Archivi categoria: Mondialismo

Informazioni dalla rete globale – World Wide Web

Giochi olimpici in Corea del Sud – Opportunità perfetta per un Attacco di False Flag?

La retorica di guerra che circonda la Corea del Nord su entrambe le sponde del Pacifico non è mai stata più aggressiva di quanto non fosse lo scorso anno (almeno non dopo la guerra di Corea). Ci sono alcune persone che vedono l’intera faccenda come una “distrazione”, una distrazione che non sarà mai un conflitto reale. Non sono d’accordo con questo sentimento per una serie di motivi.

La Corea del Nord è davvero una distrazione, ma ancora una distrazione in divenire. Vale a dire, battere il petto e scimmiottare la spada sono solo un preludio alla distrazione molto più efficace del combattimento e dell’invasione dal vivo in nome del cambio di regime e della “sicurezza nazionale”

L’articolo continua QUI in lingua originale

Mentre Trump emette i premi delle notizie false, WikiLeaks ricorda il mondo che ENTRAMBI I partiti sono bugiardi

Di RachelBlevins

Mentre gli stessi media che erano apertamente critici nei confronti del presidente Trump divennero i temi delle sue “Fake News Awards”, l’intero evento fu pieno di ipocrisia, e servì come rappresentazione del piatto che chiamava il bollitore nero – entrambe le entità hanno speso un una quantità significativa di tempo a mentire e ingannare il pubblico

WikiLeaks, è un’organizzazione che i media mainstream hanno tentato di rivendicare, è una società di propaganda pro-Trump, pro-Russia, ha preso su Twitter per sottolineare l’ipocrisia che circonda i premier:

“Mentre WikiLeaks, in quanto organizzazione di primaria importanza con un record di verifica perfetto, accoglie il dibattito sulle” false notizie “, va notato che, insieme alla stampa statunitense, l’amministrazione Trump è una fonte frequente di informazioni false”, ha affermato l’organizzazione. L’articolo continua QUI in lingua originale

Il Segretario generale delle Nazioni Unite ha incluso la risoluzione del conflitto in Ucraina come una priorità per il 2018

Il Segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres ha delineato 12 priorità per l’Organizzazione mondiale nel 2018. Tra questi, ha incluso la gestione delle crisi in Ucraina, Siria e altri punti caldi, per combattere il terrorismo, contrastando il cambiamento climatico globale e risolvendo i problemi migratori. L’articolo continua QUI in lingua originale

Guerra con l’Iran

La Guerra con l’Iran è il modo migliore per descrivere ciò che sta accadendo in questo momento con le recenti proteste iraniane. Sì, il popolo iraniano ha delle lagnanze legittime (soprattutto economiche) con il suo governo teocratico, che non è certo un bastione di libertà. Tuttavia, non c’è dubbio che queste proteste sono orchestrate dallo stesso faticoso asse USA-Israele (e si può aggiungere anche il Regno Unito) che è stato la forza trainante di tutte le guerre del Medio Oriente per almeno 50 anni.

Queste proteste sono solo l’ultima manifestazione di una politica anglo-sionista continua e incessante di prendere di mira l’Iran. Possono innescare ulteriori conflitti, o potrebbero essere domati, ma in entrambi i casi, ne capirai maggiormente comprendendo la lunga e profonda storia delle interferenze di Stati Uniti, Israele e Regno Unito in Iran. Subito dopo che Trump assunse l’incarico all’inizio del 2017, dichiarò chiaramente che voleva la guerra con l’Iran. Queste proteste sono ancora un altro modo in cui l’asse USA-Israele-Regno Unito sta mostrando che vuole la guerra con l’Iran – e farà di tutto per ottenerla. L’articolo continua QUI in lingua originale

Mel Gibson: Hollywood Elites “Uccisioni di innocenti bambini per bere il loro sangue”

La stella del cinema porta alla ribalta l’anello pedofilo dell’industria dello spettacolo.

In una scioccante esposizione, la star del cinema Mel Gibson ha portato alla ribalta l’epidemia di “parassiti” che “controllano Hollywood” che sono coinvolti nel sacrificio e nella pedofilia dei bambini. La star di Arma letale ha detto che “ogni studio di Hollywood viene comprato e pagato con il sangue di bambini innocenti “, aggiungendo che” la valuta più preziosa è il sangue dei bambini “. L’articolo continua QUI in lingua originale

“La chemioterapia promuove l’infiammazione, causa la diffusione del cancro”. Ancora un altro studio

Ancora un altro studio è stato pubblicato dimostrando il legame tra la chemioterapia e la promozione del cancro aggressivo. Abbiamo bisogno di ulteriori prove che l’industria del cancro da trilioni di dollari sia completamentetossica?

Pubblicato dal Beth Israel Deaconess Center, un articolo intitolato ” Double Edged Sword: Killing Cancer Cells può anche guidare la crescita del tumore ” ci dà il minimo su questi trattamenti tossici.

L’articolo riassume uno studio condotto da ricercatori del Centro che ha scoperto che i trattamenti radioterapici e chemioterapici che cercano di curare il cancro uccidendo le cellule tumorali stanno effettivamente causando la crescita dei tumori cancerogeni più grandi e più prolifici. L’articolo continua QUI in lingua originale

Almanacco di novembre 2017

Bertrand Russell: “L’idea che il povero possa oziare ha sempre urtato i ricchi”

L’articolo che stai per leggere è stato scritto da Bertrand Russell, 1872 -1970, i fatti narrati sono verità storiche ancora oggi non ben comprese dalla massa inerme degli schiavi civilizzati: ECCO COME CI FREGANO!!!

Come molti uomini della mia generazione, fui allevato secondo i precetti del proverbio che dice “l’ozio è il padre di tutti i vizi”. Poiché ero un ragazzino assai virtuoso, credevo a tutto ciò che mi dicevano e fu così che la mia coscienza prese l’abitudine di costringermi a lavorare sodo fino ad oggi.

Io penso che in questo mondo si lavori troppo, e che mali incalcolabili siano derivati dalla convinzione che il lavoro sia cosa santa e virtuosa; insomma, nei moderni paesi industriali bisogna predicare in modo ben diverso da come si è predicato sinora.

Tutti conoscono la storiella di quel turista che a Napoli vide dodici mendicanti sdraiati al sole (ciò accadeva prima che Mussolini andasse al potere) e disse che avrebbe dato una lira al più pigro di loro. Undici balzarono in piedi vantando la loro pigrizia a gran voce, e naturalmente il turista diede la lira al dodicesimo, giacché era un uomo che sapeva il fatto suo…!!! Continua QUI

A casa un elettore su due: nessuno dice la verità all’Italia

Attacca Mario Draghi sparando sul suo pupillo di Bankitalia, il governatore Ignazio Visco (difeso e prontamente confermato da tutti, Gentiloni e Padoan in testa), e intanto nel suo libro, “Avanti”, l’ex rottamatore se la prende col pensiero unico, quello che nel 2011 ha commissariato la repubblica piazzando a Palazzo Chigi il sicario Mario Monti, l’uomo che ha inserito il pareggio di bilancio nella Costituzione.

L’ha fatto grazie ai voti di Berlusconi e Bersani, sotto il ricatto dello spread, mentre Draghi (sempre lui) si limitava ad assistere allo spettacolo, affidato alla regia istituzionale dell’ineffabile Napolitano. Ma poi, al dunque, Matteo Renzi resta a bordo campo: va in televisione a sbeffeggiare il fantasma di Luigi Di Maio, che l’ha sfidato a duello e poi è scappato, ma evita di sfiorare qualsiasi verità scomoda negli studi de La7, da Giovanni Floris.

In quella stessa rete televisiva, poco prima, persino il “talebano” Brunetta aveva ammesso, dalla Gruber, che l’astensionismo in Sicilia (dove non ha votato neppure un elettore su due) è la vera calamità politica nazionale, tale da oscurare la vittoria del centrodestra e la disfatta del Pd, surclassato dal candidato dei 5 Stelle. Continua QUI 

RICORDATE LE PIATTAFORME? GLI IMPERATORI? ECCO LA CONFERMA. NON SCRIVO A VANVERA

“Ma attenti perché in questo progetto c’è altro. Più sopra ho scritto chiaro che nel nuovo progetto di TECH-GLEBA l’elites accumuleranno quello che non fu mai accumulato da elites in 40 secoli prima. Questo non solo in virtù di elementi già emersi qui, ma soprattutto perché il progetto prevede, alla lettera, la distruzione d’interi comparti industriali (i tradizionali Re dell’industria) a favore dell’esistenza sul Pianeta degli Imperatori del Business, e cito:

“Tutto questo sbriciolerà interi comparti industriali. Da queste fratture escono morti i tradizionali Re del business, ed escono gli Imperatori… E’ quello che ha fatto Jeff Bezos, che ha sbriciolato tutto il comparto industriale a cui apparteneva, ha azzerato sei comparti in un colpo solo, e ora l’Imperatore è Amazon…”.* State capendo? Non muore solo il Capitalismo secondo il progetto TECH-GLEBA, ma anche la moltitudine delle industrie a favore di colossali Monopoli (gli “Imperatori”) come mai visti nella Storia, già chiamati col nome di Piattaforme. Immaginatene i profitti…”.

*(Lloyd Blankfein, CEO di Goldman Sachs, Robert Smith guru di Vista Equity Partners, e Jeff Immelt CEO di General Electric, a un meeting riservato)

Ora, mentre tutti stanno con gli occhi puntati sulla Seat, o Alitalia e il battibecco delle mummie industriali europee, io incappo in una straordinaria conferma del mio avviso pubblico di cui sopra, il quale, se vivessimo in un Paese dove l’imprenditore medio ha più di 2 saponette nella scatola cranica, avrebbe dovuto aprire un dibattito di un almeno un anno sul Sole 24 Ore (per non parlare dei dipendenti). Vabbè, qualche riga e poi le Piattaforme. Continua QUI

L’ingegneria del clima è la porta per un governo globale

Da Derrick Broze 

Ecco come la camera dei rappresentanti USA ha tenuto la sua prima udienza sulla geoingegneria del clima e come sta diventando chiaro che la tecnologia porterà alla governance internazionale.

Mercoledì la sottocommissione per l’ambiente e la sottocommissione per l’energia della Casa Bianca degli Stati Uniti ha tenuto un auditorio sul controverso tema della ingegneria del clima o di modificazione climatica. L’udienza, intitolata geoingegneria:innovazione, ricerca e tecnologia,” ha riunito i membri dei comitati di casa così come i rappresentanti di gruppi di riflessione, scienziati e ricercatori nel campo per discutere del futuro della ricerca sulla geoingegneria e se l’amministrazione Trump dovresse stanziare dei fondi.

La spinta per la discussione della geoingegneria da parte dell’amministrazione Trump non è certo una sorpresa. Nel gennaio 2017, Activist Post ha riferito che “il programma di ricerca per cambiamento globale dell’US ha tranquillamente consigliato nuovi studi cercando in due specifiche aree di ricerca che coinvolgono la geoingegneria.” Con il rilascio del loro rapporto, il GCRP sono diventati i primi scienziati nel governo federale a raccomandare formalmente gli studi che coinvolgono la geoingegneria. Continua QUI in lingua inglese

Le declinate immagini  mostrano che innumerevoli bombe nucleari sono state detonate nell’atmosfera terrestre

Una delle affermazioni più citate della storia dell’età atomica sono state Interpretate da Robert Oppenheimer affermando di aver pensato quando ha assistito alla prima esplosione nucleare del mondo: “Sono diventato la morte, il distruttore dei mondi”.

Poco dopo che Oppenheimer, direttore del laboratorio che ha sviluppato la bomba atomica, vide il fuoco, un fuoco ardente sul deserto del Nuovo Messico al sito di prova della Trinità il 16 luglio 1945, quelle parole sono molto simili e derivano dalla scrittura indù della Bhagavad-Gita gli si avvicinano molto.

La citazione appare in tutta la letteratura sulle armi nucleari, spesso in una forma leggermente diversa: “Sono diventata la Morte, il disgregatore dei mondi”.

Dal 1945 al 1962, gli Stati Uniti d’America hanno eseguito circa 210 test nucleari atmosferici. Sì. Proprio sopra le nostre teste.

Nel 1963 è stata vietata la messa a fuoco del nucleare, ma migliaia di film provenienti da quegli esami distruttivi che sono rimasti in rovina in valli segrete in tutto il paese.

Tuttavia, quando i tempi cambiano e quando il materiale classificato diventa declassificato, abbiamo ora accesso ad un’enorme quantità di filmati e immagini.

Quello che stiamo guardando è il meglio della distruzione. Tale forza fa venire i brividi lungo la schiena e guardando questi video e le immagini mi fa domandare perche ‘sprechiamo il nostro intelletto umano che produce armi di distruzione di massa, e non tecnologie che ci permetterebbero di viaggiare tra le stelle?

Immaginate dove saremmo oggi come civiltà se tutti i paesi del mondo avessero passato più tempo a sviluppare tecnologie future per le esplorazioni spaziali piuttosto che delle armi per ucciderci l’un l’altro? Quello che stai per vedere in queste immagini non è una mostra d’arte, è una mostra di guerra, una mostra di terrore, una mostra di distruzione immersa nell’umanità.Quando è stato che siamo andati fuori strada, al punto che produciamo la distruzione anziché lo sviluppo?

Queste macabre immagini, che sicuramente ti faranno venir la pelle d’oca, sono state recentemente declassificate e mostrano un certo numero di test nucleari atmosferici eseguiti dagli Stati Uniti negli anni ’60. Il giorno in cui abbiamo deciso di testare le armi nucleari nell’atmosfera ha segnato una giornata tragica per il nostro pianeta, ma anche per l’umanità.

I militari volevano determinare se sia possibile sparare un missile nucleare dal cielo.

Le immagini sono state compilate da web Topic. (guarda le immagini nel sito a fondo pagina QUI ndr)

I test non hanno potuto raggiungere l’obiettivo a causa degli effetti e dell’estrema difficoltà nucleare in quel momento.

Tuttavia, ciò che queste immagini confermano è che più di mezzo secolo fa l’umanità era già in grado di lanciare un’arma nucleare all’atmosfera.

Ci auguriamo che queste foto ci facciano riflettere e mettere in dubbio questo tipo di pratica. Data l’attuale tensione tra la Corea del Nord e gli Stati Uniti, queste fotografie potrebbero farci vedere un futuro oscuro che, secondo me, siamo tutti d’accordo – nessuno vuole esserne testimone.

Fonte:https://www.ancient-code.com/

Traduzione e adattamento: Nin.Gish.Zid.Da

La cancrena sociale

Medical tent

ECCO COSA HANNO OTTENUTO. SPALMERANNO TECH SU CANCRENA. E FORSE UN HITLER. 

di Paolo Barnard  

Ricordate il mio ultimo articolo e la ‘benda’ miracolosa in A.I.? A voi TECH-GLEBA non la metteranno mai, ma anche ve la concedessero, sarebbe una super TECH appiccicata a cancrena sociale. No, non parlo di ‘bestiame’ qui, ma di altro ed è gravissimo di nuovo. Leggete, poi le TECH e ‘Hitler’ nel finale.

Non saremmo oggi a un livello di allarme nucleare-sociale se i bianchi occidentali fossero rimasti quelli che erano prima del trionfo Neoliberale e delle Austerità di bilancio. Se in questa epoca noi bianchi occidentali avessimo solo un problema di altre razze svantaggiate e immigrazione, credetemi, ci sarebbe da baciarsi i gomiti. 

Ma quando, per la prima volta nella Storia, l’Occidente ha masse enormi di bianchi – cittadini nazionali a tutti gli effetti – che vivono oggi come i neri o gli immigrati (in Italia a volte anche peggio), allora abbiamo una bomba atomica che pende per un filo di cotone da un B52. Perché? Semplice:

L’ingiustizia verso le minoranze, gli svantaggiati, gli ‘alieni’, si affronta come si affrontano sacche d’infezioni in un corpo, la si può curare, i mezzi ci sono eccome. Ma se anche coloro che da tempi storici sono sempre stati in cima, se anche questi finiscono oggi per colare rovinosamente nella stessa cancrena dove soffrono le minoranze ecc., allora significa che il 99% del corpo è in cancrena, e lì non esistono più cure. Lì, la Storia ti dice che i Padroni del mondo oggi, cioè persino dopo l’illusione della Civiltà del Diritto, fanno stragi senza guardare davvero più in faccia a nessuno: non al nero, non all’immigrato è ovvio, ma neppure al pensionato bianco che era bancario, neppure ai giovani bianchi che, laurea o meno, sono sperduti nel non-futuro, neppure alla classe media bianca che stanno falcidiando a frotte spaventose come mai accaduto dalla nascita della borghesia sulla Terra

E ciò apre scenari realistici da incubo con l’arrivo delle SUPER TECH. 

Guardate, non serve laurearsi in scienze politiche per sapere la storia di questa catastrofe. Io ne annusai gli inizi quando a Londra lavoravo ventenne in nero in un tunnel senza areazione a sgrassare motori, circondato da almeno 5 razze diverse di disperati, ma tutti odiavano tutti. Certo, zero solidarietà, lo stava insegnando alla nazione Margaret Thatcher col suo Disegno, eccolo: 

Lo Stato Sociale non esisterà più, la spesa di Stato per la gente non esisterà più. Ogni cittadino deve pensarsi individuo/azienda di se stesso, coltivare il suo orto di cash e assicurazioni private per e contro tutto, e far fuori chiunque glielo calpesti. Se il vicino di casa crepa di fame, mai dargli una carota, perché ha fallito, perché è un fallito, e se lo merita.

Nella realtà il Disegno di quel Mostro orripilante era ben altro, e si riassume così:

SE PERMETTIAMO A 2/3 DEI CITTADINI DI STARE ALMENO DECENTEMENTE, ESSI SI ATTACCHERANNO COME SANGUISUGHE AL LORO STILE DI VITA, E LI AVREMO SEMPRE DALLA PARTE DEL CAPITALISMO, ANCHE NELLA CABINA ELETTORALE. OBBEDIRANNO A TUTTO PUR DI NON PERDERE ANCHE IL MINIMO AGIO. FINE DELLE LOTTE SOCIALI. IL RIMANENTE 1/3 PUO’ CREPARE, NON CI SERVONO A NULLA. 

Quella putrida ideologia ha pervaso non solo gli sfigati del Pianeta, ma anche l’intero mondo ricco bianco, dagli USA alla UE di oggi, con le Austerità, i Pareggi di Bilancio, col terrore della Spesa Pubblica, con la devastazione dei Servizi Pubblici, lo smantellamento ‘nazista’ dell’idea stessa di Interesse Comune, e siamo al presente. E ripeto copia-incolla il risultato di sta follia politica: 

Ma quando, per la prima volta nella Storia, l’Occidente ha masse enormi di bianchi – cittadini nazionali a tutti gli effetti – che vivono oggi come i neri o gli immigrati (in Italia a volte anche peggio), allora abbiamo una bomba atomica che pende per un filo di cotone da un B52.

Mi ha colpito in questi giorni, davvero colpito, come l’editorialista e scrittore inglese Gary Younge abbia saputo condensare in un saggio la peste dilagante della povertà dei bianchi in America. Ma io ne avevo parlato molti anni fa nell’inchiesta di Report “E-conomy”. Già nel 2000 mi accorsi di cosa stava accadendo in quel Paese così ricco ma spietato, e lanciai un allarme. Ovvio, per un cazzo. 

Ho sempre scritto di come gli USA ‘vantino’ 22 milioni di cittadini senza nessuna assistenza sanitaria (ma di certo i numeri sono superiori), e 44 milioni di americani che mangiano una sola volta al giorno. Ma il fenomeno scioccante è proprio che oggi, fra i derelitti d’America, i bianchi ex classi medie sono quasi vicini alla maggioranza, stanno per scavalcare i neri. E non sono preparati a questo, esattamente come in Europa. Peggio:

Mentre le classi storicamente svantaggiate come neri e immigrati hanno nella seconda metà del XX secolo sviluppato almeno delle reti d’assistenza e beneficienza capaci di soccorrere milioni d’individui, i bianchi no. Non ne esistono capaci di soccorrere milioni di bianchi, non furono neppure pensate, perché si dava per scontato che lo Stato lo facesse quando capitava, se capitava, ma si davano per scontati il lavoro, i risparmi… (sì ciao). Nessuno fra coloro che sono nati pensando di essere privilegiati mai s’immaginò di trovarsi da vecchi a razzolare nei rifiuti urbani per mangiare, di dover fare la fila in ospedali da campo per le cure urgenti (foto sopra), come una volta vedevano in Tv per l’Africa o per le favelas in Brasile. 

Guardate che qui in Italia le cose stanno marciando precisamente nella direzione USA; dopo vi elenco una manciata di dati. Ma ora Gary Younge sugli States:

“In America oggi il 48% dei bianchi si sente “sotto attacco, sia dalle Corporations, che da governo e immigrazione”. L’aspettativa di vita dei bianchi si è bloccata o addirittura sta retrocedendo. Gli stipendi reali dei lavoratori sono stagnanti dal… 1973. Entro una generazione, i bianchi americani saranno la minoranza dei cittadini. Il ‘razzismo sociale’, quello che rigetta come sorcio la vista del povero, sta colpendo sempre più bianchi americani poveri a milioni, ma i bianchi storicamente non hanno Paladini anti razzismo, né i Lobbisti anti razzismo”

La rabbia. I bianchi in USA sono terrorizzati e hanno paura. La paura genera rabbia, e questo veleno finisce in ciò che tutti sappiamo: la guerra fra poveri. Non sto neppure a descriverla, ne hanno parlato milioni di articoli e libri di questo fenomeno, dove la gggènte bianca che sta di merda la prima cosa che fa è prendersela con l’altro sfigato con la pelle differente, mica mai con Mario Monti, la Fornero, Tronchetti Provera, Lloyd Blankfein, Jean Claude Trichet, o Bill Gates. Ma di fatto il risultato, e anche qui sono state scritte le Bibbie, è, riassunto, la nascita di formazioni politiche oscene

Aryan Nation e American Renaissance negli Stati Uniti, anche se il Partito Repubblicano e Trump rischiano di stargli addirittura a destra…; Forza Nuova, Casa Pound e Lega in Italia; Vlaams Belang in Belgio; Fronte Nazionale Le Pen in Francia; AFD che in Germania sfiora il 15%, come i fascistoidi Democratici Svedesi; l’Austria con l’FPO medaglia di bronzo alle legislative del 2017; l’Ungheria fa festa nell’estremismo razzista fra il MIEP, il Jobbik e l’Unione Civica del premier Orbàn; Alba Dorata in Grecia, e bla bla.

Ma mica tanto bla bla, questi sono segnali di una guerra inaudita, quella di cui parlavo sopra, quella dove da sacche d’infezione che posso essere curate, si passa all’infezione del 99% del corpo, la cancrena completa. 

Italia: ho smesso di scaricare dati sull’impoverimento italiano un anno fa, era tempo perso. Da noi si sta riproducendo esattamente il ‘disegno Thatcher’ dei 2/3 della popolazione che starà dal benissimo alla mediocre stabilità, con un 1/3 che sarà alla disperazione. Ma 1/3 d’italiani conciati così non sono 500 sfigati, sono 10 milioni di adulti lavoranti e 4 milioni di pensionati. 

Tutti avete visto le immagini dei Talk Show con gli anziani italiani che si nutrono dai cassonetti dei rifiuti. Non ci vuole un genio per trovare un’invalido/a italiani senza uno straccio di aiuto, né accompagnamento, né casa, mentre al Bangladeshi con 5 figli danno un tetto. Né occorre genio per capire dai giornali finanziari che se non fosse per i risparmi dei nonni/genitori italiani dal ’50 al ’90, una percentuale di giovani connazionali sarebbero a prostituirsi, disfarsi di sostanze, o a raccogliere olive picchiandosi a vicenda per avere il posto dal ‘Caporale’. Ecco una manciata di dati Istat, solo per dare una pallida idea: 

il 30% degli italiani è costretto a ricorrere al prestito, non arriva a fine mese. 

il 38% è in seria difficoltà economica.

il 76% è costretto alla flessibilità sul lavoro, con limiti invalicabili per l’acquisto di una casa o persino per la pianificazione di una famiglia.

il 50% delle pensioni italiane non raggiunge i 1000 euro, il 27% delle pensionate arriva a meno di 500 euro.

1 italiano su 5 rimanda le visite specialistiche urgenti per mancanza di mezzi.

l’11% degli italiani non si riscalda d’inverno.

la crescita degli stipendi è ai minimi dal 1983, quando iniziano le serie storiche ricostruite dall’Istat.

dal 2011 chiusi 104.500 negozi. Persi 340mila posti di lavoro.

Censis, 2016: La fine del lavoro e del ceto medio… crescono le professioni non qualificate. La crisi del settore pubblico non favorisce la domanda: la deflazione è figlia anche di questo sistema del massimo ribasso, che ha compresso e impoverito la classe media. 

Ecc. ecc.

Posso dire, dunque, che il mondo occidentale per come lo abbiamo conosciuto finora è rappresentabile da un organismo prima decentemente sano (lunga guarigione dall’Illuminismo alle Democrazie anni ’70-90), ma che è oggi ormai divorato dalla cancrena (Neoliberismo, Austerità, Disegno Thatcher) persino là dove era inimmaginabile che essa potesse infettare (le classi bianche). Ma…

… di colpo su questo ammalato gravissimo piomba l’assoluto imprevedibile: L’ERA DELLE SUPER TECH IN ARTIFICIAL INTELLIGENCE. 

Sapete benissimo di cosa parlo, ne ho scritto a volumi. E, in metafora dall’ultimo articolo, la domanda è: come attecchirà la ‘benda’ magica della VTT fatta di A.I e Cellulose Nanofibrils su carne umana in cancrena? Cioè come attecchirà L’ERA DELLE SUPER TECH IN ARTIFICIAL INTELLIGENCE su popoli occidentali ridotti alla rabbia, disperazione e persino fame in una larga minoranza bianca di suoi cittadini un tempo privilegiati? 

Cestinando neppure pensandoci lo stuolo di falsari che vi spacciano L’ERA DELLE SUPER TECH IN ARTIFICIAL INTELLIGENCE come la panacea dei problemi umani – panacea forse, ma solo dopo che abbiamo ripagato gli investitori vendendo cornee, reni, polmoni, uteri, Colossei, metà delle Alpi, e la Lombardia – cioè stando seri per favore, il problema che si pone con L’ERA DELLE SUPER TECH IN ARTIFICIAL INTELLIGENCE per chiunque abbia un figlio di meno di 40 anni, è ora duplice: 

1) Quello da me già menzionato 2mila volte e riassunto nel paragrafo sopra.

2) Ma anche che l’abominevole dissennatezza delle nostre classi politiche non vuole ammettere neppure sotto pena di morte che L’ERA DELLE SUPER TECH IN ARTIFICIAL INTELLIGENCE atterrerà su un Occidente sfasciato come mai prima nella sua Storia. Persino in quella razza bianca che, invece, da un secolo ne era divenuta privilegiata padrona.

Pensateci bene, guardate che è agghiacciante. Pensate solo a questo:

Oggi miliardi di umani che mai hanno conosciuto la Democrazia, il Benessere, i Diritti, si stanno riversando su questo Occidente proprio nel suo peggior momento moderno di cancrena di Democrazia, Benessere e Diritti

L’immaginate la miscela atomica che ne sta uscendo? E già da anni L’ERA DELLE SUPER TECH IN ARTIFICIAL INTELLIGENCE gli viene spalmata sopra, a sta tragedia collettiva. 

E quindi va PRETESO ancora di più (nel mondo dei sogni) che la Governance internazionale tiri ferocemente i freni; che ammetta che Neoliberismo, Austerità e Disegno Thatcher hanno putrefatto come mai nella Storia persino il mondo leader, là dove risiedevano Democrazie, Benessere, e Diritti; che oggi questo mondo non è affatto in grado di assorbire sia i miliardi di disperati che L’ERA DELLE SUPER TECH IN ARTIFICIAL INTELLIGENCE coi suoi inimmaginabili prezzi, e… 

… e sì, la Governance internazionale dovrebbe ammettere che si deve ricominciare dal Primato del Pubblico Interesse, delle Costituzioni, da John Maynard Keynes, dalla vera idea anarchica che pretende che il Potere debba sempre dimostrare al popolo la sua legittimità, da un riordino degli squilibri mondiali, e poi, ma solo poi tagliare il nastro dell’ ERA DELLE SUPER TECH IN ARTIFICIAL INTELLIGENCE, comunque sempre sotto strettissimo controllo delle Sovranità popolari nell’Interesse Pubblico.

Chi ha pensato, studiato, analizzato, gli scenari in questo modo? Avete letto da nessuna parte l’analisi nelle componenti che io ho descritto qui oggi? L’ha pubblicata l’Economist? O il Future of Humanity Institute di Oxford? O l’MIT di Boston? O i cervelli di Alibaba, o Micromega?

No. La leggete per la prima volta qui.

Oggi il 75enne bianco, sposato nel 1972, allora con lavoro casa ferie risparmi, ma che proprio ieri in Alabama, oppure a Hackney di Londra, o a Roma ha dovuto fare a gomitate con un immigrato messicano, giamaicano o senegalese per farsi visitare la prostata o curare un dente o mangiare, è un’atomica appesa a un filo di cotone sotto la pancia di un B52, molto, ma molto più pericoloso della sua controparte che viene dai Paesi poveri del mondo. Il perché l’ho già accennato sopra, ma lo ribadisco citando l’immenso Thomas Mann:

“Un linea retta collegò la follia della povertà tedesca alla follia del Terzo Reich… La donna che al mercato chiedeva, con voce spenta, 100 miliardi di marchi per un uovo, aveva perso totalmente la sua capacità di reagire a qualsiasi cosa. Da quel momento, nulla fu così folle o così atroce da poter scioccare quella gente..”. 

Ci stanno ridando il Terzo Reich, in SUPER TECH IN ARTIFICIAL INTELLIGENCE. 

Non fate figli. 

MA I RIMEDI CI SAREBBERO:

http://paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=1874  

MA PURTROPPO IN ITALIA: 

http://paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=1922  

Fonte: http://www.paolobarnard.info/

Non verrà mai conosciuta la verità?

La guerra del tempo e della meteorologi è solo una teoria della cospirazione? 

di Timothy Alexander Guzman 19 ottobre 2017 dal sito web SilentCrowNews

La tecnologia per controllare o modificare il tempo esiste da un po’ di tempo.

Ricordamo quando l’ex presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad ha affermato in un discorso del 2012 che i nemici dell’Iran stanno creando siccità distruggendo le nuvole per impedire il cadere della pioggia.

Le accuse di Ahmadinijad lo hanno annoverato al primo posto nei media mainstream e lo hanno etichettato come “teorico della cospirazione”.

Newsweek, una rivista di notizie e un sito web americano ha condotto i prima linea e pubblicato “Le Cinque teorie delle più strane di Mahmoud Ahmadinejad”, compresa “l’estrema teoria del complotto che si sta rubando la pioggia dell’Iran”:

Se non può fermare il loro programma di armi nucleari, si ferma la loro pioggia – almeno questo era il pensiero dietro l’accusa di Ahmadinejad contro l’Occidente in un discorso del 2012.

“Oggi il nostro paese si sta dirigendo verso la siccità, che è in parte involontaria a causa dell’industria e in parte intenzionale, a causa del nemico che distrugge le nuvole verso il nostro paese e questa è una guerra che l’Iran sta per superare”, ha detto.

L’acqua può essere scarsa in Iran a causa del clima prevalentemente secco, ma non era questa la ragione, nella mente di Ahmadinejad, per una imminente crisi d’acqua.

Piuttosto, l’Occidente ha sabotato le sue nuvole.

imoltre ha detto: “Sento che l’arroganza e la colonizzazione del mondo, utilizzando le loro tecnologie, stanno interessando la situazione ambientale in Iran”

Secondo un rapporto pubblicato dalle Reuters, i nemici dell’Iran potrebbero realmente distruggere le nuvole e la pioggia? Ahmadinejad preoccupato ha dichiarato:

“Il nemico distrugge le nuvole che si dirigono verso il nostro paese e questa è una guerra che l’Iran vincerà”, ha detto Ahmadinejad Lunedi, secondo le notizie iraniane citate dalle Reuters.

Le autorità iraniane hanno fatto ripetutamente questa affermazione nell’ultimo anno.

Durante una grave siccità nella repubblica islamica lo scorso autunno, Ahmadinejad ha dichiarato che i paesi europei stavano utilizzando “attrezzature speciali” per scaricare l’acqua piovana sul loro continente, lasciando nulla per l’Iran.

Le Reuters hanno anche riferito su quello che il vicepresidente iraniano Hassan Mousavi aveva detto:

Poi, nel mese di luglio, l’agenzia di stampa AFP ha citato il vicepresidente iraniano Hassan Mousavi,

“L’arroganza mondiale e i colonizzatori (termine per l’Occidente utilizzati dalle autorità iraniane) stanno influenzando le condizioni climatiche dell’Iran utilizzando la tecnologia. La siccità è una questione cruciale e la guerra morbida è completamente evidente …

Questo livello di siccità non è normale”

Le Reuters hanno intervistato Arlen Huggins, uno scienziato atmosferico del Desert Research Institute e un direttore del programma Nevada State Weather Modification Program:

Arlen Huggins, uno scienziato atmosferico dell’Istituto Desert Research e direttore del programma di modifica meteo statale del Nevada, afferma che non esiste una tecnologia di cloud-busting.

“In termini di dissipazione delle nuvole, è possibile farlo su una scala molto ridotta, ma non tutto ciò che potrebbe cambiare un modello meteorologico o creare una situazione di siccità”, ha detto Huggins a Little Mysteries della vita.

“La siccità è legata ai sistemi meteo a lungo termine”

Questo può sorprenderti (o no!), Ma Huggins lavora per il Complesso Industriale Militare.

Il Desert Research Institute è associato con il Dipartimento della Difesa, l’Esercito, la Marina, l’Aeronautica e diverse altre agenzie statali.

Huggins è anche responsabile del programma di modifica meteo statale del Nevada gestito dall’ufficio di recupero degli Stati Uniti (USBR) sotto il Dipartimento degli interni degli Stati Uniti.

Lo scopo principale del USBR è la gestione delle risorse idriche statunitensi in relazione all’essere il più grande grossista di acqua che fornisce oltre 31 milioni di persone.

L’ Amministrazione Nazionale Oceano e Atmosferica (NOAA) è coinvolta sotto il Dipartimento del Commercio Americano,

“le previsioni meteorologiche quotidiane, gli avvertimenti gravi sulle tempeste e il monitoraggio climatico alla gestione della pesca, alla ristorazione costiera e al sostegno del commercio marittimo” secondo il loro sito web.

Il programma DRI Cloud Seeding si trova nel Centro Scientifico del Nord Nevada (NNSC) di Reno, in Nevada.

Il programma DRI Cloud Seeding è nato dal programma di ricerca DRI per la modifica del tempo che è finanziato da USBR e NOAA. Huggins ha affermato che non vi è alcuna tecnologia cloud-busting, ma ci sono diversi documenti che suggeriscono altrimenti.

Wikipedia descrive Cloud Seeding come,

“un modo per cambiare la quantità o il tipo di precipitazione che cade dalle nuvole, dispersione di sostanze nell’aria che servono come condensazione di nuvole o nuclei di ghiaccio che alterano i processi microfisici all’interno della nube”.

In termini più semplici, Jim Lee (un attivista che sta tentando di esporre la modifica meteo al pubblico) e il fondatore e l’editor di www.climateviewer.com descrive Cloud Seeding come segue:

“Mettendo un po’ di particella nell’aria, l’acqua si attacca e si spera che cada sul terreno: sono germi o aerosol, in modo da mettere germi nelle nuvole per cercare di di far piovere”

La storia del produttore di pioggia (Rainmaker) – Charles Hatfield

La storia della pioggia risale a più di 100 anni fa con Charles Hatfield che ha insegnato la scienza della pluvicoltura (tecniche per la produzione di pioggia).

Nel 1902, Hatfield creò una “miscela segreta di 23 sostanze chimiche” in grandi serbatoi di evaporazione affermando di poter indurre la pioggia.

Le tecniche di Hatfield hanno dimostrato di avere successo nella creazione di tempeste. Alla fine ha creato numerosi posti di lavoro nel creare la pioggia. Nel 1904, sotto Fred Binney, iniziava una campagna per le pubbliche relazioni per le tecniche della pioggia di Hatfield.

I ranchers hanno offerto a Hatfield più di $ 50 per il suo lavoro per produrre la pioggia per i loro raccolti. Hatfield costruì poi una torre di evaporazione a La Crecenta dove rilasciò la sua miscela chimica nell’atmosfera creando la pioggia.

Il suo successo ha portato a una domanda più alta e, naturalmente, più soldi. Tuttavia, l’ufficio meteo aveva riferito che la pioggia creata da Hatfield era già in corso perché era parte di una tempesta.

Coloro che credevano nelle abilità di Hatfield nel creare la pioggia ignorarono la relazione del Weather Bureau.

Nel 1906, Hatfield vinse un altro contratto per produrre la pioggia per i Klondike Goldfields per un valore di 10.000 dollari in Yukon Territory, ma non riuscì e ricevette solo 1.100 dollari per le sue spese personali.

Nel gennaio 1915, l’attività lucrativa di Hatfield ha preso una svolta peggiorativa.

Il consiglio comunale di San Diego assunse Hatfield per produrre pioggia per il serbatoio della diga di Morena per $ 10.000. Quello stesso mese, un’enorme quantità di pioggia è cresciuta nel corso del tempo e la diga ha ceduto causando una massiccia inondazione e uccidendo più di 20 persone.

Hatfield ha dichiarato alla stampa che era colpa della città che non ha preso precauzioni. La città di San Diego ha rifiutato di pagare Hatfield per la morte e la distruzione che ha causato.

I tribunali hanno deciso per Hatfield affermando che non ha fatto nulla di sbagliato dichiarando quello che è successo era,

“un atto di Dio”.

Il fatto importante della storia di Hatfield è che non era un “atto di Dio”, Hatfield stava giocando a fare Dio con Madre Natura e le conseguenze si sono presto verificate.

Come il governo degli Stati Uniti è diventato “Dio” dei Cieli

Una volta che Washington, le corporazioni e le forze armate statunitensi si avvicinavano alla scienza della modifica del tempo, sono scesi in campo.

Il 13 ottobre 1947, il progetto Cirrus è stato il primo tentativo da parte di GE (General Electric Corporation), dell’esercito statunitense degli Stati Uniti, dell’Ufficio per la ricerca navale e della forza aerea statunitense per modificare e controllare gli uragani ruotandoli da est a ovest e alla fine verso il mare.

Il progetto Cirrus (Stormfury) ha cominciato con un aereo che immetteva 180 libbre di ghiaccio secco schiacciato nelle nuvole mentre i membri dell’equipaggio hanno riferito che,

“La modificazione pronunciata della piattaforma della nube seminata”, non è stata confermata se fosse dovuta al processo di semina.

L’uragano ha cambiato il suo cammino avvicinandosi a Savannah, in Georgia, che ha spinto il pubblico a biasimare il processo di semina.

Il pubblico è stato oltraggiato di ciò che era accaduto e hanno minacciato le cause legali insieme a un chimico e al fisico credibile Irving Langmuir, che egli stesso affermava che l’inversione dell’uragano è stata effettivamente causata da un “intervento umano”.

Il progetto Cirrus è stato definitivamente cancellato a causa del suo fallimento. Il governo americano non ha mai ammesso che hanno inseminato l’uragano per anni.

Poi nel 1965, un articolo è apparso in The Fort Lauderdale News e Sun-Sentinel affermando che nel 1947,

“si è verivicato un delirante uragano” e “Dodici anni dopo è stato ammesso che la tempesta era stata in realtà inseminata”.

Dopo il disastro dell’uragano Project Cirrus, un altro tentativo è stato fatto il 16 settembre 1961 con l’uragano Esther del National Hurricane Research Project (NHRP) insieme agli aeromobili della Marina Militare americana quando otto cilindri di ioduro d’argento sono stati strategicamente lanciati nell’occhio di Esther che hanno portato all’indebolimento dei venti di almeno il 10 per cento.

Poi il giorno successivo, più voli sono stati fatti senza far cadere nell’occhio dell’uragano ioduri d’argento con conseguente riduzione del vento. È stato considerato un successo che ha portato a Project Stormfury guidato dalla US Navy e dal Dipartimento del Commercio americano.

La modifica del tempo è stata discussa in un rapporto dettagliato intitolato “Rainmaking in SEASIA” che descrive l’uso di ioduro di piombo e ioduro d’argento da vari aeromobili sotto il progetto Stormfury, un programma di studio di uragani avvenuto tra il 1962 e il 1983, inizialmente sviluppato in California nella Stazione di armi navali d’aria China Lake.

È stato testato in Okinawa, Giappone, Guam (un territorio degli Stati Uniti), nelle Filippine e negli Stati Uniti del Texas e della Florida.

Il progetto Stormfury è stato un progetto approvato dal governo americano allo scopo di indebolire i cicloni tropicali, coltivandoli con ioduro d’argento. L’idea iniziale era quella di spruzzare l’ioduro d’argento direttamente nell’uranio, nella speranza di distruggere la sua struttura.

Progetto Stormfury è stato considerato un fallimento …

Tra il 1967 e il 1972, l’Operazione Popeye è stata lanciata come un’operazione “altamente classificata” condotta dalle forze armate statunitensi nel Vietnam del Nord e del Sud, in Cambogia e in Laos per estendere la stagione dei monsoni intorno al sentiero di Ho Chi Minh nel facilitare i soldati statunitensi per ottenere un vantaggio rispetto al Viet Cong.

Cloud Sowing è stato utilizzato sulle cime di nubi del monsone per estendere la pioggia lungo il sentiero di Ho Chi Minh che avrebbe causato frane attraverso piogge torrenziali lungo i sentieri per rendere difficile ai Viet Cong i rifornimenti e le truppe extra.

Prosegue per quasi cinque anni fino a quando un giornalista per il Washington Post (con ironia!) Jack Anderson ha esposto che l’Operazione Popeye (inizialmente denominata l’Intermediario-Compatriota nella sua colonna) è stata la causa di una pubblica audacia.

L’operazione Popeye fu poi confermata in The Pentagon Papers, rilasciata da Daniel Ellsberg. La strada aperta dall’articolo ha portato poi all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite (UNGA) per approvare un trattato universale per vietare la guerra ambientale.

Tuttavia, il governo degli Stati Uniti non si è entusiasmato dalla relazione di Anderson sui loro progetti di modifica meteorologica. Nel 1972, il signor Anderson era un bersaglio per essere assassinato da parte dei membri del personale della White House sotto l’amministrazione di Nixon.

  1. Gordon Liddy e E. Howard Hunt disegnarono con un operatore della CIA le varie possibilità che includevano l’aggiunta di veleno alla sua bottiglia di aspirina, drogando Anderson con LSD o allestendo “una fatale agressione”.

Il piano per assassinare Anderson è stato interrotto quando sono stati arrestati per lo scandalo del Watergate che ha implicato il presidente Richard Nixon, che è stato successivamente imputato.

Tutti coinvolti hanno ammesso sotto giuramento in un’audizione congressuale che avevano intenzione di assassinare Anderson su ordini di un assistente senior della Casa Bianca di nome Charles Colson.

Il 19 maggio 1974, il giornale del mattino della Daytona Beach ha pubblicato un articolo intitolato “Rainmaking usato come arma in SE Asia“, dove era esposto il consigliere di Nixon per la sicurezza nazionale e l’avvocato di New World Order, Henry A. Kissinger (che non dovrebbe stupire nessuno in questo punto nella storia) ha dichiarato quanto segue:

“Nel 1971 la pioggia ha raggiunto un picco, secondo statistiche del Pentagono messe a disposizione del comitato, con più di 11.000 bombole scaricate.

Fonti ben informate hanno detto al New York Times che le operazioni a quel punto erano strettamente controllate da Henry A. Kissinger, consigliere del presidente per la sicurezza nazionale”

‘Occhi nello spazio esterno’ – Un Walt Disney e il Dipartimento della Difesa “Presentazione Fattuale”

Uno sconosciuto film documentario pubblicato nel giugno 1959 prodotto dagli studi del Dipartimento della Difesa e Walt Disney, intitolato “Occhi nello spazio esterno – una fattibile presentazione scientifica” suggerisce che il governo americano era già in fase di sviluppo della tecnologia per controllare il tempo, in questo caso, gli uragani.

La modifica del tempo era già ben in corso.

La prima metà del film mostra come satelliti e computer sono stati utilizzati per prevedere il tempo. Anche prima del rilascio del film, il 17 febbraio 1959 il governo degli Stati Uniti aveva già lanciato il Vanguard 2, un orbitale satellite meteo.

All’inizio del 1958, i prototipi tra cui TIROS e Vanguard sono stati creati dall’esercito degli Stati Uniti Signal Corps (USASC). Il lancio del Vanguard 2 si è svolto a bordo del razzo SLV 4 sotto il progetto Vanguard della Marina Militare statunitense come parte della corsa spaziale tra gli Stati Uniti e l’ex Unione Sovietica.

Lo scopo principale di Vanguard 2 era quello di “osservare e registrare la copertura nuvolosa della terra” secondo l’US Naval Research Laboratory. Il 1° aprile 1960, TIROS-1 è stato il primo satellite meteo, che secondo la NASA è stato un successo.

La seconda metà del film ha dimostrato come in futuro il tempo possa essere controllato quando un uragano che si avvicina alla zona costiera della Carolina del Nord può essere deviato via con l’uso del “Cloud-Seeding” e di altre tecnologie sviluppate dalle forze armate statunitensi e altre agenzie.

Quello che vedono “gli occhi nello spazio esterno” è di come viene usata la tecnologia dal governo USA e di come viene proposta come una forza per il bene, ma la realtà è che la modifica del tempo può essere usata come arma di guerra, molto vicina a una guerra termico-nucleare.

HAARP e Weaponizing the Weather?

Dal 1990, il programma HAARP che operava nell’ambito dell’Iniziativa di difesa strategica statunitense (SDI) sotto l’amministrazione Reagan,conosciuta dai principali media come “Star Wars”.

SDI, un sistema di difesa missilistica dietro l’idea e lo sviluppo del programma HAARP (Programma di ricerca atipica ad alta frequenza) è un programma di ricerca basato sulla Ionosfera, regione dell’alta atmosfera terrestre che va da circa 30 miglia (50 km) a 600 miglia ( 1.000 km) sopra la superficie terrestre.

È stato finanziato dall’Università dell’Alaska Fairbanks (UAF) e dal Complesso militare-industriale che include,

  • la forza aerea statunitense
  • la Marina americana
  • l’Agenzia per la Ricerca Avanzata Delle Ricerche (DARPA)

HAARP è un sistema di antenne estremamente potenti che possono creare una modifica accuratamente controllata della ionosfera su qualsiasi regione del mondo originariamente posseduta e gestita dalla Direzione dei veicoli spaziali del Laboratorio di Ricerca dell’Area Aeronautica presso Gakona, in Alaska.

HAARP è stato progettato e costruito da BAE Advanced Technologies (BAEAT) con sede nel Regno Unito

Il sito web dell’Università di Alaska Fairbanks afferma che HAARP,

“è uno sforzo scientifico volto a studiare le proprietà e il comportamento della ionosfera”.

Il sito web di UAF evidenzia anche quanto segue:

Il programma HAARP è impegnato nello sviluppo di una struttura di ricerca ionosferica di livello mondiale composta da:
Lo strumento di ricerca ionosferica, un impianto di trasmissione ad alta potenza che opera nella gamma High Frequency. L’IRI può essere usato per stimolare temporaneamente un’area limitata della ionosfera per lo studio scientifico.

Excite significa “causa” o “stimolare” la ionosfera …

Tecnicamente lo strumento di ricerca ionosferica (IRI) può stimolare la ionosfera che può cambiare l’atmosfera superiore della terra che molti scienziati dicono possono avere conseguenze catastrofiche.

Attivista e autore di “Angeli non giocate a questo HAARP” Dr. Nick Begich, descrive HAARP come,

“Una tecnologia super-potente che trasmette alle zone della ionosfera concentrando un fascio che riscalda quelle zone.

Le onde elettromagnetiche poi ritornano sulla terra e penetrano tutto – quello che vive e non”.

Il programma HAARP, originariamente sito in Alaska, era stato arrestato nel 2014, ma l’Università dell’Alaska Fairbanks ha ripreso la proprietà dell’impianto a partire da agosto 2015.

Secondo un rapporto della NBC nel 2014 “Le teorie della cospirazione abbondano e di come i militari US abbiano chiuso HAARP” afferma che:

La US Air Force ha notificato al Congresso che intende chiudere HAARP, un controverso centro di ricerca con base in Alaska che studia l’energia di una regione attiva dell’atmosfera superiore. I teorici della cospirazione sono in fermento per le notizie, dato che HAARP (il conciso programma di ricerca aurora alta frequenza attiva) è stato a lungo il centro della speculazione selvaggia che il programma è stato progettato per controllare il tempo – o peggio.

Nel 2010, il leader venezuelano Huge Chavez ha affermato che HAARP o una tecnologia analoga ha innescato il terremoto di Haiti.

Per il record documentati, il terremoto haitiano del 2010 è stato causato dallo scivolamento della crosta terrestre precedentemente sconnessa lungo il confine tra le placche tettoniche dei Caraibi e del Nord America.

Un altro sito dedicato al programma HAARP afferma che il programma è quello di,

“analizzare le proprietà ionosferiche di base e valutare il potenziale per sviluppare la tecnologia di valorizzazione ionospherica per scopi di comunicazione e di sorveglianza”.

È stato corretto l’allora Hugo Chavez quando ha affermato che HAARP o qualsiasi altro programma ha causato il terremoto di Haiti nel 2010?

La MIT Technology Review, una società di media globale che è di proprietà e gestita dal Massachusetts Institute of Technology, ha pubblicato un interessante articolo intitolato “Spacecraft Saw ULF Radio emissioni su Haiti prima del terremoto di gennaio“.

L’articolo ha affermato che (‘DEMETER‘)

“c’è stato un chiaro aumento delle onde radio a frequenze ultraelevabili che vengono emesse dalla crosta della Terra in quella regione nell’implicazione del terremoto”:

Nel 2004, l’agenzia spaziale francese CNES ha lanciato un piccolo satellite chiamato DEMETER in orbita polare a circa 700 km sopra la superficie terrestre.

DEMETER ha avuto una missione insolita. Il suo compito è monitorare le onde radio a bassa frequenza generate dai terremoti. Oggi un gruppo di geoscientisti rilascia i dati associati al terremoto di M-7.0 che ha colpito Haiti nel mese di gennaio. Dicono che DEMETER ha visto un chiaro aumento delle onde radio a frequenze ultraelevate che vengono emesse dalla crosta terrestre in quella regione nella dove si è avvenuto il terremoto. La prova aneddotica degli effetti elettromagnetici sono associati alla moltitudine di terremoti. Diverse valutazioni collegano i terremoti con i misteriosi effetti di luce e di riscaldamento. Poi c’è la prova diffusa che certi animali possono sentire tremiti imprevisti, forse a causa di una sensibilità ai campi elettrici a bassa frequenza.

Un reclamo fatto in un articoloda di Michael Athanasiou e i suoi collaboratori   dell’Università Tecnica di Serres in Grecia affermano che,

“DEMETER ha ben notato la prova di un cambiamento nelle onde radiofoniche di frequenza ultraelevata nella ionosfera sopra Haiti in vista del terremoto”:

dicono che i risultati mostrano un maggiore e significativo aumento dell’energia delle onde ULF, fino al 360%, per un periodo di un mese prima del terremoto rispetto all’energia di fondo”.

Questo è un aumento drammatico. Queste emissioni sono diminuite gradualmente nel mese dopo il terremoto. Le implicazioni sono interessanti.

Athanasiou e co dicono:

“I risultati di questo documento indicano chiaramente che le onde elettromagnetiche ULF possono essere molto utili per rivelare possibili fenomeni sismici precedenti”

Quello che è interessante circa l’articolo è che il terremoto era legato a “misteriosi effetti luminosi e di riscaldamento”.

Era HAARP, o era l’ira della rabbia della Madre Natura verso l’auto-distruzione dell’umanità per le continue guerre, le malattie, la povertà e la fame? 

E’ il Tempo dell’arte bellica o il cambiamento climatico che prende il suo corso?

Che cosa succederebbe se le forze armate americane (la Trump Administration abbiano dato piena autorità a fare in pratica quello che vogliono) sono state responsabili dei recenti uragani che hanno distrutto vasti territori di Puerto Rico, Isole Vergini Americane, Texas, Florida, St. Maarten e Dominica?

Diverse nazioni e territori coloniali nei Caraibi e negli Stati Uniti, tra cui il Texas e altre aree sono stati distrutti.

Nel caso di Puerto Rico che ha un carico di debito di 72 miliardi di dollari a causa del controllo statunitense sulla sua economia che è iniziato con la legge Jones del 1917 e non contando il costo dei danni causati dall’uragano Maria che sarebbe impossibile rimborsare a causa delle circostanze.

E negli ultimi anni, il governo portoricano si era aperto a fare affari con la Cina, forse Washington e il complesso industriale militare erano un po’ nervosi.

In agosto Bloomberg News ha riportato che Puerto Rico si è unito all’iniziativa dell’infrastruttura cinese “One Belt, One Road”:

L’entrare in Cina. Il Puerto Rico sta cercando di capitalizzare il recente investimento mondiale attraverso la sua iniziativa per l’infrastruttura “One Belt, One Road” che può arrivare fino a 500 miliardi di dollari di investimenti internazionali.

Le Americhe – tra cui alcuni dei vicini dei Caraibi di Porto Rico come Cuba e Bahamas – sono già da anni una destinazione d’investimento popolare per le imprese cinesi.

Puerto Rico è e rimane ancora una colonia, Washington fa le decisioni importanti per il governo portoricano, infatti la maggior parte della Camera dei rappresentanti dei Portoricani e dei senatori sono sotto il controllo di Washington dal 1898.

L’operazione Bootstrap sotto il presidente americano Franklin D. Roosevelt ha supervisionato la sterilizzazione delle donne portoricane.

La Marina americana ha bombardato l’isola portorica di Vieques dal 1941 al 2003 con 22 milioni di libbre di rifiuti militari e industriali tra cui il piombo, il mercurio, il napalm e l’uranio impoverito, causando un aumento del tasso di tumore.

È anche noto che il nazionalista Pedro Albizu Campos, leader di rilievo durante le rivolte del movimento di indipendenza di Puerto Rico dagli anni Trenta agli anni ’50. Albizu è stato mandato in prigione per un complotto sedizioso contro il governo degli Stati Uniti.

Mentre in prigione, Albizu era oggetto di sperimentazioni umane con radiazioni intense.

Non va dimenticato il Cointelpro (Counter Intelligence Program), un programma di indagini condotto dall’Ufficio federale (FBI) che ha incluso la sorveglianza, l’infiltrazione e il disordine del Partito di indipendenza portoricana e di altre organizzazioni politiche negli Stati Uniti.

In altre parole, il Puerto Rico è stato utilizzato per vari esperimenti e foraggiamenti di armi per le forze armate statunitensi e ora sono debitamente in crisi.

Forse Puerto Rico non è più vantaggioso per gli interessi degli Stati Uniti, forse la terra può essere usata per scopi militari.

Possono i militari statunitensi stabilire basi in Puerto Rico e in tutti i Caraibi per interventi contro le nazioni sovrane che resistono all’egemonia statunitense,

i Caraibi, l’America Centrale e la Sud America, tra cui Bolivia, Cuba, Venezuela, Ecuador e Nicaragua?

La risposta è

Chi può dimenticare la dichiarazione di Trump alla stampa in agosto quando ha detto,

“Abbiamo molte opzioni per il Venezuela, tra cui una possibile opzione militare, se necessario”.

Hollywood ha appena pubblicato un pazzo film su Weather Modification con il titolo “Geostorm” subito dopo la peggiore stagione di uragani in un secolo.

Il film riguarda una rete di satelliti progettati per controllare il panorama climatico globale. La trama del film è che i satelliti vengono usati sul pianeta Terra con l’intenzione di distruggere tutto e causando condizioni climatiche catastrofiche, tra cui uragani e terremoti.

Suona come un tipico film di Hollywood …

A seguito della devastazione causata dagli uragani nei Caraibi e negli Stati Uniti, quali sono state le cause sottostanti?

Dane Wigington, attivista, editore e fondatore di Geoengineeringwatch.org ha pubblicato,

«Uragano Maria, guerra temporale e basi militari» mette in luce numerose domande senza risposta e certamente controverse:

Fu Puerto Rico l’obiettivo della guerra del tempo dalla manipolazione dell’uragano Maria? Lo stesso caso è successo con il Texas con l’Uragano Harvey? Cuba e l’uragano Irma? Quali sono le probabilità matematiche statunitensi e dei Caraibi che hanno subito un improvvisa esplosione di catastrofici uragani dopo una siccità durata 12 anni di disastrosi uragani? Perché cominciò una siccità di 12 anni e una grande discesa del ciclone negli Stati Uniti?

Queste domande sono particolarmente sconcertanti quando consideriamo che il resto del mondo ha subito cicloni di forza record con frequenza record durante lo stesso periodo.

Gli interventi climatici e i programmi di manipolazione dei cicloni sono una realtà verificabile, non teoria o speculazione.

L’articolo del “Prof. Michel Chossudovsky”, “Cambiamenti climatici, tecniche di geoinstrumentazione etecniche di modifica dell’ambiente (ENMOD)” è stato pubblicato durante la conferenza ONU sui cambiamenti climatici a Parigi, e a Parigi, ha fatto alcune importanti domande:

Perché il cambiamento climatico per uso militare non è più oggetto di dibattito? Perché non è all’ordine del giorno del vertice di Parigi?

La questione più sostanziale è:

Le tecniche “coperte” di modifica ambientale (ENMOD) sono parte dell’arsenale americano di tecnologie militari per destabilizzare i paesi sovrani?

Il militare americano ha riconosciuto che ENMOD fa parte del suo arsenale militare.

Ci sono rapporti non confermati, ma nessuna prova concreta che sia stata utilizzata. A questo proposito, le forze armate statunitensi riconoscono che la guerra climatica ha il vantaggio di essere utilizzata per provocare disastri climatici senza che la nazione nemica la conosca.

La verità non spiegata è che le tecniche di geominerazione e di modifica dell’ambiente (ENMOD) costituiscono potenziali armi di distruzione di massa (WMD).

Forse il controllo del tempo sembra troppo folle da credere …

Non ci sono prove evidenti che i recenti uragani siano stati prodotti da un programma di modifica del tempo. Fino a quando non ci sono prove concrete da dimostrare diversamente, gli scienziati (e la maggior parte delle persone in tutto il mondo) sono convinti che il cambiamento climatico è stato responsabile del disastro ambientale recentemente avvenuto.

Non verrà mai conosciuta la verità?

fonti:

Fonte: http://www.bibliotecapleyades.net/

Traduzione e adattamento Nin.Gish.Zid.Da

L’oro della Francia e l’oro di Gheddafi

 

Sei anni fa oggi gli Stati Uniti hanno aiutato l’omicidio di Gheddafi … per fermare la creazione della sostenuta moneta d’oro. 

di Claire Bernish 20 ottobre 2017 dal sito web TheFreeThoughtProject

Sei anni fa oggi, l’Occidente ha usato e preso per se stesso la NATO per rovesciare il leader libico Muammar al-Gheddafi – non per minacce umanitarie ai civili come è stato ripetutamente detto – ma perché il suo pianificato piano era di immettere in tutta l’Africa una nuova valuta da utilizzare che rappresentava una minaccia esistenziale palpabile alle banche centrali nel cuore del sistema finanziario e politico occidentale.

Lunga teorizzazione per essere il veicolo effettivo per la caduta di Gheddafi, il motivo monetario pan-africano basato sul dinaro d’oro, è venuto alla luce all’inizio del 2016 in una delle più di 3.000 email di Hillary Clinton rilasciate dal Dipartimento di Stato, convenientemente con la vacanza del nuovo anno per abbattere l’indignazione o ripercussioni.

Ma l’oltraggio va ancora oltre:

un sacco di false imposture sono state condotte nell’ulteriore rovesciamento del regime di Gheddafi che avrebbero dovuto ledere la fiducia del pubblico per motivi geopolitici dell’Occidente, come l’esempio primario di confluire in un conflitto inutile ogni volta che una nazione minaccia di ottenere un’elevata indipendenza.

Nel marzo 2011, in mezzo alla ribellione della Primavera araba, il caos è avvenuto nella seconda città più grande della Libia, Benghazi – e l’Occidente e i suoi alleati rapidamente capitalizzarono su questi eventi per partecipare ad una vera e propria falsa ribellione.

Citando una risoluzione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite per invocare una zona di non volo sopra Libia per “proteggere i civili”

  • gli Stati Uniti
  • UK
  • Francia,

… e altri hanno iniziato una campagna di bombardamento il 19 marzo – in realtà, ovviamente, quella protezione era del monopolio della banca centrale e, in particolare, degli interessi finanziari della Francia nella regione storicamente coloniale-francese.

“Lo stiamo facendo per proteggere la popolazione civile dalla follia assassina di un regime che, sta uccidendo il proprio popolo, e che ha perso tutta la legittimità”, La violenza del presidente francese Nicolas Sarkozy, ha giocato un ruolo fondamentale nella morte definitiva di Gheddafi.

“Il colonnello Gheddafi ha fatto succedere questo: ha mentito alla comunità internazionale … Continua a brutalizzare il proprio popolo”, ha affermato anche il primo ministro britannico David Cameron.

“Non possiamo permettere che il massacro dei civili continui”.

Come capo del Dipartimento di Stato americano, Hillary Clinton intonava la narrazione scritta, annunciando l’intervento in Libia come la necessità di,

“proteggere i civili e fornire l’accesso all’assistenza umanitaria”.

Negli anni che avevano portato alla decisione di rovesciare il governo libico, Gheddafi aveva apportato modifiche alla storia del terrorismo della nazione, accettando anche di abbandonare e smantellare i suoi programmi di armi chimiche e nucleari.

Infatti, Gheddafi ha così migliorato la reputazione della Libia, gli Stati Uniti hanno rimosso la nazione dai suoi sponsor statali del terrorismo nel 2006.

Ma tutto ciò non era servito a niente una volta che Gheddafi cercò di centralizzare le banche africanei per il bene di milioni di persone in Africa. 

Nel memo di cui sopra rilasciato dal Dipartimento di Stato, Clinton confidante di lunga data di Sidney Blumenthal scrisse al segretario di Stato il 2 aprile 2011, sotto il titolo “l’oro della Francia e l’oro di Gheddafi”, su pertinenti e numerose preoccupazioni riguardo all’assedio in corso in Libia.

Sembrava che Blumenthal avesse sconfitto Gheddafi e che sarebbe stato un compito più ingombrante di quello originariamente immaginato, in parte perché il leader aveva “risorse finanziarie quasi senza fondi per continuare indefinitamente” a combattere la NATO e le forze alleate. 

Blumenthal ha scritto:

“Il 2 aprile 2011 le fonti con accesso ai consulenti di Saif al-Islam Qaddafi hanno affermato con la massima fiducia che mentre il congelamento dei conti bancari stranieri di Libia presenta a Muammar Gheddafi sfide gravi, la sua capacità di dotare e mantenere le sue forze armate e servizi di intelligence resta intatto.

Secondo le informazioni sensibili a disposizione di questi individui, il governo di Gheddafi deteneva 143 tonnellate di oro e una somma simile in argento.

Durante la fine di marzo del 2011 questi titoli furono trasferiti a SABHA (sud-ovest in direzione del confine libico con il Niger e il Ciad); titirato dalle volte della banca centrale libica di Tripoli”.

Infatti, l’estensione della minaccia per i monopoli finanziari centrali dell’Occidente dalla moneta d’oro puro, è fatta incredibilmente chiara come continua il memorandum ormai noto:

“Questo oro è stato accumulato prima della ribellione attuale ed era destinato ad essere utilizzato per stabilire una moneta pan-africana basata sul dinaro d’oro libico.

Questo piano è stato progettato per fornire, i paesi francofoni africani con un’alternativa al franco francese (CFA) “.

Fonte del commento:

Secondo gli esperti, questa quantità di oro e argento è valutata a più di 7 miliardi di dollari.

Gli ufficiali francesi dell’intelligence hanno scoperto questo piano poco dopo l’inizio dell’attuale ribellione e questo è stato uno dei fattori che hanno influenzato la decisione del presidente Nicolas Sarkozy di impegnare la Francia nell’attacco contro la Libia”.

Quelle fonti non nominate citarono cinque importanti punti di preoccupazione per Sarkozy sul piano innovativo di Gheddafi per sfuggire al controllo occidentale:

  • Un desiderio di guadagnare una quota maggiore della produzione di petrolio
  • Aumentare l’influenza francese in Nord Africa,
  • Migliorare la sua situazione politica interna in Francia,
  • Fornire ai militari francesi l’opportunità di riaffermare la propria posizione nel mondo,
  • Affrontare la preoccupazione dei suoi consiglieri sui piani a lungo termine di Gheddafi per abbandonare la Francia come potenza dominante nella francofona Africa.

In quello che si potrebbe meglio descrivere una lettera scoraggiante – considerando gli eventi che seguirono – Gheddafi, ignorante della trama, ha scritto una lettera il 6 aprile al presidente Obama chiedendo di porre fine agli attacchi aerei condotti dalla NATO sulla Libia.

Affrontando il presidente come un “nostro figlio”, riferendosi al genetico patrimonio africano di Obama, il leader si è imbattuto in uno scritto [insolite ortografie e originali errori]:

“Siamo stati feriti più moralmente che fisicamente a causa di ciò che è successo contro di noi in entrambi gli atti e le parole dette da voi. Nonostante tutto questo sarai sempre nostro figlio qualunque cosa succeda.

Abbiamo ancora la speranza che tu continui ad essere il presidente degli Stati Uniti. Siamo speranzosi che tu possa guadagnare la vittoria nella nuova campagna elettorale.

Sei un uomo che ha abbastanza coraggio per annullare un’azione sbagliata”.

Gheddafi ha aggiunto che,

“per motivi di cooperazione economica e di sicurezza contro il terrorismo, sei in grado di mantenere la NATO fuori dalla vicenda libica per il bene comune.

Come sapete troppo bene, la democrazia e la costruzione della società civile non possono essere raggiunti per mezzo di missili e aerei, né sostenendo un membro armato di Al Qaeda a Benghazi”.

Ma il suo motivo – come è stato inviato pochi giorni prima del bombardamento, in cui Gheddafi ha insistito –

“anche se Libia e gli Stati Uniti entreranno in guerra, Dio non voglia, sarai sempre mio figlio” – ma purtroppo è caduto su orecchie intenzionalmente sorde.

Il 20 ottobre 2011, Gaddafi tentò invano di fuggire dalla città di Sirte, e la Libia è scesa in gran parte sotto il controllo ribelle e della NATO, sostenuto alla fine del mese da un occidentale. 

La reazione deplorevolmente spietata di Hillary Clinton,

“Siamo venuti, abbiamo visto, ed è morto”, ha dichiarato in un’intervista poco dopo l’omicidio vergognoso di Gheddafi.

Come al solito, gli Stati Uniti e le loro controparti occidentali hanno lasciato il paese ai propri dispositivi dopo aver tagliato la nazione prosperosa.

“Oggi non esiste un governo Libico: sono semplicemente una massa che pattugliano le strade e si uccidono l’un l’altro”, ha detto il senatore dello sato della Virginia, Richard Black alla RT per il disordine lasciato indietro.

E nonostante tutto, prima del colpo di stato in Libia,

“I libici hanno un livello di vita incredibilmente elevato, il più alto in Africa”, ha dichiarato RT all’avvocato internazionale Francis Boyle.

“Quando sono andato in Libia nel 1986 sono rimasto sorpreso dal potere delle donne. Quello che ho visto in Libia era che le donne potrebbero fare tutto quello che volevano”.

Tragicamente, come è ripetutamente detto, intorno al pianeta, qualsiasi nazione – non importa quanto funzionale e di successo sia – sarà annichilita dall’impero americano se ha o che i suoi alleati abbiano ragione sufficiente.  

Come ha notato il senatore Black – come potrebbe essere di qualsiasi nazione simile:

“Volevamo assolutamente spazzare e schiacciare la loro civiltà”.

Fonte: http://www.bibliotecapleyades.net/

Traduzione e adattamento: Nin.Gish.Zid.Da

Il paradosso del progresso e conseguenze prossime future

Imagine dal film Geostorm

Ecco come sarà il mondo nel 2035  secondo l’intelligence americana

Nel 2019 disastri naturali causeranno una distruzione estrema globale. Ci si renderà conto di dover collaborare come una sola nazione per controllare il tempo. Così un team di 17 Stati costruirà insieme la rete di controllo nello spazio. Questa è la visione proposta  nel film ‘Geostorm’, in uscita nei cinema italiani tra pochi giorni.

L’ultimo rapporto dell ‘Intelligence Council USA’ disegna scenari che promuove una visione multipolare. Pechino, secondo il rapporto, è destinata, insieme alla Russia, a scalzare definitivamente gli Stati Uniti dal ruolo di unica superpotenza mondiale.

ll  mondo nel 2035  secondo l’intelligence americana 

L’intelligence USA ha delineato come potrebbe essere il mondo nel 2035. Diciotto anni possono sembrare un lasso di tempo molto breve per poter osservare dei cambiamenti radicali. Eppure molti osservatori sono concordi nel ritenere i prossimi venti/trent’anni come i più rivoluzionari di tutta la storia del genere umano. Inoltre basta guardarsi alle spalle e osservare i cambiamenti avvenuti nei vent’anni precedenti, per verificare come tale lasso di tempo sia più che sufficiente per dei mutamenti radicali. Diciotto anni fa il mondo doveva ancora assistere al crollo delle Torri Gemelle, alla conseguente guerra al Terrore, agli interventi militari in Afghanistan, Iraq e Libia, nonché alla crisi finanziaria del 2008. Insomma cambiamenti sconvolgenti.

Il paradosso del progresso 

Ci ha pensato ora il National Intelligence Council USA, organo strategico dell’intelligence USA, a mettere nero su bianco quello che potrebbe essere il mondo fra diciotto anni. Il documento, chiamato PARADOX OF PROGRESS fa parte del più ampio progetto “GlobalTrends” che ogni cinque anni cerca di dare un’idea del futuro più prossimo. Il documento serve così al presidente americano di turno, all’inizio del suo mandato (o al rinnovamento di esso), per farsi un’idea migliore delle sfide che lo attendono.

Per la sua redazione l’analisi si è servita di una dettagliata raccolta dati e di proiezioni basate sull’osservazione dell’evoluzione economica, sociale e tecnologica su scala planetaria degli ultimi anni. Un approccio scientifico per quanto la previsione del futuro non possa essere materia di scienza esatta. Tuttavia lo studio fatto dall’intelligence USA arriva addirittura al punto di prevedere quelli che potrebbero essere titoli di giornale in specifiche date.

La Cina si espanderà fino al largo delle Hawaii 

Ecco che il 3 febbraio del 2019 alcuni giornali scriveranno: “La Cina compra un’isola disabitata dell’arcipelago Fiji per costruire una base militare a 3.150 miglia dalle Hawaii per 850 milioni di dollari”. Pechino, secondo il report, è destinata, insieme alla Russia, a scalzare definitivamente gli Stati Uniti dal ruolo di unica superpotenza mondiale. In quest’ottica anche l’Europa uscirebbe dalla sfera d’influenza americana per entrare in quella euroasiatica.

Droni assassini e lavoratori sempre più flessibili 

Il 13 marzo del 2019 invece si titola che “Il Messico mette al bando i droni per uso privato dopo l’ultimo tentativo di assassinio”. La tecnologia, secondo il report, ha dunque preso il sopravvento e l’utilizzo dei droni diventerà nei prossimi anni dispnibile al grande pubblico. Il report denuncia in particolare come tali droni diventeranno facilmente reperibili anche per la criminalità organizzata, che potrà usare queste silenziose zanzare meccaniche al posto dei più riconoscibili sicari. Se saranno i droni a “sporcarsi le mani”, il lavoro delle forze di sicurezza del futuro diventerà sempre più impegnativo e difficile.

Il 17 settembre del 2021 è invece il turno della “rivolta dei gig workers a Londra”. I “gig workers” sono i lavoratori della cosiddetta “gig economy”. Si tratta di lavoratori senza stipendio fisso che lavorano solo “su richiesta (on demand)”. Lavoratori in proprio che svolgono attività temporanee. Secondo l’intelligence USA, infatti, lo sviluppo tecnologico creerà un ulteriore disequilibrio economico, modificando radicalmente la piramide lavorativa conosciuta dopo la Prima Rivoluzione Industriale. Così lo sviluppo progressivo di Intelligenza Artificiale andrà a sostituire il capitale umano in numerosi comparti, contribuendo allo sviluppo appunto della figura del lavoratore “su richiesta”.

C’è ottimismo per il futuro dell’Africa 

Se il futuro dei lavoratori dipendenti sembra a tinte fosche, pare invece che il 2035 rappresenti per il Terzo Mondo  un’opportunità di rivalsa. Nel documento redatto dall’intelligence USA si fa riferimento infatti a una rivoluzione energetica dell’Africa, che porterà il Continente ad una progressiva autosufficienza. Un traguardo raggiunto grazie allo sviluppo di pannelli solari e batterie fatte in casa facilmente reperibili a basso prezzo. A ciò si aggiunge poi la diffusione della tecnologia di desalinizzazione dell’acqua che contribuirà a stabilizzare la produzione alimentare africana.

Conflitti per acqua e cibo 

Per il resto del mondo invece i problemi legati all’acqua e allo sfruttamento del suolo diventeranno di primaria importanza. Ben 21 delle 37 sorgenti d’acqua più grandi al mondo sono attualmente sfruttate in maniera “insostenibile” e se la tecnologia non porterà un miglioramento a questo, secondo l’ intelligence USA, vi sarà un crescendo di conflitti. Stesso discorso vale per la terra, sfruttata oggi ad un ritmo quaranta volte più veloce rispetto alla naturale rigenerazione del suolo. Quest’analisi lucida arriva da una fonte più che autorevole e mette in guardia l’attuale presidenza americana rispetto ai rischi maggiori per la società contemporanea. Starà ora alla Casa Bianca interpretare al meglio gli avvertimenti lanciati dalla propria intelligence.

FONTE http://www.occhidellaguerra.it/sara-mondo-nel-2035-secondo-lintelligence-americana/

NEWS  Accelerail processo di de-dollarizzazione con la Cina in prima linea per spodestare lavaluta americana come riserva mondiale e come divisa

VEDI ANCHE 

The Governance of Geoengineering in 2025

PROGETTI MILITARI STATUNITENSI PER “CONTROLLARE Il CLIMA” ENTROIl 2025

GEOINGEGNERIA, “IL PROGETTO NEW MANHATTAN”. IL PIANETA SOTTOATTACCO

Fonte: http://www.nogeoingegneria.com/

_______________________________________________

Il rifiuto del dollaro da parte della Cina Washingtonn sta distruggendo il potere americano

by Paul Craig Roberts October 16, 2017 from PaulCraigRoberts Websit

Washington sta distruggendo il potere americano

La Cina e la Russia capiscono che Washington, invece di gestire un sistema equo, utilizza il suo ruolo di valuta mondiale per dominare altri paesi.

I lettori a casa e in tutto il mondo vogliono sapere cosa fare dell’annuncio che la Cina ormai condurrà acquisti di petrolio e vendite in moneta d’oro cinese.

  • Il dollaro sarà indebolito e crollerà per essere scartato come la valuta in cui viene effettuato il trasporto del petrolio?

Queste ed altre domande sono nelle menti dei lettori.

Di seguito è la mia opinione:

Il valore del dollaro americano dipende dal fatto che le banche centrali, le società e gli individui sono tenuti a tenere i loro beni o ricchezze in dollari.

  • Se lo sono, non importa quale sia la valuta utilizzata per la transazione del petrolio.
  • Se non lo sono, non ha importanza se tutto il petrolio viene fatto in dollari.

Perché? Perché se non vogliono tenere i dollari, li butteranno non appena la transazione sarà completata e si sposterà in altre valute o in oro.

Ciò che la Cina sta facendo è la creazione di una moneta che potrebbe essere una divisa più attraente da tenere.

È possibile che la moneta cinese appoggiata all’oro sia una mossa contro il potere statunitense, ma io la vedo diversamente. Lo vedo come una protezione contro il potere statunitense.

La Cina e la Russia si dissociano dal sistema del dollaro, perché Washington, sta abusando del suo ruolo della moneta mondiale, usa il meccanismo dei pagamenti in dollari per imporre sanzioni ad altri paesi minacciandoli di escluderli dal sistema di compensazione dei pagamenti.

In altre parole, Washington, invece di operare un ‘sistema equo’, utilizza il suo ruolo di valuta mondiale per dominare altri paesi.

La Russia e la Cina sono troppo forti per essere dominati, e quindi si stanno tirando fuori dal sistema del dollaro. Se seguissero altri paesi, il dollaro smetterà di essere uno strumento di controllo statunitense sul resto del mondo.

Per dirla in parole diverse, Bretton Woods ha dato a Washington la responsabilità del sistema finanziario mondiale. Washington ha abusato del potere affidatogli usando il sistema del dollaro per destabilizzare altri paesi, come attualmente il Venezuela  …

L’abuso di Washington sul ruolo della valuta mondiale per favorire gli interessi finanziari e commerciali americani e il potere di Washington sulle politiche straniere e nazionali di altri paesi ha messo in atto forze che elimineranno il ruolo del dollaro come valuta di riserva mondiale.

Il brutto è che l’arroganza di Washington sta distruggendo il potere americano.

Fonte: http://www.bibliotecapleyades.net/

Traduzione e adattamento: Nin.Gish.Zid.Da

Baracuda con le chiavi della vita sulla Terra

2017 YTD RETURN. E CAPITE PERCHE’ TECH-GLEBA CI SARA’. 

2017 YTD RETURN, tre semplici cose. Ma dovete capirle.

Il 2017 è quest’anno, fin lì ci arriva anche Stefano Fassina.

YTD significa Year To Date. Tradotto è: dall’inizio dell’anno (YEAR) alla (TO) data di oggi 29 ottobre (DATE).

RETURN è la percentuale di profitti realizzati da un investitore nelle azioni di un’azienda nel periodo appena citato.

Ora, con questa nozione, prendiamo il settore di cui vi parlo da quasi un anno, perché sta letteralmente cambiando il Pianeta come mai nella Storia: le TECH in Artificial Intelligence.

Il postulato N. 1 che io vado spingendo da tempo, è che gli investitori, cioè soprattutto gli squali della mega-finanza, si stanno buttando sulle aziende TECH perché sanno che esse – grazie all’Artificial Intelligence, ai computer quantistici, a nuovi materiali e farmaci incredibili, e grazie alla robotica o ai Drones commerciali, armi e tanto altro – sono sulla strada per diventare i Padroni Privati della vita sulla Terra con in mano le Chiavi.

Il postulato N. 2 di cui vi avviso, è che se è vero che i barracuda della finanza mondiale si sono gettati in questo settore, essi poi pretenderanno un ricavo alto sugli investimenti, per cui queste Chiavi della vita sulla Terra – ovviamente nei settori cruciali di Salute, Ambiente, Energia, Difesa o Commerci, e non le stupide App per il popolino – avranno prezzi talmente alti da creare un mondo con miliardi di umani in TEC-GLEBA e con un’elite ricca come mai nella Storia.

Ma allora, sto Barnard dice la verità sul lucro della mega-finanza sulle aziende TECH in Artificial Intelligence?

Ok, sopra c’è la foto dello YTD RETURN in queste aziende, cioè della percentuale di profitti realizzati dagli investitori dal primo gennaio 2017 a oggi 29 ottobre 2017. Sono listate le 19 maggiori aziende TECH in Artificial Intelligence, e (IBM a parte) potete capire voi stessi anche solo con uno sguardo, quanto si stanno impennando i profitti di chi ha ficcato milioni in questi colossi.

Dal minor profitto della Cisco Systems (relativamente, perché ha dato un +16,7%), si sale lungo Intel, Alphabet di Google, SAP SE, SoftBank, Oracle, Microsoft, Apple, Baidu, Salesforce, Amazon, Tesla, Facebook, Netflix, Samsung, PayPal, Tencent, e nella stratosfera troviamo Alibaba.

Per darvi un’idea, Jack Ma con sta sua azienda TECH dal nome buffo, Alibaba, ha reso un incredibile YTD RETURN sulle sue azioni del +98,8%.

E QUESTA E’ LA SITUAZIONE AD OGGI, QUANDO ANCORA TUTTA LA NUOVA GENERAZIONE DI TECH IN A.I, QUANTISTICA ecc. CHE RIBALTERA’ IL PIANETA, DEVE ANCORA USCIRE.

Allora, siccome uscirà e di questo esiste la certezza sia scientifica che finanziaria, voi dovete chiedervi due cose: quanto s’impenneranno i YTD RETURNS, dato che vi sarà la frenesia mondiale per acquisire le TECH, le cure, i farmaci, i robot, i Drones commerciali, le armi ecc.; e quanto dovranno pagarle i popoli per garantire quelle impennate nella tasche degli investitori.

Tutto qui.

E la risposta è già oggi sulle pagine dei quotidiani. Gli Stati non possono più spendere, per cui venderete un polmone, e forse ce la farete, con famiglia, per qualche annetto. Questa, badate, è roba confronto a cui il disastro delle Austerità UE vi sembrerà un sorbetto al limone. Fa rima con polmone.

Non fate figli.

MA I RIMEDI CI SAREBBERO:

http://paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=1874

MA PURTROPPO IN ITALIA:

http://paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=1922

Fonte: http://paolobarnard.info/