Crea sito

Un vecchio saggio professionista consiglia il Presidente

Coronavirus: un maestro di propaganda consiglia il presidente prima di rivolgersi alla nazione

  

Due risposte in cima alla lista: “ma le persone stanno morendo”; e “gli esperti non mentirebbero”. 

Quindi, in questo episodio di finzione virale e apocalisse su segale con senape, vi presento una storia che mi piace chiamare: IL MASTER DELLA PROPAGANDA VIENE IN CITTÀ. 

Questo personaggio è una figura di saggezza e un insegnante. È un vecchio professionista. Si assicura che le bugie vengano raccontate bene e spesso. Ricorda alle sue truppe la loro missione. Perdonate il suo modo di esprimersi, ma ha un’opinione molto bassa dell’umanità. 

Eccolo ora, uscire dalla sua limousine ed entrare in un hotel a cinque stelle. 

Sala conferenze. Un team di sicurezza ha controllato lo spazio per bug e altri ficcanaso elettronici. Le sfumature sono disegnate. Una dozzina di specialisti delle operazioni di propaganda sono seduti al lungo tavolo. 

Il maestro entra nella stanza, si trova a un’estremità del tavolo e, senza formalità, inizia a parlare: 

—Ho solo pochi minuti. Sto andando a Roma per informare il Papa. Quindi eccolo qui. Mettiamo i messaggi in testa alle grandi masse non lavate, così passeranno quei messaggi ad altri. Prenderlo? Questo è il vero fattore di contagio. Non dimenticarlo mai. Siamo Info Central per i rubli, i giovani e gli idioti, compresi gli idioti con QI elevato che pensano che il loro diploma universitario significhi che sono istruiti nella scienza. 

— Lavoriamo con la morte. Le persone in tutto il mondo muoiono continuamente, ogni giorno. Il pubblico non vuole pensarci. Buono. Questo è un bene per noi. Il nostro compito è convincere i giovinotti che la “nuova” morte che sta avvenendo ora proviene da un virus speciale. Lo facciamo equiparando MORTE e CORONAVIRUS. PrendERLO? Non dimenticarlo mai. “Le persone stanno morendo, deve essere il virus.” Questo è il nostro biglietto. 

—I nostri fratelli medici in questa grande truffa hanno già fatto un ottimo lavoro portando la morte in varie categorie. Ma ora possono trasformare la polmonite ordinaria in polmonite da coronavirus alla caduta di un cappello. Possono trasformare l’influenza in corona. Possono rendere un uomo che cade dalle scale una vittima del virus. Un disco volante si schianta in un campo? Se ciò accadesse, un ufficiale del CDC con una faccia seria potrebbe dire ai giochini e agli idioti che il pilota alieno dell’imbarcazione è stato abbattuto dal virus ed è per questo che ha perso il controllo del piattino. 

—Quindi non possiamo deludere i nostri amici medici. Dobbiamo aumentare l’intensità del messaggio. Voglio più pronostici dai grandi scatti di Harvard e Yale. Sai, milioni moriranno. Metà della popolazione mondiale sarà infettata. 

—Alcuni degli idioti e dei lunatici che prendiamo di mira sono politici. “Credono nella scienza”. Vogliamo che questi poliziotti rinchiudano le città. Tagliare il trasporto. Fai sentire alle persone il pungiglione. La puntura, la crisi e la quarantena equivalgono a IL VIRUS. Possediamo il virus. È la nostra arma psy. È un’idea, un’idea, un fantasma, un terrorista, un mostro e solo gli esperti medici possono controllarlo, se le persone seguono tutti i loro ordini. Continua a battere quel messaggio.

—Ora, appena tra di noi, per cominciare, hanno mai trovato un nuovissimo virus in Cina? Che importa? I test diagnostici per il virus sono inadeguati, inutili, inutili e ingannevoli? Ovviamente. L'”epidemia virale” è un falso placcato in oro? Sicuro. A tutti i tipi di persone viene diagnosticata un corona che non ha alcuna malattia? Scommetti.  

Alle persone che sono malate per una serie di ragioni viene detto che sono casi corona? Si. Questo è il nostro pane e burro. Un povero bastardo scende da un aereo e ha una leggera febbre dall’aria cattiva respirata nella cabina e viene portato in una base militare per la quarantena. Gioca. “Il virus può portarti sempre e ovunque.” In una città, il reparto di terapia intensiva in un ospedale traboccante di malati? Ovviamente lo è.  

Le persone sono sempre ammalate. Ma ora, con l’onda di una bacchetta magica, vengono messi in terapia intensiva perché devono essere corona. Buono. Voglio altre foto di quella terapia intensiva. Voglio video sulle notizie. Di più. Essere impegnato. Non rilassarti. Questo è un circo. Ci sono regole per un circo. La regola principale è che le persone si annoiano rapidamente, quindi hai bisogno di molti atti e trucchi, animali, spettacoli collaterali e caramelle per tenere occupato il pubblico. Un’ICU qui, (nda terapia intensiva) un’ICU lì. Una mamma piange. A chi importa perché? Deve essere il virus. Non voglio conoscere tutte le altre ragioni per cui le persone sono malate. Voglio solo sentire VIRUS. 

—Non dimenticare mai con che facilità puoi ingannare i giovani. Ieri, un ragazzo che viveva in un condominio aveva l’influenza. Nessun grosso problema. Ma oggi, stesso il ragazzo? Corona. Nulla è cambiato tranne la notizia. Tutti i suoi vicini nell’edificio dimenticano che ieri questo tipo aveva l’influenza ordinaria. È una cosa bellissima Usalo Voglio vedere più funerali sulle notizie. Essere impegnato. Mostrami altri eventi sportivi in ​​corso negli stadi vuoti. 

—Il nostro santo graal, il nostro ideale, che è irraggiungibile, sarebbe: ogni morte nel mondo per i prossimi sei mesi o un anno si chiama coronavirus. Ma possiamo lottare verso quell’ideale. Dobbiamo. 

—Ci sono due gradi. Ci siamo. E ce ne sono. Li manteniamo nelle loro menti limitate. Rafforziamo quelle menti limitate con i nostri messaggi. Continuate a sbirciare, “Ma le persone stanno morendo, deve essere il virus!” È oro puro. Continua a estrarre quell’oro. 

Tornato nella sua limousine, il maestro chiama il suo contatto al CDC. “Ascolta”, dice, “voi gente laggiù state iniziando a vacillare. Sto parlando del test diagnostici per il virus. Innanzitutto, i kit di test erano difettosi, non funzionavano. Ora non ne hai abbastanza per soddisfare le esigenze. Inoltre la parola sta iniziando a rivelare che i test sono intrinsecamente inaffidabili e nessuno dovrebbe crederli. Questa merda deve finire adesso.  

Puntella le tue truppe. Mettili in fila. Voglio che le persone sane, i malati, gli anziani, i giovani e tutte le persone ricevano una diagnosi di corona e non voglio incertezze. Tu ed io sappiamo che il test è uno scherzo, non funziona, ma nessun altro può scoprirlo. Fatto? Le persone laggiù al CDC possono essere sostituite. Possono trovarsi per strada.  

Il responsabile di questa operazione è la propaganda, non la scienza. Sostieni gli Stati Uniti. Questa è la gerarchia. Voglio che la PAURA infuri la popolazione. Se non riesci a reggere la tua fine, troverai tutte le citazioni sull’epidemia sulla stampa che provengono improvvisamente dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, non dal CDC. Mi assicurerò che tu sia spinto in secondo piano.  

Le persone della salute mondiale sono professionali. Sanno come consegnare un lavoro unificato. Quei due idioti, il governatore di New York e il sindaco di New York, stanno facendo di più per promuovere questa falsa epidemia di tutti gli impiegati del CDC messi insieme. Metti in ordine la tua casa. Veloce.” 

Chiude il telefono e se lo mette in tasca. Sulla strada per l’aeroporto, canticchia un po’ di musica. Lui guarda fuori dal finestrino. Pensa a se stesso, se possiamo allungare abbastanza lontano, possiamo forzare una cancellazione delle Olimpiadi. Forse possiamo persino organizzare elezioni presidenziali in America su Internet. Nessuno vota in uno stand. Non è possibile rischiare la trasmissione del virus. Lui ride. Il suo telefono vibra. Lo estrae. 

“Si signore?” lui dice. Lui ascolta. Annuisce. “Sì, signore, lo so che parlerà alla nazione sulla pandemia tra pochi minuti. Bene, signore, questa è una commedia. Sei nel mezzo. So che lo capisci. Se vai troppo lontano nel minimizzare il rischio dell’epidemia, verrai colpito duramente da tutte le parti.  

Sindaci, governatori, scienziati, dottori, funzionari della sanità pubblica, membri del Congresso, tecnologia avanzata, mezzi di comunicazione, vi taglieranno tutti in una zucca ghignante. Per non parlare di quello che è successo al mercato azionario. Se si tenta di minimizzare l'”epidemia”, l’intero quadro economico andrà a testa in giù. Anche Goldman Sachs non sarà in grado di proteggerti.  

Guardati intorno. Quel sindaco scimunito di New York sta facendo rumore sull’intero sistema della metropolitana. Il mio consiglio è che questa operazione esegua il suo corso. Leggi le foglie di tè della storia. Molti presidenti hanno problemi alla fine del mandato. La falsificazione del coronavirus è il tuo problema. Guidalo da fuori.  

Se non puoi battere Joe Biden a novembre, dovresti tornare a costruire campi da golf. È aggrappato a un filo. Non penso che i dottori possano pomparlo con abbastanza farmaci da mantenere il cervello in funzione durante un dibattito. Potresti barcollare in carica al minimo per il tuo secondo mandato, ma l’epidemia si dissolverà, l’economia tornerà e tu — non essere arrabbiato, signore, i tuoi nemici hanno cercato un tallone d’Achille da allora hai iniziato a fare campagna nel 2015. Ci hanno provato, ci hanno provato, non ha funzionato davvero. Ma questa operazione medica funziona.  

Dirai davvero che gli esperti medici sono tutti bugiardi e notizie false? Lo stai pensando? Impara da me, non funzionerà. Sai che ho ragione. La propaganda medica degli ultimi cento anni è vincente. Come puoi farcela, specialmente nel mezzo di questa tempesta di merda attuale? Se mi importasse della verità, sarei in una diversa situazione. Fortunatamente, sono al di sopra della mischia. Ascolta il tuo saggio vecchio zio. Prendi l’amaro con il dolce. Sei un professionista nel tuo campo. L’arte dell’accordo. In questo caso, l’accordo è vivo per combattere un altro giorno. Hai dipinto la tua foto della “grande ripresa economica”, e ora stanno spruzzando ovunque con dei graffiti. Ecco cosa fanno i nemici. Ho del materiale interessante su Biden e Bernie, se vuoi che io … “ 

Il maestro guarda il suo telefono. “Ha riattaccato”, dice al suo autista. 

“È uno scambio di idee veloce”, dice l’autista. 

Loro ridono. 

“Che cosa hai intenzione di dire al Papa?” Chiede l’autista. 

“Gli dirò di tenere la bocca chiusa. E se non può farlo, e vuole coinvolgere Dio, lavoreremo sulla dichiarazione. Cambiato in natura. È più morbido. La natura ha i suoi modi. Deve essere rispettato. Dio ci ha dato l’intelligenza per lavorare con la Natura e i mezzi per sviluppare la scienza medica. I dottori sono guaritori. Segui i loro consigli. Qualcosa del genere. Sulla via dell’aereo, vengo con alcune citazioni. Stai dalla mia parte. Stai preparando il calore. Chiederanno la tua arma prima di farci entrare in Vaticano. Dagliela. Tieni gli occhi ben aperti. Non guardare oltre le porte aperte. Chissà cosa vedresti? Non voglio che nessuno ci chiami come testimoni in un futuro caso giudiziario …” 

“Stai attento come sempre”, dice l’autista. 

“Attento nei dettagli, assolutamente sconsiderato quando si tratta del piano generale. Dì una bugia così scandalosa, nessuno può credere che sia una bugia.” 

Alla Casa Bianca, il presidente sale sul podio e guarda la telecamera. Pensa, mi chiedo cosa succederebbe se uscissi dalla sceneggiatura e dicessi, sai, ci devono essere diecimila persone a Washington che sanno che c’è qualcosa di strano in questa situazione di coronavirus. C’è tutta l’influenza. Il CDC afferma che trentamila persone negli Stati Uniti muoiono di influenza ordinaria ogni singolo anno, come un orologio, e ci sono milioni di casi di influenza ogni anno, ma nessuno lo definisce un’epidemia. Il mercato azionario non sta crollando a causa di QUELLO. Nessuno viene messo in quarantena per questo. A causa di QUELLO, non giocheranno l’intero torneo NCAA March Madness in arene vuote. Che diavolo sta succedendo? 

Il presidente inizia a parlare alla nazione.

La FEMA si prepara alle quarantene?

La FEMA si prepara per Trump a dichiarare l’emergenza nazionale di coronavirus, scatenando le forze armate e miliardi di aiuti ai federali.

(Natural News) Nonostante i ripetuti tentativi di assicurare al pubblico che la pandemia di coronavirus è sotto controllo negli Stati Uniti, il governo federale continua ad adottare misure drastiche, per ogni evenienza .

Una fonte vicina a NBC News afferma che la Federal Emergency Management Agency (FEMA) si sta preparando per il presidente Donald Trump a dichiarare una “dichiarazione di emergenza per malattie infettive”.

Una volta che questa emergenza nazionale sarà dichiarata dal Presidente, la FEMA sarebbe in grado di attivare i 34 miliardi di dollari in fondi attualmente gestiti dall’agenzia. “Sono i soldi che sono seduti lì e pronti”, ha detto un ex funzionario della FEMA.

“Per me questa è un’altra indicazione che il presidente e la Casa Bianca sono finalmente consapevoli della gravità della situazione”, ha affermato Michael Coen, ex capo dello staff della FEMA. “Devono prendere in considerazione tutti gli strumenti a loro disposizione e avere contingenze per l’azione”.

La dichiarazione di emergenza avrebbe sbloccato i militari e miliardi di dollari in assistenza medica

Questi fondi della FEMA aiuterebbero la forte risposta dell’amministrazione coronavirus, arruolando le forze armate per dare una mano. La dichiarazione di emergenza consentirebbe ai funzionari della FEMA di fornire finanziamenti per i disastri agli stati e ai governi locali. Il CDC ha già identificato casi di coronavirus in quattordici stati. Questa dichiarazione di emergenza consentirebbe alla FEMA di colpire le aree già colpite dal virus, consentendo alle squadre di assistenza medica, agli ospedali mobili e ai trasporti militari di dare una mano con ospedali potenzialmente sovraffollati e persone in preda al panico.

Al fine di mobilitare i militari e attivare i fondi di assistenza in caso di catastrofi della FEMA, l’amministrazione Trump avrebbe dovuto utilizzare lo Stafford Act del 1988. Lo Stafford Act è stato utilizzato dal presidente Bill Clinton nel 2000 per combattere il virus del Nilo occidentale a New York e nel New Jersey. Fino a $ 5 milioni in aiuti federali sono stati utilizzati per aiutare questi stati a controllare le zanzare e aiutare le persone a riprendersi dalla malattia trasmessa dalle zanzare. Questa volta, la dichiarazione potrebbe avere un impatto su più stati e potenzialmente attivare la Guardia Nazionale in tutto il paese.

Health and Human Services (HHS) ha già dichiarato che questa varietà di coronavirus è una “emergenza sanitaria pubblica”. La FEMA sta attualmente collaborando con HHS per assistere il governo federale.

Con miliardi di dollari a disposizione, il governo federale tratterà i cittadini statunitensi come i cinesi vengono trattati?

Il presidente Trump ha ripetutamente elogiato il presidente cinese per la sua forte risposta al controllo del coronavirus. Con miliardi di dollari a sua disposizione, Trump utilizzerà tattiche simili a quelle utilizzate dal governo cinese?

I camion attraverseranno le strade della città, spruzzando sostanze chimiche ?

Gli individui febbrili verranno prelevati dalle loro case e messi in quarantena, non importa quale sia la causa?

Alle scuole verrà ordinato di chiudere per mesi?

Le strade della città diventeranno spaventose città fantasma, le attività commerciali locali verranno chiuse, le catene di approvvigionamento interrotte?

Quanti luoghi pubblici saranno chiusi e per quanto tempo?

I dipendenti saranno costretti a lavorare da casa?

Se i corpi si accumulano, come saranno trattati i defunti?

Le strade saranno bloccate, i viaggi saranno limitati all’interno del confine?

Per quanto tempo sarà sospeso il viaggio aereo da tutti i paesi interessati?

Quando cesserà la paura del virus?

Le quarantene e le misure drastiche saranno utilizzate per tutte le infezioni future, inclusi ma non limitati a: influenza, mielite flaccida acuta, morbillo, parotite, virus respiratorio sinciziale, polmonite, bronchite, ecc.?

Non importa quanti soldi vengono spesi per rassicurare, i virus continueranno a esistere e sfideranno le nostre economie. Non importa quante sostanze chimiche vengano spruzzate, i microbi attendono di ricolonizzare lo spazio, evolvendosi con tratti più forti. Non importa quanto siano difficili le quarantene, i virus vivono in un piano di esistenza che ancora non capiamo, sfuggendo ai confini fisici con cui cerchiamo di rassicurarci. Indipendentemente dal numero di emergenze dichiarate dagli esperti, esistono già le condizioni affinché i virus possano trarre vantaggio dalle popolazioni malnutrite e immuno-compromesse.

Non importa quanta “sicurezza” siamo rassicurati dal governo, dobbiamo imparare a rafforzare i nostri corpi e i nostri sistemi immunitari e prenderci cura delle nostre famiglie, preparandoci per potenziali sconvolgimenti sociali e sconvolgimenti del governo che potrebbero arrivare in America. Non importa quanta paura e morte siamo alimentati dai media, dobbiamo continuare a interagire l’uno con l’altro, a trattarci l’un l’altro con dignità e rispetto, ad abbracciarci, baciarci, dare alla luce e celebrare la vita.

Le fonti includono:

NBCNews.com

BusinessInsider.com

Fonte Articolo: https://www.naturalnews.com/

®wld

Più grande della caduta dell’Impero Romano e la caduta di Atlantide

Informazione su Atlantide attualmente JERRYE AND ROY KLOTZ MD Wikimedia Commons 

Il Tonificante per il mondo – Crollo sistemico

Gli anni ’50 furono il punto di svolta, il momento in cui si sarebbe potuto ancora fare qualcosa sulle questioni importanti che l’umanità e il pianeta avevano di fronte. Il periodo tra la seconda guerra mondiale e l’inizio degli anni ’60 è stato quando le principali decisioni prese dai principali responsabili delle politiche di potere per sviluppare e promuovere la tecnologia dei missili balistici, armi nucleari, tecnologia satellitare orbitale, computer elettronici, cultura televisiva di Hollywood, agricoltura industriale, medicina industriale, ingegneria e ricerca genetica, produzione automobilistica globale di massa, industria dell’aviazione civile, industria degli alimenti a rapida preparazione, distruzione della famiglia tradizionale, industria delle materie plastiche, impianti di generazione di energia elettrica a propulsione nucleare, massiccia dollariizzazione dell’economia globale e molto altro. Tutte queste decisioni politiche hanno avuto effetti importanti e negativi che stanno venendo a buon fine ora.

Il risultato di tutto ciò è che ora siamo una specie e un pianeta in terribili guai – economicamente, socialmente, ecologicamente, agricolo, nutrizionale, medico, mentale, geneticamente, spiritualmente, militarmente, ecc. Quanto è terribile la situazione? È così grave che il sistema globale è sull’orlo di un imminente, catastrofico fallimento con implicazioni estremamente terribili praticamente per ogni uomo, donna e bambino nel mondo.

Te lo sto dicendo convintamente. Questa è la mia valutazione personale della nostra situazione.

Ma se desideri una seconda opinione da una figura “autorevole”, che ne dici di una dichiarazione schietta proprio il mese scorso, da Herman Gref, membro del consiglio del World Economic Forum, e dal CEO e presidente di Sberbank, una grande banca russa:

“Dovremmo prepararci per il collasso dell’ordine mondiale esistente. Sarà molto doloroso.”   https://tass.com/top-officials/1043741

Herman Gref dovrebbe saperlo.Sberbank è una grande banca, e sono sicuro che sia collegato all’alta finanza come chiunque altro al mondo.

La semplice traduzione inglese delle sue osservazioni è che la Federal Reserve Note (FRN) sta per crollare e ci sarà l’inferno da pagare quando ciò accadrà. “L’ordine mondiale esistente” significa: l’attuale sistema di finanza e pagamenti internazionali basato sulla USSA Federal Reserve Note come valuta di riserva globale. Sta per finire. Quando gli oggetti di scena vengono espulsi da sotto la FRN vedrai cose che non avresti mai immaginato fossero possibili.

Per favore, non cadere in preda al pregiudizio della normalità e presumere che le cose saranno sempre come le hai conosciute, perché NON LO SARANNO. Ci stiamo rapidamente avvicinando a un enorme punto di flesso storico, più grande della caduta dell’Impero Romano. Se le armi nucleari volano? – oh, beh – buona notte, ai suonatori! Un sacco di persone e infrastrutture si saluteranno, molto violentemente e molto ipersonicamente. 

L’epidemia di coronavirus cinese fa parte di questo scenario

Siamo in un grande punto di svolta storico, nelle questioni umane. Le cifre della mortalità per quello che succede dopo? – Non voglio nemmeno pensarci. Fame, malattie, acqua imbevibile o assente, terremoti, tsunami, pestilenza, avvelenamento da radiazioni, guerre, maramaglia infuriata, povertà terminale, collasso ecologico, ondate di calore mortali, ondate di freddo mortali, fallimento del sistema bancario, fallimento dei governi, fallimenti delle colture, siccità, ecc. abbatteranno molte persone.

Le cose non possono andare avanti più a lungo come sono state, e quindi non lo faranno.

Dick Allgire, uno dei migliori visualizzatori remoti al mondo, ha recentemente rilasciato una breve dichiarazione sulla situazione del virus Corona:  

https://www.youtube.com/watch?v=SbnOE54_62w

Controlla al minuto da 4:04 a 4:20. Vai alla sua pagina di Patreon, se vuoi, ma il breve messaggio “libero” di Dick Allgire è che l’impatto economico del virus Corona sarà “oltremodo”. 

Oltre dire.

Non ho intenzione di discutere con lui.

Questo sembra essere il “reset” globale di cui così tante persone hanno parlato e scritto negli ultimi anni. Potrebbe rivelarsi assolutamente vizioso, e nemmeno in un lontano futuro.

Ciò che accade in Cina non rimarrà in Cina.

Questo è gestito da un livello meta-politico, da un livello meta-nazionale, e comunque non ci sono “paesi” – solo entità aziendali. Il sistema globale è aziendale e lo è stato per molto tempo. La maggior parte delle “nazioni” sono filiali aziendali e non entità “sovrane”. Seguono il piano del gioco o la sceneggiatura dettata loro dai loro padroni aziendali. Il combattimento pubblico e politico dei parlamenti e dei presidenti è per lo più, uno spettacolo di burattini politici Punch e Judy per occupare inutilmente il tempo, l’attenzione e l’energia delle classi di schiavi e farli correre senza speranza in circoli politici creati artificialmente, secolo dopo secolo.

Alcuni dei principali attori di questo caos di Coronavirus? – da quello che posso vedere includono il Forum economico mondiale, l’OMS, la Fondazione Bill e Melinda Gates, forse la BRI in Svizzera e altri. Questa non è una semplice operazione.

Non mi sorprenderebbe se questa operazione alla fine si esaurisse dalla Svizzera (ma non dal governo svizzero, di per sé).

Questo è per tutti i marmi, per il dominio e il controllo spietato e planetario.

L’industria cinese si è chiusa

Lo scopo di ciò che sta accadendo sta cambiando il mondo. Leggi il seguente articolo, ad esempio: 

https://www.zerohedge.com/economics/terrifying-charts-show-chinas-economy-remains-completely-paralyzed

La Cina, la fabbrica globale che esporta tutto in tutto il mondo, ha effettivamente chiuso. Se ciò persiste ancora per molto, ci saranno sbalorditivi terremoti socio-economici-politici, sia in Cina che altrove.

A parte il virus stesso, gli effetti economici, sociali e politici secondari e terziari saranno FUORI DIAGRAMMI. La Cina è la fabbrica mondiale, quindi l’economia globale sarà martellata molto, molto duramente.

Questo deve essere il “reset” di cui tutti hanno parlato negli ultimi anni. Non è carino. Se continua, ucciderà e / o impoverirà un grandissimo numero di persone, rovesciando definitivamente molti governi e grandi industrie.

Dai un’occhiata al grafico della diffusione globale del virus CoViD-19. Fai clic sul collegamento ipertestuale e osserva quella curva del bastone da hockey che si sta piegando bruscamente verso l’alto.

Se questa crisi globale continua e peggiora, l’intero sistema mondiale crollerà e sarà duro prima che finisca l’anno. Questa è roba grande, come la caduta dell’Impero romano e la caduta di Atlantide.

I prossimi 40 giorni saranno determinanti per tante cose. Se la Cina non tornerà a lavorare in modo rilevante in quel lasso di tempo e la diffusione del virus rimarrà esponenziale, allora la vita come la conosciamo ci saluterà.

Le banche falliranno, il dollaro crollerà, i confini nazionali si chiuderanno, ci sarà la legge marziale in molti luoghi, la disoccupazione e la povertà saliranno alle stelle, le principali industrie chiuderanno, milioni di imprese falliranno.

E quello sarà solo l’inizio.

Conserva un po’ di cibo e acqua se puoi.

Fonte: https://eventhorizonchronicle.blogspot.com/

************************** 

®wld

Quarzi – Zirconi o Diamanti?

 

Foto di https://www.needpix.com/

Fake News e proiezione malattie del nostro tempo … ma una cura c’è  

di Anna Polodal Sito Web Pressenza

  • Accuse a Corbyn dopo le elezioni nel Regno Unito

  • Voto della Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti a favore dell’impeachment di Trump
  • Salvini accusato di sequestro di persona e abuso d’ufficio per i 131 migranti bloccati per tre giorni a bordo della nave Gregoretti della Guardia costiera italiana

Queste tre vicende, in apparenza distanti tra loro, hanno in realtà degli elementi in comune che si possono riassumere in tre parole:

fake news e proiezione…

Cominciamo da Jeremy Corbyn:

viene accusato di aver portato il Partito Laburista alla disfatta nelle elezioni di una settimana fa.

E’ vero, i laburisti hanno perso, ma questo dato va letto alla luce del sistema elettorale uninominale vigente nel Regno Unito, in base al quale viene eletto il candidato che nel collegio ha preso il maggiornumero di voti I laburisti hanno perso l’8% dei voti rispetto alle elezioni del 2017 e i conservatori hanno guadagnato l’1,3%

L’aumento complessivo dei voti conservatori dunque è limitato, ma gli effetti sulla composizione del Parlamento li portano ad avere la maggioranza assoluta dei seggi.

 Passiamo alle altre accuse rivolte a Corbyn, puntualmente smontate dall’articolo pubblicato nel sito I Diavoli:

Ha spostato il partito troppo a sinistra.

E infatti ha preso solo un milione di voti più di Ed Miliband e Tony Blair e due milioni più di Gordon Brown, gli ultimi candidati centristi del Labour.

È un vecchio rottame, figlio di antiche ideologie che non tengono il passo con il contemporaneo. E infatti ha stravinto nella fascia di età 18-30 e vinto in quella 30-50. Ha perso di poco tra gli over 50 e di molto tra gli over 65.

Terzo elemento, la campagna di odio e calunnie denunciata da Ken Loach sul Manifesto:

E’ stata scatenata un’ondata di odio nei confronti di Corbyn e dei leader della sinistra, un livello di violenza che non avevamo mai visto.

Un uomo di pace è stato chiamato terrorista. Un uomo che ha passato tutta la vita a combattere il razzismo è stato tacciato di essere razzista.

Ma questa accuse purtroppo sono arrivate anche dall’ala destra del partito laburista.

E così Blair, un criminale che ha trascinato il paese in una guerra illegale come l’invasione dell’Iraq sulla base di prove false (le famose armi di distruzione di massa di Saddam Hussein, mai trovate perché inesistenti) si permette di criticare e dare lezioni a un politico e un attivista che nel 2017 ha ricevuto il Premio per la Pace Seán MacBride, assegnato dall’International Peace Bureau a una persona o a un’organizzazione che si è distinta per il suo lavoro per la pace, il disarmo e i diritti umani.

Una notizia passata del tutto sotto silenzio dai media mainstream.

Sulla stessa linea di Blair le accuse di aver causato la sconfitta laburista con un programma troppo radicale avanzate dai suoi omologhi italiani, Renzi in testa.

Ecco come risponde Cremaschi di Potere al Popolo:

Il Manifesto del Labour prevede: vaste nazionalizzazioni, sanità scuola università pubbliche gratuite, tasse ai ricchi, controllo sui capitali, riconversione ecologica, riduzione dell’impegno NATO e taglio al nucleare, sostegno ai palestinesi.

Quando in Italia un partito con questo programma prenderà il 32% (i voti della Lega), si potranno dare lezioni a Corbyn.

Passiamo ora alla reazione scomposta di Donald Trump al voto favorevole all’impeachment espresso dalla Camera dei Rappresentanti:

un uomo che si è distinto fin dalla campagna elettorale di 4 anni fa per le sue dichiarazioni razziste, misogine e cariche di odio e una volta eletto ha continuato con lo stesso stile, ha dichiarato:

Democratici consumati dall’odio, vogliono annullare le elezioni.  

Dopo tre anni di caccia alle streghe, bufale, vergogne, truffe, i democratici stasera stanno cercando di annullare il voto di decine di milioni di patrioti americani” e ha accusato l’opposizione di abuso di potere.

Tutto questo detto da chi ha attuato politiche disumane, separando le famiglie di migranti alla frontiera tra Messico e Stati Uniti e mettendo in gabbia dei bambini e da quattro anni alimenta l’odio e la paura per il diverso… 

Qui entriamo nel campo del secondo elemento,

quello della proiezione, ossia un meccanismo di difesa definito in psicologia arcaico e primitivo, che consiste nello spostare sugli altri sentimenti e caratteristiche propri, accusandoli dei difetti che in realtà ci appartengono. In questo caso, presentarsi come vittima e accusare gli altri dei propri comportamenti.

Lo stesso atteggiamento tenuto dall’ex Ministro dell’Interno italiano Matteo Salvini, un vero campione in questo campo.

Carola Rackete lo ha denunciato per diffamazione per la violentissima campagna condotta contro di lei e la ONG Sea Watch, definita,

un’organizzazione illegale e fuorilegge” i cui membri sono “complici di scafisti e trafficanti, delinquenti, sequestratori di esseri umani”.

E questo sono solo alcuni esempi del linguaggio usato dall’ex Ministro degli Interni nei confronti della Sea Watch e di tutte le altre ONG che salvano vite in mare.

Accuse poi riprese dai suoi sostenitori attraverso i social media e nel caso di Carola Rackete anche nella realtà, sconfinando in commenti di incredibile violenza e volgarità.

Come dimenticare gli insulti vergognosi che l’hanno accolta allo sbarco a Lampedusa? 

Peccato che i veri complici di delinquenti e sequestratori di esseri umani siano proprio i governi italiani che hanno stretto accordi con la Libia (da quello Gentiloni, ai due governi Conte), finanziando la Guardia Costiera che intercetta i migranti e li riporta nell’inferno dei campi di detenzione.

E peccato anche che il tribunale dei ministri di Catania abbia appena chiesto al presidente del Senato l’autorizzazione a procedere per sequestro di persona nei confronti di Salvini per non aver assegnato un porto sicuro alla nave Gregoretti della Guardia costiera italiana.

In pratica, bloccando a bordo della nave 131 migranti Salvini ha abusato dei suoi poteri.

La stessa accusa avanzata nel caso della nave Diciotti:

in quell’occasione l’autorizzazione a procedere venne negata grazie al voto dei 5Stelle, che invece ora hanno dichiarato che voteranno a favore.

Ed ecco la reazione di Salvini, dai toni molto simili a quelli di Trump davanti alla notizia della richiesta di impeachment:

Rischio fino a 15 anni di carcere.

Ritengo che sia una vergogna che un ministro venga processato per aver fatto l’interesse del suo paese. Sono indagato perché ho difeso la sicurezza, i confini e la dignità del mio paese, incredibile…

Quale antidoto si può opporre allora a questo diluvio di falsità e malafede? Forse basterebbe ricordarsi il grido del bambino “Il re è nudo!” nella fiaba di Andersen.

Dire la verità, smascherare complicità, omissioni, viltà, calunnie e menzogne:

è questo il compito dei media indipendenti.

Fonte: https://www.bibliotecapleyades.net/

®wld 

****************************

Il PD come un diamante? Domenica prossima vedremo 

Manca una settimana e vedremo nonostante quanto si sia detto dalla sconfitta del PD nelle Marche, se il PD come i diamanti è per sempre o meno in Emilia Romagna, domenica 26 con le Regionali!  

Sinceramente me ne importa poco, come poco mi importa che torni a governare Salvini che per quanto mi riguarda il suo unico fine è stato vedere se aveva la capacità di mantenere le promesse elettorali per cui era stato votato, quindi più che altro per avere la dimostrazione se dopo tanti quaquaraqua si fosse messo in fila un’altro e per quanto mi riguarda, non è che si sia proprio meritata tutta la mia fiducia!  

Ora, passi per aver impedito il proliferarsi degli sbarchi, ma che fine ha fatto la promessa di togliere la Nazione Italia dal pantano europeo? Eh già, perché per completare la prima promessa, ovvero “stop ai clandestini” e poi rimani mani e piedi in una Comunità che ti rifila anche i propri, dopo aver con le navi Ong disatteso il Trattato di Dublino, dove ogni nave rappresenta in mare il primo paese di sbarco e se trasportati in Italia per qualsiasi clandestino questo non è il primo paese di sbarco semmai il secondo, e non vai poi a Bruxelles a montare un casino decretando l’uscita dell’Italia dalla Comunità, peraltro lasciando loro con il cerino acceso in mano, poi hai ben poco da recriminare, se pensi di poter cambiare l’Europa rimanendovi mani e piedi dopo che ti hanno messo ai ceppi, solo un idiota può pensare di farlo e visto che non sono tempi di seguire idioti, ma di seguire semmai gente con le palle tipo Enrico Mattei style, ma dove vuoi andare paragrafando una mitica canzone – se la banana non ce l’hai? – eh già perché se non metti in conto di contare in Europa come un pesciolino, quando nuotano nella vasca europea squali come Francia e Germania e Nazioni come Olanda e Lussemburgo pensano di farti il culo senza averne capitolo né capacità, non puoi fare altro che attendere il tuo turno per finire nelle loro fauci, dopo esserci peraltro già finito in quasi venti anni di europa dove già il 50% delle nostre risorse sono andate perse, non puoi proprio pensare che rimanere in questa Europa sia il fare migliore, specie quando il resto del mondo ti dice scappane al più presto, avendo questi capito che l’Europa cosi composta è una trappola per l’Italia e tu che dici di operare per il bene dell’Italia no, indica che chi non è in grado di risolvere il problema entra a farne parte e Salvini da questo punto di vista entra a tutto titolo a farne parte! Punto.  

Con quanto appena espresso, spero sia chiaro il mio punto di vista. Salvini non è la soluzione per uscire da questo giro di giostra ipocrita su cui la sinistra con Prodi ha tenuto tanto a farci salire, il fatto stesso poi, che il Movimento non abbia capito che con 113 basi militari americane sul territorio, non è poi alla Cina che devi rivolgerti per gli investimenti ancora meno per investimenti sul 5G, consapevoli peraltro che il precedente Governo Renzi finanziando la Clinton e dando a Obama affidamento, nonostante tutto vince in America l’antagonista politico Trump, con evidenza di politica estera nei sai quanto un giardiniere in Sala Server e… tranquilli che si vede! Anche perché prima di rivolgerti alla Cina, si doveva mettere in conto, che se non vuoi avere a che fare con l’America, non puoi farlo se prima non ti sganci chiudendo tutte le basi e chiedere supporto alla Russia mettendoti almeno sotto il suo protettorato, annullandole se non altro prima, tutte le sanzioni rimesse loro con la Comunità che hai frequentato per 20 anni, uscendo oltre che dall’Europa anche dalla Nato, pensare invece come ha fatto Di Maio di poter passeggiare impunemente sulla Via della Seta, senza che questo non avesse un costo, se lo hai fatto indica che più che deficiente sei un perditempo a tempo pieno! E non a caso anche questo si vede! Cosi come si vede l’improduttività di un Ministero che non si può mettere in mano a chi ha la sola esperienza di vendere lacci, noccioline e cornetti gelato sugli spalti del San Paolo diventa di un’inutilità a tutto tondo se messo in un Ministero, che dopo quello che si occupa di economia, è il secondo che si occupa del benessere della Nazione e non può presiederlo il primo sprovveduto, solo perché questi è nelle grazie di Grillo e in un anno di governo ha già perso oltre il 50% del sostegno dei votanti! Anche perché checché ne dicano i vari soloni scorreggioni del PD, che amano definirsi senza esserlo intellettuali o filosofi mancando principalmente di qull’intelletto che dovrebbe fare la differenza, anche perché se ne avessero… non potrebbero in alcun modo sostenere una vergogna come l’attuale Governo come tutti i precedenti di sinistra che si sono susseguiti, che tutto hanno come pretensiosità che quello di volere il bene della Nazione. la quale, passo dopo passo si avvia verso il precipizio senza però nessuno che metta come merita, un freno. 

In ogni caso Domenica avremo modo di capire se la gente comune che paga per tutti ogni cosa, avrà capito o meno se è il caso di uscire dalla buca, nella quale la politica di sinistra ha buttato la gente sprovveduta, che ha finora dato loro fiducia. 

Fonte: https://dammilamanotidounamano.altervista.org/

®wld

I Campi Elisi della Società

 

(Foto: / ColumbusDispatch)

Globalizzazione, disuguaglianza, segregazione economica e sociale  

di Luis R. Miranda 

L’agglomerato della diversità umana è stato quello che ha accelerato il processo di innovazione, invenzioni come l’alfabeto, la valuta, il marciapiede, la ruota e la navigazione.  

Nelle città, persone diverse vivono in luoghi diversi: si chiama segregazione urbana. La segregazione può verificarsi per diversi motivi, come etnia o stili di vita, ma il fattore più recente e più importante è economico. Tutti possono vederlo in una grande metropoli come New York City, dove le politiche liberali trasformano Gotham in un nido per i ricchi. 

Coloro che hanno più soldi possono scegliere dove vivono, per i più poveri la scelta non è così chiara. I primi vivono in quartieri migliori, con servizi migliori, migliore costruzione e qualità ambientale. In California, la presidente della Camera degli Stati Uniti, Nancy Pelosi, vive in una zona sicura del suo distretto, in una tenuta murata circondata da guardie di sicurezza e sistemi TVCC. Non troppo lontano dalla sua proprietà, gli americani vivono, mangiano, dormono e muoiono per le strade.

I poveri devono rassegnarsi a vivere in quartieri dove tutto è un po’ più precario e persino l’aspettativa di vita di qualche anno più breve. L’influenza della segregazione residenziale sulla traiettoria di vita delle persone, spesso tradotta in fallimento scolastico, disuguaglianza e mancanza di opportunità è chiamata “effetto di vicinato”. 

Studi ed esperti concordano sul fatto che la segregazione sta aumentando, in correlazione con le crescenti disuguaglianze causate dall’attuale modello economico, che può causare problemi nelle megalopoli verso le quali ci stiamo dirigendo. 

Le Nazioni Unite prevedono che il 68% della popolazione mondiale vivrà in città nel 2050. Le città sono e saranno la scena di conflitti sociali presenti e futuri, in cui spazi più piccoli e crescente povertà causeranno conflitti sociali stimolati dal crimine. 

“I ricchi e i poveri vivono a distanze crescenti l’uno dall’altro, e questo può essere disastroso per la stabilità sociale e il potere competitivo delle città”, afferma uno studio intitolato “Segregazione socio-economica nelle capitali europee”, condotto durante il primo decennio di questo secolo da diverse università europee.

Tra le cause principali vi sono la globalizzazione, che ha diretto la ristrutturazione del mercato del lavoro, le differenze di reddito e altre. 

La gentrificazione e il turismo sono anche processi che contribuiscono a questa separazione tra persone che, in base alle loro condizioni vitali, smettono di vivere con altri gruppi. 

Se la cosa interessante delle città era il loro melting pot di persone e culture, questa caratteristica potrebbe finire.  

La fine dei vasi di fusione  

Le cose non sono sempre state così. Nella seconda metà del diciannovesimo secolo, gli edifici, per quanto maestosi fossero, potevano ospitare officine al piano terra, poi alcuni alloggi, dove abitava la borghesia e piani più alti, che erano peggio e più piccoli, dove vivevano umili operai. 

C’erano attriti tra le classi sociali, la segregazione avveniva nello stesso edificio, non tanto su scala urbana. Ma con l’arrivo dei trasporti, come il tram, non era più necessario che le classi popolari vivessero al fianco dei ricchi. 

La produzione industriale fu portata fuori: la città operava come una centrifuga che separava spazialmente le classi. 

L’ascensore ha permesso ai ricchi di vivere ai piani alti senza dover salire le scale e ora gli attici di lusso sono di moda, qualcosa di impensabile allora.

Perché la segregazione urbana è indesiderabile? 

La segregazione è dannosa dal punto di vista dell’innovazione, le città altamente segregate espellono i lavoratori che non possono viverci e hanno difficoltà a crescere in futuro. 

L’agglomerato della diversità umana nelle prime città, 7.500 anni fa, è stato quello che ha accelerato il processo di innovazione con invenzioni simultanee come l’alfabeto, la valuta, il marciapiede, la ruota o la navigazione. 

La segregazione impedisce ad alcune persone di vedere i problemi degli altri, quindi è difficile comprendere le differenze nella prospettiva e nel contesto corretti. Le persone con redditi più alti possono opporsi alle politiche sociali a causa della loro scarsa comprensione delle realtà altrui. 

Secondo la ricerca nelle neuroscienze sociali, quando non abbiamo alcun contatto con altri gruppi, perdiamo la capacità di entrare in empatia con loro e persino le aree del cervello che si occupano di comprensione o identificazione sono disattivate. Disumanizziamo le differenze e sorgono i pregiudizi. 

È vero che il quartiere in cui viviamo è importante, ma è anche vero che trascorriamo fino all’80% del nostro tempo lontano da casa, quindi anche i luoghi che frequentiamo durante il giorno sono importanti. 

Ad esempio, la segregazione si verifica anche nei negozi o nei ristoranti, nei bar, nei parrucchieri, nei centri commerciali, ed è sempre più legata al consumo, o in declino rispetto alle relazioni digitali non avviene né a casa né al lavoro. I poveri non frequentano gli stessi posti dei ricchi.  

The Elysium Society  

Film come Elysium mostrano il tipo di società in cui gli umani potrebbero vivere in futuro. I ricchi vivono su un satellite artificiale, lontano dalla superficie terrestre dove le persone lasciate alle spalle affrontano condizioni post-apocalittiche. Nel frattempo, i ricchi godono di acqua pulita, aria pulita e tutti i comfort che desiderano. 

Anche se sembra estremo, un fenomeno non molto diverso sta accadendo sulla Terra oggi. Le cosiddette comunità gated sono in aumento, specialmente nei paesi più disuguali: comunità gated dove i privilegiati vivono circondati da mura, telecamere di sorveglianza e godono dei propri servizi. Un altro film ritrae una di queste comunità. 

In Europa, le capitali sono anche esempi di segregazione. A Madrid, la segregazione si verifica notoriamente sull’asse nord-sud: a nord-ovest, con eccezioni, le persone ricevono i redditi più alti. I quartieri tradizionali della classe operaia sono più in basso, a sud-est. A nord è il privilegio, a sud, la vulnerabilità, rivela il suddetto studio paneuropeo. 

Oggi Madrid è la capitale più segregata in Europa e la seconda per disuguaglianza sociale. In questo tipo di capitale, la forza che separa le classi sociali è maggiore a causa del costante arrivo di visitatori e lavoratori, molti dei quali altamente qualificati, alla ricerca di opportunità nelle grandi aziende. 

Il sociologo Saskia Sassen ha battezzato questi nodi globali di capitale e informazione come “città globali” e, sebbene molti luoghi vogliano diventare globali, ciò non deve comportare il bene della maggioranza della loro popolazione.  

Chi vuole vivere nelle grandi città?  

La nuova agenda urbana delle Nazioni Unite, nata dal suo vertice sull’Habitat III per l’edilizia abitativa e lo sviluppo sostenibile, indica la segregazione come una delle grandi sfide delle città. 

Le ingiustizie sociali si riflettono nelle questioni spaziali: segregazione, gentrificazione, speculazione si manifestano nel modo in cui le persone vivono.

La precarizzazione ha una componente fondamentale nella espropriazione dei mezzi di sussistenza più elementari, come l’alloggio. 

Cosa si può fare per alleviare la segregazione? I guerrieri della giustizia sociale chiedono un “diritto ad una città” e la definizione di politiche che possano essere non solo locali ma soprannaturali e trasversali, non solo migliorano lo spazio pubblico o l’accessibilità, ma tutte le aree della vita dei cittadini. 

Tra le soluzioni proposte vogliono investire nell’istruzione, nei trasporti pubblici, nella mobilità sociale e nella pianificazione urbana, regolare il mercato immobiliare in aree stressate con prezzi di affitto esorbitanti, aumentare l’edilizia popolare e, soprattutto, intravederlo in città senza creare ghetti. 

Le città europee stanno ora approvando piani in cui ogni nuovo sviluppo immobiliare è obbligato a includere il 30% di alloggi a prezzi accessibili. Pertanto, persone di diversi strati condivideranno le scale e si immergeranno, il che è ciò che dicono questi sostenitori trasformerà le città in diversi melting pot in cui le persone hanno interagito naturalmente solo un decennio fa circa. 

Fonte Articolo: https://real-agenda.com/

®wld 

La fomentazione e ascesa del tecnopopulismo

 

Wikipedia Commons 

L’istabilità globale e l’ascesa del tecnopulismo

di Andy Langenkamp dal Sito Web TheHill traduzione di Nicoletta Marino Versione originale in inglese 

Andy Langenkamp è analista politico senior presso ECR Research e commentatore politico, specializzato nella valutazione delle ripercussioni sui mercati finanziari di eventi economici e geopolitici.

Le persone di sinistra si ribellano nelle strade di tutto il mondo per protestare contro qualsiasi status quo esistente, ma mentre si fondono inconsapevolmente con la tecnocrazia che potrebbero per principio anche odiare, stanno fomentando l’ascesa del tecnopopulismo.  

fonte

Il mondo sta diventando più instabile

Dalle nazioni in via di sviluppo ai paesi ricchi, le persone scendono in strada. 

Le proteste stanno portando a spargimenti di sangue dal Sud America all’Asia. Le ragioni delle proteste sono diverse, ma ci sono una serie di domande latenti:

Perché non tutti beneficiano in egual misura dell’aumento della prosperità?

Perché le nostre libertà sono colpite?

Perché le élite politiche si arricchiscono?

Le manifestazioni e il profondo malcontento possono essere ricondotti alla crisi del neoliberalismo e alla risposta populista a questo. 

Le proteste possono quindi essere viste come una faccia della medaglia, con l’altra che è la cuspide dell’America corporativa che chiede un focus oltre l’onnipotente azionista. 

Ad agosto, la Business Roundtable (BR) ha preso le distanze dall’adagio secondo cui l’unica ragione di esistenza delle società è quella di soddisfare i propri azionisti, sostenendo che anche gli interessi dei dipendenti, dei clienti e della società nel loro insieme dovrebbero avere un posto di rilievo nelle operazioni del mondo degli affari.

L’appello di BR arriva quando le élite imprenditoriali temono che i governi e le popolazioni prendano in mano la situazione, ad esempio attraverso imposte molto più elevate su profitti, espropri, frazionamento di società, ecc.

In sostanza, la più importante questione politico-economica contemporanea è come riunire tre obiettivi nel miglior modo possibile:

  • crescita economica ragionevole o elevata
  • una divisione più equa della prosperità (è ovviamente possibile discutere all’infinito di ciò che è giusto)
  • la protezione della terra, in modo che anche le generazioni future possano condurre una vita buona

Il populismo potrebbe offrire qualcosa di buono in questo senso, se ha davvero svegliato l’élite e incoraggiato le riforme prima che l’intero sistema minacci di essere abbattuto.

La storia degli Stati Uniti ce lo dimostra…

Alla fine del 19°secolo, la disuguaglianza era sfuggita al controllo. Il passaggio da una società agricola a una industriale ha fatto sì che in particolare molti agricoltori finissero in bancarotta.

Una depressione di 10 anni, dal 1873 in poi, causò ancora più sofferenza. Il governo era abbastanza impotente e fece poco.

L’emergente ondata di populismo ha trovato la sua espressione nel Partito Popolare, noto anche come Partito Populista, e nel suo programma di partito, la Piattaforma Omaha del 1892 c’era il seguente frammento:

Ci troviamo nel mezzo di una nazione portata sull’orlo della rovina morale, politica e materiale.

La corruzione domina l’urna, le legislature, il congresso e tocca persino la veste d’ermellino. 

Le persone sono demoralizzate…

Le istituzioni erano molto preoccupate.

Per molto tempo, è parso che il Partito Populista fosse sulla buona strada per prendere il potere, ma è crollato.

Tuttavia, ha aperto la strada alle riforme delle istituzioni politiche ed economiche da parte dei presidenti Roosevelt, Taft e Wilson, che hanno contribuito a rendere la democrazia capitalista più gratificante per le masse e a prevenire il collasso dell’intero sistema.

In questo senso, il populismo è radicato nella democrazia ed è forse un meccanismo di correzione necessario.

Come affermano Daron Acemoglu e James A. Robinson:

Quando lo stato e le élite diventano troppo potenti, aprono la strada al dispotismo che mette a tacere o costringe gli altri a seguirlo (pensate alla Cina).

Ma… quando quelle che non sono élite diventano troppo potenti, il risultato non è la libertà ma lo sgregamento dello stato.

Mentre disobbediscono e smantellano le istituzioni statali, quelle istituzioni si atrofizzano, le leggi diventano inefficaci, la libertà viene erosa e le funzioni chiave del governo sono emarginate.

Il pendolo oscilla continuamente avanti e indietro tra la troppa potenza dell’élite e la ribellione delle masse.

È importante seguire una via di mezzo – con l’elite insediata in modo abbastanza sicuro tanto da facilitare il corretto funzionamento delle istituzioni della democrazia capitalista, ma non nella misura in cui prevalgano il clientelismo e la corruzione.

Allo stesso tempo, la società nel suo insieme dovrebbe beneficiare sufficientemente della crescita della prosperità ed essere sicura nella consapevolezza di poter chiamare l’élite a renderne conto quando è necessario. Le parti si sono allontanate troppo da questo corso intermedio.

– Da un lato, c’è il campo con un atteggiamento TINA(There Is No Althernative):

non esiste alternativa alla democrazia liberale.

A volte sono diventati ciechi ai lati oscuri della democrazia liberale, e questo ha portato a una tecnocrazia che è sfuggita al controllo, con i politici che sono essenzialmente manager

– D’altra parte, hai i nazionalisti come contromovimento, che si stanno spostando verso l’autoritarismo in molti luoghi costringendo i giudici a ritirarsi, soffocando la stampa e inclinando il campo da gioco in modo permanente contro gli avversari.

Molte delle attuali proteste in tutto il mondo sono il risultato di sistemi politici che offrono risposte inadeguate agli eccessi e agli spiacevoli effetti collaterali della globalizzazione, del libero mercato e delle burocrazie soffocanti.

Le persone stanno cercando febbrilmente modi di conciliare crescita, maggiore uguaglianza e sostenibilità in un’era di globalizzazione, l’enorme potere delle multinazionali e le forme di corruzione del vertice che sono chiaramente più visibili grazie a Internet e ad altre tecnologie moderne, mentre le proteste possono anche guadagnare slancio più facilmente.

Un’interazione negativa nasce tra più disordini e una crescita globale bassa persistente.

L’FMI e altre organizzazioni hanno continuato a ridurre le previsioni di crescita. Il dollaro si rafforzerà a medio termine, in parte a causa dello status di bene rifugio sicuro che ha ancora. Anche i prezzi delle materie prime continueranno ad essere sotto pressione.

Ciò è sfavorevole a molti mercati emergenti che sono già colpiti dalla turbolenza:

dipendono generalmente dalle esportazioni di materie prime e hanno stipulato enormi quantità di prestiti in dollari, il che rende i loro debiti sempre più difficili da sopportare.

Questo crea ancora più insoddisfazione e minaccia di innescare un circolo vizioso.

Inoltre, perché queste economie emergenti hanno popolazioni molto giovani e i giovani hanno maggiori probabilità di scendere in piazza.

Poi è probabile che la frustrazione continui ad aumentare, poiché l’ascesa democratica si è arrestata in tutto il mondo e le proteste sono certamente aumentate, ma il loro tasso di successo è diminuito enormemente.

Due decenni fa, sette proteste su 10 che chiedevano grandi riforme hanno portato a cambiamenti. 

Dalla metà del decennio precedente, questa percentuale è scesa costantemente al 30 percento.

L’instabilità mondiale crea anche ancora più incertezza tra multinazionali nei paesi occidentali sulla sostenibilità delle catene di produzione internazionali.

Questo li costringe a continuare a ridurre gli investimenti e assumere meno nuovo personale.

Chiaramente, a questo punto, gli sviluppi politici globali indicano un rafforzamento della pressione al ribasso sulla crescita economica invece di agire come fattori scatenanti per affrontare la debole crescita in misura sufficiente.

Fonte: https://www.bibliotecapleyades.net/ 

®wld