari non uno come l’algido Napolitano, messo lì a guidare militarmente ed autoritariamente il colpo di Stato. Ora c’è una maggioranza solidamente in mano all’asse gesuita-massonico che gode di una legge truffa elettorale che la garantisce.
Potrebbe essere uno che fa il buono, il piacione… alla papafrancesco, per farci ingoiare altre, prossime nefandezze e perdite di sovranità.

 

Ma anche questo NON SARA’ IL NOSTRO PRESIDENTE !

 

 Chi è così potente da far eleggere quest’uomo al vertice dello Stato?
da Fausto Carotenuto

 

Eletto in modo fulmineo il nuovo Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.
Ma chi è questo signore che sostituisce Napolitano? E’ meglio o peggio?

Facciamoci alcun domande:

Chi è talmente forte da fare in modo che uno come Renzi riesca sempre a vincere?

Chi è cosi potente da riuscire a mettere d’accordo tutte le litigiose correnti del PD?

Chi è così bene infiltrato in una destra ricattata e indebolita, da imporle quello che vuole?

Chi è che da sempre controlla nell’ombra i piccoli partiti della sinistra radicale?

Chi è che è capace di tenere il 5stelle vociante ma del tutto incapace di qualsiasi influenza sul gioco politico?

Chi è che è così potente da fare in modo che un vecchio politico attraversi indenne la Prima e la Seconda Repubblica, sempre salvo dagli scandali, sopravvivendo a tutto… fino ad arrivare alla Presidenza della Repubblica?

Chi è così forte da poter prendere una personalità grigia, compromessa con tutti i giochi del potere siciliano e nazionale, e farla diventare il “supereroe che meglio non ce n’è” per il vertice dello Stato? E farlo scegliere dal finto rottamatore Renzi?

 

Ma come chi è…. Per un lettore del nostro magazine, la risposta dovrebbe essere chiara: i Gesuiti.
Sì sono proprio loro, che finalmente, come nel caso del Papato, della BCE, dei vertici europei e del Presidente del Consiglio, hanno messo alla Presidenza della Repubblica direttamente uno dei loro uomini.
Non più e solo uno da loro manovrato e condizionato, come nel caso di Napolitano, Obama e tanti altri…. Ma proprio “uno dei loro”, da quando era ragazzo.

 

Cresciuto in una fedelissima famiglia democristiana siciliana, Mattarella è poi stato discepolo e strumento del gesuita Padre Bartolomeo Sorge, l’inquietante manovratore di politici italiani. Ex Direttore dell’organo di Stampa dei Gesuiti e Fondatore di una scuola di Politica palermitana intitolata al Papa Nero Pedro Arrupe.
Fu lui, tramite Mattarella, a far fare carriera a Orlando, l’attuale sindaco di Palermo e allievo dell’altro inquietante gesuita Padre Pintacuda. Sì, proprio quell’Orlando grandissimo estimatore e sostenitore di Tsipras.
Ecco, ora in Italia abbiamo un Papa gesuita, un Presidente del Consiglio di stretta obbedienza gesuita e ora anche un Presidente della Repubblica diretta creatura di gesuiti.
Ormai è chiaro chi comanda in Italia no?
E quale potere con ancora più forza continuerà a condurci verso il superstato europeo orwelliano, verso la perdita di sovranità, verso le varie crociate con l’Islam, verso una organizzazione statale e sociale un po’ più corretta e ordinata, ma più controllata e meno libera.

 

Per dominare meglio e ridurre il potere dei loro nemici, i gesuiti – alleati ad una parte importante della massoneria – saranno costretti a diminuire la corruzione, il disordine, la criminalità organizzata.. E di questo – se ci riusciranno – saremo contenti. Quello che ci inquieta è il loro disegno di controllo totalizzante della politica, della Scienza, della Cultura… per riaffermare il loro potere su tutti gli ambiti della nostra vita.
Ma una cosa non ci faremo controllare: la nostra interiorità, la nostra libertà di fare il bene e di inseguire la verità. Non metteranno piede nel nostro cuore, finché lo terremo vivo con la spinta della libertà e con azioni volte al miglioramento di quello che ci circonda.

 

Auguri Mattarella … l’augurio che ti facciamo è di sfuggire un giorno dalle grinfie di chi ti ha cresciuto … e diventare veramente un servitore del bene della gente..

 

Fonte: http://www.disinformazione.it/ 

http://ningizhzidda.blogspot.it/

I ceppi di appartenenza

 

Guerra o Pace – l’opinione di Sauberer-Himmel.De sull’attacco a Parigi. 
A dire il vero, per sapere chi c’è dietro gli attacchi a Parigi, dobbiamo per prima cosa applicare delle regole, le regole sono queste: Non credere alla versione ufficiale, che si sviluppa da parte dell’industria dei media per tali attacchi terroristici che si moltiplicano alla velocità della luce in tutti gli angoli del globo.

Il record ufficiale di tali eventi, (in generale mai vero) li riportiamo in queste testimonianze: Sarajevo 1914 il Reichstag nel 1933, Monaco di Baviera 1974 di New York nel 2001, Madrid nel 2004 e Londra nel 2005, le versioni ufficiali non erano applicabili, sembra quindi una lunga storia. Poiché gli attacchi di false flag sono sempre state più o meno i mezzi più idonei per raggiungere gli obiettivi politici e/o religiosi, possibilmente rigorosamente distanti agli interessi del popolo. Viene data la colpa al cosiddetto nemico che sta facendo cose terribili, creando grande indignazione nell’opinione pubblica, senza rendersi conto che è stato ben congegnato e organizzato. Senza questo evento, non potrebbe essere presa nessuna iniziativa politica.

La seconda regola è: useremo (in questo caso), la leva di chi usufruisce degli attacchi? E, questa domanda deve essere molto chiara per avere una risposta altrettanto chiara. Quello che traspare è che stanno usando gli iniziatori del cosiddetto “scontro di civiltà”, in cui le popolazioni mondiali, le culture e le religioni si ritrovino uno contro l’altro, su questa terra che sta bruciando completamente. Una cosa importante che va tenuta a mente è la consapevolezza di quello che realmente accade che è completamente oscurata. Quasi tutte le nazioni, e quasi tutti i governi hanno già preso il loro ruolo in questo “gioco”, perché quasi tutte le nazioni della terra sono state infiltrate da dall’Alto grado massonico che è stato fondato da tempo dai Gesuiti come una “ragnatela globale”.

Anche il presunto Hussein, odiato dall’Occidente, l’ex dittatore iracheno, è stato un alto grado della Massoneria e un agente della CIA che si dice sia morto nel 1999. A proposito: anche al tempo di Napoleone, i generali erano massoni di alto livello su entrambi i lati. Anche l’ex presidente iraniano Ahmadinejad, se si indaga sul suo passato particolarmente andando indietro nel tempo, durante il suo mandato, aveva stabilito lo “scontro di civiltà” per le sue dichiarazioni anti-americane, anche tanti “teorici della cospirazione” sono stati contestati in Germania per aver messo nella stessa squadra Bush, Blair, Obama, Schröder, Schmidt, Brandt, Chirac, Putin o Sarkozy (quiesti leader della politica mondiale, come tanti altri, sono stati chiamati massoni di alto livello). Ricorda che?

Va anche ricordato che questo coinvolgimento dovrebbe probabilmente rispondere alla domanda del perché quasi tutti i dittatori fascisti sono stati finanziati dalle agenzie d’intelligence occidentali. In particolare, Mussolini, Franco, Hitler, Hussein, erano tutti sostenuti dai servizi segreti britannici, in modo che potessero arrivare al potere nei rispettivi paesi. Ad esempio Hitler, era entusiasta di aver studiato dai Gesuiti, (che – come sopra riportato – hanno fondato l’alto grado della massoneria), dicendo: “Ho imparato molto dall’istruzione datomi dai gesuiti fino ad ora, non c’è mai stato niente di più magnifico sulla terra che l’organizzazione gerarchica. della Chiesa cattolica”. (La persecuzione nazista delle Chiese di Conway, pp. 25, 26)

Alla fine su cosa dobbiamo fare chiarezza? 

Obama

 

I nemici di questa setta internazionale di alto grado massonico, non sono quindi i presunti governi ostili da un lato e dall’altro lato apparentemente opposto, in quanto amano fingere ogni giorno nell’industria dei media. Il nemico principale di questa élite settaria, sono solo le persone ignoranti, persone che ignorano, dopo aver assistito a tutte le fazioni in guerra o tribù concorrenti che sono state martoriate negli ultimi secoli, o sono state completamente spazzate via.

Prima, non troppo tempo fa, si parlava su questa terra di ceppi e non di popoli. Oggi, quasi nessuno parla di un bianco appartenente ad una tribù. La famiglia reale e la nobiltà di questi fanatici religiosi sanno esattamente da quale tribù provengono (per esempio, quasi tutti i presidenti degli Stati Uniti sono legati gli uni agli altri. I loro alberi genealogici di solito possono essere fatti risalire alle corone europee. La genealogia di Al Gore potrebbe anche risalire all’Impero Romano). Non per niente, un dipendente della CIA ha detto che i talebani in Afghanistan, probabilmente sarebbero l’unica tribù che non si può comprare.

La sfilata delle nazioni a Parigi, delle culture e religioni possono così essere più assimilate le une alle altre. Allo stesso tempo, l’apparato di sicurezza potrà ulteriormente essere sviluppato più strettamente a scapito delle popolazioni. Ancora più denaro potrà essere destinato e usato per la guerra, l’omicidio e il saccheggio in paesi lontani che non ci hanno mai attaccato.

L’opposizione extraparlamentare, o chi è stanco del sistema attuale delle barbarie potrà essere nitidamente monitorato meglio, controllato e combattuto. Tutte queste leggi sulla sicurezza verranno a ledere le nostre libertà fondamentali mettendole sotto i piedi, cioè non serve tanto alla lotta contro il terrorismo, perché il terrorismo è organizzato con questi principi a livello mondiale con le stesse regole. C’è gente pacifica che non può essere schiavizzata con queste regole legiferate. Alla fine, quando il deliberato “scontro di civiltà” verrà sentito e fomentato e portato nelle strade, porterà a un’escalation, le costituzioni saranno sostituite con quelle di emergenza ecc., saranno adottate sulla popolazione al fine di garantire i piani futuri di questi fanatici religiosi, in modo, finalmente – come in passato – potranno massacrarci.

Nel Medioevo, la popolazione è stata perseguitata per le cosiddette “eresie” e “stregonerie”. Poi la popolazione è stata perseguitata di nuovo con gli ebrei o perché non si vogliamo i mussulmani, vogliamo per noi un mondo diverso da questi pazzi tecnocrati che (ancora) governano questo mondo. Ma ci sarà un punto in cui i principi globali di oggi perderanno il controllo delle persone e del pianeta. E per farlo accadere, abbiamo bisogno di educare la gente su tutti i soggetti segreti in modo che la massa critica di pecore cessi finalmente di seguire ciecamente i principi globali giù fino nell’abisso. Se la parte critica di una mandria è in fermento, quindi, il pastore tenderà a perdere tutto il suo gregge.

Tutto quello che abbiamo scritto fin qui, ha l’intento di non far chiudere gli occhi sulla verità, che è davvero spaventosa e difficile da credere. Già John Lennon aveva detto prima del suo assassinio, che il mondo è governato da pazzi che avevano obiettivi folli. Quando una volta si è capito questo fatto, allora viene da chiedersi spiegazioni sull’uso delle “scie chimiche” o attacchi di false flag come recentemente è successo a Parigi.

A questo punto vogliamo parlare nuovamente del “complotto” e, richiamare l’attenzione sulle lezioni illuminanti del Prof. Dr. Walter Veith. Il professor Veith è un’autorità con una conoscenza incredibile e in grado di dimostrare in che cosa questa lunga storia e tradizione e, occulta congiura può guardare indietro.

Maggiori informazioni su questo argomento:

DIE ZEIT, scie chimiche e il governo mondiale segreto

Se volete saperne di più su questo argomento e di altri importanti argomenti ancor più, si può anche visitare uno delle nostre conferenze speaker Dominik Storr. Su www. matrix-ade.de sarà annunciata presto la prossima data di presentazione, che si terrà nel mese di febbraio.

I Video Correlati:
https://www.youtube.com/watch?v=GvimYCd3dPY

https://www.youtube.com/watch?v=Sb_6FGlWgdE

Fonte:
http://www.sauberer-himmel.de

Link correlati:
Tanker-Enemy
ComeDonChisciotte
GuardForAngels 
la scienza marcia e la menzogna globale

http://ningizhzidda.blogspot.it/

#: L’umanità si risveglierà dalla sua follia prima che sia troppo tardi?

modern culture 3
Immagini grafiche di un artista coraggioso, lo spagnolo
sulle follie di questo presente, questa “civiltà moderna”.  
 
Un artista illustra la follia, pardon i “valori” di questa società. 

Come i farmaci stanno trasformando la popolazione in zombie e uccidendoci ad un passo… non poi cosi lento.

Il Times [USA] indicava tra le statistiche di morte del 2009:

  • per la prima volta anche in USA,  sono state uccise piu’ persone da farmaci che da incidenti stradali
  • 37,485 persone sono morte per farmaci, un tasso ingigantito da overdose di prescrizioni per antidolorifici e antiansia, rispetto ai 36,284 per incidente stradale
  • morti per farmaci piu’ che raddoppiati  tra gli adolescenti  e giovani tra il 2000 e il 2008, e piu’ che triplicati tra i 50 e 69 anni

 

modern culture 2
Ogni anno in USA avvengono circa 450,000 effetti avversi prevenibili e causati da farmaci. 

 

I costi di questo per la società sono piu’ di 136 miliardi di dollari all’anno : maggiore del costo totale di cure cardiovascolari o diabetiche. Nelle documentazioni dal 1976 al 2006, i ricercatori hanno trovato 62 milioni di certificati di morte correlati a farmaci da prescrizione,circa 1/4 di milione di queste morti  erano state codificate come avvenute in circostanze ospedaliere  a causa di errori farmacologici. Come si può considerare normale tutto questo?

Vittime innocenti di una guerra inutile

modern culture 1
i bambini che crescono intorno alla devastazione di una guerra sono spesso soggetti agli effetti collaterali come le radiazioni, amputazioni indotte da armi da fuoco etc… Si puo’ discutere sulla “guerra al terrore”, ma non si puo’ discutere sull’assurdità di uccidere bambini innocenti in nome della difesa del proprio Paese…

242

La nutrizione forzata… con cibi di basso costo e qualità, per rendere letargico e docile il pubblico.Il costo della vita è in ascesa e la crisi economica,ovunque, sta spingendo  sempre piu’ persone verso i minimi socio-economici; cosi capita che molte famiglie e studenti siano costretti, soprattutto in USA, a nutrirsi di cibo a basso costo e qualità nutrizionale. Una nutrizione appropriata ci tiene in movimento, con una risposta cognitiva ottimale e in buona energia, mentre una carenza nutrizionale mantiene la nazione letargica e docile. La censura del pensiero libero e le conseguenze del pronunciare la propria opinione

336

In una nazione [USA] che si autodefinisce “libera”, è interessante che esistano cosi tante leggi , normative e programmi di paura che limitano le nostre scelte e pensieri. 

Si può finire al fresco semplicemente facendo resistenza al sistema di credenze governativo. Son curioso di vedere per quanto tempo le persone lasceranno che questa censura accada.

433

La mano di aiuto delle religione… per i poveri Non è un segreto che le istituzioni religiose predominanti, oggidì,  siano tra gli enti più ricchi al mondo.  Nonostante tutte le loro collezioni di oro e beni, le loro morali ad alto interesse, nonostante rivendichino di essere la via di salvezza per il mondo, le istituzioni religiose hanno fallito nel dare una mano nel risolvere la pandemia della povertà su scala mondiale. Qualcosa per cui per certo avrebbero le finanze per intervenire… o come minimo per ridurla drasticamente. E’ abbastanza ironico constatare che molte delle nazioni in via di sviluppo, sono avviluppate nell’esca della religione organizzata e seguono gli insegnamenti molto diligentemente, senza trarre nessi sul fatto che queste istituzioni religiose hanno in mezzi per aiutare, ma semplicemente…non lo fanno.

“con questa controllerò la tua vita”.  

Come la sessualità femminile viene usata per distrarre l’attenzione di una popolazione di uomini, pilotati da ormoni

527
E’ evidente in tutte le forme dei media odierni. L’immagine iper-sessualizzata delle donne, usate per stimolare una popolazione maschile mossa dal testosterone. Questo non è solo prevalente nei media, ma si vede anche in vari aspetti della cultura moderna . Per esempio molti ristoranti e bar costringono le ragazze ad indossare gonne, tacchi, persino stivali, tutto per essere attraenti per una specifica audience.  Anche le pop star femminili e le celebrità sono spesso sfruttare sessualmente nei media mainstream. Solo un altro esempio delle dominanti influenze maschili… al vertice della scala.  

720

La popolazione impazzita dei social media.I social media indubbiamente hanno cambiato il nostro modo di restare in contatto, attraverso internet; ma se tutto ciò sia stato per il meglio… è faccenda dibattuta da molti. Oggi vediamo un’alta percentuale di giovani e adulti letteralmente assuefatti dai loro telefonini, iPads o computer.  Siamo all’inizio di una fusione tra la tecnologia e l’uomo, dove costantemente il confine tra una realtà di social media e quella quotidiana, non sono distinguibili. Ci sono ora molte piattaforme social disponibili, perché il pubblico si possa perdere dentro, molte delle quali sono eccellenti nel farci perdere tempo, senza uno scopo, facendoci scorrere continuamente in infiniti feed. Come continuerà a crescere questa relazione con i social media, negli anni futuri?  Scoprirlo mi renderà un po’ nervoso…  

modern culture 3

Il denaro-potere che taglia la gola, tiene bloccata la gente.

Il modo in cui è strutturato attualmente il potere è come se le persone fossero intenzionalmente messe le une contro le altre, come un gigantesco gioco di sopravvivenza di quelle più adatte e in forma. 

Come atleti professionisti sono usati come prodotti

1415

Come dice un famoso verso: ” i ricchi stanno diventando piu’ ricchi e i poveri piu’ poveri”. Le persone sono disposte a calpestare chiunque sia necessario calpestare in nome del denaro. 

Con massima sfortuna vediamo che gli interessi finanziari stanno spazzando via il pianeta, distruggendo l’ecosistema e la  fauna e flora e questo ad un passo insostenibile.  

Come ha fatto un sistema di valori inventato, arrivare ad essere la causa di rovina di un intero pianeta?

#: L’umanità si risveglierà dalla sua follia prima che sia troppo tardi?
 

Fonte: LINK
Traduzione: Cristina Bassi
http://thelivingspirits.net